Un blog per appassionati d’Amore onestà spiritualità arte poesia politica democrazia sostenibilità tecnologia green-energy cold-fusion LENR medicina alternativa cambi di paradigma rivoluzioni scientifiche criptoarcheologia e “tante cose infinite, ancor non nominate”. Uno specchio capovolto della realtà: qui siamo una società gilanica, fuori c’è il patriarcato; qui siamo pro E-Cat, fuori c’è il petrolio... per fare previsioni sull’esterno invertite SEMPRE i risultati dei nostri sondaggi interni!

>>>> CERCHI LIBRI SUL BENESSERE DEL CORPO, DELLA MENTE E DELLO SPIRITO?

martedì 13 dicembre 2011

Una giornata dedicata alla scienza...
anche su 22 passi

Una sezione del Large Hadron Collider al Cern di Ginevra
Oggi sono arrivati dal Cern annunci clamorosi sulla particella più ricercata di tutti i tempi: il fantomatico Bosone di Higgs! Ebbene sì, sembrerebbe che dopo centinaia di trilioni di appostamenti i migliaia di fisici che lavorano all'LHC ai progetti Cms e Atlas abbiano infine immortalato coi loro "autovelox" (scherzo ovviamente!) l'ormai proverbiale particella di Dio. Entro il 2012 è prevista l'accumulo degli ulteriori dati necessari a confermare la scoperta e, se così sarà, dare il via all'aggiunta di parecchie nuove pagine ai "testi sacri" della Fisica. Attraverso la conoscenza della materia che ci circonda e compone, continua la corsa dell'uomo verso l'infinito.

Il prof. Luigi Sertorio dell'Università di Torino
A proposito di scienza, stamattina mi è arrivata una email, che ha ispirato il presente post.
Il 16 marzo 2011, poco dopo il grave incidente alla centrale nucleare di Fukushima e prima dei referendum, la giornalista Monia Benini de Il Punto aveva pubblicato sul web il video (qui) di un'interessante intervista in cui il prof. Sertorio, autore di una novantina di libri di Fisica teorica e altri più divulgativi (qui ne trovate alcuni), spiegava i motivi scientifici e logici del suo netto NO al nucleare a fissione.
Ricordo che Luigi Sertorio, professore associato di Ecofisica alla Facoltà di Scienze dell'Università di Torino, è stato per quindici anni consulente della Divisione Teorica del Los Alamos National Laboratory, e per tre anni membro della Divisione V "Affari scientifici" della NATO. La sua è pertanto un'opinione particolarmente autorevole.

Grazie all'impegno dei lettori di 22 passi l'intervista era stata trascritta e pubblicata (parte I e parte II), previa approvazione di Monia e del Prof. Sertorio. Accortosi di alcuni grossolani errori di trascrizione che gli erano sfuggiti alla prima lettura, il Prof. Sertorio mi ha fatto pervenire oggi, tramite Monia, il testo definitivo.

Corretta la trascrizione, vi invito a rileggere le parole del Prof. Sertorio, sempre di tutta attualità viste le tante centrali a fissione funzionanti in Europa e nel mondo e ancora da dismettere:

Il testo dell'intervista è anche scaricabile in formato pdf da questo link.

I refusi sfuggiti nella trascrizione dell'intervista erano i seguenti: 
  • ...le probabilità si diradano, corretto in le probabilità si diramano;
  • ...in un'ora e mezzo viene estratto dal nocciolo, corretto in dopo un paio di anni viene estratto dal nocciolo;
  • ...con un'opportuna sorgente di elettroni, corretto in con un'opportuna sorgente di neutroni;
  • ...in nessunissimo posto succederà che per magia un angelo benigno ci regala gratis alcune centrali. Si riesce a riparare le strade? corretto in in nessunissimo posto succederà che per magia un angelo benigno ci regala gratis alcune centrali, ma se ciò fosse, si riesce a riparare le strade?

126 : commenti:

Barney ha detto...

Spero non sfugga la differenza tra il bosone di Higgs e l'E-Cat. Il primo e' previsto e atteso da tutte le teorie attuali, il secondo ... boh?

Barney

Miglietto ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
mwatt ha detto...

@D22,
con la presente ti invio il collegamento ad un articolo di Aurelio Ascoli apparso sul Giornale dell'Ingegnere.
http://www.coscienza.org/PDF/Nucleare_AurelioAscoli.pdf
secondo me meriterebbe un post.
mW

Fr@ncesco CH ha detto...

(PER LA SERIE "CARABINIERI NELLA FISICA QUANTISTICA"...)

Dal CERN la notizia:

"AL 99% TROVEREMO IL BOSONE DI HIGGS"

Bravi: adesso chiamatemi quando lo troverete sul serio!!!

Fr@ncesco CH ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Fr@ncesco CH ha detto...

Sull'intervista a Luigi Sertorio: bella e interessante.

Ormai sono giunto alla conclusione che a mio avviso l'E-Cat funziona. Si tratta di una conclusione che non ha alcunché a che fare con le parole di Sertorio, ovviamente. Non sono certo che una invenzione di questo tipo possa arrivare nelle nostre case però, e dopo avere letto l'intervista sono molto preoccupato di questo non trascurabile aspetto.

Valeria ha detto...

Qualcuno avverta Camillo che l'effetto neve provoca il break template sul suo WP blog...è illeggibile.

Verificato on line: è zeppo di errori.

Paul ha detto...

Omaggio a Focardi:
da JoNP:

"... volevo chiederle della figura di Focardi di cui mi ha colpito la sua umiltà, la sua preparazione e la sua classe. Qual’è stato il suo ruolo nella sua scoperta..."

"Andrea Rossi
December 13th, 2011 at 1:27 PM
Dear Paolo,
Thank you very much for your very important question, which allows me to remember that the help of Prof. Sergio Focardi has been foundamental for the development of our work. We hired him as a Consultant for safety issues regarding radiations, but he also gave to me very important suggestions to make the job. I also want to remember that he has been the one who encouraged me to go on with this work. He has made together with me hunderds of tests and experiments and if I am arrived where I actually arrived I am deeply indebted with him.
Again, thank you for your very important question.
Warm Regards,
Andrea Rossi"

Sal ha detto...

Beh, Focardi sti benedetti raggi gamma dovrebbe averli misurati, non credo abbia potuto costruire l'involucro di contenimento senza testarne di volta in volta l'efficacia. Quindi lui conosce sicuramente la verità, qualunque essa sia.

Daniele 22passi ha detto...

@mwatt
Sì, meriterebbe... prova a immaginare cosa sarebbe questo blog se potessi lavorarci a tempo pieno invece che a casa nel tempo libero: vedresti una decina di post al giorno! :)
Questo pomeriggio aggiungo un link all'articolo di Aurelio Ascoli all'interno di questo post.
Buona giornata.

Cesare ha detto...

Non avevo dubbi sul fatto che il bosone di Higgs sarebbe stato scoperto in quanto è un esperimento complicatissimo in cui nessuno sa veramente cosa si fa e al massimo si conosce solo la propria piccola fetta, per cui le possibilità di "truccare" anche inconsciamente di dati sono infinite; in secondo luogo dall'esistenza dell'Higgs dipendono molte carriere sia sperimentali che teoriche per cui...
Ad ogni modo per gli ortodossi della scienza devo dire che questo esperimento non può essere accettato in quanto non verrà mai ripetuto, almeno nei prossimi decenni, da un laboratorio indipendente: peggio di Rossi che almeno fa qualche dimostrazione.
Infine l'Homo Sapiens vive di storie, di miti e di leggende e questa faccenda dell'Higgs è stata bene venduta creando dei buoni miti, si parla addirittura di particella di Dio, e questo solo per qualche picco di scattering di bassa entità perché anche se esistesse non cambierebbe quasi nulla nei "sacri libri della fisica" e ad ogni modo gran parte della fisica delle particelle elementari resterebbe incomprensibile e misteriosa, ma si sa l'uomo vive di miti.

Sal ha detto...

Per quanto riguarda l'Higgs: come dice Dorigo nel suo blog, le fluttuazioni casuali delle misure anche oltre 3 Sigma sono possibili(anche a causa del look elswhere effect) però due fluttuazioni sullo stesso canale, misurate da due diversi strumenti, sono fottutamente improbabili.

Valeria ha detto...

