BLOG PER APPASSIONATI D'AMORE, ONESTÀ, SPIRITUALITÀ, ARTE, POESIA, POLITICA, DEMOCRAZIA, SOSTENIBILITÀ, TECNOLOGIA, ENERGIE PULITE, COLD FUSION E LENR, MEDICINA ALTERNATIVA, RIVOLUZIONI SCIENTIFICHE, CRIPTOARCHEOLOGIA E "TANTE COSE INFINITE, ANCOR NON NOMINATE"

>>>> CERCHI LIBRI SUL BENESSERE DEL CORPO, DELLA MENTE E DELLO SPIRITO?

B A C H E C A D E L B L O G

Dal 25 Aprile 2015 (Festa della Liberazione) la possibilità di lasciare commenti nel blog è stata disattivata, eccetto per gli 85 utenti autorizzati e autori ad oggi iscritti. Chi desiderasse fare parte di questa piccola community (Google consente ancora 15 iscrizioni) può mandare due righe di presentazione a 22 passi chiocciola gmail punto com.

venerdì 21 novembre 2014

La macchina del fango contro l'E-Cat:
non bastando più le OChe spuntano i COdegoni!

(post di Bert Abbing)

In queste righe vorrei analizzare il contenuto dell’ ”articolo” Fusione fredda: l’ECat e tutti i dubbi sul nuovo test scritto da Alessandro Codegoni, che si definisce, nelle pagine ove pubblica “Giornalista scientifico” (http://www.qualenergia.it/alessandro-codegoni), ma che non appare iscritto all’albo né dei giornalisti professionisti né dei pubblicisti almeno fino alla data di aggiornamento di questi (consultabile dal sito http://www.odg.it/content/elenco-iscritti-0).

Fin dalla lettura delle prime righe del “pezzo” ed anzi fin dal titolo, appare chiaro, quasi fossimo alla scuola elementare, il tema che si è dato l’autore: quello di screditare Rossi e gli autori del TPR2.
In realtà ci troviamo di fronte, a un collage, una riscrittura mal fatta, di vecchie critiche e temi già noti alcuni dei quali non hanno nulla a che vedere con il report stesso ma servono solo all’autore per fomentare un clima di sospetto e odio contro Andrea Rossi.
Molte sono le affermazioni o marcatamente false o abilmente manipolate.
A cominciare dalla citazione ammiccante e malevola a fatti (noti), senza però dire che Andrea Rossi è stato completamente scagionato da quelle vicende
Continuando col dire che Rossi avrebbe annunciato l’apertura di fabbriche in America, ma dimenticando di dire che gli annunci non stati fatti soltanto da lui ma anche dalla Industrial Heat che ha acquistato i diritti di sfruttamento per USA, RUSSIA e CINA ed ha svolto lei stessa test indipendenti, ora resi pubblici, prima di acquistare la tecnologia. 
Il linguaggio con cui ci si riferisce agli ultimi test svolti è alquanto becero, poco professionale, pieno di ripetizioni e persino errori grammaticali nell’uso dei pronomi.
Si accusa Rossi di organizzare lui i test, che sarebbero condotti sempre dalla stessa “cerchia” di persone, dimenticando di dire che i nuovi test, svolti per un lungo periodo, erano già stati annunciati dal gruppo di ricercatori nel primo report pubblicato più di un anno fa e sono quindi il proseguimento di un lavoro di ricerca già avviato da anni.
Si trascura anche di dire a questi test hanno partecipato enti esterni, quali l’azienda Elforsk (l’ENEL Svedese) e l’Accademia di Svezia (nota per assegnare ogni anno i premi Nobel), che vengono ringraziati nel report.
Per cercare di distruggere il contenuto del report, ed attaccare quella testate ben più diffuse e storiche rispetto a quella ove scrive (“Panorama”), l’autore afferma di aver consultato due esperti.

Il primo, un consulente privato, critica il report in generale, anche qui usando un linguaggio inadatto a un professionista. Affermare infatti che nel report i grafici sarebbero stati “messi ad arte” è un vero e proprio insulto e dimostra forse da parte di chi compie questa affermazione una mancanza di preparazione e probabilmente di comprensione dei grafici stessi.
Se non si comprende il contenuto di un report è ovvio che questo ci appaia poco chiaro.
Anche nella parte ove critica la tecnica usata per misurare l’energia, chi è stato consultato dimostra la sua impreparazione. Progettare un calorimetro preciso non è banale come alcuni vogliono far credere e anche un calorimetro ad acqua, così come qualunque altro sistema di misura, potrebbe “essere influenzabile e manipolabile”.  
La scelta delle termocamere appare anche giustificata per due motivi fondamentali
  1. non perturbare il sistema dall’esterno con raffreddamento forzato che a quel punto avrebbe fatto parte integrante del sistema di controllo del reattore determinandone il punto di lavoro, ovvero fare in modo che il sistema di misura fosse completamente esterno e indipendente dal reattore stesso,
  2. avere una documentazione filmata continuativa per tutta la durata del test del sistema.

Le altre critiche poste sono anch’esse prive di fondamento. Non è possibile infatti giudicare la temperatura da una foto pubblicata come lui fa! Una foto sì che è manipolabile! Per misurare una temperatura in base al colore ci vuole un pirometro tarato e preciso! 
Inoltre se avesse guardato con attenzione le foto avrebbe visto che il telaio in ferro (non lamierino) su cui è appoggiato il reattore ha solo un minimo punto di contatto con esso e anche quel punto è stato isolato (presumibilmente con pasta di allumina). Senza conoscere inoltre il punto  esatto di inserzione della sonda k e il tipo esatto di lega usata per i cavi non è possibile affermare che questi si sarebbero dovuti fondere.
Questi punti tra l’altro appaiono una copiatura mal fatta da critiche già apparse su altri blog, così come il fatto di non aver “staccato la corrente”, punto che è già apparso nella rete e che non ha fondamento perché per un reattore raffreddato solo con convezione naturale e irraggiamento, il “regime di autosostentamento” è un punto di lavoro estremamente critico e, come specificato nello stesso report, agli autori interessava fare una prova di durata che non avesse potenziali esiti distruttivi, come una delle prime prove documentate nel TPR1, e hanno quindi scelto deliberatamente di porsi in un regime subcritico ben al di sotto delle potenzialità massime del sistema.
Le dichiarazioni riguardanti il fatto che le trasmutazioni isotopiche misurate, non solo con lo spettrometro di massa citato ma anche col metodo SIMS, che NON viene citato nell'articolo, siano frutto di una “frode deliberata” appaiono sorprendenti, eventualmente al limite della diffamazione, e contrastano con quanto scritto nel report ove gli autori, tra i quali spicca un esperto di analisi scientifica forense, affermano di aver controllato ogni operazione fatta da Rossi, fatto questo accuratamente omesso dall’articolo.

Noto che la mancata citazione delle analisi SIMS non appare casuale. Se è vero che esistono isotopi  puri in commercio (ed ovviamente lo sanno anche gli autori del TPR2) appare molto complesso costruire in modo artefatto polveri ove negli strati esterni (SIMS) lo spostamennto Li7->Li6 è più marcato rispetto al totale (spettrometro di massa). Questo fatto fa pensare che sia il Litio e non il Nickel la vera sorgente di energia e quindi verrebbe a mancare di fondamento anche l'obiezione riguardante la totale trasmutazione del Nichel in NI62, che è il nuclide con energia di legame più alta conosciuto.

Nel frattempo, ed anche questo fatto è omesso dalla cronaca, progressi sono stati fatti indipendente a Uppsala su un possibile modello teorico, che avverrebbe non certo per fusione (ipotesi per altro scartata dagli stessi autori del TPR2) ma per tunneling di nucleoni. Quello Stato e quella Università sostengono questa ricerca.

Per concludere, a mio modesto parere, ci troviamo di fronte ad un’articolo ove numerosi fatti vengono deliberatamente omessi e si cerca in modo solo di dimostrare una tesi preconcetta.

Il contesto ove l’articolo è pubblicato mette in chiara evidenza gli interessi economici in gioco. La vicinanza temporale di un Forum sulle “nuove energie” organizzato tra gli altri dalla stessa testata ove l’articolo è pubblicato mette ancor più in evidenza la cosa.

Bert Abbing

294 : commenti:

«Meno recenti   ‹Vecchi   1 – 200 di 294   Nuovi›   Più recenti»
domenico canino ha detto...

basta dire che i banner a lato dell'articolo sono tutti di pubblicità di pannelli fotovoltaici; presto inutili, come turbine a vento, ed altre fonti meno efficienti.
Poi vorrei sapere chi è questo Bert Abbing? Mi sembra corretto per capire gli interessi lavorativi e la credibilità dello scrittore.

gio ha detto...

@ daniele

vedi ,che anche questa volta rossi& c hanno centrato l'obiettivo;

si stanno concentrando tutti sul TPR2......è stato fatto tutto per dare risalto al TPR.

cortina fumogena perfetta!!!

P.P.P.P.P.s: pss psss Mario se avevi intenzioni di dedicarti al TPR2 nel fine settimana ,molla tutto e buttati sul brevetto!!

Alessandro Pagnini ha detto...

Codegoni adotta la classica tattica del pubblico ministero, almeno come la si vede nei film americani (lì si chiama Procuratore forse?), per cui cerca di mettere in cattiva luce l'imputato e depotenziare i testimoni a suo favore. Non mi dispiace che qualcuno faccia questo lavoro, in fondo ci ricorda cosa c'è a favore e cosa c'è contro una determinata tesi, poi noi potremo giudicare. Ovviamente, mi faccio un'idea in base alla qualità del lavoro svolto e dalle argomentazioni portate. Senza entrare nel merito della ipotizzata eventuale non indipendenza di Codegoni da interessi economici legati alla testata, io preferisco invece immaginarlo come rappresentante 'l'accusa' per motivi che potrebbero essere anche nobilissimi, tanto per me quello che conta sono gli argomenti prodotti. Ciò premesso, debbo comunque dire che la serie di accuse portate e lo stile adottato per farlo, non mi piacciono, anzi mi rinforzano nella convinzione opposta.

Mauro elia ha detto...

Come sapete già, molti si sentono minacciati dalla tecnologia Ecat, si tratta di lotta per la sopravvivenza.. (anche se vogliamo comprensibile) se pensiamo solo al fatto che per la fusione a caldo hanno speso decine di miliardi per tentare di raggiungere ciò che la fusione fredda ha conseguito con un paio di milioni di dollari.. E’ possibile però che la breccia creata da Rossi renda vana qualsiasi difesa.. molti nel mondo che ora sanno che il “tunneling” è la chiave per l’energia, si sono messi in moto per fare esperimenti.. ce la faranno a bloccare tutti i “Rossi” che tra qualche anno (o molto meno) spunteranno fuori?

Alessandro Pagnini ha detto...

"...ce la faranno a bloccare tutti i “Rossi” che tra qualche anno (o molto meno) spunteranno fuori? ..."
Sarà dura! ;-)

gio ha detto...

CVD........ qualcuno cerca di analizzare il brevetto:

http://www.ecat-thenewfire.com/blog/how-hot-cat-is-made-type-i-design/

Silvio Caggia ha detto...

@gio
Probabilmente dovremo riconsiderare la a locuzione "non capisci un tubo!"... :-D
A meno che questa antica locuzione dall'origine incerta derivi proprio da una antica invenzione dell'e-cat persasi nel tempo proprio perché non capita dagli ingegneri del tempo...
Un giorno i nostri nipoti useranno l'espressione "tu sì che hai capito il tubo!" senza ricordarsi di come nacque...
Chissà come si dice nelle altre lingue o nell'antico sumero... :-)

Alessandro Pagnini ha detto...

"...Chissà come si dice nelle altre lingue o nell'antico sumero... :-)..."

Qui ci vuole Domenico! :-)

Silvio Caggia ha detto...

Un vero giornalista: spiega benissimo quello
che non sa. (Leo Longanesi)

gio ha detto...

@ silvio
>Un giorno i nostri nipoti useranno l'espressione "tu sì che hai capito il tubo!" senza ricordarsi di come nacque...

):) ...verissimo;

spero sempre che Mario , come il collega d'oltreoceano , si cominci a concentrare sul brevetto, perchè sono convinto che ce la possa fare!!

ma si deve partire dal brevetto( che è buono :))

Mauro elia ha detto...

@ gio
qualche centinaio di commenti fa (forse alessandro o silvio) mi spiegarono che Mario faceva test solo per dimostrare che era una truffa.. dici che ha cambiato idea? nooo :-D

domenico canino ha detto...

In sumero ( ed anche nelle antiche lingue mediterranee) tubo non c'è, perchè al tempo i tubi non esistevano. Però c'erano i canali, i contenitori lunghi e stretti e si chiamavano SILA; Si chiama così anche una foresta della calabria ricca di canali d'acqua, il fiume SELE in campania, il fiume SILE in Veneto, e anche il SILOS contenitore lungo e stretto, ed il pesce SILURO, che è bestia lunga e stretta. Ma io il Siluro spero lo si mandi presto ai combustibili fossili ed inquinanti.

gio ha detto...

equi siamo al top, top dei top:):):):

Andrea Rossi
November 21st, 2014 at 8:24 AM

Giuliano Bettini:
As you know, in our laboratory we have analysed all the claims of the competitors and reproduced their apparatuses. We found one that works. I already spoke of it, but it is not correct that I speak on his behalf.
I suppose publications will follow. For now, I just have to say, honestly, that this competitor of us has made a good job.
Warm Regards,
A.R.
Andrea Rossi
November 21st, 2014 at 8:20 AM

gabriele ha detto...

Che film!

:-)

Qualsiasi sia la verità, io potrò dire "io c'ero".

gabriele

Antonio ha detto...

@gio: passami la battuta ma se testano le "cose" dei competitor così come hanno testato e-cat e hot-cat mi viene un piccolo sorriso.

Rossi farebbe bene a far fare i controlli da più di qualcuno prima di darsi a dichiarazioni ;-)

Alessandro Pagnini ha detto...

@ Gabriele
Bravo! E' quello che dico anche io, come minimo avremo vissuto un bel thriller. Ovviamente io confido anche nel lieto fine :-)

Silvio Caggia ha detto...

@Antonio
Non le hanno solo testate, le hanno prima replicate.
P.S. L'hai poi testato il mio file excel? L'ho aggiornato, riscaricalo.

gio ha detto...

@ Antonio

:) te la passo , te la passo:)

ma tu sei veramente convinto , ancora adesso che non funzioni!!??

Antonio ha detto...

@gio: con grande franchezza io qua dentro sarei probabilmente tra i più contenti *se* funzionasse (e questa, anche se non ci credete è la posizione di mosti scettici, anche si quelli "doc" e un po' turbolenti, guarda: http://www.cobraf.com/forum/PostsByAuthor.php?authorid=4025 ).
Il punto è che di "indizi" di un reale funzionamento ce ne sono purtroppo pochi e quei pochi dubbi si dissolvono ogni giorn che passa.
Sono rimasto molto deluso dal TPR2 (e dagli ultimi eventi brevettuali).

Però ti farà piacere sapere che abbiamo replicato (con un gruppo di sconsiderati) un COP circa 3 :-D

Antonio ha detto...

@silvio: ho avuto poco tempo ma non mi funziona bene la ricerca obiettivo che hai fatto, che versione di excel usi?
In questi giorni ho avuto pochissimo tempo (punto sul fine settimana) ma l'obiettivo era anche caricare i tuoi dati sul simulatore e fare un'analisi comparata.

Alessandro Pagnini ha detto...

@ Antonio
Sono convinto anche io che in molti pessimisti sarebbero più felici di essere smentiti. Perlomeno i più ragionevoli :-)

"...e quei pochi dubbi si dissolvono ogni giorn che passa...."
Quindi se i dubbi si dissolvono, significa che state raccogliendo PROVE o di errorre o di imbroglio? In questo caso, mi sai dire quanto potrebbe mancare alla pubblica spu@@@@@tura degli inetti e/o degli imbroglioni. A malincuore, ma vi applaudirò anch'io, se togliete di mezzo una fallace speranza, basata sull'imbroglio.
Oppure avete scoperto solo come si potrebbe fare ad ottenere un risultato simile, barando? Il che sarebbe cosa diversa dal dimostrare che anche IH e i professori hanno barato e quindi NON capirei come ciò dissiperebbe i dubbi.
Al più, minerebbe delle certezze sul funzionamento, per chi incautamente ritenesse di poterle averle. Così come toglierebbe ogni dubbio solo a chi di dubbi non ne ha mai veramente avuti e in realtà è già partito con l'idea che di imbroglio si trattava. Qui, per non avere un minimo di dubbio, sia in un senso che nell'altro, si deve davvero essere veramente dei believer, sia pure di orientamenti diametralmente opposti.

Silvio Caggia ha detto...

@Antonio
"non mi funziona bene la ricerca obiettivo che hai fatto, che versione di excel usi?"
L'algoritmo usa delle semplici formule in loop. Forse hai disabilitato questa possibilità dalle opzioni.
L'ho salvato in formato excel 2007 così che lo possano aprire tutti. Anche se non hai Excel, Dropbox te lo fa già vedere abbastanza bene online.

"In questi giorni ho avuto pochissimo tempo (punto sul fine settimana) ma l'obiettivo era anche caricare i tuoi dati sul simulatore e fare un'analisi comparata."
In realtà questo è già di suo un simulatore...

https://www.dropbox.com/s/nshvm0xd67lfi4u/Lugano6.xls?dl=0

Basta copiare nella riga Current assumptions i valori tra quelli suggeriti sotto e fa tutto da solo. Ovviamente puoi sperimentare mettendo i valori delle tue ipotesi. A volte può servire stoppare e far ripartire l'elaborazione mettento 0 o 1 nella cella stop/start.

Nel foglio Waves, allo scopo di mostrare graficamente le funzioni usate nella simulazione, ci sono dei grafici dinamici carini da vedere e manipolare cambiando l'angolo di conduzione (qui solo valori interi) o il confronto tra valori rms, di picco e medi con possibilità di cambiarne l'ampiezza.

Silvio Caggia ha detto...

@Antonio
Visto che oggi sto facendo brioches, torta di mele e pane per la settimana con il forno elettrico mi candido per fregare in qualche modo il contatore con la replica del vostro cop... Se mi risolvete questo problema vi faccio anche la certificazione di terza parte :-)

triziocaioedeuterio ha detto...

@caggia

Muahahahahhaha....ancora insisteno:-/

Antonio ha detto...

@Silvio l'idea del tuo forno per le brioches potrebbe essere interessante. Presumo che il tuo forno consumi più o meno 2KW, giusto?

Per metterti nelle condizioni dell'hot-cat di Rossi dovresti avere un forno della potenza nominale di 400KW (se fossero vere le mie ipotesi di resistenza costante) o da 1,2MW (se valesse la tua ipotesi di riduzione della resistenza) e una utenza trifase da decine (meglio se 100KW).
Una volta che hai questo ci metti un bel regolatore a taglio di fase da 400A (o 1000A) per stare attorno a 5°-10° di parzializzazione

Ti sembra il miglior setup per fare delle brioches e torta di mele?

E hai pensato che ne sarebbe delle tue brioches, del tuo forno e forse di parte della tua casa se per caso i triac ti vanno in autoinnesco per qualche motivo e ti ritrovi il tutto a piena potenza? :-D

Vincenzo Bonomo ha detto...

