Un blog per appassionati d’Amore onestà spiritualità arte poesia politica democrazia sostenibilità tecnologia green-energy cold-fusion LENR medicina alternativa cambi di paradigma rivoluzioni scientifiche criptoarcheologia e “tante cose infinite, ancor non nominate”. Uno specchio capovolto della realtà: qui siamo una società gilanica, fuori c’è il patriarcato; qui siamo pro E-Cat, fuori c’è il petrolio... per fare previsioni sull’esterno invertite SEMPRE i risultati dei nostri sondaggi interni!

>>>> CERCHI LIBRI SUL BENESSERE DEL CORPO, DELLA MENTE E DELLO SPIRITO?

lunedì 14 settembre 2015

Cercansi laureandi UniBO per tesi di laurea sulla progettazione di schede con microcontrollore per Flipper!


Questo pomeriggio Giuseppe Levi ha pubblicato e condiviso questo annuncio sul proprio profilo facebook:
Avendo conosciuto l'ing. Fulvio Fabiani nel corso della mia attività professionale e condividendo con lui numerosi interessi nel campo dell'informatica e dell'elettronica decisi di accettare un incarico di consulenza presso la sua azienda nell'ambito della progettazione di schede con microcontrollore per Flipper. Tutti gli incarichi sono stati autorizzati dalla Università di Bologna e sono registrati.
In questo ambito saranno date anche TESI di Laurea. Gli interessati mi contattino.
Considerato che il Dr Levi ha conosciuto l'ing. Fabiani (Quantum Leap LLC) grazie all'E-Cat di Andrea Rossi, possiamo dire che si tratta di una ricaduta inaspettata dal mondo delle LENR a quello del pinbal... del resto proprio a Bologna si trova il Museo del flipper!

Ma non è uno scherzo. Il progetto di tesi per l'Alma Mater sui microcontrollori per flipper è estremamente serio e si cercano laureandi in gamba!
 

104 : commenti:

Robbins ha detto...

Ma guarda che felice combinazione.

In effetti Fabiani è molto attivo nella ricerca di collaboratori per la progettazione di biliardini elettronici. Fa piacere constatare che ha fatto un salto di qualità.

http://webcache.googleusercontent.com/search?q=cache:pThryJkPVQEJ:longhornengineer.com/2014/04/01/pinheck-board-rev-5-prototypes-complete/+&cd=4&hl=it&ct=clnk&gl=us

http://blog.fastpinball.com/fast-pinball-hardware-update/

A riprova di questo interesse il fatto che Fabiani ha già spedito un carico (3000 kg) di biliardini da casa propria a 1331 Lincoln Rd apt 605 Miami Beach - si tratta di un appartamento di 45 m2.

http://www.usimports.info/suppliers/F1/FABIANI-FULVIO.htm

Però dalla pagina della sua ditta sembrava che inizialmente volesse occuparsi di altro. Anche i numeri di telefono nella pagina web parevano suggerirlo.

http://www.usqlengineering.com/

La diversificazione è l'anima del commercio. E l'utilizzo di esperti universitari una strategia vincente. Auguri a Fabiani, a Levi e ai loro futuri laureandi.

bertoldo ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Daniele Passerini ha detto...

OT. A quanto mi dicono c'è un'oca che continua a marcare a passero, il blog 22 passi: sembrerebbe una vera e propria ossessione la sua! :)
Sarà perché il suo blog (scremati quel paio di nick auto-multi-replicanti che le fanno da spalla) non se lo fila quasi nessuno?
Google Trend traccia un quadro impietoso:
https://www.google.it/trends/explore#q=22%20passi%2C%20ocasapiens&date=1%2F2011%2057m&cmpt=q&tz=Etc%2FGMT-2

Altro che LAFF, mi sa che la compulsione di quell'oca a punzecchiarci è pragmaticamente funzionale a vampirizzare un po' di traffico da 22 passi verso il suo molto poco ricercato blog! :D

Mauro elia ha detto...

OT a chi interessasse sapere come si potrebbe cancellare il debito pubblico in 6 paginette

http://www.cobraf.com/DocumentiScaricabiliCobraf/77_PDF.pdf

Alessandro Pagnini ha detto...

Chissà quanto differiscono come specifiche le schede di controllo dell'E-CAT e quelle dei Flipper. E il firmware? Sarà riciclabile con poche modifiche? Ehhhhh....son misteri! :-)

Paul ha detto...

OT:

Andrea Rossi
September 16th, 2015 at 11:49 AM
Italo R.:
Leonardo Corp is preparing a very strong and important action in Europe, concerning the sales of the E-Cat. F9.
Warm Regards,
A.R.

Paul ha detto...

ha poi aggiornato in:
" concerning the manufacturing and the sales of the E-Cat. F9."

Alessandro Pagnini ha detto...

Sì ma se lo fanno in Svezia, per dirne una, la bandierina italiana che gli avevi chiesto, mica ci incastra nulla.
Comunque, se l'E-CAT funziona avremo da rimpiangere non poco l'esserci divertiti a fare lettere dai mille firmatari. Ci sarebbe quasi da sperare che non funzioni, per evitare di mangiarsi i cosiddetti, che poi tutti quei peli mi danno anche un certo fastidio...che schifo...puh! ;-)

Bisogna che scriva a Rossi, casomai il test andasse a buon fine e partisse la produzione (F9+F10), se ha bisogno di un centro di assistenza / manutenzione, un filino di esperienza nell'elettronica industriale ce l'ho e il resto lo imparo velocemente! ;-)

Magari anche Silvio e Domenico potrebbero entrare nel team. Un dream team, sotto diversi punti di vista (per i detrattori, un team che sogna ad occhi aperti) :-D

Daniele Passerini ha detto...

@Alessandro
...se ha bisogno di un centro di assistenza / manutenzione, un filino di esperienza nell'elettronica industriale ce l'ho e il resto lo imparo velocemente! ;-)
Magari anche Silvio e Domenico potrebbero entrare nel team. Un dream team, sotto diversi punti di vista (per i detrattori, un team che sogna ad occhi aperti) :-D

Anche io potrei fare la mia parte: nel momento in cui finalmente avvierà la beneficienza che aveva promesso, la mia esperienza di servizio sociale e progettazione sociale potrà risultargli preziosa! :)

Paul ha detto...

Vero, non ha parlato dell'Italia, neanche di sfuggita.
E pensare che prima dell'avventura americana aveva contattato l'ENEL. L'accordo non è andato a buon fine perché non hanno riconosciuto a Rossi le spese sostenute (letto su libro di Lewan). L'Enel ha risparmiato un tozzo di pane, e l'Italia ha perso l'occasione del millennio.

In passato comunque Rossi, a precisa domanda, aveva detto che per la produzione sarebbe stata coinvolta anche l'Italia. Ma erano altri tempi.

Alessandro Pagnini ha detto...

Allora prenotiamoci per tempo! :-)

domenico canino ha detto...

@alessandro
io sono già pronto; ma sogno un viaggetto a Miami.

Paul ha detto...

Sono certo che Rossi, quando gli avanza un po' di tempo durante le lunghe notti dentro il container, e che è tutto noiosamente "stable", dicevo, Rossi naviga in rete e legge vari blog tra i quali Cobraf e 22passi. (e anche altri che non sto a citare...).
Rossi, dicevo, sta segretamente compilando un quadernetto. Ogni pagina è divisa in due colonne; a sinistra il titolo dice "cattivi", a destra il titolo dice "buoni".
E su ciascuna pagina scrive i nomi che trova: a sinistra chi lo dileggia o peggio; a destra i "fedeli".
Quando arriverà il momento, sceglierà i migliori tra i buoni e li inviterà a spese sue a Miami, ad assistere al disvelamento (stavo per dire ostensione), dell'impianto da 1MW.

Ovviamente scherzo, ma chissà?

domenico canino ha detto...

@Paul
ostensione è bellissima...

Alessandro Pagnini ha detto...

Dal Jonp:

"... Andrea Rossi
September 16th, 2015 at 7:18 AM

Ray Russell:
Now, at 08.16 a.m. of Wednesday Sept 16 the 1 MW E-Cat is stable; the E-Cat X is resisting at very promising levels, but we have to wait to know if we reached the necessary reliability. I am enthusiastic of it and it is the most pure application of my US Patent, which is important.
Warm Regards,
A.R. ..."

E' ufficiale: Rossi è pazzamente innamorato dello E-CAT X :-D

Come non commuoversi ;-)

Se riusciranno a coronare il loro sogno d'amore e arriveranno ai fiori d'arancio, sarà tutta l'umanità ad essere in festa. Però non tutti a Miami, che ci si starebbe strettini.
Io stapperò finalmente la famosa bottiglia delle occasioni speciali e brinderò fino ad ubriacarmi. Se poi venisse fuori che Rossi ci ha preso tutti per il baugigi, stapperò la bottiglia e brinderò lo stesso fino ad ubriacarmi, per consolarmi. Sbronza allegra nel primo caso, sbronza triste nel secondo. Vada come vada, questa faccenda rischia di fare di me un etilista! ;-)

gio ha detto...

@ daniele
@ alessandro
@ silvio
@antonio
@salvatore
@tecnici misericordiosi:))

visto che sono stato costretto a leggere il brevetto del fluid heater di Rossi ,ma, vista la mia incompetenza, l'ho letto un pò come fanno i bambini che cominciano a leggere i fumetti , soffermandosi sulle figure perchè è più facile e meno impegnativo:):)
così ho notato questo : la fig. 4( che descrive le resistenze dentro il wafer, a contatto con gli idruri che rilasciano idrogeno, una volta riscaldati) ricorda il piano di un flipper:):), i buchi dai cui sbucano i cavi delle resistenze sembrano le luci del flipper che si accendono e si spengono quando vengono colpite dalla pallina;
quindi gli strati del wafer che contengono gli idruri, a contatto con le resistenze, vengono scaldati un pò qua , un pò là .............

ho scritto la ca**ta del mattino?????!!!:):):)

vabbè ...è venerdì:):)

Barney ha detto...

