BLOG PER APPASSIONATI D'AMORE, ONESTÀ, SPIRITUALITÀ, ARTE, POESIA, POLITICA, DEMOCRAZIA, SOSTENIBILITÀ, TECNOLOGIA, ENERGIE PULITE, COLD FUSION E LENR, MEDICINA ALTERNATIVA, RIVOLUZIONI SCIENTIFICHE, CRIPTOARCHEOLOGIA E "TANTE COSE INFINITE, ANCOR NON NOMINATE"

>>>> CERCHI LIBRI SUL BENESSERE DEL CORPO, DELLA MENTE E DELLO SPIRITO?

B A C H E C A D E L B L O G

Dal 25 Aprile 2015 (Festa della Liberazione) la possibilità di lasciare commenti nel blog è stata disattivata, eccetto per gli 85 utenti autorizzati e autori ad oggi iscritti. Chi desiderasse fare parte di questa piccola community (Google consente ancora 15 iscrizioni) può mandare due righe di presentazione a 22 passi chiocciola gmail punto com.

giovedì 23 maggio 2013

Che gli scettici tornino a fare gli scettici
e gli scienziati facciano gli scienziati


Ricordo che quando un gruppo di scienziati e ricercatori pubblica su arXiv un articolo scientifico, prassi scientifica vuole che, qualora altri colleghi esperti abbiano contestazioni da muovere, questi ultimi debbano estenderle in forma di articolo e pubblicarle a loro volta su arXiv. A questo punto gli autori del primo articolo sono deontologicamente tenuti a rispondere sempre tramite arXiv, mentre non devono perdere tempo a rispondere al "rumore" generato dalla rete.

In merito alle polemiche "internettiane", ormai in regime di autosostentamento, generate dalla pubblicazione dell'ultimo report sull'E-Cat HT pochi giorni fa su arXiv, Vettore ha scritto...

***

È positivo porsi domande ed avere dubbi su qualsiasi cosa si legga, ma una volta tanto sarebbe il caso che anche gli scettici, che l'hanno fatto ossessivamente fino ad ora, invocassero il rasoio di Occam, e quanto meno se desiderano mettere in dubbio l'operato di un team di professionisti qualificati e l'onestà di una persona (Rossi), che lo facessero con i dati alla mano, e non lanciando ipotesi non supportate da nulla e al limite del paranoico...

Mi riferisco all'ipotesi della tensione DC sulla presa di rete.

Ho già detto che solo l'ipotesi implicherebbe tutta una serie di cose poco verosimili: la presenza di un circuito apposito di dimensioni non trascurabili (parliamo di quasi 2 kW che mancano all'appello), il fatto che la presa doveva essere staccata dal resto della rete, che non doveva esservi collegato nient'altro e che comunque il box di controllo doveva tollerare questa "stranezza", e che occorreva qualche dispositivo di stacco e ripristino della tensione normale per il test dell'E-Cat dummy.

Ma mi stupisce ancora di più che ipotesi simili risultano ancora più assurde se accompagnate da qualche calcolo (che avrebbe dovuto essere mostrato da chi le proponeva): facendo due conti rapidi si scopre che la tensione DC che sarebbe servita per portare la potenza in uscita dai 300W ai più di 2000W misurati, sarebbe dovuta essere di 900V e circa 2A di corrente! A parte la difficoltà di generazione ed inserzione di una simile tensione su un sistema trifase, anche l'isolamento dei cavi sarebbe stato un problema serio e degli strumenti sarebbero tutti saltati (le protezioni passive si innescano a 400V o meno, come ha scritto giustamente qualcuno). Non solo: in presenza di una tensione DC i Triac non funzionano: si chiudono e non si aprono più (perchè non si hanno passaggi per lo zero), implementando un perfetto cortocircuito.

Per cui, prima di continuare con questa storia, dimostratemi che quanto ho scritto è sbagliato.

23 maggio 2013 08:24

***

P.S. del 24 maggio. Vorrei chiarire una cosa: non pretendo affatto risposte da Mario Massa a quanto ho scritto, perchè le mie non erano domande, erano solo considerazioni un pò "spinte al lmite" che derivano dalla sua ipotesi sulla presenza di una DC. Lo spirito era far capire a tutti una questione essenziale: se c'è un articolo scientifico, questo può essere criticato nel merito, nel metodo e nei risultati, per quello che riporta scritto, come ha evidenziato giustamente Neutrino. Non si possono fare delle meta-critiche su qualcosa che non è scritto nell'articolo, facendo ipotesi che non possono essere provate o disprovate e che possono essere soggettivamente ragionevoli o irragionevoli, perchè altrimenti si sconfina nel regno della pura fantasia e non dei fatti. Non scherzavo affatto per esempio quando dicevo che per me la presenza di DC su una presa di rete è verosimile esattamente quanto la presenza di un laser a CO2, di un riscaldatore RF o ad induzione o di chissà quante altre cose. E' chiaro che se si entra in questo labirinto non se ne esce più...


Mario può tranquillamente essere insoddisfatto del report, e dire che per lui quel risultato non è conclusivo. Ma questo è un punto di vista del tutto soggettivo, perchè l'ipotesi della DC su una presa di rete non è ne scontato ne verosimile ne evidenziato ne provato da nulla. C'è un salto logico e formale non indifferente tra il non essere soddisfatto o avere dei dubbi e l'affermare che il report non prova niente e che è oggettivamente inconclusivo perchè non sono state fatte verifiche su una sua ipotesi che può essere strampalata a piacere (perchè nello stesso modo se ne potrebbero fare molte altre, tutte di pari dignità se si segue quella strada).

Spero di avere chiarito meglio il mio punto di vista.

Vettore

22passi.blogspot.com: post n. 2114 (-108)

215 : commenti:

«Meno recenti   ‹Vecchi   1 – 200 di 215   Nuovi›   Più recenti»
Robbins ha detto...

>>> le sue cretinate a volte le dice pure lui: stiamo scrivendo in un blog, mica a un congresso scientifico.

Appunto, in questi giorni le cretinate si sprecano, direi in proporzione diretta alla arie che si dà la gente.
Mi dispiace non poter contribuire, ho solo la licenza media.

Fabio Crestani ha detto...

Dietrologia applicata e` materia scolastica?

Fabio Crestani ha detto...

Dietrologia applicata e` materia scolastica?

Silvio Caggia ha detto...

Signori,
Vi prego di considerare che lo scopo dei test del gruppo finanziato da elforsk era quello di verificare in modo indipendente che le misurazioni ed i calcoli di rossi non fossero sbagliate, ovvero che lui non avesse preso un abbaglio, non di debunkare una eventuale truffa dolosa di rossi.
Il team era improntato e strutturato all'insegna della buona fede, ed e' il motivo per cui e' stato concesso al gruppo una tale liberta' di manovra, tanto che all'hot-cat e' stato fatto di tutto e di piu', fino anche a farlo fondere o smontarlo nei singoli pezzi, tranne ovviamente poter analizzare due cose: la carica chimica ed il driver elettronico.
Un gruppo di verifica "cattivo", come avrebbe voluto qualcuno, avrebbe dovuto comprendere prestigiatori ed illusionisti professionisti, e non sarebbe (e non e' stato mai) accettato da rossi per principio.
Quello che si e' definitivamente scartato con questi test e' l'ipotesi dell'errore di valutazione da parte di rossi, questo deve essere chiaro a tutti.
La prova "scientifica" la si potra' avere solo quando, applicando il metodo scientifico, l'effetto rossi sara' riprodotto da altre persone, in altri tempi ed in altri luoghi, e questo non avverra' finche' a rossi non verra' riconosciuta mondialmente la proprieta' intellettuale.
Fino a quel giorno gli un-believers possono certamente pensare che rossi sia un mago o un truffatore, ma devono avere una motivazione a supporto del loro pensiero, e tale motivazione deve essere dettata o da una analisi del business di rossi (perche' lo farebbe?) o da una analisi del loro business (perche' lo fanno?).

Per me e' evidente che un mago non avrebbe interesse ad aver riconosciuta la proprieta' intellettuale di una magia ed un truffatore ha interesse a guadagnare qualcosa, non a perdere tempo lavorando 24/24 7/7 con una esposizione mediatica mondiale. Ma queste ultime, a differenza dei ragionamenti logici sopra, sono mie opinioni, e come tali non condivisibili da tutti.

Ribadisco che cosi' come l'onere della prova e' a carico di chi fa una affermazione, l'onere della critica e' a carico di chi fa la critica, quindi chi afferma che "rossi avrebbe potuto truffare cosi'" deve essere quantomeno in grado di dimostrare, riproducendolo, il fenomeno truffaldino con un prototipo "truffonante", perche' buttare sul tavolo pubblicamente ipotesi non suffragate da fatti equivale PER ME al buttare merda sulle persone camuffandole da arguti ragionamenti scientifici.

Vi prego di riflettere serenamente e lungamente su quanto ho espresso perche' tanto non avro' occasione di leggere e replicare prima di stasera. Grazie

bertoldo ha detto...

svelato il segreto di rossi per avere energia in surplus ...

MISTERO ha detto...

Ribadisco che cosi' come l'onere della prova e' a carico di chi fa una affermazione, l'onere della critica e' a carico di chi fa la critica, quindi chi afferma che "rossi avrebbe potuto truffare cosi'" deve essere quantomeno in grado di dimostrare, riproducendolo, il fenomeno truffaldino con un prototipo "truffonante", perche' buttare sul tavolo pubblicamente ipotesi non suffragate da fatti equivale PER ME al buttare merda sulle persone camuffandole da arguti ragionamenti scientifici.

Correttissimo!
A tal proposito avevo lanciato la sfida al prof. Bardi il quale aveva pubblicamente scritto che avrebbe potuto replicare i primi test di Rossi con estrema facilità.
Gli ho pure offerto il finanziamento della replica truffaldina, non ho mai ricevuto risposta.
Lanciano il sasso, nascondono la mano e molte volte ne senti solo la puzza.

tia_ ha detto...

>la presenza di un circuito apposito di dimensioni non trascurabili (parliamo di quasi 2 kW che mancano all'appello)

Letta cosi la fa sembrare a chi non nje capisce niente in circuito dalle grandi dimensioni, e lo sai benissimo che non è vero.

> DC che sarebbe servita per portare la potenza in uscita dai 300W ai più di 2000W misurati, sarebbe dovuta essere di 900V e circa 2A di corrente!

T'ha gia risposto mario su questo punto

> Non solo: in presenza di una tensione DC i Triac non funzionano: si chiudono e non si aprono più (perchè non si hanno passaggi per lo zero),

Capirai che insormontabile problema usare dei mosfet di potenza.

@passerini
Immagino che lo stesso spazio verrà dato alle contro-deduzioni con un post apposta.

bertoldo ha detto...

ma tia significa Attacco Ischemico Transitorio ?

nemo ha detto...

Mi piace il ragionamento di Silvio.
Credo non ci sia nulla da eccepire.

E.Laureti ha detto...


Ottima nota Vettore.

Ma capirà pure che una certa tipologia di scettici la non possibilità di una componente DC occulta nella trifase non è affatto cancellata.
Pertanto non potendo ne guardare dentro gli E-Cat, ne nel Box di Controllo è necessario tagliare attraverso "condensatori esterni strategici" quelle palle che inevitabilmente tenderebbero a ingrossare in volume e peso :-)

lmwillys ha detto...

purtroppo non riesco come tanti in questo blog ad apprezzare la tenacia con la quale indiscutibili qualificati come Massa o Morici ricercano i più remoti possibili errori a disposizione degli esaminandi ammettendo possibili trascuratezze financo un possibile loro rincoglionimento collettivo nel durante, qualsiasi minimalia non riportata in un papello viene soppesata sollevata indagata spulciata ... è un peccato, sono sinceramente dispiaciuto per loro
interessato esclusivamente al possibile benessere planetario, nonché arcistufo del sistema in essere e rivoluzionario per natura, mi trovo tristemente e 'scetticamente' a sottoscrivere l'eccellente (per me come al solito) Vettore

dixit
Morale della favola: finchè Rossi non inizierà a vendere gli E-Cat in maniera massiccia, nel mondo non cambierà nulla ne riguardo all'opinione sulle LENR ne sulle politiche energetiche...

tia_ ha detto...

>e che comunque il box di controllo doveva tollerare questa "stranezza"

Un alimentatore switching se ne sbatte se all'ingresso gli dai alternata, continua o un misto delle due, perchè tanto la prima cosa che fa è tirare fuori una continua con un raddrizzatore.

lmwillys ha detto...

il considerare qualsiasi altro 'tecnico' non sufficientemente 'tecnico' è una naturale predisposizione tipicamente insita nel 'tecnico' ...

mario massa ha detto...

@Tia
"Capirai che insormontabile problema usare dei mosfet di potenza."

Proprio non capisco Vettore: la cultura ce l'ha ma posta critiche affrettate con una tifoseria di parte che non dovrebbe appartenere a un accademico.

Come dici tu basta usare dei MOS, ma vorrei ricordare che la componente continua non sarebbe esagerata come lui afferma, ma minore di 100V, quindi inferiore al valore di cresta dell'alternata, quindi un triac si spegnerebbe comunque a ogni semionda.

@Vettore
Termini il tuo post con "dimostratemi che ciò che ho scritto è sbagliato". Ti chiedo: sei ancora convinto di ciò che hai scritto?

E.Laureti ha detto...


Da cobraf

......So I asked Bo Höistad some questions, the reply was in Swedish and I have
used google translate.

