BLOG PER APPASSIONATI D'AMORE, ONESTÀ, SPIRITUALITÀ, ARTE, POESIA, POLITICA, DEMOCRAZIA, SOSTENIBILITÀ, TECNOLOGIA, ENERGIE PULITE, COLD FUSION E LENR, MEDICINA ALTERNATIVA, RIVOLUZIONI SCIENTIFICHE, CRIPTOARCHEOLOGIA E "TANTE COSE INFINITE, ANCOR NON NOMINATE"

>>>> CERCHI LIBRI SUL BENESSERE DEL CORPO, DELLA MENTE E DELLO SPIRITO?

B A C H E C A D E L B L O G

Dal 25 Aprile 2015 (Festa della Liberazione) la possibilità di lasciare commenti nel blog è stata disattivata, eccetto per gli 85 utenti autorizzati e autori ad oggi iscritti. Chi desiderasse fare parte di questa piccola community (Google consente ancora 15 iscrizioni) può mandare due righe di presentazione a 22 passi chiocciola gmail punto com.

lunedì 27 agosto 2012

La preziosa opera di protezione del parafulmine

A buon intenditor...

"Per arrivare al parafulmine Franklin aveva fatto alcune importanti considerazioni sulle scariche elettriche atmosferiche, arrivando a stabilire che i danni da queste provocati non erano dovuti tanto alla loro potenza, quanto al calore che esse generavano nell'impatto con qualsiasi oggetto. Inoltre scoprì che quando un fulmine, che non è altro che una scarica elettrica, colpisce un oggetto, lo attraversa soltanto per una parte: bisognava quindi pensare a qualcosa che attirasse il fulmine e ne disperdesse la forza per mezzo di un percorso obbligato."

(Dalla voce parafulmine su Wikipedia)

107 : commenti:

paolo ha detto...

Mentre tu formulavi "quiz" fuori della mia comprensione (tanto non è rivolto a me, quindi rispondo: "passo")sono andato a fare un giro a Zurigo, dove ho constatato la presenza di "aziende" con un organigramma discreto:

http://www.transaltec.ch/facma/design.php?design=6

Daniele Passerini (22passi) ha detto...

@paolo
I quiz sarebbero gli anagrammi che io e rampa ci scambiamo? :)

paolo ha detto...

... nooo, quello è semplice; ci sono arrivato pure io:)

Non ti preoccupare comunque son io che "fantastico" ... anzi mentre giravo in Svizzera mi chiedevo, ma quel famoso accordo italo- svedese per l'istallazione di un "reattore" per quei "poveracci" che a causa del freddo del profondo NORD, rimangono sempre senza energia? ... ma sarà stato fatto? boh!!!!!! ... eh, sono strano:))))

gio ha detto...

beh un saluto di ritorno dalla vacanze ..caldissime.con granita e brioche...una sbirciata dal telefono qui l'ho data di tanto in tanto...curiosamente poi davo un occhio alla quotazioni di settore :

http://www.borsaitaliana.it/borsa/azioni/settori/lista.html?indexCode=IT7500&x=34&y=14

curiosamente due società perdono quasi più del doppio della media del settore( non ho fatto calcoli vado a naso)da un anno a questa parte( periodo di esternazione di cures su cobraf)e guarda caso sono quelle che sono più da vicino minacciate dalla tecnologia di rossi!


paolo ha detto...

ciao gio,

si vede che sei riposato :) ... comunque siamo in moderazione, quindi è per questo che c'è un po' di "silenzio"

Paul ha detto...

Rossi lascia intendere che l'Università del test potrebbe essere Uppsala:

"JuJu
August 27th, 2012 at 5:49 AM
Yeah, so in situation where (for example) some political pressure may brake one university (from some Med country), there may step up another university from some northern lesser corrupt country. This is for sure right medicine for reactionary old structures."

"Andrea Rossi
August 27th, 2012 at 10:15 AM
Dear JuJu:
Good intuition. Actually, I am strongly attracted from North Europe.
Warm Regards,
A.R."

Marco_ties ha detto...

@gio
ciao, quali sarebbero i titoli maggiormente influenzati dall'e-Cat?
Della quotazione del nickel che ne pensi?

SPAXIO ha detto...

Anche l'elettrone è una scarica elettrica, ma risulta intrappolato/a dal campo magnetico che esso/a stesso/a ha generato

L'elettrone è un nanoplasma intrappolato dal proprio campo magnetico, una piccolissima tokamak in risonanza con l'Universo

Rampa ha detto...

@SPAXIO
c'è modo di trovare il grimaldello che lo libera ?

bertoldo ha detto...

oppure di proteggersi prima che il fulimne tocchi terra o oggetti o persone ... http://www.ingelva.it/index.php?pid=9&lang=I&ncol=1

triziocaioedeuterio ha detto...

Il raccontino del topic mi fa pensare agli innumerevoli specchi per allodole che rossi ha piazzato qua e la su jonp...fuorviando gli snakes dagli obbiettivi reali oramai raggiunti da un pezzo...

Marco_ties ha detto...

@ Daniele
Se l'intenzione di Rossi è quella di voler confondere il nemico devo dire che ci sta riuscendo benissimo, forse anche troppo visto che inizia a confondere anche gli amici (parlo di me naturalmente). Comunque mi sto divertendo un sacco a seguire questo blog in attesa dei prossimi importanti sviluppi.

gio ha detto...

ciao paolo

ho notato ...un pò di silenzio ogni tanto non guasta!:)

gio ha detto...

@ marco

ho lasciato il link dacci un occhio vedrai quali sono le due che perdono di più!

per il nickel è rossi a dare una risposta:
Dear Steven N.Karels:
Your considerations have good sense. Our applications have not environmental impact and the Ni we consume in a plant like that is a drop in a lake respect the world yearly production of nickel.
Warm Regards,
A.R.

Teknico ha detto...

@Rampa

Positrone, ovvero la sua antiparticella.

Endymion ha detto...

Basta aprire un libro di fisica. Si libera subito.

paolo ha detto...


Re: [Vo]:Obscure possible LENR explosion

Cy Cle
Mon, 27 Aug 2012 22:42:12 -0700

Florida Again,

[Vo]:Florida - LENR Incubator, Low Cost of Living, Great Climate
Sarasota, a few miles S. of Tarpon Springs. http://www.cheap-diamond.com/Man-Made-Diamonds/
Cy

Axil Axil
Mon, 27 Aug 2012 22:23:40 -0700

Graphite-to-diamond transformation induced in 10 nanosecondshttp://www.chm.bris.ac.uk/pt/diamond/pdf/drm17-931.pdfGraphite-to-diamond transformation induced by ultrasound cavitationAbstractDiamond microcrystals have been synthesized using ultrasonic cavitation ofa suspension of hexagonal graphite in various organic liquid media, at anaverage bulk temperature of the liquid up to 120°C and at atmosphericpressure. The yield of diamond is up to 10% by mass. The diamonds werecharacterized by scanning electron microscopy, X-ray diffraction and laserRaman spectroscopy. Analysis of the crystallite size distribution showedthat the diamonds were nearly mono-dispersed, having a size 6 or 9μm ±0.5μm, with cubic, crystalline morphology.Cheers: Axil

paolo ha detto...

http://www.chm.bris.ac.uk/pt/diamond/pdf/drm17-931.pdf


Graphite-to-diamond transformation induced by ultrasound cavitation


4. Conclusions
We have shown that, although at an early stage of development,the cavitation synthesis method opens new opportunities in obtaining diamond crystallites at relatively benign conditions, average bulk temperature of the liquid up to 120 °C and at atmospheric pressure. It produces crystalline diamonds with a very sharp, well defined size range of 5–10 μm, and with high purity.
The major factor influencing diamond yield in the cavitation process is the composition of the cavitation medium, and there is wide scope here for future experiments. Furthermore, the rapid timescale for diamond formation may allow controllable doping with selected impurities such as N or B, with a view to
obtain p- and n-type semiconducting diamonds. An optimum method of cavitation generation (pulse or periodic signal) may enable us to maintain a constant composition of cavitation
medium and, consequently, to increase the diamond yield considerably.
The absolute size of the synthesized diamond powders and their size distribution are related to the synthesis
conditions (p and Т).
Hence, it is possible to determine quantitative energy characterization of cavitation perturbations.
Our present cavitation module allows up to 10% graphite-todiamond conversion in a continuous regime of regeneration for the cavitation medium, thus opening commercial prospects for the method.
Future designs could increase this yield further.
With suitable choice of cavitation media, the cavitation method could be used for synthesis of other potentially important compounds, such as cubic boron nitride, carbon nitride, etc.

paolo ha detto...

Vo]: Obscure esplosione LENR possibile

Bob Higgins
Lun, 27 agosto 2012 17:10:19 -0700

Ricordo di aver letto qualcosa a proposito di esplosioni spettacolari in esperimenti LENR - che sembrano avere un’ energia esplosiva al di là di mezzi chimici disponibili .
Ho letto un libro che può essere un po’oscuro a questo forum.
Il libro di Roberti Hazen "I produttori di Diamanti", descrive la storia della ricerca dell’ alta
temperatura e dell’ alta pressione per creare diamanti sintetici.
Si era spinti dalla richiesta di diamanti per macchine utensili da taglio e abrasivi.
Successivamente si sviluppò un’ apparecchiatura - per la produzione di diamanti – che lavorava a temperatura elevata (1000C) ed alta pressione (100.000-150.000
atmosfere) chiamata "la cintura" (Tracy Hall, ~ 1954).
Questa macchina è costituita da un toroidale "cintura" con una parabolica
sezione trasversale e incudini tungsteno carburo premendo verso il centro. Questo
macchina finirebbe per andare a diventare il mezzo principale di produzione
diamante industriale.

Durante lo sviluppo del processo di trasformazione grafite in diamante,
è stato suggerito da George Kennedy che l'idrogeno avrebbe potuto essere un catalizzatore che avrebbe potuto favorire la crescita del cristallo di diamante.
Il libro include questo racconto da un’intervista con forte Herbert:

"Strong decise di aggiungere non solo un po' di idrogeno, ma una quantità enorme, sotto forma di un pezzo di plastica in polietilene, che in media due atomi di idrogeno per ognuno di idrogeno.
In quelle condizioni, Strong appurò che il polietilene si “trasforma” e da origine a carbonio e idrogeno - un sacco di idrogeno. "..." L'apparato cintura di Strong durante quel tentativo produsse una forte esplosione. Con una detonazione assordante e l'impatto che ha scosso l'intera complesso di ricerca ... "..." Frammenti furono sparati in tutta la stanza e rimbalzarono sulle pareti e sul soffitto. "

A me pare che si sia sprigionata più energia di quanta avrebbe potuto essere rilasciata dalla reazione chimica di un piccolo "pezzo di polietilene".

