Un blog per appassionati d’Amore onestà spiritualità arte poesia politica democrazia sostenibilità tecnologia green-energy cold-fusion LENR medicina alternativa cambi di paradigma rivoluzioni scientifiche criptoarcheologia e “tante cose infinite, ancor non nominate”. Uno specchio capovolto della realtà: qui siamo una società gilanica, fuori c’è il patriarcato; qui siamo pro E-Cat, fuori c’è il petrolio... per fare previsioni sull’esterno invertite SEMPRE i risultati dei nostri sondaggi interni!

>>>> CERCHI LIBRI SUL BENESSERE DEL CORPO, DELLA MENTE E DELLO SPIRITO?

mercoledì 15 giugno 2011

Quattro gatti e sette persone (1)

(1) Bologna, 14/06/11: Andrea Rossi - foto di Daniele Passerini
Appena ho un po' di tempo - temo non prima di questo weekend - vi racconterò con calma della mia partecipazione ai test che Rossi stava facendo ieri a Bologna con 4 E-Cat arrivati dagli made in USA*. Il punto è che già ieri notte ho dormito pochissimo e ora mi si stanno chiudendo gli occhi... 

*a scanso di equivoci!

(2) Bologna, 14/06/11 foto di Daniele Passerini

Mi rendo conto che non posso lasciarvi così tanto sulle spine, perciò cerco intanto di farvi vedere almeno un po' di foto, innanzitutto delle persone che ho incontrato. Naturalmente Andrea Rossi. La moglie nonché socia d'affari Maddalena Pascucci. Il professore emerito dell'Alma Mater Studiorum Sergio Focardi. Giuseppe Levi, in rappresentanza del gruppo di ricerca del Dipartimento di Fisica bolognese. Steven Krivit di New Energy Times, venuto in Italia per fare parecchie interviste. Carlo Leonardi, il "nuclear plumber" di Rossi!

(3) Bologna, 14/06/11 foto di Daniele Passerini
Entro il weekend vi mostrerò altre foto più ravvicinate degli E-Cat e aggiungerò qualche particolare tecnico che farà la gioia di appassionati e moviolisti, che comunque già con queste prime foto potranno placare poco poco la loro curiosità.

A detta di Rossi questa versione dell'E-Cat sarebbe ormai quella definitiva da utilizzare come unità base dell'impianto da 1 MW. Come potete già osservare da questi primi scatti non ravvicinati, è una versione ancora più compatta di quella utilizzata in occasione dei test fatti con gli svedesi.

LEGENDA
(5) Bologna, 14/06/11 foto di Daniele Passerini

Foto 1, 2, 3 - Andrea Rossi vicino a 4 unità E-Cat. Stava funzionando, da quasi quattro ore prima che arrivassi, soltanto quello più lontano dalla macchina fotografica. Rossi ha spiegato che successivamente li avrebbe collegati insieme per fare delle prove.

Foto 4 - Da sinistra a destra, Giuseppe Levi, Steven Krivit e Andrea Rossi. Si era appena conclusa una lunga intervista di Krivit a Levi.

Foto 5, 6 - Da sinistra a destra, Andrea Rossi, Sergio Focardi, Giuseppe Levi. Focardi era curioso di conoscere le ultime novità introdotte da Rossi all'E-Cat negli States.

Foto 5, 6 - Da sinistra a destra, Andrea Rossi, Sergio Focardi, Giuseppe Levi, assorti a osservare il setting sperimentale ancora nella forma un po' "artigianale" vista negli ultimi mesi. L'Università di Bologna sta predisponendo un setting molto differente.

(4) Bologna, 14/06/11 foto di Daniele Passerini
Foto 7 - Da sinistra a destra, Steven Krivit, Andrea Rossi, Sergio Focardi, Giuseppe Levi: scambi di foto a ripetizione!

Foto 8 - Da sinistra a destra, Maddalena Pascucci, Giuseppe Levi, Carlo Leonardi. Levi tra la titolare dell'azienda che stipula il contratto di ricerca con l'Università e il tecnico di fiducia di Rossi.

