Un blog per appassionati d’Amore onestà spiritualità arte poesia politica democrazia sostenibilità tecnologia green-energy cold-fusion LENR medicina alternativa cambi di paradigma rivoluzioni scientifiche criptoarcheologia e “tante cose infinite, ancor non nominate”. Uno specchio capovolto della realtà: qui siamo una società gilanica, fuori c’è il patriarcato; qui siamo pro E-Cat, fuori c’è il petrolio... per fare previsioni sull’esterno invertite SEMPRE i risultati dei nostri sondaggi interni!

>>>> CERCHI LIBRI SUL BENESSERE DEL CORPO, DELLA MENTE E DELLO SPIRITO?

venerdì 20 maggio 2011

Comunicazione di(s)servizio!

Premetto che mi trovo totalmente in accordo a quanto scritto ieri da Vettore tra i commento del post Chi è il Dottor Vanni Stranamore? Ci tenevo a sottolinearlo, perciò lo riporto qui:


Una riflessione di fondo: le reazioni contrarie che ha suscitato questa vicenda sono davvero non comuni ed apparentemente immotivate. Ci sarebbero decine e decine di vicende sotto gli occhi di tutti degne di sollevare perplessità, opposizioni, rabbia, azioni legali e quant'altro. E invece no! Tutti ad attaccare Rossi, che allo stato attuale non sta causando danno di nessun genere a nessuno, neanche in prospettiva (se non, nel peggiore dei casi, a se stesso ed ai suoi investitori). Ad esempio, vi ricordate simili critiche ai tempi del famigerato tubo Tucker? Nessuna segnalazione, nessun servizio specialistico, nessuna obiezione: eppure si vedeva lontano un miglio che era una bufala colossale! E non credo ci fosse bisogno di essere dei fisici per capirlo... Dov'erano quelli del CICAP? Dev'erano i vari Tia?
Invece adesso arriva Rossi con la sua invezione, un po' più documentata e referenziata (sebbene in maniera non troppo ortodossa), e si scatena l'inferno... Perché?
In realtà, riflettendoci, tutte queste levate di scudi sono un chiarissimo sintomo del fatto che Rossi viene preso sul serio, è degno di attenzione ed è ritenuto "pericoloso" per gli interessi di parecchie categorie.
Le segnalazioni di terze parti inviate all'EPO ne sono un'esempio: è una cosa che succede di rado nel normale iter brevettuale, e tipicamente solo quando c'è una concorrenza spietata tra aziende grosse.
Sono proprio curioso di vedere cosa succederà a Novembre... Non vedo l'ora! :-)


Ciò detto, ecco la "comunicazione di(s)servizio": stamattina al risveglio ho scoperto che durante la notte è scomparso l'ADSL (e la linea telefonica). Il problema - mi è stato spiegato dal gestore - verrà risolto entro 72 ore (entro lunedì mattina): speriamo anche prima!

Nel frattempo sto cercando di arrangiarmi con la chiavetta che uso quando sono in trasferta, ma con grossissime difficoltà... qui a casa la connessione va e viene, c'è poco segnale. :-(


P.S. In sole 24 ore Fastweb ha risolto il malfunzionamento in centrale che aveva isolato la mia linea... mi dispiace per mamma Telecom - e mi auguro che negli ultimi anni, il suo servizio di assistenza si sia messo al pari con quello della concorrenza - ma da quando sto con Fastweb (quasi 5 anni ormai) gli incubi che avevo con Telecom sono solo un ricordo.

59 : commenti:

Red5goahesd ha detto...

Secondo me c'è solo un numero spropositato di benzinai che gira in rete e che giustamente temono per il loro futuro.

federico ha detto...

ricordo bene la vicenda tucker.

per quanto mi riguarda vi racconto la mia esperienza.

trovo su internet questa tecnologia che prometteva risparmi in un bruciatore convenzionale mi pare fino al 60%.
telefono per avere informazioni e la signora al telefono lascia andare con apparente non curanza :"ma lei lavora? sarebbe interessato a un colloquio?".

bah mi dico che ci rimetto a fare un colloquio?(non avevo all'epoca un lavoro che mi avrebbe fatto molto comodo)penso che comunque mi informo bene per proporre al condominio questa istallazione con cui risparmiare soldi tutti.

allora vado e mi incontro con il responsabile della tucker a roma, sulla nomentana mi pare.

io in realtà ero interessato a capire il funzionamento , i prezzi e l'eventuale risparmio ma il tizio mi fa tutta una pantomima con aria imperante di come e qualmente lui avrebbe sfidato chiunque a mostrare che non funzionava il loro dispositivo .
ma la cosa sospetta era che in realtà lui mirava a vendermi a me tale prodotto in modo che io poi lo vendessi a mia volta per essere coinvolto come "agente" di vendita.
io mi mostrai non propenso a tale eventualità e lui cominciò a farmi discorsi "del cazzo".
uno era questo : perche la porta per entrare alla tuker è molto larga ma molto bassa ovvero accoglie tutti ma bisogna essere umili e abbassarsi .

simili stronzate non attaccano sulla mia psiche perche non ho complessi nè di inferiorità nè di superiorità (che sono i due volti della stessa medaglia) mi sento a mio agio a parlare con un genio tanto quanto con un idiota il punto è non essere maliziosi con me.

io cominciai sempre piu a dire "va bhè" no grazie .mi dice quanto costa una istallazione?"

piu dicevo cosi e piu lui cervava di imbonirmi ,mi faceva parlare con altri agenti (che poi erano i truffati) tutto in un aria di allegra cooperazione e yuppie rampanti.

insomma non mi mollava e continuava la pippa della porta bassa ma larga .

alla fine me li scollai di dosso e sentendo via chat una amica mi disse di non cadere nella trappola tucker perche il suo ex era stato truffato proprio da loro .tempo dopo la truffa fu di pubblico dominio.

io mi informai un po ma all'epoca (prima del colloquio) non ho mai trovato quegli scettici che rompono cosi tanto il cazzo qui ad esempio o il cicap che si proponesse di indagare per mettere al sicuro le persone dalle truffe.

oggi so che il cicap sono i cani di guardia del potere in totale malafede attorniati da personaggi con poco cervello e molti complessi che pensano di risolvere i loro drammi personali nella "luce" della razionalità e della "scienza".

non ho avuto bisogno di loro per comprendere la trappola tucker e non ho bisogno di loro per comprendere la vicenda del e-cat.

se si tenessero fuori dalle palle farebbero un gran bel dono a tutti ma so che è un sogno.

mimmo canino ha detto...

