BLOG PER APPASSIONATI D'AMORE, ONESTÀ, SPIRITUALITÀ, ARTE, POESIA, POLITICA, DEMOCRAZIA, SOSTENIBILITÀ, TECNOLOGIA, ENERGIE PULITE, COLD FUSION E LENR, MEDICINA ALTERNATIVA, RIVOLUZIONI SCIENTIFICHE, CRIPTOARCHEOLOGIA E "TANTE COSE INFINITE, ANCOR NON NOMINATE"

>>>> CERCHI LIBRI SUL BENESSERE DEL CORPO, DELLA MENTE E DELLO SPIRITO?

B A C H E C A D E L B L O G

Dal 25 Aprile 2015 (Festa della Liberazione) la possibilità di lasciare commenti nel blog è stata disattivata, eccetto per gli 85 utenti autorizzati e autori ad oggi iscritti. Chi desiderasse fare parte di questa piccola community (Google consente ancora 15 iscrizioni) può mandare due righe di presentazione a 22 passi chiocciola gmail punto com.

domenica 22 febbraio 2015

日章旗 (Sun-mark flag)!

Come gli appassionati della vicenda E-Cat ben sanno, pochi giorni fa Andrea Rossi ha messo on line un nuovo sito con 8 foto del 1 MW Plant da mesi e tutt'ora operativo presso un misterioso customer. Foto risalenti, come poi ha specificato Rossi stesso sul JONP, al momento del completamento dell'1 MW Plant.

February 18th, 2015 at 11:16 AM
"These photos, published on my personal website, have been made months ago in Raleigh’s factory, during the final phases of the manufacturing.
Warm Regards,
A.R."

February 18th, 2015 at 4:59 PM 
"It was that the photo has been taken during the assembly, many hi-tech parts are missing in the photo.
Warm Regards,
A.R."


Che senso ha avuto per Rossi diffondere adesso tali immagini? Contengono qualche informazione di rilievo?

Destano curiosità alcuni titoli usati dal webmaster di Rossi per salvare i files jpg in questione...

ecat+MW1-USA+sandy+control.jpg
ecat+MW1-USA+sandy+et+wendy+installation.jpg
Sandy? Wendy? A dire il vero nella foto appaiono (vedi ingrandimenti che seguono) un rack #1 "Cindy" e un rack #2 "Wendy", nessuna traccia di Sandy. Una mera svista nel nominare il file? Comunque sia, potrebbero essere i nomignoli dati alle due unità di controllo principali dei moduli E-Cat dell'1 MW Plant, uno per "bancata".

P.S. Il lettore Silvio Caggia propone un'ipotesi interessante sull'origine di questi nomi: sono presi dall'elenco dei nomi degli uragani. Inoltre ciò spiegherebbe perché il nome Cindy ha sostituito Sandy, dopo che i file delle foto erano già stati nominati): qualcuno si è reso conto che era di cattivo gusto dare a un modulo il nome di un uragano catastrofico che il 22 (!) ottobre 2012 ha fatto 182 vittime e 50 miliardi di dollari di danni!
E il titolo di quest'altra foto può dare qualche indicazione utile a un tecnico esperto? "Prima accensione di Sandy e Wendy (480 Volt in corrente alternata)".

ecat+MW1-USA+sandy+et+wendy+480Vac+first+ON-2.jpg
P.S. L'ingegner Mario Massa suggerisce che, essendo la 480V trifase usata in pochi paesi e dato il contesto, il nome del file potrebbe indicare un test a tensione di rete + 10%; in tal caso il sistema sarebbe progettato per la 440V utilizzata negli USA (in certe zone c'è anche la 460V). 
Pare - come ha notato Nevanlinna su Cobraf - che Rossi abbia voluto cancellare a colpi di photoshop "i layout dei componenti sulla scheda di controllo-eccitazione, caso la concorrenza volesse copiare". Vedasi foto seguenti, con l'ingegner Fuvio Fabiani al saldatore, e relativo ingrandimento dove sono evidenziati i ritocchi.



E i cartelli con il logo E-Cat sono stati collocati in giro così per fare o piuttosto per coprire altri cartelli con informazioni sensibili? Forse l'identità del customer misterioso?


