BLOG PER APPASSIONATI D'AMORE, ONESTÀ, SPIRITUALITÀ, ARTE, POESIA, POLITICA, DEMOCRAZIA, SOSTENIBILITÀ, TECNOLOGIA, ENERGIE PULITE, COLD FUSION E LENR, MEDICINA ALTERNATIVA, RIVOLUZIONI SCIENTIFICHE, CRIPTOARCHEOLOGIA E "TANTE COSE INFINITE, ANCOR NON NOMINATE"

>>>> CERCHI LIBRI SUL BENESSERE DEL CORPO, DELLA MENTE E DELLO SPIRITO?

B A C H E C A D E L B L O G

Dal 25 Aprile 2015 (Festa della Liberazione) la possibilità di lasciare commenti nel blog è stata disattivata, eccetto per gli 85 utenti autorizzati e autori ad oggi iscritti. Chi desiderasse fare parte di questa piccola community (Google consente ancora 15 iscrizioni) può mandare due righe di presentazione a 22 passi chiocciola gmail punto com.

lunedì 17 ottobre 2011

Se un milione di persone...

 

Chi mi legge da un po' sa che riconosco volentieri gli errori che commetto. Eccomi dunque qui a fare ammenda per avere contribuito a veicolare un germoglio di leggenda metropolitana e faccio ammenda appunto dando una mano a estirparlo. Oggi ho infatti ricevuto diverse segnalazioni sull'identità della persona fotografata accanto ai black bloc che si accanivano sui vetri antisfondamento di una filiale romana Della Banca Carim il 15 ottobre scorso: è un giornalista de Il Tempo e qui trovate la sua testimonianza.

Non mi sembra comunque un grave fallo avere scambiato un giornalista per un agente della Digos, sarebbe da stupirsi del contrario: che per strada a Roma non ce ne fossero di tali agenti. È più importante sottolineare quanto sia grave il livello di spaccatura sociale che l'Italia si trova a vivere. Più grave - ritengo - di quello degli anni di piombo, quando la scelta incondivisibile delle BR di uccidere e delinquere le mise automaticamente contro tutte le parti sane della società civile: fu il popolo in primis a far quadrato attorno allo Stato allora.

Adesso lo Stato è retto da personaggi equivoci, che sfoggiano autorità senza più autorevolezza, che sono auto-collusi ai propri interessi personali, che hanno dimostrato senza possibilità di errore di avere più a cuore la loro sopravvivenza politica e la garanzia dei loro privilegi che il vero bene dell'Italia. Quando i governanti sono evidentemente (e perfino dichiaratamente) inferiori, per etica, moralità, rispetto delle istituzioni, senso civico, ai cittadini che gli hanno eletti, il crollo del sistema diventa una eventualità sempre più vicina alla realtà. E purtroppo stavolta più che di una rivoluzione si corre il rischio di una guerra civile, in quanto l'imbarbarimento e l'involuzione in cui è caduta l'Italia sono dati proprio dal fatto che sempre meno persone scelgono in funzione dell'interesse di tutti e sempre più persone scelgono solo in difesa dei loro stessi interessi, piccoli o grandi che siano. Questo anche perché chi dovrebbe essere d'esempio è esempio di tutto men che di virtù.

Mi ha impressionato la visione estrema - segno di questi tempi - del lettore Luca che (nei commenti lasciati al post precedente) dice che devo vergognarmi, che sono un dissimulatore, che sono retoricamente a favore della polizia, che mi faccio "seghe mentali sui troll", che non me ne frega molto di quando "la polizia pesta le persone innocenti e pacifiche", che questo è un blog Pidiessino dove regna "quella tipica ipocrisia della finta sinistra", che qui dentro siamo dei negazionisti e ascoltiamo "soltanto quelli che non hanno informazioni di prima mano o quelli che hanno tutto l'interesse a nascondere la verità".

Per Luca - riporto testuale - "i veri violenti sono i poliziotti", come se i poliziotti non fossero persone, ma piuttosto numeri, meri esecutori di ordini, robot del governo, nemici del popolo. Riporto ancora il Luca-pensiero: "Lo ripeto se non vedete dove veramente sta la violenza è un problema vostro non un problema mio. Sicuramente la violenza non sta dalla parte dei facinorosi di ieri, quella è una reazione aggressiva alle nefandezze che si deve subire subire a causa di un regime autoritario". Insomma per Luca i black bloc e gli ultras sono dei poveri cittadini vessati che vanno compresi. Con tutte le gravissime conseguenze che un tale "pensiero unico" fomenta!

In soldoni, la risposta di Luca a un aumento esponenziale di complessità, disuguaglianza, fratturazione, rabbia sociale, è una insostenibile semplificazione BUONI (oppressi) contro CATTIVI (oppressori), che, a prescindere da tutte le motivazioni sacrosante che possono esserne alla base, è un'opzione concepita in modo violento e concimata di odio: va pertanto condannata senza se e senza ma.

Se per liberarci di chi reputiamo fascista ci ritroviamo a essere fascisti quanto o più di lui, siamo prigionieri di un cortocircuito mentale e morale che dovrebbe farci riflettere. Il modello da perseguire nelle proteste di piazza deve restare, in my honest opinion, quello della non violenza gandhiana o della marcia della Pace di Aldo Capitini. Faccio una provocazione: se un milione di persone andasse a Roma, senza slogan partitici e senza proferire vituperi, ma solo per accerchiare silenziosamente i palazzi del potere e accamparcisi sotto le finestre incrociando gambe e braccia, più come si fa a una veglia funebre che a una protesta, il loro silenzio e la loro determinazione farebbero più rumore di un milione di megafoni e scuoterebbero la nazione. Invece bruciare camionette blindate, auto del vicino di casa e cassonetti, fa solo il gioco del governo che si contesta e non ci rende migliori del peggior teppista... se Luca non lo capisce, allora si faccia ragione che è lui il vero modello di "utile idiota" alla Banda Berlusconi.

Tornando, infine, al problema per cui gli indignados sono nati e propagati dalla Spagna al mondo intero. Che diventino in fretta un vero movimento organizzato, nazione per nazione, con un programma politico che preveda la cancellazione dei debiti contratti dagli Stati per stare dietro agli interessi dei banchieri: alle prossime elezioni sono pronto a votarli. Il sistema in cui viviamo è marcio, deve necessariamente crollare e fare spazio al nuovo... ma resto convinto che ciò possa avvenire in maniera non violenta, o per lo  meno a questo bisogna puntare con tutte le forze. E non certo per difendere il vecchio agonizzante status quo.

CONSIGLI PER APPROFONDIRE:

198 : commenti:

Merlian ha detto...

@Daniele

Concordo con te quando all'affermazione di Luca: "i veri violenti sono i poliziotti", scrivi che: "e come se i poliziotti non fossero persone, ma piuttosto numeri, meri esecutori di ordini, robot del governo, nemici del popolo."; mi sembra di riconoscere nelle sue affermazioni quelle tecniche di depersonalizzazione del nemico che venivano inculcate nelle menti dei soldati tedeschi, prima e durante la seconda guerra mondiale, mediante l'indottrinamento ideologico e di una sistematica denigrazione dell'altro, in modo tale che non vedessero più degli esseri umani, ma delle cose da eliminare; queste sono tecniche che "aiutano" a dimenticare l'umanità dell'altro, non è accettabile indirizzare l'odio verso nessuno, siano forze dell'ordine o chiunque altro!

Giovanni ha detto...

Penso che ogni popolo abbia il governo che si merita,se non riflette la gente prima o poi lo si cambia,con rivoluzioni,con il voto o addirittura con l'astensione.Alla domanda perchè abbiamo questi governi dovremmo trovare la risposta facendo un esame di coscienza sui nostri comportamenti ed aspirazioni.Facile scendere in piazza a spaccare le vetrine di commercianti che si alzano alle 6 tutte le mattine,o incendiare le auto di chi magari ha fatto sacrifici per comperarla,magari essendo pure ribelle figlio di papà che fra qualche anno sarà in fabbrichetta in giacca e cravatta.Più difficile,invece,è studiare e farsi idee proprie,capire perchè il sistema è così e come fare per cambiarlo.Più difficile,ad esempio,è aver acquisito le conoscenze per capire cosa sono le lenr e scendere in piazza,pacificamente,a chiedere a gran voce che il governo si curi dell' e-cat di Rossi...più difficile capire che queste sono le cose che cambiano il sistema,in modo naturale ed evolutivo.Così appare chiaro perchè abbiamo il governo che ci meritiamo.

ottone ha detto...

@ Daniele
Che dire di più?
La conclusione del tuo post dice quasi tutto. I banchieri sono solo uno dei lati di questa economia. Multinazionali del petrolio, dei farmaci, delle armi, chiudono il quadretto.
La violenza di sabato è purtroppo un'altra malattia di questa società. Come il quadretto sopra.
Solo che quella ogni tanto si fa vedere. Quella implicita nel quadretto invece si maschera, ci "sorride" e ci usa. Finanzia le guerre e le morti per fame e lo sfruttamento di popoli interi.
Cadrà, cadrà...

mau ha detto...

questa proveniente da di pietro e felicemente accolta da maroni mi sembra demenza allo stato puro (o fifa?)

http://www.corriere.it/politica/11_ottobre_17/maroni-di-pietro-legge-reale-pene-esemplari_f72b4e34-f8c5-11e0-a70e-53be2c0ab142.shtml

cioè questi vogliono riproporre le leggi che hanno condotto a più scontro e agli anni di piombo.
per fortuna credo che la situazione sia diversa, le richieste fanno più paura perchè son condivise, sensate e per nulla antidemocratiche. ma è veramente folle. non sto a dire che aria si respira in giro...

intanto la francia annuncia che in contemporanea col prox g20 sospenderà schengen con l'italia. se avete in mente di andare in gruppo a contestare i singori della terra (versante politico di rappresentanza) sappiate che non vi fanno passare.

mau ha detto...

p.s. comunque son d'accordo servono i milioni in piazza, fermi, trasversali, risoluti e non violenti

Luca ha detto...

@Daniele
Continua pure a giustificare la violenza della polizia, hai già dimenticato Carlo giuliani ucciso al G8 di Genova. Ancora non ti ho visto pubblicare nulla sulla gratuita violenza che la polizia ha riservato a un gruppo di manifestanti pacifici dell'Anpi a Milano che protestavano contro l'apertura di un nuovo centro fascista nella zona della Barona.
Per quanto riguarda la non violenza, ricordati che molte guerre sono state giustificate da questo concetto che nulla a che fare con il pacifismo. Io non sono favorevole alla violenza di qualsiasi tipo si tratti, ma non taccio difronte alla violenza legittimata dallo stato ed esercitata dalle forze dell'ordine. Semplicemente ho affermato che la violenza scaturita nella manifestazione di sabato scorso a Roma, va contestualizzata in una situazione, quella italiana, che spinge schiere di giovani alla disperazione. Giovani che si sentono defraudati del loro futuro, al punto di non aver più alcuna speranza di condurre una vita degna di essere vissuta.
Trovo vergognoso il modo in cui stai mettendo alla gogna, questo sì violento, coloro che come me non condividono la retorica di chi condanna certa violenza, ma ne giustifica altra.

ant0p. ha detto...

i poliziotti non li considero dei numeri, li considero solo persone che si sono scelte un lavoro odioso nella gran parte dei casi, servono solo se ti evitano un'aggressione, ma alle manifestazioni hanno un ruolo molto fastidioso: siamo chiari, quando la folla scende in piazza può succedere di tutto e la polizia rischia di peggiorare le cose invece di migliorarle..chi va alle manifestazioni queste cose le deve sapere e comportarsi di conseguenza..e non si portano i bambini o chi non è in grado di evitare situazioni pericolose, non è la gitarella fuori porta:))

tornando ai poliziotti, non m'interessa se sono poveri mentre i black bloc sono dei figli di papà viziati (riprendendo il noto discorso di pasolini, che a me sta sulle palle per inciso:)), non li tratto da numeri, li tratto da persone che in genere hanno fatto una scelta che io non farei mai nemmeno se mi pagassero 200000euri al mese..non li aggredisco ma nemmeno li rispetto a priori: sono come tutti gli altri, se vogliono rispetto se lo devono guadagnare sul piano personale, non certo in quanto 'servitori dello stato', che per me è solo una formula vuota nel migliori dei casi, mentre nel peggiore è sinonimo di 'affiliati alla mafia':))

Teknico ha detto...

@Luca
Non dire minchiate, i giovani che hanno fatto casino a Roma io li ho visti, tu no.
Al massimo quelli erano disperati perchè i genitori non potevano comprargli la macchina o perchè non avevano i soldi per comprarsi l'ultimo modello di cellulare o una dose di coca o extasi.
Se un diciottenne viziato e delinquente è giustificato a comportarsi cosi, cosa dovrebbero essere giustificati a fare padri di famiglia disoccupati o giovani precari senza futuro o lavoratori sfruttati in nero? Basta con queste stronzate, quelli di Roma erano dei puri e semplici DELINQUENTI che non centravano niente con la manifestazione. Chiunque dica il contrario ha il cervello bacato e farebbe un favore al genere umano tagliandosi le palle per evitare di riprodursi.

mau ha detto...

Luca, dai retta a me e usa il cervello.

qualche migliaio di "non-violenti violenti" non cambia uno stato, tanto meno il mondo, anzi.

per cambiare servono i milioni. e se non si distrugge nulla e non si perdono vite è molto meglio.

tieni pure conto che al grido di "anarchia!" o "comunismo!" ti seguiranno in pochi. io non ci penso neanche perché non può funzionare e genererebbe un mostro. l'umana natura non è all'altezza, forse tra 10.000 anni di continua evoluzione etica.

ma magari i milioni per cambiare in meglio il mondo scenderanno in piazza se la parola d'ordine è far cadere l'estremismo capitalista e la casino economy.

p.s. Daniele, ho nostalgia delle discussioni sull'e-cat :)

Luca ha detto...

@ mau
La tua tecnica di distorsione e travisamento delle cose che ho detto mi fa pena (non ho mai detto che la rivoluzione si fa con la violenza).
Goditi il tuo momento di fama, ma non farlo sulla pelle degli altri.

prova ha detto...

@mau,
come non essere d'accordo. L'unico modo per cambiare qualcosa è proprio quello di non pensare alla destra o alla sinistra o quant'altro, ma pensare a scendere in piazza per un unico motivo come dici tu: far cadere l'estremismo capitalista e la casino economy!! Non credo che quelle migliaia di persone a roma sabato scorso erano solo di sinistra o "sinistroidi" :P

ant0p. ha detto...

----"anarchia!" o "comunismo!"----

questa è un'altra cosa tipicamente italiota, fare sempre i paralleli anarchici-comunisti. anarchia e comunismo sono due cose ben diverse..purtroppo in italia c'è una grossa parte di anarchici che fa ben poco per farsi distinguere dai comunisti, forse è dovuto al fatto che in italia i comunisti non hanno mai avuto il potere e allora si possono permettere di fare i simpaticoni anarcoidi/alternativoidi, tanto per fare bella figura:)) ma in realtà la loro ideologia non è altro che una delle tante varianti che mettono al centro di tutto lo stato senza capire che l'equilibrio naturale della realtà non sarà mai come lo vogliono loro..

Luca ha detto...

@Teknico
Io ho trovato un lavoro degno di questo nome all'età di 35anni, so cosa significa stare senza lavoro, o essere precario con una retribuzione da fame e senza prospettive per il futuro, so cosa si prova e ti assicuro non ero figlio di papà, ne tanto meno ricco.
Avevo un amico nelle stesse condizioni, l'ho visto morire nell'animo giorno per giorno. Poi una mattina mi hanno comunicato che si era impiccato al ramo di un albero.
Credimi tu non sai cosa significa vivere una vita come quella!!!

Luigi Versaggi ha detto...

Nel primo commento si legge:
"mi sembra di riconoscere nelle sue affermazioni quelle tecniche di depersonalizzazione del nemico che venivano inculcate nelle menti dei soldati tedeschi, prima e durante la seconda guerra mondiale, mediante l'indottrinamento ideologico e di una sistematica denigrazione dell'altro, in modo tale che non vedessero più degli esseri umani, ma delle cose da eliminare."

Ma quando mai, le tecniche di spersonalizzazione del nemico le hanno inventate gli anglosassoni, basta andarsi a rivedere qualche film della IIGM americano e soprattutto guardare la realtà: la bomba atomica per ammazzare 200.000 musi gialli, non persone. Dresda 150.000 civili uccisi dalle bombe al fosforo incendiarie senza motivo militare.
Tanto per chiarezza........

ant0p. ha detto...

@luigi versaggi
---le tecniche di spersonalizzazione del nemico le hanno inventate gli anglosassoni---

non le ha inventate nessuno, ci sono sempre state..anche i nazisti mettevano zingari/giudei ecc. tutti nello stesso calderone degli 'esseri inferiori', mica facevano distinzioni personali:))

Paul ha detto...

Ho visto su un giornale di oggi due foto:
- a sinistra c'era Carlo Giuliani nell'atto di lanciare un estintore contro la polizia, durante la manifestazione di Genova al G8.

- a destra c'era un dimostrante di Roma, nell'atto di lanciare un estintore contro la polizia.

Al di sotto c'era una poesia celebrativa scritta per "l'eroe" Giuliani, composta nientepopò di meno che da Niki Vendola.

Sappiamo com'è andata a finire. Giuliani ucciso e trasformato in martire ed eroe.

A Roma sicuramente la polizia ha avuto l'ordine di tenere un profilo basso, per non correre il rischio di creare tanti altri eroi.

ant0p. ha detto...

per essere piè chiari dicendo che le tecniche di spersonalizzazione non le ha inventate nessuno: basta pensare a qualsiasi guerra religiosa antica contro gli 'infedeli': il nemico è sempre spersonalizzato, lo si identifica con una parola astratta e collettiva che rappresenta il male. è una cosa vecchia come il mondo:))

Luigi Versaggi ha detto...

Il clima sociale non è dei migliori in Italia in questo periodo. Si dovrebbe essere coesi, sentirsi una famiglia come i tedeschi. Invece noi ci dividiamo, siamo pronti a credere alle favole che ci propina "Repubblica" o "Il Giornale" non riuscendo a capire che gli schieramenti che prima (forse) avevano un senso oggi lo hanno perso del tutto perché quei poteri che stanno drenando risorse al ceto medio di tutto il mondo attraverso vari metodi finanziari colpiranno sia quelli che si sentono di sinistra sia quelli che appartengono alla destra.
Il potere dell'alta finanza risiede in GB ed USA ed ha come ostaggio quelle popolazioni attraverso i media più potnti della terra. La FED è controllata da Goldman-Sachs, che vuol dire Rockefeller, Rotshield con i loro sodali altrettanto famosi come Soros.
Se l'Europa vuol salvarsi deve tornare ad essere indipendente la politica dalla finanza.
Il popolo d'Europa deve imporsi attraverso tutti i mezzi democratici possibili.

Luca ha detto...

@Paul
Il modo in cui parli di quel giovane dimostra soltanto quanta violenza repressa coltivi nel tuo animo.

Luca ha detto...

@Luigi Versaggi
Condivido pienamente, però devi spiegarmi se gli eserciti, le istituzioni repressive dello stato (forze dell'ordine) sono democratiche.
A quali poteri obbediscono?
Tu credi obbediscano alla Costituzione? io sono scettico.

Teknico ha detto...

@Luca
Proprio perchè conosci quelle situazioni non confondere chi è veramente disperato con i teppisti di Roma.
Se a fare quel casino a fossero state persone con veri problemi e disperate, non le avrei in ogni caso giustificate ma le avrei capite.
Per rispetto di tutte le persone che lottano ogni giorno per cercare di andare avanti onestamente e cercano di creare un futuro migliore per loro e per gli altri, diciamo le cose come stanno.
Quelli di Roma erano dei TEPPISTI DELINQUENTI e niente altro.
I burattinai del pianeta ci hanno rubato il futuro e la speranza, ci hanno lasciato solo (almeno per ora) la possibilità di protestare, quei teppisti sabato ci hanno rubato anche quello.

bertoldo ha detto...

