BLOG PER APPASSIONATI D'AMORE, ONESTÀ, SPIRITUALITÀ, ARTE, POESIA, POLITICA, DEMOCRAZIA, SOSTENIBILITÀ, TECNOLOGIA, ENERGIE PULITE, COLD FUSION E LENR, MEDICINA ALTERNATIVA, RIVOLUZIONI SCIENTIFICHE, CRIPTOARCHEOLOGIA E "TANTE COSE INFINITE, ANCOR NON NOMINATE"

>>>> CERCHI LIBRI SUL BENESSERE DEL CORPO, DELLA MENTE E DELLO SPIRITO?

B A C H E C A D E L B L O G

Dal 25 Aprile 2015 (Festa della Liberazione) la possibilità di lasciare commenti nel blog è stata disattivata, eccetto per gli 85 utenti autorizzati e autori ad oggi iscritti. Chi desiderasse fare parte di questa piccola community (Google consente ancora 15 iscrizioni) può mandare due righe di presentazione a 22 passi chiocciola gmail punto com.

venerdì 7 ottobre 2011

Bologna 06/10/11: galleria fotografica test E-Cat

Una piccola selezione delle foto che ho scattato ieri (Nikon D80 - 18-135mm) al test effettuato a Bologna (vedi qui varie testimonianze).

 Il Prof. Sergio Focardi, 22 anni di fusione fredda alle spalle.

Il momento della pesatura del gruppo scambiatore di calore.
Andrea Rossi, coraggio e tenacia da vendere!

 L'interno del container più desiderato del mondo: lo One Megawatt Plant di Rossi.

Un altra prospettiva dell'impianto da 1 MW.

In fase di auto-sostentamento: la temperatura dentro l'E-Cat è stabile (linea azzurra)

Mats Lewan, tra il fotografo di Focus e Rossi, mostra la pinza amperometrica...

La pinza amperometrica segna 0,02 Ampere

Si apre il coperchio del box in piombo del modulo contenente 3 reattori Ni-H.

Si toglie la coibentazione che avvolge lo scambiatore di calore.

Lo scambiatore di calore "nudo".

40 : commenti:

Tizzie ha detto...

Hai anche foto dei dettagli tecnici? Interessano molto al pubblico internazionale.

Cesare ha detto...

@Daniele
Molto interessante grazie, per tornare ad una vecchia questione, quanto era spesso il coperchio in piombo?

Miglietto ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Fr@ncesco CH ha detto...

VIDEO DI RADIO CITTA' DEL CAPO:

http://www.youtube.com/watch?v=slIzU1esPIA

Daniele 22passi ha detto...

@Tizzie
Tra Radio24, RCDC, Focus, Ny Teknik di foto ieri ne han fatte a migliaia, penso verranno fuori un po' alla volta. Ne ho fatte poche perché ho visto che c'erano fior di fotografi con fior di reflex in azione. Ne ho altre ovviamente, ma non aggiungono nulla a quelle già pubblicate.

@Cesare
Il coperchio solo un paio di millimetri, il resto del box di più ovviamente, ma non so quanto. Ma a detta di Rossi questo è solo uno schermaggio secondario, il principale è sotto il radiatore che si vede molto bene nelle foto di Ny Teknik.

@Fr@ncesco CH
Grazie, ho aggiunto anche questo video al post dedicato all'articolo di Ny Teknik.

glide ha detto...

Scusa se divago, a quando un post per speculare un pò sul futuro?
impatti sul mercato, sviluppi della tecnologia, impulso allo studio delle LERN e delle altre branche connesse (piezonuclari, etc.);

mi chiedo solo quanti passi avanti si faranno (nella fisica teorica ed in quella nucleare/quantistica) quando si avranno le idee chiare su quello che effettivamente succede li dentro?

che la macchina funzioni sembra indiscutibile (io ne sono convinto da molto tempo) facciamo un passo avanti con la fantasia!!!

non scrivo quasi mai ma ti seguo assiduamente (in genere leggo e mi diverto anche molto)

grazie di tutto

Sterlingda ha detto...