@vettore

è vero che la prova vera la avremo quando l'apparato sarà riproducibile, ma tutto queste opinioni contro non sembrano normali;
decine di team in tutto il mondo lavorano da molto tempo sulle LENR, e sono lì lì per raggiungerla, e arriva questo sig. Rossi e ci riesce prima di tutte le Università, di tutti gli enti di ricerca internazionali lautamente finanziati dagli stati...


"Quando un vero genio appare in questo mondo, lo si può riconoscere dal fatto che gli idioti sono
tutti coalizzati contro di lui" (Jonathan Swift)

Vettore ha detto...

Noto con piacere che oramai sono un ospite ricorrente del blog di Daniele... Si vede che o non dico troppe sciocchezze o le dico in modo convincente... ;-)

@Federico
Vi racconto un aneddoto: mi interesso di argomenti scientifici "borderline" da parecchi anni. Da un lato mi diverte (soprattutto per gli aspetti sociologici correlati), dall'altro ho imparato che alcune informazioni apparentemente stravaganti ed emarginate dal mainstream, a volte a distanza di anni si rivelano almeno parzialmente reali. Questa curiosità mi aveva portato ai tempi ad interessarmi del miracoloso prodotto Tucker. Ma mi bastò raccogliere poche informazioni per capire che si trattava di qualcosa di fraudolento. Un sintomo di bufala tra tutti: non esisteva nessun documento, pagina web, illustrazione, persona che spiegasse di preciso cos'era e come funzionava il dispositivo. Il sito parlava solo di "filosofia" e di un "mondo migliore", ma che cacchio fosse quel tubo non lo diceva nessuno. Ovviamente anche zero dati tecnici e commerciali: funzionava con metano, gas di città, GPL, kerosene, benzina? Che portate gestiva? Boh, niente di niente. Niente brevetti, niente riferimenti a qualsivoglia pubblicazione.
Qualsiasi persona dotata di buon senso avrebbe capito che si trattava di una truffa, ma nessuno si permise di sollevare pubblicamente dei dubbi o dire una sola parola di dissenso!

@Mimmo
Per farsi una idea di cosa sia stato fatto nel campo delle reazioni LENR et similia, basta leggere qualcosa dell'ampia raccolta di articoli del sito www.lenr-canr.org. Da un lato si rimane sorpresi per la varietà e vastità dei fenomeni descritti (totalmente negati o rinnegati dalla scienza ufficiale), dall'altro si vede come la maggior parte degli studi abbiamo seguito strade piuttosto "convenzionali". La stragrande maggioranza di scienziati si è concentrata sulle reazioni Pd-D, parzialmente guidati dalle teorie conosciute. Non mi stupisce tanto che Rossi, procedendo in modo totalmente non convenzionale e forse neanche scientifico sia arrivato a risultati migliori...

Bruno ha detto...

Vettore:

E invece no! Tutti ad attaccare Rossi ...

Scusa, ma tutti chi? Mi sembra che la posizione di soggetti autorevoli tipo CICAP, Celani, Zoccoli, sia la seguente: prima di avallare l'e-cat come una scoperta rivoluzionaria chiediamo un test calorimetrico indipendente (senza necessariamente aprire l'E-cat). Consideri questo un attacco? Io no. Nemmeno i servizi su Rainews di Torrealta e quelli su Radio24 mi sono sembrati particolarmente ostili a Rossi (ammetto che quello su Rainews di Saso fosse, almeno per metà, ostile).

Poi ci sono strani soggetti che lasciano in giro dello spam, tipo questo Vanni. Ma chi se ne frega? In internet tipi così ce ne saranno sempre, ma non possiamo scambiarlo per un attacco autorevole. Se Daniele non l'avesse segnalato io non ne avrei mai nemmeno sentito parlare. Poi ci sono Tia e Franchini, ma con tutto il rispetto, non credo si possano paragonare come autorevolezza a CICAP, Celani, Rainews o Radio24.

In conclusione, per me si può dire che qualche attacco a Rossi c'è, ma non si può certo dire che Rossi sia circondato da un clima di preconcetta ostilità.

asps ha detto...

Ho già detto in usenet, specificatamente soprattutto in it.discussioni.misteri, e in free.it.scienza.fisica dove spadroneggia indisturbata le feccia dei denigratori senza se e senza ma dell'E-Cat chi ci rimetterebbe di brutto se Rossi e Focardi avessero pieno successo.
Elenco:
1) i nuclearisti fissionisti radiattivi pro centrali nucleari
2) i fisici teorici al potere cattedratico che hanno convinto i governi e pompare risorse e miliardi di euri in supertunnel apocalittici tipo LHC di Ginevra che NON PRODUCONO NULLA SE NON FREGNACCE INDIMOSTRABILI SULL'INIZIO E FINE DELL'UNIVERSO
3)I costruttori di mulini a vento e di pannelli solari distruttori del territorio e dell'estetica
4) i nobelizzati da vari decenni sulla fisica delle alte energie (Rubbia per esempio) ...fisica che succhia quasi tutte le risorse disponibili pubbliche senza produrre MAI nulla di utile : nello specifico cosa dice questa gente sui i loro ortodossi e censori peer review : che per aprire la sassaforte nucleare bisogna usare il cannonne anzi cannonate sempre più potenti (LHC)e se uno come A.Rossi usa la chiave non vale.... perchè sulla carta igenica dei loro proooot review non c'è scritto che si può fare :-)

In conclusione oltre il 99% di chi attualmente ingrassa con l'energetica vedrebbe ridimensionato il suo potere e ridotte se non tagliate le risorse pubbliche con cui campa.

AR ha detto...

Chiedo scusa, non vorrei riaccendere le polemiche che qualche anno fa mi hanno obbligato a sospendere per ben due volte il forum di PROMISELAN, ma il caso TUCKER finalmente sta avendo chiarezza.
Il perito incaricato dal tribunale (non quello di parte) ha dimostrato che funziona!!!
O meglio, funziona riducendo i consumi di circa un 10%.

La truffa se così vi piace chiamarla decade!!!!

