Un blog per appassionati d’Amore onestà spiritualità arte poesia politica democrazia sostenibilità tecnologia green-energy cold-fusion LENR medicina alternativa cambi di paradigma rivoluzioni scientifiche criptoarcheologia e “tante cose infinite, ancor non nominate”. Uno specchio capovolto della realtà: qui siamo una società gilanica, fuori c’è il patriarcato; qui siamo pro E-Cat, fuori c’è il petrolio... per fare previsioni sull’esterno invertite SEMPRE i risultati dei nostri sondaggi interni!

>>>> CERCHI LIBRI SUL BENESSERE DEL CORPO, DELLA MENTE E DELLO SPIRITO?

domenica 6 maggio 2012

Foie gras à la Cardone

Ricevo da Andrea Rampado e Nicola Duper una lettera aperta del fisico abruzzese  Fabio Cardone (nella foto), in risposta ai dossier propagandati in questi giorni, dove venivano attaccate "ad personam" le principali teste del piezonucleare italiano. Come è mia abitudine, metto volentieri  a disposizione il blog (che proprio oggi ha superato il traguardo dei 2 milioni di pagine visualizzate!).

***

Caro Andrea Rampado,

Persone care ed amici mi hanno riferito varie cose sgradite e sgradevoli sulla mia umile ed inutile persona presenti anche e sopratutto su internet, che non leggo per non perder tempo.

Questa lettera che ti invio e ti autorizzo esplicitamente a render pubblica nei luoghi e nei siti internet che riterrai opportuni, non è una semplice risposta da sterile polemica, ma il mio ringraziamento a quanti chiedono soddisfazione per il mio onore offeso.

Coloro che mi offendono e si nascondono dietro l'ipse dixit della calunnia le gratifico sempre col disprezzo del mio silenzio.
Amici mi dicono, ci sono delle formiche che urlano contro di te. Ed io rispondo, perché ci sono delle formiche?
Ma in fondo "anche le formiche nel loro piccolo si incazzano".
È possibile che siano seguaci del filosofo Voltaire che codificò la calunnia in generale con la formula "parlatene male, parlatene male, qualche cosa resterà".
Personalmente la penso come il grande filosofo Aristotele, il quale sui suoi colleghi, che lo calunniavano in sua assenza, diceva "in mia assenza sopporto perfino di essere bastonato".

Ma in tutte queste presunte polemiche sulle persone la vera materia del contendere, del contrasto, insomma la "vexata quaestio" è la scoperta di una teoria e di un suo fenomeno entrambi sorprendenti e sconvolgenti.
È una scoperta scomoda, per dirla in parole povere, ma quel che è peggio verificata da molti forse da troppi.
E nel nostro disgraziato paese avere ragione è dannoso, ma avere troppo ragione può essere pericoloso, molti vorrebbero disprezzare la scoperta denigrando la persona.

La scienza però non è un fatto democratico e la scoperta, come lo scienziato, non sono come l'uomo politico soggetti al consenso della maggioranza. Poiché come insegnava Socrate "la maggioranza mai decide il giusto, sempre decide solo quel che le conviene".

Capisco umanamente che la cosa più sgradita tanto ai dogmatici quanto agli eretici, come i fusionisti freddi, sia il fatto che questa scoperta abbia ricevuto tutti i riconoscimenti ufficiali di pubblicazione e brevettazione da enti e riviste accreditati a livello internazionale. Infatti tale scoperta è materia di fisica e non è materia di fede.
Come ben sanno tutti gli scienziati che in tutto il mondo da anni verificano e vedono la stessa scoperta e la testimoniano con le loro pubblicazioni internazionali fatte a norma di scienza.

Sebbene molte delle cose scritte e pubblicate su di me siano ben passibili di querela per diffamazione, come mi hanno informato i miei legali che le stanno valutando, ricordo gli insegnamenti di mio nonno: "se dai i calci a tutte le pietre che incontri per la via, le scarpe a casa non le riporti".
Di queste teste di pietra conservo l'opinione di Dante Alighieri "non ti curar di lor ma guarda (sputa) e passa".