Foto 9 - Da sinistra a destra, Andrea Rossi, Sergio Focardi: una coppia che ha tutte le carte per passare alla storia.

A presto.

(6) Bologna, 14/06/11 foto di Daniele Passerini

(7) Bologna, 14/06/11 foto di Daniele Passerini

(8) Bologna, 14/06/11 foto di Daniele Passerini
(9) Bologna, 14/06/11 foto di Daniele Passerini

38 : commenti:

Enrico Maria Podestà ha detto...

Hoooo là! E mo me lo leggo di gusto :)

Daniele 22passi ha detto...

@Enrico Maria Podestà
È solo un'anticipazione, temo che per tutto il resto dovrai e dovrete aspettare sabato...
ricordo a tutti che ho un lavoro a tempo pieno a cui dedicarmi in primis e che a maggio ho potuto viziarvi con tanti aggiornamenti continui perché ero a casa infortunato a letto, con una caviglia gonfia come un pallone.

Tizzie ha detto...

Per caso c'e` stato anche qualche inviato da TV, radio varie od altri media mainstream?

Enrico Maria Podestà ha detto...

@Daniele

Intanto mi sono gustato le foto!

Certo che Levi, non se pò gurdà! (senza offesa) lo stimo tantissimo, ma almeno qualcuno gli poteva dire che si sarebbero scattate delle foto..... :))

Daniele, non so come fai, ho molta stima di te! E pazienterò senza romperti gli zebedei... Buon Riposo Guerriero dei Gatti!!

Il Santo ha detto...

A prima vista non mi sembra niente di sostanzialmente nuovo... i soliti ecat nella configurazione "classica". La pompa e' la stessa delle volte precedenti dalla portata troppo bassa per evitare che ci sia vapore all'uscita. Voglio solo sperare che, essendo gli ecat piu' piccoli, stavolta non ci sia la transizione di fase.

Non mi riesco a spiegare perche' l'UniBo se ne esce con setting differenti quando non ha ancora fatto una misura incontrovertibile sul setting standard (prova della serva giardiniera).

Un grazie a Daniele per il suo sforzo per darci notizie di prima mano.

zippo ha detto...

io dico che stai ritardando per usare una carineria nei confronti di Krivit: lasciargli il tempo per uscire insieme con le notizie. Se e' cosi', chapeau.

Comunque sempre grazie e ovviamente attendiamo ansimando (cioe' con ansia).

Ciao!

zippo ha detto...

@il santo

maremma, che scassauallera che sei! c'e' anche scritto che quello NON e' il setup sperimentale di UniBO!

Enrico Maria Podestà ha detto...

@Zippo

Avevo pensato la stessa cosa :)

Davide ha detto...

Uno dei 4 e-cat è quello che verrà dato all'Università di Bologna?

Andrea G. S. ha detto...

Belle le foto, grazie daniele.
Posso chiederti se oltre quel locale ai sbirciato un po' in giro ?
Cosa c'e' nel resto del capannone ? Officine, magazzini, uffici ? Quanto è grande ? Me mata la curiosidad :)

AC/DC ha detto...

Ottimo lavoro Daniele!

Grazie per l'aperitivo... ora non vedo l'ora di potermi gustare la cena.

Buona Notte.

Vanesio ha detto...

Grazie Daniele per le foto, e fai bene a procrastinare fino a sabato: ne conosco almeno due che stanno sclerando...

tia ha detto...

E quali sarebbero i dettagli di "assaggio" per i moviolisti?

>e fai bene a procrastinare fino a sabato: ne conosco almeno due che stanno sclerando...

Quanta pochezza.

Vettore ha detto...

Daniele, una curiosità che prescinde totalmente i dettagli tecnici e di "cronaca" che riporterai prossimamente: come ti è sembrato Rossi di umore?!? :-) Cioè, era cordiale e scherzoso, serio e professionale, stressato, soddisfatto, perplesso o cos'altro? Dicci, dicci...

tmarco80 ha detto...

