BLOG PER APPASSIONATI D'AMORE, ONESTÀ, SPIRITUALITÀ, ARTE, POESIA, POLITICA, DEMOCRAZIA, SOSTENIBILITÀ, TECNOLOGIA, ENERGIE PULITE, COLD FUSION E LENR, MEDICINA ALTERNATIVA, RIVOLUZIONI SCIENTIFICHE, CRIPTOARCHEOLOGIA E "TANTE COSE INFINITE, ANCOR NON NOMINATE"

>>>> CERCHI LIBRI SUL BENESSERE DEL CORPO, DELLA MENTE E DELLO SPIRITO?

B A C H E C A D E L B L O G

Dal 25 Aprile 2015 (Festa della Liberazione) la possibilità di lasciare commenti nel blog è stata disattivata, eccetto per gli 85 utenti autorizzati e autori ad oggi iscritti. Chi desiderasse fare parte di questa piccola community (Google consente ancora 15 iscrizioni) può mandare due righe di presentazione a 22 passi chiocciola gmail punto com.

mercoledì 14 settembre 2011

44 gatti in fila per quattro più quattro per due!

Foto in esclusiva per 22passi d'amore e dintorni
dedicated to S.K.



Dall'inizio di settembre, ricevute in via strettamente confidenziale qualche foto dell'impianto da 1 MW ormai assemblato e dopo avere parlato con Mats Lewan, ero al corrente di cosa bollisse in pentola a Bologna e dei nuovi articoli che Mats stava preparando per Ny Teknik. Ho naturalmente aspettato che venissero messi on line dalla rivista scientifica svedese per pubblicare qui nel blog - in differita solo di pochi minuti - la loro traduzione italiana in esclusiva internazionale. 


E da questa primavera che vi dico di non credere alla favola dei 300 gattini e, come volevasi dimostrare, ecco finalmente a voi in tutta la loro potenza i 52 tigrotti in gabbia, anzi nel container!


Auguro buona lettura a tutti. E buone polemiche a chi non può fare a meno di diffidare e buone conferme a chi ha ben motivo di sperare! 22 passi d'amore e dintorni ci tiene a ribadire la completa fiducia in Rossi e i suoi stretti collaboratori nonché nel Dipartimento di Fisica dell'Università di Bologna e relativo gruppo di ricerca pronto ad attivarsi per la ricerca e sviluppo del reattore Ni-H Rossi-Focardi.

La centrale da un megawatt di Rossi
Traduzione di Alex Passi, autorizzata in esclusiva per 22 passi d'amore e dintorni
(links all'articolo originale di Mats Lewan pubblicato su Ny Teknik in inglese e in svedese
Eccola qua: la centrale che, a detta del suo inventore Andrea Rossi, produrrà, mediante una reazione sconosciuta nel ‘catalizzatore di energia’ da lui ideato, un megawatt di energia termica. La centrale è in corso di spedizione negli Stati Uniti.
(photo A by M. Lewan - Ny Tecknik)

Ny Teknik ha avuto modo di vedere la centrale la settimana scorsa a Bologna, dove era stata assemblata da componenti che pare siano stati prodotti nella fabbrica di Rossi a Miami, in Florida.
La centrale consiste di 52 ‘E-Cat’ di ultima generazione, un modello che Rossi afferma di aver sviluppato la primavera scorsa, in parte  anche grazie ai colloqui avuti con i fisici svedesi Sven Kullander e Hanno Essén, incentrati soprattutto sulle ricerche condotte da Hidetsugu Ikegami, professore emerito presso l’Università di Osaka in Giappone.
(photo B by M. Lewan - Ny Tecknik)
La centrale avrebbe dovuto  originariamente consistere di 100 unità, ma di un modello precedente, con potenza di uscita da 10 chilowatt. All’inizio del processo di produzione, Rossi aveva viceversa affermato di preferire un modello più piccolo e più stabile, con una potenza di circa 3 chilowatt, e che se ne sarebbero utilizzate 300 unità.
A luglio, Rossi ha cambiato idea, affermando di aver raggiunto una potenza di 27 chilowatt con l’ultimo modello, e ha quindi scartato le unità prodotte in precedenza.
(photo C by M. Lewan - Ny Tecknik)
Le 52 unità sono state montate su quattro file lungo le due pareti di un container lungo circa 7 metri. Davanti a ogni unità è situata una valvola per il carico dell’idrogeno, oltre ai collegamenti elettrici alla resistenza utilizzata per ‘innescare’ la reazione.
Le condotte  di uscita del vapore sono collegate a un unico tubo isolato di un certo spessore, che passa lungo entrambi i lati e termina all’esterno del lato minore del container [foto B e C].
All’esterno si trova una pompa per l’ingresso dell’acqua [foto D].
La centrale avrebbe dovuto essere trasportata in Grecia per l’inaugurazione in ottobre, in cooperazione con la società greca Defkalion Green Technologies.
Dopo la rottura contrattuale tra Rossi e la Defkalion in agosto, Rossi ha stabilito nuovi contatti con un cliente americano e il container viene ora spedito negli USA.
(photo D by M. Lewan - Ny Tecknik)
Secondo Rossi, la presentazione è prevista per  ottobre, e verrà controllata da “un ente molto importante” negli Stati Uniti. In tale occasione, verrà inserito un componente aggiuntivo, per consentire un indice di potenza d’uscita da  un megawatt; le 52 unità verranno infatti fatte funzionare a potenza ridotta per garantire la stabilità anche per fasi di funzionamento in autosostentamento.
Ny Teknik ha recentemente assistito a una prova in cui il nuovo modello ha funzionato in modalità autosostentamento. Il nostro report è disponibile qui. [vedi sotto]
Mats Lewan

Ecco l’E-Cat che funziona in  modalità autosostentamento
Traduzione di Alex Passi, autorizzata in esclusiva per 22 passi d'amore e dintorni
(links all'articolo originale di Mats Lewan pubblicato su Ny Teknik in inglese e in svedese)
Poco più di mezz’ora senza immissione di energia dall’esterno. Ny Teknik ha recentemente assistito a una prova in cui l’ ‘E-Cat’ inventato da Andrea Rossi ha funzionato in modalità autosostentamento.

Foto in esclusiva per 22passi d'amore e dintorni
Nel corso del nuovo test, l’E-Cat è stato dapprima fatto funzionare con l’ausilio di un’immissione di energia termoelettrica di 2.6 chilowatt. Poi l’alimentazione elettrica è stata interrotta e l’E-Cat ha continuato a funzionare per 35 minuti senza immissione di energia dall’esterno.
La prova è stata poi interrotta su nostra richiesta per motivi pratici e limiti di tempo. In caso contrario, avrebbe potuto continuare; secondo Rossi la resistenza elettrica sarebbe poi stata accesa per dieci minuti in ogni fase di 30 minuti di funzionamento in autosostentamento.
Durante il test è stato adoperato un nuovo modello di E-Cat, quello che è stato implementato nella centrale da un megawatt che a detta di Rossi verrà presentata negli USA in ottobre.
[Al precedente articolo] potete trovare le fotografie scattate da Ny Teknik alla centrale, che è quasi terminata ed è al momento attuale in corso di spedizione negli Stati Uniti.
Il nuovo modello è sensibilmente più grande e pesante di quelli precedenti. Misura circa 50 x 60 x 30 cm, e pesa circa 80 Kg a vuoto. Di conseguenza, rispetto a prima, è meno facile escludere che vi siano delle fonti alternative di energia all’interno dell’E-Cat, specialmente nel corso di un test relativamente breve come quello  da noi intrapreso.
La nuova prova è stata eseguita su iniziativa di Ny Teknik. Uno dei motivi è stata la diatriba che ha avuto luogo quest’estate sui calcoli dell’energia dell’E-Cat e sulla questione della qualità del vapore.
Come nei test precedenti, la pompa ha immesso acqua nell’E-Cat durante il funzionamento, acqua che è evaporata in vapore. Non sono state fatte misurazioni della qualità del vapore, ma abbiamo constatato che:
  • La temperatura all’interno dell’E-Cat, che presumiamo sia la temperatura del vapore, è arrivata a più di 130 gradi, mentre la pressione è probabilmente pari a una atmosfera.
  • Il vapore non era visibile al condotto d’uscita; questo indica un vapore di buona qualità.
  • Immediatamente all’uscita abbiamo osservato un flusso d’acqua corrispondente a circa la metà del flusso in ingresso. Quest’acqua avrebbe potuto essere vapore condensato, ma l’abbiamo considerata acqua non vaporizzata.
  • Nella peggiore delle ipotesi, si potrebbe concludere che la potenza sviluppata in modalità autosostentamento sia nell’ordine di almeno 3.5 chilowatt. Al massimo, potrebbe essere stata di circa otto chilowatt.
La conclusioni di Ny Teknik non rivelano un’evidenza scientifica incontrovertibile, ma vanno viste come riassunto delle nostre osservazioni preliminari.
Rossi afferma che il nuovo modello può operare fino a 27 chilowatt, ma che ne aveva abbassato appositamente l’output, per farlo funzionare in modalità autosostentamento conservandone al tempo stesso la stabilità e la sicurezza.
Mats Lewan

 E NON PERDETEVI I DUE VIDEO

Sul sito di Ny Teknik c'è un video dettagliato girato da Mats Lewan
e un altro ancora che testimonia l'autosostentamento di un E-Cat...
Niente gommisti e uomini con coffe-machine in giro!
(questa la capiscono solo gli affezionati a questa storia)

651 : commenti:

«Meno recenti   ‹Vecchi   1 – 200 di 651   Nuovi›   Più recenti»
GUIDO310 ha detto...

Speriamo tutto vada per il meglio ...in bocca al....gatto!

holgs ha detto...

Finalmente! E torniamo a parlare di cose serie!
Grande Daniele

Daniele 22passi ha detto...

@GUIDI310
In bocca ai 44 gatti in fila per quattro più quattro per due!! :))

@holg
Infatti il post è idealmente dedicato a chi finora ha pensato che qui non si parlasse anche di cose se serie, e in particolare al loro portavoce internazionale più autorevole!

@Tizzie
C'è la copertura dell'articolo in svedese, inglese e italiano in contemporanea on line mondiale!
Carino no! Più due foto in esclusiva per questo blog.
Nota bene il P.S. alla fine del post! ;)

Paul ha detto...

Grandioso, senza parole!!
Ho visto poco fa il filmato dell'autosostentamento.
E' una cosa storica, questi filmati faranno parte realmente della Storia!!

E adesso grandiose arrampicate sugli specchi da parte di tanti "scienziati"...
Paul

Vettore ha detto...

