Un blog per appassionati d’Amore onestà spiritualità arte poesia politica democrazia sostenibilità tecnologia green-energy cold-fusion LENR medicina alternativa cambi di paradigma rivoluzioni scientifiche criptoarcheologia e “tante cose infinite, ancor non nominate”. Uno specchio capovolto della realtà: qui siamo una società gilanica, fuori c’è il patriarcato; qui siamo pro E-Cat, fuori c’è il petrolio... per fare previsioni sull’esterno invertite SEMPRE i risultati dei nostri sondaggi interni!

>>>> CERCHI LIBRI SUL BENESSERE DEL CORPO, DELLA MENTE E DELLO SPIRITO?

mercoledì 15 agosto 2012

Nuovi documenti da Francesco Celani

Il reattorino LENR presentato da Celani in USA e Corea
Francesco Celani mi ha scritto stanotte allegandomi due nuovi documenti da condividere nel web:
  1. semplicemente la versione riveduta e corretta del breve articolo/bozza diffuso qualche giorno fa (qui), aggiornato anche nella lista sponsor (la stessa del secondo documento): anche la National Instruments ha chiesto di essere inserita UFFICIALMENTE;
  2. le 56 slides presentate da Celani all'ICCF17... notevolissime!

Mi unisco al coro di commenti lasciati in questi giorni sul blog e mi congratulo anch'io con Francesco di quanto seminato con pazienza e determinazione. La raccolta è cominciata.

Buon ferragosto a tutti.

***

da: Francesco Celani
a: Daniele Passerini (22passi)
data: 15 agosto 2012 02:47
oggetto: Presentazione a NIWeek e ICCF17:[ Re: Complimenti!!

Caro Daniele,

tutto è andato bene, oltre ogni ragionevole aspettativa.
L'articolo (breve, 5 pagine) alla NIWEEK è lo stesso della ICCF17: lo puoi diffondere.

Notizie varie.
1) Ti invio la mia PRESENTAZIONE (circa 1.5 M): la puoi mettere in rete.
2) Ieri abbiamo rimontato il reattore...
3) Dopo una breve ricalibrazione  (circa 2 ore) locale alla potenza di ingresso di riferimento (48W), in Idrogeno, il reattore, LENTAMENTE ma costantemente, ha iniziato a produrre potenza in eccesso. Attualmente, dopo circa 20 ore dalla partenza, siamo arrivati a circa 14W!
Un ingegnere della National Instruments è venuto apposta dagli USA per la parte software; è stato aiutato anche da 2 altri Ingegneri della NI da Seoul. Tutto OK.
4) MIRACOLO: anche gli acerrimi scettici dei NRL (USA) si sono complimentati con me. Quindi, semaforo verde.
5) Nel pomeriggio verrà la televisione Coreana per un servizio dettagliato.

NB. È complicato mettermi in contatto: TUTTI mi cercano! La linea spesso è superpiena.

A presto,
Francesco CELANI

118 : commenti:

Il Santo ha detto...

Perfetto, quindi il fenomeno è ampiamente replicabile! Non ci resta che aspettare le repliche!

nemo ha detto...

Grandi giorni per Francesco! Ancora complimenti!

Julian ha detto...

Domanda a Celani:

Lei lascerebbe che il reattore fosse sottoposto a verifica indipendente?
Lei sarebbe ovviamente presente al test (a protezione del congegno, che non deve essere manomesso) ma non può interferire con le misure.

nemo ha detto...

Francesco Celani ha:
1) Costruito un reattore con vetro trasparente!
2) Descritto praticamente al 100% materiali e tecniche utilizzati per la sua costruzione.
3) Ha permesso a NI di rifare tutto il set-up di misura del suo rettore
4) Ha dimostrato in pubblico nelle sopra citate condizioni un cop di 1,5

Che cosa possiamo ancora pretendere? Il suo lavoro l'ha fatto in modo straordinario.

Paul ha detto...

Di fronte a tutte queste cose, non lo sentite un ASSORDANTE SILENZIO?

O è ancora troppo presto?

Julian ha detto...

@Nemo
Finora ha solo mostrato NON dimostrato.

@Paul
Il silenzio assordante è quello che potrebbe evitare un prossibile ancor più clamoroso flop.

Zeno ha detto...

Noto ancora una volta che mentre si fa viva la tv coreana quella italiana ancora tace.
Ora Celani dice che tutti lo cercano. Forse le agenzie di stampa si sono svegliate.
Non credo che ciò possa compromettere la sua ricerca "open source" ma anzi che altri scienziati in tutto il mondo possano contribuire ad accelerarla per "scovare" le ragioni teoriche dell'eccesso di calore e per migliorarne il rendimento al fine di una utilizzazione pratica forse anche migliore rispetto ai risultati ottenuti da Rossi.
Sono troppo ottimista?
Beh in fondo non costa nulla esserlo.

nemo ha detto...

Finora ha solo mostrato NON dimostrato.

Da quando una misura ben fatta non è una dimostrazione?

rict ha detto...

@Prof. Celani

I miei complimenti a lei ed al sio gruppo di ricerca per questi risultati!

La mia domanda e' la seguente: quali sono i prossimi passi? State pensando all"autosostentamento?

Buon ferragosto!


Il Santo ha detto...

@Nemo

Che una misura sia ben fatta spetta dirlo ad un laboratorio di ricerca, non a un produttore di strumenti. Questa cosa viene spesso travisata qui dentro.

A Celani chiedo di confermare che i problemi di replicabilità che ha sempre sottolineato in ogni suo intervento sono stati superati e che quindi il reattorino e' pronto per verifiche indipendenti.

nemo ha detto...

Una Domanda:
Prof. Celani, ha misurato radiazioni in uscita?
Se si quali e con che valori?
Grazie. MF

Julian ha detto...

"Da quando una misura ben fatta non è una dimostrazione? "

E' meglio che ALTRI dichiarino che la misura sia ben fatta!

Tizzboom ha detto...

@rict: nelle conclusioni nella presentazione Celani scrive:



4) The next step will be the use of quartz tube instead of borosilicate, at the moment in use. The quartz will allow to studies temperatures over 300°C, at the moment not allowed by borosilicate (1st softening temperature of borosilicate glass is about 270°C).

5) We observed (experiment ended at May 2012) that such materials have a behaviour of “positive feedback” of anomalous power in respect to temperature increasing.

6) If point 5) will be reconfirmed with the wire made by new procedures, it could be possible to reach “regions” of operations were even the self-sustaining regime could be observed.

nemo ha detto...

Bah, sarà che sono partito dal presupposto che quelli della NI non siano scemi.. forse però mi sbaglio... vedremo

holgs ha detto...

Avete notato a pag. 23 che a il filo inerte è avvolto al filo "attivo" in 22 spire?

nemo ha detto...

@Il Santo
Se i problemi di replicabilità sono stati risolti lo possiamo chiedere ad un laboratorio indipendente. Non credo gli si possa chiedere di costringere qualcun altro a rifare il suo reattore. Del resto mi pare che il reattore Arata sia già riproducibile.
In altre parole è disonesto affermare che gli esperimenti di FF non sono riproducibile se prima qualcuno non ha dimostrato di averci provato in modo rigorosamente scientifico.

Paul ha detto...

>Avete notato a pag. 23 che a il filo inerte è avvolto al filo "attivo" in 22 spire?

Glielo avrà suggerito Daniele...:-))

Tizzboom ha detto...

@nemo: il punto e` che le misure magari sono fatte bene ma conseguenze inaspettate dovute ad alcune scelte di progettazione della cella o difetti (es. perdita di pressione nel tempo, poco isolamento dall'ambiente esterno della cella di tipo trasparente o calorimetria un po' troppo semplificata - anche se Celani dovrebbe essere perfettamente al corrente di tutte queste cose) magari influenzano il calcolo della potenza in eccesso rendendolo meno affidabile del previsto.

Prima di una prova "ufficiale" sara` bene costruire un reattore ed un set-up a prova di critiche. Isolato, a tenuta stagna e con calorimetria piu` solida, diretta.

nemo ha detto...

@Tizzboom
In linea di principio hai ragione. Ciononostante ho l’impressione di essere di fronte a fatti storicamente rilevanti.

Zeno ha detto...

Le mia domanda per il prof. Celani:
Avete ipotizzato che il calo di resistenza elettrica, corrispondente ad un aumento dell'eccesso di calore, sia dovuto ad una fusione dei protoni idrogeno fra loro o con il nucleo del nichel, con conseguente liberazione di elettroni e aumento della conducibilità elettrica?
In tal caso avete analizzato il filo a posteriori per verificare se vi sono state delle trasmutazioni nucleari?

