Un blog per appassionati d’Amore onestà spiritualità arte poesia politica democrazia sostenibilità tecnologia green-energy cold-fusion LENR medicina alternativa cambi di paradigma rivoluzioni scientifiche criptoarcheologia e “tante cose infinite, ancor non nominate”. Uno specchio capovolto della realtà: qui siamo una società gilanica, fuori c’è il patriarcato; qui siamo pro E-Cat, fuori c’è il petrolio... per fare previsioni sull’esterno invertite SEMPRE i risultati dei nostri sondaggi interni!

>>>> CERCHI LIBRI SUL BENESSERE DEL CORPO, DELLA MENTE E DELLO SPIRITO?

mercoledì 23 aprile 2014

System and method for supplying hydrogen and deuterium to lenr and e-cat based energy generating systems

Ieri sul forum di Cobraf, il fisico Melchior ha portato all'attenzione di tutti un brevetto USA (United States Patent Application 20140099252) disvelato il 10 aprile 2014:


Abstract. An approach for supplying hydrogen and/or deuterium to LENR and E-Cat based energy generating systems includes receiving a source material that is rich in hydrogen and/or deuterium. A gaseous form of at least one of those elements is extracted from the source material via electrochemical dissociation, hydrocarbon recovery, or a suitable mechanical process. The gaseous form of the element is preferably filtered to remove water vapor and other impurities before being pressurized and supplied to the energy generating system. Advantages of the approach include enhanced safety and system portability due to elimination of a need for pressurized gas storage tanks.

Dal link sopra riportato potete aprire il relativo pdf:
http://www.freepatentsonline.com/20140099252.pdf

A me (che sono ricco di immaginazione!) questo "sistema e metodo per fornire idrogeno e deuterio a sistemi per produrre energia basati su LENR ed E-Cat" fa venire in mente quella volta al Polo tecnologico di Pordenone - era il 12 ottobre 2012 - quando Andrea Rossi, rispondendo a una domanda che era stata rivolta, rivelò di utilizzare un materiale (per la precisione una molecola) capace di accumulare idrogeno e poi rilasciarlo lentamente all'interno dei suoi E-Cat. Ecco esattamente quello che riportai: 
"Un imprenditore che produce e vende Idrogeno ha chiesto in che modo esso intervenga nella reazione e con quali rischi. Rossi ha spiegato che viene usato H atomico e non gassoso e che la quantità è veramente minima (1g per ogni carica che pesa in totale 20g), pertanto non esistono rischi di esplosioni. Tra l'altro, poiché il certificatore ha preteso che non ci fossero bombole di idrogeno nell'impianto, Rossi ha trovato il modo di utilizzare nelle cariche dell'E-Cat una molecola capace di accumulare H atomico: sopra una data temperatura, la molecola rilascia l'H, quando la temperatura si abbassa lo ricattura. L'imprenditore si è detto naturalmente molto interessato a potere utilizzare una tale molecola. Rossi lo ha invitato a contattarlo in privato per passargli volentieri tale informazione." (fonte: 22passi.blogspot.it/2012/10/resoconto-da-pordenone...)
Fatto sta che la richiesta di brevetto in questione è stata presentata il 9 ottobre 2012, cioè tre giorni prima che Andrea Rossi si lasciasse sfuggire queste poche parole. Ed è diventata pubblica 18 mesi dopo, come da normative vigenti.

Ulteriori stimoli per i più curiosi: il brevetto è stato presentato da Marc Kenneth Chason, Daniel Roman Gamota (University of Michigan), Rick Latella, tutti impegnati con DMRI, una società che opera nel settore dei nuovi materiali per la sostenibilità ambientale.

Buon lavoro a chi viene pagato per "dimostrare" col pugnale tra i denti che Rossi non ha in mano quel che dice e... buon divertimento a tutti gli altri!

100 : commenti:

Tizzboom ha detto...

Non è stato ancora stato veramente "approvato", credo semplicemente sia passato il tempo (18 mesi) dopo il quale l'applicazione diventa automaticamente pubblica. Detto questo, dopo una rapida lettura, per me sembra uno spudorato tentativo di patent trolling effettuato nell'eventualità che l'E-Cat risultasse davvero funzionante - in parte comprensibilmente visto il rumore e le aspettative generati in quel periodo. Praticamente si cerca di brevettare il mero fatto che l'E-Cat o qualsiasi altro sistema LENR possano essere alimentati da una fonte esterna di idrogeno non stoccata in forma gassosa e secondo me ha poco a che vedere con quanto menzionò Rossi a Pordenone.

triziocaioedeuterio ha detto...

Se rossi usa una tecnologia simile o succedanea a quella oggetto del brevetto per il rilascio dell'idrogeno solido allora spero che lui o chi per lui abbia già provveduto ad ottenere un brevetto...a meno che nn siano proprio queslli di DMI a fornirgli la tecnologia.
Certo la presentazione del documento in questione avenuta tre giorni dopo Pordenone è a dir oco sospetta....Tizzboom potrebbe aver ragione.

Davide V. ha detto...

Che noia, sempre le solite cazzate. E' da 5 anni che ci viene detto, "aspettate il test, ancora qualche mese e produrremo energia a gratisse" ed ancora dopo 5 anni, la "fusione fredda" di rossi non ha ancora scaldato una tazza di te caldo.

E questo altro "metodo", ma lii avete letti i claims? fanno ridere. con questo metodo ridicolo ci si protrebbe benissimo alimentare un motore o una caldaia che bruciano idrogeno. Insomma, non c'e' niente di rivoluzionario.

Si continua a vedere tanto tanto fumo ... ma l'arrosto, quando si vedra'?

Non affrettatevi a rispondere, perche' la risposta la conosco gia :-)

Gabriele Soranzo ha detto...

Scusate,

faccio una domanda ai "believers".

Ma veramente qui c'è qualcuno che pensa che questo brevetto sia un qualche punto a favore dell'efficienza dell'E-Cat?

Io non sono un fisico, nemmeno dilettante, ma leggendo l'abstract si parla di qualcosa che viene messo dentro all'xcat, mentre sarebbe bello vedere cosa produce fuori!

D'accordo che ognuno vede quello che vuole vedere,
che i bicchieri riempiti a metà di aria e metà di acqua qualcuno li vede mezzi pieni e qualcun altro mezzi vuoti (generalmente di acqua),
che una retta parallela ha una, due, nessuna, centomila altre rette parallele passanti per un punto esterno a seconda di "opinioni" iniziali,

ma mi sembra che ci dovrebbe essere un limite a questo relativismo imperante!

bel sognar e oziar, nessun pugnale, just for fan

Gabriele Soranzo ha detto...

galeotta fu la "u" :)

Salvatore Boi ha detto...

Rossi dice che pensa che il report (positivo o negativo che sarà) verrà pubblicato a fine Giugno 2014.

Salvatore Boi ha detto...


Andrea Rossi
April 19th, 2014 at 6:14 PM

Frank Acland:
It is absolutely sure that the report will be published, whatever the results, positive or negative as they might be. This is the imposition given to us from the Third Indipendent Party Professors as a condition to accept to make the test. They demanded that they will publish the results inconditionally, even if the results will be negative. What said above is granted.
What follows is an opinion of mine, that could be wrong: the report should be published by the end of June. My opinion is based upon the fact that yesterday I have talked with two of the Commettee members and they said that possibly the publication could be made by the end of June. I did not get any anticipation regarding the calculation of the efficiency, while they repeated to me that to analyse millions of data takes time.
Warm Regards,
A.R.

Frank Acland
April 19th, 2014 at 3:42 PM

Dear Andrea,

Do you have a commitment from the authors and reviewers that the third party report will be published, regardless of the results?

