BLOG PER APPASSIONATI D'AMORE, ONESTÀ, SPIRITUALITÀ, ARTE, POESIA, POLITICA, DEMOCRAZIA, SOSTENIBILITÀ, TECNOLOGIA, ENERGIE PULITE, COLD FUSION E LENR, MEDICINA ALTERNATIVA, RIVOLUZIONI SCIENTIFICHE, CRIPTOARCHEOLOGIA E "TANTE COSE INFINITE, ANCOR NON NOMINATE"

>>>> CERCHI LIBRI SUL BENESSERE DEL CORPO, DELLA MENTE E DELLO SPIRITO?

B A C H E C A D E L B L O G

Dal 25 Aprile 2015 (Festa della Liberazione) la possibilità di lasciare commenti nel blog è stata disattivata, eccetto per gli 85 utenti autorizzati e autori ad oggi iscritti. Chi desiderasse fare parte di questa piccola community (Google consente ancora 15 iscrizioni) può mandare due righe di presentazione a 22 passi chiocciola gmail punto com.

mercoledì 16 febbraio 2011

Andrea Rossi rilancia, altro che bluff!

Anche a sigillo dei commenti lasciati in calce all'ultima mia intervista all'Ing. Andrea Rossi (qui), riporto mail diffusa oggi dal Dr Francesco Celani che inoltra la conclusione di uno scambio di informazioni avuto con l'Ing. Rossi. A questo punto, come giustamente osserva lo stesso Celani e con buona pace di tutti gli scettici e increduli, c'è poco da aggiungere. C'è solo da aspettare.

Cari Colleghi,

dopo la dichiarazione dell'Ing. Andrea Rossi, che potete leggere nel testo, ritengo ci sia poco da discutere/commentare: Auguri e sincere CONGRATULAZIONI.

Aspettiamo TUTTI impazienti la pubblica dimostrazione dell'impianto da 1 MW, per tempi lunghi (mesi) che avverà, secondo l'Ing. Andrea Rossi, il 15 Ottobre 2011 in Grecia.

* Ritengo che comunque, tutte le altre "procedure" messe finora a punto dai vari Ricercatori nel mondo per ottenere calore anomalo (a bassa temperatura, cioè < 100°C , come nel caso di Rossi), soprattutto ad alta temperatura (come nel caso di Dufour, 550°C con sistema Ti-H; nostro caso con Pd-D a 550°C e Ni-H (con forse un pò di D) a 900°C) riceveranno una grossa "spinta" per realizzare un oggetto "tecnologico" che possa produrre anche la "nobile" energia elettrica.

A presto,

Francesco CELANI

***************************************************
***************************************************

Il 15/02/11 19:01, Andrea Rossi - Leonardo Corp. ha scritto:

Dear Francesco,
Thank you for your phone call.
I confirm what follows:
1- in october I will make the start up of my 1 MW plant. If it will work, my Customer will pay it, if not I will have to get it back. This is the sole test that counts for me. All the other comments are irrilevant.
2- If my 1 MW plant will go in operation, the competition will not be on the papers, but on the market
3- I am paying all with my money and investing all my money and all the time of my life
4- In in India your sector got more interest than always, and Koreans and Shell made investments, I have the merit of this, because without my work nothing of all this would have happened
5- you are right to say that the figure of merit can be hundreds of folds, bur there is a big difference between a test made with a wire of several grams in a lab, and a reactor thar has to work with reliability in the factory of a Customer
6- We are continuing to work with the University of Bologna, and 24 hour tests, not public but confidential, have confirmed the efficiency of the January 14th
Warm regards,
Andrea

Quoting Francesco Celani
AGGIORNAMENTO DEL 01/03/11: Andrea Rossi ha ottime carte in mano

44 : commenti:

Alberto ha detto...

Anche se...
la mia speranza è quella di un sistema home-based: nessuna rete di distribuzione, nessun canone, nessuna tassa o accisa. Utilizzare la FF per replicare il modello esistente non è il massimo (ma magari è una strategia per tenere buoni quelli che dai sistemi centralizzati ci guadagnano!)

Alberto Medici

francescoG ha detto...

Ho capito bene? c'è stato il test da 24h??? ci saranno delle pubblicazione da parte di chi ha fatto le misure? (ovviamente non quelle "particolari"); il motivo è semplice sarà come se non fosse successo niente per i soliti (almeno una conferma...)

grazie delle informazioni...

Daniele ha detto...

@Alberto
Anche a me piacerebbe, ma non vedo la tecnologia in questione ancora in grado di consentirlo... quella di Rossi almeno, se qualcun altro realizza qualcosa di meglio ben venga... ma anche l'E-Cat sarà a sua volta migliorato col tempo. Credo che, per dare il via alla corsa alla fusione fredda, questa strada fosse quasi obbligata... anche per non avere contro - come dici tu - tutto il cartello delle company dell'energia.

