BLOG PER APPASSIONATI D'AMORE, ONESTÀ, SPIRITUALITÀ, ARTE, POESIA, POLITICA, DEMOCRAZIA, SOSTENIBILITÀ, TECNOLOGIA, ENERGIE PULITE, COLD FUSION E LENR, MEDICINA ALTERNATIVA, RIVOLUZIONI SCIENTIFICHE, CRIPTOARCHEOLOGIA E "TANTE COSE INFINITE, ANCOR NON NOMINATE"

>>>> CERCHI LIBRI SUL BENESSERE DEL CORPO, DELLA MENTE E DELLO SPIRITO?

B A C H E C A D E L B L O G

Dal 25 Aprile 2015 (Festa della Liberazione) la possibilità di lasciare commenti nel blog è stata disattivata, eccetto per gli 85 utenti autorizzati e autori ad oggi iscritti. Chi desiderasse fare parte di questa piccola community (Google consente ancora 15 iscrizioni) può mandare due righe di presentazione a 22 passi chiocciola gmail punto com.

venerdì 15 aprile 2011

Finalmente i grandi media iniziano a muoversi!

Mettendo insieme rumors, annunci e smentite, che ho ricevuto direttamente e quanto ho letto su EnergeticAmbiente, segnalo che oggi Maurizio Torrealta avrà in studio e intervisterà Emilio del Giudice, Roberto Germano, Francesco Celani, Yogi Srivastava e Alberto Carpinteri sul tema "La low energy reaction". L'argomento sarà trattato in forma divulgativa. La trasmissione dovrebbe (condizionale d'obbligo) andare in onda domani, sabato 16 Aprile alle ore 21.30, e dopodomani, domenica 17 Aprile alle ore 16.00, dopodiché sarà messo on line (qui la prima e la seconda parte).

Questo è solo l'inizio. Mi risulta che la redazione di Rainews24 stia preparando altri speciali sulla fusione fredda e in particolare sull'E-Cat Rossi-Focardi.

Mi è stata inoltre segnalata una pagina dedicata alla fusione fredda su Il fatto quotidiano di oggi. Ho comprato una copia e riporterò l'articolo nel pomeriggio (qui)

P.S. Sabato 16 alle ore 20.00 la trasmissione Moebius di Radio 24 dedica uno spazio alla fusione fredda di Bologna con ospite Stefano Bagnasco del CICAP, un po più possibilista di un tempo rispetto all'E-Cat (il punto in questione inizia circa al minuto 46 di questo link audio)

52 : commenti:

Tizzie ha detto...

Su energeticambiente.it leggo:

ERRATA CORRIGE
scopro in questo istante (azz!!!!) che la trasmissione non sarà in diretta come mi avevano anticipato ma sarà registrata e andrà in onda sabato alle 21.30
e domenica alle 16 e poi sarà on line...

Tizzie ha detto...

(ho un commento in spam)

A proposito, non e` molto attinente con l'argomento del post, ma ho una piccola critica (spero sia accettata!) da fare. Suggerirei una maggiore pianificazione nell'apertura di nuovi thread nel blog: troppi tutti insieme, specie se ne includono di "ermetici", diventa difficile seguirli e frammentano le discussioni, sfavorendole.

Si puo` dire che oramai, a conseguenza dell'interesse per le vicende dell'E-gatto, sia quasi un blog internazionale (prevedo a tal proposito un picco di accessi per l'intervista tradotta di Focardi nelle prossime ore, visto che e` stata linkata in alcuni siti di rilevanza nell'ambito), tocca pensare su scala diversa :)

Pero` capisco che cio` collimi con quello che era, presumo, l'idea e lo spirito originali di questo blog, che come hai specificato qualche giorno fa, non e` un blog scientifico.

zippo ha detto...

qui l'articolo de Il Fatto, all'interno dell'inserto "Saturno", un settimanale di approfondimenti vari (cultura, scienza, ambiente, ecc.)

http://www.ilfattoquotidiano.it/2011/04/15/il-reattore-da-tavolo/104511/?nocache

poi c'e' un occhiellino storico su FP...

http://www.ilfattoquotidiano.it/2011/04/15/il-23-marzo-1989-il-mondo-credette-di-aver/104515/?nocache

Rispetto al nulla sono abbastanza ben fatti. Insomma, ci si muove.

Tizzie ha detto...

@zippo: bisogna essere abbonati per leggerli, pero`.

zippo ha detto...

@ tizzie: ecco, cosi' sapete che sono abbonato a Il Fatto :-)

spero che non mi arrestino per violazione del copirait: ho mandato la pagina a te e Daniele. Forse da domani l'articolo diventa visibile, non so come funziona per i non abbonati...

Tizzie ha detto...

@zippo: grazie mille!
Mi aspettavo qualcosa di piu` approfondito, ma probabilmente per chi non ha mai sentito parlare della cosa e per il pubblico di destinazione e` un ottimo riassunto, piuttosto neutrale.

Calcio Amatoriale Trattoria al Vagon ha detto...

Buongiorno a tutti,
è la prima volta che scrivo e vorrei proporre all'autore di questo interessantissimo blog di aprire un post sui possibili scenari socio politici che una scoperta di questa rilevanza potrebbe generare.

Ho grandi dfficoltà ad immaginare quale sarebbe l'impatto e in attesa di ulteriori novità sarebbe un modo interessante per sognare un futuro diverso.

Cercavo su internet se per caso esiste della letteratura relativa alle possibili conseguenze che avrebbe la possibilità di accedere all'energia a costi vicini allo 0, senza trovare nulla.

Complimenti per il blog!

lorenzo ha detto...

Daniele, se te lo sei perso guardati il TG scientifico Leonardo di RAI3 di oggi, parlano di una nuova reazione "piezonucleare" scoperta dall'università di Torino che secondo le leggi classiche della Fisica non dovrebbe esistere..

Riccardo ha detto...

Ciao a tutti.
Nuovo comunicato del CICAP sull' e-cat. Direi corretto, nella sua sostanza

http://www.queryonline.it/2011/04/15/reattore-e-cat-la-posizione-del-cicap/

Ric

zippo ha detto...

intanto il CICAP prende la strada di Franchini & co.

http://www.queryonline.it/2011/04/15/reattore-e-cat-la-posizione-del-cicap/

Peccato, hanno deciso di suicidarsi (in funzione emendamento decreto Romani? in funzione ITER? in funzione nuke?) propio quando sembravano aprirsi spiragli.

