BLOG PER APPASSIONATI D'AMORE, ONESTÀ, SPIRITUALITÀ, ARTE, POESIA, POLITICA, DEMOCRAZIA, SOSTENIBILITÀ, TECNOLOGIA, ENERGIE PULITE, COLD FUSION E LENR, MEDICINA ALTERNATIVA, RIVOLUZIONI SCIENTIFICHE, CRIPTOARCHEOLOGIA E "TANTE COSE INFINITE, ANCOR NON NOMINATE"

>>>> CERCHI LIBRI SUL BENESSERE DEL CORPO, DELLA MENTE E DELLO SPIRITO?

B A C H E C A D E L B L O G

Dal 25 Aprile 2015 (Festa della Liberazione) la possibilità di lasciare commenti nel blog è stata disattivata, eccetto per gli 85 utenti autorizzati e autori ad oggi iscritti. Chi desiderasse fare parte di questa piccola community (Google consente ancora 15 iscrizioni) può mandare due righe di presentazione a 22 passi chiocciola gmail punto com.

lunedì 31 ottobre 2011

Il test dell'apparato a fusione fredda E-Cat da 1 megawatt ha avuto successo


Sterling Allan mi ha autorizzato a tradurre e pubblicare in italiano gli articoli di PESN: "absolutely.  Any time. Don't need to ask.  Feel free to translate and post with appropriate links and credit."

Pertanto, i lettori del blog con buona padronanza dell'inglese interessati a contribuire a far conoscere i dettagli della vicenda E-Cat, e delle LENR in generale, a chi non parla la lingua d'Albione, d'ora in poi possono proporsi per tradurre tutto ciò che viene pubblicato da PESN. 

Cominciamo con la traduzione a cura di sono solo un piccolo test (che, molti lo ricorderanno, quest'inverno si firmava ancora zippo) del primo resoconto del test dell'impiamto da 1 MW pubblicato da Sterling Allan il 29/10/11, titolo originale 1 MW E-Cat Cold Fusion Device Test Successful

Il test dell'apparato a fusione fredda E-Cat da 1 megawatt ha avuto successo


Il 28 Ottobre 2011, Andrea Rossi ha presentato il sistema E-Cat da 1 MW di sua costruzione al primo cliente, il quale ha inviato i propri ingegneri/scienziati per testare/validare le prestazioni del sistema. A causa di un problema tecnico, il sistema ha fornito 479 kW di potenza continua per le 5 ore e 30 minuti di operatività in modalità auto-sostenuta.

Scritto da Sterling D. Allan (presente all'evento), con Hank Mills


Andrea Rossi e Sterling Allan
Bene, il grande giorno è venuto e andato. L'apparato a fusione fredda E-Cat da 1 megawatt di Andrea Rossi è stato testato a Bologna, Italia. E lo sconosciuto cliente, che ha effettuato il test, è apparentemente soddisfatto.

C'è stato qualche inconveniente, e non è stato quindi possibile portare il sistema alla massima potenza in modalità auto-sostenuta, ma ciò che ha potuto fare è stato assolutamente impressionante.

Il sistema ha funzionato per 5 ore e mezza in modalità auto-sostenuta, producendo 479 kW. Ciò significa che sostanzialmente non è stata necessaria alcuna energia in ingresso per farlo funzionare, poiché si è mantenuto in attività da solo anche durante la produzione di quasi mezzo megawatt. Rossi ha spiegato le ragioni di ciò durante la presentazione che è seguita all'evento, che ho videoregistrato e che pubblicherò più tardi.

La potenza citata è la metà della capacità nominale del sistema, ma è comunque un risultato importante per un sistema che è stato completato all'inizio di questa settimana, il primo del suo genere sul pianeta.

All'inizio della giornata, a fronte del verificarsi di un inconveniente tecnico, Rossi ha detto che il cliente avrebbe dovuto prendere una decisione: far andare il sistema alla massima potenza di 1 Mw, in modalità non auto-sostenuta, oppure in auto-sostentamento alla metà della potenza. Il cliente ha optato per la modalità auto-sostenuta. Nulla è stato detto sulle prospettive del dopo-test, anche se immagino che il cliente effettuerà diversi test per capire il giocattolo che ha comprato e che le informazioni ottenute saranno girate a Rossi.