@francescoG
Si hai capito bene. Ma guarda che di test "privati" Rossi ne ha fatti parecchi, 24h e anche più... se no come pensavi che avesse convinto investitori e consulenti a salire in barca? Il punto è che questi test non soddisfano i requisiti di scientificità, pertanto dare notizie al riguardo alimenterebbe ulteriore confusione. Meglio aspettare che entri in campo ufficialmente l'Università di Bologna... e spero che al riguardo possano esserci belle notizie forse già la settimana prossima.

P.S. lo anticipo a tutti. Prossimamente su questo blog: nuove e sempre più appassionanti interviste ad altri protagonisti della ricerca italiana sulla fusione fredda! ;)

tia ha detto...

Ed il rilancio sarebbe?
Ha detto tutte cose gia note.

Anonimo ha detto...

Buonasera Daniele,pensi che in questo momento sia giusto far circolare la notizia prima che se ne occupino i media "ufficiali"
Claudio

Daniele ha detto...

@Tia
Ok, abbiamo appurato che non sai leggere (in inglese almeno).

@Claudio
Assolutamente sì! E che i media "ufficiali" non se ne occupino e problema e demerito loro (a vedere certe notizie a cui danno spazio cascano davvero le braccia).

tia ha detto...

meno sarcasmo, piu fatti.

1- in october I will make the start up of my 1 MW plant.

Gia si sapeva.

2- If my 1 MW plant will go in operation,...

bla,bla,bla

3- I am paying all with my money and investing all my money and all the time of my life

Idem

4- ..

Quindi?

5-...

si sapeva gia

6- 24htest

Gia si sapeva che faceva dei test 24h su 24. Basta andare sul suo blog per vedere i commenti.

Quindi dove cavolo è il rilancio?

Daniele ha detto...

@Tia
Ok, se è come dici allora sei più informato di me. Io immaginavo che l'unità da 1MW per esempio fosse finanziata dagli investitori.
Ma fammi capire, allora tutte le critiche che avanzi da giorni contro Rossi le facevi sapendo che ha puntato tutte le sue fortune su quella che tu ritieni una bufala? Boh, se è così anche stavolta mi sfugge completamente la tua logica.

skybox ha detto...

Non solo...

Nell'altra discussione Tia ha detto:

"Inizia ad essere una notizia rilevante quando *una persona competente ed estranea al progetto dichiara di escludere una origine elettro-chimica*. E per farlo basterebbe un banalissimo test di 24 ore in ambiente controllato."

Gli sarà sfuggito che l'ultimo test di 24h Rossi l'ha effettuato in collaborazione con l'Università di Bologna ?
O secondo lui i fisici di quell'Ateneo sono persone non sufficientemente competenti ed estranee al progetto ?!?!?!

Daniele ha detto...

@skybox
Per una volta spezzo una lancia in favore di Tia: un test "confidenziale" non avrebbe comunque alcun valore nei confronti di terzi. Tocca tutti avere pazienza è semplicemente aspettare che l'Università di Bologna e Rossi annuncino il riavvio del programma di ricerca.

borberino_per_sempre ha detto...

"We are continuing to work with the University of Bologna, and 24 hour tests..."

La prima cosa che deve fare un giornalista, è verificare le affermazioni che possono essere verificate. Rossi dice che ha fatto questo test di 24 ore?
Bene: è impossibile che nessuno conosca i personaggi che hanno assistito a questo test. Il giornalista deve darsi da fare per trovare queste persone e farsi confermare l'avvenuto test.
Non è una cosa difficile.
Sempre che la storia del test sia vera, naturalmente...

tia ha detto...

Semmai io sarei piu dubbioso. Se non è riuscito a far tirare fuori i soldi agli invenstitori dopo i vari test privati fatti con loro, campa cavallo.
E pensare che sarebbe bastato un banalissimo test in una Università.
Invece no, per convincere gli invenstitori ha ben pensato di pagarsi lui un impianto da 1MW. Che, stando a quello che dice lui, costerebbe circa 2 milioni di euro (€2000/kW).
Se questo è il "rilancio", bah.

Daniele ha detto...

@Tia
È evidente che hai esaurito tutti i tuoi argomenti, da un pezzo. Dovresti trovarti altrove un pubblico che ti apprezzi. Qui, a furia di arrampicartici, hai consumato tutti gli specchi!!! :)))

tia ha detto...