Proprio in questi cartelli troviamo alcuni particolari molto interessanti, colti dal nostro lettore gio che sin dall'inzio ha seguito l'iter della registrazione del logo\marchio grafico dell'E-Cat. Appare una versione inedita del logo! In alto a sinistra è comparsa la Stars and Stripes (e la scritta MADE IN USA), mentre il cerchio davanti al muso del gatto è diventato rosso (era arancione nel marchio usato da Prometeon, era ed è nero nel marchio registrato all'USPTO): adesso è un vero e proprio sole rosso in campo bianco: la bandiera del Giappone... qui gatta ci cova!

52 : commenti:

Silvio Caggia ha detto...

m.nomix.it/nomi-uragani.php

Silvio Caggia ha detto...

thedunno.deviantart.com/art/Cindy-and-Wendy-365782552

Silvio Caggia ha detto...

theground-up.com/9-_x_12-_Red-_White-_Black_Plastic_Sign-__NO_CELL_PHONES.html

Daniele Passerini ha detto...

@Silvio Caggia
L'ipotesi dei nomi degli uragani mi sembra interessante, da integrare nel post. Dal 2011 fino ai nomi previsti per il 2015 ci son 105 nomi... Quanti erano i moduli E-Cat nell'1 MW Plant?
Comunque la tua ipotesi spiegherebbe perché Sandy è stato ribattezzato Cindy! ;)

Mario Massa ha detto...

480Vac significa 480V alternata, non continua. La 480V trifase è usata in pochi paesi: parte del Regno Unito e del Messico (ho là degli impianti), ma non escludo qualche altra area. Dato il contesto penso più probabile che la scritta indichi un test a tensione di rete + 10% che significherebbe che il sistema è progettato per la 440V utilizzata negli USA (anche se in certe zone hanno la 460V).

Franco Sarbia ha detto...

Non si capisce quali moduli siano stati impiegati. L'arredo "fai da te", i cablaggi approssimativi e volanti, manipolati da ingegneri più che da personale di produzione, mostrano un impianto ancora in fase prototipale, soggetto a variazioni nelle funzionalità e nel layout. Lontano dall'industrializzazione per ora.

Daniele Passerini ha detto...

@Silvio Caggia
Ho integrato questo nel post:

P.S. Il lettore Silvio Caggia propone un'ipotesi interessante sull'origine di questi nomi: sono presi dall'elenco dei nomi degli uragani (che tra l'altro sarebbero sufficienti a battezzare tutti i moduli E-Cat dell'1 MW Plant. Inoltre ciò spiegherebbe perché Sandy è stato sostituito da Cindy. Era di cattivo gusto dare a un modulo il nome di un uragano catastrofico che il 22 (!) ottobre 2012 ha fatto 182 vittime e 50 miliardi di dollari di danni!

Ora saluto te e Franco, oggi sono abbastanza impegnato, a più tardi

Alessandro Pagnini ha detto...

"480 Vac" = Corrente alternata, non continua.

@ Franco Sarbia
"...L'arredo "fai da te", i cablaggi approssimativi e volanti, manipolati da ingegneri più che da personale di produzione, mostrano un impianto ancora in fase prototipale, soggetto a variazioni nelle funzionalità e nel layout. Lontano dall'industrializzazione per ora. ..."

Assolutamente sì. Non poteva essere altrimenti, direi.

Silvio Caggia ha detto...

Ho visto di recente il film "The imitation game" e quel coso enorme ("Christopher") pieno di rotori che giravano e cavi volanti costruito da Alan Turing si vedeva che era lontano dall'ingegnerizzazione... :-D
www.primermagazine.com/wp-content/uploads/2010/01/Turing/Turing_Bombe.jpg

Robbins ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
AleD ha detto...

Wow che team! Si vede che vanno parecchio d'accordo e passano più tempo a maggnare e bere piuttosto che a lavorare... :-D
rossi si deve muovere altrimenti non gli durano a sufficienza! :-D

Robbins ha detto...

