Un blog per appassionati d’Amore onestà spiritualità arte poesia politica democrazia sostenibilità tecnologia green-energy cold-fusion LENR medicina alternativa cambi di paradigma rivoluzioni scientifiche criptoarcheologia e “tante cose infinite, ancor non nominate”. Uno specchio capovolto della realtà: qui siamo una società gilanica, fuori c’è il patriarcato; qui siamo pro E-Cat, fuori c’è il petrolio... per fare previsioni sull’esterno invertite SEMPRE i risultati dei nostri sondaggi interni!

>>>> CERCHI LIBRI SUL BENESSERE DEL CORPO, DELLA MENTE E DELLO SPIRITO?

giovedì 3 maggio 2012

4 maggio 2012: fusione fredda e calda
al Politecnico di Torino

Vi ricordo (ne avevamo parlato estesamente due settimane fa) l'appuntamento di domani al Politecnico di Torino, con il convegno L'ATOMO INESPLORATO, che verrà trasmesso anche in web streaming (qui).

Dopo la registrazione dei partecipanti (dalle 9.30) e l'apertura dei lavori, l'intera mattinatà sarà dedicata alle Low Energy Nuclear Reactions e il pomeriggio, dopo la pausa pranzo, alle High Energy Nuclear Reactions. Con buona pace di chi, da ambo i fronti contrapposti, crede che ci sia un insanabile "conflitto d'interesse" tra fusionisti freddi e fusionisti caldi.
Il sottoscritto, come ho più volte ribadito, fa equanimamente il "tifo" per il successo (prima o poi!) di ITER quanto per un veloce arrivo sul mercato delle prime tecnologie LERN. Auspico però che anche la ricerca scientifica sulle LENR, che necessita di investimenti molto minori di quelli della fisica delle alte energie, possa godere di finanziamenti pubblici e dell'appoggio della generalità della comunità scientifica.

Il tempo del negazionismo aprioristico e delle visioni ristrette va tramontando. Ora, specialmente in campo energetico, serve fare ricerca pura e ingegnerizzazione tecnologica a 360 gradi. La fusione fredda sarà uno dei tanti modi di produrre energia nel futuro, accanto a fusione calda, fotovoltaico, geotermico, eolico, marino, talassotermico ecc. In un mondo che rinuncia definitivamente ai combustibili fossili c'è spazio per tante fonti energetiche pulite e illimitate, scegliendo, caso per caso, quella più opportuna. Solo al nucleare da fissione riservo un "aprioristico rifiuto", perché a fronte di tutte le alternative, già disponibili o che lo saranno nei prossimi decenni, è un totale non senso.

P.S. VIDEO IN ITALIANO degli interventi di Carpinteri, Hagelstein, Ciampoli, Cherubini (reazioni nucleari a bassa energia) e Bartlett, Ricco, Ricotti (reazioni nucleari ad alta energia): http://theatomunexplored.com/?page_id=139

ESTRATTO DEL PROGRAMMA DELLA CONFERENZA "THE ATOM UNEXPLORED
The Hidden Potential of the Cutting-Edge Research on Nuclear Technology"


May 4th 2012 - Sala Consiglio di Facoltà, Politecnico di Torino, Corso Duca degli Abruzzi, 24 - Turin (Italiy)

Il programma completo è scaricabile da questo link oppure dal sito ufficiale del convegno: theatomunexplored.com

10:30 Session I – Low Energy Nuclear Reactions

Walter PECORELLA
UNIVERSITÀ DI ROMA “TOR VERGATA”, ANSALDO ENERGIA

POLITECNICO DI TORINO, ISTITUTO NAZIONALE DI RICERCA METROLOGICA
Piezonuclear Fission Reactions in Rocks: Evidences from Microchemical Analysis, Neutron Emission, and Geological Transformation

MASSACHUSETTS INSTITUTE OF TECHNOLOGY
JET Energy NANOR: The Role of the Nanoengineered Lattice in Enabling the CF/LANR Activity

Coffee break

Francesco PIANTELLI
NICHENERGY, CENTRO IMO ‐ UNIVERSITÀ DI SIENA

Valerio CIAMPOLI
NICHENERGY
Anomalous Phenomenon in Ni‐H Systems

Giovanni CHERUBINI
UNIVERSITÀ DI ROMA “LA SAPIENZA”, CENTRO RICERCHE RADIOATTIVITÀ CRR, ARPA LAZIO
Neutrons from Piezonuclear Reactions Induced by Cavitation

15.00 Session II – High Energy Nuclear Reactions

UNIVERSITÀ DI ROMA “LA SAPIENZA”

Douglas BARTLETT
EUROPEAN COMMISSION DG‐RTD, UNIT K5 ‐ ITER
The European Key Role in Design, Construction and Operation of ITER

Giovanni RICCO
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI GENOVA, ISTITUTO NAZIONALE DI FISICA NUCLEARE

Alessandro ALEMBERTI
ANSALDO NUCLEARE
Accelerator Driven Sub‐critical Nuclear Reactors

Marco E. RICOTTI
POLITECNICO DI MILANO
The New Age of Nuclear Fission: a Roadmap for the Generation IV Lead Cooled Fast Reactors

267 : commenti:

«Meno recenti   ‹Vecchi   1 – 200 di 267   Nuovi›   Più recenti»
RED TURTLE ha detto...

TRA GLI APPASSIONATI DELLE LENR C'E LA NASA
-----------------------------------------------

http://www.youtube.com/watch?feature=player_embedded&v=mxeKeuh_2Bw#!

(bravi a rilasciare queste informazioni proprio
prima dell'inizio della III Guerra Mondiale,
che inizierà per il bombardamento dei reattori
nucleari iraniani... che un po servono per
produrre energia... ma anche per armi atomiche!)

AC/DC ha detto...

@red turtle
la terza guerra mondiale?? Non e' il caso di rimanere un po' con i piedi perterra?

Piuttosto non mi hai ancora risposto da dove esce la storia dell'esperimento della mosca al nichel di Piantelli?

@tutti
speriamo che arrivi qualche buona nuova dalla conferenza di domani

AC/DC ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
AC/DC ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
AC/DC ha detto...

Non so come mai mi e' uscito un messaggio triplo e purtroppo dallo smartphone non riesco a cancellarli

RED TURTLE ha detto...

Ne stanno parlando i capi dell'esercito israeliano e del Mossad: avvertono che sia Barak che Netanyahu hanno idee "messianiche" che potrebbero portare a una terza guerra mondiale...

http://www.almanar.com.lb/english/adetails.php?eid=54009&frid=23&cid=23&fromval=1&seccatid=18

Intanto negli Emirati Arabi Uniti (e non so se anche nell'Oman) sono arrivati i cacciabombardieri stealth F-22, e si dice che abbiano compiuto esercitazioni del "giorno dopo"... ossia la contro-reazione statunitense alla reazione iraniana al bombardamento delle centrali
e centri di arricchimento dell'uranio di Arak, Qom, ecc.

Giancarlo

(Ma Io dico: non potevano regalare all'Iran pannelli solari cinesi e aerogeneratori, così li prendevano per le buone... no, la buona educazione mai! Soltanto arroganza e sopraffazione, sempre!)

RED TURTLE ha detto...

Ho detto "mosca" per intendere un tipico materiale biologico sottoposto a microscopia elettronica a scansione.

Potrebbe essere un qualsiasi essere vivente (liofilizzato) dotato di alte concentrazioni di emoglobina oppure di qualche gruppo proteico o prostetico in grado di fungere da
trasportatore di elettroni e accelerare la reazione.

Nella preparazione previa delle polveri di idruro di nichel e di catene di carbonio saturo quello potrebbe essere il catalizzatore segreto, assieme a microonde sintonizzate a una certa frequenza.

Molte delle procedure che Piantelli cerca di brevettare
sono le normali procedure di deposizione dei metalli nei preparati biologici da sottoporre a microscopia elettronica a scansione.

http://www.montecerignone.net/2011/01/la-pila-nucleare-a-freddo-del-prof-piantelli-3

http://www.montecerignone.net/2011/11/fusione-fredda-un-breve-punto-della-situazione

rodrigo ha detto...

@ RED TURTLE
Riporti dei link in cui non si parla minimamente di quanto affermi e che non sono altro che il riassunto di cose e fatti extranoti e in particolare il sunto sulla situazione di Piantelli che ha fatto Roy Virgilio parecchio tempo fa, che, purtroppo, abbiamo saputo dal workshop di Siena, è ben lontana dalla realtà attuale del lavoro di Piantelli (celle a 7kW e 40kW sembrano attualmente delle chimere).

Non puoi citare come fonte un blogger che fa il riassunto generico della situazione "fusione fredda" e "lavoro di Piantelli" dal 1989 ad oggi.

Mi piacerebbe sapere anche la fonte che parla del klystron che hai citato qui su 22passi in un altro post, oppure è completamente una tua idea? No perché negli E-Cat vecchi (quelli col tubo di rame per intenderci) sembra proprio che non ci sia spazio per una valvola come il klystron e nella scatola blu non c'era perchè il contenuto stato mostrato, mentre negli E-Cat grandi, in molti video, si vede che non ci sono neanche i fili ulteriori per l'alimentazione di qualche cosa d'altro che non siano le resistenze e, ove sono mostrati i fili, questi non sono collegati.

Quindi, se hai qualche link specifico e con qualche dettaglio sarebbe interessante saperne di più. Se invece sono tutte ipotesi tue, ti pregherei di sottolinearlo quando ne parli.

Andrea G. ha detto...

Danieelee please semaforo ROSSO!

Anto ha detto...

@Andrea G.

:) dai, non stanno (ancora) litigando. Lasciali discutere :)

AC/DC ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
AC/DC ha detto...

Anche io non vedo la necessità del semaforo rosso, si sta solo discutendo civilmente.

@RED TURTLE
Sono daccordo con Rodrigo sul fatto che quando si riportano informazioni sul blog sarebbe opportuno specificare sempre se si tratta di supposizioni personali o se invece si hanno delle fonti in merito.

I link che hai postato non aggiungono niente di nuovo e sicuramente non parlano dell'utilizzo di elementi biologici come catalizzatori della reazione Ni-h. Tra l'altro non mi pare che si sia mai parlato di catalizzatori nelle celle Piantelli.

Per quel che riguarda il generatore di frequenze dell'e-cat, non ci sono evidenze della sua esistenza e come faceva notare Rodrigo nella prima versione dell'e-cat non si capisce nemmeno dove sarebbe potuto stare.

Magari alla fine hai ragione tu ma io cerco di attenermi ai fatti, e tu faresti bene a specificare quando esprimi tue personali supposizioni, è una questione di trasparenza.

rodrigo ha detto...

La mia è una richiesta civile, il semaforo rosso non c'entra nulla.
Mi interessano le informazioni, ma vorrei sapere quando sono tali (o presunte tali) o quando sono pura speculazione.

Il fatto è che mi vado a leggere due articoli, anche abbastanza lunghi, con relativa perdita di tempo alla ricerca di informazioni che mi interessavano ma che risultano invece inesistenti sul blog in questione.
Tra l'altro il blog parla di cose talmente generiche che avrebbe potute scriverle chiunque dei lettori di 22passi che segue l'argomento FF/LENR.
Insomma, dal mio punto di vista, una perdita di tempo che avrei evitato volentieri.

Anto ha detto...

Piantelli anche stavolta manda un altro
http://bambuser.com/v/2610471?player=html

Tizzboom ha detto...

Purtroppo tramite Ciampoli non ci sono state fatte sapere altre novita`, anzi a me e` parso che il succo del discorso fosse che sono ancora ancora nella fase di ricerca e che non venderanno prodotti finiti fino a quando non si sara` compreso totalmente il fenomeno, con critica sottointesa a Rossi ed altri che vorrebbero industrializzare il tutto quanto prima possibile.

Anzi, si sono anche lamentati di troppa pressione mediatica che starebbe facendo potenziali danni (ma cos'e`, una minaccia?).

Mah, delusione.

Tizzboom ha detto...

Ovviamente mi riferivo a Piantelli/Nichenergy.

piero41 ha detto...

"Piantelli anche stavolta manda un altro"
Mi domando se anche Piantelli come Focardi, vista anche l'età', potrebbero esser in grado di gestire una conferenza in inglese , usando slides appropiate ecc dinanzi ad un pubblico di specialisti, forse è molto meglio così.. Quanto ai contenuti Ciampolmi anche stavolta si è riferito a precedenti tecnologie pre polveri. Da ricordare comunque l'attenzione da porre alla grande complessità del fenomeno che dipende mi sembra dal buona resa di molte variabili che entrano in gioco contemporaneamente.. Di sperimenti con nanopolveri con rendimenti di Kw niente, ma visto che Roy V. li aveva annunziati in esecuzione da più di un anno, personalmente continuo a credere che siano segretati dalla società a scopi di brevetto e commerciali. Dato l'approccio più scientifico del gruppo Piantelli penso che se vi fossero stati risultati anche solo negativi con le polveri anche questi sarebbero stati riferiti nelle conferenze mentre invece si vede solo nichel in barrette.. Segreto commerciale quindi mascherato da uso di cautele scientifiche nel procedere??

rodrigo ha detto...

Già.
Ciampoli (Piantelli) ha messo una croce sopra la commercializzazione di qualsiasi cosa a breve o medio periodo.

Certo che almeno una pubblicazione, anche se parziale, dei suoi esperimenti la potrebbe anche fornire. Se tutte queste risultanze sono assodate e ripetibili con le dovute tecnologie costruttive, il tutto sarebbe già più che sufficiente per un paper sostanzioso e rivoluzionario.
Se invece aspetta la comprensione totale del fenomeno prima di esporsi, stiamo freschi.

Ad essere maligni c'è anche da dire che Piantelli non ha fretta nel rilasciare paper per eventuali repliche, ma ha avuto molta fretta nel coprirsi le spalle dal punto di vista commerciale con un brevetto.

Ai soci della Nichenergy tocca cacciare soldi ancora per un bel pezzo prima di avere qualche ritorno, sperando che poi non sia troppo tardi.

AC/DC ha detto...

Non ho ancora avuto occassione di guardarmi gli interventi da Torino.

Da quello che state riportando voi però mi sembra che prenda sempre più piede l'idea, che già da un pò mi sono fatto, ossia che le LENR siano ancora in una fase di studio e sperimentazione ben lontana dallo sfruttamento commerciale.

@Piero41
Ormai tutta sta storia della segretezza e della guerra commerciale inizia a fare acqua visto che non se ne vedono conferme concrete, non vedo perchè Piantelli (o chi per lui), se veramente avesse in mano una soluzione quasi pronta per il mercato, debba partecipare a conferenze e workshop dichiarando che l'eventuale commercializzazione è lontana e cercando di stringere partnership di ricerca.

@Daniele
Purtroppo mi sa che dovranno passarne ancora un pò di primavere prima di arrivare alla primavera calda che ci preannunciavi, sempre che tutto vada per il verso giusto ;)

Tizzboom ha detto...

Non rimane che fidarsi di Peter Gluck che e` convinto che la Defkalion abbia veramente qualcosa di concreto che sara` in grado di presentare entro l'estate.

Leggere suoi commenti qui

tia_ ha detto...

>Purtroppo mi sa che dovranno passarne ancora un pò di primavere prima di arrivare alla primavera calda che ci preannunciavi, sempre che tutto vada per il verso giusto ;)

Mi aggancio per ricordare a passerini che la scadenza è per il 1 luglio

piero41 ha detto...