Zeno ha detto...

Corrego la domanda:
Avete ipotizzato che il calo di resistenza elettrica, corrispondente ad un aumento dell'eccesso di calore, sia dovuto ad una fusione dei protoni idrogeno con il nucleo del nichel, con conseguente liberazione di elettroni e aumento della conducibilità termica?
In tal caso avete analizzato il filo a posteriori per verificare se vi sono state delle trasmutazioni nucleari?

Julian ha detto...

... conseguente liberazione di elettroni ...

???

Spero proprio che Celani non lo ipotizzi.

Bura ha detto...

La mia impressione è che Celani con questo eccezzionale demo abbia rovinato una October Surprize a qualcuno.. E non mi riferisco a Rossi di per se ma a "Customers" e partners vari :-)

Andrea G. ha detto...

Complimenti vivissimo a Francesco Celani anche per la tenacia che ha dimostrato avere e che lo fa assurgere agli onori delle cronache... già ma quali cronache?, Possibile che su i media "mainstream" non passi un minimo di notizia?

Zeno ha detto...

@ Julian
Conosci le emissioni Beta - ?

Julian ha detto...

@Zeno
"Conosci le emissioni Beta - ?"

Sì. A quel che leggo sei tu che non la conosci; l'emissione beta- riguarda il decadimento dei neutroni. Cosa c'entra con la fusione dei protoni da te ipotizzata?

E poi, cosa intendi con fusione dei protoni? Si ottengono protoni più grandi? Con più massa? Con minor carica? Con "...conseguente liberazione di elettroni..."?

Spiegaci ...

mario massa ha detto...

@Julian

"Domanda a Celani:Lei lascerebbe che il reattore fosse sottoposto a verifica indipendente?"

Qualcuno mi ha già posto la domanda "perchè insisti con Rossi e non chiedi a Celani?"

Sono due cose completamente diverse: quella di Rossi con un COP 6 facilissimo da dimostrare ma improbabile che venga accettata, quella di Celani facile da ottenere (non credo proprio che avrebbe qualcosa in contrario a una mia visita al suo laboratorio), ma non facilissimo da confermare/smentire con un COP 1.3.

Credo che le due cose possano procedere di pari passo.
Spero di incontrarlo di persona al pranzo del 22 settembre per chiedergli questo confronto, magari insieme al comune amico William Collis che mi ha più volte confermato la sua stima nei suoi riguardi.



nemo ha detto...

Ci sono informazioni del pranzo? Mi piacerebbe partecipare se posso. Dove, quando?

bertoldo ha detto...

x massa
l'unica stanza che potresti visitare del laboratorio di Celani è quella del bagno ...per esperimenti di fluido dinamica...

Julian ha detto...

@mario massa

"Sono due cose completamente diverse: quella di Rossi con un COP 6 facilissimo da dimostrare ma improbabile che venga accettata, quella di Celani facile da ottenere (non credo proprio che avrebbe qualcosa in contrario a una mia visita al suo laboratorio), ma non facilissimo da confermare/smentire con un COP 1.3."

Temo che sia effettivamente così.

Speriamo che venga dallo stesso Celani qualche suggerimento su come modificare il reattore per aumentare il COP sino ad un livello soglia che non possa lascire dubbi.

Tuttavia dopo tutti questi anni i miglioramenti ottenuti (dichiarati) sono comunque minimi.

Per di più il fenomeno (se esiste) non è stato ancora compreso.

sandro75k ha detto...

Un saluto a Celani che è l'unico a lavorare oggi insieme a me...

@Nemo
il pranzo sarà o a Rimini o a Cesena...
DEVI VENIRE!!!!!! ;)

@Padani ed Alpini

vi cambia molto se invece di Cesena si decidesse per Rimini?

ulixes ha detto...

"Per di più il fenomeno (se esiste) non è stato ancora compreso."

Pendiamo dalle sue labbra.

Zeno ha detto...

@ Julian
Non mi sembra di aver parlato di fusione tra protoni e in ogni caso non è questo che intendevo. Mi riferivo invece alla fusione dell'idrogeno con il nichel con conseguente trasmutazione in rame e emissione beta -. E' un tipo di reazione che nel vuoto è impossibile ma che nella materia condensata è stata ipotizzata anche dal prof. Focardi.

hidetoshi rossy ha detto...

Sarà pure una buona cosa a livello teorico, certo con 14 watt non ci puoi manco fare andare avanti la lucetta del mio portachiavi

Tizzboom ha detto...

@hidetoshi rossy: la cella di Celani non e` ottimizzata per la resa, ma per lo studio. Ma visto che i fili si "attivano" con feedback positivo con la temperatura interna della cella oltre una certa soglia, immagino che ci vorrebbe poco a moltiplicarne il loro numero nella cella (chesso', 10-15 fili) ed aumentare la potenza in eccesso complessiva, non che' il COP, a piacere. Certo, sarebbe qualcosa di poco elegante.

Chissa` se Celani, per "gioco", ha gia` provato a fare qualcosa del genere.

hidetoshi rossy ha detto...

@Tizzboom

Alla fin fine, ci tocca sperare nell'immediato nel 6-7 Settembre mi sa.
Una cosa è certa: Rossi ne ha sparate di recente di così grosse (Calore stabile a 1.000 gradi, alimentazione con Gas, etc etc..)

Che o si tratta di un delinquente o è un genio.
Lo verremo a sapere in fretta

Vettore ha detto...

@Mario Massa
Mi vuoi dire che per te fare una misura in grado di distinguere inequivocabilmente tra 48W e 60W è una cosa difficile?!?
Suvvia, non scherziamo... Metti in dubbio il tuo ruolo di "validatore supremo" se affermi questo...
[provocazione :-)]
Ripeto, io con un sistema simile a quelli di Celani osservavo benissimo differenze dell'ordine del decimo di W...

Paul ha detto...

Intanto Hank Mills scrive:

"Hank Mills on August 15, 2012 at 12:33 pm
I do not understand the odd excitement about 14 watts of excess power. What we need are solutions to the energy crisis. Weak prototypes capable of only single digit watts of output (with a COP barely over 1) are not going to allow our civilization to survive. The only cold fusion technology I am aware of that is actually capable of producing kilowatts of output, a high COP, and ultra high temperatures is the E-Cat. I am not aware of *any* other technology that even comes close to being practical.

Even Defkalion, that had bragged for over a year of being capable of producing kilowatts of output at 650C, has admitted they do not even have a stable prototype!"

Julian ha detto...

@Vettore

"... una misura in grado di distinguere inequivocabilmente tra 48W e 60W è una cosa difficile ..."

Per come credo di aver capito io, non è tanto la misura in sé dei watt quanto l'attribuzione di questo limitato eccesso di energia ad una reazione nucleare.

Mi spiego, a causa della natura eterogenea dei costituenti (fase gassosa, fase solida) non è semplice escludere dei microfenomeni fisici o chimici che possono essere esotermici, simulando il lieve eccesso di energia (o contribuendovi), o magari anche endotermici con il risultato di far apparire piccolo un eccesso di energia che sarebbe ben più grande.

Vettore ha detto...

@Julian
Non è del tutto vero quello che dici, perchè le quantità di potenziali reagenti dentro la cella sono veramente irrisori, 20W non sono affatto pochi, e le reazioni chimiche che possono avvenire sono note.
Qualcuno su Vortex ha calcolato che la densità di energia nella cella di Celani è superiore a quella dei combustibili da trazione. Basta fare andare la cella per un tempo sufficientemente lungo e non ci possono proprio essere dubbi...
Ovviamente se parliamo di valutazioni scientifiche... Se iniziamo a tirare fuori ipotesi da circo, non se ne esce più con nessuna misura possibile ed immaginabile...

Bura ha detto...

Daniel Rocha
Tue, 14 Aug 2012 22:38:55 -0700

Gasoline has a density of 34KJ/cm3. That thing yields 500W/cm3. That is,
every about 1 minute of that gives the same amount of energy that burning
the same quantity of gasoline. 1 month gives about 40 thousand times the
energy density of the same volume of gasoline.