Una domanda: ma se -credo...- tutti siam d'accordo che il brevetto concesso non c'entra una mazza con l'E-Cat x, come fa Rossi a scrivere una cosa cosi':
" I am enthusiastic of it and it is the most pure application of my US Patent, which is important"
?

Ho di nuovo capito niente io? Oppure Rossi sta di nuovo facendo il gioco dei tre bussolotti?

Alessandro Pagnini ha detto...

@ Barney

Non sono nè d'accordo, nè in disaccordo. Il brevetto non l'ho letto e non lo leggerò.
Ci sono sia implicazioni tecniche, che, probabilmente, di diritto brevettuale, le quali forse potrebbero essere accertate solo in sede di un eventuale contenzioso.
Rossi ritiene che copra almeno alcuni aspetti del suo E-CAT X, tu no.
Potresti sbagliare tu, ma potrebbe sbagliare lui e potrebbero aver toppato i suoi consulenti nell'esporgli la reale capacità schermatoria del brevetto.
Poi esiste semplicemente l'ipotesi estensiva, che Rossi parli sulle ali di un chiaro entusiasmo (non credo abbia ancora deciso se impalmare il brevetto o l'E-CAT X, o se diventare membro di una setta che prevede la poligamia ;-) ), intendendo che quello che il suo brevetto gli permette di fare, a sua volta gli consente di lavorare serenamente sullo E-CAT X, che comunque è certamente un membro della famiglia di cui il brevetto dovrebbe ergersi a protezione. Proprio per quest'ultima considerazione, ritengo che la risposta stia nelle prime due ipotesi: O hai torto tu, o ce l'ha Rossi.
Dal tuo punto di vista Rossi è un bugiardo matricolato, quindi non ci sono discussioni, presumo. Dal mio invece tengo anche presente che forse, e dico forse, Rossi di come funziona lo E-CAT e di quali principi copre il suo brevetto potrebbe anche saperne più di me e di te. Forse.....

Alessandro Pagnini ha detto...

@ gio

Nella mia sciagurata carriera ho iniziato lavorando su un controllo per macchine per la lavorazione del legno, finendo per le macchine che fanno le catenine d'oro (ad Arezzo) e lasciandomi in ultimo sedurre dallo sciagurato abbraccio del digital signage, dove l'elettronica e i microprocessori, stanno solo dentro gli schermi e nei PC che li pilotano.
Fino ad allora, però, ho riciclato con sforzi abbastanza modesti, la mia preparazione di base sia in campo telefonico che negli accessori per moto. Il mio difetto maggiore nell'analizzare la questione che chiedi e che poi è in tema col post, è di non sapere come funziona un flipper. Quelli della mia gioventù erano prevalentemente elettromeccanici, ma sono decenni che non mi accosto ad una di quelle macchine e non saprei dire su che basi architetturali siano impostate.
In generale, però, un tipino sveglio che riesca a mettere su un buon controllo per un flipper, non avrà difficoltà eccessive a riciclare il suo know how, per controllare un E-CAT, della cui struttura di controllo mi sono fatto qualche ipotetica idea. Se non fossero anni che non lavoro con schede e firmware, potrei affermare con buone probabilità di non sbagliare, che, una volta edotto sulle necessità dell'E-CAT, potrei partorire un sistema di controllo per lo stesso, in alcuni mesi di lavoro, avvalendomi magari di uno o due collaboratori.
Quindi, una volta trovati i tipi 'in gamba' se questi dovessero entrare a far parte dell'Ufficio tecnico che segue l'E-CAT, alle dipendenze di Fabiani, non avrebbero difficoltà neppure loro a mettersi al lavoro.
Può anche darsi che la struttura di un E-CAT e quella di un flipper, si assomiglino, come strategia di controllo, ma non è necessario.
Può infine darsi che davvero stiano cercando dei 'pinballari' e stiamo qui a costruire castelli in aria.
Chissà?

Paul ha detto...

Quando avevo un po' più di soldi e potevo permettermi di andare in vacanza negli Usa, ho bazzicato per molti anni i Casinò di Atlantic City dove "donavo" un po' di dollari a Trump & C.. Non molto, mi sapevo controllare e giocavo alle macchinette da 1 centesimo a colpo. Giochi per ore, ma vinci (cioè perdi) poco. Ero affascinato da quelle slot-machine. Non erano più quelle elettromeccaniche di una volta con la grossa leva a fianco, ma erano già totalmente elettroniche, praticamente uguali a quelle che poi sarebbero arrivate in Italia e che ora vediamo in tutti i bar.
Bene, questa premessa per dire: ma non è che il sistema elettronico di una slot machine e quella di un flipper possano essere simili tra loro? Con una opportuna programmazione ed un giusto hardware per le uscite si può fare qualsiasi cosa.

Alessandro Pagnini ha detto...

@ Paul

"... Con una opportuna programmazione ed un giusto hardware per le uscite si può fare qualsiasi cosa. ..."

E' quello che intendevo dire anch'io. Da qui a dire che cercano tecnici per l'E-CAT ce ne corre, però. Diciamo che il gatto e la volpe, in questo caso Levi e Fabiani, potrebbero anche essere stati comandati a trovare qualche rampollo di cervello fino, da cooptare nel team. Ma anche no, ovviamente :-)

Antonio ha detto...

@Alessandro, @Barney: devo essermi perso qualcosa di sostanziale, ma "E-CAT X" adesso cos'è? Io ironizzavo con "x-cat" volendo ricomprendere sia e-cat sia hot-cat.
Adesso mi sento spiazzato, dove trovo info?

Silvio Caggia ha detto...

@Antonio
Sono solo Rossi says, nulla che possa interessarti.

Alessandro Pagnini ha detto...

@ Antonio

Devi leggere il Jonp. Devi 'lordarti' di Rossi says, come dice Silvio ;-)

Comunque è una versione evoluta dello E-CAT ad alta temperatura ed è quella che Rossi spera di destinare al mercato 'home'. E' il terzo esemplare quello attualmente acceso. Gli altri due si sono rotti nell'arco di poche ore di funzionamento.
La leggenda narra che sia utilizzato anche per valutare la possibilità di produzione diretta di elettricità, cosa di cui Rossi aveva già parlato, ma per la quale poi si era finiti su ipotesi di conversioni calore / elettricità del tutto convenzionali. C'erano state osservazioni intriganti, riguardo all'uso di campi elettrici (o magnetici...non ricordo) generati dalla reazione, che lasciavano pensare qualcosa di meglio. Lo E-CAT X viene quindi valutato anche sotto questo punto di vista, ma diciamo che, al minimo, è un Hot-CAT di ultima generazione, molto performante.

Antonio ha detto...

@Alessandro: grazie del recap.
Quindi in effetti è la stessa cosa di hot-cat.
Mi pare sia una azione di "focalizzazione" del branding ora che ha il marchio "e-cat" penso che tutto debba girare attorno a questo, diciamo che e-cat X è tipo "e-cat eXtreme" :-D
Insomma.... non solo "Rossi says" ma proprio "marketing rulez" :-)

Paul ha detto...

A proposito di generazione di elettricità dall'E-Cat - X. L'utente Axil Axil (un cranio) aveva ipotizzato su ECW che la reazione nel reattore generi un campo elettromagnetico variabile, quindi atto a indurre una tensione elettrica in un avvolgimento posto attorno al reattore.

Alessandro Pagnini ha detto...

@ Antonio

In realtà X dovrebbe essere sostituito da un banale numero di versione.
Inizialmente voleva intitolarlo a Marie Curie, poi qualcuno ha proposto Focardi, alla fine Rossi si è risolto per un semplice numero da definire. Magari sarà E-CAT 2.0 ;-)


@ Paul

Di ipotesi ce ne sono tante. Il discorso tornerebbe benissimo. La legge di Lentz, salvo svarioni di memoria. Che poi è anche il principio della dinamo o quello secondo cui se fai una spira di rame a mo' di grossa aureola adagiata su un piano verticale, al di sopra della tua testa (se no che aureola sarebbe ;-) ) e tenendone in mano le estremità aperte (un taglietto al cerchio, così che il circuito si richiuda con le tue mani) inizi a piroettare nel campo magnetico terrestre, stile pattinatore sul ghiaccio, girando abbastanza veloce potresti anche rimanere fulminato. Di sicuro avrai una nausea da paura! :-D

Alessandro Pagnini ha detto...

OT per Daniele

Nelle libere 2, primo Kvyat e secondo Raikkonen a meno di 40/1000. Vanno forte le red bull a Singapore, ma anche la Ferrari....vaicchia! :-)

Daniele Passerini ha detto...

@Alessandro
Nelle libere 2, primo Kvyat e secondo Raikkonen a meno di 40/1000. Vanno forte le red bull a Singapore, ma anche la Ferrari....vaicchia! :-)
Si! Ma più che altro la notizia è che (incredibilmente e almeno per ora) stavolta le MB non dominano. Vedremo domani è in gara.
Menzione d'onore a Mazinga Alonso che con la geta-McLaren si è arrampicato a meno di un secondo dalla vetta!!! :-)

Alessandro Pagnini ha detto...

@ Daniele
Perchè credi che Alonso si alleni tanto in bicicletta? Hanno installato la power unit evoluta, che oltre al kers ha anche i pedali a fornir potenza ;-)

gio ha detto...

@alessandro
>...Chissà?

.eh già......chi sa?;)

Antonio ha detto...

@Daniele: non credi che sarebbe opportuna a questo punto una precisazione sui 75k€ di collaborazione tra il 2013 ed il 2014?
Prima che lo dici tu si tratta di una cosa assolutamente legale e legittima, la mia domanda è a questo punto sulla reale "terzietà" di Levi visto che abbiamo discusso per anni sui TPR che di "third" potrebbero avere poco.

Potremmo trovarci di fronte ad un semplice "report indirettamente commissionato a pagamento ad un professionista".

L'argomento ti è delicato, me ne rendo conto, ma l'articolo sul punto lo hai proposto tu originariamente.

Silvio Caggia ha detto...

