BLOG PER APPASSIONATI D'AMORE, ONESTÀ, SPIRITUALITÀ, ARTE, POESIA, POLITICA, DEMOCRAZIA, SOSTENIBILITÀ, TECNOLOGIA, ENERGIE PULITE, COLD FUSION E LENR, MEDICINA ALTERNATIVA, RIVOLUZIONI SCIENTIFICHE, CRIPTOARCHEOLOGIA E "TANTE COSE INFINITE, ANCOR NON NOMINATE"

>>>> CERCHI LIBRI SUL BENESSERE DEL CORPO, DELLA MENTE E DELLO SPIRITO?

B A C H E C A D E L B L O G

Dal 25 Aprile 2015 (Festa della Liberazione) la possibilità di lasciare commenti nel blog è stata disattivata, eccetto per gli 85 utenti autorizzati e autori ad oggi iscritti. Chi desiderasse fare parte di questa piccola community (Google consente ancora 15 iscrizioni) può mandare due righe di presentazione a 22 passi chiocciola gmail punto com.

martedì 16 luglio 2013

Resoconto sul convegno sulle LENR tenutosi ieri alla Sapienza di Roma

14 luglio 1789: la presa della Bastiglia
Buongiorno a tutti, vi riporto un resoconto a cura di Vincenzo Valenzi e un po' di slides della conferenza sulle LENR svoltasi ieri 15 luglio alla Sapienza a un passo di calendario dalla rivoluzione francese del 14 luglio di 224 anni fa e a pochi passi da Via Panisperna, dove i ragazzi degli anni Trenta diedero il via alla rivoluzione nucleare: "stessa passione, stessi sogni, stessa temerarietà negli occhi, nello spirito e nell'impegno dei vari scienziati che dopo l'apertura dei lavori di Massimo Scalia, organizzatore del seminario, e del Direttore del CIRPS il prof. Vincenzo Naso, si sono succeduti dalle 11.00 fino alle 15.00 in un 15 luglio riscaldato dalla Fusione Fredda che va diventando una realtà."
Buona lettura.

***
"Dopo la storia della Fusione Fredda /LENR ripercorsa da Massimo Scalia - che ha ricordato come il tutto viene da lontano (anni Trenta) e viene rilanciato da professional del rango del presidente della Società Internazionale di Elettrochimica Martin Fleischmann, appoggiato da Giuliano Preparata quando la tempesta si abbatte su di lui - è stata la volta del fisico teorico di Perugia Yogendra Srivastava, che ha mostrato - conti alla mano - come la FF/LENR siano realtà oramai consolidate nell'esperimento di laboratorio e nel Modello Standard... come gli stessi esperimenti del Politecnico di Torino hanno mostrato, con dati di laboratorio alla mano e pubblicazioni di Widom e colleghi e altre in arrivo.

[Link per scaricare le slids bilingue di Srivastava: Reazioni nucleari con materiali “Smart” / Nuclear reactions induced by “Smart” materials (15/07/2013)]

Una rassegna dura e critica ai modelli alle teorie e agli esperimenti quella di Sergio Bartalucci dell'INFN di Frascati, un "esterno" al mondo della fusione Fredda che senza peli sulla lingua ha messo a nudo i punti deboli di questi 20 anni di "Gioventù Fredda" che con l'età va sempre più scaldandosi...

[Link per scaricare le slides di Bartalucci]

[Un "riscaldamento" ribadito da] Francesco Celani che ha riferito degli ultimi lavori di replica del suo esperimento con la Costantana, che sono stati riprodotti da vari gruppi, tra cui ultimo quella della Toyota. Piccoli surplus di energia (dell'ordine di qualche watt) in set sperimentali ben controllati che, assieme all'evidenza di trasmutazioni misurate anche nelle celle milanesi di STM sotto la direzione di Ubaldo Mastromatteo, confermano in modo definitivo che ci si trova davanti a reazioni nucleari.

Reazioni nucleari "fredde" che si vanno scaldando, come veniva ricordato [Valenzi cita una email circolata qualche giorno fa nelle mailing list di ricercatori e appassionati della cold fusion] anche dal prof. Stremmenos, già chimico dell'Università di Bologna e già Ambasciatore Greco a Roma che ricordava nelle sue memorie su Sergio Focardi di quando Sergio gli comunicò a voce "Caro Stemmenso... ci siamo...!"

[Link all'email di Stremmenos: Christos Stremmenos ricorda Sergio Focardi: "Per un ventennio abbiamo condiviso le stesse speranze..."]