Infine non mi curo di qualche oca starnazzante, tanto non può impedirmi di sperimentare e scoprire ancora e tanto meno impedire che altri verifichino e vedano la stessa scoperta, come ormai avviene da anni e tante riviste internazionali lo testimoniano con le loro pubblicazioni. Come i romani, che di oche capitoline se ne intendono da migliaia di anni, posso dire romanamente che "non me ne può importar di meno".

La cosa che più mi diverte è che alcuni, ma solo alcuni, diranno che questa lettera è un luminoso esempio di sconfinata superbia ed abnorme arroganza. Ma in cuor loro sentiranno sempre il rimpianto del desiderio che la scoperta sia vera e che anche loro ne vorrebbero far parte.

In conclusione noi lavoriamo ed altri lavorano e le altrui calunnie proterve nulla potranno contro il nostro lavoro paziente, "e ho detto tutto".

Fabio Cardone

43 : commenti:

mimmocanino ha detto...

@daniele
@anto
@prof. cardone

semplicemente andate avanti così, perseguite ciò in cui credete e che ritenete utile per voi e per tutti, chi con la ricerca scientifica, chi con la divulgazione, non dando così importanza alcuna a chi vi critica, ignorarli è la strada migliore, perchè anche il solo confutarli o combatterli è un inutile spreco di risorse preziose,
ciao a tutti da mimmo canino

Vincenzo Bonomo ha detto...

Prof. Cardone ho avuto la fortuna di leggere alcuni suoi lavori che mi hanno aperto mondi nuovi, con possibilità di applicazioni straordinarie che considero strategiche insieme all'e-cat per il futuro del nostro Paese.
Prosegua tranquillo sulla sua strada e vedrà che i frutti del suo lavoro prima o poi arriveranno.

MISTERO ha detto...

Mi son alzato presto questa mattina per intraprendere il viaggio di ritorno e sono rimasto nuovamente sorpreso delle prime risposte a questa lettera aperta che ho letto nel luogo al quale questa stessa lettera è rivolta.
Ancora denigrazione, diffamazione e attacco alla persona.
Quello che inizialmente, ma per poco, in apparenza poteva sembrare un blog di scettici superspecializzati in materie scientifiche come la chimica nucleare, la fisica nucleare, l'ingegneria e le nanotecnologie, alla fine risulta essere un luogo malsano, pieno di odio, rancori, invidie ed egocentrismo all'ultimo stadio.
Non capisco, giuro che non capisco questo lato dell'animo umano.
Ora se la prendono anche con Nikola Duper, regista, ricercatore, divulgatore e scrittore.
Certo si occupa anche di ufologia, fosse l'unico!!
Ma qual'è il problema, il fatto che uno si occupa anche di ufologia non significa che è un cialtrone, un fuffaro e poi dipende da come se ne occupa, mi sbaglio?
Anche un certo Michio Kaku se ne occupa da anni ed è preso in seria considerazione negli ambienti accademici, non lo possiamo paragonare certo ad un Nikola Duper, ma ripeto tutto dipende da come uno si occupa di una determinata materia.

Non pensavo che il dr. Camillo Franchini cadesse così in basso, avrà certamente i suoi buoni motivi.

Certo che questi comportamenti alla fine non fanno altro che dar ragione a chi denuncia certe barriere e ostacoli insormontabili a livello accademico; dimostrano solo la ragione degli altri e i loro torti.
Mi auguro continuino così.

morbido zampino ha detto...

"il fatto che questa scoperta abbia ricevuto tutti i riconoscimenti ufficiali di pubblicazione e brevettazione da enti e riviste accreditati a livello internazionale"

Salve, potrebbe citare le riviste accreditate a livello internazionale che hanno dato riconoscimento alla scoperta?

La ringrazio anticipatamente

barbagianni ha detto...

"Come ben sanno tutti gli scienziati che in tutto il mondo da anni verificano e vedono la stessa scoperta e la testimoniano con le loro pubblicazioni internazionali fatte a norma di scienza"
Buongiorno Prof. Cardone,
potrebbe nominare gli scienziati che da anni verificano la stessa scoperta e la testimoniano con le loro pubblicazioni internazionali fatte a norma di scienza?
Grazie per l' attenzione.
Maz

RED TURTLE ha detto...