Tanto per sdrammatizzare un pò ...

gwon ha detto...

@Luca
"Io non sono favorevole alla violenza di qualsiasi tipo si tratti, ma non taccio difronte alla violenza legittimata dallo stato ed esercitata dalle forze dell'ordine. Semplicemente ho affermato che la violenza scaturita nella manifestazione di sabato scorso a Roma, va contestualizzata in una situazione, quella italiana, che spinge schiere di giovani alla disperazione. Giovani che si sentono defraudati del loro futuro, al punto di non aver più alcuna speranza di condurre una vita degna di essere vissuta.
Trovo vergognoso il modo in cui stai mettendo alla gogna, questo sì violento, coloro che come me non condividono la retorica di chi condanna certa violenza, ma ne giustifica altra."

Se non giustifichi la violenza.....
non giustificarla. Cosa vuol dire contestualizzare nella situazione italiana ?
Gli italiani, anche i più poveri, sono comunque dei privilegiati rispetto a tante altre popolazioni a livello mondiale. In molti paesi al mondo non ci sono risorse idriche per dissetare chi muore di sete, non c'è abbastanza cibo per sfamare chi muore, non c'è assistenza sanitaria adeguata.
In italia ci sono centinaia di migliaia di immigrati che hanno buoni lavori e che si sono integrati nella società. In alcuni paesi al mondo se manifesti in piazza (pacificamente senza fare nessun danno) ti passano sopra coi carrarmati ... in molti paesi al mondo c'è la pena di morte ... in DDR c'era un muro che ti impediva di lasciare lo stato.
L'Italia in questo momento fa schifo ? Si è vero, ma la soluzione non è quella di incendiare macchine, blindati, distruggere case, negozi e banche. La soluzione sta in una rivolta pacifica e condivisa, che imponga una nuova classe politica, l'abolizione delle caste ed una migliore redistribuzione del reddito e una contestuale eliminazione dei parassiti di tutti i tipi. Da quello che vedo, su tutti i fronti, questo è un sentire comune. Adottare metodi violenti e/o paventarli è il miglior modo per mantenere lo status quo. Non me ne frega niente se chi faceva danni era di estrema dx o sx o black block o poliziotto o digos o sismi o chi vuoi, questi elementi vanno semplicemente fermati, identificati e denunciati. Chi non vuole questo è a favore di uno stato di polizia.

Luca ha detto...

@Teknico
Io non capisco, ma credi sia intellettualmente onesto affermare di conoscere le vite di quei giovani che a Roma hanno reagito con violenza. Forse sei sociologo? Hai fatto qualche ricerca sullo stato esistenziale dei manifestanti? Li conosci uno per uno oppure ti stai lasciando influenzare dalle opinioni più invalse.

gwon ha detto...

OT
http://www.forbes.com/sites/markgibbs/2011/10/17/hello-cheap-energy-hello-brave-new-world/

Claudio Caprara ha detto...

Genova e G8:
ho conosciuto in treno il padre di Giuliani, non accusava il carabiniere anzi, lo ha chiamato povero ragazzo.
poliziotto/giornalista:
è un gran uomo colui che ammette i propri errori.
Eseguire ordini:
Se hai un capo devi obbedire e se sei un poliziotto o militare hai due possibilità , obbedire o rimanere senza lavoro.
Commercianti:
aprono alle 9 ed evadono (vado a memoria) il 14% del loro reddito
Povertà:
mia madre umile sarta, senza marito un venerdi lavorò fino al mattino per consegnare un abito e riscuotere qualche soldo per fare la spesa. la cliente venne ritirò e disse: ti pago lunedi va bene lo stesso. mia madre non ebbe il coraggio di dire nulla, appena la cliente usci si mise a piangere io la abbracciai e gli dissi mamma non importa se non hai i soldi non ho fame, mangiamo domani dalla nonna. avevo 10 anni. a stomaco vuoto si rimise a lavorare perchè per vivere occorre anche coraggio.
xColoro che pensano sempre di sapere tutto che hanno visto e riconosciuto e che sanno con certezza la ricchezza e lo status sociale di quelli mascherati e intravisti per strada o in un filmato .
il mondo è complicato, più di quanto uno possa immaginare-
1 milione per cambiare:
vengo anche io, un modo per evitare violenze lo si può trovare.
L'Italia
Può farcela a superare questo brutto momento ma occorre:
Idee, Onestà, Partecipazione-

mau ha detto...

@Luca

>La tua tecnica di distorsione e travisamento delle cose che ho detto mi fa pena (non ho mai detto che la rivoluzione si fa con la violenza).
Goditi il tuo momento di fama, ma non farlo sulla pelle degli altri.

Ma di che fama parli? Tu secondo me hai scambiato la mia personale opinione su cosa si deve fare e come con tecniche di distorsione e travisamento. non è che devi vedere subdoli nemici in tutti quelli che ti obiettano qualcosa. il dialogo è fatto per questo. niente di strano che ti abbia frainteso e se è così mi scuso senza problemi. son fallibile.

e speriamo bene non ci sia mai bisogno di violenza. la crisi è talmente enorme e le resistenze a livello globale tali che non sono mica sicuro.

gwon ha detto...

@Claudio Caprara
Bell'intervento !
La situazione non è facile e non facendo i vandali che si sistemano le cose. Ci vuole coraggio e unità di intenti. Purtroppo, attualmente, mi sembra che manchino entrambe le cose in Italia. Le cose non cambieranno eliminando il caproespiatorio di turno, è il sistema che va cambiato.

Luigi Versaggi ha detto...

Gwon ha detto:
"La soluzione sta in una rivolta pacifica e condivisa, che imponga una nuova classe politica, l'abolizione delle caste ed una migliore redistribuzione del reddito e una contestuale eliminazione dei parassiti di tutti i tipi. Da quello che vedo, su tutti i fronti, questo è un sentire comune."

Lo condivido in pieno.
Bisogna anche che si prenda coscienza una volta per tutte che l'alta finanza mondiale vuol imporre il "New World Order" e che per instaurarlo sta procedendo a colpi di crisi finanziaria privata (in USA) e crisi del debito pubblico (in Europa), drenando risorse dal ceto medio e dirigendole a proprio beneficio(Quello che prima della crisi pagavano 100 ora lo possono comprare per 30.
I politici sono ostaggio della finanza e gli stati tra poco non conteranno più nulla.
Fateci caso, tutti gli stati con debito pubblico basso hanno fatto una brutta fine (invasi, bombardati, annichiliti) questo perché l'alta finanza non li dominava attraverso il debito.
Svegliamoci finché siamo ancora in tempo. Prendiamo coscienza che siamo tutti sotto attacco e difendiamoci facendo capire ai politici che devono riprendere il controllo della MONETA e analizzare il debito pubblico pagando solo la parte realmente fatta a scopo pubblico. (Equador docet, vedere su youtube.)
Basta destra sinistra, salviamoci.

Claudio Caprara ha detto...

@gwon @luigi
qualsiasi tentativo di modifica dovrà fare i conti con la finanza, con l'industria, con la politica e con i poteri forti che han le mani ovunque ma che non possono mettere le mani sulla coscienza delle persone oneste.
Il cambiamento va fatto non si può fare a meno, siamo vicini al tracollo, occorre creare una Italia onesta, non violenta, democratica, solidale.

al post di prima aggiungo
1 milione tutti vestiti di bianco

gwon ha detto...

@Luigi Versaggi
"Basta destra sinistra, salviamoci."

Questo lo condivido in pieno pure io il resto un pò meno.
Io mi sento fortemente italiano, sono grato all'Italia ed al suo popolo per tante cose. Purtroppo abbiamo fatto anche parecchie cazzate. Ora corriamo il rischio di autoditruggerci per una manica (ridotta) di str=nzi che ci governano e che sicuramente non hanno a cuore il paese. Francamente non me ne frega niente di dx o sx, voglio solo avere delle persone che vogliano il bene del paese e non il loro tornaconto e quello degli amici loro.
Se qualcuno si è informato l'Italia rischia il default, attualmente siamo messi peggio della Spagna come credito internazionale. Questo è abbastanza assurdo perchè non abbiamo gli stessi problemi della Spagna, l'unica cosa nella quale siamo messi peggio è lo stock di debito pubblico. Nonostante questo, rimboccandoci le mani e con un pò di fiducia ce la possiamo fare. Bisogna esserne convinti e per esserne convinti ci vuole qualcuno di convincente al governo. Chi potrebbe andare al governo ora ed avere il coraggio di gestire la crisi, con sacrifici da parte di tutti e l'autorità per farlo ?
A me purtroppo non viene in mente nessuno. Ma il fatto è che se non troviamo qualcuno, molto, molto presto saremo comprati a sconto da cinesi e compagnia bella. Quella nella quale siamo ora non è una crisi.... è una guerra economica/valutaria/finanziaria.
Purroppo nonostante molte cose positive, siamo a pecora perchè abbiamo un debito pubblico enorme e una classe politica poco credibile.
Dobbiamo risolvere questi due problemi, per primo logicamente quello della classe politica.
Se così non fosse iniziamo ad imparare il mandarino e a diventare una colonia cinese con un governo fantoccio. Ci vuole più coraggio a mettersi davanti ai carriarmati piuttosto che tirargli le molotov....
http://www.youtube.com/watch?v=OUy1M26FS8o&feature=related

gwon ha detto...

@Claudio Caprara
Se tu ti candidassi in qualsiasi partito politico, io ti voterei.
Anch'io voglio un'Italia degli onesti. Purtroppo mi sembra che siano sempre meno. Del resto si sa che l'Italia è tra i paesi più corrotti al mondo...... chi ha dominato finora è stata l'italia dei Furbetti del quartierino.... chissà se un giorno sarà l'Italia degli onesti.....

Luca ha detto...

@gwon
Intendo dire che oltre la violenza di alcuni giovani, teppisti come tu li chiami, c'è anche la violenza ben più grave dello stato che si estrinseca con le guerre e l'imposizione del cosiddetto ordine pubblico. Mi spiace che il tuo negazionismo arrivi al punto di fare soltanto confronti con la Cina, paese a cui molti nostri governanti si ispirano. Certo non siamo ancora nelle condizioni in cui si trovava il nostro paese ai tempi non molto lontani del fascismo, ma non dobbiamo comunque arrivarci, prima di dover fare a quel punto sì la scelta obbligata della violenza.
Purtroppo in piena democrazia, come tu definisci il nostro stato, abbiamo fatto e conduciamo guerre vergognose, ogni tanto qualche bravo poliziotto uccide persone innocenti, ma tu ti accorgi soltanto della violenza dei black bloc.

Alessio da Pisa ha detto...

LUCA, CAPISCO IL TUO DISAGIO, FATTO DA PRECARIETA', INSICUREZZA, RABBIA ED IMPOTENZA TANTO DA SFOCIARE IN SCATTI DI IRA, MA CAPISCO ANCHE IL DISAGIO DEL CARABINIERE VENTENNE DA 1300 € AL MESE CHE VEDE I SUOI COLLEGHI CASCARE IN TERRA COLPITI DAI RIVOLTOSI E DALLA RABBIA GRIDA " 10 100 1000 GIULIANI". IO IN PIAZZA NON SCENDERO' FINCHE VEDRO' BANDIERE E STRISCIONI POLITICI........!!!! QUESTO E' IL MIO MODESTO PENSIERO CHE NON VUOLE CONDANNARE NESSUNO!!!

Luca ha detto...

@Claudio Caprara
Sì certo, ma la differenza fra il padre di Giuliani e voi miserabili è che lui non chiamerebbe mai criminale suo figlio.
Le conseguenti deduzioni le lascio a voi, anche se temo non siate in grado di farle.

Luca ha detto...

@Alessio da Pisa
Condivido e rispetto la tua onestà!

Luigi Versaggi ha detto...

Aho! Ma come ti permetti di chiamarci miserabili?
Mi sembra che il "povero in spirito" (nella cristiana accezzione del termine) sei tu che sei incartapecorito nelle tue certezze.
Io sarò povero ma non miserabile!

Luca ha detto...

@Luigi Versag
Non mi riferisco a te!

Teknico ha detto...

@Luca
Fammi capire, io per capire che tipo di persone erano, pur vedendole con i miei occhi devo essere sociologo, tu invece da casa lo hai capito meglio di me.
Ragazzi, smettiamo ogni commento, noi non possiamo sapere niente, c'è Luca che sa tutto, è paragnosta/sensitivo/telepatico.
In ogni caso sono dei vigliacchi, si sono nascosti tra donne e bambini. Quando la polizia caricava correvano verso la folla impaurita dagli scontri per farsene scudo. Possono avere tutti i problemi di questo mondo ma farsi scudo degli innocenti è da vigliacchi egoisti non degni di stare in questa o in nessuna società.
Se proprio erano incazzati con questa società, perchè non hanno sfondato i cordoni di polizia e si sono diretti verso i palazzi del potere? Perchè erano dei teppisti criminali vigliacchi.

Fr@ncesco CH ha detto...

Io proporrei di fare come con la Libia:

dobbiamo dare mandato alla NATO di difendere la gloriosa resistenza di piazza contro questa dittatura infame al potere in Italia.

E dunque mi appello al segretario della NATO affinché non dimentichi noi qui.

Reclamo quindi che la questione della repressione, esercitata da chi ha le mani già grondanti del sangue dei nostri fratelli votati al martirio per la libertà, oppressione vergognosa contraria allo spirito dei popoli liberi, anelito che viene soffocato con la violenza dalle forze spregevoli e repressive di criminali contro l'umanità che purtroppo sono da noi al potere, sia portata di fronte al Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite.

Pertanto chiedo che le Nazioni Unite diano il via libera alla missione di pace della NATO la quale avrà pertanto facoltà di muoversi a sostegno dei nostri valorosi combattenti, pronti al martirio per la libertà, bombardando chiunque si opponga a loro.

Loro nostri fratelli di strada paladini con il volto coperto, ultimo vero baluardo della democrazia e resistenti del fronte libero delle piazze romane.

FORZA N A T O DIFENDI
I NOSTRI BENIAMINI CON LE TUE BOMBE DI PACE ! ! !

Alessio da Pisa ha detto...

AHAHAHAHAH !!! GRANDE FRANCESCO!!!!! SAI QUAL'E' IL PROBLEMA? E' CHE QUALCHE TARATO CREDERA' NELLA GIUSTEZZA DELLE TUE PAROLE E LE PRENDERA' SERIAMENTE!!! AHAHAHAHAHAH !!!

Luca ha detto...

@Teknico
Puoi pensarla come vuoi io ti rispetto, ovviamente la penso diversamente da te. Quello che non posso accettare è quella gentucola come Daniele pronta a mettere alla gogna quelli come me che non solo non condividono la retorica sulla polizia, ma nemmeno quella sulla criminalizzazione dei rivoltosi.
Quel tipo di persone che si sono divertite in questo blog trattandomi come un criminale, additandomi e condividendo l'operazione meschina di sputtanarmi addirittura con un post dedicato, sono violenti ne più e ne meno dei Black Bloc che tanto stigmatizzano.
Credi di essere come loro? Se pensi che questo sia giusto evidentemente sì altrimenti no.

Alessio da Pisa ha detto...

FERMA, FERMA, FERMA!!! LUCA, QUELLO CHE HANNO FATTO QUEI DEFICENTI A ROMA E' SOLO TEPPISMO EH!! VABBENE SCLERARE E AVERE ATTIMI DI IRA, MA NON DI CERTO QUELLO CHE E' STATO FATTO (E FARANNO IN VAL DI SUSA COME HANNO GIA' ANNUCIATO)E' DA COMPRENDERE !!! TI RIPETO, SI CAPISCONO LE RAGIONI DI UNA ESISTENZA LOGORATA E IRREQUIETA E SIAMO QUI A PARLARNE E CERCARE DI CAPIRE IL MOTIVO E MAGARI , DIO LO VOLESSE, TROVARENE UNA SOLUZIONE, MA SIAMO ANCHE A CONDANNARE SENZA SE' E SENZA MA LA VIOLENZA GRATUITA VOLGARMENTE OSTENTATA PER LE STRADE DELLA CAPITALE !! LA RABBIA CHE ABBIAMO DENTRO VA' SAPUTA SFRUTTARE E SOPRATUTTO CONTROLLARE, ALTRIMENTI NON SIAMO ALTRO CHE ANIMALI !!!

Daniele 22passi ha detto...

@Luca
Mi limito ad osservare...
Rileggere tutti i tuoi commenti di fila fa una strana sensazione: come se fosse più di una persona a parlare. Com'è?
Sei arrivato qui non sforzandoti minimamente di capire di cosa parlavo nei miei post, proiettandoci invece dentro tutta la tua rabbia, volendoci vedere ciò che è comodo a te vederci... della serie, sicuro di di non avere sbagliato indirizzo?
Poi mi hai detto che dovevo vergognarmi perché me la prendevo contro persone definite TEPPISTI (per usare un eufemismo) da TUTTI I PARTECIPANTI PACIFICI ALLA MANIFESTAZIONE A ROMA (tu c'eri?) e stigmatizzando che non avevo speso una parola riguardo un episodio di cui non sapevo nulla. Questo è il mio blog personale Luca, non è che vengo a conoscenza di ogni notizia che viene pubblicata dall'ANSA e mi metto a commentarla.
Come la penso riguardo gli incidenti che ci sono stati e su come la violenza non sia mai l'opzione giusta l'ho scritto abbondantemente in questo post e in tutti quelli in cui HO DIFESO i no TAV mesi fa e URLATO che era uno scandalo mandarci contro le forze anti-sommossa come se fossero terroristi. Non ho proprio nulla da dimostrarti, parlano le cose che ho scritto.
Ovvio che possono esistere anche poliziotti violenti, qualche mela marcia c'è in qualunque cesto, vanno isolati e condannati, ma credo fortemente che la maggioranza dei poliziotti siano persone come me e te e meritino rispetto per il lavoro che fanno, come lo merita qualsiasi lavoratore. Ovvio che non giustifico la violenza gratuita e senza motivo, che venga da dx o da sx, da sotto o da sopra, da blak bloc o poliziotti. La violenza non ha colore: è perdente in partenza e basta.
Quei deficienti che hanno incendiato e devastato a Roma sono riusciti perfino a provocare una santa alleanza tra Maroni e Di Pietro per instaurare leggi speciali... bel risultato! Non credo che questa idiozia passerà: la società civile si opporrà a leggi speciali, perché basta applicare bene le leggi esistenti, basta che le forze dell'ordine presidino meno i palazzi del governo e tengano più sotto controllo i violenti che si mischiano nei cortei pacifici, basta che i cortei pacifici si dotino di efficienti sistemi di sicurezza che collaborino con le forze dell'ordine, basta che tutti i cittadini collaborino con la polizia (come sta succedendo ora che i manifestanti mettono a disposizione foto e video) per identificare i delinquenti che guastano le manifestazione di popolo. Roma deve essere INVASA e PARALIZZATA da milioni di persone, 10, 100 volte, ma pacificamente, fino a ripulire il nostro Parlamento dagli indegni. Forse alle prossime elezioni è la volta buona che, se non vedrò ulteriori nuove alternative politiche (gli indignati stessi votabili per esempio), alle urne sceglierò il movimento 5 stelle... forse ora è il momento giusto.

Fr@ncesco CH ha detto...

@Alessio da Pisa

§:-D)

Luca ha detto...

