Un blog per appassionati d’Amore onestà spiritualità arte poesia politica democrazia sostenibilità tecnologia green-energy cold-fusion LENR medicina alternativa cambi di paradigma rivoluzioni scientifiche criptoarcheologia e “tante cose infinite, ancor non nominate”. Uno specchio capovolto della realtà: qui siamo una società gilanica, fuori c’è il patriarcato; qui siamo pro E-Cat, fuori c’è il petrolio... per fare previsioni sull’esterno invertite SEMPRE i risultati dei nostri sondaggi interni!

>>>> CERCHI LIBRI SUL BENESSERE DEL CORPO, DELLA MENTE E DELLO SPIRITO?

martedì 11 novembre 2008

Le Desiderata di Max Ehrmann

Le false attribuzioni si propagano alla velocità della luce. Penso che a pochissimi non sia capitato di leggere almeno una volta un popolare brano di prosa lirica intitolato Desiderata, appeso alle pareti di un locale o su qualche "catena" di e-mail, sempre con l'immancabile precisazione: "Trovato nella vecchia chiesa di San Paolo a Baltimora e datato 1692". In realtà, indagando nella rete, si scopre che fu scritto in data assai più recente, nel 1927, da Max Ehrmann (1872-1945), un poeta americano nato a Terre Haute, nell’Indiana. Pare che i diritti d’autore vennero registrati alla Libreria del Congresso e in seguito rinnovati dai suoi eredi, perciò il testo sarebbe ancora protetto dalla legge statunitense sul copyright. Com'è nata allora la falsa attribuzione, o meglio il disconoscimento del vero autore?
Alla fine degli anni '50 il reverendo Frederick Kates, ministro della Chiesa di S. Paolo a Baltimora (Maryland), usò questo brano in una collezione di testi devozionali preparata per i suoi fedeli. Su queste dispense era annotato "Old Saint Paul's Church, Baltimore A.D. 1692" (anno di fondazione della chiesa stessa): da qui l'equivoco una volta che le Desiderata, dopo essere passate di mano in mano innumerevoli volte, tra gli anni '60 e '70 divennero molto popolari nel contesto dei movimenti spirituali americani e da qui si diffusero in tutto il mondo. Di certo Max Ehrmann di ha donato un testo senza tempo, di rara bellezza, sintesi e saggezza. N.B. Esistono svariate traduzioni in italiano, ne ho fatto una sorta di collage prendendo - a gusto mio - il meglio da ciascuna.
DESIDERATA

Va' serenamente in mezzo al rumore e alla fretta, e ricorda quanta pace può esserci nel silenzio.

Finché puoi farlo senza dover soccombere, sii in buoni rapporti con tutte le persone. Dì la tua verità con calma e chiarezza, e ascolta gli altri, pure l'insensibile e l'ignorante; anch’essi hanno la loro storia.

Evita le persone prepotenti e aggressive, sono un tormento per lo spirito.

Se ti paragoni agli altri puoi diventare vanitoso e aspro, perché ci saranno sempre persone superiori e inferiori a te.

Gioisci delle tue conquiste, così come dei tuoi progetti. Mantieniti interessato al tuo lavoro, per quanto umile; è una certezza nel futuro mutevole del tempo.

Sii prudente nei tuoi affari, perché il mondo è pieno d'inganno. Ma questo non ti impedisca di vedere quanta virtù c'è. Molte persone lottano per grandi ideali e ovunque la vita è piena d'eroismo.

Sii te stesso. In particolare non fingere d'amare. E non essere cinico riguardo all'amore, perché a dispetto di ogni aridità e disillusione esso è perenne come l’erba.

Accetta con benevolenza il consiglio degli anni, abbandonando con riconoscenza le cose della giovinezza.

Coltiva la forza d'animo, per difenderti dall'improvvisa sfortuna. Ma non tormentarti di fantasie. Molte paure nascono dalla stanchezza e dalla solitudine.

Al di là di ogni sana disciplina, sii gentile con te stesso. Tu sei un figlio dell’universo, non meno degli alberi e delle stelle; tu hai diritto di essere qui. E che ti sia chiaro o no, non c’è dubbio che l’universo si stia svelando come dovrebbe.

Perciò sii in pace con Dio, in qualunque modo tu Lo concepisca, e qualunque siano i tuoi travagli e le tue aspirazioni, nella rumorosa confusione della vita, sta in pace con la tua anima. Nonostante tutta la sua finzione, il lavoro ingrato e i sogni infranti, è ancora un mondo magnifico.

Stai attento. Fa' di tutto per essere felice.

Testo originale inglese
Go placidly amid the noise and haste, and remember what peace there may be in silence. As far as possible without surrender be on good terms with all persons. Speak your truth quietly and clearly: and listen to others, even the dull and ignorant; they too have their story. Avoid loud and aggressive persons, they are vexatious to the spirit. If you compare yourself with others, you may become vain and bitter; for always there will be greater and lesser persons than yourself. Enjoy your achievements as well as your plans. Keep interested in your own career, however humble; it is a real possession in the changing fortunes of time. Exercise caution in your business affairs, because the world is full of trickery. But let not this blind you to what virtue there is; many people strive for high ideals and everywhere life is full of heroism. Be yourself. Especially do not feign affection. Neither be cynical about love; for in the face of all aridity and disenchantment it is perennial as the grass. Take kindly the counsel of the years, gracefully surrendering the things of youth. Nurture strength of spirit to shield you in sudden misfortune. But do not distress yourself with imaginings. Many fears are born of fatigue and loneliness. Beyond a wholesome discipline, be gentle with yourself. You are a child of the universe, no less than a tree and the stars; you’ve a right to be here. And whether or not it is clear to you, no doubt the universe is unfolding as it should. Therefore be at peace with God, whatever you conceive Him to be. And whatever your labors and aspirations, in the noisy confusion of life keep peace with your soul. With all its shams, drudgery and broken dreams, it is still a beautiful world. Be careful. Strive to be happy.

3 : commenti:

María Zambrano ha detto...

Ci provo tutti i giorni da un po' di tempo a questa parte anche se non mi riesce tanto bene.

Daniele ha detto...

L'importante è provare: diventare consapevoli di un nostro errore è molto più importante e difficile che rendersi conto di aver fatto bene qualcosa.
Ciao Maria, benvenuta da queste parti.

Donnachenina BLOG ha detto...

Ciao Daniele,
molto bello, se solo si riuscisse a seguire in tutti i punti!
Fra tutti mi ha colpito di più:

Coltiva la forza d'animo, per difenderti dall'improvvisa sfortuna. Ma non tormentarti di fantasie. Molte paure nascono dalla stanchezza e dalla solitudine.

Certo ..molte paure nascono dalla stanchezza, ed io mi dico come fare a volte per evitarla, ad amministrare bene le proprie forze o a non sprecarle.., per quanto riguarda la solitudine,le cose diventano ancora più difficili, almeno per un tipo di solitudine che non è inttesa naturalmente con l'essere soli..a volte si riesce a tenersi compagnia da soli e a volte no, almeno così è per me.
Grazie per gli argomenti sempre interessanti che proponi.
Un caro saluto

Posta un commento

Ovviamente 22passi è un blog, non una rivista on line, pertanto la responsabilità di quanto scritto in post e commenti appartiene solo ai rispettivi autori.

Related Posts with Thumbnails