BLOG PER APPASSIONATI D'AMORE, ONESTÀ, SPIRITUALITÀ, ARTE, POESIA, POLITICA, DEMOCRAZIA, SOSTENIBILITÀ, TECNOLOGIA, ENERGIE PULITE, COLD FUSION E LENR, MEDICINA ALTERNATIVA, RIVOLUZIONI SCIENTIFICHE, CRIPTOARCHEOLOGIA E "TANTE COSE INFINITE, ANCOR NON NOMINATE"

>>>> CERCHI LIBRI SUL BENESSERE DEL CORPO, DELLA MENTE E DELLO SPIRITO?

B A C H E C A D E L B L O G

Dal 25 Aprile 2015 (Festa della Liberazione) la possibilità di lasciare commenti nel blog è stata disattivata, eccetto per gli 85 utenti autorizzati e autori ad oggi iscritti. Chi desiderasse fare parte di questa piccola community (Google consente ancora 15 iscrizioni) può mandare due righe di presentazione a 22 passi chiocciola gmail punto com.

martedì 4 giugno 2013

Il metodo scientifico spiegato da Richard Feynman

In attesa dell'ennesimo treno ad alta velocità contro le granitiche certezze di taluni - in arrivo stasera sul primo binario di questo blog - do il giusto rilievo a una chicca segnalataci da Nemo, il prezioso amico che ho avuto il piacere di rivedere sabato scorso al 2° pranzo di 22 passi e, il giorno dopo, al convegno sulle "nuove energie" (vedasi le mie web-cronache di mattina e pomeriggio) sui Colli Euganei.

***

Richard Feynman
Il metodo scientifico

Ora vediamo come si fa a scoprire una nuova legge [scientifica].

In generale, il procedimento per scoprire una nuova legge è questo:
  • per prima cosa tiriamo a indovinare... non ridete, è proprio così che facciamo!
  • poi calcoliamo le conseguenze della nostra intuizione per vedere quali circostanze si verificherebbero se la legge che abbiamo immaginato fosse giusta;
  • infine confrontiamo i risultati dei nostri calcoli con la Natura - con gli esperimenti, con l'esperienza, con i dati dell'osservazione - per vedere se funziona.
Se non è in accordo con gli esperimenti è sbagliata.

In questa piccola affermazione c'è la chiave della Scienza. Non importa quanto bella sia la tua intuizione, non importa quanto intelligente sia la persona che l'ha formulata o quale sia il suo nome: se non è in accordo con gli esperimenti è sbagliata. È tutto qui.

Ora, immaginate di avere avuto una buona intuizione e di avere calcolato che tutte le conseguenze della vostra premessa sono in accordo con gli esperimenti... la teoria allora è giusta? No, semplicemente non si è potuto dimostrare che sia sbagliata, perchè in futuro un numero maggiore di esperimenti potrebbe scoprire qualche discrepanza e la teoria si rivelerebbe sbagliata.

È per questo che le leggi di Newton per il moto dei pianeti sono rimaste valide per così tanto tempo: [Newton] ha ipotizzato la legge della gravitazione e con questa ha calcolato i moti dei pianeti e li ha confrontati con gli esperimenti... e ci sono volute diverse centinaia di anni prima che un minuscolo errore nel moto di Mercurio fosse osservato. Durante tutto quel tempo nessuno era stato in grado di dimostrare che la teoria fosse sbagliata e poteva essere considerata temporaneamente giusta. Ma non può mai essere dimostrata giusta, perché le osservazioni di domani possono svelare che quello che credevamo giusto era in realtà sbagliato. Per cui non abbiamo mai la certezza di essere nel giusto, possiamo essere sicuri solo di esserci sbagliati.

"Non possiamo definire nulla con assoluta precisione. Se proviamo a farlo ci coglie quella paralisi del pensiero che è tipica dei filosofi... uno dice all'altro: "Non sai di cosa sto parlando" e l'altro risponde "Che cosa intendi per parlare? che cosa intendi per sapere? che cosa intendi per cosa?".


(fonte: http://www.youtube.com/watch?v=jMiQUStPvNA)

22passi.blogspot.com: post n. 2125 (-97)

51 : commenti:

indopama ha detto...

in effetti oggi l'italia e' completamente paralizzata ma e' solo un caso... :-)

Alessandro Pagnini ha detto...

Purtroppo l'atteggiamento descritto da Feynman e in teoria attribuibile alla scienza, nella pratica non è poi così tanto seguito. :-(
Avete presente i protocristiani? Con Costantino passarono da vinti a vincitori e di lì a poco cominciarono a esercitare il potere anche contro le altre religioni, fino ad arrivare alla guerra contro gli albigesi, che portò addirittura alla creazione della Santa Inquisizione. L'idea di possedere una verità che si può, anzi in qualche caso si deve, difendere ad oltranza, contro gli 'eretici', pare sia abbastanza legata alla nostra natura umana e la ritroviamo riproposta dalle discussioni politiche, alla tifoseria calcistica (sui rigori non concessi si vede il meglio! ;-) ), alle riunioni di condominio, fino alla scienza con i suoi paradigmi durissimi a piegarsi. Questo concetto della verità opponibile e da opporsi alle altre, considerate empietà, è alla base di molti problemi di coesistenza e di sviluppo e, in buona sostanza, anche della trasformazione della spiritualità e religiosità, che potrebbe per certi versi ancora definirsi e mantenersi 'laica', in fede con tanto di dogmi e regole. Quello descritto da Feynman, non è soltanto l'atteggiamento che dovrebbe (il condizionale è d'obbligo) essere dello scienziato, ma piuttosto un modo laico e aperto che tutti dovremmo tentare di seguire; per convivere il più serenamente possibile con gli altri e con se stessi, anche se mi rendo conto che quest'ultima affermazione può suonare strana.

