BLOG PER APPASSIONATI D'AMORE, ONESTÀ, SPIRITUALITÀ, ARTE, POESIA, POLITICA, DEMOCRAZIA, SOSTENIBILITÀ, TECNOLOGIA, ENERGIE PULITE, COLD FUSION E LENR, MEDICINA ALTERNATIVA, RIVOLUZIONI SCIENTIFICHE, CRIPTOARCHEOLOGIA E "TANTE COSE INFINITE, ANCOR NON NOMINATE"

>>>> CERCHI LIBRI SUL BENESSERE DEL CORPO, DELLA MENTE E DELLO SPIRITO?

B A C H E C A D E L B L O G

Dal 25 Aprile 2015 (Festa della Liberazione) la possibilità di lasciare commenti nel blog è stata disattivata, eccetto per gli 85 utenti autorizzati e autori ad oggi iscritti. Chi desiderasse fare parte di questa piccola community (Google consente ancora 15 iscrizioni) può mandare due righe di presentazione a 22 passi chiocciola gmail punto com.

giovedì 16 giugno 2011

Quattro gatti e sette persone (2)




(segue da qui


Martedì scorso 6 giugno a Bologna, su richiesta di Mats Lewan, ho documentato con la mia Nikon le misure di corrente prese con la pinza amperometrica su tutti i cavi dell'alimentazione - marrone (fase), blu (neutro), giallo-verde (a terra) - mentre l'E-Cat era in funzione.

IN FEDE
Daniele Passerini





Bologna, 14/06/11 - Foto di Daniele Passerini
Ricordo che la solita gente che "dà buoni consigli sentendosi come Gesù nel tempio" ha rimproverato Mats di non avere eseguito lui stesso tale prova nel corso dei test di aprile per Ny Teknik. Perché secondo i più maligni, ovviamente, nel cavo a terra passava un "raggio di Flash Gordon" a cui si doveva il surplus di energia dell'E-Cat!

Come non mi stanco mai di ripetere, questo non è un blog scientifico. Infatti degli 8 esami di ingegneria dati 25 anni fa - prima di riprendere il solco tracciato dal liceo classico - non ricordo nulla, salvo una minima infarinatura. Ho soltanto la fortuna di essere amico di un bravo fisico, che gode la stima di un professore emerito, che a sua volta è consulente dell'inventore dell'Energy Catalyzer.

Lascio perciò a chi è di solida cultura scientifica, il commento di queste foto (basta un clic su per ingrandirle).

(segue)

70 : commenti:

tmarco80 ha detto...

Se la tensione di alimentazione è di rete pari 230V e il carico è resistivo... stai consumando circa 800W nulla da dire :)

Il Santo ha detto...

Quelli sono 3.5 AMPERE??!! Ultimamente l'e-cat ha raddoppiato il suo consumo di energia elettrica!!

Male, molto male... attendiamo altri dati.

Fr@ncesco CH ha detto...

Daniele mi sa che sei davvero stanco perché invece di scrivere il nome di Lewan come "Mats" hai scritto "Mast"!!!

tia ha detto...

Vapore o liquido?

Tizzie ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Il Santo ha detto...

@Tizzie
Non arriverei a mettere in dubbio la buona fede di Daniele. Di certo non calmieri gli scettici mostrando un consumo di energia elettrica doppio. Questo vuol dire che se Rossi vuole stare dentro al fattore 6 del contratto con la defkalion deve produrre almeno 5Kw termici (in maniera incontrovertibile, senza il solito vapore nell'intorno dei 100 gradi e supposto secco). In piu' togliere la sonda di temperatura in uscita dall'involucro sarebbe un'altra bella idea.

Se queste sono le premesse non mi aspetto nulla di risolutivo nel prossimo futuro.

Tizzie ha detto...

@Il Santo: mi sembra sia stato detto in precedenza che in questa prova ne sono stati utilizzati due in serie. Dunque un raddoppio del consumo sarebbe piu` che plausibile.

Il Santo ha detto...

@Tizzie
Nelle foto di ieri sembra attivo solo uno. Te ne accorgi dalla centralina di controllo che ha solo due linee attive.

Il Santo ha detto...

@Tizzie
@Daniele
Cmq speriamo che Daniele chiarisca in quale situazione ha fatto la misurazione. Nel testo parla di ecat al singolare e nelle foto ne e' attivo solo uno...

ant0p. ha detto...

potrebbe anche essere il consumo di tutt'e 4..200watt a testa, ma qui siamo nel campo degli indovinelli della moviola, a me più che individuare possibilità di trucchi o raggi alla flashgordon o sifoni vari (questi dubbi non saranno mai fugabili a meno che non si faccia tutto dal vivo in prima persona) interessa la sostanza, cioè che se anche ci fosse vapore sia vapore almeno sui 120° con una temperatura che variabile, ma sempre di molto sopra i 100°, per escludere che ci si possa trovare in fase di ebollizione a 100°. se poi fosse possibile evitare pompe e rimanere in fase liquida anche all'uscita molto meglio ovviamente, ma visto che ormai si sono affezionati a sta pompa giallognola..:))

AC/DC ha detto...

ma ragazzi come siete maliziosi, non sappiamo quanti e-cat stessero funzionando in quel momento percui ritengo assolutamente inutili alcuni dei vostri commetti sarcastici.

