BLOG PER APPASSIONATI D'AMORE, ONESTÀ, SPIRITUALITÀ, ARTE, POESIA, POLITICA, DEMOCRAZIA, SOSTENIBILITÀ, TECNOLOGIA, ENERGIE PULITE, COLD FUSION E LENR, MEDICINA ALTERNATIVA, RIVOLUZIONI SCIENTIFICHE, CRIPTOARCHEOLOGIA E "TANTE COSE INFINITE, ANCOR NON NOMINATE"

>>>> CERCHI LIBRI SUL BENESSERE DEL CORPO, DELLA MENTE E DELLO SPIRITO?

B A C H E C A D E L B L O G

Dal 25 Aprile 2015 (Festa della Liberazione) la possibilità di lasciare commenti nel blog è stata disattivata, eccetto per gli 85 utenti autorizzati e autori ad oggi iscritti. Chi desiderasse fare parte di questa piccola community (Google consente ancora 15 iscrizioni) può mandare due righe di presentazione a 22 passi chiocciola gmail punto com.

martedì 2 aprile 2013

Experimental Results on Sub-Micro Structured Cu-Ni Alloys...


Ho aspettato che passasse la mezzanotte per pubblicare questo post, altrimenti qualche bontempone avrebbe potuto scambiarlo per un pesce d'aprile.

Chemistry and Materials Research è una delle riviste scientifiche edite dall'IISTE, una rivista di discreto impact factor (5,51). Una rivista su cui è stato appena pubblicato un corposo articolo del gruppo di ricercatori guidato da Francesco Celani; per una bella coincidenza - o meglio sincronicità junghiana - è successo proprio il giorno di Pasqua, ovvero della Resurrezione... quella che sta coinvolgendo chi ha seguito - per amore della scienza - le orme di Fleischmann e Pons nonostante l'indifferenza e la derisione dell'establishment accademico.

Si tratta di un articolo redatto ad Aprile 2012, sulla tecnica di preparazione dei fili costantana, tecnica che nel frattempo ha subito una non indifferente evoluzione. Del resto si sa, quando un paper viene sottoposto alla trafila della peer review i tempi di uscita si allungano...

Experimental Results on Sub-Micro Structured Cu-Ni Alloys underHigh Temperature Hydrogen/Deuterium Interaction [DOWNLOAD]
Francesco Celani1* E. F. Marano1, A. Spallone1 A. Nuvoli1 B. Ortenzi1 S. Pella1 E. Righi1 G. Trenta1 F. Micciulla1 S. Bellucci1 S. Bartalucci1 M. Nakamura2 E. Purchi2 G. Zangari2 S. Cupellini2 A. Mancini3 F. Maggiore3 A.Ovidi4
1. INFN-LNF, Via E. Fermi 40, Frascati (RM) 00044, Italy
2. Latium Group, ISCMNS, Via Cavour 26, Ferentino (FR) 03013, Italy 

3. ORIM SpA, Via Concordia 65, Piediripa (MC) 62100, Italy
4. Kresenn Ltd, 5a Frascati Way, Maidenhead SL6 1PA, United Kingdom 

* E-mail of the corresponding author: XXX@lnf.infn.it

Abstract
This study shows in detail how even a low cost material, like commercial Cu-Ni-Mn alloy (named Konstantan or ISOTAN 44), as far its surface is properly modified from the point of view of dimensionality, can be used as material able to produce anomalous heat effects due to close interaction with Hydrogen (or Deuterium, but at lower intensity) at high temperature. This work is supported by Enel Engineering and Innovation SpA, Via Andrea Pisano 120, 56122, Pisa (Italy), ORIM SpA, Via Concordia 65, 62100 Macerata (Italy) and Kresenn Ltd, 5a Frascati Way, SL6 4UY, Maidenhead (United Kingdom).
Keywords: ISOTAN, Konstantan, hydrogen, deuterium, anomalous heat, nano structure, copper-nickel alloy
Già che ci sono vi lascio, sempre firmato dal gruppo di Celani (con qualche new entry), anche l'abstract, di un lavoro - più attuale - che verrà invece presentato integralmente all'ICCF-18:
Further progress/developments, on surface/bulk treated Constant wires, for anomalous heat generation by H2/D2 interaction

#Francesco Celani(1,2), E. Purchi(2), A. Nuvoli(2), A. Spallone(1,2), M. Nakamura(2), E. Marano(1),

B. Ortenzi (1), S. Pella(1), A. Ovidi(2,3), G. Vassallo(2,4), S. Bartalucci(1), E. Righi(1), G. Trenta(1).

(1) Nat. Inst. Nucl. Phys., Frascati Nat. Lab.; Via E. Fermi 40, 00044 Frascati (Rome), Italy, XXX@lnf.infn.it

(2) Int. Soc. Cond. Matt. Nucl. Sci., Latium#1 Group, Via Cavour 26, 03013 Ferentino (FR), Italy.

(3) 5a Frascati Way, SL6 4UY Maidenhead (Berkshire), United Kingdom

(4) Dept. Eng. Univ. Palermo, Viale delle Scienze, Palermo, Italy



Abstract
In the framework of those studies aimed to analyze anomalous effects (thermal and/or nuclear) due to the interaction among some specific materials (pure and/or alloys) and H2 (or D2), we focused, since 2011, on a specific alloy called Constantan (Cu55-Ni44-Mn1). We selected such material using our own considerations and intuitions and because, according to a scientific paper [1], it has the largest energy value for dissociation of H2 to 2H, i.e. about 3eV. Among others B. Ahern suggested that Ni-Cu-H can be used for heat generation. We improved the preparation procedure of such wire from simple thermal treatments (up to May 2012 [2]) to more sophisticated ones, with more tight control of the multilayered (400-700) surface structures. Some of the results were presented at ICCF17, Aug. 2012 [3]. After [3], several groups asked to make their own experiments using such kind of wires (Φ=200µm, l=100cm) to cross-check (and possibly improve) our results. Some of such Researchers (group of M. Fleischmann Memorial Project; U. Mastromatteo) made public their (positive) results since Dec. 14, 2012 at Ministry of Aeronautics in Rome, Italy. In short, using an (home-made) apparatus integrated with an acquisition system (type PXi) by National Instruments, we made, since September 2012, not mentioning qualitative reconfirmation of previous results, further and unexpected progress and discoveries:

  1. We developed a new kind of procedure of measurement (about anomalous excess heat) under dynamic vacuum, to avoid the effect of different thermal conductivity, inside the gas cell, due to type of gas and pressure variation: the wire didn’t lose, macroscopically, H even at T=600°C.
  2. We developed a new, very simple, type of surface coating (2 layers) that is nano-diamandoids like;
  3. We observed, at least 2 times, the phenomenon of water splitting due to catalytic effect of surface treated Constantan. Such phenomenon is larger in comparison with what expected just by thermal splitting (wires temperature of about 300-500°C);
  4. We observed a very large variation (about a factor 100) of Resistive Thermal Coefficient (RTC) of the wire used (400 layers) as the amount of H (related to the macroscopic value of resistive ratio R/Ro, normalize to empty wire Ro) increased. As example, with ”treated” virgin wire (w/o H2) the RTC was about 5*10-6 and increased to 6*10-4 when the R/Ro reduced to 0.68; temperature range 20-300°C. The RTC is larger with D in respect to H. Experiments are in progress also at 77K.
  5. Overall results are affected by previous operating conditions
[1] S. Romanowski et al., "Density functional calculations...", LANGMUIR, 15(18), pp. 5773-5780, 1999.