Quando, durante il question-time, ho chiesto se il cliente fosse soddisfatto del test, Rossi ha risposto: "Sì, io penso che siano soddisfatti."

Qui c'è un breve estratto del video riguardante la lettura da parte di Rossi del report pubblico rilasciato dal cliente, lettura durata un'ora, a cui ha fatto seguito il question-time. Ho registrato l'intera presentazione che pubblicherò domani, spero corredata da trascrizione. Ogni singolo argomento del report e del question-time sono stati affrontati prima in italiano poi in inglese, o viceversa, da parte di Rossi.

In questo estratto di video, Rossi risponde alla domanda: "Quindi, questa è una innovazione assoluta?"


Qui c'è una trascrizione dell'estratto del video:
Il signor Paolo Soglia mi ha chiesto se penso che il test di oggi dimostri una innovazione assoluta. Io penso di sì, perché penso che oggi abbiamo visto abbastanza. Niente più piccole unità da 5 o 10 kilowatt, ma adesso abbiamo superato le difficoltà connesse con l'ingegneria di base per fare qualcosa che... Si immagini, andare in autosostentamento e produrre 400 [in realtà 479] kilowatt ora per ora... Lei capisce che questa è una innovazione assoluta.

Lei deve anche pensare che centinaia di milioni di dollari sono stati spesi per provare ad avere un COP [coefficiente di prestazione] di 1.1 con la fusione nucleare. Oggi abbiamo avuto un COP teoricamente infinito producendo 470kW ora per ora di energia completamente gratuita, senza alcuna alimentazione. Si, io penso che sia una innovazione assoluta.

Naturalmente questo è il primo passo, ma è un primo passo molto importante...

All'inizio di quest'anno Andrea Rossi annunciò il suo piano di costruire e testare il primo impianto a fusione fredda da 1 megawatt del mondo. L'impianto avrebbe utilizzato la tecnologia del suo E-Cat (Energy Catalyzer) che utilizza minuscole quantità di nichel in polvere e idrogeno come combustibile, producendo grandi quantità di energia sotto forma di calore. Ed è importante sottolineare che l'energia è prodotta senza emettere alcun agente inquinante, senza utilizzare alcun materiale radioattivo e senza produzione di rifiuti radioattivi. In due parole, l'E-Cat offre al mondo una sorgente di energia economica, sicura e pulita. Sebbene i programmi per il lancio della tecnologia siano stati modificati alcune volte nel corso dell'anno, la data del 28 Ottobre 2011 era stata fissata come quella del test ufficiale dell'impianto da 1 MW da parte del primo cliente.

Questo primo impianto costerà circa 2.000 dollari per kilowatt fino a quando sarà costruito uno alla volta, ma una volta che sarà avviata la produzione in serie, Rossi si aspetta che il prezzo possa scendere fino a 100 dollari per kW di potenza installata.

Gli invitati al test sono stati in numero limitato per diverse ragioni. Primo, il cliente non vuole essere conosciuto in questo momento, né vuole che siano identificati i propri ingegneri/scienziati. Non ho scoperto l'identità del cliente inavvertitamente, né ho cercato di farlo. Ho lasciato al team il proprio spazio e non ho indagato. Secondo, l'apparato è un apparato nucleare, e le norme per una dimostrazione pubblica sono estremamente severe; quindi, allestendo un test privato e accompagnando solo una o due persone alla volta alla visita dell'impianto in funzionamento si è trovato un modo per salvaguardare i requisiti di sicurezza.

