Un blog per appassionati d’Amore onestà spiritualità arte poesia politica democrazia sostenibilità tecnologia green-energy cold-fusion LENR medicina alternativa cambi di paradigma rivoluzioni scientifiche criptoarcheologia e “tante cose infinite, ancor non nominate”. Uno specchio capovolto della realtà: qui siamo una società gilanica, fuori c’è il patriarcato; qui siamo pro E-Cat, fuori c’è il petrolio... per fare previsioni sull’esterno invertite SEMPRE i risultati dei nostri sondaggi interni!

>>>> CERCHI LIBRI SUL BENESSERE DEL CORPO, DELLA MENTE E DELLO SPIRITO?

martedì 28 agosto 2012

Cercasi per acquisto casa in zona Perugia

Ho acquistato 10 anni fa l'appartamento dove vivo. Fino a un anno fa ci abitavamo soltanto io e mia figlia; nel corso del 2012 con la mia compagna siamo diventati tre e, tre giorni a settimana, quattro con suo figlio. Per quanto siano 63 metri quadri sfruttati benissimo, con soppalchi, soffitte (i soffitti sono alti 318 centimetri) e mobili su misura, ci servirebbe una stanza in più.

Vendere questo appartamento ci dispiace. È al secondo piano di una piccola palazzina di tre piani (un tempo villa padronale) costruita tra fine '800 e inizio '900, poi divisa in sei appartamenti (quello dove abitiamo ha l'ingresso praticamente indipendente). C'è un cortile dove i bambini possono giocare, un pino secolare, posto auto, rimessa, angolo barbecue ecc. La zona è residenziale, in collina, tranquilla e silenziosa. La posizione è veramente strategica: a 5 minuti d'auto dal centro di Perugia, altrettanto dalla superstrada, altrettanto dalla stazione ferroviaria di Perugia - Ponte S. Giovanni.

Avevo pensato di unirci l'appartamento accanto e ho cercato di contrattarne la vendita col proprietario: ma non si schioda dal doppio del suo valore di mercato! Ho pensato allora di unirci l'appartamento al piano di sopra, ma la proprietaria lo vuole lasciare ai suoi figli (che ora vanno alla scuola elementare!) per quando saranno grandi. Devo per forza guardare altrove.

Il problema al momento non è vendere la casa attuale, ma trovarne una più spaziosa che non ci faccia rimpiangere quella che lasceremo. Chiaramente ci piacerebbe avere anche un giardino... ma il budget è piccolo. Comunque per aggiungere frecce al mio arco ho deciso di parlarne qui nel blog: non ci spero tanto, ma fosse mai che capitasse un colpo di fortuna oltre a quelli dei fulmini!

P.S. Dedico poco tempo al blog questo periodo. Scusate, ma sono parecchio occupato con la mia famiglia.

20 : commenti:

RED TURTLE ha detto...


Vendi la casa in muratura e fatti costruire una casa ZEROGAS... antisismica, ecologica e anche spaziosa!

http://www.zerogas.it/

RED TURTLE ha detto...


Oggi a TOP-GEAR hanno mostrato una locomotiva in gara contro una Jaguar tra Londra ed Edimburgo.

(Ecco, non vedo l'ora di prendere una locomotiva a vapore alimentata dalle LENR)

MISTERO ha detto...

Scusa Red, tu l'hai comprata che la consigli?

Silvio ha detto...

@daniele22
A perugia non posso aiutarti, ma se tu decidessi di andare a vivere in sicilia ne avrei una da proporti! :-)
Ma per il riscaldamento? La vuoi predisposta e-cat? Attento che ogni parola che dici muovi gli indici di borsa! :-)

Marco da Rallo ha detto...

@Daniele

... la parola magica è Cortile .. cortile con angolo bracere, Condominiale? Tuo?

se Tuo = possibile estensione orizzontale di eventuale volume residuo del lotto?

= Gazebo/Soggiorno (e così tutti i 63 m2 sono per dormire/lavarsi ripostgliare..)?

tre piccioni con una fava e accontenti pure i fanatici con una casaklima A+ .. Pensa che tedescata!

ti potrei aiutare per la tedescata eheh...(a gratis.. naturalmente

Marco

ps. quando usciamo dal clima "farenheit 451" :)

paolo ha detto...

ps. quando usciamo dal clima "farenheit 451" :)

... Marco questa è la più più bella ah, ah

Merlian ha detto...