In other words, can we be assured that the report will not be ‘buried’ and never see the light of day?

Many thanks,

Frank Acland

gio ha detto...

tempistica che collima con il fatto che rossi entro il 19 maggio , dovrebbe depositare lo statement of use:

http://tsdr.uspto.gov/#caseNumber=85804314&caseType=SERIAL_NO&searchType=statusSearch

Salvatore Boi ha detto...

Anche io, che stamane ho letto il brevetto, credo che non sia utile a chi come Rossi è ormai invece da anni avanti, senza più bombole ecc. ma con specifiche sostanze termo-adsorbenti/rilascianti.

Davide V. ha detto...

@gio

lo statement of use? ma hai capito che cosa hai postato? non si tratta di un brevetto :-)
rossi ha depositato il disegnino del gatto con la palla che forse vuole usare per commercializzare il suo e-cat.
E lo statement of use e' riferito all'uso che vuole fare del disegnino, che tanto non gli servira' a niente visto che il brevetto glie lo hanno gia cassato ahahahahah

gio ha detto...

@ daniele v.

vedo che ridi abbondantemente e ignori: la strada della felicità!

beato te!

bertoldo ha detto...

quello che ho sempre scritto è che rossi estrae energia direttamente dalla ricombinazione di idrogeno visto che non lo consuma .Un grammo di idrogeno fà un bel botto , forse non sufficente a far implodere l'ecat ma se implode lo incrina .Comunque la ricombinazione dell'idrogeno atomico in h2 è la fonte dell'energia in quanto il flash velocissimo di ricombinazione non fà rientrare una parte di etere che viene bloccato e trasformato in calore presumibilmente dalla grafite o da altro materiale in prevalenza carbonioso .Tesla riusciva a trasformare l'etere direttamente in energia elettrica come stà cercando di fare abundo : http://www.hydrobetatron.org/files/08_Report_Pulsed-Powder-Hydrobetatron.pdf

Daniele Passerini ha detto...

@triziocaioedeuterio
Certo la presentazione del documento in questione avenuta tre giorni dopo Pordenone è a dir poco sospetta...
Tre giorni PRIMA, non dopo.

@tutti
Ovvio che si tratta di una mia "libera associazione", se preferite un "bel sognar" come dicono certi bontemponi... ma è curioso che abbiano impiegato più tempo loro a scrivere i loro commenti che io a scrivere il post! :D

Tizzboom ha detto...

@Daniele
Perché pensare male? La mia sincera opinione è che questo brevetto non aggiunga niente di nuovo né utile in merito e che anzi possa essere addirittura dannoso per chi si occupa di questo campo applicativo, nell'assai improbabile caso che venga approvato (ma si può stare tranquilli: non accadrà). Visto che ne è stato addirittura dedicato un post qui credevo inizialmente che fosse di tutt'altra pasta, ma così non è stato.

Alessandro Pagnini ha detto...

@ Daniele
"..ed ancora dopo 5 anni, la "fusione fredda" di rossi non ha ancora scaldato una tazza di te caldo...."

Ti quoto. Possibile che nessuno si sia occupato di mettere una teiera sull'E-CAT? Si vede che non c'era nessun tester inglese purosangue :-) Un aggeggio incandescente (so che i maligni pensano all'effetto joule, ma la mia osservazione è a prescindere dalla natura del calore generato e dal suo COP) a portata di 'infuso' e nessuno ne ha approfittato. E magari ci si poteva persino scaldare l'acqua per quella doccia, agognata da altri, ma chissà perchè nessuno ci ha pensato? Non li capisco questi scienziati, tutti li a misurare e mai che si rilassino ed approfittino di quel bel calduccino a disposizione. :-)
Caro Daniele, certa gente non sa proprio vivere, ahinoi! :-)

Paul ha detto...

Tutti si aspettavano il tè, ma questo non c'è stato. La spiegazione è molto semplice. La superficie superiore dell' Hot-Cat non è piana ma rotonda (essendo un cilindro orizzontale). I Professori hanno provato molte volte ad appoggiarci sopra la teiera, ma l'equilibrio era instabile e la povera teiera finiva sempre per terra. Da ciò la convinzione che l'E-Cat non funziona perché non si riesce a fare il tè....
Ma ora i Professori hanno avuta la grande pensata di progettare e costruire una teiera dal fondo ricurvo con la stessa curvatura dell' Hot-Cat (non per niente sono Professori!!). In tal modo la si può appoggiare tranquillamente sopra il cilindro rovente e questa volta avremo il tè!! Voglio vedere cosa diranno ora gli scettici!!

Paul ha detto...

Sciarada di mezzanotte passata:
Titolo: Nel laboratorio....
An anxxxxxr anxxxxx the catxxxxxr

Silvio Caggia ha detto...

@alessandro
@paul
ma voi lo leggevate topolino?
vi immaginate zio paperone in alaska che trova un filone d'oro e che va a mostrare a tutti le pepite prima di aver ottenuto la concessione?
c'è un solo caso in cui zio paperone lo farebbe: se il filone fosse in realtà esaurito e si stesse approntando una rivendita di picconi, materiali e servizi per minatori... :-)

Silvio Caggia ha detto...

@alessandro
@paul
ma voi lo leggevate topolino?
vi immaginate zio paperone in alaska che trova un filone d'oro e che va a mostrare a tutti le pepite prima di aver ottenuto la concessione?
c'è un solo caso in cui zio paperone lo farebbe: se il filone fosse in realtà esaurito e si stesse approntando una rivendita di picconi, materiali e servizi per minatori... :-)

Daniele Passerini ha detto...

@paul
Xxx yyzzzzzzjjjj yyzzzzzzkk
vari wwwzzzzzzjjjj per e-www.
Dove? In xxxkk andando a Jjjjkk!
Quanto tempo ci mettono? Un yykk!
;)

Daniele Passerini ha detto...

@sivio Caggia
Un Be' crede che Zio Paperone in Alaska abbia trovato un grande filone d'oro, perciò non va a mostrare a tutti le pepite prima di aver ottenuto la concessione.
Un Unbe' crede che il filone sia in realtà esaurito e che Zio Paperone stia approntando una rivendita di picconi, materiali e servizi per minatori.
;)

Daniele Passerini ha detto...

@tizzboom
Perché pensare male? La mia sincera opinione è che questo brevetto non aggiunga niente di nuovo né utile in merito e che anzi possa essere addirittura dannoso per chi si occupa di questo campo applicativo, nell'assai improbabile caso che venga approvato (ma si può stare tranquilli: non accadrà). Visto che ne è stato addirittura dedicato un post qui credevo inizialmente che fosse di tutt'altra pasta, ma così non è stato.
Il tuo ragionamento è corretto. Io mi limito a osservare che la guerra brevettuale preventiva che evochi mi sembra più verosimilmente opera di persone che hanno prove certe del funzionamento dell'E-Cat piuttosto che di meri "believers". Che ne pensi del profilo dei tre brevettatori?

Daniele Passerini ha detto...

