BLOG PER APPASSIONATI D'AMORE, ONESTÀ, SPIRITUALITÀ, ARTE, POESIA, POLITICA, DEMOCRAZIA, SOSTENIBILITÀ, TECNOLOGIA, ENERGIE PULITE, COLD FUSION E LENR, MEDICINA ALTERNATIVA, RIVOLUZIONI SCIENTIFICHE, CRIPTOARCHEOLOGIA E "TANTE COSE INFINITE, ANCOR NON NOMINATE"

>>>> CERCHI LIBRI SUL BENESSERE DEL CORPO, DELLA MENTE E DELLO SPIRITO?

B A C H E C A D E L B L O G

Dal 25 Aprile 2015 (Festa della Liberazione) la possibilità di lasciare commenti nel blog è stata disattivata, eccetto per gli 85 utenti autorizzati e autori ad oggi iscritti. Chi desiderasse fare parte di questa piccola community (Google consente ancora 15 iscrizioni) può mandare due righe di presentazione a 22 passi chiocciola gmail punto com.

giovedì 12 marzo 2015

Prossimamente in prima visione:
Hot replications - tubi bollenti!

È di pochi minuti fa...
Brian Ahern just announced in our forum to start another Parkhomov replication attempt expected on sunday.
He is also using another metalhydrate to store the hydrogen. 
Read more in our Forum at the following URL: 
http://www.lenr-forum.com/forum/index.php/Thread/1181-Parkhomov-replication/
Ma questo è nulla, penso che Rossi debba cominciare a preoccuparsi sul serio della corsa alle repliche messa in moto da Parkhomov (ndr. si pronuncia pàrchimof).

Stanno bollendo in pentola, anzi nei tubi, molte altre cose: oggi mi sono arrivate fresche fresche ottime informazioni su altre repliche riuscite in... tra noi e la Russia! Una vera bomba N di news! ;-) 

Insomma, Parkhomov sta diffondendo il nuovo verbo della fusione fredda: Est Est Est! 

Meglio così. Se la cold fusion diventa una corsa tra USA e Russia (e qualche altro contendente ancora!), è la volta buona che si possano finalmente aprire tutti quei cassetti che dal 1989 sono stati tenuti ben serrati. Ci rimarrà il grande rimpianto (e un po' di rabbia) per la leadership che l'Italia avrebbe potuto avere in questa rivoluzione scientifico-tecnologica, se solo nelle nostre università e nei nostri enti di ricerca le leve del potere non fossero nelle mani dell'immobilismo e dello scetticismo a priori.

108 : commenti:

Mauro elia ha detto...

.....oggi mi sono arrivate fresche fresche ottime informazioni su altre repliche riuscite in... tra noi e la Russia! Una vera bomba N di news! ;-)
Top secret?

Alessandro Pagnini ha detto...

Quoto Mauro: non si può avere qualche dettagliuccio? ;-)

Daniele Passerini ha detto...

@Mauro Elia
@Alessandro Pagnini
Вы должны иметь терпение! ;)

Daniele Passerini ha detto...

P.S.
Ви повинні мати терпіння! ;)))

Daniele Passerini ha detto...

@tutti
Come ho scritto poc'anzi "penso che Rossi debba cominciare a preoccuparsi sul serio della corsa alle repliche messa in moto da Parkhomov", tanto più che proprio oggi è arrivato il de profundis al brevetto USA che insegue da 5 anni:

http://www.cobraf.com/showimage.php?image=/forum/immagini/R_123581963_1.jpg

http://www.cobraf.com/forum/immagini/R_123581963_3.pdf

Robbins ha detto...

Ви повинні мати терпіння!
Come nel caso Defkalion?

gio ha detto...

@ daniele

(a) PATENT APPLICANT.— An applicant for a patent, any of whose claims has been twice rejected, may appeal from the decision of the primary examiner to the Patent Trial and Appeal Board, having once paid the fee for such appeal.

La partita comincia o finisce adesso??!! :):)

Daniele Passerini ha detto...

@Robbins
Ossignur, speremo de no!
Ghe me gsvit tuto el blog dabón!

@gio
Non è ancora finita la partita del brevetto?

Daniele Passerini ha detto...

@gio
P.S. È come dire che questo era solo l'appello e ora si va in cassazione... c'è ancora un'ultima chance insomma.
Quali sono i tempi usuali per arrivare a questo terzo e ultimo grado di giudizio brevettuale? ;)

gio ha detto...

@daniele

direi di no...c'è sempre un giudice a Berlino..:):)..............quello poi è il primo brevetto di Rossi....il warm cat per intenderci!

su questo curiosamente hanno depositato il lavoro di Levi &c. che riguardava l'hot cat.

.......la situazione si complica, con Rossi è sempre così :):)

notte daniele!

Daniele Passerini ha detto...

@gio
Notte anche a te, sto crollando dal sonno...
a domani :)

Anonimo ha detto...

Madonna mia, il paper di Levi e compagnia bella é stato demolito, fatto a pezzi. Ne escono veramente ma veramente male...che umiliazione!! Cosa ne pensate? Questi nn sono quelli del gsvit, ma l'ustpo!!

Alessandro Pagnini ha detto...

@ Daniele
@ Robbins

"...Вы должны иметь терпение! ;)
Ви повинні мати терпіння! ;))

Ви повинні мати терпіння! ..."

Ho capito, mi toccherà mandare anche voi in 'cosoteca' a far compagnia a Sivlio! ;-)

Ma non si era detto di parlare in italiano, evitando persino le K? E voi mi sparate il cirillico! :-)
Che poi la prima frase l'ho sfangata col traduttore di Google, ma la seconda....nisba! Quale arcano segreto nasconde? ;-)

P.S.
La cosoteca è un luogo misterioso e sinistro. Io sarei preoccupato! :-D

Daniele Passerini ha detto...

@Alessandro Pagnini
Evidentemente c'è una funzione di Google translate che non utilizzi...
Nessun arcano segreto: è sempre la stessa frase in una lingua vicina. Che possa essere auspicio di pace.

gio ha detto...

Allora ...facendo il punto della situazione:

gli avvocatoni ammericani:)hanno tre opzioni da scegliere
1 appellare l' esito di rejection
2 utilizzare le motivazioni di rejection di questo brevetto (warm cat)per integrare il secondo brevetto (hot cat).
3 entrambe

Silvio Caggia ha detto...

@Alessandro Pagnini
這個短語不是寫在俄羅斯,甚至在烏克蘭語

Silvio Caggia ha detto...

@Daniele
Dici che dopo il Lugano report avremo il Lugansk report?

Mauro elia ha detto...

@ Daniele Passerini
Ho dato una scorsa veloce al documento con le motivazioni che hai linkato..
In questo caso darebbe ragione al GSVIT riguardo al fatto che la calorimetria fatta con la termocamera da adito ad errori.. sia in eccesso che in difetto

Mauro elia ha detto...

Ma se una persona ha in mano qualche cosa di realmente valido, non presenterebbe all'ufficio brevetti qualche cosa di inoppugnabile? O sta giocando? oppure sono tutte manovre diversive da generale stratega?
Non dimentichiamoci che si tratterebbe (se vera) di scoperta che fa cambiare gli equilibri energetici del mondo e per il petrolio ad esempio si sono innescate anche guerre..

Shine ha detto...

>(ndr. si pronuncia pàrchimof).

Ahah, manco la pronuncia azzecchi

Shine ha detto...

BTW, è vera la storia delle escort dall'Uncraina?? Sei impazzito, non ti basta la fine che ha fatto Silvio?

Barney ha detto...

@Mauro Elia: mi fa piacere che tu abbia letto le motivazioni del rigetto, che vanno tutte nella direzione indicata da GSVIT. e dal MFMP. E apprezzo enormemente la domanda che ti poni.
Sarei curioso di conoscere la tua risposta, la mia e' facile: se uno ha in mano l'invenzione del millennio e la vuole brevettare, presenta la documentazione piu' inoppugnabile che ha in mano. Altrimenti, e' evidente che sta giocando al bluff, al "tanto poi decidera' il mercato".
Ma questo signor Mercato, quando potra' finalmente decidere?
:-)

Mauro elia ha detto...