Sono troppo scomodo?
Perchè faccio notare che non si hanno in mano dati che levino dubbi?
Perchè faccio notare che Rossi non è un personaggio affidabile?
Hai il sogno di fare il giornalista? Inizia a fare domande, invece di fare il "reggi-microfono".
Magari potrebbe saltare fuori, alla dichiarazione che Rossi lavora a quel progetto dal 1987, che NESSUNO pensava ad una cosa del genere prima dell'annuncio di Fleischmann&co nel 1989, due anni dopo.
Ma no, il geniale Rossi ci lavorava già da DUE ANNI!
A questo punto uno pensa: caspita che genio. Chissa che specializzazioni ha!
Salvo poi scoprire che in Italia, dove c'è la legalità del titolo di studio, ha una laurea in FILOSOFIA.
La sua laurea in ingegneria chimica l'ha presa (o meglio, comprata) in USA, dove non c'è la legalità del titolo di studio. Presa all'Università di Kensington, grazie, cito testualmente, "anche in virtù dei numerosi crediti professionali acquisiti presso tale Università grazie ai numerosi brevetti depositati fin dai primi anni della propria carriera professionale".
Cerca cerca e guarda che ti trovi qui dentro: http://en.wikipedia.org/wiki/List_of_unaccredited_institutions_of_higher_education
Tadah!

Daniele ha detto...

@Tia
Molto bene, esauriti gli specchi cominci a lanciare bucce di banana. Vedi, per tua sfortuna ho già avuto il consenso a realizzare due nuove interviste... con personaggi super partes (e molto accreditati) che sbugiarderanno tutto quanto hai affermato nell'ultimo commento. Anzi, sai che ti dico, lo userò per la lista di domande che sto costruendo, grazie 1000!

È facile fare il saputello come fai tu nascondendosi dietro un nick, vero?
Io la mia faccia ce la sto mettendo, tu no.
E stando così le cose, secondo te, chi ci legge a chi dà più credito, a me o a te?

A loro l'ardua risposta. :-P

tia ha detto...

>che sbugiarderanno *tutto quanto* hai affermato nell'ultimo commento

Davvero? Ci sono i dati di un test indipendente fatto da UniBO? Non vedo davvero l'ora di vederli!

Mi sbugiarderai sulla laurea in filosofia e quella comprata? LOL!
http://hawaii.gov/dcca/ocp/udgi/lawsuits/kensington/
http://ingandrearossi.com/gli-inizi/
Auguri!

Daniele ha detto...

@barberino
Anche se non sono un giornalista (ma riconosco che comincio a farci un pensierino, questo è vero) ci tengo comunque alla correttezza delle informazioni che do.
Non posso dire tutto quello che so e che ho visto sull'E-Cat, e devi comprendere che proprio il rispetto della discrezione che mi viene richiesta viene ripagata dalla rete di fonti (attendibili) sempre più fitta che sto tessendo. Questo mi permette e permetterà di portare sul blog sempre più informazioni importanti (che il tempo dimostrerà vere).

Ciò detto posso solo risponderti che
da ambienti dell'Università di Bologna so per certo che i test (che ovviamente confermano il funzionamento del reattore) sono continuanti in forma non ufficiale e che presto riprenderanno in forma ufficiale: a quel punto di dati ne arriveranno a iosa.

La cosa più importante, comunque, resta aspettare il reattore da 1 MW che verrà inaugurato a ottobre...

Daniele ha detto...

@Tia
Ho scoperto chi sei!!!!!!! :))))))
Ti riconosci vero?

tia ha detto...

Perchè mai hai cancellato il post? Perchè hai scritto che il mio post precedente verrà *tutto sbugiardato*, mentre che la laurea in filosofia e quella comprata sono un fatto?
Ed è tutto qui:
http://ingandrearossi.com/gli-inizi/
http://hawaii.gov/dcca/ocp/udgi/lawsuits/kensington/

Cos'è, ti bruciavano i link?

Daniele ha detto...

@Tia
Ma smettila di fare il paranoico, non è che sto ogni secondo a controllare i messaggi (con link) che vengono intercettati dall'antispam... ora vado a controllare e te lo sblocco.

Daniele ha detto...

@Tia
Fatto. Come dico sempre uno può attribuire a un altro un comportamento scorretto solo se sarebbe in grado di commetterlo lui stesso: che sia cancellare un commento altrui o comprarsi un titolo di studio.
Te lo dico francamente, ho 1000 cose da fare e non voglio più rispondere alle tue provocazioni. Se il tuo obiettivo era farmi perdere tempo, ti do atto che ci sei riuscito abbastanza, perciò da adesso eviterò di cascarci ancora. Chiedo gentilmente agli altri lettori di trastullarsi con te al posto mio. Grazie.

tia ha detto...

>Uno può attribuire a un altro un comportamento scorretto solo se sarebbe in grado di commetterlo lui stesso: [...] o comprarsi un titolo di studio.

Non ne ho avuto bisogno. La mia laurea in ingegneria dell'informazione e, appena finisco lo stage, di ingegneria elettronica a UniBS me le sono sudate.
Al contrario di Rossi, dove la sua laurea in ingegneria se l'è fatta con crediti "lavorativi" con una università non accreditata poi fatta chiudere da un giudice federale.
:)

Daniele ha detto...