Potremmo definirla un'esplosione LENR?

È interessante notare che il diamante di successo processo inclusa la compressione la grafite in nichel fuso ad alta pressione.

http://www.mail-archive.com/vortex-l@eskimo.com/msg70071.html

MISTERO ha detto...

Paolo, forse non lo sai ma hai riportato una informazione molto importante, il futuro sviluppo delle tecnologie di comunicazione ed elettronica dipenderanno molto da questa scoperta.
I russi sono stati i primi, cavitando esano.

paolo ha detto...

Ciao Mistero,
l'ho già detto tante volte che non ci capisco una "fava" ma il fiuto unito a ... mettici quello che vuoi al posto dei puntini - permettono queste esplosioni:))

MISTERO ha detto...

Il "fiuto" caro Paolo non è inserito nelle banche dati ;-)
Cerca le applicazioni dei "diamanti blu"..
Se invece ti interessano solo le "esplosioni" (implosioni) da cavitazione che producono trasmutazioni, cerca proton21, sono con l'iPhone non riesco a linkare i documenti che ho trovato.

paolo ha detto...



Stanislav ADAMENKO

Proton-21 Fusion


http://www.rexresearch.com/adamenko/adamenko.htm

paolo ha detto...

da cui:

Abstract ---

We consider the peculiarities of the fundamental nuclear transformations running both in the shell of a heavy star compressed by the strong gravitational field and during the laboratory electron-nucleus collapse where the compression occurs at the expense of the electron-nucleus interaction in a volume occupied by a degenerate electron gas, define their analogs, and analyze the differences.
It is shown that the account of relativistic and nonlinear corrections to the Coulomb electron-nucleus interaction gives the possibility to realize two alternative ways for the evolution of the star matter which depend on both the rate of compression upon the gravitational collapse and the initial isotope composition of a star on the stage preceding the collapse.
Upon the relatively slow compression of a heavy star in the process of gravitational collapse after the attainment of the threshold electron density, there occur the stage-by-stage neutronization of nuclei and the formation of a neutron star with a great concentration of neutrons and a low concentration of protons and electrons. This process is characterized by the presence of a bounded interval of the density of a relativistic degenerate gas of electrons (“the neutronization corridor”), in the scope of which the neutronization runs with a decrease in the Fermi energy and the release of energy in the form of fast neutrinos.
At a higher electron density, the process of protonization becomes energy-gained. In this case, an increase in both the charge of nuclei and the concentration of degenerate electrons causes the continuous increase in the binding energy of electrons and nuclei which turns out to be more significant than the increase in the Fermi energy of electrons. The transition of nuclei through “the neutronization corridor” into “the protonization zone”, which ranges up to the nuclear density of a substance, is possible only in the case of a very fast compression of a heavy star. Such a process leads to the possibility of the formation of proton stars with a very small residual concentration of neutrons and a great (nuclear) concentration of protons and electrons.
It is shown that analogous effects can be realized during the laboratory electron-nucleus collapse. Due to a microscopic size of the collapse zone, a great velocity of its formation, and a relatively low rate of neutronization, the passage of the electron-nucleus substance through “the neutronization corridor” weakly affects its state. In this case, the main mechanism of transformations is the process of protonization with a simultaneous increase in the concentration of degenerate electrons.

... poi, però, quando torni riassuni in 10 parole per i non "capenti" ... solo chi scrive, ovviamente.

Comunque sappi, caro Mistero, che mi hai traffitto il cuore, con quella notizia della "banca dati" ... mi hai distrutto l'unica certezza che avevo!

Rampa ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Enrico Maria Podestà ha detto...

http://www.magazine.unibo.it/Magazine/Notizie/2012/08/27/E-cat_non_ci_sono_misure_in_atto.htm

bertoldo ha detto...

http://www.nasa.gov/images/content/680999main_pia16102-full_full.jpg

il cielo sembra proprio azzurro-nebbioso...

paolo ha detto...

http://www.magazine.unibo.it/Magazine/Notizie/2012/08/27/E-cat_non_ci_sono_misure_in_atto.htm
=
http://www.nasa.gov/images/content/680999main_pia16102-full_full.jpg

... c'è del vero o sono lontano anni luce? ==> :-)

bertoldo ha detto...

sono solo su marte ...

mimmocanino ha detto...

@Daniele
La mission del blog (secondo me)
La libertà di circolazione delle informazioni senza filtri su internet è fondamentale per il progresso scientifico, ma l’intelligenza per distinguere il grano dall’olio lo è ancora di più. E’ l’intelletto che trasforma le informazioni in conoscenza. Quando potenti lobby realizzano che una nuova scoperta scientifica (o altro) può mettere in pericolo il loro business, tentano di rallentarla o di fermarla, nel mondo della rete questo si fa con un bombardamento di disinformazione. Si tenta di screditare lo scopritore, si dice che è un millantatore, un disonesto, che l’aggeggio non può funzionare perché va contro le leggi della scienza etc. Lo scopo è intorbidare le acque per non fare distinguere il vero dal falso. E’ compito degli individui più attenti e svegli continuare a tenere desta l’attenzione sull’ oggetto, perchè la disinformazione non sortisca il suo effetto. Questo fanno Daniele, Mistero, Vettore, Tizzie ed altri amici del Blog, stanno sempre sul pezzo, non mollano, ribattono colpo su colpo. Questa volta la faccenda non sparirà nel nulla.
Ciao mimmo

GPT ha detto...

Eddai smettete di andare avanti x enigmi... Diventa tutto poco fruibile!

Teknico ha detto...

Guardate bene il dettaglio

http://www.nasa.gov/images/content/681054main_pia16105-full_full.jpg

sembrano rocce sedimentarie (stratificate) quindi potrebbe essere una valida prova che in passato su Marte c'era molta acqua liquida.

Giorgio ha detto...

esplosivo "LENR-like" brevetto del 1972:
http://www.google.com/patents/US3680431

mario massa ha detto...

Giorgio scrive:
"esplosivo "LENR-like" brevetto del 1972:
http://www.google.com/patents/US3680431"

Da non perdere! Un pazzo? Un imbroglione? Secondo me un buontempone (con ottime conoscenze tecniche) che si è voluto divertire per vedere fino a che punto la gente era disposta a farsi prendere per i fondelli.

Probabilmente una persona molto in gamba che però per arrivare a organizzare uno scherzo simile tutte le rotelle a posto non le doveva avere.

Per l'assurdità mi ricorda un altro brevetto (che non trovo più) relativo a una macchina a moto perpetuo funzionante con carrucole funi e secchi pieni d'acqua.

Certo anche gli uffici brevetti che li hanno accettati dovevano avere parecchio senso dell'humor!

mario massa ha detto...

Scusatemi, il link al brevetto non è il brevetto a cui mi riferivo (sempre dello stesso autore).

Il brevetto divertente è qui:
http://www.google.com/patents/US4428193?hl=it

Teknico ha detto...

più che una bomba LENR (non capisco dove hai visto le LENR) è una bomba fuel-air

http://en.wikipedia.org/wiki/Fuel_air_explosive

Il Santo ha detto...

@Teknico

Premetto che sono in attesa di leggere cosa ne pensano gli "esogeologi". Quei monti sono il bordo di un cratere da impatto... probabilmente sono fatti di rocce basaltiche. L'aspetto a strati credo sia opera del vento e della sabbia.

sandro75k ha detto...

@Il Santo
@Teknico

in effetti a vederle così non si ha la certezza che le rocce siano sedimentarie, anzi... ma perchè le foto sono così brutte? perchè non vi è una qualità paragonabile a quelle "terrestri"?
Ci sono altre immagini? Grazie

sandro75k ha detto...

questa foto di altre spedizioni mi pare che non lasci dubbi... http://upload.wikimedia.org/wikipedia/commons/5/54/Opp_layered_sol17-B017R1_br.jpg

il problema non è tanto se siano sedimentarie o meno è se siano sedimenti "marini" o meno... da qui è difficile tutto..:)

Paul ha detto...

>ci sono altre foto?

Qui c'è una galleria di circa 160 foto:

http://www.nasa.gov/mission_pages/msl/multimedia/gallery-indexEvents.html

paolo ha detto...

@Buongiorno,

stavo considerando che l'E-Cat Australia PTY LTD ha l'esclusiva di una zona discreta :))) ==> :

"Australia, New Zealand, Indonesia, PNG, and all Pacific Islands, Singapore , Malaysia, Thailand, Vietnam, Philippines, Cambodia, Brunei, Laos and Myanmar (Burma)"

... chissà quanto dovranno viaggiare per restituire le caparre -:):_)-:)

Customer Guarantee

100 % money back guarantee to our 1 MW Customers.
If your validation test does not reach the E-cat manufactures guaranteed performance and COP of 6:1, your 1/3 deposit and shipping costs are refunded.

http://www.e-cataustralia.com/order-and-buy/industrial-1mw/

paolo ha detto...

@Mistero
@tutti,
se osservate l’elenco delle “Synergy Technologies” nel sito dell’Ecat australiano vedrete che c’è questa azienda  www.Hypersonicpropulsion.com

cliccate il link e guardatevi questo video:

http://www.hypersonicpropulsion.com/index.php?option=com_content&view=article&id=54&Itemid=37

… bene ci siete? Lo avete visto? Qualcuno lo vuole commentare, ad iniziare da Mistero?

Grazie e buon divertimento :))

… ah! dimenticavo: http://www.e-cataustralia.com/resources/

MISTERO ha detto...

Paolo, il video dimostra che l'idrogeno e l'ossigeno quando si combinano producono "implosione".
Ricordo una lunga discussione con almeno 3 capoccioni di Energeticambiente che sostenevano esattamente il contrario e cioè che l'ossidrogeno è un gas esplosivo.

paolo ha detto...

... quindi la sinergia con un'azienda che studia/sperimenta propulsioni ipersoniche, Tu come la vedi? e, già che ci sei, come mai si sono interessati proprio al "gatto"?

rodrigo ha detto...

@ Mario Massa

Il brevetto di cui parli dovrebbe essere il Papp Engine ossia il motore a gas nobili.
Ultimamente se ne è parlato molto su Vortex a partire da una piccola demo fatta da Bob Rohner al TeslaTech Conference in cui viene mostrato non tanto un motore quanto un principio di funzionamento del pistone con la camera di scoppio smontati e riassemblati prima della prova.