Fr@ncesco CH
Capisco chi si rintana nelle fantasie, per soffocare nel suo animo la tristezza delle prospettive che riserva il futuro del nostro paese.
Capisco l'ironia sui Black Bloc.............
Quello che non capisco è un paese che decide di partecipare alla guerra contro la Libia, pur avendo firmato con essa un trattato di non belligeranza, senza considerare anche che la sua costituzione ammette l'intervento bellico soltanto per difendere lo stato da un'invasione straniera o da una dichiarazione di guerra.
Ma forse il ritardato mentale sono io perché tutto questo si chiama democrazia....

Alessio da Pisa ha detto...

IO VOGLIO ANDARE OLTRE A LUCA, CHE SENNO' PERDIAMO IL SENSO DELLA DISCUSSIONE. GUARDATE QUESTO VECCHIO VIDEO http://www.facebook.com/l.php?u=http%3A%2F%2Fwww.youtube.com%2Fwatch%3Fv%3DoAy8iDPMXPk&h=-AQCAMqLqAQCI4kAxMfPUKl6jjcHK1qAhFjeNTbX8mCuvfA E CHIEDETEVI SE QUESTO NON RIACCADRA'! NON PENSATE DAVVERO CHE IL LIMITE DEL SERVIZIO PUBBLICO DELLA GIUSTIZIA NON SIANO I GIUDICI? IO DOPO I 9 MAFIOSI SCARCERATI LA SCORSA SETTIMANA PER PURA NEGLIGENZA DI UN GIUDICE, LE INNUMEREVOLI FACILI SCARCERAZIONI DI ASSASSINI ( SEMBRA CHE A PERUGIA QUEL RAGAZZO DI COLORE ACCUSATO DI CONCORSO DI OMICIDIO DI MEREDITH ABBIA AVUTO ET ACCANTO AL MOMENTO DEL FATTO )E LE CONTINUE VOLUTE O MENO SVISTE IN ATTI PROCESSUALI SEMPRE DA PARTE DEGLI STESSI, ........MI STANNO UN PO' FACENDO SCHIFO EH !!!! MA COME SI FA' AD AVERE LA RESPONSABILITA' DELLA VITA DELLE PERSONE ED A ERRORE ACCLAMATO E PROVATO DA PARTE DI COLUI CHE NE E' RESPONSABILE SI FACCIA SOLO UNA ALZATINA DI SPALLUCCE E VIA? FORSE E' PROPRIO PERCHE' IL SISTEMA GIURIDICO E' RIDICOLO IN ITALIA SI HANNO COSI' TANTI DELINQUENTI?

Teknico ha detto...

Quello che posso dire è che da tutti questi post si evince una cosa.
Siamo tutti incazzati con la situazione attuale.
Quasta incazzatura ci porta ad alzare i toni e ad uscire dalle righe tutti quanti.
A me piace scambiare le opinioni, anche con veemenza ma poi sono abituato a calmare i toni, anzi di solito sono io che cerco di riappacificare tutti alla fine di una discussione calda.
Per questo mi scuso se qualcuno si è sentito offeso dai miei post e chiedo a tutti di calmarsi, tanto come unico risultato ad incazzarci ci guadagniamo solo rodimenti di fegato supplementari a quelli che ci propina la vita quotidiana.
Vediamo le cose positive, quando si discute (anche da posizioni lontane) si interagisce e si scambiano le idee. I problemi iniziano quando non ci si può più scambiare opinioni.
Proverbio cinese:
"solo lo sciocco non cambia mai le sue certezze"
Io le ho cambiate tante volte e spero di avere la possibilità di cambiarle ancora, questo vuol dire che sono vivo e con una mentalità aperta.
Quando non vorrò più cambiarle vorrà dire che sono diventato una persona inutile, avrò offeso l'unica cosa che ci distingue nell'universo, l'intelligenza.

Luca ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Luca ha detto...

@Daniele
Resta il fatto che mi hai dedicato un post con l'intento di sputtanarmi e additarmi al pubblico ludibrio, quindi non ti nascondere dietro la tua presunta non violenza.
Io non vivo di illusioni come te, osservo la realtà e vedo un'Italia violenta e non mi riferisco soltanto ai cosiddetti Black Bloc. Tu invece rifiuti la realtà e pensi che i manifestanti pacifici possono sconfiggere o isolare i manifestanti violenti. Può darsi, ma mentre i non violenti sono impegnati a sconfiggere i giovani rivoltosi, lo stato è impegnato ad affamare e manganellare la povera gente.
Chi vincerà?
Il bene non vince sempre come tu lasci ingenuamente intendere.
Purtroppo a volte bisogna fare delle scelte che non rispecchiano l'ideale ma che valutano bene il peso delle ingiustizie e delle responsabilità.
Da che mondo e mondo, nei paesi con sistemi autoritari o non adeguatamente democratici come il nostro, gli eserciti e le forze dell'ordine sono sempre stati utilizzati per reprimere le libertà, non certo per garantire lo sviluppo democratico.
Vuoi passare il tuo tempo nell'illusione che ti sei costruito, accomodati!

piero41 ha detto...

Certo ormai i governi nazionali sono controllati dai grandi capitali, ma chi può resistere a chi ogni 15 gg muove capitali pari ai redditi lordi di tutti i popoli, e poi li tiene nei paradisi fiscali. Le soluzioni in questo scontro/guerra dovranno esser a livello di accordi internazionali fra governi. Gli Indignados potrebbero esser una prima risposta globale per spingere i governi per es. a non REGALARE, migliaia di miliardi dei lavoratori destinati al Welfare alle banche ma a COMPRARNE con essi delle quote da rivender poi. In 6 anni Obama e gli altri non sono riusciti o voluto limitare e difendersi dai derivati che corrispondono al 90% di suddetti scambi finanziari.

Indignati: non vedete come il sistema sta ora offuscando gli obiettivi del movimento: tutti a parlare del dito (il metodo per..) e la luna è sparita dietro le nubi. Il metodo violento: le assicurazioni riparano le camionette e le banche ed alla fine saremo noi a pagare . E poi i violenti si sa dove andranno a finire...come prima.. Non credo che sia risolutivo nemmeno il metodo delle grandi manifestazioni silenziose: 6 mesi di scioperi, donne in piazza, referendum, elezioni vinte ma ora siamo ancor più nella nella me..a più completa !! . Forse non resta che spiegar bene la situazione alla popolazione (di dx o sx) col suo voto prevalere nelle elezioni ed affidare il governo a persone migliori. ancora ci sono !! L'autorappresentatività operativamente andava bena 2500 anni fa nelle città-stato greche non certo per metter d'accordo 60 milioni di cittadini.

Debito pubblico. tutti a dare la colpa alla spesa pubblica: ma se è un trentennio almeno che viene stata evasa la metà dell'irpef specialmente dai grandi capitali. E' per la mancanza di questa quota che si è creato gran parte del debito pubblico e sono loro che devranno ripagarlo. O noh?? Vedete invece come fanno ancor oggi le grandi ditte a comprare a 5 in Cina, a rivendere a 100 in Italia pagando le tasse solo su 5 e tutto in regola!!.

Luca ha detto...

Dal Blog di Beppe Grillo
“......Mi dispiace per i ragazzi e le ragazze presenti ieri a Roma. Sono stati usati, strumentalizzati. Trattati come carne da macello dai partiti e da alcuni giornali. Io non credo a un secondo G8 con agenti infiltrati (anche se tutto è possibile), ma piuttosto alla rabbia di una generazione senza più punti di riferimento usata come testa d'ariete da giornali e partiti per far cadere il Governo......”.

Luca ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Fr@ncesco CH ha detto...

Luca ha detto...
Fr@ncesco CH
Capisco chi si rintana nelle fantasie, per soffocare nel suo animo la tristezza delle prospettive che riserva il futuro del nostro paese.
Capisco l'ironia sui Black Bloc.............
Quello che non capisco è un paese che decide di partecipare alla guerra contro la Libia, pur avendo firmato con essa un trattato di non belligeranza, senza considerare anche che la sua costituzione ammette l'intervento bellico soltanto per difendere lo stato da un'invasione straniera o da una dichiarazione di guerra.
Ma forse il ritardato mentale sono io perché tutto questo si chiama democrazia...


CARO LUCA SOTTOSCRIVO COMPLETAMENTE QUESTO TUO POST DIFATTI NON ERA MIA INTENZIONE FARE IRONIA SUI BLACK BLOC ITALIANI BENSI' SULLA GUERRA DI LIBIA,

AMARA, AMARISSIMA IRONIA SU UNA GUERRA ALLUCINANTE DI CUI NESSUNO PARLA E CHE IO SEGUO TUTTI I GIORNI CON LO STRAZIO NEL CUORE PER QUELLO CHE AVVIENE LI'.

M A L E D E T T I

M A L E D E T T I

M A L E D E T T I

http://www.youtube.com/watch?v=tti6Ob5XHc8

http://www.youtube.com/watch?v=grnfVBlXq80

E NE METTO UNO SOLO DI VIDEO SULLA LIBIA PERCHE' SE NO VOMITO

Luca ha detto...

Tutti
Sono stanco però di essere frainteso e dover continuamente ribadire che io non propongo il metodo violento......
Sinceramente non so quale sia il metodo, a differenza di molti che a quanto pare l'hanno individuato. Quello che so è da quale parte viene la vera violenza e questo mi sono limitato a dire......

Teknico ha detto...

Purtroppo anche io sono convinto che nessuna manifestazione pacifica cambierà le cose. I potenti se ne fregano, non hanno cuore e altruismo.
Credo che possiamo sperare in un cambiamento solo con 2 strade.
La prima, la peggiore, è che in qualche paese occidentale (penso alla Grecia) la gente sarà talmente esasperata e ridotta alla disperazione che che ci saranno delle rivolte tipo nord Africa.
A quel punto i potenti delle altre nazioni dovranno almeno cercare di cambiare le cose, qunto meno per non rischiare il culo.
La seconda è smettere di votare "il meno peggio", quando non abbiamo nessuno che ci convinca, votiamo scheda bianca.
Quando le schede bianche saranno l a maggioranza (votare scheda bianca è una potente protesta, vuol dire "mi interesso della politica del mio paese ma mi fate schifo tutti") forse qualche partito si "ripulirà" per raccogliere i voti di protesta per paura che sorga qualche nuovo movimento che li scavalchi.
Ricordiamoci che ogni paese ha il governo che si merita.

Luca ha detto...

Fr@ncesco CH
Ti ringrazio per aver chiarito finalmente cosa sia la vera violenza.

bertoldo ha detto...

Ma non basta eliminare la leggi Treu-biagi-d'antona per risolvere la questione del precariato ?

Luca ha detto...

@Teknico
Che dire, questo è un ragionamento e il futuro POTREBBE essere come tu dici....

Teknico ha detto...

@bertoldo
Il problema non è una singola legge, è tutto il sistema che deve essere cambiato.
Non solo italiano ma mondiale.
La mia speranza è che la profezia Maia sul 2012 sia vera, nel senso che nel 2012 finirà il mondo come è adesso e ne nascerà uno nuovo migliore, magari grazie anche all'e-cat.

Luca ha detto...

@bertoldo
Temo di no!
Ho come l'impressione che il precariato con le relative leggi sia stato creato per ridurre la disoccupazione. Forse occorrerebbe anche disfarsi di questa classe politica e soprattutto di una cultura politica che non mette al primo posto la libertà e il benessere sociale.

Daniele 22passi ha detto...

@Luca
Resta il fatto che mi hai dedicato un post con l'intento sputtanarmi e additarmi al pubblico ludibrio, quindi non ti nascondere dietro la tua presunta non violenza.
Aoh, ma di che ti fai, non dirle manco per scherzo 'ste stronzate!
Mi hai semplicemente dato modo di chiarire meglio a tutti la mia posizione rispetto i fatti di Roma a confronto con la tua. Non sei assolutamente il centro di questo post... non condivido la tua semplificazione sociologiche e il tuo spostare continuamente il discorso su qualcos'altro. La Libia è un bel casino... ma delle violenze di Gheddafi non diciamo nulla? E così andiamo avanti all'infinito.
Ti invito con tutto il cuore a leggerti bene la definizione che Wikipedia dà di troll.
Ciao buonanotte
P.S. sfoglia l'etichetta "Svegliati Italia" e trova i post per cui questa primavera mi davano della zecca comunista quelli dell'estrema destra (e gli estremi si toccano).

@tutti
Purtroppo i violenti di Roma, CHE SONO PERFETTAMENTE FUNZIONALI ALLO STATO, hanno già messo a colpo due risultati:
1) minaccia di leggi speciali
2) spaccatura del movimento tra posizioni simili alle mie e a quelle di Luca.
Se Luca smette di comportarsi come un troll e dimostra di essere una persona vera, bene. Se no vedete voi se dargli fiducia o meno. Da parte mia se continua come sta facendo sospetterò davvero che sia un provocatore che lavora proprio per mantenere lo status quo che dice di odiare...
La risposta più chiara possibile a Luca è questa.

P.S. Ho da star via dal blog un paio di giorni, poi tornerò a parlarvi di E-Cat.

Luca ha detto...

@Daniele
Ecco un'altra frase da Troll:
“Lo immaginavo che avresti lasciato intendere che la guerra contro la Libia è giusta, sennò che pacifista saresti!”.

piero41 ha detto...

@Teknico
"forse qualche partito si "ripulirà" (ehh??)
Ma io sono un po' più ottimista e credo "abbastanza" nelle persone e nelle idee delle persone che governano qua in toscana. Dunque "A chi giova" questa idea che anche la sx sia quasi merda come l'attuale governo? Non è che i padroni dei media hanno tutto l'interesse a farla squalificare per continuare come ora ad evadere? I media sfottevano Visco perchè cercava di dar loro la caccia... Tanto per dire, anche Fini che mi sembrava il futuro e moderno leader della dx forse è stato fatto fuori per le sue idee troppo moderne e popolari un po' vicine alla sx in quel campo.. Ci vuol poco a credere agli "spettacoli mediatici che ci vengono preparati" se non si ragiona assieme...

sandro75k ha detto...

@Daniele
perchè non fai un bel post sulle banche etiche ed invitaiamo gli utenti di questo blog e gli Italiani a spostare i propri risparmi?
X sconfiggere questo sistema bisogna ammazzare le banche tradizionali...
il resto è noia!
La violenza è noia!
Berlusconi è noia!
I conti sui joule "prodotti" dall'
e- cat senza sapere un catz...sono noia :P

sandro75k ha detto...

@Daniele
perchè non fai un bel post sulle banche etiche ed invitaiamo gli utenti di questo blog e gli Italiani a spostare i propri risparmi?
X sconfiggere questo sistema bisogna ammazzare le banche tradizionali...
il resto è noia!
La violenza è noia!
Berlusconi è noia!
I conti sui joule "prodotti" dall'
e- cat senza sapere un catz...sono noia :P

Luca ha detto...

@piero41
Non so cosa intendi per sinistra, io so solo che (alcuni esempi):
1) La prima riforma delle pensioni che ha sancito il passaggio dal sistema retributivo a quello contributivo è stata fatta da un governo tecnico appoggiato dalla destra, dal centro e dalla sinistra.
2) I primi contratti di precarizzazione sono stati fatti dalla sinistra con la legalizzazione del caporalato (detto eufemisticamente lavoro interinale o in affitto)
3) La liberalizzazione degli affitti fatta dalla sinistra ha portato all'abolizione dell'equo canone
4) L'introduzione della libera professione nella sanità pubblica è stata fatta con la riforma Bindi.
5) L'abolizione della scala mobile che aveva la funzione di adeguare i salari al costo della vita è stata fatta con il grande contributo del partito socialista.
6) Tangentopoli è stata inventata dal partito socialista, hanno seguito a ruota la democrazia cristiana ed altri, probabilmente anche se non scoperti prendeva finanziamenti illeciti anche il PDS
7) Le forme di sfruttamento della manodopera nelle cooperative sono state inventate dalla sinistra e adottate dal centro (cooperative rosse e cooperative bianche).

Ovviamente anche la destra e il centro hanno fatto le loro precipue porcherie. Difficile dire chi ha fatto peggio........

MISTERO ha detto...

>(e gli estremi si toccano)

Parafrasando:
"Eppur si fonde"

Chiedo scusa ma sono totalmente preso da il turbinio di situazioni che ruotano attorno alla vicenda E-CAT che non ho capito che cosa fanno gli INDIGNATI, sul serio, proprio non l'ho capito.

Sembra che da quando si sono coordinati ANCHE in Italia, le città nel mondo sono diventate più di 100, qualcuno dice 900, questo dicono ORA i telegiornali.
Mi sembra che sono mesi o mi sbaglio?
Ancora fumo negli occhi, fino all'ultimo?

Luca ha detto...

@Sandro75k
Sbagli, il problema non sono le banche, ma la politica monetaria e il sistema finanziario internazionale.
Di fatto il nostro paese come qualsiasi paese nell'area euro, non ha una moneta sovrana e non controlla i meccanismi monetari della banca centrale che sono controllati dalla BCE, come ad esempio i meccanismi che consentono di regolare il valore della moneta e dei prezzi.
Non avendo una moneta sovrana non siamo in grado di finanziare il nostro sviluppo sociale, ma ci dobbiamo rivolgere ai mercati finanziari che ci prestano denaro contraendo debiti che ci portano alla rovina. D'altro canto le banche o addirittura gli enti locali, in totale autonomia rispetto ogni possibile controllo del ministero del tesoro, per investire e finanziare le loro spese si affidano a fondi che racchiudono titoli spazzatura.

sandro75k ha detto...

In economia, non si producono profitti per LERN ricevuta... Tutte le riforme che hai elencato dovevano servire ad inseguire il modello globale che sembrava alla maggior parte degli "esperti" dell'economia politica l'unico faro possibile... Dopo la caduta del muro di Berlino nell'89 la sinistra non è più esistita... Non so dire se sia stato un bene o un male. E' chiaro che un certo modello socialista ha fallito, ed è chiaro a tutti che il modello liberista globalizzato e la finanza che lo sottendeva ha fallito appena 20 anni più tardi... Vogliamo alimentare ancora questa diatriba dei poveri o vogliamo cercare di pensare a nuovi modelli e scenari futuri? La cosa più importante in Italia è il rinnovamento generazionale in tutti i settori amministrativi e della vita pubblica in generale ed una bella legge sul conflitto d'interesse trasversale...

sandro75k ha detto...

@Luca
Guarda che senza banche il sistema che giustamente descrivi tu crolla in 5 minuti... togliere il mangime alle banche è l'unico anello della catena sul quale si possa intervenire...
ps: "Sbagli" è poco elegante ...:)

Luca ha detto...

@sandro75k
Non condivido e lo reputo un grosso errore: il nodo della questione è la mancanza di una moneta sovrana e il controllo dei meccanismi monetari da parte dello stato.

Luca ha detto...

@sandro75k
Sul concetto che manca un controllo sulla speculazione finanziaria a livello sovranazionale sono pienamente favorevole.

Luca ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Luca ha detto...

@sandro75k
Forse siamo d'accordo se per abolizione delle banche intendi la costituzione di una banca centrale nazionale in un sistema a moneta sovrana, dove lo stato controlla i meccanismi monetari compreso l'emissione di moneta e intorno la banca centrale ruotano le banche commerciali.

tia ha detto...

(mi scrivo)

(uh uh, NWO, sovranità della moneta, soldi gratis e facili, cosi magari si ritorna agli anni '80 con Craxi, che non era un ladro ma un agente del NWO... Utili idioti.)

piero41 ha detto...