Per correttezza, e mi rivolgo a tutti. Rossi non ha mai millantato alcunché, le informazioni che ha dato Tia (a parte il dossier hawaiano, quello lo ignoravo anche io!) sono sempre state sul sito www.ingandrearossi.com. Quale è il problema? solo dentro le Università si apprende la scienza? Beata illusione! Rossi prese giovanissimo una Laurea in Filosofia della Scienza (110/110) con tesi sulla Teoria della relatività. Poi per l'esperienza maturata in campo industriale con i suoi vari brevetti in ambito energetico ha ricevuto una laurea Honoris Causa in Ingegneria. Qui a Perugia, quando cantavo nel coro dell'Università ho partecipato a varie lauree honoris causa (ad es. una a Rita Levi Montalcini) e non ho mai pensato che questi personaggi le avessero comprate! Mi sembra insensato attaccarsi agli studi fatti da Rossi 40 anni fa e sorvolare sul fatto che c'è un E-Cat che funziona, anzi negarlo.
Di fronte a una tecnologia che può rivoluzionare in meglio la vita dell'uomo, l'unica domanda da porsi è: funziona o no il reattore di Rossi? Secondo me sì, ma saranno i fatti a parlare: se funziona davvero, presto lo vedremo, grazie alla ricerca condotta dall'Università di Bologna e all'impianto da 1 MW in costruzione.
Comincio a credere che Tia, ancora più che un "troll", sia (o agisca per conto di) un vero e proprio "competitor" di Rossi. E a dirla tutta la sua veemenza mi sembra la prova più evidente che la macchina di Rossi non sia una bufala, ma che a qualcuno faccia molta paura.

Piero ha detto...

Attaccarsi al titolo di studio per valutare le competenze di una persona secondo me è sbagliato perché si possono commettere grossi errori di valutazione con conseguenze negative sul piano sociale. Le competenze si dimostrano con i fatti e non con le chiacchiere o i pezzi di carta.

In Italia dove il pezzo di carta ha la sua importanza come valore legale, non per niente ci ritroviamo tecnologicamente indietro rispetto a quei paesi come gli USA e l'Inghilterra dove il pezzo di carta ha meno importanza sotto il profilo legale, pur avendo l'Italia una tradizione formativa universitaria di tutto rispetto.

Anonimo ha detto...

Daniele,
intervengo per la prima volta nel tuo blog per chiederti un informazione concreta.

Ho seguito la vicenda della dimostrazione pubblica di Bologna e trovo che tra le tante fonti disponibili in rete la tua cronaca sia in assoluto la testimonianza migliore, sia per la immediatezza e completezza del testo, sia soprattutto per la qualità e varietà delle fotografie che coprono tutte le fasi di quell'evento. Hai fatto un ottimo lavoro. Complimenti!

Vorrei quindi approfittare della tua diretta conoscenza dei fatti e delle persone per chiarire un aspetto relativo alla famosa sonda utilizzata dal dott. Galantini per stabilire che stava uscendo del vapore secco. Dall'intervista rilasciata a caldo dal tuo amico Giuseppe sappiamo che quel pomeriggio “Gallantini inserted the probe inside the exit pipe with the steam.”. Quindi è presumibile che la sonda a cui ci si riferisce sia quella che spunta dalla parte sommitale del catalyzer e da cui penzola un cavo giallo. Questa sonda si vede in molte delle tue foto dirette e indirette (quelle fatte ai monitor del salone). Manca invece in quella scattata alle 18:14, momento in cui si stavano smontando gli strumenti, per cui presumo che a quell'ora il dott. Galantini aveva già estratto il suo strumento dal catalyzer e forse stava tornando verso il suo laboratorio privato di analisi.

Vorrei cortesemente chiederti, per completezza di informazione, se puoi confermare che la sonda con il cavo giallo è effettivamente quella utilizzata dal dott. Galantini per valutare la secchezza del vapore uscente dal catalyzer e se la persona che appare nella tua foto delle 17:09 al monitor di sala e che regge uno strumento collegato al cavo di quella sonda è proprio il dott. Galantini.

Grazie mille

AldoB65

tia ha detto...

>ha ricevuto una laurea Honoris Causa in Ingegneria.

Eh? E dove l'hai letto che è honoris causa?
C'è scritto "grazie anche ai crediti acquisiti [..]". Significa che tu vai la, sganci un po di soldi e dicendo che lavoro fai e loro ti danno i crediti e la tua bella laurea.
Esattamente quello che han fatto vari politicanti in parlamento.
Una università talmente prestigiosa che è non accreditata ed è stata fatta chiudere. Wow.