Here’s a quick and short answers:

1) All input power was in full control.
2) No hidden energy source in the frame
3) This question is good that you set.
In physics, we can not have faith or gut feeling for about a phenomenon
occurs or not. We need to find out what actually exists through accurate
measurements. As a nuclear physicist, I can directly say that, based on the
well-known knowledge of core processes, the probability of nuclear
transformations that cause heat production in the E-cat vanishingly small.
Furthermore, if for some unknown reason yet to take place, they would leave
traces, which has not been observed so far.
We wanted to investigate whether Rossi’s alleged heat can be verified in an
independent survey. The first result is that we have an indication that the
heat actually occurs that can not be explained by any chemical process. How
heat production is to remain obscure. The result is obviously very dramatic
and absolutely must be further verified before any definitive statements
can be made. We intend to do that in a next step.
There is still much work left before we can determine if Rossi’s E-cat
works. The results so far are interesting enough to continue that work."

ulixes ha detto...

Il Cicap al rovescio:

che ne pensate di istituire un premio per coloro che riuscissero a replicare la truffa?

E.Laureti ha detto...

@ulixes

è altamente pericoloso e faticoso replicare la "truffa" ..... dato che c'è l'alto rischio di finire a lavorare x Rossi :-)

Spat ha detto...

Questo Bo Höistad che ha partecipato ai test dovrebbe essere quel fisico estremamente scettico di cui parlava Rossi.
Certo che lascia abbastanza interdetti se arriva a dichiarare: "There is still much work left before we can determine if Rossi’s E-cat works" e questo dopo aver pubblicato personalmente dei risultati del genere.

Antonio ha detto...

"All input power was in full control"

Mi sembra un'affermazione troppo solenne per quello che sono riuscito a vedere nelle foto e letto nell'articolo.

tia_ ha detto...

>Un alimentatore switching se ne sbatte se all'ingresso gli dai alternata, continua o un misto delle due, perchè tanto la prima cosa che fa è tirare fuori una continua con un raddrizzatore.

E aggiungo che avrebbe pure potuto togliere e mettere la continua nel tempo come piu gli aggradava.

Tizzboom ha detto...

@Spat: è stato molto onesto.

AC/DC ha detto...

Leggendo il commento di Bo Höistad mi viene da pormi alcune domande:

Come mai avendo avuto tanto tempo a disposizione non si sono organizzati ed attrezzati per eseguire dei test più definitivi?

Dove sta il problema? gli sono forse state imposte limitazioni (a parte l'apertura della black box e la verifica della forma d'onda in uscita dalla control box) da parte di Rossi?

Antonio ha detto...

@Vettore
Il parallelo delle resistenze è di 6 ohm e sono molto "dimensionate" come potenza: (dato riportato anche su 22p in un precedente articolo) "Parallelo di 2 resistenze di riscaldo (4 cavi che vedete). Valore del parallelo 6 Ohm. Tensione di alimentazione in alternata (50 Hz) di 147 Volt. Corrente assorbita 24,25 Ampere. Potenza assorbita 3,56 kW"

Nell'articolo a pag.12 viene riportato consumo di 360W e una produzione stimata di calore di 2034W)
Nelle condizioni indicati e nell'ipotesi che vi sia un offeset DC sull'ingresso (non rilevabile dallo strumento in uso se non facendo attenzione) basterebbero: sqrt((2034 - 360) * 6) = 100,2 Volt

@Mario massa: bravo, esattamente i circa 100V :-)

Oltretutto le resistenze sono "curiosamente" da almeno 3500W complessivi e quindi lavorerebbero in totale sicurezza).

Dove sbaglio?

gio ha detto...

@ silvio caggia

ciao silvio
......ma non è che magari sai che compito ha avuto la Evelyn Foschi nel test e chi ha spesato il suo intervento?

sandro75k ha detto...

@Vettore

Mi dispaice non sono d'accordo.
Chi presenta un lavoro scientifico si sottopone a pubblico giudizio ed un buon avvocato convinto che il proprio assitito sia lindo chiede alla corte di poter verficare ed analizzare tutte le prove e chiedendo ove necessario tutte le perizie del caso. Vogliamo dimostrare alla comunità scientifica che qualcosa di nuovo è stato scoperto? Sono queste le regole, che piaccia o meno, vale solo la "matematica certezza"!

ps: non c'entra nulla con il volere accusare di frode qualcuno, è solo questione di metodo!

funniel ha detto...

allora se è così semplice perché non replicate tutto, comprese le macchie rosso fuoco, mi pare di aver capito che mistero finanzierebbe... o vi tirate indietro?

Ale ha detto...

"There is still much work left before we can determine if Rossi’s E-cat works"

Questo e' il succo del discorso. Secondo me tra believers e unbelievers c'é solo una sottile differenza di percezione.

Il risultato qui ottenuto é senza dubbio straordinario. SE e solo se é un fenomeno reale. Si puó affermare ORA oltre ogni ragionevole dubbio che ció sia stato dimostrato? No.

Perché ci vuole tanto tempo? Beh, chi ha avuto esperienze accademiche anche lontanamente di questo tipo, sa benissimo quanto tempo ci voglia per provare una cosa "oltre ogni ragionevole dubbio", portando dati a suffragio delle proprie tesi. In questo caso poi, avendo a che fare con black box, sicuramente i controlli devono essere piú stringenti, ma non si tratta di fanghificio. Io non lo vedo in questo modo.

Non ci resta che incrociare le dita, e aspettare il prossimo report (che verosimilmente sara' nel 2014 avanzato, se il test di sei mesi dovesse iniziare in giugno2013). E questi sono per me i tempi MINIMI per redigere un report serio.

AC/DC ha detto...

@Sandro75K
Assolutamente d'accordo con te! mi disturbano molto le critiche a persone come Mario Massa e Franco Morici che stanno facendo semplicemente quello che tutti dovrebbero fare quando analizzano un paper scientifico.

Che male c'è nel discutere tra persone competenti in un blog?

Poi se i professori preferiscono non controbattere sui blog (ma vedo che alcuni lo stanno già facendo) ci può anche stare, vorrà dire che tutti i dubbi emersi dalle discussioni sul blog potranno essere riassunti e pubblicati su arXiv.

Non vorrei si rialzasse il muro di silenzio che ha seguito i test di 2 anni fa.

Tizzboom ha detto...

Scilipoti commenta la notizia dell'ultimo report di terze parti

sandro75k ha detto...

AC/DC

Anche a me disturbano le critiche nei loro confronti perchè mi pare palese che oltre che per la verità, tifano eventuali "nuove scoperte"....

AC/DC ha detto...

Ho una domanda che mi frulla nella la testa:

Quali sono i vantaggi nell'aver introdotto l'autosostentamento nell'ultima versione dell'hot-cat (quello testato in Marzo) se alla fine il COP diminuisce e pure la temperatura d'esercizio?

Il prototipo testato in Dicembre sembrava già più che stabile, o sbaglio?

lmwillys ha detto...

ecco, si può tranquillamente attendere che svedesi italiani e cornell university dichiarino pubblicamente la loro approssimazione ascientifica

Robbins ha detto...

@Antonio
>>> Dove sbaglio:
Qui: "dato riportato anche su 22p in un precedente articolo".
Citazione dalle specifiche Penon - hot-Cat del test delle terze parti diverso dall'hot-Cat Penon.
http://67.228.178.26/forum/topic.php?topic_id=5747&reply_id=123482975
Facile, come vede, presumere quello che fa comodo.

Daniele Passerini ha detto...

@Antonio
Il parallelo delle resistenze è di 6 ohm e sono molto "dimensionate" come potenza: (dato riportato anche su 22p in un precedente articolo) "Parallelo di 2 resistenze di riscaldo (4 cavi che vedete). Valore del parallelo 6 Ohm. Tensione di alimentazione in alternata (50 Hz) di 147 Volt. Corrente assorbita 24,25 Ampere. Potenza assorbita 3,56 kW"
Io avrei riportato in un precedente articolo di 22 passi questa roba??? Non ricordo per niente di averlo fatto! Spiegami a cosa ti riferivi con "dato riportato anche su 22p in un precedente articolo, grazie.

lmwillys ha detto...

piuttosto che continuare in elucubrazioni scettiche esposte da critici non coinvolti direttamente a fiduciosi altrettanto non coinvolti direttamente e dato che i critici finora non propongono repliche truffaldine ... non è meglio per i critici rivolgere direttamente agli autori i propri dubbi o richieste di precisazioni magari accompagnando con un 'siccome credo lei sia un incapace ... ' ?

Antonio ha detto...

Salve @Daniele, lieto di conoscerti. L'ho letto qui:
http://22passi.blogspot.it/2013/05/fino-al-limite-di-rottura.html

Anzi, per la precisione ho fatto una ricerca su google ed è uscito lo stesso blog sul quale stavo commentando :-)

Spat ha detto...

Su e-catworld.com stanno già raccogliendo e smistando le domande da porre a chi ha fatto i test:
http://www.e-catworld.com/2013/05/questions-for-testers/

Paul ha detto...

La strumentazione di misura del test era connessa alla stessa rete di alimentazione.

Se tale alimentazione avesse avuto una tensione continua aggiunta, diciamo di 100 VDC come ipotizzato, si sarebbero bruciati. Provate ad applicare 100 VDC al primario di un trasformatore di alimentazione, in aggiunta (in serie) alla sua normale tensione alternata di 220VAC.

Daniele Passerini ha detto...

@Antonio
Ok, ora capisco: erano dati copia-incollati dal forum di Cobraf e risalenti ai test dell'estate 2012 mi pare. Tu ritieni che quelle siano anche le specifiche dell'E-Cat HT di cui all'articolo su arXiv? Francamente non lo so.

Robbins ha detto...

@Daniele Passerini
Stante che qui si esercita rigore "filologico" sul test delle terze parti, manco fosse un'edizione dei Rotoli del Mar Morto, la presunzione è chiaramente INACCETTABILE. Il testo va sottoposto a revisione per quel che dichiara, senza contaminarlo con testi terzi.

sandro75k ha detto...

@Paul

L'ho letta questa considerazione su e-Catworld....

Alessandro Pagnini ha detto...

@ Silvio
"Per me e' evidente che un mago non avrebbe interesse ad aver riconosciuta la proprieta' intellettuale di una magia ed un truffatore ha interesse a guadagnare qualcosa, non a perdere tempo lavorando 24/24 7/7 con una esposizione mediatica mondiale. Ma queste ultime, a differenza dei ragionamenti logici sopra, sono mie opinioni, e come tali non condivisibili da tutti."

Mi tocca quotarti e condividere, ahimè, le tue opinioni :-D


@ Paul
"La strumentazione di misura del test era connessa alla stessa rete di alimentazione "

Proprio sullo stesso cavo? Perché se avessero usato per alimentare i loro strumenti una fase delle 3 disponibili, allora Rossi avrebbe persino dovuto prevedere la possibilità di switchare il tarocco.
Se poi, per non sbilanciare troppo il carico, l'ingegnere elettrico presente, avesse pure ritenuto di usare le tre fasi suddividendo i carichi, il povero Rossi si sarebbe dovuto inventare al volo qualche altra diavoleria.
Madonna che fatica poverello, ma non faceva prima a vendere 'elisir di lunga vita' in piazza? ;-)

Comunque, non sottovalutiamo i punti non chiari. Non commettiamo lo stesso errore di quando i negazionisti, sentendosi in vantaggio per alcuni test che ritenevano di poter criticare e per i comportamenti a volte imprevisti di Rossi, sbeffeggiavano gli scettici ottimisti e non si ponevano neppure la domanda se potevano aver avuto torto nell'esprimere certi giudizi. Molti di loro perderanno la faccia, credo e qualcuno forse la carriera. Siamo passati dall' 1 a 0 all' 1 a 2 con vantaggio nostro, ma la partita si chiude al 90' e ci vuole rispetto per l'avversario (non il nemico, sia chiaro). Dobbiamo giocare tutti onestamente e c'è ancora una minima possibilità di perdere, quindi difesa in linea, squadra corta e occhio alle fasce ;-)
Mario fa il suo gioco e sta a noi, o meglio alla nostra squadra, il replicare e dimostrare che meritiamo una vittoria che ora si annuncia più vicina. E non dimentichiamoci che se c'è stato gioco corretto e rispetto, poi all'avversario si stringe la mano.

tia_ ha detto...

> La strumentazione di misura del test era connessa alla stessa rete di alimentazione.

Cioè stai dicendo che la termocamera e il pce 830 hanno la presa trifase ed erano connesse insieme? Non credo proprio.
Saranno stati connessi su una linea monofase a parte.

lmwillys ha detto...

umilmente la mia standing ovation per Robbins
bene, vedo da Spat che gli scettici si sono lanciati ... mi piacerebbe ferocia presunzione e sangue a fiumi nel civile confronto ...

Alessandro Pagnini ha detto...

@ tia_
"Cioè stai dicendo che la termocamera e il pce 830 hanno la presa trifase ed erano connesse insieme? Non credo proprio.
Saranno stati connessi su una linea monofase a parte."

Ma ricordo male io, o il trifase è composto da tre fasi da 220Vac, rispetto al neutro e ognuna delle quali è sfasata di 120 gradi rispetto alle altre due e che il 380 lo si ottiene misurando una fase rispetto a una qualunque delle altre due, ma che se si ha bisogno di un 220V basta mettersi tranquillamente tra una fase e il neutro? Se avevano i fili tra le mani, avrebbero benissimo potuto usare una delle fasi per avere un 220V. O ricordo male i rudimenti di elettrotecnica?

GabriChan ha detto...

@Tutti è questo l'unico vero gatto che produce energia :)

http://www.youtube.com/watch?v=Z8yW5cyXXRc

tia_ ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
tia_ ha detto...

>ma che se si ha bisogno di un 220V basta mettersi tranquillamente tra una fase e il neutro?