Grazie Daniele per le foto!Stupende e in attesa... ma giustamente prenditi i tuoi tempi. Scusate una domanda che nasce dalla curiosità: Dice Rossi di aver fatto migliaia di e-cat di prova e investito 500.000 dollari per costruirli (se le fonti che ho letto sono valide). Però è solo mia l'opinione che per costruire e-cat basta una piccola officina meccanica? E' necessario produrli in USA? Poi se il nucleo richiede un processo particolare... nessuno lo sa. Dove lavoro costruiamo cose ben più complesse tra sonde-riscaldatori-rubinetti ecc... e produrli costa relativamente poco (parte di controllo a parte). Nulla voglio togliere a Rossi-Focardi anche se fosse un uovo di colombo l'importante è la scoperta e che la cosa funzioni e hanno tutta la mia stima. E sarò il primo a pagargli i soldi dei diritti per comprare un e-cat. La mia è solo una curiosità... grazie!

Andrea G. S. ha detto...

4 E-Cat arrivati dagli USA.
Ma sono appena arrivati ? Una strana sensazione mi dice che sono gli stessi che ha usato con gli svedesi e Lewan, solo decapitati e impachettati. Da patologico moviolista sono andato a rivedermi le foto di aprile e la basetta di legno è la stessa (guardare le nervature) ! A meno che a Bologna il legno sia raro, trovo difficile che si sia stata riciclata dalla nidiata precedente.
Vi ha mostrato, solo per curiosità altri gattini, quelli di produzione ?
Scherzi a parte, Rossi mi è sembrava assai tirato o forse era la posa per le foto.
Levi era lì in veste ufficiale (cioè a spese dell'uni) o di tasca sua per invito di Rossi ?
Scusa Daniele, l'appetito vien mangiando; avrei ancora almeno un centinaio di domande che premono :)

ant0p. ha detto...

nelle foto vedo una pompa e un sensore di temperatura sull'ultimo e-cat, quindi potrebbero essere collegati in serie (se funzionassero tutt'e 4 contemporaneamente): in questo con la portata della solita malefica pompa gialla alla fine si dovrebbe avere vapore a temperatura molto alta (con 4 stadi di riscaldamento uno dietro l'altro), spero nettamente superiore a 100°. se fosse così andrebbe bene lo stesso e il calcolo della potenza sarebbe senza problemi di sovrastima.
stessa cosa se fossero in parallelo, in quel caso la portata si 'quadrifocherebbe' e quindi agni e-cat avrebbe 1/4 della portata della pompa, e quindi anche il quel caso una t di uscita del vapore che dovrebbe essere di molto sopra i 100°.
vedremo i dettagli sabato:))

Anonimo ha detto...

Scusate, ma non si può vivere di anticipazioni. Io sono d'accordo con vari contenuti di questo blog, in questi giorni sono stato contento...ma su questo tema non si danno altro che anticipazioni su anticipazioni, fino a che a furia di anticipazioni tutto sembra vero, perchè per tutti è vero.

Quanto ai moviolisti, rendiamoci conto che è solo grazie a loro che sono emerse incongruenze bestiali, riguardo alle quali nessuno degli attori mi risulta aver mai detto nulla.

E' disponibile il seguente protocollo di prova:

http://www.lenr-canr.org/acrobat/GrabowskiKrobustperf.pdf

Come vedete, non proviene certo da negazionisti della FF (nemmeno io lo sono).

A pag 21 del suddetto documento, vi sono le solite considerazioni sul titolo del vapore a cui a suo tempo era stato risposto con sarcasmo.

Vogliamo fare lo stesso sarcasmo anche su Grabowsky? Vogliamo ricordargli che anche un liceale sà che a 100°C l'acqua evapora?

Grazie per lo spazio concesso.

mW

rodrigo ha detto...

Solo io ho notato la maglietta di Levi con stampate le equazioni di Maxwell? :-)

mirco ha detto...

