Un blog per appassionati d’Amore onestà spiritualità arte poesia politica democrazia sostenibilità tecnologia green-energy cold-fusion LENR medicina alternativa cambi di paradigma rivoluzioni scientifiche criptoarcheologia e “tante cose infinite, ancor non nominate”. Uno specchio capovolto della realtà: qui siamo una società gilanica, fuori c’è il patriarcato; qui siamo pro E-Cat, fuori c’è il petrolio... per fare previsioni sull’esterno invertite SEMPRE i risultati dei nostri sondaggi interni!

>>>> CERCHI LIBRI SUL BENESSERE DEL CORPO, DELLA MENTE E DELLO SPIRITO?

lunedì 15 ottobre 2007

Blog action day

What would happen if every blog published posts discussing the same issue, on the same day? One issue. One day. Thousands of voices.

Anche Ventidue passi d'amore e dintorni aderisce al BLOG ACTION DAY del 15 ottobre 2007 assieme a più di 14.000 blog di tutto il pianeta, per parlare in coro dell'ambiente, ciascun blogger secondo la propria sensibilità.
Quando qualche giorno fa son venuto a sapere di quest'iniziativa, di primo acchito mi sono detto: "Sarebbe bello partecipare, ma questo blog ha poco a che fare con l'ambiente..." Poi sono andato a controllare e ho realizzato di avere parlato di temi ambientali in più occasioni.

A marzo: la petizione sponsorizzata dal Grillo nazionale per obbligare le compagne petrolifere a iniziare a costruire la rete di distribuzione dell'idrogeno. Mancano ancora circa 340.000 firme su 800.000, perciò se non lo avete fatto potere andare a sottoscriverla dal link che misi in quel post [Da Saramago all'idrogeno!].
Ancora a marzo: il primo prototipo Boeing di aereo ad idrogeno [Dopo l'auto ecco anche l'aereo a H!].

Ad aprile: l'apertura dei primi distributori stradali di idrogeno in Islanda ed in Italia [Prove generali di idrogeno (I)] e di nuovo sull'apertura del distributore ad idrogeno a Livorno [Prove generali di idrogeno(II)].
Ancora ad aprile: l'esperienza delle transition town inglesi, del tutto emancipate da petrolio e derivati [Le transition towns].

A luglio (prima di essere oscurato da Telecom!): un esempio di come si possa diventare energeticamente indipendenti imparando a raccogliere energia in modo soft e decentralizzato piuttosto produrla commercialmente in modo hard e centralizzato [Il sud del mondo ci mostra la via].

Mi sono così reso conto che il tema dell'ambiente accompagna trasversalmente gli argomenti che mi appassionano e di conseguenza i miei post. Per un semplicissimo motivo: la visione dell'universo in cui credo è quella di un campo infinito d'energia in cui ogni particella è interconnessa con tutte le altre (e in fondo internet ne è una vaga metafora). Tra noi e l'ambiente non v'è discontinuità né separazione: gli atomi dei nostri corpi, di quelli degli animali, delle piante, delle pietre e dei cristalli provengono dalla medesime stelle. Distruggere l'ambiente non è soltanto demolire la casa in cui abitiamo, è ferire mortalmente la nostra stessa vita, non di riflesso ma direttamente. Che si veda questa energia, che tutto sottende, come una forma di manifestazione dell'amore universale di Dio o, laicamente, come una forza fisica, possiamo comunque percepire l'unità di tutti noi e tutto il cosmo insieme a prescindere dalle differenze di credi e filosofie. È un vissuto comune degli astronauti che hanno la fortuna di osservare la Terrà da lassù: siamo realmente tutti su una stessa grande astronave e i confini esistono solo nelle teste e sulle carte geografiche.

0 : commenti:

Posta un commento

Ovviamente 22passi è un blog, non una rivista on line, pertanto la responsabilità di quanto scritto in post e commenti appartiene solo ai rispettivi autori.

Related Posts with Thumbnails