Meglio avere più diverse energetiche che poche risorse energetiche... ma i fondi?

Vorrei ricordare a tutti, che per auto-finanziarsi, Andrea Rossi ha dovuto vendere l'appartamento di Miami.

Giancarlo

(un giorno avrà qualche stazione della metropolitana intitolata a suo nome)

Andrea G. ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
tia_ ha detto...

x

Merlian ha detto...

Anch'io, come tia_, voglio fare un pronostico per la schedina, io dico: 1

alessandro ha detto...

in America dal 1992 con G. Russ e nel 2002 con R. Taleyarkhan i quali applicarono la pressione degli ultrasuoni alle sostanze usate da Diebner e Gerlach. Il naturale sviluppo è ora lo studio della applicazione della pressione ultrasonica a tutti gli elementi noti, tenendo presente che le reazioni piezonucleari non possono avvenire sempre, ma solo quando si supera una opportuna soglia di potenza degli ultrasuoni

Read more: Reazioni nucleari da ultrasuoni: reazioni piezonucleari. http://www.metamorfosi-aliene.it/argomenti-scientifici/la-scienza-oltre-il-velo-di-maya/la-scienza-oltre-il-velo-di-maya/273-reazioni-nucleari-da-ultrasuoni-reazioni-piezonucleari.html#ixzz1uH6BHemM

triziocaioedeuterio ha detto...

Riguardo al dott. franchini nn mi stupirei se avesse fatto parte del gruppo multidisciplinare che qualche anno fa studio' i fenomeni di caronia...il prof. la sa lunga...mooooolto lunga :)

MISTERO ha detto...

Trizio, se fosse così, gli alieni con l'occasione se lo sarebbero portato via, capita raramente un esemplare di questo calibro da studiare.
:-)

triziocaioedeuterio ha detto...

Ciao Daniele...ma stai preparando un post per i signori menzionati in bacheca oppure è una dedica per cosi' dire...di passaggio...?

robi ha detto...

http://www.larena.it/stories/Provincia/359358_col_suo_motore_impossibile_smentisce_newton_e_einstein
/
Mistero
conosci Marco Todeschini?
uno dice di aver creato una macchina che avvalora le sue teorie
se può servirti...
ciao

Daniele Passerini (22passi) ha detto...

@triziocaioedeuterio
No, non sto preparando nulla. Quella dedica serve solo ad assecondarli dando loro esattamente quel che vogliono, così possono eiaculare godendo del loro smisurato Ego! :)

RED TURTLE ha detto...

Ieri l'hanno mostrato al programma scientifico pomeridiano di RAI-3... avevano dei piccoli rivelatori a bolle dove in effetti si vedevano... delle bolle!

bertoldo ha detto...

@Robi

bell'articolo , qualche tempo fà avevo scannerizzato il libro di Todeschini in mio possesso ...se qualcuno lo cerca posso metterlo su emule ...sempre se ritrovo dove l'ho copiato .

E.Laureti ha detto...

In riferimento a quanto detto da Robi
il BPP della Nasa da tempo ha pubblicato un manuale circa coloro che vogliono aggirare le leggi di Newton usando Newton

NASA Breakthrough Propulsion Physics Project
COMMON ERRORS

http://www.asps.it/errors.htm

In sintesi per non commettere errori l'autore di
http://www.larena.it/stories/Provincia/359358_col_suo_motore_impossibile_smentisce_newton_e_einstein
deve testare il suo oggetto non su un piano a basso attrito ma su un pendolo balistico tipo
www.asps.it/pendulum.jpg

Saluti

E.Laureti

mario massa ha detto...

@Robi
Credo di essere di mentalità aperta, ma se in 22passi qualcuno (oltre Bertoldo) ritiene che il motore di Marco Todeschini o Mirco Gregori funzioni getto la spugna.
Per favore ditemi che non è davvero un ingegnere!

mario massa ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
bertoldo ha detto...