Gli elettricisti "messicani", le abbronzature, gli uragani, Vaughn che dice ai federali che "e-Cat was build in Florida" - banale: Rossi ha sverzato ai suoi fan il solito bidone: si tratterebbe di immagini del prototipo PRIMA dell'arrivo dei benefattori di Industrial Heat. È una caratteristica di Rossi mentire (ovviamente a fin di bene (dove il bene coincide col suo interesse)), non solo nel merito ma rispetto ai tempi e ai luoghi - basta leggere la sua biografia romanzata nel nuovo sito per rendersene conto. Rossi è addirittura patetico: è così avanti nel meccanismo della menzogna da presumere che gli altri abbocchino senza controllare, ad es., le interrogazioni parlamentari dell'On. Tassi (il senatore in camicia nera) a partire diciamo dalla X legislatura, o gli atti delle commissioni parlamentari - roba tutta in linea e facilissima da raggiungere. Povero Andrea Rossi! Così ingenuo, anche dopo anni di traversie...

Mauro elia ha detto...

Rack cablaggio per la rete degli oltre 100 computer?

Silvio Caggia ha detto...

@Daniele
Io intendevo una cosa del genere:
Wendy

Cindy
01-12 (12)?
13-24 (12)?
25-36 (12)
37-48 (12)
49-54 (6)

Sandy ?
55-60 (6)?
61-72 (12)?
73-84 (12)?
85-96 (12)?
97-108 (12)?

Silvio Caggia ha detto...

Wendy: family; wanderer (itinerante)

Cindy: Dimunitive of Cynthia, Lucinda, and Cinderella.

Sandy: Defender of men; protector of mankind.

Antonio ha detto...

Interessante digressione sui messaggi nascosti nei nomi degli oggetti.
Circa il significato subliminale degli "aspiratori da bagno" al posto delle papst avete un parere? ;-)

Spat ha detto...

Piccolo appunto tecnico: con quelle panze dovrebbero usare un container più grande. ;-)

AleD ha detto...

@Antonio: è il genio italico!

Robbins ha detto...

@Antonio
L'eccesso di intelligenza conduce spesso all'idiozia. Il contrario si chiama "maturità intellettuale", dote che non si spreca. Buona domenica.

Alessandro Pagnini ha detto...

@ Robbins
"... È una caratteristica di Rossi mentire (ovviamente a fin di bene (dove il bene coincide col suo interesse))..."

Quoto! :-)

Daniele Passerini ha detto...

@Mario Massa
@Alessandro Pagnini
La corrente continua invece che alternata è stata una svista. Giuro che non ho mai pensato che l'E-Cat andasse a pile! :D

@Mario Massa
Grazie delle cortesi osservazioni. Le ho integrate nel post:
P.S. L'ingegner Mario Massa suggerisce che, essendo la 480V trifase usata in pochi paesi e dato il contesto, il nome del file potrebbe indicare un test a tensione di rete + 10%; in tal caso il sistema sarebbe progettato per la 440V utilizzata negli USA (in certe zone c'è anche la 460V).
Mi sai dire però cosa intende Nevanlinna su Cobraf?
Che il test si sarebbe svolto alle isole Cayman (!!!) dove c'è la 480Vac trifase? o.O
http://www.cobraf.com/showimage.php?image=/forum/immagini/R_123580590_1.jpg
Cfr. https://www.cuc-cayman.com/contactus

Daniele Passerini ha detto...

@Silvio Caggia
Ah ok, quindi anche tu pensi che Cindy (ex-Sandy) e Wendy siano dei rack coi sistemi di controllo dei vari E-Cat... una bancata ciascuno insomma! :)
E che mi pare che su E-Cat world avessero scritto che Cindy e Wendy erano due moduli E-Cat e ciò mi lasciava assai perlesso.

@Mario Elia
Rack cablaggio per la rete degli oltre 100 computer?
Sembrerebbe.

Daniele Passerini ha detto...

@Robbins
Rossi ha sverzato ai suoi fan il solito bidone: si tratterebbe di immagini del prototipo PRIMA dell'arrivo dei benefattori di Industrial Heat.
Sembra proprio di sì. Ma almeno - dopo la sbornia degli hot-cat a forma di hot-dog - finalmente possiamo osservare di nuovo l'1MW Plant in uno step - sia pure ancora prototipale - successivo a quello visto a suo tempo in Via dell'Elettricista.

