Un blog per appassionati d’Amore onestà spiritualità arte poesia politica democrazia sostenibilità tecnologia green-energy cold-fusion LENR medicina alternativa cambi di paradigma rivoluzioni scientifiche criptoarcheologia e “tante cose infinite, ancor non nominate”. Uno specchio capovolto della realtà: qui siamo una società gilanica, fuori c’è il patriarcato; qui siamo pro E-Cat, fuori c’è il petrolio... per fare previsioni sull’esterno invertite SEMPRE i risultati dei nostri sondaggi interni!

>>>> CERCHI LIBRI SUL BENESSERE DEL CORPO, DELLA MENTE E DELLO SPIRITO?

domenica 22 marzo 2015

Alexander Parkhomov's
E-Cat replication experiments

Apro un collegamento a E-Cat World, che tiene aggiornata una pagina dedicata alle ultime repliche (ormai è d'obbligo il plurele) del russo Parkhomov:


P.S. Se vi sta appassionando anche voi la vicenda Parkhomov - in attesa di ulteriori notizie - potete commentare in topic qui dentro, piuttosto che in altri post.



Aggiornamento del 27/03/2015:

http://www.lenr-forum.com/forum/index.php/Thread/1269-Parkhomov-Paper-2015-03-26-English-pdf/

http://www.lenr-forum.com/forum/index.php/Attachment/76-260114081-Alexander-Parkhomov-Mar-26-pdf/
CONCLUSIONS:
  1. The apparatus worked continuously for more than 3 days, producing more than twice as much as the applied electrical energy. 50 kWh or 18MJ were produced in excess of the electrical energy expended. This amount of energy could be obtained by burning 350g of petroleum products. 
  1. The reactor chamber pressure during slow burning was relatively low (in this experiment up to 5 bar) 
  1. The used fuel had the appearance of soft droplets of golden color mixed with grey powder. 
  1. The resultant used fuel mixture was sent for analysis of atomic and isotopic composition. But the results, unfortunately, have not yet been received.

161 : commenti:

Gio2 ha detto...

Ma MFMP prevedono anche loro un tentativo di replica? Per il momento sembra stiano solo osservando quella di Parkhomov...
ciao

domenico canino ha detto...

Grandissimo Mats Lewan su Parkhomov
I'm tempted to repeat the tweet that I made in an enthusiastic moment after the Lugano report was released, and that my editors then kindly asked me to delete -- "Today we finally know: Cold Fusion is REAL, it's going to be commercial, and it can change the world!" As many others have said, these are exciting times. I still need a little bit more though before I can convince my editors to publish a piece on this.
Con buona pace degli unbe.

Daniele Passerini ha detto...

@Domenico Canino
;-)
Incrociamo tutte le dita!

Paul ha detto...

Di là su Cobraf è stato ipotizzato che nel reattore di Parkhomov avvengano in realtà solo reazioni chimiche esotermiche.e non fenomeni LENR.

Dovrebbero spiegare però quali sostanze chimiche aventi la massa di 1 grammo possano mantenere il reattore a 1200°C per almeno 83 ore (e oltre).

Paul ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Mario Massa ha detto...

@Paul
"Di là su Cobraf è stato ipotizzato che nel reattore di Parkhomov avvengano in realtà solo reazioni chimiche esotermiche e non fenomeni LENR."

Solo un pazzo può pensare una cosa simile. Oppure, qui do ragione ai be, uno che pur di negare l'esistenza delle LENR nega l'evidenza.

domenico canino ha detto...

Airbus Defence &Space filed a LENR patent in september 2013

Rob Woundenberg just found that Airbus (AIRBUS DEFENCE & SPACE,AIRBUS OPERATIONS, ASTRIUM GMBH) have filed a LENR patent in German language in september 2013.

The translated abstract is :
To provide an environmentally friendly, suitable for the transport sector thermal energy source, the invention provides a power-generating device (10) for generating heat energy by an exothermic reaction in the form of a LENR by using a metal lattice-assisted hydrogen process comprising:

a reaction vessel (14) with a reactive LENR material (45) for performing the reaction chamber containing the exothermic reaction (16), a field generating means (18) for generating a field in the reaction chamber (16) for activating and / or maintaining the exothermic reaction, a heat transfer means (20) for transferring heat into and / or out of the reaction chamber (16), an operating parameter detecting means (28) for detecting at least one operating parameter in the reaction chamber (16), and a controller (26) which is adapted to to control the field generation means (18) and / or the heat transfer means (20) in response to said detected operating parameters to stabilize or regulate the exothermic reaction.

domenico canino ha detto...

Rossi VS Airbus
finalmente qualche competitor serio, speriamo che questo acceleri

mauro bertini ha detto...

A vedere il grafico di fig. 6 sembra che dal momento in cui si interrompe l'energia elettrica ci sia un periodo di autosostentamento significativo. Anzi a termine di questo periodo è prima del crollo verticale sembra che ci sia una salita della temperatura. Se le misure sono giuste mi sembra una cosa molto incoraggiante!

Emidio Laureti ha detto...

@Massa

secondo te
perché il reattore di Parkhomov non va in autosostentamento
perché non dura più a lungo
perché la replica di MFMP non ha dato identici risultati

saluti e grazie

Alessandro Pagnini ha detto...

@ Paul
"...Di là su Cobraf è stato ipotizzato che nel reattore di Parkhomov avvengano in realtà solo reazioni chimiche esotermiche.e non fenomeni LENR...."

Ci sarebbe Ragone per dirimere questa faccenda. Qualcuno sa come si applica quel criterio? Intendo quantitativamente, perchè qualitativamente ho chiaro a cosa serve e come dovrebbe funzionare, ma poi ci sono i numeretti da far girare, per avere le risposte! ;-)

Però a occhio mi sembra che non sia possibile che una sostanza in quelle quantità, qualunque essa sia, possa generare tale e tanta energia con meccanismi chimici conosciuti. Va capito se si tratta di reazioni nucleari o di qualche forma diversa e sconosciuta di generazione di energia (es. l'idrino). Se ci fossero trasmutazioni, allora ci sarebbe una firma nucleare.

gio ha detto...


>Dovrebbero spiegare però quali sostanze chimiche aventi la massa di 1 grammo possano mantenere il reattore a 1200°C per almeno 83 ore (e oltre).

senza poi complicarsi troppo la vita Rossi all Uspto dichiara che è nucleare

Gio2 ha detto...

@Laureti
le risposte stanno in quanto da Lei sostenuto su Cobraf, corredato da bella foto:

"perché il reattore di Parkhomov non va in autosostentamento"
"perché non dura più a lungo"

I cerini si consumano in fretta

"perché la replica di MFMP non ha dato identici risultati"

Usano un accendino a gas.... :-)

Ciao

gio ha detto...


>Dovrebbero spiegare però quali sostanze chimiche aventi la massa di 1 grammo possano mantenere il reattore a 1200°C per almeno 83 ore (e oltre).

senza poi complicarsi troppo la vita Rossi all Uspto dichiara che è nucleare

Mahler ha detto...

Una buona domanda per me sarebbe: ci sono radiazioni? Se no, come farebbe a scaldare (visto che la fusione di per sé non scalda)?

@Alessandro

> Va capito se si tratta di reazioni nucleari o di qualche forma diversa e sconosciuta di generazione di energia (es. l'idrino)

La truffa la vogliamo escludere a priori? ;)

gio ha detto...

@ Mahler

posso scommettere un pranzo che entro il 12 maggio avrai una risposta .....non lascio raddoppio dopo il pranzo che devo ad Alessandro:):)

Mahler ha detto...

@gio

Ci sto! Ti devo un pranzo se avrò la risposta entro 12 maggio e ovviamente a patto che non sia negativa (= truffa o errore). In caso contrario il pranzo me lo devi tu! Ci stai? :)

Ti avverto che sono avvantaggiato (perché tu vinca si devono verificare due condizioni), quindi fai ancora in tempo a ripensarci!

…Dobbiamo però stabilire cosa dovrebbe convincermi in così poco tempo che non sia una truffa (a meno che non lo beccano davvero con le mani nel sacco a barare – e per quello dovrebbe essere anche scemo oltre che truffatore… troppo improbabile). Ti ricordo che per sbugiardare la truffa di Fleischmann e Pons ci vollero un paio d'anni!

In ogni caso… che bari o no, che esploda un caso mediatico su Parkhomov mi farebbe felicissimo in ogni caso! :-D

…Con un bel caso mediatico se ha in mano un nuovo fenomeno lo sapremo prestissimo, mentre se invece è un truffatore non vedremo più annunci farlocchi sulla FuF per i prossimi vent'anni!! ;)

Robbins ha detto...

@Mario Massa

Mi sembra che giorni fa Lei abbia suggerito che la pentola avesse un buco. Riguardo le reazioni chimiche le faccio notare che il reattore Parkhomov seconda versione, nell'unica foto nota, non appare separato dai supporti.
Devo presumere che solo Lei possa distribuire patenti di imbroglione?

Si tratta di esempi di scuola, analoghi al vapore sgonfio e alla pinza rigirata, così da farle notare che quando si comincia con un certo andazzo non ci si ferma più.

Mario Massa ha detto...

@Emidio Laureti
"perché il reattore di Parkhomov non va in autosostentamento?"

Dai dati che ho visto ci sono 2 possibilità: o funziona o è un imbroglio. Nel secondo caso inutile rispondere, nel primo caso nessuno saprebbe rispondere.

"perché non dura più a lungo?"

Nel secondo caso e finchè la durata era limitata, l'acqua poteva essere accumulata da qualche parte (esempio mattone che pian piano l'assorbe). Nel primo caso nessuno saprebbe rispondere.

"perché la replica di MFMP non ha dato identici risultati?"

Non ho seguito la cosa, ma ho letto qui che hanno abbandonato la calorimetria e il tempo si è allungato a più di 80 ore. Nel secondo caso il tempo si è allungato perchè non c'è più il problema di accumulare molta acqua da qualche parte. Nel primo caso nessuno saprebbe rispondere.

Speriamo che il MFMP sappia fare il suo lavoro.

gio ha detto...

@ Mahler
> In caso contrario il pranzo me lo devi tu! Ci stai? :)

Ok andata :)

>Dobbiamo però stabilire cosa dovrebbe convincermi in così poco tempo che non sia una truffa

in linea generale , il nostro sig. Rossi , depositando l'Appeal all'Uspto dovrebbe entrare nel merito e definire la reazione nucleare in maniera tale da convincere il board che dovrà decidere dell'appello, se vuole ottenere il brevetto .....e penso proprio che lo voglia ottenere:)

dovrà dimostrare l'esistenza della fusione fredda!!!

curioso che non avevo mai letto niente dei brevetti di Rossi( perchè li ritenevo materiale per ing, fisici tc ...)... , fino ai due commenti che Daniele mi ha chiesto di far diventare post .....
e per quel post avevo letto solo la specification ,claim rejections e linee guida dell' uspto..............la parte più importante è invece nelle prime righe della final rejection:):) .......non è buffo???!!!


P.s.;anch'io faccio il tifo per Parkhomov e mi farebbe piacere se, mediaticamente, in questa storia arrivasse prima lui!!

Mahler ha detto...

@Robbins

Non si lamenti!
Quello che lei chiama “andazzo” è un sano atteggiamento scentifico. Se lei dice di riuscire a far volare i maiali, la reazione della comunità scientifica (quella piccola parte che la vorrà stare ad ascoltare) sarà la seguente (in ordine di insistenza da parte sua):

1) Probabilmente si è sbagliato: ricontrolli;
2) Probabilmente sta truffando: o fornisce buone prove o è spacciato;
3) Ok, adesso che tutti siamo riusciti a far volare i maiali forse lei era in buona fede.

Con Parkhomov, se tutto va bene e non emergono errori lampanti – soprattutto dopo la sponsorizzazione in prima persona da parte di Rossi ma nonostante il suo passato sulla telepatia – siamo al passaggio tra il punto 1 e il punto 2 – ovvero: da cazzaro forse lo stiamo promuovendo a truffatore – il che ne esclude quantomeno la stupidità.
Se ne uscirà indenne diventerà santo.

Perché tutto ciò? Non sarà forse un po' esagerato?

-->   Extraordinary claims require extraordinary evidence.   <--

Saluti

Alessandro Pagnini ha detto...

@ gio
"...senza poi complicarsi troppo la vita Rossi all Uspto dichiara che è nucleare ..."

Nel TPR2 ci sono anche trasmutazioni, lì di dubbi non ce ne sono, ma Rossi è Rossi e Parkhomov è Parkhomov. Se si tratta davvero dello stesso fenomeno e la replica è davvero tale, come probabile, ma non assolutamente certo, allora è nucleare e si tratta di un fenomeno già sottoposto alla 'tagliola' di Ragone in sede di TPR.


@ Mahler
"... Va capito se si tratta di reazioni nucleari o di qualche forma diversa e sconosciuta di generazione di energia (es. l'idrino)

La truffa la vogliamo escludere a priori? ;) ..."

No. Ovviamente il ragionamento vale se si dà per scontata la buona fede e si esclude un possibile errore di misura. Detto questo non risponderò ad altre tue domande per il motivo che potrai intuire sull'altro post. Sei virtualmente cancellato dalla mia fruizione del blog. Mi spiace perchè ti apprezzo per tante cose, ma alcuni comportamenti per me sono inaccettabili.

Mahler ha detto...

@gio

> in linea generale , il nostro sig. Rossi , depositando l'Appeal all'Uspto

La facciamo un po' più seria? Io sono disposto ad allungare un po' i tempi a condizione che ci sia una discreta replicabilità a seguito di una discreta attenzione mediatica. Che ne dici? :)

gio ha detto...

@ Mahler

non penso sia necessario allungare i tempi della scommessa!

dovrai poi tu spiegarmi , se le spiegazioni e dimostrazioni fatte dal Rossi saranno convincenti ed esaustive, in quanto io non ci capisco una cippa!!!:)

dovrà superare le eccezioni fatte da Sean Burke, per quanto riguarda le trasmutazioni !!!!

@alessandro

il Tpr 2 è stato una specie di cavallo di Troia per ottenere o meglio per usarlo per ottenere il brevetto !!!

fin qui il risultato è stato raggiunto ; come ho già scritto,abbiamo abboccato tutti!!!

Mahler ha detto...

@Alessandro

Ti ho risposto di là.

@gio

Aspetta, riepiloghiamo. Cosa deve succedere prima del 12 maggio?

gio ha detto...

@ Mahler

Rossi dovrebbe depositare l'appello contro la final rejection( 2 mesi dal 12 marzo data della final rejection)

p.s.; avrebbe altri strumenti( petition= una specie simile alle nostre istanze) ma Rossi ha dichiarato che o suoi avvocati depositeranno un appello

Robbins ha detto...

Sapesse quanto mi dispiace che il più brillante dilettante di fisica concettuale (definizione non mia) abbia perso lo status di autore per una birichinata. Non mi do pace. Continui sul pianoforte che è meglio, e non è solo il mio parere.

Ciao.

Mahler ha detto...

@gio

> Rossi dovrebbe depositare l'appello contro la final rejection( 2 mesi dal 12 marzo data della final rejection)

Ma in teoria Rossi potrebbe prendere un foglio di carta, scriverci sopra solamente “Burke ti odio”, depositarlo e avrebbe comunque diritto ad altri 12 mesi di rinvio – ma non credo sarebbe un gran passo avanti. Come ne usciamo?

Emidio Laureti ha detto...