Wow!!! Grandioso!
Non tanto per le foto in se, ma per alcuni particolari rilevanti che si possono apprezzare da queste! Tanto per citarne alcuni: l'efficienza in termini di kW/kg e kW/m^3, il design molto ordinato e pulito, la modularità perfetta, l'assenza di cavi elettrici di sezione compatibile con 1MW, la nuova struttura ed i nuovi "accessori" degli E-cat, etc...
Bravo ing. Rossi! In impianti di un a certa rilevanza ho visto cose fatte molto peggio... :-)

Quasichimico ha detto...

molto bene, addirittura max 1,4 MW, però!

Pietro F. ha detto...

bene,
1 a 0 per i creduloni!!!

Daniele 22passi ha detto...

@Paul
Grazie 1000!

@Vettore
E ci sono pure i due video su Ny Teknik... soprattutto il secondo, no? :)

Daniele 22passi ha detto...

@Quasichimico
:)

@Pietro F
E già, creduloni come Galileo Galilei!!! :))

@tutti
Per oggi ho fatto il mio dovere... :))
Corro al lavoro e mi attende una giornata piena... ci risentiamo probabilmente domani.

GPT ha detto...

Ottimo! Beh, i tempi son per lo meno rispettati, la speranza si riaccende di slancio :)
Congratulazioni Per lo scoop Daniele!

Luigi Versaggi ha detto...

Ottimo inizio di giornata!

LucaCh ha detto...

Beh, se non è una notiziona questa... Grazie, Daniele!

Miglietto ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Renzo ha detto...

Grazie e' una bellissima novità, nei prossimi giorni avrò molti siti da leggere. Qualcuno comincerà a guardare il proprio cappello e preoccuparsi e poi c'è da prendere la biada e la corda per quello che vuole farsi legare a Bologna.

zzzphone-italia ha detto...

c'è riuscito, c'è riuscito, c'è riuscito, ha aperto il vaso di pandora!

Max Altana ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Max Altana ha detto...

i gatti vengono prodotti (allegedly, dice Lewan, correttamente) negli USA, il megaGattone viene assemblato a Bologna per poi essere rispedito negli USA.

I metodi di Rossi sono sempre ineffabili.

A meno che qui non ci sia qualcosa che non ci viene detto e non detto...

"22 passi d'amore e dintorni ci tiene a ribadire la completa fiducia in Rossi e i suoi stretti collaboratori nonché nel Dipartimento di Fisica dell'Università di Bologna e relativo gruppo di ricerca pronto ad attivarsi per la ricerca e sviluppo del reattore Ni-H Rossi-Focardi."

mi viene il sospetto che la collaborazione tecnica tra Rossi e il DF sia già iniziata da un pezzo...

Il Santo ha detto...

Ho visto il filmato di lewan del presunto funzionamento in autosostentamento. Vi faccio notare qualche particolare:

1) quando alla fine dell'esperimento viene aperto lo scarico vi sembra che quella sia acqua mista a vapore a una atmosfera?

2) La solita pompetta gialla puo' erogare al massimo 13 litri/ora (o meno ma non ricordo). Ora l'ecattone consuma 2,5 kW di potenza elettrica.

3) Per quanto detto nel punto 1 la temperatura di 130 gradi in uscita potrebbe essere compatibile con un regime di pressione superiore a quella atmosferica.

4) Finalmente si e' visto il vapore direttamente all'uscita dell'accrocchio e DIO MIO, c'e' tantissima acqua liquida, ad occhio il rapporto con il vapore dovrebbe essere almeno 50 a 1!!!

5) Autosostentamento??????? Vado rapidamente: l'accrocchio pesa di piu' (maggiore capacità termica), l'esperimento e' durato mezz'ora (troppo poco), la temperatura scendeva inesorabilmente.


Mi riservo di spulciare ogni punto in dettaglio appena avrò un po' di tempo. A prima vista e' la solita paccottiglia di Rossi.

vocesolitaria ha detto...

Grazie Daniele.
Molto interessanti il servizio, le foto, il filmato.

Purtroppo però ci risiamo. Tutto questo non dimostra nulla, se non che Rossi si è dato un gran da fare.

Ancora una volta sarebbe bastato poco, ad esempio far procedere la prova in outosostentamento per un tempo molto più lungo.

Perchè fermarsi dopo mezz'ora?
"La prova è stata poi interrotta su nostra richiesta per motivi pratici e limiti di tempo. In caso contrario, avrebbe potuto continuare"
Assurdo: di fronte a un evento storico di questa portata quale altro impegno poteva porre limiti di tempo?

marco ha detto...

Finalmente, che bella notizia!
Grazie Daniele

bertoldo ha detto...

The year of cat

Marcellogo ha detto...

@ Pietro F.

Beh!
Direi 2 a 0 per i creduloni: oltre all' impianto da un 1MW

c'è il video con la prova dell'autosostentamento e soprattutto i 120°e piu' che se vera (visto che ho definito inconsistente il valore probatorio di un tale medium quando veniva utilizzato surrettiziamente dai negatori mantengo coerentemente la posizione, però il punto lo assegno) risponde definitivamente alle accuse di Krivit.
Poi quando si confermasse che il modulo in questione rimane al DF di Bologna, direi di passare dal calcio al tennis.
Punto, set...

@ Max Altana
Piacere che rimanga anche qualche scettico ad oltranza: i cori mi piacciono solo all' Opera od in Cattedrale.
Ti farei però notare come il tuo stesso commento
segni uno scadimento argomentativo:
dall'analisi tecnica si passa alla critica delle modalità di assemblaggio, industriali e di commercializzazione, si vede che le moltissime novità introdotte nello scenario devono essere ancora metabolizzate prima di andare sul tecnico.
in ogni caso può anche aver mandato i componenti in Svezia od in Cappadocia a farsi un giro in pallone quello che cont è il risultato finale.
Poi che un macchinario che può potenzialmente cambiare tutta la storia del mondo sia "made in Italy" a me schifo proprio non fa...

Max Altana ha detto...

il nuovo eCat pesa 80 Kili???

Il Santo ha detto...

Ho dato una rapida scorsa al report di lewan sulla prova in cosiddetto autosostentamento. Mi chiedo come mai, casualmente, il grafico delle temperature presente alla fine, in particolare la linea che rappresenta la temperatura in uscita CASUALMENTE parte da 100 gradi. Forse qualcuno ha voluto nascondere che non c'e' stato nessun plateau del passaggio di fase a 100 gradi?

Spero che sia un caso ed esorto lewan a produrre i grafici completi.

bertoldo ha detto...

Beh non serviva un Rossi qualsiasi per capire che l'Italia è il centro del mondo ...ma ribadirlo ancora una volta mi sembra il minimo ...

paitnicola ha detto...

@ilSanto e vocesolitaria
anch'io ho avuto più o meno le stesse impressioni

zzzphone-italia ha detto...

il santo:

a uno come te manco arrivasse in testa un meteorite crederesti alla forza di gravità

Max Altana ha detto...

@marcellogo

vedi, lo scetticismo è una modalità di funzinamento del cervello, alcuni di noi ce l'hanno fatto così, altri vedono i dischi volanti.

Vedi, se mi si parasse davanti Jeoshua di Nazareth e mi invitasse a infilare il dito nella ferita della lancia di Longino, io replicherei prescrivendogli una biopsia della suddetta ferita, analisi del sangue completi, elettroencefalogramma, ECG, una bella TC full body ed una RMN,visto che sono davanti al primo zombie scientificamente documentabile della storia.

Sono fatto così :)

Il Santo ha detto...

@zzzphone

Qui non si tratta di fare un atto di fede, ma di dimostrare che tutto funzioni.

rodrigo ha detto...

Purtroppo c'è ulteriore materiale per i detrattori di Rossi e addirittura, se possibile, più che in altre occasioni. Lo dice uno che nell'E-Cat ci crede ;-)

Chi ipotizzava la presenza di tubi o valvole nascoste dentro l'E-Cat, in questo caso può ipotizzare di tutto (non indico le varie ipotesi perchè tanto salteranno fuori a breve :-)).

Spero solo che il test di ottobre sia veramente "idiot proof" come dichiarato da Rossi non molto tempo fa altrimenti non se ne esce fuori.
E soprattutto spero che UniBo possa mettere le mani su un E-Cat al più presto.

vocesolitaria ha detto...

@zzzphone-italia

a uno come te manco arrivasse in testa un meteorite crederesti alla forza di gravità

Per la meteorite neanche io, visto che la sua velocità non dipende dalla gravità terrestre. Mi convince di più una mela che mi cade in testa.

Il Santo ha detto...

@Rodrigo

A prima vista lo scarico dell'acqua a quella pressione (che sicuramente non viene imposta dalla pompetta) e' compatibile con un riscaldamento in camera stagna.

Max Altana ha detto...

@rodrigo

grazie della tua onestà intellettuale, le tue parole dovrebbero essere scolpite nel marmo.

gian ha detto...

Primo messaggio su argomento e-cat (seguivo da mesi l'argomento ma senza intervenire). Mi stavo chiedendo anche io la stessa cosa che si poneva Il Santo sul passaggio di T a cavallo dei 100°, però potrebbe anche essere che il plateau sia breve (la misura precedente di T è alle 20:55, quindi ci sono 10 minuti senza misura). Poi c'è un'altra domanda, però non vorrei che fosse intesa come "maliziosa": chiedo a chi voglia aiutarmi a capire. Nel report di Nyteknik c'è scritto che l'alimentazione esterna viene attivata alle 18:59, poi aumentata per step successivi con cicli on/off. Dalle 19:40 la potenza fornita esternamente è stabile. Poi trovo il poweroff alle 22:35; fino alle 23:10 c'è raffreddamento. Quindi non ho capito quale sia la fase di autosostentamento. Cioè nel grafico sarebbe quella dove la Serie3 scende? O secondo voi manca qualche indicazione di power on/off sul log degli eventi?
La domanda, lo ribadisco perché ho visto un po' di agitazione su questo blog negli ultimi giorni, non è per fare polemica; né sto asserendo che l'e-cat non funziona. Sto solo cercando di capire una cosa per me nuova e il mio metodo è quello di analizzare i dati, fino al limite della mia capacità, poi chiedo aiuto a chi ne sa più di me :-)
grazie a chi vorrà rispondere

gian ha detto...

Correggo: nel log degli eventi ci sono 10 minuti di intervallo fra le 20:55 e 21:05 a cavallo di T=100°C; il grafico potrebbe essere anche fatto con una risoluzione temporale più fine se la sonda aveva un datalogger e quei dati fossero poi stati utilizzati per generare il grafico.

Max Altana ha detto...

@gian

io non ci provo nemmeno: questo test è un altro gran pasticcio; credo che Lewan si sia mangiato le mani e avrebbe preferito perdere l'aereo e rimanere qualche altra ora.

sembra una maledizione: tutte le prove dell'ecat sono viziate da difetti di osservazione e misurazione MICIDIALI.