@AC/DC
Rossi ha la precedenza cronologica nel brevetto, al gruppo Piantelli non resta che dimostrare penso che il prof. ha per primo ideato e studiato il processo con le polveri. A questo scopo la lettera del Prof a Krivit denunciava Focardi che avrebbe rivelato la tecnologia delle nanopolveri a Rossi ( tecnologia già protetta da un precedente suo brevetto del 94 (?). Può darsi che il gruppo si mostri ai congressi per dimostrare che loro attualmente hanno anche una teoria scientifica al contrario di rossi che li avrebbe copiati.... D'altra parte anche Rossi parlava di guerra di avvocati, solo contro Defk?.. Quando si risolveranno queste controversie sui brevetti probabilmente sapremo molto di più, perlomeno su chi ha la mano vincente per la commercializzazione dove mirano entrambi penso... Può darsi anche che sbagli tutto.. (20% ?)

piero41 ha detto...

Ho scritto "anche stavolta (Piantelli)si è riferito a precedenti tecnologie pre polveri..... si vede solo nichel in barrette." ma forse sono stato frettoloso.... non vorrei che il testo e le immagini si riferissero invece che a metallo a nanopolveri depositate su superfici varie, allora la situazione cambierebbe molto.. allora forse i rendimenti non dovrebbe esser considerati dal p.di V. commerciale ma solamente da quello scientifico con rese proporzionate agli ingressi energetici, ecc... Vedremo e mi auguro di aver sbagliato!!!

Il Santo ha detto...

Sono stato facile profeta. Pubblico amico, domande banali, una vetrina per i piezonuclearisti. Complessivamente qualcosa di molto simile a una presa in giro, anche per chi ha abbracciato questa nuova religione.

Marco da Rallo ha detto...

... ai facili profeti.. costruttori di effimeri se stessi

ahiaahii

RED TURTLE ha detto...

Innanzitutto voglio dire che NESSUNO vi dirà chiaramente come si ottengono queste reazioni e come si fabbrica la polvere. (prima che questo Nessuno non abbia il brevetto... e forse neanche dopo).

Allora procediamo per parti:
1) Sembra che Rossi utilizzi un procedimento di idrogenazione utilizzato dai nazisti (da indiscrezioni di Levi a Daniele Passerini)

2) Il famoso processo di idrogenazione utilizzato dai nazisti (coperto da segreto militare USA per decenni) era quello eseguito sul carbone, utilizzando il KLISTRON o KLYSTRON (unità posta sul "fuoco" dei vecchi radar)

3) Processo mantenuto segreto fino agli anni 80
(più o meno... qualcuno già sapeva)

4) Ho chiesto DIRETTAMENTE A ROSSI... che NON HA NEGATO!

5) Ho scoperto che un azienda americana recentemente fallita ricavava carburanti dai pneumatici usati utilizzando un procedimento di idrogenazione aiutato dal Klystrom.

6) Anche Rossi faceva questo... la spazzatura "tal quale" della sua epoca era formata da carta, legnetti, foglie (ossia cellulosa, ossia catene di zuccheri) da pane e da pasta (ossia amido, ossia catena di zuccheri)... infine arrivando a ESANO e forse a EPTANO, OTTANO, ecc.

7) Quando Rossi ha idrogenato le proteine: si è fregato... ha prodotto NITROSAMMINE CANCEROGENE... da ossa... ha prodotto fosfina.

8) Piantelli è un BIOLOGO... le tecniche che ha descritto nel suo brevetto sembrano una derivazione ed estensione delle metodologie di preparazione nel microscopio a scansione.

9) Piantelli dice che ha scoperto queste cose delle LENR, casualmente mentre faceva un esperimento.

10) Ho chiesto personalmente a CELANI cosa accade quando si bombardano gli elettrodi dei vari esperimenti con microonde... una cascata di raggi gamma pericolosi!

11) Andrea Rossi deve essere diventato, al tempo del Petroldragon, una specie di "virtuoso" del Klystron... sa come applicarlo a certe frequenze e intensità appropriate per migliorare l'idrogenazione della spazzatura... e di qualsiasi altra sostanza.

12) Se Andrea Rossi non utilizza le microonde durante il funzionamento dell'apparecchio... probabilmente lo fa durante la preparazione delle SUE POLVERI: che NON sono affatto nichel metallico... bensì IDRURO DI NICHEL e IDRURO DI RAME: le polveri usate da CHAN!

13) Il CARBONIO nell'esperimento = possono essere MILIONI di SOSTANZE diverse... secondo me dovrebbe trattarsi di una miscela che RIVESTE L'IDRURO DI NICHEL... fa passare l'idrogeno neutro... trattiene l'idrogeno ionizzato in contatto con il nichel.

14) Nel tracciato spettroscopico nella richiesta di brevetto di Rossi si vede una enorme quantità di elementi (ma non il tungsteno)... esiste una specie di picco dove si vedono nichel, rame e anche cobalto.

Credo che mostra anche un picco dove si vede il ferro e un altro per il carbonio (sembrano tanto i componenti di base dell'emoglobina... miscelati a nichel, rame e cobalto.
----
Giancarlo

tia_ ha detto...

>4) Ho chiesto DIRETTAMENTE A ROSSI... che NON HA NEGATO!

Tu.sei.un.genio

tia_ ha detto...

>6) Anche Rossi faceva questo... la spazzatura "tal quale" della sua epoca era formata da carta, legnetti, foglie (ossia cellulosa, ossia catene di zuccheri) da pane e da pasta (ossia amido, ossia catena di zuccheri)... infine arrivando a ESANO e forse a EPTANO, OTTANO, ecc.

Balla, i rifiuti che trattava Rossi erano scarti industriali, classificati modernamente come rifiuti speciali.

RED TURTLE ha detto...

Ecco la famosa formula di CHAN... che mescola diversi idruri: di nichel, di rame di magnesio, a vari tipi di nichel e di rame.

CHAN lavora(va?) nella pericolosa atmosfera riducente del BUTANO... vi ricordate dell'esplosione a Viareggio!

http://www.buildecat.com/blog_detail/the-chan-formula-4.html

bettoddo ha detto...

>4) Ho chiesto DIRETTAMENTE A ROSSI... che NON HA NEGATO!

Pure io ciocchiesto se aveva passato la pasquetta su Plutone. NON HA NEGATO! Comme?

RED TURTLE ha detto...

Quando gli ho chiesto se usasse il Cobalto-60... ha negato... vuoi vedere che...

Daniele Passerini (22passi) ha detto...

@RED TURTLE
1) Sembra che Rossi utilizzi un procedimento di idrogenazione utilizzato dai nazisti (da indiscrezioni di Levi a Daniele Passerini)
Cosa?! Quando?! Dove?! Come?!
Che io ricordi sono informazioni che dà spesso Celani, escludo categoricamente che Levi abbia mai detto nulla di simile.

RED TURTLE ha detto...

Mi sono attenuto a quello che afferma Wikipedia...

http://it.wikipedia.org/wiki/Petroldragon

"Il presunto processo inventato da Andrea Rossi, chiamato lo Sceicco della Brianza[3] a causa di questa sua invenzione, sarebbe una variante del processo di Thermal Depolymerization, che permette di ottenere il cracking delle grosse molecole organiche, provenienti dalle plastiche, composti vegetali, animali, gomme ecc. riducendole nella forma di carbone-petrolio-gas.

Il processo avviene in assenza di ossigeno, inizialmente ad una bassa temperatura (250 °C), ma elevata pressione (4 MPa) per un tempo di circa 15 minuti, in questa fase i composti organici si trasformerrebero in composti ricchi di idrocarburi, ma fisicamente simili ad una cenere nera ad alto contenuto carbonioso, questa cenere viene successivamente fatta passare in un processo di trasformazione a media temperatura (500 °C) che romperebbe le lunghe catene aromatiche cracking, facendola diventare in una certa percentuale petrolio, secondo quanto affermava l'inventore.

Prima della presunta invenzione di Andrea Rossi (Ottobre 1977) questo tipo di processo era piuttosto dispendioso in quanto l'energia prodotta era inferiore a quella consumata per sostenere il processo stesso. La Petroldragon invece dichiarava un'efficienza di conversione in peso dei rifiuti a prodotti combustibili in ragione dell'80%."

RED TURTLE ha detto...

La fregatura era che i sacchetti di plastica (e molti composti dell'epoca) avevano il CLORURO DI VINILE.

Che a certe temperature reagendo con i composti aromatici diventa DIOSSINA = tetracloro diossano.

RED TURTLE ha detto...

Ultima formula di CHAN (non più una replica dell'E-CAT)

http://www.buildecat.com/blog_detail/chan-formula-update-ii-plus-17.html

RED TURTLE ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Il Santo ha detto...

http://www.swas.polito.it/services/Rassegna_Stampa/dett.asp?id=4028-154280664

Come volevasi dimostrare: una vetrina per piezonuclearisti politicizzati assai.
E' questa la nuova scienza?

RED TURTLE ha detto...

Vorrei ricordare che la NASA ha preso posizione in favore delle LENR... ma stanno dimenticando totalmente di rendere il giusto omaggio a Piantelli, Focardi, Rossi...

http://technologygateway.nasa.gov/media/CC/lenr/lenr.html

Fr@ncesco CH ha detto...

http://en.wikipedia.org/wiki/Fischer-Tropsch

MISTERO ha detto...

@Santo
"Come volevasi dimostrare: una vetrina per piezonuclearisti politicizzati assai.
E' questa la nuova scienza?"

Mah forse hai ragione tu, è sicuramente scienza quella che propongono Oca Sapiens e "i furbetti del quartierino".

Mi limito a fare solo 1+1, una somma che anche un idiota può fare; prima il boicottaggio di Celani per il seminario del 26, poi l'articolo "rivelazione" su Repubblica lo stesso giorno del convegno del Politecnico.

Lo strano silenzio "dei furbetti del quartierino" prima del convegno è MISTERIOSO, non trovi?

In perfetto stile :., lo stesso articolo pubblicato sulle pagine di "Repubblica Torino", compaiono nella rassegna stampa del sito del Politecnico.

Un MISTERO dal sapore orientale che neppure Ian Mathieson potrebbe svelare.

:-)

Gossip contro scienza, in perfetto stile :., solo in Italia accadono queste cose.

Penso che si dovrebbe discutere del convegno e dei meriti scientifici, ma se preferisci approfondiamo il gossip, come ad esempio:

Oca Sapiens>Repubblica>Gossip
Stefano Parola e Paolo Viotti>Repubblica>Gossip

Repubblica on-line> http://torino.repubblica.it/dettaglio-news/16:56/4157664 >Gossip??

"Le ultime notizie
Nucleare: Torino, sperimentata reazione per produrre energia pulita
Torino, 4 mag. (Adnkronos) - Sperimentata a Torino la reazione nucleare che potra' produrre in futuro energia senza emissione di radiazioni e senza scorie. Nel corso della giornata di studio ospitata dal Politecnico di Torino, dal titolo ''L'atomo inesplorato, e' stata verificata sperimentalmente la presenza delle cosiddette reazioni piezonucleari, una delle ultime frontiere nello studio della produzione di energia nucleare pulita. Durante la prova di laboratorio, infatti, si e' certificato come questo fenomeno che avviene all'interno del nucleo si verifichi regolarmente in natura. Si tratta di reazioni legate alla fissione, vale a dire alla separazione, dei nuclei di elementi leggeri (con numero atomico pari o inferiore a quello del ferro), che emettono neutroni e diffondono onde elettromagnetiche, producendo energia senza emissione di raggi gamma e senza scorie radioattive. L'esperimento e' stato effettuato tramite una pressa, al cui interno e' stato inserito un campione di pietra di Luserna. Il test si e' avvalso di due rivelatori, per avere la massima certezza possibile circa il risultato ottenuto. Questo tipo di esperienza, oltre a determinare un cambiamento nella composizione chimica della roccia, libera energia. In essa pero' non c'e' traccia di radioattivita', visto che sono utilizzati elementi non radioattivi, e in futuro potra' essere incanalata e sfruttata per le necessita' energetiche dell'umanita'. Autore dello studio e' il professore Alberto Carpinteri, Ordinario di Scienza delle Costruzioni presso il Politecnico di Torino e Presidente dell'Istituto Nazionale di Ricerca Metrologica.
(04 maggio 2012 ore 17.04)"

Un altro MISTERO da svelare, non trovi strano che solo su Repubblica fanno e disfano senza mettersi d'accordo?

sandro75k ha detto...

@tutti
chi ha seguito il convegno di Torino?
Ci sono news interessanti?
Chi riassume?
Grazie

MISTERO ha detto...

http://www.liberoquotidiano.it/news/economia/1006164/Nucleare--Torino--sperimentata-reazione-per-produrre-energia-pulita.html

Nessuno ha detto...

Ma come si fa dire che non c'è traccia di radioattività se vengono emessi dei neutroni!
Provate ad esporre un essere vivente ai neutroni e poi vediamo se diventa radioattivo o no.

Inoltre, come si fa a dire che l'esperienza "libera energia"? L'energia veicolata da qualche centinaio di neutroni è ridicola rispetto all'energia immessa nel sistema con la pressa.

I neuroni sono assenti, semmai.

MISTERO ha detto...

Sandro, ho promesso un riassunto a Daniele, purtroppo domani mattina riparto, sono appena tornato da Torino e torno in Italia lunedì.
Nei tempi di viaggio spero di riuscire a scriverlo ed entro domani sera postarlo.

Le novità sono parecchie, 3 università confermano i dati sperimentali delle rocce compresse, la magnetite ha prodotto neutroni con un ordine di grandezza superiore al granito, prove di reazioni piezonucleari anche su altri pianeti del sistema solare, pubblico internazionale di grandissimo spessore scientifico e industriale, novità su terremoti e vulcani...non so se riuscirò a riassumere tutto quello che è stato riportato al convegno ma sopratutto quello che non è stato riportato per mancanza di tempo o perché attualmente sono solo ipotesi che attendono conferme, anche se, tutto si comporta come se...
:-)

sandro75k ha detto...

@Mistero
grazie mille, gentilissimo come sempre!

MISTERO ha detto...

"I neuroni sono assenti, semmai. "

Gossip!!

Sono stati trovati e misurati i raggi ALPHA, si attendono ulteriori conferme e repliche prima della pubblicazione.

sandro75k ha detto...

@Mistero
ti ricordi per caso chi ha presentato le "prove" geologiche? ..se non i ricercatori le Università?

Silvio ha detto...

"I neuroni sono assenti, semmai. "

mah... io oggi alla conferenza c'ero, alle 13 sono stati così gentili da invitarci nel laboratorio ed eseguire dal vivo l'esperimento... hanno portato a rottura un cilindro di pietra di luserna misurando con due diversi metodi (provette di gel e tubo all'elio-3) le emissioni di neutroni... Da quello che ho visto tutto fa sembrare che i neutroni ci siano... abbiamo anche visto un altro cilindro di pietra messo sotto sforzo da giorni un tot di volte al secondo e un rilevatore misurava emissioni superiori al doppio del fondo...

MISTERO ha detto...

Sandro, il gruppo del PoliTo.

MISTERO ha detto...

Fine del Gossip!!!
http://www.adnkronos.com/IGN/Sostenibilita/Risorse/Energia-e-previsioni-dei-fenomeni-sismici-grazie-alla-tecnologia-nucleare-pulita_313269206630.html

Torino, 4 mag. - (Adnkronos) - Nuove forme di produzione di energia pulita, previsione dei fenomeni sismici e analisi delle condizioni che hanno permesso la vita sulla Terra. Tutto questo grazie al nucleare pulito. La nuova frontiera dellla scienza sono state discusse al Politecnico di Torino durante la conferenza internazionale 'L'atomo inesplorato. Il potenziale nascosto della ricerca d'avanguardia sulla tecnologia nucleare', durante la quale è stato presentato uno studio sulle reazioni piezonucleari.