@Daniele
immagino che ti starai divertendo un bel pò immaginando (o leggendo) quello che i soliti noti stanno scrivendo ;)

tia ha detto...

Ho paura niente liquido.
Visto che sono 800W e che ci si aspetterà un minimo di x6, quindi sui 5kW in uscita. E per avere fase liquida servirebbero almeno 50 kg/h di acqua, troppo per la pompa.
Quindi vapore. Se è come ad aprile, sui 2.2 g/s di flusso.

Anonimo ha detto...

mah....visto che qualsiasi cosa si faccia si ottengono delle misure che poi vengono contestate la cosa più semplice era di mandarlo in autosostentamento e staccare tutti i fili di alimentazione.


Voglio vedere dopo 20 ore di funzionamento anche solo con ebollizione dell'acqua chi poteva
confutare qualcosa.

Poi per fermare il tutto bastava la martellata di Focardi.

Il Santo ha detto...

Per ora non si e' visto nulla in autosostentamento: l'autosostentamento sarebbe stato perfetto, ma non si è visto. E' come Amedeo Nazzari segretario del PD: sarebbe stato perfetto, ma e' morto.

Daniele 22passi ha detto...

@FrancescoCH
Grazie della segnalazione del refuso. Non me ne sarei accorto nemmeno rileggendolo 1000 volte! :)

@TUTTI
Ho fatto giusto poche modifiche al post, giusto per ribadire che la mia è una dichiarazione e una testimonianza di cui mi assumo piena responsabilità... se qualcuno mette in dubbio la mia parola si faccia avanti!

PRECISAZIONI

1) Se scrivo l'E-Cat in funzione e non gli E-Cat in funzione ci sarà un motivo no!?

2) Rossi stava testando dei set-up particolari... sospetto che l'assorbimento di corrente maggiore derivasse da questo. Il led a destra segnava "9". In certi momenti ho visto che veniva abbassato (a "5" per esempio) e credo che a questo corrispondesse meno corrente alla resistenza: l'effetto della resistenza a "5" era quello di rendere leggermente meno stabile la reazione. Infatti, mentre a "9" la temperatura in uscita era praticamente costante, a "5" oscillava leggermente su e giù (ma persino più su che giù!).

Il Santo ha detto...

@Daniele
Penso che senza ulteriori elementi la 2) fa apparire plausibile che a scaldare sia la resistenza elettrica.

Tizzie ha detto...

@Daniele: grazie per le precisazioni!

Pero`, se adesso qualcuno si ricorda che dal video di Mats Lewan in cui venivano mostrate la sonda, il secchiello con il tubo ed i vari E-Cat in varie configurazioni e tutto il resto, si vede rossi armeggiare sul modulo di controllo come avevo gia` fatto notare allora...

Il Santo ha detto...

@Tizzie
Si, quando dice "stable, stable" con la faccia di un bambino pescato con le mani nella marmellata :)

carl ha detto...

Celani però dice che nella prova del 14 ha guardato i cavi e ha detto che non spiegavano la quantità di calore...poi un trucco così banale non penso proprio sarebbe scappato all'unibo :)

Daniele 22passi ha detto...

@Il Santo
Ribadisco. A "9" T era costante.
A "5" non ho detto che T diminuiva!
Ho detto che cominciava ad oscillare su e giù ("persino più su che giù") cioè in modo sinusoidale attorno al T che prima era costante... È PIU' CHIARO ORA???

Non ci capisco una mazza, sono il primo a dirlo... perciò spiegami per favore come questo comportamento si concilia con la tua ipotesi che tutto il miagolio del gatto fosse dovuto alla resistenza. A me sembrerebbe esattamente il contrario... ma l'esperto sei tu, appunto.

Buonanotte, leggerò la tua risposta domani.

Il Santo ha detto...

@Daniele
La T in cui si manteva costante era 100 gradi centigradi? In quel caso la "stabilità" del sistema era dovuta al passaggio da liquido a vapore dell'acqua (che avviene a temperatura costante, appunto).

Cmq, in generale, potresti aver assistito a un fenomeno di pendolazione della temperatura che si verifica in caso ci sia una varizione del valore della resistenza al variare della temperatura stessa. Ovviamente e' un'ipotesi, se potessimo conoscere l'interno dell'accrocchio potrei ipotizzare meno!