[2] F. Celani et al., “Experimental results on sub-micro structured Cu-Ni alloys….”, at X Inter. Workshop on Anomalies in Hydrogen-Metal Systems”, Pontignano, Italy, April 10-14, 2012, in publishing (J. Chem. Mat. Res.; March 2013).
[3] F. Celani et al., “Cu-Ni-Mn alloy wires, with improved sub-micrometric surfaces, used as LENR device by new transparent, dissipation-type, calorimeter.”, ICCF-17 Conference, Korea, 2012. Publishing by JCMNS, March 2013.
22passi.blogspot.com: post n. 2079 (-143) 

83 : commenti:

Tizzboom ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
barbagianni ha detto...

>... Some of such Researchers ... made public their (positive) results since Dec. 14, 2012 at Ministry of Aeronautics in Rome, Italy ...<

Daniele, per piacere, era la "Casa dell' Aviatore"! Chemminchia c' entra il Ministero dell' Aeronautica? Ma a chi gli è venuto in mente di scrivere così, a quale scopo?
Davvero, mi vergogno di dare l' impressione di essere così pollo da potermi raccontare queste panzane.

Non trovi anche tu prolisso e vuoto l' abstract?
Trovo particolarmente oscuro il punto 5:
>Overall results are affected by previous operating conditions<

"I risultati complessivi sono influenzati dalle precedenti condizioni operative".
Non vuol dire niente, ma sembra voler dire che il filo esibisce una "memoria".

I risultati del MFMP sono "positivi"?

Spacciato anche questo - madò che ecatombe Daniele!

hidetoshi rossy ha detto...

SPERO che Rossi non ci rifili sta robaccia

Gianluca Rossi ha detto...

Chemistry and Materials Research è una delle riviste scientifiche edite dall'IISTE, una rivista di discreto impact factor (5,51).

Per tutti i Santi, questo non è un pesce d'aprile, è un PESCE BALLA! Ma di quelli grossi!

Shine ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Shine ha detto...

"Index Copernicus" mi ricorda tremendamente il "China Export" disegnato con lo stesso font del simbolo CE per ingannare i polli

gio ha detto...

da uno dei miei telefilm preferiti-"Lie to me"- una citazione:

"Chi mente, prepara una storia in ordine." :):)

Andrea Rossi
April 1st, 2013 at 8:05 AM
Dear Gherardo:
1- airplanes and cars are well known and very diffused apparatuses, so statistics are possible and certifications are consequently possible. Besides, you cannot drive a car, let alone an airplane, without a license. On the contrary, E-Cats are apparatuses without operation statistics, yet, and a Customer could buy an E-Cat , for example, in Home Depot and carry it home to use it without any license: obviously this is not acceptable by a Certifier until the apparatus is very well known after industrial applications, for which certified and licensed operators are necessary.
Andrea Rossi
March 28th, 2013 at 9:47 PM
Dear Daniel G. Zavela:
The home unit will get the safety certification after enough experience with the industrial plants. It is not on hold, we continue to work on it.
Warm Regards,
A.R.
Andrea Rossi
March 28th, 2013 at 4:33 PM
Dear JYD:
Thank you for your kindness.
About the domestic E-Cat, the certifications do not go that way, the problem is that we cannot sell, directly or indirectly, any domestic device without safety certification.
Warm Regards,
A.R.

Andrea Rossi
March 28th, 2013 at 10:33 AM
Dear gio:
Disregard any offer of domestic ecat: they will not be put in commerce until certified.
Warm Regards,
A.R.
Andrea Rossi
March 28th, 2013 at 10:31 AM
Dear Luca:
It depends on their organization and specific situation. We manufacture only 1 MW plants, anyway, until domestic are not certified, for many reasons.
Warm Regards,
A.R.

Andrea Rossi
March 28th, 2013 at 9:38 AM
Dear tom conover:
No, the substance of the problem is not the power, is the LENR system that has to be certified for a utilization made by unskilled persons. The difference between an industrial plant and a domestic plant, from the point of view of the liability, does not depend from the power, but from the fact that an industrial plant is operated by certified operators, that will have to study the manuals and make an exam to obtain our license to operate, while a domestic plant can be bought and operated by persons that are not even supposed to read ( let alone study) the instructions manual.
Warm Regards,
A.R.
Andrea Rossi
March 28th, 2013 at 9:31 AM
Dear Jan:
The domestic E-Cats will be safety-certified only after enough good statistics with the industrial plants. Until they do not get the safety certification ( for devices that will be used by unskilled persons) we cannot put them in commerce.
Warm Regards,
A.R.



:):)

barbagianni ha detto...

Salto i commenti tecnici che tanto non gliene importa un fico a nessuno, e vado al sodo riportando l' opinione di uno scetticone impenitente:
"... it reads like he just copied shit out of his log book ..."
(http://www.moletrap.co.uk/forum/comments.php?DiscussionID=3268&page=3, commento di joshua cude)

barnumxp ha detto...

" Some of such Researchers (group of M. Fleischmann Memorial Project; U. Mastromatteo) made public their (positive) results..."

Inqualificabile. E ci vado leggero.

Il Santo ha detto...

@Daniele

Questa è l'ennesima caporetto della fusione fredda e tu la spacci per qualcosa di epocale. Sei una persona intelligente, salva la tua dignità:

1) rettifica il post con tante scuse;
2) la prossima volta stai attento a cosa ti rifila Celani;

Puoi anche continuare a difendere l'indifendibile, ma inganneresti solo te stesso.

hidetoshi rossy ha detto...

Ho come il sentore che questo report di Rossi, sarà firmato da suo cognato, suo genero, il vicino di casa ed il presidente della Prometeon

Donato Uccelletti ha detto...

