BLOG PER APPASSIONATI D'AMORE, ONESTÀ, SPIRITUALITÀ, ARTE, POESIA, POLITICA, DEMOCRAZIA, SOSTENIBILITÀ, TECNOLOGIA, ENERGIE PULITE, COLD FUSION E LENR, MEDICINA ALTERNATIVA, RIVOLUZIONI SCIENTIFICHE, CRIPTOARCHEOLOGIA E "TANTE COSE INFINITE, ANCOR NON NOMINATE"

>>>> CERCHI LIBRI SUL BENESSERE DEL CORPO, DELLA MENTE E DELLO SPIRITO?

B A C H E C A D E L B L O G

Dal 25 Aprile 2015 (Festa della Liberazione) la possibilità di lasciare commenti nel blog è stata disattivata, eccetto per gli 85 utenti autorizzati e autori ad oggi iscritti. Chi desiderasse fare parte di questa piccola community (Google consente ancora 15 iscrizioni) può mandare due righe di presentazione a 22 passi chiocciola gmail punto com.

giovedì 26 luglio 2012

Non tutti sanno che…
(autore: utente Vettore)


L'altro giorno ho inviato a Daniele una e-mail in cui gli ho raccontato alcune cose riguardo ai recenti avvenimenti circa le ricerche sulle LENR e l'E-Cat. Daniele avrebbe voluto pubblicare la mia e-mail per via del suo contenuto, che avrebbe potuto "rincuorare" parecchie persone. Io gli ho suggerito che forse era invece il caso di fare un post apposito, sia per questioni di riservatezza sui contenuti, sia per la forma che non era proprio il massimo dal punto di vista stilistico, sia perché gli argomenti ed il messaggio che essi portano in effetti meritano di essere comunicati a molti che in questo periodo sono "tormentati" da dubbi, speranze o paure.
Cominciamo dal primo messaggio di fondo: non confondete mai la realtà con la percezione che si può avere di essa attraverso Internet. La realtà (per fortuna) è molto più varia e complessa, e se possibile addirittura più incredibile rispetto a quella che si può cogliere da Internet! Pochi si rendono conto di questo, e quindi si sforzano di farsi un'idea o peggio di dare giudizi e fare congetture su cose di cui hanno una visione molto, molto parziale… Nelle vostre valutazioni (ed in particolare nel dare retta a quello che dicono i vari sapientoni), tenete sempre presente questo.
Sarò più esplicito: io, come del resto Daniele (e pochi altri), siamo a conoscenza (da un bel po’ di tempo) di informazioni sull'E-Cat, sull'Hyperion e su altre tecnologie LENR in generale, che non sono conosciute, o che non sono mai state rese pubbliche. Queste informazioni mostrano un quadro della situazione molto diverso da quello un tantino naif che "scettici", "credenti" e "distruttori" dibattono su blog e forum. Queste informazioni rivelano inequivocabilmente che quello che si dice è reale, e che c'è una rivoluzione alle porte! Che c'è parecchia gente seria e parecchie grandi aziende che sono a lavoro assiduamente, che vanno avanti molto rapidamente, e che tutto è molto più "intrecciato" di come appare.
Vi faccio un paio di esempi molto precisi, per circostanziare un po’ quello che sto dicendo (che non serve a convincere nessuno, ma a "rincuorare" chi ne ha bisogno, per citare Daniele): ve la ricordate la demo del MegaCattone dello scorso Ottobre? Ma veramente avete creduto che il "report" fosse quel fogliettino di appunti scritto a mano?!? Ovviamente non era quello il report vero e proprio: nessuna azienda esegue dei test (per conto proprio o per terzi) in questo modo! A me che sono anche un imprenditore questo sembra scontato, anzi, è probabile che siano stati realizzati più report, anche da parte delle aziende che hanno assistito. Le conclusioni comunque dovrebbero essere le stesse: l'oggetto funziona. Altro esempio: mi risulta che ci sia un certo numero di importanti aziende a livello mondiale che considera con un certo interesse (tecnologico, scientifico o commerciale) le LENR! Una di queste è uscita allo scoperto da poco: NI. Ma vi assicuro che ce ne sono parecchie altre di dimensioni ed importanza paragonabile o addirittura maggiore!
A riprova di quanto tutto sia "intrecciato" invece, ma reale, posso darvi un'altra indiscrezione: dovete sapere che diversi mesi fa ho partecipato all'avvio di una sperimentazione sulle LENR. Una lunga catena di eventi, che io stesso in parte ignoro, lega quella iniziativa alla nascita di qualcosa di molto interessante, di cui si discute in questi giorni (mi riferisco a particolari tecniche di innesco delle reazioni che sembrerebbero comuni tra dispositivi molto diversi tra loro come il Nanor, la caldaia di Brillouin, l'Hyperion e forse anche l'Athanor e l'E-Cat)… Anche questo fa capire che avvenimenti e modi di procedere apparentemente strani, erratici e "sospetti" come li definirebbe qualcuno, invece vengono fuori da tanto lavoro e buona volontà che alla fine conducono a strade simili pur percorrendo percorsi molto diversi. Molti risultati non sono frutto di improvvisazione o di azioni assurde ed incomprensibili, ma di dedizione.
Cambiando argomento (di poco), voglio comunicarvi una notizia recente che potrà sicuramente interessare molti: a seguito di vari eventi che si sono succeduti fin dall'inizio dell'anno, si è formato un piccolo gruppo di ricercatori, di cui faccio parte, che hanno intenzione di iniziare una sperimentazione sulle LENR, anche con la collaborazione dell'università. Gli esperimenti che intendiamo eseguire si ispirano a quelle di Piantelli/Focardi, di Celani e di Iwamura (ecco, che andassero a leggersi i suoi paper sulle trasmutazioni quelli che mettono in dubbio gli eccessi di calore… vediamo se riescono a trovare falle anche nei suoi esperimenti, in cui si osservano in tempo reale le trasmutazioni degli elementi…). L'obiettivo di questa sperimentazione è quello di trovare un fenomeno il più possibile misurabile, replicabile e univoco, da usare come tool per lo studio sistematico dei fenomeni LENR. Va ricordato infatti che una delle maggiori difficoltà che gli studiosi hanno tradizionalmente dovuto affrontare in questo campo (ed in parte devono ancora affrontare) è la mancanza di fenomeni perfettamente ripetibili e controllabili. In mancanza di queste caratteristiche non è possibile uno studio sperimentale sistematico dei fenomeni e quindi la definizione di una teoria valida ed il più possibile completa. L'impossibilità di formulare una teoria porta a sua volta alla mancanza di direzioni nella sperimentazione. In altre parole attualmente si procede spesso per tentativi, ed essendo lo spazio di ricerca e lo spazio della variabili estremamente ampio, non si riesce a pervenire ad un quadro sufficientemente chiaro. Anche le teorie proposte che sembrano le più promettenti (come quella di Widom e Larsen) non risultano sufficientemente dettagliate da guidare la sperimentazione.
L'importanza di un fenomeno ripetibile e controllabile ha anche un secondo valore aggiunto: costituisce una "smoking gun" per fare cambiare la visione dei fenomeni LENR da parte della comunità scientifica. Ho espresso questo concetto in modo "politically correct", anche se la realtà è tutt'altro che tale (l'ho potuto toccare con mano più volte, in prima persona): la comunità scientifica non è "ragionevolmente scettica" nei confronti di questi fenomeni, è letteralmente ostile. Questa ostilità arriva al punto da ostacolare spesso tali sperimentazioni, con tutti i mezzi (e le bassezze) possibili. Le ragioni di questa ostilità sono varie. Una prima componente è sicuramente la stupidità umana, che è uniformemente distribuita nella popolazione, e quindi non risparmia neanche i "professori di chiara fama" (la stupidità può assumere varie forme, tra l'altro). La seconda componente è il potere: finché posso far credere di essere il massimo esperto in una materia (perché magari lo sono stato veramente in un breve periodi di alcuni decenni fa), e che tutti gli altri sono degli inetti, allora posso conservare il mio potere. Non appena viene alla luce un campo nuovo di cui non solo non so niente, ma sono altri ad essere riconosciuti come esperti, perdo subito il mio potere e magari viene anche alla luce la verità (che sono un ricercatore improduttivo da decenni che va avanti solo tramite "agganci"). L'ostilità ha anche consistenti motivazioni economiche (grant, finanziamenti, etc.): i finanziamenti per la ricerca seguono argomenti "trendy", se il mio argomento non è più sulla bocca di tutti ed è scavalcato in popolarità da altri, rischia di non essere finanziato. Beh, se credete che stia esagerando, significa che non avete mai lavorato in una università italiana… :-) Le vicende di cui abbiamo letto in queste settimane lo testimoniano in pieno. E non c'è bisogno di arrivare a Carpinteri e Cardone, basta osservare bene la vicenda dell'ing. Abundo: è bastato l'annuncio degli esperimenti, neanche i risultati positivi, per scomodare dalla cattedra gli impavidi "difensori della scienza"
Ecco, a noi non dispiacerebbe, avere come piacevole effetto collaterale far saltare sulle sedie (o meglio già dalle poltrone) chi ci è stato seduto per troppo tempo e senza meriti, chi ostacola la ricerca invece di favorirla. Probabilmente la cosa succederà lo stesso anche indipendentemente dai nostri risultati, però… vuoi mettere la soddisfazione di contribuire! :-)