Daniele, magari non l'avrai esposto nei termini che seguono, io ci riproverei con la vicina del piano di sopra:
Le devi far capire, che: se ha più figli, da grandi (probabilmente sposati con famiglia) non potranno abitare l'appartamento tutti insieme; potranno decidere che ad abitarlo sia uno/a di loro, ma per l'altro/a bisognerà trovare qualcos'altro e magari nasceranno delle discussioni oppure si deciderà di affittarlo e comunque i figli andranno a vivere altrove!
Perché allora non vendere l'appartamento e cercare qualcosa che convenga per i figli una volta che saranno più grandi? Magari aggiungono qualcosa al ricavato della vendita e si comprano due appartamenti?

sandro75k ha detto...

@Daniele

Marco da Rallo, l'architetto, è da seguire...:)

paolo ha detto...

... Sandro, che tu sappia: < siamo in moderazione o in "sciopero" perché questa mattina abbiamo battuto un bel record .................................... di silenziooooooooooo:))))):))))))))>

sandro75k ha detto...

@paolo

io mi sono svegliato poco fa...:)
paolo, vieni al pranzo... ;) non ci sarà nessun "nemico" che io sappia e le prenotazioni credo di averle sottomano tutte... dai, fai il bravo! Mi dispiacerebbe troppo. Già Mistero ha detto che non può!

paolo ha detto...

...perdona! pausa pranzo.
Se Daniela potrà, forse, ci saremo; ma a proposito: "è un meeting per soli uomini?

sandro75k ha detto...

no paolo, a parte che viene anto ma anche gli altri porteranno le consorti! Io stesso sto trattando con la mia...

piero41 ha detto...

@Daniele
Forse ti conviene esplorare la possibilità di un acquisto di appartamento nella palazzina anche se non propio confinante da riunire: potresti creare due nuclei zona giorno -zona notte per un po' fra poco potrebbero divenire nucleo giovani e nucleo anziani, molto molto comodo per tutti... per l'autonomia..

Marco da Rallo ha detto...

@Daniele

..e poi manca un elemento: il piano terra e.. l'effetto terrazza...

indagale, inagale

:)
M.

@Anto - marina

se stai troppo in acqua ti si avvizzoiscono le mani .. ehehe :)

Daniele Passerini (22passi) ha detto...

@RED TURTLE
...fatti costruire una casa ZEROGAS...
E il terreno edificabile pensi sia uno scherzo trovarlo? ;)

@Silvio Caggia
Ma per il riscaldamento?
Prima trovo la casa, poi ci penso!! :)
Prima i buoi, poi il carro.

@Marco da Rallo
Cortile condominiale, già. Nessuna altra possibilità di espansione orizzontale (sono al secondo piano) se non l'appartamento accanto venduto a peso d'oro... e il gioco veramente non varrebbe la candela.

P.S. Anche la casaclima ha bisogno di un terreno edificabile giusto? Agricolo ce l'avrei anche in mente, edificabile no.

@Merlian
io ci riproverei con la vicina del piano di sopra...
La casa sopra è affittata e la proprietaria vive a 30 km da qui in un altro appartamento di proprietà. Ha due figli, proprio per questo vuole conservare un appartamento a testa per loro per quando saranno grandi.

@Piero41
Forse ti conviene esplorare la possibilità di un acquisto di appartamento nella palazzina anche se non propio confinante...
Già valutato e scartato: anche in questo caso il gioco non vale la candela.

gian ha detto...

P.S. Anche la casaclima ha bisogno di un terreno edificabile giusto?
No, casaclima è una certificazione energetica che si applica non solo su case nuove ma anche su ristrutturazioni di esistente.

RED TURTLE ha detto...


Nessuno vuole disfarsi delle proprietà immobiliari che possiede (a parte lo Stato Italiano) proprio perché i prezzi sono scesi moltissimo e non esistono investimenti alternativi! (a parte l'E-cat o la foresta brasiliana)

Il problema è che tutti più o meno temono una uscita dell'Italia dall'euro (che potrebbe essere causata dall'uscita della Spagna o della Grecia).

I conti in banca in euro (ma anche pensioni, stipendi, ecc.) verrebbero trasformati in lire, adottando gli stessi provvedimenti del "corralito argentino".

Vedete, l'Italia non ha petrolio (come il Regno Unito), né carbone e ferro (come la Germania), né un industria nucleare sviluppatissima (costruita anche a detrimento delle popolazioni nel Ciad, che sono contaminate dalle miniere d'Uranio).

L'Italia ha i geni incompresi, i terremoti, i vulcani, bellissima architettura e paesaggi, ottimo e vario il clima e l' alimentazione... ma anche dei politici degni di un paese sub-sahariano!

Se in Italia chiudono tutte le fabbriche di che cosa si vive? Con cosa si campa? Con le parole dei politici?

Dunque l'Italia ha due opzioni:
1) Tornare alla lira (e svalutare) con qualche fabbrica fallita.
2) Tornare alla lira con TUTTE le fabbriche fallite.