La maggior parte di noi (circa trenta invitati in totale) è arrivata tra le 9 e le 10 del mattino; e verso le 11 del mattino Rossi ha iniziato ad accompagnarci a visitare l'impianto in funzione in modalità auto-sostenuta. Qui c'è un video che ho registrato, col permesso di Rossi, durante la visita di 2-3 minuti all'impianto in funzione che mi è stata concessa:


L'energia per la partenza dell'impianto (cioè l'alimentazione alle resistenze elettriche che hanno fornito il calore nelle camere di reazione) è stata fornita dal grande e rumoroso gruppo elettrogeno (da qui veniva tutto il rumore), che potete vedere essere grande quanto il piccolo container da spedizione in cui l'impianto da 1 MW è stato sistemato. Una volta che le camere di reazione hanno raggiunto la temperatura stabilita, queste si sono mantenute in attività mediante il calore prodotto dalla reazione all'interno della camera stessa. Non sono sicuro del perché abbiano mantenuto in azione il gruppo elettrogeno, ma immagino che fosse per ogni evenienza e per sicurezza. Sono sicuro che gli ingegneri che hanno testato il sistema si sono assicurati di quali fossero le misure dell'energia in ingresso in ogni momento.

C'erano 100 moduli E-Cat, ognuno dei quali con 3 camere di reazione all'interno, per un totale di 300 camere di reazione. Una ventina di unità sono state installate sul tetto del container, come risulta dal confronto di foto e video precedenti. Il vapore è stato prodotto dalle unità e fatto uscire attraverso il tubo posto più in basso dei due tubi che escono dal retro del container. Il vapore non è stato applicato ad un carico di lavoro, ma il il calore è stato dissipato tramite due radiatori, il vapore condensato e l'acqua cosi' ottenuta rimessa in circolazione all'interno del sistema. Guardando l'interno dell'impianto ho notato che una delle unità E-Cat aveva una piccola fuga di vapore dalla parte frontale.

Il tubo posto più in alto dei due che uscivano dal retro del container, che era chiuso, serviva per il raffreddamento d'emergenza in caso di necessità.

Ogni unità ha operato indipendentemente attraverso un controllo computerizzato. La lettura delle temperature in ingresso e in uscita sono state registrate tramite computer, e i dati ci saranno probabilmente forniti questa sera o domani mattina. Mentre ero lì, mi pare che la temperatura in ingresso fosse di 19° C, mentre all'uscita fosse di 109° C.

Le misure della radioattività sono state eseguite dal Dr. David Bianchini, dell'Università di Bologna. Egli ha detto che non è stata rilevata in alcun momento alcuna radiazione anomala proveniente dalle camere di reazione, dalle tubature, dai serbatoi dell'acqua o in vicinanza dell'apparato.

Da ciò che si sa, sono prodotte radiazioni gamma durante la reazione, che vengono schermate da acqua, ferro, piombo e un rivestimento finale intorno all'apparato. David ha detto che non ha rilevato gamma perché non ha mai avuto accesso alla camera di reazione che non fosse schermata.

Nessuna delle unità è stata smontata dopo il test, così come è avvenuto dopo il test del 6 ottobre. Ho chiesto a Rossi se un qualche apparecchio a radio frequenze fosse stato usato durante il test ed egli mi ha risposto di no.

Stimo che ci fossero circa 12 persone coinvolte nella preparazione del test, di cui 3-4 guardie giurate, 1 addetto al rinfresco, 2 hostess che hanno controllato che ognuno dei presenti fosse accreditato e che indossasse il previsto badge, 3-4 ingegneri che coadiuvavano le misurazioni. Focardi ha dato una mano accompagnando le visite di una/due persone per volta al sistema in funzione.

Ho avuto particolare piacere nel mescolarmi e chiacchierare con gli altri invitati, tra cui: Mats Lewan di NyTeknik; Irene Zreick di Focus.it; Peter Svensson, redattore scientifico/tecnologico della Associated Press di New York, il quale mi ha detto che la stampa mainstream non ha ancora coperto la notizia perchè Rossi è molto schizzinoso riguardo chi far entrare; Enrico Billi, un fisico nucleare amico di Rossi che attualmente vive in Cina e sta dando una mano ad aprire le porte a questa tecnologia in quel paese; il Professor Christos Stremmenos, che mi ha detto tutto riguardo la sua teoria di come questa tecnologia funziona; Pierre Clauzon, professore di ingegneria nucleare francese, il quale mi ha detto di come diversi fisici teorici stiano provando a capire la fusione fredda in generale e l'E-Cat in particolare; Irina Uzikova, progettista di impianti nucleari in Russia; Stephen Heglesson, rappresentante di interessi svedesi in questa tecnologia; Loris Ferrari, professore associato di fisica della materia all'Università di Bologna, il quale sarà uno dei cinque professori che porteranno avanti il test di due anni sull'E-cat, test che sperabilmente sarà finanziato coi proventi derivanti dai risultati del test di oggi. I professori di Bologna studieranno il "come" e il "perché" di questa tecnologia.