Il Santo ha detto...

@Max

Dopo 5 misurazioni eseguite in questo modo barbaro non credi che potrebbe essere ipotizzabile la malafede di qualcuno?

Max Altana ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
rodrigo ha detto...

@ Il Santo 10:05

Questa volta non dico niente, perché date le dimensioni del gatto, se non lo si vede "scoperto", può essere valida qualsiasi ipotesi. Per cui qualunque cosa vi venga in mente potrebbe essere vera, se non eccedete con la fantasia ;-)

E' comunque chiaro che lì dentro c'è qualche cosa di più di un reattore come lo conosciamo noi.
Il peso ad esempio, se non è un errore, è molto strano.

Insomma, tu, Tia & company avete materiale in abbondanza, non stracciateci troppo le palle in attesa di Ottobre e ... buon lavoro :))

Max Altana ha detto...

@il santo

ovvio, però è anche vero che l'errore è spesso di chi ha analizzato e non di Rossi che ha posto limiti alla misurazione, e stavolta è tutta colpa di Lewan, ripeto, sono SICURO che tornato a casa abbia sbattuto la testa contro il muro per un paio d'ore (probabilmente scatenando qualche cascata neutronica piezonucleare)

Il Santo ha detto...

@Max

Ma poi dai, dopo ogni mezz'ora bisogna accendere 10 minuti la resistenza... anche il mio scaldabagno e' in autosostentamento!!!

Hai ragione, lewan che chiede di andar via dopo mezz'ora e' ds testa contro il muro per l'eternità!

cimodanax ha detto...

ho le dita talmete incrociate che tra poco devo andare dall'ortopedico .... bella giornata oggi !!!!

alessandro ha detto...

@ a tutti gli scettici ad oltranza
Non entro nel merito delle immagini viste o ad una disamina moviolista (tanto cara a molti di voi)ma osservando una cosa ben più sostanziale e cioè che il buon caro Rossi in questi mesi, oltre che aver lavorato alacremente, a quanto si possa vedere, alla sua invenzione ha contemporaneamente fatto una gran opera di depistaggio, fornendo poche informazioni lacunose e spesso false, per dare (sembrerebbe) una visione di sè di una persona con le idee quantomeno confuse, gran burlone. Ora la cosa a voi più fastidiosa è proprio questa, essere stati presi per il culo da una persona da voi ritenuta incompetente ed impossibilitata dal suo passato e dalle sue lacune in materia a sviluppare un prodotto impossibile da realizzare.

MISTERO ha detto...

"Purtroppo c'è ulteriore materiale per i detrattori di Rossi e addirittura, se possibile, più che in altre occasioni. Lo dice uno che nell'E-Cat ci crede ;-)

Chi ipotizzava la presenza di tubi o valvole nascoste dentro l'E-Cat, in questo caso può ipotizzare di tutto (non indico le varie ipotesi perchè tanto salteranno fuori a breve :-))."

Come non quotarti Rodrigo...

Comunque, l'acqua che esce con il vapore ci sta perchè l'uscita è molto vicina al reattore, forti turbolenze, etc..

Un punto molto criticabile, e verrà criticato, è l'unico passaggio sull'ora locale segnato nel portatile, unico nel senso che su 3 volte che viene inquadrato il portatile solo la seconda volta fa vedere l'orologio e sono le 23 passate.
Non si ha quindi un'indicazione precisa del tempo trascorso, ma penso che essendo un filmato montato di varie parti, la cosa potrà essere chiarita subito con le parti tagliate.

Un altro piccolo punto interessante è la variazione della temperatura dell'acqua in ingresso, nella prima inquadratura è di poco superiore ai 29 C°, nella seconda è di poco superiore a 28 C°, nella terza sfiora nuovamente i 30 C°, che dal mio punto di vista sta a significare che l'ambiente era molto caldo :-))))))

gian ha detto...

@Max
credo che Lewan si sia mangiato le mani e avrebbe preferito perdere l'aereo e rimanere qualche altra ora.
Ma infatti questa è la cosa che più mi lascia basito! Ma come, sei lì ad assistere alla potenziale rivoluzione energetica del millennio, aspetti e prendi nota dell'evento dalle 17 e poi sul più bello dici "Va bon dai, io vado"???
Ma io sarei tornato in Svezia in autostop piuttosto che perdermi l'evento clou! Boh, poi magari aveva un impegno inderogabile...
Nel merito, invece, sto ancora cercando di capire dove comincia l'autosostentamento (nel grafico e/o nel log), ma almeno per ora non ne vengo fuori. Nel filmato ho visto che ad un certo punto il PC inquadrato mostra dei valori misurati (temperature?) solo che il passaggio è troppo rapido e sfocato per dedurne delle informazioni utili.
Però sono proprio curioso di vedere come finirà tutto ciò!

Max Altana ha detto...

As this model of the E-cat was significantly larger and heavier, it was not as obvious as with previous models to completely exclude alternative energy sources inside the E-cat. This was partly due to the fact that we chose to terminate the test after only 35 minutes of self-sustained operation.

It must be also noticed that right now I have a big red swollen lump on my forehead as a result of a continued, rythmical, forceful banging of my head against a concrete surface for 3.4 hours.

-Mats Lewan

MISTERO ha detto...

"sembra una maledizione: tutte le prove dell'ecat sono viziate da difetti di osservazione e misurazione MICIDIALI."

Eh già, e purtroppo anche quelle private e non documentate in rete, o è una maledizione o è totalmente incapace di uscire da un set-up sperimentale, non credo nella malafede.

gian ha detto...

@MISTERO
su 3 volte che viene inquadrato il portatile solo la seconda volta fa vedere l'orologio e sono le 23 passate
Beh ma potrebbe anche essere l'orologio del PC sbagliato, non mi sembrerebbe una gran critica. Io tenderei a fidarmi di più del report; salvo che qualche informazione manca pure lì, come osservavo sopra. Non sto invocando la malafede, tuttavia non mi sembra che il report rappresenti una prova definitiva. Magari non era neanche quello l'intento, però devo dire il metodo di Rossi nel divulgare le informazioni è piuttosto irrituale.
Sopra alessandro sostiene che si tratterebbe di un'opera di depistaggio: potrebbe anche essere ma nella mia ingenuità non ne capirei il motivo.

guido52 ha detto...

Interessante. Però è più che evidente che niente è ancra stato dimostrato. E poi viene da chiedersi perchè non ne abbia costruiti 53 e abbia affidato il 53esimo a UNIBO per tagliare la testa al toro ( cioè a Kivrit ). A meno che ciò non sia già avvenuto. Questa sarebbe davvero una notiziona. Daniele perchè non ci riveli qualcosa in proposito se lo sai ?

Enrico Maria Podestà ha detto...

@Daniele 22passi

Come mai l'hanno assemblato a Bologna se il cliente è negli USA, vuoi dire che il test di fine ottobre si farà a Bologna in pompa magna....?

MISTERO ha detto...

"eh ma potrebbe anche essere l'orologio del PC sbagliato, non mi sembrerebbe una gran critica."

Si forse hai ragione, mi sono espresso male; intendevo dire che le 3 inquadrature del portatile sono state fatte in 3 fasi ben distinte della dimostrazione, se avesse inquadrato l'orologio anche nella prima fase e nella terza, si avrebbe un'idea più chiara del tempo trascorso, soprattutto per capire la fase di autosostentamento, poi che l'orologio fosse sbagliato e anzichè le 23 passate fossero le 8 di mattina poco cambiava se veniva ripreso in ogni inquadratura.

gian ha detto...

@Max
LOL, mi immagino le capocciate di Lewan :-)
Però mi sa proprio che l'autosostentamento è proprio la parte finale dove scende la T. Lo dice anche Lewan che sono gli ultimi 35 minuti e in effetti torna con gli eventi 22:35 -> 23:10. Mah...

gian ha detto...

poi che l'orologio fosse sbagliato e anzichè le 23 passate fossero le 8 di mattina poco cambiava se veniva ripreso in ogni inquadratura
Sì ovvio, adesso ho capito cosa intendevi

vocesolitaria ha detto...

Come mai l'hanno assemblato a Bologna se il cliente è negli USA, vuoi dire che il test di fine ottobre si farà a Bologna in pompa magna....?

O forse che il container verrà spedito negli USA, ma durante il trasporto per un imprevedibile inconveniente verrà irrimediabilmente danneggiato, oppure i poteri forti lo faranno sparire.

Max Altana ha detto...

@vocesolitaria

è lo scenario che già mi ero prefigurato quando doveva essere trasbordato ad Atene...

McRae ha detto...

@gian

Dal log:
22:35 Power to the resistance was cut off
Da qui parte l'auto sostentamento.

Max Altana ha detto...

c'è qualcuno che potrebbe fare due calcoletti (io sono veramente scarso) e verificare se l'aumento del peso del modello attuale (OTTANTA Kg!!!) potrebbe dipendere dagli schermi di piombo?

sennò comincio a pensare che dentro quel pacco di nastro isolante assieme all'ecat c'è una batteria per camion...

MISTERO ha detto...

"O forse che il container verrà spedito negli USA, ma durante il trasporto per un imprevedibile inconveniente verrà irrimediabilmente danneggiato, oppure i poteri forti lo faranno sparire."

Provo a sentire lo spedizioniere per conferma, ma vado a memoria, per spedire un container di quel tipo negli USA è solo via nave (in aereo sarebbe una follia), ci vogliono circa 30 giorni, sempre che tutti i documenti siano a posto..che ci metterà in bolla?
E sulla fattura?

Ummmm...comincio a credere che rimarrà a Bologna

vocesolitaria ha detto...

sennò comincio a pensare che dentro quel pacco di nastro isolante assieme all'ecat c'è una batteria per camion...

Come schermo ha usato batterie al piombo...

gwon ha detto...

@Max Altana
"io non ci provo nemmeno: questo test è un altro gran pasticcio; credo che Lewan si sia mangiato le mani e avrebbe preferito perdere l'aereo e rimanere qualche altra ora.

sembra una maledizione: tutte le prove dell'ecat sono viziate da difetti di osservazione e misurazione MICIDIALI."

Purtroppo concordo ...
Questa volta credo sia principalmente colpa di altri e non di Rossi se il test è come al solito inconcludente. Matts Lewan si è dimostrato troppo superficiale e probabilmente non era la persona adatta a seguire nel modo migliore tale genere di dimostrazione.

gian ha detto...

@McRae
Grazie per la risposta, nel frattempo ero arrivato alla stessa conclusione, però:
- nel grafico la T dalle 22:35 scende, quindi quale sarebbe il parametro che indica l'autosostentamento?
Da notare che però nel log alle 22:40 c'è un valore di 133.7°C che non compare nella curva, quindi forse sono due misure differenti?
- tutta la procedura iniziale con i vari in cui viene fornita potenza sono da considerarsi solo un warm-up e quindi da fare una sola volta all'avvio o una volta per ogni "ciclo" di autosostentamento?

gian ha detto...