Sicuramente, se avessero avuto a cuore la verita', avrebero tartufescamente aspettato ancora qualche giorno. Invece si sono spesi. Adesso.

federico ha detto...

@ riccardo

corretto nella sostanza?

ma questi scettici buffoni scientisti perche non la piantano di giocare a fare gli scienziati e lasciano lavorare le persone adulte ?
leggendo l'articolo dopo una manfrina volta a cercare di dire quanto loro siano a favore di tutto quello che sia "dimostrato"

1) innazi tutto la domanda principe :in base a quale misterioso e non detto principio Rossi dovrebbe permettere a quelli del cicap (che sono noti essere personaggi in malafede)di verificare il suo lavoro?
chi è il cicap? ma chi se lo incula.
verifiche ? ci stanno già pensando quelli dell'università di bologna
2)perche pragmaticamente affermare che la cosa piu importante è verificare la realtà del fenomeno con una misura quindi inequivocabile del bilancio delle energie in gioco e poi abbandonarsi a risposte tipo:"L’idrogeno è fornito dall’esterno o prodotto per elettrolisi? Ci sono o non ci sono radiazioni di qualche tipo? E se non ci sono, perché vietare di misurarne lo spettro, come nella dimostrazione pubblica del 14 gennaio? Il rame che si troverebbe nella polvere “usata” ha la stessa composizione isotopica di quello naturale oppure no? Come è possibile che l’11% di ferro riscontrato sia solo una «contaminazione dalle pareti»? Esiste un abbozzo di teoria che spieghi il fenomeno oppure no? "
quindi tutte domande che c'entrano molto poco con la sostanza del bilancio energetico richiesto come fatto principale.
domande tra l'altro in parte già risposte dall'interessato.

i fisici svedesi non aggiungono nulla se non quello già fatto da levi?
ma l'importante non era misurare accuratamente il bilancio energetico in modo da verificare che il fenomeno sia reale e poi cercare una soluzione visto che avremmo a che fare con leggi fisiche non note?
3) ecco il vero intento malevolo in fondo all'articolo:"In questo caso, quello che ci lascia perplessi è la sicurezza di un dispositivo funzionante grazie a un fenomeno che dovrebbe essere nucleare, la cui natura e le cui proprietà non sono ancora note."

loro si preoccupano tanto della sicurezza di un fenomeno "non noto" ...perche non si preoccupano delle centrali atomiche e delle loro scorie e di tutto il mondo ben "noto" del nucleare caldo ?
a già perche il cicap è fondato da piero angela quello che ha fatto recentemente na trasmissione di come e qualmente le scorie le vogliono tutti perche sono sicure ...

questi del cicap non hanno vergogna

Vanesio ha detto...

>Blogger Calcio Amatoriale Trattoria al Vagon
vorrei proporre all'autore di questo interessantissimo blog di aprire un post sui possibili scenari socio politici che una scoperta di questa rilevanza potrebbe generare.

Concordo e co-propongo. gia' l'e-cat potrebbe dare luogo a importanti cambiamenti negli equilibri geo-politici. Poi sociali, perché la liberalizzazione e decentralizzazione dell'energia può contagiare altri campi. Se poi si immaginano corollari probabili ad es nella biologia, biochimica ecc. , apriti cielo e la CICAP può anche chiudere.
Dai, giochiamo un po' ai futurologi, che alla peggio non facciamo male a nessuno.

>federico
grande! che viscidume 'sto CICAP...

Tizzie ha detto...

Se devo dire la mia, i test effettuati da membri dell'equivalente svedese del CICAP non sono stati completi ed esaustivi e lasciano pertanto ancora spazio a dubbi dal punto di vista sia della calorimetria sia del controllo dei vari parametri di funzionamento.

A mio parere lasciare che il CICAP italiano, ovviamente a condizioni mutualmente concordate e mantenendo segreto l'interno del reattore, verifichi con la massima rigorosita` il funzionamento del reattore (ossia, che produca energia in modi che non potrebbero essere spiegabili se non con la presenza di reazioni nucleari) sarebbe un colpaccio che gioverebbe anche Rossi dal punto di vista pubblicitario.

Andro` contro i pareri generali scritti in questo blog, ma continuare con questa ambiguita` non giova a nessuno ed anzi, personalmente ritengo che puo` essere pericolosa (nel senso che la affosserebbe quasi definitvamente) per la ricerca sulle LENR se per un motivo o per un altro la presentazione del reattore da 1 MW ad Ottobre ritarda. Mi immagino il putiferio che ne scaturirebbe.

Viceversa, se la tecnologia verra` validata prima (e ripeto, sarebbe tantissimo anche solo il poter dire con assoluta certezza: "si`, funziona davvero!"), in piccola scala, si potra` andare avanti con piu` serenita` e sicurezza, e non sul filo del rasoio in cerca dell'inganno o della bufala nascosta.

Riccardo ha detto...

Ciao Federico,

la mia affermazione nasce dal fatto che l'articolo del CICAP in sostanza chiede più dati sperimentali, e questo francamente credo sia totalmente legittimo e condivisibile vista l'importanza e la portata della scoperta.
Non dimentichiamo che l'e-cat sarebbe rivoluzionaria non solo per le ricadute,
ma anche per il fatto che la fisica di base andrebbe riscritta.

Se i dati sperimentali verranno dall'università di Bologna e/o Uppsala credo proprio che il CICAP dovrà accettarli per buoni.

Condiderato l'irritante atteggiamento del CICAP di trattare la scienza "di confine" fatta da persone attendibili al pari del Mago Vattelapesca, il fatto di aver scritto "i risultati preliminari appaiano molto promettenti"
credo sia una ottima notizia considerata la fonte.

Per il resto mi associo al 100% con il pensiero di Tizzie.

Ric

francescog ha detto...

non esageriamo nel dire che il cicap ha deciso di seguire la via di camillo franchini perchè se così fosse sarebbe molto ma molto più "critico"...vi ricordo che tale persona critica persino il cicap per l'approccio di voler guardare nel "cannochiale"
invece di considerare SOLO la teoria perchè per lui è una truffa a priori......

robi ha detto...

Rossi ad un cicap si è già rivolto.E sembra anche che ne nasca una collaborazione.
Penso anche di capire perchè a suo tempo non si è rivolto al cicap italiano.! Ora mi sembra troppo comodo,concedere collaborazione.

zippo ha detto...

