Un blog per appassionati d’Amore onestà spiritualità arte poesia politica democrazia sostenibilità tecnologia green-energy cold-fusion LENR medicina alternativa cambi di paradigma rivoluzioni scientifiche criptoarcheologia e “tante cose infinite, ancor non nominate”. Uno specchio capovolto della realtà: qui siamo una società gilanica, fuori c’è il patriarcato; qui siamo pro E-Cat, fuori c’è il petrolio... per fare previsioni sull’esterno invertite SEMPRE i risultati dei nostri sondaggi interni!

>>>> CERCHI LIBRI SUL BENESSERE DEL CORPO, DELLA MENTE E DELLO SPIRITO?

venerdì 25 novembre 2016

Impossibile! Eppur funziona...
vi ricorda qualcosa?


Post di Daniele Passerini

Si parla molto sui mass media, da parecchie settimane, di un articolo scientifico peer reviewed in arrivo in cui la NASA stessa confermerebbe il funzionamento dell'EmDrive, il motore ritenuto "impossibile" in quanto sembrerebbe violare il principio di azione e reazione (conservazione della quantità di moto) di Newton. Un motore siffatto potrebbe ridurre l'ordine di grandezza di un viaggio su Marte da un anno a un paio di mesi, per cominciare, poi si sa: quando nasce una nuova tecnologia, strada facendo, i margini di sviluppo possono superare ogni aspettativa.

In verità è da almeno il 2010 che l'EmDrive è tornato alla ribalta, si veda per esempio questo post di settembre 2014, che riepilogava lo stato dell'arte ad allora:

Da un paio di anni si era poi diffusa la voce dei risultati sorprendenti che si stavano ottenendo nei laboratori della NASA, si veda per esempio questo articolo di Focus di maggio 2015:

Il 28 novembre 2015 i ricercatori NASA coinvolti hanno sottoposto alla pubblicazione l'articolo in cui comunicavano alla comunità scientifica i loro risultati. Ora, dopo ben un anno di peer reviewed, l'articolo in questione è stato ufficialmente pubblicato sul Journal of Propulsion and Power.

Measurement of Impulsive Thrust from a
Closed Radio-Frequency Cavity in Vacuum 
Harold White,∗ Paul March,† James Lawrence,‡ Jerry Vera,§ Andre Sylvester,¶
David Brady,** and Paul Bailey†† 
NASA Johnson Space Center, Houston, Texas 77058 
DOI: 10.2514/1.B36120 
Abstract. A vacuum test campaign evaluating the impulsive thrust performance of a tapered radio-frequency test article excited in the transverse magnitude 212 mode at 1937 MHz has been completed. The test campaign consisted of a forward thrust phase and reverse thrust phase at less than 8 × 10−6 torr vacuum with power scans at 40, 60, and 80W. The test campaign included a null thrust test effort to identify any mundane sources of impulsive thrust; however, none were identified. Thrust data from forward, reverse, and null suggested that the system was consistently performing with a thrust-to-power ratio of 1.2 0.1 mN∕kW. 
Received 28 November 2015; revision received 23 August 2016; accepted for publication 25 August 2016; published online Open Access 17 November 2016. This material is declared a work of the U.S. Government and is not subject to copyright protection in the United States. All requests for copying and permission to reprint should be submitted to CCC at www.copyright.com; employ the ISSN 0748-4658 (print) or 1533-3876 (online) to initiate your request. See also AIAA Rights and Permissions www.aiaa.org/randp.  
* Advanced Propulsion Theme Lead and Principal Investigator, Eagleworks Laboratories, EP4, 2101 NASA Parkway. Member AIAA.  
† Principal Engineer, Eagleworks Laboratories, 2101 NASA Parkway, EP4. Senior Member AIAA.  
‡ Electrical Engineer, Eagleworks Laboratories, 2101 NASA Parkway, EP5.  
§ Mechanical Engineer and COMSOL Multiphysics Analyst, Eagleworks Laboratories, 2101 NASA Parkway, EP4.  
¶ Project Manager, Eagleworks Laboratories, 2101 NASA Parkway.  
** Aerospace Engineer, Eagleworks Laboratories, 2101 NASA Parkway. 
†† Scientist, Eagleworks Laboratories, 2101 NASA Parkway. A

Potete scaricare l'articolo in formato pdf dal link http://arc.aiaa.org/doi/pdf/10.2514/1.B36120 (scelta consigliata) o in alternativa visualizzarlo come pagina web al link http://arc.aiaa.org/doi/10.2514/1.B36120.

Forse ora, sia chi per un anno ha cercato di falsificare le evidenze sperimentali esposte nell'articolo, sia quelli che - essendo impossibile violare la terza legge di Newton - avevano a priori bollato come bufala l'EmDrive, uniranno le loro forze per capire quali nuove leggi e rivoluzioni scientifiche si celano dietro un fenomeno che, al momento, può essere solo constatato, ma non spiegato... vi ricorda qualcosa?

Chiaramente solo la piena comprensione del fenomeno permetterà di massimizzarne lo sfruttamento... vi ricorda qualcosa anche questo?

Chissà se faremo in tempo a vedere il giorno in cui EmDrive e LENR, oltre a diventare materia di studio nelle università, si diffonderanno come tecnologie dirompenti in grado di rendere la Terra un mondo migliore, esplorare e colonizzare l'intero sistema solare. E oltre.

8 : commenti:

Alessandro Pagnini ha detto...