@Massa

ti ringrazio per la tua chiarezza ... da cui si evince esattamente che se la replica ecat di Parkhomov funziona nessuno sa perché .... :-)

...ergo se il russo non è un truffatore e vuole fare tutto alla luce del sole deve permettere onestamente ad altri di verificare ... altrimenti anche questo affaire seguirà la tempistica di Rossi e dai Rossi says si passerà ai
Parkhomov says.
Pertanto se per caso la prossima sua replica ha successo il Russo deve consegnare ovviamente con un rimborso spese (che da quello che si vede dovrebbe essere ben sotto i 1000 $)
un suo sistema identico a neutrali e scettici per vedere se rimisurano quello che ha misurato lui.
Altrimenti si configura una cosa che andrà per le lunghe
dato che se pure ti dice fai così ... così ... così e ancora così per replicare e la replica non riesce ... riarriva il solito sospetto che il setup di replica non è rifatto bene (MFMP docet ) .

Insomma se Parkhomov vuole giungere a fare la rivoluzione energetica prima di Rossi non deve lasciare zone d'ombra persistenti e ad innescare casini potenziali .

Altrimenti si evince che vuole stare sui media di internet solo a produrre rumore e ad annebbiare di più una cosa che ha già di suo nebbie di fondo da diversi decenni.

Saluti

gio ha detto...

@ Mahler

penso che siano costretti a dimostrare ed aggiungere qualcosa soprattutto sui cambiamenti isotopici e analisi. ....o ora o mai più. ....poi il procedimento durera di più con repliche examiner etc.

ma non possono perdere il termine per produrre prove

gio ha detto...

@ Mahler

poi non penso proprio che ROssi odi Burke....soprattutto per quello che ha scritto al punto n.2 della final rejection.:)

Notte

MISTERO ha detto...

Devo presumere che solo Lei possa distribuire patenti di imbroglione?

No, penso di no Robbins.
Infatti abbiamo molti esempi in rete.
Penso però che sia più facile starsene seduti dietro un pc e scrivere "imbrogilioni" o "truffatori" che andare a verificare di persona, soprattutto quando non si possiedono le competenze necessarie.
Quando si ha la fortuna di poterlo fare ci si affida a degli esperti con le competenze necessarie, più di uno chiaramente. Ma se non si possiedono le competenze necessarie come è possibile selezionare gli esperti con queste competenze?
Bel casin no? )))
A ti che te piase el diaetto veneto che cossa vuto che te racconta?

Il GSVIT ha un solo demerito, aver dato spazio alla critica al di fuori del contesto di replica e verifica, lo sai anche tu. Il grande merito è lo sforzo e l'impegno nella replica e verifica effettiva..
Non tutti nascono imparati e non tutti pur imparando possono essere in grado di saper fate tutto. in questo ho sempre condiviso l'operato di Mario, la verifica senza una critica, se non circoscritta agli addetti ai lavori, sulle pubblicazioni o dichiarazioni.
Con un maggiore silenzio in molte situazioni avrebbero fatto e ottenuto di più.
Anche loro non sono totalmente imparati su tutto e penso che abbiano fatto tesoro di queste prime esperienze pubbliche.
Penso che quest'anno ci sarà una primavera molto hot.. E' solo una sensazione eh!! )))

Silvio Caggia ha detto...

@Mahler
Sei stato molto chiaro nell'esprimere a Robbins la tua opinione di come dovrebbe funzionare la scienza, ma per fortuna questa è solo una tua opinione, non può funzionare così, almeno in Italia, perché il tuo approccio si scontrerebbe con la legge italiana.
Il tuo punto 2 prevede che si debba considerare chi fa affermazioni eccezionali un truffatore, ma affermare pubblicamente che qualcuno è un truffatore significa in Italia commettere il reato di ingiuria.
Tu purtroppo hai questa brutta abitudine di ingiuriare il prossimo gratuitamente, di non ammettere mai di aver sbagliato e di svicolare infine dalla discussione come se non fosse successo nulla e non restasse traccia di tutto quello che hai scritto.
Continuativamente dai del truffatore o del nazista a destra e a manca, non ti fermi davanti a niente, ne' davanti a grandi aziende come Cherokee o Airbus, ne' davanti agli oratori seduti al tavolo del Presidente della Repubblica Italiana...
Di questo te ne assumi tutte le responsabilità morali, etiche e legali.
Ti consiglio di cambiare motto e riflettere su questo: Accuse straordinarie richiedono scuse straordinarie.

Silvio Caggia ha detto...

@gio
Secondo me la strategia brevettuale di IH non è quella che appare.
Il brevetto su cui stiamo discutendo potrebbe essere tranquillamente un false flag su cui distrarre l'attenzione tirandolo inutilmente alla lunga.
Il vero know-how potrebbe essere preservato in una miriade di brevetti sparsi in cui si protegge un dettaglio tecnologico, elettrotecnico o meccanico, così che di fatto un potenziale competitor si trovi una serie infinita di bastoncini tra le ruotine.
Sarebbe stupido cercare di proteggere la proprietà intellettuale di una legge di natura.
Non posso brevettare l'insalata per impedire al mondo di condirsene una, ma posso brevettare degli apparati che distribuiscono e mescolano opportunamente il sale, l'aceto e l'olio sulle verdure...

Alessandro Pagnini ha detto...

@ Silvio
@ gio

"...Secondo me la strategia brevettuale di IH non è quella che appare..."

IH/Rossi ci faranno venire il mal di testa! ;-)
Di sicuro si stanno impegnando parecchio, stanno perdendo tempo all'USPTO e pagando legali. Di certo chi mette mano al boresellino è un bel fesso. Tutto questo bailamme per un gatto che è del tutto evidente persino (soprattutto o forse 'soltanto') a chi non lo ha mai visto, che non funziona nemmeno per sbaglio. Pensa quando se ne accorgeranno quei creduloni di IH, come si daranno degli stupidi! ;-)

gio ha detto...

@ Silvio
>Secondo me la strategia brevettuale di IH non è quella che appare.
Il brevetto su cui stiamo discutendo potrebbe essere tranquillamente un false flag su cui distrarre l'attenzione tirandolo inutilmente alla lunga.

...anch'io la pensavo così , pensavo che questo fosse il false flag, ,ma ho cambiato idea .

gli avvocati più importanti si occupano di questo brevetto ; di questo è in vigore la procedura davanti all'epo.......questo non è stato negoziato con Industrial Heat tanto è vero che è ancora nelle mani di Leonardo Corp.

stanno provando a brevettare il metodo, che è decisamente più economico che fare una miriade di brevetti e ti da una copertura su larga scala ;

il Tpr 2 è servito principalmente a questo e quanto hanno ottenuto fin ora è notevole;

altro discorso è se riusciranno ad ottenerlo!

Mahler ha detto...

@Silvio

> non può funzionare così, almeno in Italia, perché il tuo approccio si scontrerebbe con la legge italiana.

Prendere delle precauzioni per non farsi imbrogliare in un terreno in cui ci si deve aspettare molti truffatori non solo non è contrario alla legge, ma sarebbe immorale agire diversamente. Pensa che se a «rischio di truffa» ci sostituisci «rischio di aggressione fisica» la legge ti consente persino di andare in giro armato!
Vogliamo tutti la pietra filosofale, ma propagandare che coloro che te la propongono *non* siano ad alto rischio di truffa sarebbe immorale. Se ci spostiamo in ambito scientifico oltre che immorale diventerebbe anche antiscientifico (= alimentare false verità prima di verifiche rigorose).

Questa è la mia legittima opinione e qualsiasi tua altra aggiunta alla mia risposta a Robbins sono tue fallacie (rileggi).

> del nazista a destra e a manca

No, non a destra e a manca, solo a chi si autodefinisce tale. E sarei scorretto nei suoi confronti a chiamarlo diversamente.

> non ti fermi davanti a niente, ne' davanti a grandi aziende come Cherokee

Eh?!? Ho mai parlato male di Cherokee?

> o Airbus

Eh?!?

> ne' davanti agli oratori seduti al tavolo del Presidente della Repubblica Italiana...

Coooosaa?!? Cos'avrei detto contro Veronesi?!? Ma se è il mio mito!!! Sei davvero in malafede di brutto se arrivi a insinuare tanto, mio caro Silvio!!

Capisco che metterlo nello stesso elenco in cui sono presenti Veronesi, Cherokee e Airbus possa dare ad Hamer un'aria quasi di sdoganamento, ma le figure retoriche, per quanto belle in poesia, in scienza denunciano solamente malafede.

Ave!

@gio

Di solito si scommette su ciò di cui si è convinti, io però sono convinto che Rossi farà ricorso. Quindi se dovessi scommettere scommetterei per te e non contro di te!

Ciò non toglie continuerei a essere convinto che l'E-Cat *non* produca energia!

Ciao :)

gio ha detto...

da cobraf http://www.cobraf.com/forum/topic.php?reply_id=123582905#123582905

dai documenti citati nella patent pending di Airbus

http://worldwide.espacenet.com/publicationDetails/citedDocuments?DB=EPODOC&ND=5&locale=en_EP&FT=D&date=20150319&CC=DE&NR=102013110249A1&KC=A1&sortField=prd&ascending=false

Airbus fa un bel lavoro riassumendo tutti i metodi nelle citations

16 metodi da Pons a Pekka!

Mahler ha detto...

@Robbins

> Sapesse quanto mi dispiace che il più brillante dilettante di fisica concettuale (definizione non mia) abbia perso lo status di autore per una birichinata.

Si tranquillizzi ancora una volta, uomo dal «cretino» facile! :)
Siamo in ottima compagnia da queste parti! Lontano da gente che organizza trappole di pulcinella cercando di far dimenticare il proprio passato fangoso disserteremo tra noi, diseredati, scettici seri, atei terrestri, cristiani cosmici e amanti dei fumetti!
A voi lasceremo bertoldo, qualche malato psicosomatico, quel tipo che accusa la ggente di scorreggiare col cervello, una sfiatella, alcuni sonocavitatori uniti per il moto perpetuo e per finire… lei stesso!
Mi dispiace solo per Nemo, troppo sensibile per affrontare la giungla della scienza, troppo scientifico per lei. Dove lo metteremo? Ho un'idea! Gli daremo un cappello e lo nomineremo Capitano!

A noi, ciurma!

Da oggi tra gli “autori” di 22passi non c'è più rimasto nemmeno uno scettico! :)

…Tutti a bordo del Timone del Signore!

Robbins ha detto...

"Sedici metodi da Pons a Pekka ..."

Direi un po' troppi. Basterebbe citarne uno solo funzionante, e il brevetto verrebbe anche più elegante. "Pauca sed bona": sommando 100 sciocchezze non si ottiene una cosa giusta, ma una sciocchezza composita. O no? Lei i "sedici metodi" del Kamasutra fusionista li ha letti? Così, per sapere.

Silvio Caggia ha detto...

@Mahler
Ingiuriare è prendere precauzioni, o è non averne?

Capisci ancora la differenza tra "si autodefinisce" ed "eterodefinito"?

Chi ingiuria il marchio e-cat secondo te con chi dovrà vedersela prima o poi?

L'hai capito cosa ha detto il prof. Umberto Veronesi a fianco dell'ex Presidente della Repubblica?

Anonimo ha detto...

Capisci ancora la differenza tra "si autodefinisce" ed "eterodefinito"?
Silvio, le interviste audio che ci sono sul *suo* sito le hai ascoltate? Perché a me lasciano ben pochi dubbi su come egli stesso si consideri.
Tra l'altro già solo il termine "Germanische" invece che "Deutsche" dovrebbe fare alzare le orecchie.
Gian

Silvio Caggia ha detto...

@Gian Anonimo
Conosci la differenza tra antisemita ed antisionista?
La medicina ayurvedica inneggia alla divisione in caste e quella cinese al capital-comunismo?
Sai qual è l'etimo di germanico?
www.etimo.it/gifpic/06/1fd7b7.png
Mai sentito parlare di fratellanza?
Mi sai dire le idee politiche del tuo medico di famiglia? Del tuo dentista? Del ginecologo di tua moglie?

Anonimo ha detto...

@Silvio
Ok, non le hai ascoltate.
Bastava dirlo.

Sai qual è l'etimo di germanico?
Tu chiedi ad un tuo conoscente fidato che parli correntemente tedesco quale accezione abbia in quel contesto il termine "Germanisch". Poi ne riparliamo.

Gian

Anonimo ha detto...

Mi sai dire le idee politiche del tuo medico di famiglia?
Ah comunque sì, lo so benissimo, visto che si è candidato...

Anonimo ha detto...

Scusate l'intrusione, ma cobraf s'è rooot e questa devo spararla da qualche parte oppure oggi non riesco a dormire.

Vi ricordate di Focardi quando parlava del catalizzatore segreto? Il mistero è risolto.
Intervista di Focardi a EnergyLab

... viene aggiunto idrogeno e un particolare catalizzatore, la cui composizione è segreta...

...Attraverso il catalizzatore l’idrogeno si trasforma da molecolare ad atomico e l’atomo di idrogeno entra nel reticolo cristallino del nichel...

...il catalizzatore non si trova nel reticolo del nichel, viene aggiunto in seguito nel contenitore....

...la chiave di tutto il processo è il catalizzatore chimico, di cui non conosco la composizione, coperta da segreto industriale e di cui è a conoscenza solo l’Ing. Rossi...

...Il catalizzatore è fondamentale perché serve a scindere le molecole di idrogeno in singoli atomi che, più penetranti, riescono ad entrare nel nucleo di nichel...

...Già in passato avevo svolto con un gruppo di Siena degli esperimenti sulla fusione idrogeno e nichel, ma non abbiamo mai osservato una reazione di tale entità perché non era presente il catalizzatore....



Ebbene, il catalizzatore segreto di cui "solo Rossi" conosceva la composizione si trattava e si tratta ancora molto verosimilmente (ma io dico quasi sicuramente) di un metallo alcalino, in cui l'idrogeno dissolvendosi quando tale metallo fonde, a temperatura relativamente bassa, diventa ione H- ossia idrogeno atomico, formando un idruro detto ionico.

Quale metallo alcalino era presente in quantità nel reattore testato a Lugano, il cosiddetto Hot-Cat? Provate a vedere!

E quale potrebbe avere utilizzato Rossi per i suoi precedenti reattori a cosiddetta bassa temperatura? Se avete trovato il precedente, questo non sarà troppo difficile immaginarlo.

Ciao,
Len4-Eye



Alessandro Pagnini ha detto...

@ Len4-eye
Benvenuto :-)
Nessuna intrusione, mica siamo un club privato ;-)
Chissà quanto manca a svelare l'arcano, qualunque esso sia? Io non credo moltissimo. I fatti si susseguono, c'è una grande accelerazione di eventi.
Non manca molto a sapere se la FF è una sorta di suggestione collettiva, o addirittura di truffa, come suggeriscono i negazionisti più temerari, oppure una grande rivoluzione.
Quella di Rossi fu vera gloria? Ai posteri l'ardua sentenza!
Questa mi sa che devo averla rubata a qualcuno.... ;-)

Alessandro Pagnini ha detto...

Accidenti...cobraf si è rotto di brutto, davvero! :-(

Anonimo ha detto...

@Alessandro Pagnini
Probabilmente a livello pratico è stato già svelato, mentre a quello teorico non si sa. Non so cosa rimanga a Rossi da poter brevettare; può darsi il sistema di controllo e triggering visto l'ingaggio di Fulvio Fabiani, a sua detta suo socio stretto.
Non mi sbilancio troppo qui perché su blogspot non è possibile editare i messaggi ed io sono solito scrivere cancellare e ripensarci 100 volte. Forse ho fatto anche male a scrivere qui il mio precedente commento sul catalizzatore.
Ciao
Len4-Eye

Anonimo ha detto...

