Siamo appassionati d’Amore onestà spiritualità arte poesia politica democrazia sostenibilità tecnologia green-energy cold-fusion LENR medicina alternativa cambi di paradigma rivoluzioni scientifiche criptoarcheologia e “tante cose infinite, ancor non nominate”. Siamo uno specchio capovolto della realtà, fuori c’è il patriarcato qui una "società gilanica", fuori c’è il petrolio qui siamo pro E-Cat: per previsioni sull’esterno invertite (quasi) sempre i risultati dei nostri sondaggi interni!

>>>> CERCHI LIBRI SUL BENESSERE DEL CORPO, DELLA MENTE E DELLO SPIRITO?

BACHECA DEL BLOG

22passi è un blog non una rivista on line, pertanto la responsabilità di quanto scritto in post e commenti dovrebbe appartenere solo ai rispettivi autori. In ogni caso (cfr. Sentenza Corte di Cassazione n. 54946 del 27 dicembre 2016), le persone fisiche o giuridiche che si reputassero diffamate da determinati contenuti, possono chiederne la rimozione contattando via email l'amministratore del blog (vd. sezione "Contatti") e indicandone le "coordinate" (per es. link, autore, data e ora della messa on line).

mercoledì 23 luglio 2008

La fonte della poesia

Il porto sepolto Vi arriva il poeta e poi torna alla luce con i suoi canti e li disperde Di questa poesia mi resta quel nulla d'inesauribile segreto.
Questi versi di Giuseppe Ungaretti, (nella foto) sono un buon esempio sia della forma essenziale sia della fonte preziosa della sua produzione poetica, qui sulle stesse vette eterne di altri suoi celebri componimenti quali Sereno, Soldati, Mattino. L'allusione allo scavare in basso, data dal titolo e dal secondo verso, che evoca lo sprofondare dell'artista fino alle radici dell'inconscio, non è in antitesi al salire verso il cielo, sfiorare cioè le sorgenti stesse della Vita e dell'Amore, come spiega la famosa massima ermetica: Quod est inferius est sicut quod est superius, et quod est superius est sicut quod est inferius ad perpetranda miracola Rei Unius (Ciò che è in basso è come ciò che è in alto, e ciò che è in alto è come ciò che è in basso, per compiere i miracoli della Cosa Una). Comunque la si voglia vedere, un buon poeta è solo apparentemente un autore (etimologicamente colui che crea e inventa cose nuove), piuttosto è un canale che mette in comunicazione il mondo visibile con quello invisibile, un traduttore del divino in termini umani. L'indicibile è come un unicorno che non può essere catturato dalle gabbie delle parole, il poeta che ha avuto la fortuna di incontrarlo prova a raffigurarcelo con una sorta di dipinto lessicale... e a volte ci riesce!

0 : commenti:

Posta un commento

22passi è un blog non una rivista on line, pertanto la responsabilità di quanto scritto in post e commenti dovrebbe appartenere solo ai rispettivi autori. In ogni caso (cfr. Sentenza Corte di Cassazione n. 54946 del 27 dicembre 2016), le persone fisiche o giuridiche che si reputassero diffamate da determinati contenuti, possono chiederne la rimozione contattando via email l'amministratore del blog (vd. sezione "Contatti") e indicandone le "coordinate" (per es. link, autore, data e ora della messa on line).

Related Posts with Thumbnails