@piero: No.
Non è solo il fatto della laurea comprata, è tutto l'insieme che lo rendono un personaggio non affidabile.
Sembra tanto la storia del "brillante imprenditore perseguitato", ci manca solo che "scenda in campo".

Daniele ha detto...

@Piero
Guarda, sono perfettamente d'accordo con te. Se metto insieme tutti i miei studi universitari ho dato 53 esami all'Università, ma se c'è un tipo di persona che proprio non sopporto è quel tipo di laureato che ritiene di avere acquistato un titolo di superiorità rispetto agli altri ancor più che di studio. L'università, soprattutto quella italiana, dovrebbe insegnare anche umiltà e concretezza... qualità che spesso mancano ai neolaureati.

@Aldo
Ho girato la tua domanda a chi può risponderti, appena ho la risposta ti dico.

@Tia
Mannaggia a te, dovrei ignorarti... ma m'inviti a nozze perché non so resistere a rispondere a chi spara maldicenze ammantandole di sacrosantità.
E siccome faccio il count down per quando sarai smentito e seppellito da fatti comprovati, senza dubbi di scientificità, e ahimè non potrai più divertirci con la tua ghedinesca retorica, o ti rispondo ora o non ti rispondo più.

S'è capito benissimo che la tua missione è screditare Rossi, non hai bisogno di sottolinearlo ogni volta come un disco incantato.
Infatti è da un bel po' che in tanti ci chiediamo perché lo fai e/o per chi. Verrebbe persino da pensare che sei pagato per farlo. Già, chi c'è dietro il tuo nick Tia?
Di certo hai già dimostrato di non aver le palle per dichiarare la tua vera identità, come tutti i "troll" che fanno della vigliaccheria un mestiere.

Insomma ci hai annoiato, sai dire sempre e solo le stesse tiritere, produci unicamente argomenti "contro", sei presuntuoso e saccente, fazioso e maleducato: ma vattene a infestare qualche altro blog o sito o forum. Ancora non l'hai capito che su Ventidue passi d'amore e dintorni hai trovato pane troppo duro per i tuoi dentini?

Senza offesa eh.

tia ha detto...

>più divertirci con la tua ghedinesca retorica

Mavalà mavalà

>sarai smentito e seppellito da fatti comprovati, senza dubbi di scientificità

Io li ESIGO questi fatti compravati!
Non sono un indovino, non vedo il futuro. Sono dubbioso per i fatti che ci sono *ora*.

>Verrebbe persino da pensare che sei pagato per farlo. Già, chi c'è dietro il tuo nick Tia?

Pecchi di presunzione se pensi che qualcuno mi paghi per scrivere nei commenti di un blog letto da poche persone.

>a chi spara maldicenze ammantandole di sacrosantità.

Cos'è, ora che ti ho silurato il "honoris causa" passiamo alle maldicenze?

>Insomma ci hai annoiato, sai dire sempre e solo le stesse tiritere, produci unicamente argomenti "contro"

-.-'

Daniele ha detto...

@Tia
Il "mavalà mavalà" mi è piaciuto, bravo! :)

Peccherò di presunzione, ma io qua scrivo col mio nome vero tu no. E questo automaticamente toglie credibilità a qualsivoglia cosa affermi. Puoi fare lo gnorri quanto ti pare su questo punto, ma sai bene che è così.

Peccherò di presunzione, ma scommetto che questo non è l'unico blog in cui scrivi, in un altro magari ti firmi Ocasapiens o Camillo, chi può saperlo. La tecnica di voi "troll" è giocare con le identità. LOL! :D

Peccherò di presunzione, ma se per te 20000 visite al mese sono poche persone, io invece mi accontento e dico che sono tante. Chi si contenta gode.

Peccherò di presunzione, ma non ti ho mai tirato addosso maldicenze: ho solo fatto da specchio fedele a quel che sei. Vedi tu.

Io di pazienza ne ho tanta, sei tu che sei impaziente e stringi i pugni e pesti i piedi e urli che ESIGI tutto e subito... e datti pace! :)

A questo punto farò alla cinese, e sono molto fiducioso che la conclusione sarà quella proverbiale: Siediti lungo la riva del fiume e aspetta, prima o poi vedrai passare il cadavere del tuo nemico.

Metaforicamente parlando ovvio, non sono per la violenza! ;)

P.S. comunque grazie perché era tanto che non mi divertivo tanto a dibattere... mi ricordi un mio amico avvocato con cui faccio spesso questo gioco. Una volta vince lui e una volta vinco io, così da sempre. Con te però è troppo facile, devi migliorarti un po'! :)))

tia ha detto...

>
Peccherò di presunzione, ma io qua scrivo col mio nome vero tu no. E questo automaticamente toglie credibilità a qualsivoglia cosa affermi. Puoi fare lo gnorri quanto ti pare su questo punto, ma sai bene che è così.

