Un blog per appassionati d’Amore onestà spiritualità arte poesia politica democrazia sostenibilità tecnologia green-energy cold-fusion LENR medicina alternativa cambi di paradigma rivoluzioni scientifiche criptoarcheologia e “tante cose infinite, ancor non nominate”. Uno specchio capovolto della realtà: qui siamo una società gilanica, fuori c’è il patriarcato; qui siamo pro E-Cat, fuori c’è il petrolio... per fare previsioni sull’esterno invertite SEMPRE i risultati dei nostri sondaggi interni!

>>>> CERCHI LIBRI SUL BENESSERE DEL CORPO, DELLA MENTE E DELLO SPIRITO?

sabato 14 maggio 2011

Una breve intervista di C. Stremmenos
per 22passi

Il filosofo greco Democrito (460-360 a.C)
Pubblico la breve intervista che sono riuscito a realizzare pochi giorni fa col professor Christos Stremmenos, nonostante i suoi tantissimi impegni. In verità avevo preparato molte più domande ma non c'è stato tempo di proporgliele. Stremmenos mi ha però offerto un approfondimento scientifico-divulgativo in cui riassume le propirie ipotesi sulla reazione Ni-H, autorizzandomi a inserirlo nel blog insieme all'intervista (cosa che farò nei prossimi giorni).





Buongiorno professor Stremmenos, la ringrazio per la cortesia accordata al blog Ventidue passi nel concedermi questa piccola intervista.


Lo faccio volentieri. Mi sento in dovere di complimentarmi con Lei per l’ottimo lavoro che sta svolgendo. Gentile e onesto, porta avanti questa battaglia personificando la coscienza collettiva dell'uomo medio che senza pregiudizi e anchilosi, accetta semplicemente la verità e il progresso…


Le sono grato... ma mi trovo in mezzo a questa storia per caso, per amicizia... i classici casi della vita! Prima domanda: so che ha visto il servizio di Angelo Saso di Rainews intitolato “La magia del signor Rossi. Storia di un'invenzione che potrebbe cambiare il mondo”. Che impressione...

Sì, ho scritto al giornalista Angelo Saso e lui mi ha telefonato [vedi anche l'analogo scambio avvenuto tra 22passi e Saso]. In ambo le occasioni ho espresso il mio disappunto, criticandolo duramente di avere messo sui piatti della bilancia Rossi inventore dell'E-Catalyzer e Rossi “Pertroldragon”, incrementando però il “peso specifico” nel secondo piatto. Ai tempi del servizio che fece sull' "inchiesta 41” avevo apprezzato il coraggio e l’onestà intellettuale di Saso nel battersi controcorrente per una causa giusta…

Questa volta l'ha apprezzato di meno allora...

Certo, vedendo il servizio televisivo dedicato a Rossi e all'E-Catalyzer non ho notato la trasparenza e obiettività che mi sarei aspettato. Le vicissitudini di Rossi col Petroldragon già da tempo hanno avuto la giusta risoluzione a livello giudiziario, ciononostante Saso ha dato loro uno spazio televisivo sproporzionato, reclutando ogni sorta di personaggi intervistati e immagini televisive di degrado ambientale che non credo fossero tutte girate a quel epoca...!

Il titolo stesso del servizio, l'accostamento al nome di Rossi della parola magia, evoca altre parole come trucco, inganno, illusione...