2012/8/15 Jed Rothwell

> 13:48 local time.
>
> The reaction has been fluctuating all day with amplitude about as big as
> the screen shot taken at 9:21 this morning. It was not just the air
> conditioning. It went briefly to 15 W but dropped back and has stated
> around 14 W. It is not increasing. In Texas it went up to 21 W
> before stabilizing.
>
> Celani told me the wire after treatment weighs 0.29 g. SEM studies show
> that about 45% of it is active. I suppose that means it is active at some
> point during the test run. It may be than only a small portion is active at
> any given moment.
>
> The longest runs with this system were about a month. One cut out after a
> week and then turned on again. Another produced continuous heat. It went to
> ~8 W at first, stayed there for a while and then toward the end rose to
> about 16 W.
>
> - Jed
>
>


--
Daniel Rocha - RJ
danieldi...@gmail.com

Julian ha detto...

@Vettore

Sono d'accordo che integrando per un tempo sufficientemente lungo (e senza ricariche dall'esterno) l'ambiguità alla fine potrebbe essere risolta.

sandro75k ha detto...

io sto ripensando al fatto che diminuisca la restitività del materiale all'aumentare della temperatura tipo semiconduttore...

Vettore ha detto...

Ci terrei a precisare comunque che in base a quello che è descritto nelle slides di Celani, questi risultati sembrano davvero preliminari! Ci sono ancora un sacco di parametri e di variabili da considerare, e sono sicuro che non mancheranno le sorprese. Quindi forse non ha neanche molto senso fare misure accuratissime in questa fase...

mario massa ha detto...

@Vettore
"[provocazione :-)]
Ripeto, io con un sistema simile a quelli di Celani osservavo benissimo differenze dell'ordine del decimo di W..."

Le provocazioni in tono scherzoso sono sempre beneaccette.
Allora provoco anch'io: il decimo di W su 48W significa una precisione finale sulla catena delle misure elettriche e termiche dello 0.2%: complimenti per la qualità della tua strumentazione. (non so mettere i facciotti)

Cupo Meridio ha detto...

Finalmente una prova "trasparente"!
Auguri, e speriamo bene.

mario massa ha detto...

@Vettore
Approfitto del fatto che oggi sei sul blog.

Come sai stiamo cercando un tecnico molto favorevole a Rossi che entri nel gruppo che vuole richiedere un test indipendente (ricordo che è stata presa la decisione di presentare i risultati, se mai si farà il test, approvati all’unanimità, per cui un solo tecnico può impedire che vengano pubblicati risultati a suo giudizio non corretti).

L’Anto mi ha detto che non lo troverò perché questi tecnici non condividono l’idea di chiedere a Rossi tale test. Mi pareva che tempo fa invece anche tra i fiduciosi ci fossero persone che ritenevano indispensabile fare questo test e per lo stesso motivo mi pare che allora si tentò anche con Defkalion.

Ritieni vero ciò che dice Antonella (per cui devo rinunciare a cercarlo), o ci sono altri motivi per cui nessuno si fa avanti?

indopama ha detto...

tengo la parte di mario massa, un errore dello 0.2% e' una misura stratosferica.
attenzione, un conto e' leggere una misura su di uno strumento, un altro e' che sia vera e non per errore dello strumento ma per metodo di misura. pero' la differenza nel reattore di celani e' sufficiente per togliere dubbi di misurazione, quindi l'eccesso direi che c'e'. con questo cop non serve ad altro che studiarlo dal punto di vista fisico, dal lato pratico non puo' essere sfruttato perche' metti dentro 48W elettrici, ne tiri fuori 62 in calore che ritrasformati in elettrico diventano 22. ne hai persi piu' della meta', a meno che non si voglia usarlo da caldaia.
cmq, siccome poi si studia per avere dei miglioramenti nella vita reale, le temperature devono essere decisamente piu' alte per cui un reattore che funziona cosi' in basso io non lo farei proprio vedere. non serve studiarlo a queste temperature ma a quelle utili poi nella pratica.
a meno che non si riesca ad estrarre direttamente energia elettrica, cosa che mi sembra ancora lontana.

sandro75k ha detto...

@Mario Massa

Marco da Rallo è un ingegnere o sbaglio?

AB ha detto...

Complimenti a Celani

Mi piacerebbe vedere cosa dice la televisione coreana sulla dimostrazione (preferibilmente il servizio con sottotitoli).

indopama ha detto...

un terremoto unico planetario al rallentatore durato alcune ore? c'e' qualcuno che sa leggere bene questi grafici?
http://earthquake.usgs.gov/monitoring/operations/heliplots_gsn.php

tutta la terra si e' stiracchiata...

Valeria ha detto...

Ma....pazzesco!
in sincrono da ogni parte della Terra?

Vettore ha detto...

@Mario Massa
A proposito dei test sull'apparato di Rossi, io stesso ho avuto diverse idee in proposito nel tempo. Un anno fa sarei stato d'accordo a chiederglielo (pur sapendo che avrebbe rifiutato, come ha fatto con Celani e Josephson). Adesso credo che manchi veramente poco alla pubblicazioni di informazioni che dovrebbero essere risolutive, quindi non lo ritengo più utile (oltre al fatto che so che Rossi rifiuterebbe lo stesso). Personalmente sarei stato anche propenso a pubblicare i dati in ogni caso, indipendentemente dal risultato (altrimenti che test è?). In generale mi sembra che chi è un tantino meno scettico verso Rossi è consapevole che per forza di cose la verità prima o poi verra' fuori... Se ci pensi il tutto si gioca su questo "prima o poi"... Io sono disposto ad aspettare fino a fine anno. Dopo sarei propenso anche io a chiedere dei test (ma più come potenziale cliente che come verificatore), ma non prima.

Riguardo alle misure calorimetriche, il mio setup non è quello di Celani: io davo 10W ad in sistema meno esteso, anche se fatto più o meno nello stesso modo, quindi la misura non richiedeva una precisione dello 0.2%. Inoltre se fai misure rispello ai blank e non assolute, è molto più semplice (e non infici affatto il valore della misura).

sandro75k ha detto...

@indipoma

Ho appena chiamato L'INGV, mi ha risposto una "signorina" molto focosa... mi ha detto che è un vulcano attivo! Non ho capito se si riferisse a se stessa o al tuo terremoto!

Valeria ha detto...

altro che vulcano!

eheheh....a latitudini lontanissime tra loro

Piuttosto sarà Lemuria o Atlantide che riaffiora!
:-)

indopama ha detto...

hahaha la signorina....
si ma le scosse sono di frequenza bassissima (infatti non le abbiamo sentite) ma sono durate mezza giornata! mi sa che si e' confusa con le scosse al sud italia dove c'e' quel vulcano grande sottomarino.

Valeria ha detto...

il Marsili?
quello è qualche mese che fa piccoli ruttini....

Anto ha detto...

@Vettore
>(ma più come potenziale cliente che come verificatore),

Avevo suggerito di cercare un potenziale cliente, ma mi hanno spiegato che i loro clienti...bé, mi viene complicato, ma...Mario, mi interessa un tuo commento a questa frase di Vettore.

Anto ha detto...

@Indopama
>tutta la terra si e' stiracchiata...

che bella immagine :)

Marco da Rallo ha detto...

@sandro
@mario massa

presente!

...purtroppo solo un misero architetto (propostosi come manovale..) cosa che confermo; come il pranzo di Rimini/Cesena o altro luogo il 22 di settembre

ciao
M
e complimenti alla tenacia di Celani!

mario massa ha detto...

@Anto

Ne abbiamo già parlato tra noi, ma ripropongo quello che ti ho detto perchè Vettore possa dire la sua opinione.


Secondo me quanto proponevi tu Antonella e in pratica suggerisce ora Vettore (presentarsi con cliente interessato o addirittura essere il cliente interessato) non è praticabile per almeno 3 motivi:

1 – Il gattone oggi non è economicamente conveniente: costa 10 volte di più di una normale caldaia a gas. E’ vero che il costo di conduzione (secondo Rossi) è irrisorio, ma in tempo di crisi si minimizzano gli investimenti, soprattutto in quei casi (comuni fra miei clienti) in cui gli impianti lavorano a pieno regime solo per una parte dell’anno.

2 – i clienti sono preoccupati di dipendere da un Rossi qualsiasi per una polverina che lui dichiara economica ma la produce solo lui: meglio uno dei tanti fornitori di gas: caro ma certo. E per l’assistenza tecnica chi garantisce (sono impianti che vanno 24 su 24, 7 su 7)? Chi ha mai visto la fabbrica di Rossi con relativi tecnici per l’assistenza?

3 – risulta che le certificazioni non sono ancora state rilasciate, per cui nessuna azienda seria si metterà in casa un generatore di vapore non certificato dall’ ISPESL (lasciando perdere il problema “nucleare”).