We've posted a translation of this page at http://peswiki.com/index.php/News:Photos_of_the_October_6%2C_2011_E-Cat_Test

Spat ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Spat ha detto...

@ Fr@ncesco CH

bel servizio e bel video, però adesso fateci un disegno di quello che c'era dentro. :-)

Mahler ha detto...

Steven B. Krivit says:
October 8, 2011 at 00:15

Received via e-mail:

Rossi was in total control of the test yesterday. He said it would run for 12 hours or more, but he shut it down after three and one half hours running on almost no external power input. In early September he tried a similar trick by running with almost no power for two hours, When he was caught, he reacted badly.

This time he could have concealed enough lithium ion batteries to provide power for 3.5 hour operation.

Nobody weighed the ‘secret box’ and nobody looked inside the ‘SECRET BOX even though he said everything would be available to them to discover.

All the attendees should consider themselves UNINDICTED CO-CONSPIRATORS in Rossi’s latest fraudulent endeavor. This makes 11 inconclusive tests in succession for Rossi.
He could have removed all doubt by running long enough to remove all doubt about batteries, but that was clearly not his goal. Anybody who believes this test was sufficient should examine their motivations.

Brian Ahern

http://blog.newenergytimes.com/2011/10/08/e-cat-test-demonstrates-energy-loss/

MISTERO ha detto...

Mahler

Ti scrivo anche qui, ma questa volta esprimo anche un parere; Krivit è intelligente abbastanza da capire e sapere che quello che scrive Brian Ahern è assurdo e non veritiero, in questo stesso blog ci sono le foto che dimostrano che il reattore è stato aperto.
Quindi il sig. Krivit riporta l'email di Brian Ahern senza commentare, perchè?

Applichiamo il famoso rasoio; disinformazione!!!

Ora tu per ben due volte riporti la stessa mail riportata da Krivit senza commenti, perchè?

Applichiamo la proprietà transitiva o sei meno intelligente di Krivit?

MISTERO ha detto...

p.s. ripeto anche qui, si tratta senza ombra di dubbio di una reazione piezonucleare.

ant0p. ha detto...

è un po' tirato per i capelli dire che quello che è stato immesso poi è stato restituito durante l'autosostentamento..non c'è stata una fase di raffreddamento speculare a quella di riscaldamento, è quello che conta al di là delle approssimazioni nelle misure..ho visto che nel video di radiocittàdelcapo che anche alla fine c'era qualche curioso che faceva della mano-metria sui tubi del primario, che erano sempre caldi, quindi è difficile che le due portate siano state ridotte al lumicino per tenere intrappolato il più a lungo possibile il calore all'interno..anche lewan andava a controllare a mano che ci fosse passaggio di acqua e vapore nei circuiti..

rimane anche una minima possibilità che in qualche modo si sia simulato un autosostentamento inesistente, ma mi sembra più verosimile che qualche eccesso di energia ci sia in effetti, e ormai delle verifiche autonome (con rossi che comunque dovrebbe assistervi:)) di bologna e uppsala sono dovute, tanto più che l'entrata effettiva nel mercato sembra ormai definitivamente affossata nel breve periodo..

Vettore ha detto...

@ant0p
L'energia in uscita è stata maggiore di quella in ingresso, di circa 6 volte (vedi commenti al post precedente). Quindi parlare di autosostentamento "finto" non ha proprio senso. Così come parlare di batterie... (mi riferisco a Krivit/Ahern).
Se il COP è veramente intorno a 6 anche l'industrializzazione e la commercializzazione mi sembrano meno lontane di come sembravano ieri.

Enrico Maria Podestà ha detto...

Le batterie al lithio, se fossero nascoste all'interno, a quella temperatura esploderebbero in un attimo! Quindi escludo categoricamente!

zzzphone-italia ha detto...

Al di là di altre considerazioni questa prova secondo me ha un grande merito/funzione: portare allo scoperto finalmente qualche investitore. Se nelle prossime settimane (ma anche ore o giorni) qualcuno si farà avanti con proposte convincenti e rispettando tutte le condizioni di Rossi (sostanzialmente, da quello che si capisce, diventare entro 3 anni l'uomo più ricco del mondo, altra spiegazione non c'è...), allora vorrà dire che è tutto vero e partiremo. Non dimentichiamoci che Rossi ancora non ha un finanziatore!