Più che oche e codegoni mi sembrano tonni che dopo essere entrati sconsideratamente nella tonnara hanno finalmente raggiunto la "camera della morte" dove la rete viene issata lentamente a bordo delle imbarcazioni e, sentendosi vicini alla fine, nuotano velocissimi in cerchio urtandosi e saltando in cerca di scampo, ciechi e folli di terrore in attesa della mattanza ordinata dal Rais Darden.

Alessandro Pagnini ha detto...

@ Silvio
"...mi candido per fregare in qualche modo il contatore..." Però non risulta dal report alcuna lettura del contatore. Peccato perchè se così fosse stato confermato, il 'trucco' di Rossi sarebbe andato a ruba, FF o non FF ;-)

@ Antonio
"...Ti sembra il miglior setup per fare delle brioches e torta di mele?..."
Direi di no! Solo uno un po' sciroccato userebbe un setup simile per fare brioches e torte. Già...forse Silvio potrebbe ;-) :-D
Certo non metteri su neppure un ciambellone con dentro isotopi di idrogeno da portare a temperature di milioni di gradi e tenere confinati con campi magnetici, per evitare di liquefare le pareti. O non imbastirei neppure una reazione di fissione da controllare con barre di grafite e se le cose vanno male inquino mezzo pianeta, come a Chernobyl.
Cose come queste possono avere un senso se necessarie per risolvere i problemi energetici del pianeta, eventualmente, ma concordo con te che sono folli per torte e brioches :-)
Tuttavia, i dati del TPR e anche il metodo che tu ben descrivi , a onor del vero, lascia perplesso anche me, ma so di non avere le capacità e/o i dati per capire ogni aspetto di quel report. Occhio però, che a me sembra veramente che abbiano pubblicato giusto un qualcosa per farsi prendere in considerazione. Mi sbaglierò, ma quello su cui vi affannate è solo la punta dell'iceberg e magari non è neppure l'iceberg giusto :-)

gio ha detto...

@ antonio
>Il punto è che di "indizi" di un reale funzionamento ce ne sono purtroppo pochi e quei pochi dubbi si dissolvono ogni giorn che passa.

il fatto che gli indizi, passaggi di denaro, dichiarazioni ,analisi da banche dati pubbliche, che siano stati firmati contratti e siano stato concluse operazioni societarie che coinvolgono più parti , parti con forte expertise nel campo dell'energia, aumentano ogni giorno che passa!!!

tutto questo per un oggetto che non funziona??!!

rivolgo anche a te l'invito fatto a Mario Massa: CONCENTRATEVI SUL BREVETTO !!!!

Alessandro Pagnini ha detto...

Leggo su Cobraf questo commento di Nevanlinna, rivolto a Giancarlo e debbo dire che riassume bene lo scenario che al momento ritengo più probabile:

"...Mi "consenta" una simulazione: diciamo che Lei, in certe situazioni, ha visto cose che occhi umani non hanno mai visto. Cose inequivocabili. Il proprietario del cinema la invita a una proiezione apposta per Lei, ma a condizione che Lei gli faccia il favore di scrivere una critica non mendace, ma prudente e favorevole, stante le cose inequivocabili di cui è già stato testimone. Lei che farebbe?..."

Antonio ha detto...

@gio: io sul brevetto non mi sono troppo concentrato ma l'ho letto. Pur avendolo letto non c'è la "ricetta" della pietra filosofale (e non mi aspettavo nemmeno che, ove esistesse Rossi ce l'avesse messa).

Per ora sono concentrato sulle "stranezze" di TPR1/2. Sono abituato a ragionare su dati oggettivi e, ormai in anni di chiacchiere e annunci, quei due documenti sono le uniche due cose "impegnative" sulle quali ragionare.
Sono "impegnativi" sia perché ci sono scritte "cose", sia perché ci sono delle persone che lo hanno firmato che, per come la vedo io, fino a prova contraria meritano rispetto professionale.
Ora questi documenti hanno delle lacune, alcune molto gravi. Spiace molto riscontrare che i professori se ne disinteressino ma ritengo che "oltre una certa soglia" (esistono già almeno tre documenti formali con osservazioni e domande serie) non potranno esimersi. Altrimenti i primi ad avere un atteggiamento antiscientifico saranno proprio loro.

Il resto delle cose (le chiacchiere, i soldi, gli investimenti, le licenze vendute ricomprate e rivendute) non hanno nulla a che vedere con il funzionamento o meno del tutto.

MISTERO ha detto...

@Trizio
Per forza insistono, è tutta pubblicità gratuita..
Gli devono essere aumentate un bel po le commesse, visto che chiede cv per assunzioni a tempo indeterminato.

Oppure prevede che a breve ci sarà molto lavoro grazie a Rossi?
:-)

p.s. @Tobia
Non sono ancora in forma al 100%, ma sono tornato e presto vedrai gli effetti..;-)

Silvio Caggia ha detto...

@Antonio
"Per metterti nelle condizioni dell'hot-cat di Rossi dovresti avere un forno della potenza nominale di 400KW (se fossero vere le mie ipotesi di resistenza costante) o da 1,2MW (se valesse la tua ipotesi di riduzione della resistenza) e una utenza trifase da decine (meglio se 100KW).
Una volta che hai questo ci metti un bel regolatore a taglio di fase da 400A (o 1000A) per stare attorno a 5°-10° di parzializzazione
Ti sembra il miglior setup per fare delle brioches e torta di mele?
E hai pensato che ne sarebbe delle tue brioches, del tuo forno e forse di parte della tua casa se per caso i triac ti vanno in autoinnesco per qualche motivo e ti ritrovi il tutto a piena potenza? :-D"
A parte che l'hot-cat di Lugano erogava una potenza minore del mio forno da 2000 W quindi non capisco tutto il tuo discorso sul forno, basta mettere l'hot-cat dentro il mio forno... Ma io dicevo di usare il vostro accrocchio che da un (finto) cop 3 che immagino sia tutto elettrico e non termico.

@Alessandro Pagnini
"Però non risulta dal report alcuna lettura del contatore."
Perché secondo te IH a casa loro non hanno controllato il contatore finora? Li fate proprio tutti scemi dal primo all'ultimo? :-D

MISTERO ha detto...

Nel frattempo Cimpy alias Cesare Imperiali è sbroccato di brutto (ha perso il lavoro??) ...
A forza di ridere ho bruciato le lenticchie, ma chi se ne importa, non ho mai riso tanto.. :-)))))))))
Gente, ci si rivede (solo virtualmente) qui, se ci saremo ancora, quando si potrà dire con chiarezza se era tutto finto o se il Rossi ha fuso davvero

L'unico fuso a quanto pare sei tu che dormi meno di 5 ore a notte per scrivere in 10 blog, 20 forum, etc etc..

p.s. la tua dislessia è conferma per me della sostituzione di persona, ci si vede e non virtualmente questa volta.

gio ha detto...

@ antonio
> io sul brevetto non mi sono troppo concentrato ma l'ho letto
........
>Per ora sono concentrato sulle "stranezze" di TPR1/2. Sono abituato a ragionare su dati oggettivi e, ormai in anni di chiacchiere e annunci, quei due documenti sono le uniche due cose "impegnative" sulle quali ragionare.

procedimento completamente errato!


bisogna partire dal brevetto e poi passare al TPR 1 e 2 ;

>Spiace molto riscontrare che i professori se ne disinteressino ma ritengo che "oltre una certa soglia" (esistono già almeno tre documenti formali con osservazioni e domande serie) non potranno esimersi. Altrimenti i primi ad avere un atteggiamento antiscientifico saranno proprio loro.

i professori non hanno nessun obbligo tranne che con Elforsk , il loro committente !!!!

Antonio ha detto...

@gio: i professori (se sono professori e così pare) hanno il primo obbligo con la loro etica professionale e con la scienza, se fanno parte di università pubbliche anche verso i contribuenti.

Il fatto che proprio tu me li derubrichi a "mercenari al soldo di chi li paga" non rende loro giustizia, almeno fino a completa e totale prova contraria.

Circa il "metodo" sono pronto a sentire il tuo parere ma tra un "documento generico di presentazione di un'idea" e un "report sperimentale" tendo a dare maggior credito a quest'ultimo sopratutto se il primo contiene pezzi del secondo e null'altro di particolarmente sostanziale ;-)

Mario Massa ha detto...

@gio
Ti parrà strano, ma se scoprissi che l'Hotcat funziona non cercherei mai di replicarlo. Replicarlo può aver un senso per vedere se funziona, ma non per copiarlo. Se scoprissi che funziona mi adopererei perchè in tutti i modi possibili partisse una ricerca e sviluppo la più aperta e condivisa possibile perchè una nuova fonte energetica non può rimanere nelle mani di uno e non deve invadere il mercato senza che se ne conosca la teoria che ne descrive il funzionamento. Ma purtroppo, come ben sai, sono convinto che non funziona e mi aspetto che prima o poi Rossi farà un passo falso e qualcuno dimostrerà che si trattava di truffa come nel caso Defkalion (vi siete scordati che allora la maggioranza dei be credeva anche in loro? Vi ricordate, quasi 3 anni fa l'operazione MIG22?).

@Daniele
Non so chi sia Bert Abing, ma non condivido ciò che dice relativamente alla calorimetria. E' vero che qualunque calorimetria (o misura in generale) può essere imbrogliata, ma c'è un salto di qualità fra una calorimetria a flusso (che è quella che usava Rossi all'inizio e infatti, secondo me imbrogliava anche lì) e misura con termocamere. Sbagliata anche l'asserzione che una calorimetria a flusso avrebbe alterato il sistema e non sarebbe stata in grado di dare una documentazione continua, come dimostra il mio filmato che aveva già linkato Antonio: secondo me contano più le dimostrazioni vere che le chiacchiere, affermazione su cui ho trovato tutti d'accordo nel caso della bombolina, ma tutti zitti quando a dover ammettere di essersi sbagliato è Levi.

Alessandro Pagnini ha detto...

@ Silvio
"..."Però non risulta dal report alcuna lettura del contatore."
Perché secondo te IH a casa loro non hanno controllato il contatore finora? Li fate proprio tutti scemi dal primo all'ultimo? :-D .."

Non penso che a IH siano scemi, ma ti vedo meno perspicace di altre volte. Sto parlando del TPR, che poteva essere positive or negative, che doveva durare 6 mesi e al quale erano presenti una dozzina di professori, tra cui degli asiatici. Quello che di tutto ciò è rimasto e diventato di pubblico dominio, non è ciò che sa IH, che il dispositivo se l'è costruito e testato (loro sanno bene se funziona, voglio sperare), nè ciò che hanno visto coloro che dovevano vedere, a mio modestissimo parere.
Quello che hanno condiviso non saprei definirlo con certezza, ma sono convinto che non è quello che è stato realmente provato. Non so quanto, in quei 32 giorni, il contatore abbia dovuto lavorare e credo che forse lo sapremo soltanto tra un bel po' di tempo, quando ormai l'E-CAT sarà una realtà, o una truffa acclarata. Io comunque scommetto sulla prima :-)

gio ha detto...

@Antonio
>Circa il "metodo" sono pronto a sentire il tuo parere ....

non è un parere sono le regole che governano il gioco;
ringraziando dio, la civiltà occidentale si fonda sul diritto, non è un coacervo di stati islamici che si fonda sulla sharia, nè tantomeno una tecnocrazia!

all'uspto non si possono raccontar balle pena la nullità del brevetto e quelle che tu chiami documento generico quand'anche,ora, sia generico sarà soggetto all"office action" per ottenere una " sufficient explanation" ;

quindi si parte dal brevetto, perchè qui c'è una necessità giuridica a non raccontar frottole, magari non hai raccontato tutta la verità ( e al momento, per legge, puoi non averlo fatto), ma una parte di verità l'hai dovuta raccontare per forza!!!

quindi parti dal brevetto e poi vai ai Tpr1 e 2 e non viceversa!!!

>i professori (se sono professori e così pare) hanno il primo obbligo con la loro etica professionale e con la scienza, se fanno parte di università pubbliche anche verso i contribuenti.
>Il fatto che proprio tu me li derubrichi a "mercenari al soldo di chi li paga" non rende loro giustizia, almeno fino a completa e totale prova contraria.

trovo sempre retorici , ipocriti e pomposi i riferimenti alla deontologia e etica; i professori hanno, in primis, firmato un contratto : devono rispettarlo!!!!

tu sei abituato a non rispettare i contratti che firmi,..........sembra essere una consuetudine dei sedicenti scienziati!!!

gio ha detto...

@ Mario Massa
>Ti parrà strano, ma se scoprissi che l'Hotcat funziona non cercherei mai di replicarlo. Replicarlo può aver un senso per vedere se funziona, ma non per copiarlo. .....

mario su questo non ho assolutamente dubbi!!

ti esorto tra il serio e il faceto, perche ritengo che tu sia in grado di replicarlo, ma come dici tu per vedere se funziona.

Ma come scrivevo ad antonio, bisogna partire dal brevetto e non dai tpr1e2!!

MISTERO ha detto...

@Mario
Se scoprissi che funziona mi adopererei perchè in tutti i modi possibili partisse una ricerca e sviluppo la più aperta e condivisa possibile perchè una nuova fonte energetica non può rimanere nelle mani di uno e non deve invadere il mercato senza che se ne conosca la teoria che ne descrive il funzionamento.

Quoto e sottoscrivo (il grassetto è mio), ma ti sei dimenticato di sottolineare il "principio di precauzione" (Primum non nocere).

Silvio Caggia ha detto...

@alessandro pagnini
"Non penso che a IH siano scemi, ma ti vedo meno perspicace di altre volte. Sto parlando del TPR..."
io invece stavo parlando con antonio della loro replicazione del cop 3.
escludendo che abbiano replicato la fusione fredda in 5 minuti assumo che intenda che hanno trovato un modo per far consumare 300 Watt elettrici e farne risultare solo 100. Allora ho chiesto loro se me lo facevano provare per usare i 2000 Watt del mio forno e farne risultare in bolletta solo 666. perché tiri in ballo tu il tpr?
se mi dici che c'entra il contatore io ti ho risposto: pensi che IH non abbia un contatore? pensi che il customer che ha l'impianto da 1 MW non guardi ogni 5 minuti il contatore?
Se Antonio è riuscito a trovare un modo per fregare il contatore allora applauso, se ha solo trovato un modo per fregare il PCE non cambia di una virgola la realtà del fatto che a casa di IH l'e-cat funzioni e probabilmente anche a casa del customer... se dopo 1 ora che gli hanno messo su l'impianto questo non gli fa risparmiare soldi in bolletta quelli di IE sarebbero stati presi a calci nel di dietro e non starebbero a ricomprarsi le licenze dai vecchi distributori...

Silvio Caggia ha detto...

@mistero
è proprio per il principio di precauzione che il giorno che sentissi strombazzare il buon funzionamento dell'e-cat al tg1 della sera e che i governi ce ne volessero mettere uno su ogni testa per il nostro bene e non fossi convinto delle spiegazioni di come funziona allora passerei subito dall'altra parte, neanche come unbeliever ma proprio come guastatore luddista :-)

gabriele ha detto...

Ciao Silvio,
ma guarda che il riacquisto delle licenze da parte di IH, per *logica*, non ha alcuna relazione diretta con l'ecat funziona.
Ci sono così tanti scenari economici e di reputazione possibili che veramente le due cose sono scollegate.
"scollegate" non significa né che lo prova, né che lo esclude.
Significa "scollegate".
Ciao!
gabriele, che non si è praticamente mosso di un millimetro dalla sua posizione iniziale.

Alessandro Pagnini ha detto...

@ Silvio
"...Se Antonio è riuscito a trovare un modo per fregare il contatore allora applauso, se ha solo trovato un modo per fregare il PCE non cambia di una virgola la realtà del fatto che a casa di IH l'e-cat funzioni e probabilmente anche a casa del customer... se dopo 1 ora che gli hanno messo su l'impianto questo non gli fa risparmiare soldi in bolletta quelli di IE sarebbero stati presi a calci nel di dietro e non starebbero a ricomprarsi le licenze dai vecchi distributori... ..."

Credo che Antonio abbia trovato il modo di replicare i dati pubblicati del report, che NON parlano del contatore. Che IH sappia cosa ha in mano voglio ben sperarlo. Ma come dice Gabriele per il riacquisto delle licenze (e a rigore ha ragione, ma secondo me è comunque un altro importante indizio in senso positivo), le due cose sono scollegate. E nessuno pare si sia preso la briga di controllarlo neppure a Lugano, perchè non pare si fossero dotati di un contatore per la sola utenza E-CAT, quindi era impossibile. Pertanto il TPR ti dice che il COP derivante da quel setup, giusto o sbagliato che sia, risulta circa 3. Se Antonio riproduce 3 o 4,5 ma il contatore non è d'accordo, il contatore dovrà farsene una ragione, come, per quello che sappiamo, potrebbe essere accaduto anche a Lugano. Se IH voleva dissipare ogni dubbio, doveva produrre altre cose. Io sono stato da subito molto critico con questo report, perchè disattende troppe aspettative. Tuttavia ciò che accade al contorno: gli endorsement fulminei, gli interessamenti di personaggi cui non mancano i mezzi per sapere, il riacquisto delle licenze, ecc... contrariamente a Gabriele a me fa pensare che il micio funziona e con un COP maggiore di quello esibito. Del resto avevo ben predetto su questo blog che il COP dato in pasto a noi poveri cirenei, afflitti da tante croci, sarebbe stato intorno a 3, ma comunque entro 6. E non erano considerazioni tecniche, ma politiche, come penso che 'politico' sia anche il report (per questo non mi soddisfa), con buona pace del contatore che non era stato avvertito di come ci si doveva comportare. Più di così, preferirei non esprimermi sull'argomento.
A uso dei più duri di comprendonio (che spesso si piccano sul fatto che tutto deve essere o bianco o nero), ribadisco che allo stato attuale delle cose e nonostante quanto dico sul report, anzi forse anche in forza di ciò (ampiamente da me previsto), penso che il termogatto sia anche più graffiante di quanto dicono. Poi vedremo, certezze io non ne ho.

Per l'impianto, sono perfettamente d'accordo con te, ma quello è solo un IH says e ancora potrebbe risultare positive or negative, quindi al momento non può essere gettato sul piatto. Comunque per me conta anche quello nel computo degli indizi, ma non sono argomenti da portare in opposizione al lavoro del GSVIT, che altro si propone. Lasciali lavorare sul report, che sono anche bravi. Impareremo tutti qualcosa in più sull'elettrotecnica :-)

gabriele ha detto...

Wow!

Adesso i "says" sono diventati tre.

Si è partito dai "Rossi says" (*), si è passati per i "TPR says", adesso ci sono gli "IH says".

Non conosco la vostra fede, ma per chi ci crede, l'energia derivata dal rivoltamento nella tomba di Galilei ha imAo un COP su cui meriterebbe parlare.

bseo

(*) i migliori, sempre e comunque.

Antonio ha detto...

@Silvio: non mi sono mai occupato di "contatori" e non mi sembrano se ne siano mai occupati Rossi e gli AA dei TPRx. Mi è sfuggito qualcosa?
Relativamente al tuo forno, hai sorvolato sul senso della mia discussione ma tu stesso hai calcolato dei valori di correnti di picco molto alti (e sono stranamente più bassi di quelli calcolati da me ma questo è un altro discorso sul quale torneremo, comunque parliamo di valori tra 100 e 200A); lo citavo per evidenziarti una cosa:
Tu per far funzionare il tuo forno da 2KW hai un'utenza da 3,5KW e il cavo che li alimenta è da 2,5mmq e ti basta per fare le tue ottime brioches e torta di mele (a proposito: come sono venute?), cosa avresti detto al costruttore del tuo forno se tra le richieste per l'uso ci fosse una linea con fili da 12,5mmq e una utenza trifase da 100KW per un forno da 2KW?
Lo avresti comprato?
Ti invito a riflettere che ove hotcat funzionasse (e tendo ad escluderlo allo stato attuale) ad un ipotetico cliente Rossi dovrebbe porre queste precondizioni per l'utilizzo.
Ritieni che qualcuno lo comprerebbe a fronte di un COP 3 (ma anche 10)?

