Un blog per appassionati d’Amore onestà spiritualità arte poesia politica democrazia sostenibilità tecnologia green-energy cold-fusion LENR medicina alternativa cambi di paradigma rivoluzioni scientifiche criptoarcheologia e “tante cose infinite, ancor non nominate”. Uno specchio capovolto della realtà: qui siamo una società gilanica, fuori c’è il patriarcato; qui siamo pro E-Cat, fuori c’è il petrolio... per fare previsioni sull’esterno invertite SEMPRE i risultati dei nostri sondaggi interni!

>>>> CERCHI LIBRI SUL BENESSERE DEL CORPO, DELLA MENTE E DELLO SPIRITO?

mercoledì 12 giugno 2013

Anche Al Gore sposa la causa della Cold Fusion

Ho volentieri accettato l'invito di Russ George a tradurre integralmente il suo ultimo post pubblicato sul proprio sito Atom Ecology. Incredibile, mentre in Italia sono proprio i più influenti sostenitori del Global Warming a contestare e denigrare la fusione fredda, all'estero è lo stesso Al Gore a darle credito...

***
Al Gore definisce la "fusione fredda molto intrigante" a proposito delle soluzioni al cambiamento climatico.


Il vice-Presidente Al Gore
L'ex vice-presidente Al Gore ha rivolto parole molto incoraggianti a chi persegue soluzioni al cambiamento climatico.

Ha parlato della necessità di utilizzare molti "strumenti" al fine di fornire energia per aiutare a risolvere la crisi del cambiamento climatico. Interrogato sulla fissione nucleare tradizionale, ha detto che molte nuove tecnologie sono state oggetto di indagine e che reattori nucleari di dimensioni molto più piccole sono la prospettiva più probabile alle porte, si tratta di reattori di dimensione minima rispetto alle centrali con reattori multi-gigawatt ora diffusi in tutto il mondo.

Riguardo la tecnologia della fusione calda l'ha liquidata dicendo che mancano almeno 50 anni per qualsiasi applicazione significativa.

Ha quindi parlato di "sviluppo molto intrigante nel campo della fusione fredda" rispetto al quale Google+ ha sponsorizzato una tavola rotonda.

Pons e Fleischman, 1989
Il vice-presidente Gore si riferisce sicuramente alla rinascita della Cold Fusion, giunta ormai a quasi 25 anni dalla scoperta nel marzo del 1989 di Fleischmann e Pons. Da allora innumerevoli lavori scientifici sono stati presentati a conferenze scientifiche d'alto rilievo in tutto il mondo, mostrando che a livello di banco di laboratorio il processo funziona in modo consistente. Tuttavia negli ultimi anni una serie di gruppi hanno lavorato per rendere la fusione fredda una fonte di green energy pulita su larga scala.

L'impianto E-Cat da 1 MW

Recentemente un gruppo italiano di ricerca e sviluppo guidato da Andrea Rossi ha più volte mostrato dispositivi in grado di produrre potenze dall'ordine dei kilowatt fino al megawatt. Poche settimane fa un gruppo indipendente europeo di ricerca energetica, sostenuto da uno dei più prestigiosi enti di ricerca sull'energia in Europa, ha riferito tramite il data-base scientifico on line ArXiv della prova innegabile di ordini di grandezza di energia superiori a qualsiasi fonte non-nucleare conosciuta data al team di osservatori. Questo report ha scatenato un acceso dibattito e l'interesse dei media sulla tecnologia di Rossi.

Sia Forbes che Wired hanno proclamato in cronache importanti che i nuovi reports sulla tecnologia a fusione fredda di Rossi sembrano aver toccato ogni traguardo richiesto anche dagli scettici più convinti. In effetti il gruppo europeo di scienziati che ha pubblicato il recente report positivo includeva un [ex] capo della più importante "società di sciettici scientifici" d'Europa. 

Forbes scrive sotto il titolo: "Finalmente! Test indipendenti del dispostivo E-Cat a fusione fredda di Rossi: Forse il mondo cambierà dopo tutto..." (20 Maggio).

Wired scrive sotto il titolo: la Cold Fusion diventa incandescente e si propone alla EU" (24 maggio).

Non si può chiedere titoli ancora più forti di questi.

Pochi anni fa anche mio lavoro in questo campo è stato descritto in Wired Magazine.

O se si preferisce si può ascoltare il SCIENCE FRIDAY Radio Podcast dove io e uno dei più importanti scienziati della fusione calda della struttura di ricerca "General Atomics Tokamak" di San Diego discutiamo del mio lavoro sulla FUSIONE FREDDA con Ira Flatow. Per approfondire questo importante argomento ci sono numerose informazioni sulla Fusione Fredda sul sito Atom-Ecology.

Il vice-presidente Gore non è l'unico leader mondiale a dare uno sguardo da vicino alla fusione fredda. Proprio la scorsa settimana il Parlamento europeo ha ascoltato con attenzione rapita un briefing sulla fusione fredda appositamente organizzato a Bruxelles.

È possibile ascoltare Al Gore sulla tavola rotonda sul cambiamento climatico a questo link di YouTube...

(link originale: http://atom-ecology.russgeorge.net/2013/06/11/al-gore-cold-fusion/)

22passi.blogspot.com: post n. 2135 (-87)

102 : commenti:

Silvio Caggia ha detto...

Intanto la concessionaria svedese ha gia' trovato il cliente pilota e rossi ha dato il benestare...
Rossi infatti scrive: "Our Swedish licensee has proposed to us a Customer we like, therefore they are free to buy a plant to put it in the concern of their Customer and sell the energy"

Paul ha detto...

Bene, molto bene, benissimo.
Non dovrebbe passare molto tempo, penso solo pochi mesi, dopo di che speriamo che rendano pubblici i risultati.
I "negazionisti" ad oltranza proclameranno con sicurezza che è ancora fuffa o che il Customer non se ne intende o che è colluso ecc. ecc.

Le cose reali stando andando avanti sempre più veloci ed il fiume sta aumentando la sua piena.

Silvio Caggia ha detto...

@paul
« The key to every man is his thought. Sturdy and defying though he look, he has a helm which he obeys, which is the idea after which all his facts are classified. He can only be reformed by showing him a new idea which commands his own. »
« La chiave di ogni uomo è il suo pensiero. Benché egli possa apparire saldo e autonomo, ha un criterio cui obbedisce, che è l'idea in base alla quale classifica tutte le cose. Può essere cambiato solo mostrandogli una nuova idea che sovrasti la sua. »
[Ralph Waldo Emerson]

Fabio Crestani ha detto...

Caspita veloci gli svedesi...
Quante belle notizie!

Red5goahead ha detto...

E Prometeon? seguirà l'esempio?

Silvio Caggia ha detto...

@red5goahead
Mah... Nessuno ha smentito i miei calcoli sul margine di guadagno su 1MWh com i prezzi dell'energia elettrica e gas industriali in italia... Se le cose stanno cosi' la vedo dura che prometeon investa nell'acquisto di un e-cat dimostrativo per un cliente che usa il gas... Magari per un cliente che usi gia' 1MW elettrico per produrre calore... Se e' vero che ne esistono come ha detto qualcuno qui... (Scusate se sono un po' san tommaso, ma non capisco proprio perche' queste aziende stiano usando attualmente l'elettricita' e non il gas...)

S. Thomas ha detto...

Per un pugno di voti ... venderebbe anche la ma... ehm la fusione calda

Giovanni Costantini ha detto...

E' un gran peccato che ai vari claims non seguano quasi mai riscontri verificabili. Conservare la fiducia in queste condizioni richiede la fatica di Sisifo.

Silvio Caggia ha detto...

E' una gran cosa che ai vari claims seguano a volte riscontri verificabili. Conservare la sfiducia in queste condizioni richiede la fatica di Sisifo.
Poveri un-believers...
:-D

Vettore ha detto...

Leggo nella risposta di Rossi su JONP una velata nota polemica: sembra quasi che questa iniziativa di HydroFusion sia stata un tantino unilaterale, e quindi lui risponde che possono farci quello che vogliono con l'impianto, ma se lo devono regolarmente comprare da lui prima (niente regali insomma...)
Beh, in fondo nei rapporti con i licenziatari a volte vanno così le cose...