In questa conferenza interviene anche McKubre secondo il quale, in sostanza, è una cosa interessante perché non si capisce bene come faccia a funzionare visto che il motore non scalda neanche dopo ore di funzionamento continuativo dato che non è un motore termico classico che funziona per esplosioni di una qualche miscela e conseguenti espansioni e compressioni di un gas.
La miscela di gas nobili utilizzata nel Papp apparentemente non viene "bruciata", ma si espande "a freddo" in seguito all'applicazione di una scarica elettrica secondo un qualche principio non ben compreso (sconosciuto?).

McKubre avrebbe messo su un test (a quel che ho capito non l'avrebbe eseguito di persona) in cui sono state fatte delle misurazioni in cui l'energia meccanica del motore è almeno dieci volte superiore all'energia elettrica immessa per farlo funzionare e a quel punto ha cominciato a seguire la cosa da vicino.

qui c'è il link al video della demo con il parere di McKubre nel finale e la trascrizione di quello che ha detto.

Il Papp engine era saltato agli onori delle cronache nel 1966 quando durante una demo in presenza di Richard Feynman il motore esplose (qualcuno dice a causa di Feynman che staccò un filo per dimostrare che era una truffa) e ci furono un morto e tre feriti.

Tu ti sei mai interessato della cosa? Qual'è il tuo parere? Per favore non liquidare il discorso dicendo che se era vero, in più di cinquant'anni avremmo visto delle applicazioni commerciali.

sandro75k ha detto...

@Mistero

credevo che commentassi la mia domanda a Franchini: se i siti di ricovero dell'idrogeno "aumentano" all'aumentare della temperatura (sistemi metallo- idrogeno) significa che questi diminuiscono come numero quando questa scende... e se nel frattempo vi è l'idrogeno cosa succede? Non ho una implosione?
Mi viene in mente che il segreto per catalizzare queste reazioni potrebbe essere prima l'aumento della temperatura e poi cercare di raffreddare il sistema in modo repentino per provocare l'effetto implosivo descritto... da quel che ne so, tutti lasciano raffreddare a temperatura ambiente... se le cose stanno così, il catalizzatore è il freddo e la reazione è la tua amata implosione!

sandro75k ha detto...

@Paul

grazie. ho visto foto tutta la notte. Per me ci sono deposizioni sedimentarie su Marte senza ombra di dubbio, ho dubbi su quella in esame ma in altri posti è sicuro! Adesso quello che dovranno fare è camminare con il "giocattolo" lungo un fianco della montagna che tagliata dall'impatto non è altro che una sezione geologica vera e propria. Un po' come i fianchi delle montagne descritte dal Passerini nelle sue scorribande in Vespa; solo che in quel caso le ha tagliate la ruspa o picco e pala quando hanno fatto le strade....

sandro75k ha detto...

@Mistero

forse per quello Rossi è attratto dai Paesi del Nord... :)))

@tutti
Mi raccomando non mi prendete troppo sul serio!

Vettore ha detto...

@rodrigo
La storia del Papp Engine è un po' confusa e frammentaria per farsi un'idea precisa... Resta il fatto che esiste un esempio anche più semplice e perfettamente ripetibile di fenomeno simile, che è conosciuto da decenni, ed è anche stato descritto in letteratura, senza pero' che sia mai stata trovata una spiegazione. Cerca info su esplosioni in acqua causate da archi elettrici...

rict ha detto...

@Mario Massa

Se sei interessato al motore Papp c'e' qualcuno che lo ha riprodotto

http://rohnermachine.com/index.html

Che poi sia una bufala, e' probabile. Non sembra complesso...perche' per gioco non lo replichi :)

tia_ ha detto...

Come mai nessuno discute della smentita di UniBO e delle sue implicazioni?
E' in arrivo una tempesta (cit)

paolo ha detto...

@Sandro e Robi,

mi rivolgo in particolare a voi due per la vostra dichiarata competenza in materia di agricoltura che se confermata troverà interessante consultare questa azienda in generale ed il test, in particolare:

http://www.microsofttranslator.com/BV.aspx?ref=IE8Activity&a=http%3A%2F%2Fbloomthedesert.com%2Fnews%2Fwe-did-it-latest-dubai-project

L'azienda che sta realizzando questo "miracolo" la trovate:

http://www.e-cataustralia.com/resources/

quindi in attesa di sviluppare propusioni ipersoniche, si tenta di sfruttare i deserti che avanzano!
Spero che i puristi tollerino questa mia personale sintesi.

sandro75k ha detto...

@paolo

sembra molto interessante!

robi ha detto...

Paolo
ti dico subito che ci vorrebbe un geologo e un agronomo specializzati nel settore per poter giudicare.
Una cosa mi lascia dubbioso. Il vento
Il vento porterebbe sul suol reso fertile sabbia e sale
Ho avuto solo il tempo di una sbirciatina ,domani lo guardo con più calma-

ciao

barbagianni ha detto...

Non ho capito se i messaggi vengono moderati in base al contenuto o in base all' autore.
Rendetevi conto di quanto male vi fate escludendo i miscredenti, ora state andando dietro all' ossidrogeno implosivo e al motore di Papp, che pena!
Quella che Mistero chiama implosione è la semplice condensazione, vi sta menando per il naso.
Peggio per voi.
Barbagianni

mario massa ha detto...

@rodrigo
@Vettore
@Rict
Come ho detto altre volte penso di essere molto aperto a voler testare o verificare ciò che appare inspegabile, ma questa volta confermo la mia opinione iniziale: follia o presa in giro o, avendo visto quei filmati con prototipi complessi e certamente molto costosi, truffa.

Tralascio la motivazione ovvia che rict mi chiede di evitare (perché se ci lavorano da 40 anni ancora non è in produzione?) e elenco i motivi del mio giudizio:

1 – si asserisce che l’energia meccanica in uscita è 10 volte l’energia elettrica immessa.
Prendendo il filmato lincato da rodrigo si vede un bel condensatore che si suppone venga scaricato ogni volta che si preme il bottone (si sentono le “esplosioni” quando prova a motore aperto).
Questo condensatore ha le dimensioni di un 450V 2000 uF che quindi può immagazzinare E = (2000x450^2)/(2x10^6) = 200J.
Il risultato meccanico è sollevare di circa 10cm un peso che posso stimare al massimo in 10 kg. Il lavoro compiuto è quindi 5x9.8x0.1=10J. A me pare che il lavoro meccanico sia quindi 1/20 dell’energia elettrica entrante.

2 – si asserisce che il sistema rimane quasi freddo. Se si preme il bottone al ritmo di un colpo al secondo la potenza immessa è di 200W pari alla potenza di 2 lampadine: con tutta quella superficie perché mai la temperatura dovrebbe salire più di 20-30 gradi a regime? Lo sperimentatore la misura dopo poche decine di colpi: con tutta quella massa perché sarebbe dovuta salire più di 1 o 2°C?.

(continua)

mario massa ha detto...

(seguito)

3 – la energia meccanica si può convertire facilmente in elettrica con rendimento superiore al 90%: se la potenza meccanica è 10 volte quella elettrica in ingresso perché non hanno azionato un alternatore e con questo alimentato il motore, sarebbe rimasta l’ 80% di potenza da estrarre per accendere luci o far andare qualcosa. Invece si vedono batterie da tutte le parti.

4 – anche accettando che il plasma inneschi una “fusione fredda”, il motore va contro tutti i principi fisici: il gas non risponderebbe nemmeno alle leggi dei gas, il sistema eseguirebbe un ciclo che però non sarebbe un ciclo termodinamico. A me pare che semplicemente il gas si dilati per l’energia immessa dalla scarica, poi si raffreddi immediatamente per contatto con le pareti. Il ciclo si potrebbe assimilare a una isocora-adiabatica-isocora-isobara. Considerando un volumedel cilindro di 0.5litri e l’energia che abbiamo visto essere di 200J il gas all’interno raggiunge una temperatura dell’ordine di 300°C e praticamente raddoppia la pressione. Su un pistone di 100mm ciò significa una spinta di circa 70kg più che sufficienti a sollevare violentemente quella ruota dentata posta come peso.

5 – il brevetto di quel motore è talmente ridicolo e pieno di assurdità che per una volta concordo in pieno con Camillo: basta leggere la carta per buttare tutto. Esempio: “i condensatori sono inglobati in resina epossidica. E’ preferibile che una piccola percentuale di grafite venga aggiunta per impedire che le particelle nucleari che si formano nella camera possano uscire” oppure:”per motori con più di 1000 CV (pensa in grande!) si adotterà un generatore a frequenza variabile (da 2.057 MHz a 27.120MHz). La regolazione della frequenza regola la velocità di rotazione. Per motori da 300CV (roba da ridere) è sufficiente usare una frequenza costante” o ancora:”è calcolato che come risultato di tutte queste interazioni, allo scoccare dell’arco che divide l’elio in idrogeno in un volume di 2-3 x 10^-6 mm3, si raggiunge una temperatura di 50.000.000 °C” cioè la fissione dell’elio sarebbe esotermica! E ancora “conseguentemente c’è una reazione di fusione dell’elio consistente nella conversione energetica di un singolo atomo, che rilascia sufficiente energia da spingere il pistone” cioè l’energia equivalente alla massa di un solo atomo di elio spingerebbe il pistone: tale energia è pari a circa 10^-9J e considerando 100 cicli al secondo la potenza di quel motore sarebbe di 1/10 di microWatt! Ma ancora: “il sesto concetto riguarda... di accelerazione dei raggi alfa, beta e gamma (!) grazie a un campo ad alta tensione e al posizionamento di placche a 90° fra anodo e catodo per rallentare e riflettere i neutroni generati durante la scarica(!)” . Lascio a chi ne ha voglia di scoprire tutte le assurdità scritte in quelle quasi 40 pagine contenenti tra l’altro schemi elettrici/elettronici senza senso.

Scusami Vettore, ma non credi che dare credito a queste assurdità significhi togliere credibilità a quelle cose che potrebbero rivelarsi realtà e di fatto prestare il fianco al negazionismo più assoluto?

barbagianni ha detto...

Vediamo se passa anche questo--------------

WARNING: prendere in considerazione quanto segue potrebbe rivelarsi destabilizzante!

Propongo un esercizio: dopo aver confrontato 1 con 2, verificare o falsificare la seguente proposizione:
se 1 e 2 convergono, il sistema in esame può funzionare; se confliggono, il sistema non può funzionare.
1)http://www.rexresearch.com/1index.htm
2)http://www.lhup.edu/~dsimanek/museum/unwork.htm

bg

Vettore ha detto...