@ tizzie: ma certo che puoi dire la tua, e tutti siamo razionalmente d'accordo con te. Anzi, tutti eravamo partiti da questa posizione di logica, paziente, attesa possibilista. Ci saremmo volentieri fermati qui, ad aspettare in santa pace l'evolvere degli eventi.

Il problema e' la realta' italiana. Se mi immagino di andare a spiegare su Vortex-l cio' che sta realmente succedendo in Italia sarebbe inspiegabile: troppo lontano dalle esperienze delle nazioni in cui la correttezza e' la prassi e la scorrettezza l'eccezione.

Come fai a spiegare a un americano, ad esempio, l'italianissima espressione (meridionale, ma patrimonio ormai di tutti): "capisci a me" ?

Come molti avranno potuto notare c'e' stata un'escalation del confronto, dietro alla quale chi e' abituato a queste cose ha visto benissimo cosa c'e': screditamento dell'immagine, ripetizione all'infinito degli stessi dubbi, tentativo di spostare il focus dal nocciolo della questione ai dettagli. Un italiano (e un russo!) sa benissimo per esperienza chi e' che si comporta cosi' e quando.

Cio' che molti di noi stanno ora cercando di difendere e' semplicimente "la possibilita'" che la notizia sia vera. Senza questa difesa, questa possibilita' scomparirebbe. Per questo spesso siamo costretti anche a confronti duri, non razionali, dei quali faremmo volentieri a meno.

federico ha detto...

ciao riccardo,
vedi se il cicap rappresentasse il piu sciettico degli sciettici (ma onesto) allora sarebbe una cosa positiva fargli esaminare l'invenzione.

il problema è, per quanto mi riguarda, che chi sa veramente come si comporta il cicap sa anche che la malafede ormai regna sovrana e pur di non riconoscere fatti acclarati perche vorrebbe dire ammettere una incognita nel loro mondo fatto di equazioni "rigorose" e "scientifiche"sono disposti a negare l'evidenza e/o celare fatti fondamentali fino a mentire spudoratamente .

insomma avere una "certificazione" cicap per quanto mi riguarda può essere solo un demerito.

il caso dibella dovrebbe far riflettere.
a furor di popolo è stata chiesta una sperimentazione perche il medico otteneva risultati testimoniati dalle persone .
acconsentì a una verifica (non del cicap ma il concetto che voglio esprimere è il medesimo) ma la sanità pubblica mandò casi preobitoriali a di bella il quale ovviamente non riuscì a ottenere grandi risultati ma li ottenè lo stesso .

il risultato?
oggi tutti sanno che la cura di bella è una bufala e pochi sanno che ci si può curare con essa rimborata dallo stato

cicap? no grazie!

piero41 ha detto...

Io non sono uno specialista ma seguo il blog con molta curiosità ed interesse. Spulciando su google ho trovato che già prima di Fleischmann e Pons, due ricercatori italiani (come voi ben saprete) avevano studiato, reallizzato e poi abbozzato qualcosa collegato alla ff, Dopo i due americani vari ricercatori italiani ( prof. Preparata...ecc)erano andati avanti con molti tentativi sempre più positivi sino al Rapporto-41 all'ENEA forse insabbiato dall'alto. Fra gli altri il prof. Piantelli (Siena) aveva lavorato con Focardi col nichel.....e sono cose note agli specialisti cose che però mi hanno sempre più convinto sull a-cat. di Rossi e Focardi. Loro si son fatti "un mazzo" ed hanno ottimizzato una prima via per un reattore concreto che potrebbe funzionare a basso costo. Questo è quel che conta nel mondo reale, della teoria sottesa all'enel, eni ecc che importa ben poco in fondo! Rossi ha parlato,forse anche troppo, ad un altro livello forse anche gli Usa hanno dato il via libera. Allora o all'eni- enel -università- enti ricerca ecc son tutti cretini oppure, come credo, stanno ritornando in tutta fretta alle precedenti ricerche (chi le ha) magari aggiornandole con i nuovi indirizzi di Rossi. Questione di tempi: ritardare Rossi con tanto fumo ( ad es. col cicap) ed uscir fuori prima possibile con ricerche , catalizzatori e brevetti, brevetti== miliardi miliardi. Fra l'altro già il 15/12/2010 Roy Virgilio in un articolo pubblicato sul sito www.disinformazione.it mi sembra, parlava di un catalizzatore al nichel di Piantelli che doveva apparire nel 2011. Ne sapete qualcosa? Per il blog: ha ragione tizzie per il futuro" pensare su scala diversa"

Daniele ha detto...

@tizzie
Grazie innanzitutto per l'ERRATA CORRIGE, sei stato provvidenziale, persino allo stesso Celani risultava che la trasmissione sarebbe stata una diretta.

Vengo alla tua osservazione:
A proposito, non e` molto attinente con l'argomento del post, ma ho una piccola critica (spero sia accettata!) da fare. Suggerirei una maggiore pianificazione nell'apertura di nuovi thread nel blog: troppi tutti insieme, specie se ne includono di "ermetici", diventa difficile seguirli e frammentano le discussioni, sfavorendole.
Si puo` dire che oramai, a conseguenza dell'interesse per le vicende dell'E-gatto, sia quasi un blog internazionale (prevedo a tal proposito un picco di accessi per l'intervista tradotta di Focardi nelle prossime ore, visto che e` stata linkata in alcuni siti di rilevanza nell'ambito), tocca pensare su scala diversa :)
Pero` capisco che cio` collimi con quello che era, presumo, l'idea e lo spirito originali di questo blog, che come hai specificato qualche giorno fa, non e` un blog scientifico.

Non a caso tu parli di thread, come se questo fosse un forum. Però è un blog, fatto di post, oggi posso scriverne 10, poi stare fermo una settimana. I blog funzionano in questo modo. Comunque se uno si iscrive ai commenti sui singoli post (che lo interessano) può seguire la discussione che si sviluppa in esso, fino a che si estingue naturalmente, per poi magari riprendere quando uno meno se lo aspetta. Quando 4 anni fa mi affacciai a questo mondo ebbi l'impressione che i blog fossero puro caos... è vero, ma in fondo funzionano proprio come la vita. Qui dentro non può vigere ordine, eppure si crea un bel fenomeno di autoregolazione.
Ho dato un grande spazio all'E-Cat sul blog... ma non venderò l'anima di questo blog, che è quello che è, con tutti i suoi pregi e difetti, perché è sincero, contraddittorio, genuino. Più di quanto l'ho già cambiato non lo cambio, non per rigidità, ma semplicemente perché questo blog mi assomiglia e io mi piaccio come sono! :)
Non voglio che diventi un blog specializzato in un unico argomento (e quasi lo è diventato in questi mesi), preferisco di gran lunga che sia una sorta di rivista di cui uno legge solo le cose che lo interessano.
Sono sempre aperto a consigli che ne aumentino la fruibilità per tutti, ma nei limiti dell'essenza stessa di un blog.