Robbins ha detto...

Feynman è simpatico e intelligente, ma tace per modestia e snobismo la caratteristica fondamentale (che possedeva in altissimo grado): essere un genio.
Sennò si partoriscono aborti e non c'è niente di peggio che convincersi che hanno valore. Anche nel campo della ricerca scientifica valgono considerazioni selettivo-darwiniane. Lo so, la selezione naturale oggidì non appare politicamente corretta - ma questo giudizio è l'epifenomeno di una speciale debolezza contemporanea: non credo che l'Intel possa costruire i suoi processori con una fisica meno che buona.

Virgilio Catanzano ha detto...

@alessandro pagnini
per convivere il più serenamente possibile con gli altri e con se stessi, anche se mi rendo conto che quest'ultima affermazione può suonare strana.

perchè strana?
personalmente trovo che la cosa più difficile sia la convivenza con\in noi stessi.
i mali di questa nostra strana razza sono principalmente dovuti proprio a questo malessere continuo che ci attanaglia e ci spinge sempre alla ricerca di altro meglio.
solo chi riesce a convivere con se stesso riesce a instaurare un sincero e reciproco rapporto di convivenza con l'altro.
quando cerchiamo di trovare delle leggi proviamo ad indovinare poi se funziona funziona,ma molto spesso anche se non funziona lo prendiamo per vero e arriviamo per esempio a sostenere che le lenr non possono esistere perchè non c'è nessuna legge che le spiega!
@daniele
sono già in stazione,ma sulla tav no!!!non ci salgo!!!;))))))

Alessandro Pagnini ha detto...

@ Robbins
"Sennò si partoriscono aborti e non c'è niente di peggio che convincersi che hanno valore. Anche nel campo della ricerca scientifica valgono considerazioni selettivo-darwiniane "

Assolutamente sì. Per questo è necessario che le cose siano 'mutabili'. Se avesse vinto la pressione della Chiesa, penseremmo ancora di essere al centro dell'universo. E chi allora pensava di avere la verità assoluta ha dovuto mangiare la polvere. Non sempre le idee che prendono campo sono partorite da geni e anche le idee partorite da geni hanno i loro limiti e prima o poi un altro genio, o fortunato scopritore, successivo, le può migliorare, invalidare, o integrare. E' chiaro che questo non significa che ogni stormir di fronda debba essere considerato una rivoluzione, ma solo che bisogna essere disponibili a rivedere le nostre convinzioni, anche se siamo geniali, come tutti noi del blog, naturalmente ;-)))

Alessandro Pagnini ha detto...

@ Virgilio Catanzano
Mi fa piacere vedere che non sono l'unico a pensarla così :-)

Robbins ha detto...

@Alessandro Pagnini
Visto che l'universo ha un centro, Lei cosa ci metterebbe: il krill indifferenziato delle distese oceaniche? Mi dispiace, ma la Chiesa aveva e ha ragione: uomo (magari cristiano) al centro dell'universo. Sul contributo degli animisti, induisti, buddisti, musulmani ecc. alla comprensione del mondo si può ampiamente discutere. Anche la disperazione degli atei è buon argomento di riflessione.

indopama ha detto...

la tendenza odierna a "selezionare" il buono dal cattivo fa si che inevitabilmente tra i cattivi ci finisca anche qualche buono.
se una cosa non funziona non ha speranza, non va, si limita da sola, non c'e' bisogno di lottargli contro, e' solo energia sprecata.
io lascerei andare avanti tutto, la selezione naturale fa da sola.
magari potrebbe saltare fuori il problema del finanziamento pubblico, che dare i soldi ad una cosa senza speranze non ha senso.
io dico che lo sbaglio fa parte del percorso e che cmq l'errore non si prolungherebbe troppo nel tempo, del resto quanti soldi vengono buttati via in altre maniere? quanto ci sarebbe da ottimizzare in altri campi?

e poi la nascita del nuovo e' come la nascita di un bambino, non si puo' scendere a compromessi nel decidere se farlo nascere o meno altrimenti una volta morti tutti i vecchi finisce tutto.

il nuovo e' necessario, il costo del nuovo deve essere tolto al vecchio, non c'e' speranza di fare diversamente, e' la paura di perdere lo status quo che non fa avanzare. e' solo questione di paura.

nemo ha detto...

I video di Feynman sono tutti spettacolari, così come i suoi scritti. A me piace un casino.