@Luca 01:22
Un po' di discorsi terra terra..
Non è che viviamo in un'isola ideale, viviamo in una nazione che deve trovare le proprie risorse sul libero mercato europeo/mondiale magari cercando di orientare e controllare le sue leggi ma se vuoi portare a casa la pagnotta devi vendere oggetti migliori a un prezzo più basso dei tedeschi, siamo noi che con le nostre tasse rendiamo possibile l'assistenza sociale. Perchè non aboliamo il precariato ha detto... Ti dirò se io ereditassi o volessi crearmi un a piccola impresa/officina, altro che precari, andrei in Romania, in Cina prenderei tutte le agevolazioni finanziare, pagherei quanto gli altri gli operai (pochi euro al dì) e sarei concorrenziale con gli altri. ( Anche i socialisti di Nenni dovettero far così altrimenti non avrebbero contato una cicca di fronte alla DC maestra ) Ritornando alla mia ditta in Italia con le banche, le tasse ed i sindacati dopo 6 mesi dovrei chiuderla perchè non sono competitivo (Marchionni dixit!!). Creiamo quindi in italia condizioni di mercato per far nascere industrie..e posti di lavoro altro che ingessare le imprese. Così per tutto il resto o rispetti le leggi del mercato globale o anche lo stato chiude. Fai far un po' di libera professione agli ospedalieri altrimenti i più bravi vanno nel privato... Ecc ecc
Dx , Sx significato: per me....Attualmente Dx e Sx hanno un significato chiaro solo negli uffici Irpef...

La speculazione opera a livello mondiale , anche il sistema delle banche è tutto collegato e la soluzione della crisi deve esser a quel livellu, le banche nazionali sono sempre più locali.. anche i paradisi fiscali si combattono a livello mondiale..

piero41 ha detto...

@una certa eco di tia
E perchè, visto che siamo in argomento, non far risalire il NWO addirittura ai sacerdoti del tempio che fecero condannare a morte il Messia , poichè con l'azione personale nel tempio aveva preso, davanti al popolo, una posizione ben chiara e pericolosa su coloro che accumulavano denari a spese della giusta mercede dei lavoratori. Nessuno a Roma ha poi mai più seguito quell'esempio.... Guarda un po'!! Poi i Templari!! Ma poi che c'è di meglio che ridicolizzare ed alterare un po' la realtà per nasconderne le reali trame?. ehh.. ehh!!! € :-))

Luca ha detto...

@piero41
Sinceramente non capisco perché ci sia gente che aspiri a rendere la vita dei lavoratori un inferno. Peccato che ci siano persone come te che ignorano diritti che sono costati la pelle dei nostri genitori.
FORSE NON TE NE SEI ACCORTO, MA IL MERCATO DEL LAVORO IN ITALIA È TRA I PIÙ DEREGOLAMENTATI DI TUTTA EUROPA.
AMBISCI A ESSERE L'IMPRENDITORE DEL FANTOMATICO PAESE CHE SOGNI?
PER QUANTO MI RIGUARDA MI AUGURO SOLTANTO CHE QUEL PAESE CHE HAI IN MENTE NON SI REALIZZI MAI!!!

Luca ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Luca ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Pietro F. ha detto...

OT (ma neanche tanto)

sono favorevole al disinquinamento politico

nel frattempo compratevi sta maglietta:
http://www.zazzle.com/mr_krivit_was_wrong_tshirt-235737937952323694

Luca ha detto...

Per quanto riguarda la questione bancaria fu Guido Carli Ministro del tesoro dal 89 al 92 ed ex presidente di Confindustria e primo firmatario del trattato di Maastricht a varare una legge per attribuire al presidente di Banca Italia la facoltà di decidere il costo del denaro in completa autonomia dal ministero del tesoro.
Per quanto riguarda il debito pubblico ricordo che raggiunse il suo apice sotto il governo Berlusconi nel 94-95 portandosi alla quota del 122% e dal 1992 data della privatizzazione della banca d'Italia si attestò sopra il 100% e da lì non scese mai più.

Merlian ha detto...

Ma non lo volete capire che è inutile andare in piazza; ogni tanto, ciclicamente si torna in piazza a dimostrare e puntualmente ci sono i Black Bloc e i violenti che rovinano tutto; chi si ricorda, a distanza di anni, per cosa si era sfilato? Nessuno! Tutti ricordano i disordini e i danni provocati da questi teppisti che poi magari ti bruciano la macchina del povero precario che l'ha parcheggiata sulla strada, ti distruggono il minimarket di quel povero Cristo che già subisce la concorrenza dei grandi supermercati, etc. etc. Tutti questi cortei sono funzionali a chi è al potere, e non parlo solo di Berlusconi!

Bayete ha detto...

La mia opinione è che qualsiasi cambiamento passerà necessariamente sotto l'insegna di una rivoluzione tecnologica-scientifica, per tutto il resto diceva Battiato, "quante stupide galline che si azzuffano per niente...".
Se ritornasse l'era del benessere, più equo e meno aggressivo verso il nostro pianeta, ritornerebbe il buonumore, la speranza e la sfera di aggressività degli uomini si ridurrebbe a dimensioni più contenute.
Qui ci sono due articoli sull'e-cat di cui uno :-) pubblicato su Forbes:
http://www.forbes.com/sites/markgibbs/2011/10/17/hello-cheap-energy-hello-brave-new-world/

Quanto costa l'e-cat?
http://nickelpower.org/2011/10/17/how-much-will-an-e-cat-cost/

Non so se la rivoluzione sarà compiuta dall'e-cat o da altri ma la direzione è quella, tutto il resto è una guerra fra poveri.

Merlian ha detto...

La rivoluzione passa dal dare accesso a tutti a: energia, acqua e cibo, istruzione!!!

Bayete ha detto...

Merlian ha detto...
La rivoluzione passa dal dare accesso a tutti a: energia, acqua e cibo, istruzione!!!


E' esattamente ciò che intendo e che sarebbe realizzabile solo distribuendo le fonti di energia (=cibo=acqua=benessere=istruzione) in modo indipendente da centri di potere, da localizzazioni geografiche (giacimenti di petrolio, di carbone..), in modo che siano disponibili da chiunque ed in qualsiasi luogo del pianeta.
L'e-cat potrebbe essere il protagonista ma, se non lo fosse, la strada della LENR sembrerebbe percorribile anche da altri.

Luca ha detto...

Ci sono due ordini di problemi: la politica monetaria e l'uso che uno stato fa della sua politica monetaria. Per quanto riguarda il secondo punto dipende dalla classe politica che governa, ma uno stato democratico dove ci sono veramente differenze politiche può cambiare con profitto i propri governanti.
Per quanto riguarda le politiche monetarie dello stato è bene fare la differenza fra i paesi con sovranità monetaria come ad esempio il Giappone e i paesi senza sovranità monetaria come attualmente l'Italia.
Perché ora si invocano gli Eurobond facendo riferimento al Giappone?
Perché i suoi titoli decennali sono al 1,2% pur avendo un debito pubblico superiore al 200% del Pil?
Perché in Giappone il debito pubblico è quasi totalmente detenuto da investitori domestici?
Perché il paese mantiene un saldo commerciale positivo?
La risposta a tutte queste domande si chiama sovranità monetaria!
I paesi a sovranità monetaria a differenza dei paesi che adottano una moneta di cui non hanno controllo possono:
1) variare l'andamento dei prezzi
2) svalutare per favorire le esportazioni (ricordiamo che l'Italia è il paese con la seconda industria manifatturiera d'Europa)
3) Sostenere la spesa pubblica senza chiedere in prestito denaro.
4) Controllare la composizione del debito (Nel 1991 prima della privatizzazione di Banca Italia il 94% dei titoli di stato italiani era sottoscritto da residenti, oggi invece il 44% dei titoli di stato è in mano a sottoscrittori stranieri ai quali dobbiamo pagare gli interessi).

Tutti gli i paesi senza moneta sovrana, non possono fare politiche monetarie. Le banche che emettono la moneta che utilizzano non hanno alcun vincolo con lo stato ed essendo meri enti privati hanno tutto l'interesse ad accumulare ricchezze per il sistema finanziario sovranazionale.

Luca ha detto...

@Merlian
Io sono dipendente pubblico a tempo indeterminato eppure la macchina non me la posso permettere........

Luca ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Merlian ha detto...

@Luca

Anche io sono un dipendente pubblico e a 39 anni me la sono potuta permettere la macchina, prima, come si dice a Napoli, mi puzzavo di fame... spero che ciò possa avvenire anche per te e per tanti altri!

Giovanni ha detto...

E la storia si ripete...la guerra tra poveri giova solo ai ricchi e potenti.Ciò che manca è quella capacità di sintesi che porta sul piano delle cause,ovvero alla comprensione dei meccanismi(a mio avviso naturali)che governano le situazioni umane che generano il sistema,forgiato dai singoli e dalle masse.Se si vuole cambiare il sistema bisogna migliorare noi stessi,una casa è buona quando i mattoni sono sani.Questi vandali sono una sparuta minoranza rispetto alle masse che manifestano o che stanno a casa condividendo le rivendicazioni.Le richieste sensate si fanno forti quando una massa critica di individui le condivide e si manifestano attraverso il voto e/o richieste dirette manifestando.Perchè ciò accada necessita rivolgere l'attenzione dentro do sè,per capire e partorire il buon senso, le idee e le richieste che ne conseguono.Ciò che oggi manca(per ora)è una ideologia nuova che comprenda il sistema e la sua evoluzione verso qualcosa di nuovo che sostituirà questo capitalismo oramai implodente.A mio avviso i punti chiave sono l'energia,il lavoro,il controllo delle risorse.La tecnologia è la risposta,ma affinchè sia una risposta positiva per tutti è necessario quell'esamino di coscienza di ogniuno di noi che ci porti a riconoscere il nostro egocentrismo ed il mostro che genera,L'egoismo.Già un tale finito in croce 2000 anni fa diceva qualcosa del genere...

Luca ha detto...

@Merlian
Io tengo famiglia ho tre figlie e una moglie che lavora come infermiera, sono dipendente pubblico, ma credimi la macchina non me la posso permettere.
Quando ero ragazzo speravo in un paese dove ognuno avrebbe potuto farsi la propria famiglia e dare un futuro ai propri figli, ora non ci spero più.

Luca ha detto...

@Giovanni
Riporto i link che mi ha postato @Fr@ncesco CH così ti fai un'idea anche di cosa significa la violenza dei governi cosiddetti democratici.

http://www.youtube.com/watch?v=tti6Ob5XHc8

http://www.youtube.com/watch?v=grnfVBlXq80

Merlian ha detto...

@Luca

Io sono sicuro che qualcosa si riuscirà a fare per i nostri figli, le cose cambieranno anche se resterà comunque un'élite che si spartirà il potere, un certo livellamento e l'annullamento della povertà tra le popolazioni si potrà ottenere con conseguente "benessere" per tutti; purtroppo ci sarà sempre chi vorrà e potrà decidere sugli altri, l'essere umano è fatto così e non potrà mai cambiare, in fin dei conti non siamo molto diversi dagli animali...

Luca ha detto...

@Merlian
“purtroppo ci sarà sempre chi vorrà e potrà decidere sugli altri, l'essere umano è fatto così e non potrà mai cambiare”
Concordo pienamente sul punto e infondo si tratta di scegliere il sistema meno violento perché la violenza non è del tutto eliminabile. Ma alcuni ingenui pacifisti appellandosi all'ideale dell'assoluta non violenza finiscono sempre per additare preferibilmente i meno violenti.

Merlian ha detto...

Guardate un po' chi sono i violenti che sono stati arrestati, per la precisione è quello immortalato a dorso nudo che lanciava un estintore:

"ARRESTATO ER PELLICCIA - Un giovane studente romano di 24 anni è stato identificato e fermato nella Capitale dagli agenti della Digos, perché ritenuto tra i responsabili dei disordini avvenuti sabato scorso a Roma durante il corteo degli Indignati. Il giovane, che ha alcuni precedenti per stupefacenti ed è noto con il soprannome di "er pelliccia", è stato fermato sotto casa.

Per i media era diventato una delle figure simbolo degli scontri, un'immagine che ha fatto il giro del mondo. Era stato immortalato da numerosi fotografi mentre, durante gli scontri del 15 ottobre, impugnando un estintore, prima lo vuotava agitando l'erogatore in aria, poi lo lanciava verso le forze dell'ordine.
Alle prime domande degli agenti della Digos, si è giustificato dicendo di aver "usato l'estintore per spegnere l'incendio".

bandolero ha detto...

La prestigiosa rivista Forbes accredita l'E-Cat:
http://sferolite.blogspot.com/2011/10/forbes-addio-recessione-benvenuta.html

Red5goahead ha detto...

Riporto un'articolo di Furio Colombo, una delle migliori menti del nosto tempo, che riassume bene il mio punto di vista.

FURIO COLOMBO
"Una disorganizzazione perfettamente sospetta
Sabato 15 ottobre è una data da ricordare. Quel giorno è finita la manifestazione spontanea del dissenso contro un governo che pure molti (in Italia e nel mondo) giudicano indegno di governare e comunque dedito ad attività inutili, illegali o sconce. È accaduto che una violentissima e bene organizzata sequenza di azioni distruttive, da parte di squadre di giovani mascherati, detti “Black bloc”, abbia cancellato il senso e la testimonianza di una manifestazione pacifica, organizzata assieme ad altre centinaia di eventi del genere (tutti pacifici e indisturbati) nel resto del mondo. Dovunque tali eventi volevano dire dissenso profondo e distacco assoluto da governi e misure detti di “austerità” che impongono ai cittadini, incluse le masse senza lavoro, i fallimenti di un’epoca di incontrollate attività di finanza a beneficio di pochi. Un solo governo, quello ormai illegale di Berlusconi (dopo la bocciatura alla Camera della legge sulla contabilità dello Stato, bocciatura che non è sanabile) non ha tollerato la grande manifestazione di dissenso dei cittadini. La manifestazione è stata colpita con inaudita violenza e una modesta e disorientata protezione della polizia. C’è un rapporto diretto fra un pessimo governo (che non tollera alcun tipo di critica e controlla tutta l’informazione) e la distruzione del dissenso tramite violenza organizzata? Non sono in grado di dimostrarlo ora, ma lo dico perché la coincidenza fra protesta, distruzione violenta della protesta, e stroncatura, d’ora in poi, di ogni altro tentativo di protesta pubblica contro il governo, è troppo clamorosa per confinarla nei limiti di poche centinaia di persone cattive, che rompono persino le statue della Madonna. La buona organizzazione che è mancata alla polizia, era ferrea fra gli uomini in nero. Forse è un caso. Forse. "

agobit ha detto...

@Luigi Versaggi
"Svegliamoci finché siamo ancora in tempo. Prendiamo coscienza che siamo tutti sotto attacco e difendiamoci facendo capire ai politici che devono riprendere il controllo della MONETA"

Quando i politici hanno ripreso il controllo della moneta, l'hanno sempre stampata. Stampare moneta significa inflazione, e inflazione significa poveri sempre più poveri perché ogni anno gli stipendi di fame saranno sempre più di fame. I politici è bene che stiano lontani dalla moneta!

Merlian ha detto...

@Agobit

L'inflazione non è sempre un male, specialmente per l'equilibrio economico; pensa alle imprese o a coloro che devono rimborsare un finanziamento. L'inflazione stimola l'economia; pensa se avessimo invece una deflazione: i prezzi crollerebbero a causa del freno nella spesa, di conseguenza i ricavi sarebbero inferiori e le aziende licenzierebbero o ridurrebbero gli stipendi per contenere i costi di produzione.
Quindi, va bene stampare moneta, ma con giudizio!

RED TURTLE ha detto...

@Tutti: scusate per l'OT (ma è un argomento troppo importante)

Pericoli di meltdown nucleare in seguito a impulso elettromagnetico


Recentemente, è emerso in ambiento dell'ingegneria nucleare il rischio di ARRESTO delle pompe elettriche che refrigerano moltissime centrali nucleari nel mondo, in seguito a [http://it.wikipedia.org/wiki/Impulso_elettromagnetico IMPULSO ELETTROMAGNETICO].

Questo arresto NON potrebbe essere superato, perché accensione, bobine, candele, cavi e spinterogeni nei motori diesel-elettrici di emergenza rimarrebbero bruciati dall'impulso EMP.

anche le bobine dei generatori e i cavi che portano l'elettricità dai motori ausiliari possono rimanere danneggiati.

(Le turbine a gas dovrebbero essere più al riparo dal EMP, ma serve sempre un conduttore per portare all'interno dei reattore l'elettricità)

Anche i motori elettrici che muovono le pompe di refrigerazione all'interno del reattore sono sensibili all'impulso EMP.



Un altro problema sono le enormi vasche del combustibile "esausto" che spesso deve essere "refrigerato" per 10 anni, queste vasche sono
per la maggior parte protette da una tettoia in metallo... e possono essere distrutte da un qualsiasi jet-liner!



QUESTO EVENTO POTREBBE COLPIRE MOLTISSIMI REATTORI NUCLEARI ALLO STESSO TEMPO...

CAUSANDO il MELT-DOWN di DECINE o di CENTINAIA di REATTORI NUCLEARI!



http://www.survivalblog.com/2010/09/effects_of_an_emp_attack_or_se.html



L'unica modalità di prevenzione sarebbe quella di avvolgere le cupole dei reattori da strutture molto conduttive in RAME, piuttosto costose.

E di installare motori di emergenza alimentati da batterie all'interno dell'edificio di contenimento dei reattori.


Inoltre sarebbero necessarie delle ghigliottine per tagliare l'entrata di cavi conduttori all'interno dei reattori

(che veicolerebbero l'EMP all'interno del contenimento-reattore).

I tubi per l'acqua di refrigerazione in entrata e quelli di refrigerazione in uscita andrebbero sostituiti con tubi in ceramica balistica,

e l'acqua all'interno dovrebbe essere rigidamente distillata.



Questi impulsi elettromagnetici possono essere generati da:
# Espulsione di Massa Coronale da parte del Sole (Coronal Mass Ejection): come quella che si verificò a metà circa del XIX secolo, e che bloccò il sistema dei telegrafi in USA.
# Esplosione eso-atmosferica di Bombe Nucleari a Fusione (del tipo HANE... con potenza dal Megaton in su)
# Attacco con Bomba Elettromagnetica (che utilizzi la compressione di flusso magnetico inventata da [http://it.wikipedia.org/wiki/Clarence_Max_Fowler CLARENCE MAX FOWLER]) contro il reattore nucleare o contro strutture vicine.
#CADUTA DI UN ASTEROIDE di buon diametro: dai 100 metri (potenza circa 50 Megaton in su)... uno da 800 metri può fare 50 GIGATON!



Bisogna convincere tutte le nazioni che hanno reattori nucleari NON protetti adeguatamente a SPEGNERLI IMMEDIATAMENTE...

ANCHE SOLTANTO PER 1-3 ANNI! (vicino a Philadelphia esiste un reattore nucleare dello stesso tipo di Fukushima)

--RED TURTLE (msg) 13:28, 18 ott 2011 (CEST) Giancarlo Rossi

Giovanni ha detto...

@Luca.
I governi democratici?Forse non esistono,almeno esistono in relazione al grado di coscienza dei popoli che ,purtroppo,non è molto elevato.Per questo penso che l'arma più potente sia l'istruzione e la riflessione.Non seve a nulla spaccare tutto,serve avere la testa e la forza per appoggiare e richiedere cose come l' e-cat,per chiudere i rubinetti da cui gli imperatori si alimentano.

mau ha detto...

sinceramente essendo europeista convinto non ho alcun desiderio di tornare alla lira. non soffro di nazionalismo, preferisco l'altra via, quella del processo di integrazione e ovviamente di necessaria contestuale democratizzazione dell'UE.

le mie preferenze tengono conto anche degli aspetti geopolitici di un mondo post crisi, post USA unica superpotenza, nel quale servirà solidità e camminare con le proprie gambe, senza vincoli di vassallaggio.

purtroppo temo che, una volta messa la camicia di forza agli ayatollah dell'ultracapitalismo, la deflazione sia necessaria ("gentile" e controllata) se vogliamo riportare l'economia virtuale all'interno dell'economia reale. ci sarà comunque da soffrire se vogliamo creare un mondo più equo.

io sono convinto che una società sana abbia tra gli elementi indispensabili welfare e redistribuzione del reddito. perchè una società fondata sull'individualismo smette di essere società. è qualcosa di diverso, un ambiente poco piacevole, un ring per la lotta dell'uno contro l'altro.

le mie non sono verità, solo opinioni, suscettibili di cambiamento come il sapore di un minestrone cambia in base all'alchimia degli ingredienti. e io leggo, valuto e ascolto ogni nuovo ingrediente che mi si propone.
questo per smontare in partenza certe accuse.

ora comunque IMHO non è tempo di tirarsi i capelli sulle proprie preferenze (lasciamolo al dopo e agli strumenti della democrazia), ora è tempo di fare massa intorno alle cose urgenti e condivise.

e dopo sto pistolotto, sto manifesto di me stesso, di cui mi scuso, attendo con ansia nuove sull'e-cat.

piero41 ha detto...