@Alessandro Pagnini
Possibile che nessuno si sia occupato di mettere una teiera sull'E-CAT? Si vede che non c'era nessun tester inglese purosangue :-) Un aggeggio incandescente (so che i maligni pensano all'effetto joule, ma la mia osservazione è a prescindere dalla natura del calore generato e dal suo COP) a portata di 'infuso' e nessuno ne ha approfittato. E magari ci si poteva persino scaldare l'acqua per quella doccia, agognata da altri, ma chissà perchè nessuno ci ha pensato? Non li capisco questi scienziati, tutti li a misurare e mai che si rilassino ed approfittino di quel bel calduccino a disposizione. :-)
Caro Daniele, certa gente non sa proprio vivere, ahinoi! :-)

:D :D :D
Per quel che mi riguarda gli unbe' sono liberi di arroccarsi sull'aspettativa frustrata della teiera fumante! Mi piacerebbe solo vedere rispuntar fuori gli stessi nick "lullolalleschi" quando gli e-cat li importeremo a migliaia dagli USA con tanto di garanzia... e affidabilità senz'altro superiore a quella dei 45 F-35 che ci toccherà inghiottire! Mi chiedo: perché le stesse persone che si fanno in quattro per denigrare Rossi ed entourage nel web, o far chiudere il laboratorio di Celani per non "sperperare denaro pubblico" (sic!), non mettono la stessa lena a smaschere le vere bufale e i veri sprechi? Hai presente quanto ci costeranno gli F-35? E che dire di un'opera come la TAV, la cui presunta convenienza economica è stata da tempo scientificamente smascherata (vedi report fatti da UniTO)...

triziocaioedeuterio ha detto...

Tre analizzatori andando a Torino analizzano in treno catalizzatori per e cat e ci impiegano un anno:-/
Ma che vordi'?:)

Paul ha detto...

>Ma che vordi'?:)

E' il seguito della mia, dove xxxxx-> alyze:

An anxxxxxr anxxxxx the catxxxxxr

domenico canino ha detto...

@daniele
ti quoto; la TAV, è un opera inutile progettata nei primi anni 90, ciuoè 24 annia fa, che non porta nessun beneficio ai trasporti di merce su rotaia, visto che la linea che già c'è e semivuota; perchè si fa allora? Per fare lavorare le imprese, che fanno un bel business. Siamo al ridicolo che si fa un opera che è inutile e dannosa per la collettività e l'ambiente, e si fa solo per l'utile di pochissimi, ma potenti. Ma non vedo lì gli unbè sbracciarsi tanto. E' sempre Follow the money; Ed anche per il gatto, sia per believers (come me) sia per unbelievers, proverei ad usare lo stesso metodo. Seguiamo il denaro. Cherokee Fund, ha un gettone minimo di investimento di 25 milioni di dollari. Ergo a Rossi ne ha dati da 25 in su, ed altri investimenti ha fatto per sviluppare ed ingegnerizzare. Voi pensate che questi fondi americani che gestiscono 2 miliardi di dollari tirino fuori un solo centesimo senza aver visto il cammello? Questi l'anno visto eccome il filone d'oro di zio paperone. Altrimenti sono dei fessi che si sono fatti truffare, cosa assolutamente improbabile. Tertium non datur. Ergo il gatto funziona eccome. Ora il tema è se e quando arriverà sul mercato. perchè nessuno vieta che un fondo sovrano americano od arabo con interessi sul petrolio molto grandi, compri il business da Cherokee mettendo sul piatto 250 o 500 milioni di dollari, permettendo di realizzare un grande plusvalenza. E addio e cat for the rest of us. Intanto Rossi ha comprato 14 appartamenti in Florida, e chiunque può controllare sui registri immobiliari, perchè gli UNBE, così svegli nel guardare il dito da non vedere mai la luna, non dicono dove Rossi ha preso quei soldi?
Qui è facile tirare il sasso e ritirare la mano, ma è più difficile confrontarsi con i fatti concreti.
ciao

Daniele Passerini ha detto...

@Triziocaioedeuterio
Ma che vordi'?:)
Nulla! Solo quello che ti ha spiegato Paul: si trattava della mia versione italiana della sua mini-sciarada, solo un po' più sciaradosa! :)))
Quando i miei giochi celano un significato lo dichiarò sempre, in questo caso non c'è alcun significato! In altre parole: bloccate le rotative dei vari ecatblog che attingono qui dentro, se stanno per partire!!! O_o

Paul ha detto...

>perchè gli UNBE, così svegli nel guardare il dito da non vedere mai la luna, non dicono dove Rossi ha preso quei soldi?

La risposta (ridicola) è stata data qui più volte: li ha presi vendendo licenze...

carloluna ha detto...

Ho cercato la parola sciarada su Wikipedia ma il corrispondente inglese(charade) non c'entra nulla con il significato italiano né ho trovato qualcosa di simile al gioco italiano nei siti in lingua inglese. È mai possibile?

Alessandro Pagnini ha detto...

@ Daniele
".. E che dire di un'opera come la TAV .."

Io posso dire che mi sembrerebbe già una gran cosa se i treni ordinari riuscissero a garantire percorrenze con velocità medie di 100Km/ora, con orari affidabili e carrozze decorose (magari anche riscaldate, climatizzate e con le porte che si aprono, tanto per cambiare). Per avere tempi come quelli che auspico, bisogna ricorrere minimo ad un intercity, con tanto di supplemento, per cui io opto per i più economici regionali. Per andare da Prato ad Arezzo, ovvero due capoluoghi di provincia sulla stessa tratta ferroviaria e distanti circa 100Km, parto alle 8,30 e arrivo alle 10,12. Il bello è che da Firenze ad Arezzo prendo un regionale veloce, per fortuna!
Insomma, mentre le ferrovie trovano conveniente cercare, con un certo successo, forse anche economico, di far concorrenza all'aereo sulle tratte nazionali, il trasporto dei 'poveri cristi' deve ancora sperare nella disponibilità di qualche evangelico cireneo che ci metta una pezza, perchè per i pendolari del trasporto regionale, spesso muoversi è davvero un Calvario. :-(
Amen! :-)

Ah...Daniele, a proposito dell'immagine del post, lo porti tu lo zampirone? Pare che qui ci toccherà aspettare forse un paio di mesetti e sulle rive dei fiumi le zanzare sono fastidiosissime. ;-)
Magari io passo a prendere qualche panino e Silvio potrebbe portare i suoi bio-ortaggi e già che c'è anche la figlia del fattore, che insidia da tempo ;-)

@ Paul
Giusto, il problema era il fondo ricurvo per la teiera :-D

Daniele Passerini ha detto...

@carloluna
Ho cercato la parola sciarada su Wikipedia ma il corrispondente inglese(charade) non c'entra nulla con il significato italiano né ho trovato qualcosa di simile al gioco italiano nei siti in lingua inglese. È mai possibile?
Wikipedia dà qualche indizio al riguardo: "La sciarada ebbe grande successo in Francia e in Inghilterra come passatempo da salotto: le allusioni alle parti e al totale venivano anche eseguite in forma scenica. In queste nazioni si impose un criterio fonetico: era cioè il suono delle parole-parti che doveva formare la parola-totale. La sciarada francese chat + rade = charade era quindi considerata valida. In italiano, lingua in cui la scrittura corrisponde quasi univocamente alla pronuncia, si affermò invece un criterio grafico, poi esteso a tutti i giochi enigmistici. È valida la sciarada riconosciuta dall'occhio e non necessariamente dall'orecchio."

Silvio Caggia ha detto...

@alessandro pagnini
Ti aggiorno sul fatto che due domeniche fa abbiamo finalmente realizzato il primo bancale sperimentale del progetto di orto sinergico a dreamland che avevo proposto l'anno scorso. Se ne parlera' nella trasmissione televisiva S.O.S. Gaia in onda sabato 3 maggio alle 16:30 su retesette (streaming: www.rete7.it;
Digitale Terrestre: DVB-T UHF 32 solo in Piemonte e Valle d'Aosta;
Satellite: DVB-S FTA su Eutelsat Hot Bird 13D 11.200 MHz,
Tivù Sat120,
Sky Canale 825)

@carloluna
A me wikipedia sembra esauriente sul tema sciarade... Quelle di daniele sono tipo l'esempio "mio figlio non fa i compiti a natale"
http://it.m.wikipedia.org/wiki/Sciarada

Daniele Passerini ha detto...