Molti li conoscono ma pochi sono pronti ad interpretare il suo spirito critico...

Virgilio Catanzano ha detto...

@robbins

krill oceanico?ma lei crede ancora che nel centro dell'universo (ammettendo che esso esista)in seguito alla più devastante esplosione che sia mai avvenuta possa davvero esistere qualche cosa?
e poi universo?o multiverso?
l'uomo cristiano al centro dell'universo e tutto il resto(animisti, induisti, buddisti, musulmani ecc)feccia?questa è la legge di cui appunto parlavo prima,niente è dimostrato eppure viene ritenuta verità assoluta!grazie robbins è l'esempio giusto.

Alessandro Pagnini ha detto...

@ Robbins
" Mi dispiace, ma la Chiesa aveva e ha ragione: uomo (magari cristiano) al centro dell'universo "

Attualmente va poco di moda pensarlo, soprattutto se inteso come centro/fulcro intorno a cui tutto geometricamente ruota, ma delle mode possiamo non curarci, dopotutto ;-)

In effetti, nelle tecniche di meditazione, curiosamente, ci veniva posto esattamente questo problema. Dal momento che si doveva immaginare di essere al centro dell'universo, anzi che il centro risiedesse in un particolare punto del basso addome, sorgeva il problema di come fare a conciliare il centro di ognuno con quello degli altri, che meditavano anch'essi. Con un'abile trovata il maestro Tohei ci diceva di pensare all'universo come ad un'entità infinita nella quale potesse essere lecito definire più centri ognuno dei quali valido tanto quanto gli altri. Un artifizio per essere tutti al centro dell'universo e un modo per sentirsi 'grandi' nel pieno rispetto dell'altrui importanza. Nella pratica di combattimento invece, questa visione si modificava, ma il discorso si complicherebbe.
Quindi, in definitiva, perché no? Ogni uomo può essere al centro dell'universo! :-)

morbido zampino ha detto...

lo so non volevo intervenire...ma povero Feynman, starà carpiando nella tomba...

http://www.museumofhoaxes.com/comments/papparticle2.html
giusto per comprendere come avrebbe valutato l'ecat...

barneypanofsky ha detto...

http://www.lhup.edu/~DSIMANEK/cargocul.htm

(Citare Feynman a favore delle LENR e' come citare Jenna Jameson a testimonianza della preghiera e del raccoglimento quaresimale)


Barney

Alessandro Pagnini ha detto...

Ciao morbido zampino.
Sicuro che parli proprio dell'E-CAT?
Sai che anche Rossi è molto diffidente verso molti 'claims'?
Non è che il fatto di essere aperti ad 'eventuali evidenze' e interessati a multiple e qualificate segnalazioni, significa che si deve credere a tutto.
Non facciamo confusione :-)

@ barney
Penso di doverti dar ragione, anche perché a giudicare dalla data di morte, ha padellato di circa un anno l'inizio di tutta la storia (figuriamoci l'E-CAT).

Quello che forse non è chiaro è che non si cita Feynman a favore delle LENR, ma di un metodo di lavoro e di analisi. Prima di lui Galileo aveva grossomodo sancito gli stessi principi e a pensarci bene neppure Galileo era un fan di Rossi. Stai a vedere che avete ragione voi: Galileo e Feynman erano accaniti antifusionisti! ;-)

Robbins ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Robbins ha detto...

@Virgilio Catanzaro
FECCIA lo dice Lei, mi dispiace notarlo ma si tratta di un pensiero violento - non mio.
D'altra parte, e senza invocare concetti lutulenti, mi dica un nome di pensatore "animista, induista, buddista, musulmano ecc." che nel '900 abbia arricchito sostanzialmente le discipline scientifico-matematiche.
Consideri la domanda in senso lato - anche i giapponesi sono "cristiani" se allevati in un campus americano, e lo è anche un matematico pachistano - quindi musulmano - formato al King's College di Oxford, o che ha studiato ad Islamabad su testi europei. Vedrà che non si scappa: il pensiero moderno dipende interamente dal pensiero europeo, e l'Europa, con buona pace di Odifreddi, è vessillifera millenaria della koinè greca-romana-giudaico-cristiana, non del krill o del Budda. Sembra che dichiarare apertamente questa ovvietà oggi susciti scandalo. Lei potrebbe spiegarmi perché?

barneypanofsky ha detto...

Caro Alessandro da Prato (che fa molto Roberto da Crema, ma mi si passi. Poi, al liceo avevo una compagna che di cognome faceva "Da Prato" e non era niente male...),
la questione del tirare per la giacchetta Feynman e' esattamente quella di usare il metodo scientifico per fare scienza.
La Cargo Cult Science NON E' scienza, e questo e' chiaro.
Ma -per rimanere nel seminato-: tu pensi veramente che sia scienza il "third party report"? Suvvia, quello per te e per Feynman e' un esperimento scientifico?