AmaRoby ha detto...

Continuate ad analizzare, sino al limite della paranoia, le azioni di Tizio o di Caio; e la convenienza del prezzo che OGGI deve pagare un eventuale acquirente, adulto e maggiorenne, (per essere il primo).
Perdendo di vista la rivoluzione possibile (tecnologica ed economica)...... ma dicosa parlate????

questà è l'immagine che fate venire in mente:

http://img4.imageshack.us/img4/7792/nontisentoooo.jpg

che tradotta in parole fa più o meno così:
-----
Non è vero, non è vero, è inutile che parli.... TANTO NON TI SENTO!!!!
-----

Spero che non diventi anche.... 'TANTO NON TI VEDO'

Questa volta non vi abbraccio!

sandro75k ha detto...

@Vettore

Come mai Rossi rinuncerebbe alla possibilità di pubblicizzare il suo prodotto a livello planetario con una iniziativa del genere??? Ti prego illuminami che io nn cel faccio a capire!
E' chiaro che non gli sia andata giù!

nemo ha detto...


Andrea Rossi
June 12th, 2013 at 8:13 AM

Gian Luca:
The Swedish formula depends on the Licensees, not from us. Leonardo Corp sells the 1 MW plants, and the owners of the plants can use them the way they prefer: if they want to invest in a plant to sell energy, they can do it. We just make a due dioligence on the final Customer who buys the energy, before accepting the solution. Our Swedish licensee has proposed to us a Customer we like, therefore they are free to buy a plant to put it in the concern of their Customer and sell the energy. We gave them green light, but this is an initiative of theirs, not of ours.
Warm Regards,
A.R.
Gian Luca
June 12th, 2013 at 7:21 AM

Dear A.R.
is it possible that the same choice made in sweden can be replicated in Italy by Prometeon? It would be a great & good chance, for the italian industry, to know LENR and your tecnology for a great future!

best regards

Gian Luca

Silvio Caggia ha detto...

@vettore
Cosa ti da questa impressione? Non e' unilaterale, gli hanno chiesto il permesso e' gli hanno dato semaforo verde...

@sandro75k
Non ho capito il senso di cosa hai scritto...

bertoldo ha detto...

ancora con al gore ? si è inventato il problema della co2 per creare un mercato dei certificarti verdi , che in italiotilandia al solito sono finiti in mano ai mafiosi ...inoltre con questi inesistenti eccessi di calore , pùo giustificare la guerra climatica che svolgono ormai globalmente ...nazisti di merda !

bertoldo ha detto...

perchè non dovrei lavorare all'NSA ? questa è tosta , ma provo a buttarmi (non dajo rettono ...)diciamo che lavoro all'NSA e mettono sulla mia scrivania un codice che nessuno sà decifrare , forse ci provo e magari ci riesco e sono fiero di me perchè ho fatto bene il mio lavoro , ma forse indica la località di un esercito ribelle in nordafrica o in medioriente .Ottenuta la località bombardano il villaggio dove i ribelli si nascondono . 1500 persone con le quali non ho avuto mai problemi restano uccise ...ora i politici dicono mandate i marines a sorvegliare la zona , perchè non gliene frega niente non ci sarà un loro figlio a farsi sparare come non c'erano loro quand'era il momento perchè erano in gita nella guardia nazionale , ci sarà un tipo di southy a prendersi una sventagliata nel sedere .Torna in Patria per scoprire che la fabbrica in cui lavorava è stata esportata nel paese da cui è tornato e quello che gli ha sbrindellato il culo ,ora stà al suo posto per 15 centesimi al giorno e non và mai ha pisciare .Nel frattempo capisce che la ragione per cui lo avevano mandato a combattere era quella di installare un governo che ci avrebbe venduto il petrolio a buon prezzo ed è chiaro che le compagnie hanno usato quella scaramuccia lontana per addomesticare i prezzi un aiutino notevole per i loro profitti , ma non aiuta il mio amico a 2,5$ al gallone .Ci vanno con molta calma a reimportare il petrolio e magari si prendono anche un alcoolizzato skipper a cui piace bere Martini e fare pazzi slalom tra gli icesberg .Finisce che quello ne centra uno , sparge il petrolio e uccide la vita nel nord atlantico .Cosi ora il mio amico è senza posto , non può permettersi l'auto e và a piedi a fare i colloqui di lavoro e si sfrangia perchè la sventagliata nel sedere ,gli ha procurato le emorroidi , nel frattempo muore di fame perchè ogni volta che cerca di mangiare ,la sola prospettiva è un merluzzo del nordatlantico intriso di petrolio salato .Allora cosa ho pensato ... mi conservo per qualcosa di meglio ...ci rifletto cazzo , mentre aspetto perchè non uccido il mio amico , gli frego il posto , lo dò al suo peggior nemico , alzo i prezzi della benzina ,bombardo un villaggio , ammazzo le foche , fumo hascisc e vado nella guardia nazionale ...potrei essere eletto presidente .

Go Katto ha detto...

Quasi che il peggior nemico della fusione fredda fosse proprio quell'amico che faccia un passo di troppo verso una pericolosa concretezza?

bertoldo ha detto...

tanto per gradire chi c'era in aula oggi e cosa ha detto ... ovviamente le merdose tv non hanno fatto neanche un cenno a questo ...

Vettore ha detto...

@Silvio e Sandro
A me l'atteggiamento cauto di Rossi sembra molto logico: prima di scatenare il mercato vuole essere pronto a sosdisfarne le richieste. Avete visto cosa è successo con la storia dell'E-cat domestico, milioni di potenziali acquirenti che ancora gli chiedono quando sarà disponibile... :-)
E poi c'è la concorrenza: la strategia migliore sarebbe ovviamente saturare il mercato in breve tempo e a sorpresa, non farsi annunciare da squilli di trombe.
Evidentemente è ancora presto...

ravecarl ha detto...

Discorso che mi è piaciuto.

Silvio Caggia ha detto...

@vettore
Ma cauto in che senso? Il discorso delle caramelle all'uscita da scuola lo faccio da sempre, per spiegare il comportamento apparentemente inspiegabile, agli occhi degli unbeliever, di rossi... Ma che ci vedi di cauto in questa risposta di rossi? Non vedeva l'ora di dirlo che ha un cliente in svezia... :-)
Certo deve mantenere il ragionevole dubbio altrimenti gli saltano addosso i buoni (che vogliono ecat subito per tutti) e i cattivi (che vogliono ecat per nessuno o al massimo per qualcuno) e se lo mangiano vivo... :-)

Silvio Caggia ha detto...

@bertoldo
E non potevano mostrarlo... Tutto il tempo a ripetere che il m5s e' spaccato, poi qualcuno pensava che meta' del m5s ama la guerra... :-D

RED TURTLE ha detto...


L'aumento del gas serra CO2 è un fenomeno misurabile (guardate il documentario "The Unconvenient Truth"),
sia dai cerchi degli alberi (dendrocronologia) che
dai carotaggi di ghiaccio in Groenlandia... anche 1000 metri di profondità prodotti in 100.000 anni!

Anche il gas metano sta aumentando (dovuto sia all'estrazione petrolifera che all'allevamento di bestiame).

Il riscaldamento netto della Terra può essere riscontrato navigando sia nel Nord Atlantico (aumento del numero e dimensioni degli iceberg) che attorno all'Antartide (aumento degli iceberg che rendevano molto difficile la navigazione a Soldini anche alle latitudini dei 50° dove una volta erano inesistenti).

http://www.squer.it/of/iceberg-a-capo-horn-lallarme-di-soldini-su-un-fenomeno-allarmante/

Il giorno che una pioggia torrenziale cadrà sulla calotta glaciale della Groenlandia, e infiltrandosi sotto di essa eserciterà una specie di lubrificazione che potrebbe far precipitare quasi l'intera calotta in mare... aumentando bruscamente il livello dei mari di 6-10 metri (3 piani)... ma a New York sentiranno molto più freddo, perché massicci iceberg arriveranno fino a Long Island per "rinfrescarla" anche in estate attorno ai 5 gradi sotto lo zero!
----
Giancarlo Rossi

fabio ha detto...