Rispetto alla tua cauta apertura al CICAP... boh, che devo dirti, mi trovo d'accordo con Federico. Chi sono questi? Chi si credono di essere? Non sono limpidi. Non sono schietti. Sono autoreferenziali. Lasciassero lavorare in pace chi sta sviluppando e studiando l'E-Cat. Hanno permesso che sotto le loro ali pseudo-autorevoli venissero covate calunnie, insinuazioni, diffamazioni, menzogne rivolte a Rossi, Focardi, Levi ecc. e ora vorrebbero auto-accreditarsi come giudici imparziali??? Mah...

Per quel che mi riguarda, meritano silenzio e oblio.

Daniele ha detto...

@tizzie
Sono stato abbonato un anno al Fatto Quotidiano, il primo, perché ci tenevo a contribuire personalmente a farlo nascere... però alla fine non avevo mai tempo di leggermi il pdf così al momento del rinnovo ho lasciato stare.

@Calcio amatoriale ecc.
Benvenuto e grazie del suggerimento... mi segno anche questo nell'elenco dei TO DO!

@Vanesio
Sì è un suggerimento che intendo raccogliere.

@lorenzo
Grazie, purtroppo mi sono perso TG3 Leonardo... lo ha segnalato anche Vitamina in un'altro post.

@Riccardo, zippo, federico, tizzie...
La posizione del Cicap sembra essere la notizia della giornata... a me francamente se si mette sopra o sotto non fa nessuna differenza: qualunque posizione scelga vedo che è sempre contorta. Stavo per dedicargli un post.. ma poi mi sono detto: perché continuare a fare pubblicità al CICAP, che nessuno aveva mai cacato tanto prima che spuntasse fuori l'E-Cat?
Per capire bene con chi abbiamo a che fare inserisco anche qui il link lasciato da Alberto in un altro post:
http://www.disinformazione.it/aqua.htm

@Robi
Concordo: Rossi fa bene a fidarsi più della Skeptics Society svedese che del CICAP italiano, i primi fanno vero scetticismo scientifico, i secondi fanno mero scetticismo scientista.

@Piero41
Rossi è uscito allo scoperto per venire incontro a Focardi, altrimenti avrebbe continuato a lavorare in silenzio dietro le quinte. I tuoi sospetti mi sembrano assolutamente ragionevoli: è evidente che in Italia in primis invece di fare il tifo per Rossi si cerca in tutti i modi di fargli lo sgambetto.

Lo so che tizzie avrebbe ragione... "pensare su scala diversa"... ma QUESTO È SEMPLICEMENTE IL BLOG (che esiste da 4 anni e passa) DI UN AMICO DI GIUSEPPE LEVI e altro non aspira ad essere. Come vedi anche in questa (piccola) dimensione è potuto e continuerà ad essere utile a diffondere notizie vere, e non mi ci sarei messo così d'impegno in tale opera se non avessi visto tanti soggetti farsi in 4 per fare esattamente il contrario: diffondere calunnie, sospetti, depistaggi. Ho un senso della giustizia innato e certe cose suscitano la mia reazione immediata.

federico ha detto...

@ daniele

mi congratulo con te .... hai capito come avere a che fare con il cicap ...evitandolo.

sono anni che ho ben presente le loro tecniche vergognose .
ti posso dire che hanno a che fare con focus che dopo pochi numeri molto interessanti e ben curati si è trasformato in un cesso di giornale pieno di minchiate e pubblicità.

se vuoi farti una cultura sul cicap non sprecare tempo a fare post e consulta luogocomune che troverai tante di quelle puttanate del cicap da venire il voltastomaco dall'omicidio kennedy, al 11 settembre, ai crop circle ecc ecc

il loro filo "logico" è sempre lo stesso .

massimo mazzucco (curatore del sito ) ha dedicato una sezione
http://www.luogocomune.net/site/modules/sections/index.php?op=viewarticle&artid=28
sulle fallacie piu comuni
se ci dai un occhiata oltre a essere interessante troverai molta attinenza con i metodi del cicap

robi ha detto...

Riflettendo sulla proposta del "calcio amatoriale..." potrebbe ,anche, venirne fuori che l e-cat è così in anticipo sui tempi da poter sconvolgere tanti settori dell economia.
In effetti,mi par di aver letto (benedetta memoria !)una cifra astronomica sulla perdita del giro di affari..
Pertanto considero l entrata dell e-cat vitale ,ma, con una conquista nel campo energetico molto graduale.
Comunque problemi di un espansione esponenziale non ne vedo ,visto quanti "attivamente" collaborano (stampa,media ,uff.brevetti etc etc..)per una sua non uscita.
é quindi logico che una futura apparizione sul mercato dell e-cat dovrà esser preceduta da una ben calcolata pianificazione.
Sull argomento non ho le idee molto chiare ,questa è una prima impressione









r

Daniele ha detto...

@Federico
Naturalmente il fatto che siamo d'accordo sul CICAP non implica che siamo d'accordo su tutto, ma in linea di massima lo siamo su parecchie cose. :)
Se il CICAP non è sicuro al 100% di quel che ha davanti allora quello che ha davanti non esiste: Rossi è un imbroglione, Focardi un simpatico vecchietto, Levi un incompetente, i fisici svedesi dei prezzolati ecc... tutto ciò fino a prova contraria. E NO EH, COSI' NON VA!!
Un abbraccio e buona giornata

Daniele ha detto...

@robi e tutti
Quel post in cui "giocare" a prevedere scenari e sviluppi socio-economici m'interessa parecchio scriverlo, ci tengo. Proverò staserà, stamattina e nel pomeriggio sono in giro... se intanto volete cominciare a lasciare qui qualche vostra ipotesi, suggestione, suggerimento, sono i benvenuti.

Enrico Maria Podestà ha detto...

Non sono riuscito a capire su quale canale sia questo speciale sull' E-cat..

Tizzie ha detto...

@Daniele: non conoscevo i retroscena del CICAP e francamente non mi interessa poi tanto in quanto comunque e` secondario: se non il CICAP puo` essere qualsiasi altro ente, istituto o professore di comprovata integrita` di cui Rossi si fida ad effettuare misurazioni documentate con l'unica finalita` di stabilire che all'interno dell'apparato ci sono fonti energetiche di densita` superiore rispetto a quanto conosciuto fin'ora, e farlo in maniera completa, non ambigua.