Certo che la monofase la ricavi dalla trifase, l'ho scritto una dozzina di volte.

>Se avevano i fili tra le mani, avrebbero benissimo potuto usare una delle fasi per avere un 220V.

Si certo, ce li vedo a spelare i cavi per farsi su la linea a 220V, con tanto di spina costruita al volo (la presa trifase e quella monofase p completamente differente).
No pagnini, vai ad una scatola di sitribuzione e ti attacchi ad una linea a 220V, mai visto una scatola dove c'è la trifase e monofase?

Paul ha detto...

@ sandro75k
>L'ho letta questa considerazione su e-Catworld....

Io non l'ho letta su e-catworld, ma so che un trasformatore di alimentazione alimentato in alternata ha una impedenza piuttosto alta per effetto del nucleo lamellato. Alimentandolo in continua tale nucleo si satura magneticamente e l'impedenza scende quasi a zero: si ha un bel cortocircuito. E' assolutamente così.
Perciò:
- o gli strumenti di misura erano alimentati da un'altra parte.
- o gli strumenti di misura non avevano il trasformatore di alimentazione.
- o la tensione continua non c'era.

robi ha detto...

Tia
fatto
ho provato in azienda (ho sia la trifase che la mono).La spina del 220 deve esser" tipo tedesco"penso che si chiami così.Comunque entra

gio ha detto...

anche sta storia del contatore dell'enel .....a me fa sorridere ...dopo tutto non si può pretendere che degli svedesi si fidassero di un contatore....... dell'enel:):):)

tia_ ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
tia_ ha detto...

>ho provato in azienda (ho sia la trifase che la mono).La spina del 220 deve esser" tipo tedesco"penso che si chiami così.Comunque entra

La schuko? E tu ti fideresti ad inserirla dentro l'attacco trifase?
Non so voi, ma io quando ho una spina con due estremita cerco una spina con due buchi, non mi sogno nemmeno di infilarla nell'attacco trifase.

Alessandro Pagnini ha detto...

@ tia_

"Si certo, ce li vedo a spelare i cavi per farsi su la linea a 220V, con tanto di spina costruita al volo (la presa trifase e quella monofase p completamente differente).
No pagnini, vai ad una scatola di sitribuzione e ti attacchi ad una linea a 220V, mai visto una scatola dove c'è la trifase e monofase?"

Non escludo che sia come dici tu. Bisogna capire cosa intendono quando dicono che erano connessi alla stessa alimentazione.

semplice elettricista ha detto...

@Tia
Comunque la spina si infila in una presa

gio ha detto...

>La schuko? E tu ti fideresti ad inserirla dentro l'attacco trifase?
Non so voi, ma io quando ho una spina con due estremita cerco una spina con due buchi, non mi sogno nemmeno di infilarla nell'attacco trifase.

.....son dilemmi amletici di fronte all'attacco trifase..........

inserire o non inserire....questo è il problema!!!

:):)

robi ha detto...

Tia
l ho provata su una prolunga trifase.
Io non ho mai provato ,ma, l ho visto fare.
comunque non me ne intendo e lascio il discorso

tia_ ha detto...

>Io non ho mai provato ,ma, l ho visto fare.

Se guardi le immagini dal report vedi delle normalissime ciabatte monofase.

>Non escludo che sia come dici tu. Bisogna capire cosa intendono quando dicono che erano connessi alla stessa alimentazione.

Chi l'ha detto e dove?

>Comunque la spina si infila in una presa

Touchè

Robbins ha detto...

@lmwillys
Grazie. Facciamogliela vedere a questi peluovisti!

mario massa ha detto...

@Alessandro Pagnini
"E non dimentichiamoci che se c'è stato gioco corretto e rispetto, poi all'avversario si stringe la mano."

Alessandro sei forte.

"O ricordo male i rudimenti di elettrotecnica?"

Non fare il finto smemorato! Certo che è così, ma sai bene che la linea trifase e quella monofase in un capannone sono separate. E' quindi possibile (direi probabile) che abbiano usato prese indipendenti (blu per la 230V, rossa per la 400).
Diverso il caso della prima prova dove l'Hot-Cat era monofase. Lì è possibile abbiano prelevato tutto da una stessa presa. Se questo fosse confermato l'ipotesi della dc diventerebbe più difficile da sostenere, ma bisognerebbe analizzare cosa avevano attaccato (come ha detto Tia, PC, labtop e la maggior parte degli apparecchi moderni avrebbero funzionato correttamente. Una apparecchiatura con trasformatore sarebbe andata arrosto).

A dire il vero anche in quel caso a guardare le foto sembra esserci un modo per iniettare dc senza provocare danni (me lo ha fatto venire in mente un amico), ma taccio per non generare ulteriori vespai (e così ti diverti a pensarci sopra.)

Neri B. ha detto...

@MarioMassa
Fammi capire una cosa: se chi ha eseguito la prova ha controllato con occhi e mani che il cavo di alimentazione proveniva da una derivazione della rete ENEL...magari l'ha anche seguito fino alla cabina di trasformazione tu ancora continueresti con questa storia della continua o cominceresti a instillare il dubbio che l'ENEL sia collusa con ROssi?

Alessandro Pagnini ha detto...

@ tia_

"> La strumentazione di misura del test era connessa alla stessa rete di alimentazione "

Bisogna veder a che maglia della rete. Stesso filo? Stanza accanto? Presa vicina? Boh...???

Comunque presumo anche io, come te e Mario, che sia probabile che si siano attaccati su una presa diversa, ma se hanno fatto questa precisazione, dopo tutte queste critiche rimbalzate, forse c'è un motivo.


"Diverso il caso della prima prova dove l'Hot-Cat era monofase. Lì è possibile abbiano prelevato tutto da una stessa presa. Se questo fosse confermato l'ipotesi della dc diventerebbe più difficile da sostenere, ma bisognerebbe analizzare cosa avevano attaccato (come ha detto Tia, PC, labtop e la maggior parte degli apparecchi moderni avrebbero funzionato correttamente. Una apparecchiatura con trasformatore sarebbe andata arrosto)."

Anche lì, ci sarebbe voluta una buona dose di fortuna, perché ho notizia che alcuni alimentatori da PC delle ultime generazioni, pretendano una passabile sinusoide e si incavolino pure se tenti di dargli una sana onda quadra, come andava di moda nei vecchi gruppi di continuità. Sembra si siano complicati la vita per via dell'assorbimento sinusoidale, per correggere il fattore di forma della corrente assorbita ed evitare di generare armoniche. Insomma, se è pur probabile che i prof. non si mettano a spellar fili, lo è altrettanto che un Rossi si avventuri a impastare la linea che alimenterà, Dio solo sa cosa, con delle tensioni che potrebbero tranquillamente far danni, venendo sgamato al volo, non ti pare? Comunque si sta qui a fare i conti in tasca alle probabilità, ma alla fine, o si dimostra, conti alla mano, che ciò non era tecnicamente fattibile, oppure l'eventualità suggerita, almeno dal punto di vista ipotetico, rimane possibile. Io avevo le mie convinzioni piuttosto robuste ancor prima di queste prove, quindi figurati adesso, tuttavia riconosco che sarebbe meglio per tutti togliersi i dubbi più plausibili. Comunque ad alcuni, naturalmente non dico a te Mario, rimarrà la convinzione dell'imbroglio finchè non ne avranno uno acceso in casa e anche allora.....chissà ;-)

lmwillys ha detto...

Robbins, io non ho dubbi sulla lealtà di Massa e Morici, né dubito saranno i primi a congratularsi una volta convinti (unici tra i critici), mi dispiaccio solo per gli eccessi nell'accanimento critico-indagatore per giunta non indirizzato a chi può dirimere i dubbi, nessuno tra i frequentatori di questo blog ha partecipato attivamente ai tests

Spat ha detto...

Per me ben vengano le domande per chiarire, tanto più che già una volta un tecnico svedese se n'era uscito dicendo che l'input era 2-3 volte quello dichiarato da Rossi e poi per questo motivo un finanziatore (sempre svedese) si è tirato indietro.
E' meglio liberarsi di tutti i dubbi, visto che sono legittimi data l'enorme importanza che questo dispositivo potrebbe avere nella storia della civiltà umana.

Alessandro Pagnini ha detto...

" io non ho dubbi sulla lealtà di Massa e Morici, né dubito saranno i primi a congratularsi una volta convinti"

Quoto!


"mi dispiaccio solo per gli eccessi nell'accanimento critico-indagatore per giunta non indirizzato a chi può dirimere i dubbi, nessuno tra i frequentatori di questo blog ha partecipato attivamente ai tests "

E' quello che intendo dire anche io, quando affermo che si sta qui a soppesare le probabilità, che poi ognuno le vede a modo proprio, senza poter provare o confutare alcunchè. Però è anche inevitabile che se ne parli e magari potrebbe venir fuori qualche contestazione sensata in grado di indirizzare le cose. Certo che alla fine chi ha le capacità e la voglia per farlo, sarebbe bene che tirasse le somme e inoltrasse il tutto per le vie più adatte, cioè attraverso un articolo sulla medesima rivista. Però non vedo nulla di male a fare qualche ipotesi anche qui, tra l'altro le cose rimbalzano e può darsi che venga fuori qualche risposta sollecitata da i rumours, anche se non è obbligatorio.

lmwillys ha detto...

beh Alessandro, a naso non credo che chiedere allo svedese 'scusi la corrente continua ... ' possa ottenere risposte diverse da una sequela di insulti

Antonio ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Antonio ha detto...

@mario massa

Per esempio spero che nessuno abbia preso sul serio questa misura di potenza pensando che stesse mostrando veramente 1,07KW!

http://www.cobraf.com/forum/immagini/thumbs/R_123517565_2.jpg

In questo caso non c'entra nulla l'offeset DC (o non è a quello a cui mi riferisco)

Yoda ha detto...

Mi inserisco in punta di piedi - visto che sono piuttosto ignorante in materia - ma non posso fare a meno di dire che a questo punto l'ipotesi truffa non regge per niente. E' troppo illogica! Credo che chi continua su questa strada in modo così tenace, pur animato da un sano spirito scientifico galileiano, sia vittima, più meno consapevole, di pregiudizi.
Non riesco proprio ad immaginarmi come persone del calibro di Levi o degli scienziati svedesi, essendo sicuramente a conoscenza del polverone causato dalla differente valutazione dell'energia assorbita dall'ecat che si è verificata in passato proprio in Svezia, possano trascurare questo "dettaglio" o, peggio ancora, siano così incapaci da non rendersi conto dell'imbroglio.
Concludo dicendo che vedere tanta mancanza di fiducia nel prossimo in tanti commenti mi rattrista. Sono sinceramente dispiaciuto per voi.

Alessandro Pagnini ha detto...

"beh Alessandro, a naso non credo che chiedere allo svedese 'scusi la corrente continua ... ' possa ottenere risposte diverse da una sequela di insulti "

Questo dipende dall'educazione dello svedese :-D

Allora, a me sembra irreale una ipotesi del genere (continua sulla rete), ma quando ho cominciato a seguire Rossi, sembrava irreale l'E-CAT. Non basta pensare o avere anche solide motivazioni a favore o contro qualcosa per validarla o escluderla, altrimenti facciamo lo stesso errore di supponenza fatto da tanti 'tromboni'. Siamo umili e ammettiamo, a meno che il ragionamento e dei conteggi ci portino ad escluderlo, che forse alcuni aspetti potrebbero anche essere stati trascurati. Io non avrei mai pensato che Rossi mi taroccasse la rete di alimentazione (e francamente non lo penso neppure adesso), però, per abitudine avrei attaccato un oscilloscopio e avrei potuto escludere questa possibilità, che non avrei mai immaginato, comunque. Non è stato fatto perché lo scopo e l'impostazione non era preminentemente volta a questo tipo di indagine, presumo, mentre per convincere i più tetragoni bisogna davvero inviare il CICAP :-)
Per quello che ho letto di storia della scienza, ci sono state diatribe simili molto spesso e ci sono state contestazioni e accuse di truffa ad ogni pie' sospinto; non è una novità che debbano essere passate queste forche caudine. Naturalmente non l'ordina il medico di convincere (quasi) tutti. Se preferiscono non andare a verificare ipotesi così poco verosimili, è una scelta loro e di Rossi e poi ci penserà il mercato a fare il resto. Se invece vogliono dare una validazione la più indiscutibile possibile, dovranno tener conto anche delle ipotesi di 'malafede' di Rossi e accettare i suggerimenti sensati per sgamare le possibili manomissioni. Io sono convinto che stiamo entrando in una nuova era, ma la mia convinzione non fa una verità e una certezza.

Giovanni Costantini ha detto...

@Alessandro Pagnini
Complimenti mostri sempre un grande equilibrio. Se mi si chiedesse di trovare un difetto alla tua prosa potrei solamente dire che non brilli per capacità di sintesi, ma è solamente un misero insignificante dettaglio in un mare di cose buone, ottime. Bravo!

Fabio Crestani ha detto...

basta leggere il seguente articolo:
http://punto-informatico.it/3805661/PI/News/e-cat-ancora-una-scatola-nera.aspx
per rendersi conto che questi report non cambieranno niente.
Nell'articolo viene contestata la validità scientifica del test in quanto non conoscendo il catalizzatore segreto manca il presupposto della ripetibilità.
Quindi la scienza non ammetterà mai l'esistenza delle lenr finchè non avrà compreso il fenomeno ed ogni futuro report sarà sempre soggetto a mille possibile confutazioni invalidanti.
Rossi ha detto bene:
Solo il mercato avvallerà la scoperta...

Alessandro Pagnini ha detto...