Il reattore di Rossi non è una magia! È un'applicazione di un processo scientificamente valido che si chiama catalisi... Rossi ha avuto la brillante intuizione di attivare tramite la catalisi, il processo a monte con criteri chimico-fisici, per poi ingigantire a valle la produzione dell’energia nucleare valorizzabile a livello industriale. Le trasmutazioni non sono una magia alchimistica ma fenomeni nucleari ben conosciuti.
Mi consenta caro Passerini, di descrivere questo processo in termini estremamente divulgativi paragonandolo… ad un mulino ad acqua: se l’acqua che arriva dal torrente è poca… il mulino non funziona… incrementando un po’ la portata, il mulino, a stento inizia muoversi (è il mio caso, quello di Focardi, Piantelli, Arata, Celani etc., di tutti insomma i produttori di "qualche watt”). Rossi invece ha aperto, credo, le paratie d’acqua (tramite la catalisi) così che il mulino funziona “a tutta birra” producendo decine di kilowatt…!
Saso comunque con Rossi è stato a dir poco, scientificamente ingiusto e socialmente poco imparziale. Tra l'altro non ha utilizzato l'intervista che aveva realizzato con me... forse per lui avevo parlato troppo a favore di Rossi... ma i posteri giudicheranno gli epocali meriti dell’uscita dal medio evo energetico.
Insomma, “nemo propheta in patria”… ma a quanto pare, Saso ha occultato anche quello che Defkalion gli ha dichiarato circa il ruolo, i trascorsi scientifici e politici di Stremmenos.

Già, Lei è vicepresidente ad honorem della Defkalion. Nel servizio di Rainews abbiamo finalmente visto i volti della Defkalion... le chiederei qualche precisazione - se possibile - della futura produzione della fabbrica di Xhanti. Rossi ha sempre parlato di unità da 1 MW, Defkalion ha invece mostrato i disegni di unità da 10 kW. Quale è insomma il business plan della società? Quali prodotti verranno fuori dalle linee di montaggio...

Ribadisco tutto quello che Lei ha riportato gentilmente nel Suo Blog (riedizione della trasmissione Radio Città del Capo - Bologna). In aggiunta, credo che la Grecia al di là della congiuntura economica, si merita “il ritorno di Prometeo nella sua terra nativa”, naturalmente in compagnia del suo figliolo… Defkalion! [meglio noto in Italia come Deucalione, ndr]
Scherzi a parte, non esiste contraddizione tra il MW di Rossi e le unità da 10 kW. La programmazione e il business plan della Società, verranno comunicati a tempo debito… Anzi, già che siamo in atmosfera storico-culturale, è in programma, a circa 10 km da Xhanti, una conferenza stampa al teatro antico di Abdera, patria di Democrito allievo di Leucippo... i primi atomisti della storia...

Da Democrito alle reazioni nucleari a bassa energia... proprio un bel cerchio! Torniamo all'attualità. Pensa che il business generato dall'Energy-Catalyzer potrà avere un ruolo rilevante nel salvare la Grecia dalla crisi? Ci sono piani specifici in collaborazione con il governo greco?

Con la mondializzazione dell’economia, hanno preso il sopravento le lobby finanziarie internazionali che non hanno ne patria ne morale... gli sta sul “gozzo” che il dollaro abbia un valore assai inferiore all'euro… e quindi bisogna abbattere l’euro... Come si fa…? Colpendo a turno gli aneli più deboli della catena di questa moneta per poter scardinare l’intero sistema euro… i candidati in primis sono i cosiddetti PIGS (Portogallo, Italia, Grecia, Spagna...).
Io credo che la nuova fonte energetica avrà senz’altro un ruolo benefico per l’economia greca ma anche di riflesso per le economie dell'euro e quindi europee. Il merito credo più grande è anche la decentralizzazione in prospettiva, del fabbisogno energetico della gente e quindi uno sviluppo più democratico, civile e pacifico nelle società future di questo pianeta.

Mi è stato riferito che il Parlamento greco starebbe votando una nuova legge sulle energie rinnovabili, in cui sono previste clausole per includere l'energia prodotta dal reattore Ni-H (reazioni esotermiche tra Idrogeno e metalli non radioattivi) tra le forme di energia verdi e per definire le procedure di licenza dei prodotti destinati al consumatore finale le e tariffe per l'energia prodotta dagli utenti finali di tali prodotti (famiglie o fabbriche).