Le reazioni piezonucleari, spiega Alberto Carpinteri, ordinario di scienza delle costruzioni presso il Politecnico di Torino e Presidente dell'Inrim, Istituto nazionale di ricerca metrologica, "sono legate ai fenomeni di fissione, vale a dire di separazione, dei nuclei di elementi leggeri, sono indotte da onde di pressione ed emettono neutroni". Presenza che, sottolinea Carpinteri, "è testimoniata anche dalla diffusione di onde elettromagnetiche".

Si tratta, aggiunge, "di reazioni naturali senza emissione di raggi gamma e scorie radioattive". Le opportunità nel rilevare questo tipo di reazioni sono diverse come ad esempio le previsioni dei fenomeni sismici e tellurici, prevedibili, spiega carpinteri con un anticipo "che va dai 5 ai 10 giorni". Lo studio trova applicazioni anche nella spiegazione della quantità di carbonio presente nell'atmosfera, utile per valutare il livello di inquinamento, e nell'accelerazione del decadimento delle scorie radioattive.

Se naturalmente, infatti, le scorie perdono la loro carica radioattiva, pericolosa per la salute dell'ambiente e dell'uomo, su tempi lunghissimi, milioni di anni, utilizzare ultrasuoni che hanno la stessa frequenza di vibrazione dei nuclei potrebbe accelerarne il decadimento. Lo stato attuale delle ricerche permette anche di ipotizzare l'utilizzo di questi elementi leggeri e non radioattivi per la produzione di energia pulita.

Dopo i primi esperimenti sui liquidi condotti presso il Cnr di Roma, l'Inrim, insieme con il Politecnico di Torino, ha portato avanti esperienze sui solidi, utilizzando rocce granitiche e basaltiche. Diverse tipologie di rivelatori hanno dimostrato la presenza di emissioni di neutroni, di vari ordini di grandezza superiori all'usuale (circa 10 volte nelle rocce granitiche e, da risultati conseguiti di recente, anche 1.000 volte in quelle basaltiche).

MISTERO ha detto...

Tali studi hanno permesso anche di rispondere ad alcuni quesiti legati alla nascita della vita sulla Terra. Per esempio, è stato dimostrato come le reazioni piezonucleari avvenute tra 3,8 e 2,5 miliardi di anni fa, nel periodo di maggiore attività delle placche tettoniche, abbiano comportato la scissione degli atomi di alcuni elementi che si sono trasformati in altri più leggeri (come il ferro, numero atomico = 26, che si puo' dividere simmetricamente in due atomi di alluminio, numero atomico = 13).

Diversi tra gli elementi chimici più abbondanti sono stati protagonisti di tale trasformazione, come per esempio una parte del magnesio che si è trasformata in carbonio (numero atomico del carbonio = 6, magnesio = 12) andando a formare le atmosfere dense di biossido di carbonio (Co2) e di metano (CH4) delle prime ere terrestri, mentre l'eccesso di calcio ha concorso alla formazione degli oceani, per i fenomeni di frattura delle rocce calcaree (il calcio, numero atomico = 20, si sarebbe scisso in due molecole d'acqua, H20; ognuna di tali molecole ha infatti un numero complessivo di protoni = 10).

A livello biologico le reazioni piezonucleari potrebbero spiegare anche il meccanismo che regola la cosiddetta pompa sodio-potassio, necessaria per il controllo del volume cellulare e per la trasmissione dei segnali elettrici all'interno del corpo umano. In questo caso gli ioni di potassio e di sodio sarebbero soggetti a un passaggio attraverso la membrana, ma si verificherebbe anche una reazione tale per cui il potassio presente all'interno della cellula esce da essa rilasciando un atomo di ossigeno, mentre il sodio entra nella cellula e si trasforma in potassio fondendosi con lo stesso atomo di ossigeno (potassio, numero atomico = 19, sodio = 11, ossigeno = 8).

MISTERO ha detto...

http://www.iltempo.it/adnkronos/?q=YToxOntzOjEyOiJ4bWxfZmlsZW5hbWUiO3M6MjE6IkFETjIwMTIwNTA0MTY1MDE0LnhtbCI7fQ%3D%3D

MISTERO ha detto...

http://www.ecoditorino.org/nucleare-pulito-a-torino.htm

L’intervento del Prof. Carpinteri ha avuto quindi un duplice obiettivo: evidenziare la presenza di solide prove sperimentali in favore delle reazioni piezonucleari, che potranno essere confermate da ulteriori studi indipendenti, e sostenere la possibilità di applicare queste reazioni in alcuni settori chiave sia della ricerca (geologia e biologia) sia della tecnica (previsione dei terremoti, accelerazione del decadimento delle scorie radioattive e, soprattutto, produzione di energia pulita e a basso costo).

sandro75k ha detto...

@Mistero
la differenza di risultato tra graniti e basalti da cosa pensino derivi?
Dalle differente percentuale di FeO?

Silvio ha detto...

@mistero
"A livello biologico le reazioni piezonucleari potrebbero spiegare anche il meccanismo che regola la cosiddetta pompa sodio-potassio, necessaria per il controllo del volume cellulare e per la trasmissione dei segnali elettrici all'interno del corpo umano. In questo caso gli ioni di potassio e di sodio sarebbero soggetti a un passaggio attraverso la membrana, ma si verificherebbe anche una reazione tale per cui il potassio presente all'interno della cellula esce da essa rilasciando un atomo di ossigeno, mentre il sodio entra nella cellula e si trasforma in potassio fondendosi con lo stesso atomo di ossigeno (potassio, numero atomico = 19, sodio = 11, ossigeno = 8)."

confermo tutte le altre cose che hai riportato ma la frase qui sopra io me la sono persa oggi... è stata detta ed io dormivo o viene da qualche documento scritto stralciato però dai discorsi verbali fatti in conferenza?

sandro75k ha detto...

@Silvio
dato che eri presente, puoi rispondere tu alla mia ultima domanda?
Grazie :)

Silvio ha detto...

@sandro
La rottura della magnetite arriva a dare 1000 volte il fondo, il marmo invece poco, ma non è solo una questione di ferro, anche altri atomi (quindi anche materiali senza ferro) producono questi fenomeni. Questo è quanto ho inteso. ti consiglio comunque di consultare i proceedings sul sito per attingere alle informazioni ufficiali di prima mano.

AC/DC ha detto...

@Mistero
@Silvio
Grazie per gli insight da Torino, appena riesco mi guardo anche i video.

sandro75k ha detto...

@Silvio
se la magnetite dà il risultato maggiore ed i basalti producono un risultato assai migliore dei graniti, è il Ferro che fa la differenza! Poi se questi fenomeni, in generale, sono sempre verificabili, è un altro discorso!

triziocaioedeuterio ha detto...

tia_ ha detto...
Mi aggancio per ricordare a passerini che la scadenza è per il 1 luglio

Certo che vivi proprio in un piccolo mondo tu...

Francesco Di Mauro ha detto...

salve a tutti, ero presente alla conferenza di ieri, cerco di farne un breve riassunto:

L'intervento di Carpinteri è stato forse il più interessante (sicuramente il meno raffazzonato, almeno fra gli italiani), ma ci tengo a precisare che la produzione di energia pulita era l'ultimo punto al fondo dell'ultima slide, e anche lui l'ha appena accennato, come qualcosa di forse possibile in un futuro eventuale... Simpatico l'esperimento a cui abbiamo assistito, peccato per il solito italiota che si è intascato uno dei rilevatori a bolle...

Hagelstein si è limitato a mostrare i risultati degli esperimenti effettuati al MIT con il NANOR, mi sarei aspettato domande da parte del pubblico, ha mostrato slide veramente notevoli, invece l'accoglienza è stata piuttosto freddina, nessuna domanda e nessun intervento da parte degli altri relatori, un bell'applauso e via.

Grande delusione per l'assenza di Piantelli, la presentazione di Ciampoli non ha aggiunto molto a quanto già si sapeva e anche questa, complice l'esposizione non proprio brillante, è caduta abbastanza nel vuoto, nonostante siano stati mostrati grafici con risultati molto interessanti.

L'intervento di Cherubini non me lo ricordo proprio, scusate!

Per quanto riguarda il pomeriggio poco da dire, interessante l'intervento su iter (finalmente delle slide decenti e un'esposizione chiara), ma anche qui non è aggiunto molto rispetto a quanto si legge sul sito ufficiale. Ha chiarito comunque che si parla di qualcosa che forse avrà un'utilità pratica per i nostri nipoti.

Gli interventi sulle nuove tecnologie per quanto riguarda il nucleare a fissione noiosetti.

Per concludere, non essendo un tecnico e avendo i relatori fatto una fatica evidente ad esporre in inglese, è probabile che possano essermi sfuggite grandi rivelazioni, ma per quanto riguarda l'umore della sala posso dire che ho riscontrato da parte degli espositori una sensazione di "brancolamento nel buio": all'unica domanda interessante (non so chi ha chiesto ai relatori della mattina se ci fosse una road map di qualche tipo) è stato risposto in tono vago che mancano i fondi, che la ricerca è difficile... Ciampoli ha addirittura lanciato una frecciatina a Rossi facendo notare che ora come ora è impossibile che qualcuno possa presentarsi sul mercato con un prodotto finito perchè la comprensione teorica del problema è lungi dall'essere risolta...
Per quanto riguarda il pubblico sono rimasto stupito dalla quasi totale assenza di interventi, ho captato giusto qualche commento del tipo "sì, ci sono i risultati degli esperimenti, ma non c'è una teoria..." detto dal classico scettico panzone che si ingozzava di biscotti durante la pausa caffè.

Che dire, i risultati sembrano esserci, ma a quanto pare mancano i soldi e anche un interesse forte da parte della comunità scientifica, il sospetto (scusate la deriva complottista) è che per progetti come iter (per carità, interessantissimo, io ne sono un grande sostenitore), che muovono tanta gente, tanti soldi, e che soprattutto puntano a una produzione di energia centralizzata (in cui c'è uno che vende e tanti che comprano), i soldi arrivano a pioggia, mentre per le ricerche sulle LENR si tende un po' a lasciar "giocare" i piccoli ricercatori, che si devono accontentare delle briciole, rischiando fra l'altro di giocarsi la carriera... Lo trovo un atteggiamento piuttosto curioso e difficile da spiegare se non per una questione di interessi, in fondo basterebbe convogliare una briciola dei fondi che vanno a iter (che tanto, anno più anno meno) per mettere su una commissione scentifica per fare luce una volta per tutte sulla questione.

La considerazione finale è che visto l'andazzo i tempi saranno ancora mooolto lunghi, spero di sbagliarmi, ciao a tutti!

Anto ha detto...

@Francesco

grazie del resoconto.

>Ciampoli ha addirittura lanciato una frecciatina a Rossi facendo notare che ora come ora è impossibile che qualcuno possa presentarsi sul mercato con un prodotto finito perchè la comprensione teorica del problema è lungi dall'essere risolta...

La reazione di Rossi è già arrivata:

Andrea Rossi
May 4th, 2012 at 10:43 PM

Dear Fabio:
Thank you for your kind attention.
You are right: some puppett is trying to stop our work saying we cannot go on selling a producte that is not well known. Note: first they said my product was bullshit, now they have to change channel and try to raise the safety problem. But , as we always said, our product will hit the non military market only after due certification; besides, we know very well our product and how it works, so it is wrong to say we do not know how the E-Cat works. About the market: you are right again, People will vote with their money and decide if the E-Cat works or not.
By the way: we are working very hard on the temperatures, and we have reached a tremendous goal in the last week. We are making a test which endures since a week, that could make a revolution in the revolution. It will go ahead for a month.
For now, just working.
Warm Regards,
A.R.

>Che dire, i risultati sembrano esserci, ma a quanto pare mancano i soldi e anche un interesse forte da parte della comunità scientifica

Vedrai come si svegliano tutti appena l'E-Cat esce sul mercato :)

vincenzo da torino ha detto...

O.T. Importante! Rossi sul suo blog risponde ad un certo Fabio e dice "A proposito: stiamo lavorando molto duramente sulle temperature, e abbiamo raggiunto un traguardo enorme nell'ultima settimana. Stiamo facendo un test che dura da una settimana, che potrebbe fare una rivoluzione nella rivoluzione. Si andrà avanti per un mese.
Per ora, solo lavoro." Temperature e quindi corrente elettrica?

MISTERO ha detto...

Silvio, alcune dichiarazioni sono state fatte dal politecnico agli uffici stampa e non durante il convegno per mancanza di tempo.

MISTERO ha detto...

Interessante, un ricercatore come Alessio Guglielmini anziché parlare e discutere di scienza si perde nei gossip di pseudo giornalisti, non solo, si preoccupa di sapere a quale corrente politica appartengo, se qualcuno ha voglia di farlo gli può riportare questo: appartengo al partito del buon senso.
La politica è al nostro servizio e non il contrario.

nemo ha detto...

Per me è sempre stato difficile immaginare che la ff possa funzionare allo stesso modo (intendo secondo gli stessi principi fisici), all'interno di un reticolo in cui il deuterio si fonde (H+H=He)in elio e nel reticolo del Ni dove H si fonde per formare il Cu interagendo direttamente con il reticolo.
Da qui mi è venuta la strana idea che sarebbe veramente divertente scoprire che il processo nucleare sui cui si fonda la produzione di calore dell'ecat non si basi sulla fusione, ma sulla fissione...

Marco da Rallo ha detto...

@mistero

grazie per il costante aggiornamento "nel merito".

per gli attacchi personali

..proporrei una legge che metta fuori legge il "pettegolezzo".

...i condannati potrebbero essere dipinti di colori fluoro-luminescenti... a lento degrado
(d'altra parte, il recupero sociale...)

e poi ci sono sempre i consigli di Virgilio a Dante...

Avanti!
M.

Merlian ha detto...

Non sanno neanche che AN si è sciolta nel 2009!

RED TURTLE ha detto...

Più modalità di produzione di energia innovativa ci sono e meglio è per tutti quanti.

Ad esempio il riscaldamento solare aero-termico (ossia una lastra di acciaio forata, dipinta di nero con una superficie ruvida particolarmente assorbente, coperta con un vetro (o un pezzo di tettoia a superficie con le V a 60°), messa dentro un cassone in legno e collegato a due dotti d'aria, uno in entrata e l'altro in uscita, con l'aria mossa da una ventola da computer a 12V) fornisce un energia termica superiore a 10 volte quella immessa (ma ci vuole il sole che batte direttamente sulla lastra).

http://it.ekopedia.org/Riscaldamento_solare_aerotermico

Ho sempre avuto l'impressione che Andrea Rossi riuscirà a trasformare il container da 1 MW con i tigrotti in una specie di lunga e stretta barra da 1 Mw da infilare nei reattori nucleari.

Quando Rossi verrà creduto, e l'industria dell'energia comincerà a seguirlo, potrebbe costruire un reattore da 100 barre LENR per complessivi 100 MWe.

Credo che questo avverrà in Giappone, dove ormai hanno la piena coscienza dei pericoli posti dalla fissione nucleare controllata. L'esperienza e l'aiuto di Arata gli spianerà la strada.

Potremo avere dei vecchi reattori nucleari di bassa potenza con le barre di uranio sostituite dalle nuove barre LENR di Rossi (sia al Nichel che al Tungsteno).

Anche l'Argentina, che ha una grave crisi energetica, ammirerà e impulserà il lavoro di Rossi.

Negli Stati Uniti la NASA (che non nomina mai Rossi) si sta preparando a fregargli il brevetto... tutto depone per questa evoluzione, purtroppo!