N. 2 affermazioni opposte che portano allo stesso risultato:

Nulla si crea e nulla si distrugge = COP O

Tutto si crea ed istantaneamente/contestualmente si distrugge = COP 0

Mauro elia ha detto...

Consiglierei a chi avesse voglia di applicarsi di scaricare e leggere
http://www.ca.infn.it/~deleo/logica.pdf

Mahler ha detto...

(KWATZ!)

Levi attempts to convert the temperatures recorded by the thermal imaging cameras to units of power using the Stefan-Boltzman relationship. According to Levi, the emissivity of aluminum outer shell was retrieved from the literature, because the material could not be extracted from the rods, Levi simply “adapted” the emissivity trend from the known outer shell to the unknown “pure alumina, crystalized” and applied it. Here it is unclear why one would not simply determine this value empirically. The only use for a literature reference would be to verify the validity of the empirical value.

@Mauro

> Ma se una persona ha in mano qualche cosa di realmente valido, non presenterebbe all'ufficio brevetti qualche cosa di inoppugnabile?

No, per carità! Se hai ragione sei un fesso, quindi devi fare di tutto per avere torto. È la nostra nuova strategia.

Mauro elia ha detto...

@ Silvio Caggia
Mai detto di non essere un fesso :-)

Mauro elia ha detto...

L'ultima.. e basta..
Debito pubblico o Credito pubblico a seconda di come lo chiami.. = O

Anonimo ha detto...

Ciao a tutti, ho notato che sul blog dell'Oca si parla sempre meno di LERN, ECat...ecc. Credo che si un buon segno: ormai l'Oca non sà + che pesci prendere...

Alex

Silvio Caggia ha detto...

@Mahler
Ecco, questi Sean P. Burke e Jack Keith sono persone molto intelligenti, come te e come la sovrintendenza di Domenico Canino.
Ma non sono genii...

@Mauro Elia
Che ti sei fumato? :-)

Mahler ha detto...

@Silvio

Non dando alcuna definizione del perché Burke e Keith non dovrebbero essere geni (per quanto mi riguarda ad esempio potrebbero benissimo esserlo), devo assumere come implicita la seguente risposta (correggimi se sbaglio): “perché si sono rifatti alla fisica nota invece che al misssttteeeroooo per leggere la temperatura di una scatola nera; e perché hanno così smentito un report che si rifaceva alla stessa fisica nota, ma applicandola male”.

Ora, un'altra persona “molto intelligente ma (evidentemente) non un genio” che lavorava all'ufficio brevetti si chiamava A. Einstein.
Sono sicuro che se ci metteremo a cercare troveremo senz'altro il commento piccato di qualche trombato da lui…: “Questo Einstein è tanto intelligente per carità, ma non è affatto un genio come me… non mi potrà mai capire!”.

P.S. In quanto corregionale dell'amico Canino, io sinceramente avrei forti dubbi sul fatto che i tipi della sovrintendenza regionale siano allo stesso livello di Burke e Keith. Ma la speranza, si sa, è l'ultima a morire e… mai dire mai!

Cia'!

Mauro elia ha detto...

@ Silvio Caggia
Mi hai scoperto!! stamattina mi hanno offerto una sigaretta moolto strana!!
Scusa Daniele per il fuori tema ma poi mi stoppo subito
Ragioneria
Conti patrimoniali : DARE entrate o diminuzione di debiti o aumenti di crediti - AVERE uscite o aumenti di debiti o diminuzioni di crediti
Conti economici : DARE costi o diminuzione di ricavi - AVERE ricavi o diminuzione di costi

Per la fattura fornitore i conti coinvolti sono :

COSTO (economico)
FORNITORE (patrimoniale)
IVA (patrimoniale)

quindi :

AVERE : FORNITORE (patrimoniale / aumento di debiti) Euro 120
DARE : COSTO (economico) / Euro 100
DARE : IVA A CREDITO (patrimoniale / aumento di credito IVA) / Euro 20

Per la fattura cliente i conti coinvolti sono :
RICAVO (economico)
CLIENTE (patrimoniale)
IVA (patrimoniale)

DARE : CLIENTE (patrimoniale / aumento di crediti) / Euro 120
AVERE : RICAVO (economico) / Euro 100
AVERE : IVA A DEBITO (patrimoniale / aumento di debito) / Euro 20

Mauro elia ha detto...

@ Silvio Caggia
Scusami se ti ho messo in mezzo senza motivo mi sono sbagliato..
quindi... come non detto

Mauro elia ha detto...

@ Barney
Come avrai potuto notare sono diventato più una bandiera al vento più che altro..
In questa vicenda non riesco a farmi ancora una opinione definitiva..
Comunque se come ci dice Daniele ci sono delle repliche in giro (valide) del hot cat, tutto quello che fa Rossi cade in ultimo piano

Mahler ha detto...

> Mauro elia ha detto...
>
> @ Silvio Caggia
> Scusami se ti ho messo in mezzo senza motivo mi sono sbagliato..
> quindi... come non detto

Freud lo chiamerebbe lapsus ;)

Barney ha detto...

@M. Elia: io sto sempre e comunque dalla parte della chiarezza. Parte che per quel che tutti possono osservare (non ci vuole uno sforzo :-)) NON comprende Rossi.

Le millanta nuove repliche per adesso sono *raccontate*, o *anticipate*.
Quelle fatte, controllate ed osservate sono miseramente addivenute a COP vicini a 1, sia se fatte da scettici che se condotte da sinceri entusiasti della ff.

E l'impietosa analisi del brevetto lascia poco spazio a speranze, a meno che non si voglia davvero metter dentro all'E-Cat la fatina dei dentini.

domenico canino ha detto...

To the Readers of the JoNP:
We received the USPTO action against our patent application. The action is negative and we have 60 days to make our counter- considerations. Our patent attorney is working on it, because we think our application is worth a defense.
Any consideration is premature, being on course our due action.
Andrea Rossi

domenico canino ha detto...

Ecco esemopio di evento A (reiezione di domanda di brevetto) interpretato come gli pare dagli osservatori B e C. Secondo B è chiaro che è stato rigettato perchè non funziona, secondo C è stato rigettato perchè l'esaminatore del brevetto ha a che fare con una materia totalmente nuova e non da banca dati, e non sapendo che fare, respinge, ma non c'entra assolutamente nulla con il fatto vero che è se funziona o meno. A chi la palma del miglior Q.I.?

Mahler ha detto...

@domenico

> secondo C è stato rigettato perchè l'esaminatore del brevetto ha a che fare con una materia totalmente nuova e non da banca dati, e non sapendo che fare, respinge

Ti inviterei a leggere meglio le motivazioni dell'osservatore C, perché non sono quelle che hai appena esposto (spero non usciranno fuori gli interpreti D e E delle motivazioni di C: almeno quelle dovrebbero essere piuttosto univoche!)…

> A chi la palma del miglior Q.I.?

…In ogni caso io la darei a chi batte sul tempo entrambi gli osservatori B e C e si compra dodici appartamenti a Miami!

P.S. Perché non chiedi a Rossi di costruire l'E-Cat a forma di elefante megalitico? Il famoso E-Lefante ;)

F.C. ha detto...

@Domenico Canino

In realtà c'è anche una possibilità D, a mio parere la più probabile.
Il brevetto viene rigettato indipendentemente dalla valutazione del funzionamento o meno, ma semplicemente perché non sono state fornite sufficienti spiegazioni del funzionamento dell'e-cat né prove che il fenomeno esista.

Ciò non significherebbe né che le LENR non sono reali né che l'e-cat non funzioni, così come non si potrebbe utilizzare una eventuale approvazione di brevetto per affermare il contrario .

Gli uffici brevetti di certo non effettuano repliche o esperimenti ma valutano semplicemente rifacendosi alla scienza nota o alla documentazione fornita.

Si può solo trarre la conclusione che l'ufficio brevetti non ha considerato risolutivo il TPR2 per stabilire la realtà del fenomeno. E non ci volevano loro per affermarlo.

Silvio Caggia ha detto...