Concludo con una frase che ho detto di recente a Domenico Cirillo, a proposito dell'atteggiamento poco costruttivo di certi personaggi: è inutile continuare a discutere, adesso ci vogliono i fatti. Essendo consci che i fatti richiedono più lavoro, più dedizione e molto più tempo delle chiacchiere…

Alla prossima,
Vettore

72 : commenti:

coccolo ha detto...

le speranze aumentano sempre più, proprio come l'ottimismo. E VAAAAAAIIIIIIIIII

coccolo ha detto...

Ormai vi (ti seguo per Passerini) seguo da almeno 2 anni con assiduità e non nego che in questi ultimi tempi gli "scettici" cominciavano a far presa su di me...in fondo però ho sempre voluto credere ma soprattutto sperare.
Grazie a tutti della speranza che mi state donando, una cosa che secondo me non ha prezzo...per tutto il resto c'è l'ECAT :)

paolo ha detto...

@ Vettore,

una ricostruzione mirabile! sono contento di essermi battuto a lungo e con tenacia affinché alcuni dei personaggi - a cui si accenna - si ravvedessero in tempo e, per una volta si mettessero a disposizione del bene comune, senza se e senza ma. Non è accaduto, peggio per loro anche se ...

Ora quel che conta è: "che la ricerca possa - finalmente - riprendere con serenità e con l'appoggio sempre più numeroso di persone intelligenti."

paolo



paolo

Cesare Piccolo ha detto...

Quanto scritto ha perfettamente senso, chi è in possesso di informazioni privilegiate che garantiscono la veridicità del fenomeno, ha pochi motivi per dubitarne.
Ma allo stesso modo, quelle stesse persone che sono state convinte dai fatti (e non dalle parole!!!) sulla bontà dell'invenzione di Rossi, dovrebbero essere le più umili a capire lo scetticismo di quanti invece debbono ancora poggiarsi solo sulle parole e sulla fiducia.
Se voi foste al posto nostro, intendo te Vettore e Daniele, se come noi foste in possesso solo delle informazioni rese al pubblico, quindi in sostanza solo delle parole di un "ingegnere" dal passato oscuro e di un blogger "vicino" a un ricercatore che lavora per Rossi, davvero credereste ciecamente alla cosa?

Hermano Tobia ha detto...

Grazie della preziosa testimonianza, ed in bocca al lupo per le sperimentazioni !

Rilancio il link postato da Tizzboom sul "Codice Ruocco", che ben rappresenta quanto detto da Vettore a proposito dei professori di chiara fama ...

http://www.energeticambiente.it/l-e-n-r-trasmutazioni-bassa-energia/14745374-wsec-2012-la-fusione-fredda-diventa-scienza-ufficiale.html#post119346448

Tizzboom ha detto...

@Hermano Tobia: come consiglia gdmster su energeticambiente stesso, sarebbe stato interessante leggere un vero e proprio dibattito fra i due in merito.

@Vettore: spero ci siano informazioni quanto prima su questo nuovo gruppo di lavoro sulle LENR per la sperimentazione in ambito universitario!

AB ha detto...

Non vorrei offendere, ma tutto ciò di cui l'articolo parla potrebbe anche essere inventato. Io come lettore senza accesso ad informazione privilegiate non ho nessun modo di verificare la veridicità delle affermazione fatte nell'articolo e francamente comincio pian piano a sentirmi preso in giro.

Come ha giustamente detto Domenico Cirillo: è inutile continuare a discutere, adesso ci vogliono i fatti.

sandro75k ha detto...

Concordo assolutamente con l'analisi di Vettore. Sono pure io a conoscenza di indagini universitarie in tal senso ...
Condivido anche i dubbi leciti di Cesare Piccolo, l'atteggiamento di chi non possiede informazioni privilegiate deve essere cauto per principio!

Valeria ha detto...

Ciao Vettore,
devo scriverti, dopo lunga assenza da questo blog, fosse solo per rappresentarti la mia stima, che ho sempre avuto per te (anche per Nemo e per altri) e il tuo modo di "essere concreto ed operativo", lontano da chiacchiere e panzane da "culi da tastiera", dai cicalecci e dalle baruffe chiozzotte, volgarissime, che ho visto partorire da molte menti bisognose di sostegno e terapie, qui.

Ti faccio davvero i miei complimenti, per quel che possa valere.

Ci vuole gente concreta, capace e onesta. Tu sei uno di quelli.

(ci servirete, dobbiamo liberarci per sempre degli "altri"...ci hanno ostacolato abbastanza a lungo, direi!)

Grazie di cuore
Valeria

gianni mnemonic ha detto...

Bravo Vettore

robi ha detto...

C.Piccolo
ciò che è sempre stato chiesto non è il credere o non credere ,ma, il non ostacolare

Paul ha detto...

Come sapete io sono sempre stato un "credente".
Gli scettici li divido in due categorie: i "buoni" ed i "cattivi".
Quelli buoni sono comunque brave persone.
Quelli cattivi no, non sono e non saranno mai brave persone. E ne abbiamo visto esempi in tutti questi lunghi mesi, sia su usenet che sui vari blog.
D'altra parte è facile avere certezze assolute per quelli come voi che hanno avuto la fortuna di poter accedere a informazioni riservate.
Per quello che mi riguarda, sono stati anche gli accenni "detti e non detti" che a volte vi sono scappati che hanno rinforzato e consolidato in me la fiducia nella realtà dell'E-Cat.