In quanto all'utilizzo di radiofrequenze, un'altro indizio è che il reattore dell'E-Cat è costruito in RAME... altamente permeabile alle RF, a differenza dell'acciaio (non austenitico).

Un MAGNETRON è abbastanza compatto, potrebbe essere nascosto all'interno dell'E-Cat (ma allora sentiresti i denigratori urlare al cielo: truffa, truffa!)

D'altra parte Focardi ha affermato "a volte risulta impossibile fermare la reazione, ho provato a fermarlo dandogli una martellata"... questo è un indizio che la miscela è già pronta all'interno... non si tratta di nichel & idrogeno, ma IDRURO di NICHEL.

D'altra parte la bomba a fusione termonucleare, mica lavora con l'idrogeno in bombola o criogenico... contiene il sale DEUTERURO di LITIO, già bello e pronto, molto denso e anche stabile.

Il CARBONIO che menziona la NASA: che cos'è esattamente... e a che cosa serve?

La mia domanda per chi ha visto la "polvere di Rossi"... ha un aspetto metallico? Oppure ha un aspetto cristallino, mescolato a una polvere grigia o nera? Ha forse una tendenza al colore rosso cupo, come il ferro non ossidato?

nemo ha detto...

@Merlian
:-)))) complimenti! :-)))

Il Santo ha detto...

@Mistero

E' unitile che ti affanni a etichettare come gossip una (triste) realtà.

Anche ammesso che i neutroni siano reali mi spieghi da dove ne nasce l'affermazione che il piezo sia una nuova fonte di energia? Mi spieghi dove, come e con quali risultati è stato processato un solo grammo di scorie nucleari? Ah, poi sarebbe bello capire, alla luce delle teorie del Carpinteri, come mai il nucleo terrestre e quasi tutto ferro e la spallazione del ferro diventerebbe esoergica!

Quello che si è visto molto bene sinora è qualcosa che in italia si può trovare ovunque: un carrozzone politico. Gli annunci eclatanti privi di qualsiasi riconoscimento della comunità scientifica sembrano tanto un'operazione di marketing per dragare soldi pubblici. Piuttosto che dire "gossip" come un disco incantato potresti argomentare su queste questioni?

PS: e basta con sto complottismo... l'unico "complotto" reale sembra quello finalizzato a mettere le mani sul malloppo.

Il Santo ha detto...

@Merlian
>Non sanno neanche che AN si è sciolta nel 2009!

Basta cambiare nome per rifarsi una verginità!!

nemo ha detto...

@Il Santo: tipo Fusione Fredda ===> LENR ???

Barney ha detto...

Vorrei ricordare a Daniele e ad altri entusiasti che la NASA col piffero che ha preso una posizione UFFICIALE a FAVORE delle LENR/della ff:

http://nasawatch.com/archives/2011/12/why-is-nasa-lan.html

Qua c'e' una pagina ufficiale di NASA tecnologie esotiche che risponde alla domanda: ma la fusione fredda?:
http://www.nasa.gov/centers/glenn/technology/warp/warpfaq.html#cf

Ecco, mi pare che la risposta sia: non e' fusione, non sappiamo di che si tratta...


Barney

Daniele Passerini (22passi) ha detto...

@Vincenzo da Torino
...stiamo lavorando molto duramente sulle temperature, e abbiamo raggiunto un traguardo enorme nell'ultima settimana.
Sì, mi hanno riferito la stessa cosa: avrebbero raggiunto i 300° C stabili... con tutto quel che consegue! :)

@Marco da Rallo
e poi ci sono sempre i consigli di Virgilio a Dante...
Già, la penso anch'io così. Curioso invece che il gruppetto di pseudo-difensori della scienza, di là, si sentono talmente sicuri di quel che dicono da saper solo parlar male degli altri: ormai il loro covo è diventato un sito di gossip, maldicenze e risatine onanistiche che si scambiano tra loro. A parte i 4 invasati che resistono, chiunque si affacci là dentro capisce subito di che pasta son fatti.


@Il Santo
...e basta con sto complottismo... l'unico "complotto" reale sembra quello finalizzato a mettere le mani sul malloppo.
Sei un paradosso umano: non è COMPLOTTISTA l'articolo di Repubblica su cui oche e Krivelli di eCatostene vari stanno ballando la mazurca?

@Barney
Facciamo una prova.
Tu per chi lavori? Un'azienda importante proprio nel settore aerospaziale, giusto?
Adesso prova a pensare di andare a un convegno sulle LENR, o di mettere un video su YOUTUBE che parla di un tuo brevetto LENR. Ci metteresti il nome della tua azienda sulla registrazione del convegno o sul video?
Ovviamente no!

Ciao e datti pace.

@tutti
Avete voluto il semaforo rosso, ora sorbitevi i soliti trolleggiatori. :)

Marco da Rallo ha detto...

..verde?

Daniele Passerini (22passi) ha detto...

@Marco da Rallo
Ops lapsus! Sì sì, volevo dire VERDE.
Evidentemente il mio inconscio lo vorrebbe rosso! :))
L'importante è che qui dentro siano più le persone che apprezzano il verde di quelle che apprezzano il rosso... e parlo del semaforo dei commenti, non di Leghisti e Comunisti! Metto le mani avanti visto che l'ultima moda degli scetticoni, trovandosi a corto di argomenti, è portare i colori della politica pure dentro le particelle atomiche!! :))

vincenzo da torino ha detto...

@Daniele. E' un notizia sorprendente, giustamente da Rossi considerata una rivoluzione nella rivoluzione. Un poco come avevo sempre detto: la vera rivoluzione enegetica stava nella produzione di energia elettrica con Lenr o con qualunque diavoleria con gli stessi requisiti. Ci speravo fortemente, ma sembrava ancora lontano....Ho fatto pre-ordine con conferma di Rossi per 3 e-cat, tanto per un assaggio.Ma mi interessava sopprattutto la produzione di energia elettrica. Bene, benisssimo!

Rampa ha detto...

Sì, mi hanno riferito la stessa cosa: avrebbero raggiunto i 300° C stabili... con tutto quel che consegue! :)
Notizie da fonti "importanti ?", UniBo ?

Paul ha detto...

Rossi conferma il raggiungimento di una elevata temperatura (360°C?).
Ma soprattutto dice una cosa MOLTO importante:
hanno capito le cause dell'instabilità.
E questo certamente, aggiungo io, porterà ad una significativa evoluzione del reattore.
Penso che la produzione di elettricità sia molto vicina...

nemo ha detto...

Speriamo che le buone notizie continuino e che il programma di commercializzazione acceleri!

nemo ha detto...

At the recent “Atom Unexplored” conference in Torino Italy, Dr. Peter Hagelstein of MIT gave a presentation about some of his work in the field of low energy nuclear reaction research, concentrating on the work of his colleague Dr. Mitchell Swartz. Swartz has invented a palladium-based device he names a NANOR. When an electric current is passed through the palladium, excess energy in the form of heat is produced which, according to Hagelstein, is over 14 times the input energy.

http://www.e-catworld.com/2012/05/hagelstein-public-invited-to-see-continuing-cold-fusion-demonstration-at-mit/

MISTERO ha detto...

@Barney
Sei male informato.
Ho collaborato alla realizzazione di questo convegno.
Tra gli invitati c'erano dei ricercatori NASA e anche qualcosa di più di semplici ricercatori.
Inizialmente abbiamo ricevuto un ok alla partecipazione, poi in seguito disdette diplomaticamente motivate.
Nel giro delle persone che contano in queste situazioni è emerso che la NASA sta investendo nelle LENR, non lo vuole fare sapere ufficialmente, ogni suo rappresentante non può, se non con espressa autorizzazione e verifica di quanto verrà ufficialmente riportato, partecipare a convegni seminari con tema LENR.
Libero di non crederci, già ho scritto troppo.

In merito a Rossi ho delle novità importanti e inedite che farò valutare a Daniele se pubblicare o meno.

Nemo, Peter Hagelstein durante la sua esposizione e in seguito a porte chiuse ha detto che è rimasto sorpreso dei risultati ottenuti in Italia, parole sue; penso che il piezonucleare possa spiegare alcuni fenomeni da noi rilevati che oggi non hanno una spiegazione valida.

sandro75k ha detto...

@Mistero
Mario Msssa ha scritto circa i rilevatori di neutroni sull'esperimento della rottura dei blocchi di roccia a Torino:
" mi auguro che le fiale rivelatrici fossero sospese mediante filo elastico all’interno di camera stagna rigida e fono isolante."

Cosa puoi testimoniare al riguardo? ..sempre se puoi/vuoi...
grazie

triziocaioedeuterio ha detto...

Se lo staff di rossi ha capito la causa della instabilità allora verosimilmente dal punto di vista dell'approccio teorico sono oramai molto ma molto avanti...
L'energia elettrica si poteva già ottenere,con turbina siemens.a 260 celsius.
Con 300 celsius forse che anche l'e cat domestico potrà produrre elettricità?

MISTERO ha detto...

Sandro, Mario Massa può scrivere quello che vuole, se pensa che una 50ina tra prof. e ricercatori universitari (per restare in Italia), tra i quali esperti neutronisti, siano degli incapaci, certamente non è un problema nostro.
Tre metodi di misura completamente differenti tra loro non possono essere in errore se tutti danno lo stesso risultato.
Non solo, chi da anni utilizza questo ed altri sistemi di misura dei neutroni li sa riconoscere e distinguere, nel caso dei provini a bolle, le bolle prodotte da neutroni sono molto differenti da bolle prodotte da un urto o ultrasuono.
In pratica se prendi a calci o a martellate un provino, le bolle "eventualmente prodotte" sono perfettamente distinguibili da bolle prodotte da neutroni e comunque vale sempre il ragionamento espresso al primo punto, 3 sistemi differenti di misura non possono essere in errore.

Se Mario ha dei dubbi mi può sempre scrivere; mi sembra strano che non lo abbia già fatto personalmente.

Daniele Passerini (22passi) ha detto...

@MISTERO
@Barney
Sei male informato.

Direi che è un leitmotive del nostro Barney... ma non molla dall'idea di potere deduttivamente colmare la sua mancanza di informazioni! :)

@Rampa
Notizie da fonti "importanti ?", UniBo ?
Fonti attendibili, ma non UniBO.

MISTERO ha detto...

http://www.swas.polito.it/services/Rassegna_Stampa/dett.asp?id=4028-154341586

La Repubblica
sabato 5 maggio CRONACA pag.VIII

"Il piezonucleare? Grande occasione per la ricerca"
La Repubblica - (ste.p.)

La polemica Carpinteri (Inrim): scetticismi ingenerosi
«SONO dispiaciuto per le cose che sono state scritte, perché attorno alle reazioni piezonucleari c'è grande interesse scientifico in Italia», dice il presidente dell'Inrim Alberto Carpinteri. Il numero uno dell'Istituto nazionale di ricerca metrologica di Torino ieri ha organizzato un convegno sulle reazioni nucleari causate dalla pressione esercitata sui solidi, che a detta di alcuni potrebbe garantire in futuro la produzione di energia nucleare pulita.
Tesi che, come ha raccontato ieri Repubblica, in parte della comunità scientifica italiana destano scetticismo, tanto che diversi ricercatori dell'Inrim si sono opposti all'idea di misurare (e dunque di legittimare) le reazioni piezonucleari. Ma, dice Carpinteri, «è una ricerca che ho iniziato quattro anni fa al Politecnico e che con spirito molto costruttivo sto portando all'Inrim. Che il tema sia molto importante lo dimostrano i nomi ospitati dal nostro convegno: c'era il gotha dell'ingegneria nucleare italiana, persone di grande spessore scientifico. Certo, siamo solo all'inizio della ricerca, ma siamo fortunati ad avere un argomento così in Italia». E i movimenti attorno al Comitato scientifico dell'Inrim, con esperti di area Pdl e sostenitori del piezonucleare che starebbero tentando di accaparrarsi una poltrona? «Discorsi privi di fondamento», taglia corto Carpinteri. Le manovre del Pdl per creare un centro di ricerca sul piezonucleare in provincia dell'Aquila? «Di questo - dice il presidente dell'Inrim - non so nulla».

sandro75k ha detto...

@Mistero
:) no, non fraintendere, era una risposta di Massa ad una mia domanda di attendibilità sui vostri esperimenti... il suo non era un dubbio dato che non lo aveva visto ma solo un auspicio.. Tranquillo! :)
..Gli ho strappato io il suo parere ma ha sottolineato di non aver visto ancora nulla!

MISTERO ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
MISTERO ha detto...

Bene, mi scuso con Mario e ti tiro le orecchie Sandro... :-P
Mi sembrava strano infatti...

Ci sono anche gli alpha ora non dimenticarlo.
;-)

sandro75k ha detto...

Credo che leggerà direttamente da qui...

MISTERO ha detto...

A breve ci saranno i filmati del convegno on-line in Italiano.

sandro75k ha detto...

@Mistero
se ci sono ora, ci sono sempre stati :P

Barney ha detto...

Rispondo per l'ennesima volta a Daniele sulla questione della partecipazione di Tizio, dell'Agenzia Spaziale Marziana, al Congresso degli sbucciatori di banane.

Tizio puo' certamente presentarsi come dipendente/ricercatore/portinaio dell'agenzia marziana, ma NON PUO' far figurare la sua posizione come quella dell'agenzia marziana. Punto.
Come D22 NON puo' certamente rappresentare in alcun modo la posizione del suo datore di lavoro sulla fusione fredda o anche sulle politiche sociali del Governo Monti. No?

Cosa che indirettamente conferma pure MISTERO:
Tra gli invitati c'erano dei ricercatori NASA e anche qualcosa di più di semplici ricercatori.
Inizialmente abbiamo ricevuto un ok alla partecipazione, poi in seguito disdette diplomaticamente motivate.
Nel giro delle persone che contano in queste situazioni è emerso che la NASA sta investendo nelle LENR, non lo vuole fare sapere ufficialmente, ogni suo rappresentante non può, se non con espressa autorizzazione e verifica di quanto verrà ufficialmente riportato, partecipare a convegni seminari con tema LENR.
Libero di non crederci, già ho scritto troppo.


La notizia e' che NASA non ha partecipato UFFICIALMENTE.
Tutto il resto sono chiacchiere e distintivo, a partire dal "giro di persone che contano" (dai, questa e' fantastica!!), agli investimenti in LENR di NASA (secondo voi fanno dei bandi pubblici, oppure danno soldi senza dir nulla a nessuno? No, perche' se e' pubblica l'assegnazione basta farsi un giro su NSPIRES (http://nspires.nasaprs.com/external/) e controllare), infine al "nun me fa' ddi dde ppiu'..." finale.

Se questi sono i contenuti, siamo a zero. E basta veramente la logica per confutare l'entusiasmo di chi e' convinto che un essere umano possa sopravvivere "trasmutando" per settantaquattro anni senza mangiare ne' bere. O che le galline trasmutino potassio in calcio (ma allora perche' non piombo in oro?)

Poi, io rimango del tutto non informato sul magico mondo delle reazioni piezonucleari, ma non e' che MISTERO sia diventato il capo ufficio stampa di NASA solo perche' ha incontrato un po' di persone al congresso di Torino...

Ah, spero di riuscire a ricavare informazioni di prima mano per quel che riguarda la SECONDA parte, quella sulla fusione calda.

Barney

Merlian ha detto...

Beh, come comunisti, democristiani, socialisti, etc. etc.

Daniele Passerini (22passi) ha detto...