AAAAALLLTTTT! Frena la mulaaaaa!
Ma se questo post fosse in realtà una burla ben congegnata from Daniele et al?
Tanto per vedere se gli (pseudo)scettici ci (pesudo)cascavano scatenando la consueta superdose di (pseudo)bile e (pseudo)saccenteria, ben condita di (pseudo)ironia e facile (pseudo)sarcasmo?

Il Santo ha detto...

Ma quale bile. L'IISTE e' oggettivamente un istituto pataccaro. Vogliamo *coscientemente* credere ai pataccari?

Shine ha detto...

@donato

ben congegnata?

o_O

Il Santo ha detto...

@Shine

Dal punto di vista masochistico e' ben congeniata.

barbagianni ha detto...

"We developed a new kind of procedure of measurement"

Ma come, ma non diceva Cola che, se non produceva risultati stabili e misure attendibili senza cambiare setappe tutti i giorni, lo buttavano fuori dall' INFN? E invece ci troviamo dieci degli autori che sciorinano l' affiliazione a INFN, a presentare un lavoro scritto con i piedi (lasciamo fare merito, lessico e sintassi, ma un correttore ortografico non ce l' hanno?) e nessuno gli dice niente!

Vediamo su Vortex come sviluppano l' argomento.


Daniele Passerini ha detto...

@barbagianni
@barnumxp
@gianluca rossi
@il santo
@shine
@uccelletti (ma va a ...!)
@hidetoshi ecc.
Facciamo una cosa. Per semplificare la vita a voialtri ho cominciato a stilare una "lista di proscrizione" (capeggiata da un illustre defunto) che comprende alcuni (i primi che mi sono venuti in mente) ricercatori italiani delle LENR che hanno OSATO firmare e pubblicare i risultati delle loro ricerche (a differenza vostra che siete gentilissimi anonimi giudicanti pontificanti egotici troll). Sicuramente loro sono tutti dei ciarlatani e voi dei premi Nobel!
Giuliano Preparata
Emilio del Giudice
Antonella De Ninno
Roberto Germano
Domenico Cirillo
Vincenzo Iorio
Vittorio Violante
Emanuele Castagna
Luca Gamberale
Ubaldo Mastromatteo
Francesco Celani
Emanuele Francesco Marano
Antonio Spallone
Anna Nuvoli
Bruno Orternzi
Stefano Pella
Enzo Righi
Giorgio Trenta
Federico Micciulla
Stefano Bellucci
Gianluigi Zangari
Alfredo Mancini
Fabio Maggiore
Angelo Ovidi
Giorgio Vassallo
Sergio Bartalucci
Yogendra Srivastava
Francesco Piantelli
Sergio Focardi
Christos Stremmenos
Giuseppe Levi
Lorsi Ferrari
Mauro Villa
Ennio Bonetti
Enrico Gianfranco Campari
Ugo Abundo
Alberto Carpinteri
Oscar Borla
Giuseppe Lacidogna
Amedeo Manuello
Andrea Manuello
Giovanni Albertini
Fabio Cardone
Giovanni Cherubini
Roberto Mignani
Walter Perconti
Massimiliano Monti
Andrea Petrucci
Francesca Rosetto
Guido Spera
Valter Sala
Antonio Aracu

Daniele Passerini ha detto...

P.S. Esemplare il caso di Antonio Spallone (INFN): quando pubblica articoli critici nei confronti di Cardone ė del piezonucleare lo considerate autorevole, quando li firma insieme a Celani lo considerate evidentemente uno pseudoscienziato... mettete d'accordo i vostri neuroni tra loro, please.

Shine ha detto...

@22
Molti non li conosco, ma quelli che ho già visto/sentito sono tutti professori e ricercatori che si occupano di altro, "prestati" alla causa della FF. Ottimo esempio: Abundo. Dovrebbe insegnare fisica al liceo (perchè SI i ragazzi del liceo hanno bisogno di fisica CLASSICA, nota, stabile e UFFICIALE...O vuoi mettere il carro davanti ai buoi e iniziare con la fisica di frontiera? Eh no, prima ciò che è certo e "mainstream", poi se uno ha voglia, approfondisce) invece si dedica ad esperimenti quantomeno discutibili che nella migliore delle ipotesi deviano l'attenzione dai FONDAMENTI. Uno non conosce ancora LE BASI della meccanica, termologia ed elettricità e lo metti a testare celle elettrolitiche?? Con soldi pubblici?? Mi piacerebbe sapere la preparazione dei ragazzi alla fine del triennio.


Shine ha detto...

@22

quanto alla tua lista, al di là del controsenso di paragonare dei professori universitari ai 'troll' che commentano le panzane che diffondi sul tuo blog, non ti sembra un po' corta? Voglio dire, gira e rigira sono i soliti noti; credo che se per 'par condicio' stilassi una lista di professori che NON ci hanno nemmeno mai creduto avresti una lista mooolto più lunga.

Il solito discorso della viola che dice ai tre violini: "siete calanti"

Tizzboom ha detto...

@Daniele: forse conviene sostituire il link al PDF con quello ufficiale (ora funziona), che quello ospitato su 22passi a me e presumo altri da' problemi di visualizzazione con il visualizzatore integrato di Firefox:

http://www.iiste.org/PDFshare/CMRV3N3-27-56.pdf

Silvio Caggia ha detto...

@barbagianni
"metodi per vincere al Lotto"
Non dovresti accomunare le cose che elenchi per celia, ai metodi per vincere al lotto... Io come scrissi in passato ne ho uno scientifico (basato sulle ricerche di jessica utts) ma lottomatica mi impedisce di metterlo in atto (evidentemente sanno che li sbancherebbe...) :-D

Shine ha detto...

@22
BTW, da Franchini ti stanno facendo a pezzi. Se tu avessi _veramente_ un po' di umiltà come sostieni, la tua sicumera crollerebbe in un attimo.

Esempio?

Hermano Tobia:
"@Gentzen
A me più che una resurrezione pasquale, come dici tu, questo articolo sembra una crocifissione.

Purtroppo temo che abbia ragione. A conferma dei suoi sospetti, l’IISTE è catalogato fra i possibili/probabili “predatory publisher” dal sito che ne tiene traccia:

http://scholarlyoa.com/publishers/

Penso che sia molto meglio stare alla larga da simili riviste e piuttosto non pubblicare nulla, in quanto anche eventuali spunti positivi presenti nell’articolo verrebbero travolti dalla scarsa autorevolezza della rivista."

Poi il problema siamo noi, "anonimi giudicanti pontificanti egotici troll". Tsk, EGOTICI.

barbagianni ha detto...

Oh mammamia! una condanna collettiva.
Chissà se la Sfiga Passerina colpisce serialmente o in batch, di certo sono tutti spacciati.
Daniele non ne indovini una, non vedi che la @ prima del nome deflette da noi troll il nefasto influsso?
Il mio lavoro di berserker qui è finito, meno male che mi continua lo stipendio da lacché.

