Un blog per appassionati d’Amore onestà spiritualità arte poesia politica democrazia sostenibilità tecnologia green-energy cold-fusion LENR medicina alternativa cambi di paradigma rivoluzioni scientifiche criptoarcheologia e “tante cose infinite, ancor non nominate”. Uno specchio capovolto della realtà: qui siamo una società gilanica, fuori c’è il patriarcato; qui siamo pro E-Cat, fuori c’è il petrolio... per fare previsioni sull’esterno invertite SEMPRE i risultati dei nostri sondaggi interni!

>>>> CERCHI LIBRI SUL BENESSERE DEL CORPO, DELLA MENTE E DELLO SPIRITO?

lunedì 3 ottobre 2011

What is Krivit up to? Chapter 1

I giocatori di scacchi di Moritz Retzsch (1779-1857)

alle ore 03:52, Steven B. Krivit ha aggiunto al suo post NASA Advances Evaluation of Piantelli’s LENR Research il seguente commento, citando una email privata a lui inviata da Dennis Bushnell, capo ingegnere NASA, noto agli appassionati alla fusione fredda per il suo interesse alle LENR:
September 30, 2011 at 03:52 Steven B. Krivit says:
On 9/28/11 11:44 AM [EST], “Steven Krivit” ; wrote [to Dennis Bushnell]:
http://blog.newenergytimes.com/2011/09/28/nasa-advances-evaluation-of-piantelli%E2%80%99s-lenr-research/

At 08:45 AM [PST] 9/28/2011,[Dennis Bushnell] wrote [to Steven Krivit]:
“Well done, as usual. Look forward to your reporting of the upcoming Rossi tests.”
Dennis Bushnell

Poco dopo, Dennis Bushnell, gli ha inviato una richiesta di doverosa rettifica. Beh, Krivit - a tutt'ora - l'ha totalmente ignorata. Quindi insisto: che diavolo sta combinando Krivit visto che quello che sta facendo non può certo classificarsi come esempio di buon giornalismo???

----- Messaggio inoltrato da dennis.m.bushnell@[omissis] -----
Data: Fri, 30 Sep 2011 06:58:55 -0500
Da: "Bushnell, Dennis M. (LARC-H1)" <dennis.m.bushnell@[omissis]>
Rispondi-A:"Bushnell, Dennis M. (LARC-H1)" <dennis.m.bushnell@[omissis]>
Oggetto: FW: Request
A: [omissis], "Andrea Rossi - Leonardo Corp." <info@[omissis]>

------ Forwarded Message
From: BUSHNELL <Dennis.M.Bushnell@[omissis]>
Date: Fri, 30 Sep 2011 06:55:10 -0500
To: Steven Krivit <stevek@[omissis]>
Subject: Request
Put in your Blog.

My "well done" remark referred to the accuracy of your reporting of my quotes from the GRC meeting. Period. Was not referring to the veracity of the entire piece.

D.
------ End of Forwarded Message

Speriamo che a questo punto Krivit si decida a pubblicare finalmente la smentita di Bushnell.

118 : commenti:

Tizzie ha detto...

Ah dagli header quindi e` stato Bushnell stesso ad inoltrare la mail a Rossi.

Daniele 22passi ha detto...

@Tizzie
Esatto.

ant0p. ha detto...

-----Well done, as usual. Look forward to your reporting of the upcoming Rossi tests.-----

se questo è il testo completo della prima e-mail è bushnell a essere stato poco chiaro e prudente nello scrivere.
'well done as usual" de che? riferito a cosa? se non lo ha specificato nell'email mandata a krivit e krivit ne approfitta per pubblicarla vantandosi di essere in buoni rapporti con lui è abbastanza tardiva la smentita..magari non si aspettava che krivit pubblicasse la sua breve email e non voleva che si sapesse che era in contatto con krivit..e così ha tentato la smentita/precisazione..

in più aggiunge che aspetta con interesse i prossimi report sui prossimi test di rossi, è questa non è una frase fraintendibile..a bushnell interessa quello che dice krivit sui test di rossi, non lo considera certo uno snake/clown da non prendere in considerazione:))

ingigantire l'episodio per sputtanare krivit mi pare una forzatura, lui è un giornalista e chiaramente di piccole furbatine per rendersi più 'credibile' le fa come tutti i giornalisti..alla fine è un episodio nettamente secondario che semmai sputtana l'abitudine di spettegolare via messaggi-privati: adesso sapete che krivit è uno che pubblica anche i messaggi privati..quindi bisogna stare attenti a cosa gli si scrive:))

Miglietto ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
tia ha detto...

:)

Daniele 22passi ha detto...

@ant0p
Scusa, spiegami in cosa ingigantirei l'episodio. Considera che ho pubblicato questo post solo perché qualcuno di voi oggi, in privato, s'è fatto vivo con me quasi dubitando dell'esistenza della rettifica di Bushnell che avevo riportato qualche giorno fa in un commento. Ne dubitava perché Krivit ancora non ne ha fatto parola. Se Krivit avesse fatto quello che un buon giornalista dovrebbe fare sua sponte, non avrei avuto necessità di scrivere questo post. Chiaro adesso?

mwatt ha detto...

uhm, vi è però da dire che Krivit ha pubblicato tra i commenti il seguente:

luke (luca) says:
September 30, 2011 at 14:12

Dr. Bushnell you are going on the record as agreeing with Mr. Krivit that tests were performed in September by Rossi for NASA and the tests were not positive.

If this is not your intention then please state otherwise.

Thanks
Luke

e voi sapete che krivit, dichiaratamente, pubblica solo i commenti che ritiene di pubblicare.
Era veramente sicuro dell'opinione di Bushnell!

uhm.........

mW

mwatt ha detto...

@D22,
io ero molto ma molto più colpito dal fatto che Rossi non avesse pubblicato al volo la email di bushnell
Non è persona che temporeggia, se può regolare i conti con lo snake.
boh.
mW

ant0p. ha detto...

@daniele

lo ingigantisci perché con questo vuoi dimostrare che krivit racconta palle su tutto: è dalla sfiatella che lo odiate tutti per il solo motivo che ha fatto notare delle evidenti incongruenze. io non conosco krivit e non mi interessa il motivo per cui ha deciso di andare fino in fondo nel far notare le incongruenze di rossi, poteva fare il paraculo come quasi tutti gli altri giornalisti 'neutri' che seguono tutto molto superficialmente e fanno articoli del tutto inutili per chi vuole seguire le cose un po' meglio.

forse krivit è più duro e meno diplomatico di un mats lewan, ma anche lewan nell'ultimo report non è che si sia sottomesso a riporare pedissequamente le dichiarazioni di rossi (9kw), ha fatto la sua stima sull'eccesso di energia arrivando a una stima minima piuttosto bassa, facendo implicitamente capire che forse rossi le spara grosse..

poi anche josephson ha fatto chiaramente capire che è meglio far seguire i test a un anonimo tecnico ma esperto di misure calorimetriche che un nome roboante come il suo ma non specializzato in quel tipo di misure.

insomma, parliamo di cose tecniche che è meglio:)) aspettiamo questo esperimento, facciamo qualche ipotesi preventiva, e poi una volta fatto lo commenteremo nel merito avendo gli elementi che si riusciranno a capire da video e report..

sono il primo a dire che su aspo sconfinano quasi sempre nei pretesti (reputazione del df ecc.) per dar contro a rossi, ma nemmeno qui voi 'credenti' siete da meno molte volte..

Daniele 22passi ha detto...

@ant0p
No, non è come dici: quello che sottolineo (non che ingigantisco) è che non capisco sul serio cosa cavolo Krivit stia facendo, perché non vedo nessuna logica nelle sue mosse se non quello di attaccarsi a tutto pur di mettere in cattiva luce Rossi.
Ho scambiato mail da marzo a giugno con Krivit... e il suo cambiamento repentino, perché folgorato da un gommista, una macchina da caffè e una sfiatella non mi ha mai convinto. C'è dell'altro lo sento. Ribadisco una cosa che tu sottovaluti assai: KRIVIT NON È L'ESPERTO CHE SI DIPINGE! Ha un pool di persone dietro che lavora per lui e gli fa la consulenza tecnica sui pezzi che scrive o forse semplicemente firma. New Energy Times sembra essere una macchina da guerra spinta da interessi economici precisi. Fino a un certo momento ha guardato con favore a Rossi, poi lo ha attaccato, infine ha spostato totalmente Piantelli. Tutto per la sfiatella? No, non ci credo.

Matteo ha detto...

Il punto è che di materiale a krivit ne state fornendo sempre a palate!! ..qualcuno direbbe che è perchè le bugie hanno le gambe corte..
Dal canto mio spero che almeno sto e-caz-test sia l'ultimo e che cosi poi tutti quelli che hanno letteralmente perso la testa per questa storia, e mi riferisco tanto ai credenti quanto ai non credenti, possano tornare ad occuparsi di cose serie (magari a soluzioni reali ai problemi energetici).

gwon ha detto...

@Daniele
"New Energy Times sembra essere una macchina da guerra spinta da interessi economici precisi. Fino a un certo momento ha guardato con favore a Rossi, poi lo ha attaccato, infine ha spostato totalmente Piantelli."

Si anche questa è una sottotrama assurda ... il lavoro di Rossi fa improvvisamente schifo ma quello di Piantelli (che non ha mai parlato in prima persona mi sembra) è fighissimo. Concordo che il comportamento di Krivit non è molto credibile (secondo me), ma secondo Bushnell si ? Alla NASA non hanno di meglio? Se non ricordo male Krivit per dare contro a Rossi era stato carino anche con uno dei più noti negazionisti di qualsiasi LENR. Direi che è un'altra tessera del puzzle che è difficile posizionare.

robi ha detto...

noi giudichiamo e possiamo "assolvere" o criticare duramente Krivit solo dal punto di vista della notizia.
Daniele ,ha collaborato e creduto in lui, il discorso ,allora,prende un altro punto di vista.