In verità ciò che era fraudolento era il sistema di vendita in multilevelmarketing abbinata ad un franchising (da non confondere con la catena di sant'Antonio), estremamente innovativo come sistema di vendita (in seguito è nato Alphaclub questa si era una truffa), ma purtroppo gestito male dai capigruppo...sparavano boiate per convincere i babbei a pagare la quota d'iscrizione e a portare altri rivenditori ad associarsi...va beh è lunga, comunque il TUCKER funzionava e funziona, e ve ne sparo una più grossa, il suo principio di funzionamento non è molto lontano dal E-CAT.

http://www.giornale.ms/da-non-credere-il-tubo-tucker-funziona/

http://www.romagnaoggi.it/rimini/2010/9/20/172110/

http://www.ilrestodelcarlino.it/rimini/cronaca/2010/09/20/387472-caso_tucker_svolta_shock.shtml

http://www.tuckerfunziona.com/

Chiedo scusa ancora se ho rotto le uova nel paniere, ma tra le altre cose mi occupo anche di complotti e sindrome da complotto o sindrome di Tesla oltre che di tecnologie borderline da oltre 10 anni (tra cui appunto anche il Tucker); credo che un'analisi seria parta da verità acquisite e non solo da supposizioni..
Scusate ancora.

p.s. Vettore, se non credi al perito del tribunale devo avere ancora qualche amico che lo conserva in garage, se vuoi organizziamo una prova, io dubbi non ne avevo anche prima, ora ho trovato anche conferma legale ;-)

sospettoso ha detto...

Un po' di dubbi.

Premetto che sono possibilista anche perche le LENR sono piu' che dimostrate da Arata , Piantelli ,Focardi e altri.E ovviamente sono contrario all'uranio ed a fotovoltaico ed eolico selvaggi.

Ma ,si puo' credere alla favola dello scienziato solitario che scopre una fonte di energia immensa ed inaugura una nuova era per l'umanita' ?

Probabilmente le classi dirigenti mondiali i vertici militari ecc. gia' conoscevano questi fenomeni, Emilio del Giudice va dichiarando da tempo e ci ha scritto anche un libro con Torrealta ,che i militari americani usano l'uranio impoverito caricato con idrogeno come proiettile per sfruttare la fusione nucleare in modo da aumentare il potere di penetrazione dei proiettili stessi(ovviamente per forare mezzi corazzati e simili).

Non e' forse uno scenario piu' "umano" (umano in senso negativo) che qualche stato o potentato economico tenti di 'accaparrarsi' una tecnologia molto remunerativa monopolizzandola per piu' tempo possibile?Magari ottenendo un brevetto e fabbricando un combustibile con alto contenuto tecnologico che pochi saprebbero produrre.Dopo di che la legge del profitto non porterebbe ad un abbassamento dei prezzi ma al massimo profitto per i detentori del monopolio.

L'E-cat come si presenta adesso ha le sembianze di un accrocchio artigianale e tutto fa' pensare ad un percorso pionieristico.Volete vedere che quando uscira' l'Ecat 2.0 ,sara un oggetto fantascientifico?

sospettoso ha detto...

@ AR
Spero che AR non stia per Andrea Rossi ;-)
Non mi meraviglia che il TUCKER funzioni , molte difficolta le sta avendo anche Anna Dukic con il Tre"D"CarVan (vedi Report della Gabanelli).

Daniele 22passi ha detto...

@sospettoso
No! Non sta per Andrea Rossi! :-)
E nonostante il nick credo che sei l'unico qui dentro, o quasi, a non sapere chi sia AR... evidentemente non frequenti nemmeno EnergeticAmbiente :)))
Di sicuro è un uomo poliedrico... AR, se non erro, è il quinto nick che usa qui nel blog.

@AR
Palesati per favore :-)
E per favore evitiamo equazioni tipo Tubo T = E-caT ;-)

sospettoso ha detto...

@ Daniele
EnergeticAmbiente ce l'ho nel bookmark ma non lo ho frequentato spesso, vado a dare un'occhiata.
Comunque ora lascio stare le polemiche e cambio nick.Sara' in ogni caso interessante vedere gli sviluppi futuri.

Daniele 22passi ha detto...

@AR
Una domanda. Ma se anche il TT aveva un rendimento 10% ma lo vendevano dichiarando un rendimento del 60%, la fattispecie della truffa non sarebbe sempre in piedi?

@sospettoso
Tutti qui speriamo che sarà interessante, stanne certo.
Al nuovo nick allora! :)

Alberto ha detto...

"oggi so che il cicap sono i cani di guardia del potere in totale malafede attorniati da personaggi con poco cervello e molti complessi che pensano di risolvere i loro drammi personali nella "luce" della razionalità e della "scienza"."

Daniele, non merita di andare in copertina? Dààààiiiiii..... (megliodi no che poi ti querelano!)

Andrea G. S. ha detto...

@Alberto
ritienere che qualcuno abbia poco cervello, tipo i personaggi che attorniano il CICAP, persone che non conosci nemmeno, non è un tantino offensivo e presuntuoso ?
Ogni tanto anche loro fanno un buon lavoro smascherando fanfaroni e imbroglioni che altrimenti aprofitterebbero liberamente di poveracci sfortunati e poco avveduti.
Il caso ECAT è ancora in sospeso tra vero/non vero per cui fino a definitivo giudizio la cosa più intelligente è parlare solo con cognizione di causa.
Se ci credi, buon per te, cullati pure in tutti sogni che vuoi di un verde futuro.
Io non ci credo e aspetto l'epilogo per farmi una risata.
Entarmbi comunque meritiamo di rispetto reciproco.
Spero che almeno su questo siamo d'accordo.

Giuseppe ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Giuseppe ha detto...

Non capisco perche' il CICAP ci difende dagli oroscopi e di babbo natale non ci dice nulla.;-)
Io ero convinto che lo sputnik avesse rovinato il mio quadro astrale (qualunque cosa significhi).E invece non sono cose vere! ;-)

Daniele 22passi ha detto...

@Andrea G.S.
Spezzo una lancia in favore di Alberto (e anche del Cicap): non penso che si riferisse a chi in buon fede lo segue come socio, simpatizzante o semplice cittadino che cerca informazioni.
Personalmente non mi piace chi usa il sapere come piedistallo su cui ergersi rispetto agli altri, un atteggiamento che ahimè ho percepito spesso in certe "uscite" del Cicap.
Anche io aspetto che venga fuori la verità... a te forse è sfuggito ma nelle ultime settimana il Cicap ha fatto una notevole inversione di rotta, lasciando Franchini unico soldato al fronte a combattere l'E-Cat. Non è certo un caso... a parte Franchini che è un negazionista a priori e dichiarato (atteggiamento che fa a cazzotti con la vera scienza), hanno cominciato a rendersi conto che gli indizi a favore della bufala sono a loro volta bufale, di conseguenza... :)

AR ha detto...