Penso che da ora in poi 22P dovrà fare a meno dei miei contributi da egotico troll idiota, ma prendo commiato sereno, perché son certo che Daniele con bertoldo Mistero Who e pasquale si troverà benissimo; anzi è probabile che se noi troll smettiamo di intervenire questo blog faccia un salto di qualità. Quantico, naturalmente.
Potrebbe addirittura aspirare a fare da sponda a Nexus o a Promiseland.

In poche parole, Daniele, hai rotto il cazzo con la tua prosopopea, sei senza speranza di redenzione e Mistero di te farà polpette.

Ciao e grazie per l' ospitalità mostrata finora.

Per congedarmi, una barzelletta:

In un gelido inverno, un Uccellino cade dal nido nella neve; piio, piio - si lamenta l' Uccellino.
Una Mucca che passa di lì vorrebbe aiutarlo, ma non ha arti adatti; perciò, essendo il caso urgente, gli volta le spalle, gli molla in testa una bella cacata e se ne va.
Dopo pochi secondi l' Uccellino, rinvigorito dal tepore che ora lo avvolge, cinguetta felice - cicicì, cicicì.

Una Volpe, che strisciava in un fosso lì vicino, incuriosita dal cinguettìo si avvicina, studia la situazione e infine con voce mielata si rivolge all' Uccellino dicendo: "Oh povero Uccellino, sei caduto dal nido, vero?"
Cicì, cicì, risponde l' Uccellino; "vediamo cosa posso fare per te" dice la Volpe.
Delicatamente lo prende tra le fauci, lo sfila dalla cacca di mucca, e poi con gesto repentino lo lancia in aria e lo riprende al volo, inghiottendolo in un sol boccone.

Morale: non tutti quelli che ti coprono di merda lo fanno perché ti vogliono male, né tutti quelli che ti cavano dalla merda lo fanno perché ti vogliono bene; in ogni caso, quando sei nella merda, non fare tanta pubblicità.

bg

antonio ha detto...

@ daniele

"Chemistry and Materials Research è una delle riviste scientifiche edite dall'IISTE, una rivista di discreto impact factor (5,51)"

muahahahahah, che pollastro, ma d' altra parte per uno che crede all' ecatto questo è il minimo

triziocaioedeuterio ha detto...

@Barbagianni

Troppo comodo levarti dalle palle proprio ora..aspetta la pubblicazione del report sull'e cat, cosi' potremo prenderti per il culo ancor di piu'...dopo di che sarai libero di andare a cagare in luoghi piu' consoni...

Il Santo ha detto...

@Daniele

Perche' dribbli la domanda? Rettifica il post e scusati con i tuoi lettori. Oppure pensi ancora che l'IISTE abbia un "discreto impact factor"?

Anzi, fai qualcosa di utile, chiedi a Celani cosa ne pensa dell'IISTE!

Daniele Passerini ha detto...

@barbagianni
penso che da ora in poi 22P dovrà fare a meno dei miei contributi da egotico troll idiota...
Ti faccio serenamente notare che non ho usato quella parola... detto altrimenti ti stai dando dell'idiota da te, io non l'ho né pensato né scritto.
...ma prendo commiato sereno... In poche parole, Daniele, hai rotto il cazzo con la tua prosopopea, sei senza speranza di redenzione...
Ecco, esattamente questo intendo con EGOTICO: tu vieni qui, nel mio blog personale a contestare quello che dico sul mio blog personale, ti ci incazzi pure e dici a me che sono io a rompere il ca**o... che altro aggiungere?
Ciao e grazie per l' ospitalità mostrata finora.
Già, questo è il mio grande limite, essere educato e tollerante con chi è maleducato e intollerante... non imparerò mai! :)
Quanto alla barzelletta, è vecchia come il cucco. Ne ho una migliore che ti propongo: CHI TI CUREREBBE MEGLIO, UNO PSICHIATRA O UNO CSICHIATRA?!
Pensarci con calma e dimmi la tua risposta... almeno prima di scomparire questo me lo devi! ;)

barneypanofsky ha detto...

Comunque, io personalmente aspetto la roboante dichiarazione "E l'era tutta una burla, giovini! E si faceva pe' scherzare, che l'era il prim d'aprile, ieri, e allora s'era deciso io e Mistero di pigliavvi un poìno p'iicculo. E vu ci see cascati tutti bell'ammodino! Brai!1!1!!"

Una roba cosi', insomma, come quando Silvio smentisce d'aver detto una cosa dieci minuti prima, cosa di cui esistono filmati in sette lingue e trasposizioni teatrali, addirittura.

Altrimenti, come si vede qua sopra, si puo' allegramente cercare di cambiare discorso o buttarla in vacca. Un po' come il discorso del riscaldamento globale di qualche giorno fa...

Ma aspettiamo, aspettiamo questo report di third parties, vediamo anche le carte di Rossi, che quelle di Celani paiono quanto meno vecchie.


Barney

Gianluca Rossi ha detto...

...vediamo anche le carte di Rossi..
mmmmhhh... mi trilla nella testa un campanellino che a metà aprile rilancia. Vedo? Cip? Raddoppia? Piatto ricco, mi ci ficco!

barneypanofsky ha detto...

All in, e non pensiamoci piu': tanto sono i soldi del Monopoli (per adesso...)

antonio ha detto...

@ barney

"All in, e non pensiamoci piu': tanto sono i soldi del Monopoli (per adesso...)"

dici che quelli di "Chemistry and Materials Research" accettano soldi falsi?
secondo me prendono soldi veri dai ricercatori che pubblicano lì.

miau ha detto...

quanta bile... :)

La bile, la senti? Non c'è niente al mondo che abbia questo odore.
[Si inginocchia] Mi piace l'odore della bile che sale e travasa al mattino.
Una volta abbiamo bombardato un blog, per dodici ore, e finita l'azione siamo andati a vedere. Non c'era più neanche l'ombra di quegli sporchi bastardi.
Ma quell'odore... sai quell'odore di cacca? Tutto intorno. Profumava come... come di vittoria.
Un bel giorno questa guerra finirà.


tratto da Apocalix now: Il vietnam dei trolls

barneypanofsky ha detto...

Un commento piu' serio e in topic: quando ho visto l'articolo e l'immane quantita' di autori cofirmatari, sono tornato ai bei tempi in cui ero un biologo, e si prendevano in giro i medici perche' per articoli di tre pagine eran capaci di sprecarne UNA per i nomi degli autori.
Io ho pubblicato pochissimo, da dottorando (pubblico molto di piu' adesso come commerciale in una azienda di ingegneri :-)), ma la regola nel mio dipartimento era: mai sottomettere un articolo con piu' di tre firme.
Qua siamo al parossismo: DICIOTTO autori (li ho contati tre volte per sicurezza) per un paper mi paiono roba da pazzi, soprattutto perche' uno con un minimo di senso critico dovrebbe chiedersi cosa caspita ha fatto il numero 14, o il 7, o il 9?