Cmq vorrei precisare che non mi interessa se le LENR abbiano o meno la dignità di verità scientifica. Quello che contesto è l'affermazione di Rossi di aver ottenuto qualcosa che produce quantità di energia applicativamente rilevanti.

Vettore ha detto...

@Daniele
Cosa era collegato a quel cavo? Solo lo scatolone blu di controllo, o anche altro (strumenti di misura, computer, pompa, etc.)?
L'assorbimento di potenza sembrerebbe maggiore delle altre volte, però non dobbiamo dimenticare che non è costante, quindi non possiamo estrapolare un bel niente sul cunsumo medio da questo valore...

Daniele 22passi ha detto...

@Carl
I "critici" che scrivono nascondendosi (quasi tutti) diettro a un nick partono dal presupposto che al Dipartimento di Fisica di Bologna siano tutti incompetenti... francamente mi auguro che prima o poi il Dipartimento si decida a chiamare in causa la polizia postale e a querelare (non sto parlando dei commenti scritti su questo blog ma su altri siti) chi ha avanzato accuse inqualificabili.

@Il Santo
@Tia
Ho altre foto che rispondono alle vostre domande, con calma, nei prossimi giorni pubblico tutto. Partire dal presupposto che ogni azione di Rossi nasconda un intento truffaldino è il vostro punto di vista. Io parto dal presupposto che se fosse così non mi avrebbe permesso di fotografare a destra e manca e pubblicare tutto.

@Vettore
Ahimè, in tutta sincerità era una verifica talmente scontata che non ho pensato a farla... così a memoria (ma me ne fido poco) ti avrei risposto che mi pare che a quel cavo fosse collegata solo la blue-box... FORTUNATAMENTE VIENE IN SOCCORSO LA FOTO N. 8 DI CUI AL PRIMO POST: http://22passi.blogspot.com/2011/06/quattro-gatti-e-sette-persone.html
Puoi vedere che la pompa è collegata a una ciabatta che è collegata a una presa sul muro a sinistra, il computer e collegato un'altra presa sulla destra non visibile nella foto, e al cavo grigio testato con la pinza amperometrica è collegata solo lo scatolotto blu. Non me lo sarei perdonato!!! :-)

mario massa ha detto...

La pinza utilizzata è di modello molto economico (30 euro?) e non credo true RMS.
Certamente non è in grado di misurare correnti continue. E’ sufficiente un diodo in serie alle resistenze (come si fa normalmente nei phon per capelli) per più che dimezzare il valore letto.
Inoltre misurare 3 A con un fondo scala di 200 non è il massimo.

Non è facendo fare una misura a Daniele (senza offesa per Daniele!) che Rossi può sperare di tacitare gli scettici.

Daniele 22passi ha detto...

@Mario Massa
A parte che ho fatto solo le foto, non preso la misura (non ho quattro braccia), né ho mai preso una pinza amperometrica in mano, è stato Mats Lewan a chiedere questa prova. Rossi non vuole dimostrare proprio nulla alle menti malate che pensano che faccia trucchetti.
E non puoi nasconderti dietro a un dito Mario. Sostenere che Rossi stia ingannando significa affermare che Focardi e Levie (e Bianchini e Ferrari e Campari e Bonetti e Capiluppi ecc.) siano in combutta... e qui scivoliamo in un terreno passibile di querela. Concordi su questo?
Oppure anche tu credi che Rossi sia un ipnotizzatore??? ;)

@tutti
Ora vado al lavoro. Ci risentiamo nel pomeriggio o stasera.

mario massa ha detto...

Scusa, ma ho dato un occhio al blog e ho visto la foto di una pinza senza sapere nulla del contorno.
Contrariamente alla mia abitudine ho scritto di getto, tra l’altro dicendo anche una stupidata (con un ponte a monte ciò che ho detto è vero, con un diodo solo in parte) solo per sostenere che non è così che si procede in una analisi di una apparecchiatura: o si fa sul serio o si scherza.

Sono assolutamente certo della buona fede di Focardi. Sugli altri non posso giurare, ma sono quasi certo della loro buona fede: se questo implica che Rossi è un ipnotizzatore non lo so.

Enzo de Angelis ha detto...