...che ci metterà in bolla?
Grosso (e raro) felino bolognese :-)

gio ha detto...

stika!!!!


cui prodest??????

mwatt ha detto...

Io non mi stò più interessando tanto della cosa.

All'inizio volevo dire solo che io non nego ne credo, e che per me ogni notizia CERTA di qualsiasi genere è una vittoria.

Poi vedo tanti commenti che confermano che anche qui di certo non vi è nulla come al solito, con tutto il rispetto per lo sgobbo di Rossi.

@Rodrigo: anche io mi associo nel rilevare la tua onestà intellettuale....forse è nata una nuova categoria....dopo il RIGORISTA, abbiamo il CREDENTE ESIGENTE!!!!!!!!!

:-)

mW

McRae ha detto...

@mistero
Bastano 15 giorni per la spedizione da florida a italia (genova)... ovvio con i documenti a posto! :)

Pietro F. ha detto...

@vocesolitaria ha detto...
"sennò comincio a pensare che dentro quel pacco di nastro isolante assieme all'ecat c'è una batteria per camion...
Come schermo ha usato batterie al piombo..."

Questa dichiarazione di Rossi smonterebbe anche questa ipotesi, (da JONP):

Andrea Rossi
September 14th, 2011 at 2:05 AM
Dear Frank Acland:
I am referring to the small units for households too. We are very advanced. Yesterday we made a test with one of them, making hot water, we got a fantastic result. Very satisfied. What we did is make steam, exchange heat with a heating water circuit, condense the steam, recirculate the water. It worked perfectly, stable, with a power of 9 kW, also in self sustained mode. We will test publicly this system together with the 1 MW. Lot of work to do, but we are going through: the toy for the mass market is very close.
Warm Regards,
A.R.

cataflic ha detto...

questo non è un test, ma solo un'altra "dimostrazione" pubblica senza alcun valore così come tutte quelle effettuate fino ad adesso...
il lupo non perde nè il pelo nè il vizio!

Se ci credete ancora :
c'era una volta un piccolo e-cat....

GPT ha detto...

ragazzi, avete notato che nel video dell'autosostentamento la verifica del vapore è fatta da una uscita diversa rispetto a quella fatta vedere all'inizio?
Non si capisce se è una derivazione dell'uscita principale (e inquesto senso sarebbe un'OTTIMA notizia in quanto trattasi di una pressione impressionante) o se ha chiuso tutto, ha aspettato un po' e poi ha aperto lo sfiato (e in questo caso trattasi di uno scaldabagno a alta pressione).
Qualcuno ha qualche idea in merito? credo sia un punto dirimente qualitativo MOLTO importante!

E.Laureti ha detto...

la commercializzazione degli E-Cat toglierà ogni dubbio sul funzionamento o meno.

Speriamo che il giudizio del mercato arrivi al più presto

MISTERO ha detto...

"Come schermo ha usato batterie al piombo..."

Questa è bella, me la segno.

Comunque se anche come dimensioni potrebbe esserci una batteria di camion, non ci siamo con il peso..

Io penso che li dentro ci sono 5 reattori, messi a quadrato con uno al centro.

GPT ha detto...

tra l'atro autosostentamento vuol dire che tutto il tempo deve rimanere in produzione di vapore, se ha chiuso tutto e poi apre dopo un po' non ha senso... spero nell'intelligenza di Mats Lewan...
Ora provo a postare la domanda anche a lui sul NYtecknik...

Enrico Maria Podestà ha detto...

@MISTERO

Lo sto pensando anch'io, anche perché i moduli li ha prodotti in Florida, li ha spediti ha Bologna per assemblare il Container e poi rispedisce tutto negli USA?

Antieconomico direi....

Se avesse fatto tutto negli USA avrebbe risparmiato un bel po' di € o di $

gian ha detto...

@mwatt
e che per me ogni notizia CERTA di qualsiasi genere è una vittoria
Totalmente d'accordo

con tutto il rispetto per lo sgobbo di Rossi
Idem!
Ma qui il problema è che non c'è proprio nulla di certo. Ci ho sperato per un attimo questa mattina vedendo la "notiziona da prima pagina". Poi dopo aver approfondito un attimo ho notato che nella sostanza non c'è nulla di più di quanto si sapeva dalle precedenti prove. Quindi torno a lurkare in attesa di roba un po' più "succosa".

McRae ha detto...

@gian
da quello che si può capire, Rossi non ha modo di controllare l'ecat in perfetto auto-sostentamento. In pratica la reazione o aumenta (portando a una possibile esplosione), o diminuisce. Non ha un sistema di "barre di grafite" per tenere sotto controllo la reazione a piacimento. Per cui l'autosostentamento di cui parla, è una situazione in cui l'ecat perde progressivamente potenza, ma ne eroga comunque un po.
Facciamo un esempio... porto l'ecat senza Ni e H a 130°C, poi tolgo corrente alla resistenza, e a causa della massa interna, per tornare a 100°C ci mette 20 minuti. Se invece faccio la stessa cosa ma con nichel e idrogeno all'interno, vedo che la temperatura scende, ma ci mette 40 minuti ad arrivare a 100°C invece di 20, ergo il sistema ha prodotto energia in quei 40 minuti.
(numeri messi a caso!)
Da qui, mi torna il ragionamento per cui ogni tanto (30 minuti?) Rossi deve riaccendere la resistenza per ridare vigore alla reazione.

paitnicola ha detto...

@McRae
infatti come prova sarebbe stato molto interessante vedere 4/5 cicli di questo auto sostentamento

GPT ha detto...

postato anche a Matt in fondo alla pagina nei commenti:
http://www.nyteknik.se/nyheter/energi_miljo/energi/article3264362.ece

vediamo se e cosa risponde...

Ma voi che ne pensate? prima di tutti i calcoli o altro mi sembra una questione dirimente anche solo per iniziare le valutazioni!

gio ha detto...

CUI PRODEST?????

Max Altana ha detto...

@mistero

se hai ragione sono la bellezza di 260 ecat, quindi le stime iniziali erano giuste.

MISTERO ha detto...

McRae, grazie ho sentito lo spedizioniere, dice 18 giorni ma non è certo sui tempi di sdoganamento, potrebbero volerci fino a 3 settimane, più il tempo di trasporto via nave..

Poi t'immagini i doganieri negli USA se aprono il container?

Orami sono quasi certo che la dimostrazione pubblica sarà in Italia.

gian ha detto...

@McRae
Ah ok, dal punto di vista generale mi torna. Però se non si è in grado di controllare la fase di autosostentamento il parametro di controllo più logico *online* sarebbe la variazione di produzione di vapore nel tempo e non la temperatura del core, a meno di non calcolare l'ipotetico dT/dt con solo raffreddamento senza reazione attiva.
Oppure senza calcolarlo (ma magari Rossi l'ha fatto in altra sede), si fa come dicevi tu empiricamente:
- reattore 1: energia esterna - STOP - misura del tempo di raffreddamento
- reattore 2: energia esterna - REAZIONE - misura del tempo di raffreddamento
A quel punto, anche se in via approssimata si deduce ogni quanto bisogna riaccendere lo "scaldabagno".
Ma mi sto spingendo un po' troppo in là, ho il sospetto che ci (mi?) manchi ancora qualche informazione. Intanto ti ringrazio per il contributo.

GPT ha detto...

Tutto il film di fabbricazione, assemblaggio e verifca DEVE essere pura disinformazione e/o depistaggio. Le uniche cose che tornano sono i tempi.
I "teaser" con video, prove ed immagini che ingolosiscono senza obbiettivamente aggiungere nulla di certo...
Spero sia così altrimenti siamo alla follia pura :)

il ragionamento preliminare per la doppia uscita-scaldabagno a pressione o fantastico rendimento a qualcuno torna???

MISTERO ha detto...

@Max

Anche solo per semplice logica (non dire a Mahler che i galli non fanno le uova;-), si riscalda solo il reattore centrale con la resistenza elettrica e di conseguenza una volta attivato il processo (acqua/vapore) con il ricircolo vengono alimentati anche gli altri reattori.

MISTERO ha detto...

@GPT
"ragazzi, avete notato che nel video dell'autosostentamento la verifica del vapore è fatta da una uscita diversa rispetto a quella fatta vedere all'inizio?"

A me sembra la stessa, hanno semplicemente staccato il tubo nero dello scarico.

Enrico Maria Podestà ha detto...

Comunque è proprio il capannone dove hanno fatto i vari test a Bologna e direi proprio quello dove hanno fatto la conferenza stampa di Gennaio.

Qui immagine tratta dalla terza parte del video di Gennaio
foto3

Qui dettaglio del video di Lewan
foto2

Qui altro dettaglio del video di Lewan
foto1

Max Altana ha detto...

@Enrico Maria Podestà

già, il palcoscenico del prestigiatore è sempre lo stesso.

il mio messaggio ai credenti è questo: non vi arrabbiate se facciamo queste considerazioni, è Rossi che ce le strappa con le tenaglie. Dio volesse che l'eCat funzionasse davvero.

Red5goahead ha detto...

Volete vedere che Krivit se ne uscirà col fare notare che c'è un foglio scritto a mano, forse una legenda, in fondo al container e attaccato con lo scotch nero quello da elettricista!! Farà il paio con la leggenda del gommista...

GPT ha detto...

@gian
vero, ma dato il soggetto e l'esperienza mi sa che l'implementazione di controlli a retroazione, sistemi di misura raffinati, schede con microcontrollori programmabili o atro non è nelle sue corde. Il check/controllo è grossolano e inefficiente, ma stante la novità della cosa credo piu' che sufficente... poi implementare queste cose diventa facile una volta che si caratterizza il dispositivo.

gio ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
ottone ha detto...

Rimane questo ed è fantastico:
"La domanda è: di cosa dobbiamo preoccuparci?
Se Rossi ha ragione abbiamo una nuova fonte energetica a a basso costo.
Se Rossi ha torto continuiamo tranquillamente a vivere in un mondo che
sta raschiando il fondo del barile della sostenibilità ambientale e delle
risorse fossili."
Ing. Giacomo Guidi

Penso che dalla rete bisognerà "lottare" per tenere a disposizione di tutti questa energia. Sarà la prima volta che la ricchezza verrà distribuita a tutti! Saremo ricchi tutti sul pianeta! Tutti dovremo lottare.
E' un pensiero che mi viene perchè temo le multinazionali, le superpotenze, i fondi e l'indotto commerciale non dovranno venire da loro.

Enrico Maria Podestà ha detto...

Comunque sia, all' UniBo devono avere per forza già un modulo da testare...