Il fatto che il BVZR (buon vecchio zio Richard, e cito un personaggio caro a tutti i wannabelieve :-)) dica che ci vuole l'esperimento non trasforma tutta la pletora di sfiatelle, orologini, rivelatori di gamma a bolle e chi piu' ne ha piu' ne metta in "esperimenti".

Se mi e' permesso, un esperimento e' un procedimento che ha una procedura (pun intended) da seguire alla lettera, che se viene seguita da sempre -o quasi- lo stesso risultato.
Le LENR mancano di ripetibilita' in primis perche' NON C'E' la procedura. Ognuno -mi sia consentito dire- fa iccheccazzo vòle.
Questa assenza di rigore (e il rigore e' la base dell'osservazione sperimentale) mina alla base qualsiasi affermazione apodittica sulla bonta' dei risultati di Rossi, Celani, Arata.

A loro le cose riescono benissimo, al resto del mondo no.

Ecco: almeno l'idea che abbiano descritto le procedure alla strapipi di segugio vi viene, oppure c'e' il complotto dietro anche qua?
E' contemplato il caso in cui tutte le auto vengono verso di voi perche' siete voi in senso di marcia sbagliato (ripeto: almeno per quel che riguarda il METODO SCIENTIFICO)?



Barney

morbido zampino ha detto...

Pagnini il mio commento era brevissimo ma vedo che non è stato lo stesso letto con attenzione, ho scritto infatti "giusto per comprendere come avrebbe valutato l'ecat".

Se legge con altrettanta attenzione lo scritto di Feynman da me citato (meno conosciuto del trattato sul cargo cult) vedrà che la vicenda mostra molti punti in comune (in maniera ilare o inquietante veda lei).

Da parte di Rossi esistono solo claim. Nessuna evidenza.
Le ricordo inoltre che per il metodo scientifico le segnalazioni qualificate valgono come il due di picche.
Valgono, come ha ripetuto per la centoduemillesima volta Barney:
procedure cristalline
ripetibili
ben descritte
replicate in più laboratori.

Il resto è fuffa.
Se poi aggiunge le balle dette da Rossi (le chiami se vuole contraddizioni o distrazioni o tattiche) i comportamenti incomprensibili, i continui cambiamenti di set-up, gli errori grossolani (non esistono "scienziati pasticcioni" è un ossimoro) il quadro è talmente assurdo che voler vedere qualcosa di possibile nella vicenda è materia di fede. Fra 10 anni (e ne saranno passati 34 da F&P) sarete ancora qui a brindare o a borbottare di oscuri complotti...

Gaspar ha detto...

Magistralmente, in pochi capoversi, espresso il modello scientifico: ... Rossi è di nuovo nella fase "slavina": non gli funziona nulla e lui se ne frega e va avanti. E' un genio, è convinto che la soluzione dei problemi stia sempre nel complicarli. Ha poco senso dimostrare con il container, che è tecnicamente superato - nessuno, per vendere un prodotto, presenta in pubblico il modello precedente - non ha senso. Devo questa osservazione ad un amico: se l'Infernale Quinlan avesse avuto successo con il modello a gas, avrebbe potuto stupirci con una caldaia a tratti auto-sostenuta. Però sembra che gli sia andata male - l'unico reattore a gas è quel trespolo con sotto il bruciatore che sembra sia ancora da mettere a punto.
Quindi niente container e niente gas. Restano da mostrare per suscitare meraviglia: a) il multi-reattore da cui è tratto il modulo del secondo test delle terze parti, che si vocifera sia a bagno d'olio diatermico, b) un hot-cat con turbina, generatore elettrico e batterie tampone, che lo accendi a batteria, parte, fa girare la turbina, produce elettricità che carica le batterie e quando è in autostentamento dà elettricità gratis. Noto che questo accrocco risolverebbe anche il problema delle calorimetrie farlocche - se funziona per un mese di seguito in ciclo "chiuso" voglio vedere chi continuerà a sostenere le tesi del filo nascosto, dello strumento manomesso, della corrente continua somministarta di nascosto ... difficile farlo, molto difficile - ma sono sicuro che ci sarà qualcuno che lo farà. I nostri sono tempi "medi", guadagnarsi delle distinzioni smaglianti è difficile - una patente di smagliante imbecille è meglio che un certificato di mediocrità qualsiasi. E quindi ... forza!

Aggiungo c) un "cold cat" alimentato ad idrogeno liquido.

Robbins ha detto...

Anyway, nell'Europa vessillifera millenaria della koinè greco-romana-giudaico-cristiana, di cretini dalle certezze assolute - quelli con l'encefalo privo di pieghe, liscio come una palla da biliardo - continuano a nascerne parecchi, e parecchio chiaccherini. Dopo due millenni non si intravede ancora una soluzione al problema dell'esistenza dell'imbecille della porta accanto.

Virgilio Catanzano ha detto...

esatto robins

il problema sono proprio i cretini koinè greco romani giudaico cristiani che hanno le certezze assolute!

ne nascono troppi, ed in qualsiasi casa, nella porta accanto, ne trovi sempre uno!

li riconosci dal fatto che tutto loro sanno e solo loro sanno!tutto loro hanno inventato e se da loro non riconosciuto semplicemente o non esiste o va annientato a tutti i costi.

senza questa gente utto e dico TUTTO il mondo starebbe meglio.

e me sti europei vessilliferi non mi sono mai piaciuti.

se vuoi un nome cosi per dirne uno eccolo Srinivasa Ramanujan.
per sua sfiga è finito in inghilterra ma poverino,che doveva fare morire di fame?




