Un blog per appassionati d’Amore onestà spiritualità arte poesia politica democrazia sostenibilità tecnologia green-energy cold-fusion LENR medicina alternativa cambi di paradigma rivoluzioni scientifiche criptoarcheologia e “tante cose infinite, ancor non nominate”. Uno specchio capovolto della realtà: qui siamo una società gilanica, fuori c’è il patriarcato; qui siamo pro E-Cat, fuori c’è il petrolio... per fare previsioni sull’esterno invertite SEMPRE i risultati dei nostri sondaggi interni!

>>>> CERCHI LIBRI SUL BENESSERE DEL CORPO, DELLA MENTE E DELLO SPIRITO?

sabato 12 febbraio 2011

Precisazione

Ultimamente questo blog ha goduto di inaspettata fama a causa dello spazio che ho dato, e ancora a lungo darò, al sistema di produzione di energia (Energy Catalyzer)  a base di Nickel e Idrogeno inventato dall'Ing. Andrea Rossi - in collaborazione con Sergio Focardi, professore emerito dell'Università Alma Meter di Bologna - e in attesa di concessione di brevetto internazionale (WIPO – WO/2009/125444). Da circa due anni ogni tanto anticipavo che ci sarebbero state presto delle grandi novità in tema di fusione fredda: a partire dal 14 gennaio scorso finalmente ho potuto dare fuoco alle polveri (di Nickel)!
Da una parte voglio perciò confermare a chi si interessa a questa via italiana alle LERN (reazioni nucleari a bassa energia) che qui troverà sempre qualche anticipazione succosa... al momento per esempio sto lavorando a una nuova intervista con l'Ing. Rossi e una col Prof. Levi.
Dall'altra voglio rassicurare il gruppetto di lettori affezionati che mi seguiva da prima, che ci tengo che questo resti un blog dove scrivo - nei limiti del buon senso  naturalmente - di tutto ciò che mi appassiona e penso possa interessare altri, che riguardi il mondo, la società, la mia vita, che si tratti di poesia d'amore, di fisica di frontiera, di impegno politico.

Buon weekend a tutti.

22 : commenti:

tia ha detto...

Visto che stai per fare una nuova intervista, prova a chiedere a Levi o a Rossi se il vapore è veramente secco o no. Primo perchè il vapore in uscita ha una temperatura che è proprio al limite dell'ebollizione, secondo perchè la sonda usata per misurare l'umidità relativa (RH) ha un fondo scala del 98% ed una accuratezza del 2%. Quindi il vapore poteva benissimo essere al 96% RH, e per come è misurato il RH, significa un sacco di potenza in meno richiesta (c'è molta meno acqua da vaporizzare).
Magari chiedi anche se Focardi sa effettivamente che c'è dentro il reattore, perchè mi è parso di capire che lui NON lo sappia. E conoscendo il passato di Rossi, potrebbe benissimo esserci dentro una bombola di idrogeno ed una di ossigeno.
ciao

tia ha detto...

Inoltre, prova a chiedere a Rossi se "ci è o ci fa", perchè è impossibile richiedere un brevetto per un apparato che apparentemente viola qualunque legge fisica oggi nota, e NON descrivere in modo accurato cosa c'è dentro. Perchè se leggi il brevetto, è pieno di frasi generiche, senza parlare del fatto che menziona dei "catalizzatori", senza specificare quali siano!
Il bello è che nel suo blog dice che sono su un brevetto separato. Traccia della domanda di questo brevetto non ne ho viste.
Sembra che Rossi pensi di poter brevettare il reattore senza descrivere l'apparato nella domanda di brevetto. Una cosa senza senso.

francescoG ha detto...

i dati tecnici della sonda sono questi:http://www.deltaohm.com/ver2010/it/st_airQ.php?str=HD37AB1347

la scala è 0-100% l'accuratezza se siamo oltre 10-95% più e meno 3,5%

non capisco come un 3,5% di errore possa cambiare di molto il risultato perchè la differenza tra acqua vaporizzata al 96,5% l'energia necessaria (relazione proporzionale alla massa) è di appena il 3,5% in meno rispetto al 100%...

Daniele ha detto...

