BLOG PER APPASSIONATI D'AMORE, ONESTÀ, SPIRITUALITÀ, ARTE, POESIA, POLITICA, DEMOCRAZIA, SOSTENIBILITÀ, TECNOLOGIA, ENERGIE PULITE, COLD FUSION E LENR, MEDICINA ALTERNATIVA, RIVOLUZIONI SCIENTIFICHE, CRIPTOARCHEOLOGIA E "TANTE COSE INFINITE, ANCOR NON NOMINATE"

>>>> CERCHI LIBRI SUL BENESSERE DEL CORPO, DELLA MENTE E DELLO SPIRITO?

B A C H E C A D E L B L O G

Dal 25 Aprile 2015 (Festa della Liberazione) la possibilità di lasciare commenti nel blog è stata disattivata, eccetto per gli 85 utenti autorizzati e autori ad oggi iscritti. Chi desiderasse fare parte di questa piccola community (Google consente ancora 15 iscrizioni) può mandare due righe di presentazione a 22 passi chiocciola gmail punto com.

venerdì 3 maggio 2013

Fino al limite di rottura


Oggi, finalmente, Rossi ha mostrato qualche foto... fosse di buon auspicio per vedere presto molto e molto di più!

L'attività di testing della tecnologia di Rossi si è protratta per mesi e mesi... la foto che segue mostra un esperimento in cui l'hot-cat è stato spinto quasi fino al limite di rottura; è datata 6 mesi fa e la dedico a chi crede (o magari vuol darci a bere di credere) che rappresenti un "asino volante":


http://fotoforensics.com/analysis.php?id=d5d095f6295d33356f2f7793560dfd420a024a52.490546
Ho resistito fino ad oggi prima mostrarla a qualcuno... ora - mi dispiace - ma non non resisto più. E spero ardentemente - quanto l'hot-cat della foto! - che siano pubblicati quanto prima questi benedetti report dei numerosi test effettuati a Ferrara.

N.B. Se Cures non avesse mai mostrato quella famosa foto, a mia volta non avrei mai svelato quella di oggi...
"Si tratta di due cilindri di acciaio coassiali. Lo spazio interno fra i due cilindri contiene la resistenza di riscaldo e la camera di reazione con il materiale attivo. Le basi sono sigillate con mastice da altoforno della Saratoga. Non serve la sigillatura in pressione. Il tutto verniciato di vernice nera per aumentare l'emissività e in grado di reggere 1200 °C 
Questa è una fase della misura. 
Al momento della foto, la temperatura media della superficie esterna era di 801 °C con picco locale di 873 °C. Temperatura superficie interna da 1100 °C a oltre 1200 °C. Parallelo di 2 resistenze di riscaldo (4 cavi che vedete). Valore del parallelo 6 Ohm. Tensione di alimentazione in alternata (50 Hz) di 147 Volt. Corrente assorbita 24,25 Ampere. Potenza assorbita 3,56 kW. Potenza irradiata dalle due pareti interna ed esterna considerate uguali per un totale di 13,39 kW al lordo della temperatura ambiente media di 35 °C Parete interna al calor bianco inavvicinabile sotto il metro per il soffio di aria bollente. Parete esterna misurata da termocamera con precisione 2% del valore misurato. Parete interna misurata con termometro a laser da 1,2 metri di distanza da manina traballante desiderosa di conservare la pelle attaccata.
Valori conservativi e per difetto (molto) causa asportazione calore moto convettivo stimato in almeno 8% su parete esterna e coseno irradiazione basso per parete interna causa alto angolo di irradiazione verso termometro a laser (puntamento quasi in asse con il cilindro interno).
Reazione stabile senza grilli per la testa. Praticamente noiosa."

22passi.blogspot.com: post n. 2098 (-124)

276 : commenti:

«Meno recenti   ‹Vecchi   1 – 200 di 276   Nuovi›   Più recenti»
Tizzboom ha detto...

Dopo il rilascio di oggi delle foto della (non) "consegna" mi stavo effettivamente chiedendo: ma quand'e` che Rossi da' a Passerini la possibilita` di riscattarsi postando del materiale in esclusiva?

Il Santo ha detto...

AHAHHAHA, se vuoi ti mando le foto della mia stufetta elettrica... riesco ad ottenere lo stesso effetto! :D

barnumxp ha detto...

6 mesi fa? a novembre allora..ecco perché...
Spiega un attimo: quel lumino per i morti acceso che si vede in figura sarebbe 'un hot-cat spinto al limite di rottura' ? Un bel pezzo di metallo così arroventato da diventare quasi...trasparente? wow! si vede pure il fuoco di Prometeo acceso dentro...che figata...

Robbins ha detto...

Non capisco perché al chiosco degli sportivi, in fondo ai portici a destra, ci sia sempre tanta gente a parlar male della squadra avversaria.
Giustifico invece chi apprezza la propria squadra - la cosa si chiama agonismo e c'è sempre stata.
Forse c'è sempre stata anche la prima - si dovrebbe chiamare maldicenza. De gustibus ... ognuno mangia ciò che gli piace.

Tizzboom ha detto...

Assumendo che i colori siano sufficientemente fedeli, rosso in quel modo deve avere avuto una temperatura superficiale di oltre 800°C. Paradossalmente questa foto raffigura come sarebbe dovuto essere l'hot-cat secondo i calcoli di Cures lo scorso anno con i dati da lui forniti (alla fine poi si scopri` che effettivamente la foto non era stata scattata alla temperatura descritta).

hidetoshi rossy ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Silvio Caggia ha detto...

@il santo
A me con il flash vengono gli occhi anche piu' rossi di cosi'... Daniele non sa attivare la funzione "anti hot-cat rossi" sulla sua digitale, spiegagli come si fa... :-D

Silvio Caggia ha detto...

@daniele
non ti sbottonare per questi troll, tanto avranno sempre qualcosa da ridire... E noi avremo sempre qualcosa da ridere... :-)
Asina Volant, Internet Manent! :-)

domenico canino ha detto...

@daniele
se non ti sbottoni sei reticente e complice di Rossi, se gli fai vedere una bella foto in esclusiva dicono che è una stufetta; il problema non è e non è mai stato nel fenomeno ma nella intelligenza che decodifica un fenomeno. Bella iniziativa la tua, confermata dal fatto che le mie fonti ENEA dicono che risulta che questi sanno che in un anno o due devono cambiare i setup dei laboratori per cambiare direzione di ricerca. I cinesi non dormono neanche e depositano brevetti nickel idrogeno. Quando l'albero di fico fiorisce, il frutto non è lontano.
Ciao mimmo

Pietro F. ha detto...

Ecco i dati dello scatto:
http://www.findexif.com/?l=1r9hJxo#results

Spat ha detto...

Grazie Pietro, quindi la foto è originale.

E' veramente impressionante. Quindi quello è l'hot-cat che abbiamo visto dipinto completamente di nero, giusto? Ha una temperatura infernale.

Sal ha detto...

La foto è una normale esposizione da interni,
se fosse fatta all'aperto sarebbe sovraesposta di 7-8 stop(circa 100-200 volte troppo luminosa) e si vedrebbe quasi tutto bianco. Rapportando la cosa al tubo, direi che siamo sopra gli 800° nella parte fredda e 1100° nella parte calda.
Sul tubo c'è una banda ben definita, leggermente meno luminosa che non credo sia un'ombra.

Robbins ha detto...

@domenico canino
Nel brevetto cinese non c'è nemmeno una tabella che provi la generazione di calore in eccesso. E la cartuccia di generazione è prodotta per quencing e sinterizzazione. Direi che il tentativo cinese è un prodomo interessante ma che c'è ancora da lavorare.
Questo nell'ipotesi che il fenomeno sia reale. D'altra parte mi sembra documentato inequivocabilmente che, dopo la prova dell'ottobre 2011, il container/generatore è stato lucidato e riacceso.
Si può sostenere che si tratta di una messa in scena, ma la cosa appare improbabile; sarebbe comunque una messa in scena rivolta non ai blog ma ad altri soggetti - magari agli investitori. Che a loro volta sarebbero dei cretini se si accontentassero di due foto su Internet. Altri - più diretti ed economici - i sistemi d'inganno per tenerli buoni.

Endymion ha detto...

Potevi resistere altri sei mesi, oppure in alternativa pubblicarla subito: la foto di questa lanterna volante non aggiunge nulla a quello che già si sa (e non si sa).

funniel ha detto...

La foto non aggiunge nulla, o quasi, però un giorno potresti trovarla nei libri di Storia come oggi ci trovi la prima pila atomica di Fermi :-)

Robbins ha detto...

@Endymion
Altrove hanno resitito SETTE anni prima di ritirar fuori la storia della boccia di balladio e agitarsi come dei matti. Secondo Lei si tratta di un eccezionale esempio di virtù teologale - la Pazienza? Un fiorettone da incorniciare, insomma?

D'altra parte ed entrando nel merito di ciò che leggo da nobili penne, chi ha detto che il palladio nella cella Arata/Celani si spappoli (o piuttosto diventi più fragile)?

Magari è anche vero ma non si può dire per sentito dire: bisogna leggere la letteratura, altrimenti si fa come quei cialtroni che si occupano di FF, sempre pieni di argomenti campati per aria. Anche una telefonata all'ingegnere chimico Violante non sarebbe una cattiva idea.

http://journals2.scholarsportal.info/details.xqy?uri=/09215093/v524i1-2/89_fittshadohp.xml

http://cedb.asce.org/cgi/WWWdisplay.cgi?123924

sandro75k ha detto...

la foto ovviamente non prova che funzioni ma prova che ci stanno lavorando...ed è già qualcosa!
Grazie Daniele!

domenico canino ha detto...

@robbins
io non dico che i cinesi abbiano già in mano la chiave, ma che si affrettano a depositare brevetti similari a quelli di rossi e piantelli. E' un segnale che il fenomeno LENR è ormai reale. Non so purtroppo dirti se è stabile ed affidabile nel tempo per essere già industralizzato subito. E' forse una tecnologia non matura, tutta da scoprire, ma il fenomeno esiste. Questo implica nuovi scenari energetici, se io fossi una multinazionale dell'energia fossile, qualche soldino incomincerei a dirottarlo su alre strade. E vedrai che non appena si saprà con certezza se il gatto funziona, cioè se e quando sarà visitabile un working plant stabile da almeno sei mesi, lo scenario cambierà in un lampo.
ciao

Sal ha detto...

Siamo tutti d'accordo che la foto non prova nulla, a prescindere dall'essere scettici o meno.
Paradossalmente la foto di Cures, che mostrava un certo gradiente nella rifrazione dell'aria vicino al tubo, era più intrigante. Il tubo era sicuramente molto caldo.
Questa si può falsificare con una lampada al sodio ed un filtro rosso.

Robbins ha detto...

@domenico canino
Non sono d'accordo. E' un segnale d'interesse ma la realtà è un'altra cosa. Scrivere che ho in tasca dieci talleri non significa ci siano realmente. E' un'esempio famoso, l'ha fatto Immanuel Kant. Si dice fosse un bravo filosofo, forse il migliore tra i tedeschi.
Tra l'altro, con densità d'energia (ipotetiche) così elevate, il core del reattore non può essere massiccio. Questo prova che il cinesino non ha niente in mano: se il suo reattore funzionasse, fonderebbe.

Diogene ha detto...

Una foto: l'apostrofo rosa fra le parole "ci credo" <3

Spat ha detto...

@ Sal
Chiedi a Passerini se la foto che ha fatto col suo I-phone è stata in qualche modo artefatta e vediamo quanto ci mette a mandarti a quel paese.

Sal ha detto...

@Spat
Perchè non glielo chiedi tu?
Anche perchè io non ho detto nulla del genere.
Al massimo l'oggetto PUO', non ho detto che LO SIA, essere diverso da quello dichiarato, non ho certo messo in dubbio l'immagine sulla cui autenticità non ho alcun dubbio.

C'è comunque qualche particolare che la rende credibile, in effetti.

Silvio Caggia ha detto...

@daniele
Ma il container che si vede dietro all'hot hot-cat e' quello dell'e-cat da 1MW?
Certo che deve avere delle certezze inossidabili sulla sicurezza (safety) dell'hot cat il nostro ingegnere per permettersi di fare esperimenti fino al limite di rottura in prossimita' del suo costoso gioiellone...
Come anche di permettere di avvicinarsi a fotografarlo "a mani nude" con un iphone4...

E non parliamo della sicurezza (security) in cui confida lasciandolo fotografare con un iphone4 con tanto di geolocator attivo! 8-o

Tizzboom ha detto...

@Silvio Caggia

>> [...]in cui confida lasciandolo fotografare con un iphone4 con tanto di geolocator attivo! 8-o

Era attivo? E` stata la prima cosa che ho controllato (forse male) e non mi sembrava lo fosse.

domenico canino ha detto...

@robbins
è giusto, non posso affermare galileianamente che funziona, se una persona diversa in tempo ed in un luogo diverso fa lo stesso esperimento e funziona. Ma allora perchè stai sul blog, questo tipo di prova qui non lo avrai mai. Qui ci si diverte a confrontarsi dai pochissimi indizi che abbiamo a vedere di capirci qualcosa, non a dare verità galileiane. E' un (in)sano esercizio intellettuale,
ciao

Briel ha detto...

@Domenico Canino
Cio' che hai detto sulle fonti ENEA mi intriga non poco...
Potresti sviluppare un po'?
Grazie in anticipo :)

Fabio Crestani ha detto...

... dai che ormai ci siamo!

roberto rampado ha detto...

@Daniele

Mi sai dire se in quel momento l'Hot-Cat emetteva rumore?
Se sì, potresti descrivere brevemente il suono?

Grazie !

Robbins ha detto...

@domenico canino
Stare sul blog richiede di NON proporre - per quanto possibile - tesi dubbie o illogiche, esattamente come andrebbe fatto anche allo stadio, in discoteca o nell'intimità con la fidanzata. Si possono scrivere ipotesi, si può discutere, ma non vedo perché si debba spegnere il cervello e fare di questo un programma.
La verità, o meglio la verosimiglianza, non sono negoziabili. Sembra invece che nei blog, su twitter e nella testa di Grillo siano optional fastidiosi. Si dice limitino la fantasia. Se queste è la novità del mondo contemporaneo, mi associo ai vecchioni.