@Cesare

Tranquillo, rilassati.
Non succede nulla alla Fisica. Tranquillo....

gio ha detto...

daniele ha scritto:
>@gio
Interessante la tua teoria a fasi. Ok.
Per quanto riguarda il termine E-Cat... sì tutti i siti con dentro ecat sono spuntati dopo. E io? No, niente diritti... molti rovesci! :))
Per quanto riguarda eventuali spin doctor in PR dietro Rossi... mi sono fatto l'idea che all'inizio agisse totalmente in prima persona... mi sembra impossibile che ora non abbia nessuno a consigliarlo. Ma sono solo mie idee, non ho controprove.

@ daniele

riparto da qui per comodità.....conforti le mie idee ....e ne aggiungo un'altra ...la strategia di marketing adottata ...che è simile a quella di apple o simile anche a quello che avviene per lanciare un prodotto discografico( eh sì)....è evidentemente tipica di un prodotto di largo consumo quindi l'e-cat domestico per intenderci....questa strategia non avrebbe assolutamente senso per l'impianto da 1 MW.......

mario massa ha detto...

Non credo proprio di avere le conoscenze sufficienti per controbattere il prof. Sertorio in ambito fisico, ma sul piano delle conoscenze ingegneristiche ho paura che l’età si faccia sentire.
Premetto che sono d’accordo con il giudizio che dà sulla fusione calda: si è cominciato troppo presto a studiarla, quando le capacità tecniche umane erano insufficienti (e penso che anche oggi non siano ancora sufficienti, probabilmente lo saranno in futuro ): se tutti i soldi e le risorse umane spesi in questi decenni con una probabilità bassissima di arrivare a buon fine fossero stati investiti su risorse energetiche più “a portata di mano” oggi non avremmo problemi energetici e magari potremmo cominciare a pensare con calma alla fusione (compresa quella fredda).

Giudico invece sconcertanti alcune sue affermazioni e omissis sui reattori a fissione e sulla loro storia. Dice per esempio “Ho un ricordo stupendo delle lezioni di Edoardo Amaldi a Roma” ma omette di dire che Amaldi fu uno dei principali sostenitori del nucleare nell’87. Parla del reattore subcritico come di una cosa fantastica: “A questo punto se uno ferma l’iniettore di neutroni la reazione smette istantaneamente,
quindi questo sarebbe un reattore meraviglioso, magico” come se il problema fosse la possibile divergenza della reazione: anche un ragazzino sa che subcritico o meno un reattore non si può fermare all’istante perché il decadimento dei prodotti di fissione prosegue per parecchio tempo anche se la reazione è arrestata e dopo giorni le barre continuano a fornire alcuni MW: se in questa fase manca il raffreddamento succede quello che è successo a Fukushima. E poi perché “fantastico”? Risolverebbe forse il problema delle scorie? Sostiene che il combustibile esausto “viene messo a riposo in una piscina fuori dal reattore, e lì resta per sempre” mentre in realtà vi rimane normalmente meno di un anno e comunque al massimo, in casi eccezionali, poche decine di anni. Sostiene che il costo del decommissioning ricadrà sulle generazioni future come se non sapesse che il denaro per tale costo viene accantonato nel corso della vita del reattore (come la pensione per gli essere umani) mediante una componente tariffaria sul prezzo dell’energia.
-continua

mario massa ha detto...

Dice che tale costo è sconosciuto perché non è mai stato fatto un decommisioning: è chiaro che dal momento che la vita delle centrali nucleari è molto lunga, solo da pochi anni è cominciato il decommissioning delle più vecchie, ma di decommissioning ne sono già stati fatti(http://it.wikipedia.org/wiki/Decommissioning): il costo è molto variabile, ma è normale essendo i primi e per il fatto che si devono smantellare impianti realizzati con le tecnologie più obsolete. In ogni caso è in linea con le previsioni (tipicamente 500 – 2000 dollari/KW, cioè dell’ordine di grandezza del costo dell’E-CAT), con la differenza che è un costo che si ha a fine vita, dopo 50 - 60 anni che il reattore ha prodotto energia: chi conosce un minimo di economia sa che ciò vuol dire un costo irrisorio (< 0.5 cent di dollaro a kWh, < 0.2 cent se si considera la capitalizzazione). Sostiene che non è detto che l’energia nucleare costi meno, ma mi deve spiegare perché in Francia (ove ho molti miei impianti) l’energia elettrica costa la metà: è più facile che si sbaglino a fare i conti economici fisici e ricercatori o l’EDF? E sostiene “Un professore di economia, lo studente che dicesse questo (che il nucleare costa meno), dovrebbe cacciarlo all'istante, non permettergli neanche di avvicinarsi all'esame.” per il fatto che non possiamo sapere quanto costerà l’uranio fra 20 o 40 anni, senza dire che il costo del combustibile per un reattore nucleare rappresenta meno del 15% del costo dell’energia prodotta, per cui anche forti aumenti non spostano sensibilmente il costo del kWh. Sostiene che “nuova generazione” per un reattore equivale a nuova linea per la carrozzeria di un’auto, ma tecnologia invariata: ma ha confrontato le soluzioni ingegneristiche e i materiali di un reattore di 30 anni fa con i nuovi AP1000? (se invece dice che i miglioramenti apportati hanno innalzato parecchio il costo ha ragione).

Ma soprattutto quello che lascia sconcertati è la completa omissione sull’utilizzo del torio. L’uranio è più facile da utilizzare (essendo fissile e non fertile) e ai tempi delle prime centrali esse servivano anche (o soprattutto) per realizzare armi nucleari. Oggi un terzo del combustibile delle attuali centrali viene proprio dallo smantellamento delle testate e la tecnologia sull’utilizzo del torio è sufficientemente matura (Candu dichiara di poter essere alimentato a torio, anche se in modo “tradizionale”): nei prossimi decenni alcune centinaia di centrali arriveranno a fine vita e subiranno il decommissioning: mi pare logico pensare che il futuro delle centrali a fissione si sposterà verso l’utilizzo di tale elemento (enormemente più pulito, non necessita di arricchimento, in grado di digerire le scorie delle centrali a uranio e presente in quantità da garantire energia per migliaia di anni). Qualcuno ingigantisce i problemi legati all’utilizzo di questo elemento, ma a mio avviso è in errore o in malafede.
-continua

mario massa ha detto...

Detto questo se mi chiedete se ritengo sensato cominciare a costruire oggi in Italia centrali a uranio rispondo: no, non è sensato: le quasi 500 centrali esistenti nel mondo sono sufficienti per digerire le testate nucleari che rimangono, i reattori esistenti si sono dimostrati molto sicuri, ma non tanto quanto promesso (e tre gravi incidenti lo dimostrano), e in più i nuovi reattori hanno un costo molto elevato che la nostra povera economia non può permettersi. E’ ora però di cominciare a lavorare sul futuro e ritengo che il futuro sia rappresentato dai reattori al torio che permetteranno tra l’altro di digerire le scorie delle attuali centrali a uranio. Vorrei ricordare, soprattutto ai giovani che hanno spesso una visione falsata delle nostre capacità tecniche, che nel ’62 entrava in funzione il primo reattore italiano (a Latina), da 200MW, il più grande d’Europa e costruito in soli 4 anni e nel ’75 in Italia venne realizzato l’impianto ITREC in Trisaia con lo scopo di dimostrare la fattibilità della chiusura del ciclo uranio-torio (e la conseguente eliminazione delle scorie provenienti dai reattori che si supponeva sarebbero stati installati) a dimostrazione che il problema delle scorie era ben presente e che forse il genio italico, se lasciato lavorare, lo avrebbe risolto fin da quei tempi. Ma il referendum bloccò tutto e si cominciò a lavorare ai metodi di smantellamento (io stesso progettai e fornii all’ENEA in Trisaia uno scarificatore a microonde per l’eliminazione dello strato di calcestruzzo irradiato).

Non so come la storia E-CAT finirà ma sono molto pessimista: chi in 22passi lo sostiene, Daniele per primo, lo fa sperando in un mondo migliore, più pulito. Se purtroppo le mie previsioni si avvereranno spero che chi lo ha sostenuto non abbandoni il campo, ma continui a interessarsi al problema energetico. La fissione del torio rappresenta una fonte energetica certamente non così fantastica quale l’E-CAT promette di essere, ma reale e applicabile e credo fermamente che andrebbe sostenuta se vogliamo garantire ai nostri figli e nipoti una fonte energetica poco inquinante e concreta. Per chi volesse documentarsi consiglio di iniziare da qui: http://energyfromthorium.com/

mario massa ha detto...