@Antonio
Interessante digressione sui messaggi nascosti nei nomi degli oggetti.
Circa il significato subliminale degli "aspiratori da bagno" al posto delle papst avete un parere? ;-)

Solo un parere??? Facciamoci un paper!!! :D

@Spat
Piccolo appunto tecnico: con quelle panze dovrebbero usare un container più grande. ;-)
Ti giuro che quando ho visto il tuo commento per la prima volta ho letto PINZE invece che PANZE... e in effetti potrebbe essere questo il nuovo punto debole scoperto dagli scettici! :D :D :D
Anzi AleD ha già fiutato questo nuovo pato-skeptics-trend e ci si è tuffato a pesce: "Wow che team! Si vede che vanno parecchio d'accordo e passano più tempo a maggnare e bere piuttosto che a lavorare... :-D
rossi si deve muovere altrimenti non gli durano a sufficienza! :-D


@AleD
è il genio italico!
Nemmeno Woody Allen raggiunge il livello di finezza e raffinatezza del tuo geniale e originalissimo umorismo! :D :D :D

Silvio Caggia ha detto...

@Daniele
Sì, penso siano dei rack.
Dove ho messo il punto interrogativo è una supposizione, dove non l'ho messo sono dati visibili nelle foto.
Secondo me Sandy e Cindy esistono entrambe, non sono una "ex" rispetto all'altra, avranno fatto confusione ad identificarle nel nome visto che magari sono identiche.
Tra l'altro dai blocchi di 12 contatti bipolari ciascuno ne dedurrei che i moduli vadano con la normale bifase.
Non dimentichiamoci che questo è il "vecchio" warm-cat, riveduto e corretto da IH, ma non è l'hot-cat dei vari TPR.
Opinioni da inesperto ovviamente...

Mario Massa ha detto...

@Daniele
"Mi sai dire però cosa intende Nevanlinna su Cobraf?"

Da quel che capisco la CUC-Cayman noleggia a lungo periodo gruppi generatori dal momento che le isole sono piccole, non importa elettricità dall'estero e tutta l'elettricità viene prodotta sul posto con gruppi elettrogeni. Lo standard è 240V trifase con neutro 60Hz, ma a richiesta (c'è scritto normalmente oltre 300kW) possono fornire gruppi a 480V 3+N 60Hz.
Se è così il container sarebbe effettivamente alle Cayman.
Non so cosa ha scritto Nevanlinna, ma forse voleva solo dire che la tensione di 480V potrebbe venire da gruppo elettrogeno (come in Via dell'Elettricista) per cui il container potrebbe essere ovunque.

giorjen ha detto...

la 480 c'è in tutti gli stati uniti, invece non mi risulta che ci sia la 400 nè la 440, se non per sbaglio.
g

giorjen ha detto...

l'ultima volta che sono stato alle cayman era nel 2011, quindi potrebbero esser cambiate molte cose, ma non ricordo una gran concentrazione di wendy's, forse perchè preferivo mangiare alla mensa del dry dock, un ottimo piatto di aragostelle alla creola a 10$. A cucinarle non c'erano dei "messicani" bensì degli "africani", la popolazione indigena così è, come nella maggior parte delle isole caraibiche, con un picco di purezza nella giamaica. Temo anche che fabiani farebbe fatica a procurarsi un visto a lungo termine alle cayman, a meno che anche lui non abbia un passaporto americano. E comunque mi sembrano vestiti un po' troppo pesanti per queste latitudini, pile e maglioni sono chiusi da anni in una scatola, credo che anche indopama possa confermare...
g

Robbins ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Robbins ha detto...

Domanda: dove sono detenutii gli islamici?
Risposta: a Guantanamo.
Perché? Perché ci vale una giurisdizione particolare, diversa da quella di terraferma.
Rossi non è più stupido del governo degli Stati Uniti - ci vuole così poco a fare dietrologia partendo da piccoli dati di fatto.