Mahler ha detto...

@ant0p
> ma anche lewan nell'ultimo report non è che si sia sottomesso a riporare pedissequamente le dichiarazioni di rossi (9kw), ha fatto la sua stima sull'eccesso di energia arrivando a una stima minima piuttosto bassa, facendo implicitamente capire che forse rossi le spara grosse..

Tecnicamente le cose non stanno esattamente così. Gli svedesi si sono trovati di fronte a dell'acqua non vaporizzata. Rossi affermava che quell'acqua era in grossa parte vapore condensato. Siccome in un test non ci si può fidare di una dichiarazione, hanno provato a considerarla "d'ufficio" acqua mai vaporizzata, ottenendo comunque almeno 1 kW in eccesso.
Possiamo discutere all'infinito se quel chilowatt ci sia stato davvero. E per quanto mi riguarda mi astengo dal commentare.
Ma quello che ritengo certo è che la scelta di considerare d'ufficio quell'acqua come mai vaporizzata abbia più a che fare col metodo scientifico che con la volontà di screditare Rossi.
Anzi, dimostrando produzione di calore al di là delle dichiarazioni del suo inventore gli svedesi hanno casomai favorito la credibilità dell'E-Cat, mettendo in gioco la loro.
Saluti.

Mahler ha detto...

@ant0p
> ma anche lewan nell'ultimo report non è che si sia sottomesso a riporare pedissequamente le dichiarazioni di rossi (9kw), ha fatto la sua stima sull'eccesso di energia arrivando a una stima minima piuttosto bassa, facendo implicitamente capire che forse rossi le spara grosse..

Tecnicamente le cose non stanno esattamente così. Gli svedesi si sono trovati di fronte a dell'acqua non vaporizzata. Rossi affermava che quell'acqua era in grossa parte vapore condensato. Siccome in un test non ci si può fidare di una dichiarazione, hanno provato a considerarla "d'ufficio" acqua mai vaporizzata, ottenendo comunque almeno 1 kW in eccesso.
Possiamo discutere all'infinito se quel chilowatt ci sia stato davvero. E per quanto mi riguarda mi astengo dal commentare.
Ma quello che ritengo certo è che la scelta di considerare d'ufficio quell'acqua come mai vaporizzata abbia più a che fare col metodo scientifico che con la volontà di screditare Rossi.
Anzi, dimostrando produzione di calore al di là delle dichiarazioni del suo inventore gli svedesi hanno casomai favorito la credibilità dell'E-Cat, però mettendo in gioco la loro.
Saluti.

Rampa ha detto...

Mah ! Ne parlavo con un amico qualche giorno fa.
Si farfugliava di questo.

Qualche grossa azienda che vuole colmare il gap che separa le sue tecnologie LENR dal risultato di Rossi, spingerebbe in vario modo Krivit ad insinuare dubbi ed inconsistenze sull'E-Cat, tanto per guadagnare il tempo perso prima, mirando intanto a sviluppare un valido prodotto concorrente e a presentare magari un brevetto più dettagliato, prima del riconoscimento di quello di Rossi, facendogli terra bruciata intorno.
Nel frattempo farebbe la corte a Piantelli, promettendo con i mezzi notevoli a sua disposizione di sviluppare la sua tecnologia, pur di giungere in tempo.

Facile capire che si tratterebbe della NASA, che ha avuto modo di constatare la realtà delle LENR ma che non ci ha mai creduto troppo, o almeno non così tanto da spingere per dei risultati consistenti.

Se il caso E-cat scoppierà, molte teste salteranno alla NASA.
Consiglierei a Rossi di non fidarsi troppo di quell'ambiente, per quel che vale il mio consiglio, ovviamente ...

nemo ha detto...

Condivido il commento di Rampa in cui suggerisce prudenza con la NASA.
Per quanto riguarda l'ultima versione di e-cat, quella da 80 kg, ho riguardato i vecchi progetti... sembrerebbe fatto dalla Defkalion... Che ne pensate?

nemo ha detto...

ancora 2 giorni e dovremmo avere qualche info in più... non vedo l'ora! :-)

Tizzie ha detto...

@ant0p: era cosa nota che Bushnell fosse in contatto con Krivit, qualche mese fa ha anche scritto a lui come precisazione pubblica un messaggio riguardo l'intervista di EVWorld che lo ha fatto conoscere al mondo come sostenitore delle LENR.

MISTERO ha detto...

Condivido il pensiero di Rampa, ma non mi torna una cosa, conosco Roy da almeno 11 anni e se scrive che non si fida della NASA, significa che qualcosa è successo oltre ai paper che spuntano fuori dopo 13-15 anni..
Leggete su EA:
http://www.energeticambiente.it/fusione-fredda-alla-fleischmann-pons/14743211-insabbiamento-sulla-fusione-fredda-da-parte-nasa.html#post119248789

Altro non posso aggiungere in merito alla NASA se non confermare in toto quanto espresso da Roy che è molto vicino a Piantelli; per completare il quadretto probabilmente chi tira i fili più grossi proviene dal MIT...GUARDACASO NON E' MAI NOMINATO.

Per dirla tutta ragazzi (beh non proprio tutta), stiamo vivendo una spy story in piena regola e con tutte le sue sporche regole...

Fr@ncesco CH ha detto...

NEL FRATTEMPO:

la rivista Focus ha confermato che sarà presente al test del 6 ottobre:

http://www.focus.it/scienza/e-cat-focusit-al-test-del-6-ottobre-20111003_C12.aspx

Fr@ncesco CH ha detto...

Ooops!

Ho visto che era già stato segnalato da tizzie:

Tizzie ha detto...
Articolo: Focus.it al test del 6 Ottobre

http://www.focus.it/scienza/e-cat-focusit-al-test-del-6-ottobre-20111003_C12.aspx

03 ottobre 2011 16:52

Pietro F. ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Pietro F. ha detto...

@Rampa ha detto...

anch'io ritengo che la tua ipotesi sia plausibile. Qualche giorno fa ho posto a Rossi, via Jonp, questa domanda "si fida della Nasa?"
non é stata pubblicata ed é la prima volta che mi accade.

Rampa ha detto...

La NASA vuole la tecnologia Ni-H a tutti i costi.
Ne ha bisogno per il suo futuro, ma anche e forse più per cancellare l'ombra di inettitudine del suo passato recente.

L'unica tecnologia pronta è quella di Rossi e lui non intende mollare l'osso.
Quella di Piantelli è in ritardo ma è pur sempre un buon filone di ricerca.
Ha bisogno quindi di tempo e fa fare a Krivit il lavoro sporco che lei non può fare apertamente per non bruciarsi i buoni rapporti che ancora gli rimangono con AR.
Bushnell tiene i fili con entrambi, apparentemente puntando su Rossi, ma sottotraccia sostenendo anche il lavoro di Krivit.

L'affare E-Cat è troppo grande per essere gestito dal solo Rossi e la NASA spera che Rossi non ce la faccia economicamente e potrebbe rendergli la vita difficile a livello investitori.

Mah ! Ne vedremo delle belle !

Zeno ha detto...

@tutti
Sin dal test di gennaio sono stato possibilista nei confronti dl'E-cat poichè ritengo dimostrata la realtà delle LNER anche se non ancora sviluppate a un livello sfruttabile industrialmente.
Tuttavia il comportamento di Rossi nei mesi successivi mi è apparso non lineare se non proprio contorto.
Mi sono posto più volte la domanda: che avrei fatto se fossi stato al posto di Rossi e fossi stato sicuro del fatto mio?
Ebbene:
1) Avrei fatto subito domanda di brevetto internazionale.
2) Con la condizione di preservare il segreto industriale prima della sua concessione, avrei non solo consentito ma richiesto io stesso una incontrovertibile prova calorimetrica indipendente da parte di scienziati di chiara fama da effettuarsi in mia presenza.
Così facendo, in caso positivo, avrei avuto la strada spianata per l'ottenimento del brevetto e per il premio Nobel e avrei potuto svelare il segreto industriale alla comunità scientifica, affinchè la mia scoperta fosse sviluppata a beneficio dell'umanità.
In caso negativo avrei evitato di perdere altro tempo e spendere altri soldi inutilmente.
Il perchè egli non abbia agito così linearmente e logicamente mi lascia perplesso.
Ci tengo ad esprimere questo mio pensiero prima dei test di Ottobre e della presentazione della centrale da 1 MW per potermi esprimere successivamente senza condizionamenti.
Tuttavia non nascondo che continuo a nutrire una certa fiducia che, nonostante il suddetto comportamento di Rossi, il suo lavoro se non proprio definitivo possa fungere da base a ulteriori sviluppi della ricerca sulle LNER.

piero41 ha detto...

@D22
Un'altra ipotesi...
Non mi sembra che Krivit abbia mai mostrato simpatie per Rossi e pur riconoscendogli di aver per primo ottenuto buoni rendimenti nell'e-cat, nelle sue interviste ricorda che Piantelli nel 2008 gli aveva rivelato che le nanopolveri di Ni, le aveva già in mente allora solo le sue ricerche sugli apparecchi biomedici contro il cancro lo avevano ritardato . Ma sono cose risapute. Torniamo a Krivit e alla NASA.

Ricapitolando prima la Nasa dichiara di star riproducendo gli esperimenti di Piantelli - Focardi poi sappiamo che suoi ricercatori sono entrati in contatto col gruppo Piantelli e probabilmente ora lavorano in parallelo dopo esser giunti ad un accordo : le LENR per motori di astronavi e scopi militari alla NASA, le realizzazioni civili a Piantelli. Per giocar sul sicuro La Nasa probabilmente si comprerà anche la centrale da 1 Mwt da Rossi se funzionerà, e svilupperà applicazioni di astronautica e militari come da suo statuto mi sembra, alla luce del sole. Ma può bastare agli USA?