Robbins ha detto...

@roberto rampado
Buona domanda. Però ci sono casi in cui ci vorrebbero orecchi da cani ... .

Tizzboom ha detto...

@Robbins: o da topi.

Franco Morici ha detto...

Domanda:
era il prof. Levi quello con la maglietta rossa seduto (tra la tenda e la struttura del Hot-Cat) e seminascosto al centro in questa foto?

http://postimg.org/image/6v14pk649/full

Robbins ha detto...

@Franco Morici
Andrebbe valutato dalla forma della testa. Ci vorrebbe un frenologo o Cesare Lombroso. Comunque dai tempi della sfiatella sembrerebbe ingrassato.

Spat ha detto...

Vabbè, ma tutti seduti hanno la panza. ;-)
Per me è proprio Levi.

Daniele Passerini ha detto...

@Il Santo
AHAHHAHA, se vuoi ti mando le foto della mia stufetta elettrica... riesco ad ottenere lo stesso effetto!
AHAHHAHA, sì bravo fallo, ma porta a incandescenza tutta una stufetta di acciaio please, non solo il filo della resistenza. A vedere in qualunque cosa un asino che vola tu e i par-ragionanti come te sieti bravi, ma mai una volta che ci facciate vedere voi un vostro "asino volante"!

@barnumxp
Idem con patate (arrosto).

@Tizzboom
Assumendo che i colori siano sufficientemente fedeli, rosso in quel modo deve avere avuto una temperatura superficiale di oltre 800°C. Paradossalmente questa foto raffigura come sarebbe dovuto essere l'hot-cat secondo i calcoli di Cures lo scorso anno con i dati da lui forniti (alla fine poi si scopri` che effettivamente la foto non era stata scattata alla temperatura descritta).
Quoto.

@Hidetoshy Rossi
Ma pare fotoshoppata :/:/:/:/
Perché hai cancellato il tuo commento? Non sarebbe stato più corretto lasciarlo e scriverne un altro in cui riconoscevi di esserti sbagliato e magari ti scusavi anche? Sarebbe stato un comportamento educato e responsabile.
Sfido qualunque esperto del campo a provare che quella foto non sia autentica.

@Silvio Caggia
non ti sbottonare per questi troll, tanto avranno sempre qualcosa da ridire...
Assolutamente d'accordo.

@Domenico Canino
se non ti sbottoni sei reticente e complice di Rossi, se gli fai vedere una bella foto in esclusiva dicono che è una stufetta; il problema non è e non è mai stato nel fenomeno ma nella intelligenza che decodifica un fenomeno.
Assolutamente d'accordo.

@Robbins
Si può sostenere che si tratta di una messa in scena, ma la cosa appare improbabile; sarebbe comunque una messa in scena rivolta non ai blog ma ad altri soggetti - magari agli investitori. Che a loro volta sarebbero dei cretini se si accontentassero di due foto su Internet. Altri - più diretti ed economici - i sistemi d'inganno per tenerli buoni.
Quoto

@tutti
Non darò altre informazioni su quella foto.
Siete liberi di pensare che continuo a credere nella realtà dell'E-Cat e delle LENR in generale 1) perché sono un "passero" oppure 2) perché sono tanti (e spesso non in contatto tra di loro) gli "informatori" (competenti) che mi testimoniano di esserne convinti (avendo toccato con mano ). Non ho altro da aggiungere.

tia_ ha detto...

>la foto che segue mostra un esperimento in cui l'hot-cat è stato spinto quasi fino al limite di rottura

Se non fosse che non funziona, sarebbe da galera immediata te ne rendi almeno conto?
Non c'è nemmeno un sistema di contenimento.
Ma secondo te si fanno così i test di dispositivi nucleari? E ti ricordo che è proprio Rossi a dire che ci sono gamma e sono questi a scaldare.
E lui si mette a fare prove di questo genere in un capannone di una zona industriale? Sarebbe questa la serietà dell'inventore del millennio?

Spat ha detto...

Ma tu c'eri che dici che mancava il sistema di contenimento?
C'eri che dici che non controllavano i gamma?
Hai visto se hanno tolto protezioni prima di fare le foto?
E soprattutto, visto che dici che l'e-cat non funziona, perchè ti metti a bacchettare se per te non c'era nessun rischio?

Silvio Caggia ha detto...

@tizzboom
Subject Location 1295 967 699 696

Tizzboom ha detto...

@Silvio Caggia: non assomigliano lontanamente a coordinate geografiche, specie considerando che ci si trova in Italia.

Silvio Caggia ha detto...

@tia
Non hai capito che il titolo "fino al limite di rottura" non si riferisce all'hot-cat ma ai gioielli di famiglia di daniele? :-D

Tizzboom ha detto...

@Silvio Caggia: guarda qui.

Queste coordinate dovrebbero essere gli estremi dell'area nella foto originale, in pixel, in cui si trova il soggetto fotografato secondo la fotocamera del cellulare.
Considerando che la foto appare essere stata ridotta al 50% delle dimensioni, le coordinate (x;y)(x;y) andranno anche esse divise per due.

L'immagine qui allegata rappresenta l'area di messa a fuoco secondo tali dati:

http://i.imgur.com/i4hBWXP.jpg

domenico canino ha detto...

@daniele
ovviamente sei un passero; il fatto che tu abbia una rete nota di conoscenze dirette nel campo che hanno toccato con mano, è un aggravante: siete tutti passeri;
ciao da un beccaccione;

bertoldo ha detto...

non mettete più nulla online , ogni volta che lo fate chi sono terremoti tornado ...ect.ect ...

bertoldo ha detto...

http://www.haarp.alaska.edu/cgi-bin/scmag/disp-scmag.cgi?Bx=on&By=on&Bz=on&date=20130504

gli skull e bones lnciano un nuovo attacco a base di ELF

Silvio Caggia ha detto...

@tizzboom
Ops... Che gaffe! Quei numeri indicano solo il centro della foto... Sorry! :-)

tia_ ha detto...

> Ma tu c'eri che dici che mancava il sistema di contenimento?

Ma tu li hai gli occhi?

>C'eri che dici che non controllavano i gamma?

Ma voi cosa avete in mente? Che se c'è un problema Bianchini inizia ad acchiappare i gamma con la rete per farfalle?
Tu hai la vaga idea dell'attività nucleare che serve per generare un misero watt termico?

>E soprattutto, visto che dici che l'e-cat non funziona, perchè ti metti a bacchettare se per te non c'era nessun rischio?

Perchè per chi crede che funziona un simile test è da irresponsabili, da pazzi. E' questa è la misura della serietà dell'inventore.

bertoldo ha detto...

http://www.haarp.alaska.edu/cgi-bin/scmag/disp-scmag.cgi?Bx=on&By=on&Bz=on&date=20090405

al confronto quello dell'aquila sembra un evento minore...

Tizzboom ha detto...

Se si prende in considerazione l'ipotesi che li` dentro possano avvenire, per densita` energetica, reazioni nucleari a bassa temperatura chimicamente catalizzabili, non penso che occorra molta elasticita` mentale in piu` per accettare anche che non si comportino come quelle gia` scientificamente conosciute; fatto 30 si puo` fare anche 31.

Spat ha detto...

@ tia
Cerca di deciderti, per te l'e-cat funziona ed emette i gamma oppure no? Perchè sono 2 anni che dici che non emette niente.

E per quanto riguarda la foto, tu non eri presenti e non puoi sapere come l'hanno fatta.

tia_ ha detto...

>Cerca di deciderti, per te l'e-cat funziona ed emette i gamma oppure no? Perchè sono 2 anni che dici che non emette niente.

Spat, non è colpa mia se non sei capace a comprendere un ragionamento per asssurdo.

>Se si prende in considerazione l'ipotesi che li` dentro possano avvenire, per densita` energetica, reazioni nucleari a bassa temperatura chimicamente catalizzabili, non penso che occorra molta elasticita` mentale in piu` per accettare anche che non si comportino come quelle gia` scientificamente conosciute

Non c'è nulla di ciò scientificamente conosciuto. Ed il calore deve saltar fuori da radiazioni nucleari.

Spat ha detto...

@ Tia
Pensa che il mio vicino non ha l'auto, però quando la guida tiene la testa fuori dal finestrino andando chiaramente contro la legge.

Questo per analogia è il ragionamento che fai tu.

Tizzboom ha detto...

Quello che volevo dire e` che il fatto che funzioni (dai dati calorimetrici forniti) e` gia` di per se' un assurdo, dunque perche' nell'ipotesi proposta ascriverlo al conosciuto se non per forzare l'idea, con lunghi giri di parole, che secondo te non funziona perche' la teoria non lo prevede? Non noti un cortocircuito?

Togliendo la granitica certezza che l'affare DEVE emettere radiazioni nucleari in quantita` tali da uccidere gli astanti, cade tutto il ragionamento proposto.

roberto rampado ha detto...

@Daniele

Grazie della risposta.

tia_ ha detto...

>Quello che volevo dire e` che il fatto che funzioni (dai dati calorimetrici forniti) e` gia` di per se' un assurdo, dunque perche' nell'ipotesi proposta ascriverlo al conosciuto se non per forzare l'idea, con lunghi giri di parole, che secondo te non funziona perche' la teoria non lo prevede? Non noti un cortocircuito?

Tizzie, posto che funzioni, il calore deve venire da qualche parte. Quel "qualche parte" significa radiazioni, per forza di origine nucleare. Pure Rossi ha dovuto ammetterlo, parlando di "gamma termalizzati" (sic).
Quindi ti ripeto, ti pare coerente con l'immagine da inventore del millennio che ti sei fatto in testa il fatto che Rossi testi un dispositivo del genere in quelle condizioni? In mezzo ad un complesso indutriale senza sistemi di contenimento? Ti pare un comportamento serioe, responsabile?
A me appare come uno che ha inventato giusto una scaldiglia elettrica.

Franco Morici ha detto...

Probabilmente qualcun altro (più in gamba di me con le foto) ha avuto la mia stessa impressione.

Marco_ties ha detto...

@ Bertoldo
Hai letto del terremoto con epicentro a Bondeno?

Tizzboom ha detto...

> Tizzie, posto che funzioni, il calore deve venire da qualche parte[...]

Perche' scomodare il COME se non e` ancora chiaro il SE? Non e` meglio procedere in ordine di importanza? Basta con i ragionamenti circolari.

tia_ ha detto...

>Perche' scomodare il COME se non e` ancora chiaro il SE?

Perchè anche ipotizzando (per assurdo) che sia tutto vero, basta guardare questi dettagli per capire che non sta in piedi. Mai fatta una dimostrazione per asssurdo?

>Basta con i ragionamenti circolari.

Non è circolare.

Robbins ha detto...

@Tizzboom
"reazioni nucleari a bassa temperatura chimicamente catalizzabili": difficile, molto difficile.

@tia_
Se vuole le do i riferimenti di una dimostrazione di Kurt Goedel (il più grande logico del secolo scorso) che prova l'esistenza di Dio. La dimostazione è assolutamente logica. Il fatto che sia falsa (vale a dire non realizzabile nella realtà) è secondario. Come vede, Lei è in buona compagnia.

bertoldo ha detto...

esattamente 44.868°N, 11.445°E sempre che maps sia affidabile ... ma è solo un caso fortuito ...

bertoldo ha detto...

44 86 68 11 45 come cinquina ... o aggiunto 22 some superenalotto ...

Silvio Caggia ha detto...

@tizzboom
Non credo che la foto l'abbia scattata daniele... e' probabile che all'istante del click (2012:11:20 18:13:31
) lui fosse impegnato a scrivere quanto ha postato alle 18:41:
http://22passi.blogspot.it/2012/11/la-settimana-scorsa-san-diego.html?m=1

Poi lui ha l'abitudine di strippare i dati EXIF dalle foto personali che pubblica qui (vedi quella delle sue pubblicazioni del matrimonio o quella della figlia)...

Eh si', ma chi e' giocchino genchi al mio confronto?
:-D

Alessandro Pagnini ha detto...

Francamente concordo, in linea di principio, col ragionamento di tia_.
Tuttavia credo che ci lasciamo troppo sviare dalla parola reazioni nucleari e pensiamo immediatamente ad Hiroshima o almeno a Chernobyl. Come osservava proprio tia_, si ipotizza che alcune reazioni nucleari avvengano anche nelle galline (credo qualcuno lo abbia supposto per apparenti fenomeni di trasmutazione), ma non ci allarmiamo a vedere un pennuto starnazzare nel cortile. Questo perché, qualora ci fosse qualche reazione del genere, evidentemente avviene con modalità diverse da quelle che il terrifico vocabolo 'nucleare', ci richiama alla mente. Anche se l'obiezione di tia_ non è campata per aria, voglio sperare che avessero piuttosto chiaro quello che stavano facendo e i rischi che correvano. La schermatura ai gamma, ammesso che le cose funzionino come Rossi fa sapere, mi pare fosse compresa nel cilindro esterno. Visto che Rossi non è un aspirante suicida e che con lui lavorano personaggi non proprio arrivati ieri in quel settore, penso che i rischi, qualora ci fossero stati, sarebbero comunque stati minimi. Non so neppure (e credo lo possano sapere soltanto Rossi e i suoi più stretti collaboratori) se quelle notizie che fanno filtrare sulla natura del fenomeno sono veritiere, o sono depistaggi industriali. Spero solo che siano veri i risultati, se poi gli ottiene con le bamboline voodoo, mi sta bene lo stesso. E ovviamente spero anche che in base a quello che conoscono di ciò che stanno attivando, si comportino responsabilmente, ma essendo un'equipe al lavoro e non un uomo solo (casi di follia suicida contemporanea sono possibili, ma improbabili) mi aspetto che lo facciano. Comunque la FF (o quel che sia ciò che fa scaldare il 'gatto') potrebbe essere un tipo di fenomeno molto più presente in natura di quanto pensiamo e che aveva eluso, finora, le nostre osservazioni. Vedremo se questa idea sarà confermata una volta che l'arcano sarà eventualmente svelato.