@Mario Massa
Scusami Vettore, ma non credi che dare credito a queste assurdità significhi togliere credibilità a quelle cose che potrebbero rivelarsi realtà e di fatto prestare il fianco al negazionismo più assoluto?
Non credo che hai letto bene quello che ho scritto, oppure gli stai attribuendo un significato arbitrario per certi versi perfino opposto al messaggio che contiene...
1) ho detto che non ci sono informazioni abbastanza dettagliate sul Papp Engine per farsi un'idea definita; 2) come saprai bene mi sono sempre rifiutato di commentare o estrapolare "verità scientifiche" a partire da filmati o informazioni indirette e incomplete; 3) ho detto che esiste un fenomeno per certi versi molto simile (e altrettanto "impossibile") che è molto noto e molto ben documentato ma che non ha ancora una spiegazione (se non di comodo): mi riferisco alle esplosioni in acqua di archi elettrici, che producono una energia cinetica molto superiore a quella data in ingresso (anche considerando eventuali reazioni chimiche e fisiche indotte che possono coinvolgere l'acqua stessa). L'esperimento è molto semplice: in un piccolo volume cilindrico pieno d'acqua e chiuso ad un'estremità si innesca un arco elettrico (decine di J a qualche decina di kV). L'esplosione che si ottiene spara l'acqua con un'energia cinetica molto superiore a quella elettrica immessa (facilmente determinabili entrambe). Questa cosa non ha spiegazione, ma avviene, ed è stata perfino sfruttata in alcune lavorazioni industriali. Non mi sembra così inconcepibile supporre che lo stesso meccanismo possa avvenire con i gas nobili, oltre che con l'acqua... Esistono diverse varianti a questo effetto, alcune coinvolgono l'esplosione di fili sottili, sempre tramite scariche elettriche.
Riguardo ai brevetti di Papp, hai dato un'occhiata ai brevetti successivi (alcuni anche molto recenti) che li citano? E' molto curioso questo particolare, considerando che secondo te sono così "sconclusionati" sebbene a quanto pare sono perfino stati concessi...
Altra coincidenza curiosa: hai mai sentito parlare del motore di Speri? Era stranamente simile a quello di Papp... E che dire di quel mattacchione di McKubre, evidentemente anche lui "presta il fianco al negazionismo più assoluto"...
Mario, se vuoi certezze non cercarle su Internet: al massimo puoi trovarci disordine ed un sacco di assurdità. Se sei bravo magari trovi indizzi per iniziare a sbrogliare la matassa, altrimenti resti con i tuoi dubbi/certezze (auto-imposti)...

Daniele Passerini (22passi) ha detto...

@Vettore
Più chiaro di così non si può, grazie.

mario massa ha detto...

@Vettore

Perché non entri nel merito della analisi invece di cambiare discorso? Sarò felice di analizzare le esplosioni nell’acqua quando qualcuno mi fornirà dati attendibili da analizzare.

Per il motore Papp mi pare che un filmato in cui l’inventore fa una dimostrazione nella quale asserisce che l’energia meccanica uscente è 10 volte quella elettrica entrante, poi con due calcoletti è possibile mostrare che invece l’energia meccanica uscente è 20 volte inferiore all’energia entrante non sia trascurabile. Ripeto per l’ennesima volta che i filmati sono ammessi come prova in tribunale, perché in questo caso li ignori? In questo settore vediamo dichiarazioni assurde (ricordi il getto di vapore davanti alla maglietta di Levi?) perfettamente documentate da un filmato e i sostenitori come te invece di proporre una spiegazione cambiano discorso. O credi davvero che tutti questi inventori facciano apposta a fare dimostrazioni farlocche pur avendo un sistema che funziona? Perché a questo punto non rimane che ignorare il tutto e aspettare. Ma poi siete voi che piangete perché le istituzioni non investono in ricerca su queste cose. A me pare che stiamo dando i numeri.

Daniele Passerini (22passi) ha detto...

@Mario Massa
Immagino sei conscio che ti ho scelto come rappresentante degli scettici nel cuore stesso del blog. Ma la campana di Vettore, mi suon sempre più ragionevole della tua... Le parole di Vettore su cui dovresti riflettere di più alla fin fine sono queste: "Mario, se vuoi certezze non cercarle su Internet: al massimo puoi trovarci disordine ed un sacco di assurdità. Se sei bravo magari trovi indizzi per iniziare a sbrogliare la matassa, altrimenti resti con i tuoi dubbi/certezze (auto-imposti)..."
Ti dedico questo racconto zen, che mi sembra molto appropriato:
Nan-in, un maestro giapponese dell’era Meiji (1868-1912), ricevette la visita di un professore universitario che era andato da lui per interrogarlo sullo zen.
Nan-in servì il tè. Colmò la tazza del suo ospite, e poi continuò a versare.
Il professore guardò traboccare il tè, poi non riuscì più a contenersi. "È ricolma. Non ce n'entra più!".
"Come questa tazza," disse Nan-in "tu sei ricolmo delle tue opinioni e congetture. Come posso spiegarti lo Zen, se prima non vuoti la tua tazza?".

Un abbraccio e buona domenica

P.S. Scrivere sia da me che da Franchini è un po' come vedere un giornalista scrivere sia per La Repubblica sia per Il Giornale. Prima o poi dovrai fare una scelta. :)

mario massa ha detto...

Ciao Daniele,
ti assicuro che il racconto Zen lo conoscevo e cerco sempre di tenerlo a mente. Devi accettare però che un ingegnere (o un tecnico in generale) appoggia i suoi ragionamenti su numeri. Se i numeri vanno in una certa direzione non può negarlo a se stesso.

Quello che contesto a Vettore è di non dividere l’assurdo dal plausibile. E per assurdo non intendo cose che vanno contro regole “assodate”, ma cose assurde in se stesse. Se uno mi dice entra 1 esce 10, ma poi mentre lo dice si vede che entra 20 e esce 1 io dico che ci troviamo davanti a un assurdo. Se in un brevetto scrive che ottiene a ogni ciclo l’energia pari alla massa di un atomo di elio quell’energia è piccolissima e non è grande come asserisce o dobbiamo rinunciare anche a E=mc2. Se asserisce che accelera i gamma mediante un’alta tensione dobbiamo accettare che la luce si può accelerare e ha carica elettrica.

Quello che mi pare è che non si vuole condannare apertamente queste invenzioni per il semplice fatto che esistono da decenni e hanno mosso tali interessi che accettare che sono false significherebbe ammettere che è possibile, per non so quale motivo, mettere su una truffa scientifica (o bufala) galattica. E questo toglierebbe valore alla affermazione secondo la quale è assurdo che Rossi o Defkalion abbiano messo su tutto questo senza una verità sotto e soprattutto senza che si possa capire quale sarebbe la truffa.

Mi consigli di meditare su “Mario, se vuoi certezze non cercarle su Internet” che appare strano detto da un blogger! Comunque non mi affido alle opinioni su internet (che come la mia e la tua lasciano il tempo che trovano), ma a documenti resi disponibili su internet: è come contestare la validità di uno scritto in base al tipo di carta utilizzato.

Da parte mia mi pare che il volere sempre e fortissimamente verifiche e misure da parte di terzi dimostri che non mi fido affatto delle opinioni su internet.

Per il fatto di scrivere qui e da Camillo la domanda che ti faccio è: hai notato differenze in ciò che dico qui o là? Non pensi che semplicemente uno che si sforza in tutti i modi di essere obiettivo venga accettato sia da Repubblica che dal Giornale?

Un abbraccio sincero in attesa di poter discutere davanti a un piatto di strozzapreti.

Daniele Passerini (22passi) ha detto...

@Mario Massa
Quello che contesto a Vettore è di non dividere l’assurdo dal plausibile...
Direi che col lavoro che fa se non sapesse dividere l'assurdo dal plausibile sarebbe andato fallito da un bel pezzo ormai. Ribadisco il punto sollevato da Vettore: i "movioloni" su internet sono fragili castelli di carta di congetture costruiti su assunti e postulati privi di qualunque sostegno oggettivo. Considerarli fortezze della logica è fuorviante.
Ricambio l'abbraccio e l'auspicio degli strozzapreti o strangozzi che dir si voglia! :)

Daniele Passerini (22passi) ha detto...

@Mario Massa
Dimenticavo...
...hai notato differenze in ciò che dico qui o là? Non pensi che semplicemente uno che si sforza in tutti i modi di essere obiettivo venga accettato sia da Repubblica che dal Giornale?
Sì, ma non pensi che uno dovrebbe anche guardare a un giornale come a un insieme di persone che condividono valori fondanti e linee redazionali?
Ti auguro di non percorrere, saresti il primo, la stessa traiettoria di tante altre persone (me compreso) che hanno tentato un DIALOGO dentro/con il "fanghificio" (nomignolo fastidioso, ma abbondantemente meritato) arrivando alla conclusione che, quale che sia il loro interesse, di sicuro non è il dialogo. E la delusione che se ne ricava è sempre grande.
Buona domenica

Vettore ha detto...

@Mario Massa
Perché non entri nel merito della analisi invece di cambiare discorso?
Mario, non ci capiamo proprio: io quel filmato non l'ho neanche visto, e non ho intenzione di farlo, ne di analizzare alcunchè. Così come non ho visto ne commentato molti di quelli di Rossi o di Celani. Da questo punto di vista sono molto più "estremista" ed "integralista" di te: portami un dispositivo reale, facciamo delle misure e poi ne possiamo discutere (anzi, a quel punto c'è poco da discutere, c'è un risultato oggettivo). Oppure mi sporco le mani e vado a cercare e prendere informazioni di prima mano se voglio farmi un'idea precisa. Però discutere di video, dichiarazioni, voci e indiscrezioni, con la pretesa di poterne trarre conclusioni assolute e scientifiche, per me è follia (e lo dico da sempre). Per cui, in mancanza di questi presupposti (ossia quasi nel 100% dei casi con cui si ha a che fare su Internet), via libera al "cazzeggio" e a vie collaterali per tentare di arrivare a qualche certezza (per forza di cose personale).
A volere essere precisi, non ho scritto che il motore di Papp funziona: ho scritto che non ho elementi per dirlo. Non ho avvallato i claim o i risultati di alcuno. Ho solo detto che ci sono una serie di elementi interessanti in relazione a questa invenzione... E il termine "interessante" è inteso in senso soggettivo.
Ci tengo anche ad escludermi da quasiasi categoria in cui tu mi includi usando il termine "voi": io sono abituato a ragionare con la mia testa e mi rifiuto di appartenere a qualsiasi fazione che mi imponga di rinunciare a questa facoltà. Per cui quello che dico io è attribuibile esclusivamente a me e non a gruppi di qualsiasi genere, e viceversa le idee di gruppi di quasiasi genere non necessariamente corrispondono con le mie.

sandro75k ha detto...