Ahia.
Al Gore che punta sulla CF non mi piace per nulla. E' un Re Mida al contrario, quello; tutto quel che sfiora diventa "beep".

Alessandro Pagnini ha detto...

@ Vettore
@ Silvio

Condivido una parte del vostro punto di vista, ma vorrei aggiungere uno spunto di riflessione, partendo da una celebre barzelletta/freddura:

Al ristorante un cliente chiama il cameriere e ad alta voce lo rimprovera: "Guardi qui, c'è una mosca nella mia minestra!" E l'abile cameriere per tutta risposta: "Shhhhh....la prego non si faccia sentire dagli altri o la vorranno anche loro"

Io penso che l'iniziativa di Hydrofusion (che penso stia diventando il licenziatario più importante di Rossi) sia stata pienamente supportata da Rossi (che pure ha in mente di diffondere liberamente la propria tecnologia solo quando avrà consistenti capacità produttive), ma che ci siano stati rilievi dagli altri licenziatari e quindi ha dovuto arretrare, almeno di facciata, su posizioni più neutre. Forse fornirà un E-CAT gratis o a prezzo di favore per questo scopo, ma non può dirlo, o tutti gli altri vorranno lo stesso trattamento.

domenico canino ha detto...

@alessandro pagnini
ci hai preso in pieno;
o voi pensate che hydrofusion possa tirar fuori una iniziativa del genere senza essersi consultata con Rossi;poco probabile; poi tutti gli altri licenziatari chiamano Rossi e gli dicono allora voglio gratis un impianto pilota da installare pure io, come i bambini piccoli, segue rettifica Rossi;
ciao

Silvio Caggia ha detto...

@comred
La questione e' se e' antropic o meno... :-)

piero41 ha detto...

Guardiamo se ho capito bene : i licenziatari si comprerebbero direttamente gli impianti poi li impianterebbero ed affitterebbero il consumo di calore ai vari clienti. Sarebbero loro a mettere i loro capitali di rischio ( subito almeno il costo effettivo di costruione dello 1 MW calore) poi alla lunga rischiando potrebbero guadagnare anche molto con la fornitura del calore..e magari finendo di pagare gli utili a Rossi!! E’ evidente che lui deve riscuotere subito da qualcuno il costo di costruzione magari di eventuali centinaia nuovi impianti in costruione. Mai lasciare immobilizzati i capitali per la costruzione... Saranno i concessionari magari con ulteriori subconcessionari a far questo gioco specie per i primi tempi e restando propietari difenderebbero loro i segreti con i clienti affittuari.... Mi sembra bene architettato...

sandro75k ha detto...

OT:

Chi insegue il "ladro" da vicino può scorgerne dei passi le tracce?

triziocaioedeuterio ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
sandro75k ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
sandro75k ha detto...

Un ladro a 2 dimensioni (piatto) in un cubo vuoto lascerà impronte solo sulla faccia che sta percorrendo mentre una sfera (ladro in 3 D) costeggiando anche un'altra faccia potrebbe lasciare impronte anche su altre facce... se l'inseguitore è sempre e solo bidimensionale non potrebbe speigarsi come diavolo faccia il ladro in 3 d ad essere contemporaneamente su due facce... il mondo dell'inseguiotre contempla la possibilità di stare su una faccia alla volta...


Alessandro Pagnini ha detto...
Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.
Daniele Passerini ha detto...

@Alessandro Pagnini
Scusa!!!
Per un mera svista ti ho cancellato il commento, ripubblicalo pure, sorry.

sandro75k ha detto...

@Alessandro Pagnini

Aahahahahha!!!

Ale, la vita su una faccia di cubo alla volta nn ci pemette di capire le possibilità del nostro omologo in 3 D... L'unità fondamentale della materia e dello spazio-tempo deve essere sempre la stessa, sia per l'essere in 2D sia per quello in nD concordi su questo punto?
Un quanto energetico per cui ha sia le proprietà 2D e sia 3D o nD.... ed é chiaro che per questo motivo un quanto energetico (semplifichaiamo a 3D) riesca a vivere in 2 possibilità (2 facce di cubo) contemporaneamente rispetto all'essere in 2D che invece può stazionare solo su una faccia alla volta pur potendo successivamente posizionarsi sulle altre facce ma a spese del tempo .....

sandro75k ha detto...

...essere osservatore del ladro significa esserne inseguitore e significa stazionare di volta in volta sulla medesima faccia del cubo che sta percorrendo... l'interazione ladro insegutore è la condivisione dello stesso spazio-tempo (faccia di cubo) e così come un poliziotto che insegue da vicino perde le "orme" l'osservatore perde l'interferenza...

Daniele Passerini ha detto...

@sandro75k
Ma che, stai leggendo Flatlandia di Abbot per caso??? ;)
http://it.wikipedia.org/wiki/Flatlandia

sandro75k ha detto...

... :D ... Ho visto un video ispirato dal racconto di Flatlandia e mi ha sconvolto all'ennesima potenza! Non so se mi ha sconvolto più quello o la capocciata! Grande Daniele!
Tutta la menata dell'esperimento della doppia fenditura mi sembra ovvio..adesso....

http://www.youtube.com/watch?v=A7DIhigATpI

Daniele Passerini ha detto...

@Sandro75k
Ho letto Flatlandia verso i 17-18 anni, mi piacque tantissimo e sicuramente ha influito parecchio sul mio modo di osservare la cosiddetta "realtà": ogni volta che mi trovo di fronte a una "contraddizione" immagino che un essere che vivesse in un mondo a n dimensioni (con n>3) potrebbe al contrario percepirla come assoluta "armonia"... vedasi barriera di Coulomb e fusione fredda! ;)
Consiglio la lettura di quel piccolo libro di Abbot a tutti.

sandro75k ha detto...

anche......

triziocaioedeuterio ha detto...

Il fotone entangled,in seguito a misurazione del proprio stato,cambia il proprio spin nei confronti del distante gemello istantaneamente,a prescindere dalla distanza che li separa.evidentemente c'è una dimensione in cui occupano la stessa porzione di spazio tempo ma noi che siamo su un altro piano li percepiamo come due particelle distinte...il problema e' tutto li.quante dimensioni esistono?come interagiscono le une con le altre?chi non si pone queste domande non potrà mai prendere in considerazione teorie e fenomeni esotici come quelli che sono forse alla base dell'e cat...

indopama ha detto...

la realta' nel tempo e' un dispiegamento ordinato e deciso di idee pensate in precedenza. l'osservatore (noi) ha accesso solo al piano in cui opera questo dispiegamento e non ha accesso al piano in cui viene precedentemente pensato.
benche' sia molto difficile da comprendere pero' "Tutto e' Mente, l'Universo e' mentale".
capito e sperimentato questo tutto il resto diventa chiaro.
la scienza non e' la disciplina di piu' alto livello per comprendere il funzionamento della vita.

ravecarl ha detto...

"la realta' nel tempo e' un dispiegamento ordinato e deciso di idee pensate in precedenza"
Recentemente ho avuto un intuito : secondo me il tempo non è altro che il rifacimento x volte di quello che sperimentiamo i giorni prima. Nel senso che non facciamo altro che "ripetere".
Se non ci va o se ci va bene, non abbiamo altro da fare che "tentare" di "cambiare" in modo che domani sarà diverso di ieri.
Il cambiamento probabilmente si opera con la consapevolezza che il "ripetersi" non va bene e come fare o pensare per cambiare.
Penso che non siamo altro che spettatori dei nostri pensieri. Senza dimenticare che ci sono anche altre persone intorno a noi, anch'esse spettatrici. Queste persone influiscono in qualche modo al nostro "spettacolo".

Alessandro Pagnini ha detto...

@ Daniele
"@Alessandro Pagnini
Scusa!!!
Per un mera svista ti ho cancellato il commento, ripubblicalo pure, sorry "

Niente figurati, tanto era solo una battuta sulle contorsioni di Sandro ;-)
Comunque ci rifletterò, anch'io. Vado a prendere l'LSD e ci provo! ;-D

Alessandro Pagnini ha detto...