La richiesta di tanti e` quindi non di spiegare come funziona o chiedere a Rossi di regalare la sua invenzione all'umanita` (ci mancherebbe, altro), ma di effettuare misurazioni di input ed output che non lascino spazio ad interpretazioni di possibili truffe.

Rossi invece rincara la dose dicendo che cio` non e` necessario, che a decidere se funziona sara` il mercato (una volta acquistate le sue centrali ovviamente), adduce le richieste a complotti per cercare di capire i segreti della sua tecnologia, insomma si trincera dietro i percorsi logici tipici degli scammers anche rendendo mano a mano che passa il tempo la vita difficile sia alla piccola attuale ricerca sulle LENR (che deve scontrarsi con la diffidenza generale) che chi vuole supportarlo.

Non per accostarmi al CICAP, ma a questo mi accodo anche io alla richiesta che il Dipartimento di Fisica dell'Universita` di Bologna (l'unica parte che ha la fiducia di Rossi che puo` realmente perderci la faccia. Rossi e` ormai stracompromesso dal punto di vista della reputazione e della credibilita` sinceramente) chiarifichi quanto prima fornendo misurazioni complete (nel pieno rispetto del segreto industriale di Rossi, se il suo reattore funziona) e senza ambiguita`.

Non credo che questo can-can possa continuare fino ad Ottobre (ma prima che di fatto un utente comune potra` toccare con mano un E-Cat, di tempo ne passera` ancora abbastanza) a queste condizioni.

francescog ha detto...

si però non ha senso chiedere a Rossi di dimostrare dato che l'apparato è suo e ci fà quello che vuole ancora di più se non chiede soldi è ovvio che farà quello che più li conviene...esempio non gli conviene dare retta alle tante persone che con la scusa del contrato di non divulgazione vogliono mettere le mani sull e-cat,in questo caso meglio concentrarsi sun UN UNICO ente che è più facile da vigilare ; è probabile (si sapra quando ci sarà la pubblicazione del contrato)che Rossi voglia usare i dati (non solo calorimetria altriemnti non mi spiego perchè intende dare 500.000 euro che sono troppi per una semplice analisi calorimetrica..) per avvalorare la teoria (magari con l'aiuto del Dipartimento su alcuni punti) che verrà pubblicata a ottobre con l'inaugurazione dell'impianto

robi ha detto...

Tizzie
perchè l università di Bologna potrebbe compromettersi? Se scoprissero che l e-cat è una truffa ,direbbero che è una truffa.Punto e fine.
Per quanto riguarda i dati sta solo a loro decidere cosa e quando riferire al pubblico,penso, che l unico impegno che si siano presi è solamente verso i futuri clienti.

federico ha detto...

@ daniele

non mi pare di averti chiesto di essere d'accordo su tutto il punto è che ti ho suggerito di come altri argomenti se affrontati con onestà intellettuale e aiutato da chi ha già indagato a fondo su alcuni argomenti scopriresti continue (disonestà intellettuali)da parte del cicap il quale (permettimi perche ripeto sono anni che sto sull'argomento) non è vero che se non è sicuro al 100% di quello che dice non si pronuncia ..si pronuncia eccome ma con malafede.

scusa ma sottolineare questo è essenziale altrimenti potrebbe passare l'idea che loro sono l'integrità fatta organizzazzione che se non sanno una cosa al 100% allora .... e invece no .
spesso fanno inchieste evidentemente maliziose e rabberciate.

uno dei tanti casi sui rabdomanti ...
il cicap metteva in campo un cartone animato dove veniva preso un rabdomante X (di cui non si specificava nessuna provenienza attestazione o altro)e gli si faceva fare un eseperimento dicendogli che doveva vedere quando l'acqua passava in un tubo mentre loro aprivano l'acqua al contrario di quello che dicevano.
ora passando sopra alla maliziosità di un attegiamento del genere (dove idiotamente il cartone sogghignava da personaggio furbo e malefico)questo eseperimento che a mio avviso è ben lontano da essere risolutivo al limite poteva provare che QUEL rabdomante non sapeva trovare l'acqua.
il cicap ha sempre scansato come la peste gli inviti di un noto rabdomante italiano Maurizio Armanetti(ha il suo sito) che ha avuto attestazioni di successo incredibili anche da enti come l'italgas mi pare che gli scrisse tanto di lettera mentre sosteneva maliziosamente ,mentendo spudoratamente che in realtà fosse lui a non accettare gli inviti alle verifiche del cicap.

@ francesog

quoto il tuo ragionamento perche ogni volta si da per scontato che Rossi faccia questo o faccia quello ,che sia sottoposto a verifica ...ma dove siamo nella santa inquisizione?

ha il diritto di dire e fare quello che vuole nel rispetto delle leggi.

@ tutti

riguardo al canale ho cercato sia sul digitale terrestre che sul satellite e l'unico canale che ho trovato è "rainews" e non "rainews24" è lo stesso sul quale passerà l'intervista?

piero41 ha detto...

@ Daniele
Fino ad ora il mondo della ff era abbastanza chiuso e ristretto e per questo il blog è stato più che sufficiente ma se e quando fra poco entreranno in campo i media e la stampa a livello nazionale ed internazionale, altro che semplici depistaggi. Se anche un ex ministro della PI mostra di.non conoscere la differenza fra l'ITER e l' E-cat cosa arriverà alla gente normale dagli stipendiati dei grandi gruppi del potere. Sarà una cosa tollerabile ? Per allora secondo me dovrebbe esser realizzato un sito sulla ff & LERN abbastanza oggettivo e dalla parte di Rossi. Questo lo dovrebbe capire per primo lui e i suoi finanziatori: un sito sulla FF per farsi conoscere correttamente secondo me per loro diventa essenziale dal punto di vista commerciale , forse più importante della ricerca all'università di Bo (sulla quale incomincio ad avere dei dubbi e sospetti). Quindi o si appoggiano ad un sito esterno esistente, indipendente e più autorevole fornendolo di mezzi e personale all'altezza oppure se ne creano uno loro, però visti anche alcuni precedenti un po' troppo "voce del padrone" Nel primo caso questo Blog per non perdere le sue precedenti caratteristiche dovrebbe dividersi :di fatto appena entrati nella testata chi cerca la FF clicca e viene idirizzato in altra pagina, i vecchi amici invece scendono giù a chiaccherare delle loro amene cavolate... Nel sito FF& LERN in primis le news, le interviste, la cronologia linkata dello sviluppo del lavoro di Rossi-Focardi, aggiornmenti scientifici ma anche, ci vedrei molto bene, la storia della ricerca italiana in questo ramo, con una ricostruzione più oggettiva possibile basata su testimonianze, interviste ecc ecc. Tanto per demistificare angoli oscuri e render il giusto merito a chi se lo è guadagnato nel più grande silenzio.
Si fa presto a dirlo.!!!.....

federico ha detto...

