BLOG PER APPASSIONATI D'AMORE, ONESTÀ, SPIRITUALITÀ, ARTE, POESIA, POLITICA, DEMOCRAZIA, SOSTENIBILITÀ, TECNOLOGIA, ENERGIE PULITE, COLD FUSION E LENR, MEDICINA ALTERNATIVA, RIVOLUZIONI SCIENTIFICHE, CRIPTOARCHEOLOGIA E "TANTE COSE INFINITE, ANCOR NON NOMINATE"

>>>> CERCHI LIBRI SUL BENESSERE DEL CORPO, DELLA MENTE E DELLO SPIRITO?

B A C H E C A D E L B L O G

Dal 25 Aprile 2015 (Festa della Liberazione) la possibilità di lasciare commenti nel blog è stata disattivata, eccetto per gli 85 utenti autorizzati e autori ad oggi iscritti. Chi desiderasse fare parte di questa piccola community (Google consente ancora 15 iscrizioni) può mandare due righe di presentazione a 22 passi chiocciola gmail punto com.

venerdì 30 settembre 2011

Fatti non parole!
A ottobre l'ora della verità per l'E-Cat

Sul data-base dell'EPO (European Patent Office) è stato pubblicato (qui) un invito di Andrea Rossi all'esaminatore a partecipare, il prossimo 6 ottobre, al test di un modulo dell'impianto da 1 MW (!) alla presenza di diversi scienziati di tutto il mondo: il test si svolgerà a Bologna e durerà 24 ore. A questo punto non sono più tenuto a mantenere il segreto sulla location, cioè quella consueta, specificata chiaramente nel documento.

Ringrazio Vettore di avermelo segnalato per primo!

Ne approfitto per confermare la mia partecipazione al test in questione e precisare che questa volta non farò dirette: pubblicherò la mia testimonianza sul test nei giorni seguenti, coordinandomi con Ny Teknik e Focus. Sottolineo che verrà resa pubblica parecchia documentazione, scritta e video.

Come promesso, il corso degli eventi accelera.

Warm regards :-)

P.S. E tra qualche mese...? Vedi sotto! :-)  
strip by http://freeenergytruth.blogspot.com/


241 : commenti:

«Meno recenti   ‹Vecchi   1 – 200 di 241   Nuovi›   Più recenti»
Tizzie ha detto...

Non so se l'esaminatore EPO sara` presenti in veste ufficiale o meno, ma non credo che riusciranno a risolvere i loro dubbi sulla qualita` della stesura del brevetto attuale, che e` il problema principale.

Puo` pero` essere una mossa per "aprirli" a dispositivi che prima sarebbero stati considerati a "moto perpetuo" o simili (e rifiutati di default), se la dimostrazione di 24 ore avra` successo e sara` svolta in maniera chiara.

francesco G ha detto...

@DANIELE è importate

avvisa Levi e altri che è importate che ci sia un bel delta (40-50°C) di conseguenza prepara la manina per la controprova del tubo caldo:-)....

Massimo - Bologna ha detto...

Finalmente... !

Cesare ha detto...

Molto bene, speriamo che questa volta vengano dissipati di dubbi.

federico ha detto...

scusate mi sono perso evidentemente qualcosa ma la "centrale" da 1MW (quella dentro il container per capirci )non era in viaggio per gli stati uniti ?

la notizia mi pare essere stata data sempre su questo stesso blog il 14 settembre

l'hanno rispedita al mittente?

Tizzie ha detto...

@federico: si parla di test su un modulo, non l'impianto intero.

Luigi Versaggi ha detto...

Le prove verranno eseguite su un singolo modulo, non su tutta la centrale. Questo è stato detto e ridetto decine di volte.

@ Daniele
Posso chiederti perché non farai una "diretta"? Te lo ha chiesto espressamente qualcuno?
Mats sarà presente? Puoi dirci in anteprima chi altro sarà alla prova?
Un caro saluto.

marco ha detto...

Immagino che il test non sia aperto ai semplici curiosi. Il posto si trova talmente vicino a casa mia che non mi dispiacerebbe fare un salto durante la giornata per vedere dal vivo.
@Daniele,anche se scrivo poco sul blog, mi farebbe piacere conoscerti. Ma tu rimani per tutta la durata del test?

Enzo ha detto...

Il fatto sarebbe che Rossi ha mandato degli inviti? Una decina di giorni prima del test?
Come si può pensare che chi andrà a vedere questo test possa farne una validazione con così poco tempo per prepararsi?
Quanti hanno accettato a queste condizioni?

Miglietto ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
robi ha detto...

Enzo
se è solo fra 10 giorni ,non va bene...
se fosse fra 2 mesi ,ci vuole così tanto tempo....
santa pazienza..
da noi si direbbe che sei come una donna incinta..
:)))

Enrico Maria Podestà ha detto...

e il server di rossi è Down....

marco ha detto...

e dopo mesi, mesi e mesi di infinite letture... rieccomi qui per commentare: finalmente siamo arrivati al dunque! Bravo Daniele per tutto quello che hai fatto in questi, per me, 7 mesi che ti ho seguito!

Marcellogo ha detto...

Allora, vediamo i punti principali:

La lettera oltre ad essere un invito è anche una notifica dell'esperimeno all'organismo europeo competente e dovrebbe far testo.

il laboratorio è messo a disposizione dall'UniBO, quindi pur non essendo un test ufficiale , loro ci sono.
Ny Tek e per l'Italia Focus, quindi la stampa MAINSTREAM c'è.
L'Accademia Reale Svedese, vale a dire quelli che danno il Nobel, ci sono.
Fossi io il funzionario ci andrei ma proprio, proprio di corsa anche per evitare figure con i suddetti.

Marco ha detto...

In bocca al lupo! terrò ogni dito possibile incrociato..

@Daniele: grazie come sempre per le informazioni, e.. che invidia!! sarebbe meraviglioso poter presenziare a questo test.. ovviamente è rigorosamente chiuso al pubblico, inutile chiederlo, vero? pensare che lavoro a pochi chilometri dal luogo.. anche questa volta passerò la giornata a mangiarmi le mani!!

Questa volta non ci sarà una diretta: nemmeno qualche aggiornamento 'spot' sull'andamento della prova?

Renzo ha detto...

@Daniele il setup dell'esperimento è stato pensato e organizzato da Levi? Ho piena fiducia in lui e spero che dopo aver letto le critiche di questi mesi abbia pensato a tutto, magari consultando altri colleghi. Mi domando se venerdì prox gli ultrascettici troveranno nuovi appigli da criticare oppure se il test sarà talmente a prova di idiota da far calare un velo di silenzio :) Come tutti spero che sia la volta buona

Enzo ha detto...

@Robi
Si si Robi, a chi ride di chi chiede serietà si risponde riderà bene chi ride ultimo.

robi ha detto...

Enzo
ho messo gli "smile"per farti capire che è un intervento (il mio)amichevole. Ma se sei così permaloso ...starò attento a come parlarti in futuro

ciao

Miglietto ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Paul ha detto...

Ovviamente (!) non ci sarà Krivit.
Sarà da vedere che relazione farà...

gio ha detto...

marcellogo ha scritto:
<La lettera oltre ad essere un invito è anche una notifica dell'esperimeno all'organismo europeo competente e dovrebbe far testo.
.................................
Fossi io il funzionario ci andrei ma proprio, proprio di corsa anche per evitare figure con i suddetti.

.....ma a me la lettera di invito dal punto di vista brevettuale mi sembra un comportamento poco ortodosso....ed evidenzia una tensione con l'organismo brevettuale europeo.....infatti non c'è un invito all'organismo americano...........

Red5goahead ha detto...

@Daniele

Bene. Siamo al dunque. Una diretta no ci mancherebbe che ti fa sfuggire ogni secondo dell'evento ma Twitter sarebbe uno strumento perfetto in questi casi. Non impegna troppo ma tieni aggiornati i followers. Pensaci.

Max Altana ha detto...

mi dispiace suonare come un disco rotto, ma finchè l'eCat non esce fuori dal palcoscenico del mago nessuna dimostrazione potrà essere conclusiva.

Archimede ha detto...

Anch'io ho seguito in silenzio questa storia da mesi.
Sono anche stato presente al convegno di Viareggio del 23/07 con relazioni di Celani e degli altri.
Ora che siamo al dunque, faccio i migliori auguri a Passerini e a tutti voi (anche gli scettici!) perchè sono convinto che tutti quelli che postano qui, in cuor loro, sperano che Rossi e Focardi abbiano ragione.

saluti e auguri per il 6

guido52 ha detto...

ECCELLENTE. Però non capisco una cosa : si dice che il test si terrà in un laboratorio messo a disposizione dall'università di Bologna e poi si indica come location dell'esperimento via dell' Elettricista. Come si spiega ?

Daniele 22passi ha detto...

@Federico
A parte il fatto che, come dice Tizzie, il test riguarda uno dei 52 moduli che compongono l'impianto da 1 MW, sul container ti saprò dire dopo il 6 ottobre... comincio a sospettare che ce ne sia più di uno in giro.

@Luigi Versaggi
Si, me lo ha chiesto Rossi di non fare "telecronache": per non "bruciare" Mats Lewan e gli altri giornalisti che saranno presenti.

@Marco
Il test è a numero chiuso, avrei portato con me volentieri parecchie altre persone, ma non era possibile.
Sarò lì sicuramente tutto giovedì... non so se riesco a prendere un giorno di ferie anche per venerdì.

@Enzo
L'esaminatore dell'EPO non è chiamato a validare. Gli scienziati che firmeranno i report del test (che per inciso non so nome per nome chi siano) penso che siano stati informati a tempo debito, non certo negli ultimi giorni.

@Marcellogo
@Guido52
Su quel "laboratorio è messo a disposizione dall'UniBO" ci saranno senz'altro presto delle smentite: si tratta di un refuso commesso dall'Avv. Cicogna e i nemici di Rossi non si lasciano sfuggire questi errori. L'UniBO è coinvolta soltanto in quanto soggetto interessato firmatario di un contratto di ricerca con Rossi. Ma il test presente esula ancora dalla ricerca che farà UniBO.

@Marco
Vedrò con Rossi se sarà possibile qualche aggiornamento a spot.

@Renzo
No. Ho scritto qualche post dietro che trattasi esattamente del setting sperimentale che Giuseppe Levi, già a febbraio, mi spiegò di avere pensato per i test ufficiali sull'E-Cat programmati all'UniBO, setting in seguito convalidato assieme ai professori dell'Università di Uppsala, ma Levi non ha partecipato all'allestimento del test di cui parliamo ora. Rossi e i suoi collaboratori lo hanno preparato per conto loro.

@Enzo
Penso anche io che Robi non volesse in alcun modo offenderti. In effetti dai l'idea di essere un po' "impettito"! Rilassati e sorridi, please! :))

@Paul
Krivit potrà solo commentare - e vedremo con quanta oggettività - le relazione che faranno altri. Ricordo che Krivit è un designer industriale è che le dotte disquisizioni tecniche contro Rossi che pubblica NON SONO FARINA DEL SUO SACCO. La farina del suo sacco sono i commenti sui gommisti e sulle macchine del caffè.

@Red5goahead
Ok ci penso... in realtà non uso twitter: dovrò porre rimedio a ciò! :)

@Max Altana
Ha parte i termini che usi ("mago" mi sembra totalmente fuori luogo) non hai torto: ma il momento che auspichi si avvicina a grandi passi.

@Archimede
Grazie dell'augurio. Credo anch'io che sia come dici. Anche se il fronte degli scettici non credo sia composto esclusivamente da persone in buona fede... qualche piccola modesta eccezione c'è.
Mi ha colpito molto quello che ha scritto Camillo Franchini qualche giorno fa sul blog dell'ASPO:
Se L’E-Cat scalda, festa finita.
Se non scalda, almeno sappiamo perché non può scaldare.

