Un blog per appassionati d’Amore onestà spiritualità arte poesia politica democrazia sostenibilità tecnologia green-energy cold-fusion LENR medicina alternativa cambi di paradigma rivoluzioni scientifiche criptoarcheologia e “tante cose infinite, ancor non nominate”. Uno specchio capovolto della realtà: qui siamo una società gilanica, fuori c’è il patriarcato; qui siamo pro E-Cat, fuori c’è il petrolio... per fare previsioni sull’esterno invertite SEMPRE i risultati dei nostri sondaggi interni!

>>>> CERCHI LIBRI SUL BENESSERE DEL CORPO, DELLA MENTE E DELLO SPIRITO?

lunedì 5 luglio 2010

"Nobili" considerazioni matematiche et spirituali...

A lato: Agnolo Bronzino (1503-1572) "L'Allegoria dell'Amore e del Tempo"
Crescendo tutte le persone convergono verso la stessa età. Forse non risponde alla logica del senso comune, ma è rigorosamente matematico.(1) È comodo prendere ad esempio me e mia figlia che compiamo gli anni praticamente nello stesso giorno (io sono nato il 10 luglio 1965, lei l'11 luglio 1998, 33 anni dopo me). Nel 1999, quando lei ha compito 1 anno e io 34, avevo 34 volte la sua età. Nel 2001, quando lei ha compito 3 anni e io 36, avevo 12 volte la sua età. Nel 2009, quando lei ha compito 11 anni e io 44, avevo 4 volte la sua età. Nel 2031, quando lei compierà 33 anni e io 66, avrò 2 volte la sua età. All'infinito, quando lei compierà infiniti anni e io infiniti anni più 33 (la differenza di età tra noi che resta costante), avrò 1 volta la sua età... come dire la stessa. Al di là della logica aritmetica, credo che questo possa significare che nella vita eterna (nell'Al di Là) ci ritroveremo tutti con la stessa "età", la stessa saggezza, la stessa esperienza. E al di là di queste nobili considerazioni spirituali, mi chiedo fino a che punto sia normale che, invecchiando, mi vengano pensieri simili se incontro una ragazza, troppo più giovane di me, capace di catturare la mia attenzione ai limiti della soglia di guardia... buonanotte! :-) (1) In termini matematici, detta x l'età di una persona e x'=x+b l'età di un'altra persona (b=x'-x è la differenza di età tra la seconda persona e la prima), il limite del rapporto x'/x per x che tende all'infinito è uguale a 1: crescendo tutte le persone convergono verso la stessa età.

3 : commenti:

Donatella ha detto...

@_@ alla fine del tuo post mi sono sentita un pò come "calculateur" surriscaldato!

Buona giornata:-)

Anonimo ha detto...

Ancora qui...

è stato il primo intervento in assoluto che ho letto di questo blog.navigavo come un ulisse ramingo, tra onde di mari in tempesta sollevate da un poseidone arrabbiato, alla ricerca di una terra senza ninfe nè maghe ma un solo dio e una sola anima.quando ho visto questo post, poesia&ragione,parole&matematica, ho capito di averlo trovato... il dualismo universale che si completa e ho deciso di restare, solo per un pò, portando dentro me anche il cuore dello S che amo..Amore mio, sei in questo posto meraviglioso attraverso gli occhi miei.

L.

Daniele ha detto...

@Donatella
Con questo caldo che c'è??? È un post molto pericoloso allora... dovrei tirarlo fuori solo d'inverno! :)


@L.
Ho sempre sofferto le dicotomie... non che non le viva e non le utilizzi spesso io stesso, ma sempre conscio della loro mera logicità umana e assoluta inadeguatezza rispetto ai misteri della vita e alla vera realtà invisibile delle cose.
Numeri e versi, poesie e anagrammi... possono benissimo coincidere.
Un abbraccio

Posta un commento

Ovviamente 22passi è un blog, non una rivista on line, pertanto la responsabilità di quanto scritto in post e commenti appartiene solo ai rispettivi autori.

Related Posts with Thumbnails