@ bertoldo
"non mettete più nulla online , ogni volta che lo fate chi sono terremoti tornado ...ect.ect ... "
Qui lo dico e qui lo nego, ma mi sei venuto subito in mente, tu e le tue teorie
Terremoto vicino a Ferrara....cavolo...devo dire che per un attimo un brivido mi ha percorso la schiena. Oddio, in questo periodo ci sono terremoti quasi ogni giorno anche in Italia. Però, proprio lì, proprio ora....
Naaaaa, ma che vado a pensare! ;-)

Alessandro Pagnini ha detto...

@ Daniele
Per quanto, come dice qualcuno, forse aggiunga poco a quel che già si sapeva, ti ringrazio per la foto. Sono d'accordo con funniel, che potremmo anche ritrovarcela nei libri di storia. Almeno potremo dire che noi l'abbiamo vista prima che il mondo sapesse che quell'oggetto esisteva. Se poi fosse davvero una stufetta, come taluni suggeriscono, ce ne faremo una ragione. Però devo dire che è carina e si potrebbe cercare di brevettarne l'estetica e di mettersi nel business del riscaldamento domestico ;-)
Silvio che ne dici? Potrebbe funzionare? ;-)

Franco Morici ha detto...

Alessandro Pagnini wrote:
Anche se l'obiezione di tia_ non è campata per aria, voglio sperare che avessero piuttosto chiaro quello che stavano facendo e i rischi che correvano. La schermatura ai gamma, ammesso che le cose funzionino come Rossi fa sapere, mi pare fosse compresa nel cilindro esterno.

Alessandro tu affermi una cosa alla quale da tempo cerco di trovare una risposta convincente.
Se hai pazienza e voglia, prova a leggere questo mio modestissimo Post in cui avevo cercato di imbastire alcune considerazioni e posto alcune domande in merito alla presunta schermatura del Hot-Cat (così come era costituito ai tempi di Penon e Pordenone) e prova a spiegarmi da cosa era composta e dove si trovava questa benedetta schermatura.
Ti ringrazio.

bertoldo ha detto...

http://www.youreporter.it/video_Tornado_Emilia_tutte_le_immagini_zona_per_zona

Addirittura in una intervista mi sembra di aver capito che i tornadi erano 6 che si sono riuniti in uno solo ...la base degli Usa e getta di vicenza andrebbe bombardata dai russi ...

biancospruzzato ha detto...

.la base degli Usa e getta di vicenza andrebbe bombardata dai russi ...
Questo è palese incitamento alla violenza, degno dei peggiori estremisti islamici. (okkio che i servizi le leggono queste cose e prima o poi te li ritrovi fuori dall'uscio a prelevarti per le orecchie)
Ma sei per caso cresciuto vicino ad una di queste basi? I figli degli americani che ci lavoravano ti menavano e rubavano la merenda tutti i giorni? Da grandicello poi ti hanno soffiato da sotto il naso l'amore della tua vita condanandoti ad una triste vita in celibato? Ti hanno messo incinta la sorella? Non mi spiego altrimenti tanta animosità.
Ti consiglierei la prossima estate di bivaccare sotto una grande quercia (vedere il film di "Non ci resta che piangere"), aspettare un forte temporale e, nottetempo, tornare indietro nel tempo di 500 anni. Potrai così unirti all'allegra brigata di Benigni e Troisi con la missione di accoppare Cristoforo Colombo così da impedirgli di scoprire l'America.
Hic!

robi ha detto...

sincramente mi da molto fastidio che Tia critichi il modus operandi di Rossi nel senso della sicurezza
Rossi prima della prova pubblica del 2011, affermava che erano più di 2anni e mezzo che facevano verifiche.
Le prove venivano fatte con un certo professor Focardi che a mio giudizio ne sa più del Tia

adesso se vuol criticare il pericolo ignorato dei gamma ,vuol dire che Tia ammette di saperne di più di Focardi e Levi e tutta la compagnia
Fin ora non è morto nessuno
pertanto Tia ci sono solo due possibilità
-è tutto falso
-è un energia completamente nuova in cui non si sviluppano radiazioni dannose

mario massa ha detto...

Non so chi ha scritto il testo sotto la foto, ma ci sono 2 errori clamorosi:
1 - nel calcolo della potenza irraggiata considera anche la superficie interna del cilindro (dovrebbe considerare la sola, piccola, superficie dei fori)
2 - ritiene la temperatura letta nel cilindro interno inferiore al reale a causa dell'inclinazione elevata (discorso vero solo per superfici piane esterne; in una cavità la temperatura letta è indipendente dall'angolo).

Se consideriamo la superficie esterna pari a 0.1 m2 come mi pare di ricordare, e supponiamo vera la temperatura di 800°C la potenza irraggiata è circa 9kW anche mettendo in conto la convezione. Se consideriamo una non impossibile temperatura di 700°C e una emissività di 0.9 la potenza scende a 5kW.
La resistenza da 6 ohm è in grado di erogare a 230V 8.8kW. In più in quel capannone è disponibile la trifase: se alimentata a 400V erogherebbe 26kW.

Se nel fare le misure elettriche si sono fatti errori paragonabili a quelli fatti sulla misura del calore (potrebbe non essere truffa ma semplicemente incompetenza) è molto probabile che stiamo assistendo a una bella stufetta elettrica come dice Il Santo.

Robbins ha detto...

@mario massa
Ovviamente Lei pensa che gli errori di algebra/calorimetria elementare siano condivisi anche da tutti gli astanti al collaudo del generatore da 1 Mw, che sono venuti da dove sono venuti soltanto per assaggiare la pasticceria italiana. Tali errori devono essere presenti anche nelle relazioni industriali ecc.. In un paese allo sbando e pieno di compromessi papposi, mi piace chi prende posizioni decise: Lei ha scelto come autorità di riferimento il "Santo" con la stufetta campione e argomenta secondo questo metro. Auguri per la sua scommessa, Lei è un coraggioso.
Sappia che io amo gli scettici. Amo meno i cinici e non amo per niente i cinici testardi. Mi perdoni.

hidetoshi rossy ha detto...

@Daniele

Invece di prendertela con me (peraltro forse l'utente scettico più rispetto dalla nascita del WWW nel 1993 ad oggi) perché ho cancellato un messaggio proprio per non creare Flame, io con tutto il rispetto andrei sulle parole di Mario Massa :) :) :)

Sempre in attesa dei report (se mai arriveranno ) :) :)

Franco Morici ha detto...

mario massa wrote:
...ci sono 2 errori clamorosi:
1 - nel calcolo della potenza irraggiata considera anche la superficie interna del cilindro (dovrebbe considerare la sola, piccola, superficie dei fori)


In questa pasticciata correzione postuma del Report Penon:
http://www.scribd.com/doc/105326231/Corrections
la superficie fu corretta appunto in 0.1m2

La resistenza da 6 ohm è in grado di erogare a 230V 8.8kW.

Questo dato di potenza potenziale dei resistori è confermato (per difetto) anche nella tebella dei Technical data a pagina 12 del Report Penon:
http://www.scribd.com/doc/105322688/Penon4-1

bertoldo ha detto...

"Questo è palese incitamento alla violenza, degno dei peggiori estremisti islamici. (okkio che i servizi le leggono queste cose e prima o poi te li ritrovi fuori dall'uscio a prelevarti per le orecchie)"

sei fuori di cervello come tutti i nazisionisti d'altronde ... grazie per aver confermato che i ss nazionali di italiotilandia non sono che degli schiavi al servizio del padrone nazista Usa e getta ...

"Ma sei per caso cresciuto vicino ad una di queste basi? I figli degli americani che ci lavoravano ti menavano e rubavano la merenda tutti i giorni? Da grandicello poi ti hanno soffiato da sotto il naso l'amore della tua vita condanandoti ad una triste vita in celibato? Ti hanno messo incinta la sorella? Non mi spiego altrimenti tanta animosità."

comme ? si vede che sei propiro un vneduto al peggior offerente ...la miriade di stragi che hanno costellato questo paese di merda alias Italiotilandia e dovuto solo ed esclusivamente a gladio p2 stay behind e altre organizzazioni paramassoniche piramidali al cui apice ci sono i nazisionisti di skull e bones .140 installazioni militari conosciute in alcune delle quali sono stoccate armi nucleari e probabilmente anche alcuni virus ed armi chimiche e io sarei un extremista ? Fai una cosa rivolgiti hai nazisti che ti pagano e chiedi se gentilmente (dà vero goym quale sei ...) se ne vanno fuori dalle scatole , principalmente dall'Italia ma sarebbe auspicabile fuori dall'universo conosciuto . ok ?
Ti consiglio di accamparti vicino a niscemi e seguire dà vicini l'incitamento alla violenza praticato sistematicamente , pur di installare le loro merdose antenne per potenziare la rete haarp e devastare il mondo con terremoti e tornadi ...nelle zone colpite in questi giorni una roba del genere non si era mai vista e non è il tempo che cambia ma una precisa volonta , come il tornado sull'Ilva di Taranto qualche tmepo fà ...gli serve una base più larga a taranto ...maledetti nazisti di merda .

rodrigo ha detto...

@ Mario Massa
Quali sono le tue considerazioni riguardo alla zona di colore bianco in mezzo al resto di colore arancione?
Mi sembra di ricordare un tuo post in cui dicevi che le foto viste in giro sulla termografia dell'Hot-Cat mostravano un andamento troppo uniforme affinché ci potesse essere all'interno una sorgente di calore "anomalo" (considerando anche il posizionamento delle resistenze).

Silvio Caggia ha detto...

@robbins
Spero che per cinici tu intenda:
"1 Indifferente ai sentimenti e alla morale comune; privo di sensibilità: comportamento c."
E non:
"2 filos. Dell'antica scuola filosofica sostenitrice del cinismo: filosofi c."
I secondi sono anche piu' simpatici degli scettici! :-)
Non ho mai capito come si possa essere arrivati ad un aggettivo cosi' negativo partendo da un sostantivo cosi' positivo... Qualcuno me lo sa spiegare?

Silvio Caggia ha detto...

@alessandro pagnini
Che gusti... Scommetto che ti piacciono anche quelle lampade anni 60 a siluro con dentro gli sberluccichini che si muovono nel liquido... :-)

Silvio Caggia ha detto...

@mario massa
@franco morici
Nei vostri calcoli avete anche considerato la percentuale di tempo in cui l'hot cat va in autosostentamento? O considerate anche quello un potenziale "sbaglio" come collegarsi alla 380V invece che alla 220V :-)

Silvio Caggia ha detto...

@bertoldo
Anche io ti ho pensato quando ho sentito le notizie del terremoto+trombe d'aria+grandine e dei capannoni crollati in emilia... Magari c'hai anche ragione, ma se impari a comunicare in modo piu' politicamente corretto magari riesci a superare in piu' persone la barriera della dissonanza cognitiva...

Poi, ti prego, fammelo come favore personale: "hai" quando e' voce del verbo avere, "ai" quando e' preposizione articolata, grazie! :-)

robi ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
robi ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Robbins ha detto...

@Silvio Caggia
"Cinico" deriva dal greco "kyôn" = cane, perché i cinici vivevano come bestie. Il cinico più famoso fu Diogene, che aveva per casa una botte, non si lavava mai e, quando Alessandro (Magno, figlio di Filippo, dico niente) volle visitarlo, l'apostrofo con uno "Scostati, mi fai ombra"; ad Atene, dopo la sua morte e in ricodo di lui, fu eretta una colonna con sopra la statua di un cane.
Al di là dell'aneddotica, la filosofia cinica non è che mi entusiasmi: non vedo perché vivere come animali dopo tutta la fatica che abbiamo fatto a diventare uomini. Come minimo si tratta di uno spreco.

piero41 ha detto...

Altro che 7/800 gradi lo spot bianco secondo le tabelle potrebbe raggiungere i 1200° mi domando se non sia un hot-cat spinto al massimo?, la distribuzione delle polveri attive dovrebbe esser molto concentrata e vicina alla parete esterna. Mi sembra che la termografia precedente evidenzizizsse due zone più calde ma non così ...
Non si capisce bene ma questo hot- cat non mi sembra presenti la frangia che si può notare invece su quello di fronte al vigilante sfav... con la pistola, foto da 9248 pix o anche in quella da 5293 pix vicino alla maglietta vinaccia...con due macchie chiare sopra. Mi sembra sia un hot.cat più industrializzato chiuso davanti e con una frangia dietro forse da applicare direttamente sull’impianto.. Sulla destra in fondo mi sebra vi sia uno scambiatore verde, sulla foto a 9248 dietro il pilastro centrale e lo scambiatore si può intravedere un serbatoio cilindrico verde. Ma per cosa serve li?, con una zona di rilevamento dati vicina... potrebbe anche essere lo 1 MW cilindrico?? bohh??
Ehh Daniele 22 che puoi dirci, mai stato a Ferrara?? certo se assieme ad una foto riprendevi anche un filmatino dello hot-cat col sonoro... con tutte quelle cuffie in giro ce ne deve esser di rumore!!
Certo se è Levi si è ingrassato di pancia!! :)) Rossi invece è sempre uguale, certo se sono i test non dovrebbe esserci la!! foto da 3264px
Mi domando ma dove li inseriranno 100 di quei tizzoni infernali: in qualche caldaia ?? o magari fra pannelli fotovoltaici!!

Franco Morici ha detto...

@ Silvio Caggia

Nei vostri calcoli avete anche considerato la percentuale di tempo in cui l'hot cat va in autosostentamento

Il test è durato dalle 11.21 alle 17.50 sempre fornedo energia elettrica, quale sarebbe il periodo di "autosostentamento" riportato nel Report Penon?

Cito da pagina 11 del documento (il grassetto è mio):
E-Cat power supply was effected through a control box panel provided with a kWh meter which did not allow separate evaluation of the voltage and current supplied to the module.For this reason, a voltmeter and a clamp ammeter were installed downstream from the control box, so as to monitor power data independently from the panel meter. Due to the fact that panel meter data were found to be quite discordant from those measured by the voltmeter andthe ammeter, it was decided to ignore the former and use only the voltmeter and ammeter datarecorded manually in the course of the test

Ti pare che una tale situazione possa essere garanzia che i dati fossero tranquillamente tutti attendibili?