Per affermare che una persona sia un truffatore occorre che prima ci siano dei truffati.
Al momento non mi risulta che nessuno abbia fatto una denuncia di truffa nei confronti di Rossi riguardo all'E-Cat.
A chi non crede nella sua buona fede per mettersi al sicuro è sufficiente non acquistare mai un E-Cat, e d'altra parte nessuno potrà mai costringerlo a farlo.
Non capisco perciò tutto questo accanimento preventivo e il cercare a tutti i costi le prove della progettata truffa.
In quanto a coloro che si fidano di lui e degli scienziati che gli ruotano intorno credo siano liberi di farlo. In fondo è per una nobile causa, c'è chi ha fatto molto peggio rovinandosi economicamente per acquistare i terni vincenti al lotto o per farsi togliere la fattura.
@ Daniele
Hai tutta la mia personale stima e mi dispiace moltissimo che tu non ti possa recare alla conferenza in Grecia.
Per quanto riguarda l'aspetto tecnico vorrei precisare che la tensione a carico inserito è 220 volt che moltiplicato per 3,5 Ap fa 770w di potenza in entrata. Nell'E-Cat di dimensioni inferiori è stata calcolata una potenza termica in uscita di 4700 w per cui il rendimento è pari a 6,1 (4700/770) esattamente il minimo che si chiede di dimostrare.
Non ho alcun motivo di dubitare della tua perfetta buona fede e dell'autenticità della foto rispetto alla misura in questione.

Andrea G. S. ha detto...

@Daniele
Non ti sembra esagerato tirare in ballo polizia postale e querele ?
Esprimere leciti dubbi, quando mancano i dati non si chiama diffamazione.
Siamo in ambito scientifico, mica nel paese degli ayatollah ! Se fosse così nessuno scriverebbe più peer review negative per paura di finire in galera.

David ha detto...

Krivit ha iniziato a pubblicare i suoi report, per ora nessun dato.
http://blog.newenergytimes.com/2011/06/16/preliminary-report-of-interviews-with-e-cat-trio-rossi-focardi-and-levi/

zippo ha detto...

@Andrea GS

esprimere leciti dubbi una volta in un contesto e' sacrosanto.

quello che sta facendo tanta gente (non faccio nomi: tu, il santo, mw, tal dei tali, tia, mario massa, altri_che_non_mi_vengono_in_mente) e':

- mescolare continuamente l'aspetto scientifico (di cui non ci sono elementi per prendere una decisione definitiva; farsi un'opinione assolutamente si', una decisione no) con quello commerciale

- ripetere continuamente le stesse cose, in tutte le salse, dappertutto, da EA a physicsforum a vortex-l a chissa_dove_altro

lascio ai babbei il compito di cascarci. forse rossi e' in malafede e levi un incapace. ma a voi della verita' della scienza non importa un beatissimo nulla. e vi spacciate per grandi uomini di scienza. mi sorge una ghedinesca esclamazione: mavalaaa'!

Il Santo ha detto...

@Zippo
@Daniele

Qui nessuno mette in dubbio la buona fede delle persone, sia ben chiaro. Anzi, se Rossi&Co siano o no dei truffatori non mi interessa nemmeno... sono problemi loro. E non mi interessa nemmeno se le LENR siano o no verità scientifiche (ammesso di avere le compentenze per poterle indagare).

Una sola cosa chiedo: che sia dimostrato in maniera *incontrovertibile* che l'e-cat produca energia nelle quantità e con i fattori di scala che Rossi, Levi ed gli altri affermano.

Ora in questo blog (che e' anche una community come dice lo stesso Daniele) qualsiasi cosa succede diventa un modo per esaltarsi mentre i problemi cruciali che io e tanti altri abbiamo messo in evidenza più e più volte vengono semplicemente dribblati, ignorati, inconsapevolmente scartati.

Siamo tutti uomini. Cosi come io spero di aver preso una cantonata pazzesca, allo stesso modo Focardi, Levi, Rossi possono averla presa, in perfetta buona fede.

zippo ha detto...

@il santo:

- Una sola cosa chiedo: che sia dimostrato in maniera *incontrovertibile*: l'hai gia' chiesta 100000 volte e continui a chiederla: finche' non c'e' non c'e'! sembri un bambino in autombile che chiede "quando siamo arrivati?". cosa c'entra questa insistenza con la scienza? stai li' e aspetta come tutti, senza tormentarci

- ...diventa un modo per esaltarsi: bravo uomo di scienza, proprio una bella osservazione. dove l'hai vista questa esaltazione? ti piacerebbe, ma qui non c'e': e' un posto frequentato da gente matura, lo vuoi capire o no?

- ...presa, in perfetta buona fede.: si' certamente, un prof di fisica dell'universita' che non sa distinguere una caldaia da un ferro da stiro. abbi il coraggio delle tue azioni e portali in tribunale, altro che perfetta buona fede.

basta, avete rotto, state sporcando tutto. tornate su EA (posto peraltro notevolissimo, a parte il thread in cui vi siste rintanati) nel vostro salottino per cantarvele e suonarvele da soli.

spero che anche altri esprimano il loro disappunto: tutti i dubbi che si vuole (e chi non li ha?) ma con onesta' intellettuale. della propaganda io ne farei volentieri a meno. in un senso e nell'altro.