@gio:
Visto che ti pronunci in "punta di diritto" concordi con me che l'application per il brevetto è carta per pacchi finché non viene vagliato e accolto. Non ha pertanto senso proprio considerarlo prima di questo momento.
Ma siccome non sono un avvocato ma un curioso di questioni scientifiche me lo sono letto ugualmente e, siccome non aggiunge nulla a quanto noto, non ha senso discuterne. L'application è "fiacca" dal punto tecnologico e scientifico hanno pensato di "rinforzarla" con i dati di funzionamento presi dai TPRx.
Curioso che Rossi abbia fatto il mio stesso ragionamento :-)

gio ha detto...

@ antonio

macchè punta di diritto.....questa è, prima e sopratutto, una storia di soldi molti soldi presenti e sopratutto futuri e se non vuoi perdere il diritto ad incassare la vincita devi muoverti bene , pianificando la strategia prima di tutto dal punto di vista legale......

e su questo Rossi è assolutamente un numero 1 !!!!!!!

il brevetto non è assolutamente carta da pacchi :è come dici tu un application e come tale può essere negoziata ed infatti così è avvenuto trasferendola alla Sarl lussemburghese.........con la carta da pacchi nun ce fai !!!

>Non ha pertanto senso proprio considerarlo prima di questo momento. L'application è "fiacca" dal punto tecnologico e scientifico

come ti dicevo sarà fiacca finche vuoi , ma non può contenere falsità cosa che ha capito bene il tuo collega d'oltroceano, che parte dal brevetto e cerca concordanze nei Tpr 1 e 2

http://www.ecat-thenewfire.com/blog/how-hot-cat-is-made-type-i-design/

According to the description given in the cited patent and integrating the info contained on this issue in the TPR-1.......

According to the patent application, the resistor coils were operated continuously at about 1 kW to perform experimental investigations of heat production...................

il suo è il metodo giusto!

Mario Massa ha detto...

@Mistero
"Primum non nocere"

Caro Andrea non ho capito il senso della tua frase, (non nuocere a Rossi o l'hotcat non nuocere agli utilizzatori?) ma concordo pienamente.

Credo siano veri entrambi: non si deve nuocere a Rossi finchè non sia provata la sua malafede e il fatto che io sia convinto che sia in malafede non è una prova nemmeno per me. E l'hotcat una volta accertato funzionante non deve essere commercializzato finchè non si sia capito a fondo il funzionamento e scoperti eventuali pericoli.

Alessandro Pagnini ha detto...

@ Gabriele
Rossi è un dipendente di alto livello di IH e quindi, se non smentito e visto che parla di questioni aziendali, i suoi sono da considerarsi come IH says, questo credo sia un punto su cui Silvio ha giustamente posto l'accento. Tenendolo ben presente, si capiscono meglio certe cose.

MISTERO ha detto...

@Mario
Ho citato Ippocrate perché da quella frase deriva in senso modermo il "principio di precauzione" anche se dobbiamo distinguere "prevenzione" da "precauzione".
In questo caso il principio di precauzione era rivolto agli utilizzatori.

"Se" Rossi ha prodotto un fenomeno di trasmutazione che produce energia dobbiamo sapere da dove arriva questa energia e dobbiamo essere certi che non ci sono emissioni neutroniche e gamma.
"Se" Rossi ha prodotto un fenomeno di trasmutazione, questo fenomeno in natura dovrà esistere da qualche parte e dobbiamo capire dove; stelle, supernove, mitocondri, pompe protoniche?

Ci sono degli indizzi, il sospetto è che se Rossi fa quello che viene dichiarato, molti prima di lui probabilmente avevano ragione e andrebbero rivalutati. Quantomeno per una maggior comprensione del fenomeno.

gabriele ha detto...

Ciao Alessandro,

"Rossi è un dipendente di alto livello di IH".

Le parole sono importanti.

Sei sicuro che sia *dipendente* di IH?

ciao,

gabriele

:-)
https://www.youtube.com/watch?v=qtP3FWRo6Ow

gabriele ha detto...

In ogni caso ribadisco che i "Rossi Says DOC" sono insuperabili.
Il suo "IH deve guadagnare i soldi, io spenderli" è da manuale.
Chapeau a Rossi.

gabriele ha detto...

Io però volevo aggiungere qualcosa su questa vicenda.

A me sconvolge la fiducia di un sacco di persone ("un sacco", ma come parlo? :) di Rossi benefattore per l'umanità.

Cosa c'è in lui che, dal punto di vista logica, magari senza scomodare sia Occam, sia Hanlon, sia i barbieri (tutti insieme, intendo),

che fa pensare ai suoi sostenitori che Rossi agisce per il bene dell'Umanità?

Lavora per l'esercito Americano (*), le sue poch(isssim)e prese di posizioni sociali su argomenti non energetici non mi danno alcuna informazione di questa sua predisposizione (es. l'affare Wikileaks, con la presa di posizione di Rossi di totale condanna al soldato principale responsabile dell'azione di divulgazione delle informazioni), l'unica sua azione a favore dell'umanità che io ricordi è quando ha detto che una delle 5 missioni che ha la sua attività è "aiutare i bambini malati di cancro" (ma fino ad evidenza contraria, anche questo rimane un "Rossi says").
Ha NDA su pressoché qualsiasi sua azione.

Cosa vi fa pensare che Rossi sia un benefattore?

Sono curioso di saperlo, io che, anche perché non ne ho le competenze, non riesco (e non ci tengo, ho un'altro tipo di lavoro e di competenze) ad approfondire l'aspetto tecnico della questione, sono appassionato alla questione dal punto di vista "umano"/"filmico".

(*) nota di merito: io non ho contro nulla l'esercito Americano, né contro una qualsiasi altra Forza Armata, e, a ben vedere, nemmeno contro gli armaioli, visto che generalmente parlando un'arma in mano ad un poliziotto che mi difende da un assassino è avrei difficoltà a definirla "cattiva"; ma insomma, non mi sembra che le frequentazioni di Rossi siano quelle propriamente di un benefattore.

gabriele ha detto...

Per la precisione:
"una delle 5 missioni che ha la sua attività è "aiutare i bambini malati di cancro"
Non solo.
Aveva anche detto che questa era una delle missioni anche dei suoi partner (non ricordo la parola esatta che aveva adoperato per qualificarli, ma dava ad intendere a chi lo supportava economicamente nella sua impresa).

Ecco, io al posto della sfilza di TPR N, forse avrei più piacere a vedere evidenza di questo quinto aspetto della sua missione.

Il bello è, che a dirla tutta, non escludo nemmeno che lo abbia fatto veramente (fare beneficienza); ma mi piacerebbe sapere se questo quinto punto della sua missione è ancora condivisa dai suoi partner e come.

Alessandro Pagnini ha detto...

@ Gabriele
Seguo raramente i link, preferisco che ciò che deve essere comunicato stia nel post, però se è importante magari lo vado a vedere. Un accenno, almeno? ;-)

"...Sei sicuro che sia *dipendente* di IH?..."
IH ha comprato tutto il know-how e Rossi è il suo scienziato capo.

"...Il suo "IH deve guadagnare i soldi, io spenderli" è da manuale..."
:-D

"...Cosa vi fa pensare che Rossi sia un benefattore?..."
Rossi è un imprenditore, forse un genio, forse un truffatore, o forse un genio della truffa. Se ha scoperto quello che dice, è un benefattore comunque, anche se magari involontario. Non sono interessato a valutarne la filantropia, ma la veridicità della scoperta.

robi ha detto...

Gabriele
se non credi all e.cat è inutile pensare che con un imbroglio si possano mantere le promesse.
Poi le promesse (qualora risultasse industrialmente fattibile questa energia) potrebbero esser rinfacciate
non ci credi ma pretendi
datti una dritta

robi ha detto...

Ale
all inizio (tu non c eri ) Rossi preso dall entusiasmo della scoperta riferì che una percentuale dei guadagni li avrebbe devoluti in beneficenza.
Sono passati anni ed ancora non sappiamo se questa energia è stata imbrigliata.
La storia è risultata più complicata del pensabile.
Come dice Gabriele ,ma, al momento opportuno ricordiamo a Rossi la sua promessa

robi ha detto...

naturalmente Gabriele racconta il tutto con fare denigratorio e spregevole , perchè lui sa come stanno andando le cose.


beato lui che può disprezzare allegramente le persone perchè sa.

vincenzo da torino ha detto...

@Robi- Rossi disse che aveva scelto la IH, poiché aveva accettato il suo spirito filantropico che consisteva nel devolvere una parte dei guadagni della sua scoperta per fini umanitari. Non credo sia necessario ricordarglielo.

Mauro elia ha detto...

@ Gabriele
Uso le stesse tue parole..(importanti)
ma guarda che se Rossi fa o non fa beneficenza per *logica*, non ha alcuna relazione diretta con l'ecat Non funziona.
Ci sono così tanti scenari economici e di reputazione possibili che veramente le due cose sono scollegate.
"scollegate" non significa né che lo prova, né che lo esclude.
Significa "scollegate".
Ciao!
Mauro che non si è praticamente mosso di un millimetro dalla sua posizione iniziale.

AleD ha detto...

@robi:
"
Come dice Gabriele ,ma, al momento opportuno ricordiamo a Rossi la sua promessa
"
:-D E per fortuna che è laureato in filosofia! Evidentemente però il lato commerciale è prevalso...
Ora non è più vero che li dov'è se la gode con le sue proprietà immobiliari?
Ah, fra l'altro, ai tempi (2011 o su di li) non era rossi che sosteneva che non stava cercando investitori per paura di vedersi sottrarre la proprietà della sua invenzione e dover sottostare a diktat che non derivassero da sue elubrazioni? Poi, invece, a quanto sembra, pare avere cambiato facilmente idea.
Da qualche parte rossi ha per caso spiegato come mai il perché di questo cambio?
Da benefattore dell'umanità a futuro pensionato ricco sfondato?
Ma puzza solo a me, scusate?
Fino a prova contraria (e per me non ce n'è), rossi rimane un commerciale, assolutamente in gamba, ma un commerciale.

AleD ha detto...

@vincenzo da torino:
"
Rossi disse che aveva scelto la IH, poiché aveva accettato il suo spirito filantropico che consisteva nel devolvere una parte dei guadagni della sua scoperta per fini umanitari.
"
Beh, chiaro, nell'ottica di ottenere 100 accettare di devolvere 1 pare un atto filantropico, come nella migliore tradizione berlusconiana.

"
Non credo sia necessario ricordarglielo.
"
Mah, io dico di si, più che altro per leggere le sue risposte...

piero41 ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Silvio Caggia ha detto...

@Antonio
"non mi sono mai occupato di "contatori" e non mi sembrano se ne siano mai occupati Rossi e gli AA dei TPRx. Mi è sfuggito qualcosa?"
Si', ti sfugge a cosa serve l'e-cat e cosa fa un cliente nella prima ora che lo prova dopo che se lo è comprato: controlla che il contatore segni meno di prima!
Io mi accorgo subito dalla bolletta che la fanciulla di casa si è messa a fare il pane in casa 3 volte la settimana.
Pensare che nessuno in IH o dal client abbia mai controllato i consumi del contatore vuol dire pensare che in quell'azienda siano tutti scemi, dal primo all'ultimo...
Controllare i contatori non è nel perimetro delle misure dei professori ma dei clienti si'.

"Tu per far funzionare il tuo forno da 2KW hai un'utenza da 3,5KW e il cavo che li alimenta è da 2,5mmq e ti basta per fare le tue ottime brioches e torta di mele (a proposito: come sono venute?),"
Ottime! :-)

"cosa avresti detto al costruttore del tuo forno se tra le richieste per l'uso ci fosse una linea con fili da 12,5mmq e una utenza trifase da 100KW per un forno da 2KW?"
Chi ti ha detto che le specifiche dell'e-cat siano di questo tipo?
L'e-cat va a sostituire boiler elettrici, la potenza di input e la corrente saranno nel range degli apparecchi sostituiti. Tipo che con un cop 6 potrebbe avere tensione rms 1/6 e stessa corrente rms di prima.

Alessandro Pagnini ha detto...

La vicenda della filantropia di Rossi, a me personalmente scalda poco il cuore. Spero per lui che venga fuori anche questo aspetto, ma più che altro spero che venga fuori un E-CAT funzionante.

"... Rossi disse che aveva scelto la IH, poiché aveva accettato il suo spirito filantropico che consisteva nel devolvere una parte dei guadagni della sua scoperta per fini umanitari..."
Sì, l'ho letto. Può essere che sia anche così, speriamo, ma magari non è solo per questo, anche se il suo orgoglio glielo fa dire. Forse è stata anche la migliore offerta che non poteva proprio rifiutare. Da cane sciolto in autostrada, sarebbe finito assai male.

Alessandro Pagnini ha detto...

@ Silvio
Antonio ti propone quelle specifiche, provocatoriamente ma con buone ragioni, perchè è quello che attualmente il dispositivo provato richiederebbe (sui calcoli mi fido, ma ne ho capito il senso), per come adesso è concepito, per fornire la potenza termica del tuo forno.
Insomma, vuole attirare l'attenzione sul fatto che qualcosa di strano c'è nel setup dell'apparecchio e la penso come lui. Se dovessi basarmi solo su quei dati, da tecnico mi gratterei la testa perplesso e lui qui si presenta e si qualifica come tecnico che parla e si occupa di problemi tecnici, come Mario e altri. Io, se come tecnico sarei altrettanto perplesso, come Alessandro a tutto tondo, prendo in considerazione anche altri aspetti che mi offrono una visione diversa e che mi portano, sia pure con qualche riserva, perchè ripeto che certezze non ne ho, ad avere sensazioni opposte alle sue. Il tempo ci chiarirà chi aveva indovinato :-)

Silvio Caggia ha detto...

@Alessandro Pagnini
Al Pagnini tecnico era a tutti i tecnici ho proposto la mia simulazione tecnica delle pinze invertite per dimostrare tecnicamente che non sta in piedi. Dov'è la risposta tecnica? Comincia a rispondere tecnicamente a quella se vuoi fare il tecnico. Altrimenti dimmi che non ci si capisce niente tecnicamente dei dati di quel report e chiudiamo i discorsi tecnici e parliamo di logica osservando le cose da cieco dei cappelli...

domenico canino ha detto...

@silvio
"Pensare che nessuno in IH o dal client abbia mai controllato i consumi del contatore vuol dire pensare che in quell'azienda siano tutti scemi, dal primo all'ultimo..."
Straquoto e rilancio agli unbe; ma davvero pensate che ad IH,Darden e soci che sono tutti nomi grossi che gravitano intorno ai Clinton ed ai democratici americani, siano tutti ricchi scemi che non abbiano guardato il cammello prima di comprarlo? E che non abbiano mai guardato il contatore, visto che ne hanno moltissimi esemplari in test? Se fosse tutta fuffa, non pensate che si sarebbero riprese tutte e 17 le case di Rossi a Miami? (scusate le case a Miami sono un mio chiodo fisso, mi piacerebbe vivere e progettare lì).

AleD ha detto...

@domenica canino
"
E che non abbiano mai guardato il contatore, visto che ne hanno moltissimi esemplari in test?
"
Ne hanno così tanti in test che rossi dice che i risultati sulle ceneri del test da 30 giorni sono strani ed è necessario approfondire...
Cioè hanno un, sempre presunto, impianto da 1MW e un test da 30 giorni lo ha messo in crisi.
Però giustamente ora si è rotto le balle e di test "indipendenti" e pubblici è anche ora di basta perché c'ha robe più serie da seguire, vabbe'...

"
Se fosse tutta fuffa, non pensate che si sarebbero riprese tutte e 17 le case di Rossi a Miami?
"
Io penso che mi vien un po' da ridere a pensare a test privati con risultati sotto NDA che non lasciano dubbi sul funzionamento dell'ecat, mentre tutti i test pubblici hanno avuto delle criticità mai chiarite.
Che gioco è?

gabriele ha detto...

Robi,
sbagli.
"beato lui che può disprezzare allegramente le persone perchè sa"
Io non disprezzo nessuno, e se ma lo facessi, sicuramente non lo farei allegramente, portare in me pensieri negativi (e il disprezzo lo considero tale) non mi mette allegria e non lo ricerco.

Nel caso specifico di Rossi, non lo conosco e tutto quello che so di lui è quello che scrive sul Jonp e quello che gli altri scrivono su di lui. Su quello che scrivono gli altri poco me ne cale, su quello che scrive lui un po' di più sì.
A me della vicenda ecat, l'ho già detto, interessa l'aspetto umano della faccenda, è l'unico che scalda il mio animo.

Se però avesse adoperato "strategicamente" quella sua dichiarazione di intenti sulla missione della sua attività, dal punto di vista umano mi (per quel che può fregare a lui, a te e al mondo tutto) deluderebbe alquanto.
Io lo seguivo da circa un anno sul suo Jonp, prima ancora di capitare qui da Daniele, e, a mia memoria, mai aveva fatto accenno a questo fatto. Era un periodo in cui era un po' alle strette nei confronti dei suoi fans (era il momento in cui addirittura si ipotizzava che il primo TPR non esistesse), e se ne era uscito con questo suo impegno (e dei suoi partner, cui lui parlava come se li rappresentasse). Dopo quella uscita, e dopo aver recuperato punti "mediatici" con i suoi fans, a mia memoria nessun accenno di questa sua missione (e dei suoi partner per cui lui parlava rappresentandoli).

Non tornerò più sull'argomento, esiste sempre la possibilità che Rossi e i suoi partner stiano già mantenendo quanto promesso e non ritengano giusto divulgarlo (e sarebbero tutto sommato comprensibili).
Ma mi sembrava giusto ricordarlo ancora una volta, certi tipi di promesse hanno, secondo me, la sua importanza.

gabriele ha detto...

Ciao Mauro,
mi sottovaluti :(

Mi e' del tutto evidente che non vi alcuna relazione con la filantropia di Rossi e il COP, se lo pensassi sarei uno stupido o perlomeno un incapace dal punti di vista logico.

Ma perché fai questa ipotesi?

Io non ho mai espresso questo relazione.
Stavo semplicemente sottolineando un'altro aspetto del "fenomeno Rossi" (questo per me esistente al 100%), che più mi premeva.

Invece io non sbaglio quando dico che spesso, soprattutto in questo blog, leggo che, a seconda di alcuni (ed ovviamente mi rivolgevo a loro) c'è una relazione tra alcuni aspetti economici/finanziari e il COP.

Nel specifico sono certo che qui è stata evidenziata una relazione tra il riacquisto delle licenza e il COP (per COP io intendo genericamente "la validità tecnica del eCat).

Io questa relazione non la vedo, o meglio, ci sono così tante altre variabili che dire "riacquisto licenza->ecat funzionante" mi sembra sbagliato logicamente.

Tutto qua.

ciao,

gabriele

gabriele ha detto...

Ancora una cosa, magari qualcuno qui sa aiutarmi, Google non mi è stato amico questa volta, ma probabilmente mi sfugge qualcosa e non vorrei cadere in equivoci.