Un'ultima domanda...
Se ti serve produrre una potenza termica massima di soli 3.56kW per quale motivo installeresti (ed alimenteresti) due resistenze (potenzialmente) da 4.4kW ciascuna, poste in parallelo così che esse complessivamente (potenzialmente) possano produrre una potenza di circa 9kW? Non era sufficiente una (o anche due resistori) ma di potenza inferiore?

mario massa ha detto...

@Rodrigo
"Quali sono le tue considerazioni riguardo alla zona di colore bianco in mezzo al resto di colore arancione?"

Premetto che trovo sbagliato cercare di estrarre informazioni da una foto fatto salvo le "evidenze".
La disuniformità può certamente essere dovuta a una locale forte produzione di calore interno. La cosa però è in contrasto con una estrema uniformità del resto e con la mancanza di zone a temperatura intermedia. Non escluderi quindi un problema ottico. La temperatura al colore giallo sul foro in testata invece indica che all'interno la temperatura è molto superiore a quella esterna ma la cosa non incide sulla potenza erogata.

Robbins ha detto...

@Franco Morici
"Ti pare che una tale situazione possa essere garanzia che i dati fossero tranquillamente tutti attendibili?"
Cialtroni - non hanno approfondito la discrepanza.

"Non era sufficiente una (o anche due resistori) ma di potenza inferiore?"
Qui sono meno sicuro. Se la scelta dei componenti fosse dettata da dolo, i wattaggi reali non sarebbero stati dichiarati.
Direi che hanno usato quei componenti a caso, senza cervello, o che c'era un motivo riposto collegato al funzionamento.


Silvio Caggia ha detto...

@piero41
Devo essermi perso qualcosa per strada... Dove sono i link delle foto di cui parli? Che e' stra frangia? Tipo quella della signora obama? O forse intendi una flangia?

mario massa ha detto...

@Robbins
"Sappia che io amo gli scettici. Amo meno i cinici e non amo per niente i cinici testardi"

Che io sia uno scettico siamo d'accordo. Che qualcuno mi ritenga un cinico nella interpretazione usuale del termine mi dispiace. Se invece lo si intende come freddo e distaccato nell'analisi (non nella vita) allora ha centrato il mio atteggiamento. Credo che la mancanza di un atteggiamento simile da parte dei protagonisti di questa storia abbia generato tutta la confusione attuale.

Robbins ha detto...

@mario massa
Solo per suggerirle che il rigore non sono solo i numeretti corretti. Il rigore è un fatto metodologico a priori. Se Lei applica i numeretti a una situazione intrinsecamento fuori controllo non può ottenre un risultato valido (e non può spacciarlo come tale): Lei ottiene un risultato fittizio come se i conti fossero sbagliati fin dalle addizioni. In questi casi bisogna abbozzare e, senza rinunciare al giudizio, tenere la mano leggera.

mario massa ha detto...

@Silvio
"O considerate anche quello un potenziale "sbaglio" come collegarsi alla 380V invece che alla 220V :-)"

Ciao Silvio, quando ho detto che c'è la trifase volevo far notare che è possibile che i 147V dichiarati siano ottenuti per parzializzazione a partire da una 400V. In questo caso, essendo l'angolo di conduzione molto piccolo, il valore efficace è molto superiore al valore medio. E in tutti i filmati che avevamo visto si usavano strumenti a valore medio (faceva eccezione Levi che in un test, non ricordo quale, usava un ottimo wattmetro). Se non ricordo male anche in questo test avevano usato un wattmetro, ma ammetterai che l'ambiente non sembra pieno di grandi esperti in misure. Poi come sai, se le misure sono corrette e l'oggetto funziona sono più contento di te.

rodrigo ha detto...

@ Mario Massa
"un problema ottico"

quindi un artefatto dovuto ad es. all'obbiettivo del telefonino (è stato usato un iPhone4) o comunque qualche cosa che in realtà sull'oggetto non esisterebbe, o che a vista diretta non si vedrebbe?

@ Silvio Caggia

la foto è questa:
http://www.cobraf.com/showimage.php?image=/forum/immagini/R_123523847_1.jpg
ingrandimento della foto
http://postimg.org/image/6v14pk649/

Silvio Caggia ha detto...

@robbins
I cinici si sentivano cittadini del mondo e pacifisti in una atene in cui due terzi del tempo si era in guerra con qualche altra citta' per contendersi le risorse, i cinici erano per l'abolizione della schiavitu' in una societa' che era basata sulla schiavitu', i cinici erano per la condivisione delle donne e dei figli, degli hippie ante-litteram... :-) L'appellativo di cani glielo diedero i loro nemici, poi lo girarono a loro favore perche' si ispiravano ad una vita naturale come quella degli animali. Mica erano dei punkabbestia! :-)
Un giorno un cinico stava lavando della verdura ad una fontana, ed un altro filosofo gli disse: ah, se tu frequentassi i ricchi come me non dovresti ridurti a mangiare verdure... E lui gli rispose: se non mangiassi queste verdure dovrei ridurmi a frequentare i ricchi come te... :-)
Vivevano in mezzo alla gente, avevano un atteggiamento comprensivo e compassionevole, l'opposto dell'apatia stoica... Davvero non vedo proprio cosa possano centrare con l'aggettivo cinico che usiamo oggi (come hai fatto anche tu)... Penso che l'aggettivo sia frutto di una mistificazione dei loro oppositori... Ed ancora oggi vedo che funziona... Ridiamo dignita' ai veri filosofi cinici, chiamiamo pseudocinici gli insensibili moderni? :-)

Robbins ha detto...

@Silvio Caggia
Dia retta a me, che me ne intendo: la colonna con sopra il cane la eressero in onore, NON contro Diogene, e non i suoi nemici. Poi se Lei, documentandosi in rete, trova una storia diversa che le piace di più, è ovviamente padronissimo di preferila alla mia. Ma è la mia storia che ha avuto luogo, non la sua.

Robbins ha detto...

PENON FABIO
Via Sette Fratelli Cervi, 135031 ABANO TERME (PD) tel.: 049811111

Silvio Caggia ha detto...

@franco morici
Oh bella, non sapevo che anche con penon fosse venuto fuori lo stesso problema che poi e' venuto fuori con lo svedesino! Ma mi sembra che dopo lo svedesino si fosse chiarito che misurare tensione e corrente a valle della scatola misteriosa fosse fallace (fintanto che c'era il triac e non il variac...), specie se con certi strumenti sofisticati, e che fosse meglio usare il wattmetro a monte, o no?

Per quello che ho capito io, il cop degli e-cat deriva in gran parte dalla percentuale di tempo che riesce a stare in autostentamento, per cui non mi stupisce che quando invece e' attivato l'e-cat abbia bisogno di assorbire quanto o addirittura piu' di quanto esce... Per cui non mi stupisce il dimensionamento delle resistenze... Ricordiamoci che servono a regime a "controllare" l'e-cat ed impedire che vada in overrun... Vogliamo rischiare di fonderlo per risparmiare?

piero41 ha detto...

@Silvio Caggia (in ritardo..)

Sono le 3 foto degli interni del capannone di Ferrara su Jonp Full size
http://www.e-catworld.com/2013/05/e-cat-shipping-pictures-posted-on-the-jonp/

hoops!! pardon !! un po’ di dialetto??
Strano che ancora nessuno abbia affermato che trattasi di lanterna rossa con lampada bianca interna...!!!
Alcuni ricercatori Usa parlavano di fenomeni statistici a base delle Lenr che potrebbero portare una zona delle polveri ad accrescere e sviluppar sempre più la la reazione ed anche all’inverso...naturalmente.....bohh??

Giovanni Costantini ha detto...

@Silvio Caggia ha detto...
"@bertoldo
Anche io ti ho pensato quando ho sentito le notizie del terremoto+trombe d'aria+grandine e dei capannoni crollati in emilia... Magari c'hai anche ragione, ma se impari a comunicare in modo piu' politicamente corretto magari riesci a superare in piu' persone la barriera della dissonanza cognitiva...

Poi, ti prego, fammelo come favore personale: "hai" quando e' voce del verbo avere, "ai" quando e' preposizione articolata, grazie! :-)"

Quoto 100%. Grande Silvio.

Franco Morici ha detto...

Robbins wrote:
Se la scelta dei componenti fosse dettata da dolo, i wattaggi reali non sarebbero stati dichiarati.

Hanno rilevato tensione e corrente, il valore resistivo complessivo era desumibile semplicemente dividendo la tensione per la corrente.
Esempio dal Report:
(V/I=R)
100/17.2=5.8 ohm
113/19.36=5.8 ohm
121/20.7=5.8 ohm
135/22.8=5.9 ohm
147/24.25=6 ohm

Viene riportato il valore resistivo dei resistori (misurato a freddo) penso come ulteriore verifica budgettaria della potenza elettrica assorbita.

I "wattaggi reali" (mi pare di capire che si intendono i valori di potenza potenzialmente erogabili dai resistori) sono quindi desumibili da chiunque utilizzando la relazione V2/R. Eventualmente il riportare o meno nella tabella questo dato "per dolo" non avrebbe cambiato molto.

Daniele Passerini ha detto...

@Silvio Caggia
...il titolo "fino al limite di rottura" non si riferisce all'hot-cat ma ai gioielli di famiglia di daniele...
Pensavo fosse evidente! :)

Silvio Caggia ha detto...

@robbins
Non vedo contraddizione tra quello che hai scritto di diogene e quanto ho scritto io... il punto e' che quando sento dare del cinico a qualcuno in senso dispregiativo e' come se un sessantottino sentisse dare dell'hippie a qualcuno in senso dispregiativo... "Qualcuno" (mi chiedo chi) ha rigirato in negativo nel tempo il significato di cinico ed e' un peccato, perche questi filosofi hanno tutta la mia stima...
http://it.m.wikipedia.org/wiki/Diogene_di_Sinope
Mi scuso per l'apparente off topic, ma se ci pensiamo bene, lo stesso problema che ponevano i cinici, ovvero il problema della liberta' dal potere, e' il problema che oggi impedisce di conoscere la verita' sulla fusione fredda!
Il ricercatore senza fondi ma libero e' il vero cinico, il ricercatore asservito al potere e' quello che sfotte diogene che mangia la verdura...
Ci sarebbe da farne un post a se...
Ovviamente non ti faccio una colpa di usare l'aggettivo cinico nel modo 1... Diciamo che ho sfruttato il tuo commento per togliermi questo sassolino dalla scarpa... Scusami! :-)

Silvio Caggia ha detto...

@daniele passerini
"Pensavo fosse evidente!"

Dimentichi che qui abbiamo dei geni alla sheldon cooper... :-) ricordati di scrivere "bazinga!" se vuoi essere sicuro che capiscano che scherzi! :-D
http://it.m.wikipedia.org/wiki/Sheldon_Cooper

Robbins ha detto...

@Franco Morici
La relazione R=V/I mi è nota. Ho parlato di dolo: i valori della tabella (e l'insieme dei valori derivati) potrebbero essere TUTTI fittizi, non mi risulta ci fosse un notaio. Scusi la mancanza di chiarezza - ho forse presunto ciò che non era ovvio.

Franco Morici ha detto...

Silvio Caggia wrote:
...per cui non mi stupisce che quando invece e' attivato l'e-cat abbia bisogno di assorbire quanto o addirittura piu' di quanto esce... Per cui non mi stupisce il dimensionamento delle resistenze...

Quanto affermi non è quello che sostiene Rossi e cioè che il COP minimo del sistema è 6 tenendo già conto del periodo di SSM (che tra l'altro afferma ha una durata massima di 2 ore in condizioni di sicurezza).

Se fossi come dici tu (cioè che l'E-Cat può assorbire per un certo periodo di tempo potenza uguale o addirittura superiore a quella prodotta) le specifiche tecniche dell'impianto da 1MW dovrebbero riportare un consumo elettrico "di picco" ben superiore a quello indicato, vedere specifica:
Electrical Input Power Peak 200kW
Il link:
http://www.prometeon.it/download/E_Cat_termico_bassa_temperatura_alimentazione_elettrica.pdf

Silvio Caggia ha detto...

@franco morici
Scusa franco, ma se per esempio un modulo e-cat avesse un cop medio 6 facendo due ore di autosostentamento ogni due ore e dodici minuti, nei dodici minuti che si alimenta che assorbimento avrebbe se non il doppio dell'output? :-)
12min * -20W = -240
132min +10W = 1320
E' solo un esempio...
Oppure metti che per 24min ha cop 1 e poi per due ore va in autosostentamento, il cop medio e' sempre 6...

L'e-cat da 1MW sono tanti moduli comandati da un pc in rete, metti che ne alimenti a turno solo 1 su 5 ecco che hai il tuo consumo max di 200KW...
mi sembra ragionevole che l'autosostentamento avvenga a turno e non in sincrono...

Sono solo ipotesi...
Ma di certo se c'e' autosostentamento e cop 6 il consumo MEDIO del singolo modulo e' 1/6, ma poiche' quando e' in autosostentamento e' 0 quando e' alimentato DEVE ESSERE MAGGIORE di 1/6! :-)

tia_ ha detto...

>che gli errori di algebra/calorimetria elementare siano condivisi anche da tutti gli astanti al collaudo del generatore da 1 Mw, che sono venuti da dove sono venuti soltanto per assaggiare la pasticceria italiana.

Al collaudo del reattore da 1MW di ottobre 2011 è stato usato un metodo di misura della potenza termica in uscita che dire sbilanciato verso la sovrastima è dire poco. Fatto malissimo.

Robbins ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Robbins ha detto...

@tia_
Dopo il malissimo e la sfiatella son passati due anni, eppure Rossi scova sempre qualche cretino che gli crede. Ora sono stranieri. Certo nel mondo ci sono miliardi di persone e trovarne da fregare non deve essere difficile. Basta cambire una cosa lì, far girare le ventole là ecc.. Prima che i creduloni finiscano Rossi passerà a miglior vita e, nel frattempo, avrà risolto il problema di far giornata (anche se non è chiaro come riesca a guadagnare con questi spettacoli circensi - staccherà biglietti?).
Spiegazione razionalissima, questa, e che evita questioni nucleari. Quelle è meglio lasciarle alla singolare saggezza di vecchioni che, essendo in pensione, possono agire da bocche della verità senza conflitti di interesse (e che tra cento anni saranno ancora dall'orefice a contrattare l'acquisto del palladio - evidentemente la gente si diverte a perdere tempo, i vecchioni e i loro team come Pippo Franco e il Bagaglino: risate garantite ogni sera).