Nel mentre viene confermata la lunga fase sperimentale di Focardi e Piantelli appare chiaro anche da dati provenienti da altri gruppi europei, di stanza anche in Italia, che la comunicazione di Focardi è realtà consolidata che attende lo sviluppo preindustriale e industriale su cui i Politecnici e il CIRPS con tutti gli altri Gruppi potranno cimetarsi per lo sviluppo di applicazioni.
Alle 14.00 circa è iniziato l'ultimo intervento in agenda. In una sala attenta, assetata (non solo di scienza) Allan Widom ha fornito uno scenario degli sviluppi della ricerca sempre più prossima alla chiarezza teorica (richiesta a torto e a ragione da più parti) che ha consolidato nella teoria, non solo le LENR, ma anche i nitidi esperimenti del Politecnico di Torino di Carpinteri e colleghi (che il 27 maggio 2013 ci diedero una prova sul campo della serietà e della fondatezza metodologica che va trovando facili spiegazioni negli sviluppi teorici di Widom, Srivastava e Swain). C'è di che riflettere da parte di tutti e vorremmo auspicare che si ritorni alla normale dialettica teorica e sperimentale anche in questo settore che ha visto troppo tempo e troppe energie spese in chiacchiere e manifesti che con la scienza hanno poco a che fare.

[Link per scaricare le slids di Widom: Electro-Weak and Electro-Strong: Views of Nuclear Transmutations (15/07/2013)]

Dopo alcune considerazioni a margine di Valenzi, ha chiuso i lavori il direttore del CIRPS che seguirà, per gli opportuni sviluppi applicativi, la nuova area di ricerca oramai matura per contribuire a realizzare lo sviluppo sostenibile di cui c'è unanimemente urgenza, non potendosi ritornare alle grotte e neanche vedere il sistema industriale fallire rovinosamente come i casi tristi e controversi dell'ILVA e dell'ALCOA ci segnalano... la punta di un pericoloso Iceberg che rischia di farci naufragare tutti a Occidente e nel Bel Paese in particolare.

Cari saluti
Vincenzo Valenzi
"
22passi.blogspot.com: post n. 2156 (-66)

34 : commenti:

Tizzboom ha detto...

Grazie per le slide. Purtroppo ho notato una sorpresa negativa.

Nella pagina 11 del pdf di Celani quello che si vede nell'immagine non c'entra affatto con quanto scritto nella didascalia. L'evento menzionato anzi (comportamento a "soglia" con il caricamento dell'apparente eccesso di calore) non si è mai verificato nelle celle MFMP. Una volta che i fili sono stati caricati di idrogeno, anche se esso viene rimosso dalla cella e se la resistenza (usata come proxy per il caricamento, non so quanto a ragione) torna al valore originale, l'apparente piccolo eccesso di calore (circa il 5%) non smette di venire prodotto anche dopo giorni nella medesima condizione.

Considerate l'entità e le condizioni incerte di prova (è facile dire celle "sottovuoto", ma a meno di avere un vuoto *molto* spinto, incredibilmente la convenzione interna verso il tubo di vetro ha un ruolo marcato, e conseguentemente il livello del vuoto che non è perfettamente stabile, influisce sulla potenza calcolata in maniera significativa - dato che essa viene calcolata a partire dalla temperatura di una parte del tubo di vetro) io fin'ora non ho avuto ancora modo di convincermi che l'effetto sia reale, con tutta la buona volonta.

Il grafico mostrato, a proposito, mostra quello che succede quando viene contemporaneamente ridotta la potenza alla resistenza di riscaldo della cella da 40W a 35W ed applicato il vuoto (non molto spinto). Tralasciando il fatto che i cambiamenti di potenza in input in negativo provocano ovviamente un picco positivo per inerzia termica (che va saputo interpretare), la formula per il calcolo della potenza in W è calibrata per la cella sotto vuoto, assumendo quindi valori sballati quando ci si allontana da queste condizioni.

triziocaioedeuterio ha detto...

Sempre sostenuto che fino a quando si tratterà di pochi watt in eccesso non si uscirà mai dal limbo della scienza di frontiera per alcuni,patologica per altri..,ci vuole ben altro per smuovere le torbide acque del conservatorismo accsdemico.in questo senso tutte le mie speranze sono rivolte a rossi...

Tizzboom ha detto...

