Un blog per appassionati d’Amore onestà spiritualità arte poesia politica democrazia sostenibilità tecnologia green-energy cold-fusion LENR medicina alternativa cambi di paradigma rivoluzioni scientifiche criptoarcheologia e “tante cose infinite, ancor non nominate”. Uno specchio capovolto della realtà: qui siamo una società gilanica, fuori c’è il patriarcato; qui siamo pro E-Cat, fuori c’è il petrolio... per fare previsioni sull’esterno invertite SEMPRE i risultati dei nostri sondaggi interni!

>>>> CERCHI LIBRI SUL BENESSERE DEL CORPO, DELLA MENTE E DELLO SPIRITO?

martedì 13 gennaio 2009

Prima di tutto vennero a prendere gli zingari

Prima di tutto vennero a prendere gli zingari 
e fui contento, perché rubacchiavano. 
Poi vennero a prendere gli ebrei 
e stetti zitto, perché mi stavano antipatici. 
Poi vennero a prendere gli omosessuali, 
e fui sollevato, perché mi erano fastidiosi. 
Poi vennero a prendere i comunisti, 
ed io non dissi niente, perché non ero comunista. 
Un giorno vennero a prendere me, 
e non c'era rimasto nessuno a protestare.
 
Attribuita spesso, ma erroneamente, a Bertold Brecht, questi famosissimi versi vengono invece dalla penna di Martin Niemöller (1892-1984), un pastore luterano tedesco oppositore del nazismo. L'ho ritrovata oggi sul blog di Digitale purpurea... e l'ho sentita fin troppo attuale.

3 : commenti:

stelllare ha detto...

effettivamente!;oD

Donnachenina BLOG ha detto...

Ciao Daniele, conoscevo da molto questi versi ma non sapevo a chi erano attribuiti, e almeno adesso viene fatta da te anche questa precisazione.
Grazie
e un saluto unito a una buona giornata

artemisia ha detto...

Io invece non li conoscevo, e ti ringrazio per avermeli fatti conoscere.
Sui rom ho fatto un post per Natale. È tutto collegato.

Posta un commento

Ovviamente 22passi è un blog, non una rivista on line, pertanto la responsabilità di quanto scritto in post e commenti appartiene solo ai rispettivi autori.

Related Posts with Thumbnails