=====================================================
Qualcuno potrebbe dirmi qual è il sito ufficiale dell'Industrial Heat LLC?
=====================================================

Volevo andare a vedere il loro codice etico, ma non vorrei andare su siti che non c'entrano nulla.

Volevo anche vedere sul loro sito tutti i comunicati ufficiali inerenti agli accordi con Rossi, ma anche qui tra blog, forum e altro non vorrei per mia incapacità sbagliare.

Leggo qui:
http://www.prnewswire.com/news-releases/industrial-heat-has-acquired-andrea-rossis-e-cat-technology-241853361.html

che la mail ufficiale JT Vaughn è jvaughn@industrialheat.co, ho ipotizzato quindi che "industrialheat.co" sia il sito ufficiale della Industrial Heat ma
industrialheat.co redireziona a http://www.prnewswire.com/, che altri non è che un sito di informazioni aziendali.

Di ufficiale vedo solo
http://www.sec.gov/Archives/edgar/data/1584856/000158485613000001/0001584856-13-000001.txt
ma anche da qui non riesco a risalire al loro sito istituzionale e, se c'è, al loro codice etico.

Help me!

gabriele

eugenio nichelini ha detto...

@gabriele
La tua curiosita circa IH è anche la mia.
Un sito (pe ora) non ce l'hanno. Hanno un dominop che punta al famoso comunicato. Questo dominio se guardi qua è stato registrato nel febbraio 2013 http://whois.domaintools.com/industrialheat.co

Se vuoi qua nei commenti ci sono alcuni ragionamenti su questo
http://www.e-catworld.com/2014/10/24/communication-from-industrial-heat-warning-about-fraudulent-solicitation/



Alessandro Pagnini ha detto...

@ Silvio
Lascia stare le pinze. Quello che ti sta dicendo Antonio è che, a prima vista, ma anche ad una seconda e una terza ;-), Rossi sta sparando ad un moscerino con un cannone. Ovviamente ci sta che ci sia qualcosa che sfugge e magari ad una quarta occhiata la cosa potrebbe tornare. L'ipotesi della pinza, pareva fosse 'provata' dalle forme d'onda, ma adesso tornano in auge calorimetrie inesatte e compagnia cantante. Vedrai che arriveremo anche all'astronave, perchè altrimenti il luncernario sarebbe stato chiuso, quantomeno per la pioggia :-)
Tra dire che il report lascia perplessi tecnicamente, sia per la parzializzazione APPARENTEMENTE assurda dell'onda, sia per la calorimetria 'aggredibile' (nella richiesta di brevetto infatti mi pare sia stato usato un sistema diverso) e già aggredita anche nel vecchio TPR e il dire che ci sono prove che sia farlocco, ce ne passa. Se è per questo la mia idea completa è anche un po' più... insolente....., ma non la esporrò, almeno non chiaramente, pur avendola già fatta capire più volte.
Comunque era evidente che ci sarebbe stato questo fuoco di fila e NON HANNO VOLUTO evitarlo con documenti più blindati. Non l'avrebbero del tutto eliminato, ma l'avrebbero certo contenuto.
Qui le interpretazioni sul perchè, sono almeno due:

1) Di più non potevano e hanno ordito un magheggio al meglio delle loro possibilità. Quindi tra poco assisteremo anche all'inevitabile sbugiardamento di IH, che vende caldaie da 1MW come fossero reattori a FF

2) Hanno fatto vedere quello che dovevano (potevano) far vedere, per molte ragioni, dalle protezioni della proprietà intellettuale a quelle di opportunità politica.

L'ipotesi 2 tecnicamente ha poca rilevanza, ecco perchè rispetto il lavoro di Mario & co., che sviscerano la cosa da (bravi) tecnici.
Per me invece vale tutto, perchè non sono nè del GSVIT, nè del CICAP e quindi mi oriento con tutto quel che MI SEMBRA ragionevole, dovendo rispondere soltanto a me stesso delle mie opinioni, che condivido volentieri in questo spazio, ma che rimangono solo mie opinioni, che ognuno può supportare o meno, senza che per questo ci si debba aggredire.
Sono d'accordo con te sul fatto che è ragionevole pensare che IH abbia controllato bene e che non si stiano infilando in una truffa da baraccone con dispositivi farlocchi. Per me, te e Domenico e anche molti altri, queste ed altre considerazioni sono ragionevoli, ma per chi indaga su uno specifico aspetto, non contano. Rispettiamo il lavoro del GSVIT, che cerca un certo tipo di verità. Essi non sono contro di noi, come non lo è necessariamente chi non ha la nostra stessa opinione. I conflitti si creano quando si pretende che tutti la si debba pensare in un certo modo e si percepisce un'idea diversa come un attacco personale. Tanto la verità verrà fuori tra non moltissimo, ormai, si sono esposti molto tutti i protagonisti, mai prima lo avevano fatto come adesso. Vedremo chi ci avrà preso. Magari il GSVIT, oppure chi guarda anche altre cose, come me.

Antonio ha detto...

Silvio:
"cosa avresti detto al costruttore del tuo forno se tra le richieste per l'uso ci fosse una linea con fili da 12,5mmq e una utenza trifase da 100KW per un forno da 2KW?"
Chi ti ha detto che le specifiche dell'e-cat siano di questo tipo?

E' scritto nel TPR2, non mi dire che non te ne sei accorto ;-)
Concordi che una macchina del genere non è commercializzabile? Nel senso che nessuno la comprerebbe.

Circa le pinze invertite e la tua simulazione ci stiamo lavorando sia dal punto di vista teorico sia sperimentale. Al momento è possibile far quadrare i conti (e devo capire perché a te non viene) invertendo "una qualsiasi" delle pinze. C'è un problema però: l'inversione deve riguardare tutti e due i PCE nelle stesso ordine e ammetterlo porterebbe a delle implicazioni "importanti" sulle persone.
E' meglio prima valutare bene tutti i dettagli, un conto sono i calcoli e le simulazioni, un conto sono i giudizi sulle persone e sul loro operato. Occorre prudenza.

gabriele ha detto...

"Gabriele
se non credi all e.cat è inutile pensare che con un imbroglio si possano mantere le promesse."
@Robi: ancora una cosa, proprio perché le parole sono importanti. Io non ho mai parlato di imbroglio, quindi sebbene io non sappia che sei tu (o lei, se preferisce, visto che non si firma con nome e cognome).
Se il COP non c'è per quel che so può essere un errore nelle misure o altro (in quest'altro c'è un interno mondo di indagine).
Io però sicuramente non ho mai detto imbroglio e ti chiedo la cortesia di non mettermi in bocca parole che non ho detto.
Ciao,
gabriele

Daniele Passerini ha detto...

@gabriele
Hai detto a robi: "...ancora una cosa, proprio perché le parole sono importanti. Io non ho mai parlato di imbroglio, quindi sebbene io non sappia che sei tu (o lei, se preferisce, visto che non si firma con nome e cognome...".
1) Devo essere sincero, a mio avviso chiunque legga i tuoi commenti si fa l'idea che tu la vicenda E-Cat la associ proprio alla parola che non hai mai usato... negarlo sarebbe come nascondersi dietro un dito! ;)
2) Tu non sai chi è Robi, ma io l'ho incontrato di persona in più occasioni e ho avuto modo di apprezzarne l'umanità, la bontà d'animo e la saggezza... garantisco io per lui insomma! :)
Mi piacerebbe saperne un po' di più anche di te a questo punto... passi mai dalle parti di Perugia?

Daniele Passerini ha detto...

@eugenio nichelini
Hai detto a Gabriele: "La tua curiosita circa IH è anche la mia.
Un sito (per ora) non ce l'hanno..."
E anche - da sempre - una curiosità mia e uno degli elementi che mi rafforza nell'ipotizzare che dietro a tutta questa storia ci sia sin dall'inizio il governo USA...

Daniele Passerini ha detto...

@AleD
Io penso che mi vien un po' da ridere a pensare a test privati con risultati sotto NDA che non lasciano dubbi sul funzionamento dell'ecat, mentre tutti i test pubblici hanno avuto delle criticità mai chiarite.
Che gioco è?

Sii serio per favore! Davvero pensi che se un italiano, con la storia del Petroldragon e del TEG alle spalle, ha trovato parte aperte per il suo E-Cat negli USA è grazie a qualche paginetta di report e qualche video su YouTube.
Voi "critici" - perdonami se prendo a caso te come esempio - siete talmente concentrati a focalizzarvi sulle cose che non vi tornano che sorvolate tranquillamente sui MACIGNI di inverosimiglianza che costellano le vostre ricostruzioni "logiche". Lo dico serenamente, senza acredine, ma sinceramente stupito quanto lo sono gli unbè in generale quando dipingono i bè come dei meri creduloni. A me viene un po' da ridere osservando tutto ciò. :)

Daniele Passerini ha detto...

@tutti
ANDATE AL CINEMA A VEDERE INTERSTELLAR!
Quasi 3 ore di film intensissimo che volano via e piacereanno sia a chi la Science Fiction la ama sia a quelli che mal la digeriscono.
Per chi ha amato 2001 Odissea nello spazio, il gusto di vedere un film che si cimenta in un tale confronto inarrivabile senza uscirne con le ossa rotte e omaggiando Kubrik di tantissime citazioni.
http://www.mymovies.it/film/2014/interstellar/
http://it.m.wikipedia.org/wiki/Interstellar
Perdonatemi l'OT, ma questo film merita! ;)

CLaudio Rossi ha detto...

Torno sull'impegno umanitario più volte dichiarato da Rossi, soprattutto due o tre anni fa, perchè lo ritengo un aspetto affatto secondario.
La mia sensazione è che con l'inizio dei riscontri positivi che andava ottenendo insieme a Focardi, A.R. avesse realmente ipotizzato uno scenario nel quale quasi da solo e con una sua realtà produttiva si sarebbero potuti produrre e commercializzare e-cat di uso domestico in tempi relativamente brevi. Ciò lo avrebbe posto in una situazione di grande indipendenza grazie alla quale, effettivamente, avrebbe potuto fare del bene all'universo mondo sia con il suo prodotto - che avrebbe risolto problemi giganteschi soprattutto nelle zone più disagiate - sia con vere e proprie iniziative benefiche rese possibili dall'inevitabile arricchimento che ne sarebbe derivato. Era il periodo della raccolta delle "prenotazioni" per l'e-cat domestico. Ho vari e solidi elementi per configurare questa ipotesi.
Si trattava, in tutta evidenza, di uno scenario plausibile ma ingenuo che forse, anche per alcune difficoltà insorte nell'addomesticare il gatto ma, ben più plausibilmente, per interventi esterni che non avrebbe potuto eludere, si è radicalmente trasformato.
A questo punto, la strada è diventata obbligata: trasferirsi negli USA e cogliere ciò che lì viene lasciato all'individuo come principale forma di libertà: un'ingentissimo arricchimento presente e futuro. In contropartita c'è stata però la cessione dei diritti intellettuali e dell'intero business a qualcun altro. Questo qualcun altro doveva essere gradito all'establishment e agli enormi interessi in gioco, civili e militari. In compenso, ciò avrebbe reso più concreta la fase di sviluppo e, forse, la commercializzazione (quando, se e di cosa è ancora da vedere...) del progetto originario.
Mi rendo conto che questa ricostruzione possa essere vista come fantasiosa o complottistica e mi farà piacere discuterne. Ma se l'effetto Rossi esiste, spiegherebbe tantissime cose.

Silvio Caggia ha detto...

@Antonio
"E' scritto nel TPR2, non mi dire che non te ne sei accorto ;-)"
Io ho i miei dubbi che il report dica questo.
Tu da cosa derivi la convinzione che i 19,70 A ed i 40-50 A di cui si parla nel report siano valori rms?

AleD ha detto...

@Daniele
"
Voi "critici" - perdonami se prendo a caso te come esempio - siete talmente concentrati a focalizzarvi sulle cose che non vi tornano che sorvolate tranquillamente sui MACIGNI di inverosimiglianza che costellano le vostre ricostruzioni "logiche"
"
No problem, ma non sono solo io a non considerare rossi uno scenziato ma un industriale. rossi non sta facendo scienza nonostante gli obiettivi di enorme portata che vanta da qualche anno ormai.
A me è questo che sta sulle balle, se vuole fare l'imprenditore lo faccia e basta, non capisco il senso di martoriare i marroni a colpi di NDA continui sul suo jonp.
Comunque, per tornare più concretamente sul pezzo, ora pare che non si tratti di lenr ma di altro, quindi, per esempio, dire che Focardi è stato perculato è uno sbaglio? Chiedo eh, trattasi di domanda, non di affermazione.

gabriele ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
gabriele ha detto...

Ciao Daniele,

bene che conosci di persona/sai chi sono i vari partecipanti di questo blog!
Non è come parlare con un nome e cognome, ma ci si avvicina.

> Mi piacerebbe saperne un po' di più anche di te a questo punto.
Mi sposto spesso per lavoro (faccio l'informatico), una volta molto di più, ma quando mi sposto generalmente è all'estero; a Perugia che capito per lavoro è praticamente impossibile; ma un giorno mi piacerebbe partecipare ad una vostra cena.
Sono sposato, ho due figli, e vivo in una bellissima città, Trieste.
Mi piace giocare (con le parole, con i numeri, con la logica pura, ma anche a giochi più sociali), è una cosa che faccio da un vita e mi è sempre divertito farlo. E ho ancora il sogno di diventare ricco da paura sviluppando un software di Intelligenza Artificiale su cui ci lavoro più o meno da 30 anni).
Considerando che ho 47 anni e dal punto di vista professionale sono nulla di più di un solido professionista con le controballe nel settore dei backend (per banche, assicurazioni, telecom...) ma nulla di più, ti puoi rendere conto quando a volte so essere ottimista o illuso :)
Come note particolari, sono mensano (www.mensa.it) e sono eptaliano (www.eptalia.it).
Il mio profilo FB è
https://www.facebook.com/profile.php?id=1133882376

Penso di essermi presentato a sufficienza,
ma se un giorno ci vedremo magari potremo approfondire meglio le nostre opinioni sull'eCat, dove più che le dita mi serviranno le mani per mangiare qualche bella pastasciutta al pomodoro che adoro :)

Ciao,

gabriele

domenico canino ha detto...

che bello vedere gente come gabriele, che si palesa in maniera pulita con la propria vera identità; una boccata d'aria fresca dopo i cimpy et similia; qualunque sia la sua opinione, ci mette la faccia, rispetto per questo; sui blog non è così scontato; ciao

Daniele Passerini ha detto...

@Gabriele
Penso di essermi presentato a sufficienza,
ma se un giorno ci vedremo magari potremo approfondire meglio le nostre opinioni sull'eCat, dove più che le dita mi serviranno le mani per mangiare qualche bella pastasciutta al pomodoro che adoro :)

Grazie 1000, speriamo di riuscirci presto e quoto quello che ha detto Domenico. Se ricordo bene mi avevi già mandato in passato una email presentandoti in modo simile... se no non ti avrei accolto tra gli "autori" del blog svincolandoti dalla moderazione.

@tutti
Notate bene.
Se CimPy (e altri come lui) si fossero presentati come ha fatto Gabriele con me (anche semplicemente in privato, non chiedo che ci si presenti sul blog con tutti), mi sarei comportato nei suoi confronti esattamente come con Gabriele. Ma ovviamente CimPy non poteva fare altrettanto perchè mentre Gabriele è in buona fede e non ha nulla da nascondere, CimPy non è in buona fede quindi ci tiene a nascondere la propria identità.

gabriele ha detto...

Grazie Domenico.

E una cosa su cui sono totalmente d'accordo con Daniele:

andata a vedere Interstellar!

Ci sono forse un po' di buchi nella sceneggiatura, ma certe soluzioni sono spettacolari.

Un film che merita, imAo.

gabriele

Daniele Passerini ha detto...

@Gabriele
P.S. Non ti chiedevo di ripresentarti! ;)
Volevo solo dirti che mi farà piacere poterti conoscere prima o poi e potere leggere un commento che scrivi come se lo sentissi dalla tua voce e accompagnato dal tuo non verbale, come mi capita coi commenti di robi, MISTERO, Alessandro Pagnini, Nemo, Spaxio e tanti altri.

Daniele Passerini ha detto...

@Gabriele
andata a vedere Interstellar!
Ci sono forse un po' di buchi nella sceneggiatura, ma certe soluzioni sono spettacolari.
Un film che merita, imAo.

Più che "buchi" li vedo come consapevoli sforbiciate... dura già quasi 3 ore così! ;)
Comunque se un giorno uscisse un "directur cut" di respiro ancora più lungo, correrei a comprarmelo, questo è sicuro... ho già voglia di ritornare al cinema a rivederlo sin da quando scorrevano i titoli di coda e mi alzavo dalla poltroncina qualche sera fa. ;)

Daniele Passerini ha detto...

@AleD
No problem, ma non sono solo io a non considerare rossi uno scenziato ma un industriale. rossi non sta facendo scienza nonostante gli obiettivi di enorme portata che vanta da qualche anno ormai.
E chi ha mai detto che Rossi è uno scienziato?
Io no di certo.
È un outsider che non segue le vie della scienza, su questo non ci piove. Stringere Rossi alle corde del metodo scientifico è come rimproverare a un nuotatore di non essere un buon tuffatore.
A me è questo che sta sulle balle, se vuole fare l'imprenditore lo faccia e basta, non capisco il senso di martoriare i marroni a colpi di NDA continui sul suo jonp.
Appunto, sta facendo ESATTAMENTE questo: l'imprenditore e non lo scienziato. Ma non capisco perché tu te lo vivi come un martoriamento di maroni. Perché Rossi dovrebbe porsi il problema di accontentare AleD?
Comunque, per tornare più concretamente sul pezzo, ora pare che non si tratti di lenr ma di altro, quindi, per esempio, dire che Focardi è stato perculato è uno sbaglio? Chiedo eh, trattasi di domanda, non di affermazione.
Focardi era essenzialmente uno sperimentale. Quanti scienziati hanno registrato un fenomeno con certezza ma hanno toppato su una teoria capace di spiegarlo? E successo migliaia e migliaia di volte nella storia della scienza... tu cosa stai domandando? Mica ho capito...

gabriele ha detto...

Daniele, non c'è nulla da fare:
"Più che "buchi" li vedo come consapevoli sforbiciate... dura già quasi 3 ore così! ;)"

Hai troppa fiducia nel genere umano :)

In ogni caso, sì, ho visto anche io qualche evidente sforbiciatura, senza di queste *qualche* buco sarebbe stato tappato.

Non posso spoilerare, ma l'immagine in cui X comunica con Y nel tempo Z è spettacolare, sa sola vale tutto il film.

Alessandro Pagnini ha detto...

@ Gabriele
Mi associo a Daniele e Domenico nel farti i complimenti. Così si fa! :-)

@ AleD
Come dice Daniele, Rossi è un imprenditore in un settore scientifico. Si dà il caso che sia anche uno scienziato autodidatta, che intraprende con le sue 'invenzioni', ma resta un imprenditore.

@ Claudio Rossi
Concordo con la tua ricostruzione :-)

AleD ha detto...

@Daniele
"
È un outsider che non segue le vie della scienza, su questo non ci piove. Stringere Rossi alle corde del metodo scientifico è come rimproverare a un nuotatore di non essere un buon tuffatore.
"
Pareva che stesse rivoluzionado una parte della scienza (fisica e chimica) e che la scienza mainstream brutta e cattiva lo fosse perché non credeva nelle sue scoperte, portate avanti (ammesso che ce ne siano) come tu stesso ammetti senza metodo scientico, quindi, domanda, di che si sta discutendo da qualche anno a questa parte?