@Alessandro Pagnini
Stendiamo un velo pietoso su cosa siano diventate oggi le "ferrovie dello stato". Giusto a titolo di esempio, ricordo ancora quando da liceali, si andava spesso tutti insieme, a passare una domenica a Roma o Firenze in treno, per visitare qualche mostra, museo ecc. e farci un bel giro. I treni costavano poche, c'erano corse frequenti, e con le ultime corse si poteva ripartire per Perugia anche dopo cena. Oggi mia figlia non potrebbe mai fare lo stesso: i prezzi sono aumentati direi di un ordine di grandezza (x10), le corse sono drammaticamente poche e per esser certi di tornare a Perugia in giornata, e non all'alba del giorno dopo, tocca ripartire prima di cena. :(

Daniele Passerini ha detto...

@Paul
Possibile che nessuno si sia occupato di mettere una teiera sull'E-CAT? Si vede che non c'era nessun tester inglese purosangue :-) Un aggeggio incandescente (so che i maligni pensano all'effetto joule, ma la mia osservazione è a prescindere dalla natura del calore generato e dal suo COP) a portata di 'infuso' e nessuno ne ha approfittato. E magari ci si poteva persino scaldare l'acqua per quella doccia, agognata da altri, ma chissà perchè nessuno ci ha pensato? Non li capisco questi scienziati, tutti li a misurare e mai che si rilassino ed approfittino di quel bel calduccino a disposizione. :-)
Caro Daniele, certa gente non sa proprio vivere, ahinoi! :-)

Sorry, nella fretta avevo attribuito ad Alessandro quello che avevi scritto tu. Mi è piaciuto tantissimo! :D

Tizzboom ha detto...

@Daniele
A prescindere di chi ha scritto il brevetto, ritengo che il background fornito al suo interno mostra che si tratti di individui che avevano già da tempo approfondito la questione LENR e convinti probabilmente tutt'ora che almeno un minimo di potenziale reale la tecnologia lo abbia, a prescindere che stiano lavorando su qualcosa di concreto in merito (ma visto che hanno deciso di brevettare tale scemenza, penso di no). Comunque possano andare le cose, un brevetto del genere lo si può considerare un come un "investimento" nel caso che qualcuno (e Rossi/Defkalion sembravano verosimilmente in procinto di giungere presto a quella fase nel periodo in cui è stato scritto) si lanci nella commercializzazione di massa, specie per un'azienda come questa DMRI International, che non mi sembra esattamente di alto profilo (è davvero una multinazionale?).

Il patent trolling esiste a tutti i livelli.

Daniele Passerini ha detto...

@Tizzboom
Comunque possano andare le cose, un brevetto del genere lo si può considerare un come un "investimento" nel caso che qualcuno (e Rossi/Defkalion sembravano verosimilmente in procinto di giungere presto a quella fase nel periodo in cui è stato scritto) si lanci nella commercializzazione di massa, specie per un'azienda come questa DMRI International, che non mi sembra esattamente di alto profilo (è davvero una multinazionale?). Il patent trolling esiste a tutti i livelli.
Ripeto, il tuo discorso non fa una piega. A me ha insospettito solo e semplicemente il fatto che la domanda di quel brevetto fosse stata presentata 3 giorni PRIMA che a Pordenone Rossi facesse quella affermazione sul nuovo materiale che usava per rendere disponibile l'idrogeno nell'Ecat. Quindi ho fatto un collegamento temporale e una libera associazione (nell'abstract si specifica "a source material that is rich in hydrogen and/or deuterium"), null'altro, ma può essere benissimo che hai ragione al 100% tu.

Tizzboom ha detto...

@Daniele
Rossi parlava di "pastiglie" apposite all'interno dell'E-Cat, che avrebbero dovuto rilasciare idrogeno ad alta temperatura e riassorbirlo alle basse. Questo brevetto invece coprirebbe praticamente tutti i possibili sistemi di generazione di idrogeno concepibili esterni al reattore, cosa qual potrebbe essere anche un banalissimo elettrolizzatore, che poi è quanto descritto nel brevetto come possibile incarnazione dell'invenzione.

carloluna ha detto...

Insomma sembra che le sciarade siano un po' difficili da fare in inglese. A Silvio: che piacere!Fukuoka ha attecchito anche a Torino!mi piacerebbe moltissimo vedere il servizio sull'orto sinergico. Se ne può fare un video YouTube?

carloluna ha detto...


@ daniele
in Francia e in Inghilterra si impose un criterio fonetico: era cioè il suono delle parole-parti che doveva formare la parola-totale. La sciarada francese chat + rade = charade era quindi considerata valida

Io penso che tutto ciò derivi dalla cabala fonetica o lingua degli uccelli che gli alchimisti usavano per nascondere le loro conoscenze.
È nota l'ossessione degli alchimisti per la parola "quercia" e per quello che in essa vi è nascosto:Fenomeni piezoelettrici e segreti di trasmutazioni nascosti dentro una charade!

Alessandro Pagnini ha detto...

@ Daniele
"Possibile che nessuno si sia occupato di mettere una teiera sull'E-CAT? Si vede che non c'era nessun tester inglese purosangue :-) Un aggeggio incandescente (so che i maligni pensano all'effetto joule, ma la mia osservazione è a prescindere dalla natura del calore generato e dal suo COP) a portata di 'infuso' e nessuno ne ha approfittato. E magari ci si poteva persino scaldare l'acqua per quella doccia, agognata da altri, ma chissà perchè nessuno ci ha pensato? Non li capisco questi scienziati, tutti li a misurare e mai che si rilassino ed approfittino di quel bel calduccino a disposizione. :-)
Caro Daniele, certa gente non sa proprio vivere, ahinoi! :-)"

Allora, facciamo chiarezza, il virgolettato che riporto è farina del mio sacco :-D

Shine ha detto...

"Mi piacerebbe solo vedere rispuntar fuori gli stessi nick "lullolalleschi" quando gli e-cat li importeremo a migliaia dagli USA con tanto di garanzia... e affidabilità senz'altro superiore a quella dei 45 F-35 che ci toccherà inghiottire!"

Lol questa è da segnare. Ma quando? tra 3-6-18 mesi?

Fidati che quando succederà sarò tra i primi a chiederti scusa.

triziocaioedeuterio ha detto...

Sciain tra gli unbè è il piu' simpatico...nonostante sappia che stia per arrivare la tranvata nn si scanza;-D

AleD ha detto...

@triziocaioedeuterio: tranvata? Quale tranvata? Quelle virtuali o le tranvate di intenzione non valgono mica...

Paul ha detto...

Mi sono chiesto spesso perché Rossi sia finito a lavorare negli Usa anziché restare in Italia. Dal libro di Mats Lewan (pag. 78) spunta un episodio che chiarisce almeno uno dei motivi.
Nell'estate del 2009 Rossi contatta l'Enel tramite il suo amico Giuliano Guandalini che conosceva bene Piero Gnudi dell'Enel.
Come risultato, due ingegneri dell'Enel visitarono Bondeno e fecero accurati controlli sull'E-Cat. Nel luglio 2009 i due stilarono per l'Enel il loro rapporto tecnico positivo. L'E-Cat funzionava con certezza.
Enel fece allora a Rossi l'offerta di collaborare con lui per finanziare completamente ricerca e sviluppo. Ma l'Enel rifiutò a Rossi la richiesta di remunerare tutte le spese ed il lavoro fatto fino a quel momento. Rossi non chiedeva una grande cifra, ma l'Enel non accettò.
Ecco come la Storia può cambiare per sempre...

barnumxp ha detto...

"Mi piacerebbe solo vedere rispuntar fuori gli stessi nick "lullolalleschi" quando gli e-cat li importeremo a migliaia dagli USA con tanto di garanzia... "

#danielestaisereno....

mario massa ha detto...