Certo che nel contesto che ho pocanzi riferito, il Governo Socialista Greco offre generosamente la sua egida e cercherà di favorire a livello legiferante lo sviluppo della nuova era energetica, ma non ho riscontro delle sue informazioni cosi dettagliate.

Professor Stremmenos, è stato un piacere intervistarla e spero che si possa farlo ancora quando ci saranno novità importanti dalla Grecia.
Senz'altro, grazie a lei.
LINK: approfondimento scientifico-divulgativo sulla reazione Ni-H a cura di C. Stremmenos (prossimamente sul blog)

33 : commenti:

Tizzie ha detto...

Cosi` scopriamo che nel servizio di Saso ci sarebbe dovuta essere un'intervista a Stremmenos (si era visto nel filmato, mi chiedevo come mai non fosse stato intervistato) e che e` prevista un'imminente conferenza stampa della Defkalion a pochi km da Xanthi.

@Daniele: secondo me quest'intervista varrebbe la pena tradurla, contiene informazioni significative anche alla luce del fatto che lo speciale di Rainews su Rossi e` stato tradotto in inglese e farebbero comodo le precisazioni di uno degli interessati.

Il Santo ha detto...

@Daniele

Scusa Daniele, con tutto il rispetto per te e per il prof, mi dici che senso ha quest'intervista?

L'unica domanda non condiscendente, quella sulla defkalion e sulle centraline da 10kw e' stata semplicemente dribblata parlando di mitologia.

Altri contenuti non ne vedo.

tia ha detto...

@ il santo

Si sta allenando a diventare un giornalista nostrano: il portamicrofono.

tia ha detto...

>le lobby finanziarie internazionali [...+ gli sta sul “gozzo” che il dollaro abbia un valore assai inferiore all'euro… e quindi bisogna abbattere l’euro... Come si fa…? Colpendo a turno gli aneli più deboli della catena.

Pensare invece che il popolo greco ha vissuto al di sopra delle proprie possibilità, ottenendo privilegi che poi non vogliono lasciare, è molto piu faticoso. Meglio addossare le colpe a famtomatiche lobby (la Spectre?) che da brave Tafazzi vogliono mettere nei guai i loro clienti (la grecia ha un sacco di debito estero verso germania e francia e mezza europa!) per far fallire l'euro.

tia ha detto...

Tra l'altro, lezioncina di mercato, è proprio il Tesoro USA a valor tener basso il valore del dollaro.

Daniele ha detto...

@Tizzie
Sì, Saso ha tagliato tantissimo materiale attuale, pur di dare spazio al Petroldragon... è evidente che è così.

@Tizzie
@San Tia
Tra le vostre posizioni estreme sul valore di questa intervista mi colloco più o meno nella mediana. :-)

@Il Santo
Il convento non ha passato più di questo... potevo non pubblicare nulla o accontentarmi. Apprezzerai senz'altro di più l'approfondimento in arrivo, non sono riuscito a finire anche quello stasera.

@Tia
Ho visto che hai aperto anche tu un blog... perché non ti ci dedichi un po' così posso venire a ricambiarti le visite?
http://tia86.blogspot.com

Tizzie ha detto...

@Daniele: oddio, non e` che sia poi cosi` significativa come intervista, ma secondo me ha abbastanza valore, nel senso di aiuto a comporre il puzzle della faccenda, da poter essere di interesse anche per il pubblico internazionale.

lele ha detto...

Ragazzi qualcuno ha il link per vedere il servizio andato in onda stasera su rainews24?

Grazie

Painlord2k ha detto...

Stremmenos, sfortunatamente, dimostra di capirne molto poco di economia (quandi parla di PIGS). Sfortunatatmente, applicare gli stessi criteri concettuali che si applicano in fisica non è altrettanto corretto.

Per il resto concordo con lui.