Max Altana ha detto...

@ottone

cioè mi stai dicendo che se l'ecat è una bufala, ma io ci credo fortemente, fortissimamente, si trasforma in un bambino vero?

Marco De Leonardis ha detto...

"Using only the input electric power (2.6 kW) and assuming that the liquid water at the output was never vaporized, the steam quality at the given water flow would be about 60% (see Note 3 below). It should not be significantly lower. If it on the other hand was higher this indicates excess energy developed by the Ecat."
Tutti questi ragionamenti suppongono una macchina a regime e sono errati.
E-cat non sta lavorando a regime e nei calcoli deve essere contabilizzata anche l'energia introdotta durante il riscaldamento.
Misurare 80C nello scambiatore non informa minimamente sulla temperatura interna del reattore che potrebbe già aver raggiunto i 400C a causa della resistenza che scalda per due ore.

gio ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
ottone ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
GPT ha detto...

@MISTERO
infatti è un dubbio, sto cercando di prendere i pezzi dal video ma ora il server non me lo fa rivedere... riprovo tra un po'...

@tutti
chi puo' fare un grub da uploadare su youtube?

ant0p. ha detto...

ho visto lo scarico alla fine del video, lo scarico è diretto la portata è buona, ma è un mischione acqua-vapore, se è a 120-130° sarà che la pressione è sopra a quella atmosferica, se no non si spiega. poi per mezzora fare da 3.5 a 8kw è possibile avendo più spazio per infilare una batteria interna..

adesso non ho tempo per vedere bene, sto al lavoro, stasera guarderò meglio, ma a prima vista sembra la solita caciottata inutile:))

per l'impianto sembra che rossi sia tornato alla configurazione 2010, cioè circa 50x25 invece che 100x10 o 250x4, ma la cosa che non si può fare a meno di notare è che il mega-accrocco è stato costruito a bologna e non negli usa come continuava a dichiarare rossi, altro 'depistaggio'?:))

non so, mi pare che non ci sia niente che possa far tornare l'ottimismo..

ottone ha detto...

@ Max Altana
Non credo ma se lo prende in mano enel eni o A2A o exxon o shell o qualcuno di quelli ce ne facciamo una bolletta uguale a quelle che riceviamo adesso

rodrigo ha detto...

@ MISTERO
>Io penso che li dentro ci sono 5 reattori, messi a quadrato con uno al centro.

penso anche io qualche cosa del genere, ma con 6 reattori anziché 5, anche se il peso ancora non mi torna.

Comunque Rossi e il suo plumber si devono essere fatti un bel mazzo.

@mWatt
>dopo il RIGORISTA, abbiamo il CREDENTE ESIGENTE!!!!!!!!!

Ho sempre detto che io aspetto ottobre e i test dell'UniBo, non ho fretta.
Credo nella buona fede di tutte le persone coinvolte.
E' chiaro che alla fine la cosa debba concretizzarsi in maniera inequivocabile, il mio non è un credere in senso religioso, sia ben chiaro.

lutoit ha detto...

Sembra proprio che Rossi sia di parola.

Ecat pronto per la dimostrazione e non credo che quelo che vediamo nelle foto sia il primo in assoluto.

Il capannone sembra proprio quello di Bologna evidentemente le cariche degli Ecat con il catalizzatore le vuole fare personalmente.

Gli scettici diranno che è finto, strano che qualcuno non abbia detto che sia un photoshop, ma intanto rosicano.

lutoit ha detto...

SE facessero la stessa bolletta e girassero la differenza allo stato in imposte ci sarebbero cinquanta miliardi di euro all'anno di maggiori entrate senza aumentare le tasse e il problema del debito pubblico sarebbe risolto.
Se è poco.
Per di più il paeggio spingerebbe al ribasso il rischio paese e pagheremmo la metà di interessi di quello che paghiamo oggi dimezzando il tempo di eliminazione del debito.
Mi dispiace per gli scettici ma se l'ecat funziona Rossi diventa il salvatore della patria che vive di petrolio e gas. Altro che rosicare, ciabatte a colazione e zoccoli a cena.

Quasichimico ha detto...

Daniele, sai se il gattone è già partito/ partirà per gli USA?
Perchè se non parte non hai bisogno
dei biglietti :-)

Se non parte mi sa che circondiamo lo stabile e mettiamo in atto strategie del tipo di quelle che si fanno per superare le security per entrare in discoteca :D

dibattiti ha detto...

@gpt
Se vuoi te li posso passare per mail..su youtube non bisogna chiedere il permesso a matt?

ottone ha detto...

@ lutoit
Vorrei avere la tua stessa fiducia in istituzioni vetuste e potere. Che non fa rima con condividere ma con guadagnare.
L'E-Cat funziona. ho MOLTA più fiducia in questo. Direi che ne sono sicuro e certo.

Marco_ties ha detto...

@GPT
lo scarico è uno solo ed è posizionato nella parte anteriore.
All'inizio c'è attaccato un tubicino bianco che poi viene staccato per la dimostrazione finale.

GPT ha detto...

@MISTERO
@tutti

OKKIO che lo scarico che vedete alla fine del video è in realtà l'ingresso dell'acqua iniziale.
In pratica "sembra" che la pompa di ingresso viene staccata e si scarica tutta l'acqua e il vapore contenuto all'interno.
Sinceramente non capisco xchè non si fa vedere l'uscita normale durante l'autosostentamento. Non capisco cosa si vul dimostrare in questo modo...

MANNAGGIA ALLA PUPAZZA! ma che ci vuole a usare la capoccia quando si fà (o si assiste) ad una prova???

Ho fatto vari screenshot, x chi vuole vi mando la PPT con i dettagli di quanto scrivo, sinceramente spero di essermi rimbecillito e non aver capito niente...

Tizzie ha detto...

I video sono impressionanti ma purtroppo lasciano ancora spazio a dubbi ed interpretazioni, i test non sono rigorosi al 100%. Se non altro possiamo vedere in ogni caso che qualcosa c'e`, che l'impianto esiste e che se fosse tutta una messinscena, gli sforzi per tirarla su sarebbero inspiegabili.

GPT ha detto...

@Marco_ties
esattamente...

la la cosa non ha senso secondo me. Autosotentamento vuol dire produzione costante (o di molto lentamente decrescente) con input di acqua costante e zero corrente. Cio' che si mostra in video non vuol dire nulla... la teperatura che rimane costante in uno scaldabagno non è difficile da ottenere per 30 min.
Spero che ci possano essere spezzoni piu' utili/interessanti almeno okkiometricamente.
A mio avviso quello che si mostra in video ha poco senso come "dimostrazione" di qutosostentamento. Meglio togliere il video e lasciare l'articolo :)

perritos ha detto...

Clamoroso!!! E' stato scoperto l'additivo segreto!!
http://www.youtube.com/watch?v=rFB55kwIMNg

tia ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Marcellogo ha detto...

Vedrò di essere ripetitivo: nessun video di questo tipo, come pure nessun artcolo su un blog può essere considerato probante, nè per il sì , nè per il no.
Possono al massimo testimoniare che una tale prova abbia effettivamente avuto luogo e quindi che ci sia un elemento di realtà in tutto questo.
Detto questo tre considerazioni:
-L'E-tiger a differenza dell'e-cat è chiaramente qualcosa pensato per un uso pratico e non per una validazione, già il fatto che ci metta due ore invece di 10 min per raggiungere i 100° indica che si è di fronte a qualcosa che è pensato per funzionare mesi.
Forse sono queste due ore non preventivate da Lewan ad avergli sballato la tabella dei voli ed averci lasciato in sospeso.
-trovo la considerazione "perchè non 53 E-tiger ?"
francamente un po' assurda : considerando che l'E-tiger del filmato di Lewan non è nel container ma in una stanza che qualcuno afferma essere nell' Unibo stessa direi che a 53 forse già ci siamo.

- Lewan è un giornalista di Ny Teknik ed è in tale veste che ha assistito o meglio ha effettuato la prova, quindi a meno di prove certe del contrario, bisogna considerarlo un testimone attendibile ed imparziale nei limiti delle umane possibilità, non come un complice di chissà quale spregevole truffa.

Stefano ha detto...

La potenza si misura in kW, l'energia in kW/h. 1 kW può spostare il mondo se gli date sufficiente tempo. Ricordate qualcosa tipo "datemi una leva e solleverò il mondo" ?
Detto questo, sperando che si comincino ad usare le unità di misura corrette, lunga vita all'e-cat!

GPT ha detto...

@Tizzie
non sono daccordo, i video non sono ipressionanti, dicono solo che stanno lavorando (good news sono daccordo), ma continuano a depistare (sarà voluto a questo punto spero) sul valore effettivo del lavoro svolto.

Ripeto molto meglio l'articolo scritto e avere fiducia in Matt o Daniele che hanno visto/sentito di prima mano...

tia ha detto...

Dal report di Lewan:
20:50 T3=90.3°C.
20:55 T3=93.4°C.
21:05 T3=100.0°C.
21.10 T3=102.5°C.
21:20 T3=108.2°C.

Non c'è neanche bisogno di chiedere il grafico a Lewan, il plateu di passaggio di stato non c'è stato.
La temperatura aumenta di circa 3 gradi ogni 5 minuti.
Quindi, a meno che qualche free-climber venga a dire che in 5 minuti la potenza del reattore è aumentata di 6 volte ed era quel pelino oltre di modo che la temperatura aumentasse di 3 gradi/5min, non c'è stato passaggio di stato. Ergo la misura della temperatura oltre i 100 gradi non è indice di vapore secco.

tia ha detto...

>La potenza si misura in kW, l'energia in kW/h.
Detto questo, sperando che si comincino ad usare le unità di misura corrette, lunga vita all'e-cat!

Allora siamo in buone mani

GPT ha detto...

@dibattiti
mi sa che hai ragione... meglio non far casini :)
un po' di screenshot li ho fatti, direi che la conclusione (i miei vari post precedenti) è domostrata ampiamente...

p.s.
grazie :)!

Matteo ha detto...

ma quante belle pentole a pressione!;-))

Bellaria ha detto...