@Antonio
Secondo te Rossi aveva il potere di imporre ad Elforsk i nomi dei professori da pagare per i report? O Elforsk ha voluto comporre autonomamente il team inserendo chi secondo loro aveva le migliori competenze?

Antonio ha detto...

@Silvio: infatti è proprio questo il punto. Premetto che non ho mai pensato che Levi avesse fatto tutto quel lavoro per hobby e che il fatto di essere pagato per il proprio lavoro non ne peggiora la qualità, anzi! Quello che non convince è chi è stato il 'committente'...

Daniele Passerini ha detto...

@Antonio
Premetto che se mi avessi scritto il messaggio di oggi prima della sera di sabato 12 settembre non avrei assolutamente capito a cosa ti riferivi.
Quella sera infatti un amico mi ha girato, trovati nel sito dell'Alma, i due file a cui ti riferisci.
Penso che chi ti ha informato (scommetterei Giancarlo), a differenza mia, ne fosse a conoscenza da ben più tempo. E mi chiedevo quanto tempo sarebbe passato ancora prima che arrivasse, qui o su cobraf o quant'altro, un commento come il tuo.
A me sinceramente più che l'argomento, pare delicato l'USO che si vuole fare di questo argomento.
P.S. Ti avrei risposto subito ma hai scritto nel momento topico del GP di Singapore! :-)
E avevo promesso di uscire, appena finita la gara, per andare a vedere qualcosa di PerSo!

@Alessandro
Che weekend magico a Singapore. :))))))))
Dubito che a Suzuka le Mercedes saranno a di nuovo a 1 secondo e mezzo da Vettel in prova... il divario sarà probabilmente annullato, ma ti paresse poco se la Ferrari avesse azzerato il gas dalle frecce d'argento! Se Vettel è Hamilton potranno correre ad armi pari ci divertiremo!
Che abbia peccato di presunzione la MB a voler potenziare un motore che era già il migliore o se riuscisse a far lavorare bene le gomme solo con pressioni minori della concorrenza, fatto sta che sembra tornata sulla terra e 49 punti non sono un abisso! ;)

Antonio ha detto...

@Daniele: stavo guardando anche io il GP, purtroppo negli ultimi anni sono meno avvincenti di una volta (o banalmente sono io che sto diventando vecchio) e quindi faccio un po' di multitasking con l'Ipad.

L'USO come dici tu è semplice ;-) è pacifico che la collaborazione onerosa è del tutto legittima e condotta secondo le leggi.

Le anomalie sono due:
1)il committente. Personalmente non avrei avuto nulla da dire se fosse stato Rossi (tipo Leonardo Corporation), perché ricorrere ad uno "schermo"? E perché ricorrere ad uno schermo così "banale" tanto che il primo che ci metteva il naso lo scopriva? l'n-esima "furbata" di Rossi?

2)il fatto che, con un incarico del genere, i due report sono "studi commissionati" e non TPR.

Ora non mi rispondere che l'incarico era per altro, tipo progettare controllori per biliardini ;-)

Mario Massa ha detto...

@Daniele
"A me sinceramente più che l'argomento, pare delicato l'USO che si vuole fare di questo argomento. "

Perfettamente d'accordo. L'argomento si presta a essere strumentalizzato. Però basterebbe che Levi in persona facesse chiarezza. Da amico non puoi chiedergli di scrivere la sua versione dei fatti e di lasciartela pubblicare qui su 22Passi? Ovviamente non è obbligato, ma non siamo tutti per la trasparenza totale? In particolare mi pare legittima la domanda di Antonio: se quelli erano i rapporti, perchè sono stati chiamati TPR?

Silvio Caggia ha detto...

@Antonio
Scusa ma non ho capito... Il committente dei TPR è stato Elforsk, quindi è Elforsk che ha pagato i professori, Levi compreso, per il loro lavoro.
Il fatto che Levi sia stato pagato da Fabiani per fare altro cosa centra con i TPR?
Mi sono perso qualcosa?

Antonio ha detto...

@Silvio: stai accusando Levi di aver preso soldi "a nero"? Non mi pare corretto.

Daniele Passerini ha detto...

@Mario
Al volo, che ho una serie di scadenze da seguire questi giorni. Levi dal 2011 ha scelto di NON DARE CORDA ALCUNA AI BLOG, risponde a UniBO non ai "Boh!" della rete.
E poiché gli sono amico appoggio in pieno tale scelta.

@Antonio
A me pare che il primo a gettare il sasso sei tu (o Giancarlo tramite te), non ritirare la mano! :)
Forse Silvio oltre agli incarichi 2013/14 e 2014/15 vorrebbe vedere quelli 2010/11, 2011/12, 2012/13. Tu?
Per ora passo e chiudo perché ho da fare: torno nel blog nel tardo pomeriggio.

Silvio Caggia ha detto...

@Antonio
Ma di che stai parlando?
Non ti sono chiare le mie domande?
Quota cosa non hai capito.

Silvio Caggia ha detto...

@Antonio
Ma di che stai parlando?
Non ti sono chiare le mie domande?
Quota cosa non hai capito.

Mario Massa ha detto...

@Daniele
"Levi dal 2011 ha scelto di NON DARE CORDA ALCUNA AI BLOG"

Confesso che non ho ancora capito la situazione, ma proprio per questo credo che io come tanti altri che seguiamo la storia ameremmo capirla. Il tuo blog non mi pare un blog come gli altri: segue la storia dall'inizio, tu e Levi siete amici da ragazzi, tu sei stato personalmente presente a molti test, sul tuo blog scrivono normalmente Celani, Stremmenos, Mastromatteo e altri fusionisti: non vedo ragione perchè Levi non possa scrivervi una lettera di chiarimenti. Tra l'altro è pagato coi soldi dei contribuenti: i 5* chiedono trasparenza solo per i politici? Se la storia a te è perfettamente chiara, scrivi tu un post che spieghi come stanno le cose. Se invece unilateralmente si è deciso che la cosa non merita nemmeno attenzione, lascia che ti dica che la scelta puzza di "cosa nostra".

gio ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
gio ha detto...

c'è una fondamentale incomprensione degli scienziati rispetto a questo aspetto; il third party report NON E' una peer review:

third party n. a person who is not a party to a contract or a transaction, but has an involvement (such as a buyer from one of the parties, was present when the agreement was signed, or made an offer that was rejected). The third party normally has no legal rights in the matter, unless the contract was made for the third party's benefit.

quindi third party report NO peer review report

Alessandro Pagnini ha detto...

OT

Un po' mi spiace ammetterlo, avendo 1/4 di sangue asburgico, ma i miei 3/4 di sangue toscano e dispettosissimo gioiscono della figuraccia dei teutonici, sempre lì a riprendere gli altri: :-D

http://www.tgcom24.mediaset.it/economia/auto-truccate-crolla-titolo-vw_2134529-201502a.shtml

Come avrebbe detto Emilio Fede: "Che figura di m@@da!" ;-)

Ora aspettiamo a vedere se davvero, a Monza, la Mercedes è stata pizzicata con le mani nella marmellata (pressione pneumatici). Non oso crederci, ma questa notizia della VolksWagen un po' di speranza sul fatto che anche i crucchi siano 'italicamente' furbi, la fa coltivare :-)

Alessandro Pagnini ha detto...

@ gio

Mi ricordavo della tua precisazione già fatta qualche settimana addietro. Aspettavo appunto tu la riproponessi. :-)

gio ha detto...

@ alessandro

sono un pò pesante lo so:):)

Alessandro Pagnini ha detto...

@ gio

No, no, macchè pesante.
Puntuale e preciso come un orologio...italiano. Ora mi fido di più della roba nostrana! ;-)

Scusa ma sto ancora ridendo della figuraccia dei tedeschi. Taroccare così il firmware delle centraline per barare sui controlli....e poi vengono a fare la predica a noi latini. Vero che dobbiamo imparare tante cose da loro, ma la presunzione con cui pontificano sui difetti, evidentemente non solo altrui, è fastidiosa e meraterebbero una solenne pernacchia partenopea :-D

Antonio ha detto...

@Daniele: sinceramene non sto "ritirando la mano", anzi cerco di affrontare questa questione con tutta la serenità che occorre quando si parla di questioni quasi personali che riguardano altri.
Il "sasso" ad essere onesti lo hai gettato tu per primo e ne hai spiegato il motivo.
Io non faccio il segretario all'UniBO, mi aspetto che ci siano degli incarichi per gli altri anni dal 2010, come ho detto a Silvio non credo che Levi si muova non seguendo i regolamenti della sua università oltre che le regole fiscali, non mi appassiono particolarmente a queste ricerche anche perché mi aspetto che qualcun altro le abbia già fatte.

Io credo e in questo concordo con Mario Massa che, forse, proprio per evitare ulteriore benzina sul fuoco un chiarimento spontaneo di Levi sarebbe la migliore cosa.
Ribadisco che non vedo nulla di male nel fatto che un docente universitario (o similare) presti consulenza a privati rispettando le regole dell'ateneo e della legge.
Al contempo però deve essere chiaro il ruolo.

Conosci la differenza tra CTU e CTP nei procedimenti giudiziari nei quali si richiede il supporto di un esperto di una materia specifica?
Ecco il caso è uguale: fin ora tutti abbiamo visto Levi come un CTU, in effetti a valle di questa vicenda è al più un CTP.

Daniele Passerini ha detto...

@Mario
Ribadisco al volo esattamente quello che ti ho già scritto (eppure il concetto mi sembrava chiaro): "Levi dal 2011 ha scelto di NON DARE CORDA ALCUNA AI BLOG, risponde a UniBO non ai "Boh!" della rete. E poiché gli sono amico appoggio in pieno tale scelta."
Non capisco perché non vuoi leggere quel che scrivo.
Sei convinto che Levi abbia taciuto a UniBO qualcosa?
In questo caso rivolgiti a UniBO non al blog di un amico di Giuseppe: e se non credi a Levi, crederai a UNiBO.

Daniele Passerini ha detto...