@mWatt

L'articolo di Aurelio Ascoli termina facendo riferimento ai costi di decommissioning dei nostri impianti sostenendo che "paga pantalone". E' chiaro che il caso italiano è un caso a sè: avendo interrotto il funzionamento delle centrali poco dopo l'entrata in funzione, non c'è stato il tempo di accantonare la quota necessaria, e oggi il decommissioning è un puro costo: questo però è frutto della scelta fatta dagli italiani (e sulla quale non discuto): non si può avere la botte piena e la moglie ubriaca!

Gdmster ha detto...

@mario massa

considerazioni troppo di buon senso, e secondo me polarizzate dal fatto che l'oligarchia energetica ti ha tenuto nascoste un bel po' di cose. Non può essere come dici tu; Monti dovrebbe finanziare energie libere, a basso costo e impatto ambientale nullo o positivo.

mario massa ha detto...

@Sal
"Beh, Focardi sti benedetti raggi gamma dovrebbe averli misurati, non credo abbia potuto costruire l'involucro di contenimento senza testarne di volta in volta l'efficacia. Quindi lui conosce sicuramente la verità, qualunque essa sia."

Hai ragione. Non gliel'ho mai chiesto (anche perchè non voglio possa credere che vado a trovarlo per carpire informazioni), ma la prossima volta gli farò presente la tua osservazione e ti comunicherò la risposta.

robi ha detto...

Mario Massa
grazie. Il problema è che la gente comune ,come me, si domanda ,ma, -che sia vero ,o è solo interesse-
Purtroppo abbiamo avuto molti casi in cui per l interesse non si guardava in faccia nessuno.
Nel mio campo in agricoltura ,ti potrei raccontare a che sfacciataggine e menefreghismo per la salute del contadino ,sono arrivate certe compagnie farmaceutiche.
A chi si può più credere Mario?..

saluti

Fede Devi ha detto...

In ogni caso in Italia, e non solo, esiste una sproporzionata paura del nucleare.

Se proprio vogliamo essere cinici sarebbe interessante calcolare quanti morti/kWh hanno fatto le centrali nucleari rispetto ad altre fonti di energia da quando esistono. Anche se la cosa non ha proprio molto senso.

robi ha detto...

Fede Devi
così per curiosità ogni tanto da un occhiata al sito "Fukushima news"
non è finita in giappone.Solo che non sene parla più

Fede Devi ha detto...

No non consco il sito, mi daresti il link esatto?

Stando alle news ufficiali, poi si può supporre che siano false, quante persone sono morte a Fukushima per via della centrale?
Lo so che le persone sono sostituibili ed i soldi no, ma io sono un romantico e do molto valore alla vita.

alterego ha detto...

@ Fede Devi

La cosa ha senso e come, ma per affrontarla bisogna spogliarsi del CONDIZIONAMENTO IDEOLOGICO, che oramai impedisce al cervello della gente di funzionare. L'intervento di mario massa è una vera e propria boccata d'ara fresca in un amiente ammorbato da insopportabile preconcetto ideologico, per cui prendo lo spunto dal suo e dal tuo intervento per dire la mia.

A Fukushima c'è stato un incidente gravissimo e forse non è finita, ma è paradossale che se dico "Fukushima" la gente subito pensa al "terrore nucleare" prima ancora di pensare ad uno dei più terribili cataclismi della storia, che prima ancora di innescare quell'incidente ha cancellato un numero imprecisato di migliaia di persone e letterlamente stravolto il paesaggio.

Al contrario se dico "Viareggio" tutti pensano al carnevale o alla movida; io invece penso a 34 persone arse vive e ad un intero quartiere messo a fero e fuoco solo perché un carrobotte (poche migliaia di litri di GPL) si è sfasciato. Nessuno si preoccupa di cosa potrebbe succedere se un treno di simili carri deragliasse, mentre sferragliano a grande velocità, all'interno di una città; in compenso gli idioti che si sdraiano sulle rotaie dei treni che movimentano in tutta sicurezza scorie nucleari non m ancano mai.

Se dico "Deepwater Horizon" tutti pensano alla catastrofe ambientale (che indubbiamente c'è stata, ma che è stata ingigantita come nel caso della Exxon Valdez; la natura per nostra fortuna ha incredibili capacità di rigenerazione), ma nessuno si ricorda che tredici esseri umani sono stati "vaporizzati" in quella occasione; immaginate se fosse successo in una centrale nucleare....

Ricordo che negli amni 70 una grande raffineria venezuelana esplose ed incendiò buona parte della cittadina che l'ospitava; allora ragazzino, rimasi scioccato dalle cronache che raccontavano delle persone ustionate o preda delle fiamme che cercavano scampo nel mare che ribolliva.

E' cronaca di questi giorni l'ennesima palazzina saltata in aria con contorno di morti, ma a quanto pare a nessuno frega niente.

Non c'è niente da fare, ci sono morti e morti

Fede Devi ha detto...

Per continuare il tuo discorso, in Cina nel 75 sono morte 170000, (centosettantamila) persone; tra le quali, presumibilmente, molti bambini; per i crollo di varie dighe.

mwatt ha detto...

@Mario Massa,
ho conosciuto una persona che ha avuto a che fare col nuke in Italia.
Ti dico solo che la cosa che più disprezzava era proprio la retorica del "genio italico"
Sosteneva che l'esito del referendum abbia salvato la carriera di molta gente.
Altrimenti si sarebbe capito cosa stavano combinando.
Forse era un mitomane. Boh.
mW

tia ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
tia ha detto...

@alterego

E lo sai qual'è il bello? Che le stesse persone che si stracciano le vesti quando parli di reattori nucleari a fissione sono (in gran parte, almeno in questo blog) le stesse persone che vogliono un e-cat in casa. Dubbi sulla sicurezza? "Rossi ha detto che è sicuro!!!" e stop. E se insisti ti rinfacciano che anche una caldaia è insicura.
Iprocrisia? Ma nooooo. -.-'

robi ha detto...

volevo solo dirvi che seguendo ,saltuariamente, "fukushima news era incredibile accorgersi di quante conseguenze irreversibili porta una fuga di radioattività.
zone (a macchia di leopardo)dichiarate off limits per non si sa se per decenni o secoli.Avvisi dove non si poteva produrre latte.Dove doveva esser macellato e eliminato qualsiasi bestiame.Dove i campi non potevano esser coltivati.Dove la pesca era vietata(come se i pesci stessero sempre nella stessa zona).
Bambini con periodici violenti mal di testa.etc..etc
Naturalmente se leggete ora queste notizie non vengono più riportate ,perchè ormai lo sanno e cercano di conviverci.
Scrivo "fukushima news" e clicco.

Daniele 22passi ha detto...

@tia
Ma tu il buon senso della misura e delle proporzioni ce lo hai oppure sei un'interfaccia di A.I. mal riuscita? È da mesi che provi a mettere paura riguardo la sicurezza dell'E-Cat, come se per te il rischio di farsi male saltando da una sedia o da un palazzo di 100 piani fosse lo stesso. Sei sconcertante.

robi ha detto...

Tia
aspetta che sia sul mercato o che si sappia il procedimento.Solo allora potresti parlare con cognizione di causa ,adesso sembri il classico agitatore pagato

gio ha detto...

@daniele
...alla fine tia rappresenta benissimo la critica che verrà fatta a rossi dallo status quo energetico, nel momento in cui partirà con la vendita dell'e-cat domestico.......questo è il "test" più difficile che rossi dovrà superare........ma sia lui che i suoi spin doctors losanno bene...

tia ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
tia ha detto...

>Ma tu il buon senso della misura e delle proporzioni ce lo hai oppure sei un'interfaccia di A.I. mal riuscita? È da mesi che provi a mettere paura riguardo la sicurezza dell'E-Cat, come se per te il rischio di farsi male saltando da una sedia o da un palazzo di 100 piani fosse lo stesso. Sei sconcertante.


Ma l'ha prescritto il dottore che bisogna mettersi un reattore nucleare in casa? Le care vecchie centrali (il concetto di "centrale") sono fuori moda vero? Meglio mettersi in casa una black-box tipo l'Hyperion eh?

>aspetta che sia sul mercato o che si sappia il procedimento.Solo allora potresti parlare con cognizione di causa ,adesso sembri il classico agitatore pagato

Tu e Daniele non capite mai i miei interventi, MAI.
Cosi come non capite l'ipocrisia dilgante di certe persone.

tia ha detto...