@triziocaioedeuterio
qui purtroppo la questione è diversa, si sono presi dati rappresentanti una certa cosa neutra, se ne è stravolto il significato ingigantendolo a proprio favore. Se la cosa può passare per il follower medio, decisamente non lo fa per chi segue vicenda delle replicazioni indipendenti di MFMP da vicino e non ha mai riscontrato quanto descritto.

Passi il portare acqua al proprio mulino (insomma), ma se non si prendono sul serio le replicazioni dei propri esperimenti come si può immaginare che poi altri lo facciano?

Gaffe od errore volontario? Non essendo la prima volta che Celani od altri suoi colleghi si lasciano andare ad "eccessi di entusiasmo" (guadagni energetici dichiarati notevolmente superiori all'effettivo, "Ministry of aviation", ecc), qualche dubbio a me viene, senza cattiveria, così sull'effettivo corso degli eventi che lo stanno coinvolgendo al momento.

E perché da Mastromatteo ancora nulla di concreto nonostante i claim? Nessun dato, paper, presentazione che avrebbe potuto aiutare anche Celani fra l'altro? A parte le due risicate slide di non immediata interpretazione dell'anno scorso.

"Pochi watt in eccesso" è relativo, comunque. Dipende da come si sono misurati, da quanto ammonta l'input. Se fossero 4W in eccesso continuo (giorni, settimane) senza energia in input oppure input minimo (1-2W ad esempio), sarebbe un grande risultato. Mi sembra fossero queste le cifre su cui si aggirava la replicazione di Mastromatteo l'anno scorso, ma non se ne è saputo più niente a parte vaghi dettagli. Come mai?

Ubaldo Mastromatteo ha detto...

@Tizzboom
C'ero anche io, ma il link alle mie slide ancora non c'è. Il motivo è semplice ed è legato proprio al fatto che poche slide scarne senza la loro spiegazione dal vivo durante la conferenza, non sono facilmente interpretabili: giustissimo il commento a quelle dello scorso dicembre. Per cui sto cercando di rivederle e renderle comprensibili anche per chi non c'era. Comunque, lo scopo principale della mia comunicazione era quello di mostrare che il fenomeno è nucleare e credo che su questo chi era presente dovrebbe averlo capito bene, punto.
Sull'eccesso di calore credo che sia più problematico analizzare l'ecat dove ci sono in ballo i KW che un reattorino da qualche W dove l'errore che si può commettere è decisamente inferiore al W e dopo l'esperimento si può esaminare tutto il materiale attivo e ridurre anche al minimo eventuali emissioni nocive, che qualora ci fossero vorrebbero dire fine della storia, prima che sia cominciata. Infine, dato ancora l'elevato margine di incertezza sui valori della potenza, meglio essere prudenti nelle dichiarazioni. Tanto per capirci, potenza registrata massima 8 W, da replicare per sicurezza @ 450 C. Potenza in ingresso (dipende da quanto è grande il reattore) 27 W. Quantità di materiale 400 mg.
Ubaldo Mastromatteo

Claudio Pace ha detto...

http://www.claudiopace.it/ricerca-lenr-italiana-cirps/ anch'io presente ho fatto focus sulla questione relativa al laboratorio di Frascati

Tizzboom ha detto...

@Ubaldo Mastromatteo

Avrei dovuto scrivere "questi gli ordini di grandezza su cui si aggirava" invece che "queste le cifre su cui si aggirava". Mi sembrava di ricordare che la potenza in input fosse minore.


Se l'eccesso di potenza è reale, non ci vuole molto a dimostrare che non può essere di origine convenzionale, a patto che duri sufficientemente a lungo.

Il problema è appunto dimostrare che esso sia reale, e la precisione del sistema di misurazione adottato prescinde dalla presenza di qualche errore sistematico nascosto da qualche parte che può non essere immediatamente evidente.

Cose come misurazioni spot della temperatura dell'involucro esterno della cella, utilizzare un tubo trasparente, avere condizioni ambientali di prova non ben controllate oppure come nell'ultimo caso, impiegare un vuoto poco spinto come tentativo di eliminare le incertezze dovute alle variazioni di pressione interne o per la comparazione con una cella "bianca", sono tutte potenziali fonti di errore sistematico che non mi permettono per quanto ho avuto modo di vedere, di dire che l'eccesso di potenza osservato (sempre entro circa il 5%) sia stato reale.

