BLOG PER APPASSIONATI D'AMORE, ONESTÀ, SPIRITUALITÀ, ARTE, POESIA, POLITICA, DEMOCRAZIA, SOSTENIBILITÀ, TECNOLOGIA, ENERGIE PULITE, COLD FUSION E LENR, MEDICINA ALTERNATIVA, RIVOLUZIONI SCIENTIFICHE, CRIPTOARCHEOLOGIA E "TANTE COSE INFINITE, ANCOR NON NOMINATE"

>>>> CERCHI LIBRI SUL BENESSERE DEL CORPO, DELLA MENTE E DELLO SPIRITO?

B A C H E C A D E L B L O G

Dal 25 Aprile 2015 (Festa della Liberazione) la possibilità di lasciare commenti nel blog è stata disattivata, eccetto per gli 85 utenti autorizzati e autori ad oggi iscritti. Chi desiderasse fare parte di questa piccola community (Google consente ancora 15 iscrizioni) può mandare due righe di presentazione a 22 passi chiocciola gmail punto com.

lunedì 5 ottobre 2015

L'App PsiMeter fra pseudo-casualità e decadimento radioattivo

(post di Guido Gardini)



Lo PsiMeter, App Android per misurare le facoltà Psi, è uscito dalla fase di beta-test e ora è presente, gratuitamente e senza pubblicità, sulla vetrina virtuale di Google Play. Finora gli esperimenti con carte Zener virtuali venivano condotti principalmente in due modi puri e un modo ibrido:
  1. in laboratorio, con un generatore true-random impiegante una sorgente radioattiva o un diodo Zener,  potenzialmente con una platea di pochi soggetti che effettuano prove;
  2. su internet o nelle App per smartphone con l'uso di generatori pseudo-random, con ben noti algoritmi deterministici e utilizzati da una grande quantità di persone;
  3. con un compromesso che sfida a volte logica e buonsenso, usando autentici numeri true-random, ma già memorizzati, per condurre ad esempio esperimenti di precognizione oppure di micro-pk.
Partendo da queste considerazioni, maturate nel tempo (anch'io in passato avevo realizzato una pagina web con un approccio di tipo 2), mi sono reso conto che si poteva realizzare un generatore true-random funzionante in tempo reale utilizzando uno smartphone.
La realizzazione di un tale generatore, seguendo le varie discussioni presenti in rete, è del tutto sconsigliata, poiché, nella maggioranza dei casi, presenta molti svantaggi rispetto al più affidabile generatore pseudo-random.
Per l'impiego specifico era però assolutamente necessario e così, dopo mesi di tentativi, ho completato il generatore e il cammino verso l'App è diventato tutto in discesa.
Ora potenzialmente non sono disponibili solo pochi generatori true-random da laboratorio, ma oltre un miliardo di smartphone con cui condurre esperimenti.

Poiché mi sono basato su di un'esperienza precedente anche se datata, per non ripetermi troppo ho anche cercato di innovare il test: oltre alle carte Zener, necessarie anche come confronto con tutte le prove in letteratura, ho voluto introdurre carte rappresentanti sport e utensili e, nella versione attuale, anche cerchi colorati.
In particolare inserendo anche carte con attività sportive e strumenti di lavoro ho voluto ricordare gli esperimenti di Piero Cassoli che, tanti anni fa, aveva ottenuto buoni risultati rappresentando scene di vita vissuta.
Chi proverà l'App mi farà qualcosa di molto gradito se manifesterà le sue obiezioni o correggerà eventuali errori nella versione inglese o spagnola (basta cambiare lingua dalle impostazioni per vederle).

Per installare l'App si può usare il link https://play.google.com/store/apps/details?id=it.guido.android.pr01.psimeter, mentre, per seguire l'evoluzione di questa realizzazione, oltre alla pagina Facebook https://www.facebook.com/psimeter, c'è il blog http://www.psimeter.it.

32 : commenti:

Silvio Caggia ha detto...