Mah, l'unica cosa certa è che Rossi si è dato un gran da fare, il problema è che manca di una base teorica e soprattutto di credibilità sufficiente a modificare la scienza moderna, finché non si faranno misurazioni e sperimentazioni serie tutte le ipotesi sono valide, compresa quella di una elaborata truffa. Queste presentazioni senza rigore, volumi nascosti dietro isolanti neri, ecc. non fanno altro che alzare un polverone di ipotesi di truffa. D'altro canto è comprensibile che essendo l'intento quello di far valere una potenziale invenzione rivoluzionaria ci siano segreti da mantenere (fino al brevetto?) e tempi che incalzano per monetizzare prima che qualcun'altro ci arrivi. Finché non ci danno dati più "seri" ogni nostra ipotesi è senza valore come le presentazioni fatte fin'ora di e-cat. Quello di cui invece sono certo è che dal 1989, dopo Fleischmann/Pons, ci sono stati esperimenti di FF o LENR che dir si voglia, verificati e di grandissimo interesse (vedi Arata) ma la scienza ufficiale semplicemente li ignora "additandoli come eretici". Tempi duri per inventori e scienziati difronte a nuove scoperte senza una solida base teorica. Rossi lo ringrazio per ora per avermi provocato una bella emozione. Certo che se la sua fosse una truffa avrebbe dato un'altro colpo serio alla credibilità della ricerca sulle LENR e per questo meriterebbe la gogna. Incrocio le dita e auguro a Rossi & Focardi tanta fortuna. Che possano salvarci dalla dipendenza da combustibili fossili.

ottone ha detto...

@ Daniele
Direi che il tutto si possa spostare in E-Cat Link oppure creare E-Tiger link. O no?

ant0p. ha detto...

tia:
---Ergo la misura della temperatura oltre i 100 gradi non è indice di vapore secco.----

infatti..adesso non so se il mischione finale fosse lo scarico dell'autosostentamento o come dice GPT lo sfiatone finale alla fine (non ho l'audio qui al lavoro e quindi non posso sentire le spiegazioni che ci sono nel video), però da come sfiata sembra che dentro sia tutto molto compresso, tipo pentola a pressione..e quindi l'ebollizione può essere anche a 120°-130°, che infatti è la temperatura che segnava il sensore, come al solito ben imbucato prima dello scarico.

e nella prima parte c'era sempre il solito tubo che scaricava nell'altra stanza..insomma mi sembrano le solite caciottate delle prove precedenti con in più altre cose poco congruenti, altro che test idiot-proof..idiot e basta:)) stavolta non c'è la sfiatella ma lo sfiatone sparacchiato appalla..ma a volte i due estremi si toccano:))

Diogene ha detto...

Google alert segnava novità ergo rifaccio un salto!

Come dissi a maggio fare 50 volte lo stesso genere di "verifiche" non cambia in giudizio sulla faccenda, dato che si sollevano sempre gli stessi dubbi.

infilare lo scarico dentro un boiler pieno d'acqua e misurare il delta T, in chessò 30 min, no eh?

Il Santo ha detto...

@Antop

Come dicevo prima lo scarico dell'acqua alla fine del video sembra ad una pressione ben superiore a quella atmosferica e anche ben superiore a quella che puo' produrre la pompetta gialla. Ergo, l'unico modo per portare a quell'aumento di pressione e' l'ebollizionie in camera stagna (pentola a pressione).

A questo punto il fatto di non mostrare l'andamento della temperatura nel grafico lo reputo un ingegnuo tentativo di nascondere la cosa.

Come tia ha notato, anche senza grafico l'assenza del plateau a 100 gradi e' evidente ed è sintomo che li dentro non siamo a pressione atmosferica.

Se consideri che in uscita si vede un bel rivolozzo di acqua (almeno 50 volte la massa della fase vapore) il modello della pentola a pressione trova piena applicabilità

GPT ha detto...

@ant0p
E' l'imput dell'acqua che è stato tolto e aperto...
in pratica una boblolone di acqua riempito da un tubo e poi scaricato dallo stesso tubo

Non voglio dire che sia una sola, ma quanto si vede è questo e sinceramente mi dispiace assai in quanto non ne capisco il motivo...

Qualcuno ha qualche brillante idea???

Max Altana ha detto...

...e soprattutto spiega l'aumento delle dimensioni e del peso del gatto.

Crudele Rossi, lo ha sterilizzato ed è diventato obeso.

GPT ha detto...

errata corrige:
input
bombolone
mannaggia alla fretta...

Marco De Leonardis ha detto...

NOTIZIA BOMBA:

La mia pentola e pressione, caricata con 3litri di H2O (miscela isotopica leggermente modificata) e patate (bianche), dopo un riscaldamento di circa 1 ora con energia in ingresso di 3 Kw, riesce a produrre vapore di ottima qualità e temperatura in AUTOSOSTENTAMENTO (gas spento..) per 25 minuti.

Sono sicuro che questo sia dovuto ad una trasmutazione di qualche elemento all'interno delle patate....

Fr@ncesco CH ha detto...

Ho provato a vedere il video presente sul sito di Ny Teknik ma è stato impossibile:

mi sa che i server sono impazziti!!!

8)

Marco De Leonardis ha detto...

Dimenticavo, dopo 25 minuti si deve riaccendere il gas per 10 minuti per farla continuare...

Il Santo ha detto...

Altro dettaglio: se notate l'andamento delle temperature riprese sul monitor del pc prima di passare all'autosostentamento querste risultano davvero molto stabili, al decimo di grado!

Se davvero fossimo in fase vapore e dato che non e' presente alcun meccanismo di retroazione non sarebbe possibile ottenere questa stabilità. La spiegazione piu' semplice è che siamo in ebollizione a una pressione superiore a quella atmosferica.

Domanda, oltre ai fili per alimentare la resistenza ci sono altri due fili neri che entrano nel gatto. A cosa servono?

Il Santo ha detto...

@De Leonardis

Trovi patate d'oro alla fine del procedimento?

GPT ha detto...

Ragazzi credo sia inequivocabilmente dimostrato che il video dell'autosostentamento era meglio che non lo si faceva (in questo modo) e/o è un depistaggio di Rossi.

Quello che obbiettivamente si evince è solo che:
1. L'E-CAT è ora un E-Tiger
2. Rossi sta lavorando e ottobre sembra rimanere data ragionevole per prove decenti
3. Il video/demo di autosotentamento è stato strutturato male, non dice nulla anzi a voler pensar "bene" è fatto per depistare in quanto aggiunge dubbi

@Chi è ottimista (stamattina lo ero molto di piu'):
ma che significa far vedere il vapore di autosostentamento dalla bocchetta di ingresso dell'acqua (staccando tra l'altro l'input dell'acqua)?
Vi PREGO datemi una idea (anche vaga) a me non viene proprio in mente!
Dico sul serio, non è una presa per il c... tia/il santo etc. pls non prendete questo commento per ribadire i vostri (leciti) dubbi.

Claudio Caprara ha detto...

@daniele
grazie per gli aggiornamenti importanti che hai pubblicato.

Sono moto contento che almeno una parte della tecnologia sia sviluppata in italia.

Forse corro con i tempi ma questa invenzione può salvare qualche paese dalla crisi economica che è in atto. (Usa per primi). La diffusione darebbe molto lavoro che è ciò che manca di più adesso

Aspetti tecnici
a mio parere non possono essere 5 ecat insieme perchè ci sarebbero 5 resistenze da controllare e si avrebbero 5 cavi in uscita da ogni unità.
Penso, come detto altre volte, che Rossi abbia provato tante combinazioni e abbia dispositivi di fattura diversa. Questa è la 4 o5' forma ufficiale che vediamo.
Focardi in una intervista parlava di una prova fatta con un reattore a forma di ciambella. Sembra questo

Prove calore
a questo punto fare calcoli di rendimento è un problema di A.R. il prezzo sarà proporzionale al rendimento.

Sempre più conferme
NI+H=calore ormai lo quasi per certo, lascio un margine di dubbio minimo ma direi che quel bagaglio è fatto per funzionare.

Nel mondo
Proprio oggi negli states viene pubblicato questo report
http://www.americanenergyinnovation.org/2011-report/
non l'ho ancora lettoma il titolo fa già pensare.

per A.Rossi
A rossiiii facce sognà :-)

BG ha detto...

Trovo che l'articolo complessivamente contiene novità ed informazioni molto interessanti. Però come prova per risolvere la diatriba sui calcoli dell'energia (uno dei motivi per cui Ny Teknik la ha richiesta) direi che vale meno che niente.

Il Santo ha detto...

Ma se durante la fase di autosostentamento tolgono tutta l'acqua, come si e' visto dal filmato, non dovrebbe fondere tutto?

ant0p. ha detto...

e niente, da adesso si passa dalla prova della serva alla prova del cuoco, anzi del sottocuoco.. http://www.youtube.com/watch?v=s9W6qE19Vvo

Marcellogo ha detto...

Perchè devo sempre ripetere lo stesso concetto: un video non può provare niente, perchè in un video ognuno ci può vedere ciò che vuole ed infatti sono state qui raggiunte cento opinioni diverse, tutte apparentemente plausibili, ma è come il ragno di Bacone: da troppo pochi dati in entrata escono un infinità di conclusioni autoprodotte.
Qui c'è solo da aspettare: che Lewan si spieghi, che si facciano altre dimostrazioni (prova della ripetibilità) che altri partecipino, che il Dip. di fisica ci metta le mai sopra, etc,etc.
Più dati e meno elucubrazioni
Ad esempio: Focardi dove è finito?

perritos ha detto...

Mi sembra che siano stati fatti grossi passi.... indietro:

"Lewan also has produced a video of the testing of one of the E-Cat units which after preliminary testing he found on preliminary calculations to produce energy of between about 3.5 and 8 kilowatts. Only 2.6 kW of electrical power was input into the E-Cat. Lewan reports that for 35 minutes the E-Cat continued to produce steam with the electrical input turned off."

...cioè? siamo passati da un fattore 20 di energia prodotta a un fattore che va da 1,4 fino ad un massimo di 3.

Se sfortunatamente ci troviamo nel caso peggiore, siamo praticamente tornati alla situazione dei tempi di Focardi-Piantelli.

Ma a Giugno l'energia immessa non era nell'ordine dei 400W??

Mahler ha detto...

@Daniele
GRAZIEEEEEEEE :-) :-) :-)

@tutti
Non ho ancora letto tutti i commenti, ma vi pongo un altro piccolo indovinello :-)

La pompa consuma 22463 grammi in 4 ore e 40 minuti (dalle 18.30 alle 23.10), il che vuol dire un flusso d'acqua di 4813,5 grammi l'ora.
La modalità di "autosostenimento" (niente energia in entrata) dura dalle ore 22:35 alle ore 23.10, ovvero 35 minuti in tutto. Durante questa fase la temperatura scende linearmente da 123.0 °C (ore 22:35) a 122.7 °C (ore 23.10). Il delta T è quindi di 0.3 °C in tutto.
L'e-gatto persiano pesa circa 80 kg e le seguenti dimensioni: 50 x 60 x 30 centimetri.
Trovare l'elemento chimico contenuto all'interno dell'e-cat capace di supportare tale andamento della temperatura tramite la sola propria inerzia termica.

GUIDO310 ha detto...

@ mahler
Non so rispondere, ma se non si ammette la complicità di Lewan, e si ammette che il test di autosostentamento sarebbe dovuto durare molto di più, allora il quesito dovrebbe essere sospeso per insufficenza di dati!