ATTENZIONE ATTENZIONE (ok, saro' pure una spia) pubblicato il sistema per fare la "Fusione Fredda in modo semplice , da fare OGGI!
http://forum.nexusedizioni.it/reazioni_nucleari_a_bassa_energia_focardi_rossi-t5684.0.html;msg75716#msg75716
..................................
BIGNAMI sulla FF:
................................-.
SUMMARY OF THE INVENTION
In a first aspect, the present invention provides a process for producing energy and elemental material by a nuclear synthesis reaction, including the steps of:

(i) introducing into an electrolysis cell a metal salt and a solid electrolyte which can be heated to a molten state; and
(ii) electrolysing the electrolyte to melt the same and to heat the metal salt such that atoms thereof synthesise to produce the elemental material and thereby generate energy.

The present inventors have surprisingly discovered that salts of metals such as lithium, sodium, calcium and zirconium (and other metals from the mid-range of the periodic table) can, under certain conditions, react at a nuclear level and transform or combine into various other elements, releasing large amounts of energy in the process. The metal salt and electrolyte can also be selected such that the other elements produced can be valuable (eg. rare metals such as gold, platinum etc). The term “elemental material” refers to the production by nuclear synthesis of new elements, and can include pure forms and salts etc of those new elements.
The lithium, sodium, calcium and zirconium metals have been successfully reacted in a cryolite electrolyte, however the present inventors surmise that other metals can be reacted in cryolite or different electrolytes. The metal salt is thus a primary “fuel” for the process.
Preferably the metal salt is a metal fluoride salt. In this regard, it is preferred that fluoride salts of lithium, sodium, calcium and zirconium are employed in the process. Metal fluoride salts are preferred because they are highly electrically active in the molten electrolyte.
Preferably for lithium, sodium, calcium and zirconium fluorides the electrolyte is cryolite (Na3AlF6), however, other solid electrolytes can be used for these and other metals, such as BaO, SeO, PbO, TaO, HgO electrolytes etc.
Preferably an electron stimulant is also fed to the cell. Preferably the electron stimulant is a metal oxide, nitride or sulphide. Preferably for lithium, sodium, calcium and zirconium fluorides the metal oxide is one or both of an aluminium or zirconium oxide, and the metal nitrides or sulphides are one or more nitrides/sulphides of titanium, copper, iron, lead or other metals. The metal oxide, nitride or sulphide is added to stimulate electron activity up to and during the synthesis step and can also be consumed in the process (ie. acting also as a fuel).

rodrigo ha detto...

@ mW
Se si dice che il setting degli esperimenti approntati dall'UniBO sia completamente diverso, aspettiamo che lo rendano pubblico o che lo divulghino in qualche modo prima di criticare.
Se Celani in qualche modo può dire qualche cosa a riguardo, stai pur sicuro che ci saranno poche obbiezioni da fare.

tmarco80 ha detto...

Davvero ottimo lavoro, complimenti!

tia ha detto...

@andrea
>Da patologico moviolista sono andato a rivedermi le foto di aprile e la basetta di legno è la stessa (guardare le nervature) !

Non solo. Non solo. Purtroppo ieri il video di lewan era offline, ma ora sto preparando un collage.

tia ha detto...

Nada, non ci sono sufficienti dettagli

David ha detto...

Comunque non ci vuole niente a svitare un e-cat dai supporti per sostituirlo con un altro, eh!
Anche se la tavola di legno è la stessa, non è detto che lo siano anche gli e-cat.

Tizzie ha detto...

@David: beh, e` vero anche che sembrano gli stessi la pompa, il modulo blu di controllo, il tubo per l'acqua/vapore, la posizione degli apparati nella stanza, ecc.
Qualche dubbio uno se lo pone a questo punto.

Anonimo ha detto...

Magari sono diversi gli E-cat e tutto il resto è uguale...perchè cambiare ad esempio, il modulo d controllo??
Cosa si intende per "versione più compatta"?? I moduli E-cat sono più piccoli dei precedenti?? O sono solo assemblati in maniera diversa?
Il mio dubbio, come credo quello di molti possibilisti-speranzosi, ma anche di "negazionisti" è quello che la sostituzione degli E-cat possa voler dire che gli altri si sono "esauriti" e che ciò significhi che vi è un "trucco" alla base del funzionamento, che renderebbe l'E-cat inutilizzabile praticamente.