@Antonio
Ribadisco che riguardo quello che Levi fa d'intesa con i suoi responsabili di UniBO, Levi non deve "chiarire spontaneamente" proprio nulla, né in questo né in qualsivoglia altro blog.
Tu, Mario e Giancarlo siete liberi di buttare tutta la benzina che volete su tutti i fuochi che supponete, ma fatelo nelle sedi opportune, non dove non ha alcun senso se non sollevare inutili polveroni.
Occhio però, che a buttar benzina nell'acqua si spreca e s'inquina! :)

Mario Massa ha detto...

@Daniele
"Tu, Mario e Giancarlo siete liberi di buttare tutta la benzina che volete su tutti i fuochi che supponete"

Poco tempo fa avevamo concordato di lasciare stare Levi sul tuo blog, poi tu hai fatto un post che sembra una provocazione.
Come sai sono anni che sostengo che Levi non è terzo (il che non è mica un reato, ma se si dimostra che non lo è chiaramente i suoi report hanno un altro peso). E l'ho sempre sostenuto sulla base del suo comportamento sui test e dai relativi report, a partire da quel "funziona e basta" davanti all'ufficio di Focardi. I be mi hanno sempre rimproverato di guardare solo gli aspetti tecnici e di non guardare l'insieme. Oggi non so esattamente cosa sia successo, ma mi pare di capire che aspetti non tecnici (quelli a cui normalmente guardate tu, Silvio, Gio, ecc.) sembrano (sottolineo sembrano) appoggiare la mia tesi di sempre. Ma visto che questi fattori vanno nella direzione non voluta bisogna ignorarli. A me non pare intellettualmente onesto. Ti ripeto, senza scomodare Levi, se a te i fatti sono chiari, per favore spiegameli.

Daniele Passerini ha detto...

@Mario
Parli di provocazione?
Pensi che se Levi avesse avuto qualcosa da nascondere avrebbe pubblicato quel "cercasi laureandi" sul suo profilo FB?
E pensi che io avrei pubblicato il post su 22 passi se Levi non fosse stato d'accordo?
Ma soprattutto, non ti viene a questo punto il dubbio che, SE FOSSE STATA DAVVERO UNA PROVOCAZIONE, gli unici a esserci cascati sareste stati tu e Antonio?

Daniele Passerini ha detto...

P.S. Grazie per non avere smentito il coinvolgimento di Giancarlo. Per me non c'erano dubbi, ma ora è palese a chiunque ci legga. Niente di male sia chiaro, ma il GSVIT non dovrebbe impegnarsi in azioni di ben più alto livello?

Antonio ha detto...

@Daniele: sono veramente in difficoltà a seguirti, mi costringi a fare come Silvio:
a)esiste o non esiste una collaborazione a titolo oneroso tra Levi e Fabiani?
b)esistono o non esistono dei documenti redatti in base alle norme della trasparenza che lo confermano?
c)esiste o non esiste una collaborazione [a titolo oneroso] tra Fabiani e Rossi?
d)esiste o non esiste un post di tesi disponibili "irrituale" su Facebook
e)esiste un post su 22p che richiama l'attenzione su una "futura" collaborazione tra Levi e Fabiani?
f)risponde al vero che già il 19 (forse anche il 18 ma non ho tempo di controllare, basta il 19) su cobraf si parlasse in lungo ed in largo della cosa?

Bada bene... sono tutte cose vere, legittime e legali. Perché ci tieni a negarle?

Bene, in questo scenario ieri pomeriggio faccio un commento nel quale *ti* chiedo una valutazione non su quanto sopra ma se continui a ritenere i TPR dei documenti "terzi".

E la tua risposta qual'è? che io e Mario ci siamo "cascati"... in cosa?

Comincio a pensare che la cosa sia molto più seria di quello che mi ero immaginato.

P.s. questa storia di Giancarlo comincia ad essere stucchevole, lo dichiaro con solennità così non ne parliamo più: a me Giancarlo sta simpatico, è intelligente, arguto, come dicono a Roma un po' "giocone" ma sta realmente "una spanna" sopra molti, poi è pure ing. elettronico e quindi sento anche un certo "spirito di corpo" e per finire mi ha chiamato per dirmi che aveva visto un bel cartello stradale della mia azienda.

Poi ti dico che l'argomento di discussione di questi giorni per GSVIT è un altro, anzi se vuoi dai il tuo contributo è un'area in cui chiunque può scrivere:
https://gsvit.wordpress.com/la-nostra-brainstorming-zone-2/edmunt-storms-progress-report-5/

Daniele Passerini ha detto...

@Antonio
Senza parole. Non ti seguo proprio.
Mi pare di capire solo che il GSVIT ha una sua idea ben precisa, ma non capisco quale (e francamente non è che mi interessi molto).
Forza, gettate pure la benzina, non credo ci siano altri modi di vedere se la getterete sull'acqua come penso io o sul fuoco come pensate voi.
Però ti chiedo soltanto e unicamente di farlo in altri blog, più consoni a questo genere di azioni.
Grazie e buonanotte.

Mario Massa ha detto...

@Daniele
"Niente di male sia chiaro, ma il GSVIT non dovrebbe impegnarsi in azioni di ben più alto livello?"

Come al solito si guarda al dito che indica la luna. Cosa importa chi e come ha scoperto questa faccenda? (che ti ripeto non ho ancora capito esattamente quale sia e magari ci sono documenti che chiariscono tutto).Ti chiedo ancora: sei in grado di spiegarmi come stanno le cose? Perchè se non sei in grado nemmeno tu, devi spiegarmi perchè ritieni che non se ne debba parlare.
Sento un silenzio assordante da parte degli altri del blog: indecisi se darti ragione sempre e comunque o dover ammettere che se una cosa non è chiara è doveroso cercare di fare chiarezza senza paura di guardare in faccia la realtà? O hai paura di scoprire cose che non vorresti? Ribadisco che credo nella tua buonafede, ma credo anche che per un amico potresti decidere di insabbiare la verità.

sono solo un misero test ha detto...

@daniele

clap clap clap! finalmente! :-)

e siccome in questo blog mancano le femminucce, permettimi un sfogo da casalinga disperata (devi immaginare freddy mercury che da' l'aspirapolvere mentre brian may sta con le gambe sul divano; l'estetica è più o meno quella):

oh signur, come invidio quelli che hanno tanto tempo da passare sui blog e non hanno un lavoro da portare avanti, una casa da ripulire, la spesa da fare e due adolescenti di unmetroeootanta (una è femmina) che mangiano solo cose buone che la mamma nell'altra casa non è capace di cucinare!

per dire: ma perchè perdere tempo a rispondere a certe provocazioni, foderate in velluto come si vuole, ma sempre provocazioni sono. provocazioni che convincono sempre più che lo sanno benissimo che il coso funziona! sennò avrebbero un lavoro serio da portare avanti, una casa da ripulire, due adolescenti...

il solito abbraccio (cosa insinueranno questa volta? :-D )

Daniele Passerini ha detto...

...permettimi un sfogo da casalinga disperata (devi immaginare freddy mercury che da' l'aspirapolvere mentre brian may sta con le gambe sul divano; l'estetica è più o meno quella):
:)))
Eheheh, i videoclip che vedevo ai tempi del liceo e di Mr Fantasy mi sono rimasti vividi vividi (come poche cose) in memoria! :)))

oh signur, come invidio quelli che hanno tanto tempo da passare sui blog e non hanno un lavoro da portare avanti, una casa da ripulire, la spesa da fare e due adolescenti di unmetroeootanta (una è femmina) che mangiano solo cose buone che la mamma nell'altra casa non è capace di cucinare!
Come ti capisco!!!
La mia adolescente ha 17 anni e un caratterino piccosetto che sta portando il suo ragazzo sulla via della beatificazione e santità quanto a pazienza e a me sulla via dell'invecchiamento precoce! :)
Il pre-pre-adolescente ha "solo" 11 anni, ma ci fa sudare sette camicie già come e quanto la sorellona! :)

per dire: ma perchè perdere tempo a rispondere a certe provocazioni, foderate in velluto come si vuole, ma sempre provocazioni sono. provocazioni che convincono sempre più che lo sanno benissimo che il coso funziona! sennò avrebbero un lavoro serio da portare avanti, una casa da ripulire, due adolescenti...
Forse sarà che i loro figli sono già cresciti e adulti! :)
Quanto a me non ho proprio più tempo di star dietro ai foderi di velluto vari. Non ho più l'età! :))

il solito abbraccio (cosa insinueranno questa volta? :-D )
Quel che gli pare! :P
Ti voglio bene, e grazie delle tue parole.

Daniele Passerini ha detto...

@Mario
Guarda che quello che ho risposto ad Antonio vale anche per te, esattamente come quello che ho risposto a te vale anche per lui. Giocare a tennis in doppio contro uno che risponde da solo non è proprio il massimo della sportività, ma vi ho comunque dedicato tutto il tempo e l'attenzione che potevo. Per buona educazione nei confronti di due autori/membri/utenti di questo blog.
Io il silenzio assordante che mi dici esserci negli altri blog lo immagino frutto di semplice buon senso... è il brusio insistente che tu e Antonio avete portato nel mio che non capisco e non m'interessa capire.
Stammi bene e se ti va di seguire Giancarlo nella sua LAFF fai pure, MA NON DENTRO QUESTO BLOG.
Grazie, buona giornata e un abbraccio

Antonio ha detto...

Daniele: mi dispiace che tu abbia deciso di buttarla sul piano del "dileggio snob", mi ero fatto una diversa idea di te evidentemente sbagliandomi.
Come si dice errare humanum est.

Del resto questa è casa tua, le regole le fai tu ed è giusto così.
Se posso permettermi un consiglio: la prossima volta se non vuoi discutere di un argomento non proporlo addirittura come articolo.

Daniele Passerini ha detto...

@Antonio
Dileggio?
Snob?
???
?

Alessandro Pagnini ha detto...

Non ci ho capito moltissimo. Mi pare di aver capito che Levi ha dei rapporti di lavoro con Fabiani, che a sua volta ce li ha con Rossi, ma direi che Levi è 'sodale' con Rossi forse ancor prima di Fabiani, o sbaglio? C'era bisogno di 'corromperlo' passando da Fabiani (ammesso che sia questo il giro), come mi pare si stia insinuando?
E non era meglio farlo 'a nero', casomai?