@Daniele
Ricordo una trasmissione televisiva durante la quale è stato provato il tubo tucker da dei professori (alcuni del CICAP), ovviamente la prova ha dato risultato nullo!!!
Ricordo che in seguito ho conosciuto alcuni di questi prof. e ho avuto modo di collaborare con loro, ho fatto una interessantissima scoperta; molte borse di studio venivano pagate (laboratori compresi) da società che producono caldaie leader in campo nazionale e internazionale, gli stessi professori intascavano privatamente delle "consulenze".
Oggi un perito del tribunale dichiara che il Tucker FUNZIONA!!!
Cominciano a contare i torni? :-))

La Tucker dichiarava che il dispositivo poteva dare dei risparmi FINO al 50%..
Ho scritto FINO in maiuscolo per evidenziare il fatto che le parole se utilizzate correttamente in caso di contestazione diventano dei macigni.
Il FINO derivava dal fatto che all'epoca non esistevano tutte le leggi che esistono oggi in materia di utilizzo delle caldaie che impongono controlli e revisioni annuali, quindi all'epoca (10 anni fa) molte caldaie proprio per mancanza di manutenzione avevano efficenze anche inferiori al 50%..
Comincia a diventare chiaro?
In pratica chi si adoperava ad installare il tubo, faceva anche una pulizia e una revisione della caldaia + il tubo e per miracolo ecco che appariva un sostanziale risparmio in bolletta...

Il sogno di un uomo...non era male come idea ma purtroppo non aveva fatto i conti con alcune lobby e soprattutto l'errore più grande è stato non gestire quelli che in gergo (per il multilevel) vengono chiamati i "morti di bussines", e cioè quelle persone che prese dall'entusiasmo di guadagnare una valanga di denaro, con svariate promesse degli imbonitori-venditori, fidandosi accedevano al network pagando fino a 20.000 euri, ma poi non essendo venditori con il pelo e contropelo non riuscivano e rientrare dell'investimento, non seguiti e aiutati si rivolgevano ad un avvocato che inzialmente chiedeva il rientro e la restituzione del denaro minacciando la querela per truffa e alla fine la denuncia partiva...
Eusebi ha sbagliato proprio in questo, la gestione legale delle raccomandate che gli arrivavano, ho saputo che ad un certo punto ne aveva una montagna in ufficio e nessuno che le apriva, leggeva e sistemava.....chi troppo vuole!!!

Sull'associazione E-CAT-TUCKER come principio di funzionamento, non sono solito a sparar cavolate, ma se vuoi pensare che è una cavolata e ti rende felice questo nessuno te lo impedisce:-)))

In privato te lo spiego nel dettaglio è una bella storia che parte da molto lontano, in Siberia, so che sei curioso ;-)

mirco ha detto...

seriamente...il passato del sig.Rossi...chemmefrega?
credo che meriti di essere sputtanato sul perclato-trolio; ma sull E-Cat?
soprassediamo e
Proviamo a costruire una cella a FusioneFredda? COP-Y /@Left
http://forum.nexusedizioni.it/proviamo_a_costruire_una_cella_a_fusionefredda_copy_left-t5901.0.html
c'e armando de para, c'e zintolo , c'e ....

Andrea G. S. ha detto...

@Daniele
Sono d'accordo con te. Il CICAP ha fatto una cosa del tutto sensata: ha sospeso il giudizio in attesa di queste tanto agognate "verifiche indipendenti" che finora non ci sono state. Siccome nessuno nel mondo reale può considerarsi chiaroveggente, e Rossi ci ha lasciato per così dire, agli antipasti, la cosa più sensata è starsene serenamente seduti a tavola, fare 4 chiacchere in amicizia e aspettare il piatto forte prima di criticare la cucina :)
Questo è il mio pensiero.
La mia critica verso Alberto era che aveva marchiato i frequentatori di QOL (che non è tra l'altro 1 a 1 con il CICAP) una massa di frustrati decerebrati con seri problemi esistenziali.

Daniele 22passi ha detto...

@AR
La morale della tua ricostruzione sembra la classica CHI TROPPO VUOLE NULLA STRINGE! :)
Ehm, anche io sospetto che più di una lobby utilizzi il Cicap pro domo sua... ma non andiamo fuori tema, dai.
Sì, sono curioso di ascoltare l'associazione a cui ti riferisci, e come questa parta dalla fredda e lontana Siberia... in privato ok.

@Andrea G.S.
Ok, l'importante è essersi chiariti. Conosco Alberto e so che non è uno che fa di tutta l'erba un fascio.
Un abbraccio pacificatore :)

ant0p. ha detto...

ma meno male che in questo periodo ci sono quelli come franchini:)) all'inizio quando ancora non si era ancora avviato un certo brusio mediatico m'incazzavo perchè avevo paura che sparisse tutto in poco tempo, mentre adesso sarà difficile che il tutto si risolva in un modo o nell'altro senza che ci siano spiegazioni e prove più che convincenti..perchè se a ottobre tutto fila liscio e rossi entra bene nel mercato con gli impianti funzionanti è fatta, mentre se per qualche problema non dovesse farcela non penso che ci si possa accontentare di spiegazioni evasive limitate alla teoria (stile franchini) per chiudere il tutto. almeno, io mica me ne dimenticherei, continuerei lo stesso a rompere i coglioni per la prova della serva:)) anche se l'uscita industriale di rossi si rivelasse un fallimento. ormai i preliminari sono stati troppo eclatanti per poter chiudere tutto in sordina.

Daniele 22passi ha detto...

@ant0p
Non mi sono perso un solo commento dei due ultimi articoli dedicati all'E-Cat su QOL... la cosa paradossale è che su un articolo nato per illustrare un posizione di attesa del Cicap, Franchini suonava trombe e fanfare tutte le mattine! :)
Ora che quel thread record dei 700 commenti (e quando mai li aveva visti QOL!) è stato chiuso forse ti rivedremo un po' più qui... solo tu potevi avere tutta quella pazienza con Franchini, persona stimolante per disquisire. :)
La tua analisi sull'utilità per la causa (anzi l'e-causat) di questi personaggi mi convince, mi fa pensare un po' l'effetto della scesa in campo del Berlusca alle ultime amministrative a Milano! :)))

Alex ha detto...

La storia mediatica dell'ecat mi sembra a volte quella della barzelletta che segue -- da leggersi con occhi aperti all'analogia.