Io ho un problema, se mentre faccio un test cambio applicazione, per esempio per rispondere a whatsapp, quando torno sono sul menu iniziale ed il test è perso... Credo lo facesse anche prima...

Silvio Caggia ha detto...

Poi vorrei sapere quando fai la scelta true random quali periferiche usi... Se usi l'accelerometro ma il cellulare è ancorato ad una morsa cosa fa venire risultati diversi?

Daniele Passerini ha detto...

@Guido
@Silvio
Ho appena scoperto che che il fatto che si utilizzi il diodo Zener per simulare le carte Zener non è una buffa coincidenza: il fisico Clarence Zener (1905-1993) e lo psicologo Karl Zener (1903-1964) erano fratelli!!! :D

GuidoGG ha detto...

@Silvio
Temo che il problema del ritorno al menu non sia eliminabile per come è fatto Android, cercherò comunque di approfondire la questione.
Il dubbio sui sensori è legittimo, infatti viene usata una molteplicità di sensori con una metodologia molto sofisticata.
@Daniele
Interessante ricerca!

Silvio Caggia ha detto...

@guidoGG
Android è multitasking, quando cambio app e poi torno indietro le applicazioni non si resettano... No?

Silvio Caggia ha detto...

@daniele Passerini
Grazie per avermi letto nel pensiero ed evitato una ricerca... :-)
Dovremmo provare la funzione telepatica io e te... :-D

Silvio Caggia ha detto...

@guodoGG
Devo firmare un NDA per sapere come funziona? :-D
La domanda è: se blocco tutti i sensori in modo che non sentano variazioni, che fa il tuo software?
A) da errore
B) da un output costante
In presenza dello stesso identico input da parte di tutti i sensori il software:
A) da lo stesso output
B) può dare ouput diversi
Se b), elabora stati di memoria precedenti come le funzioni di pseudorandomizzazione o altro?

A parte la precognizione, che concettualmente capisco, che interpretazione dai del remote viewing di un dato nascosto tra i bit di un computer? La carta coperta è un'illusione informatica, non c'è nessun retro di carta da "vedere" con gli occhi della mente...
Che cosa ti aspetti da tipi di carte diverse? La tua rappresentazione interna è sempre una variabile con 5 valori, queste "skin" sono pura illusione, non è come nascondere un oggetto di lavoro dentro una scatola o carte colorate che assorbono fotoni con frequenze diverse...
L'unica cosa che misuri in tutti i test è sempre e solo la capacità di prevedere il futuro...

GuidoGG ha detto...

@Silvio
Le applicazioni non si resettano, hai ragione, stiamo però parlando di activity, che sono oggetti un po' differenti.
Per quanto riguarda la codifica del generatore true-random non posso darti ora questi particolari (se mi credi, ti assicuro che è realizzato molto bene), Cercherò invece di informare te e gli eventuali altri interessati su come si evolveranno le prove, che mi sembra sia la cosa più importante.

GuidoGG ha detto...

@Silvio
Concordo sul fatto che la chiaroveggenza virtuale potrebbe implicare comunque una previsione in quanto bisogna andare al momento futuro in cui, con il feedback, la carta verrà scoperta e non sarà più solo un numero nella memoria del processore.
Comunque il fatto che l'estrazione avvenga prima o dopo la scelta differenzia chiaroveggenza e precognizione, come anche il diverso aspetto formale della prova ha un effetto differente nello stimolare le facoltà del soggetto.
Da tipo di carte diverse mi aspetto di mettere a proprio agio i soggetti, in modo che focalizzino al meglio la loro attenzione sul target.
Secondo me non è affatto vero che nelle 4 prove si misura comunque la capacità di prevedere il futuro, telepatia e microPK non implicano assolutamente una capacità di previsione.

Silvio Caggia ha detto...