Io l'interpreto come le parole di chi sa benissimo, da sempre, che l'E-Cat funziona: è che sa benissimo che appena questo verrà fuori incontrovertibilmente dovrà scendere dal palcoscenico.

guido52 ha detto...

Altra questione : capisco che convincere della serietà dell'invenzione gli esaminatori brevettuali possa agevolare l'ottenimento del brevetto. Ma se poi Rossi non fornisce tutti gli elementi per la replicabilità ( tra cui la natura del famoso catalizzatore) come può sperare che gli venga concesso ? Oppure si tratta di una strategia di " avvicinamento" volta a mettere tutte le carte in tavola solo dopo aver conseguito la sostanziale certezza che il brevetto verrà rilasciato ?

Max Altana ha detto...

Daniele, mi rendo conto che possa suonare dispregiativo, ma il fatto è che Rossi potrebbe essere l'illusionista di se stesso ancora prima che degli altri.

Il test dovrà essere esterno, ed indipendente.

Possibilmente Rossi dovrà starsene a casa sua.

Ci sarà mai un test negli Stati Uniti?

guido52 ha detto...

@Daniele 22passi

Io non sono nemico di Rossi. Anzi penso che una tempestiva correzione di quell'incongruenza ( che anch'io ritengo dovuta ad un refuso) giochi a suo favore.
E poi forse Unibo metterà a disposizione i necessari strumenti e questo può spiegare l'errore in cui è incorso l'estensore della lettera

gio ha detto...

daniele ha scritto:
>Si, me lo ha chiesto Rossi di non fare "telecronache": per non "bruciare" Mats Lewan e gli altri giornalisti che saranno presenti.



..... quale testate saranno presenti oltre a ny tek e focus ?

vocesolitaria ha detto...

Chissà perchè i documenti degli uffici brevetti mantengono questa veste così affascinantemente retrò.
Anche io ne ho frequentato uno e lo stile era lo stesso. Quando entravo in quell'ufficio in centro a Milano l'arredamento e i personaggi che lo frequentavano mi catapultavano indietro di cinquant'anni.
Anche questo ufficio brevetti "Dott. Prof. Franco Cicogna", fondato nel 1902, sembra avere conservato la carta intestata dell'epoca. :)

BG ha detto...

Daniele ha detto:
"... Levi non ha partecipato all'allestimento del test di cui parliamo ora. Rossi e i suoi collaboratori lo hanno preparato per conto loro."

Che delusione! Questo vuol dire che per avere un test realmente indipendente bisogna aspettare ancora. Bisogna proprio armarsi di santa pazienza!

gian ha detto...

@guido52
Ma infatti questa dell'invito all'esaminatore brevettuale non la capisco neanche io. Quando in azienda abbiamo depositato un brevetto ci hanno chiesto tutti i minimi dettagli dell'aggeggio e gli schemi della più piccola vitina; mica si son messi lì a fare il test approfondito. D'altra parte il brevetto ha senso se l'oggetto è totalmente conosciuto. E colui che lo deposita ha tutto l'interesse a descriverlo bene, altrimenti poi è poco difendibile. Se sei vago nella descrizione o peggio ometti un dettaglio (posto che te lo accettino), succede che uno ti compra l'aggeggio, lo apre, lo copia e lo ri-brevetta con il dettaglio che mancava e non puoi neanche protestare. Pertanto, a mio parere, che l'esaminatore ci vada o meno alla presentazione dal punto di vista strettamente brevettuale non cambia nulla.

Daniele 22passi ha detto...

@Guido52
No, non mi riferivo a te. Ero appena passato sul blog dell'ASPO: è diventato il covo dei cacciatori di Rossi. Roba da studio sociologico!

@gio
Ho parlato di quelle due testate perché ne sono certo... assolutamente certo perché ci ho messo la zampino io! ;)
Poi penso probabile ci siano altri giornalisti, ma non ne sono al corrente.

@vocesolitaria
Giusta osservazione! :)

@BG
In questo momento Levi è non rintracciabile causa festività religiosa. Mi riservo lunedì di chiedergli meglio, ma credo sia corretta la precisazione che ho fatto.
Sottolineo che nessun imbroglione si circonda di telecamere, tanto meno chiama a testimoni gli scienziati svedesi che fanno parte del comitato che designa i Nobel. Dico male?

robi ha detto...

gian
penso, che il problema per Rossi non sia nell elencare i componenti ,bensì, nel farsi accettare la reazione tra i componenti
cosa dici?

vocesolitaria ha detto...

Riguardo alla vignetta: in prima battuta ho fatto una risata pensando: che cretino quello pseudoscettico!
Poi ci ho ripensato, e ho riflettuto come con la satira è facile condizionare il pensiero e condurlo in direzioni sbagliate.
Acquistereste voi un auto usata solo perchè un venditore cerca di convincervi che è un buon affare?
Forse si, ma solo se il venditore è una persona di fiducia, perchè in passato ha dato prova di mantenere le promesse. In caso contrario serve un peer review, cioà il parere di persone disinteressate che abbiano avuto la possibilità di esaminare il venditore e il prodotto.
Il tubo Tucker è lì a dimostrare come è meglio essere (pseudo)scettici, piuttosto che affidarsi ciecamente al fascino del promotore o al fatto che amici di cui ci si fida ne sostengono sinceramente la validità.

zzzphone-italia ha detto...

Daniele, potresti fare una cronaca stile SMS, ovviamente senza urtare nessuno... che emozione, se quell'aggeggio funziona l'otto di ottobre il mondo non sarà più lo stesso!

Max Altana ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Max Altana ha detto...

Daniele, quelli di Steorn le telecamere le avevano messe, e avevano pure interpellato degli scienziati per validare il loro giocattolo magnetico a moto perpetuo.

Il mio punto è che si può dei truffatori in buona fede. Ovvero truffatori di se stessi. Rossi era in buona fede quando pensava di fare il miracolo col Petroldragon.

Se Rossi vuole zittire tutti può fare una cosa semplicissima: dare l'ecat ad un gruppo di scienziati indipendenti ed uscire dalla stanza.

Adesso viene fuori che vuole VENDERE un eCat alla Nasa. Ma dico, hai la possibilità di far verificare la più grande scoperta energetica degli ultimi 100 anni dalla Nasa e chiedi pure soldi???

Non lo so, a me sembra tutto un gran delirio.

gian ha detto...

Sottolineo che nessun imbroglione si circonda di telecamere, tanto meno chiama a testimoni
Daniele, se permetti su questo risponderei io anche se non era diretta a me. E espanderei anche un po' il discorso.
Sono d'accordo, un imbroglione non va "a cercarsele". Però questo non c'entra con la normale richiesta in termini _scientifici_ di avere un riscontro indipendente. La verifica indipendente prescinde dalla buona o cattiva fede. E se un aggeggio funziona lo fa comunque, che io ci creda oppure no; e viceversa se non funziona.
Mi stupisce un po' quindi che una (per me) normalissima aspettativa di un giudizio terzo possa essere considerata quasi un affronto alla persona, in questo caso Rossi. Da parte di chi lavora nel settore scientifico in genere non lo è. Ci sono ovviamente le eccezioni, ovvero quelli che parlano di truffa a prescindere; ma questi fanno il paio con quelli che credono a prescindere.
Ma gli altri che adottano un sano dubbio cartesiano non credo ce l'abbiano con Rossi personalmente; e quantomeno questo vale per me.
Tra l'altro io tendo molto a fidarmi delle persone. Ma siccome vivo di scienza mi sembra molto normale che io metta in discussione
dei risultati dei miei colleghi e viceversa. Io non mi offendo e neanche loro, perché questo non mette in crisi la fiducia reciproca, ma serve come _normale_ procedura di controllo.
Pare così strano?

Marco De Leonardis ha detto...

Comunque, per il test del 6, basterebbe misurare i gamma prodotti all'interno della schermatura (Rossi garantisce che sono loro a scaldare tutto).
Basterebbe questa misura per dire che funziona ed è una reazione nucleare. Qyuesto sarebbe un evento da primo uomo sulla luna...
Poi, per dire quanto funziona, la misura che stanno mettendo in piedi è sicuramente adatta.

vocesolitaria ha detto...

@Gian

Quoto al 100% (di più non sarebbe scientificamente corretto)

Paul ha detto...

Possibile che a nessuno è venuta in mente una prova che più semplice non può essere?
Si inserisce una termocoppia capillare all'interno della cella e si misura la temperatura. Quando è in self sustained (staccando l'alimentazione elettrica alle resistenze), tale temperatura deve mantenersi a lungo(o anche salire se la reazione "scappa").

Questa prova esula da acqua, vapore, calore scambiato, misure di portata ecc. ecc.

Paul ha detto...

Faccio seguito alla mia di prima.
Sicuramente la cella di reazione ha già una termocoppia. Tale misura, durante le prove del 6 ottobre, dovrebbe essere seguita con particolare attenzione...

gian ha detto...

penso, che il problema per Rossi non sia nell elencare i componenti ,bensì, nel farsi accettare la reazione tra i componenti
A me sembra strano che la reazione in sé sia brevettabile; in caso è brevettabile il sistema per ottenerla.
Altrimenti io brevetto
CH4+4*O2->2*H2O+CO2
e poi ti chiedo soldi per vendere la tua caldaia a gas :-)

francesco G ha detto...

@Daniele non ti dimenticare della mia osservazione;

non capisco perché tante polemiche sul luogo, non e che siccome è a "casa" sua diventa molto più facile imbrogliare a quelle condizioni poi è una questioni di controlli(neanche complicati);

Uncino ha detto...

@daniele: Almeno una serie di foto del laboratorio e delle attrezzature, reattore compreso, la si potrà avere?
Sai se è stato deciso di schermare il contenitore, o almeno di monitorare l'eventuale presenza di microonde nei suoi pressi?

vocesolitaria ha detto...

@Gian

Io ho il sospetto che quella reazione del metano sarebbe brevettabile come metodo per produrre energia, se nessuno l'avesse scoperta o comunque utilizzata prima, illustrando il metodo (elementare) per ottenerla.

Red5goahead ha detto...

@uncino
>Sai se è stato deciso di schermare >il contenitore, o almeno di >monitorare l'eventuale presenza di >microonde nei suoi pressi?

Mettete una busta di 4 salti in padella vicino e vedete come va..

ma dai....

gian ha detto...

@vocesolitaria
Intendi come nel caso della sintesi di una molecola in farmacologia? Sì, in effetti potrebbe essere. Anche se se sono un po' perplesso sul brevetto di un qualcosa che è di fatto immateriale.
Mi spiego con un esempio: se riuscissi ad ottenere lo *stesso* prodotto chimico ma con un metodo diverso violerei il brevetto o no?

Yuz ha detto...

@gian
Se un giorno decidi di provare a brevettare la reazione di combustione del metano, ti consiglio di correggere prima il bilanciamento... In quella che scrivi ci sono due molecole di ossigeno di troppo! ;)

Yuz

Daniele 22passi ha detto...

@zzzphone
Non posso promettere nulla per il 6 stesso... vedremo lì per lì: devo trovare una formula che vada bene a Rossi, Ny Teknik e Focus.

@Max Altana
Non ho mai approfondito la faccenda Steorn, ma persone che l'hanno seguita molto bene mi hanno spiegato che l'E-Cat non è nemmeno paragonabile. Non parliamo del tubo-taker (dico a vocesolitaria). Rossi si muove su pattern totalmente differenti.
L'unica analogia che tu ci vedresti tra Storn ed E-Cat - se ho capito bene - è la buona fede degli inventori. E a me pare che la faccenda Steorn sia rimasta circoscritta più a livello di appassionati e che non abbia mai coinvolto Umiversità e NASA per esempio.