Anche io tempo fa (come Rampa mi sembra) scrivevo che l'agenzia fosse il concorrente americano per il quale Krivit si batteva . Ma forse avevi ragione tu Daniele a pensare che Krivit lavorava per Piantelli o meglio forse per qualche infiltrato (serpe USA) nel gruppo Piantelli. A Firenze la Nuova Pignone è G.E. ... e quella o qualcun altra, si che avrebbero interesse al brevetto internazionale... Poi (da vero complottista :))) c'è l'opzione finale di fare il buio... Le LENR esistono ma vanno ancora ben studiate, sviluppate, ..spiacenti bisogna ripassare fra qualche anno, magari le caldaiette..
Non vedo perchè i grossi capitali si debban far dettare i tempi da un Rossi o da un Piantelli .. Nuovo presidente repubblicano, col petrolio ancora per 10 anni si va, i motori di auto ancora per 5/6 anni saranno gli stessi... per la riconversione delle grandi megacentrali ci vuol molto tempo . Cala così il sipario mentre forse può iniziare la vera ricerca nei grandi laboratori per per render ancor più miliardari i soliti pochi e noti.. Rossi miliardario :)))

A meno che, a meno che GOOGLE o qualcun altro della new economy rompa le uova nel paniere ed allora ne vedremo delle belle!!! Ce ne accorgeremo presto se lo conosceremo ufficialmente dopo il collaudo...Chissa!!!

A proposito si sa cosa c'è nel circuito secondario chiuso a raffreddare l'acqua in circolo altrimenti già dopo un 4/6 ore già com un solo Kwt ci sarebbe solo vapore ! Mi sembra.. Figurarsi con 10 o più.. E che Rossi faccia da spettatore e paghi dei tecnici esterni per montare e sviluppare la prova..... Non ne posso più di commenti e sospetti velenosi ( giusti) Se come al solito LUI invece dovesse.... meglio star senza commenti e prese di.... SERIETA' o sciopero... :::)

GPT ha detto...

Bah,
Seguo da un po' tutto il sito diKrivit, sicuramente Bushnell lo rispetta come membro du una stampa americana favorevole alle LERN e in America i giornalisti by default li si cerca di tenere buoni. La mia impressione è che ci abbia molto creduto, poi è stato sobillato da qualcuno e indispettito da Rossi & CO per la "non professionalita'" delle demo e sinceramente dalla peracottaggine di alcune spiegazioni su punti giustamente criticati (vapore Etc.). Per i complotti NASA quasi quasi spero siano veri! Significherebbe un tigrotto funzionante, e tra 2 gg se non fa ancora cazz.... più o meno volontarie tutto si dissiperà.
"Come d'autunno cadono le foglie, ed un sole freddo splende tra i nudi ram...i" (si chiede perdono per lo scimmiottamento del grande poeta, mi è venuta così :)! )

zzzphone-italia ha detto...

Supponiamo che la prova di sabato dia un esito incontrovertibile ed inattaccabile, con guadagni energetici elevatissimi, nonchè il massimo risalto internazionale, cosa succederebbe nel breve termine (diciamo entro il 2015)?
- Crollo del prezzo del petrolio.
- Crollo delle azioni delle utilities delle energie tradizionali.
- Crollo delle energie alternative (solare ed eolico)
- Tentativi di monopolizzare il mercato del Nichel.
- Esplosione del prezzo del Nichel.
- Destabilizzazione di intere aree geografiche legate all'economia del petrolio.
...
In questa vicenda non abbiamo idea di quali interessi potrebbero essere in gioco. In caso di esito positivo potrebbero muoversi realtà ben più potenti di Krivit e della Nasa...

PS. Ma Tia non era escluso? Come mai ogni tanto compare qualche faccina? Mi sono perso il perdono di Daniele?

Max Altana ha detto...

supponiamo che sabato io mi trasformi in Brad Pitt

vi assicuro che passerò un weekend divertentissimo.

il casino sarà spiegare tutto alla mia compagna.

GPT ha detto...

@zzz...
Il nikel costa poco e ce ne vole poco oltre ad essere abbondante... No esplosione costo...

Bayete ha detto...

@ zzzphone-italia

La storia dell'uomo è fondata su azioni dirette ad accaparrarsi fonti primarie di energia: cibo o petrolio, non importa ma quello che è certo è che chi le detiene, detiene anche il potere.

L'e-cat o qualsiasi strumento equivalente fra i tanti che sono allo studio, che si alimenti con materie prime abbondanti e distribuite su tutto il pianeta (anche i paesi che non possiedono miniere di Nickel possono facilmente disporre di quantitativi limitati necessari alla LENR)e costruiti con una tecnologia che nulla ha a che fare con microprocessori o tecnologie Hi-Tech, e quindi alla portata di tutti, rappresenterebbe una rivoluzione con implicazioni inimmaginabili sulla nostra vita futura:
in tempi ridotti si avrebbero drastiche trasformazioni dello scenario mondiale: cessazione o mutamento delle guerre in corso, variazione degli equilibri di politica internazionale, nuove visioni del mondo finanziario ed industriale...
Ed alla lunga, la possibilità di recuperare terre all'agricoltura, deserti inclusi, eseguendo su scala sahariana lo stesso processo che Israele fece con il Sinai creando immense riserve di cibo e territori abitabili, la riduzione delle emissioni inquinanti, nuove disponibilità per i mezzi di trasporto sia terrestri che interplanetari. Possibilità di installare basi su altri pianeti.
Anche dal punto di vista demografico ci sarebbe una ripresa per l'aumento degli spazi e delle nuove possibilità di coltivazione e così via ma non voglio rubare il lavoro a Jules Verne.

La cosa più sconvolgente sarebbe la diversa visione della scienza da parte dell'uomo, ovvero la predisposizione a mettere in dubbio anche ciò che prima ci appariva una certezza assoluta.
Questo implica grandi cambiamenti anche nella sfera della società, nel campo della morale e dell'etica.

Non ho fatto cenno alle possibili problematiche che deriverebbero da una mancanza di controllo unitaria dell'energia ma vorrei essere ottimista e pensare che a questa potrebbe fare riscontro una maggiore responsabilizzazione di tutti gli stati del mondo. Spero di non essere eccessivamente ottimista.

Paul ha detto...

Concordo. Quando è stata inventata la carrozza a motore, quelli che costruivano carrozze senza motore si sono trovati disoccupati o hanno dovuto imparare un mestiere diverso...

L'introduzione nel mondo di milioni (miliardi) di generatori di energia economica sconvolgerà l'economia e la società in modi inimmaginabili.
Fortunatamente ciò avverrà per forza di cose con gradualità, e ciò aiuterà a ridurre l'intensità dei traumi.

zzzphone-italia ha detto...

per la compagna di Max Altana: adesso hai capito perchè non vi siete ancora sposati? Ma sabato cambierà tutto, diventerà Brad Pitt!

Max Altana ha detto...

@zzz

l'ho avvertita, stiamo già scegliendo il menù del pranzo di nozze, io sto insistendo affinchè ci sia un bel po' di bufala :D

intanto, nel modo reale, il premio nobel per la Fisica è stato dato al grandissimo Saul Perlmutter

http://en.wikipedia.org/wiki/Saul_Perlmutter

http://en.wikipedia.org/wiki/Accelerating_Universe

congratulazioni!

Merlian ha detto...

@Paul

"Concordo. Quando è stata inventata la carrozza a motore, quelli che costruivano carrozze senza motore si sono trovati disoccupati o hanno dovuto imparare un mestiere diverso...

L'introduzione nel mondo di milioni (miliardi) di generatori di energia economica sconvolgerà l'economia e la società in modi inimmaginabili.
Fortunatamente ciò avverrà per forza di cose con gradualità, e ciò aiuterà a ridurre l'intensità dei traumi."

Peccato che oggi giorno le proporzioni di un simile impatto sull'industria sia molto più ampio rispetto a quei tempi e non sconvolgerebbe solo la vita dei "carrozzieri"; e poi, non vorrei sembrare apocalittico, ma il benessere per tutti significherebbe: aspettativa e qualità di vita elevata per tutti, aumento della popolazione planetaria in modo esponenziale (se non lo è già!) con conseguente sovrappopolamento e quindi necessità di spazi e relativa distruzione della foresta amazzonica e tante altre risorse naturali; alla fine, comunque vada, mi sa che su questa terra non avremo futuro e a lungo termine dovremo colonizzare altri mondi...

ant0p. ha detto...

@daniele
-------il suo cambiamento repentino, perché folgorato da un gommista, una macchina da caffè e una sfiatella non mi ha mai convinto. C'è dell'altro lo sento.------

prima di tutto gommista e macchina del caffè contano zero:)) è la sfiatella unita ai dubbi sulle prove col vapore, che aveva già prima di assistere alla prova, che lo hanno fatto diventare 'nemico' di rossi..non mi interessa se è in malafede o pagato da altri che sono in concorrenza con rossi (piantelli per dire..). la mia unica considerazione è che non è lui che ha indotto proditoriamente rossi a mostrare quella sfiatella cercando di spacciarla come produzione di 5kw..gli ha chiesto una cosa che tutti avrebbero dovuto chiedere nelle prove precedenti (cioè vedere lo scarico) e il risultato di vedere lo scarico è stato completamente incongruente con le dichiarazioni di rossi. tutto qui.

io non mi baso mai sui 'me lo sento' e sulle impressioni di buona o cattiva fede o simpatia/antipatia quando si tratta di capire se una cosa tecnologica funziona. tu puoi anche farlo, il blog è tuo e te lo gestisci come ti pare, hai il merito di aver sempre dato tutte le informazioni a disposizione e di aver quasi sempre lasciato parlare tutti (a parte il ban di tia..ma lì era più una questione di antipatia personale che si trascinava da mesi, in realtà anche lui ha sempre avuto lo spazio per parlare delle cose tecniche riguardanti l'e-cat).

ma è ovvio che se ti considero uno troppo idealista e entusiasta devo per forza separare le tue impressioni dai fatti:))

comunque sta tranquillo che se dopodomani l'esperimento sarà lungo e credibile con COP alto e 27kw per 12-24 ore noi tifosi pessimisti saremo quelli più contenti di tutti:)) semmai sarà franchini a doversi disperare in quel caso..

zzzphone-italia ha detto...

l'argomento popolazione è interessante. Quante persone possono vivere sulla terra? Asimov, come saggista e come scrittore di fantascienza, si occupò a modo suo del problema. Come saggista scrisse che sulla terra non dovrebbero vivere più di 70 milioni di persone. Come scrittore raccontò di un mondo (nel quarto libro della serie "Foundation") grande come la terra e in cui vivevano cinque/sette persone addirittura ermafrodite per evitare persino il contatto con un'altro sesso!