@Domenico Canino
Nessuno pensa che l'ufficio brevetti abbia rigettato il brevetto perché l'e-cat non funziona, altrimenti avrebbe dovuto pensare che l'e-cat funzionasse quando è stato brevettato altrove... :-)
Ci è stato sempre ben spiegato che avere un brevetto non significa nulla riguardo il funzionamento.
Ripeto: l'intelligenza è una misura di quanto uno sia in grado di raggiungere i suoi obiettivi, poco ha a che fare con la verità.

Antonio ha detto...

@Tutti:
Mi allontano una settimana e succedono cose incredibili.. :-(

@Silvio:
Il brevetto è stato rigettato in quanto valuta inadeguata la descrizione e ancora meno adeguato il tentativo di colmarla con una prova (il TPRII) che apre più dubbi di quanti si prefigge di colmare.
Posso dire che non ne sono stupito? (E secondo me nemmeno Rossi).

Certo la coincidenza con l'articolo GSVIT (e il contenuto) è veramente impressionante... mi aspetto che Daniele ci faccia una piccola speculazione sulla "sincronia cosmica".

Ora Rossi "controdedurrà" e se sarà bravo ( e mi aspetto che lo sarà ) guadagnerà altri 12 mesi; spero che questa cosa non ci "deconcentri" (bè e unbè) dalla "ciccia".

Questa frase del rigetto però la dobbiamo incorniciare tutti:

"Exraordinary evidence is required to prove extraordinary claims".

Non riporto il seguito, impietoso verso Levi forse troppo; a volte il pragmatismo Americano è sgraziato ma "è".

Mahler ha detto...

@Silvio

> Nessuno pensa che l'ufficio brevetti abbia rigettato il brevetto perché l'e-cat non funziona

Io sinceramente penso che l'E-Cat sia la terza palla di mio nonno, ciò non toglie che per l'ufficio brevetti americano sia un reattore non funzionante e non mi sognerei mai di attribuire loro pensieri opposti a quello che esprimono chiaramente nero su bianco:

«the disclosed invention is inoperative and therefore lacks utility»

…Poi possiamo prendercela quanto ci pare col governo ladro che fa sì che ogni volta che qualcuno provi a misurare il COP questo torni sempre ad attestarsi inesorabilmente su valori unitari, ma le misure su cui si sono basati all'UTSPO sono proprio quelle proposte da Rossi in persona (quindi è inimmaginabile proporre alcunché di più favorevole), e *non* su visioni stereotipate della realtà tipo banche date o quant'altro, come qualcuno accennava.

Poi può sempre essere che funzioni, certo. Ma può sempre essere anche che l'E-Cat sia la terza palla di mio nonno…

domenico canino ha detto...

@F.C.
Guarda che nella teoria del Q.I. sono previsti anche D,E,F,G, etc. tutti con intelligenze diverse e crescenti, e tutti che scoppiano a ridere se guardano al livello di Q.I. sottostante, senza pensare mai che ci sono dei livelli soprastanti dove ridono altrettanto a piene ganasce anche di loro.
E' l'intelligenza che sente, è l'intelligenza che vede, tutto il resto è sordo e cieco. Frammento di Epicarmo di Siracusa del V° secolo a.C., l'inventore della commedia e delle trame giocose. Come questa.

indopama ha detto...

@Antonio
ripropongo una domanda fatta in precedenza che forse non hai letto:
ma con una epsilon di 0.4, come possono tornare i conti di un COP 1 nel dummy?

Mario Massa ha detto...

@indopama
"io non ho capito come nel TPR2 i conti nel dummy tornano pur avendo usato una epsilon di 0.4"

Visto che vi siete trasferiti qui ricopio il commento appena scritto nel vecchio post.

Le misure sul dummy sono un rebus e penso che ci dobbiamo ancora lavorare. Attenzione però che nel caso del dummy la epsilon impostata sulla termocamera da Levi è stata 0.7 per la parte centrale e 0.79 per le estremità, non 0.4 come ha fatto durante il test vero. Aggiungi che a bassa temperatura il peso della convezione è decisamente superiore.
Ripeto che noi individuiamo anomalie e errori di metodo che a nostro avviso sono chiarissimi e mettono in fortissima discussione il report. Pretendere che a distanza si possa calcolare tutto esattamente mi pare eccessivo.
@Silvio
"Io sottoscrivo tutti i miei commenti su questo post."
Ho visto che hai dato risposte corrette ai dubbi sulla distanza e messa a fuoco: significa che hai deciso di analizzare la cosa seriamente.
Il non prendere una posizione sul fatto che Bert Abbing abbia ragione o no mi pare atteggiamento da politico che non deve scontentare nessuno. Da una parte noi sosteniamo che il TPR contiene errori basilari, dall'altra Bert Abbing conclude che il TPR è perfetto e il post di GSVIT è tutt'altro che scientifico e probabilmente fa parte di un piano di disinformazione e che facciamo evidenti errori sia teorici che sperimentali, in più, probabilmente, di proposito. Sostenere che abbiamo entrambe ragione mi pare veramente assurdo.
Rispondi a questa domanda: secondo te, Levi ha agito correttamente nell'introdurre nella termocamera una epsilon di 0.4 quando nel campo di lettura della termocamera la epsilon vale in media 0.95?

F.C. ha detto...

«the disclosed invention is inoperative and therefore lacks utility»

Non avevo letto questa affermazione. A dire il vero mi lascia un po' perplesso.
Mi sarei aspettato più una posizione che lasciasse intendere che non vi fossero sufficienti evidenze di funzionamento o che l'invenzione non fosse stata descritta esaustivamente.

Come possono affermare che non funziona? Mah...

gio ha detto...

il primo precedente citato dal nostro Sean:)

http://openjurist.org/232/f3d/862/in-re-mitchell-r-swartz

gio ha detto...

Primo miracolo che rossi deve dimostrare:la fusione fredda esiste

Finally, Mr. Swartz's attempt to show that his claims are directed to a process other than cold fusion must fail. In his written description and throughout prosecution of his application, Mr. Swartz continually represented his invention as relating to cold fusion.

gio ha detto...

, if the claims in an application fail to meet the utility requirement because the invention is inoperative, they also fail to meet the enablement requirement because a person skilled in the art cannot practice the invention.

gio ha detto...

quindi prima di tutto dimostriamo che la fusione fredda esiste :)

Paul ha detto...

avete letto le ultime news da Rossi?

"...Steven N. Karels:
The ssm of the 1MW E-Cat is very long. It has been a terrific surprise, due to evolution of the charge and to the control system..."

e anche:

"...the Customer is positively surprised from the results, so far, after a troublesome initial period. We hope the situation goes on likewise..."

gio ha detto...

Sembrerebbe poi esserci una palese contraddizione nei motivi di rejection:

l'invenzione è "inoperative" in quanto la fusione fredda non esiste, ma la reazione è "obvious over Butler e al."

Silvio Caggia ha detto...

@Mario Massa
Io non commento le vostre (di GSVIT e Bert Abbing) rispettive premesse e conclusioni, su quelle non ha senso fare ragionamenti scientifici, io commento le vostre rispettive asserzioni scientifiche, sulle quali non vi confrontate scientificamente, ma mi date l'impressione di schivarvi a vicenda. Vorrei contraddittorio su quelle, non sulle premesse e conclusioni che sono ovviamente opinioni ed avete ognuno le vostre.
Del resto, finché ammettete palesemente che su alcuni punti ci dovete ancora lavorare, vi dovreste astenere dal saltare a delle conclusioni, ragione ulteriore per cui non prendo in considerazione le conclusioni che avete espresso.
Per quanto mi sia sforzato di studiare questa storia dell'emissivita', non fare a me domande su quale sia l'epsilon giusto, non ne ho la più pallida idea, fammi piuttosto la domanda più diretta: chiedimi quale era la vera temperatura dell'hot-cat, se quella calcolata da Levi o la vostra.
La risposta è semplice: quella misurata dalla termocoppia che pilotava l'e-cat.
Tu mi dirai: ma nel report non hanno pubblicato queste temperature!
Si', ti rispondo io, ma sia l'e-cat che Levi le sapevano... :-)

Intanto Rossi ti sta facendo finalmente contento: ora le misure dal customer le stanno facendo guardando per mesi il contatore del gestore della rete elettrica come input e la produzione industriale come output. Da lì sarai d'accordo che non si scappa, a meno che tu mi costruisca il famoso accrocchio che ti chiedo da tempo, che mi faccia consumare energia dalla rete senza che il gestore se ne accorga...