Ne approfitto per salutare con piacere Valeria che si è rifatta viva.

gio ha detto...

@ sandro

aggiungo un altra cosa!

dopo questo post di vettore è ormai evidente che sono in parecchi sul pezzo!

rossi è la lepre!

gli altri a inseguire e io come ti scritto nell'altro post ci metto anche franchini ad inseguire partendo da arata !

AC/DC ha detto...

@Vettore
grazie del contributo, è un piacere poter leggere direttamente le parole di chi lavora sul campo.

Vincenzo Bonomo ha detto...

@Daniele22p
@Vettore

A vostro giudizio se pubblicassi una mia ipotesi sulla teoria riguardante il funzionamento dell'ecat potrebbe arrecare qualche tipo di danno ad Andrea Rossi o è meglio aspettare l'approvazione definitiva del brevetto?

rict ha detto...

Ciao Vettore,

grazie per l'aggiornamento e la ventata di ottimismo.

Ti faccio una domanda che sebbene possa sembrare provocatoria, in realtà è una richiesta per capire meglio.

Se la rivoluzione è alle porte avremo presto un oggetto palesemente funzionante. Cosa c'è di meglio di questo per convincere tutti (incluso i negazionisti).

perciò: qual'è lo scopo ultimo della ricerca che stai per intraprendere in ambito scientifico? Che cosa si vuole portare di convincente che di differenzia da un oggeto che produce di più di quello che consuma ?

Grazie e in bocca al lupo :)

RicT

antonio ha detto...

@ vettore

"voglio comunicarvi una notizia recente che potrà sicuramente interessare molti: a seguito di vari eventi seguiti alla conferenza di Montecitorio all'inizio del mese, si è formato un piccolo gruppo di ricercatori, di cui faccio parte, che hanno intenzione di iniziare una sperimentazione sulle LENR in ambito universitario."

ma a che serve sta sperimentazione?
fate una colletta tra credenti, comprate l' ecat da 1 megawatt e avrete tutte le prove che volete.
il gattone è già in vendita da ottobre 2011, avete già perso troppo tempo, e il tempo è denaro

Il Santo ha detto...

@Vettore

Il tuo articolo sembra spuntato dal passato. Cose grosse, segrete e condite da un po' di complottismo. La solita minestra riscaldata.

Poi quando queste cose "grosse" escono allo scoperto puntualmente si rivelano una stron**ta.

fabrizio-mc ha detto...

Che la ventata di ottimismo sia efficace lo prova il risveglio di Valeria :)
Però devi comprendere lo stato di chi, non avendo accesso alle informazioni probanti e riservate cui fai cenno, si sente sempre più strattonato tra le parti con poca possibilità di capire cosa accade...
Per quel che mi riguarda conclusivo sarebbe un cliente "verificabile" che dichiari che il suo ecat funziona. Spero cio' avvenga prima possibile.
Comunque sia grazie a te e a Daniele per quello che fate.

AC/DC ha detto...

@Vettore
Mi associo alla domanda di rict.

Ci tengo anche a sottolineare che il mio atteggiamento rimarrà sciettico fino a quando non ci saranno prove concrete del funzionamento dell'ecat, niente di personale è solo una questione di onestà intellettuale.

giorgiok ha detto...

Scusa Vettore ma io non capisco.
Prima affermi (o fai intendere) che il coso di Rossi funziona sicuramente.
Poi sostieni che occorre ideare un esperimento ad hoc per convincere gli scettici dell'esistenza delle LENR.
Significa che l'aggeggio di Rossi non funziona a LENR?

antonio ha detto...

@ giorgiok

ma in fondo chi se ne frega come funziona l' ecat, l' ecat funziona e loro ne hanno le prove non l' hai capito?
però avessi pure io le prove investirei tutto quello che ho per entrare nell' affare ecat.
Mi piacerebbe diventare miliardario in euro.
loro invece se ne fregano dei soldi.
saranno tutti francescani.

tia_ ha detto...

> è inutile continuare a discutere, adesso ci vogliono i fatti

Appunto, peccato che ancora una volta si leggano soltanto chiacchere :)

Tizzboom ha detto...

Farebbe piacere avere una timeline indicativa affinche' i fatti arrivino, effettivamente.

rict ha detto...

@Daniele
@Vettore

Eh ma allora ci volete fa giocare a "Trovate le differenze" :D
Io ne ho trovata una. Nella prima versione si parlava di piu' report redatti alla demo del megattone da 1Mw con aneddoti divertenti tra cui conversioni degli scettici durante le prove. Ora invece in questa versione del post spariti gli aneddoti e la frase sui report e' diventata possibilista :)

nemo ha detto...

@Vettore, i tuoi commenti li ho sempre letti con grande piacere ed ora desidero ringraziarti per le informazioni che ci stai passando.

@Valeria, grazie per la stima che ricambio! Un piacere rileggerti.

ulixes ha detto...

E' la terza volta che leggo il termine sc(i)ettico (con la "i") in tre post diversi e sempre dalla stessa persona.

Mi si perdoni la "suscettibilità linguistica".

Daniele Passerini (22passi) ha detto...

@Hermano Tobia
Il link di Tizzboom lo rilancerò anche io: MERITA!

@Valeria
Ciao, quanto tempo! :)

@Vincenzo Bonomo
A vostro giudizio se pubblicassi una mia ipotesi sulla teoria riguardante il funzionamento dell'ecat potrebbe arrecare qualche tipo di danno ad Andrea Rossi o è meglio aspettare l'approvazione definitiva del brevetto?
Non ne ho idea. Perché non chiedi direttamente a lui?

@ulixes
Mi si perdoni la "suscettibilità linguistica".
Quoto e sono d'accordo con te nel dire il peccato ma non il peccatore. E poiché è un suo errore sistematico (sciettico, scielta...) ricordiamo a tutti che la regola è che SI SCRIVE SEMPRE -SCE- (es. scelta, conoscenza, scettico ecc.) E MAI -SCIE- tranne le seguenti eccezioni:
SCIENZA - SCIENZIATO - SCIENTIFICO
COSCIENZA - INCOSCIENZA - COSCIENTE - INCOSCIENTE - COSCIENZIOSO
USCIERE
SCIE

paolo ha detto...

@ Daniele,

finalmente è ripresa la trasmissione "Non è mai troppo tardi" - trattasi del nuovo angolo mediatico sul recupero della lingua italiana, attaccata ogni giorno in maniera,talvolta, devastante; compliments, my dear! :)

@robi,
tu scrivi: "ciò che è sempre stato chiesto non è il credere o non credere ,ma, il non ostacolare"

Bravo, come si dice ti quoto senza alcun dubbio e, mi congratulo, perché hai condensato in pochi caratteri un concetto molto profondo ma ai più sconosciuto.

Del resto, anche l'iniziativa di Vettore mette in evidenza le diverse anime che frequentano il blog e, pur essendo fastidioso leggere ancora determinati commenti, si tollerano perché non è giusto pretendere l'uniformità di pensiero; il fastidio diviene disagio, quando intuisci (sai) che questi commenti si traducono in fatti tesi ad impedire che la ricerca riprenda o prosegua.