"
Ma non capisco perché tu te lo vivi come un martoriamento di maroni. Perché Rossi dovrebbe porsi il problema di accontentare AleD?
"
Perché non mi piace il gossip su argomenti tanto importanti.

"
Mica ho capito...
"
Mi riferivo alla reazione Focardi che ora sembra non c'entrare più un ostrega con l'effetto rossi, ultimamente non si parlava di "Low radiation fusion through bound neutron tunneling"? Da cui appunto, il perculamento di Focardi da parte di rossi.

Alessandro Pagnini ha detto...

@ AleD
"...Mi riferivo alla reazione Focardi che ora sembra non c'entrare più un ostrega con l'effetto rossi, ultimamente non si parlava di "Low radiation fusion through bound neutron tunneling"? Da cui appunto, il perculamento di Focardi da parte di rossi..."
Guarda, cosa accada, ammesso che qualcosa di straordinario accada, nell'E-CAT, non lo sa ancora nessuno. Magari credevano di saperlo, ma anche Rossi ha ammesso di avere 'teorie' e che forse sarebbero stati altri a capire cosa effettivamente succeda.


"...Perché non mi piace il gossip su argomenti tanto importanti...."

Dal vocabolario Treccani online:
" gossip ‹ġòsip› s. ingl. (propr. «chiacchiera»), usato in ital. al masch. (e comunem. pronunciato ‹ġòssip›). – Pettegolezzo, chiacchiera indiscreta o mondana, spec. nel gergo giornalistico: una rivista di g. ; scherz.: facciamo un po’ di g. sui nostri colleghi! "

Mi pare che sia un termine che può essere facilmente esteso a piacimento e che infatti questo accada nella tua accezione. Una soffiata(indiscreta) delle prossime mosse di Putin in Ucraina, o dei nuovi interventi della BCE che la mente di Draghi potrebbe partorire, potrebbero quindi essere qualificati come gossip? Ma allora qualunque illazione non basata su certezze o derivante da (presunte) informazioni riservate, dovrebbe essere qualificata come gossip.
Messa così, allora hai ragione: facciamo gossip su cose serie, noi e qualche altro miliardo di persone su questo pianeta. Mi sa che dovrai adattarti, anche se certamente sei libero di esserne dispiaciuto.

Ma in realtà, sappiamo e si capisce anche dalla definizione del vocabolario, che il gossip è più riferito ad un ambito che non è quello scientifico o politico o economico, o sociale, ma piuttosto quello personale di vip e celebrità varie e può essere perpetrato anche da preparati 'professionisti' del settore (dicansi paparazzi). In questo senso, che è quello più proprio, non siamo qui a fare gossip, nè noi, nè i corrispondenti dall'Ucraina, nè quelli da Bruxelles. Al più, noi di 22passi potremmo casomai essere definiti dei 'dilettanti', visto che con Rossi parliamo di cose (fisica atomica) per le quali quasi nessuno di noi ha preparazione specifica. Ma quasi nessuno di noi ha neppure un'esperienza come deputato o senatore, o come funzionario di partito, eppure siamo tutti chiamati a farci un'idea politica e votare per eleggere quelle assemblee. Pur non avendo alcun potere elettivo, ma solo l'opportunità di confrontare il nostro pensiero, siamo dilettantisticamente, ma legittimamente, qui a discutere dell'E-CAT, che è certamente cosa seria, ma non più di mandare al potere un governo piuttosto che un altro. Se siamo buoni per il secondo impegno, possiamo affronatre ance il primo, direi.

gio ha detto...

http://fusionefredda.wordpress.com/2014/11/02/reazioni-rossi/#comment-45743

:):):):)

gio ha detto...

Paura eh...:):):):):)

https://www.youtube.com/watch?v=IaZZ7QRF_KM

Alessandro Pagnini ha detto...

Giancarlo scrive su Cobraf:

"... nel TPR2 c'è la prova provata, in una figura, che lì dentro non c'è alcun calore anomalo..."

Quindi siamo all'epilogo!

Oddio doveva già esserci la prova del trucco nell'immagine dello schermo del PCE-830, però uno scivolone imprudente ci può stare.

Se hanno fatto tesoro di quella esperienza, stavolta dovremmo davvero essere allo sbugiardamento pubblico e quindi il TPR2 immagino avrà i giorni contati e molte teste cadranno, sia in IH che in Elforsk, che in alcuni atenei.

Prepariamoci a parlare di pnn con Laureti o di Sumeri con Domenico :-)
Anche qualche accenno alle sorti della Ferrari, dopo l'ultima tragica annata (nemmeno terzi nel mondiale costruttori :-( ), ci si potrebbe pure concedere ;-)

Qualcuno sa quale possa essere la prova che inchioda il TPR2?

gio ha detto...

>Quindi siamo all'epilogo!

però per chi??!!:):)

Silvio Caggia ha detto...

@Alessandro Pagnini
Escluderei che sia una figura elettrotecnica, credo che per disperazione si sia buttato in quella termotecnica. Ma io declino ogni invito a studiare la calorimetria: di qualcosa bisogna pur morire ignoranti... :-D

gio ha detto...

>Ma io declino ogni invito a studiare la calorimetria: di qualcosa bisogna pur morire ignoranti... :-D

:):)

Mauro elia ha detto...

@ Alessandro
Immagino che la prova provata sia che i calcoli non quadrano.. Ma come dice Mario l’apparecchio o funziona o no.. l’unico modo per saperlo sarebbe fare delle misurazioni incontrovertibili di soggetti terzi.. tutto ciò non è possibile.. che si fa? siamo punto e a capo.. (è il riassunto delle puntate precedenti..)

Alessandro Pagnini ha detto...

@gio

Stando alle dichiarazioni di Giancarlo, assai impegnative, il TPR2 è un fallimento.
Vediamo dov'è questa falla. Non ci resta che aspettare che venga svelata. Dovrebbe essere questione di poco, se la faccenda è, come parrebbe, di tutta evidenza (parlasi di prova provata, non di opinione), almeno al momento che un occhio esperto vi si posa sopra.
Penso che si possa seguire l'evoluzione lurkando su Cobraf, a meno che qualcuno non venga a riportarci qualcosa anche qui.

gio ha detto...

@ alessandro pagnini
>Stando alle dichiarazioni di Giancarlo, assai impegnative, il TPR2 è un fallimento.

per me è vangelo !....i punti di vista a volte:)

Alessandro Pagnini ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Alessandro Pagnini ha detto...

@ Mauro Elia
Occhio che qui, come fallimento, si parla non dell'E-CAT, ma del TPR2.
Quella relazione non proverebbe (Giancarloi mi perdonerà se in attesa di conoscere i dettagli continuo a usare il condizionale) alcun eccesso di calore.
Legare il TPR2 'PUBBLICATO' allo stato reale dell'E-CAT sembra naturale, ma attenzione che questa affermazione è non solo non immediatamente deducibile, ma neppure si sposa in toto con tutta una serie di elementi a contorno che mi hanno ben poco convinto e che ho già sottolineato.
Tuttavia, siccome sono di parola, qualora si dimostrasse (scusatemi ma ancora, con tutto il rispetto per Giancarlo, preferisco mantenermi nel dubbio) che il TPR2 inchioda il COP a 1, fino ad eventuale PROVA (il mercato andrebbe benissimo come prova e lo dice anche Rossi) del suo funzionamento, escluderei l'E-CAT dai miei interessi. Lo avevo dichiarato e lo manterrei. Se invece si dimostrasse che quella che ho riportato è un'altra affermazione affrettata, escluderei altro/i dai miei interessi. Vediamo a chi tocca :-)

Silvio Caggia ha detto...

@Alessandro Pagnini
Ma tu per "epilogo" cosa intendi?
epilogo m (pl: epiloghi)
1. fine reale o inventata dall'autore di un libro
2. (senso figurato) evento finale
Sillabazione
e | pì | lo | go
Etimologia / Derivazione
dal latino epilŏgus che deriva dal greco ἐπιλέγω cioè "aggiungere (al discorso)"
Il senso figurato o quello etimologico? :-)
O forse volevi dire "epiledy", il rasoio di Occam per signore? :-D

Alessandro Pagnini ha detto...

Non so per quale animalesco istinto, ma il rasoio per signore è quello che più mi ingrifa. Voto per quello! ;-)

Silvio Caggia ha detto...

@Alessandro Pagnini
Faccio come google...
No matches found for "Epilogo"...
Forse volevi dire "epigono"? :-)
Epìgono
s. m. [dal gr. ἐπίγονος, propr. «nato dopo», comp. di
ἐπί «sopra, dopo» e tema di γίγνομαι «diventare,
nascere»]. –
1. Nome dato dapprima, nella mitologia greca, ai figli
dei 7 principi che combatterono contro Tebe (per
vendicare i padri, rinnovarono la guerra 10 anni
dopo, sotto la guida di Alcmeone, figlio di Anfiarao),
e quindi esteso a indicare i figli dei diadochi.
2. fig.
a. Seguace, imitatore; usato spec. al plur. per
indicare gli scrittori e gli artisti che ripetono in
maniera superficiale, e senza elaborazione
autonoma, le idee o i modi di un predecessore
importante.
b. Meno com., al plur., i discendenti (di solito con
allusione al minor valore di essi rispetto agli
antenati): la morta gente, o epigoni, fra noi non torna
più! (Carducci).

Alessandro Pagnini ha detto...

Rasoio per signore, Silvio, rasoio per signore! :-D

Mauro elia ha detto...

@ Alessandro
Quella relazione non proverebbe (Giancarloi mi perdonerà se in attesa di conoscere i dettagli continuo a usare il condizionale) alcun eccesso di calore.

Quindi il loro obiettivo e semplicemente cercare di dimostrare che i firmatari del TPR non hanno fatto molto bene il loro lavoro..
Io però (naturalmente posso sbagliare) penso che si scotteranno le dita.. non sanno che cosa è una trappola? Non sanno che è nell’animo umano far si che chi ti ha criticato e osteggiato alla fine faccia una figuraccia? E’ il sottile piacere della rivalsa.. io sarei più cauto al posto loro..

Mauro elia ha detto...

e = è

Alessandro Pagnini ha detto...

@ Mauro Elia
"... io sarei più cauto al posto loro..."

Si vede che hanno analizzato bene i dati.
Io non mi esporrei se così non fosse. Ho visto licenziare ingegneri per aver dato imprudentemente per certo ciò che certo non era.
Siccome qui si parla di professionisti di valore, penso che ci sia da seguire la cosa con attenzione. Almeno per un'altra volta. Se si rivelasse un'altra traccia, non dico errata, ma opinabile e non dirimente, allora vorrebbe dire che l'ansia di dimostrare ciò che si è già assunto intimamente come vero, porta a dimenticare elementari regole di prudenza. E' comportamento umano e non lo escluderei, ma per adesso preferisco assumere che tali regole siano state osservate.
Vedremo...... :-)

MISTERO ha detto...

@Daniele
Puoi controllare cortesemente se ti risulta un mio commento in questo post che non è visibile, ho provato un paio di volte, ma non viene pubblicato..

Silvio Caggia ha detto...

@Alessandro Pagnini
Ma certo, conta più un professionista di valore come traman che gli accademici svedesi... Si vede che hanno analizzato bene i dati e tutti gli altri sono allocchi... È lapalissiano...
Anzi sai che ti dico? Hanno ragione tutti, anche tu, non ti esporresti così tanto se non avessi analizzato bene le affermazioni di traman, è la logica che ha torto marcio... :-)

Silvio Caggia ha detto...

@Alessandro Pagnini
Non hai avuto abbastanza evidenza che ci sono persone che a volte ragionano con le surrenali? E' il cortisolo che le frega... Aldosterone e testosterone fanno il resto...
Un po' di tara alle persone non hai imparato a farla?

Silvio Caggia ha detto...

@Alessandro Pagnini
"Ho visto licenziare ingegneri per aver dato
imprudentemente per certo ciò che certo non
era."
Tranquillo, a questi non cascheranno le teste, solo i capelli. :-)

Alessandro Pagnini ha detto...

Buono Silvio, stai tranquillo. Hai troppa fretta e parti a testa bassa.
Rispetto Giancarlo perchè l'ho conosciuto e ho avuto l'impressione di persona che sa quello che dice e inoltre presumo che si sia confrontato con altri, prima di fare affermazioni del genere.
Chi 'smeleggia' lui e gli altri che stanno lavorando sul fronte della 'pubblica accusa', non rende un buon servizio alla causa del'accertamento della verità sul TPR2.
Lascia che le cose maturino e ognuno dica la propria, poi, quando le cose si saranno chiarite, aggiorneremo i feedback dei protagonisti. Come per gli acquisti online ;-)
Onore a chi ha il coraggio di mettere la propria faccia su affermazioni apodittiche. Ovviamente in questi casi la faccia la si rischia, coraggiosamente, ma inevitabilmente.
Io sono molto curioso di seguire l'evoluzione della cosa e direi che una delle due parti, stavolta, rischia di scomparire dalla scena, perchè i dati pubblicati e i termini usati per stroncarli non lasciano via di scampo.
Credi che il mio sia un endorsement alle affermazioni di Giancarlo? Non so neppure a cosa si riferisce e se lo sapessi presumo che non saprei valutarlo.

Daniele Passerini ha detto...

@MISTERO
Puoi controllare cortesemente se ti risulta un mio commento in questo post che non è visibile, ho provato un paio di volte, ma non viene pubblicato..
Riprova. Devi avere avuto problemi tu in fase di invio, non c'è altra spiegazione, perché i tuoi commenti bypassano in automatico la moderazione come quelli di tutti gli altri "autori" del blog (esattamente come è avvenuto per l'ultimo che hai pubblicato e a cui ti sto ripondendo).
Un abbraccio :)

gio ha detto...

@ alessandro pagnini

>....Onore a chi ha il coraggio di mettere la propria faccia su affermazioni apodittiche. Ovviamente in questi casi la faccia la si rischia, coraggiosamente, ma inevitabilmente.........

pensare che a rischio sia solo la faccia , vuol dire sottovalutare enormemente tutta la storia!!!!!!

Mauro elia ha detto...

@ Alessandro
Bene.. se faranno una figuraccia (dopo essere stati avvisati) allora la "gonga" sarà inevitabile.. dice bene gio..

Silvio Caggia ha detto...

@Alessandro Pagnini
"Onore a chi ha il coraggio di mettere la
propria faccia su affermazioni apodittiche.
Ovviamente in questi casi la faccia la si rischia, coraggiosamente, ma inevitabilmente"
A me sembra che questa persona usi un nickname, il fatto che tu sappia chi sia non è metterci la faccia.
E comunque sei un bell'esempio di fiducia interpersonale: una persona che conosci di persona fa affermazioni apodittiche e questo per te vale più di tutto il resto... Mentre io devo stare buono... Ma extraordinary claims non dovevano essere supportate da extraordinary evidences una volta?
No, tu non fai alcun endorsement... Fai di peggio Alessandro, molto peggio! Fai l'eco amplificatore dell'emotività di un anonimo su Cobraf! Vuoi male prima di tutto a lui stesso, incastrandolo in una posizione cui inconsciamente nemmeno tanto lo deve convincere visto che la esprime con un nickname anonimo...

gio ha detto...

Silvio ha scritto:
>A me sembra che questa persona usi un nickname, il fatto che tu sappia chi sia non è metterci la faccia.

effettivamente è vero anche questo!

Alessandro Pagnini ha detto...

"...Fai l'eco amplificatore dell'emotività di un anonimo su Cobraf! Vuoi male prima di tutto a lui stesso, incastrandolo in una posizione cui inconsciamente nemmeno tanto lo deve convincere visto che la esprime con un nickname anonimo... ..."
A me risulta che si sia identificato più volte, fornendo anche la propria e-mail, per reclutare alcuni ingegneri da assumere e che non abbia mai nascosto la propria identità, anche se il nome e cognome non li ha messi nel nick.
La eco che fornisco, è a un claim che, se risulterà vero (intendo che si tratti di 'prova provata', non di ipotesi verosimile, perchè di quelle ce ne sono a bizzeffe e per tutti i gusti, ma lasciano il tempo che trovano) non potrà che averne molta di più, se risulterà falso (sempre nel senso che si tratti di prova incontrovertibile), è ora che produca degli effetti anche in quel caso, perchè non deve diventare un'abitudine lanciare il sasso e ritirare la mano. Possibile che debba spiegarti tutto? :-)

Mauro elia ha detto...

Che io sappia, finora chi ci ha messo la faccia sono i firmatari del report..
Non credo che si facciano delle "contestazioni al report" in maniera anonima.. quindi chi metterà la firma al "contesta-report" rischia come hanno rischiato i firmatari, solo che loro il "cammello" lo hanno visto/testato per tanto tempo, e non mi sembra abbiano ritrattato.. per questo io sarei un po' cauto.. poi,facciano pure..

gio ha detto...

..tanto alla fine, per buona pace di tutti non uscirà alcun contro report.....

Mauro elia ha detto...

@ gio
..tanto alla fine, per buona pace di tutti non uscirà alcun contro report....
e va bè, allora è come dire che hanno del tempo libero da usare per fare i calcoli così, per gioco.. può essere?

Silvio Caggia ha detto...

@Alessandro Pagnini
scusa, non frequentando cobraf non sapevo che raman si fosse dichiarato pubblicamente essere il nostro GdMster.
Quando qui su 22 passi si è detto che raman avesse la prova provata che il report dimostrasse la presenza di una pinza invertita mi sono incuriosito alla cosa cercando di capirne di più e chiedendo lezioni di elettrotecnica proprio ai membri di gsvit per poter valutare tecnicamente la coerenza di tale affermazione con i dati del report.
ho incrementalmente e faticosamente costruito un foglio excel che simulasse i dati di lugano per cercare di capire quanto questa ipotesi stesse in piedi. l'ho fatto con intenzioni oneste, di capire quanto fosse vera l'affermazione, non avrei avuto alcun problema ad affermare pubblicamente "sì, la mia simulazione dei dati di lugano è compatibile con l'ipotesi della pinza invertita", del resto compatibile non vuol dire che sia andata così, solo che è compatibile.
Ma l'esito della mia simulazione, per come lo interpreto io, dice NON COMPATIBILE. Certo, non dice che i dati del report sono coerenti tra di loro, tutt'altro, ma dal mio punto di vista esclude almeno quell'interpretazione.
la mia simulazione l'ho mostrata fin dall'inizio al gruppo gsvit e dopo anche qui. è disponibile qui:
https://www.dropbox.com/s/nshvm0xd67lfi4u/Lugano6.xls?dl=0
chiunque oltre al gruppo gsvit la voglia analizzare è benvenuto, mi stanno benissimo critiche del tipo: guarda che non si calcola così ma cosà questo passaggio, ne ho ricevute tante ed ho imparato ogni volta qualcosa dalle persone che ringrazio (imparare qualcosa non ha prezzo), potrei anche aver sbagliato tutto ed arrivare prima o poi a convincermi che i dati sono compatibili con la pinza invertita, nel qual caso sarò ben lieto di aver confermato che questa ipotesi sia compatibile con i dati, ma purtroppo per l'ipotesi la mia simulazione ad oggi produce questo risultato.
Suppongo che questa dichiarazione di raman si riferisca ad un'altra ipotesi che non conosco. Però prima di prendere per oro colato una dichiarazione del genere ti inviterei a verificarla personalmente, come ho fatto io, ricostruendo da zero (come invita a fare la scienza) i dati ed i ragionamenti fatti per vedere se ti portano allo stesso risultato.
Altrimenti se dobbiamo fidarci a simpatie ed intuizioni olistiche tu sai come la penso: ragionerei da cieco dei cappelli.

gio ha detto...