@Luca 08:26
Ho preso una laurea mentre mio padre lavorava per 8 ore in una grande fabbrica e poi la sera
sera per altre 5 ore nella sua cantina . Della vita dei lavoratori e delle conquiste sindacali ne so qualcosa ma conosco anche i loro stipendi da fame sempre i più bassi d'europa, chissà perchè.Mio zio aveva un laboratorio di meccanica e, lavorando duro con 4/5 operai alla fine se la passavano bene tutti. Poi è iniziatoa la crisi, mio cugino subentrato ha modernizzato, ha diversificato ma c'era poco da fare i fornitori o fallivano o delocalizzavano , i pochi rimasti compravano in Romania o in oriente puoi capir perchè. Ha resistito per qualche anno bruciando tutto trattenuto qua dalla famiglia e dagli operai che conosceva da una vita, poi come tutti gli altri suoi competitori ha dovuto chiudere e cercar lavoro a 50 anni... In cosa lo abbiano aiutato lui ed i suoi operai le "conquiste sindacali" bahh??
Credo che questa sia ORA la realtà italiana fuori dai libri... La realtà della produzione, della finanza e delle banche degli ANNI 80 era ancora nazionale e tale era il regno dei sindacati, del governatore ecc.. Ora tutto è globalizzato ed i governi in fondo,credo, temono ed ubbidiscono al grande capitale perchè basta che questo con due dita mandi in default l'Italia che poi a catena le banche francesi e tutta la BCE collegate dai titoli di stato e dagli scambi economici andrebbe in crash. Ma anche gli USA e la Cina ne fanno parte .. Altro che nazioni forti , con lo scambio globale di titoli e di commerci se crolla una tessera crollano un po' tutte.. I grandi investitori lo sanno e fanno quel che vogliono con i loro immensi capitali per arricchirsi loro impoverendo tutti noi. Agnelli almeno doveva pagar i suoi operai abbastanza per farsi comprar le sue auto, a loro invece non importa niente di noi. Secondo me, nonostante quel che potrebbe dire..tia, è una vera guerra per la sopravvivenza futura e come tale dovrebbe esser sviluppata dai governi nazionali contro i grandi capitali e le grandi banche offshore che li ospitano...(James Bond ehh !!.)

Quanto al Japan non conosco bene la sua situazione economica ma se fa parte del giro... il suo precedente sviluppo mi sa era tenuto su dalle numerose industrie operanti in un "naturale" sistema di quasi schiavismo sulla manodopera e certo senza conquiste sindacali. Ora con lo sviluppo della Corea and & anche la Sony e la Toyota perdono molti colpi, altro che nazione forte..
Ho cercato di spiegarti certe cose per quel che un po' conosco, se vuoi mantenere le tue idee... fa pure, comunque alle manifestazioni di "allora" prendevano parte difendendole mani ben callose che non facevano tante storie con i provocatori... ed ora?

gio ha detto...

http://www.corriere.it/cronache/11_ottobre_18/quelle-voci-su-un-patto-per-i-seggi-con-vendola-dietro-gli-incidenti-giovanni-bianconi_f127e95c-f947-11e0-bc4b-5084eabf7820.shtml

Giancarlo Rossi ha detto...

@Piero41

Il problema è proprio quello che è successo alla vostra piccola impresa:
fuori mercato perché attaccata da una concorrenza sleale straniera favorita dal capitalista-importatore.

I capitalisti hanno scoperto che piuttosto che fare gli industriali, i produttori, conviene fare gli importatori (dunque nessun rischio in investimenti in impianti, apparecchiature, brevetti, stipendi da pagare, pensioni, ecc...)

Dunque hanno chiamato i loro servi nelle università, case editrici e giornali, e gli hanno imposto: "INSEGNATE IL DOGMA DELLA GLOBALIZZAZIONE E DEL LIBERO COMMERCIO COME DOGMA ASSOLUTO".

Dunque hanno sfornato delle orde mostruose di economisti convinti della bontà della globalizzazione, ed infine TUTTE le nostre imprese stanno fallendo, i lavoratori non possono pagare i contributi, e le finanze pubbliche stanno andando in bancarotta.

Hanno ripetuto sta CAZZATA DELLA LIBERTA' DI COMMERCIO (Libertà di importare da dove lavorano minorenni, senza contributi, distruggendo l'ambiente, ecc)

Questo senza voler menzionare la servitù del debito verso le banche, e il costo astronomico del nostro sistema politico.

Dunque bisogna IMMEDIATAMENTE:
1) Mettere forti dazi all'importazione da paesi come Bangladesh, Cina, ecc.
2) Tassare con l'IVA al 30-40% i tipici beni degli evasori: auto con più di 8 cilindri, champagne, la stessa benzina, ecc.
3) Ridurre i costi della politica (ma questo è troppo facile da dire,
e sembra difficile da fare).
4) LIBERALIZZARE (Io studiavo da farmacista... possibile che Io NON possa aprire una farmacia con la laurea, visto che dovrei pagare 500.000/1.000.000 di euro alla casta dei padroni di farmacia per comprare la licenza?)
5) PENSIONI: fare come in OLANDA...
PENSIONE MINIMA = PENSIONE MASSIMA = 2000 EURO AL MESE
--------------------------------
@LUCA vorrei soltanto ricordare: con le vostre azioni (e quelle dei grillini) avete fatto rivincere la regione MOLISE alla destra!

COMPLIMENTONI!

Merlian ha detto...

@Giancarlo Rossi

Ma pensi che con la sinistra il Molise capitava meglio? Si deve cambiare classe politica, destra, centro o sinistra, sono tutti da buttare...

@Mau

No, io credo invece che la deflazione non sarebbe utile, i prezzi scenderebbero, ma siccome i ricavi sarebbero inferiori, le aziende licenzierebbero, ridurrebbero gli stipendi o peggio ancora delocalizzerebbero ancora di più in quei paesi a bassa manovalanza e tutto questo per contenere i costi di produzione.

Luca ha detto...

Anch'io penso che non serve a nulla spaccare tutto e penso che la vera violenza, quella più incisiva del vandalismo, ora la pratica lo stato.
La politica monetaria serve e non centra nulla lo statalismo, è da stupidi rinunciare alla moneta sovrana e al controllo interno dei meccanismi monetari.
Non cambierò mai idea sul fatto che adottare una moneta di una banca privata provoca solo guai e ci espone a debiti che finiamo per risanare distruggendo diritti, salari e ricchezza sociale.
A proposito di ricchezza dei cittadini, siccome a me non piace la retorica, ma preferisco citare numeri a sostegno della mia tesi, faccio notare che da quando si è imposta la privatizzazione della finanza Italiana la capacità di risparmio delle famiglie si è ridotta del 67%.

Luca ha detto...

Soros testualmente dice: ‹‹Sono certo che le attività speculative hanno avuto delle conseguenze negative. Ma questo fatto non entra nel mio pensiero. Non può. Se io mi astenessi da determinate azioni a causa di dubbi morali, allora cesserei di essere un efficace speculatore. Non ho neanche l’ombra di un rimorso perché faccio un profitto dalla speculazione sulla lira o sulla sterlina. Io non ho speculato contro la sterlina per aiutare l’Inghilterra, né l’ho fatto per danneggiarla. L’ho fatto semplicemente per far soldi››

Giovanni ha detto...

Il protezionismo non serve a nulla,il mondo oramai è un tutt'uno.Quando le cose cambiano bisogna adeguarsi,le capacità di adattamento sono ciò che fa sopravvivere.Arrivano i cinesi che fanno ad un prezzo più basso ciò che noi abbiamo fatto finora?Bene,faremo ciò che loro non sanno fare.Alta tecnologia,come reattori lenr,computer quantistici e robotica avanzata(con cervelli quantistici),così con questi mezzi si possono abbattere i costi di manodopera sostituendo la meno specializzata con macchine ed innalzando il livello di specializzazione dei nostri lavoratori,per produrre tecnologia che richiede altissimi standard qualitativi che gli emergenti non sono ancora in grado di garantire.E'una corsa contro il tempo e bisognarebbe darsi una mossa,fare scelte politiche di investimenti in ricerca e sviluppo di queste innovazioni.Poi che dire del nostro meraviglioso sud?Le ricchezze paesagistiche e culturali poco e male sfruttate del nostro paese?Strozzati dalla mafia,vero,ma perchè?La mentalità lassista ed assistenzionista del tirare a'campà è la linfa delle organizzazioni criminali,colluse con quella politica eletta dagli stessi strozzati,in cambio di poche cose.Fortunatamente tra i giovani la mentalità sta cambiando,ma per velocizzare il mutamento bisognarebbe chiudere certi rubinetti in modo che sfruttassero valorizzando le enormi ricchezze turistiche su cui sono seduti.Spietato? Forse,ma i giovani del sud ringrazierebbero rimboccandosi le maniche e combattendo i loro oppressori con l'aiuto della forza dello stato.Ma occorrerebbero scelte politiche forti e controcorrente e chi li ha votati questi che non fanno un c... di buono??E siamo daccapo,esamino di coscienza.

Mahler ha detto...

Lettera dei Black Block (da http://letteraviola.it/2011/10/lettera-aperta-dei-black-bloc-a-voi-pacifisti-dedichiamo-un-vaffanculo-testo/). Vale la pena leggerla per intero.

Bene. Si è concluso questo weekend dove i giornalisti sentono ancora i postumi della sbronza, ubriaci ingordi pronti ad enfatizzare ogni singola goccia di rum concorrenti in una gara di fantasia. Rimane tanta amarezza tra tutti gli indignati, pacifici e non. Gli unici a festeggiare coloro che la violenza la vedono come un fine e non un mezzo.

Non vogliamo prendere parola per descrivere il disagio che sicuramente gli indignati “pacifici” hanno subito, non rientrando tra questi, ma pretendiamo di prendere parola per il disagio che abbiamo e stiamo subendo noi, razza mista o bastarda che condivide ideali degli uni e mezzi degli altri.

Mi spiace esplicitare le intenzioni di sabato rubando e restringendo lo spazio a disposizione della fantasia giornalistica ormai divenuta una disciplina candidata al premio Nobel, ma sentire cazzate al telegiornale mi ferisce, e mi ferisce ancor più vedere il popolo dissetarsi con lo stesso rum di cui hanno abusato i giornalisti.

Sabato il corteo doveva dividersi in “via dei Fori imperiali”, lasciando agli antagonisti più decisi l’opportunità di provare ad arrivare al parlamento occupando la piazza antistante per poi dedicarla all’accampamento degli indignati “pacifici”.

Ciò non è stato neanche provato per colpa di quei 15enni teppisti amanti della violenza per la violenza. Con ciò voglio delucidarvi, cari indignati, sul fatto che il fine è sempre stato considerato lo stesso, che siamo vostri compagni e non vostri nemici, che seppur non abbiamo bandiere abbiamo un’identità propria e una dignità personale, la quale sabato ci è stata tolta doppiamente: in primis dai decelebrati fautori del bordello; sucessivamente da voi che ci avete accomunato a loro.

Voglio informare voi cari che chi ha bruciato macchine, spaccato vetrine, distrutto santini, non era tra quelli che il 3 luglio in Val di Susa hanno cercato di riappropriarsi del cantiere ne tra quelli che il 14 dicembre a Roma hanno cercato di arrivare al parlamento. E seppur ora siete dominati da odio, incomprensione e sfiducia, vi preghiamo di non generalizzare, di non chiederci “Cosa cazzo avete fatto?!” perchè non abbiamo fatto nulla che abbia mai potuto ledervi e da quelle vandale rappresaglie ci vogliamo dissociare.

Invece si c’eravamo in piazza S.Giovanni, non per odio ne per sete di guerra, ma per semplice difesa di un punto d’arrivo.

Non eravamo in 500, ma in 5.000. E saremo sempre di più contro un sistema che ha solo da togliere.

Per voi invece, cari giornalisti, cara Digos e quant’altro, mi spiace dirvelo ma a differenza di quanto pensiate non eravamo organizzati per niente. Se solo lo fossimo stati non saremmo qui a parlare di macchine bruciate o di vetrine distrutte, ma di occupazione del parlamento, di sabotaggio della Banca d’Italia e di sovversione ad un sistema che rimane mafioso e corrotto.

Per voi altri “pacifisti” che alla prima notizia di macchine bruciate avete accusato i nostri compagni presenti e indignati come voi, che come voi erano nel corteo vi dedichiamo un bel “vaffanculo”.

Un “vaffanculo” per non sapere ma voler giudicare.

[CONTINUA NEL COMMENTO SUCCESSIVO…]

Mahler ha detto...

[…CONTINUA DAL COMMENTO PRECEDENTE]



Un “vaffanculo” perchè in Val di Susa ci incitavate a non demordere, ringraziandoci di essre venuti.

Un “vaffanculo” perchè sabato quando ne avevate bisogno ci avete chieste aiuto, limoni e malox

E infine per voi luridi teppisti 15enni che avete trasformato Roma in un teatro dove siete stati attori della vostra stessa rabbia repressa, a voi che avete rovinato una grande opportunità, vi diciamo “arrivederci”, “arrivederci” a presto. La prossima volta non ci saranno i Cobas, la CGIL o i viola a urlarvi “VIA, VIA, VIA!”, ma ci saremo noi, e non saremo cosi clementi.

Si, siamo d’accordo con la sfasciatura simbolica delle banche;

si, non neghiamo l’uso della violenza per fini più nobili;

si, c’eravamo in piazza S.Giovanni;

no, i carabinieri sulla camionetta non sono scesi da soli ma li abbiamo fatti scendere;

no, seppur non cattolici non ci saremmo mai permessi di distruggere sampietrini offendendo credenze altrui.

no, ci dissociamo dall’assalto alle macchine di precari come noi;

E infine per voi luridi teppisti 15enni che avete trasformato Roma in un teatro dove siete stati attori della vostra stessa rabbia repressa, a voi che avete rovinato una grande opportunità, vi diciamo “arrivederci”, “arrivederci” a presto. La prossima volta non ci saranno i Cobas, la CGIL o i viola a urlarvi “VIA, VIA, VIA!”, ma ci saremo noi, e non saremo cosi clementi.

Si, siamo d’accordo con la sfasciatura simbolica delle banche;

si, non neghiamo l’uso della violenza per fini più nobili;

si, c’eravamo in piazza S.Giovanni;

no, i carabinieri sulla camionetta non sono scesi da soli ma li abbiamo fatti scendere;

no, seppur non cattolici non ci saremmo mai permessi di distruggere sampietrini offendendo credenze altrui.

no, ci dissociamo dall’assalto alle macchine di precari come noi;

no, non ci siamo mai permessi di rovinare cortei che non ci appartenessero.



NON GENERALIZZATE!

Cordialmente,

Quello che chiamate “Blocco Nero”

Mahler ha detto...

Quello che ho postato, condivisibile o meno, spiega abbastanza fedelmente la dinamica dei fatti.

robi ha detto...

malher
non è che ogni gruppo ha trovato il colpevole in qualcun altro?
io non c ero ,pertanto , non posso giudicare ,ma ,sembra che questa storia debba concludersi con nessun intenzionale colpevole....
qualcuno sicuramente godrà di queste situazioni che portano a niente di concreto

Luca ha detto...

Per esercitare potere sugli stati le lobby finanziarie sono in grado di spostare ricchezze dell'ordine di migliaia di miliardi di euro a danno delle economie nazionali. Lo fece George Soros un investitore e speculatore che vendette di colpo qualcosa come 10 miliardi di sterline, causando il collasso del valore della moneta inglese (non dimentichiamo che Soros nel 1992 attaccò anche la lira e il franco ), ma la vera “bomba” scoppiò nel 2007 quando l'AIG, un gigante assicurativo che opera sui mercati internazionali, fu responsabile di avere bruciato più di cinquecento miliardi di dollari (l'equivalente di un terzo del prodotto interno lordo Italiano) mettendo in ginocchio la capacita creditizia delle maggiori banche di tutti i paesi Italia compresa. Come funzionava questa truffa? Bastava fare moltissimi prestiti che non sarebbero mai stati restituiti, coprirli con una polizza assicurativa di AIG, impacchettarli in titoli subprime ben accreditati dall'agenzia di rating Moody's e venderli. Il gioco era fatto! Quando i titoli tossici crollano crolla la capacità creditizia delle banche, le aziende chiudono, la gente resta senza lavoro, l'economia si arresta, aumenta il debito e a pagare lacrime amare siamo noi, per non parlare degli ultimi della terra. Joseph Cassano responsabile della AIG ai tempi della truffa dei titoli tossici guadagnò miliardi di dollari di premio, mentre il mondo precipitò nella peggiore crisi economica dal dopoguerra ad oggi. Se pensate che non sia più possibile ripetere questa truffa vi sbagliate! Non ci sono leggi internazionali a vietarlo e poi anche se Joseph Cassano doveva essere inquisito, proprio nell'America di Barack Obama l'ha fatta franca, riuscendo ad evitare il processo.

mau ha detto...

una delle trappolette da disinnescare subito è quella della inutile guerra tra poveri truffati destra - sinistra, sinistra un po', sinistra tanto. dividi et impera, dispersione, distrazione.

quello che fa veramente paura è la convergenza di massa su alcuni punti di fondo condivisi. quella può creare il terremoto, the big one.

tanto mi sembra che ci sia abbastanza consenso nel trovare ben poca rappresentatività nei vari partiti.

Luca, il ritorno alla moneta sovrana è un rimedio del breve che non ci salverà granchè. e dopo salvicchiati ci ritroveremmo piccoli e irrilevanti tra giganti tra le cui fila cercheremo i vecchi o nuovi protettori. intanto vedrai USA e UK che mazzata prenderanno nonostante la moneta sovrana.

nel medio-lungo serve il peso dell'UE. è una questione geopolitica. l'europa deve svegliarsi e assumersi responsabilità troppo a lungo delegate ad altri. l'europa del sapiente mix tra liberismo e socialismo (da contrapporre al capitalismo di stato cinese o all'ultracapitalismo individualista americano se no, come sta avvenendo, saremo risucchiati da una parte o dall'altra)deve risvegliarsi e prendere in mano il proprio destino. basta coi protettori che ti dicono quello che devi fare. ma per farlo ci vogliono i muscoli.

o vogliamo inseguire cina e paesi emergenti vari per costo di lavoro? ma si thailandesizziamoci.

sulla globalizzazione, è inutile cercare di fermarla. è l'ovvio trend dello sviluppo tecnologico. il mondo è tutto molto più vicino.
il mio discorso geopolitico vorrebbe tener conto anche di questo.

meno male che volevo smetterla. comunque vi sto leggendo tutti con piacere ed interesse. tutti i punti di vista. la discussione ha preso una bella piega.

Giovanni Costantini ha detto...

@Giancarlo Rossi: Non sai quanto ho apprezzato il tuo post, dall' inizio alla fine.

@Mahler: Dalla lettera che hai riportato emerge che la colpa di tutto sarebbe di un gruppo di quindicenni. Non so a chi possa sembrare credibile questa cosa ma di sicuro fa il paio con il teppista che - fotografato mentre lancia un estintore rosso - dichiara che lo aveva preso per spegnere un incendio.