@ Massa
Non ho capito una cosa dal tuo messaggio :
Ma la verità è della maggioranza o anche uno solo puo aver ragione ?
Comunque se ti danno fastidio le novità deve avere a che fare con le aziende in cui sei azionista o sbaglio ?
Comme ? ...

robi ha detto...

Bertoldo
non prendertela
hai letto la precisazione di Laureti
Tu che te ne intendi potresti accettare o controbattere la sua affermazione.
è lì che la scienza ufficiale da una risposta da chiudere il discorso

francesco G ha detto...

@E.laureti che né pensi di questo??:http://emdrive.com/

MISTERO ha detto...

Robi, conosco Todeschini, Spera, Ighina, Mendini, etc etc...

robi ha detto...

ainstein ,spera
ok l importante in fondo è non sbagliare il nome della moglie quando la si chiama....
allora sì che son dolori...
eheh

bertoldo ha detto...

@ robi

"Tu che te ne intendi potresti accettare o controbattere la sua affermazione."

se a quell'attrezzo si riesce a farlo ruotare ad una velocità molto elevata , potrebbe anche decollare ...

robi ha detto...

bertoldo
se sei convinto di esser nel giusto
perchè non ti metti in contatto con Mirco e poi ci fate strabiliare tutti
sinceramente

ciao

E.Laureti ha detto...

@Francesco G.

conoscevo la cosa e sembra che ci siano stati progressi ... molto interessante ....in pratica secondo l'elettrodinamica classica l'energia e.m. non può dare più impulso del rapporto Energia/ velocità della luce ....
i costruttori dell'oggetto in questione sembra siano riusciti a amplificare "di molto" il rendimento (il rimbalzo).
Per spiegare volgarmente (non in senso spregiativo) il procedimento è come se una pallina (le microonde) rimbalzasse su due facce piane opposte ... l'ideatore/i ha fatto in modo su un piano la microonda arriva con meno impulso che sull'altro ...e il tutto si svolge milioni di volte al secondo.

Vedremo in futuro se ci saranno applicazioni astronautiche ... l'E-Cat sarebbe ideale come sorgente di energia elettrica

Saluti

E.Laureti

mario massa ha detto...

@francesco G

I fotoni hanno massa. Se emetti un fascio di fotoni (microonde come nel caso citato, ma anche luce) in una direzione ne ricevi una spinta nell'altra per reazione (molto piccola!): cosa c'è di strano?

mario massa ha detto...

@Bertoldo
"Non ho capito una cosa dal tuo messaggio :
Ma la verità è della maggioranza o anche uno solo puo aver ragione ?"

Che domanda, è ovvio che anche uno solo può avere ragione! Quando però una persona pensa di avere ragione e ritiene che tutti gli altri abbiano torto dovrebbe chiamare quelli che gli danno torto per dimostrare la propria ragione.

Dare per scontato di essere l'unico che ha ragione senza confronto mi pare un po' presuntuoso, ti pare?

Io sono assolutamente sicuro che Mirco Gregori si sta sbagliando, per cui da ingegnere un po' più anziano che si preoccupa che escano ingegneri con queste idee, gli chiedo di potere andare a trovarlo per fargli vedere in tutta serenità come risolvere gli errori che ha commesso nel costruire il cariolo e ripetere insieme il suo test:

http://www.youtube.com/watch?feature=endscreen&NR=1&v=WV-reIltRCY

in modo corretto e si capirà una volta per tutte che quel motore (basato solo sugli attriti) non funziona.

Se hai modo, puoi chiedergli di mettersi in contatto con me su 22passi o alla mia mail mariomassa@excite.it?

Dal filmato sembra chiaro che lui ci crede e che ha costruito questo motore come omaggio alla memoria di Marco Todeschini. La verità però è indipendente dalle nostre speranze o buone intenzioni.


"Comunque se ti danno fastidio le novità deve avere a che fare con le aziende in cui sei azionista o sbaglio ?"

Quello che mi disturba è che dilaghino idee errate e che chi sa che sono errate (come praticamente la totalità di fisici e ingegneri) non si cura di fermare questo dilagare avanzando la scusa "non ho tempo" o "ma a me cosa me ne viene in tasca".

mario massa ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Paul ha detto...