@guodogg
"Secondo me non è affatto vero che nelle ­4 prove si misura comunque la capacità d­i prevedere il futuro, telepatia e micro­PK non implicano assolutamente una capac­ità di previsione."
Dipende se nel test di telepatia viene comunicato al soggetto la riuscita o meno di ogni singola previsione.
La microPsicocinesi è la più assurda delle funzioni, consentimelo, se io non so come usi i sensori dello smartphone, come faccio io psicocinetico ad indirizzare la mia capacità? Non è che la psicocinesi fa materializzare dei risultati dal nulla, ma dovrebbe essere l'interazione tra la volontà ed il reale... Non vedo la "maniglia" cui dovrei fare leva...
Scusami se sono così ipercritico, tu hai fatto un ottimo lavoro, ma bisogna riflettere un attimo sul senso di quello che si sta facendo, e sul significato che avrebbe il fatto che qualcuno riuscisse per assurdo ad ottenere sistematicamente dei risultati positivi al tuo test psicocinetico...

GuidoGG ha detto...

@Silvio
Riguardo alla telepatia, tipica prova da laboratorio, può essere fatta con o senza feedback, è consigliabile utilizzare entrambe le modalità per vedere se i risultati sono differenti. Così si può comprendere o escludere la possibilità di precognizione. La sperimentazione con modalità differenti, ma sempre rigidamente codificate, può servire, come in altri campi, a tener conto di tutte le variabili.
La psicocinesi non è la più assurda, le funzioni sono tutte assurde nel senso che tutte vanno al di là di quello che conosciamo sul mondo fisico. La tua idea che il soggetto debba capire il funzionamento del true-random generator per influire sullo stesso è affascinante, ma in pratica i soggetti che esperimentano con un generatore aleatorio basato su di una sorgente radioattiva non sono tutti fisici nucleari...

@tutti
Ho visto che molti stanno provando PsiMeter, così come tanti avevano provato la versione in beta-test, un intervento nella discussione sarebbe gradito!

Salvatore Boi ha detto...

OT

http://www.huffingtonpost.com/david-h-bailey/interview-with-andrea-ros_b_8248624.html

Salvatore Boi ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Salvatore Boi ha detto...

OT
Stralcio dalla intervista succitata:

"Quale ritiene sia la migliore spiegazione teorica?

AR: La mia teoria è che un protone da un atomo di idrogeno entri, per effetto di tunneling quantistico, in un nucleo di Li-7 (cioè, un nucleo di litio di peso atomico 7), formando un nucleo di Be-8 (cioè, un nucleo di berillio di peso atomico 8), che poi decade in pochi secondi in due particelle alfa (nuclei di elio), accompagnati con il rilascio di notevole energia nucleare. Si veda il documento di Norman Cook e me stesso, sui meccanismi nucleari alla base della produzione di calore da parte dell'E-Cat. Le variazioni isotopiche sono state sperimentalmente misurate mediante spettrometria di massa di ioni secondari (SIMS) - vedi il rapporto dell'esperimento di Lugano.

La variazione degli isotopi del litio è stata riconciliata con la nostra comprensione del processo, anche se lo spostamento degli isotopi di nichel non ha (e penso che ci sia un problema con la piccola quantità del campione - solo 2 mg su una prima carica di combustibile di 1 grammo). Sono in corso ulteriori analisi. Le reazioni che abbiamo assunto per il nickel e litio sono spiegate nel documento Cook-Rossi di cui sopra. Quello che posso dire di più è che il litio ha un ruolo primario, con il nichel che agisce per lo più da catalizzatore. Il meccanismo generale è descritto nel brevetto concessoci dall'ufficio brevetti degli Stati Uniti."

triziocaioedeuterio ha detto...

Un utente sul jonp:
"The Huffington Post is a very important media, its Science section has a strong impact and the two Professors that made the interview are well known scientists.
This is important, Andrea.
Cheers,
René"

Mi immagino gli schizzi di bile...ovunque ad imbrattare i muri :-))))))

Daniele Passerini ha detto...