Ed è tutto qua il problema?
Ma allora rilancio, cazzo.
Mattia Rizzi. La mail su gmail è nome.cognome@gmail.com, questo account è associato a quella mail.
Non basta?
http://www.facebook.com/profile.php?id=1505152783

>Peccherò di presunzione, ma se per te 20000 visite al mese sono poche persone, io invece mi accontento e dico che sono tante. Chi si contenta gode.

Sono poche per pagare una persona a stare a scrivere commenti nei post, che generalmente non se li fila quasi nessuno.

Daniele ha detto...

@Tia
Benvenuto a bordo Mattia! :)
Grazie con tutto il cuore

"Sono poche per pagare una persona a stare a scrivere commenti nei post, che generalmente non se li fila quasi nessuno."
Ah be' sì, in questo senso hai perfettamente ragione.

A questo punto possiamo parlarci faccia a faccia. Proviamo a fare un reset: questo non è un blog scientifico, è il mio blog personale, ci scrivo a proposito di fusione freddda con la stessa passione con cui ci scrivo per sbugiardare chi ci governa quando mente, per consigliare libri o film che mi sono piaciuti, per parlare dei miei libri di poesia ecc. Mi è sempre suonata sproposita pertanto l'attenzione che mi hai dedicato.
Sono il primo a dire che la presentazione del 14 gennaio, così come è stata fatta, era stato 1000 volte meglio non farla. La mia personale posizione, di amico di uno dei ricercatori dell'Università di Bologna che su questa faccenda ci ha messo sopra faccia e carriera (a ragion veduta, stanne certo), è... concedi una tregua di 2 settimane, Tia! Per allora mi auguro vivamente che dall'Università di Bologna cominci a uscire qualcosa di concreto che soddisfi la tua sete di scientificità. Nel frattempo, continuerò a parlare "da appassionato" nel mio blog, pregandoti di non assumere la posizione di uno che si lamenta col suo avvocato perché non gli cura la cefalea... vai da un medico non da me! :)
I giudizi che esprimo non derivano dall'analisi di tabulati di dati, ma dalla conoscenza con persone, da Bologna a Frascati, con cui chiacchiero e con cui scambio opinioni (molte confidenziali e off record). Il punto fondamentale per me (capisco che per te non lo possa essere) è che avendo conosciuto di persona Rossi e molta gente con cui ha collaborato, posso dire (chiaro è la mia valutazione personale, se mi ritieni inattendibile non ha alcun valore) che l'uomo che ho incontrato non collima minimamente con quello che era stato dipinto sui giornali con la vicenda Petroldragon. Lasciata l'Italia negli anni '90 sul lastrico (hai letto con attenzione il suo sito, quindi ormai conoscerai benissimo la sua storia), negli USA è ripartito da zero con gli stessi brevetti che in Italia una legislazione ad hoc gli aveva impedito di continuare a sfruttare. Non sarebbe mai riuscito a fare questo se non avesse dimostrato a tutte le persone con cui ha interagito di essere una persona onesta e capace, non un venditore di fumo. Focardi non si sarebbe mai mischiato con lui se avesse visto combaciare il Rossi sbattuto sui giornali come truffatore col Rossi che ha conosciuto di persona.
Se vogliamo discutere su questo livello, disponibilissimo. Se vuoi continuare a discutere sul livello "è una bufala e ti porto le prove: questo, questo e questo..." no, basta, ti prego, dammi almeno due settimane di tregua. Detto questo, lieto di conoscerti e in bocca al lupo ci cuore per la tua carriera nel campo delle tlc se non ricordo male.

Buon weekend

P.S. Stai seguendo la discussione su Query on line? È arrivata a 75 commenti: http://www.queryonline.it/2011/01/31/il-ritorno-della-fusione-fredda-2/

Hai seguito pure questa?
http://www.queryonline.it/2011/02/02/il-ritorno-della-fusione-fredda-ci-risponde-levi/

Piero ha detto...

Tia, parlare di affidabilità, secondo me, ha senso quando si prende in considerazione una macchina o un software e quelli non promettono ciò che dichiarano.

Se mi dici che il catalizzatore di energia, secondo te, è inaffidabile perché non promette ciò che dichiara, lo posso accettare. Ma in tal caso, ad essere inaffidabili sarebbero anche le prove e le misurazioni fatte dall'Università, non l'ing. Rossi di per sé, perché lui si è rivolto ad un ente terzo per eseguire le prove e le misurazioni.

Quindi, in questo caso, non vedo dove sia l'inaffidabilità di questa persona.

Daniele ha detto...