A questo aggiungi che nelle industrie della taglia in cui lavoro io normalmente i generatori di vapore sono 5 - 10 volte più grandi di un Gattone: quanto dovrebbero investire per “riconvertire” gli impianti? Tecnicamente poi la pressione del gattone è troppo bassa (minimo richiesto 3 bar, ma il 90% delle aziende ha la rete a 10 bar).

Le aziende più grandi per cui lavoro poi hanno già la cogenerazione, cosa ancora impossibile con il gattone.

Il mio parere è che eventuali aziende interessate oggi sono interessate alla tecnologia, non all’utilizzo e io di possibili clienti con questo interesse non ne conosco.

Ciao
Mario

bertoldo ha detto...

Celani non ha fatto altro che fare il filo di 2n2222a che gli avevo descritto qualche tempo fà ... nel video http://www.italialivetube.it/uploads/lh2vM2D1JPDlSRVDp0zG.flv ad un certo punto dice che il materiale utilizzato diminuisce la sua resistività e quindi ha una resistenza differenziale negativa , proprio come il transistor di cui sopra ...

bertoldo ha detto...

Il mio parere è che eventuali aziende interessate oggi sono interessate alla tecnologia, non all’utilizzo e io di possibili clienti con questo interesse non ne conosco.

Ciao
Mario

Ricordano molto le ultime parole famose... :
"Ma che bisogno avrebbe una persona di tenersi un computer in casa?"
1977, Kenneth Olson, fondatore della Digital Equipment Corporation.
Frase originale: "There is no reason for any individual to have a computer in their home.": Luogo: la convention della World Future Society.
Fonte: Christopher Cerf e Victor Navasky. 1984. The Experts Speak (NY: Pantheon): p. 209.

"Penso che ci sia richiesta mondiale per circa cinque computer."
1943, Thomas J. Watson Jr., in seguito diventato presidente dell'IBM. Frase originale: "I think there is a world market for about five computers". 1943. Fonte: Life Magazine; Chris Morgan e David Langford, 1981. Facts and Fallacies (Exeter: Webb and Bower): p. 44.

"Una unita' di calcolo sull'ENIAC e' dotata di 18.000 valvole e pesa 30 tonnellate, ma puo' darsi che in futuro i computer abbiano soltanto 1000 tubi e pesino soltanto una tonnellata e mezza."
1949, la rivista Popular Mechanics. Frase originale: "Where a calculator on the ENIAC is equipped with 18,000 vacuum tubes and weighs 30 tons, computers in the future may have only 1,000 vacuum tubes and perhaps weight 1 tons."

"Abbiamo un computer qui a Cambridge, ce n'e' uno a Manchester e uno al laboratorio nazionale di fisica. Immagino che sarebbe giusto averne uno anche in Scozia, ma non di più"
1951, autore il fisico inglese Douglas Hartree. Frase originale: "We have a computer here in Cambridge; there is one in Manchester and one at the (National Physical Laboratory). I suppose there ought to be one in Scotland, but that's about all." Fonte: Inaccurate Media Forecasts from the Past.

"Questo cosiddetto 'telefono' ha troppi difetti per poterlo considerare seriamente come mezzo di comunicazione. Il dispositivo è intrinsecamente privo di valore, per quel che ci riguarda."
1876, comunicazione interna della Western Union. Frase originale: "This telephone has too many shortcomings to be seriously considered as a means of communication. The device is inherently of no value to us.". Fonte: Inaccurate Media Forecasts from the Past (http://www.hfac.uh.edu/MediaFutures/misses.html).

"Non e' pensabile che la cosiddetta 'scatola musicale senza fili' abbia valore commerciale. Chi mai pagherebbe per un messaggio che non e' inviato a una persona specifica?"
Autore: i colleghi di David Sarnoff, pioniere della radiofonia e direttore generale della Radio Corporation of America (RCA) e della National Broadcasting Corporation (NBC), nonch頰rimo al mondo a trasmettere via radio la notizia dell'affondamento del Titanic (aprile 1912). Frase originale: "The wireless music box has no imaginable commercial value. Who would pay for a message sent to nobody in particular?" Fonte: Inaccurate Media Forecasts from the Past

"Benche' la televisione sia forse realizzabile dal punto di vista teorico e tecnico, dal punto di vista commerciale ed economico e' impraticabile."
Autore: Lee DeForest, inventore. Frase originale: "While theoretically and technically television may be feasible, commercially and financially it is an impossibility." Fonte: Bad Predictions (Things People Said: Bad Predictions)


"Ritengo che il cinema sia destinato a rivoluzionare il nostro sistema scolastico e che in pochi anni soppiantera' in gran parte, se non del tutto, l'uso del libro di testo."
1922, Thomas Edison, inventore della lampadina. Frase originale: "I believe that the motion picture is destined to revolutionize our educational system and that in a few years it will supplant largely, if not entirely, the use of textbook." Fonte: Inaccurate Media Forecasts from the Past (Radio Forecasts)

bertoldo ha detto...

"A chi diavolo vuoi che interessi sentir parlare gli attori?"
1927, H. M. Warner, della Warner Bros. Frase originale: "Who the hell wants to hear actors talk?" Fonte: Bad Predictions (Things People Said: Bad Predictions)

"Gli americani hanno bisogno del telefono; noi no. Abbiamo fattorini in abbondanza."
1876, Sir William Preece, ingegnere capo delle Poste Britanniche. Frase originale: "The Americans have need of the telephone, but we do not. We have plenty of messenger boys." Fonte: Inaccurate Media Forecasts from the Past (http://www.hfac.uh.edu/MediaFutures/misses.html), che cita la rivista The Economist.

"Bill Gates stima che entro il 1990, il 75-80% dei computer IBM compatibili verra' venduto insieme a OS/2."
Bill Gates, fondatore e presidente della Microsoft sulla rivista The Economist, 30 gennaio 1988. Frase originale: "Mr. [Bill] Gates's [CEO of Microsoft] own estimate is that by 1990 75-80 percent of IBM compatible computers will be sold with [IBM's proprietary operating system] OS/2." Fonte: Inaccurate Media Forecasts from the Past (Radio Forecasts)

"Ho percorso questo paese in lungo e in largo, e ho parlato con i migliori esperti: posso assicurare che questa 'elaborazione dei dati' una moda che non durera' neppure fino alla fine di quest'anno."
1957, il capo redattore del settore libri per le aziende della Prentice Hall. Frase originale: "I have traveled the length and breadth of this country and talked with the best people, and I can assure you that data processing is a fad that won't last out the year" Fonte: Bad Predictions (Things People Said: Bad Predictions)

"Ma all'atto pratico, a che cosa serve?"
1968, un ingegnere della Advanced Computing Systems Division dell'IBM, parlando del circuito integrato. Frase originale: "But what... is it good for?" Fonte: Bad Predictions (Things People Said: Bad Predictions)

"Non esiste il benchè minimo indizio che faccia pensare che l'energia nucleare diverra' mai accessibile, perche' questo comporterebbe essere in grado di spaccare l'atomo a comando."
Albert Einstein, 1932. Frase originale: "There is not the slightest indication that nuclear energy will ever be obtainable. It would mean that the atom would have to be shattered at will." . Fonte: Bad Predictions (Things People Said: Bad Predictions)

Mario Massa ... sempre più in basso ...

mario massa ha detto...

@Marco da Rallo
"presente!...purtroppo solo un misero architetto"

Ma se proprio non si fa avanti nessuno di più specializzato, accetteresti? In fondo è richiesto di fare da "controllore", non di eseguire fisicamente le misure (poi potresti usare tuoi "consulenti" esterni se qualcosa non ti convince).
In fondo un architetto una buona base tecnica mi pare che ce l'abbia.

bertoldo ha detto...

Aspetto i rubinetti di acqua calda autoscaldanti ...

Marco da Rallo ha detto...

@mario massa

Si.
...(buona o 'trista' che sia la base tecnico scientifica..)

:)

M.

indopama ha detto...

Valeria
mi sa che il tempo stringe ;)

bertoldo ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Marco da Rallo ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
mario massa ha detto...

@Bertoldo
“Mario Massa ... sempre più in basso ... “

Bertoldo, non intendevo dire che l’E-CAT se funziona è inutile. Dico che allo stato attuale non è vendibile se non a chi lo vuole studiare, non certo a chi deve produrre vapore per i propri impianti industriali.

Questo coincide con ciò che hai citato: chi avrebbe comprato un calcolatore nel 1943 quando erano a valvole? Poi si sono sviluppati e hanno cominciato a diffondersi.