Ma io mi chiedo, ci vuole tanto per una multinazionale a tirare su sei sette persone competenti, portarle in via dell'Elettricista, mollare a Rossi un assegno da 2 milioni (meno dello stipendio trimestrale di un calciatore di serie B) solo per il disturbo e mettersi una settimana a studiare la macchina sotto lo sguardo dell'inventore, senza violarne i segreti?

Forse di proposte del genere ne sono già arrivate sul tavolo a Rossi e lui, per qualche motivo, le ha rifiutate. Vuole- fare-tutto-da-solo, nè si ha motivo di dubitare della sua onestà visto che finora a quanto pare HA SOLO USATO SOLDI SUOI.

L'altra cosa importante e interessante da osservare e che pochi qui hanno rilevato è che finora, nonostante le balle sparate per sviare l'attenzione, l'invenzione e tutto il suo know-how sono ancora ITALIANE. Probabilmente tutti gli ecat sono ancora in Italia e vi resterà anche l'e-container. Non sarebbe male che qualcuno di italiano, anche correndo il rischio di incappare in una truffa, si facesse avanti con Rossi, prima che la tecnologia voli all'estero.

Io però ho ancora un chiodo fisso che vado ripetendo qui dentro da mesi. E' assolutamente strano che una tecnologia che pare così semplice non sia stata ancora replicata, almeno in parte, in qualche laboratorio in giro per il mondo, a parte Piantelli (solo per sentito dire, no foto, no dati, nisba...) e Ahern (che adesso fa pure comunella col povero Krivit). A me è questo che in tutta sta vicenda sembra assolutamente fuori da ogni logica. Tutto il resto ha una sua logica, seppure continuamente stravolta dal comportamento di Rossi, la attuale completa irriproducibilità, dopo 8 mesi, no.

Peter Gluck ha detto...

In principle, it is good to do what you say. Rossi has told us about a 12+ hours experiment and a say 8 hours selfsustained regime could be very impressive. The global COP calculated as you wish was low and instrumentation was of low quality and uncalibrated.
Summa summarum- the idea to eliminate two vulnerabilities (steam and low COP) was good but the execution was against the basic rules of both engineering and show-business, sorry!

Vettore ha detto...

@Peter
In my opinion the test already showed convincing evidence about the E-cat capability of producing energy. A longer test would be useful more for the "show" than for science sake. :-)
Also the COP was not bad at all: it was around 6! (You have to take into account the energy production during the "start-up" phase).
However, I agree with you: accuracy of methods and instruments were not as high as one would expect...

Mahler ha detto...

@MISTERO
> Quindi il sig. Krivit riporta l'email di Brian Ahern senza commentare, perchè?
>
> Applichiamo il famoso rasoio; disinformazione!!!
>
> Ora tu per ben due volte riporti la stessa mail riportata da Krivit senza commenti, perchè?

Non partire sempre per la tangente! È una notizia, anzi, direi uno scoop. La prossima volta cerca di focalizzare qual è il punto!
Se vuoi saperlo, a dire la verità, la prima cosa che ho pensato quando l'ho letta è il fatto che comincia a prendere corpo l'ipotesi di Daniele che vedrebbe Ahern concorrente industriale diretto.
Starò diventando complottista anch'io? Mmmmmh... forse andreottiano...:
"A pensar mal si pecca
ma ci s'azzecca"

;-)

Francesco Lig ha detto...

@Vettore: parli di piezonucleare per il generatore di frequenze?

Mahler ha detto...