Il fatto che in una delle ultime celle di MFMP in cui gran parte di questi problemi sono stati risolti, l'eccesso misurato da un filo di constantana trattata da 400mm "400L" sia stato circa pari a 0 (su 24W in input) non mi rende particolarmente fiducioso sulla riuscita di futuri esperimenti in condizioni ugualmente altamente controllate.

Daniele Passerini ha detto...

@Ubaldo Mastromatteo
Ciao Ubaldo. Le critiche di Tizzboom mi sembrano costruttive... puoi rispondere per favore? Grazie 1000

Go Katto ha detto...

"Il fatto che in una delle ultime celle di MFMP in cui gran parte di questi problemi sono stati risolti, l'eccesso misurato da un filo di costantana trattata da 400mm "400L" sia stato circa pari a 0 (su 24W in input) non mi rende particolarmente fiducioso sulla riuscita di futuri esperimenti in condizioni ugualmente altamente controllate."

Per non dire quanta fiducia infonde sul lavorio di Celani in generale. Per non parlare di quel 10% di Levi in P = T^4. Resto letteralmente basito: davvero nessuno ci era arrivato? Non posso crederlo! Passi per il lettore medio, ma dov'è la mente fine di Robbins quando serve? Avanti di questo passo, toccherà davvero ricontrollare i conti sulla velocità di emissione del vapore dalle prime macchine di Rossi. Qualcuno ci ha già pensato, o siete tutti incollati alla radio?

Daniele Passerini ha detto...

@Go Katto
È dura dirlo, ma davvero mi rivolgo a te come un padre (amorevole) a un figlio: finché interverrai anonimamente ogni tuo commento avrà il valore di una missiva anonima, poco più che zero. Se sei così sicuro delle tue opinioni non vedo perché non debba firmarle col tuo nome e cognome.
Mi si rimprovera di usare due pesi e due misure: di essere contro i nickname "unbè" e pro i nickname "bè". Niente di più falso. Sarà un caso ma tutti i nickname "bè" che scrivono qui dentro o hanno comunque dichiarato pubblicamente la loro identità (es. Mistero = Andrea Rampado) o mi hanno scritto in privato per presentarsi (robi, Tizzboom, Robbins ecc.) e molti ho avuto il piacere di conoscere di persona e con qualcuno pure di stringerei amicizia.
Naturalmente anche tra i nickname "unbè" qualcuno (molto pochi) si è presentato a tutti o a me in privato, ma restano eccezioni. La maggior parte si comporta esattamente come te. Come te lo spieghi?

barnumxp ha detto...

9/4/2013

Barnumxp: "...se si vuol essere creduti - è necessario dire le verità e non le bugie e io in abstract del lavoro di Celani leggo:
"Some of such Researchers (group of M. Fleischmann Memorial Project; U. Mastromatteo) made public their (positive) results"
E QUESTA E' UNA PENOSA BUGIA."

D22:"@barnumxp:.....Vuoi forse dire che è una penosa bugia dire che è una penosa bugia come fai tu?"


17/07/2103

Tizzboom: "@Ubaldo Mastromatteo.....Il fatto che in una delle ultime celle di MFMP...l'eccesso misurato da un filo di constantana trattata da 400mm "400L" sia stato circa pari a 0 (su 24W in input) non mi rende particolarmente fiducioso sulla riuscita di futuri esperimenti in condizioni ugualmente altamente controllate."

D22:"@Ubaldo Mastromatteo
Ciao Ubaldo. Le critiche di Tizzboom mi sembrano costruttive... puoi rispondere per favore? Grazie 1000"



Dani ma lo sai che hai ragione? in effetti basta aspettare: qualche cadavere passa..

Daniele Passerini ha detto...

@barnumxp
Ottima staffetta con Go Katto: cambio di testimone perfetto! ;)
Karl Weick diceva che è sempre meglio un agire caotico che un non agire ordinato... chiaramente non pensava a tutti gli unbè che nell'agire caotico altrui ci sguazzano! :)
A me ha molto colpito il finale del raccontìno morale di A. Turiel pubblicato da Ugo Bardi a puntate su Cassandra: la ff esiste ma è colpa dei suoi ricercatori sciatti se finora non è stata dimostrata scientificamente, ma tra poco se ne impossesserà la scienza mainstream che dirà "ecco, bastava far le cose per bene, con metodo scientifico, e si dimostrava subito che la ff esisteva!"
A te non ha colpito?
Mmmh, sento odore di riposizionamento... riposizionamento urgente! :)))

Go Katto ha detto...

Daniele,
"davvero mi rivolgo a te come un padre".