E chi avrebbe utilizzato il telefono nel 1876 quando funzionava con grosse pile contenute in casse di legno e non c’era ancora il combinatore telefonico per cui parlavi con un solo altro apparecchio? Poi si è sviluppato.

Ogni tecnologia ha bisogno dei suoi tempi di sviluppo. Oggi questi tempi sono rapidissimi: il computer per diffondersi ci ha messo 50 anni, il cellulare, inventato nel 1973 dopo 20 anni era già diffusissimo; anche se il GPS è stato concepito molti anni fa, la rete GPS è entrata in funzione nel 1994 e dopo pochissimi anni era già utilizzatissimo.

Le LENR sono ai primordi (non si sa neanche se e perché funzionano!): sperare di venderle adesso in campo industriale mi pare una follia. Magari tra 5 – 10 anni saranno diffusissime.

mario massa ha detto...

@Marco da Rallo

Posso chiederti da quanti anni lavori e se saresti disposto a venire a Bologna il giorno che si riuscisse a fare questo test? Ci sarai al pranzo del 22 settembre?

sandro75k ha detto...

mi sa che per il 22 settembre dobbiamo prenotare mezza Romagna... :))
Nessuno mi ha risposto sulla località...
E' indifferente Rimini o Cesena? per favore, è importante, bisogna decidere!

MISTERO ha detto...

Ascoli65
Vai a quel paese!!!

rict ha detto...

@Mario Massa
Io sono informatico da 20+ anni. Mi piace la fisica, ma non ho alcuna esperienza pratica di calorimetrie e l'unico termometro che uso è quello per la febbre.

Chi vi serve, in definitiva, per il test?

Bura ha detto...

@Mistero
Non apprezzi che Ascoli65 passi ferragosto a studiare la scaldiglia elettrica? Probabilmente ne sente la mancanza ed è un ragazzo previdente.
:-)

Valeria ha detto...

Ascoli è ridicolo, non vale neanche la pena commentarlo...

Per sua stessa ammissione si basa su riferimenti approssimativi e anche su EA si sono stufati di rispondergli...

Considera PIATTO il tubo e Tobia glio ha fatto notare (meritandosi anche il "mi piace" di Milliwatt...e ho detto tutto!)

Un poraccio....

Valeria ha detto...

Manco "franchetto" gli dà retta...non si è dato nemmeno la pena di guardare la sua slide

uahahha!!!

piero41 ha detto...

Scusate lo O T ma leggendo le notizie sui vari quotidiani di
http://www.corriere.it/esteri/12_agosto_15/israele-piano-segreto-guerra-iran_34d0a048-e6e3-11e1-aa6d-129c31caec0a.shtml
mi viene da domandare se sia più pericoloso se la cosa dovesse avvennire come descritto o se invece dovessimo continuare ad avere una nazione con armi atomiche attive che dichiara di porsi come obiettivo la distruzione d'Isdraele, il controllo delle vie d'accesso al petrolio saudita e chi più ne ha...In più tutto si rifletterà sull'andamento dei mercati in EU sullo spread e sull'euro. Propio un bel fine agosto e inizio di settembre!! La politica USA mi sembra al massimo è riuscita a proporre l'accerchiamento
http://www.meridianionline.org/2012/07/27/usa-accerchiamento-strategico-iran/ ma servirà a qualcosa visto già quel che avviene in Siria?? Mi sembra che certi avvenimenti sommandosi nei vari quadranti potrebbero sfuggire a tutti i controlli con una grande pericolosità ... bohhh!!!

Vettore ha detto...

@Mario Massa
Concordo con quello che dici, le aziende interessate all'E-Cat ora, lo sono soprattutto per questioni strategiche più che pratiche ed economiche. Ma ci sono, e sono aziende/enti piuttosto grossi ovviamente...
Pero' dicevo di tirare in ballo un cliente perchè altrimenti escludo categoricamente che Rossi o chi per lui possa far fare dei test a qualcuno che non si capisce bene a che titolo e per quale motivo li faccia. Di clienti dice di averne già, di validatori indipendenti e molto qualificati anche, perchè dovrebbe consentire di fare dei test a noi? Per me il punto fondamentale è questo: se lui non vuole c'è poco da fare progetti...
Una cosa che può avere senso è organizzare una validazione quando avrà voglia/bisogno di farsi notare sui media. Allora si potrebbe contattare qualche giornalista bravo (Focus, NT, Rai...), a organizzare assieme una prova. In questo contesto più "ordinato" io sarei anche contento di unirmi a voi.
Ma la fattibilità della cosa dipende sempre da Rossi!
Pero' ripeto: aspettiamo almeno fino a Novembre, dovrebbero esserci novità a breve (a detta dello stesso Rossi)...

mario massa ha detto...

@Vettore
Quello che dici sembra più rifertito alla fase successiva di E-CAT per uso domestico. Mi pare che Proia abbia l'esclusiva di vendita per l'Italia ma al momento pensi solo alle applicazioni industriali. E' per questo che credo che sia il momento di mettere le carte in tavola nei riguardi di questa possibile clientela.

Pensi che la misura da parte di UniBo, anche se certamente più importante sul piano scientifico, sia pià utile a un venditore nei riguardi di industriali di quella eseguita da 10 ingegneri anziani lavoranti nell'industria che ci mettono la faccia?

mario massa ha detto...

@rict
Ho già detto che la misura calorimetrica sull'E-CAT mirante solo a dichiarare che non è un errore o truffa (cioè misura che non mira a certificare un preciso valore di COP) è talmente semplice che potrebbe essere eseguita da chiunque abbia un diploma tecnico-scientifico.

Da parte mia quindi nessun problema per un informatico. Con la rinuncia ad avere un ingegnere esperto come "controllore" favorevole a Rossi si sono già fatti avanti altri: il gruppo a mio avviso non può superare le 10 persone per motivi di rapidità di decisione, ma penso che i tecnici controllori "esterni" in copia nelle Email e che da parte mia sarebbero i benvenuti il giorno della possibile prova potrebbero essere anche parecchi (tutto dipende da Rossi, ovviamente).

Se sei dell'idea e se pensi seriamente che l'E-CAT funzioni mandami una mail (puoi usarne una diversa se non vuoi diffondere la tua, ma ricordati che se entri nel gruppo che effettuerebbe la misura alla fine dovrai dare le tue generalità e dovrai rinunciare al nick). mariomassa@excite.it

Vettore ha detto...

@Mario Massa
In genere io ho a che fare con aziende piuttosto grosse che si convincono di una cosa solo se: 1) la provano in prima persona per diverso tempo e ne sono soddisfatti; 2) un loro diretto competitor o cliente importante compra o usa quella cosa; 3) un loro consulente di fiducia gli segnala la cosa portandogli parecchio materiale di supporto.
Sinceramente non ho mai avuto a che fare con aziende che considerassero seriamente il parere di 10 sconosciuti "ingegneri anziani" con cui non hanno mai avuto a che fare. Le Università, a torto o a ragione, sono sempre considerate di più...

Anto ha detto...

Per ora dobbiamo solo aspettare il 10 settembre. Corre voce (cioè, c'è qualcuno che ha detto che corre voce) che il report verrà pubblicato su Focus, il Sole 24ore, NY, più un'altra rivista americana anche peggio di Focus, da come la descrivono. Ma l'importante sarà sapere chi è la terza parte che ha fatto le misure.

Anto ha detto...

Cosa vuol dire "τα άγια τοις κυσί"?

Marco da Rallo ha detto...

@Mario Massa
ciao ingegnere

ho cominciato con il terremoto del Friuli (Direzione Lavori), nel 1976 e non ho più smesso.. purtroppo!

M.
A Bologna ci vengo spesso per impegni societari, e non sarebbe un problema comunque .. dallo studio di Milano impiego 60' (55 di viaggio + 5 di avvicinamento ..:)

sono solo un misero test ha detto...

>... è talmente semplice che potrebbe essere eseguita da chiunque abbia un diploma tecnico-scientifico...

per la serie: "il senso di mario massa per l'autogoal".

e andiamo di stocastica: data la tua affermazione precedente, che probabilita' ci sono che Levi, Villa, Ferrari, Focardi, Galantini, Stremmenos, Hessen, Kullander, Lewan (e' un laureato, ricordi?) abbiano scambiato uno stagnatore per un tostapane?

Col sorriso, ti rinnovo i miei complimenti per la tenacia; come disse mio padre 80enne di fronte ad Indiana Jones che inseguiva a nuoto un sottomarino: "mo soccmel s'l'e' atacadezz lule' !"

pastore ramingo ha detto...