@Marco de Leonardis
Il fatto che Rossi abbia spesso parlato di gamma, non toglie che potrebbe trattarsi di un depistaggio, del resto la teoria di WL non li prevede.
Del resto Focardi ha spesso detto che i gamma li hanno visti. Tirando le somme su questo punto anche io resto curioso di scoprire che diavolo avvenga dentro l'E-Cat!

@Francesco G
Ok

@Uncino
Vi innonderò di foto promesso! :)
Tanto bene subito dopo il 6 arriverà un weekend in cui potrò dedicarmi al blog.

@tutti
Non mi sembra di dire niente di sconvolgente: quello del 6, anche se tiene conto di tante critiche ad oggi incassate da Rossi, è ancora un test "pre-commerciale" non un test scientifico. Potranno dirsi scientifici a tutti gli effetti i test che verranno effettuati, mi auguro presto, nelle Università di Bologna e Uppsala.

gio ha detto...

daniele ha scritto:
>Non mi sembra di dire niente di sconvolgente: quello del 6, anche se tiene conto di tante critiche ad oggi incassate da Rossi, è ancora un test "pre-commerciale" non un test scientifico. Potranno dirsi scientifici a tutti gli effetti i test che verranno effettuati, mi auguro presto, nelle Università di Bologna e Uppsala



.....è una via di mezzo tra un road show di una società che sta per quotarsi ...solo che qui si sta "quotando" un prodotto.....e gli apple event ......diciamo che rossi sta svecchiando i modi di presentare una scoperta scientifica.....la sta rendendo spettacolo.....con finalità di marketing.....anche questa è un'assoluta innovazione.....penso che ci sarà un notevole salto nella comunicazione dopo il 6......

Paul ha detto...

@ gio:
"penso che ci sarà un notevole salto nella comunicazione dopo il 6......"

Verissimo, ne vedremo e leggeremo delle belle (speriamo tutte positive!!)

gian ha detto...

@Yuz
oops che vergogna!
Stavo pensando all'esempio e la stechiometria è passata in secondo piano.
Hai fatto bene a riprendermi.
CH4+2*O2 -> 2*H2O+CO2

Daniele 22passi ha detto...

@gio
Ottima precisazione, hai ragione. Certo che la Apple ha sempre presentato prodotti rivoluzionari... ma non quanto l'E-Cat che viola le leggi della fisica mainstream! :))
Certo che se il partner di Rossi fosse la Apple ci ritroveremmo... un iCat!! ;)

gian ha detto...

@Daniele
L'unica analogia che tu ci vedresti tra Storn ed E-Cat - se ho capito bene - è la buona fede degli inventori.
Ma è proprio lì la questione di metodo: la richiesta di una verifica esterna in generale fa conto sulla buonafede dell'inventore / ricercatore / scienziato.
La malafede, almeno per me, deve essere esplicitamente dimostrata, non è il punto di partenza.
Solo che può benissimo essere che uno in perfetta buonafede sbagli o gli sfugga un particolare: sai quante volte è capitato a me...
Basta vedere sopra la formula scritta sbagliata; e non era mica per presentare una formulazione chimica rivoluzionaria in cui faccio sparire atomi di ossigeno in una reazione stechiometrica :-)))

Comunque le mie osservazioni sono di puro metodo; se poi l'e-Cat funziona lo vedremo, spero, settimana prossima. Io attendo con pazienza.

Uncino ha detto...

Red5: sempre più felice di farti divertire... d'altronde gli ignoranti sanno solo sghignazzare senza argomentare.

@Daniele: grazie, almeno questa volta riusciremo a vedere lo svolgersi dell'esperimento senza tubi che entrano ed escono da non si sa dove.

Red5goahead ha detto...

@uncino

>d'altronde gli ignoranti

Dai. Esagerato...! :-)

Uncino ha detto...

@Red5: è che questa nuova configurazione a ciclo chiuso ha come punto debole la possibilità di barare scaldando l'acqua nel contenitore semplicemente investendolo di microonde, cosa estremamente difficile nel caso di circuito aperto.
Io sono scettico per natura di fronte ai ritrovati scientifici, ma mai quanto questa volta spero di sbagliarmi ed essere smentito.
*Però* se la presenza di microonde non sarà esclusa, metterò su Youtube un video con me che cucino gli spaghetti tramite il mio reattore. :)

Tizzie ha detto...

@Daniele: sai per caso se Mr.Kilowatt (Radio24) e la RAI saranno presenti durante il test?

ant0p. ha detto...

@francesco g
----avvisa Levi e altri che è importate che ci sia un bel delta (40-50°C) di conseguenza prepara la manina per la controprova del tubo caldo:-)....----

però in un circuito chiuso per avere un bel deltaT ci vuole un secondo scambiatore che fa raffreddare l'acqua a metà del percorso, in modo che all'entrata ci sia una temperatura più bassa, perché se no, senza lo scambiatore per dissipare verso l'esterno, va a finire che il deltaT si stabilizza su valori bassi (metti che l'acqua esce a 70° e se non dissipa molto durante il percorso, a regime può anche rientrare a 55°-60°..dipende dai tubi che si usano..lunghezza/diametro/materiale).

insomma sarebbe stato meglio avere un boiler ben isolato con una quantità d'acqua nota, senza nemmeno dover misurare portate, bastava vedere in quanto tempo si scaldava..però se la misura della portata viene fatta bene durante l'esperimento (e NON solo prima con la taratura della pompa)..vediamo e speriamo..rimango ancora piuttosto pessimista, senza flussimetri piazzati bene in posizioni il più possibile accessibili/visibili, il circuito chiuso è esattamente come occultare l'output nel cesso come ha sempre fatto..e ho paura che anche questa volta sarà la stessa storia..

ma vediamola da ottimisti..se dovesse scaldare sul serio e con un buon COP (minimo 6, ma molto meglio sopra i 10..) sarebbe una sorpresa clamorosa e si potrebbe esultare il triplo:))

ant0p. ha detto...

però.. a pensarci bene, in un circuito chiuso senza scambiatore, forse la portata e la potenza sono stimabili dalle T1&T2 e dal deltaT..se si sa la massa totale di acqua che ricircola e si stimano le perdite, la temperatura media di equilibrio si raggiunge quando la potenza data dal vapore è uguale alle perdite del circuito secondario. vedremo, prepariamoci a fare qualche calcoluzzo diverso dai soliti, con vari coefficienti stimati da andarsi a cercare sui siti dei produttori di tubi e caldaie:))

ant0p. ha detto...

nb: per 'circuito senza scambiatore' intendevo lo scambiatore secondario per raffreddare l'acqua, quello che scambia col vapore ci vuole per forza:)), staremo a vede..per una volta forse ci si potrà divertire con qualcosa di diverso..

Paul ha detto...

Mah, fatemi capire...
Il circuito primario è chiuso, ed in mezzo c'è lo scambiatore di calore.
Il circuito secondario credevo fosse aperto, cioè l'acqua viene fatta circolare da una pompa prelevandola fredda che so, da una grande vasca, e poi buttata via
calda da un'altra parte. Il deltatì e la portata istantanea dicono la quantità di calore assorbito.
A che serve fare chiuso il secondario? Complicherebbe solo le cose, come giustamente fatto notare da voi...
Paul

piero41 ha detto...

@Daniele22
Anche io come Tizzie,visti i partecipanti, sono curioso di conoscere se è prevista la presenza di qualche tv, magari estera? Almeno un invito a RAI New24 ?
Personalmente credo che Rossi dovrebbe lasciar svolgere il montaggio e l'esecuzione della prova ad altri tecnici a conoscenza delle procedure.A lui solo suggerimenti verbali e comunque restando sempre dalla parte del pubblico, E' chiedergli tanto... ma ...

francesco G ha detto...

ant0p

ma il circuito con sola acqua non ricordo se è stato detto che è chiuso...mi pare che non hanno specificato poi se deve essere chiuso o usi un tubo lunghissimo forse troppo lungo (decine di metri per 5-10 kW di preciso non sò) o usi un scambiatore acqua-aria (radiatore di un'auto.....)

ant0p. ha detto...

francesco g

si mi sembra che il circuito secondario sia chiuso, quello primario può anche non essere chiuso..boh, vedremo so'curioso:)) comunque se non c'è il secondo scambiatore per raffreddare l'acqua sarà importante anche la temperatura d'ingresso, perchè se fosse come quella ambientale sarebbe un problema, vorrebbe dire che le perdite del circuito sono maggiori (o al massimo uguali) alla potenza del vapore, mentre se la T di ingresso si mantenesse più alta di quella ambientale sarebbe possibile uguagliare le perdite del circuito alla potenza immessa..con tubi di rame ci potrebbero essere anche diversi kwatt se il circuito è lungo..
a quel punto sarebbe molto meglio avere un deltaT basso con T1 e T2 alte, in modo che uno può toccare il tubo e sentirlo caldo in tutti i punti del circuito..poi smontando il circuito e verificando che non ci sono tubi interni 'biforcati' in corrispondenza delle connessioni con lo scambiatore sarebbe già una buona verifica per fare una stima ragionevole..almeno si potrebbero escludere gli errori madornali e i trucchetti più banali..che con sfiatella e pentolone non sono ancora assolutamente escludibili:))

Il Santo ha detto...

@Daniele
Se mi imbuco abusivamente travestito da Einstein dici che se ne accorge?

Il Santo ha detto...

Credo che assisteremo a qualcosa di simile a quanto visto in gennaio.

Rossi: "Funziona! Funziona! I gamma! La temperatura! I chilowattora per ora (tm) !!!!!!"

VeryVerys: "OOOOOOOOOOOOOOOOH!"

Claudio Caprara ha detto...

@daniele
bella notizia, soprattutto il fatto che si terrà tutto in Italia. A quanto pare Rossi non disdegna così tanto il nostro paese
però uno stream live ci stava bene se non altro per questo sparuto gruppo di sostenitori e scettici che da qualche mese son qua a sperare nel bene e nel male (alcuni)che qualche cosa accada

francesco G ha detto...

ant0p però con un delta basso sei costretto ad aumentare la portata ; io penso che non sarà chiuso, per 10 kW e per 24 ore servono circa 5 metri cubi di acqua con delta di circa 40°C....il problema è se si usa direttamente l'acquedotto c'è il problema della regolazione,quindi servirebbe un "accumulatore"(una vasca da tenere piena)ed una pompa se il flusso è poco costante (data la durata è possibile) oppure una valvola retroazionata......

Paul ha detto...

Giusto a chiarimento, da quello che ha detto Rossi:

THE MEASUREMENTS WILL BE MADE ON LIQUID WATER. WE WILL HAVE THE STEAM PRODUCED FROM THE REACTOR THAT WILL WORK IN A CLOSED LOOP, WHICH IS THE PRIMARY CIRCUIT, AND THE STEAM ITSELF EXCHANGES HEAT WITH THE LIQUID WATER IN A SECONDARY CLOSED LOOP, SO THAT THE WATER IS HEATED BY THE STEAM THROUGH THE WALLS OF A HEAT EXCHANGER. WE WILL MEASURE THE ENERGY TAKING THE DELTA T OF THE WATER, THE WATER, THE WATER, NOT OF THE STEAM NOT OF THE STEAM, NOT OF THE STEAM, THEREFORE THE ISSUE OF THE QUALITY OF THE STEAM HAS ABSOLUTELY NOT IMPORTANCE, BECAUSE WE DO NOT MEASURE THE ENERGY FROM THE STEAM !!!!!!! WE COULD PUT IN THE PRIMARY CIRCUIT STEAM DIATHERMIC OIL, GLYCOLE, COCA COLA: IT IS ABSOLUTELY IRRILEVANT WHICH IS THE FLUID IN THE PRIMARY CIRCUIT AS FOR CONCERNS THE MEASUREMENT OF THE ENERGY BECAUSE WE MEASURE THE ENERGY ONLY MULTIPLYING THE CUBIC METERS OF WATER FLOWING THROUGH THE SECONDARY CIRCUIT IN ONE HOUR BY THE DELTA T OBTAINED SUBTRACTING, FROM THE TEMPERATURE OF THE WATER (LIQUID) OF THE SECONDARY CIRCUIT AT THE EXIT FROM THE HEAT EXCHANGER, THE TEMPERATURE OF THE SAME LIQUID WATER AT THE INPUT OF THE SAME HEAT EXCHANGER.
ANDREA ROSSI"

Il circuito primario è quindi chiuso, e in mezzo c'è lo scambiatore.