In particolare il servizio di RAINEWS24 era evidentemente di parte, perché mette in crisi l'enorme serie di intrallazzi e danni fatti dalle legislazione in materia di rifiuti. Lo scopo della legislazione è, principalemente, quello di finanziare lobbies e malavita, rendendo impossibile alla gente normale smaltire rifiuti che possono essere gestiti senza problemi particolari.

Peter Gluck ha detto...

The unhappy Petroldragon affair was already discussed so professor Stremmenos was right telling that it is not relevant for the E-cat story, anyway not in such a measure as shown at the TV.
The professor is using CATALYSIS as a magic formula- with no definition (catalysing what?) I hope his theory discourse will tell what kind of miracle is this catalysis. By the way
I have written about the catalytic nature of Cold Fusion many years ago
http://www.lenr-canr.org/acrobat/GluckPunderstand.pdf

but I have clearly shown that it is about the fact that the reactions take place only in very limited, special areas on the surfaces of the cathodes - ACTIVE SITES.
Later these were called NUCLEARLY ACTIVE SITES. I am very curious what
is Prof. Stremmenos' concept of catalysis.

giuseppe ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
giuseppe ha detto...

Non so' se avete notato ma sul servizio andato in onda 'la magia del sig Rossi' e' stato tagliato il piccolo pezzo dove l'avvocato praticamente diffama Rossi affermando che si e' inventato un modo per fare i soldi a danno della collettivita'.

Gianpietro ha detto...

secondo voi quanto ci metteranno i politici ad accorgersi dell'E-Cat tra un solitario e l'altro?

Andrea ha detto...

Curiosità, ma non ha detto nulla dell'impianto di Xanthi in relazione all'impatto economico locale, in termini di occupazione, indotto, ecc..
Immagino per quella provincia debba essere un terremoto economico (in senso positivo ovviamente)
Io immagino già in preparazione almeno l'area e almeno i cappannoni in allestimento e non, come riportato sul un blog greco, una ex fabbrica dismessa di zucchero in cui non hanno ancora tolto le ragnatele dai soffitti.
Su un altro forum un utente coraggioso ha fatto verso fine Aprile una telefonata al comune di Xanthi all'ufficio che si occupa delle attività economiche (business direction) dove però sono cascati dal proverbiale pero.
Forse si spiega con qualche richesta di segretezza voluta da chi deve aver per forza richiesto peremessi o licenze varie ?
In Italia non credo sia possibile.

Fabio V. ha detto...

@painlord2k
ok Stremmenos si è dimenticato l'Irlanda e Daniele ha sbobinato PIGS invece di PIIGS, ma l'analisi resta corretta.

A me Stremmenos è molto simpatico, il suo entusiasmo è contagioso e non riesco proprio a credere che possa prestarsi a qualsiasi forma di complotto (cosi come Focardi del resto). Peccato per le altre domande più specifiche sul processo e sul reattore che Daniele non è riuscito a fargli questa volta. Spero in una seconda puntata.

federico ha detto...

io direi di vedere per un attimo le cose al contrario e partire dal concetto che rossi ha preso in giro tutti e è riuscito con un trucco (probabilmente di volta in volta un pò differente) a far credere alle persone presenti che la sua macchina funziona .

certo che la lista dei presi in giro e/o dei complici si allunga via via.

il prof. focardi complice o preso in giro?
stremmenos complice o preso in giro ?
quelli che hanno in mano il macchinario in grecia ...complici o presi in giro?
levi complice o preso in giro ?
gli scienziati svedesi complici o presi in giro?
la lista certo si allunga continuamente .....


diabolico questo rossi ....

Anonimo ha detto...

Non concordo affatto sulla tesi della giornalista intervistata da Torrealta per cui un'invenzione di tale portata non causerebbe danni all'industria petrolifera.

Energia a costo zero significa crollo della domanda di petrolio.

Il crollo della domanda determina un crollo del prezzo al barile e di conseguenza una perdita ingente in termini di fatturato da parte delle lobbies petrolifere.