@Barney
Rispondo per l'ennesima volta a Daniele sulla questione della partecipazione di Tizio, dell'Agenzia Spaziale Marziana, al Congresso degli sbucciatori di banane. Tizio puo' certamente presentarsi come dipendente/ricercatore/portinaio dell'agenzia marziana, ma NON PUO' far figurare la sua posizione come quella dell'agenzia marziana. Punto.
E per l'ennesima volta ti ribadisco che il dipendente/ricercatore/portinaio dell'agenzia marziana che va al Congresso degli sbucciatori di banane, se ci va rappresentando unicamente se stesso e le sue passioni non condivise dall'agenzia marziana che gli pagalo stipendio, NON PUO' registrarsi che col suo nome e cognome e titolo di laurea e punto. Se tu, Barney, vai al congresso degli sbucciatori di banane, per quale diavolo di motivo ti dovresti registrare come dipendente dell'agenzia marziana per la quale lavori? Per fare lo sborrone?

Merlian ha detto...

Beh, come comunisti, democristiani, socialisti, etc. etc.

Daniele Passerini (22passi) ha detto...

@Barney
P.S. Infatti a Torino la NASA non compariva da nessuna parte, al congresso che si farà a luglio al W&M College sì! Chiara la differenza?

sandro75k ha detto...

Daniele 22p
alla luce degli espirimenti sulle rocce la mia intuizione sul taglio della cotenna della porchetta non era così sbagliato...
Spero non mi trasmuti in coniglio alla cacciatora! :))

MISTERO ha detto...

Barney, hai ragione ho solo incontrato un po di persone al convegno, un po a cena la sera prima e un po nel pomeriggio quando la questione fusione calda ha raffreddato gli entusiasmi.
Non sono l'ufficio stampa certo, ma non per questo non sono in grado di capire, ascoltare, chiedere alle persone che hanno titolo, grado e conoscenza.
Ripeto libero di credere come no.
In merito al W&M College e al congresso, è la dimostrazione che lavorano solo in casa loro, gli interessi sono enormi.
Detto tra di noi, ce stanno a lavorà, ma se voiono fà li azzi loro.
:-)

p.s. un piccolo indiano (dell'india) presente al convegno del PoliTo di cui non ricordo il nome, ma lo posso ritrovare, ha portato la locandina del congresso al W&M College...siamo rimasti sorpresi da un titolo...Oltre a ricevere l'invito di partecipazione, tutto si sta comportando come se:

http://www.cvent.com/events/international-low-energy-nuclear-reactions-symposium-ilenrs-12/event-summary-2afdc5aee9fe479ca69ff752477cbd25.aspx

Il libro in piccolo che vedete nella pagina linkata è questo:
http://www.terrestrialnuclearprocesses.com/

Una frase ci ha colpito, sembra che anche questi signori, invitati al congresso, abbiano riscontrato anomalie chimiche:
"In natura, ci sono firme chimiche che come suggeriscono alcune forme di vulcanismo e moto delle placche tettoniche possono avere la loro origine da pressione che induce processi nucleari privi di prodotti di decadimento a vita lunga nucleare"

Caro Barney, quando scrivevo più di 6 mesi fa che è in atto un "guerra fredda" e nessuno ancora se ne è accorto...

Basta indizzi...lavolale, lavolale :-)))))))

MISTERO ha detto...

Daniele anche a me era sfuggito leggendo il tuo post in merito al congresso...mannaggia!!!!

http://www.cvent.com/events/international-low-energy-nuclear-reactions-symposium-ilenrs-12/staff-2afdc5aee9fe479ca69ff752477cbd25.aspx

Ho sentito qualcuno urlare ieri...QUESTI CE COPIANOOOOOO (era ora, il coro a seguito)....hahahhahahaha

dibattiti ha detto...

Qualcuno riesce per caso a dirmi il link della registrazione se esiste? Dev'essere stata molto interessante!

MISTERO ha detto...

Al momento solo in inglese:
http://theatomunexplored.com/?page_id=74

tia_ ha detto...

>Adesso prova a pensare di andare a un convegno sulle LENR, o di mettere un video su YOUTUBE che parla di un tuo brevetto LENR. Ci metteresti il nome della tua azienda sulla registrazione del convegno o sul video?

E adesso prova a pensare che Josephson ha messo su questo video con tanto di logo di Cambridge: http://sms.cam.ac.uk/media/1150242
Quindi Cambridge appoggia il contenuto di quel video e Cambridge sta seguendo l'e-cat?
O forse che Brian Josephson (che fa parte di Cambridge) sta seguendo l'e-cat?
Allora com'è che c'ha messo il logo dell'università ed il video è sul sito dell'università?

giuliano ha detto...

1-Quindi Cambridge appoggia il contenuto di quel video e Cambridge sta seguendo l'e-cat?
2-O forse che Brian Josephson (che fa parte di Cambridge) sta seguendo l'e-cat?
3-Allora com'è che c'ha messo il logo dell'università ed il video è sul sito dell'università?

-----------
1- mi pare evidente
2- pure
3- per questo l'università ha messo il suo logo

Daniele Passerini (22passi) ha detto...

@tia
Dice bene Giuliano.
Se Cambridge ritenesse che Josephson stesse facendo pubblicità ad asini che volano potrebbe benissimo chiedere a Josephson di appoggiare il video solo su youtube, a titolo personale. Così come, se UniBO credesse che Rossi mente, porrebbero immediatamente fine a qualsiasi apertura nei suoi confronti con un comunicato netto.
Tu e tutto il partito degli scettici pseudoscientifici, vi ostinate a misurare una formica con un metro da cantiere, siccome non ci riuscite dite che la formica non può esistere. Scusa la battutina "da scuola media", ma dicono siano quelle che mi riescono meglio e non posso deludere proprio chi mi legge con più attenzione di tutti! :))
Il mondo delle LENR gira e voi continuate a non vederlo girare.

vincenzo da torino ha detto...

Rossi conferma le alte temperature con due risultati ecclatanti solo per l'e-cat industiale: uso motore sterling engine per l'elettricità e aumento COP. Per il domestico, purtroppo, nisban! Ci siamo!

Barney ha detto...

Vedo che la sapienza e la conoscenza del mondo scientifico abbondano qui quasi quanto l'ottimismo. Tutti espertissimi di congressi e conferenze, tutti con una lista di pubblicazioni da far impallidire un Nobel cone Josephson. Ottimo: ambiente stimolante :-P

Ma vorrei contribuire ad aumentarla, questa conoscenza.
Il programma della magGica conferenza di luglio negli USA contiene almeno DUE errori che riguardano una persona (persona che conosco direttamente: abbiamo presentato assieme un progetto di ricerca alla Commissione Europea qualche mese fa).

Dunque, sto parlando del Program Committee, che vede tra i suoi membri Liviu Popa-Smil.
Ecco: Liviu si chiama Popa-SIMIL. E poi lavora (ora che e' in pensione dal Los Alamos Laboratory) nella sua azienda di consulenza, che si chiama LAVM LLC, e non LVLMLLC.

Ah, quel che fa Liviu nella vita e' studiare forme esotiche di trasformazione di energia da DECADIMENTO RADIATTIVO in elettricita'.

Mai saputo che fosse coinvolto nella fusione fredda, ma ora che so che partecipa al convegno gli scrivo e chiedo lumi.

Non posso escludere che vi siano altri errori, gli altri non li conosco.


Saluti,


Barney

Daniele Passerini (22passi) ha detto...

@Barney
Non posso escludere che vi siano altri errori...
Azz, grazie, segnalazione veramente importante e sostanziosa! Controlla meglio: mi pare che manchi anche un puntino sulle i... che cialtroni al W&M! :)))

sandro75k ha detto...

D22
ahahahahahah!!!!

mario massa ha detto...

@Mistero
@sandro75K

Mistero, io mi professo assolutamente ignorante di fisica nucleare, capirai se mi metto a insegnare a dei fisici come misurare neutroni.

Un fisico nucleare però non misura normalmente neutroni in prossimità di una pressa che sgretola pietra. Mi pongo il problema se la settorialità delle conoscenze non possa creare gli errori di misura.

Anche illustri fisici hanno visionato il reattore di Rossi sostenendone il buon funzionamento, peccato che nel loro lavoro non avevano mai visto un generatore di vapore.

Quando chiedo più apertura sulle verifiche intendo solo questo.

Un po' di neutroni che escono da un sasso rotto sono FONDAMENTALI per la conoscenza semplicemente perchè non previsti (o qualcuno può dire il contrario?). Dal momento che non credo che possano avere alcuna importanza nel breve dal punto di vista economico, mi sembrano un ottimo punto su cui convergere le osservazioni da parte di un gruppo interdisciplinare con all'interno scettici: nessuno cercherà di appropriarsi di nulla, parteciperanno solo persone veramente interessate alla analisi e non a possibili guadagni.

Se non si trovano scettici ad alto livello (la paura di "sporcarsi la reputazione" è comprensibile), perchè non cominciare dal basso: convinti scettici di basso livello (il mio e di altri qui su 22passi per intenderci), questi avranno certamente più potere di te nel convincere scettici a livello un po'superiore a partecipare a successivi test e così via.

Sono pazzo? Un visionario? O proprio perchè non c'è niente da guadagnarci non gliene frega niente a nessuno tranne a un vecchio ingegnere e un cuoco appassionato?

sandro75k ha detto...

@Mario Massa
@Mistero
Non volevo generare polemiche...
Odio profondamente le polemiche e sono a dir poco schifato dagli attacchi alle persone dell'una e dell'altra fazione. L'unica forma di intelligenza che considero autentica è quella sociale e purtroppo noto che molto spesso gli scienziati ne siano carenti...
Mi piacerebbe solo avere più certezze, per quanto possibile, riguardo queste nuove frontiere della scienza.
Che i mari possano essersi formati grazie a a reazioni piezonucleari mi ha un po' sconvolto... a voi no?

mario massa ha detto...

@sandro75k
"Non volevo generare polemiche..."

Lo so benissimo Sandro.
Ho pensato alla tua proposta di replica di questo tipo di test.
Mi sembra molto più utile che torturare galline. E soprattutto molto più replicabile.

Io sono pronto a dare tutto l'aiuto che posso e a partecipare (ne parlerò anche con Franco e Ilio), ma se non salta fuori un nucleare scettico che guidi la cosa non ci sto.

Anto ha detto...

@Mario

ho un'amica ingegnere nucleare, le ho chiesto se passa a trovarci, ho fatto bene? o volete un fisico?
ancora non mi ha risposto.

Nessuno ha detto...

Che i mari possano essersi formati grazie a reazioni piezonucleari è una fantasia da premio igNobel.
Evidentemente è meglio ricevere quel premio che niente!

Marco da Rallo ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
nemo ha detto...

@Nessuno
Forse tu potresti unirti a Massa per le verifiche. Sei scettico e fisico.
La questione mi pare così semplice da verificare per chi ne ha la possibilità che non farlo sarebbe un peccato..

nemo ha detto...

@Sandro75k
condivido le tue perplessità sui mari.
Prima però bisogna confermare i neutroni che è più facile. Mi spiace di non poter dare contributi.

Daniele Passerini (22passi) ha detto...

@tutti
TANTI AUGURI AL BLOG, TANTI AUGURI AL BLOG... oggi festeggiamo 2.000.000 di candeline!!! ;-)

nemo ha detto...

2.000.000 di auguri a te Daniele! Stai facendo un gran lavoro! Complimenti

Anto ha detto...

tanti auguri, buon comple..pagina!

mario massa ha detto...

@nemo
"Forse tu potresti unirti a Massa per le verifiche. Sei scettico e fisico." (rivolto a Nessuno)

Se Marco e Giancarlo accettassero! Ma accetterebbero di collaborare con fiduciosi trasmutazionisti (come l'amica di Anto che inviterei di buon grado)? Rinnovo il mio invito a tutte le persone (tecniche con esperienza) di buona volontà a costituire un gruppo indipendente di indagine.

sandro75k ha detto...

@Mario Massa
chi è in buona fede dovrebbe essere solo entusiasta di un esperimento del genere... Ogni fazione avrebbe l'opportunità di dimostrare la propria ragione. Non trovi?

mario massa ha detto...

@sandro75k
finchè gli atteggiamenti sono "l'hanno detto 50 fisici ergo è vero per forza" e "la teoria dice che è impossibile ergo inutile provare" temo che non ci ascolterà nessuno.

MISTERO ha detto...

Mario

Ti chiedo scusa.
Ho interpretato male le parole scritte da Sandro.
Infatti, ho scritto: "mi sembra strano"
Se hai dei dubbi, se hai delle perplessità in merito a quanto è stato riportato nel convegno del PoliTo sai benissimo che puoi in qualsiasi momento chiamarmi, scrivermi e rivolgermi qualsiasi domanda.
Ne è prova lo stesso Sandro, e ti prego di chiedere a lui in quale merito si è rivolto a me privatamente.

Il tono con cui ho risposto alla sua richiesta è giustificato da fatti precedenti che ti hanno già coinvolto tuo malgrado.
Interventi tuoi precedenti sono stati strumentalizzati e usati contro di me e della ricerca sul piezonucleare.

Purtroppo un branco di 4 coglioni sono sempre alla finestra ad approfittare di queste situazioni.

Ho appena ricevuto una lettera che mi ha commosso, sono a Sofia in questo momento per lavoro, ma risponderò a questa lettera e visto che mi viene richiesto esplicitamente di pubblicarla, chiederò a Daniele un po di spazio.

sandro75k ha detto...

..conmfermo la totale disponibilità di Mistero ;)
..ancora Grazie!

mario massa ha detto...

Arriverà disponibilità anche da parte scettica? Riusciremo a trovare un punto d'incontro?

sandro75k ha detto...

@Mario Massa
ad ogni modo va dato atto ai piezonuclearisti di essersi palesati a Torino ed aver presentato esperimenti di facile riproducibilità... Non trovi che abbiano avuto un comportamento candido dal punto di vista della trasparenza e assolutamente scientifico presentando un esperimento alla portata di tutti e per questo ripetibile?

Nessuno ha detto...

@Mario, Nemo & Co.
Anche io sono per una verifica completa del fenomeno di emissione dei neutroni da rocce fratturate.
Potrebbe riservare molte sorprese.
Però questo non sarebbe un esperimento di calorimetria alla portata di Mario.
Sarebbe un esperimento di fisica nucleare e come tale richiede persone abituate a quel tipo di esperimenti.

Per Carpinteri è un gioco da ragazzi organizzare una simile verifica: basta concordare una collaborazione di qualche settimana con un dipartimento di fisica ben attrezzato e di riconosciuta fama.
In Italia per fortuna non mancano, siamo i migliori in questo campo (es.: il dipartimento dove insegnò Enrico Fermi alla Sapienza).

Valuto che farei un pessimo lavoro (inattendibile) se provassi ad improvvisare in questo campo.
Potrei per esempio usare un rilevatore a bolle per evidenziare i neutroni in prossimità della frattura, commettendo un errore madornale in quanto questi generano falsi positivi se sottoposti a shock meccanici (come un'onda d'urto acustica, degli ultrasuoni,....).

Quindi vi ringrazio, declino gentilmente, e vi invito a spingere perchè vengano usate le risorse (strumentazione da lab. di fisica nucleare) e le competenze già presenti nelle principali università Italiane e soprattutto presso INFN.

Nessuno ha detto...

Ma la domanda vera è: perchè questa semplice collaborazione non è stata già attivata? Cosa si sta aspettando?

sandro75k ha detto...

..tutti declinano...
Mha....

Nessuno ha detto...