Salve sono Boss 77
@Celani
Complimnerti pe ril lavoro svolto avrei alcune domande d farle
Sta pensando al'l autosostentamento
quanto tempo rinane stabile la sub struttuta del filo
da alcune sue affermazioni mi pare di caire che fiorisca come certi catalizzatori per ammoniaca ma poi invecchia ???
ha fatto studi per effettuare dissoluzione selettiva alla superficie modificando il grado di permeabilità al idrogeno


cordiali saluti

Merlian ha detto...

@pastore ramingo (boss77)

Se avessi letto con attenzione la presentazione, avresti trovato la risposta ad almeno una delle tue domande (l'autosostentamento):

4) The next step will be the use of quartz tube instead of borosilicate, at the moment in use. The quartz will allow to studies temperatures over 300°C, at the moment not allowed by borosilicate (1st softening temperature of borosilicate glass is about 270°C).

5) We observed (experiment ended at May 2012) that such materials have a behaviour of “positive feedback” of anomalous power in respect to temperature increasing.

6) If point 5) will be reconfirmed with the wire made by new procedures, it could be possible to reach “regions” of operations were even the self-sustaining regime could be observed.

pastore ramingo ha detto...

@Merlian

grazie

mario massa ha detto...

@Marco da Rallo

Ciao Marco,
leggi la mia risposta a rict delle 8.30: vale anche per te. Se sei d'accordo scrivimi.

mario massa ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
mario massa ha detto...

@sono solo un misero test
“che probabilita' ci sono che Levi, Villa, Ferrari, Focardi, Galantini, Stremmenos, Hessen, Kullander, Lewan (e' un laureato, ricordi?) abbiano scambiato uno stagnatore per un tostapane?”

Credo che sia la domanda che ci poniamo tutti.
Però occorre anche porsi la domanda: “che probabilità c’è che io, in mezzo a 6 miliardi di persone mi trovi davanti a un evento rarissimo che capita una volta al secolo?”
Non è forse più probabile che un abile imbroglione sia riuscito a raggirare qualche “innocuo” scienziato?

Questo non significa necessariamente che Rossi sia un imbroglione, ma che per la comunità scientifica è assolutamente indispensabile che vengano eseguiti test che lo escludano al 100%.

Peter Gluck, che ha onorato 22passi di un suo intervento oggi, è in completo disaccordo con Stremmenos su Defkalion: secondo il tuo ragionamento uno dei due deve per forza essere tonto.

Qualunque persona ragionevole spera che Rossi, per quanto pasticcione, sia veramente un genio e che Defkalion sia pronta a entrare in produzione. Questo non deve far perdere di vista la realtà.

Oggi a mio avviso la priorità e dimostrare se l’E-CAT e l’Hyperion funzionano o meno (non importa il COP) con certezza 100% indiscutibile.

Se Rossi lascia fare le semplici misure esterne necessarie ti ripeto che questa assoluta certezza è facilissima da ottenere.

mario massa ha detto...

@Vettore
Però se a seguito di un esito positivo alcuni di quei 10 cadessero nel caso 3 e alcuni nel caso 1?

rict ha detto...

@Mario Massa

Gli eventi storici sono radi ma nel corso delle vita media di un essere umano capitano.
Mio nonno ha vissuto

1) Relatività
2) Meccanica Quantistica
3) II Guerra mondiale (questo ahimè l'avrebbe voluto evitare come tutti)

Io ho vissuto

1) Sbarco sulla luna
2) Internet - ha fatto persino cadere dei governi :)

Non mi stupirei della conferma della fusione fredda. Anzi, una rivoluzione nella fisica "dura" latita da un po' di tempo.

RicT

P.S. x Valeria: ti prego non facciamo partire un altro thread sull'allunaggio, tanto temo che ognuno rimarrebbe felicemente e serenamente sulle proprie posizioni :)

Marco da Rallo ha detto...

@Mario Massa

non ti è arrivato nulla via mail?
M.

sono solo un misero test ha detto...

@mario massa:

che fai, svicoli? hai messo un sacco di carne al fuoco mescolando capre con cavoli e merende. per risponderti dovrei fare un temino di terza liceo con un sacco di incisi, perifrastiche, qualche litote e, gia' che ci siamo, un par di enjambement.

conosco il giochino, grazie. spero che lo capisca anche chi ti legge.

il punto te lo ha gia' ripetuto Vettore (che onore!): Rossi non acettera' mai un test proposto da te. Perche' vuoi poter sbandierare un rifiuto di Rossi? Perche' ti chiedi come fanno una decina di ricercatori ad aver sbagliato le misure/controlli, quando Occam ti fornisce gia' la piu' plausibile delle risposte?

piero41 ha detto...

Sicuramente sbaglierò ma non credo che a differenza di quanto spera Vettore nei prossimi mesi Rossi con le sue rivelazioni( una importante l'ha già fatta con Cures) possa toglierci dubbi da soddisfare le aspettative di M. Massa. Per le caldaiette e le autorizzazioni c'è da attender molto, per l'impianto ( anche quello a 600°) probabilmente vi saranno clausule contrattuali con probabili verifiche dirette dei tecnici degli acquirenti che rendono inutili verifiche e discussioni pubbliche. Da Unibo a quanto dice Cures al 30/07/12 niente!!!! Ma comunque ormai anche dal lavoro di Celani possiamo veder benissimo cosa manca a lui , probabilmente a Piantelli e agli altri per passare ai Kw. E Rossi se lo difende con i denti.. E' inutile penso andargli chieder prove a scatola chiusa e poi far circolare vicino ai gatti una decina di tecnici con tasche , tascone segrete piene scatole e scatolette... Una personcina a modo come Celani la prima cosa che fece ehh??..... Ritornando all'opzione di M.Massa anch'io avrei tanto desiderato che altre persone avessero preso decisioni diverse in campo affettivo, di lavoro, economico ma poi bisogna accettarle per il principio di realtà.
Certo se fossimo in Canada o in Finlandia con tutti quegli enormi depositi di legname in essiccazione sarebbe facile suggerire a M.Massa e a Vettore di presentarsi per qualche grande cliente per fare un progetto d'investimento e vendita dove la famosa prova è sicuramente prevista in contraddittorio con qualche tecnico del rappresentante. In Italia di questi tempi di spread, col clima attuale capisco che sarà molto più difficile trovare dei clienti disponibili però potrebbero iniziare a considerare la tipologia d'investimento con gli oneri finanziari ( tempo fa Rossi parlava di vendere calore... e comunque la famosa prova potrebbe benissimo rientrarci . Certo non credo che poi potrebbe esser riportata pubblicamente dal collaudatore ....

Vettore ha detto...

@Mario Massa
C'è qualcosa che continua a sfugirmi: perchè per te è così importante fare questa verifica in prima persona e il prima possibile, pur sapendo che Rossi probabilmente non accetterà e che il risultato di un test fatto da noi non convincerà nessuno più di quanto non abbiano fatto i test fatti fino ad ora? E poi per tua stessa ammissione l'E-cat da 1MW non è conveniente per la maggior parte di aziende!
Aggiungiamoci pure che probabilmente a breve ci saranno novità rese pubbliche...
A che serve (nel senso di qual è lo scopo) di questa insistenza nel chiedere il test? Sei così scettico da crederci solo se partecipi tu in prima persona? Ci tieni ad "esserci" nel caso l'accrocco funzioni davvero? Hai particolare fretta? Hai investimenti da pianificare? (Scusa la franchezza, ma credo che sia d'obbligo quando si vuole fare un operazione in nome della trasparenza).
Anche io sono molto curioso, e potrei avere qualche ricaduta pratica dal funzionamento dell'E-cat, ma sono ben cosciente che o arriva sul mercato come qualsiasi altra tecnologia, e quindi la si potrà regolarmente acquistare, o è una "sola", e ci metteremo gli animi in pace... Pero' non vedo motivo di spingere così sull'acceleratore, soprattutto in questa fase abbastanza "delicata"...

mario massa ha detto...

@Marco Da Rallo
"non ti è arrivato nulla via mail?"

Fino ad ora nulla col tuo nome. Riprova: mariomassa@excite.it, o telefonami sul numero dell'ufficio: 0522283979

mario massa ha detto...

@rict
Non voglio fare perdere tempo ad entrambi con inutili polemiche, ma quelli che hai citato sono eventi che hanno coinvolto tutti. Qui invece si tratta di un evento puntuale: Tu che conosci Rossi e gli abiti vicino: riduce la probabilità di milioni di volte (chiaramente la probabilità c'è, ma essendo piccola deve mettere in guardia).

mario massa ha detto...