Sulla terra possono starci tantissime persone, il problema è come.

Bayete ha detto...

@Merlian

Sono daccordo sul fatto che l'industria dei carrozzieri non è rilevante ma ho interpretato l'esempio di Paul come un paragone con l'invenzione del motore a scoppio che, al di là della pura questione tecnica, ha aperto le porte ad un'era completamente diversa influenzando oltre ai trasporti (e l'industria) anche le comunicazioni, la politica, i rapporti sociali ed umani, gli equilibri di potere mondiali, così come potrebbe fare un'invenzione per laproduzionedell'energia a basso costo.

Per quanto concerne il problema della sovrappopolazione, esistono progetti, non attuabili a causa dei costi, che prevedono il pompaggio dell'acqua nelle zone desertiche.
Solo i deserti africani hanno una superficie equivalente a quella degli USA o del Canada o della Cina, cioè circa 10.000.000 di kmq.
Cioè 1/3 della superficie dello stesso continente.
Vi sono deserti anche in Asia, America e zone relativamente modeste in Europa (Spagna).

Certo, per bonificare questi immensi territori ci vorrebbe tempo, ma neanche la popolazione cresce in modo esponenziale; sarebbe un percorso di anni ma senza troppe angosce perchè al problema, corrisponderebbe una soluzione.@Merlian

Sono daccordo sul fatto che l'industria dei carrozzieri non è rilevante ma ho interpretato l'esempio di Paul come un paragone con l'invenzione del motore a scoppio che, al di là della pura questione tecnica, ha aperto le porte ad un'era completamente diversa influenzando oltre ai trasporti (e l'industria) anche le comunicazioni, la politica, i rapporti sociali ed umani, gli equilibri di potere mondiali, così come potrebbe fare un'invenzione per laproduzionedell'energia a basso costo.

Per quanto concerne il problema della sovrappopolazione, esistono progetti, non attuabili a causa dei costi, che prevedono il pompaggio dell'acqua nelle zone desertiche.
Solo i deserti africani hanno una superficie equivalente a quella degli USA o del Canada o della Cina, cioè circa 10.000.000 di kmq.
Cioè 1/3 della superficie dello stesso continente.
Vi sono deserti anche in Asia, America e zone relativamente modeste in Europa (Spagna).

Certo, per bonificare questi immensi territori ci vorrebbe tempo, ma neanche la popolazione cresce in modo esponenziale; sarebbe un percorso di anni ma senza troppe angosce perchè al problema, corrisponderebbe una soluzione.

Tizzie ha detto...

Dal forum di EEstory.com l'amministratore scrive:

* * *

eestorblog
Administrator
14 hours ago

krivit told me today he may have some new information on rossi by tomorrow morning.
no promises. just passing it along.


* * *

Tomorrow morning di 14 ore fa e` fra poche ore negli USA. Vedremo.

Tizzie ha detto...

L'informazione era questa:

This information just went up on my site 2 minutes ago on my timeline (see below for link)

Sept. 7, 2011 Rossi device test for Lewan/Ny Teknik. Device shows outflow of steam and water.
Sept. 6, 2011 Rossi device test with third potential customer (investor). NASA staff present. Test inconclusive; no outflow of steam or water.
Sept. 5, 2011 Rossi device test with third potential customer (investor). NASA staff present. Test inconclusive; plumbing leak.


Dalla Rossi timeline sul suo blog

Merlian ha detto...

@Bayete

Concordo con te, recuperare i deserti e renderli vivibili va bene, ma temo che si metterà mano anche alle foreste, ai fondi degli oceani, etc. etc. e se dopo l'e-cat si trovasse il modo di divenire immortali (cosa che, visto i progressi della medicina, credo si possa ottenere per la fine del secolo) a meno di morte violenta, nessuno lascerebbe il posto alla prossima generazione! Chi non volesse essere "spento" d'ufficio, dovrebbe emigrare sulla luna o su marte, oppure in un'altro sistema solare e qui spero che ci venga in aiuto il neutrino superveloce...

Marcellogo ha detto...

Ora che l'esperimento non finale, ma comunque decisivo si appropinqua vedo che molti stanno già pensando al dopo.
Bene, bravi, appoggio la mozione, però Adelante Pedro, con juicio!
primo scenario da smitizzare: il prezzo del nickel
Non è solo la quantità irrisoria coinvolta nel processo è che il nickel è un materiale veramente comune ed ognuno di noi ne ha in casa abbastanza da far andare il suo impianto casalingo per una decina d'anni almeno.
Posate, pentole ventola, lavabo e cappa della cucina sono tutti in acciaio al Nickel: basta sostituirli con equivalenti in alluminio, ceramica o resina e si va...
meglio ancora si può ottenere l'acciaio Inox anche con altri metalli, costano solo un poco di più...
E comunque il Nichel non viene bruciato o distrutto nel processo, anzi diventa il molto più raro e prezioso rame... realizzando quindi un guadagno economico netto.
Un esempio di lega nickel rame? Aprite il portamonete e prendete le monete a due colori.

piero41 ha detto...

Tanto per continuar a divertirsi a chiaccherar...
Non penso che l'introduzione della nuova energia a Ni possa travolgere gli equilibri economici e sociali mondiali, solo dovrà esser guidata e controllata nei prossimi 3/5 anni o dai governi (e non credo ci riusciranno) o dai grandi gruppi economici che dovranno anche riconvertirsi ma che poi sapranno loro come fare e come usarla. Mi sembra che inizialmente saranno i mega, mega progetti e contratti già firmati delle pipeline del gas dalla Siberia le situazioni più esplosive e a rischio con la RUSSIA al centro. Un quadro è fosco anche per ENI.
Petrolio: è bene iniziar quanto prima a smetter di bruciar in fumo una delle più importanti ma limitate risorse per la chimica di base di tutta l'umanità (dai concimi chimici per la produzione agricola, su, su fino ai medicinali ed ai deodoranti..) Continuerà a vendere ai soliti prezzi.
Per le auto come anche per le caldaie ad energia elettrica sono sempre dell'opinione personale che il gatto non debba esser lasciato nelle mani di singoli individui magari squilibrati o di attentatori che forzandone la reazione pur sempre nucleare..... Le auto elettriche ormai le hanno progettate tutte le case: migliorare le batterie e capillarizzare la distribuzione dell'elettricità quasi gratuita ovunque magari anche nei manti stradali in piste anche per il controllo automatico del traffico prima nelle autostrade poi nelle città.. Un sogno.. Anche per grandi investimenti di lavoro locale non più in China soltanto...
.Però qualcun altro (i governi) dovrebbe controllarli economicamente e moralmente questi grandi gruppi economici d'investimento altrimenti ORA nessuno sa più dove LORO possano condurci per soddisfare i propri interessi:Certo potrebbero anche climatizzare l'Antardide od il Sahara per far trascorrer vacanze indimenticabili d'elite prima e poi di massa dopo
ma gli attuali investitori potrebbero anche continuar a vender l'energia a prezzi crescenti...avendone il controllo,con introiti enormi e tutto si spengerebbe...
Tante chiacchere ehh!! :)) bla bla!! :)))

Marcellogo ha detto...

Sugli scenari complottistico-affaristico-"giudomassonplutocratici" (che questo sono in fondo in fondo, anche se ora spesso ricicciati salsa leftish) non mi dilungherei come non mi dilungherei sul equivalente eterno sogno degli pseudo-postcomunisti di vedere finalmente la parusia della "crisi finale del Capitalismo".
Facciamoci un semplice reality check: non c'è mai stato un metodo migliore per uscire da una crisi o per far comunque esplodere le quotazioni della borsa che l'implementazione di nuove tecnologie.
Ricordate cosa è stato il NASDAQ durante la bolla dell'informatica? Ecco...

Bayete ha detto...

@Merlian
facciamo un passo per volta, se no ci dovremmo suicidare subito.
La storia ci insegna che ad ogni mutamento corrisponde un adattamento se non dell'uomo (che non è indispensabile, della natura. Io scendo tra 20 fermate (se mi va bene), poi ci penseranno quelli che verranno ;-)

@Marcellogo
allora le euro-monetine ci serviranno per scaldarci come facevano i tedeschi con le banconote inflazionate da 1.000.000 di reich-mark? Cambiano le tecnologie ma i soldi servono sempre alla stessa cosa: a scaldare le nostre case. :-)

zzzphone-italia ha detto...

a tutti: attenzione perchè il silenzio di Daniele e quello contemporaneo di Rossi sul suo blog possono significare che il test è già cominciato. Il che sarebbe tipico di Rossi per evitare di trovarsi troppa gente giovedì in via dell'Elettricista!!! Tizzie: questo quadrerebbe con le notizie che dovrebbe dare Krivit a ore...che ne dici?

Max Altana ha detto...

a nessuno va di esplorare le conseguenze di un test con COP < 1.5?

no, eh?

Marcellogo ha detto...