@ piero41 e daniele

voglio ripartire dall'intuizione di piero e aggiungerci una mia.

gli eventuali nemici dell E-cat si muoveranno sicuramente sul binario dell'ignoto e della equivalenza con reazioni nucleari.
noi dobbiamo pensare in termini di gente ignorante nel senso letterale del termine.

sarebbe utile quindi per prevenire voci maliziose prima (e ci sono già nelle dichiarazioni del cicap)per voci incontrollate poi definire bene i termini di funzionamento in particolare riguardo alle emissioni di radioattività magari prorio con un sito dedicato

sarebbe utile secondo il mio parere che daniele sottoponesse la questione a levi per poi arrivare a rossi in quanto il pericolo di affossamento di questa invenzione non bisogna in nessun caso sottovalutarlo e comque procedendo si questa via indubbiamente si avranno dei vantaggi di chiarezza verso le persone che paga sicuramente

Daniele ha detto...

@Enrico Maria Posestà
http://www.rainews24.rai.it/it/
Il canale è Rainews, forse non puoi vederlo come succede a me che non ho digitale, sky e quant'altro, ma solo la Tv del tempo che fu. Lo vedremo via internet quando lo metteranno on line.

@Federico
Non ci siamo capiti sul 100%. Ho detto che se il CICAP non è sicuro al 100% che una cosa sia vera, allora per lui quella cosa è falsa e scende in campo per dire che è falsa, non ho detto che sta zitto! Figuriamoci.

@tizzie, federico, piero41
Credo che stia emergendo un equivoco di fondo. Questo è SOLO il mio blog e altro non vuole essere. Se Rossi o chicchessia volesse fare un sito sull'E-Cat o quant'altro benissimo... ma non riguarda questo blog, mi sembra chiaro. Se siete qui è perché certe informazioni e anticipazioni rivelatesi giuste le avete trovate qui.

Luigi ha detto...

@ Daniele

Senza il tuo assenso preventivo, solo per fare il “punto nave” nel mare dei commenti, mi permetto di segnalare due post recenti tratti da “JOURNAL OF NUCLEAR PHISICS”( http://www.journal-of-nuclear-physics.com/?p=473 ) di Rossi.

Magari qualche uomo di buona volonta’potrebbe tradurre il tutto.



DOMANDA

• Frank
April 15th, 2011 at 8:47 PM
Dear Mr. Rossi,
I wonder if you are aware that Professor Peter Hagelstein of MIT remarked today that he would love the opportunity to test the E-cat. I found his comments in this article that was posted on April 15th. I thought you might be interested in this if you were not already aware.
http://www.lifeslittlemysteries.com/newest-cold-fusion-machine-does-impossible-1584/
Best regards,
Frank

RISPOSTA

• Andrea Rossi
April 15th, 2011 at 9:31 PM
Dear Mr Frank:
I receive every day requests from all the world of Universities, Associations, Laboratories from any Country, of any kind which want to make an “indipendent” test to offer us the only possible real validation of the technology. Should I accept, 24 hours per day, 365days per year would not be enough to be so much validated. I respect all the wannavalidate of the Planet, but I want to remember that:
1- In October we will start deliver to our Customers our plants, so that the validation will be made by the Customers: they will use our plants 24 hours per day, 365 days per year. That is the sole real validation that counts for us, also because if the plants work, Customers will pay us, if not, they will not pay us. The plants have to respect precise guarantees we gave about their efficiency and their safety. We are not searching any validation. We never did. We just wanted to make a good product.We have already made our public presentations, no more of them will be made. With the University of Bologna we will continue the R&D program, but not to “validate”: the validation must arrive from the market. The aim of the R&D program with the University of Bologna, financed by us, and therefore made with our money, is to develope our future, not to “validate”. Not to mention the fact that the real target of the wannabe validators, in 99 cases out of 100, is to get information and make industrial espionage, as already occurred to me with another “validator” with whom we severed any collaboration after getting evidence of the fact that data obtained from us have been utilized for a competition.
2- I thank anyway Prof. Peter Hagelstein for his attention. If the MIT is interested to our product, they can buy a plant, and make all the validations they want, for themselves, and get from it good heating too, during the hard Bostonian winters ( I lived there for some year, mamma mia, che freddo!)
Warm regards,
A.R.

Daniele ha detto...

@Luigi
Hai fatto benissimo. Lo spazio commenti si presta proprio all'utilizzo che ne hai appena fatto e alla relativa proposta/richiesta.

Tizzie ha detto...

@Luigi: ci provo io. Inutile dire che non condivido affatto il modus operandi di Rossi.

* * *

Caro sig. Rossi,
Mi chiedo se e` al corrente che il professor Peter Hagelstein dell'MIT oggi ha fatto notare che gli piacerebbe avere l'opportunita` di testare l'E-Cat. Ho trovato i suoi commenti in questo articolo pubblicato il 15 Aprile. Credo che lei possa essere interessato a cio` se non e` gia` al corrente.
[segue URL]