Emidio Laureti ha detto...

@gio

>quindi prima di tutto dimostriamo che la fusione fredda esiste :)


però bisogna dettagliare perché la ff potrebbe pure esistere senza dare i cop che servono.
... come stradetto un milione di volte +1 Rossi potrebbe dare le dimostrazioni che servono a qualunque scettico a scatola chiusa (senza perdita di know-how) e soprattutto anche all'ufficio brevetti americano ... invece di imbarcarsi in dispute legali infinite con lo stesso.
Ora se questo non accade la risposta è purtroppo una sola ... o purtroppo
una sòla

domenico canino ha detto...

@mistero
siete davvero forti in Veneto, bravi davvero!
http://corriereinnovazione.corriere.it/tech/2015/13-marzo-2015/inventano-pannello-solare-flessibile-raccolgono-100-milioni-2301103996882.shtml

Silvio Caggia ha detto...

@Gio
La conclusione dell'esaminatore è quindi che l' e-cat esiste dal 1957...
journals.aps.org/pr/abstract/10.1103/PhysRev.108.1473
però che non può funzionare, secondo lui lo dice Levi stesso che non funziona... Dal momento che non sappiamo come è fatto dentro bisogna consideare come potenziale fuel non solo quello misurato e analizzato e messo dentro ma tutta la baracca e burattini... :-D

Antonio ha detto...

@indapama: Ho visto che Mario ti ha risposto molto meglio di come possa fare io, voglio aggiungere ancora "un bit" alla sia riposta.

Anche se continuiamo a chiamare "test dummy" quello riportato nel TPRII in quanto eseguito senza combustibile in realtà non è così, nella scienza e nell'ingegneria è importante fare le cose giuste e chiamarle nel giusto modo:

Un dummy test per essere raffrontato ad un run test dovrebbe essere fatto in condizioni simili e con un numero di variabili diverse più piccolo possibile che devono essere in relazione con la differenza che si vuole mostrare (nel nostro caso l'effetto del fuel).
Purtroppo questa regola nel TPRII non è stata rispettata (con motivazioni che ritengo fantasiose) in quanto il test dummy è stato fatto in condizioni molto diverse dal test run con Pin (e Pout) diverse e a temperature diverse.
Inoltre, per motivi oscuri, non si fa un ulteriore test una volta tolto il fuel nel verso opposto.
Queste mi sembrano "distrazioni metodologiche" non perdonabili.

Come ha detto USPTO:
"Exraordinary evidence is required to prove extraordinary claims".

A corollario della risposta di Mario la fig. 7 dell'articolo GSVIT mostra come lo scostamento da errore nella emissività si riduca al ridursi della temperatura, considerando l'effetto di amplificazione dell'errore sulla potenza dovuto alla relazione con la 4^ potenza della T si vede di come l'impatto dell'errore di determinazione dell'emissività abbia effetti diversi a temperature diverse.

Mauro elia ha detto...

@ Silvio Caggia
Dicevi: La risposta è semplice: quella misurata dalla termocoppia che pilotava l'e-cat.
Io sta cosa non la sapevo, quindi esiste un modo per conoscere la temperatura del hot cat senza possibili errori? E MFMP usano la termocamera no la termocoppia?

Silvio Caggia ha detto...

@Mauro elia
Il problema è che la temperatura del coso non è uniforme, ed il coso non è una sfera, quindi per calcolare bene l'irraggiamento i prof. hanno suddiviso la superficie in aree di temperatura superficiale omogenea e calcolato in modo iterativo epsilon specifici per ciascuna area.
La temperatura misurata dalla termocoppia è più "interna" però penso ti possa dare delle indicazioni sul fatto che hai azzeccato le misure della termocamera o se fossero completamente sbagliate...

bertoldo ha detto...

https://www.youtube.com/watch?v=_eBJIv4qv8k&t=79 Sirvio ascolta quello che dice del giudice verso il 28° . Hamer ha ragione ma anche i miracoli ...

indopama ha detto...

news da un amico russo che sta a Kiev, si parla di un golpe in Russia
in questo video dal minuto 3 in poi
http://ok.ru/video/63492047683770-1

poi e' stata tolta la bandiera russa dal Cremlino, la foto
http://elise.com.ua/?p=93545

@Antonio e Mario
grazie della spiegazione, tutto chiaro.

indopama ha detto...

@Silvio
con un po' di ceramica si potevano attaccare qualche termocoppia sulla superficie sul retro (rispetto a dove inquadrava la termocamera cosi' non la si disturbava). costano due lire, la ceramica pure.

gio ha detto...


>journals.aps.org/pr/abstract/10.1103/PhysRev.108.1473

perfetto. ..in questo senso viene riportato il caso graham vs john deere.http://en.m.wikipedia.org/wiki/Graham_v._JohnDeere

:):)

@laureti

>invece di imbarcarsi in dispute legali infinite con lo stesso.

lo so laureti è un mondo difficile ....non basta avere ragione ci vuole qualcuno che te la da......se è un giudice di solito vale molto di più

gio ha detto...

Grazie Silvio

Mahler ha detto...

@gio, cerchiamo di mantenere le cose scritte nero su bianco – almeno quelle – per come sono senza che vengano alterate?

> l'invenzione è "inoperative" in quanto la fusione fredda non esiste, ma la reazione è "obvious over Butler e al."

Per l'ufficio brevetti il ragionamento è:

1) La documentazione che mi mandi mi mostra che hai creduto che funzionasse qualcosa che mi stai proprio dimostrando che non funziona con la tua stessa documentazione;
2) Il fatto che la FuF non ha letteratura alle spalle di certo non ti aiuta a essere salvato in calcio d'angolo.

Dopodiché ricordiamoci che, in seguito alla visita dell'ispettore, Rossi ha anche dichiarato che non avvengono più trasmutazioni all'interno e che quel coso non fonde alcunché («He acknowledged that no nuclear reactions occur during the process»). Quindi di che stiamo parlando?
La risposta dell'ufficio brevetti è quasi tutta incentrata sulle “sporche” misure della scatola nera, al punto che Franchini ha dovuto scorrere diversi punti per trovarsi le considerazioni nucleari che gli sono tanto care (ma di cui ora sappiamo che possiamo fare tranquillamente a meno dopo le dichiarazioni di Rossi).

Ripeto, può anche essere che l'E-Cat sia la terza palla di mio nonno, ma perché dimostrare che la FuF esiste dovrebbe avere a che fare con qualcosa che non produce più trasmutazioni a detta del suo stesso inventore?

Silvio Caggia ha detto...

@Bertoldo
Sono due cose molto diverse.
Il tuo computer può avere dei problemi ad un basso livello di struttura, per esempio dei transistor che non si comportano più esattamente come da specifiche a causa di una sovratensione elettrica, oppure può avere dei problemi ad un alto livello di struttura, per esempio il software di sistema che reagisce ad un evento identificato come pericoloso mettendo in atto delle procedure speciali per il bene della macchina.
Del Giudice parla di cose del primo tipo, Hamer del secondo. Ci sono delle interazioni tra le due cose ma è sbagliato pensare che sia una cosa unica come invece ipotizza Del Giudice.
Nessuna di queste cose è un miracolo ovviamente, ma nella mente di chi le osserva dal di fuori senza conoscerle possono sembrare cose miracolose, o addirittura truffe come i fossili marini in montagna per Voltaire. Voltaire era una persona intelligente? Assolutamente sì, ma il suo bias negativo nei confronti del diluvio lo ha fregato, non aveva il genio di intuire i movimenti orogenetici, troppo impegnato a demolire le superstizioni di un mondo aristocratico ed ignorante.
Gli unbeliever sono intelligenti? Assolutamente sì, ma sono carenti di capacità intuitive e di una visione d'insieme.

domenico canino ha detto...