Virgilio Catanzano ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Robbins ha detto...

@Virgilio Catanzaro
La storia, per elementare corretezza ideologica, va raccontata tutta: a) Ramanujan lesse una silloge di "calculus" che gli suscitò, diciamo, delle curiosità: senza questa botta iniziale - tutta inglese (quindi europea) - sarebbe rimasto in India a continuare il mestiere del padre, tra le ca**e delle vacche e le caste; b) se non fosse stato per G.H. Hardy (assolutamente occidentale e dandy, un po' come Feynman, ma con altri gusti personali), non avrebbe pubblicato una singola riga, soprattutto su giornali straordinariamete "vessilliferi" come i nostri. Lei ha idee confuse e aprioristiche. Le consiglio innanzitutto la lettura di "Apologia di un matematico" e, in secondo luogo, qualche esercizio di dubbio metodico. Ad es.: le caste per le strade e i cadaveri nel Gange sono cosa buona? Se malato di polmomite, preferisce la penicillina o la preghiera? Le piacciono di più le nenie degli Hare Krishna o i concerti per organo di J.S. Bach? E' anche troppo facile, potrei continuare fino alla noia.

Virgilio Catanzano ha detto...

ma, robins,

non c'è bisogno di andare oltre.

a lei la sua vessillifera monocultura,contento lei.



Robbins ha detto...

Ancora un "democratico" multiculturale che non riesce a sfuggire alla trappola dell'ultima parola - peccato, non ho avuto nessuna risposta (sono sicuro che nell'armadietto dei medicinali la penicillina c'è).

Alessandro Pagnini ha detto...

@ barney
@ morbido zampino
Scusate il ritardo, ma, per fortuna, ho dovuto staccarmi un po' da questa macchina infernale brulicante di circuiti integrati. Nel caso aveste qualche dubbio in proposito, autorizzo chiunque a darmi del tu, permettondogli così di ottemperare alla 'netiquette', che lo prevede.
Veniamo al nocciolo della questione. E' stata da poco segnalata da Anto una notizia riguardante ricerche condotte da ENEA e un paio di istituti americani che non ricordo. La ricerca evidenzia positivi risultati sull'effetto detto di 'Fleischman e Pons'. In sede europea si discute di LENR dando per scontato che il fenomeno sia già abbondantemente dimostrato, ma ancora da comprendere ed eventualmente, in fase successiva, da ingegnerizzare. Si potrebbe anche continuare, ma fermiamoci qui e lasciamo da parte Rossi. Secondo voi, dato quanto ho appena premesso, che è solo una minima parte dell'universo dei fenomeni LENR, è giustificato pensare che il fenomeno 'possa esistere' (non dico che certamente esista), oppure no?
Se dite di no, liberissimi, ma un esercizio di fede negazionista lo state facendo voi, ignorando ogni voce (qualificata) che dica ciò che i vostri dogmi reputano inaccettabile. Con buona pace del metodo scientifico di Feynman

Alessandro Pagnini ha detto...

@ morbido zampino
"Pagnini il mio commento era brevissimo ma vedo che non è stato lo stesso letto con attenzione, ho scritto infatti "giusto per comprendere come avrebbe valutato l'ecat".

Se legge con altrettanta attenzione lo scritto di Feynman da me citato (meno conosciuto del trattato sul cargo cult) vedrà che la vicenda mostra molti punti in comune (in maniera ilare o inquietante veda lei)"

Ho letto con attenzione e se tu avessi fatto altrettanto ti saresti accorto che la mia era solo una provocazione, di cui mi scuso.
Il resto del mio post lo dichiara abbastanza esplicitamente (non abbastanza pare). Non potevano esserci dubbi sul fatto che non fosse l'E-CAT per i motivi che dopo espongo. Era un modo per dire che non ritenevo che quella vicenda pur se con connotazioni forse simili (ho letto l'inizio soltanto) non può significare che qualunque cosa si presenti come una innovazione nel settore energetico, debba essere equiparata a quelle che la hanno preceduta. Non so se Feynman lo avrebbe fatto, ma nel caso avrebbe contraddetto se stesso, cosa che tutti noi facciamo molto spesso (predicare bene e razzolare male :-) ).
La predica di Feynman mi piace, i suoi comportamenti nei singoli casi della sua vita non li conosco. Di certo la FF (quella di Fleischman e Pons) non l'ha mai conosciuta.

Alessandro Pagnini ha detto...