@ ravecarl

" Senza dimenticare che ci sono anche altre persone intorno a noi, anch'esse spettatrici. Queste persone influiscono in qualche modo al nostro "spettacolo". "

Bravo! Questo dettaglio viene spesso ignorato. Tutto quello in cui siamo immersi non è solo farina del nostro sacco. Siamo tantini ad avere un po' di voce in capitolo, ammesso di avercela.

sandro75k ha detto...

@Alessandro Pagnini

Ma quale LSD!!!! :D

Guardati tutti i video del dott. quantum e quelli ispirati a Flatlandia e poi unisci i puntini....

@Indopama e Ravecarl

Il modello che ho descritto non c'entra nulla con la mente ed il pensiero e/o con la coscienza...è un modello geometrico-temporale!

sandro75k ha detto...

@Alessandro Pagnini

http://www.youtube.com/watch?v=3v6_kfsHkZ0&list=PL48707150D858247B

Alessandro Pagnini ha detto...

@ Sandro

"Ma quale LSD!!!! :D

Guardati tutti i video del dott. quantum e quelli ispirati a Flatlandia e poi unisci i puntini.... "

Cerca di capire, magari non serve, ma a rinunciare è come fare i bambini con la fecondazione in vitro: ti perdi la parte divertente :-D

Comunque ho capito cosa intendi anche se al momento non mi aiuta nella comprensione dell'esperimento della doppia fenditura (secondo me è magia, secondo te no?), ma ci arriverò, magari :-)

Alessandro Pagnini ha detto...

@ Sandro
Visto il filmatino, grazie! :-)
Però sull'entanglement mi pare ci siano ancora delle dispute e che non sia così pacificamente accettato che ci sia una comunicazione superluminale. La sapevo così anche io ed era fantastico pensarlo, ma pare che sia ancora in dubbio. Quindi per adesso la maledetta velocità 'c' non è ancora certo che possa essere superata, neppure da una informazione che comunque non sarebbe sotto il nostro controllo. Sarebbe bello se finalmente si fosse sicuri che invece l'aggiornamento degli stati quantici è davvero istantaneo. Magari qualcuno potrebbe aggiornarci su questo?

indopama ha detto...

@ravecarl
mi sa che non sei lontano dal vero. :-)
in mezzo a questo ciclo che si perfeziona ci sta un stacco di vita che noi chiamiamo sogno ma che e' esattamente come questa realta' solo che quando torniamo qui non abbiamo piu' una buona connessione con esso per cui o lo scordiamo completamente o lo vediamo sfumato ed a tratti.

piero41 ha detto...

@Ravecari
Le nostre percezioni elaborate dai nostri pensieri individuan la realtà dove ci muoviamo quasi sempre spinti da passioni e sentimenti più o meno consci. Sono queste che ci fanno rivivere quasi da prigionieri la realtà che si ripresenta giorno dopo giorno molto simile impedendoci di superarla e di sfuggire verso una migliore evoluzione Se vivessimo serenamente in equilibrio coscienti dei pericoli delle passioni potremo procedere oltre facendo scelte positive, per noi più significative..ed utili ed evolvendo.... Facilissimo a dirsi ehh!! ;))

Silvio Caggia ha detto...

@piero41
"Guardiamo se ho capito bene : i licenziatari si comprerebbero direttamente gli impianti"

No piero, e' solo 1 impianto dimostrativo che viene comprato dal concessionario svedese, per poterlo far vedere ai potenziali clienti svedesi... Una specie di campionario.
Penso che quello stesso impianto quando il cliente finale si rendera' conto del risparmio che avrebbe fatto a comprarlo, invece di affittarlo, se lo comprera'... :-)
E' solo una mossa per superare la diffidenza del mercato... Essere il primo cliente pilota e' sempre un rischio... e con la pubblicita' negativa che fanno gli un-believer chi se la sente?
tecnicamente penso poi che i soldi li mettano quel gruppetto di investitori che avevano mandato lo svedesino, o qualche nuovo investitore o una banca, non credo che li tirino fuori proprio la concessionaria. E' ragionevole immaginare che si svilupperanno forme di leasing o di noleggio a lungo termine anche per l'e-cat...

Silvio Caggia ha detto...

@triziocaiodeuterio
"Il fotone entangled,in seguito a misurazione del proprio stato,cambia il proprio spin nei confronti del distante gemello istantaneamente,a prescindere dalla distanza che li separa"

Tu stai considerando misure simultanee, ovvero con rivelatori posizionati alla stessa distanza, ma in direzioni diverse, dalla sorgente. Analizza invece il caso di rilevatori posizionati a distanze molto diverse tra loro... Ne avevamo discusso approfonditamente nel post "The Cxy Paradox"...
La spiegazione piu' semplice dell'entanglement e' quella data dall'interpretazione transazionale della MQ: la comunicazione avviene "indietro nel tempo" ovvero attraverso la retrocausalita'. L'informazione della scelta fatta dal fotone analizzato viaggia indietro nel tempo fino alla sorgente e quindi in avanti nel tempo verso il fotone entangled, solo se i due rami sono lunghi uguali allora il tempo apparentemente trascorso sara' zero.

Ovviamente se accetti gli esperimenti fatti finora... ci sono infatti degli un-believer che sostengono che gli esperimenti avevano delle fallacie concettuali (loophole), che non sono state finora eliminate tutte in un unico esperimento...
Senza contare quelli che lamentano che gli sperimentatori non erano proprio terzi e che magari i due rivelatori distanti erano alimentati dalla stessa corrente continua... :-D

Silvio Caggia ha detto...

@indopama
Curiosita': tu che ne pensi della memetica?
Roba tipo Susan Blackmore...
http://www.ted.com/talks/lang/it/susan_blackmore_on_memes_and_temes.html

Silvio Caggia ha detto...

@sandro75k
Che brutto vedere dei cartoni divulgativi scientifici, nati per un obiettivo, venire usati con un audio molto diverso per dire tutt'altro... Ma la proprieta' intellettuale e' stata abolita? :-)
Comunque ho dato due commenti fa una terza interpretazione rispetto alle due proposte dal video, scegli tu quale delle tre ti sembra piu' ragionevole... :-)

P.s. Riguardo il ladro bidimensionale, sappi che non puo' esistere... Avrebbe dei seri problemi a nutrirsi in quanto il boccone ingurgitato fa allontanare le due meta' bidimensionali del suo corpo... :-)
Grazie alla terza dimensione puoi invece mangiare ed andare a ca..re senza splittarti in due... :-D

sandro75k ha detto...

@Alessandro

Sull'entanglement credo pure io che il filmato del Dr Quantum sia ingannevole... Non corre nessuna informazione a velocità superluminare. Pensiamo a 2 trottole in entagled, se uno aziona la prima e la pallina si ferma sul Rosso all'altra non succede prprio un bel nulla... ma qualora decidessimo di azionare la seconda avremmo la certezza che anche in questo caso la pallina si fereberebbe sul rosso... E' evidente da questo piccolo esempio che l'entanglement non è sfruttabile, per quello che si capisce oggi, per comunicare istantaneamente... Avevo letto un bellissimo articolo di crittografia quantistica di un Certo De Marchis Giancarlo ma non lo ritrocvo più....

sandro75k ha detto...

@Silvio

ahahahhahah :D

Silvio Caggia ha detto...

@sandro75k
Infatti l'informazione necessaria per manifestare entanglement va esattamente alla velocita' della luce, solo che fa un pezzo di strada all'indietro nel tempo... :-)
Hai presente i diagrammi di feynman?
Ma tu non ti ricordi piu' The Cxy Paradox?

piero41 ha detto...

