Un blog per appassionati d’Amore onestà spiritualità arte poesia politica democrazia sostenibilità tecnologia green-energy cold-fusion LENR medicina alternativa cambi di paradigma rivoluzioni scientifiche criptoarcheologia e “tante cose infinite, ancor non nominate”. Uno specchio capovolto della realtà: qui siamo una società gilanica, fuori c’è il patriarcato; qui siamo pro E-Cat, fuori c’è il petrolio... per fare previsioni sull’esterno invertite SEMPRE i risultati dei nostri sondaggi interni!

>>>> CERCHI LIBRI SUL BENESSERE DEL CORPO, DELLA MENTE E DELLO SPIRITO?

domenica 23 marzo 2008

Conversioni o esibizioni?

Proprio una strana Pasqua...

Resto perplesso di fronte a esibizioni mediatiche di scelte che attengono le coscienze individuali: alludo naturalmente alla conversione dall'islamismo al cattolicesimo del vicedirettore del
Corriere della Sera, Magdi Allam (un volto ben noto in TV), resa pubblica nientepopodimeno che col battesimo impartito da Papa Benedetto XVI durante la Veglia Pasquale.
Ma tanta pubblicità rende quest'atto sostanzialmente "politico" ai limiti del provocatorio, anche ammettendo la
buona fede di Magdi Allan. E "politica" mi sembra pure la scelta del nuovo nome di battesimo, che certo non lascia alcuna concessione alla fantasia: Magdi Cristiano Allam. Sensazioni confermatemi dai contenuti della lettera scritta dal direttore del Corriere dove avverto i ragionamenti di un uomo più che la fede di un cuore toccato da Dio.

Gli attriti tra Cristianità e Islam non si risolveranno certo con la conversione al cattolicesimo di tutti i mussulmani moderati. Anzi ritengo che episodi come questi accentuano per reazione il solco esistente; e che i mussulmani moderati dovrebbero esprimere i loro valori (poco noti tra gli occidentali) per anteporli con orgoglio a quelli dei loro correligionari fanatici e oltranzisti, estremisti che personaggi come Oriana Fallaci assimilavano tout court all'intero Islam. Pregiudizio che, a leggere la lettera sopra linkata, sembra perpetrare lo stesso Magdi Allam. Cosa c'entra il rendere pubblica l'adesione a una o a un'altra religione con il nostro bisogno di trovare Dio? Se tutti capissimo di poterlo incontrare nel nostro cuore e non in una determinata fede, il motivo stesso di ogni conversione verrebbe meno.

Credo in Dio e nell'immortalità dell'anima, ma non credo nelle religioni ("oppio dei popoli") sempre scese a patti con i poteri terreni. L'umanità troverà pace dalle guerre "sante" soltanto quando supererà i Credi che dividono e si riconoscerà in un'unica spiritualità universale.

Il successivo post è un post scriptum a questo...

0 : commenti:

Posta un commento

Ovviamente 22passi è un blog, non una rivista on line, pertanto la responsabilità di quanto scritto in post e commenti appartiene solo ai rispettivi autori.

Related Posts with Thumbnails