Acqua: dovrebbe rivolgersi a me come un figlio.
Lei è anche simpatico, ma glielo devo proprio dire sa: dove passo la maggior parte del tempo io, il suo blog non viene mai nominato, la fusione fredda in generale è tabù e chiunque ne abbia a che fare è visto parecchio male, a prescindere dal fatto che stia coi be’ o con gli unbe’. Non insista, non le dirò chi sono, che poi non ha davvero importanza: intanto non ho bisogno della sua approvazione più di quanto ne abbia bisogno Robbins (glielo chieda, magari su cobraf, vedrà che le risponde a tono), poi ho una reputazione da difendere che vale molto di più delle quattro risate che i post e i commenti qui mi procurano.
Buona giornata.

nemo ha detto...

Più che odore sento una gran puzza! Spero che la memoria non ci abbandoni perchè hanno enormi responsbilità.

Gli USA hanno guadagnato un vantaggio enorme in questi anni e i nostri nanetti intelettual/scientifici o astiosi detronati manco si sono accorti di cosa stava accadendo.

Robbins ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Robbins ha detto...

@Go Katto
Ci sono termini diversi e meno "tecnici" di un esponente alla quarta che mi lasciano perplesso. Sto aspettando, non necessariamente altri cadaveri (Il colpo del knock-out, come si usa fare con i dissidenti sia in Kazakistan che nei centri di ricerca italioti - "dagli addosso che è a terra, così ce lo leviamo dalle pa**e!" Signorile, devo dire.).

Silvio Caggia ha detto...

@go katto
"dove passo la maggior parte del tempo io, il suo blog non viene mai nominato, la fusione fredda in generale è tabù e chiunque ne abbia a che fare è visto parecchio male, a prescindere dal fatto che stia coi be’ o con gli unbe’."
...
"ho una reputazione da difendere che vale molto di più delle quattro risate che i post e i commenti qui mi procurano."

Insomma lei vive in un posto di schifo e viene qui a prendere una boccata di aria fresca... :-) del resto, se lei vivesse in un posto piu' bello, porterebbe qui un raggio di sole invece che schizzi di m... :-D
Le mando un abbraccio di luce... Vedra' che si fara' una bella risata e si sentira' meglio... :-)

Silvio Caggia ha detto...

@go katto
"dove passo la maggior parte del tempo io, il suo blog non viene mai nominato, la fusione fredda in generale è tabù e chiunque ne abbia a che fare è visto parecchio male, a prescindere dal fatto che stia coi be’ o con gli unbe’."
...
"ho una reputazione da difendere che vale molto di più delle quattro risate che i post e i commenti qui mi procurano."

Insomma lei vive in un posto di schifo e viene qui a prendere una boccata di aria fresca... :-) del resto, se lei vivesse in un posto piu' bello, porterebbe qui un raggio di sole invece che schizzi di m... :-D
Le mando un abbraccio di luce... Vedra' che si fara' una bella risata e si sentira' meglio... :-)

Robbins ha detto...

Calma: Mi sembra necessario distinguere tra chi trova la bomba atomica "umanitaria" (un imbecille), e chi prende in giro le relazioni di Celani. Sennò si fa come il Napoleone di Tirrenia, che oscilla tra slinguazzamenti e terribili censure.

gio ha detto...

@ daniele
>Mmmh, sento odore di riposizionamento... riposizionamento urgente! :)))

..è l'italica tradizione del cambio di casacca in corsa.......che colpisce tutti i ceti, classi e professioni.........

p.s.: il racconto è veramente pallosetto

gio ha detto...

@ daniele
aggiungo:
l'italico bipede è eccezionale nel timing del cambio di casacca....giusto un attimo prima che tutto accada:)

Vincenzo Bonomo ha detto...

@go katto
Vista la sua assiduità da queste parti immagino avrà la mascella dolorante per le risate che le procuriamo.
L'alterigia accademica che traspare dalle sue parole non le fanno onore, mi ricordano quelle di un matematico del blog specchio di Franchini che non perdeva occasione di bacchettarci dall'alto della sua cattedra, mi piacerebbe vedere la sua faccia alla notizia che la congettura dei numeri primi gemelli è stata risolta brillantemente da un improbabile ricercatore che ha fatto di tutto nella vita per sbarcare il lunario, perfino vendere panini!

Robbins ha detto...

@Vincenzo Bonomo
Credo NON si tratti di un matematico, ma di un logico. Sono razze diverse.

MISTERO ha detto...