@silvio
"Gli unbeliever sono intelligenti? Assolutamente sì, ma sono carenti di capacità intuitive e di una visione d'insieme."
Caro silvio è proprio una contraddizione in termini, allora abbiamo dell'intelligenza un concetto completamente diverso. Per me uno che non ha intuito e non ha visione d'insieme non è affatto intelligente.
Ma questo non c'entra affatto con l'essere believer o meno, vale sempre.

gio ha detto...

@ mahler

il nostro sean è andato via bene liscio come l'olio , fintanto che non ha citato nelle motivazioni di rigetto il lavoro di Butler , creando una grave contraddizione interna nei motivi di rigetto.

si fosse fermato a 27 :):) invece no 28,29 e 30.

Fossimo in giurisdizioni note e di italico linguaggio direi " sentenza suicida"; chissà se si può dire" suicide claim rejections":):):)

Mahler ha detto...

@gio

> si fosse fermato a 27 :):) invece no 28,29 e 30.
>
> Fossimo in giurisdizioni note e di italico linguaggio direi " sentenza suicida"; chissà se si può dire" suicide claim rejections":):):)

Ma che vi siete fumati da 'ste parti?!? Dopo aver rigettato, in quanto non funzionante, il presunto modo di ottenere la reazione, rigetta anche la remota eventualità di brevettare la reazione in sé, ribadendo che è reazione nota in acceleratore e citando il lavoro di Butler et al. come reference:

28. Claims 1 and 7 are rejected under pre-AIA 35 U.S.C. 103(a) as being unpatentable over Butler et al., “Radiative Proton Capture by Ni⁵⁸, Ni⁶⁰, and Co⁵⁹.”

29. Notwithstanding the inoperability of the claimed device, the reaction itself is obvious over Butler. Note, the Butler device uses the more traditional method of nucleosysynthesis which employs accelerating protons into a stationary target. However, even if the alleged reaction could occur, one of ordinary skill in the art would understand that the reaction would be subject to varying the basic reaction parameters.

30. Accordingly, claims 1 and 7 are rejected as obvious over Butler.

Silvio Caggia ha detto...

@Domenico Canino
Hai presente Sheldon Cooper?
E' intelligente, no?
Pero'...

Alessandro Pagnini ha detto...

Rossi è nervosetto. Il brevetto respinto lo urta non poco, tanto che ora sciorina sul megagattone molto di quello che, più volte richiesto, si era sempre rifiutato di rivelare, ovviamente si tratta di dati a lui favorevoli. Orgoglio ferito?

Mahler ha detto...

Silvio

> La conclusione dell'esaminatore è quindi che l' e-cat esiste dal 1957...
> journals.aps.org/pr/abstract/10.1103/PhysRev.108.1473
> però che non può funzionare, secondo lui lo dice Levi stesso che non funziona...

Anche te…! Sul serio sei ancora fermo al punto in cui non riesci a distinguere tra chi ha usato un acceleratore e chi no? Ma di che diavolo hai discusso finora a parte gli appartamenti a Miami?!?

Tristezza :'(

Silvio Caggia ha detto...

@Mahler
Tra te e l'esaminatore almeno c'è la differenza che tu non diresti mai che Levi pensa che l'e-cat non funzioni da quello che scrive nel report... :-)

gio ha detto...

@ Mahler

quella del brevetto è una problematica che non ha più nulla a che vedere con la scienza ...è una questione avvocatesca........cmq vefremo come andrà a finire....

domenico canino ha detto...

@silvio
E' una visione romantica del genio, da telefilm appunto. La realtà che io conosco è diversa. E' che in genere l'intelligenza non si misura nè con i test nè con i diplomi od i premi e le cariche, ma con le opere concrete che si realizzano. Un uomo intelligente è come un albero, si misura dalla qualità dei frutti. Infatti il successo meritato è molto più oggetto di invidia di quello immeritato. Non si può bluffare a lungo sulla propri aintelligenza. Rossi ti assicuro che è uno che la testa la sa far funzionare, più da come agisce che da come parla- Però se io sono stupido, la mia percezione non vale nulla.

Silvio Caggia ha detto...

@Domenico Canino
"Un uomo intelligente è come un albero, si misura dalla qualità dei frutti."
E siamo d'accordo, intelligenza è risultati sono correlati, visto che la prima si è evoluta proprio dando dei risultati (leggi: vantaggi evolutivi) ma nulla centra questo con la verità e la conoscenza. Uno può essere ignorante o aver torto e tuttavia aver successo, come pure puoi essere saggio o aver ragione e tuttavia soccombere...
Se ci fosse una pressione evolutiva verso la saggezza o l'amor di verità vivremmo da tempo in una società paradisiaca ed utopica, ma non so se hai notato: non è così.

Roberto Bletzo ha detto...

una persona intelligente è chi sa come adattarsi a differenti mentalità e a situazioni al di fuori della propria norma.
Lo studioso approfondisce un ramo delle varie discipline scientifiche e letterali.
Certo se impara tutto a memoria e non sviluppa un senso critico o di riflessione su ciò che ha acquisito ,resterà sempre un papagallo

domenico canino ha detto...

@silvio
"La verità e la conoscenza non hanno niente a che fare con l'intelligenza." Mai pensato il contrario. L'intelligenza degli uomini è in una piccola minoranza, non può portare a società paradisisache. E' a causa della maggioranza poco dotata che i progressi umani sono così lenti. Quasi mai vince il più intelligente, spesso vince il più aggressivo. Decisivo secondo me è il ruolo dei giusti, persone che non sono necessariamente dei geni, ma ne apprezzano il valore che porta al progresso, e li difendono dalle aggressioni della maggioranza poco dotata. Io vedo Daniele nel ruolo del giusto e Andrea Rossi nel ruolo del genio. Ma se io come osservatore sono poco intelligente, la mia percezione è sbagliata.

Mahler ha detto...

@Silvio

> Tra te e l'esaminatore almeno c'è la differenza che tu non diresti mai che Levi pensa che l'e-cat non funzioni da quello che scrive nel report...

Credo che l'esaminatore sia stato molto più duro con Levi di quanto credi…

@gio

> quella del brevetto è una problematica che non ha più nulla a che vedere con la scienza ...è una questione avvocatesca........

Ci sono almeno un paio di cose che non mi convincono a vederla così…

1) Perché al posto del TPR2 Rossi non ha allegato delle sue foto in costume da bagno?
2) Perché la risposta dell'ufficio brevetti sembra la cosa più scientifica prodotta sull'E-Cat negli ultimi quattro anni?

gio ha detto...

http://www.uspto.gov/web/offices/pac/mpep/s2107.html#d0e198469

Situations where an invention is found to be “inoperative” and therefore lacking in utility are rare, and rejections maintained solely on this ground by a Federal court even rarer. In many of these cases, the utility asserted by the applicant was thought to be “incredible in the light of the knowledge of the art, or factually misleading” when initially considered by the Office. In re Citron, 325 F.2d 248, 253, 139 USPQ 516, 520 (CCPA 1963). Other cases suggest that on initial evaluation, the Office considered the asserted utility to be inconsistent with known scientific principles or “speculative at best” as to whether attributes of the invention necessary to impart the asserted utility were actually present in the invention. In re Sichert, 566 F.2d 1154, 196 USPQ 209 (CCPA 1977). However cast, the underlying finding by the court in these cases was that, based on the factual record of the case, it was clear that the invention could not and did not work as the inventor claimed it did. Indeed, the use of many labels to describe a single problem (e.g., a false assertion regarding utility) has led to some of the confusion that exists today with regard to a rejection based on the “utility” requirement. Examples of such cases include: an invention asserted to change the taste of food using a magnetic field (Fregeauv.Mossinghoff, 776 F.2d 1034, 227 USPQ 848 (Fed. Cir. 1985)), a perpetual motion machine (Newmanv.Quigg, 877 F.2d 1575, 11 USPQ2d 1340 (Fed. Cir. 1989)), a flying machine operating on “flapping or flutter function” (In re Houghton, 433 F.2d 820, 167 USPQ 687 (CCPA 1970)), a “cold fusion” process for producing energy (In re Swartz, 232 F.3d 862, 56 USPQ2d 1703 (Fed. Cir. 2000)), a method for increasing the energy output of fossil fuels upon combustion through exposure to a magnetic field (In re Ruskin, 354 F.2d 395, 148 USPQ 221 (CCPA 1966)), uncharacterized compositions for curing a wide array of cancers (In re Citron, 325 F.2d 248, 139 USPQ 516 (CCPA 1963)), and a method of controlling the aging process (In re Eltgroth, 419 F.2d 918, 164 USPQ 221 (CCPA 1970)). These examples are fact specific and should not be applied as a per se rule. Thus, in view of the rare nature of such cases, Office personnel should not label an asserted utility “incredible,” “speculative” or otherwise unless it is clear that a rejection based on “lack of utility” is proper.