Ciao

tia ha detto...

>il che vuol dire un flusso d'acqua di 4813,5 grammi l'ora.

Unico problema: durante la fase di autosostentamento, l'acqua in ingresso non c'era proprio.

vocesolitaria ha detto...

@Marco De Leonardis ha detto...

NOTIZIA BOMBA:

La mia pentola e pressione, caricata con 3litri di H2O (miscela isotopica leggermente modificata) e patate (bianche), dopo un riscaldamento di circa 1 ora con energia in ingresso di 3 Kw, riesce a produrre vapore di ottima qualità e temperatura in AUTOSOSTENTAMENTO (gas spento..) per 25 minuti.

Sono sicuro che questo sia dovuto ad una trasmutazione di qualche elemento all'interno delle patate....


Troppo forte.
Complimenti...

gio ha detto...

intanto è stata un'estate "curiosa" nel campo nichel:

Finanzaonline.com - 5.9.11/17:32

Il board di United Company Rusal ha deciso di non accettare gli 8,75 miliardi di dollari messi sul piatto da Norilsk Nickel per il riacquisto del 15% del proprio capitale detenuto da Rusal. Lo ha annunciato la stessa Rusal in una nota. Rusal, che rappresenta il primo produttore mondiale di alluminio, attualmente detiene il 25% di Norilsk Nickel.
"L´offerta non riflette -si legge nella nota diffusa da Rusal- i fondamentali dell´investimento in Norilsk Nickel, che resta strategico". A dicembre Norilsk aveva offerto 12 miliardi di dollari per l´intero 25% mentre a marzo per il 20% erano stati offerti 12,8 miliardi.




oggi il cda di Norilsk Nickel ha approvato un programma di acquisto di azioni proprie di 4,5 mld di dollari. Premio del 20 % sulla quotazione alla borsa di mosca di lunedi 12

Mahler ha detto...

Dimenticavo... Ovviamente l'unica soluzione possibile è che la temperatura di ebollizione coincida con 123 °C. Ma in tal caso bisogna chiedersi quante pressioni atmosferiche vengono raggiunte... qualcuno ha a disposizione un buon diagramma di fase dell'acqua? Che pressione ci vuole per spostare la temperatura di ebollizione fino a 123 °C?

Mahler ha detto...

@tia
La pompa viene stoppata alle 23.10 secondo il report.

tia ha detto...

>La pompa viene stoppata alle 23.10 secondo il report.

Si ma il super-getto che si vede nel video è nel punto d'ingresso dell'acqua.

Marco De Leonardis ha detto...

Mahler:
Acqua pressurizzata in ebollizione come nella mia pentola a pressione + riserva di calore ad alta temperatura nel core metallico (che lo cede lentamente all'acqua).
Con un setting appropriato puoi anche far salire la temperatura per un poco.

Non dico che è una truffa, dico solo che un output di questo tipo lo possiamo anche riprodurre a casa senza LENR e quindi l'unica cosa che dimostra è che Rossi non vuole dimostrare UNIVOCAMENTE che la sua invenzione funziona.
Visto che è recidivo, avrà i suoi buoni motivi di imprenditore....
Io continuo a pensare che un imprenditore dovrebbe fare di tutto per dimostrare univocamente che il suo prodotto funziona. E' sempre stato così nel mercato.

Poi il giornalista che chiede di interrompere l'apparizione della madonna perchè ha promesso alla mamma di andare a letto presto.....
Sicuramente è in buona fede ma è ridicolo.
Io sarei rimasto tutta la notte.

Mahler ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
ant0p. ha detto...

marcellongo
--Più dati e meno elucubrazioni--

sono d'accordo, questa prova nella sua totale non attendibilità non ha all'interno cose macroscopiche come la sfiatella sarà più da analisi moviolara (che è una cosa che non mi appassiona molto).. ma mi chiedo anche: chi è che dovrebbe parlare meno e dare più dati e prove certe? la risposta la sapete tutti, e sapete anche che manca 1 mese e mezzo alla scadenza che si è autodato:)) ma penso lo stesso che a fine ottobre non ci sarà ancora niente di chiaro e di definitivo al 100%.

vocesolitaria ha detto...

Quando ho cominciato a seguire questa vicenda ne ero entusiasta, e ne ho parlato entusiasticamente con amici e conoscenti.

Più passa il tempo, più dimostrazioni vedo, e più mi deprimo.

Continuo a seguire solo perchè un irrazionale filino di speranza mi è rimasto, ma in certi momenti mi considero un idiota.

Mahler ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
vocesolitaria ha detto...

Scusate lo sfogo

Mahler ha detto...

@vocesolitaria
> Più passa il tempo, più dimostrazioni vedo, e più mi deprimo.
>
> Continuo a seguire solo perchè un irrazionale filino di speranza mi è rimasto, ma in certi momenti mi considero un idiota.

Quoto in pieno. Siamo in due :-)

Marco De Leonardis ha detto...

Mhaler:
usando il criterio: non vedo il vapore (bianco) quindi è di ottima qualità si. Chiaramente ritengo questo criterio inusabile. Poi se il vapore esce insieme ad acqua liquida (non è il mio caso) allora scommetto che il vapore è a 100C, non 120C.
Ti assicuro comunque che non si vede, ma se ci metti una mano sopra te la frigge.
Il rumore è comunque molto fastidioso.

Mahler ha detto...

@tia
> Si ma il super-getto che si vede nel video è nel punto d'ingresso dell'acqua.

Purtroppo mo' non mi fa rivedere il video. Sei sicuro che il super-getto non sia alla fine del test, dopo la modalità di autosostenimento?

Marco De Leonardis ha detto...

Mi associo a voce solitaria.
in + all'inizio mi sono allargato parecchio parlandone molto oltre la cerchia di amici e parenti.....
speriamo bene..

mwatt ha detto...

@vocesolitaria,
idem per me!

@mahler, due fasi a =>123° circa 2,2bar assoluti.
L'atmosfera è circa un bar assoluto.

Scaricati "engineering power tools", è gratis e le tabelle del vapore d'acqua le trovi nel menù HVAC

mW

Mahler ha detto...

@Marco De Leonardis
Bisogna vedere anche quanto vapore viene prodotto dalla tua pentola a pressione.
Il punto è capire se viene fornita acqua in ingresso durante l'autosostenimento oppure no. Se viene fornita mi sembra impossibile farlo funzionare per 30 minuti: la tua pentola a pressione continua a far vaporizzare la stessa acqua calda, l'ecat vaporizza acqua fredda.

Mahler ha detto...

@mwatt
thnx :-)

tia ha detto...

>Purtroppo mo' non mi fa rivedere il video. Sei sicuro che il super-getto non sia alla fine del test, dopo la modalità di autosostenimento?

Riguardato ora, si è alla fine.
Comunque mi sembra sia da 131 a 121 la temperatura (circa.

paitnicola ha detto...

@vocesolitaria e mahler
> Più passa il tempo, più dimostrazioni vedo, e più mi deprimo.
> Continuo a seguire solo perchè un irrazionale filino di speranza mi è rimasto, ma in certi momenti mi considero un idiota.

Quoto in pieno. Siamo in tre.

Max Altana ha detto...

quattro

ero scettico, adesso sono triste.

kurtneuman ha detto...

@Marco

Ma le patate vengono buone? Perché magari l'eCat non funziona, è una bufala pazzesca, ma almeno se famo na bella magnata come dio comanda...stavolta però l'arrosto lo porta Rossi ;))))

tia ha detto...

@Mahler
Da 133 a 122C

Mahler ha detto...

@tia
> Comunque mi sembra sia da 131 a 121 la temperatura (circa.

No, riguardati il report. Quando viene tolta la corrente (22.35) la temperatura è di 123.0°C. Raggiunge un picco di 133.0°C durante l'autosostenimento (ore 22.40) per poi tornare a 122.7°C alle ore 23.10.
Per me è inspiegabile. È invece spiegabile dicendo che il reattore in autosostenimento in sé tende a far aumentare la temperatura indefinitivamente ma che Rossi (o il software), raggiunta una data temperatura fa sì che l'autosostenimento s'interrompa.

Mahler ha detto...

L'unica soluzione esotica possibile è una batteria secondo me.

tia ha detto...

>No, riguardati il report.

Ho visto sia video che report. A me sembra tanto un errore di scrittura.

22:20 T3=129.6°C.
22:30 T3=131.9°C.
22:35 Power off. T3=123.0°C.
22:40 T3=133.7°C.
22:50 T3=131.2°C.
23:00 T3=127.4°C.

Poi boh, Lewan ha detto di questo spike nei video? (ho poco tempo non ho visto tutto attentamente)

Marco De Leonardis ha detto...

Se il livello dell'acqua scende nello scambiatore e scopre il termometro, e se questo è fissato al core, allora l'aumento di temperatura è spiegabile

Marco De Leonardis ha detto...

Concordo con Tia
Dovrebbe essere 132

Mahler ha detto...

> Ho visto sia video che report. A me sembra tanto un errore di scrittura.

Probabile...

vocesolitaria ha detto...

@mahler
No, riguardati il report. Quando viene tolta la corrente (22.35) la temperatura è di 123.0°C. Raggiunge un picco di 133.0°C durante l'autosostenimento (ore 22.40) per poi tornare a 122.7°C alle ore 23.10.
Per me è inspiegabile. È invece spiegabile dicendo che il reattore in autosostenimento in sé tende a far aumentare la temperatura indefinitivamente ma che Rossi (o il software), raggiunta una data temperatura fa sì che l'autosostenimento s'interrompa.

Dipende dal punto dove è misurata la temperatura.
Se tra la sorgente di calore e il punto di misura c'è inerzia termica, questo mi pare spiegabilissimo.

Mahler ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Matteo ha detto...

>Che pressione ci vuole per spostare la temperatura di ebollizione fino a 123 °C?

direi 0,23 MPa. Ma è evidente che in una pentola a pressione come in questo caso il punto di equilibrio si sposta al variare delle condizioni di pressioe all'interno.
Quindi si è cercato di rendere ancora più difficile la comprensione del funzionamento o meno dell'accrocchio.

Quel che è ancora più certo è che si è pienamente in cambiamento di fase sia al minuto 4:15 del video sia al minuto 6:43.

Tra l'altro nel minuto 4:15 si nota una quantità di acqua mostruosamente superiore al vapore, considerata la differenza di volume massico tra i due stati.

Mahler ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Mahler ha detto...

Probabilmente 123.0°C sta per 133.0°C. Dopo cinque minuti di autosostenimento la temperatura sale di 0.7°C (133.7°C), per poi scendere a 122.7°C.

Mi correggo... sono 11 gradi tondi tondi.

Mahler ha detto...