@Daniele 22

anche a me piace confrontarmi con Camillo nel suo blog e mi pare anche a Mistero se non fosse così spesso oggetto i gratuite offese. Non è che perchè lui non creda alle LENR si possa pensare che non capisca un tubo di chimica. Franchini è un "mostro" chimicamente parlando e se si usa un po' di intelligenza , c'è solo da imparare da uno come lui... E' un po' come il satellitare del mio post, vi sono tutte le mappe possibili ma poi quelli intelligenti sanno "sterzare" in caso di problema...
Quello che non sopporto di Franchini è la sua eccessiva sicurezza nel volere annientare letteralmente chi la pensa in maniera diversa ma sbaglia di grosso chi pensa che non possa essere consultato in modo intelligente!

mario massa ha detto...

Ciao Vettore,
la tua non appartenenza a nessun “gruppo” coincide con la mia posizione: diciamo che siamo entrambi nel “gruppo misto” ma con idee e approcci molto diversi. Il “voi” era riferito semplicemente alle persone mentalmente molto favorevoli a prendere per vere certe affermazioni (la storia Zen di Daniele vale per tutti).

So bene che non hai sostenuto che il motore Papp funziona, ma ci sono casi nei quali secondo me occorre avere il coraggio di dire che ciò che viene mostrato dall’inventore non sta funzionando mentre tutti nella platea fanno ohh!, esattamente come il caso della maglietta di Levi o del filmato di Rossi con i clienti indiani. Se poi anche la teoria e la documentazione proposta come nel caso Papp è una accozzaglia di assurdità non mi pare il caso di rimanere con i piedi su due staffe alimentando bufale e illusioni.

Continuo a non capire la tua idiosincrasia per i video e le foto: cosa importa se sono su internet o su Novella 2000? Se sono veri (come questi chiaramente sono) sono una testimonianza inferiore solo a una visione in diretta del fenomeno. Dici “portami un dispositivo reale, poi ne parliamo”, è chiaro che taglierebbe la testa al toro, peccato che non te lo danno. Ma allora perché sei contrario anche a gruppi terzi di verifica dicendo che non si sono mai usati e non ne vedi il motivo?

Sei alquanto più giovane di me, e non riesco a capire come fai a essere così fossilizzato su metodi tradizionali (e in questi casi inapplicabili) di analisi.

sandro75k ha detto...

Daniele 22

un esempio concreto? Che le reazioni nei sistemi metallo-idrogeno potessero essere un particolare caso di piezonucleare me lo ha fatto capire Franchini...

SPAXIO ha detto...

@Vettore

"... L'esperimento è molto semplice: in un piccolo volume cilindrico pieno d'acqua e chiuso ad un'estremità si innesca un arco elettrico (decine di J a qualche decina di kV). L'esplosione che si ottiene spara l'acqua con un'energia cinetica molto superiore a quella elettrica immessa (facilmente determinabili entrambe)..."



ho fatto una stima a spanne
esempio 50 J immessi in 200 cc di acqua (un bicchiere)

supponiamo che 25J innalzano la temperatura dell'acqua e 25J gli fanno acquistare energia cinetica

avremo un innalzamento della temperatura ridicolo meno di 3 centesimi di grado

e un movimento abbastanza vistoso di 15,8 m/s(56 km/h)

Vettore, questa stima da risultati molto diversi da quelli che conosci?

in tal caso, mi sai indicare qualche riferimento o documento più preciso di chi ha fatto questi esperimenti

Grazie

Vettore ha detto...

@Mario Massa
Continuo a non capire la tua idiosincrasia per i video e le foto
I video e le foto ti mostrano una sola prospettiva, che per di più non è quella che scegli tu. E questo è vero sia dal punto di vista puramente ottico, che da quello della comunicazione. E' chiaro che io con un video ti posso fare vedere e credere tutto quello che voglio, basta che non commetto errori formali e che le immagini siano credibili. Come fai a capire che un video è genuino, completo e corretto? E' una stima arbitraria! Che per me invalida tutto quello che sta a valle...
Non so se è chiaro.

ma ci sono casi nei quali secondo me occorre avere il coraggio di dire che ciò che viene mostrato dall’inventore non sta funzionando mentre tutti nella platea fanno ohh!
Se dovessimo contestare chiunque appare in TV a dire cose errate o false bisognerebbe eliminare il 90% degli spot pubblicitari e... il 100% delle interviste ai politici... :-) E non parliamo di quello che c'è su Internet!
E' rumore di fondo, e non puoi combattere contro il rumore di fondo... :-)

Sei alquanto più giovane di me, e non riesco a capire come fai a essere così fossilizzato su metodi tradizionali (e in questi casi inapplicabili) di analisi.
Questo te lo posso spiegare facilmente: sono un ricercatore! Sono abituato a seguire le strade ufficiali e i metodi accettati. E nonostante questo ho toccato con mano quante idiozie sono scritte perfino su articoli scientifici pubblicati su riviste serie e passati sotto il peer-review, così come in un buon 80% dei brevetti di tutto il mondo. Figurati quali possono essere i risultati quando segui metodi alternativi, che per di più non sono neanche universalmente accettati nel campo delle verifiche tecniche...

Ma allora perché sei contrario anche a gruppi terzi di verifica dicendo che non si sono mai usati e non ne vedi il motivo?
Te l'ho detto, sono abituato a seguire la strada ufficiale: in campo scientifico non è mai esistito "il verificatore", esistono le repliche indipendenti. In campo industriale le verifiche, le validazioni e le dimostrazioni si fanno comunemente, ma è il proprietario che decide di farle! Mica un esterno, senza alcun rapporto formale, che per di più afferma di volerne diffondere i risultati. E' una cosa che non sta in piedi comunque la guardi (per lo meno dai miei due punti di vista che sono questi).

@Spaxio
in tal caso, mi sai indicare qualche riferimento o documento più preciso di chi ha fatto questi esperimenti
C'è un mare di letteratura su questo argomento, anche molto vecchia. Tutti concordano sul fatto che la grande energia cinetica dell'acqua non è dovuta a meccanismi conosciuti (riscaldamento, elettrolisi, etc.), come confermano anche i tuoi calcoli.
Uno dei documenti più recenti e spesso citati è questo:
George Hathaway, Peter Graneau, Neal Graneau, "Solar Energy Liberation from Water by Electric Arcs". Journal of Plasma Physics Vol. 60, Part 4, pp.775-786, 1998
Ma non è ne il solo ne il più esaustivo (soprattutto per le misure dell'energia in uscita e per l'interpretazione). Se l'argomento ti interessa ti consiglio di dare un'occhiata anche ad altri articoli di autori precedenti.

robi ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
mario massa ha detto...

@Vettore
“Non so se è chiaro.” (riferito ai video)

Per fortuna che non fai l’avvocato, se questa è la linea di difesa che adotteresti per salvare un tuo assistito immortalato da una telecamera di sorveglianza mentre compie una rapina!
Comunque trascuri il fatto che questi video sono prodotti dagli inventori stessi che non si accorgono di avervi messo particolari che li sconfessano. Il tuo sì che è negazionismo estremo!

“ Questo te lo posso spiegare facilmente: sono un ricercatore! Sono abituato a seguire le strade ufficiali e i metodi accettati.”

Sta parlando Vettore o Camillo Franchini?

“In campo industriale le verifiche, le validazioni e le dimostrazioni si fanno comunemente, ma è il proprietario che decide di farle!”

E chi ha mai detto il contrario. A Rossi glielo chiediamo, mica glielo imponiamo col fucile. Se fino ad ora non ha voluto farlo non significa che davanti al cambiamento della situazione non possa cambiare idea. Certo che se non glielo chiedi non potrai mai sapere se è disposto.

“Te l'ho detto, sono abituato a seguire la strada ufficiale: in campo scientifico non è mai esistito "il verificatore"”

Ho fortemente criticato la misura calorimetrica di Celani. Gli ho già offerto pubblicamente un aiuto per realizzare una misura più attendibile. Spero di vederlo il 22 e di chiederglielo di persona. Sbaglio? Invece di cercare di migliorare insieme a lui il suo sistema secondo te sarebbe più normale mettersi lì a replicarlo con spese ingenti e probabilità nulla di fare tutto come deve essere fatto? Scusami ma questo è proprio il ragionamento da “ricercatore” che non ha il fine di giungere alla verità ma quello di “ricercare” cioè trovare qualcosa da fare per giustificare lo stipendio.

@ Spaxio
“Esplosioni nell’acqua”

Qui trovi riferimenti a repliche che mostrano come l’energia cinetica in uscita è almeno 200 volte inferiore all’energia elettrica immessa. ttp://www.conspiracyoflight.com/waterarc/waterarcexplosion.html

GPT ha detto...

Dal riferimento dcoumentale di Mario Massa non capisco quale sia il "segreto" degli archi elettrici in acqua.
@Vettore se puoi ci puoi dire cosa c'e' di sbagliato in quello che viene riportato (e che contraddice la tua affermazione)?

Per i video Vettore ha ragione fintanto che dal video stesso non si possano evidenziare (facilmente) errori o incongruenze.
In pratica un video puo' essere analizzato per dire "cio' che viene mostrato non equivale all'affermazione per questo motivo", mentre non è vero l'opposto in quanto il video o le condizioni al contorno possono essere "taroccate" e se non tocchi con mano puoi essere ingannato.

piero41 ha detto...

@M.Massa
"secondo te sarebbe più normale mettersi lì a replicarlo con spese ingenti e probabilità nulla di fare tutto come deve essere fatto? Scusami ma questo è proprio il ragionamento da “ricercatore” che non ha il fine di giungere alla verità ma quello di “ricercare” cioè trovare qualcosa da fare per giustificare lo stipendio."
E' su questi punti dove entrate necessariamente in contrasto : Vettore è un ricercatore ed opera secondo procedure propie del campo: la replicabilità è uno dei principi fondamentali: ti danno un esecutivo preciso ed istruzioni chiare e l'apparecchio col fenomeno deve esser replicato per validar lo stesso fenomeno. ( ti ricordi per l'e-cat ti dissi che ci avrei investito la casetta del nonno solo se due università fossero riuscite a replicarlo, niente scatola nera fornita da Rossi) Questa è la ricerca credo e per far questo deve esser finanziata.
Tu sei un operativo che opera nel mondo reale, economico e giustamente operi con altre procedure,usando magari delle scorciatoie che portano ad una "discreta/buona" approssimazione risparmiando tempo e denaro. ( al liceo la prof.sa ci urlava : guai se mi venite a parlar di kilogrammetro di quei cialtroni d'ingegneri, noi studiamo fisica ...)
Per questo penso non potete accordarvi... usate sistemi e prcedure troppo diverse.. Se Celani seguisse le tue procedure sicuramente di bun senso penso sarebbe preso per il... dai colleghi in fase di verifica. Personalmente toglierei certe provocazioni anche offensive al tuo commento , ci perdi in dignità , scusami...

mario massa ha detto...