@Silvio Caggia
In effetti per ora Rossi a quanto ha comunicato, ha deciso di metterne in vendita uno solo anche per la visione ai futuri clienti... Niente potrebbe però impedire che la situazione non possa ripetersi, anche sotto silenzio, con altri concessionari nel Nord Usa, in Canada, in Russia in Japan ecc. Non credo che l’affitto sia un incoraggiamento per la diffusione, per le caldaiette la richiesta era enorme e la garanzia soddisfatti o rimborsato sarà ancor più d’obbligo .Il fatto è che quando l’oggetto diviene di propietà di un privato anche se accettato da Rossi, questo lo potrà rivendere al doppio a qualsivoglia cliente”NO” che potrebbe aprirlo e riprodurlo e richiederne il brevetto.. I licenziatari ci rimetterebbero per primi Sarebbe molto più opportuno penso,“costringer” una concessionaria nazionale** ad investrci un milioncino o più per mantener la propietà ed affittare la prima decina almeno fino al rilascio del brevetto.. E’ una mia semplice opinione personale, ma se poi il dott. anzi il propietario, vuol rischiare o si sente molto al sicuro...
** Niente le impedisce di appoggiarsi a subconcessionari locali e ripartire così l’investimento i leasing..ed altri strumenti bancarid’uso.

ravecarl ha detto...

@Piero41
Bravo è proprio cosi'.
E' importante liberarsi delle emozioni che ci impediscono di vivere meglio (paura, angoscia, ansia,...). Sono dei filtri che influenzano il nostro pensiero.
Tutto cio influenza la nostra percezione. E la percezione ci "FA" creare.
Per ora ne sono coscio.
Mi pongo le seguenti domande:
1)Come fare per creare la propria realtà quando viviamo con altre persone ?
Soprattutto se le persone con le quali viviamo hanno delle paure ?
2)Quanto la realtà di queste persone influenza la nostra ?
3)Siamo abbastanza "forti" per influenzare la nostra realtà rispetto alla realtà delle altre persone ?
4)Abbiamo il "diritto" se abbiamo questa forza di influenzare la realtà degli altri ?

indopama ha detto...

@Silvio
la memetica e' sempre un concetto che nasce dal fatto che il mondo e' materiale, cosa falsa poiche' e' invece tutto puro pensiero.

poi ci sono anche le emozioni che si trovano solo dentro l'essere, infatti non si possono condividere perche' non esistono nella realta' 3D fatta di puro pensiero.

la memetica ha senso quando si conosce che "tutto e' uno".
ognuno di noi e' un punto di vista (coscienza) dell'uno che sperimenta la propria creazione dall'interno.
e' una cosa assolutamente incredibile da concepire se non in senso generale perche' se pensi che tutto cio' sia costruito col pensiero capisci anche quanta potenza ci voglia per farlo cosi' in dettaglio e in questa quantita', per giunta con queste regole che si intrecciamo alla perfezione le une con le altre in modo da mantenere l'equilibrio della creazione.
ecco perche' lo chiamano Dio.

noi siamo ad un livello di coscienza molto basso e ci limitiamo a scorgere le ombre, il nostro potere e' molto limitato, non per questo non esiste, anzi. pero il 99.9% della gente non lo ha ancora scoperto perche' non e' ancora riuscita ad uscire dall'illusione di essere il proprio corpo, un po' come un giocatore accanito della playstation che si immedesima nel giocatore li' dentro.

solo una volta che uno e' riuscito a sperimentare che questa realta' e' puro pensiero, allora capisce che non ha limiti di creazione se non l'immaginazione e che le leggi della natura sono solo un caso particolare per creare questo caso particolare di realta'.

(ogni notte accedi ad una diversa creazione del tuo se' superiore che e' multilivello, solo che quando torni in questo stato di coscienza perdi la connessione con quella oppure rimane ma molto offuscata. questo e' un sogno ad alta definizione e ciclico, quelli notturni sono random, questo dal punto di vista del nostro stato di coscienza).

piero41 ha detto...

Concessionari nazionali. pensiamoci bene aver l'esclusiva per anni per la diffusione nazionale ne potrebbe fare delle ditte quasi a livello Fiat, Mediaset ecc; dipende dalla libertà ottenuta, sui prodotti,e relativi prezzi di vendita , sull'assistenza, sui sub. L'affare se sarà, sarà enorme..

sandro75k ha detto...

@Silvio

nn mi pare...rimembra un po'....

Silvio Caggia ha detto...

@sandro75k
"The Cxy Paradox" e' un vecchio post su 22 passi proprio sull'entanglement... Ci hai scritto dei commenti anche tu! Usa google se la memoria non ti aiuta piu' :-)

sandro75k ha detto...

@Silvio

come diavolo fai a ricordare tutti i post di 22 passi? :) cmq ora mi sta tornando in mente!

piero41 ha detto...

@Ravercari
“1)Come fare per creare la propria realtà......”
E’ già tanto difficile capire quale potrebbe esser la nostra realtà più positiva-elevata alla quale poter aspirare Le più belle non ce l’hanno insegnate. Poi fra le passioni vi sono purtroppo anche tanti gusci vuoti di comportamenti “inutili” inculcateci dall’educaione, dall’imitazione sociale.. Il successo , il consumismo, l’onore, la belleza, l’attrazione e il potere sugli altri sono vere richieste dal tuo animo o sono esempi inutili impostici soprattutto dalla nostra stessa ragione per restar infelici e prigionieri di essi.. Ricercar quello che ci fa sentir veramente felici dentro.. Quado do 1 o 5 euri al vecchio mendicante e vedo i suoi occhi e le sue labbra sorridermi e benedirmi lui mi da vero amore, felicità che resta lì per un po. Quando fo un bonifico non sento niente, anzi. Lo stesso credo accadrà ad esempio al cav quando farà i suoi assegni per le scuole o ospedali in Africa. Se però andasse e sedesse con i bimbi in braccio allora forse sentirebbe il loro amore e felicità. Lui forse lo fa magari ehh. L’amore quindi come un guscio vuoto impostoci, o come una propia azione vera..
“quando viviamo con altre persone ? Soprattutto se le persone con le quali viviamo hanno delle paure ?....” E’ molto difficile mantener la propia rotta libera.da soli. Si può sempre empatizzare, sentire le passioni dell’altro però è bene restarne libero, al di fuori come dalle propie forse ironizzandole. Forse si può anche intervenire per aiutare ma con leggerezza senza pretendere di riuscire se va bene hai un sorriso, se non va, va bene lo stesso. Altrimenti si rischia di esserne catturati giù dentro e far ancora più sofferenza a sé e all’altro. Avere il diritto? da chi? che ti dice il tuo animo? però leggero altrimenti sai che vai giù anche tu...
Forse meglio aiutare da fuori,un po’ solo e lontano, che dibattersi assieme magari in contrasto da dentro prigioniero delle emozioni e passioni... Scelte..

sandro75k ha detto...

@Silvio

era un tuo post...per quello ricordi!

domenico canino ha detto...

@indopama
ma tu sei in grado di farlo, lo hai sperimentato su te stesso? qualche anno fa leggevo un romanzo meraviglioso, che parlava del concetto di poter creare addirittura oggetti e viaggiare nel tempo( ma solo in modalità visuale senza poter intervenire nella realtà destinazione) solo con la forza del pensiero: THE WINGMAKERS;
se solo si riuscisse ad avanzare un pò nella conoscenza di questi processi;
ciao


Alessandro Pagnini ha detto...

@ domenico canino
Mi sono convinto che la mente può interagire anche col mondo fisico. Il problema è che non si sa mai quando questo può accadere. Non è ripetibile e non si riesce a venirne a capo. Sono convinto che si debba andare a cercare la radice del 'problema', ovvero il perché la realtà ci viene nascosta. Le solite domandine, insomma: Chi siamo, da dove veniamo, perché siamo qui, qual è la nostra vera natura, ecc... robetta insomma! ;-)
C'è una cortina che ci oscura vista e memoria e c'è per una ragione, che non è detto che sia giusta e buona (che è quello che vogliono farci credere), almeno dal nostro punto di vista, che pure qualcosa dovrà anche contare. Dobbiamo capirne la funzione e quindi capire il nostro ruolo ed eventualmente ricontrattarlo. L'autorità ha sempre tenuto i 'sottoposti' nell'ignoranza, inculcandogli idee di obbedienza e sottomissione, finchè questi ultimi non hanno cominciato a ribellarsi e pretendere dignità e diritto di decidere. Non dobbiamo accettare l'idea che la nostra limitata condizione sia giusta e che tutto sia stato creato in maniera buona e armoniosa. Basta guardarsi intorno e basta considerare come avviene la selezione naturale, per capire in che macello siamo stati immersi. Certo che non è facile cambiare qualcosa, anche perché non si sa neppure da dove cominciare. Con chi si protesta? Dove si inoltrano le lamentele? Siamo davvero nel buio.