In una tolleranza ed una umanità, a volte, per me incomprensibili, riconosco la grandezza di Daniele ... non a caso è titolare di uno splendido blog!

paolo

p.s. Valeria se puoi torna, ci sarebbe bisogno di una intelligenza femminile ... tanto caratterizzata!

nino23 ha detto...

Complimenti a Vettore per questo splendido articolo, ci dà ulteriore carica nell'attesa dei report di Rossi.

Bentornata a Valeria :)

un uomo della strada in attesa sul fiume

GPT ha detto...

Ok dato che le parole e i ragionamenti sono il tema del post che ne pensate di questa "poppa mentale?" qualcuno (chiunque) mi dica dove sbaglio, mi sembra tutto così evidente (ma sarò io che son limitato):
-- RAGIONAMENTO DI UN IDIOTA COME ME-
Rict e Antonio a mio avviso hanno per primi (in questo post :)) centrato il punto:
1. Il mega gatto funziona--> comprarne uno separare moduli e fare ricerca con essi (son tanti si può fare colletta no????)
2. Solo di diritti televisivi 1.5 mln di euro li fai a furia di demo in 6 mesi, dato che hai ira (vedi punto 1) tanti moduli funzionanti in parallelo e poiché dimostrare decentemente calore in eccesso per cose con cop "vero" non dico = 6 ma anche solo =3 non è scienza occulta è altro modo per avere un ROI velocissimo!!!
-----FINE----
Dove sbaglio??? Xchè quanto sopra non accade?

GPT ha detto...

P.S. Ciao Valeria è un piacere rivederti :)!
Cime noterai sono il solito... Razionale :)!

GPT ha detto...

Fattorie anche in inglese nell'altro post... Vabbe' stamattina ho 5 min e sto in "fissa" perdonatemi in anticipo per essere pedante, ma se una cosa non mi torna (e mi piacerebbe TANTO che tornasse) mi sento scemo a non dirlo... Va bene tutto ma i misteri misteriosi che non hanno logica mi fanno intrippare ;)!
Poi lo so che mi si dirà : tu non sai tutto quindi non puoi ancora capire... Infatti non capisco :)

Daniele Passerini (22passi) ha detto...

@GPT
Sono io a non capire per nulla il tuo ragionamento. Rossi ha messo sul mercato un impianto da 1 MW ad uso industriale (e le certificazioni per tale uso sono in arrivo). Mi spieghi perchè diavolo dovrebbe venderlo a una compagine non si sa come assortita di curiosi (scettici o desiderosi di svelare i segreti dell'E-Cat) e non a un'industria seria??? Boh, se a te pare logico alzo le mani!
Abbi pazienza, ormai è evidente che a breve i primi clienti privati (industrie) spunteranno.

Daniele Passerini (22passi) ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Valeria ha detto...

Bentrovati tutti
(in realtà, vi leggo sempre)

@GPT
lo sarai sempre meno razionale, aspetta che cresca tua figlia!
(è bellissimo...)

sono stata assente, me ho lavorato (a mio modo)....Gauss sta facendo un effetto devastante, non lo sentite anche voi?!

un abbraccio a tutti
:-)

Anto ha detto...

Ciao Valé :))


Vettore, grazie per il post rincuorante :)

Gabriele ha detto...

Ciao a tutti. E' il mio primo commento.
Sulla questione lenr/Rossi/fusione fredda non sono un "credente" a prescindere, sto alla finestra con l'atteggiamento sereno e fiducioso di chi non ha nulla da perdere (tranne l'illusione che il mondo possa cambiare in meglio) ma solo da guadagnare. Sono solito dare credito alle persone che affrontano le questioni in modo sereno, che non fanno campagne pro o contro e soprattutto che bandiscono il fanatismo dai loro atteggiamenti e dalle loro parole, per questo Daniele mi ispira fiducia e tendo a dare credito alle sue parole. Trovo assolutamente esecrabile l'atteggiamento negazionistico di certa “scienza” accademica che nega anche l'evidenza sperimentale pur di difendere le proprie posizioni di privilegio, perchè questi causano un enorme danno alla società intera. E nemmeno comprendo l'atteggiamento di certi scettici aggressivi. Cosa difendono? Perchè hanno questa acrimonia? cos'hanno da perdere? Se credete che l'e-cat sia una bufala pensate ad altro, occupatevi di altro, dedicatevi allo studio, al lavoro (o a cercarne uno). Che senso ha perdere tempo a scrivere compulsivamente commenti su questo o su altri siti per convicere chi? e di che cosa? Ma che cos'hanno questi da perdere? Ogni persona che ha un minimo di buon senso dovrebbe solo sperare che l'e-cat funzioni e bene per giunta! Quindi il mio appello è: state sereni, sedetevi con me in fondo al fiume ad aspettare i cadaveri. Se sarà quello di Andrea Rossi ce ne faremo una ragione (anche perchè non sarà il cadevere della fusione fredda), se invece sarà quello dei negazionisti tutti dovremo gioire e salutare l'alba di un nuovo mondo.........

piero41 ha detto...

Già 14 mesi fa il baraccone della NASA in un intervista fece dichiarare che stavano studiando e riproducendo i lavori di Piantelli-Focardi così ben documentati... nove-dieci mesi fa i greci di Defk. si dichiararono in possesso di impianti con i quali vorrebbero entrare in concorrenza con gli e-cai della Leonardo.Co , ora forse anche noi Italiani ... Però mi domando ma i ricercatori di UniBo , colleghi di Levi e di Focardi uno dei padri nobili del Ni.H, che come Vettore hanno seguito e visto la realtà degli e-cat beh questi signori veramente stanno la tranquilli come Ruocco a Roma? Sarebbe troppo immaginarsi una loro uscita con un brevetto ITALIANO continuazione delle precedenti ricerche di Focardi?? IO vorrei sperare ma poi vista la protervia e la sicurezza con la quale tanti baroni occupano sicuri e tranquilli le loro poltrone mi sembrano propio aspettative. irrealizzabili . Ma forse allora anche gli altri sono più ricoglioniti ed imbelli dei greci.??.. Qui si tratta di dar lavoro a molta manodopera italiana ed un po' di soldi alle casse del tesoro it. . Tanto Rossi, a quanto ha detto ha venduto (o dovuto vendere?) brevetto e società ai soci di maggioranza della Leonardo che temo molto al momento giusto saranno loro a decidere e pro USA... A meno che qualcuno non spieghi meglio la situazione in quella società...

Paul ha detto...

Mi riallaccio a quanto detto da Vettore sul test dell'impianto da 1MW, al quale a quanto pare hanno partecipato anche altre entità, oltre all'ing. Fioravanti per conto dell'acquirente militare segreto.

Rossi qualche tempo dopo ha detto che aveva già venduto altri 13 impianti da 1MW.

Posso ipotizzare che tali acquisti siano stati fatti da tali enti a seguito del risultato positivo del famoso test.

Altra mia ipotesi/considerazione: Rossi non ha molta fretta o necessità di vendere impianti da 1 MW. Probabilmente ha già troppa al fuoco, ed in questa fase (oltre che creare una rete di vendita a livello mondiale e curare le certificazioni) si sta interessando quasi esclusivamente (e con molto gusto, sicuramente), a ricerca e sviluppo assieme ai suoi partner.