@Tia
Non c'è bisogno che glielo richiedo, è un punto che è già stato sviscerato: è veramente secco.
Inoltre hanno fatto esperimenti con l'E-Cat anche semplicemente facendogli alzare la temperatura dell'acqua ben al di sotto del punto d'ebollizione, ricavando la potenza in base alla portata dell'acqua e al ΔT.
Francamente faccio fatica a capire come potete pensare ancora a un imbroglio... rimanere in una posizione di attesa ed equidistanza posso anche capire, ma pensare che Focardi e Levi siano dei sempliciotti, mi sembra veramente fuori luogo. Ma tu hai idea di chi sia in Grecia Christos Stremmenos che ha sponsorizzato l'E-Cat in patria? Pensi che anche i Greci siano sempliciotti per avere sposato il progetto?

Daniele ha detto...

@FrancescoG
Eri finito nello spam, me ne sono accorto ora. Dici benissimo.

@Tia
A me risulta che 10 claims del brevetto siano già stati approvati e che la pratica di registrazione stia procedendo.

the daffodils ha detto...

...e io che pensavo tu avessi postato la tua mappa!! furbetto... ahahah

Daniele ha detto...

@Daffo
Se avessi la mappa avrei già il tesoro! ;)

tia ha detto...

La sonda usata è la HP474ACR (come da rapporto Levi): http://www.prosensor.com/upload/PDF/hp474acr.pdf
Quello che citi è l'apparecchio a cui viene collegata la sonda. F.S. 98%, +/- 3.5%
La relazione con l'umidita relativa non mi risulta lineare.
Comunque, anche dando per assodato che è vapore secco, rimangono in ballo le questioni del brevetto.
Se Daniele ha letto quello che ha pubblicato, il brevetto è stato rifiutato: troppo vago.
Infatti basterebbe leggerlo per capirlo: non spiega nulla in particolare e fa riferimenti a materiali che non vengono descritti.
Se questo è il modo di scrivere un brevetto, auguri prima che venga accettato!

Io penso che Focardi non sappia un bel nulla di cosa c'è dentro il reattore e si sia fatto "fregare". Infatti è per quello che desideravo una presa di posizione di Rossi. Finchè è solo lui a metterci la faccia, allora rimangono sempre dubbi.

Se poi facciamo un po di speculazione bisognerebbe chiedersi come mai, dopo aver fatto test insieme ad ENEL e al DoE, nessuno si sia cagato la sua invenzione, solo una azienda anonima greca, con un sito creato il 13 gennaio 2011 e vuoto.
O chiedersi come mai non riescano a fare un BANALISSIMO test all'università di bologna, facendo funzionare il "reattore" per un paio di giorni invece di 40 minuti.

tia ha detto...

@Daniele
A me risulta che 10 claims del brevetto siano già stati approvati


Leggi il rapporto: http://www.wipo.int/pctdb/en/wads.jsp?IA=IT2008000532&LANGUAGE=EN&ID=id00000011869205&VOL=100&DOC=0757fd&WO=09/125444&WEEK=NA&TYPE=NA&DOC_TYPE=IPRP2&TOK=bnB1pNM1tbgWVHUHpbkqbAh_gvg&PAGE=1

Il brevetto è stato cassato nella sostanza.
Non c'è nulla da aspettare. Dovranno rifare una nuova richiesta con una nuova domanda di brevetto che descriva chiaramente come è fatto.
Rossi nel suo blog dice di avere una chiara idea di cosa accade nel reattore, che lo scriva nella domanda del brevetto.

Daniele ha detto...

@Tia
Avevo molto dubbi anche io.
Due anni fa Levi (membro della Skeptics Society) era quello che ne aveva di più quando leggeva i report che gli portava Focardi... poi quando ha avuto modo di osservare e misurare di persona si è dovuto ricredere.
L'ultimo dubbio che ho avuto era che non capivo proprio il motivo della presentazione fatta il 14 gennaio... visto come è stata strutturata dall'esterno mi suonava come un autogol!
Poi quando ho chiesto e mi hanno spiegato il motivo... be' tanto di cappello: prima o poi sono certo che verrà fuori questo punto, ma non sarò certo io a rivelarlo.

Il brevetto non è stato rifiutato. Trovami un documento che lo dice. Quello che scambi per un rifiuto è semplicemente la prima contestazione dell'Ufficio Brevetti alla quale gli avvocati di Rossi (lo Studio Cicogna di Milano) hanno poi avanzato le opportune controdeduzioni e così via. La macchina è già stata esaminata in funzione dall'Ufficio Brevetti. E l'iter da quanto mi riferiscono più campane dovrebbe essere in dirittura d'arrivo.