"il catalizzatore segreto di cui "solo Rossi" conosceva la composizione si trattava e si tratta ancora molto verosimilmente (ma io dico quasi sicuramente) di un metallo alcalino"

Catalizzatore? Quale catalizzatore, che tutti fondono senza!

Alessandro Pagnini ha detto...

@ Len4
"...Catalizzatore? Quale catalizzatore, che tutti fondono senza! ..."

Piano con le spinte! ;-)
Intanto dobbiamo vedere chi fonde davvero. Rossi, nonostante il passato non cristallino che gli viene spesso rinfacciato, ha sottoposto il suo dispositivo a diverse prove, fino al punto di farsi acquistare armi e bagagli e adesso lo E-CAT è il prodotto di IH e parrebbe essere installato in un qualche opificio avido di calore.
Per gli altri, per ora si può ovviamente fare il tifo, ma conserverei un po' più di prudenza (un minimo teniamola anche per Rossi, se proprio si vuole essere conservativi).
Se al TPR2 c'è andato davvero un hot-cat 'standard', allora il re è nudo, ormai. E qualcosa che era lì dentro, se stimolato in un certo modo, assume le funzioni di quello che veniva chiamato il 'catalizzatore', insomma un qualcosa che effettivamente fa in modo che le reazioni nucleari avvengano.
Parrebbe comunque abbastanza complicato controllare la reazione, una volta spinta a certi livelli (SSM). Questo è stato ritenuto di non mostrarlo nei dati del TPR2 resi di pubblico dominio. Lì bastava un COP interessante, magari anche calcolato con una certa generosità, per dare credito al prodotto, senza dover per forza far vedere tutte le carte che Rossi e IH hanno in mano. Ci sono mesi di lavoro NON rendicontati nel TPR2. Sospetto che le cose più interessanti siano avvenute dietro le quinte e di quelle non sia stato pubblicato alcunchè.
Probabilmente è stato detto abbastanza da permettere qualche replica, come quella di Parkhomov (aspetterei qualche altra replica e controllo del suo setup, comunque), ma non riesco ancora ad avere un'idea 'convinta' di quanto è stato davvero svelato. Inoltre, non so se comunque, nonostante il disvelamento eventualmente avvenuto, sia potenzialmente salvo l'iter brevettuale, ma a occhio direi di sì, visto che il brevetto era stato depositato da tempo, anzi l'idea è che il TPR2 abbia dovuto fungere proprio da 'dimostrazione' di quanto sostenuto in quella richiesta.
Rimango dell'idea che ci sia un'accelerazione importante negli eventi. Non dovremo aspettare moltissimo prima che la verità sulle LENR emerga. La mia opinione è che molti rimarranno sorpresi e che dovranno correre molte scuse per aver messo alla gogna quei disperati che hanno tentato la scalata della parte di ghiaccio delle LENR, rischiando credibilità e carriera. Staremo a vedere :-)

gio ha detto...

@ Alessandro
>anzi l'idea è che il TPR2 abbia dovuto fungere proprio da 'dimostrazione' di quanto sostenuto in quella richiesta.

il tpr2 serve/ è servito/sta servendo principalmente a quello con la benedizione di Sean Burke

Alessandro Pagnini ha detto...

Risposta da incorniciare ad una domanda francamente idiota (Non se la sarà fatta fare su commissione?;-) ):

JCRenoir
March 23rd, 2015 at 5:48 PM
Dr Rossi:
During a discussion, a physicist asked me how can exist the Rossi Effect if there is not a well defined theory about it.
Answers?



Andrea Rossi
March 23rd, 2015 at 9:52 PM
Renoir:
Tell to your physicist friend to read Cole A.J. ” Statistical Models for Nuclear Decay”, IOP Publishers, Bristol 2000, pp 155, 156:
“Understanding the low energy fission process has proved so difficult that, even 60 years after the Bohr Wheeler liquid drop statistical model , which provided a qualitative understanding of fission, there does not seem to exist a well defined and universally accepted theory”. Note: this has been written in the year 2000! If he does not understand this, try this other one: ” Nobody has been able to detect gravitons so far, therefore how can you be sure that you can crash if jump from the window of a 10th floor apartment?”
But your friend could still have his vindication, if the test of the 1 MW plant, from the inside of which I am writing this answer, will turn out to be negative after one year of operation. You never know.
Warm Regards,
A.R.

bertoldo ha detto...

il catalizzatore è il carbonio o l'azoto ? comme ?

gio ha detto...

@ alessandro
>But your friend could still have his vindication, if the test of the 1 MW plant, from the inside of which I am writing this answer, will turn out to be negative after one year of operation. You never know.


Rossi deve produrre :"evidence of operability that would be sufficient to overcome reasonable doubt"

Evidence!!!!!!

e daje!!

Silvio Caggia ha detto...

Caro meme "le LENR sono una bufala" i tuoi tentativi di leadership memetica sono ormai tutti falliti, rassegnati a morire e cedere lo spazio dell'informazione al meme vincente.
Grazie comunque per esserti rapidamente diffuso tra gli umani ed aver così preparato la strada alla mia diffusione attraverso la tua morte.
Firmato: il meme "l'e-cat funziona"
:-)

Alessandro Pagnini ha detto...

@ gio
"...Rossi deve produrre :"evidence of operability that would be sufficient to overcome reasonable doubt" ..."

Certo che dovrebbe farlo. Secondo lui probabilmente il TPR2 bastava, ma altri non la pensano così. Che rimanga fra noi, ma anche secondo me lo potevano fare parecchio meglio ;-)
Hanno lasciato aperto il fianco a troppe contestazioni. Vediamo come si muoveranno adesso, perchè anche io, come Silvio, penso che l'E-CAT funzioni, o non starebbero ancora lì a perderci tempo, tra clienti segreti, villette a Miami e avvocati per il brevetto. Il problema è che devono darne prova non 'indiziaria' che è quello che adesso abbiamo in mano, ma incontestabile.Forse IH / Rossi dovranno osare di più, a costo di rivelare qualcosa che non avrebbero voluto mettere in piazza.

gio ha detto...

@ Alessandro

"daje" era per Rossi , non per te :):)

Rossi deve dare"evidence of operability that would be sufficient to overcome reasonable doubt" come ho già scritto sopra;

tu dici "darne prova non 'indiziaria' che è quello che adesso abbiamo in mano, ma incontestabile" ; c'è il ricercatore del Cicap:):) parla del punto 12 !

Evidence !!!!

la parola magica è EVIDENCE!!!!

triziocaioedeuterio ha detto...

Raga' io capisco che ardete come la canfora ma ci sono dei tempi tecnici legati allo storico relativamente ad invenzioni nuove di zecca che si basano per giunta su principi fisici sconosciuti (che coinvolgono addirittura la fusione tra nuclei atomici) dai quali nn si puo' prescindere.
Io continuo a sostenere che Rossi/IH stiano bruciando le tappe abbastanza velocemente...tutto sommato.

Silvio Caggia ha detto...

@len4-eye
Voi del gruppo di Àl-Qalaa volete seminare il terrore tra gli scettici!
:-D

Alessandro Pagnini ha detto...

@ gio
"..."daje" era per Rossi , non per te :):)..."

Mica pensavo che dicessi a me! ;-)

"... c'è il ricercatore del Cicap:):) parla del punto 12 !..."

Ehhhh? Che è il punto 12? Parente dell'Area51? O del più intrigante punto 'G'? :-D


Anonimo ha detto...

Dal 2011 non mi sembra si siano fatti dei gran passi avanti:

- scaffali vuoti
- brevetto rifiutato
- nessuno third party peer review
- nessun esperimento a scatola chiusa che conservi il suo know-how ma metta d’accordo scettici e non (cit.)

Alla faccia del bruciare le tappe velocemente...

Marcello

Mauro elia ha detto...

@ Spaxio
mi permetto di chiedere se ci sono novità positive riguardo gli esperimenti FF ?
Anche solo un si/no
Grazie

Mauro elia ha detto...

vostri ovviamente..

triziocaioedeuterio ha detto...

>anonimo

Per me i passi avanti sono stati notevoli.
Dall'acquisizione dellantecnilogia e cat da parte di IH ai TPR...alle ultime immagini dello un megawatt plant passando per i continui involving di soggetti prestigiosi nel settore lenr.
Se tu in tutto questo non vedi passi in avanti allora lassa pedde:)

Anonimo ha detto...

"Dall'acquisizione dellantecnilogia e cat da parte di IH ai TPR"
Un'acquisizione non denota nulla, non è mica una prova scientifica di funzionamento

"alle ultime immagini dello un megawatt plant "
Avevamo anche le PRIME immagini della megawatt plant, ma non è che anche questo denoti un funzionamento di qualche tipo. Quello che manca è proprio questo (cito il mio collega):

"nessun esperimento a scatola chiusa che conservi il suo know-how ma metta d’accordo scettici e non"

Per mettere a tacere gli scettici servono misure certe e semplici, che non si prestino a arzigogoli sulle interpretazioni. Misure calorimetriche dirette e non indirette, zero termocamere, più contatori di portata e sonde di temperatura. Il fatto stesso di non attuare sistemi semplici di misura denota quantomeno l'intenzione di sollevare un polverone. Che cosa ci sia sotto il polverone non si sa. Di solito non c'è niente.

gio ha detto...

@ Alessandro

quella del punto 12 la trovo anch'io fantastica:):)

Gio2 ha detto...

L'anonomo Marcello mi fa ricordare il leit-motiv (si scrivel cosi?) di Laureti....

Ne bis in idem (Mahler) ha detto...

@Anonimo

> "Dall'acquisizione dellantecnilogia e cat da parte di IH ai TPR"
> Un'acquisizione non denota nulla, non è mica una prova scientifica di funzionamento

Non è un'acquisizione: è una raccolta di capitale. IH fu fondata nel 2012 al solo scopo di gestire l'E-Cat e senza alcuna attività industriale alle spalle. È la stessa identica dinamica dell'“operazione Defkalion”, con però in meno la sponsorizzazione di un professore universitario che si faceva da tramite (Stremmenos): stavolta Rossi ha agito a briglie sciolte. Ovviamente dal punto di vista scientifico tutto ciò non dimostra nulla.

@gio

> Evidence !!!!
>
> la parola magica è EVIDENCE!!!

Dajje!! Meglio tardi che mai! ;)

triziocaioedeuterio ha detto...

>anonimo

Grazie Graziella grazie al .....
Vuoi la pappa pronta senza sforzarti un minimo di cogliere e mettere insieme gli oramai innumerevoli tasselli del puzzle...mah...

Anonimo ha detto...

Sono anni che ognuno qui coglie i tasselli che è portato a vedere e si costruisce il proprio puzzle, di conseguenza escono dai puzzle figure molto differenti fra be e unbe.
Il mio puzzle vale quanto il tuo e quanto quello di chiunque altro qui dentro, ovvero nulla. Non sono fotografie della realtà.
Le evidenze scientifiche (che mancano) servirebbero appunto a uscire da questo cul-de-sac che va avanti dal 2011... quelle si che sarebbero fotografie della realtà e non immagini di puzzle...

gio ha detto...

@ Mahelr

>Dajje!! Meglio tardi che mai! ;)


e quindi in che senso EVIDENCE?

Anonimo ha detto...

> Gio2
> L'anonomo Marcello mi fa ricordare il leit-motiv (si scrivel cosi?) di Laureti....

Lo è, infatti avevo messo il "(cit.)"

Marcello

Davide V. ha detto...

Ah che belli questi blog che parlano di atrologia, pranoterapia e lenr.
Mi piace leggere di teorie e complotti assurdi gente che sta a disquisire giorni e giorni sul nulla assoluto. mi rendete le giornate meno noiose di quello che sarebbero senza questi blog.

da piu' di 4 anni si va avanti con la speranza che domai e' il giorno della rivelazione e da piu' di quattro anni non succede NULLA di nuovo, solo fuffa.

continuate pure cosi :-)

Ne bis in idem (Mahler) ha detto...

@gio

> e quindi in che senso EVIDENCE?

Evidence significa tutto ciò che non può che ottenere un parere unanime. Esempi:

• Autosostenimento per tempi indefinitamente lunghi;
• Alta riproducibilità da parte degli entusiasti che ci si vorranno cimentare a partire dal brevetto (che, ricordiamo, è condizione necessaria per brevettare qualcosa);
• Etc. etc.

Cose di questo tipo insomma ;)

Ne bis in idem (Mahler) ha detto...

@gio

> e quindi in che senso EVIDENCE?

Evidence significa tutto ciò che non può che ottenere un parere unanime. Esempi (la lista potrebbe essere più lunga):

• autosostenimento per tempi indefinitamente lunghi;
• ottima riproducibilità da parte degli entusiasti che ci si vorranno cimentare a partire dal brevetto (che, ricordiamo, è condizione necessaria per brevettare qualcosa);
• etc. etc.

Cose di questo tipo insomma ;)

Alessandro Pagnini ha detto...

"...Il mio puzzle vale quanto il tuo e quanto quello di chiunque altro qui dentro, ovvero nulla...."

In effetti è così.
Inutile accapigliarsi su ciò che è legittimamente opinabile. Conviene non cercare di convincere chi la pensa diversamente. Tempo perso, da parte di tutti, energie sprecate e spesso anche adrenalina che sale. Diverso invece è portare notizie, numeri o riflessioni non polemiche o provocatorie. Per questo stimo il lavoro del GSVIT o di persone vicine a quel gruppo. I loro dati potrebbero cambiare la percezione di alcuni fatti, finchè sono dati rilevanti e oggettivi. Le loro opinioni sono comunque rispettabili e talvolta anche condivisibili. Inutile però al momento cercare di dare una definizione sì o no. Come dicevo a gio, siamo in un procedimento indiziario, dove ognuno pesa gli indizi a modo suo e li valuta mediante una giuria che sta nel suo cervello. La mia mi dice che l'E-CAT ha buone probabilità di essere reale e funzionante, quella di altri emette un verdetto diverso. Va bene così!

Alessandro Pagnini ha detto...

@ gio

Ma 'sto punto 12, a che si riferisce?
Criptico uomo! :-D

domenico canino ha detto...

@anonimo
bravo: ognuno si costruisce il suo puzzle con gli stessi elementi a disposizione: domanda cosa dà un risultato diverso? L'intelligenza e solo quella. E sarà corretto giudicarla dai fatti, a bocce ferme e non adesso. E daniele dice sempre che coloro che perderanno non ammetteranno la loro pochezza. Io invece se ho preso una tranvata e dimostrato di essere stupido, non cambierò bandiera. Che si metta agli atti. Be per sempre. vediamo se gli altri sapranno fare lo stesso...

domenico canino ha detto...

Dear Dr Rossi:
Airbus has made a patent application on LENR basically copied from your work: reading the text of the application appears they too have replicated your effect!
Warm Regards,
DT
Andrea Rossi
March 24th, 2015 at 8:03 AM
DTravchenko:
Yes, I too infer from the application that they have replicated the effect in their laboratories.
Warm Regards,
A.R.

Emidio Laureti ha detto...