Anonimo ha detto...

@ Zippo:
"basta, avete rotto, state sporcando tutto. tornate su EA!"

Va bene lo farò.

"(posto peraltro notevolissimo, a parte il thread in cui vi siste rintanati)"

Diciamolo pure, è una fogna!

ciao,
ci si vede tra i liquami se passi...

Il Topastro mW

mimmo canino ha detto...

@zippo
rossi si definisce un uomo molto pratico, ma zippo è il buon senso in persona;
io non so se l'e-cat funziona o no, ma certo non lo si capisce dalle foto di una pinza amperometrica su un cavo, o se un cavo di corrente passa dal control box o no. Ovviamente i vari personaggi citati da zippo come onniscenti, sapranno prendere le misure meglio di Levi, Rossi, Focardi, i tecnici dei Defkalion, quelli di Ampenergo, che hanno tirato fuori diversi milioni di euro. Ecco io seguirei il detto americano sempre valido, per capire le cose segui l'odore dei soldi, se qualcuno li ha tirati fuori qualche garanzia l'avrà pur voluta;
ciao da mimmo

ant0p. ha detto...

@daniele
ci fai gli indovinelli prima di dire tutto:)) comunque già m'interessa molto il fatto che la temperatura oscillasse con la resistenza a 5, vuol dire che almeno dei tratti valutabili senza essere durante un passaggio di stato ci sono, e questo è importante. noi esterni è inutile che ci accaniamo su dettagli molto volatili e poco dimostrabili (se ci fossero trucchi nascosti e levi e gli altri del df non se ne accorgono dal vivo figuriamoci cosa si può vedere da delle foto o dei minivideo di youtube:)), a me interessa che ci siano dei dati coerenti e analizzabili senza indecisioni..se vedo una curva della t che sta sempre piatta a particamente 100° non so quanto calore latente di ebollizione considerare, mentre se si elimina l'indecisione sul passaggio di stato per quanto mi riguarda sono soddisfatto, non posso mica a mettermi a sindacare se tutto il resto è misurato correttamente e tutte le misure 'antitrucco' sono messe in atto, quelle sono cose da controllare dal vivo e devo per forza fidarmi di chi ha messo su e seguito gli esperimenti, se no non ha nessun senso mettersi a commentare dei dati se si da per scontato che sono sbagliati e la cosa non può funzionare, allora ha più senso un'opposizione teorica/di principio stile-franchini:))

tia ha detto...

Nel report preliminare krivit scrive che in uscita c'era vapore (male) bianco (molto male), quindi vapore bello umido.

Davide ha detto...

@ Tia
All'uscita del tubo lungo x metri, non all'uscita dell'e-cat

Tizzie ha detto...

@Davide: Rossi ha rimosso il tubo dall'apparecchio per un attimo per una rapida prova visiva, Krivit docet:

On my request Tuesday, Rossi removed the hose from the drain. Before doing so, he carefully lifted the last meter of the hose above the height of the drain, allowed any water in it to flow down the drain for a few seconds, and then removed the hose from the drain, keeping the open end pointed up. I could see some white steam slowly exiting from the hose. He said he had to put it back in the drain quickly, after a few seconds, otherwise it could be dangerous.

Davide ha detto...

@ Tizzie
ma tu hai capito così?
Io ho capito che ha rimosso il tubo dall'uscita dello scarico dell'acqua (che stavolta era in bagno, non nel secchio come col test con Lewan).

tia ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Tizzie ha detto...

@Davide: hai perfettamente ragione, scusa. Mi stavo immaginando per qualche motivo le stesse condizioni del test di Lewan.

tia ha detto...

@tizzie
Appunto.
Inoltre interessante che dica "white steam slowly exiting from the hose". Ad aprile il vapore in uscita era di 5 litri/s, qui deve essere di piu (piu potenza termica), e la sezione di uscita dell'attacco del tubo è veramente piccola (vedi foto 3). Altro che vapore che esce lentamente, se fosse vapore secco o quasi secco, uscirebbe uno sbuffo da 15-20 m/s!

ant0p. ha detto...

ho letto il pre-report di krivit: le obiezioni sul vapore che fa sono condivisibilissime, più o meno le stesse di celani, che sono quelle su cui insisto sempre anch'io:))

la conclusione dell'articoletto ovviamente la approvo in pieno:

"The entire uncertainty about vaporization enthalpy would be moot if the experiments were run with a higher flow rate to keep the output temperature below boiling. Levi apparently did this on Feb. 10-11 and he provided information about his final results to reporter Mats Lewan of Ny Teknik.