Quel 'funziona e basta' dello scandalo, poi, che si può vedere come l'aver venduto l'anima al diavolo ingannatore (obbligatorio pensarlo se si è certi che l'E-CAT invece non funzioni), potrebbe anche semplicemente voler dire che Levi, contrariamente a noi poveri cristi, costretti a parlare per ipotesi e impressioni, SA DAVVERO DI COSA SI PARLA e magari sa, per averlo toccato con mano, che l'E-CAT, incredibilmente e contro ogni aspettativa ragionevole, funziona...e basta! :-)
Troppo semplice, eh?

In effetti Mario non ha mai nascosto la sua diffidenza verso Levi, al punto da non prendere seriamente un qualunque report che annoverasse pure lui tra i firmatari, segno che comunque gli attribuisce grande abilità, o nel magheggiare con chi lo affianca, o nel selezionare e cooptare personaggi a loro volta....corrompibili (troppo brutto? Ma se si parla di truffa direi che ci può stare).
Essendo già a questo punto la reputazione di Levi, prima che si scoprisse che gioca anche a flipper (ma poi non sarà stato Fabiani ad essere 'corrotto' da Levi, invece? ;-) ), mi immagino che se non correrà a scusarsi per aver lavorato con qualcuno che a sua volta lavora per una comune conoscenza (però diabolica), verrà messo in lista, minimo minimo, per la garrota.

Levi statte accuort ! ;-)

Stante quanto sopra e potendo affermare che io sono sempre stato contrario sia alla pena di morte, abolita nel Granducato di Toscana prima di ogni altro stato al mondo, sia all'ergastolo e anche alla tortura, mi scuserete se non vi seguo nel cercare di crocifiggere il pur evidentemente colpevole (ai vostri occhi) Levi. E' una questione di principi :-D

Alessandro Pagnini ha detto...

C'è invece una cosetta sulla quale Levi & Company (del TPR2) dovrebbero rispondere e per aver posto la quale Mario è da elogiare: il problema del coefficiente di riflessività dell'allumina (mi pare fosse questo il difetto evidenziato, giusto?), che è stato rinfacciato persino dallo USPTO. Queste sono critiche sante e benedette, che sarebbe bene dissipare, se si è in grado di farlo, perchè queste ombre mantengono un grado di incertezza sulla vicenda, anche a chi, come me, è portato da tante considerazioni a dare credito a Rossi. Il resto mi paiono chiacchiere da comari.

Silvio Caggia ha detto...

La Trahison des images
http://www.rottenecards.com/ecards/Rottenecards_39887379_njn2942497.png
"Ceci n'est pas une flipper"

gio ha detto...

OT:

http://www.tickld.com/x/jaw/actual-exchanges-between-pilots-and-control-towers?utm_source=tickld&utm_medium=facebook&utm_campaign=trafficcontrol&ts_pid=2&ts_pid=2

per ridere un pò!:)

Alessandro Pagnini ha detto...

@ Paul

"...
Paul
September 21st, 2015 at 3:37 PM

Andrea,

In which sense your critics are useful to you?

Paul ..."

Rossi fa finta di non capire a quali critici ti riferisci!
Quando vuole glissare su un argomento è una vera anguilla! :-D
Domanda a Silvio se non ci credi :-)

Paul ha detto...

Omonimia di nick: non sono quello...

Alessandro Pagnini ha detto...

@ Paul

Ah....comunque vale sempre la considerazione fatta su Rossi, che fa il 'pesce in barile' ;-)

Mario Massa ha detto...

@Alessandro Pagnini
"Quel 'funziona e basta' dello scandalo.....potrebbe anche semplicemente voler dire che Levi.... SA DAVVERO DI COSA SI PARLA e magari sa... che l'E-CAT... funziona...e basta! :-)"

Caro Alessandro, mi scuserai se ho "potato" un po' il tuo commento (con questo non voglio mica dire che sei un po' prolisso:-)).
La frase suddetta è stata pronunciata all'indomani della scoperta che il rame delle ceneri esaminate in Svezia aveva distribuzione isotopica uguale a quello naturale: te lo ricordi? Mi ero recato da Focardi per parlarne. Poichè Levi ha l'ufficio di fianco, per caso lo incontrai. A me pareva una cosa seria da investigare, ma lui disse che erano tutte balle e tagliò corto urlando quella frase in corridoio. Peccato che oggi sappiamo che quello era veramente un falso, tanto che oggi nessuno parla più di trasmutazione nichel - rame. Ti sembra un comportamento serio? Focardi, per il quale la mia stima rimane immutata, mi rispose che non riusciva a capire come potesse essere, dato che le analisi precedenti (a Pavia) erano state differenti: una risposta seria di una persona seria che non nega il problema ed è pronta ad affrontare la discussione.

Oggi su questo problema "economico" (che non essendo tecnico mi rifiuto di analizzare), Daniele si sta comportando esattamente come Levi allora: è evidente che c'è qualcosa di strano (che non vuol necessariamente dire di disonesto), ma non bisogna parlarne. Peccato che Focardi non abbia trasmesso un po' della sua signorilità e onestà nei believers.

Mario Massa ha detto...

@Alessandro Pagnini
" mi scuserete se non vi seguo nel cercare di crocifiggere il pur evidentemente colpevole (ai vostri occhi) Levi."

Io invece non ti scuso. Se i believers mi segnalassero un test che sembra evidenziare in modo inoppugnabile che l'e-cat funziona e io trovassi scuse per non guardarlo neppure, cosa diresti? Qui nessuno vuole crocifiggere Levi: per quello che ho capito esiste documentazione certa che Levi ha ricevuto soldi da Rossi o da un suo ingegnere nel periodo in cui si sono eseguiti i famosi TPR. La cosa è ovviamente lecita, ma mi chiedo: il conflitto di interessi esisteva solo per Berlusconi? Non sarebbe doveroso anche da parte dei be onesti approfondire la storia? O scoprire la verità qua dentro è diventato un optional?

Alessandro Pagnini ha detto...

@ Mario

"... (con questo non voglio mica dire che sei un po' prolisso:-))...."

Ehm....scusa Mario ho un attimo da fare per scrivere il tuo nome sul pizzino da consegnare al picciotto con la lupara :-D

Fatto, eccomi da te :

Nonostante il tuo preambolo, degno di un verboso come me, ritengo sempre assolutamente valido quello che ho detto:
"Quel 'funziona e basta' dello scandalo.....potrebbe anche semplicemente voler dire che Levi.... SA DAVVERO DI COSA SI PARLA e magari sa... che l'E-CAT... funziona...e basta! :-)"
Però è troppo semplice, immagino, praticamente lapalissiano e niente affatto inficiato dalla tua premessa. Per essere soddisfatto devi tormentartici di più, probabilmente. Beh...ognuno si diletta come può ;-)

"...Se i believers mi segnalassero un test che sembra evidenziare in modo inoppugnabile che l'e-cat funziona e io trovassi scuse per non guardarlo neppure, cosa diresti? ..."

Che ti perdi il meglio! :-)


"...esiste documentazione certa che Levi ha ricevuto soldi da Rossi o da un suo ingegnere nel periodo in cui si sono eseguiti i famosi TPR. La cosa è ovviamente lecita..."

Appunto. Il bello è che te lo dici da solo. Autarchico Mario! :-D


"...Non sarebbe doveroso anche da parte dei be onesti approfondire la storia? ..."

Non saprei, non mi sento un be' (ah...a quale schieramento ti riferivi comunque? I pro o i contro?). Sentiamo che dicono loro, ma a me scoprire che Levi prestava la sua opera a pagamento, forse anche per realizzare al meglio i TPR non fa poi tanto scandalo. E' sempre dichiaratamente stato pro Rossi e con Rossi, tanto da pronunciare la famosa frase che ti turba tanto sul funzionamento dell'E-CAT. E' un collaboratore fidato e convinto che probabilmente ha dovuto dedicare molto del suo tempo a una cosa nella quale crede (forse con ottime ragioni) e probabilmente avrà prestato la sua professionalità per la sua messa a punto, magari a pagamento, anche. Un vero scandalo! ;-)


"...O scoprire la verità qua dentro è diventato un optional? ..."

Magari!!!
Tu ce l'hai la verità? Portacela qui e ti facciamo un applauso corale.
O hai solo voglia di instillare dubbi su una persona che ha fatto cose che pure tu definisci lecite, ma che ancor prima che facesse quelle cose lecite consideravi un elemento comunque talmente distorsivo da invalidare un report (un filino di BIAS anti Levi?)?

Mario, io della questione ho capito a grandi linee che Levi può non aver lavorato gratis per Rossi. Può questo inficiare la validità dei report cui egli partecipava? Ovvero, per tradurre il tuo pensiero dal politicamente corretto al volgarmente comprensibile: Può Levi aver agito come una emanazione di Rossi per contraffare il report? Penso di sì, ma solo alle condizioni che avevo esposto, ovvero se è un abile prestigiatore o se ha coinvolto gli altri nella truffa (lo fanno pure i tedeschi della Volkswagen di ciurlare nel manico... ;-) ).
Il sospetto poteva esserci anche a prescindere dal fatto che abbia deciso di farsi pagare il proprio tempo, bastava considerare le sue posizioni decise a favore dell'E-CAT. E infatti quel sospetto ce l'hai sempre avuto. Il tempo ci dirà se hai visto giusto o meno.
Considera comunque che quello che a te sembra essere una conferma indubitabile dei tuoi sospetti ( lo sapevo, lo sapevo, eccolo, l'ho colto on le mani in pasta ;-) ) può non suscitare altrettanta alterazione in altri che potrebbero limitarsi a un annoiato: Embe', che c'è di sbagliato nel lavorare e farsi pagare?
Se poi in seguito a certe dazioni ha commesso illeciti, è altra cosa. Tu ti mordi la lingua per non dirlo, ma vorresti gridarlo, ma in realtà è tutt'altro che chiaro e forse nemmeno probabile.