AleD ha detto...

Io a casa ho già due hot cat, è questione di stagione, poi passa...
Tanto poi se li sterilizzi ci sono sempre gli hot cat dei vicini.
A pensarci bene siamo invasi dagli hot cat.

gio ha detto...

http://www.uspto.gov/web/offices/pac/mpep/s2141.html

Mario Massa ha detto...

@Silvio Caggia
"non ne ho la più pallida idea"

Se dopo 4 anni con il dichiarato intento di aiutare i meno tecnici ad avere i mezzi per decidere con la loro testa, questo è il risultato (e su Silvio che ritenevo uno dei be più promettenti), ci rinuncio (almeno per ora che mi sento fortemente depresso).
Ieri era il pi greco day del secolo, l'avete festeggiato?

Mauro elia ha detto...

Uno scenario fantasioso, riguardo la vicenda Rossi
Liberamente tratto da.. Tales of the Unexpected (il brivido dell'imprevisto) serie di episodi trasmessi in TV nel 1980..
Come dicevo giorni fa, hot cat potrebbe essere una "false flag" per fare correre dietro gli Ignavi, mentre Rossi e IH sviluppano il promettente e cat..
Difficile pensare di dare indizi a "tout le monde" di come costruire un hot cat attraverso TPR sia perché non vuoi concorrenza di altri soggetti, sia per importanza strategica e politica della invenzione. Consideriamo che ci sono paesi " problematici" nel mondo che che potrebbero avere vantaggi a avere anche loro questa miracolosa invenzione.
L 'inventore decide quindi in accordo con IH di mettere su un depistaggio attraverso hot cat e TPR per piazzare la sòla (bidone)

il "coup de théâtre" inaspettato e del tutto imprevisto, sta nel fatto che un certo Parkhomov ė riuscito a tirare fuori qualche cosa di molto interessante dalla söla rifilata al mondo.... 😊😊

Daniele Passerini ha detto...

@Mario Massa
Ahimè, il pi greco day m'è proprio sfuggito! :(
E si che al fascino di certi numeri e cabale di solito non sfuggo. ;)
Però non mi è sfuggito questo:
http://www.corriere.it/scienze/15_marzo_10/onda-anomala-rogue-wave-mare-fotonico-77f26058-c707-11e4-ace1-14c9e44d41cb.shtml
Sarò testone, ma un articolo come questo per me ha mille volte più a che fare analogicamente con i meccanismi di innesco della fusione fredda, che le tue seppur correttissime considerazioni calorimetriche per misurarla... ma il mio è solo non-scientifico inutile intuito, quindi non può competere con la gsvittiana visione della vita che vola altissima nell'empireo della scienza!
Buona domenica.

Alessandro Pagnini ha detto...

@ Mauro Elia
"...Difficile pensare di dare indizi a "tout le monde" di come costruire un hot cat attraverso TPR sia perché non vuoi concorrenza di altri soggetti..."

E' il motivo che mi spinge ad essere prudente sui risultati di Parkhomov. Da quando è uscito il TPR2, sono rimasto piuttosto perplesso. Non sembra voler togliere ogni dubbio, sia per i personaggi che firmano il paper, sia per le modalità di esecuzione, che come abbiamo visto lasciano aperti parecchi interrogativi. Le due cose più strane che mi sono subito saltate agli occhi, sono:
1) Un solo mese di attività 'rendicontata', con 4 o 5 mesi praticamente spariti o forse si dovrebbe dire 'secretati'
2) Professori spariti, esattamente come i mesi mancanti. Rossi asseriva che c'erano pure degli asiatici e il numero dei presenti era superiore ai firmatari.

Insomma, il dubbio che il TPR2 pubblicato, non sia esattamente quello che permetterebbe una efficace replica, c'è eccome. A Rossi conviene dire che Ahern e Parkhomov hanno fatto un bel lavoro perchè dà credibilità anche a lui, ma se Parkhomov, in particolare, ha ottenuto qualcosa, è comunque qualcosa di parziale e quasi fortunoso. Certo qualcosa sembrerebbe avvenire in quel tubo, anche a fronte delle trasmutazioni, ovviamente al netto di eventuali magheggi, ma che non sia la configurazione di un vero hot-cat da lavoro, mi sembra più che probabile. Conte disse ai tecnici della sua Juve, riferito alla Champions League, che con 10 euro non si mangia in un ristorante da 100, che invece è forse quello che Rossi vorrebbe fare con l'ufficio brevetti, presentando lavori depotenziati e lacunosi, per non voler davvero mettere in piazza la sostanza del suo lavoro, sempre al netto di eventuale inconsistenza del lavoro stesso, come sostenuto dai più.
Perchè faccia questo, se davvero questo è lo scenario, è difficile da stabilire con certezza, ma finalmente mi ritornerebbero tutte le previsioni fatte estrapolandole dall'ombrosità del personaggio e dal suo modus operandi, che erano state incrinate dalla replica di Parkhomov, replica che mi ha sorpreso non poco, nel senso che sembrava dare fondamento al fatto che l'hot-cat era stato messo in piazza con un grado di dettaglio davvero bastante a replicarlo. Non mi pareva da Rossi, anche se la logica vorrebbe che così dovesse fare per ottenere un brevetto. Forse da brevettare c'è poco o si scontra con brevetti di altri? Domande per i competenti in materia. Certo che le osservazioni del GSVIT sembrano aver trovato sponda pesante all' USPTO, segno che il loro rilievo è ben fondato, stavolta. In attesa di eventuali repliche di Levi & Co., che stavolta dovrebbero prendersi il disturbo di rispondere, se non a Mario, almeno all'USPTO, rimane il dubbio, almeno a me, che il TPR2 pubblicato (se cercate nei miei commenti nei mesi scorsi troverete spesso questa dicitura), sia un qualcosa che non rappresenta quello che è stato davvero mostrato e provato. Basterà per il brevetto? Parrebbe di no!

bertoldo ha detto...

Silvio , Del giudice stava cercando di spiegare perchè Hamer aveva ragione . Quando parla di miracoli lo fà in maniera ironica e si riferisce al fatto che il pensare intensamente a qualcosa a volte può fare il miracolo , se le circostanze lo permettono . Ora dei presunti miracoli che sono avvenuti in qualche luogo sacro , non sono avvenuti per la presenza di dei o madonne , ma perchè la gente che è a quasi tutta un unico pensiero e se le circostanze sono perfette avviene qualcosa di straordinario . Ora io non posso sapere quali siano le circostanze ma di sicuro ci sono e si possono ripetere , l'unico piccolo problema è conoscere il tipo di "frequenze" utilizzate . Il pensiero è una frequenza . Un tipo di post del gener devo averlo fatto anche qualche anno fà ...

Silvio Caggia ha detto...