@triziocaioedeuterio
E sempre e solo questione di ego...
Direi che in media l'ego degli utenti di 22 passi è normale e sano, di là ci s'imbatte e scontra con ego pesanti come stelle di neutroni, esplosive singolarità di QI cortocircuitate nella auto-conferma bellicosa di loro stessi!
C'è chi si identifica con i propri valori, con quel senso di fratellanza universale che ti porta automaticamente alla tolleranza e a concedere fiducia, e c'è chi si identifica con la propria professione, i propri studi, le proprie certezze e diffida di tutto ciò che non "inquadra".
C'è chi misura se stesso secondo quanto riesce a comportarsi da "bella persona" nella vita di tutti i giorni e chi misura se stesso secondo quanto denaro o quanto potere o quanta fama guadagna.
Ecc. ecc. ecc.
Per questo stiamo così sulle balle a Soloni e palloni gonfiati.
Quanto più ci prendono in giro e ci schizzano addosso la loro bile, tanto più abbiamo motivo di guardarli con pena, augurandogli con tutto il cuore di trovare la serenità che forse non hanno nemmeno mai avuto tanto tempo e capacità di cercare.

@GuidoGG
Arrivano feedback utili dai primi utilizzatori di PsiMeter?

triziocaioedeuterio ha detto...

@Daniele

Tu parli di ego per me sono solo invidiosi al cubo.

Daniele Passerini ha detto...

@trizio
Ma invidiosi de che? :)
Come si può invidiare qualcosa che non si conosce, che non si concepisce e che non si cerca?

triziocaioedeuterio ha detto...

Per me sanno bene che le LENR esistono e come e constatare che è Rossi ad aver trovato l'alchimia giusta li fa andare su tutte le furie...e lì giù col fango.
Poi c'è chi lo fa per professione certo ma la
Maggior parte di quelli che danno del truffatore a rossi Levi e co. sono semplicemente invidiosi...

GuidoGG ha detto...

@Daniele
Purtroppo nessun feedback dai lettori di 22Passi, mentre da altri miei contatti ho saputo che su 2 modelli di tablet l'App non parte e che il testo in inglese ha bisogno di revisione da parte di un volenteroso madrelingua...
Il totale di utilizzatori delle due versioni è di circa quaranta ed è in crescita, mi sto preparando a migliorare l'App ma mi mancano ancora dei feedback precisi per poterlo fare!

Alain Coetmeur ha detto...

@danielle
off topic:
http://unaliraperlitalia.altervista.org/blog/2015/10/09/i-nostri-propositi-se-sei-daccordo-partecipa-anche-tu-alladunata-del-25-ottobre-a-latina/

maybe you can analyse
"investimenti ingenti nella ricerca di nuovi modi per produrre energia con particolare attenzione alle rinnovabili e alla fusione nucleare (LENR – a temperatura ambiente);"

Daniele Passerini ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Daniele Passerini ha detto...

@Alain
Onestamente conosco molto poco il Movimento dei forconi, credo che nasca dagli agricoltori, esasperati e arrabbiati per come è stato regolamentato il loro settore negli ultimi decenni.
Li immagino alleati naturali del Movimento 5 Stelle... ma non sono sicuro che sia esattamente così!
Ma prima o poi sarà lo stesso Renzi a mettere le LERN nel suo programma di governo, ci scommetto! ;)

bertoldo ha detto...

i forconi sono un tipico esempio di fascismo berlusconiano .Nascono con buoni propositi ma dietro c'è sempre qulacosa che non quadra ....e poi spuntano le presenze di forza nuova e altri fascisti di merda ...

bertoldo ha detto...

si chiama opportunismo politico , come con gli immigrati , pardon invasori andati a prendere presso le coste libiche da navi straniere e depositati in italiotilandia...

GuidoGG ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Daniele Passerini ha detto...

@TUTTI
http://animpossibleinvention.com/2015/10/15/swedish-scientists-claim-lenr-explanation-break-through/

Salvatore Boi ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Salvatore Boi ha detto...