@MISTERO
Ci aggiungo anche altro. Ahern scrive parole molto forti, dice che tutte le persone coinvolte in questa vicenda sono da considerare COSPIRATORI NON SOSPETTI insieme a Rossi.
A me sembra evidente che quell'email sia l'ultima di uno scambio molto intenso con Krivit (non si spiegherebbe altrimenti). Come mi sembra evidente che Krivit stia facendo campagna intensa per gettare merda su Rossi.
Questo è totalmente ingiustificato.
L'ipotesi "moderata" iniziale che vedeva Krivit prendere le distanze da un presunto flop pur di salvare la baracca delle L.E.N.R. secondo me comincia a crollare: sotto quell'aspetto aveva già sistemato la faccenda a giugno. Se continua con tutte queste energie a occuparsi della faccenda E-Cat in questo modo, comincio a dare credito all'ipotesi che Krivit sia alleato/pagato da Piantelli, come sostiene Rossi. Secondo me lo scenario attuale è descrivibile dalle seguenti due possibilità:
1) l'E-Cat funziona e ha come concorrenti Piantelli/Krivit e, a parte, Ahern, che cercano di gettare merda e guadagnare tempo;
2) l'E-Cat non funziona e sono TUTTI matti, nessuno escluso.

kurtneuman ha detto...

@Mahler
Un self-stustained prolungato di 4/5 ore (o forse anche meno) poteva servire molto ad allontanare dubbi (che, ovviamente, sarebbero rimasti, lameno fino a quando non c'è la possibilità di fare un test indipendente, con strumenti, protocolli non di Rossi e misurazioni effettuate da esperti). Non l'ha fatto.

Motivo?
Esplode l'eCat?
Pigrizia?
Voglia di complicarsi la vita?

Eddai...

Mahler ha detto...

@kurtneuman
Guarda che io ho smesso di esprimere opinioni sull'E-Cat da quasi un mese ormai. Non ho detto che l'E-Cat funziona, non ho mai detto che non funziona. Ho detto che considero ridicolo trarre conclusioni da questo test, in un senso o nell'altro, questo sì. Chi è curioso ha il dovere di aspettare le Università. Chi considera la vicenda chiusa può benissimo smettere di occuparsene in diretta. Verrà comunque a conoscenza dell'esito della vicenda tra qualche mese.
Saluti.

Vettore ha detto...

@Francesco Lig
Non sappiamo niente del "generatore di frequenze": non sappiamo neanche se si tratta di frequenze elettromagnetiche o meccaniche. L'idea che mi sono fatto è che serva a triggerare ripetutamente la reazione, proprio per mantenere l'autosostentamento, che altrimenti tenderebbe a spegnersi. Dalla letteratura è noto che il trigger può essere pressocchè di qualsiasi natura, l'importante è che crei una condizione di non-equilibrio.
Non vedo connessioni evidenti col piezonucleare, per ora.

Francesco Lig ha detto...

Per quale motivo parli di piezonucleare e non di "reazione classica ni-h" ?

Francesco Lig ha detto...

EDIT: ho confuso con MISTERO, scusami!

Ripropongo per MISTERO.. Per quale motivo parli di PiezoNucleare?

Peter Gluck ha detto...

@Vettore: thank you for your answer, excuse me for the delay (weekly shopping at the Mall) and please answer in Italian
To be clear:
- I have not the slightest doubt that
the E-cat gives some excess energy but this nad to be an Energy Source are two different things, I wrote a lot about this on my Ego Out blog. For example explosives gives are giving lot of excess heat but it is outsndingly difficult to use then for energy generation

-I don't think Rossi is a fraud but he has some personality problems (see
his non-deal with the great US company- people who want do good.

His engineering is weak and I don't think this is entirely due to the inherent weaknesses of the E-cats, great or small in this stage of development.
Promises HAVE to be kept (12+ hours)
if you cannot than you have to explain why (vis major) More on my blog
Peter

RED TURTLE ha detto...

Questo reattore mi sembra nient'altro che una moltiplicazione di quelli costruiti a sua volta da Piantelli...

Ecco, il prof. Andrea Rossi adesso dovrebbe cominciare una raccolta di fondi (così funziona in teoria il capitalismo)... se 1 milione di persone (per lo più ecologisti) gli daranno 20 euro fa 20 milioni di euro.

Con questi soldi comincia a costruire un bel REATTORE SERIO (Ed Io conosco gente che lavora l'acciaio con macchine a controllo numerico, costruendo dal METALLO motori diesel da DUE TONNELLATE)

Per REATTORE NUCLEARE A FUSIONE "SERIO" intendo una specie di GROSSA PENTOLA a PRESSIONE... che possa contenere circa 200 litri di idrogeno alla pressione di 10-20 atmosfere.