Incidentalmente, sembra che negli U.S.A. la trifase abbia tutte le tensioni possibili - è standardizzata a 480V ma i gestori forniscono quello che gli pare - si tratta di una delle gioie del libero mercato, che tra un po', per l'intraprendenza del nostro primo ministro, assaporeremo anche noi.

Daniele Passerini ha detto...

@Mario Massa
@Silvio Caggia
@Robbins
Ho aggiornato il post così:
P.S. L'ingegner Mario Massa suggerisce che, essendo la 480V trifase usata in pochi paesi e dato il contesto, il nome del file potrebbe indicare un test a tensione di rete + 10%; in tal caso il sistema sarebbe progettato per la 440V bifase utilizzata negli USA (in certe zone c'è anche la 460V).
Anche Silvio Caggia, osservando nelle foto pubblicate da Rossi blocchi di 12 contatti bipolari ciascuno, propende per l'ipotesi della normale bifase.
Altri lettori, come Robbins, replicano che negli USA la trifase, fornita dai gestori alla tensione che uno vuole, è comunque standardizzata a 480V.

Robbins ha detto...

No - SAREBBE standardizzata a 480V, di fatto non lo è.

Daniele Passerini ha detto...

@Robbins
Dunque il tuo pensiero autentico quale sarebbe, questo?
Negli USA la trifase, in regime di libero mercato, viene fornita dai gestori alla tensione che uno vuole (sarebbe comunque standardizzata a 480V).
Va bene così?

AleD ha detto...

@Daniele:
"
Anzi AleD ha già fiutato questo nuovo pato-skeptics-trend e ci si è tuffato a pesce
"
Mi spiace ma non sono uno pato-skeptics, sono solo uno che c'ha i marroni di dimensione finita e a cui le wanne marchi stanno antipatiche.

Daniele Passerini ha detto...

@AleD
Mi spiace ma non sono uno pato-skeptics, sono solo uno che c'ha i marroni di dimensione finita e a cui le wanne marchi stanno antipatiche.
Ti capisco, a me Wanna Marchi risultava più che antipatica: non la sopportavo proprio! Tant'è che se anche mi ci imbattevo per errore cambiavo subito canale.
Tu però sei davvero strano... se ritieni (e se permetti la tua è una opinione minoritaria) che qui dentro si facciano discorsi alla Wanna Marchi o pro Wanna Marchi, perché diavolo continui a sintonizzarti sul canale 22 passi? o.O

Silvio Caggia ha detto...

@Daniele
Non ci siamo capiti, io stavo solo dicendo che questi reattori mi sembra che funzionino con 2 fili e non con 3 come nell'hot-cat.
Sulla tensione non mi sono posto proprio il problema.

Robbins ha detto...

Storicamente ci sono decine di gestori indipendenti - non fornivano secondo la richiesta dell'utente ma quello che volevano loro. Accanto a questa situazione pregressa c'è il PROPOSITO federale di uniformare tutti a 480V.

AleD ha detto...

@Daniele: le wanne marchi era inteso verso rossi e i suoi simili, che c'avete la coda di paglia? :-)

AleD ha detto...

@Daniele: ah, ogni tanto capito qua come capito in altri posti, dipende dall'argomento e dai commenti...

Mario Massa ha detto...

@Daniele
@Silvio
Non importa se i singoli moduli sono monofasi o trifasi: per potenze simili la fornitura è sempre trifase e l'utilizzatore, se i carichi sono monofasi, li ripartisce sulle tre fasi.

Daniele Passerini ha detto...

@Robbins
@Silvio Caggia
Oggi è un 22 e fraintendo ogni cosa! :)

Silvio Caggia ha detto...

@Mario Massa
Sì, non discuto dell'alimentazione di rete, evidenziavo solo che i carichi, ovvero i reattori, mi sembrano ciascuno alimentato con soli due fili, quindi senza tutti quei problemi relativi alla trifase su cui ci siamo spaccati la testa analizzando il tpr2.
Visto che mi fai notare che l'alimentazione di rete è comunque trifase, ti chiedo: è un caso che le coppie di contatti di Cindy siano un multiplo di 3? Forse conviene per la ripartizione, e spiegherebbe lo "strano" numero di connettori (5 da 12 ed 1 da 6): sono 18 per ciascuna fase quindi (12+6)*3

Silvio Caggia ha detto...