>...alla fine tia rappresenta benissimo la critica che verrà fatta a rossi dallo status quo energetico, nel momento in cui partirà con la vendita dell'e-cat domestico.......

E ci mancava "gio" con le sue critiche. "Status quo enegertico"...
Ma ammettiamo che l'accrocchio funzioni, non basta che venga ssotituito alle centrali esistinti? Bisogna per forza ficcarselo dentro casa? Ma non vi rendete conto di quanto sia RIDICOLA una cosa del genere?
Non vi rendete conto di quanto sia ridicola Defklaion che pensa di vendere reattori nucleari domestici fra 3/4 mesi? O lo stesso Rossi fra un paio d'anni?
Vabeh...

robi ha detto...

Tia l incompreso
cosa succede se ti rispondo (educatamente)
succede che non capisco niente ed è meglio che stia zitto.
Basta adesso Tia rifugiarti nella denigrazione verso gli altri ,veramente esageri..
Non ho capito. Mi spieghi e se c è da farti le scuse sono pronto ,
Cazzo ma ce l hai col mondo tu.

sylk ha detto...

ammetto che secondo me, appena si parla di centrali nucleari la massa nn pensa più, è si rifugia in preconcetti che ormai sono quasi impossibile da abbattere; ma all'ultimo referendum io ho votato no alle centrali, nn conosco approfonditamente i modi e le tecniche di costruzione delle nuove centrali, ma ho fatto un ragionamento che secondo me era valido che mi ha portato a questa decisione , primo l'italia e per la maggior parte a rischio sismico, e secondo l'italia è l'italia mi spiego, in Giappone l'incidente al reattore è accaduto anche..... (o solo ) perché è avvenuto un terremoto superiore al nono grado della scala richter, oserei dire distruttivo da noi ma in Giappone vista l'intensità del sisma nn è successo niente o quasi, pensate se sarebbe successo da noi oltre la distruzione delle città avremmo dovuto combattere per chi sà quanto tempo con radiazioni e tutto quello che ne consegue, e penso che nn se ne sarebbe salvata una .... cioè noi costruiamo con tangenti ...... e crollano le scuole vi immaginate le centrali..... affari da miliardi di euro....
p.s. nn conosco le centrali a torio, ma se danno gli stessi problemi delle centrali normali nn le voglio per le stesse ragioni

robi ha detto...

Non capisci che sei tu ridicolo ,da prender per oro tutto ciò che ti fa comodo...
ma ..va..là.

robi ha detto...

precedente intervento riferito a Tia
pardon

AC/DC ha detto...

@Mario Massa

Nella tua analisi riporti dati relativi al decommissioning che non posso verificare per cui li prendo per buoni dandogli il beneficio del dubbio.

Però riesci ad immaginare cosa succederebbe ad un Paese come l'Italia se un incidente del genere accadesse diciamo in piena pianura Padana? anche volendo analizzare la cosa dal solo punto di vista economico sarebbe un disastro, altro che crisi economica... e i soldi risparmiati prima servirebbero a ben poco.

Sulle centrali al Torio non ne so abbastanza per poter giudicare ma quelle a Uranio non mi sembrano una buona idea per un Paese come il nostro... e nemmeno per tanti altri visto che non vedo una gran corsa al nucleare ultimamente nella parte occidentale del mondo, anzi proprio il contrario.

Teknico ha detto...

Per quanto riguarda le centrali italiane fermate con il vecchio referendum, le cose sono leggermente diverse.
Il vecchio referendum vietava la costruzione di nuove centrali, non la chiusura delle vecchie.
L'ENEL, con italica paraculagine, ha fatto in modo che fosse obbligata a chiuderle. Voi direte "ma sono dei pazzi, si sono dati la zappa sui piedi da soli!" e invece no, perchè hanno chiesto (e ottenuto) un rimborso sui mancati risparmi (stima del costo Kw convenzionale - Kw nucleare) che abbiamo pagato (e forse stiamo ancora pagando) noi poveri sudditi della patria del magna magna.

gio ha detto...

tia ha scritto:

>Ma ammettiamo che l'accrocchio funzioni, non basta che venga ssotituito alle centrali esistinti? Bisogna per forza ficcarselo dentro casa? Ma non vi rendete conto di quanto sia RIDICOLA una cosa del genere?

...ma la rivoluzione vera.... è portarsi l'e-cat in casa...hai una cavolo di idea su quanto costi allestire una rete gas ......costi a carico della collettività perchè non sono assolutamente in concorrenza.....

mulhollandriver ha detto...

@tia

come dice gio la distribuzione energetica capillare sarebbe caratteristica d'emorme importanza qualora funzionasse (cosa alla quale sono propenso credere)

bandolero ha detto...

OT x Valeria:

http://www.vivicool.it/24620/cronaca/protocollo-di-kyoto-il-canada-non-vuole-piu-aderire.html

bandolero ha detto...

La capillarizzazione della produzione energetica non è una chimera: in effeti già è uno stato di fatto per la produzione di calore (caldaie a metano e a gasolio), perchè non estenderla anche all'elettricità nel momento fosse conveniente?

Daniele 22passi ha detto...

@tia
Tze tze, a te ti si capisce fin troppo bene, altro che! ;))

mulhollandriver ha detto...

@bandolero

SENDECO2 piange dollari.

Gdmster ha detto...

Io penso che tia non abbia tutti i torti. Pensare ad un generatore funzionante ad energia nucleare in casa mi pare un po' avventato. Le micro o nanopolveri di nichel non mi sembrano più salutari dei neutroni. In genere se inalate provocano anche morte. Ricordate che Focardi nei lavori con Piantelli (vedere ad esempio Storia del Nucleare in Italia edito dal mio amico Sergio Martellucci) diceva che ogni tanto uscivano dei neutroni a fiotti. Ora sono spariti, non so se per tranquillizzare tutti. Se i neutroni escono la gente intorno muore. Non pensate che a Fukushima arriva lo tsunami e le case con dentro l'ecat si salvano dai terremoti. Vedrei più semplice dei mini-impianti da 1MW in grado di servire un quartiere o parti di esso. E' uno schema già proposto da altri

bandolero ha detto...

http://www.youtube.com/watch?v=XgLG-g63PLk&feature=player_embedded

TED | Justin Hall Tipping - Svincolare l'energia dalla rete

Valeria ha detto...

@Bandolero caro

Sto facendo le macumbe. Direzione Kyoto!
Tra un po' ci sarà anche la rivoluzione dei canguri.

Focardi, poveraccio!
Ma gliela state tirando?
Avrà messo le mani sullo scatolotto in funzione chissà quante volte: ripeto, dovrebbe illuminarsi di verde senza preavviso, a questo punto.

Se ho mezz'oretta, ve lo concio a mò di Incredible Hulk con Photoshop.

Così...per il riso ilare ed incontenibile di alcuni.

Valeria ha detto...

Se pensate che io stia qui ad aspettare di sapere come funziona davvero l'ECat per poi sperare che Enel o Eni ne piazzino uno ogni 10000 abitanti e mi facciano pagare l'energia 10 volte quella di oggi..."perchè è troppo pulita e ci potrebbe fare del male"

...beh!...vi sbagliate!
E credo che lo pensi anche Rossi, Levi, Focardi e compagnia cantando!

mario massa ha detto...

@mWatt
Ho usato il termine “genio italico” ma non pensare sia un nazionalista! So però che di natura noi italiani siamo dei gran casinisti ma geniali, e questo è ciò che pensano di noi in ambiente tecnico-scientifico in tutto il mondo (e se l’E-CAT funzionerà Rossi ne sarà un esempio emblematico: più genio e casinista di così è difficile pensarlo!).

@Sylk
“non conosco le centrali a torio, ma se danno gli stessi problemi delle centrali normali nn le voglio per le stesse ragioni”

Se hai un background tecnico e ti interessi di problemi energetici ti assicuro che vale la pena documentarsi: c’è molto da lavorare, ma ai miei occhi di ingegnere risolvono il 90% dei problemi. Se poi cerchi una fonte energetica senza nessuna controindicazione, da poter mettere in cantina, allora non ti rimane che sperare nell’E-CAT (io un 2% di speranza la mantengo).

Valeria ha detto...

ECat certificato sicuro ed economico = Game Over!

ottone ha detto...