Riguardo alle ipotesi di spallazione del ferro in alluminio:
Le affermazioni presentate sono veramente eccezionali ed incredibili.
L'alluminio è il metallo più diffuso nella crosta terrestre: sta praticamente in ogni roccia.
Qualsiasi geologo sa benissimo da almeno 100 anni che i principali giacimenti sfruttabili di alluminio (giacimenti di Bauxite) sono il risultato di processi di dilavamento delle rocce superficiali (servono rilievi montuosi perchè questo sia possibile, indovinate dove stanno i rilievi montuosi..). Ipotizzare una sua formazione per spallazione del ferro a seguito di movimenti della crosta terrestre è un atto di puro autolesionismo.
Se poi andiamo alla formazione dei mari entriamo nella fantascienza di serie B.
Per la spiegazione della diminuizione della concentrazione di ferro nella crosta terrestre, siamo sempre all'autolesionismo.
I modelli riconosciuti spiegano benissimo questo fenomeno come inabissamento del ferro nel nucleo durante le prime fasi ad alta temperatura. Semmai, ci si chiede perchè ci sia così tanto ferro e oro (e altri metalli pesanti)sulla crosta terrestre!
A chi interessa la risposta, consiglio questi brevissimi articoli:

http://www.lescienze.it/news/2009/10/19/news/ipotesi_extraterrestre_per_i_metalli_della_terra-573197/
http://www.lescienze.it/news/2010/05/14/news/ricostruita_la_formazione_della_terra_con_gli_isotopi_dell_argento-555994/
http://www.lescienze.it/news/2010/12/11/news/formazione_planetaria_svelato_il_ruolo_degli_impatti_con_oggetti_massicci-553713/
http://www.lescienze.it/news/2011/09/08/news/l_oro_piovuto_dal_cielo-550840/

Poi potremmo parlare della radioattività indotta dai nostri neutroni: l'intero blocco di roccia dovrebbe risultare radioattivo (oltre il fondo precedente) a causa dell'irraggiamento neutronico. Lo stesso dicasi per le rocce sottoposte a terremoto, soprattutto in prossimità della faglia. Ma di questo ne parliamo un'altra volta.

Insomma, se questa è scienza, siamo messi proprio male.

Nessuno ha detto...

@Sandro75:
Se ti invitano a valutare la qualità di una operazione di trapianto cardiaco, tu che fai, accetti? O li consigli di rivolgersi ad un chirurgo cardiologo?
Mi sembra che l'argomentazione sia ben solida.
Se poi vogliamo illuderci di essere in grado di fare qualsiasi cosa, anche totalmente al di fuori dal nostro campo di competenza.
Io però sono cosciente dei miei limiti, almeno come essere umano. E' già un passo avanti.

sandro75k ha detto...

@Nessuno
se la tua vera motivazione è questa, la accetto, ti ringrazio lo stesso...

mario massa ha detto...

@Nessuno
Marco è evidente che un esperimento simile non lo condurrei io.
Credo però che l'esperimento sia semplice e riproducibile come dice Sandro.

Non trovi che sia sufficiente verficare la presenza dei neutroni? Non dirmi che è una cosa difficile. Certo noi metteremmo le ampolle in condizione di essere copletamente isolate dall'ambiente (loro lo avranno fatto?): chiuse in contenitore ermetico fonoisolato e sospeso elasticamente. Se sei sicuro del loro isolamento che bisogno c'è di usare 3 sistemi di misura? Meglio uno in condizioni perfette che tre non si sa come.

Loro hanno fatto anche la ricerca di trasmutazioni: cosa sensata se hai conferma dei neutroni, in caso contrario il fatto che la percentuale di ferro sulla superficie di rottura sia diversa dalla media della pietra non potrebbe essere proprio la ragione per cui lì avviene la linea di frattura: chi dice che una pietra di quelle dimensioni sia perfettamente isotropa? Per queste misure hai ragione, occorre attrezzatura che solo un laboratorio può avere. Ma dal momento che non ha senso se non si vedono i neutroni, tanto vale cercare solo quelli, non ti pare?

Non dirmi che non ti stupiresti se li vedessimo!

Se chi è convinto del fenomeno vede in questa richiesta di replica "sfiducia" in professori famosi non so che farci, l'ho detto 100 volte: non mi importa chi ha fatto una dichiarazione: l'esperimento deve essere riproducibile. Questo lo è: perchè non riprodurlo?

Giancarlo una volta mi diceva:"lascia perdere, tanto se replichi e non funziona ti diranno che hai usato i fili di colore sbagliato".

Se continuiamo a considerare gli altri tonti solo perchè (inevitabilmente) tra loro c'è chi lo è (ma ci sono anche tra gli scettici), come potremo mai fare repliche condivise?

E chiaramente non avrebbe senso che degli scettici si mettessero a fare repliche senza la supervisione di chi ci crede: che valore avrebbe ai loro occhi se il risultato fosse negativo?

Sono volate in passato forse anche recente parole offensive? Non si potrebbe semplicemente dire "mettiamoci una pietra sopra" e lavoriamo insieme a un test concreto come questo?

Chi è deciso a fare per primo un passo avanti?

MISTERO ha detto...

Sandro sei grandre!!!
"..tutti declinano...
Mha.... "

Per fortuna non tutti.

Altre 3 università hanno confermando i risultati del PoliTo, ma il problema, se di problema si tratta è, ma che gli frega di confermare, vogliono anche loro dei meriti e in questo sta la capacità di gestire meriti ed onori.
Infatti la prossima pubblicazione sarà nel merito delle radiazioni alpha e non sarà del PoliTo.

Nessuno la fai troppo facile, facile scrivere in un blog quando si ha tempo da perdere, meno facile è essere attivi, scettici?
Va bene, ma attivi.
Ripeto facile scrivere in un blog, molto meno facile fare quello che ipotizzi essere facile.
Infatti, continui a scrivere:
Potrei per esempio usare un rilevatore a bolle per evidenziare i neutroni in prossimità della frattura, commettendo un errore madornale in quanto questi generano falsi positivi se sottoposti a shock meccanici (come un'onda d'urto acustica, degli ultrasuoni,....)."

Quindi tu sei un neutronista esperto immagino, visto che continui a battere il chiodo su questo, mi sbaglio?
Ho già risposto a Sandro, se non ti basta prendi la tua macchinina e dopo aver fissato un incontro con chi sta facendo queste misure vai a verificare di persona.
Io prima di te ho comprato i dosimetri e ho verificato una serie di urti, non solo, ho preso i dosimetri e li ho sottoposti ad ultrasuoni in un range che va da 5000 a 50000 herz, nessuna bolla si è prodotta...a me basta, se a te non basta prima di esprimerti, ora che te lo spiegato, sei invitato a fare altrettanto, certo se chiedi a chi produce i dosimetri quale risposta puoi ottenere?
Che se i dosimetri ricevono un urto è probabile che si producano delle bolle...certo hanno ragione, ma prosegui con le domande; è possibile distinguere le bolle prodotte da un urto da bolle prodotte dal passaggio dei neutroni?
Scrivi!!!

@Mario
"Arriverà disponibilità anche da parte scettica? Riusciremo a trovare un punto d'incontro? "

Mi fa piacere, questo è il punto.
Chi ha deciso che tu sei la parte scettica e chi ha deciso che io sono il credulone?

Quando mi esprimo come in questo caso, esprimo ciò che da SCETTICO ho verificato di persona, solo che a differenza di te non ho scritto prima di andare a verifica che sono scettico.
Sai perché non lo scrivo prima?
Perché, come è già successo in passato, non sono riuscito ad andare in verifica, quindi visto che comunque voglio arrivare alla verifica con chi fa dichiarazioni eclatanti mi pongo in modo neutro.

Purtroppo oggi in molti mi conoscono e mangiano la foglia e alla fine si negano, vedi ROSSI!!!
Questo non significa nulla ovviamente, ma è un esempio concreto.

sSpero ti sia più chiaro il mio ruolo.

sandro75k ha detto...

@Mistero
polemiche a parte, sai o hai visto di persona prove su vetri?

MISTERO ha detto...

@Nessuno
Riporti questo articolo delle Scienze:
http://www.lescienze.it/news/2009/10/19/news/ipotesi_extraterrestre_per_i_metalli_della_terra-573197/

"Comete e meteoriti potrebbero aver portato sul pianeta metalli rari: ciò spiegherebbe l'attuale concentrazione di platino e rodio nella porzione rocciosa della crosta, incompatibile con i processi di formazione della Terra avvenuti 4,5 miliardi di anni fa"

Ti giuro che ho letto solo questo tra i link che hai riportato, il primo e mi basta.
Che c'entra con il piezonucleare?

Continui poi a scrivere di spallazione del ferro, hai mai visto scritto questo da parte dei piezonuclearisti?

Scrivi poi che i modelli riconosciuti, spiegano benissimo... o_0
Sei sicuro?
Sei diventato anche geologo oltre che neutronista?
Perchè non contesti i modelli riconosciuti che in quanto "modelli", sono solo ipotesi e non spiegano tutto?

MISTERO ha detto...

Sandro su vetri no, non sono a conoscenza di prove.
Il vetro è un liquido ad alta viscosità, forse potrebbero essere interessanti anche prove su cristalli ad alta percentuale di piombo.. ;-)
So di prove che verranno fatte con gesso.

sandro75k ha detto...

Bravo Mistero..;)
te lo chiedevo proprio a causa sella viscosità del vetro...

MISTERO ha detto...

@Mario
"Chi è deciso a fare per primo un passo avanti?"

Ripeto perché forse non mi sono spiegato bene, è solo una questione di "modo".

sandro75k ha detto...

e poi il vetro è assolutamente isotropo.... il dubbio legittimo di Mario Massa potrebbe essere facilmente fugato...

mario massa ha detto...

@Mistero
"Sai perché non lo scrivo prima?
Perché, come è già successo in passato, non sono riuscito ad andare in verifica, quindi visto che comunque voglio arrivare alla verifica con chi fa dichiarazioni eclatanti mi pongo in modo neutro."

Diciamo allora che io sono solo più sincero: ad Abundo ho detto chiaramente che ritenevo altamente probabile un errore di misura, ma la mia offerta di colloaborazione era (e rimane se dovesse chiedermelo) assolutamente sincera: se ci fosse già la certezza assoluta, le repliche che scopo avrebbero?

Ma evitiamo polemiche almeno tra di noi!

Ammesso di trovare qualche nucleare scettico disposto, tu ci staresti a replicare la sola misura dei neutroni come suggeriva Sandro? In questo caso tu, che dopo aver assistito a test con Carpineti sei convinto che il fenomeno ci sia, avresti il compito (assieme a chiunque altro tu creda) di controllare che tutto venga effettuato secondo protocollo.

Test completamente documentato e filmato per 22passi: trasparenza totale. Patto iniziale che qualunque sia il risultato non si denigra l'altra parte.

Se non ci sono motivi tecnici per cui la replica è impossibile da parte nostra, considera questa una offerta ufficiale.

mario massa ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Nessuno ha detto...

Per chiarire la mia posizione sulla questione dei neutroni:
Non sto assolutamente dicendo che ritengo impossibile che questi benedetti neutroni siano presenti. Anzi, ritengo più probabile la loro presenza piuttosto che la loro assenza.

Sto dicendo che:
1) Mi considero inaffidabile come valutatore/miglioratore di un simile esperimento
2) Se anche i neutroni ci fossero (e ne sarei sinceramente felice) da questo non deriverebbe assolutamente che il ferro si "fissiona" in alluminio + abbiamo una reazione che libera energia + possiamo ripulire le scorie nucleari + i mari si sono formati per trasmutazione di elementi. Sarebbe (per ora) un fenomeno interessantissimo da far studiare ad un lab. di fisica nucleare per valutarne l'origine.

Nessuno ha detto...

@Mistero:
Gli articoli che ho riportato sottolineano che l'interpretazione fatta da Carpinteri nel suo articolo in merito alla scarsità di ferro nella crosta terrestre è non valida e non tiene in considerazione i risultati dei gruppi di ricerca che studiano questi aspetti da centinaia di anni.
Inoltre, fanno capire che i temi nei quali Carpinteri si è avventurato sono specifici di altri settori, probabilmente estranei alla competenza accademica dell'autore: Astrofisica, Geofisica e fisica nucleare.
Io non ho quelle competenze, non mi azzardo a ipotizzare interpretazioni sconvolgenti sull'origine della crosta terrestre, ma sono in grado di seguire gli sviluppi di quella materia e li seguo da anni. Non mi sembra un reato.

sandro75k ha detto...

@Nessuno
Facciamo una cosa alla volta. I voli pindarici geochimici es astrofisici non servono a nessuno, possono solo screditare le nuove scoperte... da questo punto sono d'accordo con te!
Se si confermassero i neutroni qualcun altro comincerebbe a drizzare le orecchie, non credi?
Se non ne hai voglia, pazienza...
@Mario Massa
conosci un ingegnere metallurgico?
la mia e-mail è sandro75k@yahoo.it

Anto ha detto...

@Mario

era qui che dovevo leggere?

dimmi se ho capito: la squadra dell'esperimento Abundo è formata, quella delle rocce no? credevo ce ne fosse una unica.

mario massa ha detto...

@Anto
Mi sembra che la squadra Abundo non ci sia: se l'indagine prosegue a Caserta nessuno di noi del nord può permetterselo: devono farsi avanti persone da Roma in giù.

Per Carpinteri si sta discutendo se ha senso pensare a una replica o no. Secondo Sandro e me sì, limitando l'analisi alla sola verifica della presenza dei neutroni. Marco (Nessuno) non sembra d'accordo. Andrea (Mistero) non ho capito.

A Sandro e a me sembrerebbe una chiara dimostrazione che le LENR esistono e se il test è condotto da scettici (con la supervisione di chi ci crede già) non mi pare cosa trascurabile.

Anto ha detto...

@Mario

Sono esterrefatta. Posso capire che i detrattori non vogliano partecipare a quella che potrebbe essere la loro sconfitta, ma che gli altri fusionisti temano...che cosa? di dover confermare che qualche collega è arrivato prima di loro? bah. Tante conferenze, tante parole, tanta teoria, ma all'atto pratico vanno tutti avanti a farsi i fatti loro a spese delle Università.

Da ora in poi avrò un argomento in più per rispondere a chi mi chiederà perché ho più fiducia negli imprenditori che negli scienziati.

Cosa dicevo di essere? esterrefatta? correzione: sono disgustata.

Torno in curva Sud a tifare per Rossi. I alter che se ciaven.

MISTERO ha detto...

Eccomi, chiedo scusa ero in viaggio.
Mario, nessuna polemica, forse sono un po crudo e parecchio stanco.
Cerca di non fraintendere le mie parole, ho letto in fretta e forse ho capito male; volete fare un test anche con pietra di luserna, marmo o simili..
Ho capito male?
A questo test saranno presenti gli scettici giusto?

Bene, solo che una dimostrazione per i scettici è appena stata fatta, dov'erano?

Facciamo in questo modo, chiedo quando ci saranno dei test replicativi, giorno ora etc e vedo se riusciamo a combinare, potrebbe andare bene così?

Anto ha detto...

Riguardo le galline: non serve torturarle, si può fare anche con le piante.
http://www.mednat.org/cure_natur/trasmutazioni_biologiche.htm

mario massa ha detto...

@Mistero
"potrebbe andare bene così?"

Grazie Andrea!

Sono assolutamente d'accordo: quando è data la possibilità, prima si assiste al test, poi (eventualmente) si muovono critiche sulle modalità e in quel caso si discute su possibili variazioni in test successivi.

Ha senso solo se nucleari scettici accettano: io sarei solo un "curioso" che però verrebbe molto volentieri ad assistere.

(Però dipendesse da me, da ingegnere meccanico ignorante, quei sensori li chiuderei in camera stagna fonoisolante fin da subito.)

piero41 ha detto...