Che era, un articolo scientifico o una gang bang?

:-)

Barney

bertoldo ha detto...

l'inondazione delle merdacce è in piena eh!

miau ha detto...

troppe firme mi ricorda la critica di "troppe note" fatta a mozart nel film amadeus :)

gio ha detto...

ci toccherà andare in canton ticino a comprare il gattino:):)

....è brutta ...lo so ma è tardi ....notte!!!

http://www.ecatschweiz.com/FAQ-IT.html

Quando sarà disponibile l'E-CAT ?
L' E-CAT da 1 MW puó essere giá oggi ordinato, con consegna in 4 mesi, si può su questo sito compilare il modulo d'ordine per indicare quale prodotto si sta cercando. La prima generazione di E-CAT da 10kw domestici sarà disponibile verso la fine del 2013, ma si può già pre-ordinare, vi informeremo tramite la nostra newsletter, appena i dispositivi sono disponibili.


http://www.ecatschweiz.com/E-CatSchweizIT.html

barnumxp ha detto...

@Daniele: o non sai leggere, o non capisci o - peggio - non vuoi capire. Darmi de: 'anonimo giudicante pontificante egotico troll' per il mio intervento sulle BUGIE di Celani non solo è ridicolo: è insensato e amorale. Con il passo successivo poi: "..loro sono tutti dei ciarlatani e voi dei premi Nobel!" scadi nell'infantilismo più rozzo. Insieme, danno l'esatta cifra della tua partigianeria e della tua statura. Non basta autoproclamarsi 'educato e tollerante' perché non lo sei: nè educato nè tollerante, e con una idea distorta e 'padronale' di internet: "tu vieni qui, nel mio blog personale..." che manco nel medioevo. Il blog è uno strumento nato per CONDIVIDERE la propria vita e non per fare proclami o, peggio, suonarsela e cantarsela. Un blog che funziona non è "tuo" ma di tutti coloro che lo amano e lo animano e le persone vere - si sa - hanno idee diverse,pareri mutevoli, opinioni contrastanti...
Chi non la pensa come te non è un nemico o un traditoro ma semplicemente uno che la pensa diversamente, non per semplice partito preso ma per intimo convincimento, un percorso personale che mi ha portato su posizioni assai distanti dalle tue.

In tutti i casi ho pronto da un pezzo il cappello ma non lo mangerò certo per delle (penose) bugie.

Silvio Caggia ha detto...

@daniele
Ma che e' uno csichiatra?!?
Mannaggia ai tuoi giochini... Non mi farai dormire... :-)

Silvio Caggia ha detto...

@daniele
E-catworld pubblica praticamente la stessa tua notizia, seguono una trentina di commenti internazionali... Certo, c'e' una bella differenza tra quei trenta commenti e quelli che appaiono qui sul tuo blog... Ma a cosa e' dovuta la differenza secondo te? Sei tu che li attrai come il miele certi personaggi? Sono loro che non si sanno distribuire uniformemente? Non conoscono l'inglese e preferiscono trollare su un sito italiano? O magari e' piu' bravo chi gestisce e-catworld a presentare la notizia... Boh... un giorno a sorpresa fai un esperimento: copia spudoratamente un loro post e vediamo se cambia qualcosa oppure no! :-)
www.e-catworld.com/2013/04/iiste-journal-chemistry-and-materials-research-publishes-celani-research-report/

Tizzboom ha detto...

@Silvio Caggia: che io sappia su E-CatWorld i commenti e gli utenti sgraditi vengono fatti fuori senza pieta`.

Silvio Caggia ha detto...

@tizziboom
Ah ecco perche' sono tutti qui...
Mi ricorda il mio prof di biologia del liceo che si era fatto l'orto biologico in mezzo ai campi tradizionali... Tutti i parassiti erano da lui! :-D

MISTERO ha detto...

@Il Santo

@Daniele
Questa è l'ennesima caporetto della fusione fredda e tu la spacci per qualcosa di epocale. Sei una persona intelligente, salva la tua dignità:

1) rettifica il post con tante scuse;
2) la prossima volta stai attento a cosa ti rifila Celani;

Puoi anche continuare a difendere l'indifendibile, ma inganneresti solo te stesso.


2) Penso che Celani abbia il tuo stesso diritto, come di tutti gli altri, di esprimere e riportare qui dentro le sue esperienze e tutto ciò che ritiene utile a tutti noi.
Mentre Celani impiega il suo tempo per “fare” e poi riportare, tu hai deciso di impiegare il tuo tempo nel portare critiche, osservazioni e quanto ritieni utile e necessario per tutti noi; un grosso contributo certamente e te ne siamo grati. A volte però ti perdi un po' troppo nel pelo dell'uovo criticando l'inutile, portando “involontariamente” il lettore disattento ad una non chiara lettura.
In pratica butti l'acqua sporca, il bambino, il secchio e i missili con circuiti di mille valvole.
Sono rimasto sorpreso, ad esempio, nel leggere le molte novità nel paper di Celani:
http://www.kresenn.com/#!news
http://www.orim.it/index.php
Penso che solo con questo firmatario http://www.iscmns.org/ superiamo e di parecchio il numero di 18 firme frettolosamente citate da Barney.
Parecchie persone, ma soprattutto molti gruppi si sono e-catalizzati attorno a Celani, indubbiamente sta facendo un gran lavoro, soprattutto nel far intendere le possibili ricadute tecnologiche non necessariamente legate al focus principale; una ricerca ventennale che probabilmente è matura per raccogliere diversi frutti interessanti.
Con sorpresa non posso che ricordare le parole profetiche del dr. Gaetano Salina alias Neutrino nel blog di Franchini che raccontava e descriveva quanto e in quanto tempo Celani ha speso negli anni soldi pubblici messi a disposizione dall'INFN, ne cito uno tra tantissimi, li ha praticamente spammati ovunque:
neutrino scrive:
23 dicembre 2012 alle 11:03 pm
@Camillo
Le ricerche del Celani sono state analizzate e valutate ogni anno fino al 2010. Io so dirti poco di quello che e’ accaduto prima del 2000 (celani all’epoca continuava anche a lavorare nel settore della superconduttivita’ a temperatura ambiente), posso essere preciso e puntuale su quelle che e’ accaduto negli ultimi 12 anni.
Come gia’ scritto la parola fine alle ricerche di celani e’ stata messa nel 2006. Ci sono voluti 4 anni e circa 20 keuro di investimento per chiudere definitivamente la questione nel 2010.
Troppo tempo ? Forse.
Si e’ appoggiata la ff ? No.
Si e’ cercato di rispettare la liberta’ di ricerca di un singolo indirizzandola su aspetti applicativi di sicuro interesse, e credo che nessuno possa negarlo. Non ci si e’ riusciti ?
Si non ci siamo riusciti, e si poteva fare altrimenti, ma questo solo con il senno di poi.
Tieni conto che le ricerche di R&D rappresentano il 5% delle spese di ricerca dell’INFN, ed il finanziamento di celano e’ stato quanto grosso (solo nel 2000 e 2001) il 2 % delle spese di R&D. Celani e’ insignificante nella politica scientifica dell’ente in termini di finanziamento.
Resta un piccolo imbarazzo e la possibilita’ di imparare da questa storia per creare strumenti in grado di contrastare casi analoghi nel futuro. E ci stiamo lavorando.