Il danno per le compagnie petrolifere sara' enorme e solo la collusione coi governi potra' impedire il collasso delle industrie legate al petrolio e al gas naturale.

I governi introdurranno un'accisa alla produzione di energia da nuove fonti nucleari, tale da rendere un poco piu' conveniente (ma solo un poco) la produzione energetica da Ni-H rispetto al petrolio/gas naturale.

Gia' oggi il costo dell'energia in termini di materia prima e' appena il 25% del costo per l'utente finale (che comprende oneri, accisa, addizionale e iva).

Salvate le compagnie petrolifere grazie all'aumento delle accise sul Ni-H, il profitto differenziale verra' incamerato dai governi per appianare in primis i debiti pubblici.

Tamerlano

giuseppe ha detto...

La Cina (ammesso che il governo sia più forte delle compagnie cinesi,io credo di si) inizierà a sfruttare la fusione fredda diventando ancora più competitiva.
Cosa faranno a quel punto le compagnie americane ?

robi ha detto...

Anch io penso,che per quanto l e-cat possa produrre energia ad un prezzo incredibilmente basso, alla fine il consumatore si troverà una bolletta di ben poco inferiore a quella attuale.
L utilità primaria sarà che le bombe ad orologeria (centrali a fissione)e l oro nero saranno inequivocabilmente ridimensionati. E già questo non è poco.

Daniele ha detto...

@Tizzie
Considerato che stiamo qui a discuterne, un qualche valore l'intervista ce lo ha, per lo meno più di quanto ritenga qualcuno che ha commentato prima... ;)
Poi manca ancora l'allegato finale,

@lele
Non lo hanno ancora caricato... sto controllando ogni tanto. Praticamente Rainews inserisce sul web tutti i suoi servizi video in ordine cronologico con numero progressivo secondo questa sintassi:
http://www.rainews24.rai.it/it/canale-tv.php?id=NUMERO
L'ultimo NUMERO caricato al momento è id=23179 che corrisponde a un servizio di ieri alle 17.30.

@giuseppe
No, non avevo notato!!!
Grazie della segnalazione :-)
Prevedo altre doverose retromarce in futuro.

@Gainpietro
I nostri politici hanno tempi di reazione molti lunghi! Ultimamente poi sono stati occupati a bunga-bungare o a stigmatizzare chi bunga-bungheggia o a fare campagna elettorale... chissà...Il Democratico ha già fatto 3 articoli ad oggi sull'argomento. Penso che i tasselli che si aggiungeranno FINALMENTE la prossima settimana contribuiranno ad inserire il Ni-H nell'agenda politica.

@Andrea
Stremmenos è stato abbottonato... anche io speravo in qualche scoop, ma evidentemente gli hanno chiesto di assumere un basso profilo.

@Fabio V.
Non è stata una distrazione, ho visto che Wikipedia riporta come sigla principale PIGS e solo come variante PIIGS... a parte che così rende decisamente meglio l'idea di come gli anglosassoni ci vedono, se Stremmenos non si fosse dimenticato di menzionare l'Iranda avrei aggiunto la seconda I. :-)

@Federico
Sarebbe diabolico sì!
Io sono tra le "centinaia" di "creduloni" che ritengono Rossi SEMPLICEMENTE geniale! :)
Ma finché, come dice Franchini, si tratta di poeti-filosofi come me è un conto, quando in questa lista ci sono personaggi di rilievo scientifico la questione si ingarbuglia per i sostenitori dell'imbroglio a spada tratta.
In altre parole, Rossi passerà alla storia come il più grande inventore di tutti i tempi o come il più grande imbroglione... le scommesse sono aperte.

@Tamerlano
A me invece non sembra tanto peregrina l'ipotesi fatta da Debora Billi, anzi. I petrolieri sanno che il loro business è destinato a ridimensionarsi e più passa il tempo e più potrebbero sul serio essere loro i primi finanziatori di queste nuove tecnologie. I profitti del petrolio si ridurrebbero drasticamente - non si discute - ma continuerebbero per un altro secoletto, butta via. Poi immagino che di scenari se ne possano ipotizzare tantissimi e il tuo è possibile quanto quello proposto dalla Billi.