Silvio Caggia ha detto...

@robbins
"anche se non è chiaro
come riesca a guadagnare con questi spettacoli
circensi - staccherà biglietti?"

In genere sono governato dal mio emisfero destro che e' tutto a favore di rossi, da true believer... :-)
Ogni tanto mi si accende l'emisfero sinistro, stuzzicato da domande come questa, e voglio confidarti, rimanga tra noi, cosa pensa... Tra l'altro in un colpo solo fa felice gli scettici come tia ed i complottisti come bertoldo... Te lo dico una volta sola: rossi e' un burattino al soldo dalla cia.
L'e' cat e' una gigantesca truffa planetaria orchestrata dai geniacci della sicurezza nazionale americana mirante a questi obiettivi:
- far cagare sotto i paesi produttori di petrolio e gas facendo svendere loro le risorse energetiche
- bloccare in tutto il mondo (tranne in casa loro) gli investimenti sulle rinnovabili
- dare una frustata ed un colpo di sprone a chi lavora ai loro progetti di fusione calda (sbrigatevi o vi mandiamo a casa)
- creare una distrazione ludica per believers e pseudoscettici in tutto il mondo (entrambi noti rompicoglioni se non hanno qualcosa da fare)
- il tutto con un budget veramente ridicolo: quanto basta per pagare l'agente rossi, qualche capannone, un po' di ferraglia, e l'agente shutdownrossi... Tutto il resto si muove gratis! :-)

Il bello e' che incredibilmente tutti i tasselli del puzzle quadrano senza sbavature in questa visione... :-)

Ciononostante, io, emisfero destro, non ci credo :-D

--- . --- . ---

Vecchioni, vecchioni continui a dire... Eppure per me vecchioni e' un complimento... Il professor Roberto e' per me uno dei piu' bravi cantautori viventi!
La copertina di Il cielo capovolto...
La poesia di Il tuo culo ed il tuo cuore...
m.youtube.com/watch?v=FxDclkORgI0
Insomma... un eterno grande! :-)

Paul ha detto...

Il 7 maggio ci sarà una intervista live con Rossi:
http://pesn.com/2013/05/03/9602306_Live_Andrea-Rossi_Interview_May7/

Franco Morici ha detto...

@ Silvio Caggia

Forse non mi crederai ma oltre un anno fa avevo scritto a Rossi proponendo un ragionamento simile al tuo per cercare di sfruttare al meglio gruppi di E-Cat (da qualche parte ho ancora le mai scambiate). Non la faccio lunga ma dopo una iniziale apparente disponibilita' ad esaminare la cosa non ricevetti piu' feedback. Dopo qualche tempo scrissi per capire se la cosa fosse stata analizzata o provata e Rossi mi rispose senza tante spiegazioni che il ragionamento e la soluzione proposta non e' applicabile al E-Cat ed il COP e' 6 indipendentemente da SSM. Pertanto da allora, per quanto mi riguarda, ogni ragionamento ipotetico come il tuo essendo privo di riscontri per quanto logico possa sembrare, non e' plausibile.Se vuoi prova a chiedere a lui di spiegarti come opera e di esaminare le tue ipotesi.

Tra l'altro stavamo parlando dei dati del Report di Penon, test che riguardava un Hot-Cat e nel test non vi era alcun periodo di SSM come testimoniato dai parametri elettrici.

Fabio Sartori ha detto...

@Robbins
anche se non è chiaro come riesca a guadagnare con questi spettacoli circensi?
Non scarterei l'ipotesi che non ci guadagni affatto. Non dimentichiamo che fra i gioelli di famiglia contempla una florida azienda che produce e vende genset a olio vegetale, senza dimenticare da parte di consorte studi notarili e legali. Non sto inventando nulla, basta cercare in rete. Io mi son fatto la personalissima opinione che quest'ultima (la famiglia) gli mantenga questo probabilmente costosissimo hobby. Tanto danno non fa, l'ingegnere si diverte e, nel caso funzionasse veramente qualcosa, tanto di guadagnato. E' un uomo tenace e iperattivo che si spegnerebbe inesorabilmente lontano dalla ribalta e dai riflettori. I giornalisti, il pubblico e le interviste, specialmente quelle in inglese, lo attirano come il miele. Altro che voler lavorare isolato e chiuso da solo in laboratorio.
Spero di non aver scritto nulla di offensivo. Mi sono ispirato da quanto chiunqe può leggere in quella bellissima biografia scritta molti anni fa dal giornalista Luigi Bacialli.

Briel ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Silvio Caggia ha detto...

@franco morici
"il COP e' 6
indipendentemente da SSM"

Se il buonsenso mi dice che il ssm influenza il cop e rossi lo nega io sorrido simpaticamente a quel burlone di rossi che sta cercando di portarmi fuori strada perche' sto andando pericolosamente avanti nella direzione giusta, non prendo per buono tutto quello che dice, altrimenti dovresti prendere per buono anche che l'e-cat funziona, non credi? :-)

Silvio Caggia ha detto...

@franco morici
Tanto per inquadrare il personaggio: e' uno che magari gli dici che nella situazione del momento secondo te sarebbe bene fare una certa cosa, lui li' per li' ti dice che assolutamente lui non ha intenzione di farlo e che lui non fa cosi' per principio... poi dopo qualche ora scopri che ha fatto esattamente quello che gli consigliavi... :-)
Ma dai, non ce lo avete mai avuto un nonnetto o uno zio di quell'eta' che si comporta cosi'? E' quasi fisiologico... :-)

Silvio Caggia ha detto...

@briel
Grazie di averci ricordato il report di pordenone...

@franco morici
...come vedi si parla di cop 11,7 con un ssm di 218 ore su 336 ore di funzionamento.
Se ti interessa il cop non guardare il report di penon che non era in alcun modo finalizzato a misurare il cop ma a posizionare l'hot-cat sul diagramma di ragone.

piero41 ha detto...

Probabilmente sarò un bel cialtrone un po’ ritardato ma propio non riesco a capire tutta questo desiderio d’incalzare il Rossi nei suoi calcoli dei rendimenti e del cop dello hot-cat ad irraggiamento con vernice aeronautica nera ecc.. A me sembra una gran cialtronata ad effetto per stupire i ... gonzi. Innanzi tutto in questi test non si considera l’effetto Tom e Jerry che dovrebbe modificare penso tutti i valori di energia in .. ma poi mi domando dove cavolo il Rossi vuole usare concretamente questo benedetto hot-cat ? Ne vuol mettere 100 vicini e sfruttar solo l’irraggiamento? be mi sembrerebbe fuori di testa !! Già uno solo mi sembra di ricordare creava correnti d’aria torride nei pressi e quello non era evidentemente irraggiamento!! 100 assieme diventano quasi esplosivi!! Probabilmente il calore prodotto dalle polveri verrà estratto per convenzione con un primario liquido o a vapore e quindi cambiano tutte le temperature d’esercizio , le forme e le geometrie esterne dello hot cat.. Perchè allora mi chiedo invece di questa pagliacciata ad effetto il Rossi non ci mostra lo hot cat in situazione reale d’esercizio come il precedente 1 MW?? Anche se dovesse applicarvi sopra a contatto i moduli di conversione diretta calore energia come già fanno i militari anche così gli equilibri termici sarebbero molto diversi. Diciamo allora che Rossi sta ora studiando il sistema migliore per produrre calore da una certa reazione e per far spettacolo. I calcoli sui rendimenti dovranno essser effettuati in ben altre situazioni e senza riuscir ad utilizzare tutto il calore prodotto, anzi!! Senz’altro sbaglierò..

piero41 ha detto...

Certo che se la foto di D22 non fosse stata effettuata mesi addietro si potrebbe anche pensare che l'effetto spot bianco potrebbe esser creato da un mouse concentrato interno che riscalda le altre polveri diffuse nel resto del gatto...

Franco Morici ha detto...

Il cosidetto Report di Pordenone era un documento autoprodotto da Rossi relativo a prove eseguite esclusivamente da personale interno alla Leonardo Corp.
(devo quindi dar retta all'oste che mi assicura che il vino e' buono?)

Se vi ricordate bene invece il Report di Penon era quello che all'epoca veniva presentato come documentazione di "third party test".

A proposito dell'evento di Pordenone, che fine ha fatto il famoso pacco documentativo di oltre 100 pagine pubblicamente promesso in libera divulgazione?

Silvio Caggia ha detto...

@franco morici
Il test di penon non era finalizzato a stimare il cop, probabilmente come ricordi tu non sono andati in ssm, ed il cop se ricordo bene era molto basso, tipo 2, che ragionamenti ci vuoi fare sopra se non quelli che ci ha fatto penon ovvero la collocazione sul diagramma di ragone?

@piero41
Inquadra i diversi oggetti ed il loro livello di sviluppo:
- E-cat 1MW termico, bassa temperatura, prodotto in stato di pre-serie, testato da fioravanti, venduto a pochissimi clienti pilota
- hot-cat, alta temperatura, prototipo in fase di ingegnerizzazione delle sue applicazioni, testato da penon e certificazione di sicurezza sgs
- hot-cat a due livelli (tom e jerry), prototipo sperimentale, testato dagli 11 professori + 4 ricercatori di 4 universita'
- onion-cat (porro-cat), multilivello, prototipo in stato concept, cop tendente all'infinito

Se hai chiara la situazione di avanzamento ti rispondi da solo a tutte le domande attuali e future :-)

lmwillys ha detto...

faccio un giretto qui

ricordo quel post di Cures e lo sconcerto che mi provocò all'epoca, era la prima e finora unica volta che mi trovavo di fronte a qualcosa di POSSIBILE portata storica, un totale stravolgimento economico-sociale globale all'orizzonte

è quel POSSIBILE che ancora mi disturba

a me interessa sapere se esiste la volontà di rendere il pianeta partecipe, non ho dubbi sulla realtà del fenomeno

io non voglio resti confinato tra 4 gatti militari

Passerini ha informazioni in proposito ?

domenico canino ha detto...

@lmwillys
sono d'accordo, anche io penso che il fenomeno sia reale, anche se non del tutto compreso neanche da rossi, e tutt'altro che maturo per il mercato; ma il punto è se ce la fa ad arrivare fino al mercato di massa, cioè fino a noi poveri mortali oppure i militari ed i grandi interessi economici di parte lo ritardano di quanto gli serve; Se poi arriva e lo fanno costare come il petrolio, dal punto di vista economico non conviene cambiare tutta la filiera; ma dal punto di vista ambientale e dell'inquinamento il salto sarebbe enorme; pensate solo ad un mare senza petroliere, e senza motori inquinanti; Rossi da quando ha ceduto il segreto industriale al partner USA, è molto più relaxed, finanziariamente sembra coperto, con i colossi energetici se la gioca alla pari il suo partner, ed a lui lo fanno giocare con S&D che è quello che gli interessa di più; ma io sono solo un passero;
ciao

Silvio Caggia ha detto...

@imwillis
Bella domanda. Non vedo pero' come daniele possa risponderti... Non dobbiamo vivere sperando nell'intevento demiurgico dell'e-cat a risolvere i problemi del mondo, dobbiamo lavorare per avere un potere politico, economico e finanziario al servizio dei cittadini, per non aver piu' bisogno di un potere militare, e solo a questo punto l'e-cat (e tante altre invenzioni del genio umano) saranno al servizio del cittadino. Mantenendo lo status quo sarai tu cittadino al servizio dell'e-cat... :-)

tia_ ha detto...

>- E-cat 1MW termico, bassa temperatura, prodotto in stato di pre-serie, testato da fioravanti, venduto a pochissimi clienti pilota

Venduto a detta di rossi, perchè anche se è "sul mercato" da ottobre 2011, la povera Prometeon proprio non riesce a venderlo (vedere rumors di laureti su caparre restituite perchè rossi non consegna il prodotto)


>- hot-cat, alta temperatura, prototipo in fase di ingegnerizzazione delle sue applicazioni, testato da penon e certificazione di sicurezza sgs

Sbagliato, la "certificazione di sicurezza" era per quello da 1MW

Alessandro Pagnini ha detto...

@ Franco Morici
Puff...puff... scusa il ritardo, ho avuto un po' di impegni e corro adesso a dare un'occhiata al blog :-D

Non so risponderti. Mi pareva di ricordare che la schermatura, nonché 'termalizzazione' dei gamma avvenisse nel cilindro, ma ovviamente potrei ricordare male e inoltre non so dirti l'attendibilità nemmeno della fonte originaria (che non ricordo, perché sono passati dei mesi). Qui la domanda va girata al buon dottor Rossi, sperando che risponda.

Comunque, prendendo spunto dall'obiezione di tia_, si potrebbe tentare una specie di reverse engineering, nel senso che guardando quello che non hanno ritenuto utile mettere in campo, in relazione alla sicurezza, qualcuno del settore potrebbe almeno cercare di escludere certe tipologie di funzionamento ed ipotizzarne altre. Sì, sì, lo so che verrebbe subito in mente l'effetto Joule, come candidato alla produzione del calore rilevato :-)
Penso che, effetto Joule a parte, probabilmente ci si potrebbe rendere conto che è piuttosto prematuro cercare di capire cosa davvero accade nello Hot Cat (e nello E-CAT).

@ Fabio Sartori
Ipotesi suggestiva! :-)
Devono essere ben ricchi in famiglia, però. Gli costa più che non praticare vela d'altura. Anche perché devono pagare tutti i dipendenti e i suoi collaboratori scientifici. Non vorrei essere la famiglia Rossi, quando Equitalia gli chiederà conto delle uscite col redditometro ;-)

@ Silvio
La tua ipotesi di prezzolamento da parte della CIA sembra davvero buona. Sicuro che non hai rubato l'idea a bertoldo? :-D

@ Tutti
Buona domenica! :-)

bertoldo ha detto...