RISPOSTA

Caro sig. Frank:
Ricevo ogni giorno richieste da tutto il mondo da universita`, associazioni, laboratori da ogni nazione che vogliono svolgere test "indipendenti" per offrirci l'unica possibile vera validazione della tecnologia. Nel caso io accetti, 24 ore al giorno, 365 giorni all'anno non sarebbero sufficienti per tutte queste validazioni. Rispetto tutti i vogliovalidare del pianeta, ma voglio ricordare che:
1-Ad Ottobre inizieremo le consegne degli impianti ai nostri Clienti, in maniera che la validazione sara` effettuata da loro: useranno i nostri impianti 24 ore al giorno, 365 giorni l'anno. Questa e` l'unica validazione che conta per noi, anche perche' se gli impianti funzionano, i clienti ci pagano; se non funzionano, non ci pagano. Gli impianti devono rispettare precise garanzie che abbiamo dato riguardo la loro efficienza e sicurezza. Non cerchiamo nessuna validazione. Non l'abbiamo mai fatto. Abbiamo solo voluto creare buoni prodotti. Abbimo gia` fatto la nostra presentazione pubblica, e non ne verranno fatte altre. Con l'Universita` di Bologna continueremo il nostro programma di ricerca e sviluppo, finanziato da noi, e per tanto con i nostri soldi svilupperemo il nostro futuro, non "validarlo". Per non parlare del fatto che il vero obiettivo dei sedicenti validatori, 99 su 100, e` prelevare informazioni ed effettuare spionaggio industriale, come mi e` gia` successo con un altro "validatore" con il quale abbiamo interrotto ogni collaborazione dopo aver trovato prove del fatto che i dati da noi ottenuti sono stati utilizzati per un appalto.
2- Ringrazio comunque il prof. Hagelstein per la sua attenzione. Se l'MIT e` interessato al nostro prodotto, puo` acquistare un impianto, effettuare tutte le validazioni desiderate per esso ed anche generare a partire da esso ottimo calore, durante i duri inverni Bostoniani (ho vissuto li` per qualche anno, mamma mia, che freddo!)
Distinti saluti,
A.R.

Tizzie ha detto...

Ho la traduzione in spam! :)

Luigi ha detto...

Per chi fosse interessato, è disponibile on-line il video della trasmissione:

RAI NEWS 24 – Spacelab - Il futuro delle energie rinnovabili

Il futuro delle energie rinnovabili. Le nuove scoperte. La possibile integrazione delle nuove fonti di energia. Ospiti Valerio Rossi Albertini - CNR Roma - e Stefano Ciafani, responsabile scientifico di Legambiente

http://www.rainews24.rai.it/it/video-gallery.php?newsid=145027&videoid=22916

francescog ha detto...

comunque per fare le varie misure al dipartimento di fisica il reattore dovra funzionare; in un certo senso verrà "validato" non vedo quale sia il problema tizzie...

robi ha detto...

Vien fin da ridere..
vuoi sapere come funziona il "bussolotto magico"!..
Aspetti ad ottobre...e te lo compri.!
magari con il libretto di istruzioni, inclusa la specifica del come funziona.Che dire..se son rose fioriranno..

Tizzie ha detto...

@francescog: vedremo (sembra la settimana prossima, chissa`. Aspettiamo) se sara` veramente cosi` o se invece il DF ad esempio non avra` nulla fisicamente a Bologna ma si limitera` sotto NDA ad effettuare un servizio di consulenza a Rossi in base a dati forniti telematicamente da lui.

Scusa la cinicita`, ma qualche scambio via email ed uscita sul suo blog mi hanno fatto diventare un po' piu` cauto a riguardo negli ultimi due giorni.

In ogni caso aspetto fiducioso.

Luigi ha detto...

@ Tizzie

“…ci provo io. Inutile dire che non condivido affatto il modus operandi di Rossi.”

Grazie per la traduzione, a nome di tutti (spero!)

In merito al tuo giudizio sul “… modus operandi di Rossi”, non sono d’accordo.

Seguo questo blog da gennaio, in compagnia di amici e colleghi, e la mia posizione sull’approccio scelto da Rossi continua ad essere di estrema prudenza e moderazione.

I motivi:

1) - allo stato attuale, noi possediamo solo una frazione infinitesima di elementi di valutazione e di giudizio, e su questo aspetto (che è un vero e proprio handicap), non ho riscontrato un alto livello di consapevolezza, almeno a giudicare dall’eterogeneità dei commenti sparsi nella rete.

2) - a mio modestissimo e personalissimo avviso, non siamo abbastanza consapevoli neppure della complessità dell’evento/contesto nell’ambito del quale Rossi e colleghi si stanno muovendo.

3) - La percezione vera della realtà, di questa realtà, appartiene solo a Rossi, ai suoi colleghi, collaboratori e, al limite, a quanti hanno contatti diretti con gli stessi e possono fruire di informazioni di “prima mano”.

4) - Difficile credere che la strategia di Rossi non sia costruita sul significato delle parole magiche “definizione della mission”,"pianificazione”,”procedure”, “gestione”, “controllo”, “ricerca”, “ambiente esterno”, ecc…, solo per citarne alcune.

Per il resto, in rete c’è di tutto e di più: dalle posizioni farisaiche degli scientisti (aggrappati alle sacre tavole delle “leggi” inviolabili della chimica e della fisica) ai libidinosi delle news, ai possibilisti, ai “non è vero ma ci credo”, ai “il buon sento mi dice che non c’è trucco”. Io, tutto considerato, mi fido di Rossi e delle persone che lo circondano.

Luigi ha detto...

La mia risposta a Tizie è finita nello SPAM ?

Luigi ha detto...

Per chi fosse interessato:

RADIO 24: trasmissione scientifica Moebius - Oggi alle 20.00, è intervenuto Stefano Bagnasco come ospite.

Ultimo argomento (della trasmissione): dell’E-Cat.

http://www.radio24.ilsole24ore.com/player/player.php?filename=Sat20.mp3&archivio=1

Minuto 46.30

Opinioni equilibrate,fondamentalmente,corrette, il possibilismo sta lentamente prendendo il posto dello scetticismo (mio modesto parere personale).

Tizzie ha detto...

@Luigi: grazie per avercelo ricordato, io me l'ero perso ad esempio. Credo sia bene segnalarlo anche nell'ultimo post dove Daniele avvisa di allontanarsi temporaneamente dal blog.

Luigi ha detto...

@Tizie

Certe domande (legittime) che circolano nel blog hanno veramente un carattere universale.
Nuovo lavoro per te e nuove risposte in differita da Rossi.

Sempre da: “JOURNAL OF NUCLEAR PHISICS”( http://www.journal-of-nuclear-physics.com/?p=473 ) di Rossi.