@Mario Massa
Come ti ho già detto non riesco a mettere a confronto le vostre affermazioni con quelle di Bert Abbing. Del commento di Bert Abbing pubblicato su JoNP dovreste ignorare le premesse e le conclusioni e concentrarvi sulle 4 contestazioni che vi fa rispondendogli in modo puntuale in modo che lui possa eventualmente replicare, e così dal dialogo tra tesi ed antitesi si possa arrivare ad una sintesi comune:

1) The main FALSE information they try to transmit is that when measuring a temperature with a non contact thermometer one should use the
“Spectral emissivity” and NOT the total normal emissivity.
This statement is absolutely WRONG. Due to the fact that detector sensitivity is far to be a flat function and usually differs from pixel to pixel in an IR camera all
that information is handled by the internal software of the instrument and to the user is requested ONLY to input the value of the TOTAL NORMAL EMISSIVITY which is “the ratio of the energy radiated by the material at a temperature T and the energy radiated
by a black body at the same temperature” over ALL wavelengths. (you can find that in ANY textbook! eg:
G. Gaussorgues Infrared Thermography)
So all the argumentations in the blog page about integrating only in the “measurement window” are ILL-FORMED, wrong and misleading!
Note also that is just by chance that Allumina has a constant spectral emissivity in the window of sensitivity of the detector. Many other materials have
not! And the “spectral emissivity” is NOT available for many materials. This would limit tha use of non contact thermometers just to few special cases, and this is not true! Total Normal Emissivity tables for materials are available from many vendors showing
similar values independently from the detector!
[qui diversi hanno chiesto cosa recita il manuale della termocamera, eventualmente si potrebbe consultare il costruttore dell'Optris per dirimere la questione]

2) The authors of the [report] also MISS to explain WHY if the AA of the TPR2 would have done such a tremendous error (they have NOT) all the measures done with the DUMMY (uncharged) reactor match the input power! THIS was in fact a calibration and a confirmation that the method was good.
[su questo punto avete espresso la vostra tesi nell'ultima risposta a Indopama, che tralasciando i commenti recita: "Le misure sul dummy sono un rebus e penso
che ci dobbiamo ancora lavorare."]

3) Another point they MISS to cite is that when they have measured the emissivity of the [rods] with the reference dots of the external allumina pipes the[y] have found a values (0.69…. 064) that are in PERFECT agreement with the literature. Note that is even possible for the TPR reader note that the reference dots have a higher emissivity then the pipe because the are much britgher that that.

4) Is NOT surprising on the other hand that MFMP have obtained different values. Cement materials, even if they have a high percentage of alumina can have a very different emissivity because the presence of metals (Mg).
The TPR authors have analyzed the material by X-ray spectroscopy and found that was pure alumina, so they applied correctly the data for that material.
Is quite WIERD that the blog page authors have found an emissivity near to 1 (in contrast to any emissivity table!) at that low temperature. Or the material was not pure or they have done an error! (bad thermal contact of the PT100 or K probe could eventually lead to that!)

Rimane poi il fatto che Bob Higgins, pur seguendo il vostro stesso ragionameno e non quello di Bert Abbing, calcola comunque un rispettabile cop 2,6.

Per dirti chi secondo me ha ragione devo poter mettere in mutua esclusione le vostre affermazioni, confrontandole a coppie.

F.C. ha detto...

@Silvio
"And the “spectral emissivity” is NOT available for many materials. This would limit tha use of non contact thermometers just to few special cases, and this is not true! "

Ti invito a riflettere già solo su questa affermazione che è a mio parere quantomeno fuorviante, infatti è proprio per questo motivo che spesso l'emissività è determinata sperimentalmente, per esempio con gli adesivi con emissività nota. Il fatto che poi il sensore della telecamera sia calibrato è vero ma non mi pare che abbia molto senso quello che sostiene Abbing a seguito di questa considerazione.

Mi fermo qui, non voglio entrare nella faccenda anche se da una rapida scorsa delle info a disposizione una mezza idea me la sono fatta.

Ciao.

Silvio Caggia ha detto...

@Bertoldo
Non credo proprio che Del Giudice si riferisse ad Hamer, anche perché nella NMG di miracoli proprio non se ne parla... Solo spiegazioni scientifiche a ciò che la medicina ufficiale non riesce a spiegare.
Non capisco a quali miracoli ti riferisci nell'ambito delle leggi biologiche.
I domini di coerenza al massimo potrebbero avere a che fare con quello che Hamer chiama "cervello d'organo". Per me spiegano dei fenomeni a livello cellulare, ma non bisogna confondere la salute cellulare con la salute dell'organismo, sarebbe come confondere lo stato di salute degli operai con lo stato di salute di un'azienda...

Mahler ha detto...

@Silvio

Occhio che l'Oca ha appena dedicato un post al nazista psicosomatico :)

bertoldo ha detto...

silvio , Del Giudice parlava dei miracoli del pensiero .

Silvio Caggia ha detto...

@Bertoldo
Appunto!

AleD ha detto...

@Silvio
"
Solo spiegazioni scientifiche a ciò che la medicina ufficiale non riesce a spiegare
"
Ma per favore. Trovami gente (specialisti intendo, ovvio) che conferma le tac dello psicopatico perché ne ha fatte e poi se ne può riparlare. I focolai di hamer ad oggi li ha visti solo hamer, il resto è tutto eco.
Punto e basta.
Poi oguno crede a quello che gli piace e stuzzica di più.
Chiudo.

Mauro elia ha detto...

Ho visto nella pagina Facebook del MFMP che hanno delle rimostranze circa il rigetto da parte dell'ufficio brevetti..

Silvio Caggia ha detto...

@Mahler
Oh, ma la gattamorta ha ragione... Il virus del morbillo esiste... Ed è diffuso proprio dalle persone vaccinate...
www.greenmedinfo.com/blog/measles-transmitted-vaccinated-gov-researchers-confirm

Barney ha detto...

Ah, se GreenMedInfo dice che il morbillo e' trasmesso dai vaccini, e' sicuramente vero; cosi' come se Rossi dice che l'E-Cat funziona. Gli studi peer reviewed che sono, a confronto di cotanta autorita'?

Ora, pero', siccome di morbillo - e di cancro, giusto per tirare dentro anche la NMG - si continua a morire (o ad avere seri danni permanenti), almeno le battute sceme su queste cose le eviterei.

Mahler ha detto...

@Barney

> almeno le battute sceme su queste cose le eviterei.

La cosa è molto più seria di quanto credi…
Chiedi a Silvio se la sua era davvero una battuta o, più in generale, se per lui le malattie esistono!

Alessandro Pagnini ha detto...

Vi prego, la NMG no! :-(

gio ha detto...

Provo ad aggiungere alcune considerazioni, a quello che è stato uno scambio di battute con Mahler e Silvio, sui motivi di rigetto del brevetto di Rossi da parte dell’Uspto.
Quanto ho scritto,ad una prima e affrettata lettura, essere una palese contraddizione nei motivi di rigetto del brevetto di Rossi ha trovato conferma nella lettura delle linee guida dell’Uspto per l’esame delle Applications rivolte al suo personale.( http://www.uspto.gov/web/offices/pac/mpep/s2107.html#d0e198469 Guidelines for Examination of Applications for Compliance with the Utility Requirement )
Leggendo le motivazioni dell’Examiner Sean Burke sono due i motivi di rigetto del brevetto di Rossi.
Il primo è quello legato alla totale mancanza dei requisiti di utilità dell’invenzione di Rossi e nelle note guida dell’ Uspro sono due: 1) The first is where it is not apparent why the invention is “useful; 2) The second type of deficiency arises in the rare instance where an assertion of specific and substantial utility for the invention made by an applicant is not credible.
I motivi di rigetto di Rossi appartengono alla casistica n. 2 dell’Uspto infatti Sean Burke scrive “ The specification is objected as inoperabile” e infatti nelle linee guida troviamo il paragrafo” II. WHOLLY INOPERATIVE INVENTIONS; “INCREDIBLE” UTILITY”.
In questo paragrafo possiamo leggere che “An invention that is “inoperative” (i.e., it does not operate to produce the results claimed by the patent applicant) is not a “useful” invention in the meaning of the patent law ed ancora “Situations where an invention is found to be “inoperative” and therefore lacking in utility are rare, and rejections maintained solely on this ground by a Federal court even rarer” e infatti nei casi citati ad hoc per questo tipo di casistica di motivi di rigetto abbiamo il caso che viene citato come similare da Sean Burke”- a “cold fusion” process for producing energy (In re Swartz, 232 F.3d 862, 56 USPQ2d 1703 (Fed. Cir. 2000).-
Tornando dal generale al nostro caso specifico, i motivi di rigetto inerenti, sono quelli che vanno dal n.22 al n. 25 della Final Rejection di Sean Burke e infatti viene evidenziato che non vengono raggiunti i requisiti di utilità descritti e previste dalle norme 35 U.S.C. 101 , 35 U.S.C. 112(a) e pre-AIA 35 U.S.C. 112.
Fino qua le motivazioni di Sean Burke sono perfettamente conformi e aderenti all’orientamento generale suggerito dall’ Uspto nelle sue linee guida , che ha pieno conforto nella giurisprudenza costante della corte federale.( In re Swartz, 232 F.3d 862, 56 USPQ2d 1703 (Fed. Cir. 2000))e sono inoltre conformi alla scienza main-stream, in quanto la fusione fredda non esiste\esisterebbe e quindi la motivazioni di rigetto del brevetto di Rossi possono , in questo momento, essere perfettamente identiche ai motivi di rigetto di Swartz.
A questo punto il lavoro di Sean Burke potrebbe benissimo concludersi a questo punto; e invece no, Sean Burke introduce un secondo motivo di rigetto: Claim rejections 35 USC 103( vedi dal n. 26 al n.27. della Final Rejection di Sean Burke)

gio ha detto...