@sono solo un misero test
"...quando Occam ti fornisce gia' la piu' plausibile delle risposte?"

Probabilmente sono molto presuntuoso, ma ciò che mi è arrivato delle analisi fatte dalle persone che hai citato mi porta a dire che, nel caso Rossi, la truffa è una soluzione possibile (anche la soluzione "funziona" e Rossi in molti test fa apposta a non farlo funzionare è possibile).

Se ammetti la possibilità di truffa il rasoio la indica certamente come soluzione più probabile.

Se qualcuno (come Daniele o Levi)ha in mano anche altri dati certamente può arrivare a una conclusione diversa, ma io non posso usare dati che non ho.

Anto ha detto...

@Mario
>Se ammetti la possibilità di truffa il rasoio la indica certamente come soluzione più probabile.

a me invece sembra la più assurda. In tanti mesi di discussione non c'è mai stato nessuno che sia riuscito a inventarsi una trama che includa la truffa. Tutto 'sto casino per vendere un solo impianto finto, dividere il milione e mezzo con un'infinità di complici e scappare nel Burundi? Trovami un movente e prenderò in considerazione la truffa.

mario massa ha detto...

@Vettore
Le tue domande sono assolutamente lecite. Ti rispondo che non ho nessun investimento da pianificare nè in alcun modo ho o potrei avere interessi economici in questa storia.

Mi interesso alla fusione fredda dalle origini e ho sempre pensato che l'indagine sulla loro reale esistenza era importante.
Non essendo un ricercatore di professione ho cercato di aiutare nel mio piccolo chi indagava e sono stato invitato in CMNS come esperto in calorimetria.

Sembra che un ingegnere che si appassiona a un tema scientifico per pura passione sia oggi un animale raro: nella mentalità di oggi tutto deve avere un ritorno economico.

Se capisci questo capirai perchè mi piacerebbe esserci e capirai che esulterei di gioia se verificassi che le LENR esistono e sono a un passo dall'uscire dai laboratori, ma perchè ci sia qualche speranza che ciò possa accadere occorre separare il grano dalla pula.

mario massa ha detto...

@Anto
Sono d'accordo con te che l'ipotesi "truffa" appare inverosimile ma io non mi pongo il problema di che senso abbia. Prendo in considerazione il fatto che di truffe ce ne sono a migliaia tutti i giorni, di eventi epocali no, ergo occorre escludere in modo assoluto che si possa trattare di truffa (= cosa completamente falsa e Rossi lo sa).

Chi fino ad ora ha esaminato l'E-CAT sembra averla esclusa per i tuoi stessi motivi: è sbagliato sul piano dell'analisi scientifica.

Io non ce l'ho con Rossi (che anzi mi è molto simpatico), ne faccio una questione di metodo.

Franco Morici ha detto...

Vettore wrote:
Anche io sono molto curioso...
Rimanendo esclusivamente nell'ambito della discussione E-Cat e DGT (le altre sperimentazioni sono ancora molto lontane da applicazioni pratiche e quindi da evidenze di mercato), in circa due anni (o piu') di esistenza di queste vicende, non ti e' venuta la curiosita' di appurare fattivamente i reali contenuti di questi claim in mancanza purtroppo delle verifiche incontrovertibili da parte di coloro che istituzionalmente avrebbero dovuto darle?

rict ha detto...

@Mario Massa

Nessuna polemica Mario - alle olimpiadi delle persone meno polemiche vado sul podio secco :)

Non capisco pero' la singolarita' dell'evento. L'argomento e studiato - con tutte le controversie del caso - da venti anni. Ora si ha una serie di dichiarazioni di potenze che cominciano a diventare significative (da piu' parti).

Nota: io Rossi non l'ho mai visto e ne ho sentito parlare quando e' stata presentata fatta la prima demo a Unibo. Ti stai confondendo con qualcun altro forse?

Vettore ha detto...

@Mario Massa
Ok, quindi è solo una questione di "impazienza" e di "certezza" diciamo... :-) Ti capisco perfettamente, i motivi per cui ho iniziato ad interessarmi di Rossi ben due anni fa sono gli stessi dei tuoi. Solo che forse, avendo seguito un percorso diverso, adesso ho anche una visione più "rilassata" della tua (ho studiato molto nel tempo ed ho fatto parecchi esperimenti, e la risposta sull'esistenza delle LENR ce l'ho già. La novità di Rossi è l'avere realizzato un prodotto commerciale, ed in un modo decisamente nuovo!). Anche io sono molto curioso di avere maggiori certezze sull'E-cat, ma so che in ogni caso non potremmo avere informazioni sul suo funzionamento, che è la cosa che scientificamente mi interesserebbe di più. Quindi lascio che gli eventi facciano il loro corso, e nell'attesa preferisco dedicarmi alla sperimentazione a limite...

@Franco Morici
Certo che ho avuto la curiosità di sapere se e quanto di quello che dicono sia vero, ma se loro non hanno voluto dare certezze (e non per svogliatezza, ma per precisa strategia...) che devo fare? Non mi resta che fidarmi delle voci, delle indiscrezioni, dell'intuito e di quello che posso verificare in prima persona. Non voglio "forzare" in alcun modo le strategie industriali e commerciali di Rossi o altri, perchè come avrete modo di capire la situazione è molto delicata, e si rischia di arrecargli danni inutili. Se quelle tecnologie funzionano per me la cosa più importante è che arrivino sul mercato, e sono disposto ad attendere anche anni... Del resto come ho detto molto tempo fa Rossi una cosa grandiosa l'ha già fatta: ha reso molto hot le LENR! Ha innescato un trend che ha già dato i suoi frutti e ne darà parecchi prossimamente...

Bura ha detto...

@Mario Massa
Per vedere bene un film bisogna immedesimarsi nella storia, comincia col pensare che il tuon1% sia la realtà, torna a PRIMA del test di ottobre, senti la grandezza epocale della scoperta e collocala nella sua giusta dimensione, allarga lo sguardo, la visione il film è in cinemascope e i dettagli avvengono dietro le quinte, ma se aguzzi l'udito li puoi sentire, il film esce ad ottobre (salvo accelerazioni per esigenze di botteghino).
è ora di prendere il popcorn e godersi lo spettacolo :-)

mario massa ha detto...

@rict
"Ti stai confondendo con qualcun altro forse?"

Scusa rict, mi hai frainteso! Con quel "tu che..." intendevo uno qualunque di noi che si è trovato a vivere la storia dal vivo o quasi.

"Ora si ha una serie di dichiarazioni di potenze che cominciano a diventare significative"

ti ricordo che già nel 1995 la CETI dichiarava 1 kW di uscita con 1.5W in ingresso, aveva depositato brevetti, collaborava con l'università dell'Illinois e del Missouri, e aveva fatto dimostrazioni pubbliche davanti a scienziati e giornalisti: a volte mi pare che chi crede fortemente nella ff abbia la memoria corta.

mario massa ha detto...

@Vettore
"ma so che in ogni caso non potremmo avere informazioni sul suo funzionamento, che è la cosa che scientificamente mi interesserebbe di più"

Qui siamo molto diversi! A me il come funziona interessa, ma marginalmente.

Mi spiego meglio: nel mio lavoro progetto anche nel campo dell'elettronica e elettromeccanica di potenza: sapere se i fisici mi metteranno a disposizione superconduttori a temperatura ambiente mi interessa non tanto per sapere se e come è possibile la superconduzione a temperatura ambiente, ma per sapere come evolveranno le mie apparecchiature in futuro. Sono cioè un semplice ingegnere, non un ricercatore: datemi nuovi mezzi per costruire nuove cose! Come funzionano mi interessa relativamente.

rict ha detto...

@Mario Massa

Io non "credo" in nulla :) Come te mi affido ai dati e alle persone che li misurano.

Sulla fusione fredda ho un atteggiamento scettico ma fiducioso in quanto sul fatto che non ci sia eccesso di calore è necessario che TUTTI gli espetimenti siano

1) Una truffa
2) Errori nella calorimetria

La cella Patterson poteva tranquillamente rientrare in una delle due categorie (quale non so). Non sono riuscito a ricostruire in quali delle due.

Ma dopo 23 anni di ricerca nel mondo che TUTTI (nota: necessariamente TUTTI) ricadano in una delle due categorie - categorie che i fusionisti freddi credo abbiano perfettamente presente - lo ritengo improbabile.

Io non so se Rossi millanta o invece ha in mano la rivoluzione del secolo. I dati ad oggi mi sembrano - proprio leggendo le varie obiezioni - ancora inconclusivi.