Posso affermare con certezza che a causa dell'entropia ciclotronica endogena causata della risonanza indotta da processi implosivi, il dr. Gaetano Salina dell'INFN alias “Neutrino”, al contrario di Daniele Passerini, porta una gran fortuna.

Anche noi stiamo lavorando.

1) Tante scuse.

p.s. L'IF non è altissimo, forse nullo, ma vuoi considerare l'altissimo IP?

Sifat Anonta ha detto...

Thanks for this great share. This site is a fantastic resource. Keep up the great work here at Sprint Connection! Many thanks.

Wordpress SMS Plugin

Gianluca Rossi ha detto...

Daniele, il tuo compare cafone ha detto: l'inondazione delle merdacce è in piena eh!
A parte che non ho mai visto un "inondazione in piena", penso che tu goda nel vedere questo genere di commenti. Guarda che è amorale anche sfruttare i minorati (tanto sono intoccabili) per fare al posto tuo le cose sporche, tipo tirare calci e mordere chi ti sta antipatico.

bertoldo ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
barneypanofsky ha detto...

Ho letto i commenti su E-catworld, su suggerimento di Caggia. In effetti e' un coro compatto a favore dell'E-Cat, con una - due voci dissonanti. Il problema e' che mi pare non vi sia NESSUNO che commenta LA notizia di Celani. Tutti a parlare di Rossi, a partire da Linda (prima commentatrice) che svicola immediatamente dal topic e annuncia che ha scoperto il catalizzatore usato da Rossi e lo mette in relazione con il Processo Bergius, un processo di cracking e reforming che dal carbone tira fuori idrocarburi. Linda sottolinea l'economicita' del processo: "This is a wiki page for the Bergius Process, a method for creating cheap fuel from coal", economicita' che NON esiste per nulla, nel senso che l'energia immessa nel processo e' maggiore di quella che se ne estrarra', alla fine, bruciando l'idrocarburo ottenuto.
A me pare sia sempre la solita solfa, e veramente i commenti su Celani e il suo lavoro sono la netta minoranza se non del tutto assenti.

Barney

MISTERO ha detto...

Linda sottolinea l'economicita' del processo: "This is a wiki page for the Bergius Process, a method for creating cheap fuel from coal", economicita' che NON esiste per nulla, nel senso che l'energia immessa nel processo e' maggiore di quella che se ne estrarra', alla fine, bruciando l'idrocarburo ottenuto.

Ennesima distrazione dal tema del post.
Puoi dimostrare quanto affermi in merito alla non economicità della liquefazione del carbone?
Fai un esempio concreto partendo da una tonnellata di carbone con tutti i passaggi energetici negativi fino all'ottenimento di fuel sintetico.

Shine ha detto...

@bertoldo
"riunione serale in qualche circolo per topi di fogna e poi vi date fuoco"

lol :D

Daniele Passerini ha detto...

@gianluca rossi
...penso che tu goda nel vedere questo genere di commenti... per fare al posto tuo le cose sporche, tipo tirare calci e mordere chi ti sta antipatico.
No, falso come una patacca: quei commenti mi danno fastidio esattamente quanto i tuoi. Lo so che ti rode, MA QUESTO È UN BLOG SENZA MODERAZIONE... e intervengo solo quando si supera il limite della decenza. Se uno ti dice che sei una merdaccia è una questione tra te e lui; se mi accorgo che invita a prendere le armi e usarle contro di te, lo richiamo all'ordine e arrivo a cancellargli il messaggio. Se vuoi un blog sottoposto a "post peer review" (leggi censura) emigra altrove: il punto è che tu puoi lasciare qui i tuoi commenti sgraditi a me, io viceversa non posso lasciare i miei commenti in altri blog dove sono sgraditi, ma non certo per mancanza di mia educazione che penso di avere dimostrato abbondantemente non mi difetti. Stai tranquillo che soprattutto i lettori silenziosi colgono benissimo le dinamiche dei commenti di chi interviene per distruggere e chi interviene per costruire.
E un'altra cosa che proprio non capisci, o che ti rode, e che questo non è un blog organizzato, qui non c'è nessun gioco di squadra, solo spontaneità, con tutti i difetti che questo comporta ma anche qualche pregio. E l'unica organizzazione che emerge è quella delle squadre di guastatori che puntualmente incombono come locuste... fate un gran casino, ma siete quattro gatti... sono molti di più quelli che vi leggono prendendo nota del vostro livore, della vostra maleducazione, della vostra prosopopea, del vostro egocentrismo.

@tutti
L'articolo di Celani, che ovviamente viene criticato (per il contenitore più che per il contenuto) dai neo tolemaici dei nostri giorni, ha portato alla luce un altro conflitto: quello tra riviste scientifiche tradizionali, i cui articoli sono scaricabili a pagamento solo dai professori che hanno gli abbonamenti pagati dalle loro università, e quello delle riviste open acces, i cui articoli possono essere scaricati gratuitamente da tutti. Un'altra botta alle posizioni di rendita consolidate all'interno della scienza mainstream.
Tra l'altro la rivista su cui ha pubblicato il gruppo di Celani si fregia dell'egida dell'Unesco... toccherà mettere in guardia anche l'Unesco... i telefono di Franchini & c. saranno già roventi!
Vi invito ad approfondire il tema dell'open acces nella pubblicazione scientifica: il primo link che ho trovato al volo, per esempio, è questo:
Più citazioni in Open Access? Panorama della letteratura con uno studio sull’Impact Factor delle riviste Open Access
Sarà bene che i telefonisti intervengano anche su wikipedia, dove l'index copernicus non è ancora messo all'indice: http://en.wikipedia.org/wiki/Index_Copernicus

Daniele Passerini ha detto...

