BLOG PER APPASSIONATI D'AMORE, ONESTÀ, SPIRITUALITÀ, ARTE, POESIA, POLITICA, DEMOCRAZIA, SOSTENIBILITÀ, TECNOLOGIA, ENERGIE PULITE, COLD FUSION E LENR, MEDICINA ALTERNATIVA, RIVOLUZIONI SCIENTIFICHE, CRIPTOARCHEOLOGIA E "TANTE COSE INFINITE, ANCOR NON NOMINATE"

>>>> CERCHI LIBRI SUL BENESSERE DEL CORPO, DELLA MENTE E DELLO SPIRITO?

B A C H E C A D E L B L O G

Dal 25 Aprile 2015 (Festa della Liberazione) la possibilità di lasciare commenti nel blog è stata disattivata, eccetto per gli 85 utenti autorizzati e autori ad oggi iscritti. Chi desiderasse fare parte di questa piccola community (Google consente ancora 15 iscrizioni) può mandare due righe di presentazione a 22 passi chiocciola gmail punto com.

domenica 6 maggio 2012

L22P 119-120-121-122-123/366

[- 999 post] 

2007
  • Da mercoledì 2 a venerdì 4 maggio non scrivevo nulla.
  • Sabato 5 maggio: 1) Ciao piccola digitale...
  • Domenica 6 maggio non scrivevo nulla.

2008
2009
2011

37 : commenti:

Vincenzo Bonomo ha detto...

Oggi si vota in molte località d'Italia e vorrei fare un augurio di buona fortuna agli italiani e al Movimento 5 Stelle.

gibierre ha detto...

Ciao Anto ho un figlio che soffre spesso di tonsilliti ti sarei grato se mi spiegassi come
fai a farle passare in due ore.Non sono un mago o stregone perciò l'effetto placebo è automaticamente escluso.Grazie
Gabriele

GianLupi ha detto...

Potrei benissimo farmi i cavoli miei, non lo so' che cosa fanno i dottori al giorno d'oggi, pero' ho imparato ad espormi: dovessi trovare o meno un rimedio attuale a quel mal di gola ti sconsiglio in modo piu' che assoluto di ricorrere al'amputazione delle tonsille, significa privare una persona di tutta una importante parte di tonalità nel timbro di voce, non poco.

italoalbanese ha detto...

Io non sono un medico, ma, ad occhio, la tizia citata in bacheca non ha la più pallida idea di che cosa sia una tonsillite, un ascesso, o di come si formi il tessuto cicatriziale. Probabilmente finora ha solo sofferto alcuni di quel 99,9% di malanni che guariscono da soli senza bisogno di medicinali veri o finti. Bene, le auguro di continuare così per tutta la vita. Il vero problema, però, è quando qualcuno con una malattia seria legge queste perle di "saggezza" e decide, per esempio, di farsi curare un tumore alla mammella con la medicina alternativa. (E' successo veramente! vedi http://www.ilgiorno.it/como/cronaca/2012/04/23/701588-pomate_contro_cancro_morta.shtml) Sarebbe meglio specificare chiaramente che, se proprio ci si vuol fare curare con una pseudo filosofia ottocentesca con nessuna base scientifica qual è la omeopatia, si vada anche dal medico e, se c'è qualcosa di serio, si CORRA da uno specialista!

ulixes ha detto...

Intermezzo

@italoalbanese
si documenti anche sul numero di decessi a carico della medicina ufficiale, compreso il ramo dell'oncologia.
______________________________

La notizia:

Gambizzato l'Ad di Ansaldo Nucleare...

http://www.repubblica.it/ultimora/cronaca/gambizzato-l-ad-di-ansaldo-nucleare-modalita-eversive/news-dettaglio/4158663

italoalbanese ha detto...

@ulixes: Il numero di decessi CAUSATI dalla medicina ufficiale è una parte infinitesima di quelli EVITATI. Confronti l'aspettativa di vita nei paesi sviluppati con quella dei paesi meno fortunati. A proposito della notizia, potrebbe esprimere la sua opinione in merito, anzichè affidarsi a degli ipocriti puntini. Per me è una notizia PESSIMA.

Marco da Rallo ha detto...

@italoalbanese
calma

informarsi,
educatamente entrare nel merito,
anche "ad occhio" se è il tuo sistema di affrontare i problemi e ... se possibile non attaccare personalmente,

per piacere,
per la qualità della vita,
per non sembrare superficiali
per dare dignità anche alla rete e all'anonimato

grazie .. se puoi,
..se no è pure uguale
):)
M.

ulixes ha detto...