All'interno si dispongono delle lamine sottili di NICHEL (+ il catalizzatore SEGRETO, che secondo me è il LITIO).

Il tutto lo mette dentro un POZZO di circa due metri di diametro e profondità 10 metri e vediamo come riscalda l'acqua del pozzo (sono più di 120 metri cubi di acqua, pari a 120.000 litri, pari a 120.000.000 centimetri cubi... ci vogliono ben 120 milioni di calorie per riscaldarlo di un solo grado).

Per riscaldarlo (inizialmente) niente complicate resistenze, ma un bruciatore sotto il reattore, alimentato da metano e ossigeno... calcoliamo l'energia fornita in base al flusso di gas, sia in entrata che in uscita.

Lo si fa in qualche capannone industriale dismesso di una delle tante periferie industriali.

A questo punto il prof. Rossi ci dovrà però permettere di mettere almeno uno SPETTROSCOPIO a RAGGI GAMMA... lo mettiamo vicino ad una finestrella del "coperchio" della pentola.

Voglio dire una cosa sul brevetto... questo brevetto secondo me NON VERRA' RISPETTATO, ad ESEMPIO dalla CINA... che ha troppa necessità di riscaldare 1 MILIARDO e passa di persone. Ad un certo metteranno sul piatto della bilancia le varie opzioni, e considereranno globalmente proficuo non rispettarlo, risparmiando così una marea di tempo.

Andrea Rossi non può più permettersi di perdere tempo, deve cominciare la raccolta di denaro e deve costruire il "REATTORE SERIO e POTENTE"... altrimenti si troverà prima o poi un reattore da 10 Mw, costruito in Cina o in Turchia, belli,compatti e brevettati.

Qualsiasi catalizzatore mantenga in segreto prima o poi verrà scoperto da qualcuno, forse con grossi agganci politici che rischia di fregarlo come fregarono MEUCCI.

Io gli consiglierei di rivolgersi al governo del GIAPPONE, forse alla TEPCO, che attualmente è alla disperata ricerca di un'alternativa al nucleare a fissione tradizionale.

Peter Gluck ha detto...

Scusi- I forgot to emphasize that whwn judging COP: the value of 1 kWh electrical energy is at least 3 times
greater than of 1 kWh thermal energy, so a COP of 6:1 is actually a very modest 2:1 from the point of view of economy (and reality). And we have started from a muythical 200:1!

MISTERO ha detto...

Frequenze = pressione = cavitazione = reazioni piezonucleari

tia ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
RED TURTLE ha detto...

Per dare un esempio del reattore "con
finestrella", vi mostro come esempio uno che si può utilizzare per la sintesi dell'ASPIRINA (credo dall'acido benzoico + anidride carbonica... in un unico passo!)

Questo modello ha una capacità di 5 litri, sopporta ben 60 Bar (più di 50 atmosfere) e resiste a 250° centigradi... credo che accoppiandolo a qualche forma di turbina-dinamo (a bassa pressione) si potrebbe trasformare il 10% del calore in energia.

http://www.buchiglas.com/products/pressure-reactors-stirred-autoclaves/kiloclave.html

(e scusate se ho fatto pubblicità a questo prodotto ma è il primo che ho trovato su Google)

Vettore ha detto...

@Peter
Sorry, I was wrong: COP was actually slightly larger than 3, maybe around 4, but not 6.

Vincenzo Bonomo ha detto...

Caro Daniele adesso diventa fondamentale il supporto mediatico a livello di massa oltre quello di internet, per consentire a Rossi di trovare partner industriali.
Per questo mi permetto di suggerirti caldamente di contattare Milena Gabanelli che in passato si è già occupata di fusione fredda con il suo "REPORT" e che tra l'altro abita a Bologna.
Rifiuto completamente la velata sudditanza e la palese esterofilia che traspare in molti commenti, per cui sembra quasi che la Nasa o chi per essa debba dare patenti garantendo della realtà tecnico-scientifica della straordinaria invenzione dell'ing. Rossi, capisco che nessuno è profeta in patria ma ci possono essere delle eccezioni e gli italiani sono perfettamente in grado di sviluppare, industrializzare e commercializzare un prodotto che unitamente alle applicazioni delle reazioni piezonucleari, potrebbero segnare l'inizio del Nuovo Rinascimento Italiano.