@ Robbins
" l'Europa, con buona pace di Odifreddi, è vessillifera millenaria della koinè greca-romana-giudaico-cristiana, non del krill o del Budda "

Sarebbe un interessante spunto per una discussione. Mi capita di 'sfiorare' queste tematiche, ogni tanto, in alcune interminabili discussioni con mia sorella. Anch'ella sostiene quanto riportato nel virgolettato, o almeno così mi pare di capire. Ne convengo pure io. Le conclusioni cui questo può portare, a volte divergono. Nel caso di mia sorella, viene individuata una sorta di responsabilità non totalmente positiva, nella formazione del mondo così come lo vediamo. Ella individua la causa principale di molti disagi e distorsioni, principalmente nella teologia, che a suo parere restituisce un'immagina distorta del divino.
Io, che col divino ho un rapporto meno intimo (a dire il vero non sono sicuro di questa mia affermazione...), mi limito a dire che non è facile fargli da interprete e me ne chiamo vigliaccamente fuori ;-)
Detto tra noi, nell'armadietto di medicinali ne ho pochissimi, ma ho quelli tradizionali. Le preghiere e le 'terapie energetiche', che pure ho conosciuto, su di me non hanno il minimo effetto, ma su altri mi è parso che abbiano funzionato. La mia totale schermatura non significa che non possano funzionare. Purtroppo, mentre l'antibiotico funziona quasi sempre, le guarigioni misteriose sono più rare e inaffidabili della Fusione Fredda ;-)
Credo che esistano dei meccanismi che le possono innescare e altri che le frenano, ma finchè non li avremo capiti, non riusciremo a replicarli a piacere e pertanto converrà tenere la penicillina a portata di mano :-)
Tenerci un occhio sopra, continuando a indagare, lo ritengo saggio e comunque, essendo un curioso, non potrei evitarlo.

Silvio Caggia ha detto...

"Sta scherzando Mr. Feynman!" :-)

"La verità è che, eccetto in rari casi, l'uomo non è un essere razionale. Egli è dominato dall'autorità, e quando i fatti non sono in accordo con la visione imposta dall'autorità, allora tanto peggio per i fatti. Questi potranno, e certamente dovranno, vincere nel lungo periodo, ma nel frattempo il mondo brancola inutilmente nell'oscurità e permane la molta sofferenza che poteva essere evitata"

Dr. William Horatio Bates 

morbido zampino ha detto...

Pagnini, non legga solo l'inizio...l'articolo è breve ed istruttivo.
Feynman pone su Papp delle discriminanti di metodo che si applicano in modo perfetto sia a Rossi che alla ff.
Poveri cadaveri (Galileo, Einstein, e compagnia) tirati per i piedi fuori dalle tombe a testa in giù al supermercatino delle icone, citati a caso, piegati alla volontà di onnipotenza di persone che pensano appunto che "sentire" equivale a verità, senza la minima umiltà di studiare, prima di parlare. Una prece...

lmwillys ha detto...

'Ma non può mai essere dimostrata giusta, perché le osservazioni di domani possono svelare che quello che credevamo giusto era in realtà sbagliato. Per cui non abbiamo mai la certezza di essere nel giusto, possiamo essere sicuri solo di esserci sbagliati.'

ESATTO

Gaspar, Nevanlinna è adorabile, fantastico :-)

Alessandro Pagnini ha detto...

@ morbido zampino

Ho letto tutto. Avevo intuito abbastanza bene cosa avrei trovato nel seguito. Si vede che anche io sono un genio! ;-)

Tra l'altro ho trovato le parole di un Feynman che non contraddice se stesso, cosa che peraltro era comunque possibile:

"I still think I correctly diagnosed what was happening with a reasonable probability"

Parla di probabilità ragionevole. Si conferma uomo comunque prudente e abbastanza aperto. Un vero scettico che non è certo di possedere la verità, né convinto che sia facile ottenerla.
Tanto si auspicherebbe anche da altri, invano purtroppo.

Robbins ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Robbins ha detto...

Cadaveri ... tombe ... testa in giù (Piazzale Loreto per chi dissente?) ... onnipotenza (la propria, contenuta nella forma e nel tono del giudizio - la superbia dell'icasticità) ... umiltà di studiare ... (verrebbe da rispondere alla Alberto Sordi: Lei non sa che sono io).

In ogni modo, queste esibizioni di prosa muscolare sono epifenomeno delle personalità degli anonimi che incrociamo ogni giorno per strada - sembrano uomini comuni, ma chissà cosa covano dentro. Parlano troppo e continueranno: la scorre***ia come prova d'esistenza.

Silvio Caggia ha detto...

@morbido zampino
Non ci crederai ma il mio timore ad ogni dimostrazione di rossi e' che qualche idiota che si crede un genio stacchi la spina e faccia esplodere tutto... Ho sempre un certo timore che la storia si ripeta...
Quella che hai linkato e' ovviamente una versione dei fatti, quella di una persona direttamente coinvolta nei fatti, che in sede legale tra l'altro si e' presa le sue responsabilita' anche se poi nella sua versione le nega...
Anche i geni possono fare delle cazzate.

roberto rampado ha detto...

Comunque Feynman il motore di Papp è andato a vederlo, anche solo per smascherarlo, rimanendone poi disgraziatamente coinvolto.
Di là di Rossi non si doveva parlare e il cattedratico che gli si avvicina è un incompetente buono a nulla e dovrebbe essere "avvicendato" per salvaguardare il buon nome dell'Ateneo...