Anto ha detto...

@Alessandro
>Mi sono convinto che la mente può interagire anche col mondo fisico. Il problema è che non si sa mai quando questo può accadere. Non è ripetibile e non si riesce a venirne a capo.


oh, non è vero che non si sa "mai" come farlo accadere, e non è vero che non è ripetibile. La Matrice è modificabile.

ravecarl ha detto...

@Piero41
Cerco di rispondermi da solo cercando di inserire il concetto di pensiero di Indopama (che mi piace sempre di piu')
1)come fare per creare la realtà ?
Secondo me ciascuno di noi la sta già creando solo che non lo si sa. Ma è proprio li che sta il fatto. Lo facciamo già. Ognuno di noi è creatore. Ne abbiamo coscienza ?
Purtroppo intervertiamo il concetto, e mi spiego :
Crediamo alla realtà che vediamo davanti a noi proprio perché abbiamo l'impressione che è vera. Crediamo a quello che vediamo. (Credere: (transitivo, + doppio accusativo) pensare, supporre, ritenere, immaginare). Credere dunque potrebbe voler dire immaginare.
Ma se fosse l'incontrario ? Perché non potrebbe essere che vediamo a quello che crediamo ?

Indopama, tu dici che tutto quello che vediamo è pensiero. Io cambierei pensare in "credere". Perché secondo me è piu' giusto. Credere nel senso di pensare in modo attivo. Tenere il pensiero sempre consapevole di quello che si crede.
Ecco che rispondo a modo mio a Domenico Canino alla domanda a Indopama :"ma tu sei in grado di farlo, lo hai sperimentato su te stesso?" La risposta è : "Lo facciamo già" sempre tutti i giorni. La differenza è che lo subiamo. Non ne siamo attivi. Ci lasciamo vivere. Ci lasciamo andare...
E poi :
Credere in modo attivo per poi essere nelle stesso tempo spettatore. Guardare, uscire dal gioco ogni tanto e contemplare la nostra creazione. Per giocarci, per modellarla meglio. Per cambiarla e farcela sempre di piu' propria.

Che ne pensate ?

Gaspar ha detto...

>Che ne pensate ?
che bisogna fumare roba proprio tosta e leggere tanta fantascienza...

ravecarl ha detto...

@Anto
" La Matrice è modificabile"
Verissimo.

ravecarl ha detto...

@Gaspar
;-)))))
tranquillo non ho mai fumato in vita mia. E neanche mai fatto un buchino. Tutto è uscito dalla mia testa tramite esperienza.
;-))) tranquillo capisco i tuo scetticismo.

Silvio Caggia ha detto...

@alessandro pagnini
"Basta guardarsi intorno e basta considerare
come avviene la selezione naturale, per capire
in che macello siamo stati immersi."
Ottimo punto di partenza. Ma perche' vuoi
protestare? Vuoi protestare contro la selezione
naturale?

Go Katto ha detto...

Ravencarl, guarda che Matrix era un film.

domenico canino ha detto...

@alessandro pagnini
accade già, ma io non sono in grado di percepirlo, almeno in modo conscio; mi piacerebbe sperimentarlo, ma non so se ne posseggo i mezzi: ecco perchè chiedo a quelli che ne parlano se lo hanno fatto e come, e se come dite voi la matrice è modificabile, quale è la strada giusta, almeno per capire come funziona il meccanismo; non per fare magia, ma almeno per non farsi ingannare da quelli che sanno farlo, e ti propinano una realtà per un altra;
ciao

ravecarl ha detto...

@Dominico Canino
Sai il francese ?
Se no :
Io ci sto mettendo anni di esperienza al riguardo. E ne sono solo all'inizio.
Che cosa ho fatto :
- Ogni tanto meditazione zen.
- Ogni tanto quando sento la necessità vado da un "collega" osteopata che mi aiuta a liberarmi dalle mie paure. (Ce ne sono sempre alcune de ritornano malgrado il lavoro "su di sè").
- Mi sono formato all'Etiomédecine. (google è tuo amico), al Reiki, all'ipnosi ericksoniana e all'ipnosi humanistica.
- Leggo libri che uso e riuso (Core Gem di Olivier Lockert. Hypnose Humaniste di Olivier Lockert. LA SCIENCE DE L’INTENTION (La Scienza dell'intenzione) Lynn Mctaggart. La Divine Matrice Greg Braden. Quand la conscience s'éveille Anthony de Mello. Altri che non mi vengono in mente)
- Cerco di esercitarmi tutti i giorni. (prova a trovare un posto di parcheggio tutti i giorni e vedrai).
Sottolineo che è un cammino personale lungo e difficile.
C'è gente che si fa aiutare da maestri. Ma a me non piace. Sono un po' diffidente. Preferisco la ricerca personale e "farmi aiutare" dagli incontri fortuiti che sia su internet o nella vita.
Ecco fatto. Che dire ancora. Che 54 anni e che mi sono messo su questa strada da circa 15 anni. Come vedi per me la strada è ancora lunga. Ma ne sono soddisfatto.
Sottolineo ancora che nessuno, ripeto nessuno puo' spiegare come fare, perché su questa via non c'è altro modo per capire che fare esperienza personale. Niente altro. Occorre cadere riflettere e rialzarsi.
Ah si un consiglio forse : Mettere da parte il nostro cervello sinistro e cercare di sviluppare di piu' il cervello destro che secondo me si collega al cuore. Ma è sempre e solo una mia impressione.

L'importante è mettersi in cammino, prima lo si fa e meglio è, per te e per tutti.
In questo modo puoi cambiare il tuo livello di coscienza. Non dico che il tuo è piu' basso del mio, Nessuno lo sa qual'è il mio livello di coscienza che per me non ha limiti (parlo della coscienza in generale, non la mia ovviamente
;-))) )
Spero che ho risposto alla tua curiosità.

domenico canino ha detto...

@ravecarl
grazie,mi hai incuriosito molto,
ciao

ravecarl ha detto...

@Domenico
Prego

robi ha detto...

domenico
penso che qualsiasi persona ambirebbe a sentir "qualcosa" ,qualche senzazione al di fuori della normale routine.
io consiglio di cominciare con cose semplici ,ma, sorprendentemente efficaci.
Mia moglie (sono maschietto!)fa le campane tibetane e se ti capitasse di passar da verona saremmo ben lieti di farti provare questa esperienza.

ciao

Anto ha detto...

@Ravecarl

:))

@Domenico

i libri che Ravecarl nomina ci sono anche in italiano. Poi scegline altri per conto tuo, usa l'istinto.

@Robi

cosa vuole dire "fare le campane tibetane"?

robi ha detto...

Anto
l idea di base per semplificare al limite è :
la vita è una vibrazione , per stare bene bisogna esser in armonia (accordati..eheh)
Sono ciotole di 7 metalli differenti di differente ampiezza ognuna predisposta per un chakra.
Si fanno vibrare secondo un programma stabilito dal maestro e tu ascolti
Le sensazioni che si ricavano sono personali ,ognuno reagisce a modo suo ,c è anche chi ne è insensibile.
ciao

Anto ha detto...

oh, grazie Robi, capito. Io sono mooolto sensibile alla campane tibetane, ma non mi è mai capitato di farci un lavoro mirato chakra per chakra.

ravecarl ha detto...

@Robi
Grazie per le campane tibetane. Non pensavo si usassero in questo modo. Interessante.
Mi attira.

robi ha detto...

Anto e ravecarl
http://www.vibrarmonia.it/?p=172
se volete saperne qualcosa di più

naturalmente l invito se passaste da verona per un primo "assaggio" è aperto a tutti .Basta avvisare.