@Anto
" tanta teoria, ma all'atto pratico vanno tutti avanti a farsi i fatti loro" Penso che sia abbastanza difficile formare e partecipare a questi famosi gruppi di controllo specialmente per le finalità divergenti dei partecipanti: chi vuol provare e riprovare per trovare dei difetti che annullino la ricerca, chi all'opposto dopo aver confrontato metodologie e prove, anche se non molto positive vorrebbe lavorare per diversificare ed approfondire per trovare migliorie e nuove prospettive . Così l'ing Abundo si affida alle prove e ricerche di specialisti conosciuti a livello nazionale e che forse possono offrire future sbocchi, e che in più hanno avuto esperienze simili con un'altra scuola anni fa..
Quanto alle Trasmutazioni a bassa energia ed ai lavori del prof Carpineri, avevo trovato tempo fa questo pdf che forse faceva già riferimento ad un ampio ventaglio di ricerche "dalle galline, alla geologia, all'astronomia".... a me sembravano ricerche "vere" di una decina d'anni fa, allora forse non di moda ed ignorate ora invece con le Lenr son divenute più accettabili e forse un po' troppo riproposte ex novo ?? bohh!!
http://www.vitealternative.com/wp-content/uploads/2009/04/trasmutazioni-a-bassa-energia.pdf
"ho più fiducia negli imprenditori " Per Rossi non mi sembra giusto liquidarlo solo come un imprenditore..."pecunia non olet" anzi motiva molto in questa società, però che non mi vengano a dire che lui non si è studiato per anni con esperienze concrete questo fenomeno come ogni buon ricercatore per trovare i risultati migliori, più funzinali ottenedo grandi miglioramenti anche in questi ultimi giorni probabilmente ricavendone anche una sua prima teoria che altri poi... Certo poi dovrà mostrar la sua mano .. ma ormai un bluff mi sembra sempre più improbabile....

nemo ha detto...

Io non sono fisico, ma sono nessuno... che faccio, vengo? :-)

sandro75k ha detto...

@mario massa
si potrebbe chiedere un setup condiviso...

Nessuno ha detto...

Qualche idea per il test e sulla possibile interpretazione del fenomeno.
Molte rocce contengono tracce di elementi radioattivi che decadono spontaneamente generando costantemente un flusso di particelle e gamma.
Le rocce meno radioattive sono i travertini, seguono da vicino i marmi.
Il granito di luserna è circa un migliaio di volte più radioattivo del marmo.
La sienite è ancora più radioattiva, ma il record lo abbiamo con il basalto (dell'alto lazio-> Montalto)che è circa tre volte più radioattivo del granito di luserna.
Ho dei campioni di questa roccia perchè nelle bolle di raffreddamento si trovano dei bellissimi ammassi globulari di calcite che ai raggi ultravioletti (lampada di wood) si illuminano di colori molto suggestivi.
I sanpietrini romani sono fatti di basalto.

I neutroni che vengono prodotti all'interno della roccia vagano nel reticolo cristallino come in un flipper cosmico (diffondono come un gas) e quando raggiungono la superficie di contatto con l'aria aumentano enormemente il loro cammino libero (e quindi la velocità di diffusione) a causa della ridotta densità del mezzo.

E' per ora solo uno spunto di riflessione, ma immaginiamo cosa succederebbe se all'improvviso venisse offerta la possibilità di sfuggire dal flipper a molti neutroni che si trovano ancora lontani dalla superficie di contatto con l'aria:
Misurerei un picco di neutroni.
Io sto ipotizzando che le fratture permettano esattamente questo processo, riducendo il tempo necessario per uscire dal campione.
All'atto della rottura si deve ristabilire un nuovo equilibrio nella diffusione/degasamento del "gas" di neutroni. Il picco è secondo me interpretabile in questo senso.
Per verificare questa congettura si potrebbe:
Ripetere l'esperimento con basalto
forare un blocco di marmo, depositare una sorgente di neutroni al centro, richiudere il foro, aspettare il raggiungimento dell'equilibrio diffusivo, fratturare violentemente il campione (e ripetere qualche volta l'esperimento).
Mi aspetto che anche il marmo, in queste condizioni, presenti il picco rilevato con il granito.
E' chiaro che questo esperimento necessita di radioprotezione adeguata, non alla nostra portata.

In conclusione: non è per niente scontato che, misurando neutroni si sia in presenza di una reazione piezonucleare. E non è per niente scontato il ruolo del ferro che potrebbe rappresentare una deduzione errata.
P.S.: quasi tutte le magnetiti contengono notevolissime quantità di elementi radioattivi: stesso discorso di prima ma rafforzato (picco + alto).
@Mistero: puoi dettagliare da quale giacimento proviene la magnetite che è stata usata? Sai se è stata misurata la sua radioattività di base?

Anto ha detto...

@Piero
>Per Rossi non mi sembra giusto liquidarlo solo come un imprenditore..."pecunia non olet" anzi motiva molto in questa società,

Ma certo! la mia suddivisione riguardava "il mestiere", non le competenze. E a me il denaro piace, non è che perché ne ho poco diffido di chi ne ha di più dopo esserselo guadagnato. Anzi, provo ammirazione.

> .. ma ormai un bluff mi sembra sempre più improbabile....

d'accordissimo.

Anto ha detto...

@Piero

penso che questo commento ti piacerà:

Koen Vandewalle
May 7th, 2012 at 11:19 AM

Dear Andrea,
The revolution in the revolution. That is nice.
Means lots of improvements at once. Again.
It would have been a mistake to release the secret earlier, with still a revolution available inside. I do not want to imagine what could have happened if a buyer of one domestic e-cat, or a spy of the competition had this new insight. You would have done 99% of the job, but he would call it “his invention”. We all know and use lots of products that were invented long time ago, and we learn from our teachers, ennemies and friends, but when it comes to money, some believe we can own knowledge, which in fact is mostly (99,99percent) a free gift from our ancestors, and which is spread because of a good-working society. There is not much science in communities that struggle for food, safety and shelter.
So I really hope that your e-cat technology can protect us from a collapsing society. The sooner the better.

Keep it moving !

Kind regards,
Koen

MISTERO ha detto...

Ciao Mario, penso si possa fare un'altra dimostrazione bisogna definire le finalità.

Qualcuno ha registrato la puntata di tg Leonardo di ieri?
http://leonardo.blog.rai.it/

"FISSIONE FREDDA

Una roccia compressa rompendosi può produrre energia. Al Politecnico di Torino un esperimento controverso ma rivoluzionario."

MISTERO ha detto...

@Mario
"(Però dipendesse da me, da ingegnere meccanico ignorante, quei sensori li chiuderei in camera stagna fonoisolante fin da subito.)"

Ho già spiegato perché non serve:
1) nel caso dei dosimetri le bolle prodotte si distinguono da eventuali bolle prodotte da urti o ultrasuoni da frattura.
2) vengono utilizzati anche CR39
3) viene utilizzato anche rilevatore elettronico
4) sono stati rilevati anche gli alfa
5) inutile una camera fonoisolante quando la sorgente di neutroni è anche la sorgente di ultrasuoni/infrasuoni

Presto ci sarà un 4° sistema, infatti pochi, pochissimi hanno capito l'intervento di Cherubini che negli anni 70 aveva messo a punto per il centro di ricerche FIAT un sistema per concentrare i neutroni emessi da una sorgente radioattiva creando una specie di canale o raggio di neutroni, in questo modo nel caso di neutroni emessi da compressione, sarà forse possibile avere un nuovo sistema di rilevamento che distingue nettamente i neutroni prodotti dal fondo naturale, ma soprattutto di distinguerli da falsi segnali, i sensori non posso essere posizionati se non in prossimità della sorgente, sia i neutroni che gli alfa non percorrono grandi distanze, gli alfa si fermano praticamente subito, i neutroni a bassa energia che escono pure.

MISTERO ha detto...

Ecco la puntata di Tg Leonardo:
http://www.rai.tv/dl/RaiTV/programmi/media/ContentItem-654f986f-0422-4da5-8747-0bf98a246690.html

tia_ ha detto...

Un paio di giorni fa scrivevo, in risposta a daniele passerini, l'ennessimo messaggio tentando di chiarire come funziona la questione loghi di università su filmati e paper:

>Adesso prova a pensare di andare a un convegno sulle LENR, o di mettere un video su YOUTUBE che parla di un tuo brevetto LENR. Ci metteresti il nome della tua azienda sulla registrazione del convegno o sul video?

E adesso prova a pensare che Josephson ha messo su questo video con tanto di logo di Cambridge: http://sms.cam.ac.uk/media/1150242
Quindi Cambridge appoggia il contenuto di quel video e Cambridge sta seguendo l'e-cat?
O forse che Brian Josephson (che fa parte di Cambridge) sta seguendo l'e-cat?
Allora com'è che c'ha messo il logo dell'università ed il video è sul sito dell'università?


La risposta di giuliano:

1-Quindi Cambridge appoggia il contenuto di quel video e Cambridge sta seguendo l'e-cat?
2-O forse che Brian Josephson (che fa parte di Cambridge) sta seguendo l'e-cat?
3-Allora com'è che c'ha messo il logo dell'università ed il video è sul sito dell'università?

-----------
1- mi pare evidente
2- pure
3- per questo l'università ha messo il suo logo


e quella di passerini:
@tia
Dice bene Giuliano.
Se Cambridge ritenesse che Josephson stesse facendo pubblicità ad asini che volano potrebbe benissimo chiedere a Josephson di appoggiare il video solo su youtube, a titolo personale. Così come, se UniBO credesse che Rossi mente, porrebbero immediatamente fine a qualsiasi apertura nei suoi confronti con un comunicato netto.
Tu e tutto il partito degli scettici pseudoscientifici, vi ostinate a misurare una formica con un metro da cantiere, siccome non ci riuscite dite che la formica non può esistere. Scusa la battutina "da scuola media", ma dicono siano quelle che mi riescono meglio e non posso deludere proprio chi mi legge con più attenzione di tutti! :))
Il mondo delle LENR gira e voi continuate a non vederlo girare.


Visto che ancora una volta non capivano, ho scritto all'ufficio stampa di Cambridge, questa è l'email che ho mandato:
Subject: About Cambridge's opinion on cold fusione & related subjects

Dear University of Cambridge,
recently we saw a video published by you and made by Prof. Josephson (http://sms.cam.ac.uk/media/1150242) about cold fusion and the "energy catalyzer".
Since this video contains Cambridge's logo and is published by you, this mean that University of Cambridge endorse the contents of this video? Or this is only the opinions of Prof. Josephson about cold fusion?
Thank you.


E questa è la loro risposta:
Dear Mattia,



The statements made by our academics, to include Prof Josephson’s, falls within academic freedom – the right for academics and students to express their own opinions. The fact it is on the University’s website and includes a University logo does not reflect an endorsement by the University.



Below please find some additional information about the content on our website.



Limitation of liability

[…]Unless material is part of University Material, or unless stated otherwise, the site may contain advice, opinions, statements or other information by various authors or organisations. Reliance upon any such advice, opinion, statement or other information is at your risk and to the extent permitted by law the University disclaims all liability and responsibility arising from any reliance placed on such information by any user of the site or by anyone who may be informed of such information.

I hope this proves useful.
Best wishes,
Genevieve


Genevieve Maul
Communications Officer
Science Research
Office of External Affairs and Communications
University of Cambridge
The Pitt Building
Trumpington Road
Cambridge, CB2 1RP

Franco Morici ha detto...

Un filmato RAI TGR Leonardo dell'anno scorso su Youtube:

http://www.youtube.com/watch?v=onoqKPwVv5o

Anto ha detto...

@Franco Morici
>Un filmato RAI TGR Leonardo dell'anno scorso

Uguale! anche un po' fatto meglio.
Un anno dopo siamo allo stesso identico punto, vero?

MISTERO ha detto...

A me sembra proprio di no Anto!
L'intervista al ricercatore del MIT è la chiave di tutto il servizio di TG leonardo.

MISTERO ha detto...

E per dirla tutta, se qualche altro ricercatore/imprenditore accettasse l'incontro che ho chiesto da più di un anno...
Potresti intercedere magari, vista la simpatia che nutri e che sembra ricambiata.
Hagestailn non è l'unico, molti altri stanno valutando il piezonucleare come spiegazione ai molti fenomemi LENR, anche ROSSI prima o poi dovrà prendere in esame questa possibilità.

sandro75k ha detto...

@Nessuno
se usassimo un provino di acciaio?

mario massa ha detto...

@Mistero
"Ho già spiegato perché non serve"

Andrea non ci capiamo: quando fai una misura utilizzi tutti gli accorgimenti che ne migliorano la qualità e ne scongiurano errori.

E' probabile che tu abbia ragione e che proteggere il sensore non serva: il fatto che come dici diversi metodi di misura evidenzino neutroni sembra dimostrarlo.

Resta il fatto che i produttori di sensori si raccomandano di evitare urti e vibrazioni e che quella misura è eseguita in condizioni molto diverse da quelle che si hanno nel normale utilizzo delle sonde.

Il costo di una protezione ben fatta è 100 euro. Ai miei occhi insistere nel non metterla è un errore.

"sia i neutroni che gli alfa non percorrono grandi distanze, gli alfa si fermano praticamente subito, i neutroni a bassa energia che escono pure"

Vorrei conferma da un nucleare che non è possibile spostare quel sensore di 30cm perchè dopo 30cm i neutroni sono già stati assorbiti dall'aria.

Anto ha detto...

@Mistero

O_O mavalà LOL che non ho nessun numero per intercedere con nessuno.

Però spiegami, perché mi interessa, e anche se non ci capisco granché, devo dire che non avrei nessun problema a tirar fuori la faccia tosta per postare nel Journal una richiesta a nome di un gruppo di ricercatori. Non farei peggior figura di alcuni seri studiosi che ai congressi parlano a nome di altri :roll:

Cos'è che hai chiesto a Rossi? cosa ti ha risposto, se ti ha risposto? forse l'hai già detto, ma molti discorsi non sono in grado di seguirli.

Daniele Passerini (22passi) ha detto...

@Tia
Ma santa pazienza, ma cosa ti dovevano rispondere Tia? Sveglia! :)))

Nessuno ha detto...

@Sandro: non funzionerebbe perchè il metallo non si frattura ma si deforma.
La mia congettura richiede che in un tempo brevissimo la superficie esposta del campione/provino aumenti repentinamente di almeno un ordine di grandezza.
devi frantumare un materiale fragile per avere questo comportamento

MISTERO ha detto...

Mario non sono un neutronista ovviamente, ma la spiegazione l'ho ricevuta da diversi neutronisti; la sezione d'urto dei neutroni lenti è molo maggiore di quella dei neutroni veloci, in pratica i neutroni lenti hanno una maggiore probabilità rispetto ai veloci di essere catturati, spero di non averi riportato una castroneria, ma la ricordo in questo modo.
Ci vorrebbe un esperto di sezioni d'urto e di banche dati.. ;-)
Se osservi i filmati, la critica sul posizionamento dei provini è evidente, sono praticamente in contatto con la roccia, sono protetti da pluriball.
Ho acquistato dei provini l'anno scorso e dopo averli circondati da pluriball li ho presi a martellate di varia forza, sia puntiforme (calcio del martello) sia uniforme (tavola di legno per tutta la lunghezza del provino) fino a romperli in entrambi i casi, nessuno ha dato evidenza di bolle simili o identiche alle bolle prodotte dal passaggio di neutroni.
Gli urti che riescono a passare la protezione del pluriball al massimo producono delle bolle MACRO-SCOPICHE che inficiano la lettura nel numero di neutroni rilevati, perché le bolle prodotte dai neutroni potrebbero essere distrutte dalla bolle prodotte dall'urto.