Incoerenza distillata...

Robbins ha detto...

@roberto rampadado
E già ... perché di Feynman si può dire tutto meno che non fosse curioso (poi, però ha staccato la spina, che è la cosa più semplice da fare - prima di pensare agli offset DC e alle prove nascoste dall'università di Uppsala). Qui da noi è proibito incuriosirsi - siamo un paese di conformisti.

lmwillys ha detto...

è dura, anzi nella normalità statistica dei casi impossibile, per un 'tecnico' entrare nell'ordine di idee che le nostre 'conoscenze' (anche le più 'certe') sono solo nostre ipotesi inferenze ecc. .... non siamo noi i creatori


ma è molto bello vedere che ci sono le eccezioni :-)

Hans-Göran Branzell ha detto...

Questo è il risultato dell'applicazione del metodo scientifico su Rossi di E-Cat:

http://newenergytimes.com/v2/sr/RossiECat/docs/20121204Kullander-Ni-Isotopes-LIG1204121.pdf

Daniele Passerini ha detto...

@tutti gli unbé
Ma decidetevi!
A cosa non credete?
Alle LENR? All'E-Cat? A entrambi?
Certo che siete proprio bastian contrari ad libidum.
Sulle LENR siete sconfessati da enti scientifici di fama mondiale (SRI, NRL, ENEA, Università del Missouri, PoliTO, UniBO, NASA, MIT, Cambridge, National Instruments... ah già dimenticavo, tutta gente che parla a titolo personale, tutti improvvisamente affetti da demenza... dev'essere una epidemia.
Rossi ovviamente per voi è un truffatore. Ma non siate così prudenti, ditela tutta! È il più grande truffatore di tutti i tempi, forse dell'intera galassia! Infatti più che altro deve essere un veggente: infatti nel 2007, quando andò a cercare Focardi, già sapeva che nel 2013 la comunità scientifica avrebbe cominciato ad accettare il fatto che tutta una serie di anomalie nel caricamento di sistemi Pd-D è reale è dunque richiede nuove teorie, esattamente come le anomalie dell'orbita di Mercurio portarono a cercare nuove teorie oltre le leggi di Newton. E Rossi indovinò a tal punto questo fatto che si buttò invece sui sistemi Ni-H. Fantastico! Beati voi che così vi torna tutto.
E voi applichereste il metodo scientifico così? Traendo conclusioni apodittiche da 4 dati messi in croce rispetto a una fenomenologia di ordini di grandezza molto superiori alle vostre capacità di discernimento?
Ma andate a farvi un bagno nell'acqua pesante, a moderare la vostra incredulità patologica!
Benvenuti nel futuro... :D

Daniele Passerini ha detto...

E ai vari unbé che addirittura vogliono piegare il grande pensiero di Feynman ai loro piccoli pregiudizi, chiariamo una volta per tutti che il focus del post è questo: SE I DATI SPERIMENTALI SCONFESSANO UNA TEORIA (NUOVA O VECCHIA CHE SIA) SI CERCA UNA NUOVA TEORIA come sempre è accaduto nella storia della Scienza. Invece, nonostante in 24 anni si sia accumulato uno tzunami di dati sperimentali che mettono in discussione le teorie nucleari che hanno fatto grande il XX secolo, voi che fate? BUTTATE VIA I DATI SPERIMENTALI. E lo fate, giocando sul fatto che la riproducibilità non è perfetta, che i dati sono contraddittori... FACENDO FINTA DI NON SAPERE che sono esattamente i marker di quando si ha a che fare con fenomeni di cui non si conoscono e controllano tutte le variabili in gioco ma solo alcune.
Dite che i dati sperimentali SONO PER FORZA SBAGLIATI (dunque date dei bugiardi o degli incompetenti a chi quei dati li ha raccolti, controllati, verificati migliaia e migliaia di volte), valga l'esempio principe: dove sono i gamma? Se c'è una reazione nucleare devono esserci per forza! Certo! Ma la storia non vi ha insegnato nulla: anche le onde radio, siccome viaggiano in linea retta, non potevano servire a comunicare da una parte all'altra del pianeta... ops, esiste la ionosfera!!! Anche i mezzi volanti più pesanti dell'aria non potevano volare... ops, esiste la portanza!!! Ecc. ecc. ecc.
Invece di interrogarvi seriamente su quale possa essere il meccanismo che fa sì che questi fenomeni accadano ogni istante invisibili accanto a voi, vi trincerate all'idea che siano impossibili in base a tutto quello che già sapete. Non volete proprio capire che il fatto che la fisica nucleare nota abbia permesso di costruire bombe atomiche, centrali nucleari, sonde spaziali a propulsione nucleare, radioterapia medica ecc. questo non significa che non possa esserci anche dell'altro!
Se siete in mala fede orami il giochino è finito: fine della recita! Avete troppe evidenze sperimentali contro ormai.
Se siete in buona fede allora siete in mala fede con voi stessi perché usate tutto quello che avete imparato non per comprendere il mondo, ma per nascondere a voi stessi tutto ciò che del mondo non combacia con l'idea che voi ne avete.
In bocca al lupo.

domenico canino ha detto...