@Silvio Caggia
Ma che e' uno csichiatra?!?
Mannaggia ai tuoi giochini... Non mi farai dormire... :-)

Spero che tu abbia dormito! :-)
La soluzione è semplicissima... strano che ne tu ne barbagianni ci siate arriviate... comunque già a settembre lui non raccolse il guanto quando replicai per le rime (letteralmente) alla sua sfida poetica.

Gianluca Rossi ha detto...

@Daniele
Penso che tu sia molto bravo con le parole e ne approfitti sgusciando come una saponetta dai discorsi che non ti garbano.
I commenti possono essere sgraditi per 2 motiv1 (o entrambi):
1) Esprimono idee che non si condividono
2) Contengono dozzinali insulti, minacce personali (impiccati, datevi fuoco) ed altre manifestazioni di evidente squilibrio mentale.

Nel caso 2 non è vero che non è questione che ti riguardi. Siamo in casa tua e se qualcuno si mette a lanciare merda, come fanno le scimmie e i matti dalle gabbie, una certa quantità non raggiunge il bersaglio e ti rimane su tappezzeria, tappeti e addirittura sul tuo bel maglioncino.
I commenti di tipo 2, se non li riprendi, è segno che li tolleri, specialmente quando fanno comodo. Scelta tua.
Io in casa mia accetto le critiche, anche se brucianti, ma educazione e rispetto sono cose imprescindibili ... o vogliamo trasformarci in tanti animali in ha ragione quello che raglia e scorreggia più forte?
Fai come vuoi ma almeno invita certi personaggi, prima di lanciarla, a impachettare la cacca con graziosa e robusta carta da regalo (si chiama ironia) così almeno non sporca e si evita l'abbruttimento.
Se non vuoi i commenti di tipo 1 la cosa è semplicissima, fai come fanno gli altri. Attiva la moderazione e fai passare solo le carinerie e chi ti da ragione.
Se ti butti nella mischia invece non ti devi lamentare se ogni tanto arriva qualche ceffone.

Fine del pippone
Amen




Daniele Passerini ha detto...

@giancarlo rossi
Ho spiegato decine e decine di volte dentro il blog i motivi (in parte dipendenti da questa piattaforma che NON offre gli strumenti di moderazione offerti per esempio da WordPress) per cui non posso stare dietro a una moderazione... o pensi sul serio che avrei tempo di leggermi tutti i commenti e sbloccarli uno a uno? Ci ho provato un anno fa e non vivevo più, la mia vita diventava il blog e questo ovviamente non lo permetto. Chi sta in questo blog da anni e a memoria, tutte queste cose le sa benissimo e, capirai benissimo, che io non ho tempo di rispiegare tutto questo da capo agli ultimi arrivati.
P.S. Francamente non mi interessano le discussioni scatologiche tipo quella che hai portato alla mia attenzione.
La scommessa di questo blog è quella di farlo vivere senza moderazione: da necessità (il mio tempo) a virtù (quella di far vedere come si può restare agnello anche in mezzo ai lupi). O se vuoi, un po' come quei sub che si immergono in mezzo agli squali senza gabbia di protezione, solo che qui gli squali sono i troll o semplicemente quelli che entrano in un blog che ha sette anni di vita e pretendono di comprenderne le dinamiche meglio di chi in questo blog è da sette anni che scrive.
Ciao

bertoldo ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
bertoldo ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
bertoldo ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Pasquale De Santis ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
bertoldo ha detto...
Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.
Pasquale De Santis ha detto...

http://fractal-lenr.com/lenr/

Gli studi di ricerca e di riferimento associato sono stati condotti presso le seguenti istituzioni - Royal Institute of Technology, Università di Stoccolma, Uppsala e Karolinska Istituti Dipartimento di Bioscienze e nutrizione.

gio ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
gio ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
gio ha detto...

http://www.prometeon.it/

http://www.ecatslovenia.com/joomla/contattaci

http://www.e-cataustralia.com/order-and-buy/domestic-10kw/


http://ecatsouthasia.com/order-buy/domestic-10kw/

http://www.ecatschweiz.com/FAQ-IT.html

http://www.e-cat-deutschland.de/home.html

http://hydrofusion.com/about-hydro-fusion


questi mi sembra che siano tutti i licenziatari ufficiali di rossi........

sono ben accetti aggiornamenti e rettifiche.......

noto una cosa :solo nei paesi non ue si promette per il 2013 il gatto domestico........

Shine ha detto...
Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.
Gianluca Rossi ha detto...
Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.
Daniele Passerini ha detto...

@TUTTI
È pervenuta una cortese risposta di uno dei cofirmatari dell'articolo alla marea di imprecisioni, distorsioni, bugie ecc. che stanno venendo "seminate" qui e nella rete in generale. Buona lettura

Gent.le Daniele Passerini,

sono stato informato dal dr.Celani del commento fatto sulla pubblicazione da parte del journal "Chemistry and Materials Research" da parte di Gherardo Gentzen alle 5:04 am del 2 aprile 2013.

Vorrei effettuare delle precisazioni su tale commento.

Innanzitutto c'è un errore. Si dice che "Dopo una recensione puramente formale l’articolo viene accettato, messo sul web (e solo lì, la rivista non è di carta)..."
Tale affermazione non corrisponde a verita'. L'articolo esiste in versione cartacea e online, infatti possiede un doppio ISSN che è facilmente visibile sull'articolo stesso, proprio nell'intestazione ("ISSN 2224-
3224 (Print) ISSN 2225-0956 (Online)" ). Ogni volume delle varie riviste viene pubblicato su supporto cartaceo per intero e spedito in varie copie sia agli autori sia a coloro che ne facciano richiesta, a pagamento.

Per quanto riguarda le affermazioni "editoria predona", "rivista palesemente non accademica", "fantomatico Index Copernicus", "`rivista´ che ha meno di due anni, appartenente a un gruppo che ha meno di cinque anni".
Come avrai notato la maggior parte degli articoli pubblicati sulla rivista vengono da organizzazioni e ricercatori in India, Cina, Africa e Medio Oriente.
IISTE così come altre organizzazioni hanno come scopo quello di promuovere l'editoria scientifica e lo scambio di informazioni a livello globale incentivando l'accesso alla pubblicazione da parte di scienziati di paesi che non hanno mezzi sufficienti a sostenere i costi delle pubblicazioni accademiche occidentali.
Questo sforzo viene da una precisa indicazione data dall'UNESCO alcuni anni fa, ecco perché molte di queste riviste sono giovani, e la piattaforma è di tipo Open Access. È un modo di applicare all'editoria scientifica quanto già successo con quella classica con i giornali sempre più aperti all'accesso su Internet da parte di un più largo pubblico con costi più bassi e con meno uso cartaceo. Tali riviste prendono fee di pubblicazione relativamente bassi necessari solo a coprire i costi e invece permettono un accesso agli articoli libero con
una grossa spinta allo sharing della conoscenza. Non è un mistero che molte delle riviste accademiche classiche spesso vengono acquistate dagli istituti tramite abbonamenti molto costosi ma poi rimangono a prendere polvere sugli scaffali perché nessuno le legge. Le riviste di tipo Open Access semmai, riducono le spese degli istituti di ricerca perché il piccolo fee esiste solo al momento della revisione/pubblicazione.
Per quanto riguarda l'impact factor, indipendentemente da come lo si misuri, il fatto che gli articoli sono largamente accessibili li porta ad essere più condivisi e usati.