@Daniele: L'errore che hai fatto in riferimento al giornalista appoggiato alla banca che - impassibile - è ritratto vicino ai teppisti, spero ti abbia fatto riflettere su quanto possa essere sdrucciolevole la forma mentis del "complotto per forza".

Cordialità

Mahler ha detto...

http://www.ilmegafonoquotidiano.it/news/un-fallimento-su-cui-discutere-seriamente

Mahler ha detto...

@Giovanni Costantini
La lettera esprime un punto di vista che non è esattamente il mio. Ma spiega alcune dinamiche assolutamente vere, come questa ad esempio: "Sabato il corteo doveva dividersi in “via dei Fori imperiali”, lasciando agli antagonisti più decisi l’opportunità di provare ad arrivare al parlamento occupando la piazza antistante per poi dedicarla all’accampamento degli indignati “pacifici”.".
E alcune altre. Il resto è troppo complesso da semplificare.

piero41 ha detto...

@Daniele22
???????????
Il Blog è tuo..

Mahler ha detto...

> @Daniele: L'errore che hai fatto in riferimento al giornalista appoggiato alla banca che - impassibile - è ritratto vicino ai teppisti, spero ti abbia fatto riflettere su quanto possa essere sdrucciolevole la forma mentis del "complotto per forza".

Il "complotto" in queste cose c'è sempre, bisogna vedere di volta in volta se prevale sull'idiozia o sul buon senso. Questa volta, come tante altre, l'idiozia ha prevalso sia sul complotto che sul buon senso.

mau ha detto...

vi consiglio una lettura

http://informazionescorretta.blogspot.com/2011/10/geab-58-italiano-parte-pubblica-12-la.html

GEAB N. 58 - Crisi sistemica globale - Primo semestre 2012: decimazione delle Banche Occidentali

Mahler ha detto...

Non vorrei essere frainteso, non voglio farne una questione etica. Il problema è: chi decide su queste cose? esiste una "democrazia dei cortei"?
Se siamo tutti d'accordo nel violare una zona rossa, io non ho problemi ad accettarlo. Se solo un gruppo vuole violare la zona rossa e ha la "non belligeranza" da parte del resto del corteo mi sta bene pure. Ma se degli idioti si mettono a tirare sassi contro la polizia senza nessuno scopo, senza neppure avere idea di cosa voglia dire "violare una zona rossa" e deciderlo insieme, allora non ci sto.

Giovanni Costantini ha detto...

Non mi sembra di aver sostenuto che era "il punto di vista di Mahler". Scrivevo che dalla lettera "emerge" che "la colpa sarebbe" (è un condizionale presente).

La dinamica "assolutamente vera" - questa volta come dici - purtroppo non si è rivelata del tutto tale, pertanto non la definirei "assolutamente vera", ma assolutamente falsa.

A volte, il "troppo complesso da semplificare" sembra piuttosto troppo compromesso per essere spigato apertis verbis.

Cordilità e senza polemica, :)

Mahler ha detto...

@Giovanni
La dinamica assolutamente vera riguarda l'organizzazione del corteo, non il suo svolgimento. Non ho problemi a dichiarare apertis verbis che il corteo è stato un fallimento per gli obiettivi che mi ero preposto (ovvero campeggiare a tempo indeterminato davanti al colosseo almeno in 5.000). Non so a cos'altro tu ti possa riferire, ma non ho problemi a dire tutto quello che so a chiare lettere.

Giovanni Costantini ha detto...

@Mahler:
Mahler scusa, sicuramente mi sono espresso in maniera non sufficientemente chiara. Neppure desidero una polemica, nè devi a me alcuna spiegazione.
Il mio commento - critico non verso di te, ma verso l'impostazione generale della lettera che hai pubblicato - voleva sottolineare che, a parte le giustificazioni dell' ultimo minuto, quello che conta sono i fatti. Ed i fatti parlano chiaro, i fatti sono che un gruppo non piccolo di persone ha creato danni materiali e morali ( e se vuoi politici) a persone che non lo meritavano. Metto tranquillamente assieme, in questo gruppo di persone, coloro che al corteo sono andati con un atteggiamento di protesta ma in forma civile volta ad ottenere degli scopi politici, coloro a cui sono stati distrutti/danneggiati gli esercizi commerciali, coloro a cui sono state bruciate le auto, coloro a cui è stato bruciato l'appartamento, carabinieri e polizia che hanno subito violenze fisiche (perchè devono farlo di mestiere), coloro che hanno subito affronti al loro sentimento religioso, coloro che hanno dovuto rinunciare alla libertà personale in quanto era troppo pericoloso uscire di casa. Per me questi sono semplicemente i fatti e cercare di "capire" i motivi sottostanti ai disordini equivale (per quello che posso percepire io con i miei limiti) a cercare, sotto sotto, di voler giustificare o comunque ammorbidire la valutazione.
Ti rinnovo le mie scuse se prima sono risultato offensivo.

piero41 ha detto...

@Mahler:
non capisco perchè Daniele 22 non sia passato ancora ,come al solito a mettere un po' d'ordine in casa sua ma poichè chi tace acconsente ne deduco che approvi gli ultimi interventi sul suo blog. Stimavo Mahler un ragazzo molto intelligente ed in gamba, non capisco lo scopo dei suoi ultimi interventi/comunicazioni su un blog pubblico: o è un cretino o un provoctore e vuol creare grane al blog e a Daniele visto l'ottimo lavoro di diffusione d'informazioni che lui stava facendo con l'apparecchi del dott Rossi-Focardi. Vorrei sbagliare e che Mahler si sia così espresso perchè ancora sovraeccitato dopo esperienze molto "forti" e a mente fredda voglia ripensarci e disconoscere quanto scritto. Sinchè c'è la possibilità di partecipare col voto a definire scelte politiche NON VI PUO' ESSER ALCUN OBIETTIVO NOBILE CHE GIUSTIFICHI LA VIOLENZA SUGLI AVVERSARI. Indipendentemente dalle persone reali che vi lavorano ritengo il PARLAMENTO LA SEDE DEI RAPPRESENTANTI SCELTI DAI CITTADINI ITALIANI PER GOVERNARE LA REPUBBLICA E COME TALE QUESTO VA RISPETTATO ... Poi vi sono tutte le altre stronzate...Gli abbiamo fatti scender dalla camionette. ( col setto nasale fracassato) e che volevate divertivi a vederli bruciare vivi ohh!! no ci stai prendendo per il culo spero!! se non capisci cosa ti aspetta dopo certe scelte... mettiamo dei bei paletti o di quà o di là dove inizia la violenza e la tua vita rovinata... Ma forse sei solo un povero provocatore al soldo di... Fai quel che vuoi ma io non posso condividere questo spazio con te (anche se ciò può non interessare ad alcuno). .

Daniele 22passi ha detto...

@Piero41
La mia posizione è espressa nei post. Ognuno e responsabile di quello che scrive nei commenti.
Personalmente ritengo più utile cercare di capire le motivazioni di chi giustifica scelte che io non giustifico che ribadire ancora una volta le mie posizioni.
Inutile sottolineare che la questione e complessa e delicata e in questo contesto è più utile il dialogo che la contrapposizione tra le posizioni tue e di Luca ai due estremi. Mahler ed io ci collochiamo tra i due estremi, lui un po' più verso Luca, io un più verso te. Mi auguro che in questo spazio virtuale si possano ancora far dialogare posizioni differenti... se non ci si riesce a maggior ragione non ci si riuscirà nella vita reale e questo sì che mi preoccupa.

Mahler ha detto...

@piero41
Non so dove leggi in quello che ho scritto tutte le cose che mi attribuisci e soprattutto come ti permetti di offendere ("o è un cretino o un provoctore e vuol creare grane al blog e a Daniele": mi sembra che non lasci tanta scelta). Mi è capitato tante volte di partecipare all'organizzazione di una manifestazione, non mi è mai capitato di pianificare o giustificare gli scontri. Quello che si pianifica al più è di violare una zona rossa, perché si ritiene illeggittimo che sia considerata tale e perché obiettivo del corteo è proprio raggiungere tale zona (che di solito è Montecitorio o luoghi simili).
Quando si fa una scelta del genere si sta decidendo obiettivamente di prendere le botte, non di darle.
Per quanto riguarda questa manifestazione invece, l'obiettivo era semplicemente di accamparsi con le tende al Colosseo.
Sono stato fin troppo paziente nel risponderti viste le premesse. La prossima volta non sarò altrettanto paziente.

Mahler ha detto...

@piero41
P.S. Forse non l'hai ancora capito, ma la lettera che ho postato non l'ho scritta io e non esprime le mie posizioni. La prossima volta magari conta fino a 100 prima di offendere…

Daniele 22passi ha detto...

@Mahler
Sei stato chiarissimo nel presentare quella lettera. Se Piero41 ha fraineso davvero che l'hai scritta allora è imperdonabilmente troppo veloce a trarre conclusioni.

@Piero41
La tensione sociale è ormai a livelli estremi. L'unico modo di disinnescarla è il dialogo e tra l'altro questo spiega perchè il governo in carica sia geneticamente incapace di disinnescarla, anzi ci sta buttando sopra benzina: non ricordo di avere mai visto un governo chiuso al dialogo come questo.

Rampa ha detto...

E' molto facile fraintendersi, sopratutto se non si cura bene la punteggiatura.
Dopo sta all'intelligenza dell'interlocutore correggere e scusare i malintesi, come avviene spesso.

In ogni modo io consiglio assolutamente l'uso del carattere corsivo, nel caso si voglia riportare un discorso altrui.
E' una accortezza che molti non seguono, anche in questo Blog.

Si ottiene inserendo prima del brano: < i > (senza spazi) e chiudendo con: < / i > (senza spazi) ("i" sta per carattere Italico)

Idem per il grassetto

Grassetto: < b > < / b > (senza spazi),("b" sta per carattere Bond)

Paul ha detto...

OT: scusate l'OT, ma ho trovato questo interessante link su "The Renewable Energy Disaster".

Mi pare che gli argomenti dei quali parla siano bene documentati e convincenti.

In fondo alla pagina parla anche dell'E-Cat. Se funziona, afferma, potrà aiutare grandemente a risolvere tantissimi dei problemi segnalati.

http://renewable.50webs.com/

Paul ha detto...

@ Daniele:
Il link che ho segnalato potrebbe essere uno degli argomenti del tuo blog.

Red5goahead ha detto...

la testimonianza da Santoro di due agenti di Polizia che erano Sabato sul posto.

http://www.serviziopubblico.it/

francesco G ha detto...

@Paul devo essere sincero per quel poco che ho letto c'è "qualche" numerino che non torna e non mi riferisco al pezzo sulle lenr...in poche parole ho l'impressione che sia troppo "approssimativo"..

Alessio da Pisa ha detto...

AHAHAHAHAH!!! C'E' SEMPRE SANTORO?PER FORTUNA NON LO PAGO PIU' CON IL MIO CANONE QUESTO SIGNORE!! PENSO SIA PARECCHIO MESCHINO IN QUESTO MOMENTO CERCARE DELLE COLPE NELLE FORZE DELL'ORDINE!!! I PROBLEMI ED I LIMITI CI SONO TUTTI, MA PROPRIO LA FREDDEZZA DI QUESTI RAGAZZI SERVITORI DELLO STATO, HA EVITATO LA PERDITA DELLA VITA DI QUALCHE IMBECILLE SCALMANATO !!! CHIEDERE COME URLAVANO I COLLEGHI NELLA RADIO PER CHIAMARE RINFORZI !!!!!

Red5goahead ha detto...

@Alessio da Pisa

L'intervista di Santoro è a due poliziotti che parlano del loro lavoro non di due anarchici che parlano di poliziotti.
Limita l'uso di droghe e alcol che fanno male.

Mahler ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Mahler ha detto...

@Alessio da Pisa
Non voglio entrare nel dibattito sulle droghe che usi. Ma…
A voler essere esatti da quando ha smesso di lavorare in RAI Santoro ha smesso di contribuire a tenere basso il tuo canone. Se il canone aumenterà, sarai nel giusto nel criticare la RAI per aver buttato via le enormi entrate che garantiva Annozero (enormemente superiori allo stipendio del giornalista e agli altri costi). Insomma, da quando se n'è andato Santoro ha smesso di regalare soldi a te e a tutti quelli che come te la pensano diversamente da lui e non avrebbero mai guardato il suo programma, mentre tu a lui non ne hai mai regalati in vita tua. Ragiona prima di ripetere le cose che ti suggeriscono i piccoli aiutanti di Babbo Natale attraverso il loro tubo catodico.

Red5goahead ha detto...

la seconda parte dell'intervista ai poliziotti da parte di Michele Santoro è sul sito di serviziopubblico.it.

Fr@ncesco CH ha detto...

@Alessio da Pisa

se te lo sei perso, questo te lo devi vedere:

http://www.youtube.com/watch?v=erCJPk-Zayo

FRUTTIVENDOLO TUNISINO (senza darsi fuoco, però) DI NOME MICHELE SANTORO

Alessio da Pisa ha detto...

GRAZIE PER IL "DROGATO". COMPLIMENTI. IO SEMPLICEMENTE NON LA PENSO COME VOI.E NON MI SONO FATTO PLAGIARE DA NESSUNO VI GARANTISCO.@FR@NCESO CH: OH CHI E' STO MARZULLO? AHAHAHAH!! DEVE AVER VISTO TROPPO GHEZZI A NOTTE FONDA !!! EHEHEH

Fr@ncesco CH ha detto...

@Alessio da Pisa

10 euro per Santoro: ho già messo la mano sul fucil... ehm, volevo dire sul portafogli!

Luca ha detto...

Sovranità monetaria un rimedio a breve termine? Veramente ha funzionato per 40anni, poi con la rinuncia degli stati sovrani alle politiche monetarie è sopraggiunto il declino.
Per essere chiari, il massimo che gli speculatori finanziari avrebbero potuto fare agli stati con sovranità monetaria, consisteva nel destabilizzare il valore di una moneta rispetto a un'altra. Ovviamente agli stati quantomeno restava l'arma molto importante di regolare processi deflattivi o inflattivi, controllare la composizione del debito pubblico e importantissimo, di spendere senza chiedere IN PRESTITO DENARO.
VEDETE VOI!!!
Se l'unione europea fosse uno stato (federale), democratico con una banca centrale controllata dal governo e una moneta sovrana, allora andrebbe bene anche l'Europa. Purtroppo ora l'Europa così non è, ha una banca privata parte di un sistema bancario privato al quale gli stati membri chiedono in prestito denaro e se questa situazione non cambierà sarà la nostra rovina.

Teknico ha detto...

Ci sarebbe anche una bella cosa da fare.
Visto che l'ONU impone delle sanzioni o autorizza l'invio di truppe e l'intervento militare in nazioni che non rispettano i diritti dell'uomo o sono potenzialmente pericolose per la democrazia, perchè non fare la stessa cosa con i paradisi fiscali? Quelle nazioni permettono a dittatori, ladri, truffatori, evasori e mafie varie di mettere al riparo i loro soldi. Non si può considerare anche questo comportamento "crimine contro l'umanità"?
Voglio vedere truppe armate occupare le banche svizzere o lussemburghesi e requisire tutti i conti "anomali".

Tal dei tali ha detto...

Niente più e-cat?

francesco G ha detto...

@tale dei tali "Niente più e-cat?"

sarà la classica quiete prima della tempesta????:)

@DANIELE mancano 9 giorni penso che sia ora di organizzare o almeno iniziare il gruppo di 22passi (peccato che non posso venire anche se non penso che ci sia posto pure per me..)

nemo ha detto...

@Daniele 22
Ho sentito una pubblicità su radio 24 dove dicono che degli scienziati si stano organizzando per un test da fare al 24 Ottobre...

Si tratta dell'e-cat?

@tutti
qualcuno di voi a sntito l'annuncio?

nemo ha detto...

ops

@tutti
qualcuno di voi ha sentito l'annuncio?

La tastiera del mio mac fa le bizze..

piero41 ha detto...

@Mahler @Daniele22
"Lettera dei Black Block (da http://letteraviola....-testo/). Vale la pena leggerla per intero.

Bene. Si è concluso questo weekend dove i giornalisti sentono ancora i postumi della sbronza",
Se leggo "vale la pena.." sullo stesso rigo ed attaccato all'indirizzo capisco che sarebbe bene leggere la lettera all'indirizzo in oggetto per intero cosa che non ho fatto perchè mi sembrava molto più interessante leggere subito quello che sembrava un commento di prima mano ed interessante di Mahler .... Ma come dice anche Rampa per comprenderci è bene rispettare le regole dell'italiano : le virgolette . ecc, ma anche semplicemente con due parole di spiegazione in più come sotto ad esmpio . Il blog viene letto non solo dagli amici più vicini ma da molti altri anche dall'estero e quindi la chiarezza in questa situazione.....
"Lettera dei Black Block (da http://letteraviola....-testo/).
Vale la pena leggerla per intero e per questo l'ho postata sotto.
Bene. Si è concluso questo weekend dove i giornalisti sentono ancora i postumi della sbronza"
Scusa Mahler ma con questa interpretazione, vista anche l'assenza di Daniele, non potevo che considerare le farneticanti esternazioni di un abituale frequentatore su un "blog pubblico" eseguite nel miglior dei casi in uno stato di alterazione psichica. Senza offesa. Certo se vi fossero state anche due righe di spiegazione e di tue interpetrazioni personali sui vari gruppi sui loro obiettivi e sullo svolgimento dei fatti diretto alla "gente normale" era molto meglio. Copia e incolla.... Apprezzo molto il movimento degli Indignados come prima risposta "GLOBALE" ma quanto agli obiettivi del movimento mi sono ancora molto pocho chiari
A tale proposito noto come ovunque si parli di violenza dello stato e del comportamento degli agenti che in definitiva eseguono il loro lavoro secondo ordini e regole predefinite mentre pochi evidenzino come la vera violenza dello stato la mostri il sig. Berlusconi, che nonostante gli inviti di molti economisti non vuole per sua volontà applicare la patrimoniale nonostante la grande necessità.
Il debito pubblico nazionale viene fuori come differenza fra l'irpef riscossa e le spese per il welfare pagate . E' enorme il debito perchè in Italia come in Grecia le spese sono troppo alte quindi vanno ridotte diminuendo o togliendo le poche conquiste sociali a chi lavora. Sembra chiaro e logico.. Poi gli stessi sig.ri in un altro momento ti confermano sorridendo che si l'IRPEF ogni anno è evasa quasi al 50% ( qua ed in Grecia dai soliti birichini) Ecco la semplice verità, il debito si è formato perchè i soliti noti (9% che possiede il 40% dei patrimoni ) ha fatto mancare in toto od in gran parte il proprio giusto contributo allo stato da decine di anni. La patrimoniale (anche robusta) sarebbe un primo sistema per recuperare anche dagli evasori totali le prime quote di quelle cifre da recuperare. Non volerlo fare è un enorme violenza sulle classi meno abbienti perchè in più le vogliono ridurre il welfare. A milioni di cittadini.
Non conosco bene gli obiettivi degli Indignados in tv mai visti ma non capisco perchè invece di urlare (un po' infantilmente) noi non pagheremo il debito da noi non contratto , non urlino molto più giustamente: Non riconosceremo il debito finchè il governo non avrà recuperato tutto quello che doveva esser pagato dagli evasori!!! Vogliamo la patrimoniale come primo inizio!! Sbaglio il discorso od è troppo complicato?

ifftb ha detto...

Riflettevo proprio oggi sul lungo silenzio, non solo di Daniele, ma anche di Vettore, Mario Massa, Gdmster, Mistero....

Che stiano preparando (o abbiano già fatto) un test a porte chiuse, e in gran segreto, con Rossi???

Sarebbe un passo avanti straordinario...anche per Rossi!