Penso che ci sia una sorta di corto circuito mentale tra i due

si parla tanto di Nickel, ma nessuno parla di quello che viene effettivamente consumato dall'E-cat durante la reazione vale a dire dell'idrogeno,bene che ha un suo prezzo, che non è al momento affatto in largo uso e che deve essere comunque prodotto industrialmente in quanto a differenza del metano non è presente in naturrs e che quindi è in realtà quello che può sì alzarsi di prezzo e pure di molto.
Però nessuno lo ha preso in considerazine: semplicemente perche essendo ricavato dall'ubiqua acqua non può innescare un discorso di scarsità/ingiusta distribuzione della materia prima e dunquenon ci permette di esercitarci in questi begli scenari post- omeglio pre-apocalittici.

sinceramente vostro
Marcello Gusberti

Tizzie ha detto...

@zzzphone-italia: credo che la notizia fosse l'aggiornamento della timeline di Krivit con altri dettagli sui test del 5 e del 6 settembre, inconcludenti. Per qualche motivo non mi e` stato passato il post, riporto le righe utili soltanto:

Sept. 6, 2011 Rossi device test with third potential customer (investor). NASA staff present. Test inconclusive; no outflow of steam or water.
Sept. 5, 2011 Rossi device test with third potential customer (investor). NASA staff present. Test inconclusive; plumbing leak.

Marcellogo ha detto...

@ Bayete
In realtà, nel caso in questione, era il contrario : con il composto finale della reazione di Rossi-Focardi si possono comunque ottenere delle monete da 1 o due Euro
Si può anche fare il contrario ovviamente, gli Americani chiamano infatti Nickel il loro pezzo da cinque centesimi perchè fatto di acciaio inox.
Insomma è una ruota che gira, si possono fare banconote da 1 o 2 euro , usare il nichel contenuto nelle monete così sostituite e dopo il processo utilizzare la lega risultante per battere di nuovo le stesse monete che risulteranno alla fine solo più gialline o rossicce per il maggio tenore di rame al loro interno.
In realtà il discorso è quello che ho affrontato parlando dell'idrogeno, affrontando certi discorsi ci si applica le nostre attuali percezioni ad un ambiente del tutto nuoovo e quindi si mette biblicamente parlando, vino nuovo in otri vecchi...

Paul ha detto...

@ Marcellogo:
"...In realtà il discorso è quello che ho affrontato parlando dell'idrogeno..."

Rossi in uno dei vecchi messaggi aveva ipotizzato di poter usare una piccola parte dell'elettricità prodotta per ricavare idrogeno elettrolitico...

Ecco che l'E-Cat funzionerebbe solo con acqua:-))

Bayete ha detto...

@Max Altana

"a nessuno va di esplorare le conseguenze di un test con
COP < 1.5?
no, eh?"

è possibile, ma credo che la LENR sia oramai acquisita dalla scienza; che poi l'inventore della macchina per sfruttarla si chiami Rossi o Braun e la macchina e-cat oppure e-dog, è irrilevante (in ogni caso lo stato Italia non ne beneficerebbe in modo diretto se non per prestigio).
Se poi la macchina verrà prodotta industrialmente fra un anno o fra 5, non lo ritengo un dato significativo: la 'cosa' è partita a livello mondiale e questo a prescindere da Rossi ma da qualche anno.
Le energie alternative ci sono da tempo, il loro utilizzo dipende dal capitale investito e dalla volontà di realizzare gli impianti da parte della politica e chi ci sta dietro.

Come ho già scritto su questo blog, i Signori della Terra stanno capendo che devono stare attenti ad osteggiare il cambiamento oltre un certo punto perchè regnare un regno devastato dalla crisi, dall'inquinamento, dalla depressione, potrebbe togliergli il gusto del divertimento.

Paul ha detto...

"Ecco che l'E-Cat funzionerebbe solo con acqua:-))"

E aggiungo: arricchirebbe di ossigeno l'atmosfera - due (o tre) piccioni con una fava

gio ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Paul ha detto...

Se è vero l'autosostentamento il COP è infinito.

Se è vero ciò che afferma Rossi, l'autosostentamento è un fenomeno reale ma instabile.
Si tratterà allora "solo" di inventare il modo di stabilizzarlo.

gio ha detto...

rampa ha scritto:

L'affare E-Cat è troppo grande per essere gestito dal solo Rossi e la NASA spera che Rossi non ce la faccia economicamente e potrebbe rendergli la vita difficile a livello investitori.


max altana ha scritto:
a nessuno va di esplorare le conseguenze di un test con COP <1.5?

no, eh?

....è troppo grande per essere gestito da rossi...e penso, anzi spero, che già adesso non gestisca più lui la situazione....con un cop < 1.5, non è successo nulla .........si mantiene lo status quo....che non mipare un granchè....ma se il cop è tra 10 e30...che succede?

Bayete ha detto...

e per concludere in bellezza:

Ricetta Petti di piccione al vapore con fave

Ingredienti : 8 Petti Di Piccione (di Circa 80 G Ognuno), n12 Foglie Coste, n20 G Burro, n Sale, n Pepe Bianco, n Per La Salsa:, n15 Cl Fondo Di Pollame Chiaro, n4 Cl Latte, n4 Cl Panna, n25 G Pane Bianco Senza Crosta, n40 G Rafano Grattugiato, n Sale, n Pepe Bianco, nAlcune Gocce Limone, n1 Cucchiaio Panna Montata

.....

il vapore lo fornisce direttamente l'e-cat :-)

Red5goahead ha detto...

Visto che il prossimo anno l'Italia raggiungerà il record mondiale del 5,5% (sul fabbisogno nazionale) prodotto dal solo fotovoltaico, la nuova tecnologia potrebbe puntare anche ad COP relativamente basso, di 10-15 per esempio, e garantirci tutta l'energia che serve.

gio ha detto...

Red5goahead ha scritto:
Visto che il prossimo anno l'Italia raggiungerà il record mondiale del 5,5% (sul fabbisogno nazionale) prodotto dal solo fotovoltaico, la nuova tecnologia potrebbe puntare anche ad COP relativamente basso, di 10-15 per esempio, e garantirci tutta l'energia che serve.


...già questo basterebbe ...tanto per cominciare......ma chissà perchè mi aspetto qualcosa di eclatante.....

Tizzie ha detto...

Se l'e-Cat non si rivelera` una e-Catombe direi che il fotovoltaico verra` velocemente accantonato nel giro di pochi anni. Nei primi potrebbero convivere dato che uno produce direttamente elettricita`, l'altro calore di bassa qualita` non facilmente sfruttabile per la produzione elettrica, ma a medio termine non ci sarebbe speranza.

MISTERO ha detto...

@Max
"a nessuno va di esplorare le conseguenze di un test con
COP < 1.5?
no, eh?"

Ciao Max, non succederebbe nulla di più di quanto sta già accadendo da circa 20 anni.

Ho scommesso tra COP maggiore di 1 e inferiore a 3 per la prova di ottobre, vuoi scommettere anche tu?

@Paul
>"Ecco che l'E-Cat funzionerebbe solo con acqua:-))"

E aggiungo: arricchirebbe di ossigeno l'atmosfera - due (o tre) piccioni con una fava

Scusa e l'idrogeno con che cosa lo bruci?

Bayete ha detto...

Secondo me qualcosa di eclatante è già successo: il fatto che l'unico ostacolo che stanno ponendo a Rossi è solo l'assoluto black out dei mezzi di informazione (digitane Andrea Rossi su Google News e guardate quante testate nazionali si sono interessate alla notizia: escluso qualche blog, nessuna) e che lo lascino agire in un settore 'caldo' come quello dell'energia, mi fa pensare che abbiano dato il beneplacito al suo lavoro. Chi pensasse che la mia opinione sia troppo cospiratoria, vada a leggere la storia di tale Enrico Mattei che per avere osato disturbare il settore 'petrolio' non con una rivoluzione mondiale ma solo italiana, fece una brutta fine.
http://it.wikipedia.org/wiki/Enrico_Mattei

paitnicola ha detto...

il COP che mi aspetto è >1.5, se devo scommettere penso a un 3.4

Paul ha detto...

@ Mistero:
"Scusa e l'idrogeno con che cosa lo bruci?"

L'idrogeno dentro l'E-Cat non usa ossigeno

Rampa ha detto...

"il fatto che l'unico ostacolo che stanno ponendo a Rossi è solo l'assoluto black out dei mezzi di informazione"

Riflettevo proprio ieri sera guardando a QuartoGrado il caso mediatico-giudiziario di Perugia...
Personalmente in verità aspetto con molta molta più attesa la sentenza sull'E-Cat di dopodomani !!!
E la gente comune di questo non ne sa nulla, quasi sembra non interessarsene !!!
Devo essere anormale io....

Vincenzo Bonomo ha detto...

Caro Daniele ormai il tuo blog è diventato un'importante fucina di progetti e di idee nuove potenzialmente preziose in questa fase critica dell'economia e tutti dovrebbero essertene grati.
Personalmente invito gli e-scettici ad essere benevoli con una tecnologia nuova pensando a cosa erano i motori a scoppio, le radio o i cellulari al loro esordio per cui anche un cop 3 stabile sarebbe un grande risultato in questo momento, poi c'è tutto il tempo di raggiungere e superare cop 200.
Per quanto riguarda il catalizzatore segreto ho avuto un'illuminazione guardando un documentario scientifico tempo fa, ma è un'ipotesi che tengo per me per non creare ulteriori problemi a Rossi. Ti rivelo invece un'ipotesi che per quello che ne so non è mai stata avanzata da nessuno e che riguarda la tragedia delle torri gemelle a New York, ebbene le squadre di tecnici che scavavano le macerie anche a distanza di diverse settimane dall'evento luttuoso, trovavano materiale incandescente di cui non riuscivano a spiegarsi l'origine, sembrava come se un altoforno fosse acceso nelle fondamenta dei grattacieli, fatto confermato anche da foto all'infrarosso. La mia ipotesi è che il crollo repentino e violentissimo abbia innescato una reazione piezonucleare nei materiali ferrosi presenti nelle costruzioni similmente a quello che il Prof. Carpinteri riesce a ottenere con una pressa idraulica da 20 tonn. negli esperimenti che conduce a Torino.
Probabilmente quell'11 settembre 2001 involontariamente e tragicamente per la prima volta l'Umanità ha incontrato una fonte di energia nuova che insieme all'E-cat. potrebbe cambiare il mondo.