"Passerini ha informazioni in proposito ? "

ti ha già risposto in post precedente dove diceva che le nuove energie appaiono quando servono ...ora chiedersi a chi servono se il primo impianto è stato venduto ai militari ...certamente se perdono il controllo dell'energia "i militari" (intesi come globalità dei governi) perdono il controllo politico e iniziano rivoluzioni culturali che non sono ben viste , perchè quei piccoli dittatori che presiedono le istituzioni in qualsiasi posto del mondo e a qualsiasi livello ,sono tutt'altro che democratici e non avrebbero le capacità intellettive sufficenti per guidare una cosa del genere , sempre posto che ci sia bisogno di una guida del genere

hidetoshi rossy ha detto...

Probabilmente l'intervista a Rossi del 7 Maggio è la cosa più interessante al momento

Silvio Caggia ha detto...

@tia
Grazie della correzione, e' l'e-cat 1MW a bassa temperatura ovviamente ad avere la certificazione di sicurezza sgs, l'hot-cat ha un report sulle emissioni da parte del solito bianchini se non sbaglio.

Riguardo la vendita dell'e-cat, facciamo come fai tu: hai mai sentito parlare di pre-serie e clienti pilota? :-)

tia_ ha detto...

>Riguardo la vendita dell'e-cat, facciamo come fai tu: hai mai sentito parlare di pre-serie e clienti pilota? :-)

L'e-cat sarebbe in vendita (a detta di rossi) già da diciotto mesi.
Ed intanto i rivenditori "esclusivi" (che hanno sganciato i soldi) non riescono a vendere nulla visto che manca il prodotto.
Il quadro mi sembra chiaro.

Silvio Caggia ha detto...

@bertoldo
S...ss...ei p...pr...oprio tu? Per un attimo ho pensato che si fosse dischiuso il baccello ed il trifido ti avesse gia' rimpiazzato... :-D

Vedi che basta mettere a posto le acca e tutto quello che dici sembra diverso? :-)

Un applauso!

Non vorrei fare danni... forse e' troppo presto... Ma voglio rischiare: gli spazi di separazione vanno dopo la punteggiatura, non prima. :-)

Silvio Caggia ha detto...

@tia
Ok, non ne hai mai sentito parlare... Allora ti spiego: esistono le pre-serie, i prodotti di serie e la mass production... Vediamo di farti un esempio nel tuo campo software... Esistono le beta-release, le 1.0 e le 1.1, ti e' piu' chiaro adesso?
Le beta-release le dai a pochi intimi che tieni strettamente sotto controllo, poi ti apri di piu' con la prima production-release, la diffusione di massa la osi solo dopo.
Sei mai stato cliente gold di una nuova major release di un software? Io si', ed e' una palla aprire continuamente delle TAR (technical assistance request) ed attendere che ti mandino le patch (pezze!) per riparare il sistema!
Ancora sento l'eco delle discussioni infiammate con il supporto tecnico per sostenere che un malfunzionamento sia "critical" per il business mentre il tecnico prova a declassartelo continuamente a "nice to have"... E intanto tu impazzisci a cercare dei "workaround" :-(

tia_ ha detto...

>Ok, non ne hai mai sentito parlare... Allora ti spiego

No, ti spiego io: DICIOTTO MESI.
E il rivenditore italiano (stando ai rumors) non riesce ad avere il prodotto che è in vendita (a detta di rossi) da 18 mesi e deve restituire le caparre.
Semplicemente l'e-cat da 1MW non è in vendita, ed infatti si vede girare sempre lo stesso container con un po' di make-up.
Rossi non vende e-cat, vende licenze.

robi ha detto...

forse non c entra
in agricoltura prima di far uscire nuovi prodotti per tutti, le ditte farmaceutiche scelgono
alcune aziende come ultima prova.
il prodotto lo paghi ad un prezzo conveniente ,ma, sei obbligato a seguire le loro direttive.

a noi personalmente è successo che il prodotto non funzionasse come asserivano.
danni non ce ne hanno pagati..
ma il prodotto , dopo ,è stato commercializzato in triplice combinazione (tre principi attivi)..

piero41 ha detto...

@Silvio Gaggia ore 10:33
Prendiamo lo 1 MW collaudato da Fioravanti. Roaai ha detto di averne prodotto e consegnato l’anno scorso un altro in USA ai militari. Sarà vero? Possiamo più sicuramente supporre che il primo dopo il collaudo sia stato modificato con una black box elettronica di controllo e sicurezza. Mi domando a che punto sia l’integrazione con i 100 e più mouse per la riduzione dei consumi? Forse è avvenuta nell’impianto originario che si dice mostrato mentre viene spostato a Ferrara per tale collaudo da parte degli 11 esperti. Esso il 30 scorso doveva esser spostato in USA.
N.B. Per tale impianto termico tempo fa si parlava di uno studio e ingegnerizzazione per la produzione industriale a botte di 1ml di altezza per 1,60 di diametro. Che ne è stato e che ne sarà??
2) Hot- cat singolo. Nevanlinna ne individua 4 elaborazioni successive, nessuno ne ha mai mostrato ufficialmente uno abbinato con un mouse . ( a meno che non sia integrato nelle foto di D22 nello spot bianco)
3) Hot cat a gas che Wired dice Rossi stava provando a Ferrara in autosostentamento. Mai mostrato.
NB per gli Hot-cat 2 e 3 nessuno ha mai ne parlato ne mostrato impianti da 1 o più MW da abbinarli ad una turbina o a dispositivi di trasformazione diretta calore-energia. Tempo fa Rossi parlava di un impianto da 2 tonnellate di 2 mc circa. Nessuna immagine.
Le domande che mi pongo sono:
1): sarà prodotto industrialmente l’impianto a calore da 1 MW a cabina?? o magari in grande serie a botte?
2) Come saranno realizzati gli impianti da 1 MW o più con produzione d’energia ? inoltre utilizzeranno turbine o la trasformazione diretta calore-energia.
NB da quando Rossi dice di aver venduto la società di Miami e il brevetto sono spariti dai commenti tutti i riferimenti alle precedenti ipotesi d’ingegnerizzazione.. Spero propio che i militari + un eventuale grossa compagnia propietaria non ce lo lascino ad agitar davanti nella ricerca mentre per qualche anno le sue vere chicche diverranno realtà nei loro ambiti e mezzi, senza brevetto naturalmente..
Da solo non so certo rispondere a tutti questi interrogativi, ma nemmeno alla sua credibilità per le future realizzazioni concrete, ammesso che effettivamente abbia realizzato la scoperta di base cosa che ora forse mi appare più probabile..
Quanto ai possibili sviluppi civili non vorrete pensar certo che una tale rivoluzione possa realizzarsi senza un controllo politico-sociale e fianziario che la possa introdurre senza stravolgimenti eccessivi .....

tia_ ha detto...

>in agricoltura prima di far uscire nuovi prodotti per tutti, le ditte farmaceutiche scelgono
alcune aziende come ultima prova.

Vai sul sito della prometeon e trovami il punto in cui dicono che l'e-cat da 1MW che vendono è una versione di prova.

tia_ ha detto...

>Le beta-release le dai a pochi intimi che tieni strettamente sotto controllo, poi ti apri di piu' con la prima production-release, la diffusione di massa la osi solo dopo.

Eh già, ora confronta quello che hai scritto con le dichiarazioni di Rossi (e.-cat da 1MW in vendita da ottobre 2011) e il sito di prometeon (e-cat da 1MW in vendita). E non si parla di versione di prova.

robi ha detto...

Tia
il prodotto che proviamo è finito.
Ha già tutte le carte in regola per esser commercializzato
è per un ulteriore scrupolo che lo fanno provare in differenti zone
in effetti quando hanno capito che non era così efficace per la peronospera ,non potendo eliminarlo l hanno mischiato insieme ad altri 2 principi attivi già sicuri

tia_ ha detto...

>il prodotto che proviamo è finito.
Ha già tutte le carte in regola per esser commercializzato
è per un ulteriore scrupolo che lo fanno provare in differenti zone

Robi, lo so come funziona. E non hai risposto alla domanda.
l'e-cat viene già proposto in vendita dai rivenditori, non si parla di versione di prova.
L'esempio analogo è che il prodotto agricolo viene pubblicizzato sulle riviste del settore, viene detto ai rivenditori che è in vendita (da 18 mesi), e poi quando tu vai a fare l'ordine dal rivenditore dopo un po' ti ridanno indietro la caparra perchè la casa madre non ha fatto arrivare il prodotto.
E tutto questo caggia lo giustifica con una pre-serie, clienti pilota, beta release.
No, non funziona così.

Silvio Caggia ha detto...

@tia
Il principale concorrente di rossi e' ancora alla release alpha dopo 60 anni di lavoro, e non si sogna minimamente di restituire la sostanziosa caparra data dai suoi clienti (i nostri padri e noi)... :-)
Ma restiamo sul pezzo... Il rivenditore italiano conosceva benissimo la situazione 18 mesi fa, tant'e' che secondo me non si e' ancora dotato di una rete commerciale adatta alla mass production, ma seleziona in modo centralizzato i clienti pilota. Ti ripeto che non tutti i clienti sono adatti a fare il cliente pilota, e pochissimi hanno voglia di farlo quando sai quanto ti impegna...

Fabio Sartori ha detto...

Eddai sù! Vi state scatenando su delle piccolezze. Venduto si, venduto no, in vendita, non in vendita, pronto, non pronto ... gamma si, gamma no!
E' la big picture che dovete cogliere, l'idea di una nuova e potente fonte energetica che ha bisogno di qualche trimmaggio per decollare. Se continuate a fare muro ovvio che non si riesce a procedere.
Rossi, oltre che un geniale ed eclettico inventore, è anche un "dealer" d'assalto. (Non vi è mai capitato girando per gli USA [e getta] di fermarvi per sbaglio nel piazzale di un concessionario d'auto ad ammirare una Corvette? A me si, in pochi secondi ti si attacca un tipo che ti avviluppa come una medusa e non ti fa più respirare finchè non mostri l'intenzione di comprarla)
Consiglio: rileggete il mio post precedente e se non l'avete fatto, anche il libro di Bacialli. Togliete la vicenda petroldragon e tentate di focalizzare il personaggio. Vi si materializzerà immediatamente davanti agli occhi la "big picture".

Robbins ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
robi ha detto...

Questo è il problema che aveva fatto notare Laureti
Anch io avevo dato una risposta dubbiosa su questo modo di agire , poi leggevo su Cobraf un interpretazione del caso completamente differente dalla mia analisi ,cioè, si potrebbe anche pensare che Rossi voglia uscire con il meglio del meglio.
A questo punto non azzardo alcuna ipotesi (anche perchè non ho alcuna sicurezza di base su come stiano le cose)e mi rimetto a lanciare la lenza...e attendo..

Robbins ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Robbins ha detto...

Non capisco questa mancanza di limpidezza nella concettualizzazione, questo generale attaccarsi a dettagli che diventano elementi principali (e sbagliati) della spiegazione.

Un lustro fa Rossi si mette in contatto con Focardi e Piantelli. I due prof sono in pensione, ma Piantelli ha ancora il laboratorio con lo Knudsen e, per quanto sia sospettoso e arcigno (cremonese trapiantato a Siena, firma grafologicamente interessante), accetta di collaborare fornendo una micropolvere di nichel deposta e ossidata come sa fare lui.

Rossi riconosce pubblicamente che il materiale attivo gli viene fornito da un "vecchio", e ci costruisce intorno diversi prototipi di reattori-porcherie (quelli delle prime foto mostrate da Focardi, tecnicamente dei microreattori in flusso gassoso), in cui al metallo viene somministrato idrogeno a pressione "pulsante" (testo del brevetto) tramite un'elettrovalvola e forse a perdere (gas bruciato in rilascio).

Uno di questi reattori, magari sfruculiato con qualcosa di semplice suggerito dalla pratica, cioè con radiofrequenza o ultrasuoni, comincia a dar segni di vita e l'inventore decide di buttarsi. Magari c'è anche la polverina segreta, che non catalizza una cippa a livello nucleare ma predispone l'interfaccia idrogeno-nichel (è opinione generale che il fenomeno abbia luogo nelle prime molecole della superficie).

Fine del primo capitolo.

La famiglia della moglie è ricca, lui meno - lo era prima di rovinarsi con Petroldragon - ma qualcosa in America negli ultimi anni deve aver tirato su, complice la termocoppia avanzata. Escludo che il suocero lo finanzi per hobby, non è quello che fa quella gente, e si tratta comunque di un sacco di soldi.

Tanto per cominciare, tre anni fa e zitto-zitto, deposita il marchio "e-Cat". Gli scettici diranno che prepara il terreno per la truffa. Si tratterebbe cioè della versione atomica della "Stangata" di Redford/Newmann: Rossi starebbe allestendo la sala scommesse.

Poi Rossi fa outing con UNIBO presentandosi tramite Focardi (che è stato Preside della Facoltà e maestro di Capiluppi, attuale direttore del Dipartimento), e e si dichiara disponibile a sottoporre l'invenzione a scrutinio scientifico - tattica corretta per attirare l'interesse di investitori. Infatti il capitale di rischio è di rischio ma, normalmemte ed eccependo da vedove grulle, non si rischia a capocchia, una base la si deve avere.

Quindi con il giochino dell'esposizione mediatico/accademica Rossi si procura altri sghei, li aggiunge ai propri e a quelli di famiglia e procede nel piano.

Nel frattempo, sul versante tecnico le cose non vanno bene: ha litigato con Piantelli (prevedibile) e il reattore gli si accende (e spegne) quando gli pare - da cui figuraccia con la NASA ecc., un vero casino.

Ne segue che Rossi decide di mettersi in proprio per produrre/migliorare la polverina. Piantelli è uno riservato ma Rossi è sveglio e ha capito qualcosa di specifico sulla produzione.
Così va da Kolzer, a Cologno Monzese, si compra anche lui uno "Knudsen" e imposta una campagna su strati sottili di nichel, nichel su metalli (ad es. wolframio o rame), nichel su allumina/biossido di berillio, forse anche in polveri ottenute per plasma sputtering.
Conseguenza di questa svolta, l'odio - fino alla denuncia - tra vecchio e giovane.