Ah....ti sei confessato ultimamente? Perchè il picciotto vendicatore è in arrivo. Casomai provvedi a farlo ;-) :-D


Mario Massa ha detto...

@Alessandro Pagnini
"Che ti perdi il meglio! :-)"

Quando Abundo mi invitò ad assistere ai suoi esperimenti con Cirillo a Caserta e io rifiutai cortesemente per la troppa distanza, qui su 22Passi più di uno mi accusarono di non voler verificare che la FF funziona.

" ma a me scoprire che Levi prestava la sua opera a pagamento, forse anche per realizzare al meglio i TPR non fa poi tanto scandalo."

Evidentemente ti è sconosciuto il significato di conflitto di interessi, per cui copio da wiki:
"Un conflitto di interessi è una condizione che si verifica quando viene affidata un'alta responsabilità decisionale a un soggetto che abbia interessi personali o professionali in conflitto con l'imparzialità richiesta da tale responsabilità"
Ma forse la responsabilità di Levi non era così importante: doveva solo certificare la scoperta dell'energia pulita che salverà il mondo dal disastro ecologico.
Wiki continua: "Il verificarsi di un conflitto di interessi non costituisce di per sé prova che siano state commesse scorrettezze". Traduco dato che fai finta di non capire: non c'è bisogno di pensare che Levi abbia fatto una qualunque scorrettezza o alterato effettivamente dei dati. Il solo fatto di trovarsi in una situazione di conflitto lo renderebbe (se fosse verificata la situazione che ti rifiuti di approfondire) non idoneo al ruolo che sta sostenendo.

Oppure si dica chiaramente che anche quelli sono dei Rossi &C say. Ma in tal caso hanno la validità che avevano quelli di Defkalion.
All'inizio si spacciavano i suoi "TPR" come verifiche supportate dall'università di Bologna, poi scopriamo che là nessuno lo prende in considerazione (vai all'università a chiedere se vuoi) e anche i suoi colleghi che lo avevano affiancato all'inizio si sono tirati in disparte e lo hanno abbandonato: non trovi strano che altri fisici che "hanno toccato con mano" si defilino se quella è la scoperta del millennio? O hai letto qualche loro entusiastica dichiarazione? Come mai per loro non "funziona e basta"?
Sono stato più lungo di te: dì al picciotto che ritiro l'accusa.

Daniele Passerini ha detto...

@tutti
Ve li immaginate Silvio e Alessandro, o Domenico e Mauro o gio e io stesso, scrivere commenti su un blog come ocasapiens o fusionefredda per istillare il dubbio che l'e-cat funzioni?
Per istillare il dubbio che Rossi sia un genio e che Focardi, Levi e molti altri ancor non nominati abbiano visto giusto?
Per istillare il dubbio che le LENR esistono e che Violante (ENEA), Geneste (Airbus), Hagelstein (MIT), Bushnell (NASA), McKubre (SRI) e tanti altri abbiano visto giusto?

Direi che la peculiarità e la forza di 22 passi è chiara è lampante. :)

Silvio Caggia ha detto...

@Mario Massa
Sappiamo che il committente dei TPR era Elforsk, hanno pagato loro tutte le spese tranne i rilevamenti di Bianchini a carico IH. Ti risulta?
Ora, se Elforsk ha deciso di incaricare tra i vari professori anche Levi, lo ha fatto consapevolmente che Levi era in rapporti con Rossi in qualche modo?
Sapevano che aveva un contratto con una azienda collegata a Rossi?
Se lo sapevano perché hanno scelto lo stesso Levi?
Se non lo sapevano perché non glielo vai a dire?
Elforsk è terza comunque o avendo scelto Levi si è de-terzizzata?
Un ente che contiene una persona non terza non può definirsi terzo?
O un ente terzo può decidere di affidare consapevolmente uno specifico incarico ad una persona dichiaratamente di parte rimanendo comunque terzo?

Daniele Passerini ha detto...

@Silvio
E come possiamo definire un blog come 22 passi, che non è terzo, ma dichiaratamente di parte, pur ospitando volentieri i commenti di chi non è della sua parte? :)))

sono solo un misero test ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
sono solo un misero test ha detto...

@Mario

l'8 Luglio 2013 scrivevi (rispondendo a Robbins sulla FF, non sulla ricetta della polenta taragna):


Ovviamente sei libero di fare le analisi psicologiche che credi, ma sei completamente fuori strada. Su queste cose ci perdo tempo da 20 anni e nessuno (tranne qualche addetto ai lavori ovviamente) lo ha mai saputo. Oggi con l'arrivo di Rossi le cose sono cambiate e mi sono dovuto esporre, ma ti assicuro che ne avrei fatto a meno.


e poco dopo ti rispondevo:

alla buon'ora, Mario. E ti sembra strano che un sacco di gente lo avesse capito e, aldilà delle indiscutibili signorilità e capacità professionale, ti chiedesse conto del perchè di tanto accanim... interesse da parte tua alla vicenda?

Non è il caso di portare un po' più avanti l'outing (nei limiti del buon senso, ovviamente) e liberarci una volta per tutte del sospetto di non sapere con chi si ha a che fare?


Ho anche reiterato la richiesta, che ovviamente è stata fatta cadere nel nulla. Conflitto di interessi? Chi sta parlando di conflitto di interessi?

Adesso ti faccio io alcune domande.

Che rapporto te c'è fra te e Vittorio Violante? Come mai Vittorio Violante va a mangiare nella trattorio di Sandro75k il quale poi a sua volte ti fa (ti faceva, all'epoca) da sparring-partner nel blog tirandoti le volate del tipo: "facciamo parlare Mario che è equilibrato e autorevole!".

Mi dirai: ma queste sono tutte illazioni, che non hanno alcun senso!

Esatto Mario, sono illazioni, delle quali, per quanto plausibili, nessuno si sogna tu debba giustificarti! Se hai qualcosa di circostanziato nei confronti di Levi, tiralo fuori. Altrimenti non è lui a doversi giustificare. Certe intimidazioni sanno molto di... Beh, quando c'è di mezzo la collaborazione dell'ENEA (Violante) con un'azienda israeliana (Energetics) e capitale USA (SRI)... Quanto devo andare avanti con le illazioni per farti capire la scorrettezza del gioco che stai facendo?

Daniele Passerini ha detto...

@sonosolounmiserotest
Grazie.
E confido che tu non sia l'unico, leggendo i commenti scambiati qui dentro, a coglierne certe EVIDENTI "dinamiche ricorrenti".

Daniele Passerini ha detto...

@a buon intenditor...

A chi crede che "ho gettato il sasso per primo" suggerisco due uniche strade percorribili (possibilmente sulle ginocchia e previo congruo spargimento di ceci):

1) chiedere a Papa Francesco che il Vaticano modifichi i Vangeli laddove (pericope dell'adultera in Gv. 8,1-11) Gesù si rivolge ai Farisei pronti a lapidare la sfortunata donna: Egli non dovrà più dire "chi di voi è senza peccato scagli la prima pietra..." bensì "Ecco, questa donna è la pietra che vi è stata scagliata addosso, chi di voi le restituirà il colpo per primo?"

2) Farsi una ragione che il mio post era la donna, non il sasso.

Pace e bene.

gio ha detto...

@mario massa

puoi dirci a che punto sono le ricerche del Dott.Violante

Alessandro Pagnini ha detto...

@ Mario

Ho detto al picciotto che per adesso può andare a mangiare un cannolo al bar ;-)

Nonostante la mia prolissità ho comunque il raro dono di non spiegarmi, o di non essere capito (sembra la stessa cosa, ma non è quello che intendo).

Ho da sempre l'impressione che Levi sia profondamente coinvolto con l'E-CAT, a vari livelli, e non avevo mai pensato che avesse dedicato gratuitamente tutto il suo tempo a questo. Ho invece valutato che possa aver visto qualcosa di importante e del quale egli è certo e che insegua sogni di gloria e, forse, anche di arricchimento personale. Come fa Rossi, come fecero anche Marconi, Edison, Bell, ecc....

Se qualcuno si fida comunque di Levi, ritenendolo esperto e pensando che la sua storia personale e professionale lo qualifichi per il compito, potrà fidarsi del suo operato. In caso contrario farà 'certificare' da altri o con altri, fermo restando che la sua presenza/consulenza potrebbe essere utilissima ai fini della buona riuscita di una misurazione; o anche di una truffa, certamente, come del resto sembra alcuni paventino.


"...All'inizio si spacciavano i suoi "TPR" come verifiche supportate dall'università di Bologna, poi scopriamo che là nessuno lo prende in considerazione (vai all'università a chiedere se vuoi) e anche i suoi colleghi che lo avevano affiancato all'inizio si sono tirati in disparte e lo hanno abbandonato: non trovi strano che altri fisici che "hanno toccato con mano" si defilino se quella è la scoperta del millennio? O hai letto qualche loro entusiastica dichiarazione? ..."

Non ho letto niente nè in un senso nè nell'altro di altri fisici di Bologna, nè mi pare di aver fatto il loro nome, ad eccezione di Stremmenos del quale ti ho chiesto più volte notizie. Ti risulta che anch'egli abbia 'abiurato'?
Ad ogni modo UniBO ormai è rimasta al margine dell'affare E-CAT, per sua fortuna o sfortuna (questo lo vedremo) snobbata dal trasferimento oltreoceano di Rossi. I solo Levi e Stremmenos, penso mantengano i contatti. Mi pare ci fosse, forse, una donna, sempre di UniBO nel team del TPR? A parte questo non ne so niente e mi pare che UniBO si sia allontanata dalla faccenda al momento che Rossi NON ha portato il gatto da loro per il test.

Quindi chiedo a te: Chi sono quelli che hanno toccato con mano, di Bologna, che ora sosterrebbero che l'E-CAT è una sola.
Iniziamo pure da: chi dei fisici di Bologna ha davvero 'toccato con mano' (non in senso letterale, ma nel senso che davvero ha potuto metterlo alla prova) lo E-CAT? A quanti Rossi lo ha concesso?