L'opzione "rimanere nell'euro" semplicemente NON ESISTE!

Dunque in un lasso di uno-tre anni sicuramente ci troveremo con in mano della carta quasi-straccia (l'ideale sarebbe cercare di farsi dare un
mutuo a tasso fisso, per indebitarsi in "cartaccia"... ma è una pia illusione!).

Intanto in Spagna starebbero ritirando i loro capitali dalle banche...

http://beforeitsnews.com/eu/2012/08/a-new-run-on-the-banks-spaniards-pulling-cash-out-at-record-rates-2448048.html

------------------------------------------------
Giancarlo Rossi

Daniele Passerini (22passi) ha detto...

Ringrazio tutti quelli che, in topic, mi hanno dato consigli. Anche se nessuno di per sé era risolutivo, tutti insieme mi hanno portato a vedere in modo diverso il "problema" e a fare un nuovo tentativo...
Tutto dipende sempre da come vediamo e affrontiamo le cose, ché tendiamo a pensare in direzione della linea di minor pendenza piuttosto che in modo laterale.
Grazie con tutto il cuore.

miau ha detto...

l'opzione "rimanere nell'euro" non esiste?
sino ad ora chi ha scommesso contro l'euro ci ha perso e continuerà a farlo.

strano che poi i teorici di questa idiozia autocastrante (per l'europa) siano tutti statunitensi o britannici.
e quelli che abboccano tra gli europei siano disorientati nazionalisti fuori tempo massimo degli anni 2000.

con buona pace dei simpatici "amici" economisti e operatori finanziari anglosassoni (e parte degli attori geopolitici) che si prodigano e si adoprano senza sosta, l'eurozona ha una sola via che non sia disastrosa nel breve e deletaria nel lungo, ossia l'unione politica europea, di cui l'euro è un mattone fondamentale. le altre strade "nazionaliste" sono un salto indietro nel buio passato masochista e pericoloso.

prima si rassegneranno all'idea che il futuro non sarà più USA caput mundi + UK primo vassallo + una serie di stati e staterelli europei divisi e comandati (ognuno con i propri dobloni e la propria finta e irrilevante indipendenza) più tranquilli si starà.

in un certo senso non tutti i mali vengono per nuocere, questa terribile crisi globale ci porterà in dono le solide fondamenta di una casa comune europea, fondata sulla tradizione socialdemocratica europea di cui l'italia non è certo il modello esemplare.
e quelle solide fondamenta nel mondo post-crisi globale serviranno sia ai singoli cittadini europei, sia alla sopravvivenza dell'idea stessa di socialdemocrazia a fronte dell'assalto degli iperliberisti anglosassoni, adoratori del santo, libero, onnipotente mercato, che del capitalismo di stato cinese tutto profitto e sfruttamento.

non fatevi confondere dai mille dettagli, guardate il quadro un po' da lontano, l'immagine intera.
per esempio, guardate bene ai motivi (e all'ideologia) di chi vuole ardentemente che l'euro perisca.

Marco da Rallo ha detto...

@Daniele

..nessuna deroga per soluzioni tipo Klimahouse..
si tratta sempre di concessioni.. regolate dai piani urbanistici o di previsione.

comunque i terreni agricoli sono in parte edificabili (principalmente ai fini di conduzione agricola e con indici ridicoli (100/300mc a ettaro,.. dipende..) anche per l'eventuale, relativa, residenza.

le costruzioni così autorizzate rimangono vincolate alla destinazione e il più delle volte richiedono particolari condizioni al conduttore (agricoltore di Ia o IIa..)

è tuo diritto (ed è anche piuttosto agevole..) chiedere il Certificato di Destinazione Urbanistica al comune di pertinenza..
in tale certificato vengono dettagliate le condizioni e le norme di riferimento e/o di vincolo del tuo terreno..

per altro non ci hai accennato a chi sta al piano terra (sotto di te..) se ci fossero dei volumi in qualche modo disponibili ne verrebbe una buona soluzione in 'duplex'... con minimi disagi e investimento

sotto fai il locale estivo e conviviale con raccordi al cortile in pergola (senza aumenti di volume..), una stanzetta con bagno studio/ospiti

...la cucina ed il soggiorno (attuali) diventano stanza padronale con angolo "stua", per la brutta stagione ... fornello in ceramica e piumoni ... addormentarsi di chiacchiere e bei ragionamenti..

Marco :)

@comRed
sono con te!


Posta un commento

Ovviamente 22passi è un blog, non una rivista on line, pertanto la responsabilità di quanto scritto in post e commenti appartiene solo ai rispettivi autori.

Related Posts with Thumbnails