Okkiuvivu ha detto...

@Vincenzo Bonomo:
"...Probabilmente quell'11 settembre 2001 involontariamente e tragicamente per la prima volta l'Umanità ha incontrato una fonte di energia nuova che insieme all'E-cat. potrebbe cambiare il mondo."

O forse i signori della guerra per continuare a vendere armi dovevano giustificare una guerra in IRAQ, sacrificando migliaia di vite umane e facendo esplodere le torri gemelle dal basso?! ...una inquietante teoria cospiratoria...

MISTERO ha detto...

@Bonomo

Questa è proprio bella!!!
La giro subito ai diretti interessati, se si riuscisse ad avere un campione di quel metallo fuso...cavoli!!!

In merito al catalizzatore, o è un sale o sono cristalli di quarzo ;-)

robi ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
gio ha detto...

rampa ha scritto:
<Riflettevo proprio ieri sera guardando a QuartoGrado il caso mediatico-giudiziario di Perugia...
Personalmente in verità aspetto con molta molta più attesa la sentenza sull'E-Cat di dopodomani !!!
E la gente comune di questo non ne sa nulla, quasi sembra non interessarsene !!!
Devo essere anormale io....


..ma questa è stata una scelta di rossi,o forse del suo big partner, ovvero che tutto rimanesse solo sul www

vernavideo ha detto...

@max
a nessuno va di esplorare le conseguenze di un test con COP < 1.5?
Ciao Max,
Sarebbe pur sempre un ottima cosa. sempre meglio di un COp<1 che averebbe effetti disastrosi sulla ricerca, innestando un clima di caccia alle streghe, come ai tempi di Fleishmann & Pons.
Ad un certo punto mi ero convinto che Rossi fosse consapevolmente o
inconsapevolmente lo stumento che i gruppi politico-economici avevano
scelto per mandare in cagnara la ricerca su reazioni nucleari non ortodosse
che, da Arata in poi cominciavano ad avere un indice di ripetibilita'
discreta, e con W&L da una parte e Cardone dall'altra, si incominciava a
intravedere possibili abbozzzi di terorie in grado di prevedere questi
fenomeni.
Il nome di alcuni dei personaggi coinvolti in questa saga sembrano
convalidare questa questa ipotesi, come i soci di Ampergo, con nomi che
sembrano usciti da un episodio dei soprano). D'altra parte, il
comportamento dell'ala dei piezonuclearisti non combacia con questa
visione. E' infatti fin troppo chiaro come evitino di pestare in piedi a
Rossi, tralasciando completamente ogni possibile applicazione pratica
basata sull'eccesso di calore generato da queste reazioni. Chi ha seguito
la presentazione urbi et orbi di Cardone e company, non puo' non aver
notato come Cardone ne parla in maniera sospettosamente vaga: "Si,
probabilmente si tratta di fenomeni endotermici, ma non ci interessa
esplorare questa caratteristica" (???).
Anche mistero ne aveva accennato in questo blog, e me ne domando il
perche'.

Tornando a bomba, e raccogliendo l'invito di mistero, dico anche io la mia:

1 COP <2

E inoltre, Rossi non ha inventato una sfiatella, ma una saliera atomica(!)

Comunque vada a finire, non seguivo una saga cosi' appassionante dai tempi
di A come andromeda.

Ciao,
Stefano

Mahler ha detto...

> E aggiungo: arricchirebbe di ossigeno l'atmosfera - due (o tre) piccioni con una fava

Ma abbasserebbe il livello dei mari ;-)

dibattiti ha detto...

@marcellogo
Il nickel costa più del rame (3 volte di più):
http://dibattiti.wordpress.com/2011/05/16/nichel/

Ma in ogni caso si non sarebbe un problema di quantità, visto che per tutto il fabbisogno mondiale(mettiamo 10 000 000 000 di persone) servirebbero 20gr/anno(1persona)[ne ha usati 50gr in sei mesi per 10kw se non sbaglio]x(10 000 000 000)=20 000 tonnellate...solo la Russia ne fa 300 000 all'anno...

dibattiti ha detto...

@tizzie
Dopo questa sono sono ancora più scettico.

Mahler ha detto...

@Tizzie
> Se l'e-Cat non si rivelera` una e-Catombe direi che il fotovoltaico verra` velocemente accantonato nel giro di pochi anni.

Se l'E-Cat funziona davvero come dice Rossi, il fotovoltaico sarebbe il modo migliore per convertire l'energia dei gamma direttamente in energia elettrica. Alle frequenze che stanno tra i raggi X e i raggi Gamma (in pratica quelle dell'E-Cat) si ha il miglior rendimento possibile per l'effetto fotoelettrico.
Purtroppo però io sono scettico.

robi ha detto...

Mistero
si diceva che le torri fossero ricoperte di amianto.
ora l amianto lo trovi in alluminiferi e non alluminiferi.i secondi sono silicati di Ca e Mg .i primi si trovano con i precedenti elementi più Al e Fe.
a grandi linee

Mahler ha detto...

Giro da ASPO...

Gherardo Gentzen ha detto…
> Rossi ha comunicato all’EPO che i locali sono suoi:
>
> https://register.epo.org/espacenet/application?showPdfPage=1&documentId=ESAS9GP97808FI4&appnumber=EP08873805

MISTERO ha detto...

@Robi
le travi interne alle torri gemelle erano in acciaio, quindi Fe, Ni, Cr, Mn.

@Stefano
Si è vero, Cardone ha detto questo più volte e anche lo stesso Carpinteri.
Ribadisco il mio pensiero che ho già scritto e non è un mistero; ben venga una nuova fonte di energia se concreta, a basso costo e compatibile con l'ambiente, ma a parte l'opportunità di un eventuale bussines, vedo nell'immediato e nell'orrizzonte più prossimo molte altre soluzioni più interessanti per l'ambiente e per l'uomo...perchè fare nuove centrali quando possiamo chiudere una parte di quelle che abbiamo?

gio ha detto...

si giunge alle stesse conclusioni sul partner di rossi anche altrove :

http://freeenergytruth.blogspot.com/2011/10/ecat-domains-no-comment.html

ecat.com and e-cat.com

A few weeks ago the domain e-cat.com was changed to point to the Kleiner Perkins Caulfield and Byers website - more specifically, the part of their business that invests in new Green Technologies. Just 48 hours ago the similarly named ecat.com domain also went live with a teasing video about steam.
A few days ago (and not knowing for sure) we dared to speculate that Rossi's US partner is in fact Kleiner Perkins (see this report). I emailed KPCBs Greentech Dept and was not the least bit surprised to find that my email was ignored. I also made efforts to correspond through their Facebook Page - again, there seemed to be no-one at home over at Kleiner Perkins - very strange I thought.

Yesterday I wrote and asked Andrea Rossi if he or his group had any connection with either the e-cat.com or ecat.com domains in order that the speculation ends.

My comment appeared to be "awaiting moderation" when I checked yesterday. Today however, a stack of new comments appeared and mine was not one of them.

So what happened to it? There is an outside chance that it went into the spam folder on his blog, but my guess is that Rossi's group / partner firm owns at least one or maybe both of the domains and perhaps understandably, they do not want to give anything away right now.

Perhaps the partner firm is indeed KPCB? If it turns out that it is not KPCB then it is at least rumored to be a company of quite some standing anyway. We should know by the end of October if not sooner.

nemo ha detto...

Se Rossi non ha scoperto nulla di eclatante ed il famoso catalizzatore non esiste, allora il cop dovrebbe essere intorno a 1 (più o meno i risultati di Randell Mills). Al contrario se ci sono le basi per una rivoluzione energetica, allora il cop dovrebbe essere > 3.
Infine il cop potrebbe essere una diretta conseguenza della massa. Nel processo di fissione è importate raggiungere la 'massa critica' per permettere la reazione a catena che viene scatnata dai neutroni (lenti). Nel processo di fusione fredda invece dei neutroni l'elemento scatenante potrebbero essere i raggi gamma. Questo giustificherebbe la bassa radiazione in uscita... ma queste sono solo mie arbitrarie speculazione...

guido52 ha detto...

Circa la natura del famoso catalizzatore ripropongo una mia ipotesi di un paio di mesi fa :
Leggendo il libro divulgativo di John D. Barrow " 100 cose essenziali..." e precisamente il capitolo " lingue di fuoco" (nel quale spiega come la riduzione alla stato di polvere dei materiali ne aumenti in modo esponenziale l'infiammabilità ) mi è venuta per analogia un'ispirazione ( niente di trascendentale o di originale per carità) : il catalizzatore non esiste , è solo un diversivo. Ecco perchè Rossi non lo ha indicato nella richiesta di brevetto. L'innovazione di Rossi si limita all' uso di nichel in polvere. Questo potrebbe essere pure il motivo per cui ( almeno da quello che ha detto Virgilio) anche Piantelli (che in origine usava barrette di nichel ) intende passare ,o sia gia passato, alla polvere dello stesso materiale opportunamente trattato e dichiara di non usare catalizzatori di sorta.

gio ha detto...

@guido 52

.. in fisica e annessi non ci capisco niente...ma la tua idea mi sento di quotarla ,tant'è vero che nel brevetto ( se non ricordo male) rossi indica persino i fornitori( italiani mi pare) della nanopolvere di nichel!......e se fossi stato un ing. con il pallino per queste cose ..il fornitore lo avrei contattato!

Paul ha detto...