P.S.avete sentito che il Dalai lama vorrebbe rincarnarsi in europa e vivere in italia.

indopama ha detto...

"ma tu sei in grado di farlo, lo hai sperimentato su te stesso?"

24h al giorno, una volta che si e' fatto il salto di consapevolezza/conoscenza/esperienza non si torna piu' indietro.

si, parlo di cose che conosco bene e che prima di 5 anni fa non sapevo nemmeno che esistessero, un caso... :-)

vedo o penso di vedere?
tocco o penso di toccare?
sento o penso di sentire?

non c'e' niente da fare, per provare queste cose occorre riuscire a staccarsi completamente dalla realta', non esiste nessuna prova oggettiva la' fuori, proprio perche' la realta' e' soggettiva o forse meglio e' una soggettivita' condivisa.

il cammino per arrivarci e' personale, quindi ognuno avra' tempi e percorsi diversi. si puo' pero', anche senza arrivare ad esperienze decisive, intuire come la realta' sia una CONSEGUENZA del nostro stato d'animo; e' sufficiente rimanere concentrati su come ci si sente e vedere poi le esperienze che si avranno attorno a se'.

come dentro cosi' fuori e non viceversa.
che significa? che quando mi sento di fare una cosa e la faccio, questa mi riesce bene. viceversa, quando non mi sento di fare una cosa e cmq la faccio, questa mi porta dei problemi. il sentire interno NON MENTE MAI. in oriente lo chiamano seguire il cuore e l'obiettivo in questa vita (ce ne sono tante, stiamo tranquilli che non si muore mai) e' arrivare ad essere il 100% se' stessi, cioe' fare SEMPRE E SOLO quello che ci si sente di fare.

e' difficile, molto difficile poiche' ogni istante entra in azione la mente, la quale attinge dall'esperienza (il passato, il vecchio) e tenta di bloccare il messaggio nuovo che arriva dal cuore tramite la paura.

la vita e' tutto un gioco di decisione tra paura e coraggio, non c'e' altro, tutto il resto e' a cascata, sta sotto.

quando scegliamo la paura arrivano i problemi, quando scegliamo il coraggio ci va tutto bene, tanto bene che, per quelli di livello avanzato, la vita diventa magia pura il che significa che ci si muove fuori dalle regole delle altre persone e tra queste regole a volte ma non sempre ci sono pure quelle della fisica.

di che materiale sono fatte le idee?
cos'e' il pensiero?
come mai mi viene l'idea di una cosa nuova che ancora non c'e' ed esistera' solo nel futuro quando l'avro' fatta? da dove arriva questa informazione?
di che materiale e' fatta l'informazione......

la scienza e' ancora molto acerba, acerbissima, talmente acerba che non sa minimamente il perche' e il per come mi sono mosso per bere un caffe', il perche' i miei miliardi di atomi tutti insieme hanno fatto quel percorso in quel momento. e' la gravita' che decide quando e' ora di bere un caffe'?

:-)

indopama ha detto...

un altro aiuto che mi sento di scrivere:

noi non siamo il nostro corpo, bensi' esso e' il giocatore dentro la playstation e noi siamo i manovratori da fuori.
solo che avendo giocato con lo stesso giocatore dalla nascita (inizio del gioco) ed avendo come regola di gioco il fatto di scordarsi chi si e', ci siamo immedesimati in esso, aiutati anche dal fatto che questo gioco e' creato talmente bene da farci percepire con 5 sensi (anch'essi puro pensiero) la realta' la' fuori (la nostra playstation ne usa solo due, vista e udito).

amore e paura sono invece dentro l'essere che sta giocando, sono sopra questa realta'. il mix di potenza di amore e paura crea le innumerevoli emozioni le quali, associate alle varie esperienze del gioco, risultano in tutte quelle cose belle o brutte a cui abbiamo affibbiato tanti nomi.

pero' rimane la domanda: come fare a sperimentarlo?
non esiste risposta in quanto il percorso e' soggettivo e, come detto in precedenza, abbiamo successo solo nelle cose che "sentiamo" di voler fare. quindi occorre solo una gran fiducia in se' stessi, lasciando perdere o meglio prendendo solo come informazione quello che dicono gli altri. il momento di sperimentare una certa cosa dipende sempre e solo da noi, in questo risiede il potere di creazione, in definitiva nella scelta tra paura e coraggio, nel fare o meno quello che ci si sente di fare e non quello che qualcuno la' fuori dice che e' meglio fare.

nemmeno quello che ho fatto ieri ha un senso perche' oggi potrei, nel ripetere la stessa cosa, non avere successo. in questo sta l'evoluzione, tutto cambia, niente e' mai lo stesso. ci vuole fiducia, qualcuno la chiama anche fede, in se' stessi.

piero41 ha detto...

@Indopama

“il mondo e' materiale, ....... e' invece tutto puro pensiero. “.... “ogni notte accedi ad una diversa creazione del tuo se' superiore che e' multilivello, solo che quando torni in questo stato di coscienza perdi la connessione con quella oppure rimane ma molto offuscata. questo e' un sogno ad alta definizione e ciclico, quelli notturni sono random, questo dal punto di vista del nostro stato di coscienza).”
Dici: “accedi ad una diversa creazione del tuo se' superiore che e' multilivello,” del tuo se’superiore... quindi creata dal tuo io oppure esistente “fuoridal tuo pensiero”?. E’ qua che non andiamo d’accordo: o accetti di accedere ad una realtà ( multilivello, multidimensione. multiuniverso) che possiamo chiamare “mente divina, mondo delle idee.... Spazio delle varianti “ dal quale traiamo, viviamo col pensiero una realtà che si concretizza, evolvendosi di continuo in un universo di scelte personali comuni, altrimenti non riesco ad accettare una continua creazione dal nulla di una propia realtà da parte di ogni individuo..Come potremmo intenderci, aver tanti aspetti comuni se la realtà che viviamo non avesse a riferimento un mondo-mente comune.. Poi con questo mondo, spazio altro e comune dove esiste tutta la realtà "possibile nel tempo" il nostro se ci collega con l’anima, o con effetti quantistici... ed in effetti dici anche” perdi la connessione con quella”.. Allora ammetti una realta altra da te, non creata da te e alla quale sei connesso..? Oppure tutto inizia e finisce nel tuo te? Non so se sono riuscito a spiegarmi con chiarezza. Con Ravercari probabilmente non lo sono stato... peccato!!

ravecarl ha detto...

@Indopama
Bellissima testimonianza. Grazie
Sono sempre di piu' convinto che il cuore ha una intelligenza particolare.
Cuore e cervello destro. Una buona coppia.

ravecarl ha detto...

@Piero
Mi dispiace ma non riesco a seguirti. Non ci arrivo proprio.

indopama ha detto...

piero 41,

" Allora ammetti una realta altra da te, non creata da te e alla quale sei connesso..?"

si si si, d'accordo ma non ho ritenuto parlarne perche' e' un discorso che ha senso solo per chi ha gia' sperimentato l'"illusione". cmq si, e' tutto Uno ed e' una cosa notevolmente contro la logica comune, l'illuminato compie il proprio compito sapendo di essere un ingranaggio dell'infinito meccanismo. e' troppo difficile spingersi oltre, un passo alla volta, io non sono ancora in grado.
il mio esempio era per cercar di far capire che il sogno e questa realta' sono uguali, sono entrambi un sogno fatto di puro pensiero + emozioni. il pensiero e' questo 3D, le emozioni invece stanno dentro l'essere, fuori dal 3D, per questo sono cosi' difficili da condividere. non impossibile per le anime evolute, queste sono piu' in contato con "tutto cio' che c'e'" quindi riescono anche abbastanza bene a scrutare le emozioni (quello che provano) degli altri.


