Un blog per appassionati d’Amore onestà spiritualità arte poesia politica democrazia sostenibilità tecnologia green-energy cold-fusion LENR medicina alternativa cambi di paradigma rivoluzioni scientifiche criptoarcheologia e “tante cose infinite, ancor non nominate”. Uno specchio capovolto della realtà: qui siamo una società gilanica, fuori c’è il patriarcato; qui siamo pro E-Cat, fuori c’è il petrolio... per fare previsioni sull’esterno invertite SEMPRE i risultati dei nostri sondaggi interni!

>>>> CERCHI LIBRI SUL BENESSERE DEL CORPO, DELLA MENTE E DELLO SPIRITO?

lunedì 8 giugno 2009

Prima Comunione

In un momento in cui avrei molta voglia di scrivere dei primi riscontri elettorali... mi dedico invece in primis un po' al privato. E come non potrei: ieri mia figlia ha fatto la sua Prima Comunione, insieme ad altri 52 bambini della sua età e della parrocchia di Ponte San Giovanni.
Non mi considero più cattolico da molti anni, ma credo comunque che sia stata una giornata importante per Arianna, come lo fu a suo tempo per me, perché ogni sacramento, o rito di passaggio o iniziazione che dir si voglia, ribadisce il legame tra noi, la comunità è l'umanità intera. Che Arianna diventi una fervente cattolica, una "cristiana-zen-ecumenica" sui generis come me, o tutto quel che vorrà, dipende comunque da quello che sceglierà lei crescendo. Spero solo che conservi nel suo cuore quello che tutti i bambini sanno istintivamente cioè, per dirla come il piccolo principe, che "l'essenziale è invisibile agli occhi".
E ci tengo in particolare a ringraziare - anche qui sul blog - gli amici che ieri sono stati vicini a me e Arianna. Nella foto accanto, a sinistra Fernanda, 22 anni di sempreverde amicizia; al centro Marcella, entrata stabilmente nella top ten dei miei amici; a seguire Francesca (l'amichetta del cuore di mia figlia) e la mamma Maria Grazia, da qualche anno a questa parte grande confidente del sottoscritto. Foto fatta dalla mia figliuola: inquadratura perfetta!
E non dimentico Chiara, che anche se non è potuta venire ha trovato il modo di essere presente.
E grazie naturalmente a parenti, affini e padrini presenti, che mi perdoneranno se non metto pure le foto con loro! :-)
P.S. Per festeggiare abbiamo pranzato benissimo al ristorante (che consiglio vivamente) dell'Isola Polvese, specializzato in menù di pesce del Lago Trasimeno. A tutto il gentilissimo e bravo staff del ristorante, i miei complimenti.

14 : commenti:

Maria Teresa ha detto...

Ciao Daniele,
Dobbiamo però smettere di pretendere "congruenza" dal Papa e da chi ci governa.

I riti che ci sono rimasti oggi non sono assolutamente iniziatici e avallarli vuol dire mancare di rispetto a se stessi (e tu questo lo sai, anche se l'hai ben nascosto tra le righe).

Perpetuare “PERICOLOSE” tradizioni vuol dire accettare automaticamente che nell’immaginario delle nostre figlie entri anche il desiderio di diventare “veline” e di scegliere - un domani - un parto cesareizzato, poiché (come son ben riusciti in Brasile a far credere alle donne - per i bisogni economici e di tempo libero dei ginecologi - che partorire per via vaginale era sinonimo di compromissione della funzionalità della vagina dal punto di vista sessuale…

Siamo nel 2009 ma nessuno sembra voler proprio abbandonare il “desueto” conosciuto, pur sapendo che rende automi e non certo autonomi.

Stella ha detto...

che bello Daniele che bello.....auguri alla tua piccola e un bacio a te ;o)

la signora in rosso ha detto...

Una bella festa, con tutti gli amici e parenti, diventa un giorno importante per tua figlia che vale la pena di vivere.Auguroni

Simonetta ha detto...

che bella che è Arianna! Auguri!

Daniele Passerini ha detto...

@Maria Teresa

Anche se la chiesa cattolica non usa quel termine, la prima comunione è comunque un rito "iniziatico", non nel senso dei "misteri" ok, ma è comunque una "forma pensiero" potente per i cattolici che credono in esso. Sono contro le religioni che dividono gli uni contro gli altri i loro rispettivi fedeli; ritengo che tale errore non fosse insito nel cristianesimo originario, ma solo conseguenza del tipico arroccamento delle Chiese, che siano cattoliche, islamiche, ebraiche, induiste ecc.
Ciò detto non condivido la posizione "dura" che hai espresso. Negare ad Arianna qualcosa che lei stessa ha voluto per sentirsi integrata nella comunità e nella cultura in cui è nata e cresciuta, quella sì sarebbe stata una violenza. Lei crescerà e (come ho fatto io stesso) avrà modo di scegliere col proprio cuore secondo libero arbitrio.
Un abbraccio

@Stella

Grazie, grazie, grazie!!! ;o)

@lasignorainrosso

Condivido pienamente. Grazie 1000!!!

@Simonetta

E sapessi le pippe che mi fa: lei si vede brutta! Ah, che pazienza ci vuole con voi donne!! ;o)
Grazie per gli auguri anche a te.

artemisia ha detto...