Levi has not however, provided Lewan, or anybody for that matter, any information about his data. On Wednesday, I asked Levi for this data, for the second time. This time, he agreed. Levi promised to send me either raw or formatted data from the Feb. 10-11 experiment by next Wednesday."

ho letto nella prima parte di questo post un commento adirato contro krivit:)) secondo me invece è tra i pochi a aver fatto ufficialmente anche al di fuori dei forum delle obiezioni di sostanza e motivate sugli esperimenti col vapore. comunque aspettiamo di avere tutti i dettagli sulle prove di martedì prima di parlare..come ho già detto m'interessa di più la fase con temperatura oscillante..

tia ha detto...

@davide
>All'uscita del tubo lungo x metri, non all'uscita dell'e-cat

Rilggendolo in effetti pare cosi.
Comunque non cambia nulla. In 2-3 metri di tubo di plastica non disperdi kw di potenza termica, ma qualche centinaio di watt al massimo.
E se vedi vapore bianco, che esce lentamente dal tubo, significa che anche alla partenza era vapore umido.
Basta fare due conti per accorgersene.

Davide ha detto...

Bisogna vedere se il processo era all'inizio o meno, la temperatura del tubo stesso, la presenza di condensa all'interno, il diametro del tubo, il materiale di cui è composto, la sua lunghezza, ecc.
Insomma, finchè non ci mettono sopra le mani quelli del dipartimento di fisica per testarlo a fondo si può dire poco o niente.

Pietro F. ha detto...

Iniziare un rapporto dicendo che all'entrata dello "showroom" c'é scritto "F.lli Rossi Pneumatici" la dice lunga sulle intenzioni di Krivit. Strano, forse non ha trovato l'accoglienza all'altezza delle sue previsioni.
Daniele ne sai qualcosa?

17 giugno 2011 13:38

tia ha detto...

Tutte cose (esclusa la sezione del tubo) che dovrebbero giustificare la dissipazione di un paio di kW in un tubo di gomma lungo 2-3metri?
Fortuna a questo punto che non ha usato un tubo di metallo, sennò all'uscita arrivavano cubetti di ghiaccio :P

Comunque, per rimanere sui dati, mi risulta, per la gomma, una conducibilità termica di 0.16 W/m*K.
Quindi 3 metri di tubo e un deltaT di 80 gradi (esagero) hai 40 W di dispersione. Facciamo pure 200W? Ecco, hai voglia ad arrivare al paio di kw.

Vettore ha detto...

@Tia (ma anche Krivit...)
Visto che ci tieni ad essere preciso, dovresti ammettere che per fare il test del "vapore bianco" dovresti osservare il vapore alla stessa pressione e temperatura alla quale viene prodotto. Se lo osservi dopo metri di tubo a temperatura ambiente, dopo una valvola di laminazione quale è l'uscita del tubo, non puoi concludere alcunchè, a meno di non conoscere con precisione estrema la temperatura e la pressione atmosferica, il calore perso lungo il tubo e la pressione di vapore alla fonte. Senza questi dati qualsiasi assunzione è arbitraria, e quindi inutile cercarla di spacciare per risultato oggettivo. Certo, il test non fornisce neanche una risposta conclusiva alla stima dell'energia in uscita. Però per chi vuole procedere in modo scientifico c'è sempre la possiblità di fare un esperimento "blank": stessa portata dell'acqua, tubo con resistenza elettrica da 800W, e si osserva cosa esce... Se qualcuno mi dimostra che con la stessa configurazione viene fuori lo stesso tipo di vapore, mi lascio assalire dai dubbi e dallo sconforto anch'io.

Davide ha detto...

@ Tia
Guarda che ho scritto io 2-3 metri di tubo, mica Krivit.
Per quel che ne so, il tubo poteva essere lungo anche 20 metri.

Tizzie ha detto...

@Davide: se andava a finire in uno scarico, probabilmente era piu` dei 3+ metri di quello della prova di Lewan. Comunque si potrebbe chiedere direttamente a Krivit nel suo blog per fugare ogni dubbio.

Davide ha detto...

Comunque quello che mi chiedo io è invece questo:
Rossi e gli e-cat erano in USA, come pure i suoi collaboratori;
e pure Krivit era in USA;
perchè si sono tutti trasferiti a Bologna per fare il test?

robi ha detto...

Davide
guarda che ti ammali se continui così

robi ha detto...

Davide
guarda che ti ammali se continui così

Tizzie ha detto...

@Davide: domanda da un milione di dollari. Potrebbe c'entrare qualcosa il completamento dell'accordo di ricerca e sviluppo con l'Universita` di Bologna, visto che in teoria avremmo dovuto sapere qualcosa questi giorni (purtroppo ancora nulla, e presumo che un eventuale annuncio ufficiale oramai slitti ancora di una settimana).