@Anonimo

"nessun esperimento a scatola chiusa che conservi il suo know-how ma metta d’accordo scettici e non"

a forza di ripeterlo da 5 anni i progressi nelle rimembranze si notano :-)
comunque colgo l'occasione per ricordare ai bè
che la legge fisica non si può cambiare giocando con qualunque tipo di puzzle ... e che il signor Rossi invece di impegnarsi in battaglie legali con l'USPO potrebbe fare a loro quella dimostrazione a scatola chiusa che non fa con gli scettici.
Ecco richiedo ai be' di chiedersi onestamente perché Rossi preferisce le battaglie legali con l'USPO invece di una diretta brutale dimostrazione sperimentale almeno al solo patent office americano.

Anonimo ha detto...

@domenico
Scusami, ma non mi sembra molto logico nè intelligente ciò che dici.
Se un domani dovessero dimostrarti, al di là di ogni ragionevole dubbio, che hai preso una tranvata tu non cambieresti comunque opinione?
Io nel caso non ti riterrei affatto stupido per averci creduto... ma se uno non cambia idea neanche di fronte a prove schiaccianti solo per questioni di principio allora si... lo saresti eccome! (c'è anche un famoso modo di dire a riguardo...)

Marcello

Anonimo ha detto...

: domanda cosa dà un risultato diverso? L'intelligenza e solo quella.

Ma sei bravissimo! L'INTELLIGENZA! Ma dillo chiaramente no?. Gli unbè sono dei cretini e i bè dei Q.I da primato :)
Stamm' abbuono

Silvio Caggia ha detto...

@Emidio Laureti
Tu l'hai fatta la dimostrazione davanti a qualche ufficio brevetti per il tuo TdS?
Te lo hanno concesso il brevetto?

@Domenico Canino
Se fosse l'intelligenza a decidere la verità saremmo spacciati... Comunque la vuoi misurare (numerosita', QI, reddito, titoli di studio...) gli unbe' vincono a mani basse... Tuttavia hanno torto :-)

Silvio Caggia ha detto...

@Ne bis in idem
Non si può accusare una seconda volta una persona con lo stesso tipo di accusa per cui è stato giudicato non colpevole...
Bene, smettila quindi di dare per la seconda volta del truffatore a qualcuno per cui la tua prima accusa è stata smentita :-)

Anonimo ha detto...

@Alessandro Pagnini, Silvio Caggia

Con nel metallo alcalino (Li, Na, ecc) in fase liquida a contatto con il nickel micro/nanostrutturato in fase solida si risolvono o comunque mitigano notevolmente in un colpo solo due problemi da sempre persistenti in campo FF:
1) quello di eliminare gli ossidi dalla superficie del nickel senza dover ricorrere al vuoto spinto. I metalli alcalini e gli idruri ionici che formano con l'idrogeno (una volta che vi si diffonde) sono anche potenti riducenti.
2) quello di ottenere in quantità e facilmente idrogeno atomico di facile assorbimento sulla superficie del nickel. Basta alzare la temperatura fino a quella di decomposizione degli idruri ionici formati nel metallo alcalino in fase liquida.

Tuttavia, questo da solo non basta, si può definire come preparazione al resto che viene dopo... ci vuole una spintarella.

Len4-Eye

Alessandro Pagnini ha detto...

@ Laureti
"...Ecco richiedo ai be' di chiedersi onestamente perché Rossi preferisce le battaglie legali con l'USPO invece di una diretta brutale dimostrazione sperimentale almeno al solo patent office americano..."

Non è che sia un tema centrale delle mie riflessioni, ma visto che ci sono ho provato ad immaginarmi una risposta:

L'ha fatto per tutto il mondo, in realtà, oltre che per lo USPTO, e precisamente con il TPR2, che oltretutto NON poteva essere a scatola chiusa, perchè egli aveva necessità di dimostrare quale principio funzionava, ovvero quello del suo brevetto. Ha coinvolto più atenei e professori degli stessi. E questo per due volte, ma la prima in effetti a scatola chiusa, per cui inutilizzabile a fini brevettuali, presumo (invece ai fini del mercato andrebbe benissimo lo stesso, purchè funzioni....).
Non ti ha convinto e non ha convinto nemmeno i membri dell'USPTO? Beh, il TPR2 che ci hanno dato in pasto non piace neppure a me, se è per questo. Forse dovranno decidersi a far vedere qualcosa di meglio, ma il tentativo l'hanno fatto, come vedi. Probabilmente tu avresti agito diversamente, io pure e Silvio magari in maniera diversa, ancora. Si vede che sul momento quella gli era sembrata una buona idea.

gio ha detto...

@ Mahler
>Evidence significa tutto ciò che non può che ottenere un parere unanime.

questa è una definizione che può valere se guardiamo all'aspetto scientifico;

questa EVIDENCE è intesa in senso legale e più ampio ; e quella nello specifico riguardante è intesa nel senso di "Beyond a reasonable doubt"

http://en.wikipedia.org/wiki/Evidence_%28law%29

(mi scuso per la fonte ma non riesco a fare di meglio)

"The quantum of evidence is the amount of evidence needed; the quality of proof is how reliable such evidence should be considered. This includes such concepts as hearsay, authentication, admissibility, reasonable doubt, and clear and convincing evidence."

@ alessandro
>Ma 'sto punto 12, a che si riferisce?
Criptico uomo! :-D

bisogna chiederlo al " Ricercatore del Cicap":):)

Alessandro Pagnini ha detto...

@ Len4

Mi fido delle tue conoscenze di chimica e prendo per buono quello che dici. Mi domando però cosa sia quel qualcosa che manca e, se non è descritto nel TPR2 e io sul fatto che ci sia, qualche dubbiettino ce l'ho, come l'ha scovato Parkhomov? Se l'ha scovato!

Emidio Laureti ha detto...

@Caggia

>Tu l'hai fatta la dimostrazione davanti a qualche ufficio brevetti per il tuo TdS?

Mai depositato la pnn operativa a qualunque ufficio brevetti .
Alla Marconi Dynamics che mi ha finanziato nel 2005 ho fatto fare quello che voleva per
dimostrare la spinta PNN a scatola schiusa SECONDO I LORO DESIDERATA
leggasi che non era il TPR dei compari di merenda di Rossi ( cmq… spinta bassa e quindi pippi $$$ pochi )

>Te lo hanno concesso il brevetto?

Era un brevetto solo per l’Italia e ho pagato le tasse di concessione solo per un certo periodo …dopo ho lasciato perdere dato che non era completo
http://worldwide.espacenet.com/searchResults?ST=singleline&locale=en_EP&submitted=true&DB=worldwide.espacenet.com&query=laureti+emidio&Submit=Search

Secondo me chi deposita un brevetto COMPLETO senza passare alla produzione industriale un nanosecondo dopo il deposito è scemo….
O se non è scemo ne vuol fare un uso diverso dalla produzione industriale (Rossi) ovvero impatto mediatico ai fini di ottenere i pippi

Diffido molto della procedure brevettuale dato che se una cosa funziona (anche solo a livello teorico) te la copiano alla velocità della luce nelle more tra deposito e concessione …
Ho saputo infatti un copiato giapponese di un mio brevetto pnn del 1998
circa10 anni dopo che l’avevano fatto attraverso un fisico di Pisa neppure simpatizzante asps .... dettagli in http://www.asps.it/apensar.htm

Qui i giap adesso si fanno pure pagare il “presunto copiato” :-)
http://onlinelibrary.wiley.com/doi/10.1002/%28SICI%291520-6432%28200004%2983:4%3C31::AID-ECJB4%3E3.0.CO;2-B/abstract

…qui invece il loro copiato è gratis http://www.asps.it/article2.pdf :-)

In conclusione nulla vieterebbe a Rossi di far fare una dimostrazione a scatola chiusa agli scettici COME VOGLIONO LORO (USPTO compreso) ….
Se non lo fa A SCATOLA CHIUSA con nessun scettico e neppure con l’USPTO è perchè non ha nulla in mano di OPERATIVO O FUNZIONANTE….

Ciò che è bello non è vero … ciò che è vero non è bello (Lao Tze)

Anonimo ha detto...

@ Alessandro

Alla fine verrà fuori, come in tutte le migliori ricette, che l'ingrediente segreto è.... l'amore!!! :D

Marcello

Alessandro Pagnini ha detto...

@ gio

Tu mi vuoi fare uscire pazzo! ;-) :-D
Ma se non so neppure di quale ricercatore del CICAP stai parlando.
Confessa che vuoi confondermi perchè mi scordi della scommessa vinta! ;-)

gabriele ha detto...

Ciao Domenico,

ma scusa,

"Be per sempre"

non ti sembra un'affermazione che qualifica il tuo atteggiamento alla pari di un tifoso di calcio del tipo "due cose non si cambiano nella propria vita: la mamma e la squadra del cuore"?

Io non ho nulla contro i tifosi di calcio (per inciso io tifo Inter, da più di quarant'anni (più o meno da quando ho la favella :),
ma come tutti i tifosi sono cosciente che "è capitato", e non vi alcuna logica in ciò.

Ciao,

gabriele

Barney ha detto...

@Pagnini: fa il furbetto con quel che ho scritto io ieri. E' il punto 12 del rigetto del brevetto. Se lo leggi, capisci che o si tratta di magia o le trasmutazioni non c'entrano una mazza con il calore prodotto.
Inoltre, c'e' anche il punto 20 che e' ganzo: la reazione prevista dovrebbe avvenire spontaneamente in natura, quindi non sarebbe brevettabile. Pero' se avvenisse dovremmo essere sterminati dai Gamma, quindi non avviene.

Mi pare insomma che l'USPTO abbia usato la logica, oltre che la scienZa. Ma chiaramente e' piu' facile veder la pagliuzza nell'occhio degli altri che la trave nel proprio, e quindi tutti a discorrere di Butler...
(qua gio ha una palla alzata a filo rete per una battuta da seconda media)

Anonimo ha detto...

@Pagnini
Non fidarti, verifica! Io mi limito a riportare i pezzi del puzzle che ho assemblato.

Per Parkhomov, meglio aspettare prima misurazioni meno alla carlona, oppure i prossimi tentativi di replicazione di MFMP. Tuttavia, risolto il problema degli ossidi sulla superficie del Nickel e di ottenere l'idrogeno atomico, da lì la strada dovrebbe essere almeno sulla carta spianata per una reale osservazione dell'effetto.

È stato osservato che il dispositivo testato durante il TPR2 a prima vista non sembrerebbe altro che un'applicazione pratica (con qualche variazione) di quanto descrive Piantelli nei suoi brevetti (1) e (2), in particolare l'ultimo, e che dunque inaspettatamente per una replicazione dell'eccesso di calore mancherebbe solo l'adeguata applicazione di campi elettromagnetici impulsivi.

Se osservi questa foto dal MyLaboratory di Rossi, in basso a destra, la cosa sembrerebbe veramente "telefonata" ... ma forse ho solo troppa immaginazione e tempo da perdere :(

Ciao,
Len4-Eye

gabriele ha detto...

Ciao Domenico,

ma scusa,

"Be per sempre"

non ti sembra un'affermazione che qualifica il tuo atteggiamento alla pari di un tifoso di calcio del tipo "due cose non si cambiano nella propria vita: la mamma e la squadra del cuore"?

Io non ho nulla contro i tifosi di calcio (per inciso io tifo Inter, da più di quarant'anni (più o meno da quando ho la favella :),
ma come tutti i tifosi sono cosciente che "è capitato", e non vi alcuna logica in ciò.

Ciao,

gabriele

Ne bis in idem (Mahler) ha detto...

@Silvio

> Bene, smettila quindi di dare per la seconda volta del truffatore a qualcuno per cui la tua prima accusa è stata smentita :-)

Eh? Tra Hamer, Jack lo squartatore, aeoroplani sanscriti e galline a fusione fredda, girano così tanti ceffi tra i bè che giuro che in questo momento non ho la più pallida idea di chi tu stia parlando (non scherzo)! :)

@Emidio

Occhio che nel cosmo senza gli atei si annoierà! ;)

@Domenico

> Io invece se ho preso una tranvata e dimostrato di essere stupido, non cambierò bandiera. Che si metta agli atti. Be per sempre. vediamo se gli altri sapranno fare lo stesso...

Massì…!

Anonimo ha detto...

@Alessandro Pagnini
Detto questo, sul perché poi questo eccesso di calore accada non è chiaro. Piantelli si è formato teoria su un processo che chiama "cattura orbitale" che provoca l'espulsione dal reticolo di protoni a relativamente bassa energia in seguito ad assorbimento+successiva applicazione di un campo impulsivo, cosa che dice essere comprovata da dati sperimentali; altri come ad esempio Rossi od il suo team di scienziati, potrebbero avere altre spiegazioni che magari prendono spunto dal campo dell'astrofisica e delle anomalie riscontrate negli ultimi anni con le reazioni nucleari a bassa energia nella materia condensata, in particolare nel metallo in fase liquida. Non so se hai notato un post a tema su 22passi recentemente. Le chiamano effettivamente LENR, ma comunque si intende in senso lato, comunque usando un acceleratore di particelle.

Io non penso di capirne a sufficienza per metterci bocca. Per me basta che funzioni e che questo sia verificato una volta per tutte.

Ciao,
Len4-Eye

Alessandro Pagnini ha detto...

@ Barney
Grazie! Mi hai salvato da un mal di testa ferocissimo! :-)

@ LEN4
Non posso verificare, almeno non sul momento, perchè i miei ricordi di chimica delle superiori, pur abbastanza ben fatta, sono troppo lontani. Poi c'è l'Alzheimer a peggiorare le cose! ;-)

gio ha detto...

@ alessandro
>Tu mi vuoi fare uscire pazzo! ;-) :-D
Ma se non so neppure di quale ricercatore del CICAP stai parlando.
Confessa che vuoi confondermi perchè mi scordi della scommessa vinta! ;-)

ne parlava Barney del punto 12 del ricercatore del Cicap:)

cmq l'obiettivo è sempre quello : fare dimenticare la scommessa!:):)

Alessandro Pagnini ha detto...

@ gio
"...cmq l'obiettivo è sempre quello : fare dimenticare la scommessa!:):) ..."

Era cosa di tutta evidenza! :-D

Alessandro Pagnini ha detto...

Visto che al momento forse è impossibilitato a replicare, provo io a suggerire una interpretazione della posizione di Domenico, che è quella che io ho recepito.
Il pensiero di Domenico, espresso in maniera forse non esente da ambiguità, e infatti ognuno di noi lo vede come vuole, a me arriva in questi termini:
A Domenico non piacciono quelli che saltano sul carro del vincitore, ma ha il forte sospetto che se le LENR si affermeranno come realtà scientifica acclarate, saranno in parecchi ad affollarcisi, magari con tessera retrodatata, come ai tempi del ventennio! ;-)
Il suo pensiero, non penso che sia quello di rimanere credente in una cosa che fosse dimostrata errata, in quanto egli si proclama spesso 'galileiano', quindi penso che prenderebbe atto della cosa. Ciò che invece non farebbe, è il rinnegare l'aver parteggiato nella squadra dei be', magari avendo pure perso, ma senza cercare scuse o di dissimulare quella che è stata la propria convinzione. A me sembra una posizione ammirevole, di fronte a tanti opportunisti che ci sono a giro.

domenico canino ha detto...