"Io" dice un marito soddisfatto, "mi occupo di cose importanti, mia moglie di quelle non importanti".
"Ah sì" gli chiede l'amico, "di chi cosa vi occupate?"
"Mia moglie si occupa di cose banali: dove dobbiamo vivere, che lavori dobbiamo fare, quando devo chiedere l'aumento di stipendio, quanti figli dobbiano cercare di avere, e via dicendo".
"Ah sì?", fa l'amico, "e tu di cosa ti occupi?".
"IO? ma delle cose importanti: quella che deve essere la politica esterna degli USA, come uscire dalla crisi economica, la lotta per i diritti civili in Cina e nel mondo, e quello che gli USA devono fare in Afghanistan...".

Insomma, mentre molti parlano delle cose importanti, qualcuno (pochi) prepara gli esperimenti, aspetta i risultati, valuta quello che viene fuori da questo tubo misterioso. Non c'è nessuna cosa più importante delle cose poco importanti.
Alex

Cupo Meridio ha detto...

Beh, chiaramente il caro dott. Rossi in questo momento sta sulle palle di parecchia gente, questo è poco ma sicuro! Penso a tutti quei professoroni con tanti bei progetti già finanziati o in via di ottenere cospicui finanziamenti che di colpo vedono messi in serio pericolo le fondamenta della loro carriera e della loro sicurezza economica, nonchè del loro prestigio accademico. Se tutto va nel verso giusto, tutta questa bella gente si sarà fatta fregare da uno sconosciuto imprenditore, dal passato a dir poco "avventuroso e discutibile". Già me li vedo, verdi di rabbia e rosi di bile! E certo che c'è qualcuno che ci prova a gettare discredito su Internet, mi sarei meravigliato del contrario! Negli ambienti accademici e di ricerca, in particolare in quelli italiani dominati dal "baronaggio" delle nostre università, l'invidia è un sentimento diffusissimo e duro a morire. Di professori pronti a negare anche l'evidenza pur di non dare soddisfazione ad un collega ce n'è a bizzeffe, e questo è uno dei grossi mali della ricerca in Italia. Non vi nascondo che faccio il tifo per Rossi, non vedo l'ora che arrivi l'autunno quando dovrebbe essere pronto l'impianto in Grecia. Allora tutta la comunità scientifica del mondo sarà messa di fronte al fatto compiuto, li voglio vedere allora questi miscredenti dei miei stivale, che faccia che faranno! (Mi sono sfogato, ogni tanto ci vuole!). Un caro saluto a tutti e complimenti per questo sito.

ant0p. ha detto...

@daniele
ma si preferisco cercare di capire la posizione di franchini in questo periodo di semi-stasi su novità sostanziali, so che non la capirò mai, ma è la posizione più bizzarra e estremista da immaginare in questo momento, gli danno contro praticamente tutti, cicap compreso:)) e a me quelli che si schierano in modo così apparentemente insensato mi incuriosiscono sempre. molto meglio di quelli che per cercare di imporre certe loro fisse insensate si fingono portatori di 'buonsenso'..
e comunque spero che rossi, quando continua a dire che fino a ottobre non ci saranno più test resi pubblici, abbia una tattica sicura per non andare nella merda totale a ottobre se qualcosa dovesse andare storto nell'ingegnerizzazione..perchè poi di pubblico ci sarebbero solo le voci istituzionali a affossare tutto.
non me ne frega niente dei test 'indipendenti', che poi se li facessero certi personaggi nei loro laboratori in assenza di rossi sarebbero 'indipendenti' come il tg4:)) l'e-cat durante i test lo deve guidare rossi e deve avere il diritto di veto su tutte le misure nucleari (quelle si fanno dopo il brevetto usa/euro). l'unica cosa decisa dall'esterno (cioè da celani:)) dovrebbero essere le misure calorimetriche e tutte le varie contromisure (pesate ecc.) per escludere fonti note o esterne.

stefano ha detto...

Io terrei separate scienza e tecnologia. Le trasmutazioni a bassa energia sono documentate e sarò più tranquillo quando tot laboratori nel mondo replicheranno il fenomeno. Al di là dei rendimenti energetici basta partire dal nichel e trovare il rame per avere la certezza della trasmutazione.
Rossi ha applicato la tecnologia a una ben precisa trasmutazione aumentandone il rendimento. Benissimo. Ma è tecnologia. Domani potrebbero essere migliorati altri aspetti del processo. Intanto, visto che la tecnologia è frutto del suo lavoro è giusto che la protegga. Io non mischierei le cose altrimenti vediamo in giro gente che non vuole testare la trasmutazione a bassa energia ma vuole testare il catalizzatore di Rossi e questo è spionaggio no?

Fabio V. ha detto...

tanti indizi è vero che non fanno una prova certa ... ma a questo punto credo sarebbe stato molto più difficile che Rossi sia riuscito a far credere a tutti quelli che hanno visto l'e-cat che questo funzionasse secondo quanto millantato, usando chissà quali artifici illusionistici, pittosto che l'e-cat sia invece una cosa molto concreta e neanche poi tanto nuova, visto che è da tre anni che il Rossi ci lavora sopra con il Prof Focardi.

@sospettoso
penso anch'io che in pochi anni, l'e-cat 2.0 e 3.0 con relativi cloni e evoluzioni faranno meraviglie!

@Cupo Meridio
io, più modestamente, sarò contento quando nelle università di Bologna e Uppsala gli e-cat saranno in funzione da un mese e comiceranno a uscire i primi dati. Non dimentichiamo che molto di questa avventura è nato proprio dentro le università e che non tutti i docenti e i ricercatori sono baroni e affaristi senza scupoli.

Enrico Maria Podestà ha detto...

Propinare un prodotto, solo per accalappiare più clienti possibili, non è truffa?

Prendiamo le famose chiavette internet, con l'offerta UNLIMITED, in particolar modo TIM e WIND. Senza limiti un corno!
Eppure, nessuno batte ciglio...

Adesso non voglio sollevare un vespaio, però.... era solo per rendere l'idea.

C'è da dire tra l'altro che siamo bombardati tutto il giorno!

Enrico Maria Podestà ha detto...

@Daniele
Qui c'è un bel dibattito sull' e-cat

http://www.theoildrum.com/node/7942

Tizzie ha detto...

@Enrico Maria Podestà: The Oil Drum e` un blog piuttosto popolare specie negli USA e per un certo tipo di utenza attenta alle questioni energetiche, e secondo me il fatto che la notizia sia apparsa anche li` e` assai positivo per la diffusione della stessa nella Rete.

Daniele 22passi ha detto...