@daniele
quoto in toto;
niente da aggiungere; la prossima ricerca del blog dovrà essere su chi capisce cosa;
ciao

Silvio Caggia ha detto...

@daniele
Ripeti con me il mantra: La verità è che, eccetto in rari casi... :-)

@Hans-Göran Branzell
Uhm... Zinco... Why zinco?

roberto rampado ha detto...

bastian contrari ad libidum

...refuso molto bello, nel senso che soddisfano la Libido del loro ego !!!

morbido zampino ha detto...

Vede Passerini lei unisce, come spesso accade, arroganza ad ignoranza (fanno pure rima).
Un dato sperimentale è dato quando esso è ripetibile e per così dire "sperimentabile". Con un set-up chiaro e disponibile.
Dati contradditori e riproducibilità imperfetta valgono (raramente) per brevi periodi, non 24 anni di tentativi. Per non parlare di "dati segreti" e complotti della grande industria che sono il sale di ogni ricerca sballata. L'ignoranza in campo scientifico unita ad un commovente ed infantile desiderio di miracoli portano a ignorare i terrificanti strafalcioni dei ricercatori ff, contrabbandati come imprecisioni (da chi per l'appunto non ha alcuna preparazione per comprendere la differenza).
Si tratta di metodo e di preparazione. Vuole una storia vera di una ricerca avversata che si è dimostrata reale? Studi i quasicristalli. Non ho dubbi che non coglierà le fondamentali differenze e ne farà una metafora sballata, così come l'uso di Feynman e santini vari.
Lei si fida dei suoi amici scienziati.
Individui le parole nella frase precedente che fanno a cazzotti con il metodo scientifico...
Auguri!

roberto rampado ha detto...

@Daniele

valga l'esempio principe: dove sono i gamma? Se c'è una reazione nucleare devono esserci per forza! Certo!

Qualche nuova ipotesi non nucleare dall'amico Levi circa le spiegazioni sulle LENR?
Mi basta un sì o un no...

Robbins ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Robbins ha detto...

@morbido zampino
"This result is too beautiful to be false; it is more important to have beauty in one's equations than to have them fit experiment"

La prego, NON entri nel merito - la citazione precedente solo per provare che le cose - come sempre - sono MENO semplici di come le sue certezze pretendano.
Oltre agli pseudo-crystals avrebbe potuto suggerire a Daniele la teoria - del tutto corretta dal punto di vista metodologico - che individua come causa del riscaldamento globale le scorre***ie dei ruminanti - ma poi, solo dei ruminanti?

Hans-Göran Branzell ha detto...

@Silvio Caggia

http://newenergytimes.com/v2/sr/RossiECat/docs/20121204Kullander-Ni-Isotopes-LIG1204121.pdf

The important thing in the report is that the isotopic ratios of the used nickel powder are the same as for normal Nickel. This would not be the case if some of the nickel had been converted into copper.

Google Translated:
La cosa importante nel rapporto è che i rapporti isotopici di polvere di nichel utilizzati sono gli stessi di nichel normale. Questo non sarebbe il caso se alcuni dei nichel era stato convertito in rame.

Silvio Caggia ha detto...

@Hans-Göran Branzell
It's a good thing that nickel in e-cat has "natural" isotopic ratios: so no pollution, and no difficulties in creating fuel... :-)

I don't understand table 1: normally the sum of percentages is 100%... Here we have 103.6 and 83.4... How do you explain this?

pione ha detto...

Perché la gente non capisce che questa mostrata da Feynmann è solo una presentazione molto superficiale del metodo sperimentale?
Adatta al grande pubblico certo, e geniale nella sua chiarezza, ma il metodo scientifico va molto oltre queste parole.
È un metodo statistico-matematico ben definito. Una teoria non è un idealizzazione della realtà, una sua approssimazione, e non è di per se ne giusta ne sbagliata. Il ruolo degli esperimenti non è solo quello di sconfessare alcune teorie palesemente sbagliate, ma quello di fornirci i limiti in cui i modelli matematici che abbiamo creato descrivono soddisfacentemente bene gli effetti.

La teoria gravitazionale di Newthon È GIUSTA, nel senso che descrive molto soddisfacentemente la realtà, ma come tutte le teorie ha dei limiti, scoprire che l'orbita di Mercurio contiene una piccolissima (ma fatale) deviazione da quella prevista dalle equazioni di Newthon ci da i limiti di questa teoria, e ha permesso ad un'altra, la relatività generale, di subentrare quando bisogna uscire fuori da questi limiti.

Posta un commento

Ovviamente 22passi è un blog, non una rivista on line, pertanto la responsabilità di quanto scritto in post e commenti appartiene solo ai rispettivi autori. Chi è abilitato a pubblicare su 22passi deve evitare botta&risposta a distanza con utenti di altri blog o forum (donde può comunque trarre contenuti citandone la fonte).

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.

Related Posts with Thumbnails