Tu non ti senti un po' presuntuosa a pensare che Focardi, Levi, Bianchini, lo stesso Villa (non ha trovato i gamma che cercava ma non crede che l'E-Cat sia una bufala) e Christos Stremmenos (sai chi è si o no??) siano tutti meno furbi di te???

Quanto ai test che dici: primo sono stati fatti ma non in privato, secondo presto si faranno pure all'Università di Bologna e almeno vi metterete il cuore in pace.

Ma perché tutta questa supponenza? Vorrei capire? È troppo bello per essere vero che non può essere vero?

Ho trovato queste citazioni che mi sembrano ben adatte a giudicare come il mondo scientifico "ortodosso" (tu nei fai parte?) stia accogliendo Rossi:

"Le macchine volanti più pesanti dell'aria sono impossibili" (Lord Kelvin, presidente della Royal Society, 1895).

"Le macchine volanti potranno infine essere più veloci; verranno utilizzate nello sport, ma non si possono concepire come vettori commerciali" (Octave Chanute, pioniere dell'aviazione, 1904).

"Gli aeroplani sono giocattoli interessanti ma di nessun valore militare" (Maresciallo Ferdinand Foch, comandante francese delle Forze Alleate durante gli ultimi mesi della Prima Guerra Mondiale, 1918).

"Atterrare e orbitare attorno alla Luna presenta così tanti problemi per il genere umano che alla scienza potrebbero servire ancora 200 anni per superarli" (Science Digest, agosto 1948).

"Tutto ciò che può essere inventato è stato inventato" (Charles H. Duell, Commissario dell'Ufficio Brevetti degli USA, 1899).


Dice bene Tom Bosco quando osserva che "paradossalmente, l'invenzione dell'aereo non la si deve a ingegneri plurilaureati ma a due geniali costruttori di biciclette, Wilbur e Orville Wright, e ad interessarsi dei loro primi voli non furono affatto le maggiori testate giornalistiche dell'epoca, bensì il Virginian Pilot, uno sconosciuto giornale locale.

La storia si ripete.

tia ha detto...

Io non credo di essere piu furbO di nessuno. E' inutile che mi citi Levi, Bianchini, Stremmons o sticazzi. Loro sanno cosa c'è dentro nel reattore? NO.
A questo punto non conta nulla chi siano,perchè non sanno nemmeno loro se c'è il trucco o no.

per il brevtto: vedremo. Da quello che risulta online, non si vede nulla. Dovrebbe esserci un aggiornamento, con NUOVI dati (altrimenti non lo accetteranno MAI!) ma io non vedo nulla.

E' inutile che mi citi l'aeroplano. Qui si tratta di CREDERE a Rossi. Perchè NESSUNO, a parte Rossi, ha visto cosa c'è dentro in quell'affare. E NESSUNO ha fatto un serio test in un ambiente controllato per 24h.
Se mi porti una scatola nera che produce energia senza farmi fare dei test, io posso solo CREDERE.
Ci mette la faccia Bianchini? Allora ci credo.
Ci mette la faccia Rossi? Mi spiace, non ci credo.
Mi dici che hai fatto test con ENEL, ma non hai preso l'appalto per una mini centrale termica con loro? Possibile che all'ENEL siano cosi scemi?
Possibile che al DoE siano cosi scemi?
O forse Rossi ha fatto a loro lo stesso giochetto, ve lo faccio vedere ma a casa mia e non piu a lungo di un paio di ore?
E se si, perchè?

Daniele ha detto...

@Tia
Innanzitutto scusa se ho frainteso il tuo sesso!

"Io non credo di essere piu furbo di nessuno. E' inutile che mi citi Levi, Bianchini, Stremmons o sticazzi."

Però argomenti esattamente come uno che si crede più furbo degli altri... ma più che altro parli come un ragazzino che non sa come funziona il mondo: la storia la scrivono le persone che ci mettono la faccia... non le sigle (che sia ENI o sia un nick) dietro cui le persone semmai si nascondono.
A te può anche non fregare chi sia Stremmenos ma hai Greci importa, e parecchio.