@Alex
Ah ah, bel paragone! :-)

@ant0p
Hai ragione C.F. meriterebbe uno studio sociologico.
La sua posizione è veramente unica, un pasdaran della chimica nucleare, un ayatollah della scienza.
Certo, al di là della coerenza del pensiero, potrebbe esserci una ragione semplicissima per spiegare una così indefessa pertinacia... e sono certo che hai capito quale. Ricordo a tutti che C.F. ha lavorato per vent'anni al Camen Centro Applicazioni Militari Energia Nucleare) vicino a Pisa, presso l'unico reattore nucleare non civile operativo in Italia. Riporto un pezzetto di un articolo della Nazione di qualche anno fa.
"Stiamo parlando del reattore sperimentale Rts-1 «Galileo Galilei» che ha operato all’interno ha del Camen-Centro applicazioni militari energia nucleare per circa un ventennio (fino al definitivo spegnimento nel 1985) al servizio delle Forze Armate, dell’Università, della ricerca (grandi enti come Eni insediarono al Camen loro gruppi di ricerca) e dell’industria nazionale."
Qui l'articolo integrale.
P.S. confido anche io che Rossi sappia bene quel che fa.

@Stefano
Hai perfettamente ragione... posso anche dirti che, senza volerlo, hai colto in pieno il perché della netta retromarcia del Cicap di una decina di giorni fa (vd le parole di Stefano Bagasco qui). Ora sarebbe molto indelicato se dicessi di più, ma se un giorno scriverò un libro su tutta questa storia allora... ;)
Aggiungo che benché sia perfettamente consapevole delle implicazioni commerciali, economiche, sociali planetarie, dell'E-Cat mi affascinano più le future ricadute scientifiche: il passaggio a un nuovo paradigma di cui le LENR sono solo un primissimo tassello.

@Fabio V
Quanti agli E-Cat 1.0, 2.0, 3.0 ecc. ho già detto varie volte che a mio parere Andrea Rossi si ispira al modello di marketing creato da Steve Jobs ;)
E proprio per i motivi che ho detto ora a Stefano anche io non vedo l'ora che Bologna e Uppsala sperimentino in tandem un po' di "gattini" incrociando i dati.

@Enrico Maria Podestà e Tizzie
Vedo!!
Se potete tenetelo d'occhio e riportateci le cose che vi sembrano degne di nota.

Gwon ha detto...

@Ant0p
Franchini è molto particolare, per molti aspetti mi piace e almeno ha le OO di prendere una posizione netta. Tra le altre cose argomenta sempre puntualmente le sue posizioni, poi vabbeh se non sei chimico/fisico/ingegnere nucleare diventa un pò difficile seguirlo.
Di esperienza sul campo di reazioni nucleari da fissione ne ha, e non sono del tutto sicuro che sia questo che gli impedisca di accettare innovazioni. Ultimamente (anche appena prima che chiudessero il thread) sembrava diventato quasi possibilista, ed ora mi sembra stia confutando delle esternazioni di Rossi sull'arricchimento isotopico....... mah.... se diventa possibilista Franchini, io divento credente ancora prima dei dati definitivi ;)

Daniele 22passi ha detto...

@Gwon
La mia personalissima opinione è che pochi in Italia sono certi che l'E-Cat funzioni quanto lo è lui, anche per questo ci va a nozze ad attaccarlo usando le stesse teorie scientifiche che l'E-Cat è destinato ad ampliare. C'è un sottile piacere nel dimostrare bianco il nero e nero il bianco... proprio come i Sofisti dell'antica Grecia... e al loro pensiero si ispirò parecchio Democrito, il padre stesso del concetto di atomo... e Democrito naque ad Abdera... ed Abdera è vicina a Xanthi... e lì Franchini toccherà invitarlo per forza in autunno alla presentazione del 1 MW plant... e il cerchio è chiuso! :)))

ant0p. ha detto...

@gwon
si vedo che tu lo segui anche sulle questioni nucleari, cosa che io mi rifiuto di fare:)) visto che prima voglio banali certezze calorimetriche, poi al massimo con calma mi metto da zero per cercare di capire sul serio qualcosa di nucleare, sperando che sia un nucleare molto aggiornato rispetto a quello un po' rozzo della fissione..fermi era un genio ma non si può rimanere fermi:))
comunque si, è anche molto abile a alternare argomenti molto tecnici pieni di formule e reazioni chimico/nucleari a tirate ideologico/retoriche di altri tempi. nell'ultimo messaggio che avevo visto prima però che nell'ultimo post alla fine parlava della sezione d'urto del 62Ni..copio che faccio prima:
"Ho scoperto che 62Ni presenta una notevole sezione d’urto par la (p,n); 12 MeV —> 1,4 barn, non male."..non male cosa? letta così superficialmente uno può pensare che è impazzito in senso possibilista,, ha detto 'ho scoperto' quando fino a ieri solo il verbo 'scoprire' gli faceva venire le bolle ahah

Vettore ha detto...

@AR
Non sono affatto prevenuto sul possibile funzionamento del tubo Tucker (certo, un minimo di spiegazioni e dati vorrei vederli però), ma credo che in quella vicenda sia un dettaglio secondario: i meccanismi "poco onesti" messi in piedi erano ben altri! Resta il fatto che, allora come oggi, non si riescono ad avere le minime informazioni tecniche di base per convincersi che funzioni e di come funzioni. A quei tempi era come se ti volessero vendere un'automobile senza dirti marca, modello, colore e cilindrata: "comprala e ti assicuro che puoi viaggiarci comodo!"... Un'azienda che vendeva un prodotto "rivoluzionario" e non parlava mai nello specifico del prodotto, non era minimamente credibile! Perchè o il prodotto non era così "rivoluzionario" o il business principale non era il prodotto reclamizzato... (queste erano le conclusioni che avevo tratto allora, e che alla fine non si sono dimostrate molto lontane dalla realtà).

Daniele 22passi ha detto...