@Paul
Anch'io ho avuto esperienze non positive in ENEL, e tutto è possibile, anche che una grande società faccia test positivi sull'energia del futuro e poi faccia finta di niente, ma questo è quanto racconta un amico di Rossi. Mats correttamente ha cercato di contattare ENEL ma senza successo: forse le cose non sono andate così, o magari non sapevano neanche di che cosa stava parlando.

Alessandro Pagnini ha detto...

@ Mario Massa
@ Paul

In effetti è ancora presto per poter avere un quadro abbastanza accurato di ciò che è davvero successo a Rossi e al suo termofelino. Intanto aspettiamo di avere le conferme dell'effetto e poi, se come credo queste ci saranno, sicuramente qualche polemica scoppierà e qualche indagine, almeno giornalistica, verrà fatta e probabilmente ne sapremo di più. Ovviamente niente vieta di giocare a fare un po' di dietrologia, anche perchè qui in riva al fiume qualcosa bisogna pur inventare :-), ma il vero divertimento dovrebbe arrivare tra un po', se tutto va come spero.

domenico canino ha detto...

@paul
storia molto interessante, e c'è anche quella coll'Ansaldo energia, e quella con l'Enea; per qualche dollaro in più, abbiamo perso il gatto; ma forse i dollari in più non sono proprio pochi, anche perchè se tu sai di avere una cosa così in mano, non cerchi ragionevolmente di ricavarne più denaro possibile? io lo farei, altro che nazionalismo italico. Contano solo i dollari, come sempre.

gio ha detto...

e così qualcuno all'enel , ha trovato il modo di passare tristemente alla storia!

Paul ha detto...

@Mario Massa
@domenico canino
@Alessandro Pagnini

Vero, la vera e totale verità non è mai quella che si legge, bisognerebbe esserci stati ed aver visto di persona i fatti. Cosa praticamente impossibile.
Quindi si tende a credere ai testimoni, ma è' per questo che un fondo di dubbio e di incertezza rimane, sempre in attesa di ulteriori e chiarificatori sviluppi.

Resta comunque l'amaro sospetto che per risparmiare un piatto di lenticchie, l'Italia si sia fatta sfuggire la famosa gallina.

AC/DC ha detto...

Occhio che sono parecchie le aziende di un certo peso che hanno gravitato attorno a Rossi e si sono pero' girate dall'altra parte, c'e' mica solo Enel. Tutti babbei? alla fine tra tutti i possibili partner industriali se l'e' puppato un fondo di investimento. Tutto puo' essere ma ci andrei piano a sputare sentenze. Idem su Tav e F35, un paese che voglia contare qualcosa deve partecipare a grandi progetti, anche quando i benefici sono quasi solo a lungo termine.

Paul ha detto...

>alla fine tra tutti i possibili partner industriali se l'e' puppato un fondo di investimento

Pensi che si siano fatti fregare milioni di dollari?
Americani ingenuissimi discendenti di quelli che comprarono da Totò la Fontana di Trevi??

AC/DC ha detto...

Non ho detto che si son fatti fregare, ho fatto solo una considerazione. Come siamo irritabili...

robi ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
bertoldo ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
bertoldo ha detto...

"AC/DC ha detto...

Occhio che sono parecchie le aziende di un certo peso che hanno gravitato attorno a Rossi e si sono pero' girate dall'altra parte, c'e' mica solo Enel. Tutti babbei?" chissà perchè ?

" alla fine tra tutti i possibili partner industriali se l'e' puppato un fondo di investimento." uno dei tanti fondi di investimento tipo blackrock che si stà pappando l'itaglia intera dopo averla fatta crollare con una crisi finanziaria creata da loro stessi ... "Tutto puo' essere ma ci andrei piano a sputare sentenze. Idem su Tav e F35, un paese che voglia contare qualcosa deve partecipare a grandi progetti, anche quando i benefici sono quasi solo a lungo termine.
25 aprile 2014 10:58 " Secondo me la gente come te a dei seri problemi di comprensione logico deduttiva . Per gli f35 basta dire che sono dei catenacci che neanche gli idioti si comprerebbero ma che accordi sotterranei , come i sommergibili della grecia da 4,5 miliardi di euro , di svendita dell'Itaglia consentono a persone come te di fare della propaganda spicciola .Come gli f35 siano legati al tav è oltremodo facile da capire e basta seguire le basi militari dei nazisti ammerrrricani in itaglia ...il tav segue le linee di connessione di queste basi che partono attualmente da Napoli per passare da vicenza e arrivare a berlino e guarda caso l'altra direttrice arriva a Kiev ...tutte le balle cacciate sul tav e bastava dire che serve per il trasporto veloce delle armi per assaltare la Russia e la Cina poi ... risparmiati la solita propaganda on line da burattino informatico quale sei .

AleD ha detto...

@bertoldo:
"
tutte le balle cacciate sul tav e bastava dire che serve per il trasporto veloce delle armi per assaltare la Russia e la Cina
"
Questa è fantastica! Quando una c'ha la mente troppo libera...
Spiega un attimo, invece per il nostro idroelettrico, quello fatto e imposto dal fascismo, i motivi reali che tu saprai benissimo quali sarebbero?

AleD ha detto...

@Paul: circa i milioni di $ investiti che garantirebbero la sicurezza del funzionamento, hai numeri su quelli messi sopra blacklightpower e il loro idrino?

bertoldo ha detto...

invece quando uno come te ce l'ha troppo occupata a far propaganda ai n a z i s i o n i s t i Usa e getta non si rende conto neanche che c'è ancora qualcuno che può vederla diversamente e apre leggermente gli occhi ?
Sul Fondo ammmerrrricano che si stà comprando pezzo pezzo Italiotilandia cosa pensi italiota svenduto ?

bertoldo ha detto...

Corridoi TAV per italioti con il cervello in menopausa . Ora spiegami che gli f35 servono per le guerre pace ma che saranno abbattuti al primo sparo ...

Alessandro Pagnini ha detto...

Mah...quanti siano i dollari dati a Rossi, io non lo so. Quello che più mi colpisce, favorevolmente, è che IH afferma di aver testato positivamente il prodotto e aver acquistato la tecnologia DOPO che era stata condotta una loro verifica. Inoltre il loro 'chief scientist' afferma, non smentito, che IH ha ricostruito, senza il suo intervento diretto, ma solo con i progetti e le procedure in loro possesso, un E-CAT funzionalmente identico a quelli che egli produceva e che avevano potuto verificare. Inoltre, 'sti disgraziati hanno pure avuto l'ardire di imbastire un mega test di 6 mesi, per il quale sono stati consegnati 3 E-CAT, ma che, a quanto pare, non è servito utilizzare, perchè il primo acceso ha lavorato bene per tutto il periodo. Conoscete qualcun'altro in grado di sottoporsi ad una verifica simile? Magari Blacklight Power sarà anche su una strada promettente e qualcuno potrà investirci anche un sacco di soldi e forse saranno anche investiti benissimo, ma tra essere per strada ed essere arrivati, c'è una gran differenza. Vorrei anche far notare due cose:
1) I Rossi says, essendo adesso Rossi un dipendente, sia pure a status speciale (immagino avrà anche delle royalties e cose del genere), di IH, quando parla sul Jonp, non di filosofia, ma di questioni che riguardano il prodotto di IH, se spara stupidaggini, minimo lo costringono a rettificare, perchè parla a nome e di faccende dell'azienda IH, in quel caso.