Un'altra spiegazione estremamente scettica e` che Rossi in realta` non si e` mai mosso da Bologna, o lo ha fatto raramente per andare brevemente negli USA, e non viceversa come ha lasciato intendere fin'ora.

tia ha detto...

>dovresti ammettere che per fare il test del "vapore bianco" dovresti osservare il vapore alla stessa pressione e temperatura alla quale viene prodotto. Se lo osservi dopo metri di tubo a temperatura ambiente, dopo una valvola di laminazione quale è l'uscita del tubo, non puoi concludere alcunchè

Si chiama conservazione della potenza. In quel tubo quanti cavolo di watt vuoi perdere? Io ne ho calcolati 40W su 3 metri. Ad arrivare ai kW (perhè è questo che ci vuole per avere vapore bianco che esce lentamente) ce ne vuole.

>Guarda che ho scritto io 2-3 metri di tubo, mica Krivit.
Per quel che ne so, il tubo poteva essere lungo anche 20 metri.

20 metri = 260W.

zippo ha detto...

@davide:

il viaggio di Krivit rimarrebbe comunque fondamentale, perche' Rossi puo' essere un diavolo o un santo, puo' dire quello che vuole, ma il perno della faccenda e' e rimane Levi, l'unico che abbia fatto delle misurazioni indipendenti.

@non piu' a davide:

Il vapore; bene Krivit e' evidentemente scettico. Avra' i suoi validissimi motivi, anche se non e' che abbia avuto a disposizione molto piu' che le foto... Comunque, e' scettico sul prodotto o sulla reazione? Prendiamo 800W e scaldiamo 292 gr. d'acqua (un 10% in meno di una lattina di birra) per un minuto. Anche con un forno a microonde. La trasformiamo tutta in vapore con qualsiasi titolo?

La storia passa da questa domanda. Dall'articolo di Krivit ci passano eventualmente altri 4 messi per bancarotta al povero Rossi. Visto che non ce ne e' importato niente al primo giro potremmo disinteressarci anche del secondo.

Ma a noi povero parco buoi, quello che interessa veramente e' la storia. O ci facciamo menare ancora in giro?

Davide ha detto...

@ robi
Guarda che quello è Daniele, io sono tranquillo in ciabatte a casa mia.
Ma possibile che confondete tutti il nome Daniele con Davide???

tia ha detto...

>Prendiamo 800W

Ma la vogliamo capire che un amperometro a pinza E' ROBA DA ELETTRICISTI?
E che usato cosi come è usato nelle foto può tranquillamente darsi che la vera potenza sia oltre 1kW?

francescog ha detto...

caro tia non sò la tua "fonte" ma non ho capito se quel valore è il coefficente di scambio termico "h" o la conduttività termica del tubo "K" (se è la prima l'unità di misura è sbagliata h=> W/(m^2*K)) dato che non mi pare che tieni conto dello spessore, la formuletta senza considerare lo spessore verso il diametro è h=K/S, S è lo spessore....altra cosa quel valore con molta probabilita è a temperatura ambiente....e aggiungo che è molto difficile avere un'idea quanto veloce sia la condesazione con l'espansione in quest'ultima e nel video di Mats mi è sembrato (la risoluzione era quello che era..) che alla bocca del tubo fosse più o meno trasparente poi espandendosi diventava bianco (la differenza si vede almeno così mi ricordo ora non mi va di andare a controllare) ovviamente vale quel che vale tale impressione...

Davide ha detto...

@ Tia
Guarda che l'hanno usato semplicemente per verificare che per il filo di terra non passasse corrente.
Facendo il tuo stesso discorso si potrebbe dire che la potenza in entrata poteva essere solo 0,5 kW

tia ha detto...

Intendevo il discorso: con 800W non ci fai bollire l'acqua il quel modo. Il punto è che con un amperometro a pinza ci sono grandissime incertezze.

Comunque si, ho cannato sul calcolo della dispersione termica del tubo sottostimandola. Son sempre troppo frettoloso.

zippo ha detto...

@tia:

e allora rifacciamo il discorso con 1200W (se il margine d'errore della pinza e' maggiore mi chiedo che le vendano/comperino a fare): ci fai evaporare 292 gr, di acqua in un minuto, con qualsiasi titolo del vapore?

ma il discorso non e' tanto rivolto a te, quanto piuttosto a Krivit. Dato che fa il suo lavoro di giornalista e abbina delle considerazioni di tipo scientifico alla macchinetta del caffe' (che e' essenziale in italia come in tutto il mondo occidentale), si espone a dubbi del medesimo tipo.

Krivit e' una vita che lavora in favore della diffusione delle LENR. Si trova finalmente davanti a una macchina che, magari non fa 12kW, o neppure 3, ma comunque fa dei k (il vapore l'ha visto lui, non io) e non puo' essere alimentata con qualcosa di chimico (non ci sta in quei volumi).