@TUTTI
In sole 24 ore Fastweb ha risolto il malfunzionamento in centrale che aveva isolato la mia linea... mi dispiace per mamma Telecom - e mi auguro che negli ultimi anni, il suo servizio di assistenza si sia messo al pari con quello della concorrenza - ma da quando sto con Fastweb (quasi 5 anni ormai) gli incubi che avevo con Telecom sono solo un ricordo.
Che bello navigare di nuovo con l'ADSL e vedere le pagine caricarsi all'istante! :-)

P.S. non sono pagato per fare questi promo (magari lo fossi!), riferisco solo la mia esperienza di cliente soddisfatto.

federico ha detto...

ruguardo la vicenda tucker:

se si promettono risparmi "fino" al 50% con una certa tecnologia mentre con una semplice revisione di una vecchia caldaia "fino" al 40% mentre il restante era da imputarsi alla tecnologia tucker allora è comunque una truffa .
che poi noi siamo abituati a pubblicità ingannevoli e il nostro garante dei consumatori è piu impegnato a farsi seghe e è al servizio del potere come nella repriessione di persone come simoncini (ha emesso una multa da 50000 euro ...roba da matti non si sa cosa c'entra il garante con la vicenda simoncini , insomma se lui è un truffatore ingabbiatelo e non multatelo visto l'attività che fa) che realmente difendere i "consumatori" (termine a mio avviso osceno), questo è un altro paio di maniche.

poi tutta la storia del multilevel marketing aggiunge frode alla frode.

riguardo al cicap

questo "comintato" dovrebbe fare tante di quelle retromarce che farebbe prima a sciogliersi .
finche sarà presieduto da gente come piero angela non ha un futuro di organizzazione seria e superpartes come vorrebbe far credere .

è solo una vergogna per la scienza e non un faro di luce come si vorrebbe proporre.

è molto comodo comunque fare retromarcia adesso .
in ogni caso potrà dire :"noi ci siamo accorti della validità dell'e-cat e abbiamo considerato praticamente da subito le enormi potenzialità" nel caso avverso potranno sempre dire che loro da subito avevano "fiutato" la sola.

le posizioni piu sagge spesso derivano da posizioni di dubbio e attesa mentre loro non sanno nemmeno dove sono di casa queste qualità visto che loro sanno sempre tutto perche la scienza è scienza!

ultima considerazione:
paragonare e-cat e tucker vuol dire non capire la profonda differenza tra produzione e rendimento .

se è vero che fin ora l'e-cat è stato connesso alla rete per farlo funzionare è pur vero che parte dell'energia fornita può essere trasformata e reimmessa nel e-cat stesso per eliminare quindi l'energia in entrata.
il tubo tuker chiaramente non può prescindere dal gas in ingresso e da paragoni con altri bruciatori .

insomma tuker si è inventato al limite (se fosse confermato questo 10%) un bruciatore un po piu efficente di quelli attuali (sempre che non ce ne siano altri di pari efficenza)

MISTERO ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
AR ha detto...

Ciao Vettore, perdonami non capisco che cosa intendi che un minimo di dati e di spiegazioni le vuoi vedere.

Mi sembra che a partire dalla trasmissione di REPORT (ultima in ordine di apparizione) di dati ne vengono forniti che bastano, come non ti può sfuggire il sottile senso di impotenza che traspare nel servizio nei confronti delle Lobby a discapito della nostra salute e del nostro portafoglio.
http://www.youtube.com/watch?v=ihll-nt4Qo0&feature=player_embedded#at=487

Come mi sembra che le spiegazioni siano state date, ci sono decine di interviste a tal proprosito, basta ascoltarle e avere un minimo di pazienza per documentarsi....magari comincia con la "magnetostrizione", poi passi "all'irragiamento IR", e per finire il fenomeno della "dimerizzazione"...

Se poi i dati e le spiegazioni come intendi tu li vuoi di persona e solo toccando con mano, a questo punto prima di entrare nel merito e di scirvere a questo proprosito dovresti come minimo chiedere di poter fare delle verifiche tecniche e utilizzare un tuo laboratorio di fiducia, anche se le relazioni e le prove svolte al centro omologazione di Bari (primo in Europa) penso che difficilmente le potrai eguagliare.

Attenzione non è che voglio aver ragione per forza è che la verità è questa e non l'ho scritta io.

Quanto sta accadendo per il dispositivo della Dutich (clone TUCKER) dovrebbe farci riflettere in merito all'omologazione e certificazione futura dell'E-CAT....
Io spero e mi auguro vada tutto per il meglio anche se per esperienza mi attendo in questo dei grossi problemi se non sono stati fatti degli accordi preventivi con governi, politici e industrie...
Purtroppo molte volte la verità non basta.

Riccardo T. ha detto...

@Daniele

Ma tu andrai a Xanthi per l'inaugurazione dell' e-cat?
Nel caso, visto che ci saranno praticamente tutti i protagonisti, perchè non raccogliere alcune domande di noi frequentatori da girare agli interessati. Potrai fare uno "specialone" sul blog!

Ric

Vettore ha detto...

@AR
Come ho detto non sto entrando nel merito del fatto che il tubo Tucker funzioni o meno: non lo so, non sono informato sui dettagli tecnici (che l'azienda allora non forniva minimamente!), e comunque non è quello il punto. Ho citato la storia come esempio di una faccenda "poco limpida", riconoscibilissima come tale, su cui però nessuno si era preso la briga di lanciare dei dubbi, come invece molti ora fanno per Rossi (che in confronto non sta vendendo niente a nessuno ancora!).

Ribadisco tra l'altro che non si può minimamente paragonare un dispositivo tipo il Tucker con l'E-Cat: sono due cose totalmente diverse per funzionamento e scopo. Inoltre uno garantirebbe un risparmio piuttosto aleatorio, l'altro invece produce energia in quantità talmente grandi da non lasciare dubbi...

mirco ha detto...

Lasciamo perdere Franchini....
ma so che possiamo assicurare a Rossi e Focardi che l'E-cat NON ha "flake gamma" ma solo emissioni alfa... E, lui per accontentarci (e confermare Cardone) dovrebbe dirci a che FREQUENZA ha il plasma.... dai che lo faccccciamoooo...yehau

Daniele 22passi ha detto...

@Riccardo T.
Ci vado sì a Xanthi all'EVENTO!
E rifarò la cronaca sul blog come a gennaio... si stavolta ci saranno anche le Tv, ma il blogging è blogging! :)
E tutte le domande che vorrete fare ai presenti ve le veicolerò molto volentieri, certo.

@AR, Federico, Vettore
Concordo che la truffa non si configura nell'oggetto, ma nel tipo di marketing e nella pubblicità ingannevole. Se il tubo rendeva il 10% chi lo vendeva avrebbe dovuto accontentarsi di quello e non reclamizzare rendimenti di gran lunga superiori.
Rossi per esempio con l'E-Cat preferisce dichiarare potenze inferiori a quelle che il supergattone potrebbe rendere... questo anche per semplificare l'ingegnerizzazione ok, ma è l'atteggiamento corretto.