L'acqua da testare passa attraverso questo scambiatore e viene scaldata dal vapore che passa nel primario.
I due flussi sono isolati tra loro, non si mescolano.

Il calcolo della quantità di calore è fatta moltiplicando la portata di quest'acqua per la differenza di temperatura uscita-ingresso dello scambiatore sull'acqua nel circuito secondario.

A questo punto il circuito secondario deve essere di tipo aperto. Non è necessario inserire altra strumentazione od altri scambiatori.
La regolazione della portata dell'acqua può essere critica, nel senso che è bene che sia costante.
Ciò facilita i calcoli.
Supponendo che la pompa prelevi da una vasca ed invii all'ingresso dello scambiatore, l'uscita dallo scambiatore dovrà avere una valvola di regolazione (anche manuale), dalla quale scaricare (anche in fogna, non dentro la vasca di prelievo).
Essendo la prevalenza della pompa (pressione di mandata) costante a parità di portata, si potrà regolare il valore della portata stessa agendo sulla valvola manuale in uscita dallo scambiatore.
In tal modo si potranno fare molte letture di deltatì a diverse portate, aspettando che le temperature si stabilizzino.
Meglio sarebbe che tale valvola manuale fosse sostituita da una valvola di regolazione automatica, comandata da un controllore di tipo Proporzionale+Integrale comandato dalla misura di portata.
In questo modo si potrebbero facilmente impostare molti valori di portata (assolutamente costanti) agendo sul set-point del regolatore.

Paul

Il Santo ha detto...

Bah, senza troppi casini basterebbe controllare *costantemente* e non una volta per tutte:

1) la corrente in ingresso (o meglio ancora la potenza elettrica in ingresso)
2) la temperatura in ingresso sul secondario
3) la portata d'acqua in ingresso sul secondario
4) la temperatura in uscita sul secondario

E' fondamentale che tutte le suddette misure siano effettuate con continuità (cosi' come e' stato fatto con le sole temperature nei precedenti video).

Mi azzardo a fare una previsione: nel prossimo esperimento non si installerà il misuratore di portata. Rossi dichiarerà di avere ennemila litri/h in igresso mentre la pompetta gialla ne introdurrà al più due o tre. E i very very presenti faranno "OOOOOOOOOOOOH!"

ant0p. ha detto...

@paul
---THE STEAM ITSELF EXCHANGES HEAT WITH THE LIQUID WATER IN A SECONDARY CLOSED LOOP--

anche il secondario è chiuso, mi sembrava infatti:)) i due circuiti si incontrano termicamente (ma non materialmente) nello scambiatore..poi la portata del circuito secondario influenza il deltaT, più la portata è alta e più il deltaT sarà basso ovviamente.. a quel punto conta la temperatura media tra T1 e T2, più è alta e più c'è potenza. i casi estremi sono:

potenza 0: T1 e T2 sono uguali a quella ambientale (e quindi deltaT=0)
potenza molto alta (che sovrasta di molto le perdite): la temperatura del circuito aumenta ovunque e anche continuando a aumentare la portata del secondario non si riesce a evitare che si superino i 100° (nel senso che arriverai all'equilibrio solo con vapore molto surriscaldato nel secondario, con le perdite che aumentano con l'aumentare della temperatura oltre i 200°, per dire)..

insomma, col circuito secondario chiuso è meno facile fare i calcoli, ma facendo delle stime sulle perdite dei tubi si può fare lo stesso. vedremo anche che tipo di calcoli ci saranno nei report e come avranno misurato la portata, che è come al solito il punto fondamentale del tutto..rossi mi pare che insista col dire che stavolta non c'è vapore nella misura e che quindi gli snakes se ne devono stare muti:)) ma dopo la sfiatella è chiarissimo che il problema della secchezza del vapore è passato nettamente in secondo piano rispetto alla mancata verifica diretta e accurata della portata.

gio ha detto...

daniele ha scritto:
Ottima precisazione, hai ragione. Certo che la Apple ha sempre presentato prodotti rivoluzionari... ma non quanto l'E-Cat che viola le leggi della fisica mainstream! :))
Certo che se il partner di Rossi fosse la Apple ci ritroveremmo... un iCat!! ;)

@ daniele


..potrebbe essere il partner apple anche se non lo penso ..comunque il partner è della new economy...molto è copiato da li....se tu un appassionato di apple e puoi confermarmi le analogie:

la "vision"( di apple): Cambiare il mondo migliorando le potenzialità degli individui attraverso la tecnologia(=To change the world by empowering individuals through technology) .....molto simile alla vision di defkalion:"we introduce a new technology into the world energy markets with products generating heat"


la tecnica di presentazione del prodotto:
anticipazioni del prodotto in rete ; qualche foto, qualche escamotage da fiction ( Nasa si nasa no; snake vari etc) e i " seguaci" cominciano a parlarne scannandosi in rete sulle potenzialità della novità; il tutto ad amplificare l'interesse nella spasmodica attesa della presentazione. La tecnica usata è molto simile;

effetto religioso: i clienti di apple sono più simili a seguaci che non aclienti; e se leggi sul jonp , sono in molti a scrivere a rossi ringraziandolo della prodigiosa scoperta, con reverenza e ammirazione....e qui è più incredibile la cosa perchè il prodotto non c'è ancora!!

la presentazione del prodotto(l' event):punto fondamentale della apple. Non è simile qui con rossi a lasciare trapelare il meno possibile o informazioni apparentemente confuse, in modo da generare una grande attesa ....


a me sembra che ci sia una grande regia!!!

Paul ha detto...

Si è vero, c'è scritto che anche il secondario è un circuito chiuso.
Non vorrei che fosse un "typo" sfuggito per l'eccitazione del momento.
Ciò perchè un circuito secondario di tipo aperto sarebbe molto più facile da usare per questi test...
Paul

Il Santo ha detto...

@Antop
Non avevo notato che anche il secondario e' chiuso!! a questo punto trascurando tutte le perdite bisogna sapere quanta acqua e' contenuta nel secondario...

Setup strano, davvero molto strano. Pazienza, scopriremo la magagna appena verrà pubblicato il video.

E' importante comunicare le magagne anche a Focus in modo che abbia modo di pubblicarle assieme alla notizia dell'esperimento.

Shine ha detto...

Chiedo anche io a Gran voce aggiornamenti via Twitter, e` perfetto per il live blogging e non interferisce con le attivita` giornalistiche, a mio avviso.

Hai gia` fatto tanto Daniele, ma il fatto che la demo non sia aperta al pubblico ti impone di aggiornare i tuoi lettori in tempo reale :)

In fondo, se le cose vanno come speriamo in molti, questo evento eCat sara` il piu` rilevante degli ultimi sei mesi..

Paul ha detto...

Ho scritto a Rossi su JoNP un paio di messaggi (nick "Italo"), chiedendo lumi sul circuito secondario.
(Il mio nick Paul non viene accettato dall'antispam di JoNP....)

ant0p. ha detto...

@francesco g

---però con un delta basso sei costretto ad aumentare la portata---

no, in quel caso la devi diminuire invece, così il deltaT aumenta. deltaT e portata sono inversamente proporzionali tra loro a parità di potenza.

si può fare un esempio di calcolo senza sapere la portata e stimando le perdite (e immaginandole come un succhiatore di potenza che a regime equilibra il produttore di potenza, cioè il vapore):

P(perdite)=Ct*((T1+T2)/2-Tambiente)*Sup/Spess (con Ct come conduttività termica in watt/K/m del materiale del tubo e Sup e Spess come superficie e spessore del tubo..oppure facendo i calcoli di irraggiamento/convezione e pure conduzione con i tubi metallici..)

e in situazione di equilibrio a regime si può anche dire che:

P(perdite)=Cjoule*Portata*(T2-T1) (in questo caso il deltaT delle perdite succhiatrici virtuali di energia sarebbe negativo..ma non importa, lo metto positivo tanto all'equilibrio è uguale alla potenza erogata in valore assoluto:))

quindi all'equilibrio posso fare l'uguaglianza tra queste due espressioni e mi trovo la portata e quindi e la potenza corrispondente. ma lo posso fare solo se la T1 (quella di ingresso) è maggiore della Tambiente, perchè se no vuol dire che le perdite sono troppo alte e si mangiano tutto prima che il flusso chiuso rientri nello scambiatore..in quel caso bisognerebbe sentire con la mano il tubo per capire in che punto del circuito l'acqua è tornata alla T ambiente..e diventerebbe un macello peggio di prima ahah

francesco G ha detto...

scusa ant0p forse mi sono espresso male volevo dire che con un deltaT più basso per avere la stessa potenza devo aumentare la portata rispetto a delta più alto e quindi portata più bassa....

bertoldo ha detto...

"Il tubo Tucker è lì a dimostrare come è meglio essere (pseudo)scettici, piuttosto che affidarsi ciecamente al fascino del promotore "

il tubo tucker funziona alla grande solo che rende 1/5 della promozione ...UN oggetto simile è il dukic bloccato per anni dal ministero de noantri ...

bertoldo ha detto...

"*Però* se la presenza di microonde non sarà esclusa, metterò su Youtube un video con me che cucino gli spaghetti tramite il mio reattore. :)"

Nel senso che ti stai lessando il cervello con il telefonino attaccato alle orecchie ? comme ?

Gibed ha detto...

@Il Santo
Può darsi che Rossi non installi il misuratore di portata. Per ora dice che lo farà:
[da JoNP]
Andrea Rossi
September 26th, 2011 at 3:38 PM

Dear Italo:
The water flow in the secondary circuit is measured by means of a standard water flowmeter.
Warm Regards,
A.R.

Concordo sulla stranezza del secondario chiuso e non capisco a cosa serve. A meno che non preveda un ulteriore scambiatore, non c'è la possibilità di mandare in ebollizione l'acqua del secondario?

Saluti
Gibed

ant0p. ha detto...

@il santo

---Non avevo notato che anche il secondario e' chiuso!! a questo punto trascurando tutte le perdite bisogna sapere quanta acqua e' contenuta nel secondario...---

ehsi, sembrerebbe chiuso, però non so se conta la massa totale di acqua, basta che nello scambiatore lo scambio di calore sia completo, ma quello lo si vedrà anche dalla T1 nel primario..poi anche se c'è una grossa massa nello scambiatore non conta, perchè tanto se la massa aumenta aumenta anche il tempo per scaldarla, e quindi non importa se l'acqua si ferma per tanto tempo dentro, basta che si scaldi tutta..l'importante è che non ci siano le biforcazioni per scaldare solo una minima parte dell'acqua, mettendo il sensore per la T2 alla fine dello scambiatore prima di ricongiungersi nel tubo con l'altra acqua, ma in quel caso uno va lì con la mano a sentire se il tubo dopo lo scambiatore corrisponde ragionevolmente alla alla T2..e poi potendo smontare tutto si può anche controllare:))

supponiamo che la portata sia bassissima, quasi nulla: ci sarà un deltaT molto alto..l'acqua quasi ferma si raffredda nella prima parte di tubo dopo lo scambiatore nel calcolo devi considerare solo quel pezzetto di tubo in cui l'acqua in uscita si sfredda a Tambiente..se invece vai a portata zero va a finire che non distingui più ingresso e uscita:)) l'acqua si scalda uniformemente nello scambiatore e poi per conduzione si scalda anche l'acqua nel tubo, il tratto di raffreddamento in uscita diventa lungo zero e vedi la temperatura unica di equilibrio finale e fai il calcolo come se fosse un boiler:)), sempre sapendo le perdite.

ant0p. ha detto...