Fine del secondo capitolo e della prima parte del feuilleton, quella che si intitola "Gli inizi".

Silvio Caggia ha detto...

@piero41
Il mouse non lo puoi retrofittare nei vecchi e-cat a bassa temperatura... Non ti fare idee strane... Rimani sullo schema dei vari modelli ciascuno con il suo stato di avanzamento. :-)

@tia
Se googli "e-cat clienti pilota" trovi una valanga di notizie tipo questa: "la Hydro Fusion Ltd sta cercando clienti pilota per gli impianti E-Cat da 1MW in Svezia e nel Regno Unito". Perche' pensi che prometeon faccia diversamente? Perche' gli italiani do it better? :-)
Guarda che non ti devo convincere, tu mi servi cosi', scettico come sei... Come potrei fare senza di te? :-)

tia_ ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
tia_ ha detto...

>Un lustro fa Rossi si mette in contatto con Focardi e Piantelli. I due prof sono in pensione, ma Piantelli ha ancora il laboratorio con lo Knudsen e, per quanto sia sospettoso e arcigno (cremonese trapiantato a Siena, firma grafologicamente interessante), accetta di collaborare fornendo una micropolvere di nichel deposta e ossidata come sa fare lui.

Mi risulta che contattò Piantelli, ma che non accettò. Questa storia che lui ha fornito la polvere a Rossi dove trova conferma?

>Tanto per cominciare, tre anni fa e zitto-zitto, deposita il marchio "e-Cat". Gli scettici diranno che prepara il terreno per la truffa.

Zitto zitto per niente. La storia pubblica dell'e-cat è iniziata ad inizio 2010, cosi come il JONP. Già nel 2010 si parlava di consegna del primo reattore verso fine anno. Ma l'audience era basso.
Cosi fa un reboot, e ricomincia ad inizio 2011 sfruttando l'ìimmagine di UniBO, sempre parlando di un reattore in consegna entro fine anno.

Go Katto ha detto...

"quando tu vai a fare l'ordine dal rivenditore dopo un po' ti ridanno indietro la caparra". Come se si fissero fatti prestare un po' di soldi a interessi zero?...

Go Katto ha detto...

"fossero"

tia_ ha detto...

>Il rivenditore italiano conosceva benissimo la situazione 18 mesi fa, tant'e' che secondo me non si e' ancora dotato di una rete commerciale adatta alla mass production, ma seleziona in modo centralizzato i clienti pilota. Ti ripeto che non tutti i clienti sono adatti a fare il cliente pilota, e pochissimi hanno voglia di farlo quando sai quanto ti impegna...

Ma li leggi i miei post almeno?
Il problema non è Prometeon che non riesce a trovare clienti, ma prometeon che non riesce ad avere il prodotto da vendere e deve restituire la caparra stando ai rumors.

piero41 ha detto...

Quei pistoloni in vista fra i tecnici che lavorano sono normali?? non bastava qualcuno all’ingresso? Quali libertà sono rimaste in quell’ambiente appunto fra i tecnici vicini a Rossi? Guai a chi parla!! E Rossi cosa potrà decider di suo?? Comunque il mercato viene ancor più montato da queste attese e rivelazioni... Prometeon è in una botte di ferro, anno prima o anno dopo il mercato sarà suo quindi !! no problem ... poi o mangiar questa minestra o... i pistoleros ...ma poi saranno privati?’ Gomblottista ehh!!

Silvio Caggia ha detto...

@robi
"si potrebbe
anche pensare che Rossi voglia uscire con il
meglio del meglio."

Robi, rifletti, l'e-cat termico a bassa temperatura con cop 6 ed alimentazione elettrica e' un prodotto veramente di nicchia in italia... A quante aziende puo' economicamente interessare con i nostri costi dell'energia elettrica? E quante sono di dimensioni tali da poter fare da pilota?
Ragazzi il pilota non e' un'azienda che ne compra uno e con quello fa tutto il suo core business, quella a fare il pilota dopo sei mesi ha chiuso e fallito! :-)
Il pilota e' una azienda che gliene servirebbero 100 di e-cat 1MW, che comincia a comprarsi questo perche' e' strategico e innovativo, ci mette le sue risorse umane e se contenta ne ordina 100 dei vari modelli che verranno!

Silvio Caggia ha detto...

@tia
"stando ai rumors"

Spara il nome dell'azienda che si e' offerta di fare da pilota ed e' stata rimborsata della caparra, please.

Robbins ha detto...

@tia_
Lei è polemico fino all'ottusità. A forza di guardarsi la punta del naso ha contratto uno strabismo irreversibile. Mi dispiace, ma non me la sento di risponderle e farmi coinvolgere in una serie di botte e risposte con un so-tutto-io. Sull'argomento le garantisco che ne so quanto Lei, forse di più: mi risparmi critiche sui testi, eviterà di essere messo in ridicolo (ma da altri volenterosi, io abbozzo).

tia_ ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
tia_ ha detto...

> Mi dispiace, ma non me la sento di risponderle e farmi coinvolgere in una serie di botte e risposte con un so-tutto-io.

Robbins, non te l'aveva chiesto nessuno il riassunto, tra l'altro con tanto di prologo (Non capisco questa mancanza di limpidezza nella concettualizzazione, questo generale attaccarsi a dettagli che diventano elementi principali (e sbagliati) della spiegazione.) quello si da so-tutto-io.
Se poi il riassunto è sbagliato perchè mancano dei pezzi che ci posso fare? Colpa mia?

tia_ ha detto...

>Spara il nome dell'azienda che si e' offerta di fare da pilota ed e' stata rimborsata della caparra, please.

Senti Caggia, che era un rumors l'ho specificato pure nel primo messggio, quello con cui hai tirato fuori la storia della beta con cui hai innescato questa diatriba.
Attaccarcisi ora lo trovo squallido.
Lo dovevi contestare subito e la discussione avrebbe preso una piega diversa.
E confermo che Prometeon (come si legge dal sito) vende e-cat, non vende versioni di prova alpha, beta, gamma.

Robbins ha detto...

@tia_
Come volevasi dimostrare ... provo sincera compassione per le sue coazioni. Stop.

Silvio Caggia ha detto...

@tia
A parte che non vedo diatribe ma sane discussioni dialettiche che aiutano a chiarirsi le idee, anche a me stesso, costringendomi a scriverle... Ma, onestamente... io ho innescato la diatriba dicendo "venduto a pochissimi clienti pilota"?!? :-)
Vabbe'... Avrei detto che l'avrebbe innescata la provocazione "Venduto a detta di rossi, perchè anche se è "sul
mercato" da ottobre 2011, la povera Prometeon
proprio non riesce a venderlo (vedere rumors di
laureti su caparre restituite perchè rossi non
consegna il prodotto)"
Comunque va bene, mi assumo tutta la responsabilita' della diatriba...

Pero' tu in cambio non mi interrompere robbins che sono curioso di sentire come va avanti il "previously" che sta raccontando... :-)

tia_ ha detto...

>Comunque va bene, mi assumo tutta la responsabilita' della diatriba...

Ho sbagliato termine, comunque non incolpo nessuno.

>Pero' tu in cambio non mi interrompere robbins che sono curioso di sentire come va avanti il "previously" che sta raccontando... :-)

Ma mica lo interrompo, è lui che ha voluto interrompere quando ho osato aggiungere particolari che lui ha omesso.

robi ha detto...

il Caggia
come sente il nome di Andrea Rossi
automaticamente si protrae a mo di zerbino

PS alla cena vengo in moto e mangio con il casco..

Silvio Caggia ha detto...

@robbins
Spero che tu stia preparando la seconda parte del feulletton... E spero che tu non segua la prassi del feulletton di uscire a puntate e solo di domenica, altrimenti mi servirebbe poi il previously del previously! :-)
Sappi che io sono un addicted dei serial americani scaricati da internet e guardati con i sottotitoli in italiano ed amo particolarmente quando iniziano con la voce profonda fuori campo che dice: "previously on...".
Pensa che mi sono letteralmente rotolato dal ridere per cinque minuti quando ho visto l'inizio di aniene 2 di corrado guzzanti in cui comincia con un previously di se stesso prendendo in giro i subs addicted come me... :-D

Silvio Caggia ha detto...

@robi
Oh si', sono un grande fan di tutti quelli al mondo che hanno almeno un dominio internet contro di loro...
Quando avrai un dominio tipo fight-robi.com mi prostrarro' anche ai tuoi piedi... :-)
Non ti dico come sarei onorato di un basta-caggia.net, assurgerei all'olimpo dei miei dei... :-D

Robbins ha detto...

@Silvio Caggia
Nein, niente puntate successive.
Pensa che in tre puntate sarei arrivato al reattore.

Silvio Caggia ha detto...

@robbins
Io invece ti regalo il previously di cui parlavo...
m.youtube.com/watch?v=WKwHBxs8pV8
Ispirati... :-)

Alessandro Pagnini ha detto...

@ robi
Ohhhh, un altro che si aggiunge a me e AC/DC a richiedere la cena (ma va bene anche un pranzo per me). Se non avessi dovuto vendere il mio Falcone Guzzi, avrei potuto venire in moto anche io. Però mangiare il casco no! :-D

@ Robbins
A me, come a Silvio, il riassunto piaceva, qualora dovesse riprendere lo seguirò con interesse :-)

@ tia_ + Silvio
Anche io ho letto di qualche restituzione di caparra, quantomeno una, anche se mi pare riguardasse gli svedesi e non Prometeon.
Comunque può voler dire tutto e il contrario di tutto. Il mio primo lavoro è stato in un'azienda produttrice di controlli numerici. Io mi occupavo di un 'fratellino', un posizionatore in realtà, per macchine per la lavorazione del legno. In pratica l'azienda era nata per produrre CNC e doveva ancora partorire il suo primo bebè e il progetto di questo era condotto dal principale (un genio, credetemi) in prima persona (notare che eravamo in tre soltanto in azienda, anche se eravamo collegati con una un po' più grande). Rispetto alle attese e alle promesse, per mille motivi, le consegne da parte nostra tardarono. Ad un certo punto dal cliente, dove avevano impostato la produzione dei nuovi centri di lavoro sul nostro prodotto, si cominciò a parlare di 'tradimento'. Poi per fortuna, con un poderoso colpo di reni, si riuscì a consegnare in tempo per le scadenze non più procrastinabili e devo dire che il prodotto poi si rivelò all'altezza delle aspettative. Anche il mio 'piccolino' andava bene e arrivò pure più puntuale ;-)
Dei ritardi di Rossi, non saprei che dire. Potrebbe essere una truffa quella di Rossi? Mah...sì, anche se io quel business con le licenze continuo a vederlo poco convincente, però non lo escludiamo a priori. Potrebbe essere che qualche magagna è uscita fuori? Questo lo trovo ancora più probabile.
Potrebbe essere che le priorità di Rossi siano cambiate e che stia dedicando le sue energie alla ricerca sui nuovi modelli, supportato e stimolato in questo dal suo partner e primo cliente (se ho ben capito), piuttosto che dedicarsi a ottimizzare la produzione dell'E-CAT termico, che mi pare nasca praticamente già vecchio? Anche questa mi appare molto probabile.
Chissà come stanno davvero le cose? Io no di certo.

mario massa ha detto...

@Daniele22
Franco scrive:
"A proposito dell'evento di Pordenone, che fine ha fatto il famoso pacco documentativo di oltre 100 pagine pubblicamente promesso in libera divulgazione?"

Mi sembra che chi ha frequenti contatti con Rossi o con chi lavora con lui dovrebbe girargli la domanda. Daniele non ti sembra legittimo a tanti mesi di distanza fargli questa domanda? Almeno avremmo qualche cosa su cui discutere. Possibile che nessuno glielo abbia ancora chiesto su JONP?

Endymion ha detto...

Beh "reattore" mi sembra un termine poco tecnico che non coglie appieno la specificità del dispositivo in questione... "tubo arroventato" mi sembra molto più appropriato.

AC/DC ha detto...

@Sandro75
La vedo piu' o meno come te

@Mario Massa
E pure come te

@Tia
Bravo! bisogna tenerli battuti questi believers

@Caggia
Sei insfangabile, mai pensato di scrivere un po' meno.

@Robbins
Lei e il suo amico Nevalinna siete tremendamente diverrtenti da leggere ma non scommetterei un centesimo sulle vostre tesi.

@Daniele
Mi fa piacere che le mie provocazioni siano state in parte recepite, un po' di chiarezza non fa mai male.

@Bertoldo
Sono ovviamente prezzolato, ma che te lo dico a fare?

Alessandro Pagnini ha detto...

@ Daniele
Non continuare a sfuggire le domande più imbarazzanti e importanti: l'organizziamo questo convivio o no? ;-)))

tia_ ha detto...

> Possibile che nessuno glielo abbia ancora chiesto su JONP?


Amedeo Anteni
November 10th, 2012 at 10:39 AM

Dott. Rossi,
Scolari non ha ancora divulgato, come da sua richiesta, il report che lei gli ha affidato a Pordenone. Può cortesemente metterlo online lei così da poterlo confrontare con i test di terze parti appena questi saranno resi noti?
Caldi saluti.
Amedeo


Andrea Rossi
November 10th, 2012 at 2:02 PM

Dear Amedeo Anteni,
Ing. Scolari is very welcome to send the link of the report to this blog. I don’t have it anymore.
Warm Regards,
A.R


Poi piu nulla.

Spat ha detto...

Molto interessante la ricostruzione di Robbins.
Direi però che ha omesso l'incipit: perchè Rossi si presenta da Piantelli e Focardi per avere indicazioni e dritte finendo con l'avere la polverina da testare.
A parer mio Rossi è uno che si diverte per lavoro a visionare i brevetti scaduti. Ha trovato quello di Piantelli, che oramai aveva abbandonato le ricerche per problemi di età, come del resto Focardi, e così si è fatto avanti. Piantelli è stato lusingato dall'interesse di Rossi e gli ha dato "il premio".
Quindi Rossi si è messo all'opera, agganciando anche Focardi, che a parer mio ha dato altre dritte. Piantelli ha visto che effettivamente c'erano tutti i presupposti per concludere qualcosa di storico e così è rientrato in azione fondando la società con figlia e capitali esterni, e soprattutto presentando il nuovo brevetto che fa tanto penare Rossi.