@ mauro elia

no!

è che lo scenario che accompagna il Tpr2 è un tantinello cambiato!!!!!!!

Shine ha detto...

sotto con il gas teeest!! Nuove verifiche, protocolli e brevetti. TPR, professori e dipartimenti, paroloni. Torna in auge il containerrrr!

(sarà mica sempre quello?)

oh, io avevo detto "plasma cat"...Non ci ero andato distante, eh?

Paul ha detto...

Messaggio da Prometeon:

http://www.e-catworld.com/2014/11/24/prometeon-srl-addresses-e-cat-licensee-status/

Daniele Passerini ha detto...

@Paul
http://www.e-catworld.com/2014/11/24/prometeon-srl-addresses-e-cat-licensee-status/
Una vera bomba!

@gio
Tu che mi sembri il più ferrato qui dentro in questioni legali... che ne pensi???

Alessandro Pagnini ha detto...

@ Silvio
Sulla pinza, mi pare di aver capito che sostengono che potrebbe anche essere invertita, ma non ci sono evidenze (come invece era parso inizialmente), della serie: Potresti avere anche guadagnato i tuoi soldi onestamente, ma forse potresti aver rubato. Ovvero, nulla di particolarmente utile, se non come ipotesi da tenere presente. Anche l'astronave aliena è compatibile, specialmente dopo aver saputo del lucernario, ma devi portarmi la foto della stessa, altrimenti rimane una chiacchiera, sia pure più divertente della pinza.
L'ultima ipotesi, invece, non si sa ancora quale sia, si sa soltanto che c'è questa PROVA. Al momento restiamo in attesa, poi ci sono persone più competenti di me che dibatteranno la cosa e io cercherò di capire quale argomentazione mi convince, ma dovrebbe essere schiacciante per come è stata presentata, altrimenti siamo alla 'Pinza 2 - La vendetta'.;-)
La mia intenzione è solo quella di evitare che ci sia un continuo tiro al piccione contro un report, che a me per primo non piace (e potrei dire anche di peggio ma mi astengo), ma che non si può tacciare di robaccia a meno che non si sia veramente in possesso dei dati per farlo. In quest'ultimo caso, bravi i ragazzi del GSVIT e alla gogna i professori del TPR, ma deve valere anche il caso contrario se si invocano errori (o peggio) che poi non si è in grado di documentare, aldilà di ogni ragionevole dubbio.
Oppure, se non si hanno certezze, si presentano le cose in maniera differente, dicendo: "Questo punto non ci torna per niente, potete chiarirlo?".
Mario lo fece per la DC e la cosa ebbe comunque talmente tanta risonanza, che hanno migliorato il setup grazie a lui.

gio ha detto...

@ daniele

questo a me sembra di averlo abbondantemente previsto e l'ho pure scritto!!

mi spiace per Proia !

Ma un contratto di concessionario \ licenziatario è un contratto pesante e prevede che il licenziatario\concessionario debba raccogliere un certo numero di ordini all'anno(esemplifico tipo i concessionari auto devono vendere un tot se non ce la fanno le devono ritirare loro),
infatti Rossi cosa contesta:"

A few weeks later, in the month of December, we received a formal letter from EFA saying that our license contract was canceled because “we didn’t get enough orders, like it was written in the license contract”!!

e loro non posso far altro che accettare le condizioni di Rossi.

Come avevo scritto Rossi è tornato in sella ; non parla più da chief scientist di IH , ma ha riacquistato le licenze in Europa tranne Ecat.com che sembra avere le spalle larghe finanziariamente per resistere

Rossi dimostra ancora una volta di essere attentissimo nella preparazione legale del terreno...qui è un numero 1.

gio ha detto...

@ daniele

aggiungo una cosa:

Proia avrebbe potuto dire a quanto sia stata riacquistata la licenza, tanto passerà nel bilancio di Prometeonsrl

Alessandro Pagnini ha detto...

@ Daniele
Più che di questioni legali, peraltro potenzialmente presenti, qui ci sono altri aspetti che rimandano a complicati rapporti commerciali.
Io sono sempre dell'opinione che SE Rossi ha quello che dice, questo NON è ancora pronto per il mercato, nè tecnicamente, nè, presumo, per altri motivi. Ribadisco che quando si seppe del 'big partner', mi fu facile pronosticare il 'de profundis' per gli arrembanti ragazzi del'E-CAT. Quando sarà il momento per far arrivare sul mercato l'E-CAT, ci arriverà nei modi e attraverso i canali che gli sono consoni. Rossi ha palesemente tentato una carta disperata con la sua rete, cercando di 'mangiare l'uovo in c@@o alla gallina', quando non era pronto nè tecnicamente, nè finanziariamente, per la sua impresa, ma se lo avesse ammesso, sarebbe stato spolpato vivo e niente villette a Miami ;-)
Così ha potuto, sia tentare un colpo disperato se fosse rimasto solo, sia trattare da posizione di minor sudditanza nel caso si fosse presentato un socio, ma se non gli fosse arrivata la ciambella di IH, temo sarebbe affogato.

Secondo me Proia ora si è rivolto a Defkalion! :-D

Alessandro Pagnini ha detto...

PS
Umanamente mi dispiace per Proia e per gli altri che ci avevano investito tempo e speranze.

Franco Morici ha detto...

"Ma l'esito della mia simulazione, per come lo interpreto io, dice NON COMPATIBILE. Certo, non dice che i dati del report sono coerenti tra di loro, tutt'altro, ma dal mio punto di vista esclude almeno quell'interpretazione."


Parlo per me, non per il gruppo GSVIT.
E' chiaro che se interpreti i dati a tuo piacimento, facendo finta che sia equiparabile un cambiamento del valore delle resistenze del -68,5% tra Dummy e Run per il caso non-inverted (assengnando poi forzatamente "il rosso" a delle variazioni molto più contenute del 10% per il caso inverted) oppure anche, adesso per tua mera convenienza, non consideri più come parametro dirimete l'angolo di conduzione del semiconduttore documentato nella la Figura 5 del TPR2 perchè per il caso non-inverted non tornerebbe affatto nè per il Dummy, nè per il Run (risulterebbe la metà), direi proprio che la tua "interpretazione" lascia il tempo che trova.
(N.B. è inutile che tiri di nuovo in ballo le tue "interpretazioni" su quella Figura perchè lo spettro con angoli più stretti aumenta e quello mostrato nel TPR con annessa giustificazione sulla importanza di averlo mostrato non servirebbe più a niente)

Le tue elaborazioni dei parametri peak-to-peak e average come ti ho già detto sono tue fantasie, perchè lo strumento non le misura e non le registra ed il solo fatto che continui a tirare in ballo questi "casi" (se non te ne fossi accorto) dimostra che stai dando dell'ignorante completo a chi li ha riportati.

La tua interpretazione è solo una distorsione strumentale dei numeri e dei parametri a tuo uso e consumo.
Altro che onestà intellattuale vedo solo una bella faccia tosta, come in passato per la NMG.

MISTERO ha detto...

@Daniele
Grazie, penso che il problema risieda altrove... ;-)

Il mio commento (palesemente OT) non pubblicato era uno spunto di riflessione. Provo a riscriverlo in modo diverso.
Oltre ad essere OT, è anche riferito ad un commento su Cobraf cosa che mi hai chiesto di non fare, quindi se lo ritieni opportuno lo cancelli senza nessun tipo di problema da parte mia... :-)
E' uno spunto per i tecnici (non solo) e ritengo possa essere utile.

Pochi ricorderanno che la Leonardo Corp. prima del 2010 proponeva "officine elettriche" per la generazione di energia verde da oli vegetali.
"Semplicemente" degli elettrogeneratori diesel alimentati ad olio vegetale.
Nel sito della Leonardo Corp. venivano proposti genset (motori veloci a 4 tempi) da 500 kW a 1 MW modificati opportunamente per essere alimentati ad olio vegetale (ricordate il test del 6 Ottobre abbinato ad un motore diesel???). I genset avevano inoltre (era scritto nel loro sito e sparito in seguito) una serie di accrocchi speciali che garantivano un risparmio di carburante di circa un 30% rispetto ad una configurazione tradizionale, riferito alla trasformazione termoElettrica del carburante utilizzato.
Quindi oltre al TEG e all'E-Cat, Rossi proponeva anche un altro tipo di "miracolo" finito nel dimenticatoio, come mai??

Notoriamente i generatori DIESEL sono i motori che più si avvicinano al massimo rendimento previsto dal ciclo di Carnot (Ciclo Sabathé, due tempi su giro completo a 360° dell'albero motore) che in linea teorica, per quanto riguarda il caso in esame, non può superare il 42% di efficienza di trasformazione termoElettrica.

-Quali dispositivi proponeva Rossi per aumentare l'efficienza termoelettrica dei genset?
-Su quali principi noti o poco noti si basano questi dispositivi?
-Questi dispositivi sono legati all'E-Cat?

Commento di Nevanlinna:
"Stasera voglio divertirmi con le glow plugs dei motori diesel - l'accrocco, se non copiato di sana pianta, potrebbe avere antecedenti elementari da cui imparare qualcosa."

Alessandro Pagnini ha detto...

@ Mistero
@ Daniele
"... è anche riferito ad un commento su Cobraf cosa che mi hai chiesto di non fare..."

Opsss...io avevo capito di non fare ping pong cross forum, rispondendosi da un forum all'altro, non di non riportare notizie o dichiarazioni apparse altrove. Non vorrei aver toppato anche io, nel qual caso mi scuso con Daniele.

gabriele ha detto...

gio, sei spettacolare.

Oppure lo sono io (in negative or positive) :)

Spero veramente di partecipare ad una delle cene organizzate da Daniele, ed incontrarci lì, sono molto convinto delle capacità ecumeniche e rilassanti di pastasciutte, bistecche, patatine, e buone bevande.
Così potrò finalmente conoscerti ed insieme sorridere su come pur noi vedendo la *stessa* cosa, ne diamo interpretazioni così differenti.

ciao!

gabriele

gio ha detto...

@ daniele

un altra cosa avrebbe potuto dirci Proia: se aveva in licenza Hot Cat.

io avevo previsto che No!!!

se non Proia, almeno confido in un uscita di Rossi

Silvio Caggia ha detto...

@Alessandro Pagnini
Messa come l'hai messa adesso concordo con te.

@Gio
Quindi anche tu hai inteso che gli ex concessionari si sono già messi a lavorare per la concorrenza di IH... E chi sarà mai?
Questa è la vera bomba! C'è un competitor SUL MERCATO!

gio ha detto...

@ silvio
>Quindi anche tu hai inteso che gli ex concessionari si sono già messi a lavorare per la concorrenza di IH


questo no!

da cosa lo deducete?

Alessandro Pagnini ha detto...

@ Silvio
Mi fa piacere che ci siamo capiti :-)

Il competitor....? Mah, a parte Defkalion ;-), c'era nickenerrgy, in Italia, ma non mi pare sia arriavato a niente, oppure Brillouin che parrebbe in possesso di qualcosa di concreto.

Comunque ora c'è da vedere l'eventuale reazione di Rossi. Ho l'impressione che non sarà un bello spettacolo, però, e questo indipendentemente dalla validità tecnica dell'E-CAT. Qui si parla di trattative commerciali fatte col coltello tra i denti e in genere non sono piacevoli.

Alessandro Pagnini ha detto...

@ gio
"...What to say more? A very unpleasant experience. By our side we have already turned the page to follow an alternative and very promising route to get clean energy from LENR; the challenge is very stimulating and the scientists involved in the project are very well prepared and motivated...."

Alessandro Pagnini ha detto...

Forse fanno in proprio !?
Mah.....in effetti potrebbero anche essersi messi in testa un'idea meravigliosa, come quello dei parrucchini ;-)

tia_ ha detto...

> after more than one year and ½ after signing the sub-license agreement we all were still waiting to see a working 1 MW E-Cat® and, without having a proof it was really ready for the market, as Rossi never stopped claiming
[...]
Moreover, in September 2013 we (Prometeon) placed an order for a 1 MW E-Cat®; as far as we know, it was the first signed order ever for an E-Cat®! Before accepting the order we warned our customer that they had 99% probabilities not to see their E-Cat®, but they still hoped to get it as they trusted Mr. Rossi, despite everything. As we expected, instead of organizing a party and giving the good news to the world, EFA/Leonardo Corporation never let us have all the solicited documents necessary to close the order:

In sostanza: Rossi non ha mai fornito un e-cat ai rivenditori da vendere.
Che strano, cos'è che dicevo tempo fa?

gio ha detto...

@alessandro
Non avevo letto .......quella affermazione mi rende poco attendile tutta la lettera
...spiego dopo

Robbins ha detto...

@MISTERO
Messa così la cosa è addirittura stupida, anche se altamente dubbia.

http://worldwide.espacenet.com/publicationDetails/biblio?DB=worldwide.espacenet.com&II=58&ND=3&adjacent=true&locale=en_EP&FT=D&date=20081223&CC=IT&NR=RM20070348A1&KC=A1

triziocaioedeuterio ha detto...

>un altra cosa avrebbe potuto dirci Proia: se aveva in licenza Hot Cat.

Chissa' che questa immagine nn possa dirimere i tuoi dubbi:)

http://www.prometeon.it/image/Proia_HotCat_small.jpg

triziocaioedeuterio ha detto...

>In sostanza: Rossi non ha mai fornito un e-cat ai rivenditori da vendere.
Che strano, cos'è che dicevo tempo fa?

Dicevi che rossi truffava venendo licenze...che poi ha regolarmente riacquistato!
Quindi il teorema truffa decade completamente

luca ha detto...

Salve....
Da qualche parte ho letto che rossi dice che esiste un concorrente che ha un simil ecat funzionate....E' una bufalo oppure di chi si tratta?
Grazie,
Bye luca

tia_ ha detto...

>Dicevi che rossi truffava venendo licenze...che poi ha regolarmente riacquistato!
Quindi il teorema truffa decade completamente

Dicevo che l'unica cosa che vendeva era licenze, che infatti è vero, visto che nessun rivenditore ha mai visto altro.
Che poi se le sia ricomprate è semplicemente perchè ha trovato un pollo più grosso da spennare, e sia mai che alcuni rivenditori inizino a gridare alla truffa, altrimenti salta il banco.

Mauro elia ha detto...

...fanno i competitor.. Non tutti i mali vengono per nuocere.. Meglio molti che uno solo (Silvio auspicherebbe giustamente una varietà di offerta) Proia lo avrà deciso sicuramente a malincuore.. Mi auguro possano esserlo davvero (competitor) hanno la tecnologia?

triziocaioedeuterio ha detto...

>Dicevo che l'unica cosa che vendeva era licenze, che infatti è vero, visto che nessun rivenditore ha mai visto altro

Scusa ma questo già si sapeva...tu pero' hai semre insistito sul fatto che la vendita delle licenze sottendeva chiaramente alll'ipotesi raggiro dato che parlavi dei licenziatari come di poveri polli da spennare e continui a farlo.
Beh di polli spennati dopo 4 anni ancora nn se ne vede l'ombra...per adesso abbiamo visto solo ovini privati delle penne ma poi prontamente rimpiumati...tipo Proia ;-D

gio ha detto...

>Non avevo letto .......quella affermazione mi rende poco attendile tutta la lettera
...spiego dopo

proseguo la spiegazione;

Rossi cultore assoluto degli Nda non solo non fa sottoscrivere a Proia un Nda con sanzioni pesantissime, ma nemmeno una clausola di non concorrenza tanto che come mi segnala alessandro:
By our side we have already turned the page to follow an alternative and very promising route to get clean energy from LENR; the challenge is very stimulating and the scientists involved in the project are very well prepared and motivated

potrebbero saltare sul carro di un ipotetico concorrente!!!!

la storia non mi convince

Silvio Caggia ha detto...

@gio
Mi stupisce che tu ti sia perso la chiave di volta di questa lettera di Proia!
Il succo è: Rossi ha venduto tutto a IH quindi a noi non può vendere più niente, noi quindi ci siamo trovati un nuovo prodotto LENR da vendere dietro al quale ci sono degli scienziati e sono anche più bravi e simpatici di Rossi, tie'.
Tutta la lamentela vittimistica nei confronti di Rossi è finalizzata a farsi pubblicità per il nuovo business... Siamo alla pubblicità comparativa!
Tia non mi stupisco affatto che non veda ciò che non vuol vedere: Invece di aver chiuso un capitolo come sperava non si accorge che qui la gente che vende LENR aumenta! :-)

Daniele Passerini ha detto...

@gio
la storia non mi convince
Nemmeno a me. Scrissi una mail a Proia e non mi rispose. Scrissi a Rossi e a Proia per conoscenza: il secondo continuò a restare silenzioso, il primo mi rispose che non poteva rilasciare dichiarazioni causa vincoli contrattuali.
Poi dopo due settimane Rossi risponde come abbiamo visto. E dopo qualche giorno - finalmente - se ne esce fuori Proia con un comunicato siffatto. No, stavolta c'è qualcosa che non quadra davvero...

Mauro elia ha detto...

Speriamo che con questo nuovo "competitor" non saremo nuovamente punto e a capo... Cioè che se hanno in mano il "know how" facciano fare dei test incontestabili, se no... Non arriviamo mai a capo di nulla!

tia_ ha detto...

>Scusa ma questo già si sapeva..

Cosi come adesso si sa che la domanda brevetto era una buffonata, cosi come la versione domestica.
Peccato che quando lo facevo notare 4 anni fa si diceva tutt'altro.

>Beh di polli spennati dopo 4 anni ancora nn se ne vede l'ombra..

Se leggi attentamente il comunicato di proia scopri come mai c'è stato il buy-back: un licenziatario stava andando per vie legali.
Visto che rossi ha trovato un pollo più grosso da spennare, per non far saltare il banco ha ricomprato le licenze vendute.
Ed intanto manco un e-cat funzionante sul mercato.

triziocaioedeuterio ha detto...

@Daniele

Il sito della prometeon come sapete è in ristrutturazione....forse tutto cio' prelude all'ingresso sulla scena di nuovi soggetti in grado di produrre e commercializzare reattori lenr.
Chissà se Proia abbia stretto accordi con Piantelli e co.

Silvio Caggia ha detto...

@Franco Morici
Franco, non è in discussione la coerenza dei dati del tpr, ne' le mie fantasie sui vari tipi di corrente, e tantomeno la NMG. È in discussione solo l'ipotesi delle pinze invertite. E facendo girare la simulazione con quell'ipotesi esce:
- che dal dummy ai primi giorni di test (passaggio da 500 a 1200 gradi) la resistenza dell'inconel diminuisce del 10,27%
- che dal quinto al sesto giorno di test (passaggio da 1200 a 1400 gradi) la resistenza dell'inconel aumenta di 0,10% (cioè rimane uguale a prima)
- che i triac dissipavano mediamente 60W che avrebbero dovuto registrare come differenza tra i due PCE-830 mentre sarebbero dovuti essere 40W.

Se tu mi dici che la mia simulazione è tecnicamente corretta E che questi risultati sono per te accettabili allora ti ho appena aiutato a dimostrare che il report è compatibile con l'ipotesi della pinza. Ma a me sembra che voi abbiate sempre detto che non è possibile una variazione della resistenza di questo tipo. Io sulla diminuzione di resistenza limite dell'inconel mi dichiaro ignorante.