--------Dear Italo:
The water flow in the secondary circuit is measured by means of a standard water flowmeter.
Warm Regards,
A.R.---

bene, questo è positivo..nel caso ci sia un solo flussimetro però è fondamentale toccare con mano tutto il tubo del circuito secondario dall'ingresso all'uscita per sentire l'andamento mano-metrico della temperatura..ovvio che se si dichiara una portata alta ma poi il tubo diventa freddo troppo presto dopo l'uscita nunvabbbene:)) in quel caso si ritorna al caso-sfiatella, si stimano le perdite e se in un piccolo tratto di tubo si deve supporre di perdere l'inverosimile per giustificare quella portata vorrà dire che qualcosa non va..

Pietro F. ha detto...

.......magicamente sparita dal sito di Krivit l'email di Bushnell:

“Well done, as usual. Look forward to your reporting of the upcoming Rossi tests.”

ant0p. ha detto...

e con un solo flussimetro e circuito chiuso lo si può piazzare dove cacchio si vuole:)) anche in mezzo al circuito..e anche se in mezzo al circuito secondario ci fosse il secondo scambiatore per raffreddare l'acqua non cambia niente: si sente lo stesso con mano l'andamento della temperatura nel tubo tra l'uscita di quello scaldante e l'ingresso di quello raffreddante.

alla fine sarebbe sempre meglio avere i due flussimetri piazzati in corrispondenza dei 2 termometri, ma la cosa si può anche risolvere con una buona mano-metria dell'andamento della temperatura del tubo..sempre che ci sia un deltaT decente rilevabile anche a mano..perchè se c'è un deltaT irrilevabile in modo mano-metrico siamo da capo con clown/snakes&imbeciles:))

Tizzie ha detto...

@Pietro F.: l'ha spostata su un nuovo post a parte.

Paul ha detto...

"--------Dear Italo:
The water flow in the secondary circuit is measured by means of a standard water flowmeter.
Warm Regards,
A.R.---"

Si, era la risposta a una mia domanda su JoNP; chiedevo che tipo di strumento avrebbe usato per misurare la portata. Com'è noto ci sono molti tipi di misuratori, dai dischi calibrati ai rotametri in vetro, dai misuratori magnetici ai misuratori a turbina ecc.
Ha detto che è uno "standard water flowmeter" - boh, forse non lo sa, avrà affidato l'incarico a qualche suo tecnico e non ne conosce i dettagli. Speriamo sia preciso e che soprattutto abbia la possibilità di trasmettere il segnale di portata al datalogger per poterne correlare il valore a quello degli altri parametri in gioco.
Paul

MISTERO ha detto...

@Bertoldo
>il tubo tucker funziona alla grande solo che rende 1/5 della promozione ...UN oggetto simile è il dukic bloccato per anni dal ministero de noantri ...

>Nel senso che ti stai lessando il cervello con il telefonino attaccato alle orecchie ? comme

Se non la smetti di farmi ridere a tal punto di dover mettere il pannolone, finisce in diluvio...

In merito al 1/5 della promozione, cominciamo a fare delle scommesse serie?

Ripeto; io dico da maggiore di 1 a massimo 3.

Inizialmente era 1/200, da 200 in giù fino a 3 che cosa scommettiamo?

MISTERO ha detto...

p.s. sui neutrini:

arxiv.org/pdf/1109.5289

^__^

ant0p. ha detto...

niente ho cercato in giro, per il tubo di rame in aria non è che cambi molto rispetto alla gomma, la resistenza termica è principalmente data dalla convezione e dall'irraggiamento, la conduzione col rame non fa praticamente resistenza quindi è come se non ci fosse..l'esterno del tubo ha la stessa temperatura dell'acqua praticamente, e quindi la trasmissione del calore in aria e all'esterno avviene nello stesso modo..al massimo col rame conta di più se lo bagni e ci soffi sopra:)) ma per il resto siamo lì..

e quindi conta la superficie di scambio..anche se sono 5 metri di tubo da 2-3cm di diametro esterno non si non si va molto oltre il kw, e visto che rossi ha dichiarato che il pentolone fa 27kw stavolta si spera che lo faccia andare come dovrà andare nell'impianto per fare 1megawatt..quindi il tubo dovrebbe disperdere molto poco rispetto ai 27kw, e allora sarebbe meglio mettere il secondo scambiatore che raffredda, col tubo che deve rimanere tutto caldo dall'uscita del primo scambiatore all'entrata del secondo, se si raffredda lungo il percorso e rossi dice "27kw!!" già andiamo malissimo:))..mentre senza secondo scambiatore e 27kw va a finire che si fa bollire l'acqua pure nel secondo circuito, a meno di non avere un tubo di rame gigante da 40cm di diametro e lungo 5 metri:)) si fa prima a mettere un secondo scambiatore per raffreddare l'acqua del circuito secondario.

e quindi se c'è solo un tubino di rame senza secondo scambiatore e l'acqua del circuito secondario chiuso dopo un po' non va in ebollizione è già un pacco (se dichiara 27kw..) e chiaramente il primo scambiatore deve per forza essere isolato verso l'esterno, perchè se disperde molto all'esterno allora non ha più senso fare i calcoli col deltaT, sarebbe proprio contro gli interessi di rossi:))

ant0p. ha detto...

@mistero
---Ripeto; io dico da maggiore di 1 a massimo 3.--

vabè ma se si va sotto i 3 di COP è come dire che rossi ha raccontato delle palle galattiche sull'utilità industriale dell'e-cat..se fosse così che la pianti con gli annunci di entrata in tromba magna nel mercato e vada a fare delle misurazioni calorimetriche molto accurate, almeno per dimostrare che c'è un eccesso di energia..la prova della serva serve con i COP alti e i kw evidenti, ma per gli uno e qualcosa non serve a una cippa..troppa approssimazione, in quel caso si fanno misure di precisione (e allora i 6 mesi per preparare un setup affidabile dichiarati da levi avrebbero un senso..) e non si strombazzano le cose in giro come se l'anno prossimo arrivasse la cornucopia:)) è quello che fa incazzare, si parte sparando 200 e alla fine sarebbe già una botta di culo riuscire a dimostrare 2..

MISTERO ha detto...

è da mò che lo scrivo...
;-)

MISTERO ha detto...

p.s. per la scienza basterebbe!!

Tizzie ha detto...

Sara` vero oppure una burla di chi si e` prenotato il dominio in anticipo su Rossi?

http://www.ecat.com/

Enzo ha detto...

I got steamy :)))

Enzo ha detto...

Parole di Brian D. Josephson:

One trusts this test will be able to clear up uncertainties re the E-cat. This will however be dependent to some extent on the expertise of the people involved, and it does not appear that the list of those who have been invited includes experts in calorimetry (which a number of cold fusion researchers are). It has only cosmetic value if distinguished non-experts are observers.


In italiano noi diremmo: stanno li per bellezza.
Quando l' ho detto io sono stato deriso. Ora che lo dice un premio Nobel che dirà di Daniele?

gian ha detto...

@Enzo
Ooops! Se davvero non invita un esperto di calorimetria allora se le tira proprio addosso le critiche! Vedremo il 6 ottobre chi ci sarà.

Max Altana ha detto...

eeeeeh, se anche Josephson, il più possibilista di tutti, comincia a fare discorsi simili, mi sa che cala il sipario.

x ha detto...

Bene bene, prima il test dell'ECAT, poi sembra anche che entro fine anno ci sarà il primo volo della configurazione definitiva del primo KITEGEN

Vettore ha detto...

@Enzo
Le parole di Josephson io le interpreto in un altro modo (che secondo me è più vicino a quello che intendeva ed a quello che ha sempre detto): per chi ha già concluso che l'E-cat funzioni questo test non aggiunge niente, se non qualche "abbellimento". Per chi è convinto che non funzioni non aggiunge niente lo stesso, a meno che non ci sia un'esperto di calorimetria riconosciuto come tale a condurre gli esperimenti.
Non significano secondo me che il test non è adeguato a dimostrare che l'E-cat funzioni: perchè, parliamoci chiaro, stiamo parlando di una misura BANALE in quelle condizioni e date le potenze in gioco. L'esperto di calorimetria ti serve se vuoi misurare con l'incertezza di 1W su 1000, ma non mi sembra questo il caso...

L'idea che mi sono fatto è che Rossi aveva ragione fin dall'inizio: solo la risposta del mercato toglierà qualsiasi dubbio. Prima ci saranno infinite polemiche su quasiasi azione che possa fare (e lui, per non farsi mancare niente, soprattutto pubblicità, le prove pubbliche continua a farle lo stesso, pur sapendo che non servono a niente!).

Sull'esito del test ho due ipotesi: o COP moderato tra 4 e 5, oppure colpo di scena teatrale tenuto nascosto fino ad ora! :-)
Se il COP è meno di 3 rimango un pò deluso (pur riconoscendo l'importanza della cosa in prospettiva, ovviamente)... :-)

guido52 ha detto...

Da quello che dice Josephson si capisce che siamo alle solite : Rossi organizza l'ennesimo test invitando personaggi di prestigio , guardandosi bene dallo sceglierli tra esperti nello specifico campo delle verifiche sperimentali calorimetriche e soprattutto affidando loro il mero ruolo di comparse o testimoni, ma senza alcuna possibilità di intervento diretto nello svolgimento del test. Il fatto che Josephson ( fino ad oggi uno dei più convinti sostenitori di Rossi) abbia rifiutato di farsi strumentalizzare fa pensare che questo test non farà che rinfocolare le polemiche e che alla fine porterà altra acqua al mulino di chi ritiene Rossi solo un bravo prestigiatore ( della serie : il trucco c'è ma non si vede). Diverso sarebbe stato se i ruoli fossero invertiti e cioè se Rossi e i suoi collaboratori fossero i testimoni e gli scienziati indipendenti gli organizzatori ed esecutori del test.

dibattiti ha detto...

Ma mi sbaglio o anche Levi partecipa alle misure del test? Non l'ha organizzato lui? Non riesco ad interpretare quel "non è un test ufficiale dell'unibo".
Se è così, lui è un fisico sperimentale, le prove calorimetriche le sa fare non ho dubbi.

Maurizio kkk ha detto...

C'è un solo metodo per tagliare la testa al toro: Inserisci un recipiente isolato termicamente nel circuito scondario. Misuri la temperatura dell'acqua prima del test e dopo 12 ore . Ricavi l'energia immessa nel sistema conoscendo la massa di acqua circolante, sottrai a questa energia l'energia elettrica immessa, dividi per il tempo della prova ed ottieni la potenza media dell'e-cat. Di tutto il resto non ce ne frega assolutamente niente.
Non servono scienziati per scoprire la truffa di Rossi o per fare entrare l'umanità in una nuova era di sfruttamento dell'energia atomica:
bastano un idraulico ed un boiler.

Max Altana ha detto...

per chi non apprezzasse le parole di Josephson, cambio un paio di termini così la cosa diventa più esplicita.