Andrea Di Luccio ha detto...

Guardate questo filmato fino in fondo e ritroverete storia (e tecnologia) del nostro Andrea Rossi:

http://www.cbsnews.com/video/watch/?id=4955212n

Oggi leggevo da qualche parte qualcuno che diceva: "è strano che non i sia fatto anche da qualche altra parte...". Ecco la prova che non siamo soli nell'universo della LENR

Peter Gluck ha detto...

I hope my sincerity, plus the fact that I have experience in organizing
experiments will be appreciated:

http://egooutpeters.blogspot.com/2011/10/seven-skinny-e-cats-eating-seven-fat.html

I am very tolerant to contrary opinions.

Simo ha detto...

Il fatto che anche questa volta non si sia dimostrato con chiarezza il funzionamento, utile al fine di chiarire ogni dubbio mi lascia a pensare.

Il fatto che partner industriali, o corporation, o governi non se ne stiano interessando, mi lascia a pensare.

Il fatto che rossi usi spesso la mimica non verbale in contrasto con il verbale, mi lascia a pensare.

Il fatto che rossi non stia regalando la scoperta da nobel al mondo, ma che voglia trarne profitto mi lascia pensare.

Il fatto che a 4km da casa mia i contribuenti abbiano pagato 20milioni di euro di bonifica della petroldragon mi lascia pensare.

A Mistero che asserisce un bel SICURAMENTE funziona lascio pensare.

Saluti

Daniele 22passi ha detto...

@Sterlingda
Ok!

@Andrwa di Liccio
Ho dato un'occhiata al volo, ma mi pare che il video sia un riassunto del documentario trasmesso dalla CBS qualche hanno fa in cui si parlava degli esperimenti di McKubre, della riabilitazione di Flieschmann e Pons, e si intervistava anche il "Camillo Franchini" statunitense Richard Garwin che con aria da pallone gonfiato a idrogeno spiegava che finché un fenomeno non era riproducibile al 100% non era scienza, il 70% raggiunto da McKubre per lui era... niente! Questi come Garwin sono gli scienziati che oggigiorno ricevono e condizionano i flussi di finanziamenti per la ricerca, svegliamoci gente! Trovi anche dentro questo blog quel documentario: guardalo tutto, vale la pena! :)

@Simo
Be', perdona la battuta, ma pensa un po' meno e ragiona di più allora! :)
Un abbraccio

Simo ha detto...

@Daniele 22passi

Caro Daniele, il punto non è tanto se l'ecat funziona o meno, questo solo il tempo e dei test fatti bene lo potranno confermare o confutare.
Ho visto prima di postare il mio commento il documentario, e per il mio modo di vedere sono favorevole a pensare nella bontà del risultato e nell'interesse nel screditare o non investire (stessa cosa) sulla lern.
Pongo invece l'attenzione al modo con cui Rossi sta conducendo il tutto.

Sono ormai sufficientemente grande per farmi guidare dall'esperienza, e questa mi dice che se una persona è poco trasparente, significa che ha da nascondere. E rossi in merito alla poca trasparenza ha ben da insegnare.

Buona caccia...
Dal mio punto di vista se l'ecat funzionasse, significherebbe staccarsi dal sistema, sempre che sia open hardware ! bye bye

Daniele 22passi ha detto...

W Focus.it! Questa è la più grande galleria fotografica sull'E-Cat on line che ci sia:
http://22passi.blogspot.com/2011/10/bologna-test-e-cat-del-061011-nuovo.html

Posta un commento

Ovviamente 22passi è un blog, non una rivista on line, pertanto la responsabilità di quanto scritto in post e commenti appartiene solo ai rispettivi autori. Chi è abilitato a pubblicare su 22passi deve evitare botta&risposta a distanza con utenti di altri blog o forum (donde può comunque trarre contenuti citandone la fonte).

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.

Related Posts with Thumbnails