Se tu mi obietti che i numeri fanno meno schifo che senza pinza io ti do ragione, ma non accetto la scusa di mio figlio, quando prende un 5, che il suo compagno di scuola ha preso 3. Sono entrambi insufficenti.

"adesso per tua mera convenienza, non consideri più come parametro dirimete l'angolo di conduzione del semiconduttore documentato nella la Figura 5 del TPR2 perchè per il caso non-inverted non tornerebbe affatto nè per il Dummy, nè per il Run (risulterebbe la metà), direi proprio che la tua "interpretazione" lascia il tempo che trova."
Sappiamo che l'angolo di conduzione della figura 5 non si riferisce ne al dummy ne al test, quindi purtroppo non è dirimente. È mia opinione che una prova preparatoria a 20 gradi avrebbe dovuto essere fatta pensando ad un dummy a 20 gradi, motivo per cui trovo un dummy a 11,29 gradi (valore che ottieni attivando il triac dissipation) un po' bassino, ma è una mia opinione, non posso considerarla dirimente da sola.

"Le tue elaborazioni dei parametri peak-to-peak e average come ti ho già detto sono tue fantasie, perchè lo strumento non le misura e non le registra ed il solo fatto che continui a tirare in ballo questi "casi" (se non te ne fossi accorto) dimostra che stai dando dell'ignorante completo a chi li ha riportati."
Non sono in discussione le mie fantasie qui. E non mi permetto certo di dire che le mie fantasie sono la realtà quando nessuno ha ancora validato il mio motore di simulazione.

"La tua interpretazione è solo una distorsione strumentale dei numeri e dei parametri a tuo uso e consumo.
Altro che onestà intellattuale vedo solo una bella faccia tosta, come in passato per la NMG."
Queste sono tue opinioni e valgono come quelle di tutti. Di sicuro non è in discussione la NMG qui ma l'ipotesi pinze invertite. Per discutere della NMG ci sono i luoghi adatti come il mio gruppo facebook di ricerca.

Ci tengo a ringraziarti ancora pubblicamente per le tante cose che ho imparato dalle tante critiche tecniche positive che mi hai fatto in privato sulle formule e sull'elettrotecnica. Prendo atto che sono esaurite le tue critiche tecniche, e siamo arrivati alle opinioni, bene, probabilmente la simulazione ora funziona bene. :-)

MISTERO ha detto...

@Tia
Hai ragione, non solo hai anche il merito di averlo scritto in tempi non sospetti.
Chi propende per l'ipotesi truffa non può fare a meno di pensare al pacco, contro pacco, etc.
Io però mi atterrei ad una analisi più approfondita e leggerei con molta attenzione quanto scrive Ascoli65 in altra sede. Non solo, analizzerei il "comportamento" di Rossi in un contesto "più globale".
Alcuni spunti di riflessione dovrebbero partire dalla visita di Bill il quale ha incontrato Violante e non la De Ninno che guardacaso il giorno prima era a Milano per un incontro tra i "discepoli" (rimasti in vita) di Preparata. Violante è stato scelto a capo della ricerca LENR in seno all'ENEA per i suoi rapporti con Israele-USA, questo lo sanno anche i sassi. Pochi conoscono retroscena molto più inquietanti che purtroppo non potranno mai essere dimostrati.
Un altro spunto di riflessione, secondo me, proviene dall'inserto domenicale del Sole24Ore. Un articolo (1) a firma "della mia cara amica" che anticipa l'uscita di una collana di 20 volumi dedicata a Jules Verne che non vedo l'ora di collezionare, in uscita ogni mercoledì a partire da dopo domani.
Nell'articolo in questione troviamo due righe dedicate (buttate li a caso?) ad un famoso matematico che ha partecipato ad un convegno dell'UNESCO (2) sulla memoria dell'acqua!!!!

"Nel caso servisse, ci sarebbe Cédric Villani, criniera romantica, medaglia Fields per la matematica, e così avventuroso da esplorare l'improbabile memoria dell'acqua durante un simposio all'Unesco, il mese scorso.

Da come ha sempre trattato questo tema la Silvye il passaggio da truffa/bufala a improbabile potrebbe essere un passaggio storico, ovviamente in un qualche modo più o meno denigratorio-canzonatorio verrò smentito... :-)))

(1)http://www.ilsole24ore.com/art/cultura/2014-11-24/avventure-tutti-162000.shtml?uuid=AB7XJVHC&p=2
(2)http://news.sciencemag.org/people-events/2014/09/unesco-host-meeting-controversial-memory-water-research
The promoters of this conference are aware of the critical reactions aroused by this work in parts of the scientific community, so they wish to communicate their results with the utmost rigor. The aim is to foster a broad and multidisciplinary discussion. These data seem particularly important because they further enrich the immense achievements of molecular biology. They also suggest the development of new modes of transmission of genetic messages (transmission, transduction, teleportation, etc.).

Franco Morici ha detto...

@ Silvio Caggia
"Sappiamo che l'angolo di conduzione della figura 5 non si riferisce ne al dummy ne al test, quindi purtroppo non è dirimente."
Sappiamo?
Lo affermi tu, distorcendo a tuo modo delle dichiarazioni generiche di Rossi su JoNP. Nulla di quello che affermi è scritto nel TPR2.
Ti ho spiegato le ragioni per cui lo spettro mostrato (e in questo citato esplicitamente da Rossi stesso in quel commento come importante) perderebbe assolutamente di significato se valesse questa tua ennesima fantasia.
---
"non accetto la scusa di mio figlio, quando prende un 5, che il suo compagno di scuola ha preso 3. Sono entrambi insufficenti."
Quindi una presunta variazione al peggio del 10%, basata sui tuoi dati, dati che ti ho spiegato che non puoi utilizzare per calcolare così "nel fine "il valore di Resistenza, non sarebbe accettabile ed al contempo una variazione percentualmente enorme, di più del 68%, sarebbe una variazione equivalente?
Complimenti per la logica!
Che la resistività dell'Inconel in generale possa variare di qualche percento (non certo del 68% però), come ti ho anche documentato, te lo sei già dimenticato?
Tutto questo, secondo te, dimostrerebbe che l'ipotesi non sta in piedi?
Ri-complimenti!
---
"Prendo atto che sono esaurite le tue critiche tecniche, e siamo arrivati alle opinioni, bene, probabilmente la simulazione ora funziona bene. :-)"
Le mie erano e sono critiche tecniche (non opinioni) e te le ho fatte più volte, ma tu continui ad ignorarle, oppure non le capisci ma su questo non ci posso fare niente.

Il tuo rigirare la frittata andrà bene nelle discussioni da Blog e su altri argomenti, ma non funziona quando si propongono delle valutazioni tecniche che si vorrebbe fossero condivise dai tecnici.

Abbiamo scambiato decine e decine di email per settimane, questo è il risultato.
Io ora sarei passato alle "opinioni" mentre tu saresti quello che ha messo giù delle valutazioni da condividere tecnicamente.
Bene, contento tu. Io passo e chiudo non prima di aver espresso da tecnico la mia non condivisione, ma non vale la pena discutere oltre perchè so benissiimo che partirebbe il solito batti e ribatti all'infinito con rigiro di frittate che ben conosco per averlo sperimentato in passato.

AleD ha detto...

@Alessandro Pagnini

I prof hanno spiegato perché c'è una foto con un PCE in OL?
Ti risulta chiarto, da parte dei prof, per esempio, questo aspetto?
Non è una domanda stupida, e nemmeno tendenziosa, è proprio per capire un attimo se, con rossi che abbiamo capito non essere uno scienziato, lo siano almeno i prof "indipendenti" che hanno eseguito un secondo test.

MISTERO ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
MISTERO ha detto...

@Robbins
Messa così la cosa è addirittura stupida, anche se altamente dubbia.

Grazie per aver dimostrato attenzione a quanto ho scritto.
Concordo che la cosa in questi termini oltre che essere dubbia sarebbe molto stupida, ma molte informazioni al riguardo non sono di dominio pubblico. Sono conosciute solo dagli addetti ai lavori nel campo delle energie rinnovabili e più precisamente nella produzione di energia verde con oli vegetali.
In quel periodo ero un addetto ai lavori e mi occupavo della ricerca e sviluppo per una azienda che progettava e costruiva impianti di questo tipo. Di fatto ero un concorrente di Rossi. Anche noi abbiamo sperimentato l'utilizzo di miscele olio-acqua da cui è nato un brevetto nel 2006-2007, i risultati sono stati soddisfacenti per l'abbattimento degli NOx, ma non sufficienti per il risparmio di carburante. Altre nostre sperimentazioni hanno dato risultati importanti per il risparmio di carburante, ma la difficoltà di avere fondi per la sperimentazione unita al fatto che un impiego industriale comportava una difficile trattativa con le aziende produttrici dei motori (problemi di garanzia), ci ha obbligato a percorrere altre strade. Per questi motivi non escludo il fatto che Rossi, alla ricerca di efficienza elettrica per i propri motori, abbia percorso le stesse nostre strade. Uno dei sistemi più noti era il recupero dei gas di scarico - che opportunamente catalizzati - venivano trasformati in carburante gassoso (una parte di essi). Nulla di over unit nel nostro caso, solo un recupero intelligente dell'energia termica prodotta dal motore..

gio ha detto...

@ daniele

>Nemmeno a me. Scrissi una mail a Proia e non mi rispose. Scrissi a Rossi e a Proia per conoscenza: il secondo continuò a restare silenzioso, il primo mi rispose che non poteva rilasciare dichiarazioni causa vincoli contrattuali.
Poi dopo due settimane Rossi risponde come abbiamo visto. E dopo qualche giorno - finalmente - se ne esce fuori Proia con un comunicato siffatto. No, stavolta c'è qualcosa che non quadra davvero..........

....strano!!!!
tu scrivi in privato e Rossi dopo una prima solita risposta in stile rossi -NDA- che è perfettamente in linea con il suo comportamento......dopo un pò ci ripensa e ti risponde in pubblico e così pure Proia risponde in pubblico!!!

poi la lettera è veramente contraddittoria e confusa

potresti rivelare, sempre che tu voglia, la cronologia dello scambio di e-mail??

Silvio Caggia ha detto...

@Franco Morici
"[Sappiamo che l'angolo di conduzione della figura 5 non si riferisce ne al dummy ne al test]
Sappiamo?
Lo affermi tu, distorcendo a tuo modo delle dichiarazioni generiche di Rossi su JoNP. Nulla di quello che affermi è scritto nel TPR2.
Ti ho spiegato le ragioni per cui lo spettro mostrato (e in questo citato esplicitamente da Rossi stesso in quel commento come importante) perderebbe assolutamente di significato se valesse questa tua ennesima fantasia."
Per logica non possono aver preso quella foto DURANTE il dummy o il run perché se durante un test di cui stai monitorando i dati fai andare deliberatamente in OverLoad le pinze stai buttando a mare il test stesso.
Inoltre Rossi a precisa domanda ha dato inequivocabile risposta su JoNP.
Tu cosa sostieni? Che durante il log dei 32 giorni di run si sono messi a giocare con il PCE-830?!?

"Quindi una presunta variazione al peggio del 10%, basata sui tuoi dati, dati che ti ho spiegato che non puoi utilizzare per calcolare così "nel fine "il valore di Resistenza, non sarebbe accettabile ed al contempo una variazione percentualmente enorme, di più del 68%, sarebbe una variazione equivalente?
Complimenti per la logica!"
A me sembra di essermi espresso in modo molto chiaro ed inequivocabile. Ti stai comportando proprio come mio figlio... Insisti a dire che 5 è sufficente visto che altri hanno preso 3... :-)
Mi spiace ma con 5 si è bocciati. Ed anche con 3.
Ti invito a controllare le mie discussioni qui con Tia, Antonio e forse anche GdMster, dove IO allora sostenevo che con un valore del Joule heating ricavato e non misurato non ci si potesse fare nulla e che LORO mi hanno convinto a suon di matematica che da quel valore del joule heating, giusto o sbagliato che sia il calcolo che fanno i professori, si ricava la precisa corrente di linea che hanno misurato.
Come hanno convinto me puoi convincerti anche tu. Oppure convincili tu del contrario. Io assisto da fuori e mi diverto, il risultato è lo stesso. I dati non possono essere considerati buoni o non buoni a convenienza ragazzi! :-)

"Che la resistività dell'Inconel in generale possa variare di qualche percento (non certo del 68% però), come ti ho anche documentato, te lo sei già dimenticato?
Tutto questo, secondo te, dimostrerebbe che l'ipotesi non sta in piedi?
Ri-complimenti!"
Appunto. Hai detto "di qualche percento". Vi ho chiesto di quantificare quanto è il percento ammissibile e quando diventerebbe inammissibile.
In mancanza di vostre precisazioni non posso che assumere che quel valore sia per voi oltre l'ammissibile.
Oppure dichiara che l'inconel può diminuire di quella resistenza e sei a posto. Perché non lo fai?

Segue

Silvio Caggia ha detto...

Continua

"Le mie erano e sono critiche tecniche (non opinioni) e te le ho fatte più volte, ma tu continui ad ignorarle, oppure non le capisci ma su questo non ci posso fare niente."
Se non le capisco io le capirà qualcun altro qui, c'è tanta bella gente... Magari qualcuno riesce a dirmelo in un modo che anche io lo possa capire... :-)

"Abbiamo scambiato decine e decine di email per settimane, questo è il risultato.
Io ora sarei passato alle "opinioni" mentre tu saresti quello che ha messo giù delle valutazioni da condividere tecnicamente.
Bene, contento tu. Io passo e chiudo non prima di aver espresso da tecnico la mia non condivisione, ma non vale la pena discutere oltre perchè so benissiimo che partirebbe il solito batti e ribatti all'infinito con rigiro di frittate che ben conosco per averlo sperimentato in passato."
È un foglio excel che implementa leggi di elettrotecnica. Se c'è un errore logico o di calcolo basta dire quale e dove. lo hai fatto fino ad un certo punto, arrivato alla fine ti ritiri? Boh... Io sono disponibilissimo a correggere tutto ciò che è sbagliato, poi le valutazioni finali ognuno se le fa da solo interpretando i numeri come crede, consapevolmente.

Io vi ricordo che siamo alla seconda "prova provata" di pinze invertite che non regge all'analisi, la prima è stata quella del documento di Andrea S. che spero ammetterai che era completamente errato. Ora Pagnini vede nelle parole di GdMster una terza prova provata all'orizzonte... Tu ne sai qualcosa? Almeno il campo... Elettrotecnica o altro?
Spero non si basi sulle pinze invertite anche quella... Qualche idea nuova?

CLaudio Rossi ha detto...

Questa storia (che avevo affrontato all'inizio per motivi professionali, poi per mera passione poliziesca) sta diventando un dramma a puntate che più avvincente e ricco di colpi di scena non si può. I personaggi (pur escludendo i commentatori del blog) scompaiono e riappaiono all'improvviso (Proia, l'Oca, Defkalion, Brillouin, Darden) che se fosse la trama di un drammaturgo sarebbe considerata eccessiva!
Per citare Alessandro o Silvio, qui ci vuole un secchio di pop-corn,
sedersi comodi e godersela alla grande ;-)

P.S. Secondo il mio modestissimo parere di spettatore, dalla vicenda Proia Rossi ne esce, comunque, molto male.

Alessandro Pagnini ha detto...

@ Silvio
"...Ora Pagnini vede nelle parole di GdMster una terza prova provata all'orizzonte..."

Seeee, ci avevo 11/10, quando ero giovane, ora sono sordo e ciecato, cosa vuoi che veda io? :-D
Non è questione di vedere, io ho riportato una frase precisa. Pare che ci sia una 'prova provata'. Magari quale sia lo scopriremo. Forse domani, con meno chili a tirar giù le palpebre, afflitte pure da un virus di stagione che mi taglia le gambe! ;-)

@ Claudio
"...Secondo il mio modestissimo parere di spettatore, dalla vicenda Proia Rossi ne esce, comunque, molto male. ..."
Se ti aspetti la virtù dall'uomo Rossi, ne esce male anche per me, temo.
Si dice che anche Einstein fosse un bel tipino, specialmente con le donne. La famiglia Bernoulli dette talmente tanto scandalo, scannandosi vicendevolmente tra padri figli e fratelli, che alla fine le riviste scientifiche del tempo rifiutarono i loro scritti polemici e accusatori.
Forse Rossi fornirà un nuovo e potente strumento per l'umanità. Il modo migliore di usarlo dovremo trovarlo altrove, in altri maestri o nel nostro maestro interiore.
Non aspettiamoci da Rossi ciò che non è nel suo destino, peraltro niente affatto banale, sia come sia la storia dell'E-CAT, miracolo scientifico o bufala colossale che alla fine si riveli.

gabriele ha detto...

intanto io ero curioso di leggere una eventuale risposta di Rossi al comunicato di Proia sul sito rossilivecat ma non riesco a collegarmi!

Mario Massa ha detto...

@Silvio Caggia
"- che dal dummy ai primi giorni di test (passaggio da 500 a 1200 gradi) la resistenza dell'inconel diminuisce del 10,27%"

Non voglio entrare nella vostra diatriba (se sei arrivato a far perdere la pazienza a Franco devi davvero aver esagerato), ma mi spieghi come arrivi a questo risultato? (non dirmi "esce dalla simulazione" perchè questa è una affermazione indegna di una persona intelligente: spiega qual'è il concetto che porta a questo risultato). Secondo me non solo io su 22passi vorrei sapere il risultato (se c'è) della vostra eterna discussione.

Io ero rimasto che se la corrente nel dummy era circa 20 ampere, e nel test vero erano 40-50A (questo è quanto scrivono i professori), l'unico modo per far aumentare la potenza attiva da 500W a 900W è abbassare la resistenza di circa 3 volte, cioè R2 = R1 * (20/45)^2 * 900/500 = 0.35R1. Spiega in modo altrettanto semplice come arrivi a R2 = 0.9*R1 senza inventare dati che non siano scritti nel report. Oppure dimmi dov'è l'errore in ciò che ho scritto sopra.

Franco Morici ha detto...

@ Silvio Caggia

"Insisti a dire che 5 è sufficente visto che altri hanno preso 3... :-)"
I voti li hai attribuiti tu includendo anche ipotesi inverosimili tipo la peak-to-peak pur di cercare di dimostrare qualcosa che, come ho cercato di farti capire varie e varie volte, è assurda e che se "validata" (come dici tu) sancirebbe solo la totale incapacità tecnica di chi ha condotto quelle misure.

---

"Che durante il log dei 32 giorni di run si sono messi a giocare con il PCE-830?!?"
Il momento più opportuno per la foto (e stiamo parlando di pochi secondi) lo hanno scelto loro, cosa invece la figura stia e debba rappresentare te lo ha confermato pure Rossi ma tu continui a fare come ti pare.
---

"È un foglio excel che implementa leggi di elettrotecnica. Se c'è un errore logico o di calcolo basta dire quale e dove. lo hai fatto fino ad un certo punto, arrivato alla fine ti ritiri? Boh..."
Excel di Office funziona, i contenuti del tuo foglio di calcolo con le accuratezze che pretendi di ottenere, no.
Se non l'hai capito questo non è un Blog tecnico e il batti e ribatti da solo fastidio.
Mi sono sforzato di discutere con te è inutile. Ti lascio solo con le tue fantasie.
Forse Mario avrà più pazienza di me, nel caso approfittane, ma con parsimonia.