@alessandro ci hai preso
grazie della difesa, ma io volevo dire quello che ho scritto già tempo fa:
Dato un fenomeno A e dati i soggetti osservatori B, C, D, etc, la migliore percezione del fenomeno A sarà data dal soggetto osservatore con l’intelligenza più alta.
Questa legge è valida sempre ed ovunque, e sembra banale, ma non si applica mai.
Quindi caro Anonimo /marcello quello che voglio dire non è affatto che i be sono intelligenti e gli unbe no; ma solo che siccome per me è una questione di intelligenza (silvio dice invece che contano anche altri fattori) dico che alla fine della storia, quando sarà possibile tirare le somme con certezze, io non farò nessun salto di staccionata fingendo di essere quello che non sono. Io sono attualmente un Be convinto, e se avrò torto sarò stato un imbecille conclamato, ma mi darebbe ancora più fastidio se un unbe che ha pontificato dalla prima ora contro Rossi e continua dopo 4 anni a dire che è un truffatore, se il gatto scalda si potrà pur dirgli che è un imbecille o no? Non mi piacciono i saltatori sui carri, che pensano che gli altri non abbiano memoria. Gabriele è chiaro? Non è che crederò a Rossi se si dimostrerà un truffatore, solo non farò finta di averlo capito subito, ma dai io anche se non l'avevo detto l'avevo sempre pensato.... Ne conosco tanti così. Nel 1984 sono stato tra i primi a comprare un lettore di CD philips agli albori di questo formato e ricordo gli amici al bar: non hai capito niente, hai buttato un sacco di soldi, il cd non sostituirà mai il buon vecchio lp in vinile; 5 anni dopo il vinile spariva. Quando dicono qualcosa o fanno qualche previsione, gli dico sempre, ci prenderete come avete fatto 30 anni fa. idem per internet su cui sono dal 1993, ed ho cominciato su piattaforma mac in un dip. universitario, ed allora ci prendevano per pazzi. Finora ci ho preso, ma we must remember that the end could be positive but also negative!

domenico canino ha detto...

Ah dimenticavo, conoscete un campo della vita umana dove il ruolo di governo e decisione viene affidato alle persone più intelligenti in quel campo? Io vedo solo grandi bluffs.

Alessandro Pagnini ha detto...

@ Domenico
"...@alessandro ci hai preso..."

Non era nemmeno tanto difficile. Anche qui ciò che si recepisce non è esente dal pregiudizio positivo o negativo, che si ha verso qualcosa.
La stima e la simpatia che ho verso di te mi hanno portato in una direzione, mentre per altri questo non è accaduto.

Silvio Caggia ha detto...

@Domenico Canino
Cos'è l'intelligenza?
Interrogato su questa domanda, Alfred Binet, padre dei test per misurare l'intelligenza, rispose:
"Ma è semplice... E' ciò che misurano i miei test!" :-)
it.m.wikipedia.org/wiki/Alfred_Binet
Arrenditi a questa evidenza: Mahler è più intelligente di te e me messi insieme, è una specie di Sheldon Cooper...
Tuttavia i suoi giudizi sono una evidente collezione di idiozie... Proprio come Sheldon Cooper...
Però gli voglio bene, e se necessario gli canterei "Soft Kitty, Warm Kitty"...
bigbangtheory.wikia.com/wiki/Soft_Kitty
Silvio "Penny" Caggia :-)

domenico canino ha detto...

@silvio
L'intelligenza con i test logici non ha niente a che fare; l'intelligenza si misura dalle opere che un essere compie. Se tu fai una cosa bene velocemente e senza molta fatica ed un altra persona fa la stessa cosa lentamente, male e con una fatica enorme, semplicemente tu sei più intelligente di quella persona in quel campo. I test ed i Q.I. vari li lascio ai giochi che servono a nascondere la vera intelligenza, che è solo nei fatti. E tu sottovaluti la tua...

Silvio Caggia ha detto...

@Domenico Canino
Ma quello che intendi tu si chiama "skill"...
en.m.wikipedia.org/wiki/Skill
In italiano potremmo dire "maestria"...
Ma di nuovo non vedo cosa possa centrare questa cosa con la verità.
Anzi, proprio ciò che fai bene e velocemente lo fai in virtù di un certo automatismo che hai acquisito... E tutto ciò che fai in modo automatico, in opposizione a ciò che fai in modo consapevole, è potenzialmente lontano dalla verità...
Scusa se insisto ma il tema di come si perviene alla verità è centrale... Se non ci chiariamo a livello epistemologico non ci capiremo mai nel merito...
Una persona veloce non si soffermerà mai a cambiare i propri paradigmi mentali... Paradossamente è proprio una persona mentalmente lenta e limitata, quale sono io, che sara' sempre alla ricerca di un paradigma nuovo che gli semplifichi la vita... Ma la capacità di costruire o accettare nuovi paradigmi non è ne' l'intelligenza ne' la maestria... è talmente rara che non ha forse un termine preciso che la identifica...
Richiede una certa dose di genio, nel suo significato etimologico originale
www.etimo.it/?term=genio
ed una certa dose di consapevolezza.
Se trovi un termine migliore ben venga... Ma storicamente noi consideriamo genii proprio le persone che hanno saputo creare nuovi paradigmi creando dei salti quantici nel loro campo.

Silvio Caggia ha detto...

@Emidio Laureti
"Mai depositato la pnn operativa a qualunque ufficio brevetti"
Perché allora chiedi a Rossi di fare quello che non hai fatto tu?

"Alla Marconi Dynamics che mi ha finanziato nel 2005 ho fatto fare quello che voleva per dimostrare la spinta PNN a scatola schiusa SECONDO I LORO DESIDERATA leggasi che non era il TPR dei compari di merenda di Rossi ( cmq… spinta bassa e quindi pippi $$$ pochi )"
E non pensi che Rossi a IE abbia anche lui dovuto dimostrare secondo i loro desiderata?

"Era un brevetto solo per l’Italia e ho pagato le tasse di concessione solo per un certo periodo …dopo ho lasciato perdere dato che non era completo"
E quindi perché hai chiesto il brevetto?

"Secondo me chi deposita un brevetto COMPLETO senza passare alla produzione industriale un nanosecondo dopo il deposito è scemo….
O se non è scemo ne vuol fare un uso diverso dalla produzione industriale (Rossi) ovvero impatto mediatico ai fini di ottenere i pippi"
Ma secondo te il brevetto di Rossi è completo?

"Diffido molto della procedure brevettuale dato che se una cosa funziona (anche solo a livello teorico) te la copiano alla velocità della luce nelle more tra deposito e concessione…"
Bravo... E tuttavia ancora pontifichi di cosa dovrebbe fare Rossi con l'ufficio brevetti... :-D

"In conclusione nulla vieterebbe a Rossi di far fare una dimostrazione a scatola chiusa agli scettici COME VOGLIONO LORO (USPTO compreso) …."
L'USPTO non se ne fa nulla di una dimostrazione a scatola chiusa. Non si brevettano scatole chiuse, come fai a fare finta di non saperlo?!?

triziocaioedeuterio ha detto...

>Caggia

Beato te che hai la pazienza di far notare le palesi contraddizioni che ,come nel caso di laureti,sfociano spesso nel ridicolo.
Da sbellicarsi dalle risate cmq:)))))

Ne bis in idem (Mahler) ha detto...

@triziocaioedeuterio

> Beato te che hai la pazienza di far notare le palesi contraddizioni che ,come nel caso di laureti,sfociano spesso nel ridicolo.

Non sono contraddizioni, sono contraddizioni apparenti, piene di strawmen, in pieno Silvio-stile (non se ne salva una). Se il Laureti avrà la pazienza di ribattergli te ne renderai conto tu stesso.

> come nel caso di laureti,sfociano spesso nel ridicolo.
> Da sbellicarsi dalle risate cmq:))))

Bah…

Alessandro Pagnini ha detto...

@ Silvio
"... Non si brevettano scatole chiuse, come fai a fare finta di non saperlo?!? ..."

Non sono un esperto, ma lo penso anche io e l'ho chiaramente espresso nel mio commento di ieri alle 16:45, oltre ad altre considerazioni, che forse Emidio (incredibile mi sono reso conto da poco che si chiama proprio così. Io ero convinto fosse EmiLio) non troverà soddisfacenti. Non pretendo di convincerlo, ma spero almeno che sia un po' meno angosciato da quel dubbio sulla questione del test per il brevetto. Se poi il TPR2 sia credibile e soddisfacente, è altra questione.

triziocaioedeuterio ha detto...

>nebisinidem

Se permetti a me fa proprio ridere chi fa i capricci chiedendo a rossi una verifica a sua detta "indipendente" quando rossi stesso non deve nulla a nessuno...mi sa molto di atteggiamento infantile del tipo "lo vojo lo vojo...".
Fatevi un bel pacco di affari vostri dato che nessuno vi viene a chiedere giustificazioni sulle vostre scelte e/o strategie professionali.

Emidio Laureti ha detto...

@Caggia

"Mai depositato la pnn operativa a qualunque ufficio brevetti"
>Perché allora chiedi a Rossi di fare quello che non hai fatto tu?
Perché Rossi ha detto che deciderà il mercato e io non lo dico perché non voglio commercializzare la pnn (almeno per ora)

"Alla Marconi Dynamics che mi ha finanziato nel 2005 ho fatto fare quello che voleva per dimostrare la spinta PNN a scatola schiusa SECONDO I LORO DESIDERATA leggasi che non era il TPR dei compari di merenda di Rossi ( cmq… spinta bassa e quindi pippi $$$ pochi )"
>E non pensi che Rossi a IE abbia anche lui dovuto dimostrare secondo i loro desiderata?

E che ne so …..una differenza c’è La Marconi Dynamics è esterna all’Asps … Rossi e IH sono invece molto vicini …. E poi (per ora) Asps e MD non concordano circa la commercializzazione.

"Era un brevetto solo per l’Italia e ho pagato le tasse di concessione solo per un certo periodo …dopo ho lasciato perdere dato che non era completo"
>E quindi perché hai chiesto il brevetto?

Perché quello che ho depositato ,facendolo conoscere a chi di dovere, mi è servito almeno ad INIZIARE avere a disposizione allora (circa 16 anni fa) della strumentazione da laboratorio

"Secondo me chi deposita un brevetto COMPLETO senza passare alla produzione industriale un nanosecondo dopo il deposito è scemo….
O se non è scemo ne vuol fare un uso diverso dalla produzione industriale (Rossi) ovvero impatto mediatico ai fini di ottenere i pippi"
>Ma secondo te il brevetto di Rossi è completo?

A monte c’è la brutta ipotesi che la ff esista o che ,nota bene!, pur esistendo NON possa servire alla generazione di energia in modo adeguato.

"Diffido molto della procedure brevettuale dato che se una cosa funziona (anche solo a livello teorico) te la copiano alla velocità della luce nelle more tra deposito e concessione…"
>Bravo... E tuttavia ancora pontifichi di cosa dovrebbe fare Rossi con l'ufficio brevetti... :-D
Per me li vuole convincere che la FF esiste come la pensa lui … ma non può farlo perché qualcosa di operativo non ce l’ha

"In conclusione nulla vieterebbe a Rossi di far fare una dimostrazione a scatola chiusa agli scettici COME VOGLIONO LORO (USPTO compreso) …."
>L'USPTO non se ne fa nulla di una dimostrazione a scatola chiusa. Non si brevettano scatole chiuse, come fai a fare finta di non saperlo?!?

Ritorniamo al punto di prima …perché l’USPTO potresti almeno convincerlo con una teoria fisica perfetta …. Ma Rossi non ha neppure quella dato che la FF
non è nel mainstream scientifico corrente e allora potrebbe usare solo l’evidenza a scatola o chiusa e/o aperta … ma se tu dici solo aperta con l’USPTO allora se Rossi non è d’accordo perde altro tempo e foraggia alla grande gli avvocati.
Purtroppo sono arrivato a queste conclusioni nefaste su Rossi perché non ha mai usato e usa la dimostrazione a scatola chiusa con i critici …
con un TPR veramente THIRDY che spazzi via ogni dubbio DEFINITIVAMENTE




Daniele Passerini ha detto...

@Emidio Laureti
...leggasi che non era il TPR dei compari di merenda di Rossi...
Mi dispiace tirarti le orecchie, ma ne avrei le scatole piene di leggere ILLAZIONI simili nel blog da parte di un autore del blog.
Io per esempio non dico che gente tipo Franchini e Ocasapiens sono pagati per screditare determinati bersagli e diffamare determinate persone, dico che si comportano COME SE fossero pagati per farlo. Poi ognuno osserverà e valuterà in base al proprio giudizio.
Tu invece tranci giudizi con la stessa nonchalance con cui affetteresti salame e mortadella per farti un panino!
Basta, abbiamo capito fino allo sfinimento come la pensi: quale appagamento psicologico insano ricavi nel ricordarcelo ad ogni piè' sospinto??? ;)
P.S. Alessandro credeva che ti chiamassi Emilio e non Emidio... sarà mica che ti credi un po' un semi-dio con questo nome! :)))

Silvio Caggia ha detto...

@Emidio Laureti
Ti è sfuggito un dettaglio... Rossi ha venduto la proprietà intellettuale a IH, costola di Cherokee. E' come se, cosa che non permetteresti mai, la Marconi avesse comprato tutto il tuo know-how e ti avesse in più assunto come scienziato capo per proseguire la ricerca... Non saresti più tu a decidere nulla di politico, faresti solo il tecnico per migliorare e potenziare il TdS, ma le scelte vere le farebbero i tuoi nuovi "padroni".
Nemmeno le decisioni sulle mosse riguardo l'USPO sono in mano a Rossi secondo me, gli avvocati non credo li abbia scelti e li paghi Rossi...
Il "braccio di ferro" è tra IH e USPO, ed è come se si dicessero:
- se veramente vuoi il brevetto mi devi dire veramente come funziona
- vedi che altri sono riusciti anche a testarlo ed alcuni a replicarlo?
- balle, nessuno di questi è riuscito ad ottenere il tuo COP 11, finché non mi dici il trucco io non ti faccio passare niente...
- stai fresco che te lo dico, come se non ti conoscessi... Piuttosto prendo tempo fino a che riesco a farmi dare la certificazione di sicurezza da UL usando i dati storici del customer, e parto con la produzione di massa con il "patent pending", a quel punto nessuno sarà in grado di competere con la mia tecnologia di processo e ti potrò dire tutto senza rischi per me.

Rossi ormai in questo gioco subisce le scelte dall'alto.
E non venirmi a dare del complottista, i veri complottisti sono quelli che pensano che decine e decine di ricercatori LENR si siano associati a delinquere falsificando i loro dati pur di ottenere non si sa cosa...
Colonna sonora suggerita per la lettura del commento:
https://m.youtube.com/watch?v=9uoZmF3xm9E
:-)

gio ha detto...

http://www.fitzpatrickcella.com/DB6EDC/assets/files/News/Myriad-fischer-rothman-carlin.pdf

The Supreme Court has shown an interest in patent cases in the area of what constitutespatentable subject matter under 35 USC, section
101, and these issues often come up in biotech cases. In a recent series of cases, the Court has pretty consistently ruled in ways that narrow the
scope of eligible subject matter or expand the scope of the recognised exclusions to eligible subject matter..............:.... One can say that patents in the 21st centuryare of value more as ideas and things of that
abstract nature, rather than industrial-type patents. And the justices themselves aren’t blind to the reality of living in the 21st century; they are
aware they need to keep a focus on what is important to people and what affects their lives. In contrast to what we are seeing now, there wasn’t a
lot of interest by the Supreme Court in patent cases in the 1980s, but that changed in the 1990s.
Now they are very interested and it may be that they are reflecting the fact that we are becoming an information and idea-oriented society. These
new, more idea-based concepts are going to begiven scrutiny, because they are seeking to be protected under existing patent laws, which were designed
in an industrial era, far different from our current era.

Ne bis in idem (Mahler) ha detto...

@ -2+2²!