@piero41
"Personalmente toglierei certe provocazioni anche offensive al tuo commento , ci perdi in dignità , scusami..."

Confesso che,cosa per me assai rara, quando ho scritto quel commento ero davvero arrabbiato.

Chiedo scusa quindi se ho offeso o provocato oltre il lecito.

Rimango però della mia idea che in questi campi la fase delle repliche è necessariamente successiva a una fase di verifica congiunta con l'inventore.

Vettore ha detto...

@Mario Massa
Comunque trascuri il fatto che questi video sono prodotti dagli inventori stessi che non si accorgono di avervi messo particolari che li sconfessano. Il tuo sì che è negazionismo estremo!
Si, forse hai ragione: la prossima volta che devo fare una certificazione ATEX proverò a mandare un video al certificatore, magari risparmio tempo e fatica... E neanche in alta definizione, basta Youtube con la sua mega-compressione di serie! Cavolo, siamo nel 2012, dobbiamo modernizzarci!

Sta parlando Vettore o Camillo Franchini?
Il test è semplice: se mi sentirai dire che è giusto battersi per far togliere i finanziamenti a colleghi che fanno ricerche alternative alle mie, allora può darsi che stai parlando con Franchini...

Scusami ma questo è proprio il ragionamento da “ricercatore” che non ha il fine di giungere alla verità ma quello di “ricercare” cioè trovare qualcosa da fare per giustificare lo stipendio.
Non ti sfiora il dubbio che il fine di un ricercatore nel campo delle LENR sia capire come funzionano questi fenomeni e riuscirli a controllare, e non fare calorimetrie precise alla quarta cifra decimale (sprecando tempo e denaro)?
E comunque non retrocedo di una virgola dalla mia posizione "ultra-ortodossa": una replica indipendente vale infinitamente di più (filosoficamente e praticamente) di una "validazione", se non altro per il fatto che ottenere lo stesso risultato con persone diverse, apparati diversi e strumenti diversi è una evidenza pressocchè assoluta (filosoficamente parlando, non solo in pratica o verso terzi).

Qui trovi riferimenti a repliche che mostrano come l’energia cinetica in uscita è almeno 200 volte inferiore all’energia elettrica immessa.
A parte il fatto che in quel link si cita anche l'articolo che avevo indicato io, che spiega quei numeri più in dettaglio, e che evidentemente non hai letto... Così come immagino non hai letto neanche altri articoli in cui si ottengono efficenze perfino lorde > 1 (nell'articolo in questione l'efficienza lorda è <1 ma quella netta è molto maggiore di 1). Comunque non mi risulta (smentiscimi pure)che tu possa fornire una spiegazione al fenomeno dell'esplosione dell'acqua, ne alla velocità documentate da quasi tutti gli autori pari a diverse centinaia di m/s (velocità supersoniche).

tia_ ha detto...

>Si, forse hai ragione: la prossima volta che devo fare una certificazione ATEX proverò a mandare un video al certificatore, magari risparmio tempo e fatica... E neanche in alta definizione, basta Youtube con la sua mega-compressione di serie! Cavolo, siamo nel 2012, dobbiamo modernizzarci!

Vedo che ci stiamo arrampicando sugli specchi :)
Il lavoro di un certificatore è cercare i problemi, e può essere che da un semplice video non saltino fuori. Ma se c'è un errore palese è un altra questione.
Inutile che tiri fuori questioni come compressione o taroccamenti, il video di Krivit sulla sfiatella è inequivocabile: l'e-cat non stava andando. Manco l'industrial light&magic ti faceva un effetto del genere.
La tua posizione è molto comoda: fai finta di non vedere, cosi poi quando scoppia il bubbone potrai sempre dire che non si poteva sapere

piero41 ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
piero41 ha detto...

@Tia
"il video di Krivit sulla sfiatella è inequivocabile: l'e-cat non stava andando. Manco l'industrial light&magic ti faceva un effetto del genere." Questo è il tuo sistema di prender pre il... la gente, vuoi suggerire che c'è un limite, un effetto oltre il quale "a buon senso" non si riesce ad andare!! ma dai lo sai bene che si può far di tutto, tutti i taroccamenti immaginabili!! Se avessi tempo, voglia e un po' di professionalità in più sarebbe divertente un qualche effetto vaporiera, e allora che diresti??.. d'altra parte propio oggi oca sapiens a gerardo di la parlava dei problemi creati da photoshop e simili.... quindi tranquillo ehh con queste tue dichiarazioni...

GPT ha detto...

Tia può essere antipatico come lo ha scritto, ma ha pienamente ragione stavolta nella sostanza:
Da un video si può desumere che una cosa non va come viene dichiarato. Non è invece vero il contrario (proprio per la questione dei possibili tarocchi).
Si può quindi evitare di fare un viaggio per certificar qualcosa se già da un video è palese che non funziona.

Franco Morici ha detto...

@ Vettore

E' piu' di un anno che su EA racconti di eseguire esperimenti LENR (di vario tipo, non so se anche le cosidette repliche).

Visto che sei un ricercatore "ortodosso" ti chiedo:
hai mai ottenuto piu' energia di quella immessa nel sistema misurandola pero' attraverso una vera calorimetria?

Se si, potresti documentare pubblicamente i risultati?

piero41 ha detto...

@GPT
Tia parla del video di Krivit sulla sfiatella , se è una registrazione di Krivit durante l'intervista nessuno avreppe poi impedito a lui di farlo taroccare....
Ma in questo caso potrebbe anche darsi che Rossi non abbia nemmeno portato a regime l'e-cat per non perder troppo tempo col giornalista....chissà

Vettore ha detto...

@Tia
Vedo che ci stiamo arrampicando sugli specchi :)
Ma neanche di striscio... Eppure tu dovresti essere bravo a riconoscere questo genere di specialità... :-)

Il lavoro di un certificatore è cercare i problemi,
E notoriamente tu di queste cose te ne intendi...

e può essere che da un semplice video non saltino fuori
Ah, ecco qual'è il problema... Pensa un pò, avevo capito che i video potessero comunicare anche di più di quello che si vede...

Inutile che tiri fuori questioni come compressione o taroccamenti,
Voui forse dire che non è vero che la compressione entropica annulla i dettagli già di per se poco visibili, sia nello spazio, sia nella luminanza e crominanza, sia nel tempo? Qualcuno dei moviolisti ha mai provato a quantificare questa perdita? (Esistono delle metriche precise, sai) Dai, visto che vi piacciono i video e i calcoli applicati ai video dovreste applicarvi di più...

il video di Krivit sulla sfiatella è inequivocabile: l'e-cat non stava andando.
E per caso il video ti dice anche perchè non stava andando?

La tua posizione è molto comoda: fai finta di non vedere, cosi poi quando scoppia il bubbone potrai sempre dire che non si poteva sapere
Ma guarda che coincidenza, avrei detto la stessa cosa della tua posizione: "Non c'erano prove, tutte le evidenze erano contrarie! Nessuno di buon senso poteva affermare che il coso funzionava..."

@Franco Morici
Visto che sei un ricercatore "ortodosso" ti chiedo: hai mai ottenuto piu' energia di quella immessa nel sistema misurandola pero' attraverso una vera calorimetria?
La domanda è mal posta: 1) i fenomeni LENR non sempre e non necessariamente si manifestano con produzione di calore; 2) in quanto "ricercatore ortodosso" comunico tramite paper e non dai blog (sono parzialmente auto-ironico... :-) )

Se si, potresti documentare pubblicamente i risultati?
I dettagli degli esperimenti ed i dati non sono mai stati resi pubblici, e non lo saranno per un pò... Non posso dire di più, per ora.

tia_ ha detto...

>Ah, ecco qual'è il problema... Pensa un pò, avevo capito che i video potessero comunicare anche di più di quello che si vede...

Veco che hai centrato il punto della questione

>Voui forse dire che non è vero che la compressione entropica annulla i dettagli già di per se poco visibili, sia nello spazio, sia nella luminanza e crominanza, sia nel tempo? Qualcuno dei moviolisti ha mai provato a quantificare questa perdita? (Esistono delle metriche precise, sai) Dai, visto che vi piacciono i video e i calcoli applicati ai video dovreste applicarvi di più...

Certo che è vero, ma basterebbe aver visto il filmato e saperne un attimo per capire che la velocità del vapore è troppo bassa. E basterebbe ragionarci ancora un attimo per capire che non può essere che il vapore sia molto trasparente, perchè quello non trasparente che si vede nel video non viene spazzato via da quello "invisibile".

Notare che Rossi, e qui rispondo anche a piero41 quando è saltata fuori la questione con Ekstrom, invece di dire:
- Ehi è un taroccamento
- Ehi non si vede per la compressione, bla bla bla
ha tirato fuori una stronzata, dicendo che il tubo disperdeva 5 kilowatt (si, 5000 watt) nei 4/5 metri di tubo che c'erano (tutti i riferimenti qui: http://newenergytimes.com/v2/news/2011/37/3707appendixa2.shtml)

tia_ ha detto...

>E per caso il video ti dice anche perchè non stava andando?

No, la questione è che nel video Rossi diceva che stava andando. E c'era pure Levi in parte.

Franco Morici ha detto...

Vettore wrote:

La domanda è mal posta:
1) i fenomeni LENR non sempre e non necessariamente si manifestano con produzione di calore;
2) in quanto "ricercatore ortodosso" comunico tramite paper e non dai blog (sono parzialmente auto-ironico... :-) )



Riformulo la domanda ma temo che, nuovamente, non mi risponderai nel merito fornendo documenti a supporto:
Hai mai ottenuto nei tuoi esperimenti o repliche LENR piu' energia di quella immessa nel sistema, energie misurate sia in entrata che in uscita in modo sufficientemente accurato?


Q. Se si, potresti documentare pubblicamente i risultati?

A. I dettagli degli esperimenti ed i dati non sono mai stati resi pubblici, e non lo saranno per un pò... Non posso dire di più, per ora.