GPT ha detto...

@Daniele
Il suggerimento/ragionamento non è per Rossi ma per Vettore, al fine di non "perdere tempo" con ricerce dato che lui è già sicuro che il Megagatto di Rossi funziona bene! Trovare un consorzio di enti (anche internazionale) dato che è tutto così chiaro (a chi ha info interne) non dovrebbe essere difficile (stante anche il veloce ROI = Return Of Investment).
Per quanto riguarda Rossi se lo ha messo sul mercato si suppone che lo venda a chi lo voglia comperare. Dalle tue parole sembra si capisca che invece seleziona (bontà sua) chi puo' avere l'onore di comprarlo e cio' mi sembra assurdo.
Spero che quanto sopra possa chiarirti il mio ragionamento (non vedo proprio cosa ci sia di errato).
Per favore non voglio passare come un tia 2 la vendetta (con tutto il rispetto per tia) e probabilmente tutto è causato dalle informazioni non disponibili ai piu'...
Dammi un po' di soddisfazione dai, in altro post hai detto "abbi pazienza", se questo è il punto OK, ma non ditemi che il ragionamento (allo stato attuale delle info pubbliche) non ha senso...

p.s.
se vuoi traduzione della tua risposta e della mia in inglese la faccio io e la posto :)

GPT ha detto...

@Valeria
con mia figlia mimo un sacco di bestie idiote e quando lei ride il cuore scoppia di gioia, non sono razionale per nulla ma... forse sto diventando schizzofrenico :) !!!

robi ha detto...

GPT
di sbagliato c è
1) Vettore vuol convincere l ambiente scientifico .Pertanto saranno esperimenti collegati all università ,fatti con metodo e rigore scientifico.
2)Su ogni mossa di Rossi ,ognuno di noi avrebbe da proporre una soluzione migliore. Però l unico che sa realmente come stanno le cose è Lui.
Pertanto una critica coerente si potrà fare quando ,alla fine,avremo il quadro preciso di come si è sviluppata la storia.
Certo ,nessuno vieta di dire :-ma ,se avesse fatto così..non è possibile che agisca così...-

GPT ha detto...

@Robi, grazie.
per il 1 io intendevo dire solo di avere dei "campioni" di apparati che funzionano e poi di testarli/smontarli o analizzarli con tutto il rigore del mondo. Se già c'e' qualcosa da usare e (come Vettore dice o mi pare che dica non vorrei dir castronerie) io fantasticavo solo sul modo di averlo subito e individuano anche un razionale economico (del tipo xcè reinventare la ruota???).
2) Su Rossi lui dice che ha una cosa da vendere, lo dice a tutti in tutte le salse.

Infine se il concetto è "son tutte finte, nulla di cio' che si dice/scrive/afferma è completamente vero o falso, c'e' solo qualcosa di strano che accade ripetutamente e stiamo tutti ancora a sviluppare" alzo le mani, la logica Aristotelica fallisce miseramente e si aspetta solo fiduciosi...
Io non dico in questo caso "se avesse fatto così", ma dico "ha detto questo e quidni logicamente deriva che..."
Vabbè discussioni da Blog... ma... piacevoli con persone che hanno onestà intelettuale come te :)!

Alex_G ha detto...

Infatti Vettore dice che è "a conoscenza da molto tempo di info su e-cat, hyperion (ecc.)...che rivelano inequivocabilmente che quello che si dice è reale e che c'è una rivoluzione alle porte"". Dice "da molto tempo"...ma non è stato cauto e costruttivamente scettico fino a ieri ? Fingeva ?

Alex_G ha detto...

era in risposta ad antonio:
"ma in fondo chi se ne frega come funziona l' ecat, l' ecat funziona e loro ne hanno le prove non l' hai capito?
però avessi pure io le prove investirei tutto quello che ho per entrare nell' affare ecat.
Mi piacerebbe diventare miliardario in euro.
loro invece se ne fregano dei soldi.
saranno tutti francescani. "

theschnibble ha detto...

Verrebbe da pensare che il complotto avvenga al contrario. Gente che è convinta che le LENR esistano (ma senza averne le prove), alimentano le speranze della gente creando interesse su Rossi e company sperando di trovare sempre più scienziati e finanziamenti da avviare alla sperimentazione.
The Schnibble

theschnibble ha detto...

Eppoi, Vettore, capisco Rossi che debba occultare i suoi segreti industriali ma tu, non credi di avere sul groppone una responsabilità troppo pensante nascondendo al mondo "l'inconfutabile" certezza che il boiler funziona veramente?
The Schnibble

Paul ha detto...

Nel frattempo la Defkalion si sta trasferendo in Canada, British Columbia.

Paul ha detto...

Un'altra cosa: è in corso la trasmissione live a questo indirizzo:

http://www.justin.tv/smartscarecrow#/w/3503576768

dalla Tesla Tech Conference da Albuqueque New Mexico.

Qualche utente del sito e-catworld pensa che parleranno anche di Rossi e dell'E-Cat

theschnibble ha detto...

@Paul
Nel frattempo la Defkalion si sta trasferendo in Canada, British Columbia.

e Franchini deportato in Germania...
qui gatta cicogna!

The Schnibble

theschnibble ha detto...

@Vettore
Gli esperimenti che intendiamo eseguire si ispirano a quelle di Piantelli/Focardi, di Celani e di Iwamura (ecco, che andassero a leggersi i suoi paper sulle trasmutazioni quelli che mettono in dubbio gli eccessi di calore… vediamo se riescono a trovare falle anche nei suoi esperimenti, in cui si osservano in tempo reale le trasmutazioni degli elementi…)

Rispondo con una citazione:
"Celani non è stato felice nella scelta del lavoro di Yasuhiro Iwamura della Mitsubishi per dimostrare l’esistenza di trasmutazioni nucleari, perché si tratta di un falso scientifico clamoroso, già da me segnalato a Celani poco dopo l’uscita dell’articolo, della cui conoscenza sono debitore al Prof. Lino Daddi dell’Accademia Navale di Livorno."
Chi l'ha scritta?

The Schnibble

Anto ha detto...

@The Schnibble

ovvio che l'ha scritta Franchini, e altrettanto ovvio che sarebbe bello avere la conferma di Celani. Franchini prosegue dicendo che "E’ curioso che Celani, a conoscenza delle critiche da me mosse a Iwamura, abbia comunque ritenuto opportuno esportare al CERN quel falso, usandolo come diapositiva nella sua presentazione al Colloquium."

theschnibble ha detto...

Gli errori di Iwamura sembrerebbero essere piuttosto gravi se si possono pubblicizzare senza remore come ha fatto Franchini.
Questo è l'ultimo commendo sull'articolo, Vettore è in grado di smentire il contenuto?

"FermiGas scrive:
luglio 1, 2012 alle 1:34 pm
Per capire che è praticamente impossibile depositare Cs o Sr su catodo di Pd, basta ragionare sulle note serie elettrochimiche (potenziali std di riduzione):
Cs+ + e- → Cs, -2,92 V
Sr++ + 2 e- → Sr, -2,89 V
2 H2O + 2 e- → H2 + 2 OH-, -0,42 V (a pH=7)
e considerare che la sovratensione di sviluppo di H2 su Pd è 0,07 V, mentre la sovratensione di deposito per tutti i cationi metallici (eccetto Fe, Co, Ni) è circa 0,1 V.