@Giuseppe
Rossi e gli USA hanno un legame strettissimo... e si è detto 1000 volte che appena un E-Cat sarà sul mercato i Cinesi in primis correranno a copiarlo. Potrebbe essere uno dei motivi per immettere sul mercato in prima battuta impianti un po' depotenziati? È solo una ipotesi.

@robi
Sì, non sarà energia gratis questo è certo, a un costo più basso ma non tale da mandare sul lastrico tutte le altre forme di energia se no crollerebbe tutta l'economia... ci sarà un passaggio graduale, con la differenza che ora siamo in un quadro in cui il prezzo dell'energia può solo salire, dopo ci troveremo in un quadro in qui quel prezzo potrà solo scendere. Questa sì che è un'ipotesi che mi piace. :)

Giuseppe ha detto...

@Daniele
il taglio e' stato fatto soltanto sulla trasmissione, su internet quando ho controllato era ancora intatto.La dichiarazione era negli ultimi minuti.

Luigi Versaggi ha detto...

Il Prof. Stremmenos dice:
"i cosiddetti PIGS (Portogallo, Italia, Grecia, Spagna...)"

I PIGS, in realtà sono: Portogallo, Irlanda, Grecia, Spagna. Una volta tanto l'Italia non è nel novero dei peggiori. Solo per la precisione.

Giuseppe ha detto...

L'Italia e' un toro.Se e' vero che l'origine del nome sia viteliu.
I pigs dicono cornuto al toro,ma a Bologna sanno cosa fare con i pigs.

Vanesio ha detto...

>Giuseppe, LuigiV, Daniele
Una volta tanto l'Italia non è nel novero dei peggiori. Solo per la precisione.

Non per guastarvi la posa plastica sul mucchietto di terra, ma ha ragione Stremmenos.
Per caso proprio ieri ho composto una graduatoria dei paesi più indebitati, eccone la crema dapprima in termini assoluti:

United States $561,000,000,000
Spain $66,740,000,000
Italy $61,980,000,000
France $53,290,000,000
Brazil $52,730,000,000
United Kingdom $40,340,000,000
Canada $40,210,000,000
Turkey $38,820,000,000
Australia $35,230,000,000
India $26,910,000,000
Portugal $19,030,000,000
Greece $17,100,000,000
South Africa $16,510,000,000
Poland $12,330,000,000
Vietnam $12,220,000,000
Romania $7,934,000,000
Morocco $7,922,000,000
Mexico $7,000,000,000
Lebanon $6,972,000,000
Czech Republic $5,956,000,000
Colombia $5,946,000,000
Belarus $5,062,000,000
New Zealand $4,504,000,000
Dominican Republic $3,862,000,000
Ireland $3,191,000,000
...

Allora, quale potrebbe essere la “I” più plausibile?
In seguito il plotone di testa in termini pro capite (ho omesso i primissimi sei, irrelevanti al discorso):

United States 1,791.00
Portugal 1,768.54
Lebanon 1,682.80
Montenegro 1,665.14
Australia 1,618.53
Greece 1,589.20
Kosovo 1,487.70
Saint Vincent and the Grenadines 1,434.50
Spain 1,427.45
Grenada 1,272.84
Saint Lucia 1,231.76
Canada 1,181.58
Maldives 1,172.15
Tuvalu 1,107.74
New Zealand 1,049.80
Italy 1,015.79
Dominica 986.72
Bahamas, The 903.89
Malta 888.49
Barbados 885.93
France 815.93
Panama 729.09
Mauritius 727.92
Ireland 683.15

fonte: CIA world factbook 2010

Rampa ha detto...