Eh già...che ci ricorda? ;-) :-D
Qui però ci vorrebbe un intervento illuminante di Emidio, questa è materia sua.
Comunque sì, ci ricorda le LENR. In particolare qui siamo al livello di Celani e dei piccolissimi guadagni energetici, di cui ancora molti dubitano. E infatti anche su queste misure mi pare ci sia stata qualche perplessità. In effetti il rendimento di conversione tra KW a radiofrequenza e Forza di spinta, non è esaltante. Però se fanno in modo di coniugare bene le cose, gli astronauti, anche durante le missioni più remote, riusciranno a salutare casa con segnali radio eccellenti, sia pure con qualche ritardo :-D
Insomma, per essere quasi seri, la notizia è veramente ghiotta. Ovvio che, come nel caso delle LENR, si deve conservare un minimo di prudenza, però 'sti cristi della NASA ci si stanno applicando da parecchio e probabilmente hanno annusato qualcosa di buono. Insomma, giusto per non smentirmi, anche su questo sono ottimista. E giusto per fare eco alle tue parole, caro Daniele, le due tecnologie impossibili, LENR e EM Drive (o PNN), se messe insieme fornirebbero un sistema di propulsione eccellente. Sarebbe la morte sua! ;-)

Paul ha detto...

Già, e Laureti non si sta facendo ancora sentire...
Se non ricordo male aveva promesso novità nel 2017...

Alessandro Pagnini ha detto...

In questi ambiti par d'essere in pieno oceano, tutte promesse da marinai. ;-)
Speriamo che Laureti la sua la mantenga. Rossi è il campione mondiale di procrastinazione, ad esempio, e nonostante tutto continuo a pensare che non sia un bluff. Probabilmente ho bisogno di farmi vedere da uno bravo! ;-)

domenico canino ha detto...

@daniele
davvero interessante; e dimostra come la conoscenza è in continuo divenire e non esiste nessun dogma inviolabile. E che bisogna aprire la mente e studiare e sperimentare e sopratutto lottare perchè la conoscenza venga alla luce e non sia sepolta dalla disinformazione. E noi di 22 passi la nostra piccolissima parte la facciamo.

Daniele Passerini ha detto...

@tutti
Di palo in frasca, ma quanno ce vo' ce vo'!
Leggo reazioni surreali da parte del "fronte del SI" alla bocciatura della riforma Madia da parte dei giudici costituzionali.
Tipo: parere e intesa sono sinonimi.
Ma dove??? Il secondo presuppone un accordo, il primo no!!!
Tipo: un esempio della burocrazia che ostacola il governo.
Ben venga il rispetto delle regole contro un malgoverno che, scientemente, inserisce poche cose giuste (ma sacrosante e molto sfruttabili -anche con demagogia - per ottenere consenso) in pacchetti pieni di altre cose molto discutibili... un vero e proprio (e arrogante) metodo di lavoro.
Sono cresciuto aspettando che finalmente fosse costruita l'autonomia delle Regioni prevista dalla Costituzione, iniziata soltanto alla fine degli anni '70 e realizzata con fatica in 20-30 anni e ora - perché LA POLITICA (proprio la politica!!! diventata sistema di potere!!!) ha snaturato l'autonomia locale in un "poltronificio" - dovremmo buttar via l'acqua con tutto il bambino? Per i nostri riformisti della domenica (l'armata Renzileone con Boschi e Madia al seguito) sarebbe una cosa positiva e innovativa tornare allo stato centralista dei secoli precedenti, in barba al principio della sussidiarietà.
Possibile che, tra un Bossi che voleva una nazione federale e un Renzi che vuole riportare dentro i Ministeri i processi decisionali che riguardano territori con esigenze molto diversificate, non si riesce con buon senso a far funzionare uno Stato Regionale? Vale a dire la forma di Stato che con buon senso la Costituente scelse come più rispondente ed applicabile a una nazione con le caratteristiche e la storia dell'Italia.
Per me è una profonda sofferenza vedere in cosa si sia trasformata la sinistra italiana, l'Umbria è un esempio lampante: il PD è diventato a livello locale un mero sistema di potere, voti di scambio, favori, poltrone ecc. Chi come me nei veri e fondanti ideali della sinistra ha sempre creduto e vissuto, è come ritrovarsi in un universo parallelo in cui i "buoni" sono diventati "cattivi", ma i "cattivi" di prima non sono diventati "buoni". Resta solo da sperare in una TERZA VIA (M5S?), perché ormai la sinistra storica e la destra storica si assomigliano troppo... ma il tradimento dei politici di sinistra alla storia della sinistra brucia troppo.

triziocaioedeuterio ha detto...

E certo Daniele questi fanno leggi incostituzionali una dietro l'altra è se la prendono con la costituzione...spero davvero che vinca il "no" domenica prox altrimenti le porcate viste in questi anni con i governi Monti Letta ma soprattutto Renzi saranno solo un piccolo antipasto di ciò che ci aspetta...

Daniele Passerini ha detto...

@trizio
Occhio che mentre tu scrivevi il tuo commento io pubblicavo un post per il referendum, se vuoi possiamo continuare a parlarne in topic lì dentro! ;)

triziocaioedeuterio ha detto...

Dimenticavo i governi Prodi e Berlusconi...ma Renzi se possibile la sta facendo ancora più sporca...ok ci si sposta al post;-p

Posta un commento

Ovviamente 22passi è un blog, non una rivista on line, pertanto la responsabilità di quanto scritto in post e commenti appartiene solo ai rispettivi autori.

Related Posts with Thumbnails