Andrea Rossi (che non è un medico, bensì un imprenditore nel campo degli elettro-medicali) afferma di aver costruito un nuovo cuore artificiale rivoluzionario.

per verificarne il funzionamento ha invitato: un radiologo, un otorinolaringoiatra, un dentista, un nefrologo ed un genetista. Non invita mai un cardiologo.

Buon Weekend, ci si risente per il 6 :)

dibattiti ha detto...

@max altana
Levi non è un cardiologo?

Max Altana ha detto...

assolutamente no, Levi, con tutto il rispetto dovuto, è uno specialista in fisica delle particelle e non ha una expertise specifica in calorimetria... non sono un fisico ma ho amici fisici che NON si occupano di calorimetria e mi garantiscono che è un campo MOLTO difficile e che richiede esperienza, non solo preparazione teorica.

Però voglio essere molto chiaro: Levi sin dall'inizio ha detto che andavano fatti test molto ben congegnati. Non ha nessuna colpa se Rossi ha continuato a pastrugnare per quasi un anno.

dibattiti ha detto...

Ma non so, lui ha sempre sostenuto di saperle fare le misure(vedi vari video rainews etc). Poi dipende se i tuoi amici sono fisici teorici o sperimentali.
Penso (penso!) che alla base di un fisico sperimentale un minimo di calorimetria ci sia, e comunque non è un test poi così complicato senza passaggio di fase.

Max Altana ha detto...

dibattiti: è quello che sto dicendo, Rossi adesso è alle corde ed il test senza passaggio di fase lo deve fare, ma continua a pastrugnare.

dibattiti ha detto...

Poi se ha un dubbio ci mette 5 secondi a contattare il dipartimento di ingegneria energetica di bologna, e li ti assicuro che ne sanno (ci studio). Zanchini una misura del genere sono sicuro che te la può fare a occhi chiusi.

Paul ha detto...

Da JoNP di oggi:
"...L’incredibile flusso di vapore (immagino dell’impianto da 1 MW) che si vede nel video del sito ecat.com è stato filmato dal vivo?..."

"...The steam swoosh you saw is from a 10 kW module
Warm Regards, A.R."

Non è una sfiatella...

Max Altana ha detto...

"Zanchini una misura del genere sono sicuro che te la può fare a occhi chiusi."

già. E come mai Rossi 'sta cosa ancora non l'ha fatta fare?

avremmo tagliato la testa al toro a gennaio.

Tizzie ha detto...

Qualcuno puo` scrivere a Rossi chiedendogli se il video sul sito http://ecat.com ha realmente qualcosa a che fare con lui (ma anche l'intero dominio)? Secondo me non ha capito bene la domanda.

Leggendo da vortex-l sembra che il video esistesse gia` su Youtube da tempo, ed e` stato semplicemente ritagliato e ricucito per l'occasione da qualche buontempone.

Marcellogo ha detto...

Visto il video: AHahahahah!
Divertentissimo, sia che sia una presa in giro, sia che sia una forma di promozione...

gio ha detto...

tizzie ha scritto:
Sara` vero oppure una burla di chi si e` prenotato il dominio in anticipo su Rossi?

http://www.ecat.com/

Qualcuno puo` scrivere a Rossi chiedendogli se il video sul sito http://ecat.com ha realmente qualcosa a che fare con lui (ma anche l'intero dominio)? Secondo me non ha capito bene la domanda.

Leggendo da vortex-l sembra che il video esistesse gia` su Youtube da tempo, ed e` stato semplicemente ritagliato e ricucito per l'occasione da qualche buontempone.

01 ottobre 2011 12:15



mi ripeto come scritto sopra......sono tecniche di comunicazione da new economy.....io prevedo un very very big partner!

francesco G ha detto...

max altana per fare una tale misura in quelle condizioni (dell'ordine dei kW) basta conoscere la termodinamica da liceo....serve solo un po di attenzione per controllare la taratura degli strumenti cosa non complicata se non si cerca precisioni elevate.......come dice vettore l'esperto serve se devi misurare in condizioni critiche e con precisioni elevate...

Fr@ncesco CH ha detto...

http://www.youtube.com/watch?v=6TPKU4azKMs


Qui il video di ecat.com su youtube, facciamolo diventare "virale"!!!

Max Altana ha detto...

@francesco G


benissimo: allora dimmi perchè fino ad oggi non abiamo alcuna certezza sulla calorimetria dell'eCat?

francesco G ha detto...

mi riferisco alla prova senza misura diretta del vapore che è moooolto più semplice "concettualmente" pensavo fosse scontato.....

gio ha detto...

@ enzo

forse è meglio riportare tutta la e-mail:
Dear Sterling,

The article isn't correct actually. What happened was that I received an invitation from Levi giving details of what was planned, including what is quoted in your report. I posted this, preceded by 'I have received this information from Prof. Levi', to a discussion group. Someone with limited comprehension abilities posted the text without the reference to Levi, with the result that it appeared that I myself had written "On October 6 we will have the opportunity to make a long ... test", instead of Levi. And the false information spread.

I decided not to accept the invitation, mainly because of the time it would take, not just travel but examining the details and writing the report. Hopefully another qualified person will be present but it is too early to be sure about things and I suggest you keep in touch with Levi.

...Who passed on the text as if it was mine initially is unclear. Anyway, I'm afraid in the circumstances radical revision of your web page is needed :-( But thanks for your Sterling (!) work generally!

One trusts this test will be able to clear up uncertainties re the E-cat. This will however be dependent to some extent on the expertise of the people involved, and it does not appear that the list of those who have been invited includes experts in calorimetry (which a number of cold fusion researchers are). It has only cosmetic value if distinguished non-experts are observers.

Best regards,

Brian J.


....penso che ci sia parecchia arroganza ed anche invidia nella risposta \rettifica di b.j.; dice che non ci va per il tempo che gli avrebbe portato via......presentano la scoperta che rivoluziona il mondo dell'energia ed è quello che hai studiato per una vita e preso un nobel.....e non ci vai perchè avrebbe richiesto troppo tempo.....
ma mi facci il piacere!!!!!!!!!

Fr@ncesco CH ha detto...

Brian Josephson ha già fatto fin troppo per l'E-Cat, e mi sa che egli sia stato certamente sorpreso di vedere il suo nome sparato un po' ovunque come quello di "spicco" presente al test del 6 Ottobre.

Tuttavia da quello che so, Josephson è stato invitato anche a presenziare al test sull'impianto da un megawatt che si terrà verso fine mese, e pertanto non è detto che sia già fuori dalla partita. Il test di fine mese è il più importante di tutti i test in quanto è sull'intero impianto e non su un singolo modulo.

gio ha detto...

@f ch

b.j.:"I decided not to accept the invitation, mainly because of the time it would take, not just travel but examining the details and writing the report."

....spero che tu abbia ragione ! ma il tono suona:" Ho ben altro da fare"!!!.

Enzo ha detto...

@gio
ma quale invidia.... dalla lettera si capisce benissimo che non vuole che Rossi usi il suo nome per accreditarsi.
Ti rendi conto che noi stiamo qui a discutere di ogni minima notizia sull' argomento, ma se la vicenda va sui giornali le notizie saranno semplificate così: ecat validato da due università e da un comitato di scienziati e un premio nobel.

Capito a che gli serve a Rossi la presenza degli scienziati?

robi ha detto...

traendo un pò le somme sembra che il filo conduttore che ci ha accompagnati (l impossibilità di una conferma definitiva) fin dall inizio ,sembra dicevo,che potrebbe protrarsi fin alla conclusiva data stabilita.
a questo punto (a meno che il 6 si chiarisca tutto)mi domando se è voluto e perchè.?
certo che di pazienza ne ho avuta con la moglie ,ma ,questa....??
che dire...siamo in ballo e vedremo....

robi ha detto...

Enzo
quel che dici potrebbe anche esser vero
come potrebbe esser che se funziona non ho certo bisogno di un premio nobel per convincere l acquirente
non capisco la posizione di Josephson

Fr@ncesco CH ha detto...

@tutti

a me invece pare che le cose si stiamo muovendo davvero velocissimamente: ma vi rendete conto di quanto tempo solitamente serva per validare scientificamente simili scoperte?

Qui, se Ottobre si dimostra risolutivo, Rossi è riuscito a fare tutto in nove mesi: un rapidità davvero mirabile, a mio avviso

mwatt ha detto...

@GIO,
poichè BJ è stato da sempre uno dei personaggi che si è speso maggiormente per l'e-cat,
penso che non nutra nessuna invidia.

Il fatto che BJ reputi per lui troppo impegnativo annotare tutti i dettagli e fare il report, è un modo gentile per dire che non ha voglia di cacciarsi in un ginepraio.

mW

robi ha detto...

Franz Ch
non discuto sui tempi .Ricordo che Gallo ci impiegò 3 anni dalla prima pubblicazione.
il discorso è perchè non ha voluto dare una prova certa ,visto che era nelle sue possibilità tecniche.
Comunque se fosse vero ci dimenticheremo dell attesa e dei tanti "condizionali"

gio ha detto...

enzo ha scritto:
>ma quale invidia.... dalla lettera si capisce benissimo che non vuole che Rossi usi il suo nome per accreditarsi.
Ti rendi conto che noi stiamo qui a discutere di ogni minima notizia sull' argomento, ma se la vicenda va sui giornali le notizie saranno semplificate così: ecat validato da due università e da un comitato di scienziati e un premio nobel.

Capito a che gli serve a Rossi la presenza degli scienziati?


se, come sono convinto, l'e-cat funziona e funziona alla grande ....b.j. ha sbagliato a rispondere così ...perche i media scriveranno b.j. , "premio nobel ha rifiutato l'invito per test sulla scoperta del secolo!!!!" ......accettare quell'invito era una scelta win win


m watt ha scritto:
<poichè BJ è stato da sempre uno dei personaggi che si è speso maggiormente per l'e-cat,
penso che non nutra nessuna invidia.

Il fatto che BJ reputi per lui troppo impegnativo annotare tutti i dettagli e fare il report, è un modo gentile per dire che non ha voglia di cacciarsi in un ginepraio.


con quella e-mail( resa pubblica) si è già cacciato in un ginepraio, volente o nolente per gli stessi motivi scritti a enzo qui sopra....

gio ha detto...

f ch ha scritto:
>a me invece pare che le cose si stiamo muovendo davvero velocissimamente: ma vi rendete conto di quanto tempo solitamente serva per validare scientificamente simili scoperte?

Qui, se Ottobre si dimostra risolutivo, Rossi è riuscito a fare tutto in nove mesi: un rapidità davvero mirabile, a mio avviso



ma secondo te rossi ha fatto tutto da solo???

Enzo ha detto...

@Robi
non ne ha bisogno per convincere l' acquirente, infatti Rossi ha sempre detto che non ci saranno altri test, il test sarà il mercato... e ora invece?
Se leggi bene Josephson non ha nemmeno detto che LUI non ha tempo, ha detto che non accetta l' invito per il tempo che sarebbe necessario per analizzare i dettagli e scrivere il report, il che può anche sottintendere che Rossi non ha concesso tutto il tempo necessario... e se unisci questo all' ultima frase sul valore unicamente cosmetico della presenza degli scienziati, puoi capire il senso di quella email.

robi ha detto...

Enzo
ok. dimmi se ho capito bene.
j con il tempo messo a disposizione non se la sente di fare un report (o come si dice)
l altra gente sono il contorno o il dessert
pertanto j in questo contesto ufficioso/fieristico non vuole entrarci
se fosse così ,riesco a dare un motivo alla sua lettera.
giusto?

Paul ha detto...

Che vuol dire secondo voi Rossi alla fine del suo messaggio con l'aggiunta P.S. sull'ironia?