Mats e io siamo rimasti d'accordo di pubblicare i nostri reportage nello stesso momento. Peter uscirà invece per primo, avendo ricevuto una esclusiva da parte di Rossi, ma gli ci vorranno un po' di giorni prima che egli possa raccogliere le necessarie informazioni e autorizzazioni editoriali e di conseguenza sia in grado di pubblicare il suo reportage sulla Associated Press.

Probabilmente la maggior falla a favore degli scettici sarà il gruppo elettrogeno continuamente funzionante, valutabile intorno ai 500 kW (mia impressione), che appare essere connesso tramite cavi all'E-Cat. "E dove sarebbe il mistero?". Così vi fate del male da soli, scettici. È il cliente che deve essere felice, e sembra proprio che questo sia rimasto soddisfatto che quei cavi non abbiano contribuito alla produzione di 470 kW durante la fase in auto-sostentamento.

Qui c'è un video in cui Rossi ci parla brevemente dopo il test, dicendo che un report del test stesso arriverà a breve; e fornendoci la motivazione per cui non abbiamo potuto assistere al test se non uno/due per volta.


E qui un altro video di un paio di generatori da 1MW presenti nella stanza dove siamo stati parcheggiati in attesa, generatori derivanti da un precedente progetto in cui Rossi era coinvolto e funzionanti con bio-carburante.

79 : commenti:

gianga ha detto...

Post inutile. Il tempo delle parole è terminato. Il mercato dirà.

Vitamina ha detto...

Caro Daniele , sono stata orgogliosa , vedendo un servizio brevissimo su RAI 2 sull'E cat , di essere già informata , grazie al tuo blog . Grazie per tutto questo lavoro che hai fatto per informarci .

ant0p. ha detto...

è confermato o no che la vendita è stata definita? insomma, il cliente sgancia? cosa fa, paga a 60-90 o 120?:)) lo chiedo perché le dichiarazioni degli interessati lasciano intendere che la vendita è fatta, ma nessuno lo ha ancora detto esplicitamente nero su bianco.

un passettino per volta, poi si cercherà di capire chi è questo e i prossimi eventuali clienti, dove sono installati sti accrocchi e se funzionano come si deve.. e magari il mistero inizierà a dissiparsi anche per noi poveracci ancora non iniziati all'esoterismo rossiano:))

nel frattempo voi iniziati non incazzatevi se noi snakes&imbeciles facciamo dell'ironia gratuita, perché al pubblico non è stato mostrato ancora niente che tagli la testa al toro. poteva andare peggio, ma l'impressione che la fine di ottobre non avrebbe chiarito tutto è stata confermata..
è vero che poteva andare anche peggio, ma così ancora non basta per decollare:)) adesso dopo 2 episodi semipositivi posso dire di essere possibilista al 49%, ma per il 51% resto pessimista. manca ancora un fatto serio e verificabile da tutti.

Shine ha detto...

snakes&imbeciles mi piace molto

guido52 ha detto...