Dissipate!

Guido

Anonimo ha detto...

nuovi vecchi o esauriti, se passano il protocollo IFCC16 siamo più contenti. Prima di allora è gossip.

PS. Scusate, non è mio costume generare sterili polemiche, però mi interessava davvero sapere se chi faceva del sarcasmo sul titolo del vapore ritiene di fare del sarcasmo anche su una presentazione fatta a ICCF16.
Anzi potrebbe tradurre in inglese le sue battute e inviarle al prossimo ICCF, giusto per vedere l'effetto che fà.


mW

Andrea G. S. ha detto...

Veramente non ho parlato di trucchi. Solo mi sembrava insensato disfare tutto quel setup per risparmiare una tavoletta di legno e una manciata di bulloni. Sarebbe stato molto più pratico farne un'altra in modo da avere il vecchio set già pronto per eventuali prove comparative.
In ogni caso essendo impacchettati, non si può assolutamente fare congetture nè in un senso nè nell'altro. La similitudine di tutta la componentistica di contorno (rubinetti, tubi, supporto) suggerisce in modo quasi naturale l'ipotesi che gli ecatti siano sempre quelli mostrati a Kullander e Lewan.
Daniele ha solo scritto che sono arrivati dall'america per cui mi sembrava di intendere che si trattasse di una nuova quadriglia.

Cesare ha detto...

Grazie Daniele di queste anticipazioni, quanto invidio tu puoi entrare nella mitica stanza e vedere tutto dal vivo, a noi non è dato che assistere da lontano.

tia ha detto...

@ andrea
>Daniele ha solo scritto che sono arrivati dall'america

Ti immagini cosa c'è scritto sulla bolla doganale?
Descrizione prodotto: 4 reattori nucleari. :D
Chissà a quanto ammontano i dazi doganali per quel tipo di prodotto :P

Enrico Maria Podestà ha detto...

@Daniele

http://blog.newenergytimes.com/2011/06/16/preliminary-report-of-interviews-with-e-cat-trio-rossi-focardi-and-levi/

Anonimo ha detto...

Ciao Daniele.
Ti prego di togliere il link al sito New Energy Times di Krivit dopo il vergognoso articolo che ha scritto.
Ha il tipico atteggiamento dell'americano che pensa di parlare a sottosviluppati...addirittura li chiama "il trio" in modo dispregiativo...non so cosa sia successo forse Rossi non sarà il massimo del Public Relator ma ripeto ho trovato l'articolo di Krivit vergognoso.
Neri

Tizzie ha detto...

Lo scambio non proprio positivo fra Krivit e Rossi puo` spiegare il fatto che Rossi stesso, come menzionato da altri in precedenza, appare "tirato" nelle foto.

Pino Grasso ha detto...

Rispetto alle altre foto, sull'ingresso dell'idrogeno ci sono un paio di pezzi in più: un rubinetto a monte di un qualcosa che sembra una elettrovalvola di un tipo che non ho mai visto prima e che non capisco come funziona.

Painlord2k ha detto...

L'elettrovalvola fa parte del setup che Rossi sta preparando per l'impianto da 1 MW. Ha già scritto che sarà possibile accendere, spegnere e regolare singolarmente ogni e-cat dell'impianto da remoto.

Anonimo ha detto...

una domanda da ignorante, se l'E-CAT dell'Ing.Rossi producesse energia tramite fusione nucleare fredda sarebbe legale in Italia anche dopo il referendum che vieta il nucleare? e perchè? grazie

Niet Buton ha detto...

Ciao a tutti sono MOLTO MOLTO interessato all ECAT. Come posso incontrare rossi o uno dei suoi collaboratori, via web ho perso solo tempo e mi fa dubitare della bontà del prodotto, ma senza verifica resta solo un dubbio. Mi puoi aiutare? Grazie

Posta un commento

Ovviamente 22passi è un blog, non una rivista on line, pertanto la responsabilità di quanto scritto in post e commenti appartiene solo ai rispettivi autori.

Related Posts with Thumbnails