@Aldo
Dear Colleagues,
as anticipated, I am sending copy of the "Declaration" of Dr. Galantini about the instrumentation used. I received it just now and it is in Italian language.
Thanks for Your kind attention,
Francesco CELANI

****************************
-------- Messaggio originale --------
Oggetto: sonda
Data: Thu, 20 Jan 2011 18:56:41 +0100

Si certifica che lo strumento con cui è stato effettuata la misura dell’acqua libera nel vapore durante il test svoltosi a Bologna il 14.01.2011 era lo strumento HD37AB1347 della Delta Ohm dotato di sonda mod.HP474AC con campo di risoluzione -40;+150°C.

Galantini dr.Gilberto

GREIT SERVICE s.r.l.
via Monsignore di Sotto, 32/A
44040 ALBERONE DI CENTO (FE)
C.F. e P. I.V.A. 02544400373

ant0p. ha detto...

riguardo alla storia personale di rossi, mi sono letto tutto, sia sul suo sito che su altri. e l'idea che mi sono fatto è che rimane un personaggio credibile.
la questione della petroldragon era una procedura chimica per ricavare olio combustibile dai rifiuti, che rossi era riuscito a portare a livello industriale ma che era piuttosto laboriosa e non aveva certo le potenzialità dell'e-cat. poteva essere utile in quel periodo ma era facile incasinarsi, cosa che infatti successe. ma rossi ha affrontato tutto, s'è fatto er gabbio, 17 anni di processi da cui è uscito con condanne minori e sul suo sito spiega tutto, ovviamente dal suo punto di vista, ma entra nel merito e di sicuro non ha un'atteggiamento mistificatorio stile-nano:)) questo per dire che non è un personaggio sbucato dal nulla, è uno che anche in passato si è sempre interessato concretamente di tecnologie innovative, rischiando di suo e senza paracularsi con la politica o mafie varie.

tia ha detto...

Hai letto anche che Rossi prima de''E-cat ha creato un altr incredibile invenzione?
Un TEG (generatore termoelettrico) con una efficienza del 20% (vs 5-10% che ora c'è in giro).
Poi sparito nel nulla.

http://www.mail-archive.com/vortex-l@eskimo.com/msg38015.html

Spero davvero, per il buon nome della nostra università nel mondo, che non faccia la stessa fine.

ant0p. ha detto...

@tia: no questa non la sapevo ma non cambia la questione, anzi conferma che è uno che ci prova.
non sono in grado di entrare nei dettagli del generatore leggendo un piccolo post, come non so nemmeno quali sono i dettagli dell'e-cat, però è la prima volta che ci sono dei dati concreti, che vanno approfonditi, non è nemmeno detto che non sorgano difficoltà anche per l'e-cat, ma per adesso è importante tenere viva la questione, va bene anche uno scetticismo a priori con argomenti dietrologici (anche se secondo me è un po' sospetto). l'unica cosa sicura è che se l'e-cat funzionasse e riuscisse a avere una distribuzione di massa sarebbe una grossa svolta, e non penso che, nel caso sia veramente tutto come sembra, basti mettere rossi in cattiva luce per fermare una cosa del genere. se dovessero screditare lui sarebbe qualcun'altro a riprendere l'e-cat, ormai è diventato troppo di dominio pubblico, difficile insabbiare con argomenti che non entrino direttamente nel merito tecnico e siano motivati sul serio.
l'e-cat potrebbe averlo proposto anche bondi, ma se funziona funziona, non sarebbe l'e-cat a essere sputtanato per colpa di bondi, ma sarebbe bondi a essere riabilitato esclusivamente per merito dell'e-cat:))

tia ha detto...

>no questa non la sapevo ma non cambia la questione, anzi conferma che è uno che ci prova.

Ah che lui *ci provi* è fuori dubbio. Il problema è capire COSA prova a fare.
Perchè se mi fai due mirabolanti invenzioni (petroldragon & teg) e poi queste si dissolvono come neve al sole, è logico non fidarsi. E' logico ritenerlo persona non affidabile.

>leggendo un piccolo post

C'è il link. E se ho tempo cerco il brevetto, che se ben ricordo p registrato a nome di rossi per la LTI.

mauro ha detto...

ciao a tutti
ma anche se funzionasse, pensate davvero che verra permesso di utilizzare questa tecnologia?

E come la mettiamo con l'economia mondiale?

Daniele ha detto...

@ant0p
Sembra proprio che noi due ragioniamo nello stesso modo. Anche io ho letto tutto quello che ho trovato sulla storia del Petroldragon e ne ho ricavato le stesse identiche impressioni. Tia, invece ne ha tratto le conclusioni opposte, mah...
Evidentemente penserà che siamo boccaloni... ma per quel che mi riguarda mi sento sufficientemente saggio per i miei 46 anni. ;)
E condivido in pieno le osservazioni che fai a Tia: anche per me lo "scetticismo a priori con argomenti dietrologici" suona un po' sospetto in queste circostanze. O se non sospetto, ingenuo.