@ Giovanni Guerrini
" Se mi si chiedesse di trovare un difetto alla tua prosa potrei solamente dire che non brilli per capacità di sintesi "

Non sei il primo che me lo dice :-D

Comunque grazie per l'apprezzamento, se mai dovessi istituire un fan club, tu avresti la tessera n.1 e il titolo di presidente ;-)

A proposito, pensi di venire al pranzo?

Giovanni Costantini ha detto...

@Alessandro Pagnini
La tessera la desidero veramente! Non verrò al pranzo in quanto il 2 Giugno si sposa il mio amico Omaek. Inoltre Padova è relativamente lontana da dove vivo (Pesaro). In altri periodi sarei venuto e sarei rimasto a dormire fuori, ma oggi grazie a Dio ho una moglie ed un bimbo di un anno e mezzo che si chiama Edoardo e preferisco non assentarmi per troppe ore. Sono fuori casa tutti dal Lunedì al Venerdì dalle 8 alle 21 ed il week end è (molto) riservato alla famiglia. Se in futuro verrà fatto un ulteriore pranzo in Romagna/Marche/Umbria e toh, Toscana proverò ad esserci! Mi farà piacere conoscervi tutti di persona! =)

Tizzboom ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Tizzboom ha detto...

@Fabio Crestani: non condivido per niente con l'articolista su quel punto. Si può fare un test scientifico anche su una blackbox. Con questo presupposto, sono i calcoli/misurazioni che devono essere validi e ripetibili, aperti e trasparenti (altro punto debole del report di terze parti: non mi sembra che siano disponibili i dati raw utilizzati per verificare. Fra l'altro la documentazione fotografica è ridotta ai minimi termini. Coperta da NDA anch'essa?).

A titolo di paragone, non mi sembra ad esempio che la non ripetibilità di eventi sismici o vulcanici renda il loro studio non scientifico.

Il Santo ha detto...

@Antonio

>Oltretutto le resistenze sono "curiosamente" da almeno 3500W complessivi e quindi lavorerebbero in totale sicurezza).

Questa è una cosa che mi e' sfuggita. Dove hai preso il dato?

piero41 ha detto...

Mi spiace di fare il bastian contrario ma certi scritti ed eventi rimangono anche fuori di qa.Quello che mi ha profondamente irritato come ho scritto nel precedente post è stato soprattutto la sovrapposizione temporale e causale d’eventi che mentre mostrava qua in casa di Daniele Mario intento a portare ancora avanti le sue obiezioni, il suo attacco al Report fra molte discussioni, di la sul blog di F. era GIA’ pronto e pubblicato il commento di attacco ad UniBo e a Levi da una certa e nota persona, che in base a queste obiezioni già dava come fallito il report stesso!! “...... Gli autori non hanno avuto il totale controllo dell’esperimento, che quindi non è attendibile né replicabile (per cui l’articolo non è pubblicabile su una rivista seria e peer reviewed).....Se le cose stanno così bisognerà chiedere a UniBO come mai ricercatori pagati dallo stato invece di lavorare per l’avanzamento della conoscenza, cioè pubblicando ricerche replicabili, lavorino invece a unico vantaggio di privati. L’etica è l’unico limite alla libertà di ricerca, ma è un limite da prendere sul serio.... eccc”
Mi sembra Una coincidenza temporale e di causa effetto molto, molto sospetta da suscitare ed indurre anche le più brutte sensazioni di conbine, decisa in anticipo.creando come già forse prevedevo possibile nei precedenti miei commenti una situazione molto spiacevole per Levi ed UniBo.
E qua arriviamo ad un’altra grave pecca di metodo nel comportamento di MMassa, hanno detto:” [gli scettici] Che si leggano bene il report e se hanno qualche obiezione, domanda o dubbio che facciano un bel controreport e dopo una peer review tra colleghi che lo pubblichino aspettando le risposte degli autori; altrimenti che stiano zitti o dicano di non essere nelle condizioni di esprimere un giudizio” Però tale metodo corretto in luogo di riempire di discorsi negativi questo blog avrebbe chiamato in causa e GIUSTAMENTE tutti i 7 professori e le altre due università Svedesi.... Ma a questo livello gli altri signori del Blog F. non avevano certo coraggio di colpire. I soli colpevoli delia grande confusione su 22passi dovevano esser solo Levi e Unibo ....

DF ha detto...

@yoda "Concludo dicendo che vedere tanta mancanza di fiducia nel prossimo in tanti commenti mi rattrista. Sono sinceramente dispiaciuto per voi"

Beh non ti crucciare, anche gli scettici possono dirsi sinceramente dispiaciuti per chi non ha alba di cosa sia il metodo sciantifico o almeno il senso critico.
Pensa solo se tu avessi in mano un fenomeno reale, che controlli da tanto (Rossi ci scalda i capannoni da vari anni) ... sarebbe una soddisfazione smontare le argomentazioni pretestuose degli scettici ... e a stretto giro di posta vista la relativa semplicità dell'ambaradan.

Ok, a Rossi non frega nulla ... ma ora c'è stato un passo importante ... alcune persone dal passato ben più cristallino c'hanno messo faccia e carriera ... temo che almeno la prima ce la rimetteranno ... ma il dado è tratto. Se vogliono ridurre i possibili danni devono essere i primi a preoccuparsi di verificare le ipotesi di truffa ... e se si giustificheranno con un "ci ha imbrogliato" sarà di gran lunga meglio che "siamo collusi", cosa quest'ultima che escluderei.

Invece di prendervela con Mario, dovreste capire che attualmente qui dentro Massa è il miglior suppporter dell'eCat quando dice che se gli fugano questo dubbio sulla DC diventerebbe believer al 51% ... aiuterebbe la causa dell'eCat immensamente di più di orde di adoranti believers.
Anch'io alzerei di molto il mio attuale 0,00001% ... anche se non certo fino al 51% ... per quanto Massa abbia tutto il mio rispetto, finche non ci sarà una replica autonoma, pur guidata da Rossi ma con dei convinti scettici ... tutta questa faccenda urla imbroglio da troppi anni.

Ripeto, stiamo parlando di una cosa epocale ... caspita vogliamo vagliare a fondo qualsiasi possibile dubbio?
La verità vincerà ma dobbiamo fare il possibile per cercarla. E se il fenomeno esiste non teme le verifiche!

Giovanni Costantini ha detto...

@Piero41

Piero,tentando di interpretare il tuo commento poco sopra, ho colto un attacco a Mario Massa che reputo del tutto fuori luogo. Mario è uno dei pochi, pochissimi scettici che mostra un atteggiamento dialogante nei confronti di molti lettori di questo blog che hanno invece un atteggiamento di speranza / fiducia nell' operato di Rossi. Io sono tra questi ultimi. Inoltre Massa, che non conosco, a mio parere svolge anche una utilissima funzione divulgativa, ovvero chiarisce con puntualità e precisione aspetti tecnici a favore di persone che - come me - non hanno un retroterra culturale che gli permetta di comprendere appieno gli argomenti trattati che sono molto tecnici. Ora, ammesso che abbia capito correttamente il tuo commento - purtroppo è scritto molto male - sappi che lo considero totalmente fuori luogo, perchè oltre ad offendere Massa paventando una ipotesi di complotto per attaccare Daniele, il tuo commento non fa altro che aumentare l'acredine tra i "believers" e gli scettici. Personalmente ringrazio Massa per la sua disponibilità e per l'onestà intellettuale che dimostra. Ti prego di valutare con attenzione le conseguenze che commenti come quello che hai postato potrebbero generare. Un commento come il tuo potrebbe disincentivare Massa dall' intervenire su questo Blog danneggiando tutti i lettori.
Se ho interpretato male il tuo commento me ne scuso sin d'ora, ma contestualmente ti invito a scrivere in maniera più chiara rileggendo quanto scritto prima di premere il pulsante "Pubblica". Grazie

cicciuzzo ha detto...

@ Tia

Ad ogni modo la questione è semplice: vatti a riguardare cosa dice il report (pag.5) - lo strumento PCE-830, misura potenza attiva, reattiva ed apparente oltre che effettuare il calcolo in KWh. Lo strumento era connesso per mezzo di 3 voltmetri e 3 amperometri verso l'E-cat. Per cui, se fosse stata presente una continua, lo strumento la avrebbe rilevata come potenza attiva costante (1/2 RI^2). Quindi delle due una: o non ti fidi di come siano stati condotti i test o non ti fidi dello strumento.

Il Santo ha detto...

@Piero41

Certo se Levi e gli altri prof spariscono nel nulla senza dare risposta ai dubbi più che leggittimi l'unico che se ne gioverebbe sarebbe il Rossi: scommetto 10 euro che sta già usando il report commercialmente. Non credo sia contestabile che utilizzare il nome dell'uni per fini avulsi dalla ricerca sia eticamente accettabile.

Il Santo ha detto...

@Cicciuzzo

La casa costruttrice ha confermato che lo strumento non misura componenti continue. Se parliamo di scienza non esiste la fiducia ma solo l'oggettività.

cicciuzzo ha detto...

@ Il Santo

Potrei vedere la dichiarazione della casa costruttrice di cui parli? Io sulle specifiche vedo quanto dichiarato nel report:

- Analysis of a network of 3 phases/4 conductors, 3 phases/3 conductors, 1 phase/2 conductors, 1 phase/3 conductors
- Measures effective real value (V 123 and I 123)
- Measures active power (W, KW, MW, GW)
- Measures apparent and reactive power (KVA, KVAR)

Notare, la continua si misura attraverso il rilevamento della potenza attiva costante.

http://www.industrial-needs.com/technical-data/power-anlayser-PCE-830.htm

Diogene ha detto...

se, da come ho capito, quelle sonde misurano campi oscillanti (dovuti all'alternata), una continua (che fa roba completamente stazionaria) non viene letta, se non come alterazione della forma dell'onda.

Diogene ha detto...

forma dell'onda che nel report non viene citata
(ricordo che io al massimo ho misurato i volt delle pile stilo, quindi sono soggettissimo ad errori naif)

tia_ ha detto...

@cicciuzzo
Tutte le cose che hai affermato sono state gia affrontate nei commenti di questo post e di quell precedente, ti consiglio di leggerli tutti.

Il Santo ha detto...

@cicciuzzo

In un post precedente Franco Morici ha pubblicato la risposta ottenuta dalla casa produttrice. Inoltre se leggi la scheda tecnica di tutte le sonde applicabili noterai che parla di armoniche dalla prima in su.

@Diogene

Le sonde sono ad induzione, ergo misurano solo grandezze variabili, mentre tagliano via tutto ciò che e' stazionario. Come faceva notare tia, si sarebbe potuto usare una sonda ad effetto hall per misurare la continua, ma non è tra le opzioni applicabili al PCE 830.

Diogene ha detto...

Infatti "induzione" taglia la testa al toro.

blu-flame ha detto...

Premesso che triac& c non sono disegnati da nessuna parte.
L'alimentatore e' un BOH
Forse non conosci l'elettrotecnica. se la conoscessi sapresti che hai detto cose bislacche, altrimenti sarebbero bugie.

1) su di un sistema trifase e' possibile alimentare ben 3 tensioni continue in configurazione a stella e quindi per 85KW (all' incirca forse) in 116h sono meno di un KW che diviso 3 sono circa 300W.
300W non sono certo un problema, no?

2) questa e' la piu' bella, la difficolta di generare CC! basta prendere un ampli da 150W per avere un alimentatore da 300W in CC. Ormai li trovi al supermarket per 2000E un onkio pompa 4x150W sufficienti assai e si puo' anche risparmiare con i karma o altri PA

Comunque se hai impedenze molto alte puoi farti avvolgere un trasformatore specifico per il tuo alimentatore in CC: con un biglietto da 500E e' tuo.

3) non si vuole portare CC perche' pare bizzarro? si prende un tono alla frequenza che vogliamo, es 2000Hz, e usiamo un apli audio da 300W e stiamo tranquilli che molti strumenti manco ci vedranno passare visto che spesso sono orientati sulla 50Hz! Non solo, alcuni strumenti addirittura, scegliendo la f giusta, scenderanno i valori.

4) anche l'iniezione e il disaccoppiamento non presentano problemi basta fare bene i conti dei condensatori necessari dietro la presa.

Potrei descrivere almeno 20 modi in cui falsare questo test, alimentandolo per esempio su 2 fasi di un sistema a triangolo e sfasandolo. Giustificherebbe l'aumento di T quando non si misura potenza.
Giustificherebbe l'uso del trifase.

Ecco perche' si puo' anche scegliere di non far toccare "l'orpello sacro" ma tutto il contorno deve essere assolutamente in mano agli sperimentatori.
Cosi' non e' stato.

Il Santo ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Il Santo ha detto...

@Blu-Frame

Sottoscrivo in pieno.

Giovanni Costantini ha detto...

@Il Santo
Riprova (Flame / fRame)

Robbins ha detto...

@Antonio
La foto di Cobraf NON si riferisce a nessuno dei tre reattori della prova.

Vettore ha detto...