PS: @ nemo
Non ho sentito l'annuncio di cui parli

nemo ha detto...

@ifftb
Si, sarebbe una bella cosa per tutti..

Mahler ha detto...

@piero41
Sì, ma tu hai offeso, avevi quantomeno il dovere di conoscere bene quello che facevi e non limitarti a dire: "capisco che sarebbe bene leggere la lettera all'indirizzo in oggetto per intero cosa che non ho fatto perchè mi sembrava molto più interessante leggere subito quello che sembrava un commento di prima mano ed interessante di Mahler". Oltretutto la lettera era firmata dalla stessa sigla cui rimandava il mio link, quindi suppongo che tu non l'abbia letta neppure per intero prima di insultare.
Comunque va bene, scuse accettate. Stai più attento la prossima volta però.
Sul debito... Adesso non ho tempo di argomentare. Ma dire che il debito è alto per il welfare è completamente falso. Il debito aumenta NONOSTANTE I TAGLI AL WELFARE DEGLI ULTIMI ANNI: per via di salvataggi di banche, socializzazione delle perdite di Alitalia (almeno chi vuole il socialismo vuole socializzare anche i profitti...) et similia. Un salvataggio di una grossa compagnia in fallimento può rappresentare anche un numero a due cifre della percentuale del deficit annuo di uno Stato.
Nel frattempo ti consiglio vivamente questo documentario. Clicca su "CC" per i sottotitoli in italiano.
http://www.youtube.com/watch?v=mpNGYoXzMRc
Saluti.

Mahler ha detto...

@piero41
Dà uno sgurado anche qua: http://www.rivoltaildebito.org/

Gdmster ha detto...

@ifftb
@nemo
il silenzio è motivato dal fatto che è difficile per chi ha mezza fede discutere con chi ha la fede piena. Io non ho nulla a che spartire con ecat o concorrenti di ecat, mi diverto solo a cercare di capire come funziona ecat posto che veramente ospiti una reazione nucleare, cosa della quale oggi dubito meno di quanto dubitassi a settembre. Questo è giudicato noioso da chi ha altri hobby per cui le considerazioni le tengo per me, altrimenti dovrei dire che la sperimentazione del MW è tecnicamente azzardata e amministrativamente impossibile, scatenando chi sa quali reazioni. Costruitevi un aereo e provate a decollare dal più vicino aeroporto. Oppure comprate (non costruite) una caldaia da 116001 Watt e vedete se ve la fanno accendere senza autorizzazione dei VV.FF. e patentino di fuochista. Figurarsi se gli dite che al posto del gasolio c'è un reattore nucleare. Certo Rossi è imprevedibile e magari ha già l'omologazione in tasca; oppure lo arrestano e ne riparliamo quando lo liberano.

Fr@ncesco CH ha detto...

Tutto il problema è talmente semplice che quasi non ci si crede.

Cioè, se io lo scrivo, quasi non ci credo.

IL PROBLEMA E' IL DEBITO. NEL SENSO CHE E' LA NATURA ESPONENZIALE DEL DEBITO.

IL DEBITO, GLI INTERESSI COMPOSTI SUL DEBITO, CRESCONO IN MODO ESPONENZIALE, A DIFFERENZA DELLA PRODUZIONE, DELL'AGRICOLTURA, DEL LAVORO E DI OGNI ALTRA ATTIVITA' UMANA MATERIALE.

IL DEBITO E' DENARO CHE CRESCE SUL DENARO, CON GLI INTERESSI COMPOSTI.
IL DEBITO SONO NUMERI CHE CRESCONO IN MODO ESPONENZIALE, MA IN NATURA E NELLA SOCIETA' NIENTE CRESCE IN MODO ESPONENZIALE.

Da ciò deriva un semplicissimo risultato: qualunque attività muore con il debito nel momento in cui gli interessi da pagare sul debito superano la consistenza dell'attività.

E, siccome la natura del debito di cui parliamo è intrinsecamente esponenziale, allora finisce SEMPRE E IMMANCABILMENTE che il debito all'ultimo si mangia l'attività.



L'unico che ha capito bene questa cosa è Luca, il quale prenderà pure in mano i sampietrini ma riesce anche a ragionare con la testa.


La crisi è nata dal fatto che è stata data la facoltà alle banche private di emettere denaro, sotto forma di credito, AD LIBITUM cioè come nel film di Totò dove la macchinetta stampava... Solo che qui è la realtà, e invece della macchinetta che stampava c'è un computer e numeri che magicamente appaiono sul monitor del terminale della banca, e invece di Totò c'è Unicredit, UBS, Deutsche Bank, etc (mi scuso per avere chiuso qui l'elenco bancario ma altrimenti sarebbe sterminato).

Poi arriva la BANCA CENTRALE a salvare le banche.

UN MOMENTO: LA BANCA CENTRALE SALVA LE BANCHE E NON IL CITTADINO?

CERTO: vedi per esempio in USA la Federal Reserve la quale

- non è "Federal" in quanto non è facente parte dell'amministrazione federale bensì è di proprietà privata

- non è "Reserve" in quanto non è riserva di alcunché visto che possiede ZERO oro e ZERO argento: dichiarazione sotto giuramento di Ben Bernanke (presidente della FED) davanti al Congresso USA
(e difatti ora non si riesce più a capire dove l'oro USA sia andato a finire...)

e in un anno solo (2008) ha girato ai privati (Merril Lynch, Goldman Sachs, etc) 16 TRILIONI DI DOLLARI LADDOVE IL DEBITO PUBBLICO USA (che è il debito pubblico più grande del mondo) E' DI 14,5 TRILIONI DI DOLLARI: IL PIU' GRANDE TRAVASO DI RICCHEZZA, E CONSEGUENTEMENTE DI POTERE, DELLA STORIA IN UN ANNO SOLO.


E TUTTO QUESTO PERCHE'? Te lo spiega Luca perché: perché lo Stato ha demandato a una banca centrale di proprietà di privati la facoltà di stampare moneta e conseguentemente lo Stato è costretto a chiedere a debito la valuta circolante a corso legale ai privati i quali fanno pagare allo Stato il 5% annuo (se va bene) sulla valuta che loro prestano allo Stato (=titoli di Stato).

Fr@ncesco CH ha detto...

A QUESTA RAPINA CI SONO DUE SOLUZIONI A LUNGO TERMINE:

-una più "statalista", ma a mio avviso comunque più efficiente del sistema attuale, che è quella proposta da Luca: che lo Stato emetta autonomamente denaro senza prenderlo a prestito

-una meno statalista che è quella che io preferisco: il free banking

http://it.wikipedia.org/wiki/Free_banking

http://en.wikipedia.org/wiki/Free_banking

cioè un sistema dove NON ESISTE BANCA CENTRALE
NON ESISTE VALUTA A CORSO FORZOSO (CIOE' LEGALE)
LE BANCHE SONO SOCIETA' COMMERCIALI, CIOE' IMPRESE, E NON GODONO DI ALCUNA LEGISLAZIONE SPECIFICA

Nel free banking se presti più di ciò che hano in cassa sono cavoli tuoi e fallisci (e lo Stato non ti salva).
Nel free banking le banche non hanno alcun privilegio e sono trattate come una qualunque altra impresa privata.
Nel free benking si tende a usare oro e argento come valuta, e ciò è importante in quanto "la stampante dell'oro e dell'argento è solo nelle mani di Dio".

Io ho una leggera preferenza per il free banking, ma tutti e due i sistemi sarebbero a mio avviso di gran lunga migliori del sistema attuale.

IL SISTEMA ATTUALE E' INSOSTENIBILE: CREA BOLLE E POI RECESSIONI PERCHE' LE BANCHE SONO UNA SLOT MACHINE TRUCCATA SENZA RESPONSABILIZZAZIONE ALCUNA.

LE BANCHE HANNO MESSO IN PIEDI UN CASINO' FATTO DI DERIVATI SU DERIVATI ESOTICI DI CARTOLARIZZAZIONI, "VEICOLI OFFSHORE", SPECULAZIONI SU TUTTI GLI IMMOBILI DALLE TORRI DI DUBAI AI VILLAGGI RESIDENZIALI IN SPAGNA ALLE VILLE IN IRLANDA AGLI UFFICI IN ISLANDA ALLE CASE DA 300MILA DOLLARI PER GLI IMMIGRATI MESSICANI CHE GUADAGNANO 15MILA DOLLARI L'ANNO, DAI BOND GRECI E ISLANDESI AI FONDI DI BERNIE MADOFF ETC...

DI CUI ALLA FINE LE STESSE BANCHE E I LORO CAPI HANNO PERSO IL CONTROLLO.

E noi stiamo pagando per loro.

Red5goahead ha detto...

Temo che Gdmster abbia ragione sulle preoccupazioni riguardo la sicurezza del test dell'e-cat da 1 MW . ovviamente speriamo vada tutto bene e che le autorità siano avvertite e consapevoli.

tia ha detto...

Che bello vedere gente che avrebbe difficoltà a spiegare cos'è un CDS parlare di alta finanza e della sovranità della moneta.
La versione moderna di quello che accade quando gioca l'Italia: tutti qualificatissimi commissari tecnici (CT).

Tanto per ricordare gli anni d'Oro della moneta sovrana detta Lira, e dei favolosi "soldi gratis":
http://api.ning.com/files/-th7YjpLPLE00xGv4o8rLdvgKPrzC*XCK0YlPdmeiVE8h7sDCend4qpiq3q8AEZ6BsJsWf0SOBAj77MeLVZTLFxPMa1fiPxd/rapporto.png
Fa prudere le mani sentire gente che parla di sovranità della moneta.
Se non c'era l'Euro, avremmo fatto gia 3 Default: 2001,2009,2011. Come minimo.

piero41 ha detto...

@Mahler
A quanto ho iniziato a vedere in questi documentari, che mi hai indicato, è riportata dai soliti economisti a senso unico la solita storia dei debiti pubblici delle varie nazioni europee: ci sono i cattivoni guarda un po' le nazioni dell'europa centrale di più antica e matura industrializzazione ed i poverelli pigs periferici di più recente industrializzazione cialtroni con enormi debiti nazionali. Nessuno di questi economisti però, si degna mai di analizzare come nascono questi debiti confrontando percentualmente le entrate fiscali nelle varie nazioni. Tutti sanno che i pigs sono anche gli stati con altissima evasione fiscale ma non vuol dir niente il loro debito vien fuori perchè hanno cercato di imitare il welfare tedesco... Durante l'occupazione tedesca in grecia il debito pub. sparì erano in attivo! Ma guarda un po' che i seri germanici riuscissero a far pagare le tasse anche ai famosi armatori che subito dopo, cacciati i tedeschi, rinominorono al governo i propri burattini, smisero di pagar tasse ed il debito ripartì. "Negli anni 70' i "poveri" operai tedeschi hanno avuto aumenti del 7% mentre i cialtroni hanno dato aumenti agli operai Fiat del 27%!!" Che cazzo di analisi economisti del cavolo se volutamente a non ricordare che in quel periodo la lira, la dracma subirono svalutazioni continue di almeno il 30% volute dagli industriali per mantenere così la competitività della Fiat e delle altre imprese cialtrone che solo svalutando potevano mantenere competitivi con i tedeschi i loro prodotti. Mio padre (operaio) mi diceva che al mare a Rimini lui andava con la seicento, gli operai tedeschi arrivavano con le loro BMW, Mercedes ecc. Viva la differenza economisti dei miei... Sarò un cretino ma mi sembra chiaro che già dall'anteguerra Germania, USA, Francia England (nazioni a capitalismo maturo) avevano capito quel che solo ora sembra entrare in testa anche alla Marcegaglia: per una sana concorrenza o le tasse non le paga nessuna impresa (ed è sempre più difficile) o le pagano tutte le imprese .. Se accadesse questo(pia illusione) forse non ci sarebbe bisognodi ridurre il nostro welfare ed anche i nostri operai si avvicinerebbero a quelli tedeschi . Forse proprio per riuscire ad avvicinarsi a ciò qualche politico italiano più onesto ( De Gasperi in primis) immaginò di legarsi di più a quelle nazioni più mature per non restare sempre sotto il controllo dell'asfittico capitalismo italiano e delle sue imprese cialtrone... Se come mi sembra probabile quegli economisti assoldati dal capitale non vogliono tener conto dell'enorme evasione fiscale che questo può realizzare in queste nazioni pigs allora è la solita storia di popoli che volevano vivere sopra le proprie capacità ed imitare il welfare di nazioni dove le tasse sono una cosa molto seria... Poi arrivò la Cina e l'oriente e tutto cambiò (Marchionnus dixit..) Non sono un economista torno a dire : mi baso su mie osservazioni ed un po' di buon senso, ma se quelle propostemi sono le "sacre analisi indipendenti" o addirittura di "controstoria" mahh!!, aih aih!!; mi sembra che siano ben controllate dal capitale quanto meno..

Luca ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Luca ha detto...

@piero41
Tutti i nostri problemi non li risolveremo mai se vogliamo essere come la Germania. Non dimenticare che di Germania ce n'è una .......

Luca ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Luca ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Luca ha detto...

AH, AH, AH, AH........
Ecco a voi l'esperto in CDS e in debito pubblico, parlare di cose di cui non ha capito niente. Da quanto ha letto cosa sono i CDS su Wikipedia, si sente un grande esperto di economia e giù a dare lezioni a tutti quanti. Rimprovera la gente che a suo dire sarebbe in difficoltà a spiegare cos'è un CDS e dal tono del discorso si intuisce che costoro sarebbero anche responsabili dell'aumento del debito pubblico.
Parla del debito pubblico come se fosse Belzebù e le conclusioni sono semplici ma confuse: MONETA SOVRANA=DEBITO PUBBLICO, DEBITO PUBBLICO=BELZEBÙ, DUNQUE I SOSTENITORI DELLA SOVRANITÀ MONETARIA SONO COME BELZEBÙ.
Che genio, che stringente logica e che cultura, sa persino cosa sono i CDS!!!

Ma vediamo cosa non capisce e non sa apprezzare:
1) Non sa spiegare perché proprio cominciando della “privatizzazione” di Banca Italia (1991-1992) l'ammontare del debito pubblico ha superato il PIL senza mai più scendere sotto il 100%.
2) Non sa spiegare perché la sovranità monetaria non ci azzecca niente con le variazioni percentuali (che siano aumenti o riduzioni) del debito pubblico.
3) Non sa apprezzare la differenza che c'è per lo STATO (collettività) se lui è indebitato con un concittadino anziché con uno straniero.
4) Non sa apprezzare, in relazione alla COMPOSIZIONE del debito pubblico, la differenza che c'è fra un credito verso le famiglie (ovviamente richiede risparmio proprio quello che è calato drasticamente nell'ultimo 20ennio) e un credito verso le banche.
5) Non capisce la differenza che c'è fra il PRESTITO di denaro e la CREAZIONE DI DENARO.
6) Non apprezza il vantaggio di uno stato che può modulare il valore della sua moneta favorendo prezzi concorrenziali delle proprie merci.
7) Non capisce meccanismi monetari così elementari che li capirebbe un bambino, come ad esempio la possibilità di uno stato che controlla le sue politiche monetarie, di combattere la deflazione e favorire l'aumento del PIL, semplicemente mettendo più moneta in circolazione.

Tante altre cose non sa e non apprezza, ma per il momento limitiamoci a queste.

Merlian ha detto...

@ tutti quelli che vorrebbero la moneta sovrana

La Bce è un’istituzione, non è un'entità privata!!! e ha una connotazione politica, perché discende da un Trattato, nel quale s è scelto di dare a un’istituzione federale la gestione della moneta. Oggi, l’euro è una moneta forte, la seconda moneta di riserva a livello mondiale.
Anche se l’unificazione monetaria non è un toccasana, richiede che le finanze pubbliche e l’economia reale siano gestite in un modo più sano.
E poi, l’euro aiuta ma non risolve, gli strumenti che ci stiamo dando per affrontare la crisi sono la strada giusta: vigilanza bancaria europea, il fondo permanente, il coordinamento delle politiche fiscali. Siamo prossimi al normale strumentario di uno Stato unitario; eppure in alcuni di noi resiste ancora l’euroscetticismo e questo perché continuate ad avere un concetto di sovranità economica che non è più valido. Proprio l’ultima crisi, nata negli Stati Uniti (per il quale la parola debito pubblico dovrebbe soltanto far sorridere, o sbaglio?), e arrivata poi da noi, dimostra che la globalizzazione non è un’invenzione degli analisti finanziari, è una realtà. Se siamo arrivati a questo livello d'indebitamento, è anche grazie alla moneta sovrana, tanto bastava stamparla e aumentare il tetto del debito per finanziarlo (l'emissione di moneta per la spesa dello Stato genera debito e causa inflazione elevata) e non è un caso che gli USA debbano parlare di "rischio default", cosa inimmaginabile per una potenza economica come quella americana.

Giovanni Costantini ha detto...

... ma quanto era più interessante leggere i commenti quando si parlava di e-cat ...

Red5goahead ha detto...

ho sentito la pubblicità su Radio24 di "un esperimento" che inizia alle 18 e 30 del 24 c.m. ma non dice di più . perchè dovrebbe riguardare l'ecat?

Scalare ha detto...

@nemo
A queto link: http://www.radio24.ilsole24ore.com/archivio.php?refresh_ce è possibile riascoltare la programmazione di Radio24 dell'ultima settimana.
Se ti ricordi più o meno giorno e ora, puoi riascoltare l'annuncio.

Tra l'altro, Lunedì 18, intorno alle 8.55, è stato mandato nuovamente e per sbaglio l'annuncio della "trilogia" di Mr. kW sull'e-cat.

tia ha detto...

>Ecco a voi l'esperto in CDS e in debito pubblico, parlare di cose di cui non ha capito niente.

L'esperto caro mio sei te, che continui a parlare di cose al di la della tua comprensione. Io non mi ci metto nemmeno a pensarci.

>Rimprovera la gente che a suo dire sarebbe in difficoltà a spiegare cos'è un CDS

Rimprovero a te che parli di alta finanzia senza nemmeno sapere cos'è un CDS.

> e dal tono del discorso si intuisce che costoro sarebbero anche responsabili dell'aumento del debito pubblico.

I responsabili del debito pubblico italiano sono i governi CRAXI-ANDREOTTI-FORLANI (CAF), cosi come si vede dai grafici:
http://api.ning.com/files/-th7YjpLPLE00xGv4o8rLdvgKPrzC*XCK0YlPdmeiVE8h7sDCend4qpiq3q8AEZ6BsJsWf0SOBAj77MeLVZTLFxPMa1fiPxd/rapporto.png

>1) Non sa spiegare perché proprio cominciando della “privatizzazione” di Banca Italia (1991-1992) l'ammontare del debito pubblico ha superato il PIL senza mai più scendere sotto il 100%.

Apri gli occhi e guardati il grafico che ho messo.

>2) Non sa spiegare perché la sovranità monetaria non ci azzecca niente con le variazioni percentuali (che siano aumenti o riduzioni) del debito pubblico.

Mettiti d'accordo con te stesso (punto 1) )

>7) Non capisce meccanismi monetari così elementari che li capirebbe un bambino, come ad esempio la possibilità di uno stato che controlla le sue politiche monetarie, di combattere la deflazione e favorire l'aumento del PIL, semplicemente mettendo più moneta in circolazione.

Stando a sentire te si finirebbe così: http://t2.gstatic.com/images?q=tbn:ANd9GcS-tLu16itg753CFuu11yiipCw2Up7PpB6NvDKBbx5MMzaRLmelrlzsnXmd

>Tante altre cose non sa e non apprezza, ma per il momento limitiamoci a queste.

Tu inizia a studiare.

Giancarlo Rossi ha detto...

Ho eseguito diverse traduzioni e analisi sui costi delle energie rinnovabili per Wikipedia e sono arrivato alle seguenti conclusioni:

1) L'energia rinnovabile più promettente come costi e disponibilità e quella mini e micro-idroelettrica, con la capacità di arrivare
dal 50 al 100% della potenza fornita dalle attuali dighe in Italia.

