Un blog per appassionati d’Amore onestà spiritualità arte poesia politica democrazia sostenibilità tecnologia green-energy cold-fusion LENR medicina alternativa cambi di paradigma rivoluzioni scientifiche criptoarcheologia e “tante cose infinite, ancor non nominate”. Uno specchio capovolto della realtà: qui siamo una società gilanica, fuori c’è il patriarcato; qui siamo pro E-Cat, fuori c’è il petrolio... per fare previsioni sull’esterno invertite SEMPRE i risultati dei nostri sondaggi interni!

>>>> CERCHI LIBRI SUL BENESSERE DEL CORPO, DELLA MENTE E DELLO SPIRITO?

sabato 25 aprile 2009

La Maison en Petits Cubes

Per ricambiare il dono all'amica che mi ha fatto conoscere Father and Daugter, Oscar 2001 per il miglior cortometraggio d'animazione, vi presento La Maison en Petits Cubes, del giapponese Kunio Kato, Oscar 2009 nella stessa categoria.

Cartoni animati come questi sono autentica poesia per immagini... vedere per credere!

8 : commenti:

Surrealina ha detto...

Bellissimo questo viaggio a ritroso nel mare della memoria. Hai ricambiato con generosità. :)

gaz ha detto...

L'illustrazione per l'infanzia e i cortometraggi d'animazione sono la mia passione!
Grazie per questo ennesimo regalo!
Bellissimo

Simonetta ha detto...

wow!!

Cassandra ha detto...

Sono bellisismi...adoro i cortometraggi animati: qualche volta li guardo in streaming mentre mi gusto un buon libro.
In quei momenti mi sento immersa nel lusso.

Daniele Passerini ha detto...

Sono contento che anche voi vi siate emozionati a immergervi in questi cartoni... sono autentiche opere d'arte.

danDapit ha detto...

bello...poeticissimo...delicato, triste...
ma dipende dallo stato d'animo!

Un po' mi ha ricordato il famoso film a cartoni e musicale (musica classica: Vivaldi, Stravinskjy, Ravel, Debussy) di Bruno Bozzetto "Allegro non troppo", l'episodio del gatto che rimembrava, passo dopo passo felpato, come era la casa quando era ancora viva e intera... (http://www.bozzetto.com/allegronontroppo.html)
Caspita! era del 76/77...come passano gli anni...INFATTI!! APPUNTO!!
baciooooo

Daniele Passerini ha detto...

Si Danda è bello e "triste"... ma di quella tristezza che nasce dall'aver perso qualcosa che ci ha reso felici, qualcosa che abbiamo vissuto sul serio, in cui ci siamo immersi al 100%: chiamiamola nostalgia. Comunque la metafora della vita come un costruire un piano dopo l'altro mentre il livello dell'acqua sale è veramente azzeccata. E mi piace molto il carattere di questo vecchietto, che non si scoraggia e tira avanti, anche da solo, superando (letteralmente) le avversità, facendo (letteralmente) tesoro dei suoi ricordi.

P.S. Invidio le persone che hanno la fortuna di non veder spazzati via i loro ricordi felici... se questo vecchietto fosse stato tradito e lasciato dalla moglie il suo stato d'animo attuale sarebbe stato ben diverso. Credo che nulla capiti per caso, ma a volte è davvero difficile accettarlo.

Daniele Passerini ha detto...

Cara Danda, ho inserito in data 4 maggio un post con la sequenza di Allegro non troppo a cui ti riferivi. Ciao e non rifarti viva alla prossima morte di Papa! ;o)

Posta un commento

Ovviamente 22passi è un blog, non una rivista on line, pertanto la responsabilità di quanto scritto in post e commenti appartiene solo ai rispettivi autori.

Related Posts with Thumbnails