Anche tu sei sotto NDA o altro? :)
Non mi interessa una risposta sui Blog... ma proprio dei "Paper" pubblicati come farebbe un ricercatore "ortodosso".

sandro75k ha detto...

@Vettore

se sostieni che esitono fenomeni di trasmutazione senza eccessi di calore mi sa che qualcuno sta prendendo un abbaglio... Può anche darsi che abbia interpretato male io le tue parole ed allora ti invito, se puoi, a spiegarti meglio...

piero41 ha detto...

@Tia
Vedi giorni fa mia moglie (che l'aveva ottenuta in astronomia a UniBo) vedendo la sfiatatella mi ha smontato subito con poche parole , che però stranamente non avevo mai sentito in tutti questi mesi dai sapientoni, il vapore più o meno secco in leggera pressione nel tubo quando esce si espande e si raffredda divenendo tutto saturo e visibile, è una legge dei gas... quindi sfiatatella inadeguata fu....non si scappa...
Potrei dirti che Krivit avrebbe potuto facilmente far alleggerire l'intensità del vapor saturo o come ho detto sopra non avrebbe nemmen portato a regime la reazione dell'e-cat per non perder tempo con un giornalista antipatico che aveva riconosciuto in Piantelli il vero ideatore del reattore a polveri (vds suoi archivi)... Rossi ne era capace.... bohh!!

GPT ha detto...

@Piero41
io parlavo in generale sulla possibilità di utilizzare un video per dimostrare che qualcosa funzioni. Non parlavo di video "taroccati" per smontare una tesi. Chiaramente questi sono una truffa. Nel merito del video di Krivit per quanto mi possa essere antipatico non mi sembra che alcuno (e neanche Rossi) ne abbia ipotizzato al tempo la manomissione. Ovviamente posso essermi perso qualche pezzo un anno fa e non avere tutte le info.

Vettore ha detto...

@Franco Morici
Hai mai ottenuto nei tuoi esperimenti o repliche LENR piu' energia di quella immessa nel sistema, energie misurate sia in entrata che in uscita in modo sufficientemente accurato?
Risponderti "si" senza potere scendere nei dettagli non so che valore abbia, comunque la risposta è si...

Anche tu sei sotto NDA o altro? :)
No, il motivo per cui mantengo un certo riserbo è un pò diverso.

@Sandro75k
se sostieni che esitono fenomeni di trasmutazione senza eccessi di calore mi sa che qualcuno sta prendendo un abbaglio...
Il calore generato nelle reazioni LENR è una specie di effetto collaterale, non è direttamente insito nelle reazioni. A seconda delle condizioni possono succedere cose diverse dallo sviluppo di calore... Questo è uno dei fattori che spesso complica gli esperimenti: si cerca una cosa, e invece se ne ottiene un'altra completamente diversa, magari anche più interessante, che però passa inosservata...

piero41 ha detto...

@GPT
Un video o una foto non ce l'ha scritto sopra se è taroccata anzi... prendiamola alla larga: Sino a vari anni fa per tutti le foto testimoniavano la verità, la realtà, poi con le facce ed i corpi risistemati delle dive si è consolidata la consapevolezza dei trucchi di photoshop ed anche le foto sono osservate con occhi molto più critici però i trucchi se eseguiti da professionisti con tutti i passaggi opportuni non si riconoscono certo. Potresti solo immaginarli niente certezze.. Trucchi simili si ossono eseguire con i video e nei film: chi costruisce più i famosi modellini di ET o di alien.ecc..Però tutti quando vedono un video pensano automaticamente di vedere la realtà e non che questa possa esser stata alterata , Probabailmente Rossi vedendo la sfiatatella di Krivit se (dico se) fosse stata da lui alterata avrebbe detto "hanno ragione c'è poco vapore, come mai?" e non avrebbe pensato ad un trucco video.... è così che ci fanno pensare i nostri sensi...
Per questo vorrei ripetere a M.Massa di stare attento perchè prima o poi c'è sempre uno più professionista che conoscendoti e magari facendoti scoprire qualche errore voluto, poi con certe immagini o video più o meno alterati, ti porta a pensare e a convincerti di quello che vuole lui. Certamente Rossi di persona non ha questa cultura mediatica però se ha i soldi la sua società potrebbe anche assumere qualche professionista....ed allora..

sandro75k ha detto...

@Vettore

quello che stai cercando di spiegarmi non riesco proprio a capirlo... Evidentemente tu hai in mente una certa teoria ma a me è proprio sconosciuta ed ora come ora inspiegabile. Grazie lo stesso.

Franco Morici ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Franco Morici ha detto...

@ Vettore

Morici wrote:
Q. Hai mai ottenuto nei tuoi esperimenti o repliche LENR piu' energia di quella immessa nel sistema, energie misurate sia in entrata che in uscita in modo sufficientemente accurato?
Vettore wrote:
A. Risponderti "si" senza potere scendere nei dettagli non so che valore abbia, comunque la risposta è si...

Morici wrote:
Q. Anche tu sei sotto NDA o altro? :)
Vettore wrote:
A. No, il motivo per cui mantengo un certo riserbo è un pò diverso.



Dalla tua risposta dichiaratamente positiva, deduco che i risultati energetici "over-unit" ottenuti nel corso dei tuoi esperimenti, mostrino valori dei parametri energetici, al netto degli errori e delle incertezze di misura, sufficientemente consolidati e ripetitivi.

Ti chiedo, a questo punto, se saresti disposto a consentire ad altri sperimentatori di replicare alcuni dei tuoi test a guadagno energetico, fornendo privatamente tutte le informazioni necessarie per eseguire correttamente la replica (con l'impegno ovviamente di non rendere pubbliche queste informazioni) oppure, in subordine, se fosse almeno possibile acconsentire che altri sperimentatori e tecnici possano eseguire congiuntamente con te questi test utilizzando il set-up già da te approntato e collaudato.

GPT ha detto...

@Piero41
Ciò che dici è corretto, fatto sta che Rossi nei suoi post/commenti non ha mai detto nulla di simile che io sappia. Le speculazioni in merito rimangono tali in un senso o nell'altro.
Rimane il punto che non vuole o non può far una semplice prova pubblica (ad oggi).
Desumere da ciò che abbia una solida strategia, che abbia un prodotto rivoluzionario o che abbia consolidato una scoperta epocale ad oggi è pura speculazione con nessuno di terzo o di non coinvolto come venditore/collaboratore che lo abbia confermato. Spero che ciò cambi, ma non possiamo allo stato attuale delle pubbliche evidenze dire diversamente.
Capisco l'ottimismo, non costa nulla ed è meglio che essere pessimisti! Io cerco di essere oggettivo e realista nelle valutazioni di ciò che conosco.
So che in questo modo posso risultare noioso è vero e mi spiace, di sicuro in un blog è più divertente far speculazioni alternativamente catastrofiche o spettacolari, da veri show men ;)!

Silvio ha detto...

@vettore
Se puoi rispondere, altrimenti fa lo stesso... Una curiosita': nei tuoi esperimenti hai mai riscontrato anomalie gravitazionali?

Vettore ha detto...

@Sandro75k
Non ho in mente e non considero nessuna teoria: secondo me pensare alla teoria quando non si ha ancora un panorama chiaro dei fenomeni è sbagliatissimo (e, sempre secondo me, quersto è stato uno dei motivi che hanno rallentato di decenni il progresso in questo campo). Quindi le cose a cui mi riferisco sono solo dati sperimentali, che puoi peraltro trovare in letteratura.

@Franco Morici
Facciamo un pò di ordine:
- LENR non implica solo e necessariamente eccesso di calore;
- Evidenza di eccesso di calore o di altri fenomeni non implica necessariamente controllabilità e riproducibilità;
- Ottenere risultati non implica avere compreso i fenomeni;
- Avere compreso i fenomeni non significa avere una teoria valida che li spieghi.
Detto questo (che spiega perchè ti dicevo che la tua domanda era mal posta), ti confermo che quando ci saranno le condizioni molte informazioni saranno pubblicate, e chiunque potrà farci tutto quello che vuole.

@Silvio
Per puro caso posso risponderti in maniera abbastanza sicura: non ho riscontrato anomalie gravitazionali. Ma considera che ho sempre utilizzato quantità piccolissime di materiali, quindi il fatto che non le ho mai riscontrate non può escludere in assoluto che non ci siano.

piero41 ha detto...

@GPT
Riguardo alla scoperta di Rossi hai detto."Io cerco di essere oggettivo e realista nelle valutazioni di ciò che conosco. " Allora anche tu come me devi partire dalla consapevolezza oggettiva che sino ad una dimostrazione scientifica (la famosa costruzione autonoma magari in più laboratori/università partendo dall'esecutivo, dell'oggetto funzionante) siamo e resteremo in presenza del famoso bicchiere mezzo pieno , probabilità al 50%. Che io mi diverta a "giocare" evidenziando il 50% di possibilità di esistenza positive e tu, come Tia, sia portato per natura a considerare l'altro 50% negativo è una pura questione di scelte emotive e tutti ne dovremmo esser sempre consapevoli, anche Daniele e Franchini e probabilmente anche Cures che sicuramente non ha mai messo le mani dentro la struttura del reattore.
Non penso che noi grande pubblico spettatore,potremo mai uscire da tale situazione con delle certezze veramente oggettive. La famosa dimostrazione a "scatola chiusa" richiesta da Massa, come dice Vettore non cambierebbe le cose, si aggiungerebbe a quelle di Levi, Focardi, di Cures. Non credo che UniBo dovrebbe accettare la pagliacciata di un'attestazione a scatola chiusa senza cioè analizzare le polveri e la geometria delle sue superfici ecc oltretutto non servirebbe allo studio scientifico del fenomeno. E allora??

Nel commento di Energy Change 05 settembre 2012 08:18 ho riportato le considerazioni di Cures sulla situazione di Rossi ed il brevetto. Vediamo in questi giorni come la Apple è stata risarcita economicamente con miliardi dalla Samsung ma ciononostante la Samsung copiando è riuscita ad entrare sul mercato e farà all'Apple danni gravissimi con la sua concorrenza. Anche Rossi si troverà in una situazione simile appena entrerà sul mercato Oltretutto mi chiedo :Rossi è libero di prendere le decisioni che crede? o ormai è inserito in un contesto militare politico finanziario molto più ampio ed importante diciamo "occidentale".. Da Franchini dicevano :se veramente ci fossero i militari inseriti Rossi ormai sarebbe sparito... Anche loro sono rimasti al vecchio mondo USA-URSS Ormai i militari e la politica in fondo sono al servizio o in conflitto col mondo economico finanziario. In fondo sarà forse questo mondo di interessi che deciderà per Rossi magari prima delle elezioni di Obama .
Nel mio commento Energy Change 5 settembre 2012 23:40 in fondo con tutte le mie chiacchere ho eliminato anche la necessità dell'uscita sul mercato con lo 1MW, la costruzione di enormi centrali da 2 o 4 GW quasi militarizzate lascerebbe il controllo della tecnologia nelle mani dei governi e delle grandi compagnie del blocco occidentale con tutti i vantaggi militari connessi. Vedremo che accadrà in futuro, forse Rossi o gente come Cures vi può ancora influire, lo può ancora decidere, o forse ormai non più. Sono esagerato? Tanti altri l'hanno definita una scperta epocale quindi anche il suo controllo... Dici ma io gioco nell'altro 50%... pensi di riuscire a capire, ad accorgerti se e quando sparirà?

tia_ ha detto...