DOMANDA

• HRG
April 16th, 2011 at 12:26 PM
Dr. Rossi:
During the early days of cold fusion there were, I believe, some unfortunate incidents where positive results were suppressed during verification trials. There is a conflict of interest, in my view, between those who do “hot” fusion research and those who do cold fusion. But what is wrong with the idea of setting up a “Cat” at one location (Bolognia?) and let it run continuously, allowing anyone to inspect it (without taking apart the proprietary components)?
RISPOSTA

• Andrea Rossi
April 16th, 2011 at 2:27 PM
Dear “HRG”:
You are perfectly right, I agree totally with your comment, as for concerns the incompatibility and the unacceptability of entities which work and get financing from Oil Companies, Nuclear Companies, Hot Fusion Research centers as “indipendent third parties”,as well as of competitors, who since years try to make useful LENR apparatuses and are not able to: they cannot present themselves or their consultants as “indipendent third parties”. This is why, after the tests we made with the University of Bologna and with Prof. Kullander and Prof Hanno from Sweden ( they are considered worldwide as scientists of the maximum level in the field) we will not make further tests. We will, of course, continue our R&D with the University of Bologna. We will give to the University of Uppsala and to the University of Stockolm our devices to allow them to use the same devices 24 hours per day, to get data regarding the energy production. We trust them, and we know they are really neutral, without binds with competitors of any kind. I personally knew them and I have in them total trust. The same is not for “indipendent parties” that have been proposed to me, regarding which I discovered they have got a bunch of millions to make research for the hot fusion (producing nothing so far), or “indipendent parties” made by consultants which are paid money by the shovels to sustain nuclear power plants, fossil fuels and the forth, or consultants of our competitors in the LENR field.
This is why we continue to repeat that the market, only the market will be the final judge: if our E-CATS WILL RESPECT THE GUARANTEES OF ENERGY PERFORMANCE AND SAFETY, WE WILL BE PAID. This is the sole validation that counts really, at the end.
Warm Regards,
A.R.
By the way: in our factories there are reactors in operation 24 hours per day, just to test their safety reliability.
Warm regards,
A.R.

Luigi ha detto...

@Tizzie

Peccato, un altro messaggio è finito nello SPAM, forse dono diventato rompip…

Speriamo che Daniele sblocchi tutto

Grazie a te

A domani

federico ha detto...

@ daniele

da parte mia nessun equivoco di fondo .
la mia è solo una proposta aperta ,non è rivolta a te in particolare .
a te in particolare era rivolto il mio suggerimento di passare l'idea di un sito specializzato sul e-cat ai diretti interessati che verteva in particolare tanto per cominciare alla sicurezza dell'apparecchio proprio per parare in anticipo eventuali voci maliziose volte all'infossamento dell ' invezione.

poi se questo non ti sembra utile o agli interessati paranoico ...amen che ti devo dire sto qui a scrivere perche penso che posso scrivere qualcosa di utile se non lo è o non si reputa tale non mi straccierò le vesti .

ho imparato che anche se siamo una goccia in un mare la volontà che esprimiamo è qualcosa invece di unico .

Tizzie ha detto...

@Luigi: provo a tradurre

* * *

HRG
Dr Rossi:
Agli albori della fusione ffredda, ci sono stati, credo, alcuni casi in cui risultati positivi sono stati soppressi durante delle prove di certificazione. C'e` un conflitto di interessi, a mio modo di vedere, fra quelli che fanno ricerca sulla fusione "calda" e quelli che la fanno sulla fusione rfedda. Ma cosa ci sarebbe di sbagliato con l'idea di organizzare un "Gatto" in un luogo (Bologna?) e lasciarlo andare in maniera continua, permettendo chiunque di ispezionarlo (senza smontare le componenti proprietarie)?

RISPOSTA:
Lei ha perfettamente ragione, condivido totalmente il suo commento, per quel che concerne l'incompatibiltia` e l'inaccettabilita` delle entita` che lavorano ed ottengono finanziamenti dalle Case petrolifere, cosi` come i concorrenti, i quali da anni provano a creare apparati LENR utili e non ne sono in grado: loro od i loro consulenti non possono presentarsi come "terze parti indipendenti". Questo e` il motivo per cui, dopo i test che abbiamo effettuato con l'Universita` di Bologna ed il prof. Kullander ed il prof. Hanno dalla Svezia (sono considerati in tutto il mondo come scienziati di massimo livello nel campo), non effettueremo altri test. Continueremo, ovviamente, il nostro lavoro di ricerca e sviluppo con l'Universita` di Bologna. Daremo all'Universita` di Uppsala e l'Universita` di Stoccolma i nostri apparecchi per permettere loro di utilizzarli 24 ore al giorno per prendere misurazioni riguardo la produzione di energia. Ci fidiamo di loro. Li ho conosciuti personalmente ed ho fiducia totale n loro. Lo stesso non si puo` dire per le "parti indipendenti" che mi sono state proposte, riguardo le quali ho scoperto che hanno preso diversi milioni per fare ricerca sulla fusione calda (senza ottenere nulla fino ad ora), o "parti indipendenti" composte da consulenti pagati per sostsenere la causa degli impianti nucleari, combustibili fossili e tutto il resto, o consulenti dei nostri concorrenti nel campo delle LENR.
Questo e` il motivo per il quale continuiamo a ripetere che il mercato e solo esso sara` l'ultimo giudice: se i nostri E-CAT RISPETTERANNO LE GARANZIE DI PRESTAZIONE ENERGETICA E SICUREZZA, SAREMO PAGATI. Questa e` l'unica validazione che conta davvero, alla fine.
Distinti saluti,
A.R.
A proposito: nelle nostre fabbriche ci sono reattori in operazione 24 ore al giorno, solo [per dire che] la loro sicurezza ed affidabilita` e` testata.
Distinti saluti,
A.R.

Luigi ha detto...

@ Tizzie

Ancora una volta GRAZIE da parte di tutti (tutti = anche dai miei amici e colleghi che hanno difficoltà con l’inglese)

marco ha detto...

Mi sono perso la trasmissione e non la trovo online. Qualcuno sa se è già stata messa online?

Daniele ha detto...

@Luigi
Grazie per la segnalazione di "RAI NEWS 24 – Spacelab - Il futuro delle energie rinnovabili". Molto interessante, spero che anche chi ci governa prenda finalmente in considerazione le rinnovabili, ora che finalmente la menzogna del nucleare è stata spazzata via anche in Italia (prossima tappa il resto dell'Europa): proprio queste fonti, integrate all'E-Cat e a quant'altro la mente umana saprà inventare, ci permetteranno di emanciparci definitivamente dalle fonti energetiche fossili e a evitare al mondo - in zona Cesarini - il collasso.

Posta un commento

Ovviamente 22passi è un blog, non una rivista on line, pertanto la responsabilità di quanto scritto in post e commenti appartiene solo ai rispettivi autori. Chi è abilitato a pubblicare su 22passi deve evitare botta&risposta a distanza con utenti di altri blog o forum (donde può comunque trarre contenuti citandone la fonte).

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.

Related Posts with Thumbnails