> un semi-dio con questo nome

Quella è mia cugina, Emipatata.

Emidio Laureti ha detto...

@Passerini
@Caggia

L’ho ripetuto più volte in altri blog e forse qui no e purtroppo penso che la storia delle LENR sia la storia di una serie di cappelle seriali sulle misure…
(leggasi la replica di MFMP dell’ecat del Russo non riuscita)
Ovvio che mi posso sbagliare ma allora qualcosa deve finire di utile della FF da qualche parte riconosciuto anche dagli scettici… dato che in fisica le misure parlano da sole e non hanno bisogno di supporto propagandistico
Ora qui abbiamo una procedura dimostrativa che si ripete identica da anni nelle critiche che gli unbe’ rivolgono ai be’ . L’unica cosa che può far decollare la FF è un evento sperimentale riconosciuto da tutti e che ancora manca…. Per non parlare del fatto che una volta 2011 Rossi diceva che il “mercato deciderà” e ora non lo dice più…. E gli scaffali fuf sono insistentemente vuoti.
Ora dato che quando critico la ff ci si difende con la pnn ho già scritto questo www.asps.it/lagrandefuga.htm
che è il mio TPR e mantengo il punto al momento che sarò in grado di fare un test pnn efficace e migliore dei precedenti come decido io.

Saluti

Alessandro Pagnini ha detto...

@ Emidio

"... L’unica cosa che può far decollare la FF è un evento sperimentale riconosciuto da tutti e che ancora manca…."

Sono d'accordo! Vedi che già abbiamo qualcosa in comune :-)


"... Per non parlare del fatto che una volta 2011 Rossi diceva che il “mercato deciderà” e ora non lo dice più…"

Francamente mi risulta che lo abbia riaffermato piuttosto recentemente e che sia in corso proprio un test di mercato, in quanto il megagattone dovrà convincere l'acquirente della sua bontà per essere acquistato. Direi che è il primo passo concreto verso il riconoscimento 'pratico' del valore di mercato dell'invenzione.


"...E gli scaffali fuf sono insistentemente vuoti..."

Vero, per adesso è così. Le conclusioni che da questa evidenza si possono trarre, sono svariate. Ognuno questa assenza di apparecchiature LENR in libera e diffusa vendita, se la canta e se la suona come vuole. La tua rispettabile opinione francamente l'abbiamo capita. Forse eviteresti di consumare inutilmente la tastiera piccandoti di farci arrivare alle tue stesse conclusioni, che non sono affatto le uniche che si possono trarre. Vivi e lascia vivere! :-)

Ti faccio i migliori auguri per la tua pnn.
Per come l'ho capita, non sono favorevole all'uso che ne vorresti fare, ma tu intanto portala avanti, poi si vedrà ;-)

Silvio Caggia ha detto...

@Emidio Laureti
Confondi la verità con il "consensus"...
Per me una serie di esperimenti possono essere positivi anche se questi non generano "consensus" negli unbeliever.
Anzi, il giorno che le LENR avranno "consensus" probabilmente io le starò rimettendo in discussione... :-)
Tu mi insegni che non è che più gente crede ad una cosa e più quella cosa è vera... Anzi...
L'ultimo dei miei obiettivi è che gli unbeliever cambino idea, sono così utili così come sono! Al massimo sono un po' noiosi perché ripetono sempre le stesse cose... :-)

Riguardo la pnn, come sai, non ho problemi a crederci (altrimenti gli ufo come si muoverebbero?), ma se voi dell'OCCC siete al palo da anni forse dio non vi guarda di buon occhio...
Sarà forse perché ce l'avete a morte con gli atei?
A logica dio dovrebbe essere ateo...
:-D

Emidio Laureti ha detto...

@Pagnini

io sono sempre stato alla ricerca di anelli di congiunzione tra ff e
nucleare caldo ovvero eventi condivisibili dai due fronti
(zero secondo gli unbè)
tant'è che Franchini non ha commentato questo link
http://www.opticsinfobase.org/oe/abstract.cfm?uri=oe-23-1-247
a pag iii … dove si parla di produzione di neutroni per via chimica …
che voglio dire?
che potrebbe essere l’unico articolo condivisibile tra be' e unbe' ...
ma non sono esperto per capire bene quale potrebbe essere il rilascio sul fronte ff.
Quindi fate vobis

Saluti

Emidio Laureti ha detto...

@Caggia

>Riguardo la pnn, come sai, non ho problemi a crederci (altrimenti gli ufo >come si muoverebbero?),

non sono d'accordo devi aderire al mio protocollo www.asps.it/lagrandefuga.htm e dimostrare sperimentalmente che mi sbaglio ... altrimenti divento Rossi2 :-)

>ma se voi dell'OCCC siete al palo da anni forse dio non vi guarda di buon >occhio...
>Sarà forse perché ce l'avete a morte con gli atei?
>A logica dio dovrebbe essere ateo...

non ricordo bene dove ma c'è un versetto del Vangelo dove di dice che non sono quelli che dicono sovente Signore Signore .... quelli che entreranno nel regno dei cieli ...
quindi è peccare pensare di essere preferiti ..perché si rischia di finire puniti o peggio provati ( rimembra Pietro e il canto del gallo) ... e poi è ben scritto che bisogna che ciascuno porti la propria croce ... perchè in conclusione il paradiso non è di questo mondo...
anche perchè alcune volte l'Impronunciabile punisce gli uomini dando loro quello che vogliono
a me la pnn ... a Rossi l'ecat :-)

saluti

Alessandro Pagnini ha detto...

@ Emidio
"...che potrebbe essere l’unico articolo condivisibile tra be' e unbe' ......"

Come primo già eccellente risultato, auspicherei che believer e negazionisti la smettessero di cercare di 'convertire' quelli del campo avverso a suon di polemiche trite e ritrite. Mentre io personalmente apprezzo molto la segnalazione di fenomeni, esperimenti e risultanze varie, che forniscono nuove chiavi di lettura dei fenomeni (ecco perchè anche se non ne condivido i palpabili pregiudizi, plaudo al lavoro del GSVIT), non capisco questa mania di ripetere allo sfinimento il proprio punto di vista, nel tentativo di inculcarlo nella cervice altrui.
Devo peraltro dire che, per quanto vedo, questo sembra essere uno 'sport' di gran lunga più praticato dai negazionisti. In genere i believer reagiscono alle provocazioni, ma raramente si spingono a portare attacchi frontali in campo avverso, limitandosi a ritrovarsi in aree della rete, come su questo blog, orientate a discutere di certe tematiche, se non in maniera completamente fideistica (non mi ci riconoscerei neppure io), almeno accettando uan sorta di implicito 'whatif', favorevole alla plausibilità degli argomenti trattati.
Non credo che la maggioranza di chi è qui dentro voglia semplicemente sperimentare la sensazione di essere in un videogioco completamente irreale. Chiaramente basiamo la nostra 'apertura' a certe possibilità su convinzioni, o sensazioni, dovute a dei fatti che ognuno di noi elabora a modo proprio. Pertanto, io almeno, apprezzo quando mi vengono portate all'attenzione novità consistenti (la questione della termocamera e dell'allumina è interessante e tuttora pendente, però dissi lo stesso per la pinza girata, poi caduta in disgrazia), che potrebbero potenzialmente farmi cambiare idea sulla possibilità che certi fenomeni, o certi personaggi, siano credibili, mentre ritengo addirittura 'molesto' il voler imporre la propria interpretazione di fatti già ampiamente noti.
Francamente, sarebbe come pretendere che, assistendo in diversi e di diversi orientamenti politici, alla medesima affermazione di un leader politico, si pretendesse che tutti reagissero nel solito modo. Certo se Salvini grida che bisogna gettare il napalm sui barconi (per fortuna ancora a questo non siamo giunti ;-) ), saremo in diversi a saltare sulla seggiola, ma quendo fa affermazioni più politicamente accettabili, ci sarà chi annuisce convinto, chi scuote la testa e chi continua a saltare sulla seggiola, magari solo perchè pregiudizialmente è contrario a qualunque cosa Salvini possa dire. Cerchiamo di accettare che non si può pretendere che tutti la si pensi allo stesso modo. Sembra un valore acquisito e invece siamo lontanissimi dal riconoscere questa fondamentale libertà.

gio ha detto...

Emidio ha scritto cose assolutamente condivisibile sui "normali" accadimenti in una depositanda pratica di brevetto( no sono condivisibili le conclusioni);
altra patologia si potrebbe aggiungere su brevetti annullati su prove palesemente contraffatte ( questo accade in tribunali italiani, ma in maniera più raffinata penso possa accadere oltreoceano, tutto il mondo è paese)ma al momento non è il caso nostro!!

E' proprio per tutelarsi da tutto questo Rossi ha scelto una strategia " camuflage":):); facendo finta che il brevetto vero fosse un altro e che gli studi ad assisterlo fossero diversi!

A questo punto faccio fatica a non pensare che il "Third party report" sia una pensata nata all'interno di uno studio legale !!!

Ne bis in idem (Mahler) ha detto...

@Emidio

> questo link
> http://www.opticsinfobase.org/oe/abstract.cfm?uri=oe-23-1-247
> a pag iii … dove si parla di produzione di neutroni per via chimica …
> che voglio dire?
> che potrebbe essere l’unico articolo condivisibile tra be' e unbe' ...

È sicuro che sia il link giusto?

gabriele ha detto...

Ciao Alessandro Pagnini,

tutto si può accettare,

ma le parole sono importanti!

passi per il "bé e unbé" (penso) di Passerini-copyright (mi sembra, e in ogni caso spero copyleft),

ma "negazionisti" proprio non si può sentire.

Ragioni e radici della parole storiche a parte,
è veramente assurdo che chi semplicemente si mostra rispettoso del metodo scientifico venga etichettato con questo termine che indica la negazione di qualcosa per così dire certo.
Un "bè" non può affermare che ci sia qualcosa di certo nella sua sponda, ma solo indizi che lui decide di valutare in una certa maniera; chi afferma che vi sia qualcosa di certo su questa sponda, semplicemente sbaglia.

https://www.youtube.com/watch?v=qtP3FWRo6Ow

bel sognar e oziar

gabriele ha detto...

la mia partecipazione a questo blog mi ha fatto venire in mente un'altra perla morettiana :-)

https://www.youtube.com/watch?v=yaiH2lGIvVw

bseo

Alessandro Pagnini ha detto...

@ gabriele
Io distinguo tra

1) Believer, ovvero coloro che credono senza sè e senza ma ad un qualcosa e nella fattispecie si parla della consistenza delle LENR

2) Scettici, ovvero coloro che " mostra(no) rispetto del metodo scientifico " e quindi non etichettano per certo niente, ma magari si limitano, correttamente, a dire che qualcosa non è, appunto, scientificamente dimostrato. Questi possono avere orientamenti ottimisti o pessimisti riguardo ad un qualcosa. A questa categoria, su fronti magari opposti, ritengo di poter introdurre, oltre a me stesso, una serie di altri paretcipanti al blog, anche fortemente critici nei confronti di talune questioni inerenti le LENR

3) Negazionisti, ovvero coloro che, in speculare contrapposizione ai believer, cerdono nella certezza opposta. Prova di certezza assoluta dichiarata su fatti non accertabili oggettivamente (e in senso negativo), è stata fornita orgogliosamente da alcuni, su queste pagine, fino al punto di dichiarare che Rossi col suo E-CAT è un truffatore, punto e basta.
Peraltro, un'altrettanto orgogliosa affermazione di appartenenza alla schiera 'nagazionista' (fu usato proprio questo termine) è stata ribadita da altri in occasione di incontri conviviali.


Credo di essermi più volte spiegato sull'uso che faccio (o cerco di fare) di questi termini. Come giustamente sottolinei, le parole hanno un loro peso e un piccolo chiarimento (ennesimo, ma repetita iuvant ;-) ) semantico spero possa giovare.
Qualora per qualche motivo l'uso di queste parole dovesse essere troppo controintuitivo e fuorviante, per amore di corretta comunicazione posso anche adeguarmi ad altro, ma vorrei prima capire e condividere il motivo che potrebbe spingermi ad una revisione del mio lessico, che quindi non escludo a priori.

Emidio Laureti ha detto...

@Mahler
hai ragione ho sbagliato il link (il Neva ne pubblica troppi :-) )

http://repository.tudelft.nl/assets/uuid:7ab2ff58-4bd9-4142-a016-845036a71fe7/233.pdf

cmq... è stato giustamente contestato da Raman per il fatto che ci sono in mezzo esplosioni controllate ...io ho pensato invece che si potrebbero aggirare ... ma tra pensare e fare c'è molto di più del mare :-)

Silvio Caggia ha detto...

@Gabriele
Ti rispondo in qualità di copyrighter del termine "unbeliever".
L'esistenza dei due fronti opposti è indice del fatto che non vi sia un "consensus" pieno in una direzione o nell'altra, o come dici tu non vi è una "certezza" altrimenti non staremmo qui a discutere come non ci sono blog in cui si discute seriamente che la terra sia piatta.
La mancanza di "consensus" totale ad uno dei due gruppi è dovuto alla non condivisione delle stesse informazioni e di conseguenza alle differenti interpretazioni che si danno delle informazioni condivise. Per capirci: è ovvio che io e te abbiamo avuto esperienze diverse, letto cose diverse, che ci portano ad avere opinioni diverse sulle cose.
I "negazionisti" non sono tutti gli "unbeliever" ma solo la frangia estrema di quelli che negano l'esistenza di qualunque esperimento e paper che tenda a confermare l'esistenza dei fenomeni LENR.
Non è un termine che ti affibbiera' mai nessuno, sei tu stesso che te lo darai nel momento che affermerai che "non esiste nemmeno un...". Se tu invece affermi che esistono esperimenti e paper scientifici che descrivono produzioni anomale di calore in eccesso, e tuttavia la tua libera opinione è di schierarti tra gli unbeliever allora non sei un negazionista.
Di "certo" vi è che ci sono esperimenti, paper scientifici, scienziati ed aziende che parlano di queste produzioni anomale, e di "certo" vi è che i numeri di queste cose aumentano nel tempo invece di diminuire.
Spero che tu condivida queste "certezze" e che tu non sia quindi tra i negazionisti, ma che tu sia un onesto unbeliever cui va tutto il mio rispetto, anzi, dico sempre che se non ci fossero bisognerebbe inventarli.

Ne bis in idem (Mahler) ha detto...

@Emidio

Ovviamente di quelle 100 pagine mi sono limitato a dare uno sguardo solamente alle prime pagine (se servirà approfondisco).

L'articolo è di 33 anni fa e si tratta di fusione calda a confinamento inerziale: invece dei laser all'epoca ci mettevano delle bombe.

Ne bis in idem (Mahler) ha detto...

@gabriele

> ma le parole sono importanti!

Pensa che io addirittura userei i termini “believers” e “persone normali”! ;)

P.S. Non scordiamoci di lui! :)

Emidio Laureti ha detto...

@Mahler

sai a che cosa ho pensato (ricorda sempre i limiti metafisici di ogni pensiero)?

che la fusione calda potrebbe essere chiamata fredda (e viceversa) se l'idonea energia cinetica da reazione viene attivata da particelle ionizzate in un campo e.m. variabile ...magari impulsato ... che so ... la prima cosa che mi viene in mente è farlo tra le armature di un condensatore ... ma tieni presente che questo è sempre un pensiero astratto se non si conoscono e SPERIMENTANO prima una valanga di dettagli per attuare un evento del genere.
Che so ... potremmo avere una bella curva gaussiana sul numero di ioni
che potrebbero innescare la reazione ... ma essendo la cosa ciclica (Mhz magari) ... potrebbero aumentare.
Ma ripeto piedi per terra e volo radente :-)

Ne bis in idem (Mahler) ha detto...