Noto con sorpresa che proprio i più competenti in materia non hanno capito il mio ragionamento e fanno delle semplificazioni grossolane ed arbitrarie (sic, parola che ha perso di significato ultimamente)...
La potenza che arriva e che esce dall'E-Cat non è costante, soprattutto all'avvio viene fatta crescere lentamente (tanto che inizia a produrre i 2kW dopo due ore). Per questo ho necessariamente supposto che se viene fatta una parzializzazione sulla tensione d'ingresso, questa sia la stessa sia per l'AC che per la DC. Se così non fosse non sarebbe possibile regolare a piacimento la potenza in ingresso, perchè una delle due componenti sarebbe collegata direttamente, secondo la vostra ipotesi dei 100V (e più di 20A!). Volete bypassare il problema del Triac invocando un DC/DC? Certo, fattibile, bisogna solo rettificare tutto prima, ma si ricade nel caso di parzializzazione uguale per le due componenti (quindi il carico equivalente visto dalla sorgente è ben più alto di 6 Ohm come possiamo dedurre dall'assorbimento della componente alternata). Volete supporre che le due componenti siano separate nella scatola di controllo? L'induttanza che servirebbe per reggere 2kW in DC è grossa come un bidoncino da 5 litri pieno di ferro. E poi che facciamo, le regoliamo tutte e due? Certo, ed in modo coerente (dimentichiamoci per un attimo che appena interrompiamo la DC l'induttanza scatenerebbe l'infermo), perchè altrimenti si noterebbe l'incoerenza tra la regolazione dell'AC che è misurata e il comportamento dell'E-Cat che invece andrebbe per i fatti suoi... Quindi vai di induttanzone, Triac e DC/DC...
Ricordiamoci anche che questa tensione "ibrida" dobbiamo anche generalra: volete usare un banale ponte a diodi? Avrete una bella seconda armonica, cosa piuttosto rara che non sfuggirebbe certo ne al power analyzer ne ai professori. Poi bisogna predisporre un controllo per disabilitare la DC quando serve (per il test con il dummy), farla passare da un normale impianto elettrico e sperare che a nessuno venga voglia di infilare il caricabatteria dell'iPhone nella presa, e così via...

E' possibile tutto questo? In confronto è molto più semplice, verosimile, lineare e funzionale ipotizzare che ci sia un laser a CO2 nascosto da qualche parte e puntato sull'E-Cat! O un riscaldatore ad induzione... Mi pare che non abbiano controllato neanche questo del resto...

sandro75k ha detto...

@DF

Quoto ogni singolo pixel del tuo intervento!

Spat ha detto...

@ DF
Sembrerebbe che la replica autonoma ci sia già stata, ed è opera di Stremmenos. Purtroppo non se ne sa quasi niente.
Spero che stia preparando una pubblicazione ad hoc.

GabriChan ha detto...

Credo che alla fine sia tutta una questione di competenze, per me Rossi non ha le competenze per riuscire a fare dei maneggiamenti di tipo elettrotecnico, (fosse stato un Mario Massa qualche dubbio lo avrei anche avuto :) )
Posso crederlo capace di mescolare polverine di varia natura e scaldarle usando un controllore PID, ma non di più, semplicemente è davvero un uomo molto fortunato.

Il Santo ha detto...

@Vettore

Secondo me il vero neo nel tuo ragionamento è che viene a mancare l'approccio "black box": fai ipotesi sul funzionamento dell'e-cat per giustificare la scelta di uno strumento di misurazione inadeguato.

lmwillys ha detto...

'Potrei descrivere almeno 20 modi in cui falsare questo test ....'


ecco, mi piacerebbe li inviasse agli sprovveduti e riportasse in questo thread la cortese risposta

domenico canino ha detto...

@vettore e blu flame
chi di voi due sarà assunto da Rossi?

Robbins ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
E.Laureti ha detto...

@GabriChan

da tempo ho il sospetto che la polverina misteriosa sia un isotopo del rame immesso in una certa proporzione con il nichel ... e che funzioni pertanto come un "attrattore" per la catalizzazione del processo

mario massa ha detto...

@Neri B.
"Fammi capire una cosa: se chi ha eseguito la prova ha controllato con occhi e mani che il cavo di alimentazione proveniva da una derivazione della rete ENEL...magari l'ha anche seguito fino alla cabina di trasformazione tu ancora continueresti con questa storia della continua o cominceresti a instillare il dubbio che l'ENEL sia collusa con ROssi?"

Non capisco tanta polemica. I dati di fatto sono che erano allacciati a una presa in un capannone non loro. E il primo test è iniziato che il sistema era già in funzione. Se Levi o chi per lui dice che il cavo proveniva direttamente dal contatore Enel piombato, è chiaro che questa storia della DC cadrebbe. Ma occorre stare ai fatti.

Robbins ha detto...

@Vettore
In America hanno suggerito che il laser stava nel container - 20 modi di falsificare il test - 100 (o 1000 o 10000) imbecilli. Consoliamoci col concetto di equidistribuzione: sono presenti anche al di là dell'oceano - razza generale della Pangea, non limitata alla sola regione Paleartica. Che ne dice di
"DURA CERVICI Linneo"? Si potrebbe chiedere un'aggiunta tassonomica: homo homo dura cervici Linn.. Sono sicuro che presentando come documentazione i contributi degli ultimi due giorni la revisione del Philos verrebbe accettata (e di corsa).

barneypanofsky ha detto...

Io continuo a non capire perche':
1) non si sono usate delle belle termocoppie per misurare la temperatura. Facile, economico, affidabile. Troppo scontato? Non esistono TC che misurano quelle temperature? (alla seconda domanda la risposta e': certo che esistono!)

2) S'e' scelto l'esotico sistema di leggere con una telecamera un wattmetro, quando i nostri amiconi di NI (National Instruments, per gli smemorati...) producono fior di schede I/O che acquisiscono in continuo icche' tuvvoi.

3) incredibilmente, da una situazione con schermatura in piombo per "termalizzare i gamma" (qualsiasi cosa cio' significhi, chiaramente), s'e' passati in questi mesi a una schermatura in piombo che regge fino ai 600° C, poi ad una schermatura di piombo FUSO, poi ci si e' scordati della schermatura, perche' i gamma 'un ci sono (forse).

4) si continua a vietare l'analisi della polvere-catalizzatore. Ora, se quello e' l'elemento fondamentale dell'accrocchio, basterebbe brevettare la sua formula. E' una cosa banale come l'acqua salata? No hay problema: l'USO che se ne dichiara (produrre energia aggratisse) e' cosi' differente dal normale che il brevetto te lo danno subito. Perche' non si fa?

5) Si fanno fare i test ad amici ebbasta. PERCHE'? Io, fossi stato sicuro del risultato, avrei chiamato si Giuseppe Levi ed Essén, maanche Mario Massa (cui fistiano le recchie come sirene, visto il numero di volte che viene chiamat in causa). Magari solo per farlo assistere alla messa in opera del setup. Non va bene Massa? Perche', se posso chiedere?

6) Ma soprattutto non capisco perche' si debba credere (mi spiace, non trovo altra parola) ad una affermazione clamorosa, che rivoluzionerebbe l'intero apparato conosciuto della fisica E della chimica, sulla sola base dell'affermazione stessa.
Per restare nel campo di Vettore: chi afferma che esistono i draghi versi a pallini rosa ha il DOVERE di provare che essi esistono, non puo' chiedere a chi e' scettico di provare la loro non esistenza.

Barney

Robbins ha detto...

>>> Non capisco tanta polemica.
Appunto.

Robbins ha detto...

>>> i draghi verdi a pallini rosa ha il DOVERE ...
A questo punto la richiesta di revisione del Philos è un obbligo.

E.Laureti ha detto...


sarò prevenuto ma a me sembra che Krivit rosichi più del solito :-)

http://news.newenergytimes.net/2013/05/21/rossi-manipulates-academics-to-create-illusion-of-independent-test/

mario massa ha detto...

@Vettore
"In confronto è molto più semplice, verosimile, lineare e funzionale ipotizzare che ci sia un laser a CO2 nascosto"

Amen.

piero41 ha detto...

@ G. Costantini

Può anche darsi che quel commento non sia venuto bene, doveva solo riepilogare un po’ il mio punto di vista sul comportamento di M.M. com’è venuto fuori dai molti miei commenti ad iniziare da quello del 22 maggio 2013 20:34 sino al pomeriggio di oggi sul post precedente. Ormai sono stufo. Poi sai con la 3° media !! ;-P Forse leggendoli cronologicamente assieme alle risposte di Mario potresti capire meglio. Comunque sta certo che su entrambi i blog Mario ha molti amici e non credo che sia molto interessato al mio parere... Io sono interessato, prima che alle buone maniere di relazione, ad eventuali consequenze che commenti simili a questo su :
http://fusionefredda.wordpress.com/2013/05/09/rossi-2/ Gherardo Gentzen scrive:ore 22 maggio 2013 alle 5:33 pm
potrebbero forse avere in UniBo sulla carriere del prof Levi amico di D22. Tale commente è stato pubblicato mentre Massa obiettava al Report qua sopra e ne è strettamente colllegato mi sembra. Saluti.

sandro75k ha detto...

Ragazzi ma davvero stiamo scherzando?
In un fiume tanta acqua entra e tanta ne esce, posso verificare tutte le entrate o mi devo sentire in colpa se qualcuno sostinene che ne esce di più di quella in ingresso?????

barneypanofsky ha detto...

@Massa: laser? Epperche'? Io ipotizzo Plutonio in comodi pellet da RTG. Nessun bisogno di alimentazione, durata garantita per venticinque anni (ma durano molto di piu', fidatevi), il problema delle radiazioni e' superato perche' si termalizzano pure quelle... Una ganzata!

Se non si trova il Pu, va benissimo anche l'Americio, che tra l'altro viene via con molti meno euri.

Tizzboom ha detto...

La Elforsk è soddisfatta dei test:

Swedish Electrical Utilities’ R & D Company, Elforsk, release news about the ECAT test

Non schifate ecat.com in quanto tale, c'è un annuncio del genere pure sul sito ufficiale della compagnia energetica svedese.

Da Ecatworld:
‘Very Remarkable’ — Swedish R&D Organization ELFORSK on E-Cat Report it Funded


Mantengo compunque le mie perplessità su come è stato organizzato il report (come avevo già scritto, non è il risultato finale che criticavo).

Spat ha detto...

@ barneypanofsky
Cadi nel ridicolo quando per inficiare il test accusi Levi ed Essen di essere amici di Rossi.

Daniele Passerini ha detto...

@Mario Massa
Amen.
Amen? Liquidi così vettore? Ha perfettamente ragione a dire che "In confronto è molto più semplice, verosimile, lineare e funzionale ipotizzare che ci sia un laser a CO2 nascosto".
INVECE DI STARE QUI A FARE IL DEUS EX MACHINA DEI CIRCUITI ELETTRICI PERCHÈ NON FAI COME IO E PURE NEUTRINO ABBIAMO DETTO A TUTTI? TI RINFRESCO LA MEMORIA, CITANDO APPUNTO NEUTRINO:
Io terrei separati due livelli.
Quello della comunicazione e quello scientifico.
Sul primo la questione se questo sia o no un terze parti ha un certo valore ma a me lascia indifferente, anche se non posso non sottolineare la poca correttezza nei confronti dei suoi lettori da parte di Rossi
Sul secondo, fino a dimostrazione di dolo palese, e personalmente credo che non sia il caso, l'articolo va analizzato e, eventualmente, criticato nel suo contenuto (metodo, misure e risultati).
Laciatemi aggiungere che anche le critiche sulla presunta/vera non sottomissione a rivista peer a livello scientifico e' debole. Gli autori hanno messo a disposizione il lavoro su una piattaforma accessibile e largamente usata dalla comunita' scientifica e credo/spero sono pronti a rispondere a critiche che gli saranno fatte usando lo stesso mezzo.
(Ogni tanto concordo con Daniele :-) )

Perché tutta st'ossessione Mario? Perché perdi tempo in questo modo invece di mettere nero su bianco (e figurati se di là non troversti chi ti dà una mano) le tue critiche e mandarle agli autori tramite arXiv. Perché se no qualcuno potrebbe pensare che giochi a fare il buletto sui blog ma quando si tratta di andare ai fatti ti tiri indietro.
Quello che francamente mi fa inca**are e che leggo altrove stupidaggini come questa "Ragà, smettetela di pubblicizzare questo truffatore. Non mi dilungo troppo, ma è stato smascherato oltre ogni ragionevole dubbio da Krivit di Newenergytimes e dagli utenti del blog '22 passi d'amore'."
MA DOVE??? Tu nutri i troll Mario. Non ti stai muovendo con correttezza, e mi dispiace per sandro75k che ti venera e vari altri, ma la vedo molto più come Robbins.

Alessandro Pagnini ha detto...

@ barneypanofsky
"Per restare nel campo di Vettore: chi afferma che esistono i draghi versi a pallini rosa ha il DOVERE di provare che essi esistono, non puo' chiedere a chi e' scettico di provare la loro non esistenza "

Scusa Barney, ma a noi de' draghi verdi a pallini e 'un ce ne potrebbe 'mporta' di meno, dell'icatte, 'nvece un poinino ce ne 'nteressa e quindi ci si 'oncentra su quello! :-D

A parte il chiasso, ognuno può affermare quello che gli pare su fantasmi, telecinesi ed extraterrestri, ma tutto sommato non importa che dimostri granchè, perché parimenti c'è libertà pure di fregarsene ( a me interessano, ma questo è un altro discorso ;-) ). Del lavoro di Rossi ci interessa parecchio per ovvie ragioni, ma anche lui è pur sempre libero di dimostrare quanto e come vuole, finchè non viene a 'bussare a quattrini', quindi ci è già andata bene così. Ovviamente anche a lui fa comodo avere un avallo di questo tipo, ma non era obbligato a farlo e a suo dire è stato spinto dal suo 'partner' misterioso. Se non si vuol credere a draghi a pallini rosa, visti solo dal dichiarante, o a generatori E-CAT visionati e studiati anche da commissioni di terzi 'discretamente esperti', non ci sono problemi. Siamo in democrazia e ognuno la pensa come vuole. Si può anche arrivare a pensare che le due affermazioni hanno la stessa credibilità, almeno finchè non ci vieteranno anche la libertà di pensiero. Sono lieto, anzi, che tu possa equiparare le due cose, significa che per adesso siamo davvero mooolto liberi ;-)

Ora tornando, alle cose serie per quanto riguarda le sonde a induzione, chiedo il conforto di Mario, ma queste dovrebbero essere utilizzate solo per la parte di rilevazione di corrente, che ha la capacità di produrre un campo magnetico, mentre la misura della tensione richiede altri tipi di sonde che potenzialmente acquisiscono anche la DC, se poi il wattmetro se la cancella, come fa un oscilloscopio quando inserisci la misurazione in AC, allora potrebbe anche passare inosservata, forse, ma questo andrebbe verificato.