In base a questo 35USC 103” A patent for a claimed invention may not be obtained, notwithstanding that the claimed invention is not identically disclosed as set forth in section 102 , if the differences between the claimed invention and the prior art are such that the claimed invention as a whole would have been obvious before the effective filing date of the claimed invention to a person having ordinary skill in the art to which the claimed invention pertains. Patentability shall not be negated by the manner in which the invention was made”
E’ evidente a questo punto la contraddizione di questa motivazione di rigetto con la precedente ; se la prima infatti riguarda casi che sono incredibili e basta dare un occhio ai precedenti citati, oltre a quello di Swartz nelle linee guida dell’Uspto( vedi an invention asserted to change the taste of food using a magnetic field (Fregeauv.Mossinghoff, 776 F.2d 1034, 227 USPQ 848 (Fed. Cir. 1985)), a perpetual motion machine(Newmanv.Quigg, 877 F.2d 1575, 11 USPQ2d 1340 (Fed. Cir. 1989)), a flying machine operating on “flapping or flutter function” (In re Houghton, 433 F.2d 820, 167 USPQ 687 (CCPA 1970)), a “cold fusion” process for producing energy (In re Swartz, 232 F.3d 862, 56 USPQ2d 1703 (Fed. Cir. 2000)), a method for increasing the energy output of fossil fuels upon combustion through exposure to a magnetic field (In re Ruskin, 354 F.2d 395, 148 USPQ 221 (CCPA 1966)), uncharacterized compositions for curing a wide array of cancers (In re Citron, 325 F.2d 248, 139 USPQ 516 (CCPA 1963)), and a method of controlling the aging process (In re Eltgroth, 419 F.2d 918, 164 USPQ 221 (CCPA 1970)), questo secondo motivo di rigetto che infrangerebbe il 35 USC 103, invece riguarda casi operativi , fattuali ed esistenti come il caso citato a sostegno da Sean Burke: Graham v. John Deere Co., 383 U.S. 1, 148 USPQ 459 (1966).
Nel caso Graham v. John Deere , Graham cita John Deere per la violazione dei suoi brevetti , che vengono annullati dalla Suprema Corte degli Stati Uniti (http://en.wikipedia.org/wiki/Graham_v._John_Deere_Co.)
; il caso in questione è una pietra miliare nel definire i principi di “nonobviousness di un’ invenzione .
Ma questo che c’entra, con una cosa che non esiste???
Nel primo motivo Sean Burke rigetta il brevetto perche fa affermazioni non credibili, con la seconda motivazioni lo respinge perché sarebbe “ovvio” al momento della richiesta di brevetto e sempre in questo senso,per rafforzare la sua idea , Sean Burke prosegue nelle sue motivazioni di rigetto che violano l’art, 35USC 103, citando il lavoro di Butler (http://journals.aps.org/pr/abstract/10.1103/PhysRev.108.1473)

Ai posteri :):)……

Silvio Caggia ha detto...

@Barney
@Mahler
@Alessandro Pagnini
Indovinate chi scrive queste "battute sceme":
"La sindrome del morbillo atipico si manifesta di solito in soggetti precedentemente vaccinati con i vecchi vaccini con virus morbilloso ucciso, che non sono più disponibili. Presumibilmente, i vaccini con virus morbilloso inattivato non impediscono
l'infezione da virus selvaggio e possono sensibilizzare i pazienti in modo che l'espressione della malattia ne risulti significativamente alterata. Tuttavia, la
sindrome del morbillo atipico può seguire anche la vaccinazione con virus morbilloso vivo attenuato,forse come risultato di una involontaria inattivazione dovuta a una cattiva conservazione."
A) Geerd Hamer
B) Steven Lanka
C) Il manuale Merck
D) Me le sono inventate io

Risposta:
www.msd-italia.it/altre/manuale/sez19/2652485.html

Silvio Caggia ha detto...

@Gio
La "doppia negazione" (il brevetto è inutile, il brevetto è ovvio) a te cosa ricorda?
A me il "doppio debunking" (l'input è sbagliato, l'output è sbagliato)...
Come diceva il Manzoni, certe obiezioni vanno prese in coppia e mandate a passeggio sottobraccio...
:-D

Silvio Caggia ha detto...

@Gio
"Spesso anche, mettendo due critiche alle mani tra loro, le facevam battere l’una dall’altra; o, esaminandole ben a fondo, riscontrandole attentamente, riuscivamo a scoprire e a mostrare che, così opposte in apparenza, eran però d’uno stesso genere, nascevan tutt’e due
dal non badare ai fatti e ai principi su cui il giudizio doveva esser fondato; e, messele, con loro gran sorpresa, insieme, le mandavamo insieme a spasso."
(Alessandro Manzoni)

Mahler ha detto...

@gio

La maniera in cui la poni farebbe diventare questa vicenda davvero una problematica avvocatesca. Però a questo punto interviene di nuovo la domanda di cui sopra:

Anche qualora Rossi avesse in mano la pietra filosofale, perché tifare per chi agisce con supercazzole avvocatesche per affossare parte della verità e contro quel cospicuo gruppo di persone che mantiene un atteggiamento aperto?

…Addirittura sei arrivato al punto da studiare due giorni quale migliore supercazzola avvocatesca suggerire agli avvocati di Rossi! Ma tu, da che parte stai?!?

@Silvio

Il fatto che un vaccino possa causare la malattia stessa *non significa* che la malattia stessa non esista in natura. Ti ricordo che i vaccini sono stati inventati piuttosto di recente, le malattie invece no.

Perché, invece di terrorizzare i malati caricandoli di responsabilità nella cura (e soprattutto nella fallita cura) delle malattie, non vi rendete socialmente utili prendendo l'esempio di Stefan Lanka?
È facile: uno di voi tassa profumatamente gli altri malati psicosomatici come ha fatto Lanka; dopodiché istituisce un premio in segno di sfida verso gli scettici.
…E così, un giorno lontano lontano, qualche cronista inspiegabilmente simpatizzante potrà dire che la NMG terrorizzava le persone sì, ma, in fondo, solo a fin di bene…

Cia'!

Mahler ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
gio ha detto...


@ Mahler
si decide di un diritto. ....deve essere esclusivamente e questione di avvocati
e sta tranquillo che gli avvocati di Rossi non hanno bisogno dei mie suggerimenti. ..
però non ci ho messo nemmeno 2 giorni per partorire il post.....1 ora per la lettura e un po meno per scriverlo ...nel mezzo figli moglie e influenza. ..bel fine settimana. :)

P.s.ci homesso di più a scrivere questo col cellulare:):

gio ha detto...

e mi accorgo pure che ho perso il messaggio a silvio ci riprovo:)

@ silvio

il Manzoni. ....min##ia sono tornato per un attimo al liceo. ...poi mi sono visto nel vetro del treno aaahhhhhhh:):)

Posta un commento

Ovviamente 22passi è un blog, non una rivista on line, pertanto la responsabilità di quanto scritto in post e commenti appartiene solo ai rispettivi autori. Chi è abilitato a pubblicare su 22passi deve evitare botta&risposta a distanza con utenti di altri blog o forum (donde può comunque trarre contenuti citandone la fonte).

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.

Related Posts with Thumbnails