Rossi dice comunque che la polvere di nichel richiede un pretrattamento (dal costo molto basso), apparentemente per concentrare gli isotopi utili alla reazione.
Questa affermazione è stata fortemente contestata da chi se ne intende, in quanto tale operazione richiederebbe sofisticate e costosissime centrifughe.
Essere riusciti a tale intento sarebbe già di per sè una invenzione degna del Nobel.

gio ha detto...

@ guido 52

aggiungo che poi tanti scrivono che il brevetto, così come depositato,non permette la riproduzione del reattore di rossi, ma nessuno di questi penso abbia contattato gli stessi fornitori indicati da rossi per la riproduzione ancorchè artigianale del reattore...o forse ci ha provato il gruppo dipiantelli

MISTERO ha detto...

Qualcuno ha informazioni su questo signore:
Gherardo Gentzen
Che cosa fa nella vita, chi è, dove lavora, etc???

Scrive nel blog di ASPO:

>Comunque, faccio a tutti una domanda non retorica: esistono casi, negli ultimi trent’anni, di importanti innovazioni scientifiche che siano state concepite in ambito non universitario, cioè di ricerca formale? Io non ne conosco. Ci sarà pure qualcosa, o proprio niente?

Vorrei contattarlo e invitarlo a farmi visita, ma non vorrei fosse il solito TROLL..
Grazie

robi ha detto...

rivolgiti a Daniele.
ricordati che in tedesco il "ge" si legge "ghe" eheheh

ciao

MISTERO ha detto...

grazie robi...
hahahaha, come Einstain....hahhaha

:-)

gwon ha detto...

@Mistero

Gherardo Gentzen pare essere lo pseudonimo di un docente di matematica di una università italiana. Nonostante i modi spesso scostanti per usare un eufemismo, non mi sembra un troll.

Paul ha detto...

Un punto fermo e chiaro:
a seguito di una mia domanda, Rossi ha risposto che il circuito dell'acqua secondario è di tipo APERTO.

Ciò renderà le misure del test molto più semplici rispetto ad un circuito chiuso.

Vettore ha detto...

@Mistero
Quel Gerardo ha scritto anche qui tempo fa... A quanto pare è un matematico che lavora in ambito universitario (non so con che titolo).
Riguardo quella frase, è chiaro che o scherza o non ha mai varcato la soglia del suo dipartimento e quindi come la maggior parte di universitari (studenti compresi) non conosce affatto il "mondo reale"... :-)

Daniele 22passi ha detto...

@MISTERO
Ho scambiato varie email con... Gherardo. È un matematico italiano che lavora in una università inglese, con un ego abbastanza ingombrante (posso sbagliare naturalmente, scrivendo spesso la gente riesce a dare il peggio di sé). Al 50% è in buona fede e vuole davvero salvare UniBO da quella che ritiene una figuraccia al 100% e - direi - soprattutto vuole essere nella posizione "ve l'avevo detto io". Naturalmente se si dimostrasse che Rossi non mentiva, Gherardo è il tipo che dirà "be', se fossi stato a conoscenza degli elementi che non erano stati resi pubblici... l'avrei detto subito che funzionava!".
Al 50% si inserisce perfettamente in un gioco di potere che vede da una parte il DF dell'Alma Mater e dall'altra l'INFN, da una parte UniBO schierata con Focardi e Rossi e dall'altra UniSI con Piantelli a sua volta alleata con Bardi e UniFI. Ma la Scienza, quella vera con la S maiuscola, dove sta in mezzo a queste lotte, ti chiederai: appunto, me lo chiedo anch'io!! :))
Se vuoi gli scrivo per metterti in contatto con lui. Il problema è che è un matematico, quindi non entra nel merito di discussioni fisiche: sposa le teorie esposte da Camillo Franchini perché le reputa più logiche e meno contraddittorie di quanto spiegato pubblicamente da Rossi e Focardi... e su questo - come abbiamo disquisito qui dentro 1000 volte - naturalmente non ha tutti i torti.

turboweb ha detto...

Salve a tutti,
Seguo la vicenda E-cat da gennaio, ma questo è il mio primo post... Spero intelligente :).
Per quel che riguarda il catalizzatore (se esiste) la mia ipotesi è che si tratti di un fluido, diverso dal H ovviamente e che non reagisca con il nichel..
Questa mia deduzione deriva dal fatto che se cosi non fosse, gli svedesi ad aprile avrebbero trovato delle tracce del famoso catalizzatore nelle "ceneri" fornite da Rossi...
Purtroppo le mie " non conoscenze " di chimica non mi consentono di ipotizzare sostanze o composti vari, ma spero di aver dato uno spunto di riflessione su di un particolare che credo nessuno aveva mai postato...

Incrocio ora tutte le dita possibili x domani!!
Spero sia l'alba di una nuova era "green".
Saluti.

turboweb ha detto...

Salve a tutti,
Seguo la vicenda E-cat da gennaio, ma questo è il mio primo post... Spero intelligente :).
Per quel che riguarda il catalizzatore (se esiste) la mia ipotesi è che si tratti di un fluido, diverso dal H ovviamente e che non reagisca con il nichel..
Questa mia deduzione deriva dal fatto che se cosi non fosse, gli svedesi ad aprile avrebbero trovato delle tracce del famoso catalizzatore nelle "ceneri" fornite da Rossi...
Purtroppo le mie " non conoscenze " di chimica non mi consentono di ipotizzare sostanze o composti vari, ma spero di aver dato uno spunto di riflessione su di un particolare che credo nessuno aveva mai postato...

Incrocio ora tutte le dita possibili x domani!!
Spero sia l'alba di una nuova era "green".
Saluti.

Paul ha detto...

Segnalo questa pagina: ci sono molti interventi speculativi interessanti:

http://www.e-catworld.com/2011/10/if-the-e-cat-is-real-you-predict/

briggart ha detto...

OT

@max altana

secondo me e' un po' troppo presto. speriamo di non dover portare un po' di bufala anche a Stoccolma. ;-)

ant0p. ha detto...

paul:-----Rossi ha risposto che il circuito dell'acqua secondario è di tipo APERTO.----

ottima notizia, speriamo anche che lo scarico dell'acqua sia ben visibile e accessibile per le necessarie verifiche occhio/mano metriche:))

eTom ha detto...

by Paul:"...il circuito dell'acqua secondario è di tipo APERTO.
Ciò renderà le misure del test molto più semplici rispetto ad un circuito chiuso"

Mi sfugge il perchè:
Quello che conta è solo flusso e il delta T tra temp t1 in ingresso allo scambiatore e t2 all'uscita.
E quindi controllare bene anche il flusso!
Ma che il circuito secondario sia chiuso o meno è irrilevante, sarà eventualmente un loro problema mettere un radiatore da qualche parte per evitare che t2 cresca al punto da vaporizzare

Paul ha detto...

E si, ma perché complicarsi la vita con un secondo scambiatore e conseguenti misure supplementari di temperature, portate e dubbi di frode?
Il sistema dev'essere il più semplice possibile.

Col circuito secondario aperto hai:
- una pompa che preleva acqua fredda da un serbatoio, e che la invia all'ingresso dello scambiatore dove netti una misura di temperatura (T1);
- all'uscita dello scambiatore metti una seconda misura di temperatura (T2) ed un misuratore di portata;
- subito dopo metti una valvola a regolazione manuale o automatica;
- lo scarico di tale tubazione va in fogna (non deve tornare nel serbatoio di previevo!).

Per calcolare le calorie utilizzi la misura di portata e il deltatì.

Tutto lì, facile, semplice e funzionale.

Vettore ha detto...

@tutti
Vi faccio notare che lo scambiatore di calore tra il primario e il secondario ha un'efficeinza minore di 1, anche molto minore a seconda di come è realizzato... Quindi la prova è molto conservativa e in altri termini anche svantaggiosa per Rossi. Credo che se l'ha accettata immagina (o sa) di potere avere un COP abbastanza maggiore di 3 dal lato del reattore...

Paul ha detto...

E' vero, e Rossi lo sa e l'ha anche scritto. La dispersione di calore verso l'esterno dello scambiatore "toglie" calorie a quelle trasmesse all'acqua del secondario.
Spero che tale scambiatore sia molto ben coibentato.
Rossi comunque ne è ben consapevole e l'ha accettato.

Paul ha detto...

Per migliorare lo scambio di calore i due flussi sono in controcorrente.

eTom ha detto...

by Paul:"...perché complicarsi la vita con un secondo scambiatore e conseguenti misure supplementari..."

Forse non mi sono spiegato ... ci riprovo ma dubito di poter essere più chiaro:
Sullo scambiatore col primario misurare t1 t2 e relativi flussi va fatto in ogni caso ... ma di tutto ciò che sta a monte di t1 o a valle di t2 frega niente e NON lo misuro. (Nel tuo esempio: puoi forse escludere che la fogna sia invece collegata al serbatoio di prelievo? ... ma sarebbe cmq irrilevante!)

Paul ha detto...

Premetto che non conosco come sarà fatto il test, ma solo che il circuito secondario è aperto.

Secondo me, è assolutamente inutile misurare temperature e portata nel circuito acqua/vapore del primario.
E' invece indispensabile (e sufficiente) fare le tre misure sul secondario (portata e le due temperature sull'acqua del secondario, ingresso e uscita scambiatore).
E' infatti solo da queste tre semplici misure che si calcola la quantità di calore prelevata.
Sommando a questa le eventuali perdite di calore verso l'esterno si potrà calcolare il calore generato dall'E-Cat.
Ma non è indispensabile, se non per calcolare il COP.

Paul ha detto...

Per completare il discorso: lo scarico dell'acqua calda deve andare in fogna, o comunque non essere mescolato all'acqua fredda del serbatoio di prelievo (ma perchè poi farlo?).
Se comunque ciò dovesse verificarsi, il circuito sarebbe chiuso, e si vedrebbe salire la temperatura all'ingresso del serbatoio. Ma non è nello spirito del test.

