Un blog per appassionati d’Amore onestà spiritualità arte poesia politica democrazia sostenibilità tecnologia green-energy cold-fusion LENR medicina alternativa cambi di paradigma rivoluzioni scientifiche criptoarcheologia e “tante cose infinite, ancor non nominate”. Uno specchio capovolto della realtà: qui siamo una società gilanica, fuori c’è il patriarcato; qui siamo pro E-Cat, fuori c’è il petrolio... per fare previsioni sull’esterno invertite SEMPRE i risultati dei nostri sondaggi interni!

>>>> CERCHI LIBRI SUL BENESSERE DEL CORPO, DELLA MENTE E DELLO SPIRITO?

domenica 3 febbraio 2008

Il picco dell'attività

Sto trascurando il blog questi giorni... lo so. L'immagine accanto illustra perfettamente come mi sento: sto scrivendo... correggendo... impaginando... correndo a destra e manca... pensando tantissimo e dando tante energie a Donne di Vrindavan.

Il catalogo della mostra sta venendo talmente bello ed elegante da togliere il fiato: dobbiamo consegnare il file definitivo alla tipografia entro la prossima settimana, poi tornerò a respirare con calma e ai miei soliti ritmi di aggiornamento del blog. Ne approfitto per ringraziare Alessandro, Rolando e Tancredi per tutto quello che stanno facendo, come Agenzia di pubblicità e comunicazione e come persone, per realizzare dell'ottimo materiale promozionale. E sì, faccio loro pure un po' di pubblicità, se la meritano: grazie a tutta la Blumy e a tutto il T&RB Group!

Vedo che a gennaio, nonostante infiniti impegni, ho scritto ben 26 post nel blog! Mi chiedo dove ne abbia trovato il tempo. Mi sono appena divertito a vedere quante mail ho scritto (in buona parte in risposta ad altre mail) per curare i vari aspetti organizzativi delle prime tre esposizioni in programma, indirizzandole a: Tamara (che frattanto gira il mondo), Vasu (in Nepal e India), Ester (in Inghilterra) e ai tantissimi enti, sponsor e partner coinvolti (o da coinvolgere) nella realizzazione di queste prime 3 date umbre...

  • dal 1 al 10 gennaio 7 mail;
  • dall'11 al 17 gennaio 20 mail;
  • dal 18 al 24 gennaio 66 mail;
  • dal 25 gennaio ad ora 67 mail.
A questo conto mancano poi almeno una decina di mail scritte da un account al quale adesso non posso accedere. Osservo con sollievo che dovrei aver raggiunto e superato il picco dell'attività (spero!) durante la terza settimana di gennaio. E se tante sono state le mail non oso immaginare quante siano state le telefonate...

Mi sono talmente abituato in quest'ultimo mese a lavorare fino alle 3 di notte e svegliarmi comunque alle 7 per andare in ufficio (ho un po' rivissuto gli anni che lavoravo di giorno e preparavo gli esami universitari nottetempo), che ieri, pur imponendomi di andare a dormire entro mezzanotte, ho faticato parecchio a prendere sonno e stamattina ero lo stesso già sveglio alle 6... almeno riprendo a fare con regolarità i Cinque Tibetani, niente di meglio che fare questi esercizi yoga di prima mattina. Prima o poi faccio un post su questi bellissimi esercizi: ogniqualvolta li trascuro a lungo mi ritrovo immancabilmente con problemi di lombalgia; quando li pratico regolarmente sono sano come un grillo. Vi consiglio di trovare una persona che li sappia fare bene e impararli da lei, ve lo consiglio di cuore. Ho avuto questa fortuna qualche anno fa: lei era la mia compagna di allora e tornava, fresca fresca, da un corso dove le avevano insegnato questi 5 esercizi, così fece vedere come si facevano anche a me. Poi il suo entusiasmo, incostante com'era, si spense di lì a poche settimane: io invece i Cinque Tibetani continuai a farli ininterrottamente per un paio d'anni.

Chiusa la parentesi yoga, torniamo ai miei bioritmi. Negli ultimi due, tre anni avevo nuovamente bisogno di almeno 6 o 7 ore di sonno per sentirmi riposato, adesso sembrano bastarmene 5 o 6 (come quando ero giovane!) e questo mi fa molto piacere: così mi ritaglio un po' di tempo per leggere di più. Mi vergogno di confessare quanti pochi libri sia riuscito a sfogliare fino all'ultima pagina dal 2005 ad oggi!

Altra cosa modificata è lo stimolo della fame... si è ridotto drasticamente pure quello. E' un po' come quando si è innamorati (soprattutto la fase della "scoperta" e della "meraviglia"): si è talmente presi dal nuovo universo che sta fondendosi col tuo, che ti dimentichi perfino di mangiare. In questo momento sono a tutti gli effetti "innamorato folle della mostra": mi è successo più volte negli ultimi giorni di cenare solo per stare in compagna con qualcuno, ma senza sentire bisogno di cibo (poi naturalmente l'appetito vien mangiando) e rendermi solo in quel momento conto di non avere mangiato per nulla durante la giornata (saltando sia colazione che pranzo). Va bene anche questo: ne approfitto per bruciare un po' di grassi accumulati.

Lasciandovi con l'augurio di passare una felice domenica, vado a farmi una bella colazione (anche se non ho fame, perché mi voglio bene) e me ne torno a rispondere a nuove mail e a impaginare gli ultimissimi pannelli della mostra, quelli con gli approfondimenti.

0 : commenti:

Posta un commento

Ovviamente 22passi è un blog, non una rivista on line, pertanto la responsabilità di quanto scritto in post e commenti appartiene solo ai rispettivi autori.

Related Posts with Thumbnails