@Nemo
@Domenico
Ieri su History Channel +1 in una puntata della serie "MISTERI ALIENI", dei ricercatori hanno scoperto tracce di acido cloridrico su uno dei condotti obliqui che collegano la camera del re con l'esterno della piramide, nell'altro condotto hanno trovato tracce di idruro di zinco.
Ipotizzano che la camera del re non fosse altro che una camera di reazione chimica per produrre idrogeno.
In pratica i due liquidi venivano versati dall'esterno nella camera sigillata, la reazione produce idrogeno e l'idrogeno penetrando tra i diversi materiali, marmo e soprattutto granito con proprietà piezoelettriche (a causa dell'elevata concentrazione di quarzo), avrebbe prodotto energia. Energia poi utilizzata per una serie di applicazioni...
Questo a grandi linee è quanto hanno detto e rappresentato con esperimenti etc..

MISTERO ha detto...

"Enigmi alieni" non "MISTERI ALIENI" chiedo scusa..

triziocaioedeuterio ha detto...

E cosa dire allora dello zed?quello strano oggetto in granito rappresentato dagli egizi in alcune incisioni e/o disegni parietali?

domenico canino ha detto...

@mistero
se io fossi un alieno, che possiede una tecnologia molto avanzata, andrei a produrre idrogeno od energia in un mammozio di pietra a punta di 140 metri di lato, in una sua piccola camera interna con degli stretti condotti? Penso che lo farei in contenitori più semplici ed adatti e flessibili. No, per me questa ipotesi è peregrina. Non c'è alcuna logica. Pura fantasia.
ciao

Alessandro Pagnini ha detto...

"se io fossi un alieno, che possiede una tecnologia molto avanzata, andrei a produrre idrogeno od energia in un mammozio di pietra a punta di 140 metri di lato, in una sua piccola camera interna con degli stretti condotti? Penso che lo farei in contenitori più semplici ed adatti e flessibili. "

Concordo!
Mi sembra davvero una forzatura.

Robbins ha detto...

"i "credenti" non credono solo l'e-Cat ma, antropologicamente, sono disporsi a bersi di tutto - rappresentano la costante delle fiabe e delle credenze."

Si tratta di autocitazione, quindi peccato di superbia, e non so mettere le faccine, perché qui ce ne starebbe bene una che ride.


Alessandro Pagnini ha detto...

@ Robbins
"non so mettere le faccine, perché qui ce ne starebbe bene una che ride"

Eccomi in soccorso! ;-)

http://www.airdave.it/la-lista-completa-delle-emoticons-faccine-e-simboli-per-la-chat-di-facebook-12669/

MISTERO ha detto...

@Domenico
Concordo in toto, ma indipendentemente dall'ipotesi aliena l'analisi delle sostanze chimiche che sono state scoperte apre molte ipotesi terrestri.

@Robbins
Riportare un'informazione, condividerla ed analizzarla non significa per forza che uno ci crede.

Robbins ha detto...

@MISTERO
Ovviamente uno è libero di perdere tempo come crede. Però, come concetto generale, sarebbe meglio evitare di farlo perdere agli altri, che magari ci cascano e si lambiccano.
A quando le ultime notizie sui reattori nucleari scoperti da Indiana Jones nella foresta amazzonica?

indopama ha detto...

OT
x Silvio:
http://www.purocuorefranoi.com/l_io_sono_in_versione_html.html

Daniele Passerini ha detto...

@Go Katto
Acqua: dovrebbe rivolgersi a me come un figlio.
Spiacente, ma dal tono dei tuoi commenti riesco solo a sentirti come un figlio (sbandato e teppistello). Anche per questo non riesco proprio a darti del lei.

Daniele Passerini ha detto...

@Go Katto
Poi ho una reputazione da difendere che vale molto di più delle quattro risate che i post e i commenti qui mi procurano.
Senza dubbio se il livello dei tuoi commenti fosse collegate a te (nome e cognome) la tua reputazione giustamente ne avrebbe molto da soffrire.
P.S. Ma veramente non ti rendi conto di quanto fai sbellicare tu??? :D

Posta un commento

Ovviamente 22passi è un blog, non una rivista on line, pertanto la responsabilità di quanto scritto in post e commenti appartiene solo ai rispettivi autori. Chi è abilitato a pubblicare su 22passi deve evitare botta&risposta a distanza con utenti di altri blog o forum (donde può comunque trarre contenuti citandone la fonte).

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.

Related Posts with Thumbnails