Di fronte a questo, che dovrebbe essere lo scopo della sua mission, che fa? Mette in imbarazzo Rossi e i proff. per cio' che riguarda il prodotto, tralasciando completamente la domanda: e' la prova che le LENR funzionano?

Se vi da' da pensare il vapore, deve darvi ugualmente da pensare anche questo.

tia ha detto...

Ho rifatto i conti.
Il k è 0.16 W/m*K.
Ho assunto un tubo di gomma, raggio 1 cm, spessore gomma 3mm, lungo 3 metri.
E' lungo 3 metri perchè krivit scrive:
>the E-Cat goes directly to a three-meter black rubber hose

Ho assunto una temperatura del tubo di 70 gradi vs temp ambiente di 20 gradi.
Salta fuori un 480W di dispersione massima (caso peggiore).
E se parliamo di una uscta da 5kW, anche con 4,5kW (ma anche 4kW) fai un vapore bello corposo, come velocità.
Comunque meglio aspettare i dati del report a questo punto.

tia ha detto...

>e allora rifacciamo il discorso con 1200W: ci fai evaporare 292 gr, di acqua in un minuto, con qualsiasi titolo del vapore?

E da dove deriva quel 292gr/minuto? Krivit non ne ha parlato ancora.
In realtà se osservi bene i report di Lewan, in cui la portata è stata misurata per bene, noteresti che:
1) il famoso kick a 60 gradi in cui si innesca la reazione non è presente.
2) la potenza elettrica, tenuto conto delle incertezze dell'amperometro usato, è sufficiente per riscaldare e vaporizzare l'acqua.
Vedi, sono questi due aspetti che m'han fatto perdere la speranza.

tia ha detto...

>Di fronte a questo, che dovrebbe essere lo scopo della sua mission, che fa? Mette in imbarazzo Rossi e i proff. per cio' che riguarda il prodotto, tralasciando completamente la domanda: e' la prova che le LENR funzionano?

Krivit ha paura. Ha paura perchè se l'e-cat si rivela una bufala, affossera tutte le LENR/CANR/LANR/sticaz senza alcuna eccezzione. Ed il suo giornale morirà con loro.
Inoltre, per capire se le-cat funziona è essenziale capire la potenza termica in uscita. Cosa che finora non è stata fatta in modo conclusivo.

Anonimo ha detto...

Io invece nutro ancora speranze, in tutti gli altri casi di bufale energetiche comunque mai nessuno aveva sottoposto un apparato a professori universitari italiani, svedesi, greci, giornalisti etc...certo in questo caso non vengono fornite tutte le spiegazioni, ma credo per ragioni di brevetto/commerciali/di sicurezza...e poi c'e' una competizione tra università in ballo...

Guido

robi ha detto...

Tia
tu dici che Krivit ha paura di prendere una cantonata,si pùò anche pensare che voglia favorire qualcun altro e screditare Rossi.L articolo ha una base di disprezzo anche dove non vi è bisogno

zippo ha detto...

@tia:

se e' una bufala questo potrebbe succedere comunque, non e' un buon motivo per essere cosi' sgarbato. poteva essere molto piu' asettico: non ho avuto modo di verificare e quindi tutto e' rimandato ai tempi di rossi. che bisogno c'era di tirare in ballo i gommisti e le macchine del caffe'?

e per capire se l'ecat funziona o no sapevamo tutti benissimo, Krivit compreso, che avremmo dovuto aspettare le comunicazioni dei test delle universita' incaricate o il lancio commerciale (posto che quest'ultimo evento sia da considerare definitivo). Rossi e' un pezzo che lo ripete.

Insomma, non e' per il pre-report di Krivit che la questione cambia di una virgola: siamo sempre al punto di prima.

rodrigo ha detto...

Si è innescata una polemica tra Rossi e Krivit
http://www.journal-of-nuclear-physics.com/?p=360&cpage=21#comment-46697

mario massa ha detto...

@Zippo

“ma a voi della verita' della scienza non importa un beatissimo nulla”

Allora non hai proprio capito il mio (penso nostro) punto di vista.

"...presa, in perfetta buona fede.: si' certamente, un prof di fisica dell'universita' che non sa distinguere una caldaia da un ferro da stiro. abbi il coraggio delle tue azioni e portali in tribunale, altro che perfetta buona fede."

Quando avvenne lo scandalo dei raggi n erano tutti in buona fede.

Posta un commento

Ovviamente 22passi è un blog, non una rivista on line, pertanto la responsabilità di quanto scritto in post e commenti appartiene solo ai rispettivi autori. Chi è abilitato a pubblicare su 22passi deve evitare botta&risposta a distanza con utenti di altri blog o forum (donde può comunque trarre contenuti citandone la fonte).

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.

Related Posts with Thumbnails