Un blog per appassionati d’Amore onestà spiritualità arte poesia politica democrazia sostenibilità tecnologia green-energy cold-fusion LENR medicina alternativa cambi di paradigma rivoluzioni scientifiche criptoarcheologia e “tante cose infinite, ancor non nominate”. Uno specchio capovolto della realtà: qui siamo una società gilanica, fuori c’è il patriarcato; qui siamo pro E-Cat, fuori c’è il petrolio... per fare previsioni sull’esterno invertite SEMPRE i risultati dei nostri sondaggi interni!

>>>> CERCHI LIBRI SUL BENESSERE DEL CORPO, DELLA MENTE E DELLO SPIRITO?

mercoledì 14 ottobre 2009

Piadina alla Zorro

In onore di chiunque si batte per difendere il popolo da governanti iniqui, e naturalmente del buon mangiare, qualche sera fa ho inventato con gli ingredienti che mi sono ritrovato in frigo e dispensa la Piadina alla Zorro... gli ingredienti principali sono infatti melanZana e moZZarella! È stata promossa a pieni voti anche da mia figlie che, di norma, solo a nominarle la parola "melanzana" arriccia il naso. Ma al di là di questo giudizio di parte, provate a rifarla e giudicate voi. Esecuzione: semplicissima. Tempo di preparazione: circa mezz'ora, ma se cucinate in precedenza la melanzana per preparare la piadina bastano poi 5, 10 minuti. Ingredienti per due persone:
  • sale e pepe
  • olio quanto basta
  • uno spicco d'aglio
  • una melanzana (*)
  • una mozzarella (*)
  • due manciate di pomodorini pachino
  • due piadine pronte da scaldare
(*) una melanzana di medie dimensioni (400-500g) e una mozzarella da 300-350g sono sufficienti a condire 2 piadine. Tagliuzzate a quadratini la melanzana, mettetela a cuocere in padella con olio, sale e pepe quanto basta e uno spicchio d'aglio, rimescolando spesso. Dopo averla fatta soffriggere un po' aggiungete un pochino d'acqua per evitare che attacchi. Nel frattempo prendete 4 o 5 pomodorini pachino, tagliateli a pezzetti molto piccoli e aggiungeteli alla melanzana in cottura. La melanzana deve cuocere ben bene fino a diventare tenera, quasi sfatta. Mettete su una piastra adatta la piadina a scaldare. La fiamma non deve essere troppo bassa né troppo alta. Quando il primo lato della piadina è rosolato a puntino capovolgetela e disponete uniformemente su metà del disco la mozzarella che avrete in precedenza tagliato a pezzetti abbastanza piccoli. Mano a mano che la mozzarella si scalda butterà fuori acqua che scolerete via il più possibile. Quando la mozzarella è pronta (la fiamma deve essere regolata in modo che la parte inferiore della piadina non si bruci nel frattempo) metteteci sopra uno strato della melanzana già cotta. Chiudete la metà libera della piadina sopra quella farcita e servite immediatamente (meglio mangiarla con coltello e forchetta). Buon appetito! P.S. Lo sapevate che il personaggio letterario di Zorro è ispirato a una persona realmente esistita? Cito da Wikipedia: Lo studioso Fabio Troncarelli nella sua opera La spada e la croce. Guillén Lombardo e l'Inquisizione in Messico identifica Zorro in un personaggio realmente vissuto nel Messico del XVII secolo, cioè Guillén Lombardo, che aveva comportamenti del tutto simili a quelli di Zorro. Soprattutto ci sono anche molti altri elementi di convergenza, come l'appartenenza alla Massoneria e l'anticlericalismo. Sempre secondo Troncarelli, l'appartenenza alla Massoneria l'accomuna anche all'autore del personaggio letterario, Johnston McCulley, e a Walt Disney che realizzò la serie di film dedicata a Zorro. Inoltre i simboli di Zorro, dal mantello nero alla Z, sono simboli legati alla Massoneria e i suoi comportamenti a difesa dei deboli sono quelli che ispirano i principi massonici. Lombardo fu messo al rogo dall'Inquisizione.

3 : commenti:

gaz ha detto...

Mi sembra ottima, poi mi fido del giudizio dei "giovani" eheheh

Tocco finale un bel Z,
con il coltello :D

ciao Daniele

Stella ha detto...

sicuramente buonissima!!
io ho visitato la casa in cui visse zorro! ;o)

chiara ha detto...

un piccolo premio ad un blog prezioso e a me molto gradito. Per altre informazioni leggi nel mio blog.

Posta un commento

Ovviamente 22passi è un blog, non una rivista on line, pertanto la responsabilità di quanto scritto in post e commenti appartiene solo ai rispettivi autori.

Related Posts with Thumbnails