@Federico e tutti
Non ora se, no facciamo troppa confusione, ma dopo ottobre/novembre metto molto volentieri il blog al servizio di una giusta e obiettiva informazione attorno al caso Simoncini e non solo. Mi interessa approfondire il tema dell'omeopatia e della - troppo frettolosamente liquidata come bufala - memoria dell'acqua. Occuparmi della riabilitazione di Kervran. La teoria del sole freddo di Renzo Boscoli. Il motore di Speri e Zorzi.

@Mirco
Siamo tutti curiosi di scoprire quale sarà la teoria giusta! :)

ant0p. ha detto...

"Concordo che la truffa non si configura nell'oggetto, ma nel tipo di marketing e nella pubblicità ingannevole. Se il tubo rendeva il 10% chi lo vendeva avrebbe dovuto accontentarsi di quello e non reclamizzare rendimenti di gran lunga superiori.
Rossi per esempio con l'E-Cat preferisce dichiarare potenze inferiori a quelle che il supergattone potrebbe rendere... questo anche per semplificare l'ingegnerizzazione ok, ma è l'atteggiamento corretto. "

giusto, è qui che sta il punto, quando le si sparano grosse all'entrata nel mercato ma in realtà la montagna diventa un topolino per me è già truffa, anzi peggio. almeno un truffatore vero rischia sul serio, mentre questi con le loro stronzatine riescono sempre e comunque a rimanere a galla.
per l'e-cat però ultimamente a forza di limature verso il basso si sta un po' esagerando:)) se rossi vola ancora un po' più basso tra un po' invece di non spaventare il mercato rischia di non farsi cagare proprio..

mirco ha detto...

senti dan....se sono arrivato a dirti che: "possiamo assicurare Rossi e Focardi che l'E-cat NON ha "flake gamma" ma solo emissioni alfa...
E, lui per accontentarci (e confermare Cardone) dovrebbe dirci a che FREQUENZA ha il plasma"

vedi se ti ascolta...cioe dichiara i 15-20kHz...sarebbe un OTTIMO e DECISIVO passo...ciao

Riccardo T. ha detto...

Link interessante:

http://www.mail-archive.com/vortex-l@eskimo.com/msg47108.html

Ric

Anonimo ha detto...

comunicazione disservizio ...
http://www.netsukuku.org/
di questo cosa ne pensate ?

arpadillo

Daniele 22passi ha detto...

@Mirco
Ok ci provo.

@Riccardo T
Sì, sono ulteriori conferme di quanto già si sapeva... il dado è tratto. L'asse Bologna-Uppsala diventerà operativo quest'estate e potrebbe passare alla storia.

@arpadillo
???

Daniele 22passi ha detto...

@Mirco
Ci ho provato... ma non ho riportato nulla a casa:
1) l'E-cat NON ha "flake gamma" ma solo emissioni alfa...?
Non do info sulle radiazioni interne al reattore.
2) c'entra qualcosa la teoria di Cardone...?
La teoria di Cardone non ha niente a che vedere col nostro sistema.
3) frequenza 15-20kHz...?
Non do info relative a quanto avviene nel reattore.

Anonimo ha detto...

il riferimento era al disservizio del filo staccato + o - meno involontariamente ...netsukuku è una invenzione di un giovane siciliano una rete internet autoorganizzante con funzioni decentrate senza bisogno di isp , una specie di peer to peer dell'http ...

arpadillo

Anonimo ha detto...

andrea lo pumo

punto informatico

arpa

Daniele 22passi ha detto...

@arpadillo
Mi piace!!! :)
http://it.wikipedia.org/wiki/Netsukuku

Eddai... veramente pensi che il filo sia stato staccato deliberatamente?!
Black out della linea mi sono già capitati altre volte in passato... con Telecom nel 2007 sono stato disconnesso un'intera estate (ragion per cui l'ho mollata), con Fastweb, hanno sempre risolto il problema all'istante o al massimo in 24h... certo che però si fa pagare bene, se fossi uno studente non potrei permettermelo. Per questo il progetto Netsukuku è proprio interessante.

P.S. Ma come mai la Community di netsukuku sembra ferma a un anno e mezzo fa?

Daniele 22passi ha detto...

@arpadillo
Il secondo link non funziona.

Anonimo ha detto...

no di solito la staccano intenzionalmente , vedi eccesso di traffico p2p , mentre con i sardi mi è capito di peggio un mese senza linea ...nel tuo caso forse una "casualità" .e comunque era una scusa per scrivere di questo possibile sistema di scavalcare gli isp , ma alla fine troveranno un modo per utilizzarlo e far pagare l'abbonamento senza wi-fi o wi-max semplicemente sfruttando le apparecchiature degli utenti stessi . C'è chi lascia acceso il router 24/24 ...


punto informatico netsukuku

Sul fermo della comunità ...è successo più volte negli anni poi ricominciano .Il creatore è studente all'università di Cambrige avrà altro dà fare e senza di lui si và a rilento ...

arpa

Daniele 22passi ha detto...

@Arpadillo
Grazie 1000, mi sono esplorato i link che mi hai dato e altri... veramente entusiasmante questo progetto Netsukuku.

Vettore ha detto...

Scusate lo scetticismo, ma questo Netsukuku sostituirebbe solo la struttura logica della rete ed i suoi algoritmi, ma ovviamente, ammesso che funzioni per grandi numeri con un'efficienza decente, non può sostituire o fare a meno delle infrastrutture di rete! Se il provider è giu ti attacchi: con o senza Netsukuku sei fuori!
Quell'approccio è molto interessante da un punto di vista scientifico, e potrebbe portare a qualche innovazione degli algoritmi di routing e lookup, ma credo che sia davvero poco efficiente usato così com'è nella pratica.

Riccardo T. ha detto...

FYI

http://www.amazon.com/Rossis-eCat-Energy-Money-People/dp/0955782635/ref=sr_1_1?ie=UTF8&s=books&qid=1306176003&sr=1-1

Daniele 22passi ha detto...

@Vettore
Sì, da quel che ho capito la dipendenza dalle infrastrutture e da chi ne cura manutenzione e funzionamento naturalmente resterebbe... se uno staccasse la spina a quel livello, tutto si spegnerebbe comunque. È una provocazione a un cambio di buseness e mercato dei provider... forse il rischio, a mio vedere, e che si sviluppi un internet di serie A a pagamento (che chiaramente offrirebbe contenuti in più) e un internet di serie B gratuito... un po' quello che è successo con la Tv.

@Riccardo T
Eccolo il primo istant book!

Posta un commento

Ovviamente 22passi è un blog, non una rivista on line, pertanto la responsabilità di quanto scritto in post e commenti appartiene solo ai rispettivi autori.

Related Posts with Thumbnails