Per fare queste considerazioni (ecetto quelle sulle sovratensioni) non serve esser grandi elettrochimici: basta riaprire il libro di chimica del liceo. A Iwamura&Co. non è venuto nessun dubbio?"

Franco Morici ha detto...

Rispetto ai contenuti del Post di Vettore esprimo un certo disaccordo.

Fortunatamente la prima versione pubblicata è stata successivamente modificata coniugando al "condizionale" alcuni verbi ed alcune affermazioni che originariamente erano state pubblicate in modo "affermativo".

In particolare prendiamo in esame quanto riporto di seguito:

ve la ricordate la demo del MegaCattone dello scorso Ottobre? Ma veramente avete creduto che il "report" fosse quel fogliettino di appunti scritto a mano?!? Ovviamente non era quello il report vero e proprio: nessuna azienda esegue dei test (per conto proprio o per terzi) in questo modo! A me che sono anche un imprenditore questo sembra scontato, anzi, è probabile che siano stati realizzati più report, anche da parte delle aziende che hanno assistito. Le conclusioni comunque dovrebbero essere le stesse: l'oggetto funziona.

Se stiamo parlando di Report tecnici stilati dai rappresentanti scientifici delle aziende invite al test di Ottobre, quanto delineato non sta molto in piedi.

Ad eccezione del gruppo di lavoro di Rossi, nessuno degli "invitati" presenti ha potuto eseguire misure o verifiche sull'impianto in autonomia, ne monitorare la strumentazione ed il suo utilizzo durante le prove al fine di verificare la correttezza del test, per cui chiedo:

Come potrebbe un Report tecnico interno redatto in queste condizioni portare a concludere che l'oggetto funziona?

Mi pare strano anche che questo sia delineato da chi come Vettore ha una preparazione tecnica specifica e, credo per esperienza diretta, sa molto bene come le verifiche debbano essere portate avanti affinchè assumano una validità scientifica universale.

cyclomaggico ha detto...

@Franco
Ad eccezione del gruppo di lavoro di Rossi, nessuno degli "invitati" presenti ha potuto eseguire misure o verifiche sull'impianto in autonomia, ...
Non dimenticare però che aveveno pieno accesso al ricco buffet gentilmente offerto da Rossi/EFA ed esrogato dalla stessa società che ha anche provveduto a security, sedie, tavoli e comparse (tipo l'ing. Fioravanti). Con un po' di lambrusco genuino e gratuito, hai voglia di fare reports positivi per giustificare le spese di trasferta che le aziende hanno pagato ai vari "indipendent obsevers"!

@Bettoddo
qualche post fa, ti sei preso dello "spara medda" da MISTERO. Trovo assai strano che non (h)ai (con o senza la h?) reagito col tuo solito attacco idrofobo/epilettico. Non è che siete lo stesso soggetto dioetro diversi nick?

robi ha detto...

magicmushroom

ammettilo , essendo oggi sabato , ti sei mangiato un funghetto di troppo...!!

riguardo Bertoldo.Rileggi bene...

Hermano Tobia ha detto...

@theschnibble
"A Iwamura&Co. non è venuto nessun dubbio?"

Riguardo all'elettrodeposizione di Cs e Sr, Iwamura chiarisce la questione in un carteggio proprio con Franchini:

> As I already replied by E-mail, experimental results do not depend on how to
> deposit Cs on the Pd complex.
> Even if we make Cs deposited by Ion implantation method, we have positive
> results(see ICCF10 proc.).
> Although Cs can not be electroplated on the Pd complex as you pointed, Cs is
> deposited by electrochemically and we can observe Cs on the Pd complex by
> XPS, XRF, and the other methods.
> Our main concern is the observation of transmutation reactions, not how to deposit Cs.
> So recently we mainly use the ion implanted Pd complexes.

In sostanza: Iwamura ha provato con l'elettrodeposizione ed ha visto che un po' di Cs si deposita comunque, poi hanno usato altre tecniche di deposizione ed hanno ottenuto gli stessi risultati, e comunque questo è un particolare marginale dell'esperimento.

L'esperimento di Iwamura è stato replicato da Mitsubishi, Toyota ed Università di Osaka.

Di seguito l'intero carteggio fra Iwamura e Franchini(del 2005): notare che le critiche di Franchini sono del 2012: il fatto che non abbia fatto menzione della (esauriente) risposta di Iwamura ed abbia fatto sembrare il tutto come un imbroglio, la dice lunga sulla sua buona fede.

http://www.vglobale.it/pub/Allegato/A%20fuoco%20sulla%20fusione%20fredda.doc

Dopo episodi come questo e quello, imbarazzante, della replica del brevetto di Arata ( http://22passi.blogspot.it/2012/02/come-smascherare-i-fanghificatori.html ), non capisco come ci sia ancora qualcuno che creda alle patacche di Franchini.

Franco Morici ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Hermano Tobia ha detto...

@Gdmster

Giancarlo non ha apprezzato il mio intervento di critica nei confronti di Franchini, e mi "accusa" di avere chissà quali fini ... ripropongo la questione ed alcune domande:

- Iwamura sostiene di aver ideato un sistema che riesce a trasmutare Cs in Pr e ne pubblica un articolo (sul Japanese Journal of Applied Physics) in cui dice che il Cs è depositato sul catodo di Pd per via elettrochimica

- Secondo le lettere riportate dal sito citato prima (che immagino siano autentiche) Franchini scrive a Iwamura facendogli notare che tale elettrodeposizione è impossibile

- Iwamura risponde che lui ha provato ed un po' di Cs si deposita comunque in quelle condizioni (invitando F. a provare) e che comunque hanno usato altre tecniche di deposizione e che i risultati sono gli stessi, ed infine gli fa notare che quello è un aspetto preparatorio tutto sommato marginale del sistema.

- Iwamura pubblica altri articoli dove evidenzia il differente sistema usato per depositare Cs:

http://jcfrs.org/file/jcf5/jcf5_13.pdf

L'esperimento di Iwamura è stato replicato all'Università di Osaka:

http://lenr-canr.org/acrobat/Higashiyamreplicatio.pdf

- tutto questo nel 2005. Nel 2012 Franchini scrive che il lavoro di Iwamura è un "falso" citando solo la questione dell'elettrodeposizione e che Celani "Non ha mai capito l’imbroglio di Iwamura, se è arrivato a portarlo al CERN.".

http://fusionefredda.wordpress.com/2012/04/03/celani/

Chiedo a Gdmster:
- al di là dell'aspetto scientifico e della disussione nel merito dell'esperimento di Iwamura, ti sembra corretto parlare di imbroglio per una questione che Iwamura ha chiarito immediatamente ?

- non mi risulta che Franchini abbia mai citatola risposta di Iwamura alla sua osservazione ... cosa ne pensi ?

- se Iwamura avesse voluto imbrogliare, che senso aveva farlo su un dettaglio così insignificante ?

Sai che ti dico ? Il fatto che Iwamura sia stato attaccato su un aspetto così marginale mi fa pensare che il resto del suo sistema sia inattaccabile ...