@Emidio

Ci sarebbe una definizione piuttosto rigorosa di “fusione fredda”: è “fusione freddaqualsiasi meccanismo che permetta di abbassare la barriera di Coulomb.
La fusione fredda muonica sarebbe un esempio di scuola di “fusione fredda” funzionante – il che ovviamente non vuol dire di per sé che debba essere l'unica (e qui date seguito alla fantasia).

Tutto ciò però che *non* è quanto detto sopra non sarebbe “fusione fredda”. Se Fleischmann e Pons non avessero taroccato i papers per correre in conferenza stampa infilandoci dentro neutroni (peraltro nel punto sbagliato) e la spiegazione data da loro fosse stata corretta, la loro fusione sarebbe stata “fusione calda” a tutti gli effetti (secondo i loro stessi papers): stessa alta barriera di Coulomb violata con la forza bruta – ma usando “una leva” invece che “una bomba”. Altre interpretazioni successive (comunque di un non-fenomeno), dandone una diversa spiegazione, l'avrebbero invece classificata a tutti gli effetti come “fusione fredda” (vedi Preparata et al.).

Tutto ciò per dire che qui siamo arrivati al punto che non si sa neanche di cosa si stia parlando, che si pretende che sia reale e per poi dire a posteriori che era quello.

P.S. il fusore di Farnsworth-Hirsch si avvicina un po' a quello che descrive lei – alcuni studenti sono riusciti a costruirlo persino in una scuola! :)

Ciao!

@gabriele

Per quanto ogni volta provi a risponderti vengo puntualmente censurato. Magari parlando con meno cuore e con più asettica cerebro(le)sità il padrone di casa mi lascerà passare questo commento.

Filologicamente parlando (colpo di tosse accademico), il tuo video di Nanni Moretti affonda le radici in una celebre commedia di Eduardo De Filippo, di cui di chi ci legge potrà gustare un estratto qui: http://www.youtube.com/watch?v=gcqVmdg4_yI.

Il sottoscritto vorrebbe inoltre aggiungere la sua modestissima opinione a proposito della terminologia soggetta a copyright cui si faceva cenno poc'anzi. Egli ritiene infatti che il campo dei commentatori debba dividersi in “believers” e “persone normali”. Secondo tale opinione, tra i secondi sarebbero inclusi anche alcuni (rari) possibilisti.

Ciao! ;)

Alessandro Pagnini ha detto...

Su ECW stanno aspettando la relazione di Parkhomov. A occhio dovrebbe essere cominciata:
http://www.e-catworld.com/2015/03/26/parkhomov-report-thread-agp-speaks-at-seminar-in-moscow-mar-26/

gabriele ha detto...

Ciao Mahler,
adesso non ho la possibilità di ascoltare il video,
ma stasera lo farò, thanks.

Metto agli atti che "believers" vs "persone normali" è da bastardidentro :)

Ma il tuo "monito a non ripetere due volte lo stesso errore", dal tuo punto di vista, a chi è rivolto?
A te per ricordarti di non fare più birichinate con i nickname,
o a Daniele per suggerirgli di non fischiare falli di tre anni fa?
Se per entrambi (sempre dal tuo punto di vista), complimenti la citazione in doppia lettura!

@Alesssandro, @Silvio (non sapevo che era tuo il termine), l'approfondimento tra i vari termini merita un po' di più tempo di quello che ho adesso, ma lo farò anch'esso stasera!

gabriele

Alessandro Pagnini ha detto...

@ Gabriele
"..."believers" vs "persone normali" è da bastardidentro..."

Direi anche io. Le persone 'normali' sono spesso believers in qualcosa. Sono termini che forse avrebbe un senso usare su un argomento specifico, secondo me, ma non li approvo del tutto.
Nel caso nostro coloro che sono certissimi che l'e-cat à una bufala clamorosa e le varie forme di energia impreviste che potrebbero essere alla sua base, sono solo un abbaglio, sono i BELIEVERS del NO. Dall'altra parte ci sono i BELIEVERS del SI'. Nel mezzo si potrebbero chiamare 'persone normali'? Mi sembra francamente irriguardoso, perchè farebbe sembrare anormali i convinti di entrambe le fazioni e come ho premesso, ritengo che 'normalmente' tutti abbiano qualche idea irrazionale radicata. Io mi guarderei bene dal distribuire offensive patenti di anormalità a destra e a manca.

Emidio Laureti ha detto...

@Mahler
>Tutto ciò per dire che qui siamo arrivati al punto che non si sa neanche di >cosa si stia parlando, che si pretende che sia reale e per poi dire a >posteriori che era quello.

come non darti pienamente ragione :-)

Cmq... grazie per le info circa il fusore di Fusore di Farnsworth-Hirsch che non conoscevo ... e che purtroppo è abbastanza pericoloso da usare per i non esperti

Emidio Laureti ha detto...

@Mahler

il link che mi hai dato circa il fusore degli anni '30 è molto interessante e ne ho fatto un post su cobraf ... che incollo pure qui per dovere di origine dovuta appunto a te


Partendo da un link dato da Nevanlinna su cobraf

http://repository.tudelft.nl/assets/uuid:7ab2ff58-4bd9-4142-a016-845036a71fe7/233.pdf

e contestato da Raman per il fatto che ci sono in mezzo esplosioni controllate .. quando ho pensato con una confusa idea che invece che si potrebbero aggirare le esplosioni

Maher in 22p mi ha dato questo link dicendomi

che la produzione di neutroni senza uranio by confinamento elettromagnetico tra piastre di un condensatore era praticamente nota
a basse potenze già dagli anni ‘30

http://it.wikipedia.org/wiki/Fusore_di_Farnsworth-Hirsch

lavoro poi evoluto al meglio in questo

http://it.wikipedia.org/wiki/Polywell

dove si dice….
Il Dr. Park si riferì anche alla posizione della Marina USA sui possibili usi futuri della tecnologia Polywell, dicendo che:
« Correntemente tutti i nostri fondi provengono dalla Navy... che è il nostro cliente. Il nostro “customer” desidera che si mantenga confidenzialità sulla maggior parte dei nostri progressi. Sono in qualche modo preoccupati sul fare troppo clamore senza in realtà aver consegnato un prodotto funzionante e consistente nel tempo... il nostro intendimento e che vogliono che si abbia successo... vogliono che noi si fornisca un qualche prodotto per i nostri sponsor. Desiderano anche un nostro successo commerciale, sempre che si rimanga di proprietà statunitense e che gli Stati Uniti d’America controllino questa tecnologia »


evoluto poi in altro e pure in questo
http://www.askmar.com/ConferenceNotes/2006-9%20IAC%20Paper.pdf

Conclusione …i fusori clean energy non Iter sembrano molto meno costosi di Iter
e in evoluzione silenziosa dai tempi del Fusore_di_Farnsworth-Hirsch …
e che sopravvivranno a Iter stesso
e che questa precisazione è molto accattivante per i gombloddi
“sempre che si rimanga di proprietà statunitense e che gli Stati Uniti d’America controllino questa tecnologia “ ….

insomma c'è da ricamarci proprio sopra

CLaudio Rossi ha detto...

@ Mahler
"Se Fleischmann e Pons non avessero taroccato i papers.."

Dà un po' fastidio leggere frasi come questa (c'è qualche prova?) senza che si accenni anche al fatto che invece fu il celeberrimo M.I.T. che taroccò (a rovescio) i dati della calorimetria per far sembrare che non ci fosse eccesso di calore nel proprio esperimento sulle LENR:

https://www.youtube.com/watch?v=gGJiLrG3fLY
min. 32'30"

Se anche F&P avessero "infilato neutroni" il conto be - unbe sarebbe almeno pari e con in più l'aggravante che una delle più celebrate università del mondo si sia abbassata a quel livello che, in un ricercatore, si può anche capire (non certo giustificare, sia chiaro!) in un istituto "terzo" assolutamente no.

Ne tris in idem (Mahler) ha detto...

@gabriele

> Metto agli atti che "believers" vs "persone normali" è da bastardidentro :)

Macché! Ascolt'ammé! :)

Io già non vedo di buon occhio il dovermi definire in campo religioso con una negazione (“ateo”). Non ti sembra assurdo? Per gli atei dio è un'invenzione umana (“invenzione” = qualcosa di attivo, ovvero… sono i credenti a fare cose… strane…) e dovrebbero pure porsi gli atei in atteggiamento da negazione (non credono che la religione non sia un'invenzione umana)?!? Io sarei per chiamare i credenti con una negazione… tiè! …Chessò… areligiopoetici!

…Ma almeno lì si sa di cosa si parla!! Qui co 'sta storia manco quello si sa!! Si può sapere una volta per tutte in cosa io sarei un unbeliever?!? Nell'E-Cat? Nel moto perpetuo? In entrambi? Diamogli una definizione una volta per tutte! E una volta data una definizione, come in ambito religioso, starà me accettarla o decidere se chiamare gli altri con una negazione.

Per non parlare poi di termini infelici come negazionisti! Ma negazionisti de che?!? Ma manco Franchini è un negazionista!! …Semplicemente è uno che argomenta contro la FuF in modo tautologico (“non è mai riuscita perché non risulta che sia mai riuscita” – e grazie al ca) e, di conseguenza, non-elegante – ma non è detto che la storia, che è un'ironica lotteria, non dia comunque ragione a lui.

…Del resto c'è anche l'autodefinizione che potremmo tenere in considerazione. Qualcuno dei believers aveva accennato, per definire il proprio campo, a una certa predisposizione di default «alla plausibilità degli argomenti trattati». Che è un po' l'opposto dell'atteggiamento scettico, che s'interroga prima di concedere alcuna predisposizione alla plausibilità. Ma allora perché non parlare di “scettici” e “fideistici”, che è la terminologia tradizionale?

> Ma il tuo "monito a non ripetere due volte lo stesso errore", dal tuo punto di vista, a chi è rivolto?

No, non «lo stesso errore». È un brocardo latino usato in giurisprudenza per ricordare che un giudice non può esprimersi due volte sulla stessa azione già passata in giudicata. Nel mio caso riferisce all'episodio in cui, stanchi esausti dei turpiloqui fascistoidi di Bertoldo che accusava la gente a destra e a manca di essere spie di chissaccosa (capito @bertoldo “io non accuso se non so”?), in più di una persona e in un'unica discussione sbottammo e cominciammo a “farglielo credere per davvero” (in realtà dicendoglielo esplicitamente) invertendoci i nick.

Il padrone di casa non segnalò il cartellino rosso, ma anzi stava per censurare proprio Bertoldo (guarda, peccato che ha rimosso i commenti nel frattempo, roba da mettersi le mani ai capelli). Dopodiché si pronunciò nuovamente a un anno di distanza confermando il non-cartellino-rosso. Dopodiché se ne esce a tre anni di distanza con un cartellino rosso cascato dal pero e all'insegna di un novello puritanesimo.

…Ma aspetta! Sono tre!!

…Nick corretto! ;)

@CLaudio Rossi

> c'è qualche prova?

Sì, è anche interessante da leggere, ma il padrone di casa non mi lascerà passare il link! Ricorda che sono in moderazione! ;P

@Emidio

> Cmq... grazie per le info circa il fusore di Fusore di Farnsworth-Hirsch che non conoscevo ... e che purtroppo è abbastanza pericoloso da usare per i non esperti

Sì, ci stia attento con quello, è roba che funziona! ;)

gabriele ha detto...

Ciao Silvio e Alessandro, ci ho pensato ed in effetti la questione terminologica non è così importante.

In realtà, come spesso accade, la verità sta proprio nelle parole che uno dice, basta sapere quali sono le più importanti :) Il resto spesso, sono costrutti mentali che uno si costruisce sopra per giustificare quello che aveva veramente a cuore.

Avevo scritto,
"...Ragioni e radici della parole storiche a parte",
ed invece era proprio il significato dal punto di vista storico (la negazione di taluni crimini nazisti) che mi aveva fatto sobbalzare sulla sedia quando avevo visto adoperate questa parola per la questione ben minore ecat sì/no.

Ciao!

gabriele

Alessandro Pagnini ha detto...

@ Gabriele
"...ed invece era proprio il significato dal punto di vista storico (la negazione di taluni crimini nazisti)..."

Sì, capisco che possa suonare strano. Silvio preferisce Unbeliever. Per me invece sono Believer pari pari a quelli che si giocherebbero la casa sulla veridicità dell'E-CAT, ma per distinguerli dai primi e visto che la loro fede è nel negare qualunque sia pur remota possibilità che siano avvenute certe esotiche reazioni, il termine negazionisti, solo legato all'ambito LENR (ci mancherebbe), mi sembra spieghi bene le posizioni in campo. Inoltre se gli dici che sono dei BELIEVER anche loro, se ne hanno a male ;-)

E' comune vedere che se parli con un Ateo e ti professi credente, ti guarda come uno scemo perchè CREDI che Dio esiste, mentre egli si ritiene saggio, perchè ritiene di poter escludere che Dio esista. Se gli fai notare che sarebbe ragionevole, casomai, professarsi agnostico, ti riderà in faccia, perchè lui lo sa che Dio non esiste, infatti non l'ha mai incontrato (e forse non è neppure nelle banche dati ;-) ). Quindi la sua certezza è assolutamente inattaccabile, giusta e saggia, mentre il devoto a Dio è un povero idiota che campa di fede. Il meccanismo di ragionamento è questo, anche per le LENR. La prudenza nell'evitare affermazioni perentorie non dimostrate, o addirittura non dimostrabili, è una virtù dimenticata. E non smuovi i veri credenti (di qualunque sponda) dall'idea che loro hanno ragione assoluta e tu torto marcio...non c'è verso!

Comunque di quelli che definirei 'negazionisti' ne conosco 5 o 6. Molti di quelli che scrivono o hanno scritto qui, che pure so avere in cuor loro la sensazione nettissima di aver a che fare con un mistificatore, quando si parla di Rossi e dell'overunity in generale, perlomeno esibiscono il rispetto dovuto a chi valuta diversamente le cose. Le convinzioni, più o meno nette (meglio se non troppo nette, ma non stiamo a sottilizzare ;-) ), sono legittime e inevitabili, ma quando ci si lascia trascinare da esse, al punto da esternarle con arrogante supponenza, si chiude la porta sia al dialogo costruttivo, che alla propria incomparabilmente utile 'duttilità mentale'.

Silvio Caggia ha detto...

@Gabriele
Anche io trovo molto infelice il termine "negazionista"... Come si fa a negare una cosa che era ben nota e documentata dal 1915?
crepanelmuro.blogspot.com/2014/07/dal-1915-cera-chi-sapeva-che-sei.html

Silvio Caggia ha detto...

@Mahler
Fatte le dovute distinzioni tra le "persone normali" e gli altri, considerando anche argomenti diversi dalle LENR... Alla fine chi ci rimane tra le "persone normali" a parte te? :-D

"Si può sapere una volta per tutte in cosa io sarei un unbeliever?!?"
Devi chiederlo a chi ti considera un "unbeliever"... Tu ti definisci tale?
Stai chiedendo cosa si intende qui per "unbeliever"? E' semplice: ho coniato quel termine per definire il "complemento" al termine "believer" che era stato usato qui in termini dispregiativi per indicare gente come me.
A quale delle tante cose in cui credo si riferiva? Non so, scopri chi è stato (con Search 22) e chiedilo a lui... :-)
Se chiedi a me io penso in questa:
https://m.youtube.com/watch?v=dByBJdbrtBs

Pentitevi unbeliever... La fine del vostro mondo è vicina...
"Produced power tens times more than chemically possible, so this is some nuclear or yet unknown power"
:-)

Alessandro Pagnini ha detto...