Devo dire che trovo molto sensata, anche se non risolutiva (ma io concordo comunque col suo punto di vista), l'affermazione di Vettore:
"E' possibile tutto questo? In confronto è molto più semplice, verosimile, lineare e funzionale ipotizzare che ci sia un laser a CO2 nascosto da qualche parte e puntato sull'E-Cat! O un riscaldatore ad induzione... Mi pare che non abbiano controllato neanche questo del resto..."

@ Piero41
Se le parole di Mario hanno fatto da supporto per attacchi 'cattivi' è una colpa da attribuire a chi le ha usate. Fino a prova contraria, Mario, tia_ e gli altri stanno continuando a fare il loro 'mestiere' di 'avvocati del diavolo'. Diffiderei di quelli che saltano sul carro del (presunto) vincitore all'ultimo momento, piuttosto. Erano e sono, loro come altri, molto restii a dar credito a Rossi, ma non ne hanno mai fatto un mistero. Il tipo di crociate che descrivi, invece, sono tutt'altra cosa e fanno parte di quelle stile 'petizione dei mille' su cui si è già discusso abbastanza che speriamo si ritorcano contro chi le inizia e fomenta, ma da quello che mi è dato sapere, non mi pare che sia stato Mario a farlo, che anzi ha dato una grande disponibilità a ricredersi, sia pure condizionata, come è anche giusto. E se pensi sia scontato, aspetta a vedere quante persone non crederanno neppure a ciò che hanno davanti agli occhi. La fede è assoluta!

sandro75k ha detto...

...Daniele...
non è questione di venerare Mario davvero è solo questione di metodo...

Diogene ha detto...

@ Barney

A parte le prime due, di cui solo la seconda mi sembra ficcante, ma più che altro di forma (è come se uno per fare uno screenshoot dello schermo del pc usasse una fotocamera invece che il programmino); sulle altre nessun professore deve rispondere.
Rossi ne ha dette centomila, delle quale 50000 sono in contraddizione con le altre 50000, però l'articolo, per quanto embrionale, è quello e su quello devono rispondere. Ora l'obiezione di Massa è sensatissima: se non ti fidi e cerchi cavi nascosti, perché allora non cerchi pure una CC "nascosta", dato che il risultato è equivalente (sottostima dell'ingresso)?
Quindi su quella, se portata da altri professori come penso prima o poi avverrà, dovranno risponde per obblighi professionali.

Detto questo Cesare Lombroso non si discute è professore: l'osso occipitale di essen decreta la sua credulità e quello parietale di Rossi la sua propensione a delinquere.

lmwillys ha detto...

'da tempo ho il sospetto che la polverina misteriosa sia un isotopo del rame immesso in una certa proporzione con il nichel ...'

son tornato a fare un giro su cobraf e segnalo a Laureti l'ultima nata dal super competente indagatore Nevanlinna ... si chiede "Perchè viene ringraziato Hidetsugu Ikegami ?" nel report ... risposta di Melchior 'Forse perchè le sua teorie potrebbero spiegare il funzionamento del'e-cat ?'
per chi vuole approfondire http://www.roxit.ax/CN.pdf

io evito, non ci capirei una mazza

gio ha detto...

tizzie ha scritto:
>La Elforsk è soddisfatta dei test:

Swedish Electrical Utilities’ R & D Company, Elforsk, release news about the ECAT test

Non schifate ecat.com in quanto tale, c'è un annuncio del genere pure sul sito ufficiale della compagnia energetica svedese.

Da Ecatworld:
‘Very Remarkable’ — Swedish R&D Organization ELFORSK on E-Cat Report it Funded



hanno pagato per avere un test indipendente( da rossi) e dipendente da loro e sembrano soddisfattissimi!

direi molto pesante!!!!!

pesantissimo!!!!

mario massa ha detto...

@Piero41
"non credo che sia molto interessato al mio parere... "

Ti sbagli. Sono proprio le persone con scarse conoscenze scientifiche (dici di avere la terza media) ma che sono attratte dalla ricerca che mi stanno più a cuore. Cerco di inculcare il rigore nell'analisi: "la verità innanzitutto!" come mi scriveva Sandro.

"Io sono interessato... ad eventuali consequenze...potrebbero forse avere in UniBo sulla carriere del prof Levi amico di D22."

La critica in campo scientifico è doverosa e sacrosanta e non dovrebbe mai essere alla persona ma al suo operato. E così mi sembra di avere sempre agito. Temi davvero che la critica di un Mario Massa qualsiasi su un blog possa interferire con la carriera di Levi?

Levi è convinto da 2 anni e mezzo che l'E-Cat funziona: me lo disse allora, presente Focardi, senza mezze parole: "funziona e basta" (e da allora mi ha tolto la parola) ed è diventato fan di Rossi fino a togliersi la maglietta davanti a un vapore inesistente.

Ora è chiaro che se un giorno si dimostrasse che l'E-Cat non funziona Levi, col suo atteggiamento, potrebbe avere dei problemi. Ma non saranno certo le mie obiezioni a far funzionare o meno l'E-Cat. Nè a creare problemi a Levi.

Alessandro Pagnini ha detto...

@ Daniele
"Quello che francamente mi fa inca**are e che leggo altrove stupidaggini come questa "Ragà, smettetela di pubblicizzare questo truffatore. Non mi dilungo troppo, ma è stato smascherato oltre ogni ragionevole dubbio da Krivit di Newenergytimes e dagli utenti del blog '22 passi d'amore'."
MA DOVE??? Tu nutri i troll Mario. Non ti stai muovendo con correttezza, e mi dispiace per sandro75k che ti venera e vari altri, ma la vedo molto più come Robbins. "

Daniele, sai che io non la penso come Mario, ma gli do lo stesso rispetto che mi piace ricevere quando scelgo di orientarmi in una direzione che, per quanto improbabile sia, non è impossibile. Se sul blog non si possono esprimere dubbi sulle misure effettuate, per me ci sono pochi problemi, perché a me sembrano dubbi cervellotici e francamente credevo nell'opera di Rossi e ci credo adesso ancor di più, ma chi ne viene a perdere è la capacità del blog di dare voce a tutte le campane e di dimostrare che qui la situazione è diversa che 'altrove'. Abbiamo l'occasione di dare una lezione di stile, non facciamo la guerra tra tifoserie. Chi sostiene che su 22passi le misure sono state sgamate, dice una stupidaggine, ma se per evitare che qualcuno possa usare malamente ciò che qui passa, si deve metter la sordina ai commenti avversi, secondo me si perde più di quel che si guadagna. Poi vedi tu. A me questa storia della componente continua sembra veramente improbabile, praticamente al limite dell'incredibile, ma da qui a silenziarla ce ne passa e comunque non mi pare sarebbe il metodo giusto per affrontare una critica, sia pure piuttosto difficile da prendere sul serio. Comunque, se decidi che sul blog questo genere di affermazioni o atteggiamenti vanno evitati, io non ho problemi ad adeguarmi. Dopotutto siamo a casa tua :-)

Robbins ha detto...

Diogene
Straordinaria corrispondenza!
Le racconterò un'esperienza personale.
Esame (universitario, ero lì che facevo le pulizie) di anatomia comparata. L'ordinario alla candidata: mi parli dell'osso frontale. E quella, verginella e ritrosa: ecco ... l'osso frontale nei Primati comincia dalle sopracciglia e termina all'attaccatura dei capelli. E il professore, guardando l'assistente completamente calvo: a Giova' sei un mostro, a te l'osso frontale finisce sul buco del c*lo.
Mi scusi - ma non ho resistito. Cesare L'ombroso, primo senatore socialista del Regno, un mito dimenticato, come il museo di criminologia dell'università di Torino.

Diogene ha detto...

@ robbins

La storia è stupenda, soprattutto per me amantissimo di tutto ciò che è di cattivo gusto (sarà per questo che bazzico da anni questa storia con i rispettivi blog che la trattano?)

Sarò campanilista ma la vera perla l'abbiamo a Roma (in realtà io sono un infiltrato frascatano) http://www.museocriminologico.it/

mario massa ha detto...

@Daniele22
"Liquidi così vettore?"

L'Amen indicava che era meglio piantarla lì: se si ritiene che è più semplice installare un lase a CO2 che iniettare una dc in un circuito è segno che non si vuole analizzare le cose seriamente (la mia richiesta a Vettore e ad Antonio e agli altri tecnici l'avevo postata nel post precedente e forse ti è sfuggita).

"Tu nutri i troll Mario"

Un ulteriore motivo per piantarla lì. Sono ben conscio che, anche se penso di nutrire la tua stima, le nostre posizioni sono agli antipodi e non mi sembra il caso con i miei interventi di fare apparire che il tuo blog ha cambiato orientamento.

Come sai non faccio il ricercatore, mando avanti una ditta. Scrivere ogni tanto qui, come da Camillo era un distensivo. Se deve creare tanti problemi preferisco una bella pausa, finchè non si parlerà d'altro (mia moglie aspetta il post sulla tiroidite di Ashimoto).

Robbins ha detto...

>>> Levi è convinto da 2 anni e mezzo che l'E-Cat funziona ...
E magari potrebbe anche avere ragione. Così, come ipotesi di lavoro da prendere in considerazione INSIEME alla sfiatella e all'offset in continua. O no?

Pietro F. ha detto...

.......be intanto abbiamo perso il primo treno che é andato negli USA, il secondo che sta andando in Svezia,
...speriamo che il terzo rimanga in Italia!!!
(se ci sarà un terzo treno)

Silvio Caggia ha detto...

Signori,
Vi prego di considerare che lo scopo dei test del
gruppo finanziato da elforsk era quello di
verificare in modo indipendente che le
misurazioni ed i calcoli di rossi non fossero
sbagliate, ovvero che lui non avesse preso un
abbaglio, non di debunkare una eventuale truffa
dolosa di rossi.
Il team era improntato e strutturato all'insegna
della buona fede, ed e' il motivo per cui e' stato
concesso al gruppo una tale liberta' di manovra,
tanto che all'hot-cat e' stato fatto di tutto e di
piu', fino anche a farlo fondere o smontarlo nei
singoli pezzi, tranne ovviamente poter
analizzare due cose: la carica chimica ed il
driver elettronico.
Un gruppo di verifica "cattivo", come avrebbe
voluto qualcuno, avrebbe dovuto comprendere
prestigiatori ed illusionisti professionisti, e non
sarebbe (e non e' stato mai) accettato da rossi
per principio.
Quello che si e' definitivamente scartato con
questi test e' l'ipotesi dell'errore di valutazione
da parte di rossi, questo deve essere chiaro a
tutti.
La prova "scientifica" la si potra' avere solo
quando, applicando il metodo scientifico,
l'effetto rossi sara' riprodotto da altre persone,
in altri tempi ed in altri luoghi, e questo non
avverra' finche' a rossi non verra' riconosciuta
mondialmente la proprieta' intellettuale.
Fino a quel giorno gli un-believers possono
certamente pensare che rossi sia un mago o un
truffatore, ma devono avere una motivazione a
supporto del loro pensiero, e tale motivazione
deve essere dettata o da una analisi del
business di rossi (perche' lo farebbe?) o da una
analisi del loro business (perche' lo fanno?).
Per me e' evidente che un mago non avrebbe
interesse ad aver riconosciuta la proprieta'
intellettuale di una magia ed un truffatore ha
interesse a guadagnare qualcosa, non a perdere
tempo lavorando 24/24 7/7 con una esposizione
mediatica mondiale. Ma queste ultime, a
differenza dei ragionamenti logici sopra, sono
mie opinioni, e come tali non condivisibili da
tutti.
Ribadisco che cosi' come l'onere della prova e' a
carico di chi fa una affermazione, l'onere della
critica e' a carico di chi fa la critica, quindi chi
afferma che "rossi avrebbe potuto truffare cosi'"
deve essere quantomeno in grado di
dimostrare, riproducendolo, il fenomeno
truffaldino con un prototipo "truffonante",
perche' buttare sul tavolo pubblicamente
ipotesi non suffragate da fatti equivale PER ME
al buttare merda sulle persone camuffandole da
arguti ragionamenti scientifici.

Silvio Caggia ha detto...

Si', ho voluto ripetere quanto scritto stamattina, perche' penso che, a parte mistero e pagnini, non ci abbiate riflettuto molto... L'onere della critica e' a carico di chi fa la critica... Allora montate l'accrocchio che state pensando possa simulare un e-cat e fate delle contro-demo, cosi' si debunkano i trucchi. Tutto il resto e' (para)noia.
Non ditemi che non avete tempo perche' qui ne state perdendo di piu' e senza concludere.
Non ditemi che costa perche' mistero si e' offerto di finanziarvi.
Se ci riuscite c'e' poi un bel premio per voi: c'e' una azienda con succursale a milano che e' dall'estate 2011 che sta cercando di costruire, senza riuscirci, un accrocchio come il vostro, per cui sono certo che vi strapagherebbe l'idea... :-)
Poi, quando ci riuscirete, cosa avrete dimostrato? Che rossi POTREBBE aver truffato tutti in quel modo? Certo, come POTREBBE aver truffato tutti in decine di altri modi, piu' semplici o piu' complicati... Pensare che quello debba essere l'unico modo e' da tecnici naive che non vedono ad un palmo dal proprio mondo... Quando spegnerete un attimo il vostro cervello tecnico ed accenderete un attimo quello logico? Che cosa sperate di ottenere con questi discorsi?