Niente di nuovo. Il report di Sterling Allan era già conosciuto da ieri. Associated Press, pur avendo partecipato con un proprio inviato, continua a tacere e questo è significativo. Il misterioso ing. Fioravanti sarebbe ( fonte : Rossi) un ufficiale della Nato ( in servizio ? In pensione? non è dato sapere). Grottesca appare comunque la reazione di Rossi di fronte allo scetticismo generale di buttare la il nome della NATO cioè di un'organizzazione di difesa composta dalle forze armate di paesi diversi che non si capisce a quale titolo avrebbe acquistato il dispositivo . E poi, se pure avesse avuto un autonomo interesse strategico per L'E-cat vi pare logico che avrebbe organizzato con Rossi una specie di sagra paesana a base di prosecco , salame e lasagne ( tiro a indovinare sulla composizione del catering) per valutare il funzionamento del dispositivo in questione ? Rossi fa la vittima , farnetica di essere sotto attacco, ma se gli basterebbe organizzare una dimostrazione seria sotto il controllo di terzi competenti e indipendenti per diventare da un giorno all'altro la persona piu' famosa e inattaccabile del mondo. Naturalmente se fosse vero che l'ecat funziona come lui sostiene. E poi questa storia tirata fuori da Daniele dei due anni necessari per la peer review suona proprio incredibile . Forse per un approfondimento degli aspetti teorici non certo per una verifica sperimentale del rendimento della macchina.

ant0p. ha detto...

basta con credenti e negazionisti, da adesso si passa a iniziati.vs.snakes&imbeciles:))

tia ha detto...

Un report di Sterling Allan sull'e-cat è come una biografia su Berlusconi fatta da Alfano.

Max Altana ha detto...

LOL, Tia, questa era veramente buona :D

Max Altana ha detto...

io trovo "snake" un pelo offensivo (presuppone disonestà intellettuale), però mi fregerei volentieri del titolo di "Imbecile" :)

Obroni ha detto...

Dear Strat: we sell the 1 MW plants at 2000Euro/kW.
Warm Regards,
A.R.

I Negazionisti possono fare colletta e comprarsi un'e-cat per fare tutte le prove che vogliono :D
Se non funziona possono sempre organizzare una class action..

Alessio da Pisa ha detto...

Deeeeeeh...ma un siete mai contenti eh!!! fino a Febbraio ci pigliavate tutti per bischeri solo se si parlava di fusione fredda, ma vedo che col passare del tempo (poco per il tipo di evento che stiamo seguendo, visto propio l'elevata ottusità degli scienziatoni) e col passare delle vicissitudini, questi pseudo-esperti (perchè solo così si possono definire chi mette il proprio sapere come limite al proprio vedere)non demordono come gatti attaccati ai cog....!!! eheheheheh!!! GIANNI, L'OTTIMISMO E' IL PROFUMO DELLA VITA !!!! ahahahahahah !!!

Ale ha detto...

Ma dai, non si tratta di essere snake o imbecile... semplicemente si tratta di avere certezze, non alla tubo tucker... saremmo tutti contenti qualora venisse confermata indipendetemente la reazione del reattore rossi-focardi, ovviamente.
Per ora questa conferma non c'è, e ci si deve fidare di dichiarazioni su dichiarazioni. Per la carità, è già qualcosa, ma da qui ad essere certi, mi spiace, ma non si può, se non con un atto di fede... Basta vedere per esempio come funziona il metodo scientifico nel caso della misurazione della velocità dei neutrini: dopo migliaia di misurazioni, gli scienziati hanno detto: "noi abbiamo questi risultati, trovate l'errore se c'è..". Sono degli oscurantisti disfattisti snake imbeciles? mi sa di no...

Shine ha detto...

Giusto, solo che per trovare un 'baco' nei calcoli degli scienziati del CERN bisogna studiare 15 anni. Qui a quanto pare un liceo basta e avanza :)

Tizzie ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Quasichimico ha detto...

@Obroni
sarebbe più logico che lo comprassero i credenti e poi si metessero a sfottere i negazionisti...tu il coraggio di comprarlo lo hai?

robi ha detto...

Shine
riprendi un discorso futile.
quando prendi una laurea non è inclusa la dicitura -genio-inventore-.
imparare ,magari a memoria le cose è un conto riuscir a sviluppare le idee è un altro
solo per dirti
il museo di storia e scienza naturale di verona si avvale e si consulta con uno che di lavoro fa il muratore.
dopo ha qualche laurea "honoris causa"inglese e americana comunque i suoi studi ufficiali sono quelli che sono.
mi fermo qui ,ma potrei continuare in questo insolito elenco.