Ravecarl,
il cervello e' una creazione al pari di una caramella, non esiste niente dentro il cervello di quello che pesi. non esiste niente dentro il cuore, e' un modo di dire per farsi capire poiche' dentro questo 3D l'amore lo sentiamo a livello del cuore ma non sta li', amore, coraggio, paura esistono anche quando sparisce completamente questo 3D. cmq le mie rimangono solo parole, occorre averlo sperimentato per dire si o no.

la cosa principale che fa cambiare completamente l'uomo e' riuscire a sperimentare che questa realta' e' solo puro pensiero, fino a che non si riesce a farlo si rimane nel campo del ragionamento il quale puo' essere giusto o sbagliato. e' solo con l'esperienza che si arriva alla verita', e' vero cio' che si e' sperimentato essere vero.
quindi e' utile si fare un dibattito e parlare con gli altri ma solo a livello informativo, poi le info se uno vuole deve provare a trasformarle in esperienza personale e solo in quel momento avra' accesso alla verita', purtroppo non e' un qualcosa che si puo' dimostrare dentro questo 3D.
e' difficile, e' facile farlo? non lo so, vedo che in oriente le persone riescono meglio, in occidente e' roba solo per pochi eletti. forse l'ambiente aiuta, fino a che uno non diventa cnsapevole e' sempre vittima dell'ambiente e ne viene sempre piu' o meno influenzato, proprio perche' crede che lo influenzi.

indopama ha detto...

Ravecarl,

sull'ambiente:

qui a Bali (come anche ovunque in indonesia) questi discorsi sono normali, si arriva sempre qui quando si parla di problemi, si cerca sempre di capire quando non si e' fatto quel che ci si sentiva di fare e quindi si e' creata una realta' spiacevole. e' normale per 300 milioni di persone e pure io per loro divento normale.
se pero' le stesse cose le dico in italia ho 60 milioni di persone che mi dicono che sono scemo.

chi ha ragione?
entrambi poiche' la verita' e' personale, e' vero cio' che uno ha sperimentato essere vero, gli italiani (generalizzando) non avendo ancora sperimentato hanno ragione, per loro non e' vero. al massimo si puo' avere fiducia che una cosa sia vera ma si rimane sempre nel dubbio, solo l'esperienza offrira' il giudizio.

ravecarl ha detto...

Indopama
Sono d'accordo con te. Si passa sempre attraverso noi stessi, l'esperimento. Non c'è niente altro.
Ognuno "vede" o "sente" la propria realtà come se fosse vera. E per ognuno questa realtà diventa verità.
In psicologia si dice che si parla solo sempre di se stessi anche quando si parla di altro e atre persone. Perché ? Perché la descrizione della realtà è sempre vista dal di dentro.
Sono stato con la mia famiglia a Bali una decina d'anni fa appena dopo l'attentato. Gente meravigliosa e gentilissima.
Una sera mentre facevamo la passeggiata sulla spiaggia con i miei figli, abbiamo incontrato una persona che raccoglieva qualcosa e la metteva nel sacco. Ci siamo avvicinati per vedere meglio. Quella persona, che probabilmente raccoglieva una specie di vongole per mangiarle. Vedendoci si è avvicinata e ci ha offerto il sacco di plastica riempito di questa specie di vongole. E' stato un atto che mi ha colpito. Non ci conosceva, e ci ha offerto probabilmente la sua cena. Un atto veramente dettato dal cuore.
Come vedi ora per me ha un senso. E la tua testimonianza mi conferma quello che avevo provato all'epoca.
Forsa a Bali è piu' facile sperimentare altre realtà che ti permettono forse di prendere piu' facilmente coscienza di "certe cose" legate allo spirituale.
Ma secondo me niente è piu' facile e niente è piu' difficile, tutto è creazione, Quello che vediamo fuori di noi l'abbiamo creato noi stessi dall'interno. Che siamo in Italia o a Bali. Ognuno ha la propria realtà, che si è creato consapevolmente o no.

Tutti noi insieme creiamo secondo dopo secondo, attimo dopo attimo. Non facciamo altro. Il problema è esserne consapevoli e sperimentare questa consapevolezza nel proprio essere.

indopama ha detto...

@Ravecarl
per quel tizio tu eri Dio... :-) come tutto il resto che c'e'.
anche io sono convinto che si riesca a procedere in qualunque ambiente, basta che sia il luogo che senti essere giusto.

"Tutti noi insieme creiamo secondo dopo secondo, attimo dopo attimo. Non facciamo altro. Il problema è esserne consapevoli e sperimentare questa consapevolezza nel proprio essere. "
e' proprio cosi' e proprio per questo le situazioni possono essere cambiate (anche in meglio) in un istante, come cambi dentro cosi' cambia immediatamente fuori. e' questo immediatamente che non e' facile da concepire... non e' per niente facile, altrimenti sarebbero tutti illuminati (quelli veri, non quelli dei blog).

Silvio Caggia ha detto...

@indopama
"la cosa principale che fa cambiare completamente l'uomo e' riuscire a sperimentare che questa realta' e' solo puro pensiero" [...] "purtroppo non e' un qualcosa che si puo' dimostrare dentro questo 3D."

Capisco che non si possa dimostrare... Ma tu, come te ne sei convinto? E per puro pensiero cosa intendi? Qualcosa tipo i pensieri che ho anche io nella mia testa, o qualcosa altro?

domenico canino ha detto...

@indopama
grazie per le spiegazioni; tra paura e coraggio, io ho scelto quasi sempre la paura, ed è andata male, quando ho scelto con coraggio la cosa da fare, mi è andata magari male lo stesso, ma mi sono sentito comunque bene; io sono convinto che la realtà non coincida solo con il razionale,ma che ci voglia molto coraggio per viverla in tutta la sua vera ampiezza; io penso che ognuno di noi percepisca le stesse cose in maniera totalmente diversa, individuale, e dunque soggettiva e non oggettiva; questo lo sperimento tutti i giorni; ed è già un primo passo; e poi sai il coraggio di fare in ogni momento cosa si sente davvero dentro,significa avere una tale coscienza di sè, un tale coraggio, che alla fine puoi sembrare agli altri un vero alieno; la cosa più bella per me è vedere che le persone (come te) che ci sono riuscite anche in parte, appaiono più felici; e penso che sia ora di provarci,
ciao

Briel ha detto...

Domenico Canino
Se ti interessi sinceramente a questa ricerca, puoi attaccare direttamente il nocciolo duro del problema : il mito della realtà oggettiva.
Il vero scienziato dovrebbe essere cosciente del limite ultimo del suo strumento cognitivo, per non cadere nell’illusione di star veramente misurando « oggettivamente » i fenomeni di cui fa l’esperienza.
Che cosa c’è di più soggettivo del pensiero che (si) dice « questa sinusoide sull’oscilloscopio è convincente : trattasi di AC ! » ?
E’ chiaro altresi’ che ci si deve muovere in modo abile nel mondo della realtà convenzionale, condivisa.
Vuoi il colpo di grazia per tutte le (tue) paure ? Eccolo : cio’ che stai leggendo in questo momento non l’ho scritto io ma lo stai pensando tu !
Attenzione : capisci bene e i tuoi guai sono finiti, capisci male e ci sprofondi nei guai !

Briel ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
domenico canino ha detto...

@Briel
grazie per i consigli, ci sto provando, ma penso di essere in una specie di labirinto in cui apri una serratura e se ne chiude un altra, poi cambi strada e non trovi l'uscita, e poi stai fermo perchè non sai se andare avanti o tornare indietro; io forse ho in mente cosa voglio fare davvero, ma non so COME riuscire a farlo; certe volte ti senti di poter tenere il mondo in pugno, altre sembra che quel pugno ti schiacci inesorabilmente; bisogna agire per come ci si sente, e basta
ciao

Anto ha detto...

@Domenico

Avrei un consiglio. C'è un'essenza floreale che si chiama FIVE CORNERS, prodotto da Green Remedies, si ordina in farmacia. Due gocce al giorno in acqua, o anche qualsiasi liquido anche alcolico sotto i 38 gradi, "fanno miracoli" per il coraggio di prendere una decisione.

domenico canino ha detto...

@anto
grazie per la cortesia,
ciao

Posta un commento

Ovviamente 22passi è un blog, non una rivista on line, pertanto la responsabilità di quanto scritto in post e commenti appartiene solo ai rispettivi autori.

Related Posts with Thumbnails