@ Daniele
Leggo sempre tutto.
Mi piace.
@ Tutti
credo che sul consumismo non ci sia più niente da raccontare o sul quale discutere.
Con questo Monti, ( e mi ha fatto ridere tanto: "... cominciano i tagli: da Tremonti a Monti... siamo sulla buona strada!") Ho riso, isterico e triste.
Cazzarola come al solito solo tasse!Vero! Tutto lì!
GOOD LUCK!
a TUTTI noi. E' bello stare qui.

mario massa ha detto...

@AC/DC
“Però riesci ad immaginare cosa succederebbe ad un Paese come l'Italia…”

Lo so, infatti ho detto che non ritengo ragionevole oggi installare centrali a uranio tradizionali in Italia. Poi ci aggiungo il nostro carattere casinista, un po’ di mafia e camorra e mi vengono i brividi.

Per le centrali al torio (e la politica energetica che ne consegue)leggi la risposta a Sylk.

Per il fatto che non si costruisca più nucleare non è vero, anche se periodi di economia magra mal si sposano con grandi investimenti. Al momento mi risultano in costruzione 34 centrali e 38 programmate (cioè già con i fondi stanziati). Mi risulta inoltre che praticamente tutte le centrali che andranno in decommissioning verranno sostituite, il chè vuol dire almeno un centinaio nei prossimi 20 anni (senza tenere conto della Cina, che da sola potrebbe decidere di installarne molte decine a breve).
Personalmente non vedo bene questo aumento delle centrali tradizionali perché la loro lunga vita operativa potrebbe posticipare lo sviluppo di quelle al torio.

@Gdmster
“Vedrei più semplice dei mini-impianti da 1MW in grado di servire un quartiere o parti di esso”

Concordo: solo così sarebbe possibile cogenerare. Per le conoscenze attuali (se escludiamo il fotovoltaico) qualunque sistema di generazione di elettricità necessita di una sorgente fredda: in una abitazione d’estate cosa si userebbe? E poi TIA ha ragione: ammettiamo che, nota la teoria, si possa escludere qualunque pericolo nucleare, ma là dentro c’è idrogeno in pressione e temperature di 1000°C: ve la sentite di lasciarlo acceso per alimentare il frigo quando andate in vacanza?

robi ha detto...

Gdmster
la mia risposta a Tia è stata che finchè non avremo certezza della reazione ,mi sembra inutile gridare -al lupo al lupo-.
Io lavoro in un azienda agricola,solo per immagazzinare prodotti non velenosi per i trattamenti ho dovuto costruire una specie di bunker.Immaginiamoci!,se ci fosse una minima possibilità di contaminazione non riuscirebbe ad ottenere il nulla osta per le caldaie.

alterego ha detto...

Siccome trovo la discussione molto pacata e stimolante, voglio sottoporre alla vostra attenzione un altro punto di discussione su quanti danni può fare il preconcetto ideologico; parliamo un po' del piezonucleare.

Il Prof. Carpinteri fa saltare fuori neutroni (=trasmutazione nucleare) ogni volta che spacca un campione di roccia con minerali ricchi di metalli (la faccio semplice), mentre non succede un accidente se il campione è di marmo o di qualunque roccia, monominerale o no, ma priva di minerali poveri o privi di metalli; e questo non succede solo qualche volta, ma il 100% delle volte: in altre parole, abbiamo la tanta sospirata "riproducibilità" di un processo che non capiamo. Già questo dovrebbbe far saltare dalla sedia qualunque fisico animato da un briciolo del "sacro fuoco" della curiosità, mentre il nostro (professore al Politecnico di Torino) è bellamente ignorato.
Ma non finisce qui perché il Professor Cardone (INFN) dice che è possibile applicare i risultati di questa ricerca per (pensate un pò) risolvere il problema delle scorie nucleari!!!! Costui forse non è un campione di simpatia e forse dice fesserie, ma credo che in ogni caso valga la pena di andare a vedere le sue carte, o no?


Ora il problema è che abbiamo due forme di preconcetto ideologico, tra di loro opposte ma ugualmente letali:
la prima è quella che risiede nelle menti dei gran sacerdoti, che escludono a priori qualunque cosa cozzi contro i sacri libri, per cui chissenefrega di Carpinteri e della sua riproducibilità;
la seconda è quella di fede ambientalista-ad-ogni-costo, che sarebbe tentata di dire "evviva", ma...... e se poi risolviamo il problema delle scorie?

....meditate gente, meditate...

ulixes ha detto...

"Se pensate che io stia qui ad aspettare di sapere come funziona davvero l'ECat per poi sperare che Enel o Eni ne piazzino uno ogni 10000 abitanti e mi facciano pagare l'energia 10 volte quella di oggi..."perchè è troppo pulita e ci potrebbe fare del male"

...beh!...vi sbagliate!
E credo che lo pensi anche Rossi, Levi, Focardi e compagnia cantando!"

Queste sono le riflessioni per cui ti ammiro.

E' sempre un piacere leggerti, Valeria!

robi ha detto...

ulixes
30 anni fa saresti andato ad abitare in una casa costruita con l eternit.
oggi ,lo faresti?
Non so ,ma ,se una cosa fosse dannosa per risparmiare non ci rimetterei la salute
Punti di vista

piero41 ha detto...

Stiamo attenti mi viene da pensare, prima di andare a fasciarsi la testa con un nucleare "nuovo" più sicuro ma.. o con i pannelli o il vento alla moda vediamo di considerar bene tutte le opportunità che nuove tecniche possono offrire anche alle vecchie tecnologie: idraulico, geotermico... In Toscana stanno impiantando piccole turbine in Arno.. ma soprattutto la Regione ha imposto al governo e all'Enel il geotermico arrivando alla copertura del fabbisogno regionale credo... Ci si potrebbe spingere oltre, oltre all'Amiata vi sono tante altre zone calde, vulcaniche in Italia... non so ma forse i liquidi potrebbero anche esser iniettati dalla superficie ... ed al nord vi sono tanti affluenti dove sfruttare piccoli impianti ad alta resa.. Forse si tratta di volontà politica,ogni regione potrebbe/dovrebbe organizzarsi autonomamente conoscendo meglio le risorse dei propri territori e le richieste della popolazione........

Valeria ha detto...

@Ottone
@Ulixes

Si chiamerà ECat, EDog o EMouse...dovrà essere free energy...

Il cappio al collo io non lo voglio più, voi?!

Siamo in Red Alert: ci faranno pagare anche il fiato tra breve, l'unica speranza di ripresa di un'economia SANA e PROSPERA è quella di una fonte di energia sicura, pulita e GRATIS!

Chi ha a cuore il suo futuro e quello dei suoi figli deve stare in allerta vigile...degli altri, snakes, a libro paga delle lobbies del fossile o di cos'altro non mi interessa

...je m'en fout completement!

tia ha detto...

>"Se pensate che io stia qui ad aspettare di sapere come funziona davvero l'ECat per poi sperare che Enel o Eni ne piazzino uno ogni 10000 abitanti e mi facciano pagare l'energia 10 volte quella di oggi..."perchè è troppo pulita e ci potrebbe fare del male


Eh già e mentre l'ENEL ti fa pagare uno sproposito, un concorrente inizia a vendere energia elettrica a prezzo inferiore e così via..
Ah già che entra in ballo il gomplotto globale sulle fonti energetiche.

Valeria ha detto...

Non mi interessano i "Gestori"...

Saranno migliaia di posti di lavoro in meno: mi dispiace per chi ci lavora.
Bisogna sopravvivere e io non pago ULTERIORMENTE per tenere in vita queste macchine-magia-esistenza-della-povera-gente!
Energia a peso d'oro: ma che si sono messi in testa?
...di ucciderci a suon di bollette?

Abbiamo già abbastanza balzelli e monopoli...che vadano al diavolo!

ulixes ha detto...

"...Saranno migliaia di posti di lavoro in meno..." all'inizio.

Si potrà lavorare meno, poi!

tia ha detto...

>Abbiamo già abbastanza balzelli e monopoli...che vadano al diavolo!