Basta ci rinuncio, tanto è inutile. Mi limiterò ad aspettare gli eventi :-(

sukoy ha detto...

Concordo è l'ennesima dimostrazione spettacolare ma con nulla di scientifico.
Io cmq resto moderatamente fiducioso, in mancanza di evidenze scientifiche, essenzialmente per due punti.
1)Per quanto mi riguarda ho un ottima considerazione di Daniele, se Daniele si fida di Levi e Levi a sua volta si fida di Rossi, io per la proprietà transitiva mi fido di Rossi anche se ripudio totalmente il modo in cui porta avanti la vicenda.
2)In otto mesi non mi è ancora chiaro chi sia il target nel caso Rossi stesse orchestrando una mega truffa.

Marco De Leonardis ha detto...

Ma Levi si fida ancora di Rossi?
Non ha più detto niente da parecchio.

Enrico Maria Podestà ha detto...

Ma non è che qualcuno si è perso il report??

http://www.nyteknik.se/incoming/article3264365.ece/BINARY/Report+E-cat+test+September+7+pdf


Con tutte le tempistiche, quantità d'acqua e idrogeno con nessi e connessi.........

Basiamoci un po' su questo magari...

guido52 ha detto...

Rimane comunque incomprensibile perchè invece di quell' accrocco complicato e dal guadagno energetico discutibile e comunque inferiore a quello dei primi annunci, Rossi non si sia dedicato a perfezionare le singole unità facendole validare adeguatamente da enti e università al di sopra di ogni sospetto. Avrebbe così trovato venture capitalists a iosa disposti a sostenerlo, a finanziarlo, ad aiutarlo a difendere il brevetto ( che a quel punto sarebbe divenuto realisticamente conseguibile )ecc... Davvero non capisco. Stanti le dimensioni e il peso dell'aggeggio ora sarà ancora più difficile convincere gli scettici che l'nergia prodotta non è di origine chimica. Davvero non capisco.

gian ha detto...

@Stefano
La potenza si misura in kW, l'energia in kW/h.
Oddio cosa mi tocca leggere!
energia = potenza * tempo, non potenza / tempo!
sperando che si comincino ad usare le unità di misura corrette
Ecco, magari comincia tu per primo a dare l'esempio...

vocesolitaria ha detto...

Io non credo che si tratti di una truffa deliberata.
Credo che Rossi abbia creduto di vedere realmente un fenomeno eccezionale, ma che poi con il passare del tempo nello sforzo di rendere reale e ripetibile il fenomeno abbia incontrato crescenti difficoltà; probabilmente è ancora nella fase di ritenere che, incrementando gli sforzi magari con l'aiuto di finanziatori esterni possa concretizzare ciò che finora non è riuscito a portare a termine. Temo che, se già non è arrivato a questa fase, a un certo punto per non deludere chi fino a questo momento lo ha seguito e nella remota speranza di farcela, cercherà in tutti i modi di mantenere in piedi questa utopia, fino allo sfacelo finale.
Nello scrivere queste righe mi viene in mente Calisto Tanzi, che a mio parere è stato sorretto da uno spirito simile. Convinto di creare benessere per se stesso, per la sua azienda e per la comunità coinvolta, ha cercato di mantenere i piedi una azienda decotta con ogni stratagemma, sperando alla fine di uscirne scommettendo sulla finanza speculativa. Come sappiamo è stato uno sfacelo, anche se forse le intenzioni potevano essere costruttive.

sukoy ha detto...

@guido52
se tutto dovesse andare bene, spero che Rossi dopo ci scriva un libro e ci faccia capire che cavolo gli passa dalla testa. Questo poi è il motivo maggiore per cui parecchia gente gli pone dubbi scientifici, onestamente se le va a cercare lui.

Max Altana ha detto...

@vocesolitaria

l'ho detto tanto tempo fa e mi ricordo di essermi preso qualche pernacchia :)

Marco De Leonardis ha detto...

E magari il vapore compare ossessivamente perchè è l'unico modo per replicare l'esperimento.

Avrà notato che, stranamente, se faceva l'esperimento senza cambiamento di fase, la reazione non si innescava.

Ecco, abbiamo trovato il mitico catalizzatore: E' IL VAPORE

E non serve nemmeno che venga a contatto con il nichel...

gio ha detto...

non ha valore scientifico!!!

e quindi a che serve???

Tizzie ha detto...

Serve per far discutere la gente fino a fine Ottobre!

Gianpietro ha detto...

Accidenti, mi tocca organizzare la serata di aggiornamento a Mestre prima del previsto.
Faccio un'ipotesi: sono sempre strabiliato della costanza con la quale TIA sostiene le sue tesi (e che a volte condivido, spezzando una lancia a suo favore). Ma non è che sotto le spoglie di TIA si nasconda proprio Daniele con l'intento di tenere vivo il suo blog? Una trama da film giallo! Altro che E-Cat. ;)
Gianpietro

lutoit ha detto...

Quindi Vocesolitaira tu vedi un folle orgoglioso allo sbando lanciato come un treno verso la catastrofe finale!

Effettivamente è degno di un inventore romantico, come Robur nei romanzi di Verne.

Marco De Leonardis ha detto...

Commercialmente parlando, questo tipo di dimostrazioni ha un effetto negativo sul mercato.

Infatti Rossi dice che si sta autofinanziando....

Non è solo un problema scientifico.

gio ha detto...

@TIZZIE
>Serve per far discutere la gente fino a fine Ottobre!


... può essere ....ma perchè??

lutoit ha detto...

Pensa cosa direbbero se si facesse dare dei soldi da qualcuno!

O se arrivassero 24 miliardi, di cui una buona parte di mazzette, come fanno certi con la fissione.

Tizzie ha detto...

@gio: non lo so, magari per far tenere vivo l'interesse in maniera programmata.

Ad esempio quanto alle ultime foto e video, ho il forte sospetto che siano vecchi di almeno due settimane, ma siano stati pubblicati solo oggi.

bertoldo ha detto...

il commento di voce solitaria è ridicolo e grottesco .Accomunare un'azienda che ha avuto il massimo fallimento mondiale a Rossi è un pò come spararsi sui piedi e se non si capisce la "sottile" diseguaglianza ...allora il ricovero è l'unica soluzione .
178 post ancora di nulla ripetendo per l'ennesima volta le stesse cose dette dà 6 mesi a questa parte e le scrivono come se fossero novità assolute .
Piantatela e aspettate , perchè di vostri soldi investiti non c'è neanche un euro , ne lo investirete anche se funzionerà , quindi dovè il problema ?
Lasciate la gente andare a sbattere contro un muro , senza ergervi a salvatori de noantri .
Le pernacchie non servono più , serve qualcosa di forte e presumo che neanche basterà , ormai le fandonie si sprecano e come mister B siete incapaci di tornare indietro e le sparate sempre più grosse .
Un mese due passano presto ,il mondo và avanti con o senza il vostro consenso .

vocesolitaria ha detto...

@Bertoldo
Direi che non hai capito lo spirito del mio commento.
E' evidente che la portata delle due posizioni è incomparabile, ma se proprio il mio raffronto ti da fastidio, rileggi il mio commento fermandoti a metà.

Certamente il mondo va avanti con o senza il mio consenso. Altrettanto dicasi per il tuo.

MISTERO ha detto...

"Piantatela e aspettate , perchè di vostri soldi investiti non c'è neanche un euro , ne lo investirete anche se funzionerà , quindi dovè il problema ?"

Perchè non cominci tu?
il saggio dovrebbe dare il buon esempio :))))

GPT ha detto...

OK matt ha risposto alla domanda sul NYt...
Svar till GPT
=======================
Oh, Well the final emptying of the Ecat was only done at the very end. The valve you can see at the bottom is where the inlet water was connected during the test.
The outlet was wide open during all the test, and the pump never stopped. I was there all the time.
==================
in pratica dice che durante TUTTO l'autosotentamento pompa di acqua e uscita principale continuava a funzionare, solo alla fine hanno staccato l'ingresso acqua e "spurgato" quello che rimaneva.

Alla luce di queste info e dando pinena fiduca a matt le azioni su energia e autosostentamento risalgono parecchio!
peccato non aver la vista dell'uscita okkiometrica (l'uscita vera) a step di 5 minuti durante l'autosostentamento, quello si che sarebbe UTILISSIMO!

Infatti nella mia pentola a pressione se lascio aperta la valvola e spengo il gas dopo 2 minuti smette di uscire vapore, tanto piu' vero in questo caso dove dall'esterno continuo a pompare acqua fredda!!!

Cakkio ci voleva poco a fugare (a mio avviso) tutti i dubbi, ma sulla parola di Matt direi che tutto torna ed E' VERO!!!

che ne dite torna anche a voi l'impossibilità di vapore (anche poco) senza corrente per 30 minuti di fila (e poi lo spurgone così vaporoso alla fine dei 30 minuti) in caso di assenza di reazioni di qualche tipo???

insomma ora (sulla parola di Matt) possiamo dire "NON E' UNA PENTOLA A PRESSIONE" anzi è proprio una tigrona nucleare a vapore :)

GPT ha detto...

L'ho scritto anche a Matt... chissà che non cambi il report chiarendo questo aspetto :)

perritos ha detto...

Scusate ma perche nessuno commenta il fatto che la potenza in ingresso è di 2,6Kw??? ma non vi sembra una potenza troppo alta??
A giugno si parlava di una potenza che andava dai 400w ai 700w massimo.

Mahler ha detto...

> che ne dite torna anche a voi l'impossibilità di vapore (anche poco) senza corrente per 30 minuti di fila (e poi lo spurgone così vaporoso alla fine dei 30 minuti) in caso di assenza di reazioni di qualche tipo???

A onor del vero teoricamente sarebbe possibile. Basta usare un materiale con molta inerzia termica e far salire la pressione del vapore sopra le 2 atmosfere. Il numero di chilogrammi in gioco sicuramente lo consente.

Mahler ha detto...

> Scusate ma perche nessuno commenta il fatto che la potenza in ingresso è di 2,6Kw??? ma non vi sembra una potenza troppo alta??

Forse ci sono più E-Cat dentro quel coso...

Red5goahead ha detto...

@GPT

Ma è inutile. tanto diranno che Matt è d'accordo con Rossi o che dentro l'e-Cat di sono le scimmie urlanti che pedalano per produrre l'energia che non torna...

«Meno recenti ‹Vecchi   1 – 200 di 651   Nuovi› Più recenti»

Posta un commento

Ovviamente 22passi è un blog, non una rivista on line, pertanto la responsabilità di quanto scritto in post e commenti appartiene solo ai rispettivi autori. Chi è abilitato a pubblicare su 22passi deve evitare botta&risposta a distanza con utenti di altri blog o forum (donde può comunque trarre contenuti citandone la fonte).

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.

Related Posts with Thumbnails