Poi cercheremo di capire che ne pensano questi signori, cosa che comunque un po' mi incuriosisce. Che ne dici?

sono solo un misero test ha detto...

@gio

scanso equivoci: l'accostamento MassaViolante è (che io sappia) di pura fantasia! Era un'illazione del tutto gratuita per mostrare come con certi sistemi è possibile far girare voci incontrollate. CVD.

ciao, fabrizio

gio ha detto...

@ sono solo un misero...

la mia era solo una domanda;) . Come si dice : domandare è lecito.....non ti pare :)

Daniele Passerini ha detto...

@sonosolounmiserotest
Era un'illazione del tutto gratuita per mostrare come con certi sistemi è possibile far girare voci incontrollate. CVD.
Era chiaro che lo fosse. È stato un ottimo esempio... quasi un test! :)

Salvatore Boi ha detto...

@Alessandro Pagnini

"...Mi pare ci fosse, forse, una donna, sempre di UniBO nel team del TPR? "

Mi pare fosse Evelyn Foschi...

Alessandro Pagnini ha detto...

@ Salvatore

Sì, bravo! :-)

Mario Massa ha detto...

@Daniele
"Direi che la peculiarità e la forza di 22 passi è chiara è lampante. :)"

E te ne ho sempre dato atto, altrimenti perchè commenterei solo qui (hai mai visto un mio commento in altro blog a parte Franchini ove in genere è possibile approfondire problematiche in modo molto tecnico?). Ed è da vecchio utente di questo blog che chiedo serenità di analisi e di giudizio senza alzare muri appena si tocca un nervo scoperto.

Mario Massa ha detto...

@Silvio Caggia
"Se non lo sapevano perché non glielo vai a dire?"

Silvio, sai benissimo che mi appassiono solo agli aspetti tecnici. Ho ripetuto che personalmente non ho nemmeno capito se esistono le prove che Levi era pagato da Rossi o da persona vicina.
"O un ente terzo può decidere di affidare consapevolmente uno specifico incarico ad una persona dichiaratamente di parte rimanendo comunque terzo?"
A me è capitato di essere nominato perito del tribunale (non lo avevo mai fatto prima) per una causa fortemente tecnica nella quale il giudice, per la specificità del problema, non riusciva a trovare un altro tecnico qualificato, pur essendo io in quel caso certamente non terzo, anzi in pieno conflitto di interesse. Le parti accettarono dichiarando la loro fiducia nella mia onestà intellettuale.
Quindi può capitare, ma solo quando non si può fare altrimenti. Tra tutti i tecnici in grado di efettuare quelle misure, ti pare razionale che, per tutti i TPR si scegliesse sempre e proprio Levi? Personalmente la scelta mi da da pensare (tipo Rossi ha messo il veto: o lui o nessuno).

Mario Massa ha detto...

Daniele
"E come possiamo definire un blog come 22 passi, che non è terzo, ma dichiaratamente di parte, pur ospitando volentieri i commenti di chi non è della sua parte? :)))"

Encomiabile! Ma è un blog, e si discute. I TPR sono documenti e non c'è contraddittorio dato che Levi rifiuta di discuterne (cosa che, per esempio, ha fatto invece Jed Rothwell in situazione analoga).

Mario Massa ha detto...

@sono solo un misero test
"Non è il caso di portare un po' più avanti l'outing (nei limiti del buon senso, ovviamente) e liberarci una volta per tutte del sospetto di non sapere con chi si ha a che fare? "

Se intendi capire chi sono e che interessi ho in questa storia, non hai che da chiedere, non ho alcun segreto e assolutamente nulla da nascondere. Non ricordo se c'eri a Cesena, ma di me si conosce tutto, mail, indirizzo e numero di telefono. Che il mio interesse nella FF sia puramente scientifico l'ho già detto mille volte. Se passi dalle parti di Reggio Emilia puoi venirmi a tovare quando vuoi (dà prima un colpo di telefono).

"che rapporto c'è fra te e Vittorio Violante?"

Non l'ho mai conosciuto, nè ho mai avuto contatti con lui di alcun tipo (con questo ho risposto anche a Gio).

"Come mai Vittorio Violante va a mangiare nella trattorio di Sandro75k..."

Non lo so. Purtroppo non ho notizie da parte del buon Sandro da molto tempo e mi dispiace che non scriva più qui, altrimenti potrebbe risponderti lui stesso.

"Mi dirai: ma queste sono tutte illazioni, che non hanno alcun senso"

se per te hanno un senso è giusto che tu cerchi di chiarirle.

"Esatto Mario, sono illazioni, delle quali, per quanto plausibili, nessuno si sogna tu debba giustificarti!"

Evidente che non "devo", ma sono io che ci tengo a chiarire ogni possibile dubbio che mi riguardi.

"Se hai qualcosa di circostanziato nei confronti di Levi, tiralo fuori."

Solo un post fa Daniele ed io avevamo concordato di lasciare stare Levi su questo blog per evitare scontri, poi ha pubblicato un post proprio su Levi, che io ho chiamato "provocatorio": se si decide di lasciare stare un argomento, perchè ne ha subito fatto un post? Levi si rifiuta di intervenire su un blog come 22Passi poi cerca laureandi su Facebook e 22Passi ne fa un post? Anche adesso sono restio a parlare qui di Levi e vorrei il benestare di Daniele. In ogni caso le mie critiche sono sempre e solo a livello tecnico e mi hanno da molto tempo portato ad affermare che Levi non era terzo. Capisci che affermare che non è terzo in un affare che ho da moltissimo tempo dichiarato essere al 99% una truffa può portarmi facilmente in rotta di collisione con Daniele che invece gli è amico dai banchi di scuola e questo vorrei evitarlo.

"Quanto devo andare avanti con le illazioni per farti capire la scorrettezza del gioco che stai facendo?"

Non ho nessun contatto con gli enti o le persone che citi, ma sei pienamente autorizzato a chiedermi tutto ciò che vuoi anche se sono consapevole che le mie risposte sono solo dei Mario says. Il mio "gioco" non è segreto e l'ho sempre dichiarato: spingere la gente a ragionare sulla FF senza posizioni ideologiche, basandosi solo sui fatti. Sperare in una energia pulita che non esiste è sbagliato e dannoso per la società. Quindi la prima cosa da fare è accertare se questa nuova fonte energetica esiste. E secondo me non può essere l'oste a dire se il vino è buono. Questo e solo questo è ciò che cerco di fare da 20 anni, senza altra motivazione, restando, quando è possibile, amico dell'oste e sperando che il suo vino sia veramente buono.

Mario Massa ha detto...

@Alessandro pagnini23-09-15b
"Non ho letto niente nè in un senso nè nell'altro di altri fisici di Bologna, nè mi pare di aver fatto il loro nome, ad eccezione di Stremmenos del quale ti ho chiesto più volte notizie. Ti risulta che anch'egli abbia 'abiurato'?"

Appunto, non hai letto nulla perchè si sono tutti defilati. A me pare strano se ci sono le evidenze di cui si parla che chi era coinvolto invece di montare sul carro si sia defilato.
Non ti ho mai aggiornato su Stremmenos perchè non mi piace chiacchierare. Ti ho già detto e ti ripeto che ci sentiamo spesso, che prosegue con la sua ricerca e che ha promesso di farmi misurare appena possibile (ha avuto problemi in Grecia questa estate) e che quando questo avverrà te lo dirò. Io mi aspetto che la misura sarà negativa. In tal caso, come già feci con Focardi, non andrò a strombazzarlo in giro: lascerò a lui la decisione di come e quando comunicarlo: confido nella sua onestà intellettuale.
Chiedo scusa se ho riempito i commenti, ma mi sembrava doveroso rispondere a tutti (sperando di non aver dimenticato qualcosa).

Silvio Caggia ha detto...

Bene, quindi siamo d'accordo che in un gruppo di progetto terzo ci possano essere anche dei membri dichiaratamente non terzi.
Ora, se Elforsk è terzo, e Rossi è "primo", vi siete chiesti chi erano i "secondi"?
Come Gio mi sembra abbia più volte fatto notare, l'esistenza di una parte terza presuppone l'esistenza di due parti con interessi contrapposti che ricorrono al giudizio di una terza parte perché gli interessi loro sono così forti che potrebbero inquinare il giudizio.
I terzi sono tali perché non hanno loro interessi economici in gioco, non perché non hanno idee loro in merito.
Non è una per review scientifica, è una questione prettamente economica tra due parti!
Gio lo dice da tempo ma nessuno lo sta a sentire...

Alessandro Pagnini ha detto...

@ Mario
"...sperando di non aver dimenticato qualcosa..."

Sì, di ragguagliarmi su questo: :-)

"...Iniziamo pure da: chi dei fisici di Bologna ha davvero 'toccato con mano' (non in senso letterale, ma nel senso che davvero ha potuto metterlo alla prova) lo E-CAT? A quanti Rossi lo ha concesso?..."

Poi magari mi dici quanti di questi si sono defilati.



"... Tra tutti i tecnici in grado di efettuare quelle misure, ti pare razionale che, per tutti i TPR si scegliesse sempre e proprio Levi? ..."

Posto che Rossi presenziava saltuariamente, posto che stavano lavorando su un prototipo di presunto reattore nucleare, chi poteva avere migliore qualifica per coordinare sia la gestione del suddetto apparecchietto da brividi, con le esigenze di misurazione? Quanti maneggiavano lo E-CAT che comunque non fossero coinvolti con Rossi?
A me pare la personalità ideale. Avresti preferito che ci fossero Rossi e Fabiani? ;-)
Io penso che qualcuno con un minimo di KnowHow su tutto quello che concerneva la misura, incluso l'oggetto da misurare, fosse una presenza utile e gradita. Ci si può fidare, come no. Tu non ti fidi, mi pare di capire. Non posso costringerti a cambiare idea.

Alessandro Pagnini ha detto...

@ Mario

"...Encomiabile! ..."