@ Mario Massa:
>Io sono assolutamente sicuro che Mirco Gregori si sta sbagliando...
Avevo a casa una lavatrice che quando centrifugava "camminava" sul pavimento, perché si era staccata una molla del contrappeso del cestello. Anche io quindi avevo il "motore Todeschini":-)
Altra prova: se ti siedi su una sedia e stacchi i piedi dal pavimento appoggiandoli sui fianchi della stessa sedia, puoi spostarti sul pavimento semplicemente dandoti colpi laterali assieme alla sedia. Voglio dire, hai ragione quando dici che lo spostamento dipende dagli attriti.
Domando: tale dispositivo Todeschini, potrebbe funzionare nello spazio? Supponi di montarlo solidale ad un corpo fermo in assenza di gravità (lontano da corpi celesti). Nascerebbe una forza laterale capace di far muovere tale corpo?
Io penso di no.
Però però...molti anni fa avevo letto su una rivista un articolo con foto e disegni costruttivi di un dispositivo con masse ruotanti. Nell'articolo si affermava che veniva generata una forza verticale capace di superare il peso dell'oggetto. Alcune di queste foto lo mostravano infatti sospeso in aria. Non c'erano eliche o soffi d'aria, solo sfere che ruotavano.
Boh...

E.Laureti ha detto...

@Mario Massa

anch'io sono assolutamente convinto che Gregori stia sbagliando anche e soprattutto per trascorse esperienze dirette (almeno 20 anni fa) ... quando ho detto che non si può aggirare Newton con Newton ho fatto dell'ironia . Quello che tronca ogni illusione è il pendolo balistico e anche una buona bilancia a braccio. L'unica possibilità di violare il principio di azione e reazione è con l'elettrodinamica ...anche perchè tale princiio in elettrodinamica non ha significato.
E' per questo che i costruttori dell'elettrodrive hanno ottime possibilità.
In questo topic si offre uno spunto di riflessione più approfondito www.asps.it/azione.htm . Spero vivamente che chi lo legge non devii sulle mie convinzioni etiche di cui ibidem non faccio il minimo cenno.
Cmq voglio dire che solo l'empirismo e la disponibilità all'antiortodossia salvano la fisica dalla morte celebrale. Solo facendo le cose che non andrebbero mai fatte per i principi teorici dominanti si cambiano schemi consolidati. E' in fondo quello che dice U.Bartocci nel combattere "the ....... arrogance of mathematical physicists giving priority to formalism against empirical facts....." www.asps.it/gotha.htm .


Saluti

E.Laureti

Barney ha detto...

@Paul e Mario Massa:per favore, leggete fino alla fine la cronaca della visita che ho ricevuto in azienda il 24 aprile:
http://panofski.posterous.com/il-paese-dei-genii-spesso-incompresi

Per Paul: quell'accrocchio di cui parli, nello spazio, NON SI MUOVE. Esattamente come quello del mio inventore. E sece lo dice anche Laureti, deve per froza essere vero :-P

Barney

E.Laureti ha detto...

@Barney

parlo per esperienza diretta ... dalla fondazione dell'Asps (1979) a circa il 1990 ne ho testati decine di dispositivi alla Dean Drive ... nulla di nulla .... sul pendolo balistico diventano tutti dei vibratori :-)
... l'unica è l'elettrodinamica classica e non, che è in gran parte ignota per l'irrisolta questione del "mezzo interposto : "etere" per alcuni ,"nulla di nulla" per altri (relativisti).
Elettrodinamica che da 150 anni ha problemi irrisolti di base che dal mio punto di vista sono anche di una comicità incredibile www.asps.it/cantonata.htm www.asps.it/mito.htm www.asps.it/pastore2011.htm ..
che mi fanno ripetere (alla nausea ormai) il fatale e irridente motto di Lao Tze : ciò che è vero non è bello ciò che è bello non è vero.

Saluti

E.Laureti

mario massa ha detto...