2) Ancora non sappiamo i risultati del test. Va comunque ammirato il coraggio di averlo affrontato, segno di una grande convinzione nei propri mezzi, ma la vittoria non è ancora certa. Ritengo altamente improbabile che IH si sia buttata a pesce in una situazione del genere se non dopo essersi assicurata di ben figurare, tuttavia, almeno per scaramanzia, dobbiamo ancora aspettare un paio di mesi per sapere se il nuovo fuoco di Prometeo esiste davvero e quindi per stappare lo 'spumante buono' (quello un po' meno pregiato l'ho già stappato dopo il primo report ;-) ).

AleD ha detto...

@bertoldo: egregio, io non ho fatto nessuna propaganda, mi sono limitato a quotare una tua "affermazione" che ritengo un attimo una fesseria e a chiederti come paragone come mai non hai perle simili su altre realizzazioni imposte in anni passati che si sono dimostrate utilissime (e per questo ho citato l'idroelettrico che oggi sarebbe ***IMPOSSIBILE*** da replicare vista la numerosità e fantasia dei contrari a prescindere).

@Alessandro: i test di validazione della blacklight power ci sono ma non se li fila nessuna, peccato. Ho provato a chiedere pareri qui e di la, ma nisba. Però pure quelli sono test, e non sono nemmeno solo due.
Tu pensa, di miracolo energetico ne basterebbe 1, e ne abbiamo invece fin 2?

domenico canino ha detto...

@ac/dc
mah, su TAV e F35, ritieni di essere bene informato?
TAV, opera inutile, passaggio ferroviario per MERCI, dove esiste una linea ferroviaria esistente che viaggia oggi semivuota. Era stata sovrastimata al momento del progetto 20 anni fa, la possibilità di incremento su quella tratta; ma dopo 20 anni si è visto che l'incvremento non c'è stato affatto, e non ci sarà mai; ergo l'opera è costosa ed inutile, ma la si fa perchè l'unica cosa che conta sono gli appalti delle imprese che hanno vinto le gare; e l'interesse collettivo del paese? E la inutilità conclamata dell'pera non contano nulla?
F35, sono d'accordo con Cavour e con te che se ti vuoi sedere al tavolo con i potenti, il gettone lo devi spendere; ma perchè il gettone sbagliato? perchè proprio un arero che non va, e che è peggio delgi eurofighter? Si potrebbe dire agli americani, noi il nostro budget di spesa lo manteniamo, collaboriamo, ma li spendiamo in missioni di pace, in altre attrezzature, in altri progetti, ma non in quello che non funziona. Ma dietro il pentagono ci sono enormi lobby di aziende militari, che hanno un grande peso su tutto, E la crisi Ucraina, in quel senso, spingerà verso un nuovo riarmo.

domenico canino ha detto...

@paul
la cosa che mi darà più fastidio, sarà vedere un porta a porta con Bruno Vespa ammiccante, o un Superquark con un Piero Angela sdraiato ed adorante, che parlano sorridendo con Andrea Rossi, ed elogiano il genio italiano! Mi viene il voltastomaco solo a pensarci!

Paul ha detto...

>domenico canino
Sarebbe veramente da voltastomaco. Spero (e ritengo) che Rossi mai accetterebbe tali inviti ipocriti ed estremamente tardivi. Rossi non ne ha bisogno, e sappiamo bene che il carro del vincitore trova sempre nuovi (indegni) passeggeri.

Robbins ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Alessandro Pagnini ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Alessandro Pagnini ha detto...

@ AleD
"... i test di validazione della blacklight power ci sono ma non se li fila nessuna, peccato. Ho provato a chiedere pareri qui e di la, ma nisba. Però pure quelli sono test, e non sono nemmeno solo due.
Tu pensa, di miracolo energetico ne basterebbe 1, e ne abbiamo invece fin 2?.."

Ho sentito parlare dei loro test, ma siamo a livello di prototipi. Difficile valutarli, come lo è stato fino a prima del TPR di Rossi. Ancora non tutti i dubbi sono dissipati, certamente, ma tra il mostrare una veloce misura, fatta magari con setup scelto dall'inventore e lasciare il prodotto in mano ai tester, addirittura, come adesso, in laboratori esterni, con setup libero e 6 mesi (dicasi SEI MESI) di misurazione ininterrotta, fa una certa differenza, almeno per me. Rimane da vedere il risultato, ma se questo fosse positivo, io non lo ritengo paragonabile ai test fatti da blacklight (contro cui non ho niente e alla quale auguro la miglior fortuna) o quelli fatti dai greci, che infatti non hanno retto alla prova di un occhio attento.
Io dico che attualmente regna una certa incertezza, che si può vedere più o meno spostata verso una direzione possibilista, ma ancora la famosa pistola fumante non si vede. Se e ribadisco SE, il TPR in corso (il report è ancora in scrittura) desse un esito positivo fuori da dubbi su errori di misura (diciamo un COP >=2?) io credo che voler negare che dietro al fumo ci sia arrosto diventerebbe veramente, a quel punto, un esempio di cocciutaggine e fede incrollabile nelle proprie fissazioni negazioniste. Però a quel famoso punto ancora non ci siamo e quindi, per adesso, ognuno si aspetta dal futuro un po' quello che sente e che gli piace credere. E lo spumante è lì in fresco che aspetta :-)

domenico canino ha detto...

@paul
sottovaluti il narcisismo degli umani.

Paul ha detto...

>sottovaluti il narcisismo degli umani.

Mah, lo potrebbe eventualmente fare non per narcisismo ma come senso di rivalsa contro tutti coloro che lo hanno perseguitato. Ad iniziare dai giornalisti & C. dei tempi di Petroldragon. Ma non credo comunque che lo farebbe. Invece che in TV lo vedrei più realisticamente partecipare a conferenze stampa in giro per il mondo.
Comunque stiamo (ampiamente) fantasticando e precorrendo i tempi.
Aspettiamo questo paio di mesi poi si vedrà...

domenico canino ha detto...

@mistero
che fine hai fatto? Non vorrei che fossi anche tu trasmigrato in Florida da Padova, via astronave a cavitazione, e magari abiti in una delle case di Rossi...

Alessandro Pagnini ha detto...

@ Domenico Canino
"...un Superquark con un Piero Angela sdraiato ed adorante.."

Piero Angela è quasi sempre allineato e coperto con l'ufficialità scientifica. Eppure ne ricordo un gesto quantomeno 'imprevedibile', quando fece passare un positivo servizio sull'auto ad aria compressa. Abbastanza coraggioso per certi versi. L'importante è che non gli si tocchino certi nervi scoperti. Tutto ciò che odora, al suo naso, di ciarlataneria, diventa immediatamente oggetto di anatema. Non so come la pensi sulla fusione fredda, a dire il vero. Non so se corrispondano al vero le notizie che ho io, eventualmente qualcuno che ne sa di più potrebbe confermarmele, ma la sintonia 'rigidamente negazionista' (per certi temi, quantomeno) che spesso si è prodotta con Margherita Hack, è possibile che abbia origine, qualora corrispondessero al vero le notizie in mio possesso, da traumi familiari non superati. Pare che un familiare di Piero Angela (la figlia, possibile?) sia stato/a abbindolato/a e circuito/a da una specie di sedicente stregone e che questo abbia irrigidito ancor più le sue posizioni, forse già non proprio apertissime, scatenando una vera e propria guerra di 'religione'. Mi si dice anche che il padre di Margherita fosse il presidente della società Teosofica fiorentina e qui il fenomeno di un eventuale conflitto genitore figlio/a potrebbe essere stato vissuto a ruoli inversi, rispetto a quelli di Angela. Magari questi 'rumours' non sono veri, tuttavia la rigidità di posizioni e l'incapacità di mettersi in discussione, magari anche con un po' di sana autoironia, è normalmente uno sgradito regalo di conflitti, traumi e/o fissazioni (appunto...), che vengono rediretti secondo uno schema che ci appare accettabile. In questo senso troviamo i 'believer' duri e puri, quelli che non li smonti nemmeno con le cannonate, i tifosi ad oltranza di una ideologia, o di un paradigma scientifico, o di una religione e che vivono questa loro 'fede' in maniera maniacalmente devota. Anche lo scetticismo, che è l'antidoto naturale a queste distorsioni, può diventare una fede quando si incancrenisce e da sano dubitare e rimanere comunque aperti a successive verifiche, sconfina nel rifiuto a riconoscere per almeno vera fino a prova contraria, una cosa ampiamente dimostrata. Quindi, il cercare di non rimanere impigliati nella rete del 'fideismo' può a sua volta essere una trappola. Dura, eh?! ;-) :-D

triziocaioedeuterio ha detto...