Io ricordo la mia prima comunione come un giorno bellissimo, e non la negherei mai a mia figlia, anche se le mie posizioni hanno ben poco a che fare con quelle della chiesa cattolica ufficiale.
Io credo che il cristianesimo proponga valori prevalentemente positivi, come sono prevalentemente positivi quelli di tutte le grandi religioni. L'importante non è in cosa si crede, ma come si vive.

Un abbraccio a Arianna.
:)

Rosario ha detto...

IL RAPPORTO “WIKIPEDIA”

DI PAOLO BARNARD
paolobarnard.info/

C'è un grave fraintendimento che rischia di rovinare molto. Da tempo io vi chiedo di non scrivermi mail, ma di FARE.
Perché lo faccio?
Per due motivi.
Primo perché sono 25 anni che vivo l'attivismo e mai come dalla nascita di Internet ho visto quel poco di azione ancora possibile svanire assorbita nella frenesia dei blog, commenti, chat, mail, facebook, e via discorrendo, il cosiddetto attivismo di tastiera.

Cioè: sempre meno presenza in strada, sempre meno atti concreti, sempre più agitazione in Rete.

Prendete l'ultimo caso della mia denuncia del 'negazionismo accettabile', con tanto di video in risposta alle gravissime affermazioni di Travaglio fatte sul sangue di oltre 1.000 innocenti massacrati e su 60 anni di genocidio di un popolo. Ci sono quasi 10.000 visioni, ho ricevuto centinaia e centinaia di mail, ci sono commenti come formiche in Rete... ma una sola persona in tutta Italia, una sola, ha deciso di fare qualcosa e ha sfidato il negazionista Travaglio chiedendogli conto di ciò che afferma, esattamente come Piero Ricca sfida Profumo o Andreotti. Uno solo.

Nessuna organizzazione pro Palestina si è mossa, nessun intellettuale è intervenuto, nessuna protesta.

E allora?

Cosa mi interessa di rispondere a 2 o 3 cento mail?

C'è un singolo palestinese che sarà salvato dopo le nostre chiacchiere?

Daniele Passerini ha detto...

Ciao Rosario, piacere.
Trovo estremamente interessante la critica di cui ti fai portavoce... ma che c'azzecca con la comunione di mia figlia???
Su questo blog potevi scegliere tra gli interventi che ho dedicato alla "guerra di Gaza" dello scorso inverno... ad esempio il post scritto per diffondere il video di una manifestazione, ai primi di gennaio, di pacifisti e obiettori di coscienza israeliani, dove ho tradotto dall'inglese all'italiano i sottotitoli delle interviste. Dopodiché ho diffuso il link anche via mail; qualcuno ha trovato i miei sottotitoli e li ha inseriti nel video in questione. Infine il video così sottotitolato (eccolo qui) si è diffuso "viralmente" ed è stato visto ad oggi 1755 volte su YouTube.
Ecco, il tuo commento, ad esempio, avresti potuto inserirlo in quel post. E lì ti avrei senz'altro risposto stando più nel tema.
Un abbraccio.

Surrealina ha detto...

Un bacio a te e uno ad Arianna. :)

gaz ha detto...

In ritardo, come al mio solito, spero accetterai lo stesso i miei auguri!
Un abbraccio alla tua bellissima figlia :-)

Anonimo ha detto...

Ma... esiste ancora la Prima Comunione per i figli di chi si professa DIFENSORE DELLA VERITA'?

CHE STRANO BLOG, QUESTO... TRA L'IMPEGNATO E IL "COSI' FAN TUTTI".

Daniele Passerini ha detto...

Ciao Anonimo,
non so rispondere alla tua domanda: non ho idea se esista ancora la Prima Comunione per i figli di Silvio Berlusconi. ;o)

Quanto al tuo commento, si hai ragione... questo è un blog sincero, e mi piace che sia proprio così: con lati "impegnati" e altri "disimpegnati"... forse perché mi viene abbastanza naturale essere "vero" quando scrivo.

Un abbraccio

zaccheddu francesco ha detto...

buona giornata a tutti ....
Chiedo scusa della mia polemica ... doppo 30 anni dedicati all'amore per GESU'... penso che la chiesa spa .... si non sto sbagliando la chiesa e una societa imprenditoriale ... potrei raccontare tante cose di questi 30 anni " tra qui ne sto scrivendo un libro " ... oggi il bambino o il giovane che fa la cresima o comunione ...l'unica cosa bella che ha inparato e come sfugire a tutti questi riti ... la chiesa se continua cosi fra pochi anni avvra un deserto attorno .... il mio umile pensiero e che ormai ....gesu e uscito dalla chiesa per riandare nella strada .... cercando di incontrare l'ultimo ....franco

zaccheddu francesco ha detto...

buona giornata a tutti ....
Chiedo scusa della mia polemica ... doppo 30 anni dedicati all'amore per GESU'... penso che la chiesa spa .... si non sto sbagliando la chiesa e una societa imprenditoriale ... potrei raccontare tante cose di questi 30 anni " tra qui ne sto scrivendo un libro " ... oggi il bambino o il giovane che fa la cresima o comunione ...l'unica cosa bella che ha inparato e come sfugire a tutti questi riti ... la chiesa se continua cosi fra pochi anni avvra un deserto attorno .... il mio umile pensiero e che ormai ....gesu e uscito dalla chiesa per riandare nella strada .... cercando di incontrare l'ultimo ....franco

Posta un commento

Ovviamente 22passi è un blog, non una rivista on line, pertanto la responsabilità di quanto scritto in post e commenti appartiene solo ai rispettivi autori.

Related Posts with Thumbnails