@Tia
Se scriverò un libro per raccontare tutta questa storia, prenderò senz'altro i tuoi commenti e quelli di Camillo Franchini (un buon ventaglio generazionale) a esempio di come funzioni il pensiero-unico negazionista utilizzato da due decenni con successo in tema di LENR (ti consiglio al riguardo l'ottimo libro di Roberto Germano "Fusione fredda, moderna storia d'inquisizione e d'alchimia"):

1) tali ricerche non passano per peer review pertanto non hanno alcun valore (ma ormai lo sanno anche i bambini che non sempre gli arbitri fischiano a ragione un fuori gioco, specialmente se forti interessi economici hanno interesse a condizionare il risultato della partita);

2) ogni gossip a sfavore delle LERN è da prendere in alta considerazione (che attendibilità da 1 a 10 dovremmo assegnare al forum/intervento che hai citato?);

3) quasivoglia affermazione a favore delle LERN è solo gossip, pseudoscienza o scienza patologica;

Dulcis in fundo, ci sarebbe anche...
4) un bell'attacco personale al ricercatore/inventore/scienziato di turno... eppure dovremmo averci fatto il callo su quanto sia facile costruire dossier ad hoc contro persone scomode, o sei tra quegli italiani troppo intelligenti per seguire la cronaca politica e che grazie al loro voto - non dato o dato senza attenzione - hanno trascinato l'Italia nell'attuale palude?

E ora entro nel merito della tuo ultimo scoop (e intendo replicare anche nel forum che ha diffuso quella balla).

Quello che è vero è che Rossi ha lavorato anche sull'Effetto Seebeck, ottenendo risultati notevoli che in laboratorio hanno raggiunto il 20% di efficienza, che però si è ridotto al 10 % in applicazioni industriali. Come mi ha spiegato Rossi, la convenienza economica di questa tecnologia è limitata, anche se non annullata, dal deterioramento dei semiconduttori e dai loro attuali costi. Un problema abbastanza generalizzato nel campo del fotovoltaico. Si tratta dunque di un lavoro che semmai dimostra le capacità di Rossi che in ogni caso è riuscito ad applicare - non so quanti altri possono vantarlo - l'effetto Seebeck a impianti industriali. Grazie a questo brevetto, Rossi ha venduto molti impianti di generazione elettrica che sono stati apprezzati dai loro acquirenti; inoltre, proprio con la vendita di tale tecnologia, ha potuto autofinanziare lo sviluppo dell'E-Cat. Che brutta persona eh!?

@Mauro
Siamo passati dal legno al carbone... dal carbone al petrolio... al nucleare... e tempo che passiamo interamente alle energie rinnovabili e pulite. In culo l'economia mondiale! Scusate ma quando ci vuole ci vuole! :-D

tia ha detto...

>"argomenti dietrologici" [...] "eppure dovremmo averci fatto il callo su quanto sia facile costruire dossier ad hoc contro persone scomode"

Vedi che alla fine ti sei rivelato per quello che sei?
Un bambino di 46 anni pieno di contraddizioni.
Basta vedere quella frase sopra.
Degno verbo di un berlusconiano.
Ma, ops, questo blog non è anti-berlusconiano?


>di come funzioni il pensiero-unico negazionista utilizzato da due decenni con successo in tema di LENR

Vedi che ancora non hai capito?
_Io_ sarei contentissimo se la fusione fredda (e chimiamola col suo nome!) funzionasse.
E basta una semplice prova di calorimetria :) Ma la voglio.

Chiudo qui definitivamente perchè mi son stufato.
tornero quando c'è qualcosa di serio da commentare.

Daniele ha detto...

@Tia
Ok!!!

P.S. Boffo chi era costui? ;)

sandro75k ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
sandro75k ha detto...

ps: riguardo Valeria credo abbia fatto un solo errore negli oltre centomila post qui dentro... :)

antonio46 ha detto...

Daniele, come fai ad accusare gli altri di negare l'evidenza , quando proprio il fallimento di tutte le promesse fatte da rossi sono l'evidenza di un comportamento a dir poco "imbarazzante"?
a questo punto non puoi pretendere che noi si mandi il cervello al macero dando per vero cose solo affermate, e mai provate. se rossi tiene alla sua rispettabilità ( se ne ha una) smetta di essere arrogante e dia prova di umiltà scendendo al nostro livello e fornendo le prove di ciò che asserisce.
quanto fatto finora fa acqua da tutti i punti di vista.

Posta un commento

Ovviamente 22passi è un blog, non una rivista on line, pertanto la responsabilità di quanto scritto in post e commenti appartiene solo ai rispettivi autori. Chi è abilitato a pubblicare su 22passi deve evitare botta&risposta a distanza con utenti di altri blog o forum (donde può comunque trarre contenuti citandone la fonte).

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.

Related Posts with Thumbnails