Che voi sappiate c'è stato qualche riferimento da parte di rossi sulla possibilità che il nuovo Tpr possa essere pubblicato su una rivista diversa da arxiv?magari più blasonata?

Alessandro Pagnini ha detto...

Noooo....Silvio....noooo, anche sul jonp, adesso!!! :-D
Siamo fritti, quel poco di buona reputazione che potevamo avere come blog, ce lo stiamo giocando tutto, con uno dei membri più presenti e attivi (Silvio) che si esibisce sul jonp nella difesa d'ufficio del cancro, secondo la dottrina di Hamer.
Su E-CAT world non verranno più a 'piluccare' rumours da noi. Almeno non dovremo più preoccuparci di quello che ci scappa detto :-D :-D :-D

Silvio Caggia ha detto...

@alessandro pagnini
Ti dicessi qual e' il mio obiettivo segreto... :-D

Silvio Caggia ha detto...

@daniele
Voio... ciarada... Voio... Gnee... Gneee... :-(

Alessandro Pagnini ha detto...

@ Silvio
"Ti dicessi qual e' il mio obiettivo segreto... :-D "

Mi sa che devo preoccuparmi! :-(
:-D

domenico canino ha detto...

@alessandro
anche a me quando ho letto il post di silvio su jonp, è venuto un colpo; ma siccome mi sta molto simpatico, ben gli sta a Rossi and company, che tra steven karels ed eernie stanno cazzeggiando un pò troppo, per uno che ha in mano una invenzione da terza guerra mondiale;
per quanto riguarda piero angela, io posso raccontare nel piccolo, la mia vicenda personale; 2003, per un mio arcinoto scoop archeologico, contatto la RAI regionale, che si attiva con due servizi sul tg; poi mi contatta la RAI 3 nazionale e fanno un servizio di 3 minuti su Leonardo, trasmissione scientifica pomeridiana; poi passo al TG 2, poi a La Repubblica con pagina intera speciale non trafiletto, Le Monde in Francia, Focus (due volte) Panorama, e moltissimi giornali locali come il Quotidiano delle Calabria che ringrazio ancora. Poi penso di fare lo scoop più grosso, di andare sul mainstream, viene la troupe di GAIA con Mario Tozzi, e ci facciamo un gran servizio che va in onda nel febbraio 2004; ottimi ascolti, bel montaggio, belle musiche; a quel punto mi sento onnipotente, e telefono a Piero Angela, che non trovo, e la redazione mi mette in contatto con il figlio Alberto; che mi risponde così: abbiamo visto il suo studio ed i reperti veramente belli, ma siccome nessuna università o sovrintendenza, ha ancora dato un parere ufficiale, noi non ci muoviamo; noi lavoriamo a stretto contatto con gli archeologi ufficiali, non andiamo mai sulla linea di confine, lavoriamo sul terreno ormai consolidato; ci dispiace e ci risentiremo, quando la cosa sarà più avanzata negli studi; io sono un pò presuntuoso e permaloso, ed anche se avessi qualche prova ed imprimatur ufficiale, non li chiamerei mai più; anche perchè, in realtà con questo atteggiamento supponente, hanno dato implicitamente degli avventati e superficiali a tutti quelli che invece si sono spesi e sono venuti a vedere i reperti di persona, de visu, che è la cosa che qualunque ricercatore serio dovrebbe fare, ai posteri l'ardua sentenza;

domenico canino ha detto...

@silvio
piantelli nuovo brevetto: litio e boro catalizzatori ; mi sa che davvero tu ci avevi preso; o forse sta brevettando tutti i metalli a caso...

robi ha detto...

la Santissima Inquisizione (cicap in parole povere) non si è ancora posizionata su un giudizio incontestabile sull e-cat.
Son tre anni ,e anche loro aspettano

che temano di sputtanarsi !!...

perchè? cosa sanno loro?..

Paul ha detto...

> o forse sta brevettando tutti i metalli a caso...

su cobraf dicono che ha brevettato tutto tranne l'aspersione con l'acqua santa....

Alessandro Pagnini ha detto...

@Paul
"...su cobraf dicono che ha brevettato tutto tranne l'aspersione con l'acqua santa.... "

Mi sa che su Cobraf dicono bene. Non vorrei essere cattivo, ma qui Piantelli sta un po' orinando fuor dal pitale. Come sente odor di qualcosa che Rossi (e non lui) potrebbe aver scoperto come usare, piglia e ci spara sopra un brevetto. Mah....!!!

L'acqua santa penso non l'abbia brevettata solo perchè è stato preceduto di svariati secoli, da Santa Romana Chiesa ;-)

Alessandro Pagnini ha detto...

Mi sa che se a Piantelli capita di rivedere un cartone di Braccio di Ferro, gli viene la voglia di brevettare anche gli spinaci, per non parlare delle mitiche 'spagnolette' di Super Pippo, tutta roba che in quanto a dare energia non scherzava davvero e nel caso delle spagnolette, fornivano anche delle appariscenti, anche se vagamente ineleganti, calzamaglie :-D

triziocaioedeuterio ha detto...

Sinceramente sto piantelli non è mai piaciuto nemmeno a me...ha dato ad intendere più volte che l' arrosto fosse a portata di mano ma fino ad ora ha solamente chiesto finanziamenti per le sue ricerche.....mah...

Paul ha detto...

Molti anni fa (prima ch'io sentissi parlare di Rossi) c'erano articoli scientifici sui giornali (non ricordo quali), nei quali si parlava di queste ricerche con una cella contenente un filo capace di generare più calore di quello immesso. Ricordo che si diceva che erano ricerche molto promettenti perché avevano visto che trattando il filo in un modo speciale, c'era la possibilità di incrementare molto tale energia....

Mahler ha detto...