Franco Morici ha detto...

Mi è capitato di rileggere questo Post.

Vorrei aggiungere brevemente un paio di considerazioni a quella mia precedente che riguardava la questione dei "Report interni" stilati delle aziende invitate al test, che per i motivi esposti non possono essere considerati prova convincente del buon esito del test dell'impianto da 1MW di Rossi.

Di seguito riporto due frasi chiave che ripropongono un argomento già dibattuto su 22passi a suo tempo, in particolare:

Va ricordato infatti che una delle maggiori difficoltà che gli studiosi hanno tradizionalmente dovuto affrontare in questo campo (ed in parte devono ancora affrontare) è la mancanza di fenomeni perfettamente ripetibili e controllabili.

L'importanza di un fenomeno ripetibile e controllabile ha anche un secondo valore aggiunto: costituisce una "smoking gun" per fare cambiare la visione dei fenomeni LENR da parte della comunità scientifica.


Tempo fa mi pare che l'autore sostenesse invece che le cose fossero già sufficientemente consolidate e cioè che ci fossero già le prove necessarie.
Sembrava soprattutto che il non volerle prendere in considerazione fosse l'effettiva causa dei problemi.

Noto con piacere adesso una convergenza in merito alla questione della necessità di avere delle "smoking gun" veramente incontrovertibili.

Infine vorrei esprimere particolare apprezzamento per la frase rivolta all'Ing. Cirillo:

...è inutile continuare a discutere, adesso ci vogliono i fatti.

Gdmster ha detto...

@Hermano Tobia
Ti rispondo qui perché francamente mi pare assai puerile che ci rincorriamo sui vari blog.
La questione che mi sta più a cuore è questa:
Giancarlo non ha apprezzato il mio intervento di critica nei confronti di Franchini, e mi "accusa" di avere chissà quali fini ...
Questa frase, ma forse ti sei espresso male, secondo me fa intendere che io ti ho dato del venduto con strani fini (come è stato molte volte detto di me). In realtà io ho scritto:
Sostanzialmente a Hermano Tobia delle LENR non interessa granché, qualche volta arriva persino a esprimere dubbi sulla effettiva realtà di qualche variante. A lui interessa mostrare che Camillo si comporta in maniera antiscientifica e posta documenti a ripetizione che lo provano (meglio dire lo proverebbero).

Qui il fine è perfettamente individuato e presentato come mia opinione. Questo per la precisione.

Per la questione Iwamura questo è un suo lavoro in cui dice di depositare elettrochimicamente il target:
After forming a Pd complex, Cs or Sr was deposited on the surface of the thin Pd layer. Cs or Sr atom was deposited by applying an electric field to 1mM CsNO3 (with purity up to 99.9%) or SrOD (with purity up to 99%) solution. A Pt wire (with purity up to 99.9%) was utilized as a counter-electrode. A 1V negative voltage was applied to the Pd complex for 10 sec.
Su questo nasce la contestazione di Camillo che afferma essere l'operazione chimicamente impossibile. Se questo fosse vero, sono d'accordo anch'io nel definire Iwamura imbroglione, perché mette per iscritto di aver eseguito un'operazione impossibile. La risposta di Iwamura l'hai riportata sopra ed è francamente molto poco chiara nel suo inglese stentato, perché dà ragione a Camillo dicendo che non si può impiantare Cs per "electroplating" e però può essere deposto elettrochemically. Poiché sono la stessa cosa mi pare una non risposta. Tu sai che Camillo chiede l'idirizzo mail dell'elettrochimico che avrebbe fatto la deposizione e non ottiene risposta.
Quindi la situazione è meno chiara di come la dipingi tu, almeno per come l'ho capita leggendo la prima metà della corrispondenza varia.

Io personalmente ritengo che l'esperimento Iwamura sia farlocco perché lui trasmuta un mucchio di cose: Cs in Pr, Ba in Sm, W in Os e Pt (a seconda dell'isotopo) e Sr in Mo. Tutto con interazioni a multicorpo (per gli specialisti). Nessuno dei prodotti di trasmutazione trasmuta a sua volta e questo francamente ha del miracoloso e mi fa propendere per l'imbroglio. I suo diagrammi dànno sempre una corrispondenza perfetta nelle masse tra quello che sparisce e quello che si crea, non c'è spazio per obiezioni tipo "non abbiamo cercato eventuali altri prodotti secondari". Kidwell replica l'esperimento al NRL "CON" Iwamura, ci butta parecchi milioni e non trasmuta nulla. Credo che Mitsubishi Heavy Metals abbia dismesso la ricerca.

Daniele Passerini (22passi) ha detto...

@Franco Morici
Ti rispondo semplicemente riportando la conclusioni di uno dei report a cui fa riferimento Vettore:

il fatto che gli stessi [omissis 1] e [omissis 2], non partiti come ‘credenti’, si siano col passare delle ore preoccupati di presentare propri suggerimenti mi è sembrato indicativo di un loro atteggiamento progressivamente più disposto ad accettare la genuinità del fenomeno. Come me, Ferrari è più interessato alla natura fisica della faccenda –cfr. Appendice. Gradualmente, col passare del tempo l’iniziale scetticismo di [omissis 1] e [omissis 2] si stempera visibilmente. Ferrari e io rimaniamo i più neutrali, [omissis 2] focalizza alla fine le sue critiche più sulla natura indubbiamente rudimentale di tutto l’impianto, che rende prevedibilmente lunga l’opera di ingegnerizzazione. Fioravanti -che si è detto intenzionato a presentare una relazione dell’esperienza al Corpo (Ordine?) degli Ingegneri- è stimato persona onesta da [omissis 1], Rossi lo è da Celani [omissis].

Conclusioni provvisorie

Visto che il risultato dell’esperienza è sia macroscopico (1 MW), sia facilmente riproducibile (a detta di Rossi e soci) sia facilmente falsificabile (se non si forma vapore esce acqua dal foro sul tubo di uscita) e visto anche che si ottiene in poche ore, e non nei mesi di caricamento necessari ad esempio a Fleischmann e Pons, non dovrebbe essere impossibile indurre Rossi e soci a ripetere l’esperienza con flussimetri e termocoppie fornite da noi, e con personale esperto di termoidraulica, senza bisogno di forzare il segreto del catalizzatore dell’ ’e-cat’. In particolare, [omissis 2] mi ha chiesto di verificare in [omissis] se il condensatore di vapore che ho visto è sufficiente per 1 mc/h di vapore.

Appendice: una nota di fisica.