Daniele Passerini ha detto...


Riguardo "il lavoro di revisione fa parte dei normali doveri accademici e non è pagato; il pagamento infatti introduce un sottile conflitto di interesse." Sappiamo tutti benissimo che solo il pagamento elimina i
conflitti di interesse. Infatti se un revisore viene pagato per leggere una serie di articoli non viene condizionato da altri e più forti interessi di tipo accademico, dovuti alla comunità scientifica di appartenza, al proprio entourage e ad altri fattori di convenienza che spesso trasformano questo mondo in un sistema autoreferenziale. Insomma non esiste una verginità scientifica accademica e questo, soprattutto quando si ha a che fare con argomenti molto dibattuti come quelli relativi a LENR/CANR crea spesso una barriera simile a quella che l'UNESCO si è prefissa di superare per quanto riguarda le preclusioni di tipo geo/economico con l'Open Access.

Riguardo invece alla "recensione puramente formale", "questa rivista paga qualche dollaro a qualche post-doc squattrinato di qualche università scalcinata per scrivere in fretta giudizi generici, non specialistici", "i revisori devono venir scelti liberamente su tutta la base accademica a seconda del contenuto dell’articolo, e non in un pool
di stipendiati, che necessariamente ha competenze troppo ristrette".
Alcuni di questi commenti sono decisamente borderline ma io non posso rispondere sulla professionalità dell'editore. Immagino che se tale polemica continuasse su toni lesivi per il lavoro l'editore potrebbe rispondere nei modi appropriati.

Cordiali saluti,

Angelo Ovidi
Kresenn Ltd
co-signer of the article

bertoldo ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
bertoldo ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Il Santo ha detto...

@Daniele

La risposta dell'Ovidi sui punti piu' scottanti, tipo l'"open access", l'"UNESCO", sono troppo fumose. La nomea dell'IISTE non l'ha creata Alessi col suo intervento. D'altronte si evita l'argomento piu' scottante di tutti: nessun articolo pubblicato su quella rivista ha avuto citazioni non autoreferenziali. Il che equivale a dire che pubblicare l'articolo sul giornalino della parrocchia sarebbe stato lo stesso.

La verità è che l'onestà intellettuale dei tuoi interlocutori è quanto meno discutibile, continui ad essere un acritico burattino nelle loro mani.

Daniele Passerini ha detto...

@Il Santo
Consiglio: pensa alla tua onestà intellettuale che alla mia ci penso da me. Grazie

Daniele Passerini ha detto...

@TUTTI

Salve a tutti,

per completezza la reference al supporto dell'UNESCO all'Open Access: http://www.unesco.org/new/en/communication-and-information/access-to-knowledge/open-access-to-scientific-information/
e il link alle policy Open Access sul sito del journal: http://www.iiste.org/Journals/index.php/CMR/pages/view/OAP

Cordiali saluti,
Angelo Ovidi

antonio ha detto...

@ angelo ovidi

"I discovered that "burning" few grams of Nickel or Palladium can produce hundreds of KW of energy for months without the issues and emissions of Nuclear Fission."

http://www.kresenn.com/#!articles/vstc4=innovation

eccezionale, magnifico!!!

Please throw us some money not rocks.

ci penserò: dovrò scegliere tra voi, defkalion, rossi e brillouin.
Per il momento resto con la pietra in mano.

Un cavernicolo

Go Katto ha detto...

Hermano Tobia non è un sostenitore della FF in generale? Se persino lui pensa che la rivista non sia seria...? O non è lo stesso Hermano Tobia?

Daniele Passerini ha detto...

@Silvio Caggia
Ancora non ti è venuta in mente la soluzione della domanda LO CSICHIATRA CHI CURA? ;)

Raddoppio e te ne propongo un'altra...
COME HA FATTO BIANCANEVE A DIVENTARE RICCHISSIMA? :D

Silvio Caggia ha detto...

@daniele
No... :-(
Biancaneve? Ha sposato un principe! :-)

Daniele Passerini ha detto...

@silvio caggia
La tua risposta è quella della favola! Io ti sto chiedendo come ha fatto Biancaneve a diventare ricchissima per davvero... ;)))

patrol ha detto...

@ Mistero

Mistero (a.k.a. Rampado) perdona la mia curiositá, mi dici perche in questi commenti ti firmi come Mistero ma asserisci di non essere Andrea Rampado? Eppure mi sembra abbastanza palese che sia tu a scrivere...

patrol ha detto...
Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.
Daniele Passerini ha detto...

@Patrol
Scusa se ti ho cancellato il commento, ma visto che sono appena venuto a sapere che c'è una denuncia in corso relativa alla "rissa da bar" che avevi segnalato, non mi sembra proprio il caso di riportare qui dentro quel link. Se vuoi informazioni dirette in privato da Andrea Rampado, scrivimi e ti metto in contatto con lui. Ciao

patrol ha detto...

Sinceramente non capisco che problema possa portare la visualizzazione di quel link è una conversazione pubblica. Cmq giragli pari pari il messaggio che ho postato, poi se ne ha voglia mi risponderà.

Sehran Jayani ha detto...

Its just great stuff all round. Its very well written blog. Thanks!


Walk in bath tub

Santam Luri ha detto...

I will be a regular visitor for a very long time. Thanks! :)

Hard Drive Data Recovery

abdullah umar ha detto...

An synthetic article about what is happening arond LENR and Colf Fusion since few years. After a quick summary pof scientific evidence, and the impact of that technology on future of energy, the facts aroudn the various industrial actors is described quickly.

Effective SEO Service

Posta un commento

Ovviamente 22passi è un blog, non una rivista on line, pertanto la responsabilità di quanto scritto in post e commenti appartiene solo ai rispettivi autori. Chi è abilitato a pubblicare su 22passi deve evitare botta&risposta a distanza con utenti di altri blog o forum (donde può comunque trarre contenuti citandone la fonte).

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.

Related Posts with Thumbnails