Io temo che vi stia crollando intorno il mondo che conoscevate e non riusciate a farvene una ragione... Vi date i pizzicotti per capire se siete in un brutto sogno... Vi dite non puo' essere, non ci credo... Se entra tanta acqua in un fiume tanta ne deve uscire... Se avete di questi pensieri e state qui, forse siete nel posto sbagliato... Vi state solo facendo del male... E' un atto masochistico il vostro... E ve lo dico con tutto il cuore: fate attenzione al conflitto di perdita del territorio.

Robbins ha detto...

@Pietro F.
Mi sbaglierò, ma in Italia non rimane più nulla:
Also in Italy it is very likely that the US Partner will maintain a manufacturing section.
Ha venduto - farà il pensionato.

neutrino ha detto...

@daniele

intervengo solo perche' mi hai tirato in campo.

Quello che ho scritto lo risottoscrivo, ma non puoi usarlo per accusare mario di FARE IL DEUS EX MACHINA DEI CIRCUITI ELETTRICI e basta.

Tra i pochi interventi significativi postati qui e di la molti sono proprio di mario. Per altro, a paper mio, ha dimostrato una comprensione dell dinamica termica dell'oggetto che e' paradossalmente maggiore di quella mostrata, almeno a leggere il report, dagli stessi autori. Essi si stupiscono(pag 25-26) della strana forma della risposta del dispositivo ad cicli on/off e pongono con molto rilievo il fatto che 'e diversa da quella di un conduttore percorso da corrente. Mario ha suggerito e poi verificato che non ci si deve sorprendere piu' di tanto visto che il dispositivo puo' essere assimilato a due masse termiche, caratterizzate da due costanti di tempo diverse, accoppiate da un termine non lineare, irraggiamento T^4.
Bada bene che gli esponenziali sono aspettati se penso al sistema come una massa caratterizzata da un unica costante di tempo.

Al fine il punto chiave sta nel plot 8.
Ed il vero risultato non e' la forma della curva in blue ma il suo valore, o meglio la media della curva blue su di un periodo on/off.

segue ...

Silvio Caggia ha detto...

@gio
Evelyn Foschi?
E come faccio a saperlo io? :-)
Forse ci siamo fatti le stesse domande... Siamo un po' telepatici io e te... :-)
Io ho due ipotesi: se da come ho capito e' una radiologa, o era li' per controllare che il gatto non richiedesse radioprotezione, o era li' per fare qualche radiografia al gatto :-)
Poi un po' di gnocca ci vuole sempre... :-D

Robbins ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Silvio Caggia ha detto...

@simplicio
"Sapete se Rossi ha un figlio?"

Mi sono fatto la stessa domanda non sai quante volte e non ho mai osato chiedere... :-)
Mi associo... Qualcuno lo sa?
Magari anche una bella figlia nubile puo' interessare... :-)

Robbins ha detto...

@Daniele Passerini
Tieniti forte, stanno per aprire un altro fronte, dopo aver sfruttato la vena DC/AC fino all'esaurimento. Asticella più alta, ora: abbiamo l'esperto di Volterra (la più semplice delle equazioni integrali, per chi non lo sapesse) - ci farà rimanere tutti di sale.

neutrino ha detto...

@robbins
meno delle tue barzelette pero' !

Giuseppe ha detto...

@Silvio

Rossi ha una figlia..un gran pezzo di figlia a dire il vero!

Silvio Caggia ha detto...

@ac/dc
"Quali sono i vantaggi nell'aver introdotto l'autosostentamento nell'ultima versione dell'hot-cat (quello testato in Marzo) se alla fine il COP diminuisce e pure la temperatura d'esercizio?"

Sei disattento, ne ho parlato alla nausea... :-)
Il cop aumenta con l'aumento della temperatura del gatto... Ma con l'aumento della temperatura aumenta anche il rischio che si perda il controllo e fonda.

Diogene ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Diogene ha detto...

@ neutrino
Finisci il messaggio che son curioso!

Robbins ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Alessandro Pagnini ha detto...

">>> Levi è convinto da 2 anni e mezzo che l'E-Cat funziona ...
E magari potrebbe anche avere ragione. Così, come ipotesi di lavoro da prendere in considerazione INSIEME alla sfiatella e all'offset in continua. O no? "

Quoto assolutamente Robbins!

@ Silvio
"Io temo che vi stia crollando intorno il mondo che conoscevate e non riusciate a farvene una ragione... Vi date i pizzicotti per capire se siete in un brutto sogno... Vi dite non puo' essere, non ci credo... Se entra tanta acqua in un fiume tanta ne deve uscire... "

Mi sa che è proprio una cosa del genere. Ho due carissimi amici, uno che come me ha seguito con fiducia gli eventi di Rossi e dell'E-CAT dal 2011 ad ora, mentre un altro è un 'razionalista' convinto (che non significa essere 'razionali', occhio! ). Qualunque cosa esuli dal conosciuto e dal consolidato, per lui è stregoneria o giù di lì. Pur avendo tutti grande stima reciproca, non riuscivamo a strappargli se non qualche incredulo sorriso. Siccome lavora in banca e si occupa di gestione patrimoniale, quindi decide di alcuni investimenti, gli consigliai di stare in campana sui settori più immediatamente legati a quello energetico e a quello energetico stesso, ovviamente, perché, come oggi dice 'Forbes', forse il mondo stava per cambiare. Mi avrà ascoltato secondo te? Lo sto tenendo informato degli ultimi sviluppi e sembra sconcertato dal fatto che ci sia stata una validazione di quello che aveva sempre considerato un nostro strano passatempo, ma è ancora assolutamente incredulo. Non lo trova nelle banche dati e nemmeno nella banca dove lavora, proprio non fa parte del suo mondo ;-)

Silvio Caggia ha detto...

@alessandro pagnini
No... La metafora del calcio, no! Ti prego... E questo che e'? Il processo del lunedi? :-D
Non mi rovinare questa isola di pace lontana dal calcio... :-)

Robbins ha detto...

... Bada bene che gli esponenziali sono aspettati se penso al sistema come una massa caratterizzata da un unica costante di tempo.

Peccato che:
... E’ vero i plot 7&8 sono veramente impressionanti. Il sistema ha una stabilita’ impressionante ….

Un prevenuto (pensa che i dati del grafico siano stati inventati di sana pianta) ma che adesso ha fatto due conticini e te li spiattella - partendo dalle loro premesse dimostrano quello che vogliono. Chiudi il blog per qualche giorno, che è meglio. Il prossimo sarà l'Oliva, si sta già preparando.

Dimenticavo:
ps io di fisica tecnica non capisco un h …

Ottime premesse!

Silvio Caggia ha detto...

@gio
Gli svedesi sono finanziati dall'enel locale... A quelli interessa proprio capire se per caso rossi ha trovato un modo per truffare l'enel prendendo piu' energia dalla rete senza farla risultare al contatore! :-D

neutrino ha detto...

@Robbins

Sbagli non ho mai affermata, e non lo penso, che i dati riportati nel report siano inventati.

Come, e' l'ho gia' scritto, sono molto restio a pensare a uqalsiasi forma di dolo degli autori del report.

Se poi per lei non ci sono contraddizione in quei dati padrone di pensarlo, io penso che qualche problema emerge ...

Diogene ha detto...

non credo c'entri nulla la fisica tecnica con quello che sta(?) per dire.

Daniele Passerini ha detto...

@Neutrino
Io non discuto la competenza di Mario Massa, ma allo stesso modo non discuto quella di Vettore (che ovviamente conosco di persona come Mario Massa). Mi spieghi perché a Vettore non si risponde a tono?

Silvio Caggia ha detto...

@diogene
"Detto questo Cesare Lombroso non si discute è professore: l'osso occipitale di essen decreta la sua credulità e quello parietale di Rossi la sua propensione a delinquere."

Vieniti a fare un giro al museo lombroso qui a torino, saro' lieto di accompagnarti...
Vicino c'e' anche il museo della frutta, e' bellissimo, ti porto pure li'... Tanto... Stai gia' li'... Alla frutta... :-D

Daniele Passerini ha detto...

@Robbins
Tieniti forte, stanno per aprire un altro fronte...
No ti prego, non incitare a riaffacciarmi in quel coacervo di supponenza, arroganza, presunzione, ostinazione, tragica tetragonicità, grandi cervelli e piccoli cuori... è troppo anche per la mia ormai proverbiale tolleranza! :)

Silvio Caggia ha detto...

@imwillys
""Perchè viene ringraziato Hidetsugu Ikegami ?" nel report ... risposta di Melchior 'Forse perchè le sua teorie potrebbero spiegare il funzionamento del'e-cat ?'"

O magari perche' bazzica uppsala ed avra' dato qualche dritta al test? :-)

Invece mi chiedo: ma gli 11+6, le 4 universita', come mai alcuni non hanno firmato il report e vengono solo ringraziati? Si usa cosi'?

Robbins ha detto...

@Neutrino
Guarda che qui l'italiano, nelle sue diverse nuances, lo capiamo bene tutti - basta continuare a leggere, per avere conferma del mio "sospetto". Nessuno è abituato a vedersi citato. Bisogna che anche dal Vecchione, nella vostra straordinaria arroganza, questa possibilità vi passi per la capa. State scrivendo IN PUBBLICO: esistono telefonini e mail e sono per la più assoluta libertà di espressione - se volete divertirvi col gioco di "butta giù dalla torre" i colleghi - perché di questo si tratta - fatelo in privato. Le patenti di disonesto o cretino non possono essere distribuite con questa facilità. Ne ho viste troppe in giro in questi giorni, e altamente ridicole, e devo stigmatizzarlo. Oltretutto vi evito futuri sputtanamenti epocali, dovreste ringraziarmi - le carriere si rovinano anche a posteriori.

neutrino ha detto...

@Robbins

Oltretutto vi evito futuri sputtanamenti epocali, dovreste ringraziarmi - le carriere si rovinano anche a posteriori.

Grazie dell'avvertimento, ma le assicuro che nel mio caso non serve ...

Robbins ha detto...

@Neutrino
Bene.

Il Santo ha detto...

@Silvio
Non e' possibile che Rossi stia "facendo prendere un abbaglio" a mezzo mondo: con il teg e petroldragon l'ha fatto finchè è durato.

Non e' possibile che Levi e gli altri prof abbiano sbagliato la misurazione: con la sonda RH sul primo ecat già lo hanno fatto.

Quindi, per favore, onde evitare l'ennesimo infognamento cerchiamo di limitarci all'oggettività.

Robbins ha detto...

@Il Santo
>>> cerchiamo di limitarci all'oggettività.
E di non usare le parole "truffa" e "incapaci".

Diogene ha detto...

@ Neutrino

A parte tutto, la risposta dell'oggetto alle sollecitazioni termiche come avrebbe influito (se era questo il seguito del messaggio) sulla misura dell'energia irraggiata?

se lo scopo non era questo, ovvero considerazioni sul cop, alla fine penso sia una cosa del tutto secondaria, quindi da parte mia di poco interesse

ps l'ho scritto per togliermi il dubbio visto che son rimasto sospeso

Il Santo ha detto...

L'unico fatto che sappiamo è la componente continua in ingresso non e' stata misurata. Ergo la misura dell'energia in ingresso al gatto è inaffidabile. Senza se e senza ma.

neutrino ha detto...

@diogene

sorry devo pensare alla rovina della mia carriera ... gia' rovinata !

Silvio Caggia ha detto...

@imwillys
Comunque quel testo e' abbastanza carino e comprensibile, saltando tutte le formule ovviamente :-), il succo e' che quello che avviene nell'e-cat e' quello che avviene nelle supernovae.
Ne avevo gia' parlato qui tempo fa quando mi lamentavo con mario massa della batteria al litio del mio telefonino che a volte diventava una specie di hot-cat :-)

Speriamo solo che non sia il contrario... Ovvero che le supernovae non siano la testimonianza di qualche esperimento e-cat alieno andato male :-D

Il Santo ha detto...

@Robbins

>E di non usare le parole "truffa" e "incapaci".

Vedo che mi leggi con attenzione.

Diogene ha detto...

@ Neutrino

Vabbè dai, consolati: la sanità è gratuita!
Anche senza lavoro camperai lo stesso.

Robbins ha detto...

@Neutrino
Delle procedure di abilitazione scientifica nazionale cosa mi dici?

Silvio Caggia ha detto...

@neutrino
"Per altro, a paper mio"

E' bellissima... Lapsus calami a triplo senso:
parer
+ papera (nel senso di errore)
= paper (inglese per documento)
:-D

Robbins ha detto...

@Il Santo
Non temere, non ti leggo proprio. E sei in buona compagnia - bastano degli assaggini per convincersi della bontà di certi ingegni.

Diogene ha detto...

@ Neutrino
Se ti va mandamele per mail

bulla.caduca.sumus(at)gmail.com

neutrino ha detto...

@robbins

E' talmente una cosi grande cazzata che non l'ho neanche presa in considerazione, ne la prendero per il futuro.

Robbins ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Robbins ha detto...

@neutrino
Bravo, perché per i prossimi tre anni rimanete tutti dove siete e poi scade - e riparte un'altra giostra con tanto di commissari esteri e ubriacatura di PDF. Guai a venir sorteggiati nella commissione - si può rinunciare ma i colleghi ti piangono addosso, e allora come fai?