Rossi ha le sue idee, che non ci vengono comunicate. Stando a [omissis 1], Rossi avrebbe utilizzato Ni in polvere (per facilitare l’assorbimento di idrogeno) insieme con un catalizzatore non meglio definito per facilitare lo scindersi nel reticolo metallico della molecola di H2 in due protoni (cosa che nel Pd avviene spontaneamente, n.d.r.). Quanto segue si ricava da un lungo colloquio con Ferrari. Le prime esperienze di Focardi davano risultati limitati, ma Rossi avrebbe fatto fare un salto in avanti decisivo. Crede che qualcosa, fra Fleischmann&Pons, Scaramuzzi e Focardi ci sia. Ma è critico sulla mancanza di ripetitività da parte di gruppi indipendenti, mancanza dovuta al solito riserbo estremo per paura di non poter brevettare. Rigetta come me (ma in termini meno diplomatici dei miei) il modello di Widom, Srivastava e Larsen per lo stesso motivo per cui lo rigetto io: il postulato dei plasmoni superficiali con un enorme campo elettromagnetico. Rigetta anche il ‘miniidrogeno’ alla Stemmenos, per le stesse ragioni mie (quantizzazione). Come esempio di teoria seria, Ferrari cita i lavori della Univ. Uppsala su un meccanismo di scattering risonante tipo quello proposto dai Cinesi (Li et al.) sostenuti da Celani, ma si richiedono comunque energie dell’ordine del KeV. Soprattutto, Ferrari parla della possibilità dell’effetto di una transizione di fase di seconda specie, postulata secondo lui per la prima volta a Roma dieci anni fa da Eugenio Tabet e Tannenbaum sulla base di un suggerimento dello stesso Parisi a giustificazione dei risultati di Scaramuzzi sul Pd deuterato. Gli mando il mio paper su Centr. Eur. J. Phys. (ed eventualmente anche il successivo, se/quando sarà pronto). Lui mi manda i riferimenti Tabet-Tannenbaum-Parisi. Ironizza: ‘ad alte energie i fononi diventano cosoni'. E ‘Se Moessbauer avesse lavorato oggi adesso non lo pubblicavano’.

Daniele Passerini (22passi) ha detto...

@Franco Morici
Di più non posso... anzi ho fatto anche troppo. Aggiungo solo che ho accumulato tanto materiale da poterci scriverci un giorno tranquillamente un libro... un libro che racconterà come, mentre un gruppo di scienziati ottusi e retrogradi firmava appelli assurdi e vergognosi e tradiva il vero spirito scientifico, nello stesso momento l'industria privata raccoglieva la fiaccola spenta dentro certe università e s'interrogava sulla spiegazione delle LENR e vari soggetti privati, a partire da Rossi, correvano per arrivare per primi a commercializzare un prodotto LENR. E come già è successo con altre invenzioni, quando gli e-cat saranno in vendita come oggi le caldaiette a gas, ci sarà in giro ancora qualche scienziato a dire che è impossibile che funzioni.
Puoi non crederci, ma è e sarà così.

Pietro F. ha detto...

Ciao Daniele, quanto ci vado vicino se dico che Rossi abbia già affidato degli ecat alle università di Torino, Bologna e Uppsala, perchè senza una valida teoria del fenomeno si scorda la certificazione per gli ecat domestici?

AC/DC ha detto...

@Daniele
Grazie per aver riportato quei frammenti di report.

Purtroppo da quel che leggo le cose stanno come immaginavo e come aveva ipotizzato Franco Morici, chi ha scritto il report era solo un osservatore e non ha potuto verificare il setup sperimentale in prima persona:

Conclusioni provvisorie

Visto che il risultato dell’esperienza è sia macroscopico (1 MW), sia facilmente riproducibile (a detta di Rossi e soci) sia facilmente falsificabile (se non si forma vapore esce acqua dal foro sul tubo di uscita) e visto anche che si ottiene in poche ore, e non nei mesi di caricamento necessari ad esempio a Fleischmann e Pons, non dovrebbe essere impossibile indurre Rossi e soci a ripetere l’esperienza con flussimetri e termocoppie fornite da noi, e con personale esperto di termoidraulica, senza bisogno di forzare il segreto del catalizzatore dell’ ’e-cat’. In particolare, [omissis 2] mi ha chiesto di verificare in [omissis] se il condensatore di vapore che ho visto è sufficiente per 1 mc/h di vapore.


Il valore di questo report è quindi praticamente nullo dal punto di vista scientifico, non capisco come possa essere considerato un elemento probante del funzionamento dell'ecat.

Spero che da quella prova le cose siano cambiate di molto perchè se da allora non fosserso ancora stati eseguiti test REALMENTE INDIPENDENTI, allora la situazione sarebbe davvero comica.

Gdmster ha detto...

@daniele
si vince qualcosa se si indovina chi è l'autore del report?

miau ha detto...

AC/DC! il pessimismo è la puzza della vita! :)

AC/DC ha detto...

@Miau
non è pessimismo è un dato di fatto che quel remport non abbia valore probatorio.

Con l'ottimismo si posson fare tante cose ma non è che basta sempre.

Hermano Tobia ha detto...

@gdmster

Caro Giancarlo, come ho sempre detto sono sicuro della tua onestà intellettuale e buona fede ... però sei tu che hai scritto della mia "strana missione" ... nessuna missione, nella vita mi occupo di tutt'altro (sono ingegnere ed imprenditore come te, ma nel settore informatico) ... la mia unica "missione" è la curiosità sulle LENR ed il desiderio di discuterne serenamente e senza pregiudizi, per cercare di capire come stanno le cose ... forse non è poi così distante dalla tua posizione ...
Inoltre la posizione di chi pensa di avere la verità in tasca senza mettersi in discussione (non mi riferisco a te) non mi piace, tutto qua.

E poi sicuramente posso sbagliare su questi argomenti (e anche su altri, per carità), ma come hai visto su EA tendo a dire quello che penso ...

A presto
HT

Franco Morici ha detto...

Grazie Daniele per quanto hai pubblicato.

Purtroppo il contenuto delle conclusioni di questo documento è simile a quello di altri Report di cui avevo avuto notizia.

Non è stato dato seguito a quella dimostrazione dell'impianto da 1MW e, come detto in altre occasioni, per me questa è stata una magnifica occasione persa per dimostrare soprattutto al mondo scientifico il valore efettivo dell'invenzione.

Credo che questo comportamento è quello che Rossi ha voluto e vuole tutt'ora per continuare a gestire la cosa a suo modo, le strategie ovviamente le conosce bene solo lui e forse pochi altri.

Mi permetto solo un'ultima mia considerazione...

Tempo fa Rossi sosteneva di poter tutelare e difendere la riservatezza del suo prodotto E-Cat solo sulla base di un prezzo stracciato che avrebbe strabiliato la concorrenza. Mi sembra di aver letto di recente che ora stia un po' cambiando idea, e sta pensando di applicare anche dei sistemi di protezione (un po' come dice di fare DGT per l'Hyperion) al fine difendere effettivamente il prodotto dall'agguerrita concorrenza che certamente si scatenerà una volta che fosse realmente immesso sul mercato.

Penso che quando hai a che fare con la concorrenza di grosse aziende, bisogna essere proprio ben sicuri dei propri mezzi.
La mia piccola e modesta esperienza lavorativa (come dipendente) mi ha permesso di poter osservare come queste grosse aziende si muovono sul mercato quando qualcosa veramente li interessa e secondo me sarebbe molto difficile resistere alla loro concorrenza.

lenrhamster ha detto...

http://www.drboblog.com/where-is-bob/
Cold Fusion 2013 MIT 101

Posta un commento

Ovviamente 22passi è un blog, non una rivista on line, pertanto la responsabilità di quanto scritto in post e commenti appartiene solo ai rispettivi autori. Chi è abilitato a pubblicare su 22passi deve evitare botta&risposta a distanza con utenti di altri blog o forum (donde può comunque trarre contenuti citandone la fonte).

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.

Related Posts with Thumbnails