Penso che abbiano utilizzato già tutte le misure necessarie affinché si evitino gli errori di misura, ma ripeto se pensi sia migliorabile a questo punto guarda la pressa e come viene preparato il provino, magari ti viene qualche altra soluzione.

Tieni presente un'altra cosa, nel filmato andato in onda non viene presentato un secondo tipo di test non distruttivo, il test prevede un ciclo ripetuto di pressioni che anche se in misura inferiore producono le tracce dei neutroni in misura superiore al fondo naturale.

Non ci sono dubbi i neutroni sono prodotti, alcuni dubbi ci sono ancora, giustamente, per gli alfa, ma sono in corso nuove misurazioni a conferma prima delle pubblicazioni.

Anto, con Rossi ho corrisposto diverse volte, sia per motivi imprenditoriali, sia e sopratutto per motivi di carattere scientifico, nel secondo caso ha risposto di non conoscere ne la cavitazione ne le reazioni piezonucleari e di non essere interessato.
Una risposta che da molte risposte, se letta in un certo modo non trovi?

L'ipotesi che si sta valutando nel caso dell'assorbimento di idrogeno nei metalli come il palladio, il nichel etc, è che una volta assorbito l'drogeno nel reticolo questo diventi "fragile", questa fragilità a seguito di opportune pressioni, cicliche o repentine, ultrasoniche o elettromagnetiche, nelle condizioni di temperatura ideali, producono delle fratture e le fratture producono delle fissioni che liberano neutroni ed alfa che a loro volta oltre a produrre calore, possono generare altre reazioni.

MISTERO ha detto...

Daniele, proprio santa pazienza la tua, lasciarlo perdere no?

Anto ha detto...

@Mistero
>Anto, con Rossi ho corrisposto diverse volte, sia per motivi imprenditoriali, sia e sopratutto per motivi di carattere scientifico, nel secondo caso ha risposto di non conoscere ne la cavitazione ne le reazioni piezonucleari e di non essere interessato.
Una risposta che da molte risposte, se letta in un certo modo non trovi?


Andrea, so benissimo che è un mio limite, ma no, non capisco quali siano le molte risposte. Io leggo che tu vorresti... in prestito il suo cervello che però al momento è già occupato a fare altro, non ha neanche il tempo per pensare se gli interessa. Non penso che valga la pena insistere... Non so, eh. Con le altre faccende imprenditoriali siete ancora in contatto? Magari più avanti, quando sarà più lbero, potrai riprovarci?

Probabilmente è una domanda idiota, maa.. perché invece non cerchi uno che di mestiere fa lo scienziato? come ha fatto Rossi con Focardi?

MISTERO ha detto...

Anto, provo a spiegartelo.
Una delle cose che Rossi (tra le tante) dice di aver già prodotto è una teoria che sta alla base del suo e-cat.
Io sono convinto che se il suo reattore funziona la base teorica è il piezonucleare.
Cercavo un confronto in questo, come ho fatto con Bolotov in Ucraina (a breve vedrai un servizio in televisione), come ho fatto con Arata in Giappone e con molti altri nel mondo delle LENR.
Anche con Piantelli c'è stato più di un contatto, ma alla fine il medesimo ha fatto saltare l'appuntamento...

Come ormai ti sarai resa conto, in molti nel mondo hanno ottenuto dei risultati con diversi tipi di esperimenti, quello che manca totalmente è una teoria che li qualifichi, ne predica i risultati e li conferma.
Non dico che la teoria piezonucleare sia perfetta e ad oggi sia in grado di spiegare tutto, forse andrà perfezionata, anche corretta, ma dal mio punto di vista è una buona base di partenza.

gio ha detto...

@ mistero

ciao andrea ti avevo già rivolto la domanda in altri post, forse non l'hai vista, così provo a girartela per l'ultima volata :

ti risulta che ci siano importanti sviluppi imprenditoriali sulle lenr nel bresciano?

Anto ha detto...

>Io sono convinto che se il suo reattore funziona la base teorica è il piezonucleare

ah! e quindi non sarebbe vero che non gli interessa il piezonucleare, bensì non gli interesserebbe far capire che quella è la teoria? intriguing :)
ma se è così allora..non basta aspettare che la sua teoria venga pubblicata?

>(a breve vedrai un servizio in televisione

tienimi aggiornata, eh. Non ho la tele, ma guardo poi in rete.

>quello che manca totalmente è una teoria che li qualifichi

se ho capito bene, finora ognuno ha lavorato per conto suo e creato una teoria "non perfetta". Giusto? poi arriva un Abundo o un Carpinteri che dice "si fa così, provate" e nessuno si degna di provare. Se in più indipendenti raggiungessero gli stessi risultati, potrebbero mettersi insieme a studiare la teoria.
Chiaro che Rossi è l'ultimo a essere interessato alla sperimentazione, visto che è l'unico che si mostra sicuro di avere già in mano una buona teoria derivante dal fatto di avere un prodotto che funziona.

Qualche settimana fa, Silvio Sosio di Fantascienza.com scrisse (+o-)"possibile che nel 2012 debba ancora essere il singolo a inventare le cose?"
Oggi posso dirgli la mia: "Sì, è ancora così e probabilmente sempre così sarà".

Franco Morici ha detto...

mario massa wrote...

Vorrei conferma da un nucleare che non è possibile spostare quel sensore di 30cm perchè dopo 30cm i neutroni sono già stati assorbiti dall'aria.

Un primo calcolo molto grossolano e da profano, per stimolare l'intervento di un nucleare che dia maggiori e più precisi ragguagli in merito.

Calcolo del cammino medio di neutroni termici in atmosfera di O2 per energia pari a 1/40 eV:

-Sigma, la sezione d'urto totale (a+s) dalle tabelle che ho trovato per l'Ossigeno vale 3.76027 barn (1 barn = 10^-24 cm2)
-Densità std Ossigeno 0.00143 g/cm3

Considerando il numero di Avogadro, il numero N di molecole di Ossigeno per cm3 = 0.00143*6.023*10^23 = 8.6*10^20

Il cammino medio dei neutroni
Lambda = 1/(N*Sigma_tot) = 308 cm

Ribadisco che si tratta di un calcolo puramente ipotetico nel quale molto probabilmente sbaglio/trascuro qualcosa e magari le energie sono inferiori.

Ringrazio in anticipo per i contributi e correzioni che verranno.

Anto ha detto...

purtroppo la mia nucleare è al momento irreperibile. Sarà destino.

tia_ ha detto...

>Ma santa pazienza, ma cosa ti dovevano rispondere Tia? Sveglia! :)))

Mi hanno risposto che c'ho ragione io e torto tu e giuliano.
E l'uffiucio stampa di Cambridge ribadisce quello che ho sempre detto: la presenza di loghi dell'università nei video fatti dai docenti non vuol dire che l'università appoggia il contenuto di quei video!

Daniele Passerini (22passi) ha detto...

@tia
Mi hanno risposto che c'ho ragione io e torto tu e Giuliano...
Ha ragione MISTERO, è totalmente inutile provare a discutere con te di come gira il mondo... ma io ci riprovo, non si sa mai: sveglia!! :))

Anto ha detto...

Se qualcuno ha ancora voglia e tempo di ragionare su galline e piante trasmutanti

"La trasmutazione Si-Ca è molto diffusa in natura anche nelle piante. Ad esempio, è noto che un terreno coltivato a erbetta verde necessita di molto calcio; quando ne è impoverito compaiono le margherite che, trasmutando in silicio il calcio, ne arricchiscono enormemente il terreno una volta sfiorite. Ecco un bell'esempio di come, col tempo, il terreno possa ricostruirsi da solo senza bisogno di concimi chimici che, inserendosi in modo anomalo nella dinamica di questi processi, finiscono per causare gravi danni piuttosto che benefici.

Su queste basi è inoltre comprensibile l'effetto remineralizzante e ricalcificante osseo di alimenti ricchi di silicio come il miglio e il frumento (65/68%) e ricchi di magnesio come il grano saraceno. Non è un caso, infatti, che da sempre in medicina popolare si usi l'equiseto (Equiseturn arvensis) sotto forma di decotto, carbone vegetale o altre preparazioni come ricalcificante nelle fratture, osteoporosi e casi analoghi. Un'analisi delle ceneri della pianta rivela la presenza del 70.64% di silicio! (Leclerc)."

http://spazioinwind.libero.it/risvegliodiadamo/alchimia_della_natura.htm

quella delle margherite la sapevo.

(i siti che ne parlano sono tutti...alternativi)

Barney ha detto...

Scusa, Anto: va bene (si fa per dire...) trasmutare nell'accrocchio di Rossi il Nickel in Rame. Ma il Silicio in Calcio e' roba che richiederebbe un salto assai "lungo" sulla tavola periodica.

Come caspita potrebbe avvenire questa aggiunta di 4 protoni al silicio per tirare fuori il calcio?

Barney

Franco Morici ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Franco Morici ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
vincenzo da torino ha detto...

Qualcuno che è stato a Torino sa darci un giudizio sul NANOR del Mit. C'è da crederci almeno un poco?

Franco Morici ha detto...

Riflettevo...
nell'aria però c'è molto più Azoto che Ossigeno, allora:

-Sigma, la sezione d'urto totale (a+s) dalle tabelle per l'Azoto vale 12.45 barn
(1 barn = 10^-24 cm2)
-Densità std Azoto 0.00125 g/cm3

Considerando il numero di Avogadro, il numero N di molecole di Azoto per cm3 = 0.00125*6.022*10^23 = 7.5*10^20

Il cammino medio dei neutroni
Lambda = 1/(N*Sigma_tot) si ridurrebbe a 107 cm

Anto ha detto...

@Barney
>Come caspita potrebbe avvenire questa aggiunta di 4 protoni al silicio per tirare fuori il calcio?

ah, non ne ho idea. Ho messo qui apposta per avere un parere. Sai che dicevo che un medico mi ha detto che il silicio è essenziale per fare il guscio dell'uovo? quando ho visto quest'accoppiata Si-Ca... l'ho messa qui :D

mario massa ha detto...

@Franco Morici
"Il cammino medio dei neutroni
Lambda = 1/(N*Sigma_tot) si ridurrebbe a 107 cm"

Grazie Franco, in attesa che qualche nucleare confermi/smentisca i tuoi conti, ti chiedo: perchè hai considerato neutroni così lenti (0.025eV)? Per quale motivo da una fissione del ferro dovrebbero uscire neutroni così?

Franco Morici ha detto...

mario massa wrote....
perche' hai considerato neutroni cosi' lenti (0.025eV)?

Ciao Mario,
il documento di riferimento parla di "neutroni termici" che per quello che conosco hanno energie E<1/10 eV e ho fatto una ipotesi di 1/40.

Per quanto riguarda il motivo per cui da una fissione di questo tipo si abbiano neutroni termici, non sono in grado di rispondere.

tia_ ha detto...

E per chiudere il cerchio col video di Zawodny col logo NASA, basta leggere quello che lo stesso autore scrive:

First the disclaimers: While I do work for NASA, I do not speak for them. They employ me for my professional capabilities and on occasion my professional opinion. Nothing I say should ever be construed as anything other than my personal opinion. As a NASA employee I am allowed and often times encouraged to say what I think.

http://joe.zawodny.com/

Daniele Passerini (22passi) ha detto...

@tia
E allora tieniti la tua interpretazione...
Tu per quale azienda lavori? T'invito d'ora in poi, per coerenza, a mettere sempre il logo di tale azienda su qualsivoglia cosa che pubblichi, anche le tue gare di motocross: a quanto pare è "fico", tu stesso dici che è lecito e il tuo datore di lavoro forse ti dirà pure bravo e ti darà una gratificazione.
Per quel che mi riguarda, continuerò invece a comportarmi come coscienza personale e deontologia professionale mi suggeriscono.

Anto ha detto...

@Barney,

ho letto quello che hai scritto nell'altro blog, "una risposta ad Antonella che inneggiava al sito di GP Vanoli".
Ho dovuto riaprire il link per sapere di cosa parlavi, perché quella pagina, trovata con ricerca google da un'altra persona, l'avevo riportata qui solo perché c'erano le istruzioni per lavorare sulle piante senza vivisezionare le galline.
Non conoscevo il sito e tantomeno l'avevo inneggiato, e anzi, ora che l'ho visto mi sono accorta che è fatto malissimo e mai lo consiglierei a chi volesse avvicinarsi alle cure alternative, considerando anche che le uniche cure alternative che sostengo sono l'Omeopatia di Hanneman e la Terapia Floreale di Bach. Tra parentesi, non capisco perché vengano chiamate alternative, visto che sia Bach che Hannemann sono venuti ben prima di Flemming e quindi considero alternativi gli antibiotici, non i farmaci omeopatici.

Tenevo a farti notare che, forse senza volerlo, sei stato scorretto nei miei confronti, e apprezzerei molto se volessi gentilmente aggiustare il tiro presso i tuoi colleghi.. della curva Nord :)

Grazie e buona giornata.

Daniele Passerini (22passi) ha detto...

@Barney
Prova a riscrivere la risposta ad Anto, bloccata in moderazione, in modo a-polemico e a-intollerante e te la pubblico. A te potrà parere bello, come scrivi tu, essere un "talebano della scienza" (in difesa di ciò che TU, colludendo con gli interessi di big-pharma, reputi vero), per me invece proprio tale approccio alla scienza è degno di meritarsi, più di ogni altro, il titolo di PATOLOGICO.

Barney ha detto...

la mia mail e' barneypanofskii@gmail.com

Se Antonella mi scrive, scrivo a lei in privato.

Ciao a tutti, vado a curare la mia patologia con i fiori di Wagner.


Barney

Daniele Passerini (22passi) ha detto...

@Barney
...vado a curare la mia patologia con i fiori di Wagner.
A parte il fatto che non ho scritto che sei patologico tu bensì quel modo di considerare la scienza, e a parte il fatto che l'unica medicina sarebbe non dicotomizzare CONOSCENZA e COSCIENZA... i fiori sono di Bach, non di Wagner. E i musicisti non c'entrano nulla! :)
Un abbraccio

tia_ ha detto...

>E allora tieniti la tua interpretazione...

Non è la *mia* interpretazione, ma è la voce di:
1) ufficio stampa di Cambridge
2) Zawowdy, lo stesso che ha fatto il video col logo della NASA

>Tu per quale azienda lavori? T'invito d'ora in poi, per coerenza, a mettere sempre il logo di tale azienda su qualsivoglia cosa che pubblichi, anche le tue gare di motocross

Ma che c'entra? Qui si sta parlando di ricercatori dentro l'ambito accademico, non certo di un qualsiasi ambito lavorativo

Daniele Passerini (22passi) ha detto...

@tia
Guarda che anche io vedo favorevolmente che Josephson possa occuparsi di parapsicologia, unificazione psiche-materia, LENR ecc. con ampia tolleranza da parte dell'Università di Cambridge... ci mancherebbe, tra un secolo probabilmente ci saranno intere facoltà dedicate a tali settori scientifici dentro le università.
Ma tu fai parte di un gruppetto di "talebani della scienza" che per molto, molto, molto meno, avete scandalosamente e vergognosamente offeso l''Alma Mater Studiorum.
Deciditi! :)))

«Meno recenti ‹Vecchi   1 – 200 di 267   Nuovi› Più recenti»

Posta un commento

Ovviamente 22passi è un blog, non una rivista on line, pertanto la responsabilità di quanto scritto in post e commenti appartiene solo ai rispettivi autori.

Related Posts with Thumbnails