Non ci credi? Va bene.
Quando verrà fuori che è una bufala torna qui a darmi del pirla. Ma fino a quel momento astieniti. Grazie

P.S. Lo dici tu che solo Rossi sa cosa ci sia dentro: sta' pur certo che i suoi investitori lo sanno e quando scoprirai chi c'è dietro la Defkalion penso ci rimarrai 'n bel po' male. :)

Anonimo ha detto...

Buonasera Daniele grazie per il lavoro che stai facendo per tutti noi e per le informazioni che ci fornisci.Seguendo la vicenda mi rendo conto che esiste un certo alone di mistero, una cortina fumogena ed un parziale depistaggio, perchè?Ma chi si nasconde dietro la Defkalion Green Energy e per quale motivo deve essere un "segreto"
Claudio

tia ha detto...

Io non do del pirla a nessuno, sia chiaro.
Persino Levi ha detto chiaramente che andrebbero fatti test piu prolungati, per escludere senza dubbio qualsiasi origine chimica.
E, come gia ho detto, si sono fatti due test con persone esterne, entrmbi della durata di un ora.

Non sarà una bufala? Benissimo, anzi sono contento, ma quello che sto criticando è il fumo che c'è ora. Perchè di sostanza vera non si vede proprio nulla. Se almeno Focardi ci mettesse la SUA faccia sull'invenzione allora sarei meno dubbioso. Ma a quanto se ne sa è Rossi che ci mette la faccia, e non mi basta.


Tu sai chi c'è dietro Defkalion? Perchè non lo scrivi?

tia ha detto...

Rossi si rifiuta di rispondermi (sul suo blog) se Focardi è a conoscenza o meno di come è fatto internamente il reattore.

Daniele ha detto...

@Claudio e Tia

Riguardo la Defkalion, Rossi nelle sue dichiarazioni ha lasciato una serie di indizi, seguendoli credo di essermi fatto una idea abbastanza chiara di chi possano essere (ma me la tengo per me).
Quando il 14 gennaio disse che l'azienda in cui si erano raccolti i suoi investitori presto si sarebbe presto presentata, pochi gli credettero. Il 5 febbraio al Tg della Tv di Stato Greca un rappresentante della Defkalion Green Technologies ha confermando tutto.
Rossi ha più volte spiegato che adesso i suoi investitori (non ho idea del perché) preferiscono restare nell'anonimato e gli hanno fatto obbligo di non rivelarli, si presenteranno pubblicamente quando riterranno il momento. So solo questo. E francamente per me il punto fondamentale è che l'impianto funzioni, non chi lo finanzia.

Quanto a Focardi, anche su questo mi pare Rossi sia stato sufficientemente chiaro (vedi anche l'intervista che mi rilasciò a gennaio): Focardi ha dato un contributo importantissimo alla messa a punto del reattore in termini di efficienza energetica e di sicurezza... mi pare difficile immaginare che abbia lavorato senza sapere come fosse costruita la macchina!

Comunque avrete presto un po' di risposte ai vostri dubbi, solo un po' di pazienza.

AlexFe ha detto...

@ Tia

"possibile che all'enel siano così scemi?"

risposta: Sì

Proviamolo a chiedere a un certo Rubbia, per lui ventilatori di letame in patria, tanto poi le torri solari va a farle in Spagna.
Per la cronaca il progetto archimede che è stato inaugurato a luglio del 2010 è una copia di un'identica centrale a concentrazione solare costruita nel lontano 1975 (circa) sempre in Italia e ovviamente sempre dimenticata come tutte le buone idee nel bel paese.

Ma che ce frega, moooolto meglio un bel "cancro moltiplicatore" (dentro anche inceneritore) o una centrale a fissione, è li il futuro.

Daniele ha detto...

@AlexFe
Sì purtroppo hai ragione: nemo propheta in patria specialmente un Italiano in Italia, e perfino quando è un premio Nobel! :(

P.S. ricordiamo anche chi era il ministro che - quando nel 2005 l'ENEA fu commissariato per contrasti col governo Berlusconi - non ne riconfermò Rubbia alla presidenza: Claudio Scajola! Sì, quello che manco sa chi gli ha pagato la casa in cui vive!

Alexbo ha detto...

@Daniele:
"Ma tu hai idea di chi sia in Grecia Christos Stremmenos..."

In effetti non mi e' molto chiaro il suo ruolo... cercando su google (e ammesso che sia la stessa persona),risulta essere un ex ambasciatore greco in Italia, per il resto non ho trovato molto altro...

puoi darci qualche informazione aggiuntiva?