Quoto. Qui si riesce a discutere senza (quasi) mai superare la soglia della buona creanza. Non è poco, magari non avremo l'autorevolezza di un blog come quello di Franchini, ma qui si riesce a 'dirsele senza darsele'! ;-)

E non solo per l'uso, o meno, di locuzioni colorite come ho visto avvenire altrove, ma anche perchè, pur nella 'rivalità', si respira quasi un'aria di gruppo. Non c'è malanimo, o se c'è è limitato a pochi casi e poche persone.
Ci si azzuffa un po' su Levi, ma poi si corre a chiedere un parere a Mario, o ad Antonio, o a Barney, per i rispettivi campi di competenza. Segno che comunque, sotto la cenere del battibecco, cova comunque il fuoco della stima.
Spero che continui così. Ho spesso detto che mi sarebbe piaciuto vedere 22passi come esempio virtuoso di confronto con stile :-)

Silvio Caggia ha detto...

Mi sto rotolando dal ridere...
Ho appena letto su cobraf un post di un frequente commentatore umbé che recita:
"Mi riferivo alla massa credente abboccato che mantiene viva la ciarla su questa fuf kazzata"
Ma non si rendono conto che la ciarla è mantenuta viva proprio dagli umbé?!?
Senza di loro non ci sarebbe proprio di che parlare!
Ci sta proprio che Rossi ne paghi qualcuno per ciarlare, altrimenti...
Questo deve essere uno dei pagati... :-D

Alessandro Pagnini ha detto...

E a quale fuf kazzata si riferiva? Sempre lo E-CAT?
Mah.....
Facciano loro. Spero abbiano solidi argomenti per essere così sprezzanti.
Comunque con coloro che argomentano in quel modo non ci 'parli', non può esserci dialogo con posizioni così estremizzate. Ti ci accapigli per forza, o fai spallucce e passi oltre, ignorandoli. Consiglio la seconda opzione, di gran lunga!

Mario Massa ha detto...

@Alessandro Pagnini
"Poi magari mi dici quanti di questi si sono defilati."

Premesso che non faccio nomi per ovvi motivi, ti rigiro la domanda: quanti di tutti i fisici di Bologna e non che abbiamo visto in azione durante i test dicono "è la rivoluzione del secolo"? Se tu fossi stato testimone di una cosa simile e ti fossi convinto del suo buon funzionamento, te ne saresti completamente disinteressato?

"Quanti maneggiavano lo E-CAT che comunque non fossero coinvolti con Rossi?"

Cosa c'entra il maneggiare con il misurare? Se ci fossi io a misurare vorrei proprio che ci fosse Rossi a maneggiare, a garanzia che il marchingegno sia condotto nel migliore dei modi. Credi che io abbia messo un solo dito sulla cella Piantelli o sull'Hyperion?

Alessandro Pagnini ha detto...

@ Mario

Ma allora lo fai apposta? ;-)
Va bene:

Levi
Foschi
Stremmenos (ex di Bologna)
Focardi (fu...purtroppo)

Io di questi so che l'abbiano potuto misurare seriamente e l'unica che potrebbe non pensarlo è la Foschi, della quale non so più niente. Forse ti riferivi a lei. Altrimenti dimmi tu chi sono quelli che l'hanno davvero provato e testato seriamente e ora lo snobbano invece di svicolare sempre la domanda. :-)


Quanto a Levi era a parer mio un'ottima professionalità in grado di coniugare la capacità di tenere sott'occhio il dispositivo con quella di permetterne la valutazione. Quando Rossi disse che si recava ogni tanto sul luogo del test, alcuni saltarono sulla sedia, dicendo che allora non valeva più nulla. Come vedi è questione opinabile. Diciamo che probabilmente non è il tuo caso e che per te si tratta solo di sfiducia assoluta in Levi (ma evidentemente non la pensavano così altri), ma per qualcuno se c'era Rossi non valeva, se c'era Levi non valeva, se c'era luna piena non valeva lo stesso e neppure se hanno iniziato i test di martedì o di venerdì, perchè si sa che la saggezza popolare non lo permette :-D
Insomma, qualcosa da criticare si trova sempre.
Levi e gli altri, invece, farebbero bene a rispondere alle critiche tecniche che gli sono state mosse e anche questo lo ripeto da un bel po', ma per il resto francamente non condivido il tuo punto di vista.

Mario Massa ha detto...

@Alessandro Pagnini
"Io di questi so che l'abbiano potuto misurare seriamente"

Togliamo Levi e la Foschi che non conosco. Certamente è vero, Focardi ci ha lasciati convinto che funzionasse. Stremmenos lo è tutt'ora. Quanto però questa loro convinzione sia basata su misure serie discutiamone: su questo punto "litigavo" con Focardi e "litigo" con Stremmenos. Posso avanzare l'idea che due professori innamorati della FF, ultraottantenni (se Christos mi legge mi sputa in un occhio) siano stati truffati?
Posso chiederti se hai mai più sentito niente da parte degli altri fisici che costituivano il gruppo di verifica insieme a Levi e che attorno all'E-Cat ci hanno ronzato parecchio?

"Levi e gli altri, invece, farebbero bene a rispondere alle critiche tecniche che gli sono state mosse"

Se Levi accettasse di analizzare sul piano tecnico le sue misure, non ci sarebbero tutte queste discussioni. Ma lui si rifiuta da quasi 5 anni secondo la regola del "funziona e basta". Ti meravigli che non mi fidi delle sue misure?

Alessandro Pagnini ha detto...

@ Mario

"...ci hanno ronzato parecchio?..."

Tra averci ronzato ed aver potuto avere riscontri seri c'è quanto tra aver sentito dire ed aver visto. Questo è il punto su cui cerco di portare la tua attenzione. Chi, tra coloro che hanno potuto fare verifiche sull'E-CAT sostiene che non funzioni? Sbaglio o stiamo giungendo alla conclusione che quelli che l'hanno davvero misurato per più e più giorni sono convinti che ....'funga'?
Ohibò, che imprevisto risvolto! :-D


"...Se Levi accettasse di analizzare sul piano tecnico le sue misure, non ci sarebbero tutte queste discussioni...."

Ora non approfittarti troppo del fatto che debbo riconoscere che i chiarimenti sono effettivamente carenti e dispiace anche a me.
Le discussioni probabilmente ci sarebbero eccome. Come dicevo in un mio post di poco fa, un motivo per delegittimare si trova sempre, con un po' di impegno :-)

Mario Massa ha detto...

@Alessandro Pagnini
"Chi, tra coloro che hanno potuto fare verifiche sull'E-CAT sostiene che non funzioni?"

Le verifiche sono state sempre fatte da Levi (a parte Focardi all'inizio). Gli altri sono sempre stati solo cofirmatari, poco più che testimoni o, soprattutto all'inizio, si sono dedicati a misure di contorno (Villa quelle nucleari, Bianchini quelle radiometriche, ecc.). A parte le dichiarazioni del 2011 quando tutti a Bologna erano eccitati dalla novità e facevano affidamento sulle dichiarazioni di Focardi e Levi, e forse qualche dichiarazione all'uscita dell'Hot-Cat, ti risulta che qualcuno di questi negli anni successivi abbia scritto o detto "funziona!"?

"Le discussioni probabilmente ci sarebbero eccome. "

Quando si instaura uno scambio sul piano tecnico-scientifico le altre discussioni perdono di valore. Non so se avevi seguito lo scambio tra Jed Rothwell e GSVIT sulla misura calorimetrica della cella Mizuno. Quando chi fa una misura accetta di porla in discussione, si fa sana scienza. Quando come nel caso Levi si rifiuta qualsiasi contraddittorio (si rifiuta di parlare con chiunque, mica solo con gli ingegneri di GSVIT, a parte rilasciare entusiastiche interviste come qui: http://it.ibtimes.com/fusione-fredda-test-indipendenti-lhot-cat-funziona-e-produce-piu-energia-delle-fonti-tradizionali) si offende la scienza. Che lo faccia Rossi imprenditore è comprensibile. Che lo faccia un insegnante universitario mi pare veramente deplorevole.

Alessandro Pagnini ha detto...

@ Mario
"... ti risulta che qualcuno di questi negli anni successivi abbia scritto o detto "funziona!"?..."

E a te risulta che qualcuno di loro (chi? che misure ha fatto?) abbia detto il contrario? E che avrebbero dovuto dire? Già è in corso la LAFF ;-), perchè qualcuno dovrebbe sbilanciarsi su qualcosa di cui non ha certezze. Correttamente e prudentemente se ne stanno in disparte. Però ridendo e scherzando mi sembra che siamo arrivati alla conclusione che dei 'bolognesi' chi ci ha messo il naso davvero, ha detto che l'E-CAT funziona, o sbaglio? Ovviamente possono essere stati ingannati, o complici, ma il dato di fatto sembrerebbe questo.


"...Non so se avevi seguito lo scambio tra Jed Rothwell e GSVIT sulla misura calorimetrica della cella Mizuno...."

Sì, un po'. Sono con te nel desiderare maggiore collaborazione. Credo però che il TPR sia stato fatto ad uso non tanto scientifico quanto brevettuale. E' un lavoro border line, probabilmente e non c'è un chiarissimo interesse al confronto approfondito, anzi. Credo che molte incomprensioni e la frustrazione in cui CI (mi ci metto anch'io) troviamo nel non poter avere conferme e chiarimenti, sia figlia di un'impostazione completamente diversa da quella che potrebbe avere un ricercatore universitario. Qui si parla di business, lecito o meno, e della mia e tua curiosità, a Rossi non gliene può importare di meno. Se però si inquadra la faccenda per quello che è, senza commettere l'arbitrio di considerarla come noi vorremmo che fosse, quasi tutto può avere una spiegazione, sia positiva (funziona) come pare a me, sia negativa (errore o truffa) come reputi probabile tu. Su questo, la faccenda è ancora aperta. Anch'io attendo sviluppi per stappare la bottiglia delle grandi occasioni. Però sono ottimista! :-)

Posta un commento

Ovviamente 22passi è un blog, non una rivista on line, pertanto la responsabilità di quanto scritto in post e commenti appartiene solo ai rispettivi autori.

Related Posts with Thumbnails