Obroni ha detto...

Il coraggio magari lo trovo, quelli che mancano sono i $$
:))

tia ha detto...

@Obroni

Occhio quando mandi la fattura al commercialista. Se legge "Prodotto: Reattore Nucleare" potrebbe pensare male.

Miglietto ha detto...

GIANNI, L'OTTIMISMO E' IL PROFUMO DELLA VITA !!!!
Uhè, e basta con 'sti messaggi in codice! Non potevi dire subito che il secondo "castomer" è UNIEURO ?

Quasichimico ha detto...

Ok se ci mettiamo in 1000 con 2000€ a testa possiamo aprire una mega lavanderia zona Bologna.

OT: sbaglio o è giusto che solo per ammortizzare occorrono circa 9 anni?
A meno di non prendere un modulo e smontarlo....

Pietro ha detto...

Direi che Shine intende che gli errori di Rossi sono giganteschi e anche un bambino con un pò di logica li troverebbe!!

Daniele 22passi ha detto...

@Gianca
Sarà inutile per te, c'è tanta gente che non sa leggere l'inglese: il post è per loro. Per il resto son d'accordo: è al mercato che Rossi ha sempre puntato demandato il giudizio sul suo E-cat.

@Vitamina
Ciao carissima, è sempre bello che qualcuno dei vecchi lettori del blog continua a seguirmi. Un abbraccio.

@Guido52
La pazienza è la virtù dei forti.

@Tia
Un commento tuo riguardo l'E-Cat è come uno di Berlusconi su Santoro.

Valeria ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Valeria ha detto...

Ad ogni azione corrisponde una reazione uguale e contraria

vala ancora questo principio fisico, pare

Ma vi da tanto fastidio pensare che si possa trattare realmente di una nuova energia inesauribile e totalmente in armonia con la Terra?

Ma chi siete voi, polemisti indomiti da tastiera?

BENZINAI TERRORIZZATI?!

Pietro ha detto...

Ragazzi godiamoci lo show di Mr Rossi e facciamoci quattro risate e riportiamo cio' che c'è da riportare...qualcuno tempo fa' mi fece capire di non prendere le cose troppo seriamente, aiuta la mente e lo spirito...tanto allo stato dei fatti la verità verrà fuori abbastanza presto.

@Daniele

potrei dare una mano a tradurre, per gli amici che non leggono l'inglese, dammi un link cerco di farlo prima e possibile.

Massimo - Bologna ha detto...

Ho caricato su youtube un breve video che ho girato con il cellulare quando Rossi ha acconsentito ai (non numerosi) fans in trepida attesa fuori dal capannone di Via dell'Elettricista di entrare e vedere l'impianto da 1 MW.
http://www.youtube.com/watch?v=n3nCN_-ZgMw

Rossi sembrava molto contento di come era andata la giornata e probabilmente l'allentarsi della tensione a fine giornata lo ha spinto a farci questo bel regalo. Comunque la si pensi, e' stato un gesto carino e apprezzato.
Qualunque sarà la conclusione di questa storia, è un momento (certamente inaspettato) che potrò ricordare.

Cosa penso io di tutta la storia ? Be' naturalmente ho una mia opinione, ma me la tengo per me tanto come tutti voi non ho alcuna certezza.
Spero solo che il contratto di ricerca con l'università di Bologna parta subito, perchè solo così avremo le risposte alle nostre domande.
Massimo - Bologna

Max Altana ha detto...

dear Valeria

there not is any reason for worry: all the energy sources must be integrated, so benzinaros will not lose their jobs

warm regards
AR

tia ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
tia ha detto...

@Max

How you can integrate an energy source claimed to be under 1c€ for electric-kWh with energy sources that have a price over 5c€/kWh it's my matter. I will do the job.
AR(RRR)

robi ha detto...

max
sei tu che scrivi le risposte per Rossi.....
bestia....eheheh

Pietro ha detto...