2) La seconda maggiore possibilità è quella di abbattere alcune grosse dighe obsolete e sostituirle con dighe più alte e
con condotti disegnati al computer per evitare perdite di potenza. La sola sostituzione dei magneti convenzionale dei generatori
con magneti al NEODIMIO aumenterebbe la produzione di elettricità delle dighe del 10-20%.

3) Questa sostituzione con il NEODIMIO è importantissima, in effetti è applicabile a quasi tutte le forme di energia
(In effetti la CINA ha proibito l'esportazione delle "terre rare", tra queste il NEODIMIO).

4) Il Solare-fotovoltaico deve essere sfruttato in Sicilia, Sardegna e Calabria... altrove risulta una paraculata per fregar soldi allo stato!

5) Il Solare-termico dovrebbe essere reso OBBLIGATORIO... dalla Toscana in giù.

6) L'eolico va installato nelle isole e nell'Appennino, dove può contribuire, anche se è incostante--> trasformazione in idrogeno.

7) Il nucleare... l'ho studiato a fondo e credo che 4-8 reattori si potevano costruire per il Nord d'Italia... con tecnologia CANDU
(che impiega combustibile già usato in altri reattori e che è molto più facile da fermare)
COMUNQUE HO VOTATO SI AL REFERENDUM ANTI-NUCLEARE.

8) Di tutte le "fonti" la migliore per uso domestico è quella del risparmio: doppi vetri obbligatori, retrofit energetico delle case,
obbligatorietà delle lampade a basso consumo.

9) Ultimamente è stata scoperta una vernice... GIGATHERM che è isolante come l'AEROGEL e riflette gli infrarossi:

http://www.ingegneri.cc/articolo/4333/Progetto-Gigatherm-Rivestimento-isolante-ad-alta-efficienza

Giancarlo Rossi ha detto...

@Luca

Su molte cose hai ragione (anzi tonnellate di ragione per gamba), ma presentandole così, insultando i tuoi interlocutori, non aiuti la comprensione di certi fatti storici.

I principali responsabili dell'entrata dell'Italia nella zona Euro sono stati il CAF (Craxi-Andreotti-Forlani) e i loro seguaci e tirapiedi, come AMATO, che prepararono l'entrata nell'Euro grazie all'adeguamento nella "Banda Stretta della Lira" nel Sistema Monetario Europeo.

La Lira era una moneta facilmente svalutabile, questo induceva alla crescita dei consumi, agli investimenti nell'edilizia (altrimenti ti trovavi dopo 10 anni con contanti che valevano la metà, come potere d'acquisto).

Non potevi portare le lire all'estero e trasformarle in franchi, marchi o dollari, perché era VIETATO.

Anche il PDS (come denunciato da Paolo Barnard) si è associato a questa operazione, per via dei "miglioristi".

Si diceva che entrando nell'Euro, gli interessi da pagare sul debito si sarebbero ridotti enormemente. Qualcuno già preannunciava i Bond Europei.

Entrando nell'euro, Prodi converte un debito in lire (controllabile, svalutabile) in un debito in moneta forte. Avrebbe dovuto procedere al consolidamento del debito, tagliando in modo netto e arbitrario una parte (come fece l'Argentina), scambiando un'altra parte forzatamente con azioni delle Ferrovie SS, di Alitalia, dei telefoni (invece di regalarli a De Benedetti), dell'Enel, ecc... oltre che di una qualche società mista che gestisse musei, palazzi e patrimonio storico.

Invece no, secondo voi perché?

Perché sono proprio i nostri banchieri, politici e industriali a detenere il debito pubblico. Sono loro gli "Insider Traders" del debito pubblico, e sanno, in base a proiezioni matematiche, e alle loro decisioni politiche... quando fallirà lo Stato Italiano (cosa prima o poi inevitabile)... ma loro usciranno dai BOT forse il mese prima!

Quando dico "i politici", intendo principalmente PDL, PD e UDC... gli altri partiti mi sembrano meno "rognosi".

Romano PRODI (tirapiedi del Bildeberg) e Silvio BERLUSCONI (illuminato al 100%)
non hanno fatto altro che continuare queste politiche.

TREMONTI ha ragione quando velatamente insinua questa cosa: "Se non facciamo gli Euro-Bond falliremo sicuramente".

Ma secondo voi, i Tedeschi accetteranno di mettere in comune il loro debito con paesi dove si evade allegramente il fisco, dove si va in pensione a 60 anni, dove lo scudo fiscale era del 5% (e non il 30-40%), dove si avviano inutili progetti faraonici, dove si mantengono migliaia di sfaticati come i preti oppure i pre-pensionati e i finti invalidi?

Red5goahead ha detto...

la pubblicità è qua.

http://goo.gl/Glxml

dal min. 7 e 20 secondi , in poi.

ripeto non so se vi riferite a questo perchè è criptico.

Luca ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Vincenzo Bonomo ha detto...

@Daniele
In un Paese di allineati e coperti come l'Italia il tuo "outing politico" ti fa onore e questo al di la del fatto che condivido molte delle tue riflessioni sullo stato della società attuale.

Luca ha detto...

@Giancarlo Rossi
Guarda per me, Romano Prodi, Berlusconi e tutta la Banda Bassotti, potrebbero anche buttarli nel cesso, sfondi una porta aperta.
Però non tollero quei pirla, bastian contrario per partito preso, che impiccherebbero la madre piuttosto di dar ragione a chi ha ragione: @tia ne è l'esempio lampante...

Luca ha detto...

@tia
Continua così che mi diverto …..........
Il problema caro inetto non è studiare molto o poco, ma comprendere in modo critico quello che si studia e tu, mi spiace, ma non ci riesci.

tia ha detto...

>Perché sono proprio i nostri banchieri, politici e industriali a detenere il debito pubblico.

Il maggior debitore dello stato italiano sono gli italiani coi loro BOT. Trasformare i risparmi degli italiani in carta straccia equivale al suicidio economico e sociale.

>Però non tollero quei pirla, bastian contrario per partito preso, che impiccherebbero la madre piuttosto di dar ragione a chi ha ragione: @tia ne è l'esempio lampante...

Studia, studia.

mau ha detto...

scusate se esco dalla spicciola economia e rientro un po' nella geopolitica.

la strada è l'integrazione europea non la dissoluzione dell'EU/euro in tanti piccoli pesciolini facilmente controllabili/mangiabili dai futuri pesci grossi. non ci possono essere 25 svizzere funzionanti.

questa crisi è anche una crisi di dislocazione geopolitica. gli USA stanno perdendo il loro status. il maggiordomo UK ne subirà le maggiori consuegenze. il resto dei camerieri devono capire che sta finendo il tempo del vassallaggio e è giunto il tempo di andare avanti con la cooperativa. cooperativa che ha già raggiunto l'ottimo risultato di far finire la conflittualità interna.

il mito della moneta sovrana, 1000 monete sovrane, con i facili miopi trucchetti dell'immediato. stampare e stampare carta sempre più straccia serve a poco e diventa una cattiva idea se si guarda un po' più in là. ed è comunque un salasso ai danni dei comuni cittadini.
diversamente non credete che gli USA non sarebbero nella situazione in cui sono? tanto più che la loro moneta è ancora (ma non per molto) la reserve currency.
e la GB vi sembra che sia messa molto bene con la sua sovranissima sterlina?
anche se è fortissimo il fuoco di sbarramento mediatico proveniente dagli "amici" anglosassoni, con i cannoni delle agenzie di rating che sparano in modo a dir poco sospetto (non si sputa, o lo si fa malvolentieri, nel piatto dove si mangia), questa crisi è cominciata a wall street e finirà lì, dove la finanza mondiale ha il suo centro operativo.

io dico che non ci son più "amici", ognuno pensa per sè e teniamoci stretti i pochi punti di forza (EU) che serviranno e tanto nel dopo crisi.

piero41 ha detto...

@tia
Scusa se mi intrometto nel tuo discorso economico sul debito pubblico, a me è venuto diciamo il "pallino" di considerarlo in altro modo, e se non ti disturba risondere ad uno del "quarto tipo secondo il nostro Rossi " aspetto tue parole semplici non universitarie.. dunque
Il debito pubblico nazionale viene fuori come differenza fra l'irpef riscossa e le spese per il welfare pagate . E' enorme il debito perchè in Italia come in Grecia le spese sono troppo alte quindi vanno ridotte diminuendo o togliendo le poche conquiste sociali a chi lavora. Sembra chiaro e logico.. Poi gli stessi sig.ri che ci dicono questo in un altro momento ti confermano sorridendo che si l'IRPEF ogni anno è evasa quasi al 50% ( qua ed in Grecia dai soliti birichini) Ecco la semplice verità, mi sembra: il debito si è formato perchè i soliti noti (9% che possiede il 40% dei patrimoni ) ha fatto mancare in toto od in gran parte il proprio giusto contributo allo stato da decine di anni. Lo fanno mancare ricattando economicamente partiti e governi che controllano che perciò hanno sempre evitato seri controlli ed indagini fiscali sul mondo industriale, immobiliare, bancario ecc. la pervicace volontà del sig. Berlusconi a non applicare la patrimoniale ne è un chiaro esempi, incomincerebbero ad emergere troppi patrimoni in Italia in evasione... se poi vuoi leggere anche il mio intervento delle 7:45..
di nuovo scusa e grazie

Giancarlo Rossi ha detto...

@ Tia

Il suicidio economico e sociale SI STA VERIFICANDO ADESSO... parla con agricoltori, artigiani, disoccupati, insegnanti, maestri, medici, metalmeccanici, negozianti, ricercatori universitari, ecc.

Attualmente ci sono intere categorie che hanno visto il loro stipendio ridotto al 50% o addirittura a zero.

E poi vedi, i banchieri recentemente hanno fatto cose "terrificanti" come ad esempio portare l'Euro a 1,5 per dollaro... questo vuol dire per le imprese NON esportare, dover licenziare, NON potere pagare tasse e mandare le finanze pubbliche in rovina
(anche per cassa-integrazione)

Consolidare i BOT, ad esempio riconoscendone soltanto il 90% del valore nominale in Euro e ripagandoli con altri BOT con un 3% d'interesse rimborsabili in 10 anni, danneggerebbe lievemente quella parte della società italiana che ha risparmi in BOT (si suicideranno loro, al massimo).

E comunque si tratterebbe di un ottimo investimento, visto che il Nasdaq ha dato un rendimento del 1% annuo nel decennio 2001-2011 (senza contare le aziende che sono fallite)

DUNQUE IL SUICIDIO STA AVVENENDO ORA!

Luca ha detto...

@tia
Da quell'ignoratone che sei non sai neanche la differenza fra debiti e crediti.
Chi possiede titoli di stato è creditore!
In Italia nel 1991 il 94% dei titoli di stato era sottoscritto da residenti, oggi invece il 44% dei titoli di stato è in mano a sottoscrittori stranieri ai quali dobbiamo pagare gli interessi.

Ripassati la lezione, guardati i grafici e le tabele che magari capisci!!!

Luca ha detto...

@mau
Se esiste un mito è quello dei signoraggio, non quello della moneta sovrana visto che nel ventesimo secolo ci abbiamo convissuto per almeno 40anni.
Il signoraggismo che tu predichi è una fesseria, senza contare che è stato foriero delle più stupide e astruse teorie complottistiche......

Teknico ha detto...

Purtroppo qualsiasi cambiamento si volesse fare (ammesso e non concesso che i potenti lo vogliano fare) avrebbe sempre un vizio di fondo, sarebbero decisioni prese da esseri umani che sono soggetti a interessi, particolarismi, campanilismi, egoismi, emotività e chi più ne ha più ne metta.
Gli uomini non sono "programmati" per perseguire il bene comune (basta vedere la legge dell'evoluzione, la legge del più forte) per cui forse l'unica speranza potrebbe essere una AI (intelligenza artificiale) super potente che decida al posto nostro. Poi magari come Skynet di terminator si rende conto di essere talmente superiore a noi da considerarci inutili pidocchi parassiti del pianeta e ci stermina :)

Luca ha detto...

Provate per un momento a dimenticare la questione del debito pubblico, spesso e volentieri mal posta e che lascia adito a prodigi dell'intelletto come @tia, di fare confusione su concetti elementari come quelli di credito e debito.
Vi sembra stravagante interrogarsi sul perché le politiche monetarie debbano essere controllate dalle banche private e dalle lobby finanziarie, anziché dallo stato?
Preferite dar credito a un signore o signorino che in questo blog, qualche post fa, ha propagandato scuole di pensiero economico alquanto esotiche, le quali, vai a scoprire sulla rete, al massimo si dilettano in vendite piramidali?

Luca ha detto...

Non credo sia solo una questione di intelligenza morale che è pure una cosa importante.......
Bisogna prendere in considerazione anche le leve finanziarie e monetarie, andare a vedere chi le detiene e cosa ci fa. Voglio dire una banalità e penso che se fosse lo stato a controllare moneta e finanzia sarebbe meglio!!!

Merlian ha detto...

By the way, Gheddafi è stato ucciso...

http://www.guardian.co.uk/world/middle-east-live/2011/oct/20/syria-libya-middle-east-unrest-live#block-38

piero41 ha detto...

Era prevedibile fin dall'inizio: allora poteva godersi la sua grande famiglia ed i suoi miliardi; ma la sete del potere sugli uomini l'ha accecato fino alla quasi distruzione della "sua" terra e della "sua" famiglia... in fondo l'ha voluta lui, l'ha cercata ed ora infine l'ha trovata ... da disperato ...

tia ha detto...

@piero41

Il debito pubblico italiano è generato dallo sperpero di soldi pubblici (spesa pubblica) e dal fatto che certi governi (un esempio a caso: Berlusconi) NON vogliono perseguire l'evasione.
Possibile che in germania 1 km di TAV costi tra le 4 e 6 volte di meno che in Italia? Chi ci mangia? E' tutta li la questione.
Il CAF ha fatto raddoppiare il debito pubblico. E poi viene sta gente, tipo Luca, a dirmi che la colpa è la sovranità della moneta?
LA COLPA E' CHE LA CLASSE POLITICA ITALIANA DA 30 ANNI A QUESTA PARTE (salvo qualche rara eccezzione) HA SOLO PENSATO A RIEMPIRSI LE TASCHE!

@Giancarlo
La soluzione non è certo la sovranità della moneta o altre cazzate del genere.
Iniziamo dai 100 MILIARDI scudati al 5%, iniziamo a ritassarli al 45% (scaglione IRPEF massimo, quello che quei LADRI avrebbero dovuto pagare) e vedi te quanti soldi per il welfare.

>E poi vedi, i banchieri recentemente hanno fatto cose "terrificanti" come ad esempio portare l'Euro a 1,5 per dollaro

Ma quali banchieri, è la FED che sta tenendo basso il tasso svalutando il dollaro. La BCE ha preferito altre strategie, anche perchè il petrolio si paga in dollari, non in euro.

Luca ha detto...

@tia
Ti diffido dal far intendere che io sosterrei una tesi favorevole al magna magna italiano, come se tale sistema non sarebbe da combattere.
Fatti visitare da uno psichiatra!

@tutti
Io aborrisco i privilegi della casta, l'evasione fiscale, il lavoro nero, le economie sommerse di qualsivoglia natura compreso quella mafiosa!
Ovviamente ho le mie idee sulla globalizzazione e credo che gli argomenti relativi alle lobby finanziarie sovranazionali e alle politiche monetarie non siano da trascurare.

piero41 ha detto...

@tia
Oltre che alle multinazionali del farmaco e delle costruzioni c'è il sistema mafioso politico- che incassa mazzete . Ma anche per i politici sono briciole(tranne Il Nostro.. caso a parte..) La grande rapina all'irpef credo che viene dall'elusione/ evasione della grande finanza che anche attraverso lo storno nei paradisi fiscali all'estero sottrae al fisco italiano quel che vuole (cercare su REPORT l'anno scorso)... Se mancano enormi cifre nell'entrate del fisco e dell' iva è evidente che i soli stipendiati che pagano le tasse al 100% ma su stipendi sempre più bassi, non bastano ed il debito cresce..

tia ha detto...

>La grande rapina all'irpef credo che viene dall'elusione/ evasione della grande finanza


Allora prova a comprare casa, a chiamare l'ideaulico o andare dal dentista.
La grande evasione è il nero, nero che per i piu ladri viene portato ad esempio in svizzera.
Per le aziende invece è la falsa fatturazione.

>dell' iva è evidente che i soli stipendiati che pagano le tasse al 100% ma su stipendi sempre più bassi, non bastano ed il debito cresce..

L'IVA la evade anche chi prende lo stipendio come operaio/impiegato. La evade quando paga in nero il meccanico/dentista per "pagare di meno".

Paul ha detto...

Una curiosità, forse l'avete già visto:

il sito www.e-cat.com
viene rediretto ad un sito
Google GREEN

Forse forse è coinvolto con Rossi?

mau ha detto...

@Luca
>Se esiste un mito è quello dei >signoraggio, non quello della >moneta sovrana visto che nel >ventesimo secolo ci abbiamo >convissuto per almeno 40anni.
>Il signoraggismo che tu predichi è >una fesseria, senza contare che è >stato foriero delle più stupide e >astruse teorie complottistiche...

e chi ha mai parlato di signoraggio? son d'accordo sull'astrusità delle conspiracy theories fondate sul signoraggio.
figurati se vado a predicarle.

quando dicevo mito della moneta sovrana... il mito è pensare che sia scelta saggia. non intendevo dire che la lira non è mai esistita. men che mai parlare di signoraggio.

ah, forse ho capito. quando parlo di vassallaggio parlo di geopolitica non di economia. italia e altri stati europei vassalli -> Impero USA

nemo ha detto...

@Red5goahead
Esatto Red! E' l'annuncio che avevo sentito. Mi aveva fatto pensare all'e-cat. Alla fine dice anche :

In collaborazione con Ford.

Che dite?
Nel laboratorio di radio 24

gli scienziati sono al lavoro

L'esperimento ha inizio lunedì 24..

Tutto molto misterioso..

Giovanni ha detto...

@Teknico
Vero ciò che dici sulla evoluzione ma,forse,in un sistema globalizzato con tanti individui in uno spazio ristretto e molto sfruttato l'evoluzione potrebbe lavorare non più sull'individuo ma sulle masse.Il vantaggio evolutivo più grande è l'intelligenza da cui nasce l'adattabilità,questa è nata individualmente poi in gruppi(branchi)di predatori fino alla nascita del fattore culturale per tramandare gli strumenti utili all'intelligenza e figli della stessa.L'effetto serra,la sovrapopolazione,un sistema di branco globale gerarchico con capi e gregari che genera un sistema (naturale)di conquista che si regge sulla crescita economica,ha oramai portato la nostra specie alla resa dei conti e se vogliamo sopravvivere dobbiamo evolverci collettivamente sentendo che siamo un organismo unico composto da individui,che non si annullano nel colletivo,ma che lo alimentano con la propria unicità e sopratutto con il proprio cuore.Forse,se fino ad ora l'intelligenza cognitiva è stata il maggior vantaggio evolutivo,stiamo entrando in una era in cui vantaggio maggiore sarà l'intelligenza del nostro cuore con quello che ne consegue.L'e-cat è un tassello fondamentale di questo mutamento e non ci vedo il caso nella sua comparsa...concordo che Dio non gioca a dadi con l'universo...

Posta un commento

Ovviamente 22passi è un blog, non una rivista on line, pertanto la responsabilità di quanto scritto in post e commenti appartiene solo ai rispettivi autori. Chi è abilitato a pubblicare su 22passi deve evitare botta&risposta a distanza con utenti di altri blog o forum (donde può comunque trarre contenuti citandone la fonte).

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.

Related Posts with Thumbnails