Alessandro Pagnini ha detto...

@ tia_
Bravo! Mi pareva di aver letto di questa domanda e relativa risposta, ma non ero sicuro di riuscire a riscovare il post per averne conferma. Per quanto spiazzante sia, Rossi afferma che l'unico report disponibile lo ha dato a Scolari. Non mi pare che gli attribuisse una grande importanza, direi. Qualcuno ha possibilità di sollecitare Scolari?

biancospruzzato ha detto...

Più o meno il refrain dei turd party report
I don’t have it anymore.
Per me era più credibile un "The dog hate my homework"
Nessuno ha poi più chiesto a Scolari che fine avessero fatto questi rotoli del Mar Morto?
Forse le 100 pergamene si sono sbriciolate in mano a Scolari mentre tentava di srotolarle oppure l'inchiostro si è sbiadito non appena sottoposta alla luce. Passeriniiiii ... aiutoooo!
@Robbins ma davvero conosce Nevanlinna?

Tonino ha detto...

Scussssate
"The dog ate my homework"

Tonino ha detto...

@bianospruzzato anche l'inglese vuole la sua parte

Robbins ha detto...

@AC/DC
Non parlo per Nevanlinna - e poi, chi è?
Ma un centesimo o anche più lo scommetterei.
Lei crede, come Grillo, che tutti gli argomenti siano destinati a diventare post sui blog?
Dove esperti come Tia_ possono discettarne professionalmente, esprimendo pareri industriali?
Ma via ... si tratta di ingenuità da bambino o da debole di spirito.
Di questi il Vangelo dice che sarà loro il regno dei Cieli. Speriamolo. Nell'attesa del giorno del Giudizio, le ricordo che il blog è un gioco, spesso preso troppo sul serio. La bistecca sta altrove e dimenticarlo espone a solenni fregature.

AC/DC ha detto...

Considerazioni di una Domenica uggiosa:

Il "reattore" a mattonella, scambiato da qualcuno per un nuovo design di hotcat, e' probabilmente parte di un ecat a bassa temperatura. La domanda interessante e' come mai necessita di uno scambiatore cosi' abbondante, se non ricordo male quegli aggeggi pesavano quasi 100kg, che abbia qualcosa a che fare col segreto dell'autosostentamento?

Silvio Caggia ha detto...

@ac/dc
"Insfangabile"

Erano anni che non imparavo una parola nuova... Grazie! :-)

Tizzboom ha detto...

Dopo che Rossi ha rifiutato l'offerta di "insediamento" al Polo Tecnologico credo che Scolari non voglia avere piu` niente a che fare con lui. Il report, se mai ne ha avuto uno, sara` finito in qualche scaffale dimenticato o nel cestino della raccolta differenziata e dubito che ci sia qualcuno che perdera` tempo a cercarlo ora.

Comunque fra un po' (?) esce il report di terze parti firmato da, cito, professori universitari, e sembra pure peer reviewed, su una rivista scientifica. Le conclusioni le ha gia` anticipate Daniele: responso molto positivo. Quando verra` pubblicato, vedremo come sono arrivati ad esso. Perche' soffermarsi su altro adesso?

Silvio Caggia ha detto...

@ac/dc
Reattore a mattonella?
Where?
When?
What?

AC/DC ha detto...

@Silvio
Hehe fa sempre piacere aiutare qualcuno ad ampliare il suo vocabolario...

La mattonella era apparsa qualche tempo fa, forse nel video della tv svedese, purtroppo pur essendo prezzolato non conservo tutto il materiale come il mio collega Tia.

Robbins ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Alessandro Pagnini ha detto...

"Reattore a mattonella?
Where?
When?
What?"

Mi associo alla domanda con vivo interesse :-)

"Comunque fra un po' (?) esce il report di terze parti firmato da, cito, professori universitari, e sembra pure peer reviewed, su una rivista scientifica. Le conclusioni le ha gia` anticipate Daniele: responso molto positivo. Quando verra` pubblicato, vedremo come sono arrivati ad esso. Perche' soffermarsi su altro adesso? "
Sarei sostanzialmente d'accordo, ma ho una riserva sul 'tra poco'. Io sono un inguaribile ottimista e tendo a voler credere che quei test ci siano stati e siano stati positivi. Sul quando e francamente anche sul 'SE' saranno pubblicati, ho qualche perplessità. Anche se bramo di poter leggere quel report, temo che potremmo addormentarci tutti se aspettassimo quello per continuare a chiacchierare su Rossi e E-CAT. Come dice Robbins, in fondo sul blog si sta pure per diletto, anche se troppe volte, purtroppo, ci si accapiglia come ad una riunione di condominio (peggio non credo sia possibile ;-) ). Sicuramente l'uscita del report dovrebbe essere dirimente, ma nel frattempo possiamo comunque far due parole sull'argomento. Basterebbe tener presente che attualmente è praticamente impossibile sapere come stanno veramente le cose e confrontarci senza animosità e senza prendersi troppo sul serio :-)

Robbins ha detto...

@AC/DC
Lei non è documentato correttamente: Cures ha parlato di un PRIMO prototipo di HOT-CAT molto pericoloso e a mattonella. Trovi Lei i riferimenti su Cobraf, se ne ha voglia.
Quello della TV svedese è abbrustolito ben oltre i cento gradi, che come Lei sa è la temperatura di esercizio dell'e-Cat, in buona sostanza un bollitore.

Tizzboom ha detto...

Il reattore "a mattonella" si puo` effettivamente vedere a tratti in quel documentario da una tv svedese, attorno al minuto 8:00, montato sulla struttura metallica dove lo hot-cat cilindrico si e` visto di solito nelle foto mostrate fin'ora.

Robbins ha detto...

@Spat
Il brevetto Piantelli del 1994 è stato dato in pegno ecc., ma comunque è valido fino al 27 gennaio 2014. Veda:

http://www.uibm.gov.it/uibm/dati/Titolare.aspx?load=info_list_uno&id=37850&table=Invention&#ancoraSearch

Dalla fine del 2008 era in corso una seconda richiesta di brevetto di Piantelli a nome della figlia Silvia, questa:

http://www.uibm.gov.it/uibm/dati/Titolare.aspx?load=info_list_uno&id=1669443&table=Invention&#ancoraSearch

che è stata accolta il 22 febbraio 2012 e rimarrà valida fino al 24 novembre 2028.

Una considerazione sulle foto del mammozione-container: Rossi, che non sempre è antipatico, ha voluto fare un carezza ai suoi sostenitori. Ha fatto preparare un portfolio di immagini che mostra qualcosa ma che è il meno eloquente possibile nei confronti degli stranieri, e lo ha regalato ai credenti. Le foto della vera delivery, cioè dov'è il gioco serio - la bistecca, sono off-limits e non scapperanno mai fuori. E' chiaro che il Customer se ne frega di fornire ai bambini qualche bandierina con su scritto "meraviglia".

Robbins ha detto...

@Endymion
Questo Lei come lo chiamerebbe:
http://www.ndr.de/geschichte/koepfe/uranspaltung110_p-3.html#
Tavolo di ferrivecchi?

domenico canino ha detto...

@robbins
grazie tante di cuore per la faccenda del vecchio. era da una vita che volevo sapere chi era;
Ma alla fine i buoni vincono? Se no cambio canale, non sopporto i finali piagnosi; Forse qualche idea su dove sia la bistecca (money) ce l'ho, holmes direbbe elementare watson! Se cercate tra i soci di ampenergo, oltre al secretary of the navy, trovate qualche altro nome interessante;
ciao e grazie

Alessandro Pagnini ha detto...

@ Robbins
"Questo Lei come lo chiamerebbe:
http://www.ndr.de/geschichte/koepfe/uranspaltung110_p-3.html#
Tavolo di ferrivecchi? "

Sembra pari pari il tavolo di un mio amico (ma molto più anziano di me) radioamatore, durante il tentativo di mettere su un amplificatore a tubi termoionici per radiofrequenza, con pezzi recuperati qua e là. Uguale, giuro!!! :-D

domenico canino ha detto...

@tutti
ENEA italia è molto preoccupata del possibile funzionamento del gatto, perchè se putacaso esce un report poco poco positivo e speranzoso, devono riposizionare tutta la strategia di finanziamento; dovete sapere che lo stato italiano attualmente gli garantisce solo 10 dei 12 stipendi, e gli altri due più premi e spese li devono ricavare dai finanziamenti che prendono per la ricerca; Quindi invece di studiare energie, studiano tutto il giorno i bandi europei per la ricerca per trovare i fondi per pagarsi lo stipendio. Sono quelli che hanno più paura che il gatto funzioni. Hanno paura di trovarsi nelle stesse condizioni dei produttori di zappe e badili, il giorno dopo l'annuncio della invenzione del trattore.
Ciao

Robbins ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Silvio Caggia ha detto...

@domenico canino
Si troverebbero come una commissione antimafia il giorno dopo aver eliminato la mafia...
O come un'istituto di ricerca sul cancro dopo aver trovato la cura per il cancro...
Conclusa la mission si cercherebbero qualcos'altro da fare... No? :-)

bertoldo ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
robi ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
robi ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Spat ha detto...

@ Robbins
Quando scrivevo del brevetto di Piantelli scaduto mi riferivo a quanto scritto qua, andavo a memoria:
http://22passi.blogspot.it/2011/06/patent-wars-la-vendetta-di-piantelli.html

gio ha detto...

manco per un pò.....e guarda che succede ....tanto rumore per nulla:):):)

a me la storia, con tanto di foto che la nina la pinta e la santa maria partano per gli usa( chissà che stavolta non sbarchino in india:)) ..me pare na strunzata!!!!

E.Laureti ha detto...

@tutti

Se come dice il mio amico Giovanni e i suoi amici la durability del E-Cattone è il vero problema può darsi che non per tutti gli impianti identici sia così. Mi spiego : un impianto da 1 MW è composto di decine di moduli più piccoli (52 se ben ricordo) . Ora se si accende l'impianto non è detto che tutti lavorino in parallelo . Ovvero può darsi che alcuni vengano innescati e/o mandati ad un regime maggiore quando altri cessino di lavorare o riducono l'effetto. La cosa teoricamente potrebbe essere fattibile con un controllo di una centralina e di un sistema di computer (e mi sembra di aver capito che tutti gli impianti da 1MW siano sempre controllati a distanza dalla casa madre via internet).
Dove voglio andare a parare?
Che ci può essere l'impianto da 1 MW per cui la cosa funziona e per altri no dato il non controllo sulla durability reale di ciascun sottompianto. Un bel concerto apri e chiudi di valvole e di relè che presuppone a monte una perfetta ingegnerizzazione del tutto e purtroppo una certa certezza sulla durability di ciascun sottoimpianto.
Insomma a me sembra che Rossi ha risolto la metà del problema FF e non quella della durability a regime di tutto l'abaradam.
In questa ipotesi risulterebbe comprensibile il carattere statistico sia del successo nei test pubblici passati come l'evento chiamato "sfiatatella" dai detrattori.

Silvio Caggia ha detto...

@laureti
L'e-cat da 1MW e' composto da N moduli ognuno con un suo controller elettronico e tutti i controller solo collegati tra di loro da una rete locale in cui un pc fa da supervisore, attivando o disattivando i moduli, facendo della diagnostica e mettendo fuori servizio i moduli che manifestassero malfunzionamenti.
In cosa consisterebbe questo problema di durability da lei avanzato? Da quale fonte arriva?
Tenga presente che tutti i moduli vengono riforniti e manutenuti ogni 6 mesi... ed il container ha un minimo di ridondanza di moduli per mantenere la potenza di 1MW anche con un certo numero di moduli fuori servizio.
Se l'architettura ha previsto tutto questo e' perche' forse qualche modulo va statisticamente fuori servizio durante i 6 mesi... Ma dove sta la criticita'?

Robbins ha detto...

@domenico canino
Cosa intende se i buoni vincono? Diciamo cosi:
a) i buoni vincono se l'effetto esiste,
b) i buoni vincono se l'effetto esiste e viene industrializzato,
c) i buoni vincono se l'effetto esiste e avremo calore gratis per noi, nel terzo mondo, per la colonizzazione dello spazio e magari anche per il terraforming di marte.

Non sono sicuro neppure del primo punto, il terzo direi no di certo - il bene assoluto non vince mai, ci si deve sempre sporcare le mani. C'è un vecchio film sulla fusione fredda con Keanu Reeves che mi preoccupa molto.

E' per questo che le terze parti sono importanti: per il principio di realtà. SE l'effetto esiste, verrà riprodotto - Rossi e il Customer non riusciranno a mantenere l'esclusiva. Potrebbe essere è una cosa semplice, SE esiste.

In ogni modo, il container e gli americanini, Tia_ o non Tia_, sembrano accertati; si sono portati dietro un contatore Geiger, cosa che suggerisce ambiti molto specifici.
Ai vecchioni del Bagaglino oggi gli prudono parecchio. Anche a quell'imbecille della Sapienza, con il suo 100%-99,5% di certezza, dovrebbero cominciare a fischiare gli orecchi: si tratta di uno scienziato che ha deciso di limitarsi al noto, negando a priori ciò che è sconosciuto, degno rappresentante di quel metodo che in trent'anni ha ridotto il paese nello stato attuale - tra Alemanno con il gatto antivivisezione (a Roma!) e gli imprescindibili diritti dei "migranti" e delle coppie gay. Ai poveri in genere e alle coppie di fatto calci nel c**o, non fanno notizia.

«Meno recenti ‹Vecchi   1 – 200 di 276   Nuovi› Più recenti»

Posta un commento

Ovviamente 22passi è un blog, non una rivista on line, pertanto la responsabilità di quanto scritto in post e commenti appartiene solo ai rispettivi autori. Chi è abilitato a pubblicare su 22passi deve evitare botta&risposta a distanza con utenti di altri blog o forum (donde può comunque trarre contenuti citandone la fonte).

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.

Related Posts with Thumbnails