Dear Max Altana:
1- yes
2- no, we are working on it
3- no
4- yes
3- yes we are fighting against
the puppetts moved by their puppetteers (questa è fresca fresca)
Warm regards,
A.R.

Barney ha detto...

Posso dire: gia' sbagliato dal titolo? Il test dell'impianto da 1MW ha prodotto MENO di MEZZO MW. Come cio' si possa definire "successo" e' un mistero, a meno di invocare il famoso bicchiere (men che) mezzo pieno...
Adesso leggo l'articolo...

Barney

tia ha detto...

@MAx

We're in war. (And i'm scarried too much)
WET regards,
AR.

Luca ha detto...
Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.
Max Altana ha detto...

Barney:

io se mi fossi intascato 2 milionazzi di euri direi di aver vinto :)

Barney ha detto...

OK, il commento di Pietro e' da Oscar.
Manca un
"4b- Maybe..." e un
"7- Who the bloody hell knows?" poi penso si possa utilizzare come tormentone per il prosieguo del discorso, anche in configurazione mista e random. Basta che esca un "puppet" all'inizio e un "puppeteer" alla fine.


Barney

robi ha detto...

max
è solo l inizio
vedrai...
se però funzionasse si mangia le unghie per non aver chiesto di più....

Paul ha detto...

Beh, se riesce a venderne come dice 100 l'anno (solo per cominciare) la mia calcolatrice va in overflow

Paul ha detto...

L'ha appena mostrato l'altro ieri e ne ha già venduti più (more) di due...

Luca ha detto...
Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.
tia ha detto...

......
..
.

Paul ha detto...

Bah, solo chiacchiere più o meno da bar, in mancanza di altri input dall'esterno alle discussioni.
Si tratta solo di attendere. Solo che vista la passione che c'è per il si o per il no, è difficile restare in attesa senza fare/dire niente...
E continuare a ribadire le proprie convinzioni è uno sterile esercizio, se non ci sono fatti nuovi.

sandro75k ha detto...

Tia, ma oggi non hai mollato un attimo? Rossi a parte, credi nelle lern?

Valeria ha detto...

Povero Daniele,
vedere il suo blog ridotto così...

Warm Regards

(fateve 'na bella doccetta e andate a nanna, che è meglio)

Poi dice che l'Italia è fatta e ora bisogna fare gli italiani.....

Shine ha detto...

Once aghein I'm happy to have stimiuleted a good discussion trend; hi Steve, welcome to my laboratory.

Ma Krivitzky che dice?

Max Altana ha detto...

sandro75k

se dici dieci volte di seguito "CREDI" a Tia, lo uccidi.

ora sapete come eliminarlo definitivamente.

Luca ha detto...
Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.
Shine ha detto...

giusto, molto esoterico. Forse e` anche satanista. Del resto anche io mi sento molto settario.

Pietro ha detto...

Ragazzi senza voler ridicolizzare niente, ma scusate ho visto una clip di Toto' e non ce la faccio a trattenere le lacrime:

Toto=il signor Trevi padrone della fontana

Il signor checiocavallo=il customer

Il signor scamorza=L'ing. fioravanti

http://www.youtube.com/watch?v=ghu-E6PUUDk

Scusa Daniele solo per stasera, io ci credo alle LERN ma devi ammettere che Mr Rossi è unico, mi sta facendo ridere più lui di Toto'

Valeria ha detto...

Qualcuno ha detto "che la mano destra non sappia cosa fa la sinistra"...

nessuno ha mai fatto cenno ai lobi cerebrali...perchè li tenete all'oscuro uno dei pensieri dell'altro?
Guardate che fa male!

Max Altana ha detto...

io spero che l'ecat funzioni e che Rossi diventi FAMOSISSIMO così dopo il mitico zichichi, avremo l'imitazione di Rossi fatta da Crozza

MA VE LO IMMAGINATE???

:D :D :D




ps: scusa Andrea, sarà Halloween ma stanott siamo al cazzeggio finale :D

Valeria ha detto...

Ma @TIA sta per "transient ischemic attack" ?!

Evento ischemico transitorio?!

Shine ha detto...