Già cazzo. Se solo tutti fossero Vivaci ed Intelligenti come solo tu sai essere, altro che crisi economica e crisi ambientale. Avremmo già persiono colonizzato l'ologramma di Marte.

mwatt ha detto...

ciao Mario,
ti sottopongo le seguenti affermazioni che ho captato, circa il "genio italico"
1_ciclo U-Th: integralmente teorizzato svariati decenni fà. Gli USA hanno tentato l'impossibile per realizzarlo (tentare l'impossibile come possono farlo gli USA!!!) e investito l'impossibile.
Al che il genio italico ritiene di riuscire dove hanno fallito gli americani. Non ho sentito parlare di Trisaia, al riguardo, bensì della Basilicata. Alla fine non hanno combinato nulla.
2_Trisaia: la ricerca più enorme da svolgere a Trisaia naufragò clamorosamente. Dopo aver speso cifre inimmaginabili ci si rese conto che l'impianto che si voleva realizzare non avrebbe MAI funzionato.
3_reattore sperimentale P. spesa cifra inimmaginabile per un reattore che non avrebbe mai potuto funzionare. Tutto è ancora lì in amena località.
4_reattore sperimentale C. ad un certo punto ci si rese conto che non avrebbe mai funzionato ma ciononostante si andò avanti a costruirlo, ben sapendo che non avrebbe mai funzionato. Spese mostruose.

La fine del nucleare in Italia è stato un bene per chi stava realizzando queste macchine che non avrebbero mai funzionato. Avrebbe fatto una figura orrenda. Sono state spese cifre incalcolabili, grazie al genio italico....

Ovviamente sono frasi che ho captato, e si riferiscono a fatti di 30 o 40 anni fà. Non sò se siano vere.

mW

mwatt ha detto...

PS @MARIO quando dico grandi cifre, dico grandi cifre in senso nucleare. Ossia pensa una cosa e aggiungi 2 zeri.....
mW

triziocaioedeuterio ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
triziocaioedeuterio ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
triziocaioedeuterio ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
triziocaioedeuterio ha detto...

Cara valeria per mandarli al diavolo ci vorrebbe un colpo di stato...mi dici come li schiodi senno'?In italia ci sono 630.000 auto blu per una spesa di piu' di 21 miliardi l'anno contro le 195 del regno unito...e il governo che fa?Aumenta l'iva...e a nessuno sembra fregargliene un caxxo...
Si scendeva in piazza a far casino solo quando c'era il berlusca...adesso invece con monti le cose so' cambiate invece...
Che popolo di pecoroni...

tia ha detto...

>Si scendeva in piazza a far casino solo quando c'era il berlusca...adesso invece con monti le cose so' cambiate invece...

Le leggi le ratifica il Parlamento, non il governo.
Indovina indovinello: chi ha la maggioranza al parlamento?

piero41 ha detto...

@Valeria &Co
"Energia gratis" Dopo un pauroso bollo annuale sul gatto peggio di un SUV , dopo mostruose imposte semestrali sul cambio polveri... voglio veder che energia gratis ti rimane... cosa accade a cicche, benzina ecc..??? dai..dai.. non si scappa...Va a finire che dovrai anche rimborsare l'Enel...

Valeria ha detto...

@Piero41

bollo annuale in virtu' di cosa?
Bollo annuale per aver sottratto voci di bilancio allo Stato?
Ma non si propone proprio!

Capitolo crisi?
Piazza? nooo...è passato il tempo.
Ridotti come siamo, con questa "gentaglia tecnica" che ci affama nuovamente per ricapitalizzare le banche (Tia, ma "maggioranza" de che? Il Pdl appoggia un governo di non eletti con il Pd...t'hanno avvertito, per caso?)
c'è una sola soluzione.
Si sono dimenticati che gli autonomi sono l'80% del Pil, sarà pure all'1% ma sempre l'80 % del PIL sono. Chiusi i rubinetti della piccola e media impresa, possono cominciare a farsi crescere le ventose sui polpastrelli ed affrontare l'arrampicata sullo specchio!

E se non bastasse: con il solo mancato versamento IVA e INPS autonomi di un unico trimestre, l'Italia va per stracci!
Siamo appesi ad un sottile fil di seta.
Una volta azzerato il conto, si può trattare alla pari...ma prevedo che a Montecitorio per quei tempi risuonerebbe un'eco come nelle valli svizzere...i topi scappano dalla nave che affonda!

Valeria ha detto...

..e non crediate che non ci sia gente che sta organizzando la cosa.
L'unico modo di riaffermare la propria dignità di persone e togliere il coltello di mano a chi lo brandeggia.

tia ha detto...

>Tia, ma "maggioranza" de che? Il Pdl appoggia un governo di non eletti con il Pd...t'hanno avvertito, per caso?

Sempre Acuta, come tuo solito.
Il PDL è ancora il primo partito italiano, in Camera come in Senato.
Se B. dice "no" su una legge a caso, al Senato non passa. Alla Camera bastano un paio di acquisti et voilà.
Senza PDL il governo Monti salta.

piero41 ha detto...

@Valeria
"togliere il coltello di mano a chi lo brandeggia"
E' semplice sai se entro febbraio non trovano 150 miliardi in prestito dagli strozzini, lo stato non paga più li stipendi e le pensioni, le banche chiudon bandone e conti correnti , li stronzi col coltello in mano vanno nelle loro ville alle Caimans e tu che fai in strada specie se lo € chiude baracca?? Siamo lì ehh!!

Comunque per il bollo e le accise basta una semplice legge prima di permettere la commercializzazione dei gatti come per auto e benzina...e vai..

Valeria ha detto...

Ma che diavolo dici?
Ma sai dove è schierata la Lega, in modo compatto? All'opposizione!
Ma quale maggioranza d'Egitto?!
Rifatti bene i conti...
All'interno del Pdl c'è una (o più) spaccatura profonda: vedrai che voto di fiducia alla manovra Monti!

Ancora che parli di sigle e partiti?
Ancora non hai capito con che musica abbiamo ballato negli ultimi 60 anni?
Il terreno preparato e amministrato dai politici su coordinamento delle banche centrali: arriva chi deve arrivare, qui come in tutti gli altri Paesi industrualizzati e ricchi....
negli altri, si aspetta il mandato ONU, nel frattempo di organizza una bella rivolta dall'interno, con l'aiuto delle forze speciali paracadutate durante la notte, poi si parte, si coinvolgono gli Alleati, si uccide il leader politico e la sua famiglia tutta...e si ridisegnano gli assetti geo-politici...

Solo tre Paesi sfuggono a questo disegno e hanno bisogno di una strategia differente. Sono i soli tre Paesi dove non è presente la Goldman & Sachs e l'FMI: Cuba, Corea del Nord e Iran.
Fate vobis....

tia ha detto...

>Ma che diavolo dici?
Ma sai dove è schierata la Lega, in modo compatto? All'opposizione!
Ma quale maggioranza d'Egitto?!
Rifatti bene i conti...
All'interno del Pdl c'è una (o più) spaccatura profonda: vedrai che voto di fiducia alla manovra Monti!


A me sembra di parlare con un muro.
Ma se invece di continuare a starnazzare leggessi i post?
Proprio perchè la Lega è all'opposizione il PDL può staccare la spina a Monti ed è proprio per questo che Monti non può fare provvedimenti che non piacciono a Berlusconi.
Berlusconi ha ancora in mano la maggioranza del Parlamento de facto.

Valeria ha detto...

Il primo partito del Paese è una grandezza relativa, visto che è schierato con TUTTI gli altri schieramenti politici in appoggio a quest'infamia, chiamata governo.

Ci riusciamo ad arrivare fino a lì, Tia?
Vota con PD, UDC, IDV, Radicali e via dicendo....

tira fuori i numeri, vedrai che la maggioranza esce comunque, nonostante le migliaia di emendamenti, si voterà la fiducia, ovvero la nostra condanna alla morte civile.
E noi ci azzanniamo qui, mentre stanno montando il patibolo.

sono riusciti ad arrivare a questo proprio per la miopia, la contrapposizione patologica, la polemica sterile, l'idiozia mentale di un popolo interno di ignoranti grassi e menomati mentali dalla televisione, che sono capaci solo di gridare "Forza Romaaaaa!!!", facendosi scoppiare le giugulari.

Hanno avuto gioco facile, come bere un bicchier d'acqua.

tia ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
tia ha detto...

>Il primo partito del Paese è una grandezza relativa

E' una grandezza assoluta: il PDL ha piu deputati e senatori di qualsiasi altro partito politico

>tira fuori i numeri, vedrai che la maggioranza esce comunque, nonostante le migliaia di emendamenti, si voterà la fiducia, ovvero la nostra condanna alla morte civile.

Senza PDL e Lega al Senato non passa nulla

Tizzie ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
piero41 ha detto...

In teoria Tia ha ragione ma B. non può assolutamente andare ad elezioni ora...altrimenti i mercati non ci prestano money e la gente non voterà il PDL. Monti ha questo di forza e potrebbe osare un po' di più, non tanto,... B le ville sulle isole dell'oceano ce le ha pronte...certo mediaset è quà....

mwatt ha detto...