@Vanesio,
quanto riportato non è corretto.
Gran parte del debito italiano è coperto da soldi in mano degli stessi italiani.
Bisogna considerare il debito che uno Stato ha verso gli altri Stati e allora sì che le cose cambiano...

Vanesio ha detto...

>rampa,
spiacente ma le cifre si riferiscono proprio a questo: il debito che uno stato ha verso gli altri...

Va bè l'italia ha il bronzo in assoluto: sempre meglio che agli ultimi mondiali :)

Giuseppe ha detto...

a me questa storia del debito mi sa tanto di furbata dell'alta finanza.

robi ha detto...

cosa potrebbe succedere se entrasse l e-cat?
La Grecia potrebbe dire vi ripaghiamo in energia nel tempo?
Israele insegna che se sfami il popolo e trovi l energia ,anche se hai il debito più grosso sarai sempre uno stato credibile.

robi ha detto...

vedo ,son un pò cieco,che manca israele dalla lista.
Ringrazio i gentili dal tenerci fuori.
Ragion in più per comprendere la mia frase precedente.

Luigi D. ha detto...

Piccola correzione

Dal testo dell'intervista:

"Con la mondializzazione dell’economia, hanno preso il sopravento le lobby finanziarie internazionali che non hanno ne patria ne morale... gli sta sul “gozzo” che il dollaro abbia un valore assai inferiore all'euro… e quindi bisogna abbattere l’euro... Come si fa…? ...Colpendo a turno gli aneli più deboli della catena di questa moneta per poter scardinare l’intero sistema euro… i candidati in primis sono i cosiddetti PIGS (Portogallo, Italia, Grecia, Spagna...)."

Soprassediamo sulle lobby finanziarie internazionali e sulle cause per le quali il dollaro ha un valore inferiore all'euro. Prendiamola come una "boutade".

In realtà i paesi appartenenti al "club" dei PIGS sono Portogallo, IRLANDA, Grecia, Spagna.

Quanti vorrebbero che anche l'Italia venisse inclusa nella black list parlano di "PIIGS".

Vanesio ha detto...

>Luigi D
chiaro che se uno vuole, in PIGS ci può mettere di tutto. Che poi sono proprio "le lobby finanziare internazionali" ad aver coniato il termine.
Comunque, non ci piove sulla classifica al mio commento precedente: dei PIIGS, l'Italia è seconda e l'Irlanda ultima. Piaccia o no...

Luigi D. ha detto...

Chiedo scusa per il mio commento precedente: assolutamente ridondante e inutile. Non avevo ancora letto gli altri interventi.

@ Vanesio

"...non ci piove sulla classifica al mio commento precedente: dei PIIGS, l'Italia è seconda e l'Irlanda ultima. Piaccia o no..."

Non è questione di piacere o non piacere, la vera classifica è determinata da molte variabili (composizione del PIL, rapporto debito/PIL, struttura del debito, allocazione del debito, ecc...).
I titoli del debito pubblico italiano (BOT, CCT, ecc...) sono posseduti prevalentemente dagli stessi italiani come strumenti di investimento dei risparmi. Questo fa si che:
1)- il "rischio" Italia gravi quasi esclusivamente sui risparmiatori italiani e meno sul sistema economico-finanziario internazionale;
2) - l'Italia è meno esposta gli attacchi della speculazione finanziara (vedi hedge funds, ecc...).

Confronta questi parametri tra l'Italia e i PIGS e vedrai che l'Italia non è al secondo posto ma almento al quinto.

Daniele ha detto...

@Luigi D.
Non preoccuparti, rimpiango un po' i tempi in cui mi arrivavano, a farla grossa, una decina di commenti al giorno! :-)
Dico per me.
Se vi auto-gestite lo spazio tra di voi per me va benissimo.

Posta un commento

Ovviamente 22passi è un blog, non una rivista on line, pertanto la responsabilità di quanto scritto in post e commenti appartiene solo ai rispettivi autori.

Related Posts with Thumbnails