"Andrea Rossi
October 1st, 2011 at 4:42 AM
Dear Luca Salvarani:
1- probably will be possible to extend the self sustained mode
2- The steam swoosh you saw is from a 10 kW module
Warm Regards,
A.R.
p.s. For gum chewers: please go to a dictionary and search:” Irony”.

Enzo ha detto...

@robi
si, è quello che io penso e l' ho detto prima che si sapesse che Josephson non andava e prima della sua email.

@Daniele
" toccherebbe chiamare te al posto di Josephson allora"

Se chiamasse me, io non ci andrei perché non sono un esperto.
E non ci dovrebbe andare nemmeno Josephson se il suo ruolo sarà solo quello di guardare cosa fa Rossi.

Enzo ha detto...
Il fatto sarebbe che Rossi ha mandato degli inviti? Una decina di giorni prima del test?
Come si può pensare che chi andrà a vedere questo test possa farne una validazione con così poco tempo per prepararsi?
Quanti hanno accettato a queste condizioni?

Enzo ha detto...

@Paul
ahaha quella riga sull' ironia l' ha aggiunto dopo!
Io gli scritto consigliandolo di mettere delle faccine altrimenti non si capisce l' ironia e lui aggiunto quella riga!!

gio ha detto...

la strategia della comunicazione continua e cresce nuovo video su http://www.ecatnews.net/:


http://coldfusionnow.wordpress.com/2011/10/01/new-cold-fusion-video-we-made/


cold fusion five!:)

robi ha detto...

Enzo
il tuo è un buon punto di vista
ma ,sinceramente, solo Rossi potrebbe dirci del perchè di questa prova.
In ogni caso ,cardiologi o no ,speriamo che sia chiara
saluti

Pietro F. ha detto...

Forse sbaglio, ma se si guarda quanto pubblicato da Krivit sul suo sito, riguardante l'email di Bushnell, non tornano gli orari:
"""
Steven B. Krivit says:
September 30, 2011 at 03:52
On 9/28/11 11:44 AM [PST], “Steven Krivit” ; wrote [to Dennis Bushnell]:
http://blog.newenergytimes.com/2011/09/28/nasa-advances-evaluation-of-piantelli%E2%80%99s-lenr-research/

At 08:45 AM [EST] 9/28/2011,[Dennis Bushnell] wrote [to Steven Krivit]:
“Well done, as usual. Look forward to your reporting of the upcoming Rossi tests.”
Dennis Bushnell
""

krivit invia a Bushnell il link del suo articolo alle ore 11:44 AM [PST](ora della costa ovest degli stati uniti, Pacifico)del 28/09/2011 mentre il presunto commento all'articolo viene inviato alle 08:45 AM [EST](ora della costa est degli stati uniti, atlantico)sempre del 28/09/2011 e quindi con sei ore di anticipo rispetto all'email inviata da Krivit.

Se é esatto cio' che ho scritto é probabile che il commento di Bushnell facesse riferimento a qualcos'altro e che Krivit inserito in un contesto differente per nuocere a Rossi.

Paul ha detto...

Come vi ho accennato ho scritto alcuni educati post a Rossi su JoNP con alcune note tecniche (misura della temperatura della cella di reazione e circuito dell'acqua secondario aperto o chiuso). Niente richieste di segreti o cose strane.

Questi messaggi sono stati in moderazione molte ore, poi sono scomparsi.

Anche la non risposta è una risposta. Forse gli argomenti erano in qualche modo "delicati" e ha preferito cancellare i post anziché lasciarli visualizzati, anche senza risposta...Boh.
Paul

francesco G ha detto...

guardare rossi che dirige l'esperimento??? se sarà come il 14 gennaio (solo che questa volta si sono attrezzati meglio, anche se per i particolari dobbiamo aspettare ) saranno i "bolognesi" a mettere mano non Rossi (intendo controllare , prendere misure etc..)..

tia ha detto...

:)

Enzo ha detto...

@pietro f
tra pst e est ci sono tre ore non sei.
http://en.wikipedia.org/wiki/List_of_time_zone_abbreviations

@francesco g
Se fosse Levi a portare gli strumenti di misura o almeno il computerino che logga i dati, ci potrebbe essere un minimo minimo di credibilità, ma scommetto che nemmeno questo ci sarà

Quasichimico ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Quasichimico ha detto...

@Enzo

11.45 PST = 18.45 GMT

8.44 EST = 12.44 GMT

La risposta di Bushnell è
postata 6 ore prima

Enzo ha detto...

@quasichimico, Pietro F.
Avete ragione sui fusi orari.
Certo che strana coincidenza quegli orari, non è che krivit si è sbagliato nel copia incolla?
Gli avete scritto?

kurtneuman ha detto...

Sui neutrini:

http://arxiv.org/PS_cache/arxiv/pdf/1109/1109.6562v1.pdf

;)

francesco G ha detto...

@enzo

forse solo il pc (anche se per alterare il programma a comando-"combo" dubito che sia una cosa alla sua portata...dovrebbe rivolgersi a qualcuno di competente..); gli strumenti possono essere facilmente controllati; per capire se c'è qualcosa che non va ci vuole la manina ecco perché un deltaT alto o se è basso alte le due temp. (solo se è chiuso)

adesso Daniele non è disponibile altrimenti gli chiedevo di aggiungere anche questo avviso....

Enzo ha detto...

Sui neutrini
ho scritto questo post in un forum di fisica e la mia stessa ipotesi poi l' ho letta in certi blog.

Da quanto ho letto nell' articolo sull' esperimento OPERA, il tempo di
volo dei neutrini è stato calcolato come il tempo che da il miglior
fit, con il metodo della massima verosimiglianza, tra la curva della
distribuzione dei protoni in ingresso e dei neutrini rivelati al
bersaglio.
Da quanto ho capito questo metodo assume che la probabilità che un
neutrino arrivi al bersaglio sia uniforme durante tutta la durata del
burst di neutroni.
Ma se cosi non fosse?
Solo una minima parte dei neutrini arrivi al bersaglio. Questo
dovrebbe essere anche dovuto al fatto che il fascio di neutrini non è
perfettamente collimato.
Dalla figura 11 dell' articolo si vede che l' intensità del fascio di
neutroni in ingresso non è uniforme.
Se anche la collimazione del fascio non fosse uniforme durante il
tempo di emissione?
Guardando le figure mi sembra di capire che se la collimazione fosse
peggiore durante le fasi in cui l' intensità del fascio diminuisce, il
tempo di volo stimato sarebbe maggiore.
Ho visto anche il webcast della conferenza al cern e c'è stata una
domanda sulla possibilità di un bias di selezione dei neutrini in
arrivo alla quale è stato risposto in maniera un po' evasiva.
Che ne pensate?

Daniele 22passi ha detto...

@tutti
Un saluto da Riva dal Garda!
Non so se Rossi ha già pubblicato sul JoNP la email che gli ha scritto Bushnell in risposta alla richiesta di chiarimento su quanto riportato da Krivit... l'ho appena letta: KRIVITSKY È STATO BECCATO IN PIENO CON LE MANI NELLA MARMELLATA! :))
A presto, ora mi dedico al BlogFest

Tizzie ha detto...

@Daniele: interessante...! Non e` stata ancora pubblicata.

Fr@ncesco CH ha detto...

Krivit la superserpe pensava che gli potesse andare pure bene.

Non ci sono parole

Enzo ha detto...

No, sui fusi orari ha ragione Krivit, gli ho scritto e mi ha mandato gli screenshot di due email che lui ha mandato a Bushnell.
Il problema è nato perché gli orari li ha presi dai quoting dell' email di Bushnell e quindi l' ora di invio della email di Krivit è apparsa espressa nel fuso orario di Bushnell.
Ha anche corretto i time zone sul suo blog, ma così è anche meno chiaro.
Nello screenshot che mi ha mandato c'è un email in cui Krivit ringrazia Bushnell, con sotto quotata l' email di Bushnell che dice "well, done...." e sotto ancora il quoting di Bushnell del link che gli aveva mandato krivit.
Tra l' altro il link appare due volte come spesso succede quando si quota l' html.

Daniele 22passi ha detto...

@tutti
In attesa che qui a Riva inizi la festa...

Non mi pare che Krivit si sia comportato in modo professionale, direi tutto il contrario. Sono stato autorizzato a diffondere questa precisazione di Bushnell a Krivit riferita alla "famosa citazione":

From: BUSHNELL
Date: Fri, 30 Sep 2011 06:55:10 -0500
To: Steven Krivit
Subject: Request

 Put in your Blog.

My "well done" remark referred to the accuracy of your reporting of my quotes from the GRC meeting. Period. Was not referring to the veracity of the entire piece.

 D.

Enzo ha detto...

Gli screenshot che mi ha mandato Krivit li ho girati a Daniele.

Enzo ha detto...

Ok.
Bushnell ha precisato.
C'è da dire che io ho visto l' email (daniele te l' ho mandata) e c'è solo il "well done..." riferito al link del post di Krivit.

Tizzie ha detto...

@Daniele: pensavo che la email fosse riguardo il fatto che la NASA non avesse avuto riscontri positivi dal paventato incontro con Rossi avvenuto ad inizio Settembre.

MISTERO ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
tia ha detto...

Posta il pdf presnete su arxiv sul forum di EA. ho giusto un paio di appunti da fare.

tia ha detto...

Intendo quello di cardone&co su OPERA e inv di Lorenz.

bertoldo ha detto...

"In merito al 1/5 della promozione, cominciamo a fare delle scommesse serie?"

della promozione del tucker e non dell'e-cat ...davano come risparmio il 50% invece è stato "appurato" un 10% esattamente l'effetto del dukic .

bertoldo ha detto...

e comunque quando parli di scie comiche ufologia invece che microonde ... sei un comico nato e anche l'ultima foto che hai postato mi dà quell'impressione ... aria scanzonata sigaretta in bocca con soghigno (avete visto con chi stò ?)...born to be stanlio ...
(avrei potuto mettere un italiano ma l'AmericAno è più attinente...)

ValterVB ha detto...

Il video originale linkato sul sito ecat.com è del 2008. E' un test di una nuova centrale a carbone: http://www.youtube.com/watch?v=EeBOVQUrSgE

Paul ha detto...

IRONY

"Andrea Rossi
October 1st, 2011 at 4:42 AM
Dear Luca Salvarani:
1- probably will be possible to extend the self sustained mode
2- The steam swoosh you saw is from a 10 kW module
Warm Regards,
A.R.
p.s. For gum chewers: please go to a dictionary and search:” Irony”."

mwatt ha detto...

il link dell'EPO non mi funziona!
fà così anche a voi?
mW

Renzo ha detto...

@mwatt
credo che Unibo abbia chiesto a Rossi di modificare l'invito perchè non è vero che il test si tiene in un laboratorio messo a disposizione da loro. Almeno questo è quanto si legge nei commenti su Aspo.

mwatt ha detto...

@Renzo,
grazie per la segnalazione, se ne parla da questo post in poi

http://www.aspoitalia.it/blog/nte/2011/09/08/e-cat-il-plot-si-infittisce-i-greci-se-ne-vanno-i-senesi-si-risvegliano/#comment-4611

pare che l'invito non sia piaciuto a Capiluppi. Il fatto che sia scomparso dal sito dell'EPO potrebbe confermarlo, boh!
mW

alberto ha detto...

Ma come ?mi collego eccitato per le ultime sull'impianto greco e scopro che si torna all'esperimento fuffa?
Tutti questi mesi e siamo al punto di prima , boiate , ingredienti segreti, Rossi che fornisce stravaganti interpretazioni delle sue vicenda personali?

mwatt ha detto...

@D22,
la email di precisazione di Bushnell che hai pubblicato non è ancora stata pubblicata ne da Krivit ne da Rossi.

Ormai sono passati tre giorni.