Infatti il governo Monti non ha messo all'asta le frequenze.
Come mai?
Era denaro facile.
mW

tia ha detto...

>Monti ha questo di forza e potrebbe osare un po' di più, non tanto

Ma se non ha manco osato mettere in discussione il beauty contest sulle frequenze tv.

piero41 ha detto...

@Valeria
"sono riusciti ad arrivare a questo proprio per la miopia, .... l'idiozia mentale di un popolo interno di ignoranti grassi"

No Valeria è quel 30% che non ha pagato le tasse e che ora se la passa proprio bene che lo ha votato intelligentemente, apri gli occhi belli....
Per me Monti forse è l'unico che può evitarci il burrone...

nambar ha detto...

... curiosità... ma nessuno ha nessuna notizia sulla coherence 2011?
... "quasi sempre in silenzio", ma vi seguo
@ daniele
... se vacilla pure la tua di fiducia in rossi... è la fine...
@ valeria
... l'energy free è/sarebbe bellissimo, ma è ancora inapplicabile in una società strutturata come kla nostra, e siccome ci serve subito energia pulita e a basso costo (e senza ricatti da paesi stranieri che siano arabi o meno) ben vengano ole centrali da un GW ogni 10 000 abitanti , o anche meno perchè no....

piero41 ha detto...

@Tia
beauty contest sulle frequenze tv"

Ma chi mai le avrebbe comprate ? Repubblica? e a quanto? Murdoch vuol farsi pagare il sat... E' tutt'aria fritta del nostro D.P. per pubblicizzarsi..dai!!

tia ha detto...

>Ma chi mai le avrebbe comprate ? Repubblica? e a quanto? Murdoch vuol farsi pagare il sat... E' tutt'aria fritta del nostro D.P. per pubblicizzarsi..dai!!

Le frequenze per i cellulari sono andate a ruba.
Sky s'è ritirata perchè ha dichiarato che il concorso è truccato.
Comunque, anche nel caso non le volesse nessuno (per il momento) non mi pare una buona ragione per REGALARLE al solito MONOPOLIO (Mediaset).

mario massa ha detto...

Ciao mWatt,
mi fa piacere che tu ti stia documentato, spero non ti fermerai ai si dice e andrai a vedere documenti.

Non sono un ingegnere nucleare e sono venuto in contatto con quel mondo di striscio, come ho scritto, perché all’epoca in Italia di aziende in grado di progettare e costruire uno scarificatore a microonde non ce n’erano tante. Ormai tutto era concluso e non so dirti come fossero veramente andate le cose prima del referendum (la centrale di Latina entrò in funzione che facevo le elementari).

Quello che vedo a posteriori è una indagine a tutto campo che allora si fece prima di intraprendere la costruzione di centrali definitive: da un reattore a grafite come quello di Latina, a uno ad acqua pesante come il Cirene (di progettazione italiana, credo unico esempio di moderazione a nebbia e che forse hai ragione non avrebbe mai funzionato) entrambi con tanti svantaggi, ma il vantaggio di utilizzare uranio naturale e quindi di non necessitare degli impianti di arricchimento, ai reattorei ad acqua bollente di Garigliano e Caorso, alla Enrico Fermi a Trino ad acqua pressurizzata. In contemporanea si vede il tentativo di indagare sugli impianti di contorno: l’impianto EUREX per lo studio del riprocessamento, l’ITREC che doveva studiare il ciclo uranio-torio (che come dici tu non concluse nulla, ma a mio avviso dimostra molta lungimiranza), l’OPEC laboratorio di analisi, l’impianto Plutonio, per l’analisi di barre a base di plutonio, ecc.
Tutto questo può essere visto come un caos all’italiana come la vedi tu, o come un tentativo di indagine a tutto campo su una nuova tecnologia (la costruzione della centrale di Latina iniziò dopo 2 anni dalla costruzione della prima centrale elettrica nucleare al mondo che avvenne in Inghilterra). Il fatto che per costruire quella centrale ci vollero solo 4 anni e addirittura meno di 3 per quella di Trino e che hanno prodotto energia per più di 20 anni (anche se con disponibilità piuttosto basse: 76% e 50%) fino al referendum, mi porta a pensare che a quell’epoca chi lavorava in quel campo (fisici e ingegneri in particolare) non fossero degli stupidi come le tue fonti sembrano far credere.

Che mettere in piedi tutto questo ambaradan sia costato una fortuna e doverlo ora smantellare costi altrettanto è chiaro. Anche produrre energia elettrica bruciando petrolio anziché ottenerlo dal nucleare in questi 30 anni è costato una fortuna (la mia stima di quest’ultimo costo è di almeno 200 miliardi di euro).

sandro75k ha detto...

Monti mi ha convinto a chiudere il locale. Fare impresa in Italia è da suicidio!

ulixes ha detto...

Si parla anche di politica.
Bene!

In funzione di quali conoscenze?

Spunti di riflessione:

Nizza, biblioteca municipale:
http://www.montecarlonews.it/fileadmin/archivio/montecarlonews/nice_nucera.jpg

Maranello, Villa Rangoni-Machiavelli:
http://r2.fra07s16.c.bigcache.googleapis.com/static.panoramio.com/photos/original/17001092.jpg?redirect_counter=1&st=nx&ir=1

Homo videns?
http://thumbs.dreamstime.com/thumblarge_557/1290093144kKWrVr.jpg

piero41 ha detto...

@Tia
Hai ragione... ma poi un scambio di figurine? Comunque che se ne fanno ? Fede non doveva esser sul satellite? allora anche loro lo fanno per non cederle ai concorrenti?? In recessione se la pubblicità non tira.. chi si avventura nel nuovo affare?? Dopo forse dovranno lasciale ...

tia ha detto...

Boh io sono stupefatto. Piero41, ma che discorsi stai facendo??
Se nessuno vuole pagare le freq. tv le si lascia al momento alla RAI, fine. Non si vanno a REGALARE ai privati (Mediaset)! Le frequenze sono un bene pubblico.

tia ha detto...

E poi stai certo che se B. ha fatto quelle dichiarazioni, è proprio perchè gli interessano eccome. O meglio: ha paura che entri un concorrente e quindi deve tirar fuori i soldi per acquistarle.

Shine ha detto...

@nambar
"... curiosità... ma nessuno ha nessuna notizia sulla coherence 2011?"

nei commenti al post relativo c'e` qualcuno che ci e` stato. Narrano di un esaltato e alcune mail di Celani, ma in fondo nulla di nuovo. Ad ogni mod0 spero di vedere presto qualche video..

piero41 ha detto...

@Tia
Ora attualmente, da quelle tv per gli italiani magari ci ricavi al massimo pochi milioni, se le lasci a Rai e B e in cambio ottieni una semipatrimoniale ICI abbastanza graffiante con quel 60% per grossi immobiliaristi e magari anche le pensioni oltre 200000 mi sembra che sia uno scambio vantaggioso per operai e pensionati nohh?? In futuro Mediaset con tutte quelle frequenze è fuori legge e allora...che fa??

Valeria ha detto...

Ma quale 30% che ha votato Berlusconi!
ANCORA CON QUESTI DISTINGUO!?

Siamo un paese di idioti, incapaci, deficienti

Se ne sono accorti tutti: siamo la vergogna dei Paesi democratici.
Ci facciamo mettere i piedi in testa da personaggi non eletti e dal volere di un Presidente della Repubblica, a sua volta non eletto DAL POPOLO
...E RINGRAZIAMO PURE, PERCHE' SONO I SOLI CHE "CI SALVERANNO"....
MA PER FAVORE, SVEGLIATEVI!

http://www.youtube.com/watch?feature=player_embedded&v=vLvYXCkGOlE#!

Vettore ha detto...

Ecco, si parlava della Teoria dei Giochi: l'Italia è l'esempio più lampante di quanto la teoria di Nash possa prevedere con precisione come vanno le cose quando se ne verificano i presupposti! Ognuno nel nostro paese cerca di massimizzare il proprio benessere (TUTTI dalle persone fisiche alle aziende, ai partiti, alle lobby), anche a discapito degli altri, e alla fine si arriva ad una situazione di blocco assoluto (quella in cui siamo invischiati da 50 anni a questa parte) in cui nessuno vuole fare un passo indietro o avanti perchè altrimenti perderebbe qualcosa. Ovviamente la lungimiranza italica è tale per cui non non fa differenza se l'alternativa sia la morte o un miglioramento complessivo, l'importante è non rinunciare a niente (e non parlo solo di beni materiali)...
Le evoluzioni della Teoria dei Giochi dicono anche come si può raggiungere la situazione ottima in assoluto a partire da queste condizioni. Ma siamo troppo imbecilli anche solo per chiedersi in cosa consista (figuriamoci poi per metterla in pratica)...