---

"Oppure dichiara che l'inconel può diminuire di quella resistenza e sei a posto. Perché non lo fai?"
Continui a rigirare la frittata. Ti ho mostrato un datasheet tipico del materiale leggilo. Le variazioni sono di qualche percento e sono nella natura di quel materiale base, mentre il -68% assolutamente no.
Se a quelle variazioni aggiungi le incertezze sui parametri e quelle dovute alle tue assunzioni (e che continui a non capire) perchè mai un 10% non dovrebbe essere un dato più che plausibile?

---

"Io vi ricordo che siamo alla seconda "prova provata" di pinze invertite che non regge all'analisi, la prima è stata quella del documento di Andrea S. che spero ammetterai che era completamente errato."
Se permetti io rispondo per me e non per altri. Su alcune di quelle ipotesi iniziali ho manifestato a suo tempo le mie perplessità, mi sono testimoni coloro che hanno seguito l'evoluzione della discussione sviluppata in altra sede.
I suoi recenti aggiornamenti invece riportano alcuni risultati condivisibili.

Hai presente quello che ti ha scritto GdMster nell'ultima sua email?
Bene, considera valido l'invito pure per quantro mi riguarda.

Se ti senti così sicuro di te contatta pure qualche docente di Elettrotecnica del PoliTO (i riferimenti non mancano), fatti esaminare non solo i calcoli ma soprattutto le tue fantasiose assunzioni, che continui ad utilizzare nei tuoi calcoli, e tutto ciò che invece per convenienza tralasci dal considerare.
Buona fortuna.

gio ha detto...

@ daniele

quindi abbiamo una persona :
il rossi , che fa firmare NDA a tutti in ogni dove ..........e nell'ipotesi più normale dove ci deve stare un nda: la transazione con Prometeon Srl....stavolta no!

chi ci crede??!!!

Silvio Caggia ha detto...

@Mario Massa
Provo a fartela semplificata:
Nel dummy hai una consumption di 486 W ed un joule heating di 6,7 W. Applicando la formula dei professori al rovescio ricavi una corrente di fase di 9,83 Arms, da questa ricavi una tensione di 16,48 Vrms e quindi una resistenza di 1,677208 ohm.
Nel test 1 hai una consumption di 815,86 W ed un joule heating di 37,77 W. Applicando la formula dei professori al rovescio ricavi una corrente di fase di 23,33 Arms, da questa, assumendo la pinza invertita ovvero moltiplicando per 3 la consumption, ricavi una tensione di 34,96 Vrms e quindi una resistenza di 1,498357 ohm.
Il modello raman delle pinze invertite implica quindi un cambiamento di resistenza dell'inconel del -10,66% tra il dummy ed il test 1.
Tra il test 5 e 6 implica invece un cambiamento di +0,1%.
Ditemi che è fisicamente plausibile e per me sono tecnicamente plausibili le pinze invertite.

Daniele Passerini ha detto...

@gio
Ti avevo scritto la cronologia che mi avevi chiesto... mi si è impallato l'ipad e l'ho persa. A questo punto te la mando in privato nel corso di domani.
Buonanotte

Silvio Caggia ha detto...

""Insisti a dire che 5 è sufficente visto che altri hanno preso 3... :-)"
I voti li hai attribuiti tu includendo anche ipotesi inverosimili tipo la peak-to-peak pur di cercare di dimostrare qualcosa che, come ho cercato di farti capire varie e varie volte, è assurda e che se "validata" (come dici tu) sancirebbe solo la totale incapacità tecnica di chi ha condotto quelle misure."
Ti ho già ripetuto N volte che è in discussione solo l'ipotesi delle pinze invertite non le mie ipotesi.
Ti risulta che io vado in giro nei blog a sostenere le mie ipotesi sulla corrente del report?
Il fatto che io vi abbia confidato privatamente la mia ipotesi non la rende oggetto di discussione pubblica. E non c'entra niente con le pinze invertite.

"Le variazioni sono di qualche percento e sono nella natura di quel materiale base"
"Qualche percento" è compatibile con -10,66%? SI' o NO?
Rispondi chiaramente senza giri di parole e divagazioni,
Grazie.

"Se a quelle variazioni aggiungi le incertezze sui parametri e quelle dovute alle tue assunzioni (e che continui a non capire) perchè mai un 10% non dovrebbe essere un dato più che plausibile?"
Non ci sono incertezze sui parametri e non ci sono mie assunzioni. Segui il ragionamento semplificato fatto per Mario.

Silvio Caggia ha detto...

uhm... JoNP con tutti i commenti ranzati dal 2 novembre... il "mirror" http://www.rossilivecat.com/ fuori uso...
data disaster?
attacco hacker?
e se così fosse... :-D

Silvio Caggia ha detto...

ah no, falso allarme, il JoNP è ok, solo il mirror è giù... :-)

Franco Morici ha detto...

"Ti risulta che vada in giro nei blog a sostenere le mie ipotesi sulla corrente del report?"
E cosa centra questo, rigiri solo la frittata. Hai fatto di peggio, per tua convenienza hai messo nero su bianco nel tuo Excel pubblico ipotesi che presupporrebbero l'incapacita' totale.

Non ci sono incertezze suoi miei parametri"
Davvero? Ah certo, le correnti e le potenze medie per te hanno sempre incertezza zero e sono sempre perfettamente coerenti tra di loro alla centesima cifra decimale.
Se non lo sono allora e' tutto sbagliato ed e' molto piu' realistica invece la tua fantasia peak-to-peak.

Si Caggia, e molto, molto piu' del 68%.
Hai capito? E' chiaro?

Fai finta di niente perche' il tuo castello di carta non sta in piedi.
Una foto del PCE da inserire come Figura 5, magari all'inizio o al termine, l'ha proibita il medico.

Alessandro Pagnini ha detto...

@ gio
Mica ci vorrai dire che Rossi e Proia, magari sottobanco......??? ;-)

Alessandro Pagnini ha detto...

Ecco uno dei problemi di Rossi, detto con le sue parole:

"... I can say this: the total volume of the reactors of the 1 MW plant is half cubic meter ( 500 liters of volume). All the rest is heat exchangers.
Is much bigger the control system, entirely designed by our engineers ( 111 computers integrated). I think our team ( electronic engineers, physicists, blue collars, white collars has made a masterpiece.
Warm Regards ..."

Per avere una reazione 'mediamente' stabile, ha necessità di orchestrare oltre 100 E-CAT, che si accendono e si spengono in via probabilmente ancora impredicibile, ma rilevabile.
Ecco un altro buon motivo per cui l'E-CAT casalingo ancora non può arrivare, oltre che per le certificazioni, che sono senz'altro un discreto ostacolo. Ecco anche perchè quando qualcuno che maneggia la tecnologia di Rossi o che ha 'copiato' da Rossi ed è costretto da esigenze di scena a imbastire una dimostrazione di un certo tipo (continua e affidabile)con una singola macchina, può essere tentato di....imboccare delle scorciatoie ;-)
Ovviamente non sto dicendo che qualcuno abbia mai ceduto a tale tentazione, nè in Italia, nè in Grecia, nè in Svizzera, nè in qualunque altro posto al mondo, Dio me ne scampi dall'affermare una cosa del genere! :-D
Stranamente, chi vede l'E-CAT da vicino e ha modo di assistere, magari in maniera casuale e imprevedibile, ad alcune sue performance, esce convinto che lì dentro ci sia qualcosa di straordinario, ma se ti ci avvicini pretendendo che si comporti come vuoi tu, lo metti in una situazione per la quale non è adeguato, non ancora, almeno.
Vi ricordate quando ho scritto che una donna in difficoltà, per non deludere un uomo a cui tiene, cede spesso alla tentazione di simulare l'orgasmo (è statiscamente noto), ma non è affatto detto che la donna in questione sia frigida, solo il partner pretende da lei delle cose e con delle modalità, che la mettono in crisi. Col tempo magari si capiranno, ma lei vuole ben figurare da subito.
Dover avere 111 computer (immagino dei microcontrollori) per armonizzare il tutto ed avere così una prestazione magari appena accettabile, in effetti non è il massimo per una serata romantica! ;-)

Mario Massa ha detto...

@Silvio
"Provo a fartela semplificata"

Questo è un buon inizio.

"Ditemi che è fisicamente plausibile e per me sono tecnicamente plausibili le pinze invertite."

Non è "fisicamente" possibile (se la caratteristica dell'inconel è negativa, non puoi avere un -10%), ma è "tecnicamente" possibile. E' probabile che tu non abbia tenuto conto di alcune variabili e delle tolleranze sui dati (anche perchè non mi pare che i professori le abbiano comunicate). Per esempio, hai tenuto conto del fatto che durante la prova vera la maggior corrente nei cavi di rame(i prof. parlano di 40-50A) che utilizzi per calcolare il joule heating ne ha causato un innalzamento di temperatura e quindi un innalzamento di resistenza? 25°C in più portano a una variazione del 10%, ma probabilmente sono tante le cose che puoi avere trascurato e tanti possono essere gli errori strumentali. Stai cercando di chiudere un confronto che prevede la misura di due resistenze, due correnti, due potenze e il calcolo delle potenze - anche se eseguito da uno strumento - è ottenuto mediante lettura di una tensione, una corrente e uno sfasamento: come puoi pretendere di far tornare le virgole in situazioni simili? Hai mai lavorato veramente in laboratorio? Per forza fai innervosire Franco che in laboratorio ci lavora da 30 anni.

triziocaioedeuterio ha detto...

Verosimilmente nell'impianto in questione ci sara' un computer per ogni hot cat.
Ammettendo che con tale sistema di controllo si abbia una continuità di rendimento media anche solo per del 30 % i numeri sono cmq da capogiro.
Detto questo poche settimane fa lo stesso Rossi dichiaro' che l'impianto industriale da un megawatt era molto simile a quello del 2011:-/

gio ha detto...

@ alessandro pagnini

dico che quella lettera non ha nessun senso.....nessuno!
pur essendo molto , troppo lunga!!
e sopratutto contraddice il comportamento contrattuale fin qui seguito da Rossi.

Hype ??!!! direbbe Darden

gio ha detto...

@ daniele

tranquillo non c'è fretta.

grazie

Shine ha detto...

chi è che l'ha fatto l'autogol?

"It is a clear reference to us,Prometeon Srl, because we temporary canceled our website and Daniele Passerini asked Rossi about our status of licensee, sending us in CC his communication"

ahaha. Che PATACCARO. E adesso? Direte che naturalmente hanno depistato anche prometeon. Che Proia non era affidabile, o che dice cazzate. Up to iu.

Shine ha detto...

@triziocaio
"Beh di polli spennati dopo 4 anni ancora nn se ne vede l'ombra...per adesso abbiamo visto solo ovini privati delle penne ma poi prontamente rimpiumati...tipo Proia ;-D "

Proia non sembra molto d'accordo con te:

"The trust relationship with Mr Rossi/EFA was progressively losing steam and after the bad adventure of the above mentioned E-Cat® licensee, somebody also started talking about a possible legal lawsuit against both EFA and Leonardo Corporation."

AleD ha detto...

@tutti
Ma i prof. hanno più spiegato come mai è finita dentro la foto del PCE in OL?

Ubaldo Mastromatteo ha detto...

qui si vede come doveva apparire l'hot-cat del test di Lugano intorno a 1200 gradi. Ancora più abbagliante a 1400.
http://www.e-catworld.com/2014/11/20/mfmps-project-dog-bone-thread-update-1-first-test-on-dummy-core/
Che ne pensate?

Silvio Caggia ha detto...

@Mario Massa
"Non è "fisicamente" possibile (se la caratteristica dell'inconel è negativa, non puoi avere un -10%), ma è "tecnicamente" possibile. E' probabile che tu non abbia tenuto conto di alcune variabili e delle tolleranze sui dati (anche perchè non mi pare che i professori le abbiano comunicate). Per esempio, hai tenuto conto del fatto che durante la prova vera la maggior corrente nei cavi di rame(i prof. parlano di 40-50A) che utilizzi per calcolare il joule heating ne ha causato un innalzamento di temperatura e quindi un innalzamento di resistenza? 25°C in più portano a una variazione del 10%, ma probabilmente sono tante le cose che puoi avere trascurato e tanti possono essere gli errori strumentali. Stai cercando di chiudere un confronto che prevede la misura di due resistenze, due correnti, due potenze e il calcolo delle potenze - anche se eseguito da uno strumento - è ottenuto mediante lettura di una tensione, una corrente e uno sfasamento: come puoi pretendere di far tornare le virgole in situazioni simili? Hai mai lavorato veramente in laboratorio? Per forza fai innervosire Franco che in laboratorio ci lavora da 30 anni."
Mario, ti sei dimenticato la discussione fatta con Tia e GdMster ai primi di novembre?
Eravamo in questo post:
http://22passi.blogspot.it/2014/10/il-sabato-della-sciarada-27-28-29-30-31.html?commentPage=3
era il 6 novembre verso le 16:06
E Tia e GdMster ci hanno messo un po' a farmi capire che la resistenza dei cavi di rame non ci interessa perché i professori hanno stimato il joule heat attraverso una formula misurando un unico dato: la corrente
l'unico errore strumentale possibile quindi è quello della misura della corrente.
E' paradossale che quando io sostenevo che non si potevano fare ragionamenti su un dato del report, il joule heat, stimato dai professori e non misurato, per ricavarne la caduta di resistenza, avevo torto, adesso che lo fate voi no... :-)
Ricordatevi che raman parte da lì per dire che c'è un calo di resistenza eccessivo, con l'assunzione dell'ipotesi della pinza invertita hai un calo di resistenza minore ma ancora eccessivo (superiore al -10%). Ripeto il paragone scolastico: se mio figlio prende 5 ha preso una insufficienza, il fatto che un suo compagno prenda 3 non cambia il fatto che mio figlio sia insufficiente. è meno peggio ma sono insufficienti entrambi.

gio ha detto...

@ silvio

@ mario massa

@ franco morici

vedo le energie che state mettendo nell'analisi del TpR2

invece vi inviterei a dare un occhio al brevetto ( utilma volta, scusate;))

Silvio Caggia ha detto...

@Franco Morici
"E cosa centra questo, rigiri solo la frittata. Hai fatto di peggio, per tua convenienza hai messo nero su bianco nel tuo Excel pubblico ipotesi che presupporrebbero l'incapacita' totale."
Finché non ne parlo sono solo numeri in un foglio excel, i numeri non offendono nessuno, è la loro interpretazione che può essere offensiva.

"Non ci sono incertezze suoi miei parametri"
Davvero? Ah certo, le correnti e le potenze medie per te hanno sempre incertezza zero e sono sempre perfettamente coerenti tra di loro alla centesima cifra decimale."
vedi mia risposta a Mario.

"Se non lo sono allora e' tutto sbagliato ed e' molto piu' realistica invece la tua fantasia peak-to-peak."
Esatto, concorderai che dal punto di vista numerico la mia fantasia peak-to-peak non richiede cali di resistenza strani dell'inconel, ma il fatto di essere molto, molto più compatibile con la fisica dell'inconel rispetto all'ipotesi della pinza invertita, diciamo un bel 7 nel paragone scolastico dove la pinza prendeva un 5, non la rende più probabile, la rende semplicemente una interpretazione possibile. E' solo secondo il VOSTRO criterio di probabilità che diventa anche più probabile della pinza...

"Si Caggia, e molto, molto piu' del 68%.
Hai capito? E' chiaro?"
Bene, visto che ammettete che -10% è una variazione possibile dell'inconel allora la pinza invertita è una ipotesi compatibile.
Contento? :-)
Però a questo punto per me è anche compatibile il -70% di Rossi, meno compatibile ma possibile... sai, con gli errori di misura tutto diventa compatibile, basta aumentare gli errori... :-)

"Fai finta di niente perche' il tuo castello di carta non sta in piedi."
quale mio castello di carta?

"Una foto del PCE da inserire come Figura 5, magari all'inizio o al termine, l'ha proibita il medico."
Certo che è proibita, conterrebbe informazioni troppo osè, è già tanto peccaminosa così con tanto di bolloni neri di censura sui valori, figuriamoci l'avessero presa durante il run mostrando anche i valori... qualcuno sarebbe rimasto troppo turbato... :-)

Silvio Caggia ha detto...

@gio
hai visto solo una frazione delle energie, sapessi quante mail ci siamo spediti da inizio mese tutti e 4...
ed anche un paio di domande poste a rossi su JoNP...
questo mese di novembre è stato per me una bella esperienza di full immersion nel mondo della corrente trifase :-)
il brevetto è interessante, ma è vecchio, si riferisce all'e-cat del TPR1. Che cosa ti aspetti dall'analisi del brevetto da parte del gsvit?

Silvio Caggia ha detto...

@aled
se lo è fatto spiegare Rossi dai professori e lo ha scritto su JoNP in risposta ad una mia domanda.

Alessandro Pagnini ha detto...

@ Ubaldo M.
Sicuro?
A me pare che quella sia la, possibile, resistenza interna e non l'esterno dell'HotCat. Dovrebbero portare a 1200, e poi magari 1400 gradi, il cilindro di....allumina...o cosa diavolo era, che ora non mi ricordo, benedetta testa! :-)

piero41 ha detto...

Chi c'è dietro IH, ci si chiedeva...su e-catalyzer "Rick Allen ..[dice]...., l’acquirente e’ la Cherokee Investment Partners LLC, ... che avrebbe: creato la Industrial Heat LLC (I H..dotandola di un fondo di circa undici milioni di dollari), acquisito i diritti sulla tecnologia E-Cat, e avrebbe assegnato a Rossi la carica di Chief Scientist..."

Daniele pensava forse il governo USA dietro IH. Io penso che i vari corpi militari controllino a monte, tutto il relativo sviluppo tenendo per ora fermo lo Hot cat per i civili.... Però dietro la IH ci potrebbe essere anche lo stesso Rossi con un gioco di scatole cinesi anche per sfruttare, incasinandone la propietà, il discorso dei licenziatari sfruttandone come diceva Tia i capitali a garanzia riguadagnandoci nel pay-back---
Perchè la Cherokee investimenti, avrebbe dovuto comprare.... meglio un qualche accordo col nostro comprese le villette e la IH società con azioni?? sulla quale speculare.... e forse con la propietà ancora concretamente in mano Rossi!! Bohh!!

Però Proia non dice che il gatto sia una truffa ma che:
" Mr Rossi is that he has the merit of having broken the wall around LENR and that finally this important, clean and cheap energy source has started receiving the attention it deserves." NON E' UNA SOLA!!!

Probabilmente gli impianti ;come commentavo prima, devono restare nella fidate mani di compagnie USA per favorirle nella concorrenza estera forse anche con supersegreti impianti ad energia a Hot-cat....chissa?? Niente vendite in Eu..

Quanto a questo scontro finale Rossi vs Proia è probabile che sia stato deciso propio da quest'ultimo visto che nell'attesa gli si stava presentando un'altra opzione con le Lern italiane(??) Spero che sia così e che sia PIANTELLI ad uscire e che storicamente ha studi con Focardi e precedenti brevetti rispetto Rossi... Aspettiamo e vedremo :))

«Meno recenti ‹Vecchi   1 – 200 di 294   Nuovi› Più recenti»

Posta un commento

Ovviamente 22passi è un blog, non una rivista on line, pertanto la responsabilità di quanto scritto in post e commenti appartiene solo ai rispettivi autori. Chi è abilitato a pubblicare su 22passi deve evitare botta&risposta a distanza con utenti di altri blog o forum (donde può comunque trarre contenuti citandone la fonte).

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.

Related Posts with Thumbnails