Devo dire che inizialmente ero molto entusiasta per questa vicenda, ma ultimamente cominciano ad affiorare molti dubbi...

Proprio non capisco che motivo hanno Rossi e Focardi di mantenere questo alone di "mistero" intorno al loro progetto.

Anche senza rivelare ulteriori dettagli sul funzionamento, sarebbe sufficiente una semplice dimostrazione con una durata significativa per mettere a tacere gli scettici.

Ciao e grazie per la tua disponibilità.
Alex

francescoG ha detto...

Alexbo fidati gli scettici non li metti a tacere neanche con una prova di un anno,fin quando non viene aperto, troveranno sempre scuse.....comunque c'è un accordo con l'università per fare altre misure (non so se hanno già stipulato un contratto di non divulgazione e a che punto sono);inoltre segnalo questo messaggio:http://www.energeticambiente.it/l-e-n-r-trasmutazioni-bassa-energia/14727026-apparato-focardi-rossi-38.html#post119169549 (vi porta direttamente al messaggio)

serve un pò di pazienza...

Daniele ha detto...

@AlexBo

Mi dai l'occasione di chiarire un punto. Non sono un giornalista di Report, sono soltanto un blogger. E sono curioso quanto voi, ma una posizione in merito a questa faccenda ce l'ho: non credo che sia una bufala. Perché conosco da 35 anni Levi. Perché tutto quello che mi è stato anticipato a titolo confidenziale da due, tre anni a questa parte si è verificato.
So più di quello che scrivo, questo è vero, ma se lo so è proprio perché non ho mai tradito la fiducia di chi mi dà informazioni. Se pubblico opinioni mie, in base alle mie fonti, me ne assumo la responsabilità. Se pubblico affermazioni di altre persone, prima di pubblicarle voglio avere una loro mail che mi attesti che sono autorizzato a farlo. Mi muovo così.
E alla fine le polemiche e i dubbi se sia una bufala mi interessano poco. Tanto meno a Rossi. A lui interessa rispettare la tempistica per presentare e mettere in vendita ad ottobre l'unità da 10 MW, al posto suo sprecheresti tempo a rispondere alle 1000 persone che avanzano dubbi e vogliono prove e dimostrazioni? A che pro? Lui ha già convinto i suoi investitori, le prove e dimostrazioni le ha fatte con loro. E quelli stanno costruendo le fabbriche per produrre l'E-Cat.

Daniele ha detto...

@francescoG
Grazie, dell'intervento... siamo sulla stessa linea. Il link non funziona, però conosco il forum in questione... forse ti riferivi a questo messaggio di Focardi?

Caro dott Piccolo,
Allego a questa mail il testo dell'articolo scritto dall'ing Rossi e da me e
relativo al sistema che abbiamo messo a punto. In condizioni normali questo
articolo si puo' trovare in rete; in questo periodo il sito e' intasato per
i numerosi accessi (di solito ci si arriva scrivendo su google: Focardi
Rossi nickel).
Probabilmente l'ing Rossi ci mettera' a disposizione una cella funzionante
(non so quando) che verra' utilizzata da me e dai miei collaboratori per
fare misure onde avere conferma del modello teorico descritto nell'articolo
che le invio. In pratica si tratta di misurare le energie dei raggi gamma
emessi dai vari isotopi del rame. Come descritto nel brevetto di Rossi,
oltre al nickel e all'idrogeno e' presente nel sistema un particolare
additivo, la cui composizion chimica e' riservata. Per questo motivo
ritengo che l'ing. Rossi introdurra' nel protocollo di accordo che verra'
firmato col dipartimento di fisica una clausola che imporra' la totale
riservatezza sulle energie dei gamma osservati, fatta esclusione per i gamma
emessi dal rame o dal nichel, onde evitare che si possa ricostruire da esse
la natura chimica dell'additivo.
Con i piu cordiali saluti
Sergio Focardi


Appena saprò del buon fine del contratto di ricerca tra Rossi e l'Università di Bologna ve lo dirò. Per ora so solo che ancora non è stato firmato e che non lo sarà almeno per tutta la prossima settimana visto che Rossi è negli States.

Posta un commento

Ovviamente 22passi è un blog, non una rivista on line, pertanto la responsabilità di quanto scritto in post e commenti appartiene solo ai rispettivi autori.

Related Posts with Thumbnails