Paul ha detto...

volevo dire: "si vedrebbe salire la temperatura all'ingresso dello scambiatore"

ant0p. ha detto...

più che in.fognato lo scarico sarebbe meglio in un lavandino dove tutti possono verificarlo:))

se questo sarà il setup di misura calorimetrica mi sta bene (basta avere un deltaT rilevante regolando la portata).
non resta che controllare bene tutto il resto (energia immessa, eventuali fonti nascoste), ma per quello si è già detto che sarà possibile controllare smontando i componenti (senza ovviamente andare a vedere l'interno del reattore).

vedremo..stavolta sono più curioso del solito..ormai siamo arrivati ottobre, se l'accrocco funziona è arrivato per rossi il momento di fare sul serio, eventuali 'depistaggi' sul reale funzionamento macroscopico a questo punto sarebbero del tutto assurdi e ingiustificabili (anche prima erano abbastanza strani comunque:))

eTom ha detto...

@Paul Non ci capiamo, amen.

Aggiungo solo che le misure dovrebbero essere almeno 4: t1, t2, f1, f2.
t1 temperatura liquido ingresso scambiatore
t2 temperatura liquido uscita scambiatore
f1 portata liquido ingresso scambiatore
f2 portata liquido uscita scambiatore (serve solo per ctrl che f2 = f1!)

Oltre a ciò ovviamente verificare i possibili trucchi (chèssò, una resistenza nascosta nello scambiatore o nel primario ... roba per James Randy o simili) ...

ant0p. ha detto...

@e tom
per evitare imprecisioni e trucchi il modo migliore è avere una produzione di potenza molto alta con un'immissione molto bassa. in pratica ci vorrebbe una prova di febbraio fatta con misure più accurate e verificabili. va bene anche il secondo flussimetro per verificare che entrata e uscita siano uguali, ma anche avere la possibilità di verificare a mano quello che dicono i sensori (quindi scarico e tubi accessibili ecc.).

in pratica se rossi vuole fare sul serio stavolta deve spingere il pentolone come minimo alla sua potenza nominale (27kw) stando sempre sopra un COP di 6, cioè senza andare mai al di sopra dei 27kw/6 (4.5kw, facciamo che se non va mai oltre i 3kw è ancora meglio:)) di potenza immessa. se invece si riducesse tutto a valori striminziti mi chiederei come mai più si va avanti e più tutto viene ridimensionato..con un COP di 3 non si entra nel 'mercato', tanto meno con un pentolone da 80kg che eroga potenze basse. se fosse verificato sul serio l'eccesso di potenza per molto tempo sarebbe comunque una cosa molto positiva, ma ancora limitata al campo della ricerca..a quel punto tutti i 'segreti industriali' dovrebbero crollare e si dovrebbe finalmente permettere alle università di fare misure di precisione e soprattutto di mettere il naso all'interno del reattore per capire meglio le cose, dimenticandosi dei soldi facili:))

Bayete ha detto...

domanda per tecnici: ma se il COP fosse 1,000000001 sarebbe comunque la dimostrazione che la Lern esiste e che le teorie di Einstein sono da aggiornare, oppure ci sono altre spiegazioni?

Nel caso la Lenr sia per l'ennesima volta confermata (e non solo da Rossi e Focardi) si aprirebbero comunque nuove prospettive scientifiche con la possibilità di un futuro sfruttamento, a prescindere dall'e-cat?

Comunque sia da non tecnico, vorrei ribadire la mia fiducia e speranza nel test di domani ed in quello della centrale di fine mese.

Max Altana ha detto...

un cop leggermente superiore ad uno porterebbe semplicemente a pensare ad una imprecisione della misura.

Le LENR andranno avanti anche senza Rossi, ma qui si rischia di fare la solita figura degli italiani venditori di BUFALE.

ant0p. ha detto...

la piccola produzione di energia con le lenr l'ha già fatta vedere arata nel 2008 con un esperimento abbastanza accurato, confrontando due celle diverse e facendo vedere la netta differenza tra l'effetto di assorbimento dell'idrogeno (che durava molto poco) e la produzione effettiva di energia in eccesso (per 50 ore) col deuterio.
per i COP molto bassi non servono a niente le prove della serva, ci sono troppe approssimazioni. la richiesta della prova della serva è sempre stata fatta per dimistrare alte produzioni di energia con COP molto alti, non certo per i COP di uno,qualcosa:)) per quelli ci si rivolge ai ricercatori e non si fanno le sparate sull''ingresso nel mercato':))

Bayete ha detto...

Però non ho capito una cosa: a prescindere dallo sfruttamento industriale della Lenr, c'è la prova scientifica che questa esiste per davvero e che quindi le leggi fisiche devono essere aggiornate alla nuova conoscenza aprendo comunque la strada a nuovi possibili sviluppi rispetto a.... diciamo prima di Pons e Fleischman?

mwatt ha detto...

quoto completamente antOp.

sarebbe stata sufficiente una prova come quella fatta a porte chiuse da Levi a febbraio.

Basta usare un unico e-cat e un contacalorie fiscale da condominio.

Ce ne sono tantissimi in commercio. Io ve ne cito uno che si chiama SONOHEAT, giusto per rendervi conto della banalità.

E' tutto già pronto.
Una uscita di calore pari a varie volte l'ingresso non passa certo inosservata.

mW

Red5goahead ha detto...

@maxaltana

>Le LENR andranno avanti anche senza >Rossi, ma qui si rischia di fare la >solita figura degli italiani >venditori di BUFALE.

o quella dell'ennesimo e geniale inventore italiano . Non sarebbe certamente il primo.

kurtneuman ha detto...

@Bayete

Hai centrato il problema: le prove scientifiche che si hanno soffrono di non-riproducibilità e/o riportano basse produzioni di energia in eccesso, il che fa sospettare che sia un problema di misurazioni. E, soprattutto, non c'è una teoria soddisfacente che possa indirizzare gli sforzi degli scienziati.

Questo non vuol dire che non bisogna continuare a "cercare", anzi. Se vai su wikipedia (la versione italiana è per il momento bloccata, ma per una giusta causa) e cerchi cold fusion ti fai un'idea di come le indagini non siano affatto concluse.

Per quanto riguarda il test di Rossi, mi sembra che siamo sempre fermi allo stesso punto.

Per dimostrare una produzione di energia in eccesso (che NON implica necessariamente la presenza una reazione LENR), le analisi vanno fatte da qualcun'altro (che non abbia interessi di sorta nella faccenda), competente, dopo aver stabilito un protocollo serio. Rossi deve mettere solo l'eCat piccolo. Al resto (impianti, materiali, strumenti, esperti che fanno le misure ecc...) ci deve pensare l'altro.

Poi, se il test mostra un COP sufficientemente maggiore di 1, per stabilire la natura del motore che produce tale surplus di energia è necessario aprire l'eCat e studiarlo nei minimi dettagli.

Tutto ciò se Rossi vuole veramente coinvolgere la comunità scientifica. Altrimenti vuole solo una sorta di pubblicità. Vuole far sembrare che è scientificamente provato che l'aggeggio funzioni e che non sia una bufala. Questo per poter avvicinare più facilmente qualche grosso cliente che investa nella sua tecnologia.

Ancora non mi è chiaro se questo test è esattamente una replica degli altri o se qualcosa è veramente cambiato. Se gli scienziati veryvery invitati stanno lì a guardare c'è veramente da gridare alla presa per il cu£o XD

Teknico ha detto...

Ciao a tutti,
pur seguendo da molto questo blog questo è il mio primo post.
Come ogni persona di buon senso spero ardentemente che l' e-cat sia una realtà che cambierà il mondo. Da tutto quello che ho letto il punto cruciale della dimostrazione è la misurazione dell'effettivo calore prodotto.
Proporrei un sistema veramente semplice e inoppugnabile che prevede dei semplicissimi strumenti di misurazione:
2 termometri, 1 bilancia, 1 cronometro e 2 serbatoi coibentati che chiameremo serbatoi A e B.
Il primo termometro si mette all'entrata del secondario (si suppone alimentato da acquedotto a temperatura abbastanza costante) il secondo misurerà la temperatura dell'acqua nei serbatoi.
Si potrebbe procedere in questa maniera:
1)misurazione temperatura acqua ingresso.
2)riempimento per 10 minuti del serbatoio A con acqua in uscita dal secondario.
3)deviare lo scarico dal serbatoio A al B, misurare la temperatura del serbatoio A ,pesarlo e poi svuotarlo per successiva misurazione.
4) ripetere la procedura ad oltranza alternando serbatoio A e B. Certo, in questo modo non si avrebbe un calcolo puntuale della potenza erogata ma una media di 10 minuti in 10 minuti, però avremmo delle misure incontrovertibili ovvero in X tempo (10 minuti ma si possono scegliere altri intervalli temporali) Y Kg di acqua si sono riscaldati di Z gradi (Delta tra entrata e serbatoio).
Penso che con questo sistema si taciterebbe qualsiasi "complottista" che potrebbe sempre dire "mah, a me sembra che l'acqua in uscita sia minore di quella segnata dal flussometro"

GabriChan ha detto...

Un mio pronostico è che il COP sarà di 6 o più.
La misura va fatta con un flussimetro preciso e 2 termocoppie una posta prima dello scambiatore una dopo, oviamente sul circuito secondario aperto, veder l'uscita che va nel tombino non serve a niente, seve invece che il sistema di campionamento debba avere una precisione almeno del decimo di grado e il flussimetro di almeno 10ml/secondo, il contatore della potenza in ingresso sulle resistenze deve essere anche quello preciso almno all'1%.

@Mistero, per me l'ingrediente segreto è nelle polveri un sale tipo un cloruro, per "sciogliere" il nichel e un forte campo elettromagnetico per orientare gli atomi di idrogeno.

Ciao.

Posta un commento

Ovviamente 22passi è un blog, non una rivista on line, pertanto la responsabilità di quanto scritto in post e commenti appartiene solo ai rispettivi autori.

Related Posts with Thumbnails