@ Silvio
Non mi sembra che il termine 'unbeliever' colga in pieno la posizione negazionista, che è dogmaticamente speculare a quella dei believer. Siccome però il termine believer è ormai già assegnato, potremmo usare 'creduloni'? ;-)

Tra l'altro, un domani, si potrà scoprire che o le posizioni dei believer, o quelle dei creduloni, erano corrette. Diciamo che una delle due tesi potrebbe venir confermata. Questo non esclude che, allo stato attuale, prendere una posizione netta e definitiva, richieda comunque un atto di fede. Ci si deve 'credere'.

Se invece si vuole vedere come si esprime correttamente una posizione che non si poggia smaccatamente su basi di fede, si veda la risposta di Mario Massa sul post di Andrea. Forse Mario prima di scriverla aveva dato un'occhiata a questi nostri commenti, fatto sta che, quando ha descritto la sua posizione riguardo a certi fenomeni, ha scritto qualcosa da incorniciare! :-)

Emidio Laureti ha detto...

@Mahler

I fusori sono in mano ormai agli hobbisti come replica di fusioni nucleari vere e non fasulle : emissioni di neutroni CERTIFICATE
http://www.electricalfun.com/WorkbenchFun/Fusor_William_Jack.aspx
e andrebbero approfonditi dai FF perché secondo me sembra essere l'unica procedura seria di base per la clean energy.

Quanto a altre discussioni per me non ci dovrebbero essere ne be' ne unbe' se tutti accettassero un minimo criterio serio per fare MISURE VERE e non ESIBIZIONE SCIANCATA DELLE STESSE..... sto leggendo già le critiche che fanno all'ultima di Parkhomov .... storiella identica su come fa misure e su modifiche al setup sperimentale ad libitum . In pratica la storia
fuf si ripete senza modifiche di base significative : uno accrocca un esperimento sedicente fuf in pochi giorni e poi ce ne vogliono mille volte tanti per demolire tutte le cappelle sperimentali che ha fatto.
In pratica la fuf serve a una serie di esibizionisti per salire su un palcoscenico mediatico per far parlare di se e incasinare una cosa complessa già di per se.
Quindi debbo ripetere mio malgrado quello che già con diversi toni ripetono pure altri sconsolati: la storia della FF è diventata la storia infinita di CAPPELLE SERIALI SULLE MISURE.
Ora i 'be si dovrebbero meditare duramente su chi affossa
veramente la fusione fredda.
Non dico altro perché credo che qualche credente nella FF abbia capito quale è il problema di fondo ormai.

Silvio Caggia ha detto...

@Alessandro Pagnini
Non capisco i discorsi di etichetta che poni.
Una rete neurale produrrà sempre come risultato di un computo un valore compreso tra 0 (falso) e 1 (vero).
Su questa scala puoi tentare di porre le varie posizioni:
0 assolutamente falso
0,1 estremamente improbabile
0,5 non so
0,9 estremamente probabile
1 assolutamente vero
Inoltre non potrai mai chiedere ad una rete neurale come è pervenuta al suo risultato, non è un sistema esperto che ha applicato un sistema di regole, per cui una rete non può convincere un'altra che i suoi risultati sono migliori.
Anche facendo riprocessare ad una seconda rete tutti gli input di istruzione della prima non arrivi a configurazioni identiche, dovresti anche partire da configurazioni iniziali identiche, il che non è mai possibile.

Alessandro Pagnini ha detto...

@ Emidio
"...I fusori sono in mano ormai agli hobbisti come replica di fusioni nucleari vere e non fasulle : emissioni di neutroni CERTIFICATE
http://www.electricalfun.com/WorkbenchFun/Fusor_William_Jack.aspx
e andrebbero approfonditi dai FF perché secondo me sembra essere l'unica procedura seria di base per la clean energy...."

E anche il solare, ecc...
Ci sono un sacco di interessanti tecnologie, tra l'altro più concretamente utilizzabili da subito. Tuttavia le LENR aprirebbero una via che potrebbe rivelarsi maestra e avrebbero anche implicazioni teoriche di un certo rilievo (a voler essere conservativi), quindi è intuitivo che esercitino un forte appeal. Si spera che non siano sforzi vani, ovviamente.


"...sto leggendo già le critiche che fanno all'ultima di Parkhomov ..."

Hai mica la possibilità di fornire un link?
Sto guardando su E-CAT World, ma mi pare che siano un po' indietro. C'è da qualche parte un thread 'vivo' su quanto Parkhomov ha presentato a Mosca? Se poi fosse anche in italiano....comunque assolutamente non in russo! :-D
Le critiche le do per scontate, il che non significa che non debbano essere valide, ma che si levino voci a favore e voci contro, è fisiologico. Ci sono schieramenti contrapposti ideologicamente e se chiedere a Parkhomov, o a chi per lui dovesse 'stravedere', se le misure le ha fatte bene è come chiedere all'oste se il vino è buono, chiedere al fronte opposto, è come chiedere all'oste com'è il vino dell'osteria concorrente! ;-)

Per adesso le repliche dei ragazzi del MFMP, che mi pare si siano dimostrati seri, anche se tendenzialmente schierati 'PRO', non hanno portato a niente, quindi dei dubbi,purtroppo, ci sono. Parkhomov non ha i problemi, nè gli obiettivi di Rossi e se vuol dimostrare di avere calore in eccesso, dovrebbe poterlo fare agevolmente. Attendiamo che lo faccia, magari fornendo materiali e dati al MFMP (o al GSVIT) per una replica convincente. Nel frattempo rimane una certa, moderata 'speranza' che il fronte LENR si stia allargando, grazie a questo eccentrico e pantofolaro scienziato russo. ;-)


Alessandro Pagnini ha detto...

@ Silvio
'n ciò capito un tubo! ;-)
Che mi stai a dire con le reti neurali? :-D

Comunque prendo spunto dalla tua scala per dire che i valori 0 e 1 per me sono ugualmente 'believer', ovviamente in assenza di dati incontrovertibili a sostegno, nel qual caso sarebbero solo persone che sanno ciò che dicono, tuttavia questo è un caso rarissimo, forse addirittura inesistente se messo in certi termini, ma non complichiamo troppo la cosa.
Quelli nel mezzo li definirei Unbeliever, coloro che 'sanno di non sapere', i veri scettici. Valori oltre la seconda cifra decimale, per praticità, li troncherei di netto! :-)

Ecco perchè definire Unbeliever quelli dell'assolutamente falso, mi pare fuorviante. Sono believer conclamati....o magari 'creduloni' se vogliamo distinguere i due estremi senza usare il termine 'negazionisti', o 'believer' che ormai è appiccicato a quelli dell'assolutamente vero.

Ma la cosa più eclatante di stamattina, anche se addirittura più OT di tutta questa tiritera linguistica, è che la Ferrari nelle prove sta andando davvero benino, soprattutto Kimi. :-D
Se riescono a fare, almeno, tutta la seconda fila, c'è speranza per tutti, anche per Parkhomov! ;-)

Emidio Laureti ha detto...

@Pagnini

ho letto questa su cobraf
Post su ECW in moderazione:

Barry :
Is it me or is Parkhomov being met with a lot of skepticism?

andrea.s:
Well, caution if not skepticism should be the rule.
Perhaps the information available isn't enough yet, but design of this experiment appears far more susceptible to errors than Dr Parkhomov's water evaporation setup. In particular, use of a single thermocouple, internal to the heater coil, is highly questionable in my view.
With the criterion of comparing input powers for a given temperature to compute COP, the chart at 11m11s is used to say that COP is visibly >1 above 700°C, and when at 1200°C COP starts at 1.7 (1100W needed without charge, 650W with charge) and then improves to 3.1 (input regulated down to 350W).
But one can argue that for the same 650W input, temperature readings were respectively 1050°C and 1200°C just because the thermal insulation of the thermocouple differs in the two runs, due to removal, filling, and reinsertion of the inner core. And/or because the resistive winding is degrading and the thermocouple happened to be in a hot spot (local resistivity increasing), that became hotter as the degradation progressed.
We really need to see this reactor reproduced by MFMP: we must be sure we are not cherry-picking favorable results induced by the setup.
And I would like to see Dr. Parkhomov replicate his results in a water evaporation calorimetry setup similar to the original one: with the same experiment design and equivalent but different equipment he could rule out systematic setup errors.
I know this nit-picking will sound pathological to many here, but let us not forget how huge the claimed results are.

... la cosa che mi intriga attualmente è che i fufs potrebbero rifare NON IN AUTOCOSCIENZA SCIENTIFICA qualcosa di simile ai fusori dove sono usati appunto avvolgimenti elettrici che creano campi e.m. per confinamento e altro.
Gli ossi del russo e quelli dell'ecat sono dentro una spira .... ora se i fusori generano fusioni e neutroni con le loro griglie e miscele (boro mi pare)
NON IN AUTOSOSTENTAMENTO SIA CHIARO non si può escludere a priori che qualche evento collaterale possa accadere nei mamozi con spire alimentate a trifasi e non :-).
Ribadisco che è un sospetto ben lontano da una certezza ... e purtroppo credo che rimarrà a lungo un sospetto se i casini sperimentali dei fufs continueranno allo stesso ritmo del passato e del presente.
Per cui ribadisco il paradosso che non è escluso che i peggior distruttori
della FF siano i fufs stessi :-)

gabriele ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
gabriele ha detto...

Ciao Silvio.

Cosa vuoi intendere con il documento che hai linkato?

http://crepanelmuro.blogspot.fr/2014/07/dal-1915-cera-chi-sapeva-che-sei.html

Te lo chiedo per vedere se ha senso (per me, of course) parlarne con te di questo (l'ultima volta che abbiamo fatto una discussione insieme è stato circa più di un anno fa (*), o forse più,, ma io la interruppi praticamente subito quando capii che tu non avevi intenzione di giungere a una qualche verità, ma semplicemente avevi intenzione di raggiungere un punto in cui, sul piano dialettico, non potevi venire smentito; o almeno questa fu la mia netta impressione).

Che il numero di 6 milioni di ebrei vittime dell'Olocausto è un numero incerto/sbagliato/sovrastimato?

Ok, se è tutto qui siamo almeno in due a pensarlo, lo penso anch'io.

Che l'Olocausto non è esistito?
Definiamo cosa si intende per Olocausto e *dopo* ne parliamo.
Io non lo se nel mondo esiste una macchina di 1800 di cilindrata, grigia all'esterno e beige all'interno, del costo esatto di 23.570 euro, immatricolata nel 1997 e con targa che inizia con A,
ma so per certo che esistono parecchie macchine più o meno simili a questa e che nella sostanza macchine di 1800 di cc che costano circa 23.000 euro esistono.

Che l'Olocausto (più o meno qualsiasi cosa esso voglia dire, più o meno però, vedi sopra) è stata una invenzione degli americani?
Non lo penso per niente, che i nazisti si siano macchiati di crimini contro l'umanità mi è fuori di dubbio.

Che l'Olocausto è il Male assoluto?
A me sembra una baggianata la sola domanda.

Che il termine "negazionismo" è un termine con un significato ben preciso legato all'analisi dei fatti tragici commessi dai nazisti e in misura alquanto minore ai fascisti?
Lo penso, a me sembra che questo termine abbia un significato ben preciso.
Certo, si può estenderlo in maniera figurativa ad altri ambiti ed in altre sfumature, la lingua italiana è bella anche per questo, ma a me non era sembrato di buon gusto, tutto qua.

Ciao,

gabriele

(*) fu quando chiedesti al blog se esistevano almeno 10 siti contro qualcuno, io avevo iniziato ad elencarti qualcuno, ma, assalito da un dubbio di sprecare il mio tempo, dopo avertene segnalato qualcuno ti chiesi "ma se e quando te ne segnalerò 10, ammetterai di esserti sbagliato?" (una cosa del genere), tu candidamente mi risposi "no, perché…bla bla bla"; mi fermai.

Alessandro Pagnini ha detto...

@ Emidio
Sono d'accordo sulla prudenza nei confronti della replica di Parkhomov. Anche io aspetterei un paio di risultati analoghi da parte di altri laboratori 'credibili', prima di esultare, però nell'attesa non neghiamoci il piacere di un pur cauto ottimismo. :-)

Per quanto riguarda le tue teorie, che probabilmente hanno ottime ragioni di essere, mi viene però da ricordarti che l'autosostentamento pare proprio che sia alla base della crescita del COP, rispetto al 2 o 3 che altrimenti sembra essere il limite della tecnologia. Almeno stando a quanto si legge sul jonp.

Silvio Caggia ha detto...

@Gabriele
Significa quello ho scritto: che già nel 1915 si parlava di queste cose. E' un fatto. Non ho una mia interpretazione di questo fatto. Ma lo trovo inquietante. Tu?

Riguardo l'argomento dei domini internet di secondo livello contro persone che siano degli illustri sconosciuti sono sempre fermo ad una lista molto minore di 10.
Lo scopo era comunque che tu riflettessi sulla reale natura di siti come shutdownrossi, non una gara a prendere in giro la mia definizione operativa di questi siti... Io posso sbagliarmi a spiegarmi male ma tu non puoi sbagliarti a non voler capire...

Daniele Passerini ha detto...

@tutti
Appena arrivato via email:
http://www.lenr-forum.com/forum/index.php/Thread/1269-Parkhomov-Paper-2015-03-26-English-pdf/

Daniele Passerini ha detto...

P.S. Qua si può scaricare direttamente il report di Parkhomov:
http://www.lenr-forum.com/forum/index.php/Attachment/76-260114081-Alexander-Parkhomov-Mar-26-pdf/

Daniele Passerini ha detto...

@tutti
Conclusioni dell'ultimo report di Parkhomov:
1. The apparatus worked continuously for more than 3 days, producing more than twice as much as the applied electrical energy. 50 kWh or 18MJ were produced in excess of the electrical energy expended. This amount of energy could be obtained by burning 350g of petroleum products.
2. The reactor chamber pressure during slow burning was relatively low (in this experiment up to 5 bar)
3. The used fuel had the appearance of soft droplets of golden color mixed with grey powder.
4. The resultant used fuel mixture was sent for analysis of atomic and isotopic composition. But the results, unfortunately, have not yet been received.

Paul ha detto...

Non so se il mio commento viene moderato o passa... proviamo...
Comunque volevo segnalare che su cobraf stanno parlando che un grafico di temperatura originale di Parkhomov sarebbe taroccato, costruito o modificato a pezzetti in molti punti. E' un fatto molto grave

IlPorticoDipinto ha detto...

@Paul mi hanno appena passato questo link riguardo all'analisi del grafico taroccato:
http://smarcell1961.blogspot.it/2015/04/come-inventarsi-la-fusione-fredda.html
Il grafico in questione è questo: https://i.imgur.com/btLF6Hg.png e l'accusa di frode è ben circostanziata: il tarocco è certo, se l'immagine pubblicata è quella originale.

Non sono però riuscito a verificarla, perchè non so dove prendere l'immagine analizzata dagli studi originali.

Posta un commento

Ovviamente 22passi è un blog, non una rivista on line, pertanto la responsabilità di quanto scritto in post e commenti appartiene solo ai rispettivi autori.

Related Posts with Thumbnails