Silvio Caggia ha detto...

@alessandro pagnini
Io invece quando l'anno scorso ho parlato con il mio "allibratore" (cosi' chiamo il mio gestore di fondi) chiedendogli se si potevano evitare un certo tipo di investimenti perche' prevedevo a breve delle cose, questo mi ha invitato in sede a parlare con il suo capo il quale mi ha fatto vedere che seguiva personalmente anche lui la vicenda via internet e che i gestori erano allertati su questa cosa e pronti ad intervenire se e quando sarebbe stato necessario... Mi ha positivamente stupito che in quell'ambito ne sapessero quasi piu' di me di queste cose... :-)

Silvio Caggia ha detto...

@giuseppe
Dobbiamo approfondire l'argomento... Mandami qualche foto in privato! :-D

sandro75k ha detto...

@Silvio

quella che la dimostrazione spetti a chi sostiene che i test di Rossi potrebbero non essere giusti mentre non spetti a chi sostine che lo siano inficiando tutta la fisica moderna è una delle cazzate più terrificanti che abbia mai letto!

Silvio Caggia ha detto...

@il santo
"@Silvio
Non e' possibile che Rossi stia "facendo prendere un abbaglio" a mezzo mondo:..."

Silvio io? Sicuro che ti stai rivolgendo a me? Perche' se e' cosi' non ho capito a che ti riferisci e cosa vuoi dirmi... :-)

E.Laureti ha detto...

@Il Santo
>L'unico fatto che sappiamo è la componente >continua in ingresso non e' stata misurata.

questo teorema ha 2 corollari
1)nessuno può misurare quello che non c'è
2)nessuno ha dimostrato che il triac in questione facesse passare una componente continua

Silvio Caggia ha detto...

@il santo
"L'unico fatto che sappiamo è la componente continua in ingresso non e' stata misurata."

Ah si'? Chi te lo ha detto? Hai chiesto ad uno dei 7?

neutrino ha detto...

@robbins

Io sono cinico: che piangano pure ,,,,

sandro75k ha detto...

l'unico fatto che sappiamo è che non sappiamo se è stata misurata...va bene così Silvio???

Silvio Caggia ha detto...

@sandro75k
"è una delle cazzate più terrificanti che abbia mai letto"

Potevi cancellarla dopo averla scritta allora... :-D

sandro75k ha detto...

Silvio, PP, fai il serio 5 minuti :D.... c'è un gruppo di scienziati che sostiene di avere rivoluzionato ogno cosa nota, a chi sta l'onere della prova??? A me???? A Mario Massa ? ...O a questi tizi?

piero41 ha detto...

@Daniele
“ma è stato smascherato oltre ogni ragionevole dubbio da Krivit .....e dal blog '22 passi d'amore'.” Ma metti il rosso e pubblica solo un po’ di roba bona quando c’hai voglia.... ;-D l’hanno da scriver di là la robaccia!!

@Mario Massa
Le faccine Mario, le faccine!! in terza “unn’ero.nanche a mezzo!! :-))
Ma se come t’aveo detto t’avessi messo sulla rete con gl’altri iimodo d’attaccassi alla spina ehh ora un si starebbe a chiappar lucciole quii.. Ma lui nooo!! :-(

sandro75k ha detto...

quello che mi fa arrabbiarte è che io vorrei che tutto fosse vero più della somma della voglia di daniele e silvio al quadrato ed invece sembra che sto qui a dare fastidio...volete capire che quello che vi si dice lo si fa a fin di bene????

Silvio Caggia ha detto...

@sandro75k
"l'unico fatto che sappiamo è che non sappiamo
se è stata misurata...va bene così Silvio???"

Se e' l'unico fatto che ti e' rimasto di questo report usa il singolare o specifica chi fa parte del noi sottinteso, io non vi faccio parte :-)

Silvio Caggia ha detto...

@sandro75k
"Silvio, PP, fai il serio 5 minuti :D.... c'è un gruppo
di scienziati che sostiene di avere rivoluzionato
ogno cosa nota, a chi sta l'onere della prova???
A me???? A Mario Massa ? ...O a questi tizi?"

Ah si'? A me risulta solo che hanno fatto degli esperimenti ed hanno riportato i loro risultati sperimentali. Non avanzano nessuna teoria, quindi di che rivoluzione stai parlando? Loro hanno fatto gli esperimenti, e quindi ne hanno avuto l'onere... Vuoi l'onere dell'onere? Se non ti sta bene qualcosa dei loro esperimenti li devi confutare. E l'onere della confutazione e' a carico tuo. E' cosi' che funziona la scienza, non l'ho inventata io. :-)

@sandro75k
Lo sappiamo che lo fate a fin di bene, infatti vi ringrazieremo presto tutti voi che avete fatto in modo, ognuno per quel che poteva, che questa invenzione avesse in italia il successo che meritava, che siano passati solo 23 anni dal 1989, e che grazie a voi l'onore di tutti i partecipanti svetta alto e chiaro a livello internazionale... Sentirai i ringraziamenti... :-)

sandro75k ha detto...

@Silvio

:) dopo quello che hai scritto posso anche suicidarmi... ahahaahaha che strazio!

nemo ha detto...

Attenzione che, a mio avviso, se qualcuno ha delle tesi, le deve dimostrare. Nel bene e nel male.

Se si sostiene che è un trucco lo si dimostri con un equivalente esperimento.

L'onere della prova vale per tutti!!!

Alessandro Pagnini ha detto...

Sono attonito!
C'è un'atmosfera pesante: accuse, controaccuse, anche tra persone che mi pare si stimino. Mah....continuerò a leggere, ma penso che per un po' eviterò di scendere nell'agone, perché qui si rischia di rimanere coinvolti in una specie di 'tornado' di ceffoni, sia pur virtuali, che stanno volando da tutte le parti :-(
Buona giornata a tutti, comunque.

piero41 ha detto...

Da Cobraf un montaggio di vari commenti e giudizi sull’argomento del giorno di ieri in rete
Nevanlinna (ed altri) 23 Maggio 12:09 L'intervista è a Bo Höistad:
"http://www.mail-archive.com/vortex-l@eskimo.com/msg80678.html"

“La riporto qui. Here’s a quick and short answers:
1) All input power was in full control.
2) No hidden energy source in the frame
3) This question is good that you set. .....................”

Ora se uno vuole instillare il dubbio a tutti i costi lo fa lo stesso ma "full control" e "no hidden" non significa indirettamente anche nessuna componente nascosta in corrente continua su cui tanto stanno discutendo?

Appunto. Cercare l'inganno come obbligo intellettuale dimostra:
a) grande ingenuità - si presume che i Professori fossero co****ni. Co****ne è chi crede che basti un triac o una forma d'onda per sostenere la fola; ben altri i metodi da usare per una truffa a questo livello [non so come ma Rossi viene sempre sottovalutato];
b) grande miseria intellettuale - così ci rivelano "come avrebbero fatto" [loro, o la gente con cui sono in contatto quotidianamente - non propriamente degli eroi].

ma vale anche la domanda al contrario....... perchè 7 persone con CV universitari di primo livello (non solo prof ma anche ricercatori) e con anni di esperienza si dovrebbero mettere in gioco, su un tema così controverso...... rischiando lo "sputtanamento a vita" a livello mondiale su un tema (loro lo sanno bene) dove chi commette errori muore (accademicamente parlando)?

Io seguo i mercati e non sono un fisico...... ma sui mercati guadagna veramente solo chi anticipa i tempi (per farlo si devono prendere rischi.....calcolati, ma rischi)
Questi signori non hanno il CV dei truffatori..... semplicemente per amor di verità, curiosità intellettuale, e forse un po' di fama..... si sono presi qualche rischio......ma hanno fatto come San Tommaso hanno voluto vedere e hanno rischiato la loro reputazione...... non è poco in un mondo di follower, dove l'innovazione reale nelle università è bem poca cosa. probabilmente altri 7 non hanno avuto il coraggio di esporsi......

Robbins ha detto...

@Piero41
I curricola non sono complessivamente di così "alto livello". Diciamo che sono genericamente "buoni".
D'altra parte qui vige la petizione di principio che i periti contano quanto i professori universitari, per cui la mia osservazione precedente non ha grande valore.

DF ha detto...

Bravo Daniele ... tienti gli Spat i Piero41 per non parlare dei Bertoldo/Valeria e allontana i Mario Massa ...
quest'ultima tua uscita la dice lunga su di te.

Ma alla fine per me va bene così, già perdevo troppo tempo qui a distillare le poche informazioni utili dal mare di insulti ... ora ho ancora meno motivi di venire qui ...

en passant ringrazio se qualcuno mi indica un sito dove posso rapidamente vedere le news salienti sulla questione ...

@sandro75 grazie ... ma come vedi qui non c'è speranza, la risorsa migliore che aveva questo blog viene osteggiata dal padrone di casa ... a parte poche eccezioni, anche già bannate in passato, resterà un sito di fans di Rossi

amen

Silvio Caggia ha detto...

@DF
"en passant ringrazio se qualcuno mi indica un sito dove posso rapidamente vedere le news salienti sulla questione"

http://rossilivecat.com./
Buona vita
:-)

Anto ha detto...

@DF
"en passant ringrazio se qualcuno mi indica un sito dove posso rapidamente vedere le news salienti sulla questione"

https://www.facebook.com/groups/ECat.LENR/

barneypanofsky ha detto...

@tutti:
http://snipr.com/273vayo

Scorrendo il thread si arriva allo splendido post di Leonardo Serni, che ipotizza una semplice maniera per intortare i 7 professori pur facendo loro credere di avere il pieno controllo sul setup sperimentale.

Si torna sempre ai due punti fondamentali:
* un fisico teorico NON e' adatto a scoprire trucchi da prestigiatore (questo e' il motivo per cui James Randi e' odiato da molti cialtroni nel mondo), e soprattutto
* un esperimento che NON esclude al 100% la truffa, NON puo' provare nulla, ne' in un senso ne' nell'altro, se non che l'esperimento stesso e' fatto male.


Barney

lmwillys ha detto...

'quello che mi fa arrabbiarte è che io vorrei che tutto fosse vero più della somma della voglia di daniele e silvio al quadrato ed invece sembra che sto qui a dare fastidio...volete capire che quello che vi si dice lo si fa a fin di bene????'

purtroppo anche per lei Sandro75 l'impressione che ricavo dal suo accanimento a mio parere eccessivo è che lei sia (come la stragrande maggioranza dei critici) solo l'ennesimo esponente del filone plurisecolare 'quello che non comprendo non esiste'
io provengo da cobraf, quindi tecnicamente disastrato, chiacchieravo con Cures del più e del meno da tanto tempo e mi ero fatto un'idea del soggetto, un bel giorno ci comunicò di esser riuscito ad infilarsi nella storia e-cat, sono fideistico da quando ci comunicò che il coso funziona (in realtà lo ero un pochino anche da prima, da quando lessi la storia di Eugene Mallove)

secondo me 'believers' è un termine più appropriato per i 'quello che non comprendo non esiste'

Silvio Caggia ha detto...

@tecnici
Aiutatemi a capire una cosa...
Se ho capito bene l'e-cat HT di dicembre aveva una alimentazione trifase e tre resistenze poste in configurazione a triangolo, mentre l'e-cat HT2 di marzo, quello con la flangia, aveva una alimentazione monofase con due sole resistenze (un po' come ai tempi di penon) e l'alimentazione trifase veniva quindi trasformata in monofase a monte.
Che puo' significare un cambiamento tecnico di questo tipo? Perche' passare da una trifase ad una monofase? E' errato dedurne che si stia predisponendo per un assorbimento complessivo (di piu' moduli in parallelo) inferiore ai 6kW?
E' solo una curiosita'... Mi stupisce sempre la velocita' con cui rossi fa evolvere i suoi prototipi provandole sistematicamente tutte... Come se non gli costasse nulla la progettazione e la realizzazione, neanche in termini di tempo... :-)

Silvio Caggia ha detto...

@barneypanofsky
Nessun esperimento solo effettuato da terze parti puo' escludere al 100% la truffa, non e' quello lo scopo, ma quello di escludere al 100% lo sbaglio. Per avere quello che vuoi ti serve la replica. Per averla fai qualcosa di utile a far avere a rossi la proprieta' intellettuale. Non ci sono altre vie, tranne ovviamente il sequestro da parte dei militari :-)

Anto ha detto...

@Silvio

ma infatti, i veri scettici, quelli non in conflitto d'interesse, dovrebbero chiedere a gran voce che a Rossi si garantisca la proprietà intellettuale. E' l'unico modo per ottenere le prove che cercano.

Silvio Caggia ha detto...

@lmwillys
"secondo me 'believers' è un termine più appropriato per i 'quello che non comprendo non esiste'"

Per questo ho coniato il termine un-believers :-)

Silvio Caggia ha detto...

@spat
Mah, se ricordo bene hanno anche usato delle termocoppie, una l'hanno addirittura messa sotto una delle pecette bianche per verificare la taratura della termocamera... Ma mi fai venire il dubbio di confondere sogno e realta'... Boh... Nel caso svegliatemi... :-)

tia_ ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
«Meno recenti ‹Vecchi   1 – 200 di 215   Nuovi› Più recenti»

Posta un commento

Ovviamente 22passi è un blog, non una rivista on line, pertanto la responsabilità di quanto scritto in post e commenti appartiene solo ai rispettivi autori. Chi è abilitato a pubblicare su 22passi deve evitare botta&risposta a distanza con utenti di altri blog o forum (donde può comunque trarre contenuti citandone la fonte).

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.

Related Posts with Thumbnails