@Barney
Credo che queste "novità" si dividano in due gruppi: quelle impossibili e quelle estremamente improbabili.

La differenza è fondamentale anche perchè porta a differente finalità dell'indagine da parte dello scettico.

L'Athanor è una cosa estremamente improbabile: analizzarlo ha lo scopo di capire se per una fortuna inaspettata ci si trovi davvero davanti a una rivoluzione, consci del fatto che se le misure daranno esito negativo sarà semplicemente ciò che ci si aspettava.

Il motore Todeschini (o quello della persona che hai incontrato) è una cosa impossibile: analizzarli non ha lo scopo visto sopra, ma ha lo scopo di chiarire che queste cose non possono funzionare e basta sperando che ciò sia di aiuto alla diffusione di una mentalità più scientifica.

Se a Paul dici semplicemente: "quell'accrocchio di cui parli, nello spazio, NON SI MUOVE" resterà della sua idea.
Per questo chiedo di poter incontrare l'ideatore (in questo caso Mirco Gregori) e di concordare con lui una analisi congiunta: quando alla fine egli stesso (se onesto) ammetterà pubblicamente di essersi sbagliato spiegando i motivi dell'errore anche Paul si convincerà e si spera che la cosa finisca lì. E forse avremo eliminato una leggenda metropolitana.

mario massa ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Paul ha detto...

Un aggeggio di quel tipo a masse ruotanti, o eccentriche o della stessa tipologia meccanica, applicata ad un oggetto nello spazio potrebbe, al massimo, far sbatacchiare tale oggetto, senza imprimere alcuna spinta laterale unidirezionale.
La lavatrice che "cammina" sul pavimento perché ha il cestello squilibrato, usa l'attrito del pavimento per spostarsi. Se ruotasse nello spazio, sbatacchierebbe e basta.
L'articolo del quale parlavo era suggestivo, ma certamente non basta un articolo o poche foto per stabilire la realtà di un tale fenomeno.

Daniele Passerini (22passi) ha detto...

@tutti
"Carneade! Chi era costui?"
Segnalo a tutti la comparsa di un nuovo VERO AMICO della scienza. Seguitelo nei commenti all'ennesimo post scandalistico di Oca Novella 2000 Sapiens: http://ocasapiens-dweb.blogautore.repubblica.it/2012/05/07/vexata-questio/
P.S. Oltre al buon Carneade, ritroverete alcune firme storiche del "premiato funkyficio".

mario massa ha detto...

@Daniele
A dire la verità non vedo cosa ci trovi di male nelle domande poste: secondo me sarebbe più semplice se Cardone rispondesse.

robi ha detto...

Mario
una persona intelligente ,consultata su un certo fenomeno di cui sa nulla, risponderebbe che non ha elementi a sufficienza per dare un personale giudizio.
No ! per la miseria....
son arrivati a deridere ad ironizzare pesantemente e volgarmente chiunque mostrasse un certo interesse per questa (forse )nuova fonte di energia
Il giusto sarebbe stato mollare tutto che tanto , loro , sapevano già la verità..
L inventore mica deve dar conto a qualcuno che lo assilla. A suo tempo sarà obbligato ad esporsi,ma saprà lui quando sarà il momento giusto

mario massa ha detto...

@robi
sono d'accordo con te che l'atteggiamento ironico è detestabile.
Però ironia o meno, se vengono poste delle domande mi sembra giusto dare risposte. A parte la domanda sul titolo che credo non interessi a nessuno, le altre mi sembrano domande razionali. Io stesso, che non mi sono mai interessato al piezonucleare, non so se quelle pubblicazioni nominate da Cardone esistano e come è la situazione su Google Scholar.
La mancanza di fiducia reciproca fa parte del metodo scientifico: basta controbattere se si è in grado. Non necessariamente lo deve fare lui in persona: lo può fare chiunque conosca quelle risposte e abbia a cuore il problema.

mario massa ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.

Posta un commento

Ovviamente 22passi è un blog, non una rivista on line, pertanto la responsabilità di quanto scritto in post e commenti appartiene solo ai rispettivi autori.

Related Posts with Thumbnails