P.S. Quello ceh ha detto Valeria non è distante da quello che sto dicendo io...

piero41 ha detto...

@Valeria
Se la metti così bohh come vuoi ... ma dopo quel che è avvenuto con U.K. e Cameron in EU se tiri in ballo anche un estremista definito da molti "Nigel Farage: l’amico dei fascisti che urla contro l’Europa" per giustificarti siamo al massimo..... poi vedi tu.. Non mi sembra che lasci spazio per un discorso......e va be contenta tu...

Valeria ha detto...

Si deve partire da tre assunti

1- la democrazia rappresentativa elegge chi deve sedere alle Camere.
Altri non sono autorizzati.

2- il bilancio dello Stato italiano non è in pareggio dal 1925 (Governo Tambroni)

3-Le tasse versate servono a migliorare i servizi e il welfare del Paese, non a ricapitalizzare i sistemi finanziari internazionali.

In ultimo, noi paghiamo la nostra moneta...e salata, pure!

Ritorno alla LIRA IMMEDIATO...avanti c'è il baratro!

Valeria ha detto...

L'Inghilterra, invece, ha gli attributi da sempre: il 70% del Paese è con Cameron.
Quello conta!

Chi governa ha il DOVERE di mantenere intatta la sovranità e il benessere del popolo che rappresenta.
Cameron non vuole il giogo dell'Europa sugli istituti di credito nazionali, imposto attraverso il patto di stabilità e il MES, che altro non sono che una delega vergognosa e totale ai flussi di bilancio nelle casse di uno stato sovrano.
Comprese sanzioni tali che gli stati "non virtuosi" verranno privati del diritto al voto e subiranno le decisioni degli stati più solidi (indovinate chi!?)
Voi avete vovato un governo della BCE e (presto) dell'FMI?
Sapete che nella loro intera storia non hanno MAI salvato UN SOLO STATO, BENSI' LI HANNO ASSERVITI TUTTI ECONOMICAMENTE?

Se poi ci aggiungiamo l'Eurogendfor e il fatto che i Carabinieri verranno presto esclusi dalla gestione della Difesa e incorporati in quella degli Interni, allora, se vi informate, capirete che "quadrettino" si sta profilando all'orizzonte....
Sapranno come tenere a bada i "bollori di piazza"
Vi sta ancora bene tutto?

L'unica forma di reazione valida sarà quella di "chiudere i rubinetti portanti"....
20 milioni di italiani che bob versano IVA e contributi per due mesi, faranno la differenza.

Dovranno trovare il modo di spedire le cartelle Equitalia molto più velocemente.....

Valeria ha detto...

Nigel Farage è un politico che ha a cuore la dignità e la libertà del popolo che rappresenta...
L'aggettivo "fascista" è inadeguato e senza significato in questo caso.
So che non ci siamo abituati a sentir parlare un politico con questi toni: per questo siamo italiani!

Valeria ha detto...

Italia 17% del PIL europeo: non ci molleranno facilmente.
Se cadiamo noi, fanno il botto...e vedrai i raggi Gamma veri, allora!
Beh, direi di darsi da fare: meglio saltare con ancora qualcosa in mano che senza soldi e senza casa....

ulixes ha detto...

Parbleu! Un complottista ben documentato: Paolo Barnard.

Europa:
http://www.youtube.com/watch?v=wpzGgo1XZRo

FMI:
http://www.youtube.com/watch?v=5EN5LyhcZwY

Valeria ha detto...

@Ulixes

chi parla ancora di complotto, a questo punto, non legge i giornali, è cieco e pure sordo...
Oppure ha semplicemente interesse a che lo status quo perduri, perchè ci inzuppa il pane!

mwatt ha detto...

@MARIO MASSA:
Devo chiarire.
Innanazitutto scusami se non rivelo la mia fonte.
Non diceva affatto che chi si occupava di nucleare in Italia fosse in generale un incompetente. Tutt'altro, e lui stesso è stato uno di loro.
Il problema è stata la "ricerca" italiana sul nucleare.
Lui mi ha fatto tre esempi di casi nei quali la fiducia nel nostro genio italico (come se USA e francesi etc fossero dei pirla) ha portato ad intraprendere ricerche costosissime in totale incoscienza, dilapidando quantità enormi di denaro pubblico.
Nota che non stò parlando di centrali commerciali.
Puntualmente si arrivava a metà dell'opera a scoprire che la cosa non poteva funzionare.
La mia fonte mi diceva che negli USA, a quel punto, il progetto sarebbe stato sospeso.
Qui, col nostro genio italico, si è andati avanti ben sapendo che le facilities non avrebbero funzionato MAI.
Alla faccia del Genio Italico (lui ce l'aveva proprio con la retorica del Genio Italico, forse perchè aveva viaggiato tanto. Era arrivato ad odiare gli aeroporti).

Scusa Mario se non posso dire di più, ma spero di averti dato spunti per documentarti ulteriormente :)

mW

mario massa ha detto...

@mWatt
"La mia fonte mi diceva che negli USA, a quel punto, il progetto sarebbe stato sospeso.
Qui, col nostro genio italico, si è andati avanti ben sapendo che le facilities non avrebbero funzionato MAI."

Su questo ti do ragione. Ma per mia (fortunatamente limitata) esperienza con forniture a enti pubblici il problema è che c'era chi su quelle idee aveva da guadagnare e non aveva nessun interesse a fermarle se scopriva problemi. E non sto parlando ad alto livello: ci guadagnavano tutti: lecitamente (esempio forniture) e illecitamente (a me un ingegnere ENEA chiese apertamente un camper mandandomi per fax modello e tutto! Lo mandammo a quel paese e l'impianto venne approvato ugualmente).

mwatt ha detto...

@Mario:
In sintesi, l'Italia non è un posto dove fare il nucleare.
mW

Red5goahead ha detto...

gioco interessante ed interattivo sul NYT sul futuro della scienza.

http://goo.gl/5MJD9

nulla sulla fusione fredda ma ho comunque l'impressione che alla fine agli americani non è poi gli interessi molto.

Red5goahead ha detto...

Io credo che una delle invenzioni più importanti della storia dopo il telefono, che rimane probabilmente la più significativa, possa essere quella del traduttore universale.

mwatt ha detto...

E la fotocopiatrice dove la mettiamo?

Io penso che il PC abbia preso il volo quando è stato in grado di fare il lavoro della fotocopiatrice, ma molto meglio!

Copia & incolla!
mW

giuliano ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
robi ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
mario massa ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
mario massa ha detto...

@mWatt

a meno che non sia intrinsecamente sicuro e non produca scorie millenarie: = torio (certo c'è da lavorare, non per fisici a risolvere problemi teorici, ma per ingegneri e tecnici per risolvere problemi costruttivi: c'è una bella differenza)

Tal dei tali ha detto...

Datti da fare allora! ;-)

Tal dei tali ha detto...

Datti da fare allora! ;-)

Tal dei tali ha detto...

Datti da fare allora! ;-)

Tal dei tali ha detto...

Datti da fare allora! ;-)

Tal dei tali ha detto...

Datti da fare allora! ;-)

Daniele 22passi ha detto...

@tal dei tali
Ma no non ti cancello, è giusti che tutti vedano coi loro occhi che hai l'età mentale di un bambino di 6 anni, buon divertimento caro deficiente!!! :)))
P.S. tutto questo semplicemente perché non sai riconoscere di esserti sbagliato, ma va a crescere che è meglio e torna quando hai messo un po' di giudizio nel cervello, buffone!! :P

Daniele 22passi ha detto...

@tutti
Piccolo OT... avete fatto tutti la vostra scommessa? :)

Freedom4all ha detto...

Teoria del Tutto, GUT, da vedere:
http://www.youtube.com/watch?v=S1JDMToJDe0

Posta un commento

Ovviamente 22passi è un blog, non una rivista on line, pertanto la responsabilità di quanto scritto in post e commenti appartiene solo ai rispettivi autori.

Related Posts with Thumbnails