Il 16-10-2014 12:19 scrissi:

"...e mo come la mettiamo?!::):):):):)

Direi che bastava leggere, come spero e credo di aver fatto, il report. Infatti, a fronte di alcune speculazioni tendenziose che tendono a voler coprire di mala fede gli sperimentatori, mi suona fin troppo strano che essi abbiano peccato di superficialità nei metodi e/o misure, e mi suona ancora più strano che "non si siano accorti" di un comportamento analogo tra il tubetto in alumina senza "combustibile LENR" e con esso. Se, come penso sia, la differenza è di ordini di grandezza, salterebbe agli occhi di tutti la differenza, anche solo per evidenti differenti emissioni... macroscopiche. Molto più difficile fare misure quando le differenze sono minime che farle quando invece sono macroscopiche al punto da essere di tutto rilievo anche a fronte della percentuale di errore/incertezza intrinseca nelle misure fisiche. Resta ancor più difficilmente comprensibile l'eventuale interesse degli sperimentatori a mentire o truccare o assecondare i risultati: Per poi venire sbugiardati? Resto convinto della loro buona fede e dei risultati da loro riportati. Tornando al discorso del catalizzatore, di esso non si ha evidenza dalle analisi pre/post. Anche gli sperimentatori ad un certo punto (che ora non trovo, mannaggia!) del report nutrono sospetti sull'alimentazione, cioè che sia attraverso l'opportuna modulazione (impulsiva?) di essa che si ottiene l'inizio del processo. Lo stesso Rossi poi ha pure detto che a fronte di un'apparente semplicità costruttiva dell'Hot-Cat oggetto di analisi, in realtà esso è denso di svariati peculiari accorgimenti che ovviamente non svela.
Quanto lo vorrei un test stile bOmbolina da una persona di dimostrata onestà intellettuale quale Mario Massa. Dopo aver letto il report, ho pensato che non fosse quello che tutti si attendeva per i seguenti motivi: Si sapeva che il test fosse durato 6 mesi, non 2. Si sapeva che erano stati forniti 3 hot-cat di cui se ne usò solo uno in quanto funzionò correttamente, invece in questo report si dice che non si è potuto innalzare troppo la temperatura del "dummy" al fine di non rovinare le resistenze (che è evidente che abbiano ruolo assai attivo nella reazione) non avendo altri hot-cat disponibili.
Non dimentichiamoci però che questo report è tutt'altro che esaustivo, ma questo è stato ben dichiarato nel report stesso, e molte cose da noi "pretese" esulano dallo scopo del report.
We will see..."

...ed ora stiamo iniziando appunto a vedere conferme teoriche in tal senso da alcuni illustri scienziati svedesi.

Vorrei poi far notare che proprio la ABB dovrebbe fornire i robot-produttori al Rossi...

E dire che qualcuno (Mats Lewan...) tendeva a considerare Rossi un tantino superficiale o scarsino in elettrotecnica... Ma probabile che sia stato proprio Rossi a far credere questo, con l'ovvio fine di depistare l'altrui curiosità...

Daniele Passerini ha detto...

@Salvatore Boi
Metti il link giusto per favore! :)

GuidoGG ha detto...

@Silvio
...se mentre faccio un test cambio applicazione, per esempio per rispondere a whatsapp, quando torno sono sul menu iniziale ed il test è perso...
Problema risolto con la nuova versione 1.1.2 di PsiMeter, grazie per la segnalazione!
@tutti
Se avete notato altri problemi, fatemelo sapere per poter inserire la soluzione nel prossimo rilascio.

Salvatore Boi ha detto...

@TUTTI

Grazie Daniele, grande svista da parte mia...

http://documents.irf.se/get_document.php?group=Administration&docid=1772

Posta un commento

Ovviamente 22passi è un blog, non una rivista on line, pertanto la responsabilità di quanto scritto in post e commenti appartiene solo ai rispettivi autori. Chi è abilitato a pubblicare su 22passi deve evitare botta&risposta a distanza con utenti di altri blog o forum (donde può comunque trarre contenuti citandone la fonte).

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.

Related Posts with Thumbnails