>ome Tia, sia portato per natura a considerare l'altro 50% negativo è una pura questione di scelte emotive e tutti ne dovremmo esser sempre consapevoli, anche Daniele e Franchini e probabilmente anche Cures che sicuramente non ha mai messo le mani dentro la struttura del reattore.

Lasciami fuori dai tuo "discorsi".

GPT ha detto...

Piero41
Ok concordiamo che sono tutte pure speculazioni allo stato dell'arte!
per quanto riguarda i test a scatola chiusa xo' converrai anche che:
1. Levi NON ha poi confermato quanto ha detto, gli sono stati fatti notare degli errori/possibili mancanze (nessuna polemica in questo chi non lavora non sbaglia, tanto di cappello a Levi ci tengo a dirlo!), e lui non mi pare che abbia voluto (giustamente) difendere (nè diffondere) test report o test setup. Immagino che abbia concordato con le giuste osservazioni fatte e che sia in attesa anche lui di poter far di meglio (o di poter fornire altri/nuovi risultati ad oggi non pubblicamente dati).
2. Per Cures è un nick e ho appena scritto nel post del vizietto cosa ne penso, spero potrai concordare anche su quello. In ogni caso non ha fatto uscire alcun test report e test setup
3. per Focardi non ha (che io sappia) fatto uscire un test setup, report (nel senso di articoli) ne ha fatti, e personalmente è uno dei motivi per cui sto dando credibilità possibile alla questione.

Riassumendo le prove proposte da Mario Massa sono ad oggi non fatte (o non rese disponibili) da alcuno di indipendente che ci abbia messo la faccia e che sia in grado di sostenere quant afferma pubblicamente. In questo senso sarebbero una novità assoluta.

da ultimo possiamo parlare di ipotesi di complotto mediatico, di distruzione delle persone che hann paura ad esporsi o altro, ti facci orpesente che io non ho mai voiluto addentrarmi in questi argomenti, ma noiosamente mi attengo ai fatti.
Non sono quidni per il 50% che non funziona, semplicemente non ho elementi fattuali indipendenti epr dire che funziona.
Da ultimo con tutto il rispetto per Tia ti prego (come anche ui ha appena fatto) di non metterci insieme in questo discorso, rispetto e condivido alcune sue affermazioni, ma non altre.
Ad esempio non concordo nel modo in alcuni dei suoi commenti è distruttivo aull'argomento senza avere alcuna speranza. A mio personale avviso la speranza non è perduta :)

Franco Morici ha detto...

Vettore wrote:

Facciamo un pò di ordine:
- LENR non implica solo e necessariamente eccesso di calore;


Sono d'accordo e mi pare di non aver mai affermato il contrario.


- Evidenza di eccesso di calore o di altri fenomeni non implica necessariamente controllabilità e riproducibilità;

La controllabilità del fenomeno non mi pare al momento un requisito indispensabile e pregiudiziale affinchè si possa parlare di una replica, altrimenti vorrebbe dire che quanto osservato e misurato, oltre ad essere ancora non capito, non è nemmeno misurabile nelle sue manifestazioni incontrollate.
La riproducibilità potrebbe essere un problema by-passabile conducendo il test insieme allo sperimentatore ed utilizzando il set-up già in essere nel quale il fenomeno si manifesta, come da me proposto.


- Ottenere risultati non implica avere compreso i fenomeni;
Non è un problema, al momento lo scopo non è capire "come" ma "se" il fenomeno avviene e se si riesce anche a capire in che misura.


- Avere compreso i fenomeni non significa avere una teoria valida che li spieghi.
Lo ripeto, lo scopo delle repliche non è la ricerca di alcuna teoria che spieghi il fenomeno.


Detto questo (che spiega perchè ti dicevo che la tua domanda era mal posta), ti confermo che quando ci saranno le condizioni molte informazioni saranno pubblicate, e chiunque potrà farci tutto quello che vuole.

Non so quanto il problema fosse nella mia domanda secondo te mal posta, quanto piuttosto le informazioni diffuse in ambito Web (Blog, Forum, ecc.), lasciando intravedere come consolidati dei risultati scientifici che tali non sono (o non lo sono ancora), senza spiegare chiaramente come stanno le cose in modo che i non addetti ai lavori, leggendo, non siano indotti a credere che si parli di fatti assodati.

Rimango in speranzosa attesa che tu metta presto in comune le informazioni tecniche relative ai fenomeni che ritieni di aver verificato.

piero41 ha detto...

@GPT
Test a scatola chiusa. E' il concetto stesso implicito nelle parole che toglie qualsiasi validità scientifica ai risultati che anche M.M ed il suo gruppo potrebbero ottenere e ci lascerebbe sempre in quel 50% di probabilità oggettiva, in tal senso non servirebbe a niente.Veniamo comunque ai risultati di queste prove per quel poco valore "morale" che potrebbero avere. Mi domando:Tu vorresti da M.M una sua dichiarazione anche molto semplice tipo: abbiamo usato questo set up, a regime fornivamo XX di energia, ecc ecc ...conclusioni del gruppo. il Cop era xx.... oppure vorresti pubblicato dal gruppo filmati, dati in uscita momento per momento ecc
E' qui il punto : sono sufficienti le dichiarazioni delle persone per convincere, oppure qualsiasi presunto scalzacane potrà accusare MM di aver compiuto errori volontari o involontari o che comunque si poteva fare meglio i base a dati e filmati e quasi tutti dietro a lui perchè cosi vanno le cose con chi urla di più sui media..Ad esempio la sfiatatelle per mesi a liticare che la maggior parte di vapor in uscita era secco e non si vedeva. Nessuno, dico nessuno si è ricordato della legge dei gas per cui quando dal tubo il vapor secco in sovrappressione esce fuori si espande, si raffredda si condensa e diviene visibile TUTTO. Io mi sono vergognato di aver contribuito con le mie cazz sul blog, ma che tutti questi emeriti....... debbano poi andare ad accusare un professore universitario di fisica: " si ma operativamente è più cretino di un ingegnere"!! e pretendano risposte ai suoi "ritenuti errori " sul blog ma via , un po di sana autoconsapevolezza !!.. Inoltre Focardi, Levi ma anche Cures hanno prima esaminato il reattore , il suo funzionamento e propio per questo dopo,vi hanno messo sopra la loro faccia. Levi non risponde sul blog: mentre Celani è il capo e decide lui ,Levi deve rispettare una precisa BUROCRAZIA interna di UniBo e tacere obbidendo mi sa, a nessuno è venuto in mente??.
Cures 05 Settembre 2012 22:00 cobraf.forum
" La scoperta ci sta già..... Per la stufa da ingresso 100 Watt e uscita 1000 Watt, è già possibile da subito (COP 10 è troppo. Fai 100 W ingresso e 600 W uscita) ma come faccio a dartela, ..se prima non ho ottenuto la certificazione,.......
Calma “ragazzo”. Il cop 6 è frutto di innumerevoli prove di stabilità senza le quali rischi di trovarti con una massa fusa di Nichel e devi cacciare i soldi per chiamare il tecnico.."
Queste sono le sue dichiarazioni CHIARE mi sembra, dichiarazioni di un ex ufficiale dell'esercito italiano (lui cosi è accettato su quel blog mi sembra) ed io per questo gli credo forse più che a quel che potrebbe testimoniare M.Massa , non me ne voglia ma in fondo lui è anche di la..... Comunque scientificamente restiamo sempre al 50%.

tia_ ha detto...

>Test a scatola chiusa. E' il concetto stesso implicito nelle parole che toglie qualsiasi validità scientifica ai risultati

Ma anche no

> Nessuno, dico nessuno si è ricordato della legge dei gas per cui quando dal tubo il vapor secco in sovrappressione esce fuori si espande, si raffredda si condensa e diviene visibile TUTTO

Non fare revisionismo

> Comunque scientificamente restiamo sempre al 50%.

Ma dove hai imparato Teoria della probabilità? Leggendo Topolino?

piero41 ha detto...

@Lasciami fuori dai tuo "discorsi".
Behh allora?? piatto ricco mi ci ficco??
Validità scientifica: vai a raccontarlo a Piantelli e Focardi la validità di chiacchere, foto, relazioni , grafici anni di ricerche...non riproducibili ...spazzatura!!!
Fonte la serpe..
Invece di star qua a divertirsi a provocare esprimi un commento giusto, adeguato al nuovo video di Abundo...

tia_ ha detto...

>Validità scientifica: vai a raccontarlo a Piantelli e Focardi la validità di chiacchere, foto, relazioni , grafici anni di ricerche...non riproducibili ...spazzatura!!!

La calorimetria era sballata e non c'erano radiazioni nucleari evidenti.

Un test calorimetrico a scatola chiusa condotto da una università in cui l'eccesso di calore è evidente (> 200%) toglierebbe il dubbio a tutti.

piero41 ha detto...

"La calorimetria era sballata" Krivit nei suoi commenti non lo ha mai accennato ma se lo dici tu.
"non c'erano radiazioni nucleari evidenti." ma il calore si... ed allora non doveva un po' esser studiato?...
"Un test calorimetrico a scatola chiusa condotto da una università..."
Credo che dovremo pagare un'università per studiare un fenomeno scientificamente non per toglier dubbi agli scettici o ai curiosi... per la sua dignità quantomeno..
chiudiamola qua .... :))) N.B niente Interiezioni, va bene!!

Posta un commento

Ovviamente 22passi è un blog, non una rivista on line, pertanto la responsabilità di quanto scritto in post e commenti appartiene solo ai rispettivi autori. Chi è abilitato a pubblicare su 22passi deve evitare botta&risposta a distanza con utenti di altri blog o forum (donde può comunque trarre contenuti citandone la fonte).

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.

Related Posts with Thumbnails