Ventidue gennaio duemilaundici, ore 14:21. Fu lì che tutto ebbe inizio. Da allora 2492 commenti e uno spirito combattivo che non ha eguali. Bertoldo, l'uomo che illumina d'immenso le discussioni di questo blog. L'uomo monoatomico-non-molecolare, l'eterea presenza che sfuma sempre verso l'assenza. Lui, la cui fatica è fin troppo sottovalutata e ignorata dai più. È a lui che dedico questo commento. Voi, stupidi nazisionisti, non potrete più ostinarvi a ignorare Bertoldo… e la sua formica.
Sssse! Voi. Inchinatevi!
Per scrivere un commento può bastare poco. Ma se si considera il tempo complessivo speso da un commentatore attivo per leggere i commenti altrui + preparare le idee + scrivere un nuovo commento + fare il check periodico per eventuali repliche, possiamo tranquillamente considerare di 1 ora il tempo medio speso dietro tutta la catena di eventi provocata da ogni singolo commento. Stima fortemente conservativa, che non tiene conto dei casi di intere giornate perse.
Dunque 2492 ore di lavoro umano compiuto dal nostro eroe. Ancora non capite di che si tratta, vero?
Allora ve lo spiego. Trattandosi di lavoro sedentario possiamo attenerci al fabbisogno energetico cinetico medio di un essere umano di sesso maschile fornito da Wikipedia: 65000 cal/h – che non tiene conto del fabbisogno basale (l'energia ulteriore necessaria al metabolismo). Dunque, moltiplicandolo per il numero di ore di lavoro prodotte da Bertoldo, otteniamo 161 980 000 calorie. Una caloria equivale a 4,1867999409 joule e a noi piace uniformarci al SI. Quindi, convertendo l'energia spesa secondo il SI, otteniamo il valore 678 177 854,426 joule di energia convertita in lavoro utile – non vi sono dubbi a riguardo – da Bertoldo.
A quanto equivale una tale impressionante ammontare di energia? Beh, è facile da afferrare. Proviamo a rendercene conto immaginandola come energia cinetica.
Sappiamo che la velocità che è possibile imprimere a un corpo partendo da una data energia dipende largamente anche dalla massa del corpo stesso ed è uguale a v = √(2 × E / m). Adesso voliamo di fantasia e chiediamoci: che velocità avrebbe raggiunto a quest'ora una formica nello spazio se si fosse potuta servire di tutta l'energia spesa da Bertoldo nelle sue battaglie quotidiane contro i nazisionisti?
Dobbiamo prima di tutto partire dalla massa della formica media, che è pari a 3 mg, ovvero 0,000 003 kg. Ma di formiche ce ne sono di tutte le taglie e a noi piacciono i cuccioli, perciò scegliamo una formica un po' più piccola – diciamo un terzo della media (= 0,000 001 kg). Adesso facciamo tutte le sostituzioni nella formula precedente e otteniamo la velocità di:
v = √(2 × 678177854,426 / 0,000001) = 36 828 734, 826 m/s (pari a più di un decimo della velocità della luce)
Wow!
Da non credere…
Ecco fatto. La formica di Bertoldo è pronta a partire. Appena 35 anni e sarà su Proxima Centauri.
Buonviaggio formica! Sarai tu a salvare l'umanità dai nazisionisti u.u

Ciao a tutti, 22passiani!! ;P

@Bertoldo
P.S. tranquillo, anch'io non sono stato da meno: ho la metà dei tuoi commenti alle mie spalle :)

Daniele Passerini ha detto...

@Silvio Caggia
Voio... ciarada... Voio... Gnee... Gneee... :-(
Fortuna che ci sei tu! ;)
La sciarada esce di sabato, ma non ha un orario preciso... può uscire allo scoccare della giornata, nel cuore della notte, all'alba, comunque sia durante la giornata. Da un blog amatoriale non si può pretendere di più... :)
Ho appena pubblicato la sciarada di questo sabato... ma immagino che - tanto per cambiare - ti resisterà solo pochi secondi.
P.S. Oggi con la Multipla al completo (6 posti tutti occupati) abbiamo fatto un bel giro nel cuore dell'Umbria con due tappe principali: l'incredibile Scarzuola (forse l'unico posto al mondo dove un luogo francescano ed esoterico si sono magicamente compenetrati) e l'Orvieto sotterranea.

Daniele Passerini ha detto...

P.S. Incredibile a dirsi, abbiamo beccato uno dei pochi "corridoi di bel tempo" della giornata... abbiamo avuto quasi sempre sole e siamo stati sfiorati dalla pioggia solo sulla via del ritorno. Alla faccia di tutte le previsioni meteo che ci sconsigliavano gite fuori porta.

Robbins ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Silvio Caggia ha detto...

@mahler
"Sappiamo che la velocità che è possibile imprimere a un corpo partendo da una data energia dipende largamente anche dalla massa del corpo stesso ed è uguale a v = √(2 × E / m). Adesso voliamo di fantasia e chiediamoci: che velocità avrebbe raggiunto a quest'ora una formica nello spazio se si fosse potuta servire di tutta l'energia spesa da Bertoldo nelle sue battaglie quotidiane contro i nazisionisti?"

Non riesco a capire... Cosa intendi per "a quest'ora"?
Quando gliela imprimi tutta quella accelerazione alla povera formica?
E come?
Secondo la tua formula aumentando l'energia e diminuendo la massa dovresti far superare la velocita' della luce ad una zampetta della formica... Non c' che stai frequentando la gelmini? :-D

robi ha detto...

mahler
bravo
ti aspettavamo per questo tuo grande ritorno

visto che hai tempo
attendiamo un analisi come hai fatto a bertoldo
di tutti noi
ciao ..e grazie

Mahler ha detto...

@silvio
Quanto spalmi nel tempo l'accelerazione non cambia l'energia necessaria. Sulla relatività, ho volutamente usato l'approssimazione newtoniana per le basse velocità. Ma hai ragione tu, con quella formula, aumentando l'energia in gioco, si supererebbe la velocità della luce e a essere precisi andrebbe usata la formula completa: che però, per basse velocità darebbe quasi esattamente lo stesso risultato. Prova tu stesso: a 0.1 c, Newton va più che bene :)

@robi
Grazie per il complimento :)
Ma su bertoldo mi è venuta così, d'istinto. Pochi come lui catturano la mia attenzione…

robi ha detto...

sai malher
robi e altri ,magari , ti fanno al limite prurito
bertoldo invece ti fa incazzare o sganasciare
tanto che gli dedichi il tuo prezioso tempo

è qualcuno per te
anche se ti diverti a sputtanarlo

Mahler ha detto...

@robi
No, no, è proprio amore vero! :)

Silvio Caggia ha detto...

@mahler
Ma come fai a spalmare nel tempo l'accelerazione? Che sistema di propulsione usi?!?
Dal tuo esempio io assumo che usi ne piu' ne meno che una catapulta... :-)
Hai verificato l'effetto di tale accelerazione pressoche' istantanea sulla formica? :-)
Hai qualche brevetto di questa catapulta che lancia a velocita' 1/10c le formiche?

Mahler ha detto...

@silvio

> Ma come fai a spalmare nel tempo l'accelerazione? Che sistema di propulsione usi?!?

Ohibò! Che domande?!!
(che Laureti mi perdoni ✌)

Silvio Caggia ha detto...

@mahler
Allora formula questa domanda:
@laureti
Mi scusi, quale massa dovrebbe avere come minimo il suo sistema di propulsione non newtoniana miniaturizzato per trasportare il carico utile di un cucciolo di formica da 0,001 grammi?

Non so cosa ti rispondera' ma io dubito molto che starai nell'ordine di grandezza della massa della formica...
Mi dispiace, niente viaggio stellare per la formica di bertoldo... :-D
Ma poi scusa, da dove viene questa cosa della formica di bertoldo? Mi sono perso qualche puntata in cui bertoldo parlava di formiche?!?

porfirio ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Emidio Laureti ha detto...

@Mahler

Non sono un buonista e quindi il non perdono è questo:
Tra un po [ ma potrebbe essere pure fra un anno :-) ] ci sarà una manifestazione all’Asps Calmagorod circa la violazione sperimentale del principio di azione e reazione by pnn.
Poiché io non sono A.Rossi alle controparti scettiche e incidentalmente perculanti è fatto obbligo di portare la loro strumentazione di misura per accertare la verità o meno dei nostri ormai decennali claims
Spero in una sua non fuga come purtroppo questi
http://www.asps.it/lagrandefuga.htm

per asps ad astra :-)

Mahler ha detto...

@Emidio Laureti

Ho letto solo ora… Le ho risposto dall'altra parte.

Posta un commento

Ovviamente 22passi è un blog, non una rivista on line, pertanto la responsabilità di quanto scritto in post e commenti appartiene solo ai rispettivi autori.

Related Posts with Thumbnails