L'India è uno dei paesi "meno fortunati" dal punto di vista del progresso medico-scientifico.
Si è spesso costretti ad affidarsi a rimedi della medicina tradizionale popolare:

http://www.express-news.it/assurdo/lincredibile-storia-di-fulla-nayak-morta-a-125-anni-fumando-marijuana-ogni-giorno/
_________________________

I puntini di sospensione nel mio precedente intervento costituiscono invito a leggere la notizia di cui mi sono limitato a riportare il titolo, commettendo l'errore, stavolta, di non virgolettarlo.

Tizzboom ha detto...

Su Energeticambiente ho trovato linkato questo brevetto di Celani-Nakamura pubblicato nel 2011, molto interessante: Link.

Il post di energeticambiente dove l'ho trovato linkato

italoalbanese ha detto...

@ulixes:
1) Ecco, appunto. Aspettativa di vita in India=64,7 anni, in Italia=80,5 in Giappone=82,6. Che poi su un miliardo di persone ci sia qualcuno che campa più a lungo della media mi pare del tutto normale.
2) Francamente avevo pensato che i puntini potessero sottintendere un "gli sta bene, se l'è andata a cercare". Se non è così, mi scuso dell'equivoco. In ogni caso, è deprimente che in Italia ci sia ancora chi pensa di risolvere le questioni politiche e sociali con i proiettili.

italoalbanese ha detto...

@Marco da Rallo: Potrebbe gentilmente chiarirmi, magari in una prosa meno suggestiva, su che cosa mi dovrei informare ed entrare nel merito? Se si trattasse di questo, io SO, ad occhio, per cultura e per esperienza diretta che una tonsillite NON guarisce in due ore, un ascesso NON guarisce in mezz'ora e in meno di un giorno una ferita fa la crosta, NON cicatrizza. Lei per caso pensa che, per educazione e per evitare attacchi personali, si debba prendere per oro colato qualunque testimonianza venga fuori su questo blog?
E, già che ci siamo: italoalbanese NON è uno pseudonimo, io MI CHIAMO Italo Albanese.

Marco da Rallo ha detto...

Caro Italo Albanese, in questo buon blog, in quindici mesi, ho (abbiamo) visto montare polemiche sterili e appassionate, trattare temi ostici e "leggeri", argomentare "..secondo carattere" fino ad arrivare ad uno stato di incomunicabilità che, abbiamo scoperto, era più che altro artificioso (dipendeva cioè molto più dal modo di porgere l'argomento che dalla sua sostanza...)


in quei frangenti ho realizzato che una delle voci più costruttive e simpatiche (per modi,educazione, continuità e passione..) è quella dell'autrice del piccolo testo (in origine testimonianza.. personale) che è stato postato, in attesa di altri temi, magari più tecnico-scientifici ..(o anche poetici..) dal nostro Ospite.

Visto che divergiamo praticamente su tutto, anche sulla forma, sono disponibilissimo a porgerLe le mie più profonde scuse per quanto possa, nel mio commento, averLa ulteriormente alterata.

Informarsi quindi è da intendersi non in merito alle Sue rispettabilissime nozioni igienico-mediche ma alle persone ed alle idee "faticosamente" ed educatamente rispettate qua dentro.

la mia quindi è una difesa formale allo status "conquistato" e mai vuole o voleva essere un appunto personale o una critica alle Sue idee che in quanto Sue, per definizione, rispetto.

Marco Pilati
M.

ulixes ha detto...

"...Confronti l'aspettativa di vita nei paesi sviluppati con quella dei paesi meno fortunati..."

"...Aspettativa di vita in India=64,7 anni, in Italia=80,5 in Giappone=82,6..."

Ritiene forse che la differenza sia dovuta al progresso medico?
L'argomento è piuttosto complesso:

http://ugobardi.blogspot.it/2011/02/quanto-vivono-veramente-gli-italiani.html

http://eliotroporosa.blogspot.it/2011/04/il-picco-della-salute.html

http://www.comedonchisciotte.org/site//modules.php?name=News&file=article&sid=8486
____________________________

A che punto siamo col progresso medico-scientifico in oncologia?
Ne possiamo ricavare un'idea nientemeno che dall'Istituto Superiore di Sanità; per comodità potrà ridurre la sua informazione al contenuto esposto da pag. 5 a pag. 7:

http://www.iss.it/binary/publ/publi/0216.1109320399.pdf

robi ha detto...

http://www.larena.it/stories/Provincia/359358_col_suo_motore_impossibile_smentisce_newton_e_einstein/
sembra che spuntino come funghi
solo per dovere di cronaca non so giudicare
comunque sul quotidiano è stata data un intera pagina

Daniele Passerini (22passi) ha detto...

@Ulixes
Mi servirebbe la tua email.

@robi
Accetta quel mio invito che sai! :)

robi ha detto...

sarebbe una dimostrazione pratica delle idee di Marco Todeschini

italoalbanese ha detto...