@Mario Massa
Errata corrige: (4 da 12 ed 1 da 6).

gio ha detto...

@ daniele

bello questo post...a cui abbiamo dato tutti un apporto:)

gio ha detto...

Robbins ha scritto:

>Domanda: dove sono detenutii gli islamici?
Risposta: a Guantanamo.
Perché? Perché ci vale una giurisdizione particolare, diversa da quella di terraferma.


quello della giurisdizione è un tema intrigante. ....tanto che nelle fantasie da "Operazione Cimby" pensavo ad una nave sempre in navigazione in acque internazionali.......:):)

Daniele Passerini ha detto...

N O T A D I S E R V I Z I O

Da oggi per chi vuole commentare i post di 22 passi NON c'è più obbligo di possedere un account Google, né sottoporsi ad alcuna forma di iscrizione/registrazione; restrizioni ormai inutili, visto che dal 10/11/2014 - con grande soddisfazione dei fruitori del blog - vige la moderazione dei commenti (per tutti salvo per chi è accreditato come "autore"). Naturalmente, anche gli eventuali commenti lasciati sotto anonimato, verranno pubblicati solo se non di contenuto offensivo, faziosi, spam ecc.

Silvio Caggia ha detto...

@Daniele
Non ho capito bene cosa volevi dire con il titolo che hai scelto per il post...
Innanzitutto una piccola nota al tuo appunto sul colore del logo brevettato: non è nera la palla del gattino, semplicemente il colore è indefinito:
"Color(s) Claimed: Color is not claimed as a feature of the mark." quindi i proprietari del marchio lo possono declinare nei colori che credono.

Il logo usato da Prometeon è quindi lo stesso.

Curioso che gli unbe' non abbiano costruito un rebus sul logo vista la classificazione degli elementi del disegno...
Design Search Code(s):
03.01.04 - Cats, domestic Cats; Kittens
21.03.01 - Billiard balls; Bingo balls; Lottery balls; Playground balls; Table tennis balls; Tennis balls; Beach balls; Balls including playground balls, beach balls, billiard balls, tennis balls, bingo balls and lottery balls; Paddle balls

Dai, questa è una palla alta da schiacciata senza misericordia... :-D

Silvio Caggia ha detto...

www.zastavki.com/pictures/originals/2013/Animals___Cats_Black_cat_and_red_ball_044876_.jpg

Mahler ha detto...

> Silvio Caggia ha detto…
>
> […]
>
>Curioso che gli unbe' non abbiano costruito un rebus sul logo vista la classificazione degli elementi del disegno...

Vedo che i sintomi iniziano a peggiorare…

Silvio Caggia ha detto...

@Mahler
Che sintomi? :-)

Shine ha detto...

a a a prova 1 2 3 ! uno!!

bertoldo ha detto...

a soreta

Anonimo ha detto...

Di solito vi leggo e non commento mai.... ma questa volta devo darvi atto... AVETE AZZECCATO in PIENO il perchè dei nomi dei due Power-rack del nuovo MW1.
Complimenti!!!
E dire che mi ero tanto impegnato nel scegliere il nome per rendere "divertente" l'analisi delle foto.

Per il resto, mi diverto molto a leggervi... sopratutto i commenti sulla mia panza (hahahaha) che purtroppo l'attività sedentaria non mi consente di ridurre facilmente.

Comunque come dico sempre a chiunque me lo chiede "ero arrivato che non ci credevo..... ma adesso posso dire solo che FUNZIONA".

Un saluto

FF

Posta un commento

Ovviamente 22passi è un blog, non una rivista on line, pertanto la responsabilità di quanto scritto in post e commenti appartiene solo ai rispettivi autori. Chi è abilitato a pubblicare su 22passi deve evitare botta&risposta a distanza con utenti di altri blog o forum (donde può comunque trarre contenuti citandone la fonte).

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.

Related Posts with Thumbnails