Ma quella email te la ha girata direttamente Bushnell?

mW

fabio ha detto...

Solo una decina di commenti in 36 ore su questo post? C'è qualcosa sotto o l'attesa del 6 ottobre sta paralizzando tutti?

gio ha detto...

@ mwatt:
>http://www.aspoitalia.it/blog/nte/2011/09/08/e-cat-il-plot-si-infittisce-i-greci-se-ne-vanno-i-senesi-si-risvegliano/#comment-4611

pare che l'invito non sia piaciuto a Capiluppi. Il fatto che sia scomparso dal sito dell'EPO potrebbe confermarlo, boh!


...beh mwatt ...questo mi mette sempre più dubbi sul fatto che il test venga fatto a bologna!

gio ha detto...

@ mwatt
<http://www.aspoitalia.it/blog/nte/2011/09/08/e-cat-il-plot-si-infittisce-i-greci-se-ne-vanno-i-senesi-si-risvegliano/#comment-4611

pare che l'invito non sia piaciuto a Capiluppi. Il fatto che sia scomparso dal sito dell'EPO potrebbe confermarlo, boh!


..bhe mwatt ...questo mi mette sempre più dubbi sul fatto che il test sarà tenuto a bologna!

Vettore ha detto...

Il sito dell'EPO è in avaria da un paio di giorni, non c'entra niente Rossi... Anche se, visto che ci sono, quelli dell'ASPO potrebbro ipotizzare che sia stato proprio lui a manomettere il sistema per non fare leggere la lettera incriminata, con quella gravissima frase che certamente mina il prestigio e l'onorabilità di UniBO... Ma per favore!!!! Oramai ci si attacca proprio a tutto...

gio ha detto...

intanto dal sito ecat.com....mi sembra proprio sia sparito il nome di chi ha realizzato il video!!....

Tizzie ha detto...

@gio: che nome c'era, prima?

mwatt ha detto...

In effetti ho controllato, il sito dell'EPO funziona bene, la richiesta di esame di Maddalena Pascucci per l'invenzione di Andrea Rossi si trova benissimo.
Non sono stati segnalati interventi di manutenzione.

Nessuno si è sognato di ipotizzare che Rossi abbia manomesso il sito dell'EPO.

A qualcuno farebbe piacere che lo si facesse?

mW

Red5goahead ha detto...

Sono sempre più allibito da come si usi strumentalmente qualunque frase anche la più innocente. Quella sul fax all'Epo dice che i laboratori sono stati messi a disposizione dall'UniBo. La domanda è se quei laboratori sono davvero dell'UniBO oppure no. Sono di sua proprietà ? C'è un contratto di affitto? Da quanto ? Non c'è scritto che l'UniBO ci mette la faccia o che partecipi in veste ufficiale . Secondo me la polemica è del tutto strumentale senza verificare prima.
Cambiando discorso mi piacerebbe capire come funzionerà un test di ben 24 ore, se ci saranno dei turni? se ci sarà un presidio o un servizio di riprese a circuito chiuso per garantire il massimo di veridicità al test. Tornate a parlare di cose serie perché rischiate di cadere nel ridicolo.

Tizzie ha detto...

@Red5goahead: dillo agli utenti di questo thread!

gio ha detto...

@ tizzie

woothemes... se non ricordo male!..chissà chi l'ha commissionato ...very big partner??!!

Vettore ha detto...

@Gio
Ma si è capito poi se quel sito ha a che fare con Rossi o è un'iniziativa indipendente? Mi pare che Rossi non abbia risposto su questa cosa!

@mw
La funzione di visualizzazione dei documenti nel Register dell'EPO è ancora in avaria, il resto del sito funziona.

mwatt ha detto...

Ho verificato: il sito di EPO non visualizza alcun documento.
Per me ciò che è verificato va sempre bene!

mW

mwatt ha detto...

@Vettore
resta il fatto che stando ai commenti sul blog di aspo, CAPILUPPI ha chiesto di rettificare il comunicato all'EPO.

Se questo fosse verificato, sarebbe stato Capiluppi a decidere se l'affermazione di Rossi sia grave o meno, e non certo io.

mW

Daniele 22passi ha detto...

@mWatt
Ho informato personalmente Rossi stesso e Levi, la mattina di venerdì 30 settembre, dell'errore presente su quell'invito, affinchè Rossi rettificasse e Levi preallertasse Capiluppi per prevenire gli attacchi dei soliti deficienti. Quella gentaglia che commenta dentro ASPO sta veramente superando ogni decenza: credo in particolare che sia giunto il momento di SPUTTANARE chi si vanta di essere stato "ringraziato calorosamente" da Capiluppi. Ora basta con queste buffonate.

gio ha detto...

@ vettore
>Ma si è capito poi se quel sito ha a che fare con Rossi o è un'iniziativa indipendente? Mi pare che Rossi non abbia risposto su questa cosa!



...rossi pubblica la domanda e non risponde.......a me sembra chiaro.......ma mi posso sbagliare!

gio ha detto...

@vettore

forse te l'ho già chiesto ma i prodotti di www.bloomenergy.com possono essere integrati e funzionare in sinergia con l'ecat?

GPT ha detto...

@gio
quei prodotti funzionano in un ciclo di "reforming" della celle a commbustibile formata da vari strati.
Il reforming è attivato dal calore, qudini da questo punto di vista di sicuro puo' aiutare nel bilancio energetico.
Il punto è che pero' nel loro video/demo, dicono di utilzizare per il calore stesso quello già prodotto dalla cella combustibile (dopo il suo "avviamento", qudini non mi è chiaro se esiste e quanto sia la convenienza di usare altro calore prodotto dall'ecat.

In ogni caso quelle celle usano H2 (o CH4 o altro idrocarburo) per generare energia, certo con una efficienza MOLTO maggiore delle turbine a vapore.
Da quel che ho capito il vero problema è dato dal cosidetto MTBF (o similari) del sistema...

In sostanza quindi:
1. Si forse puo' aiutare
2. Non è la soluzione per evitare l'uso degli idrocarburi
3. Puo' di molto aumentare sia l'efficienza delle centrali, sia la loro delocalizzazione (minor impatto e dispersione in griglia energetica)

Ovviamente @Vettore... correggimi se ho mal capito/interpretato o riassunto :)

Max Altana ha detto...

@gio, vettore

ma quante volte vi si deve ripetere che quel video è stato preso da youtube ed è una centrale A CARBONE?

E' francamente meglio che non l'abbia messo online Rossi.

GPT ha detto...

@Daniele
si potrebbe proporre una copertura oltre che via tweeter anche via videolento in collaborazione con NY? So che avete già parlato di copertura video H24, ma credo sia una cosa diversa con razionali validi quella che immagino...
Mi spiego:
una telecamerina WiFi costa 50 euri, e si connette con estrema facilità, se configurata opportunamente manda una immagine ogni 2 secondi (tanto epr usare banda minima) sul sito di NY (così sono contenti), e dà copertura mediatica estesa a 2 lire.
Tu poi commenti per gli italiani in 22passi e tutti ne hanno beneficio!

Sia NY che fa copertura e click international, sia 22passi che fa hit da morire in italia, sia Rossi che aimenta l'happening e lo rende piu' trasparente! POi una telecamerina che inquadra il gattone non è che dia tanti dettagli, la segretezza è garantita!

Se serve una mano sono a disposizone, in caso mi offro volontario a mandare un DHL express e contatatre NY per dettagli tecnici (anche se non sicuro che a Bologna ci sono un sacco di persone che lo farebbero direttamente ben volentieri :))!

Paul ha detto...

Si però lui ha detto che quello sbuffo è generato da un E-Cat da 10KW...E non è vero.
Magari il suo impianto potrà produrre anche quel vapore, ma il filmato fa vedere l'esterno di una centrale termoelettrica.
E' la prima cosa che ho notato, ma ho pensato lì per lì che tale prova col suo gatto l'avesse fatta lì solo per praticità...

Vettore ha detto...

@Gio
Bloom Energy fa qualcosa tipo generatori basati su celle a combustibile + inverter, e forse visto che le celle scaldano li usano anche come CHP. Non credo che c'entri molto con l'E-Cat, che invece produce solo calore...

@mw
I documenti inviati all'EPO non possono essere ritirati o modificati, restano agli atti "per sempre", al massimo si possono fare integrazioni.
Comunque mi sembra assurdo pensare di rettificare qualcosa di assolutamente irrilevante (da qualsiasi punto di vista), scritto e firmato tra l'altro non da Rossi, ma dal suo consulente brevettuale...

P.S. Mi sembra veramente comico immaginare un dipartimento, tra l'altro non grandissimo, che riceve un contratto da 500 mila euro da un privato (paragonabile come entità ai migliori finanziamenti che può avere dal ministero), e fa pure il pignolo su questioni di forma! Ma per favore!!! (again)

gio ha detto...

@max altana:
ma quante volte vi si deve ripetere che quel video è stato preso da youtube ed è una centrale A CARBONE?

..il video intero ovvero: coundown, sbuffo di vapore, pezzo di music hall è stato prodotto e creato per ecat.com............certo trovi su youtube il video del coundown, della centrale a carbone, del music hall.....tutti separati! ma è un'altra cosa.....

gio ha detto...

@vettore
>Bloom Energy fa qualcosa tipo generatori basati su celle a combustibile + inverter, e forse visto che le celle scaldano li usano anche come CHP. Non credo che c'entri molto con l'E-Cat, che invece produce solo calore...


....nella mia ignoranza, avevo capito che il calore dell'e-cat potesse essere usato per ottenere energia elettrica con prodotti bloom energy.....nella mia ignoranza

grazie a te

e grazie anche a gpt!

Enzo ha detto...

@Daniele
Su aspo hanno fatto notare che Levi non compare più nel Board of Advisers of Jonp.
Sai perché?

Quasichimico ha detto...

Tutta questa PAURA degli scettici (ormai dovremmo chiamarli solo pseudo scettici) che si traduce in azioni tipo appigliarsi
a piccolezze ingigantendole nella speranza che si trasformino in qualcosa che possa bloccare l'esperimento mi fa iniziare a sperare.... mi fa sperare che gli pseudo scettici non si sbaglino ad avere paura!
Lo scettico vero che fonda le sue convinzioni sulla logica delle evidenze a questo punto della faccenda se ne sta semplicemente ZITTO perchè non vede ragione nel mettersi di traverso per bloccare il corso degli eventi.
Per essere coerente a quanto detto, faccio notare che questo è il mio ultimo commento.

@Paul
mi sembra che nella risposta dei 10 kW vi sia della IRONY (che non significa ferroso)

mwatt ha detto...

Sono d'accordo infine con chi dice che è del tutto irrilevante chi mette a disposizione l'edificio.
Rossi potrebbe anche dire che l'edificio lo mette a disposizione il CERN e sarebbe del tutto ininfluente sull'esperimento.

Però uno ci fà un figurone!....:-)

mW

Paul ha detto...

E' da ieri che Rossi non risponde su JoNP.
Mi sa tanto che cat ci cova...
Paul

Tizzie ha detto...

Articolo: Focus.it al test del 6 Ottobre

Enzo ha detto...

Mancano solo tre giorni al test e ancora non si conoscono i nomi degli scienziati che saranno presenti....
Come mai?

«Meno recenti ‹Vecchi   1 – 200 di 241   Nuovi› Più recenti»

Posta un commento

Ovviamente 22passi è un blog, non una rivista on line, pertanto la responsabilità di quanto scritto in post e commenti appartiene solo ai rispettivi autori. Chi è abilitato a pubblicare su 22passi deve evitare botta&risposta a distanza con utenti di altri blog o forum (donde può comunque trarre contenuti citandone la fonte).

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.

Related Posts with Thumbnails