Andrea se passasse di qui si farebbe delle gran risate. Non mi sembra permaloso, e ultimamente le spariamo talmente grandi da far ridere anche lui.

Margarina, CIA e tarallucci.

robi ha detto...

Luca
qui da noi un certo Speri si era permesso...
quando Rossi dice che è in guerra ,dal nostro angolino caldo sorridiamo..
qua in valpolicella sappiamo come la storia di Speri sia proseguita-finita..
oggi c è internet...però...

Pietro ha detto...

@Valeria

Halloweeeeeen! oohhhhhhhh

Luca ha detto...
Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.
guido52 ha detto...

@Luca
prova a parlarne a Daniele Passerini. Forse riuscirai a convincerlo che è venuto il momento di dire chiaro e tondo al signor Rossi ( che pure gli deve qualcosa) che è venuto il momento di piantarla con questi giochetti. Ma temo che non ti darà retta. A proposito Daniele : che fine ha fatto Radio 24 ( fra i primi a parlare di Rossi cui hanno dedicato numerose trasmissioni) ? Non è che si saranno un po ricreduti e preferiscano far sfumare nell'oblio questa strana storia?

tia ha detto...

>Ma @TIA sta per "transient ischemic attack" ?!
Evento ischemico transitorio?!

Non preoccuparti, tu sei gia nelle condizioni di Bossi.

cimodanax ha detto...

il bello di questa storia è che contrariamente al tifo da stadio o si vince tutto o si perde tutti ...

Pietro ha detto...

eh ragazzi fate i buonini...non degenerate siamo pur sempre in casa di Daniele

Valeria ha detto...

Ah...la buttate in caciara, come si dice a Roma?
Parole in libertà di Marinettiana memoria...??!!

e allora ditelo, no?!
...a cazzeggio ho centodieci, lode e pure bacio accademico!
(tesi pubblicata)

Valeria ha detto...

@TIA

eheheeh....c'ho preso in pieno!

Luca ha detto...
Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.
cimodanax ha detto...

suggerisco un esercizio .. immaginiamo per un momento che questa storia sia tutta verificata e che l'e-cat fa quello che dice Rossi, al di la della paternità anagrafica dei singoli, la tecnologia sarà italiana, americana, europea, sovranazionale, di Rossi, ... ?

Pietro ha detto...

@Valeria

hey hey ok come dicono gli inglesi take it easy, mi arrendo...:)

robi ha detto...

Luca
ti piacerebbe esser così pericoloso
sei come un bimbino che deve farsi sentire

Pietro ha detto...

@Max Altana

ti giuro pagherei per vedere l'imitazione di Rossi fatta da Crozza :)

Luca ha detto...
Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.
cimodanax ha detto...

@luca .. profondità imbarazzante :)

Valeria ha detto...

@pietro

;-))

Fr@ncesco CH ha detto...

http://twitter.com/#!/petersvensson

Con Peter Svensson della Associated Press non si scherza: è adamantino in un modo incredibile!

Luca ha detto...
Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.
Merlian ha detto...

@luca

Sai cosa ti aspetta se il ministro viene a conoscenza di questo commento?

Luca ha detto...
Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.
Merlian ha detto...

@luca

E come te la mantieni...

Luca ha detto...
Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.
Daniele 22passi ha detto...

@tutti
Ho cancellato tutti i commenti di Luca (il suo vero nome è ALDO MARCHESINI, noto in vari forum: un semina-zizzania di professione). NON GLI DATE CORDA SE CI RIPROVA. Grazie

Red5goahead ha detto...

Peter Svensson (report Associated Press)

"All I can say is "stay tuned."

Daniele 22passi ha detto...

@Red5goahead
Allways tuned! :)

Posta un commento

Ovviamente 22passi è un blog, non una rivista on line, pertanto la responsabilità di quanto scritto in post e commenti appartiene solo ai rispettivi autori. Chi è abilitato a pubblicare su 22passi deve evitare botta&risposta a distanza con utenti di altri blog o forum (donde può comunque trarre contenuti citandone la fonte).

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.

Related Posts with Thumbnails