Ma quello che so è che chi verificherà (o ha verificato) l'oggetto ha ben presente cosa gli aspetta se dovesse dire "OK, funziona". Perchè con quell' "OK funziona" si gioca la reputazione.
Sia che si chiami Siemens, NI, Levi o Unibo.

Dire "OK" e sbagliarsi significa o avallare una truffa, o non saper misurare un eccesso di decine (voglio stare basso) di watt. E soprattutto non aver imparato nulla dalla storia, dove certamente errori di calometria ci sono stati. Pensi davvero che Levi - giusto per fare un nome - non abbia sentito le voci critiche che gli sono state mosse ? Nel caso abbia fatto (o farà, non so) delle misurazioni penso che si metterà in una botte di ferro :) Anzi di Nickel !!! :)

Ric




mario massa ha detto...

@rict
"Ma quello che so è che chi verificherà (o ha verificato) l'oggetto ha ben presente cosa gli aspetta se dovesse dire "OK, funziona". Perchè con quell' "OK funziona" si gioca la reputazione."

Anche questi dieci ingegneri si giocano la reputazione. E per pura passione, senza guadagnarci un euro.


@sono solo un misero test
"Rossi non acettera' mai un test proposto da te. Perche' vuoi poter sbandierare un rifiuto di Rossi?"

Come fai a esserne sicuro? Non è meglio lasciare decidere a Rossi? Certo, se Rossi rifiuta senza motivazioni o addirittura ci ignora mi pare lecito rendere pubblico questo comportamento e la gente ragionerà con la propria testa.

nicolaf ha detto...

@ tutti
cit cc art 640:
"Chiunque, con artifizi o raggiri, inducendo taluno in errore, procura a sé o ad altri un ingiusto profitto con altrui danno, è punito con la reclusione da sei mesi a tre anni e con la multa da cinquantuno euro a milletrentadue euro. La pena è della reclusione da uno a cinque anni e della multa da trecentonove euro a millecinquecentoquarantanove euro: 1) se il fatto è commesso a danno dello Stato o di un altro ente pubblico o col pretesto di far esonerare taluno dal servizio militare [c.p.m.p. 162, 32quater]; 2) se il fatto è commesso ingenerando nella persona offesa il timore di un pericolo immaginario o l'erroneo convincimento di dovere eseguire un ordine dell'Autorità [649]. Il delitto è punibile a querela della persona offesa, salvo che ricorra taluna delle circostanze previste dal capoverso precedente o un'altra circostanza aggravante".

Bene se Rossi è un truffatore, sarà facilmente provato ed incorrerà nelle ire della nostra magistratura....

Il mio pensiero è sempre: qui prodest?
Se fossi un truffatore tenterei di raggranellare quanto prima migliaia o milioni di euro sul mio cc. Portare avanti una bufala facilmente smontabile da un diplomato in maturità scientifica mi sembra quantomeno stupido....

E poi a che pro? Chiedo a tutti a che pro?

Saluti
Nicola

rict ha detto...

@Mario Massa

...ed il fatto che ti giochi (gratis) la tua reputazione e' encomiabile. Il solo problema che io vedo e che e' necessario avere un nome che fa "marketing". Una universita' o una multinazionale ha una cassa di risonanza notevole.

Detto cio' io mi auguro con tutto il cuore che tu e i restanti 9 possiate mettere mano all'oggetto.

mario massa ha detto...

@rict
"Il solo problema che io vedo e che e' necessario avere un nome che fa "marketing". Una universita' o una multinazionale ha una cassa di risonanza notevole."

Se stessimo parlando degli E-CAT domestici ti darei assolutamente ragione.
In campo industriale le cose procedono in modo diverso.

sono solo un misero test ha detto...

@mario massa:

Come fai a esserne sicuro?

- perche' non hai nessun elemento fattuale in mano per poter dire che e' una truffa, ma la dai al 99% (la cifra, usata all'incontrario sotto forma di 1%, e' tua; se cerchi nei tuoi post la troverai diverse volte)

- perche' seguo questa vicenda da ben prima che ne parlasse D22, e da quando sei apparso hai sempre dato contro a Rossi, cogliendo ogni incongruenza e tralasciando ogni aspetto "pro". Sempre e solo basandoti sul sentito dire

- perche' sei partito con il mantra "si sono sbagliati", stile Ascoli65, e hai cambiato strategia in corsa, evidentemente insostenibile, virando su "sono stati ingannati"

- perche' ogni tanto qualcuno ti tira la volata, e non avendo tu alcun ruolo nella vicenda, se non su questo (magari anche altri) forum, fete lontano un chilometro

Certo, se Rossi rifiuta senza motivazioni o addirittura ci ignora mi pare lecito rendere pubblico questo comportamento e la gente ragionerà con la propria testa.

CVD

mario massa ha detto...

@sono solo un misero test

Non pensavo che dopo tanti anni la ff mi avrebbe impegnato così tanto in discussioni su blog.
Dopo un intenso impegno iniziale che non mi aveva portato a nessuna conclusione, per anni l’ho continuata a seguire da lontano pensando che se erano rose sarebbero fiorite (quello che mi pare pensa oggi Vettore). Ritengo però che i tempi siano maturi per arrivare a chiarire se esiste davvero o meno ed è ovvio che lo scossone l’ha dato Rossi.

Controbatto le tue affermazioni, non per spirito di polemica, che odio, ma perché mi dispiace che dentro 22passi si venga condannati perché si hanno idee diverse da quelle del padrone di casa (che Daniele certo non è tipo accomodante, ma non ha mai aggredito nessuno sul piano delle idee).

“- perche' non hai nessun elemento fattuale in mano per poter dire che e' una truffa, ma la dai al 99%”

Se avessi elementi per provarla la darei al 100% e farei un esposto alla Procura. Da un anno sostengo che ci sono solo 2 possibilità: o funziona o è una truffa. Tutte le altre possibilità (errori di misura, ecc) sono esclusi da un semplice ragionamento logico che ho più volte riportato e che, dato che dici di avere seguito la cosa dall’inizio, avrai certamente letto.

Dal momento che la truffa non è stata presa in considerazione da chi ha effettuato i test precedenti, non la si può escludere. Fra una truffa e una scoperta epocale la probabilità di truffa è molto superiore, da qui il mio 99%.

“- perche' seguo questa vicenda da ben prima che ne parlasse D22, e da quando sei apparso hai sempre dato contro a Rossi, cogliendo ogni incongruenza e tralasciando ogni aspetto "pro". Sempre e solo basandoti sul sentito dire”

In campo scientifico il metodo della confutazione è fondamentale. In questo caso, non potendo effettuarsi repliche la confutazione si può basare solo su analisi teoriche con tutti i limiti che ne derivano. Ciò che noi scettici non approviamo è proprio la tendenza dei fusionisti ad applicare poco convintamente il metodo della confutazione scientifica al loro interno. Nel caso Rossi l’unica alternativa alle analisi teoriche (sostenute per esempio da Camillo Franchini) è la richiesta di verifica congiunta, che è esattamente ciò che stiamo facendo.

“- perche' sei partito con il mantra "si sono sbagliati", stile Ascoli65, e hai cambiato strategia in corsa, evidentemente insostenibile, virando su "sono stati ingannati"”

Appena avuta la notizia delle misure positive telefonai a Focardi per complimentarmi: ero felice per lui che dopo tanti anni vedeva coronato dal successo i suoi studi. Poi ebbi modo, soprattutto grazie alle informazioni su 22passi, di analizzare meglio i test e il mio ottimismo crollò. Poiché ho fiducia assoluta in Focardi è ovvio che, nell’ipotesi truffa, ritengo che sia stato ingannato.

Vorrei chiarire che se l’ipotesi di truffa, a seguito di ulteriore indagine, richiedesse che anche Focardi ne sia coinvolto, riterrei doveroso che lo si mettesse sotto accusa, ma in quel caso non sarei certamente io a farlo, per amicizia e stima nei suoi riguardi.

“- perche' ogni tanto qualcuno ti tira la volata, e non avendo tu alcun ruolo nella vicenda, se non su questo (magari anche altri) forum, fete lontano un chilometro”

Non mi sarei preso tanto a cuore la faccenda (però l’avrei seguita ugualmente) se non ci fosse coinvolto Focardi.

Posta un commento

Ovviamente 22passi è un blog, non una rivista on line, pertanto la responsabilità di quanto scritto in post e commenti appartiene solo ai rispettivi autori.

Related Posts with Thumbnails