@Ulixes:
1) L'aumento dell'aspettativa di vita è dovuto in massima parte al miglioramento delle condizioni igienico sanitarie. Basti considerare che, in Italia, si è passati dai 43 anni del 1900, ai 65 del 1950 fino agli 80 di oggi.
2) Dal sito dell'AIRC: "Basandosi sui dati ufficiali dell’Organizzazione mondiale della sanità ... tra il periodo 1990-1994 e quello 2000-2004 i tassi di
mortalità per 25 tumori in 34 Paesi europei sono diminuiti del 9 per cento negli uomini e dell’8 per cento nelle donne, con un forte calo soprattutto tra gli
individui di mezza età".
Ed ancora: "I dati AIRTUM del 2009, derivanti dai registri tumori italiani, mostrano che dal 1998 al 2005 si è verificata una riduzione di mortalità per ogni forma di tumore del 12% tra gli uomini e del 6% tra le donne: un calo ancora più significativo considerato che il numero di nuovi tumori scoperti ogni anno al contrario aumenta, complici l’invecchiamento della popolazione e la diffusione di mezzi diagnostici più sensibili".
Volendo risalire alle fonti:
http://annonc.oxfordjournals.org/content/21/6/1323.full
Per finire, non capisco cosa dovrebbe dimostrare il documento dell'ISS che mi ha segnalato. Che le sostanze usate in medicina sono pericolose? Ovvio! I farmaci
non sono quasi mai innocui! Bisogna solo vedere se il rischio potenziale vale l'efficacia terapeutica.

ulixes ha detto...

Gentile signor Albanese,

mi ascolti.

Ciascuno di noi è libero di interpretare la realtà nel modo in cui crede.
Preferirei tuttavia evitare di instaurare una discussione che potrebbe portarci molto lontano.
Ciò richiederebbe da parte del sottoscritto un impiego di tempo ed energie tali che in questo momento non mi è consentito di profondere.

Pertanto preferisco riassumerle il mio pensiero in modo chiaro ed evidente, focalizzando l'attenzione al solo ambito oncologico:
lo stato dell'arte della scienza medica in tale ambito ci mostra come per curare le patologie tumorali vengano impiegate terapie in grado di provocare tumori.
Mi consenta di avvalermi della libertà di pensare che ciò rappresenta una "boiata"; voglia concedermi la coloritura del termine.

Ho la presunzione di pensare, sostenuto in questo da innumerevoli pareri ben più eminenti di quello del sottoscritto, che tale tipo di patologia possa essere affrontato molto più proficuamente e con minor dispendio di risorse.

Oggi la rete offre per fortuna la possibilità di informarsi su opportunità terapeutiche diverse da quelle ufficiali che a mio avviso sono quasi completamente fallimentari.
Del resto esiste, purtroppo, il rischio di perdersi in questa marea di informazioni, o di incappare spesso in situazioni peggiori di quella da cui si vuole prendere le distanze.

In definitiva a ciascuno di noi non rimane altro che una scelta fra due opportunità; la prima, più comoda, consiste nel fermarsi ai proclami di facciata di alcune pseudo-istituzioni ufficiali; l'altra, più onerosa, è quella di approfondire la conoscenza della realtà oltre il velo dell'ufficialità.

Un esempio:

lei cita fonti e studi "apparentemente" degni di nota; AIRC, OMS, AIRTUM.

Le rispondo con i dati forniti da fonti altrettanto, se non più, attendibili: ISTAT ed ISS.

Mi sono preso la briga di ricopiare i dati che potranno sembrarle più interessanti e che contraddicono evidentemente le fonti da lei citate.
Tali dati si riferiscono alla mortalità per tumore in Italia negli anni dal 1998 al 2008; mancano quelli relativi agli anni 2004 e 2005 in quanto non forniti dall'ISTAT:

1998 157185 272,95
1999 156142 270,862
2000 159232 275,669
2001 163505 284,758
2002 162201 283,779
2003 166366 288,807
2006 168129 285,247
2007 171093 288,155
2008 172208 287,818

La seconda colonna rappresenta il numero di morti per tumore; la terza il tasso di mortalità per tumore.

E' libero di verificare di persona questi dati al seguente indirizzo, dove le viene concesso l'uso di tabelle interattive:
http://www.iss.it/site/mortalita/Scripts/SelCause.asp

Concludo:

uno studio attendibile relativo ai progressi in ambito oncologico dovrebbe tener conto delle classi di stadiazione per ogni patologia tumorale e della relativa sopravvivenza a 5 e, soprattutto, a 10 anni.

ulixes ha detto...

Esempio di proclama:

Veronesi, mortalità zero per cancro seno entro 2020

http://www.adnkronos.com/IGN/Altro/?id=3.0.2681986261
_______________________________

Analisi della realtà:

Andamento del tasso di mortalità per tumori al seno

1998 36,7
1999 36,83
2000 38,742
2001 38,164
2002 38,164
2003 38,421
2006 37,732
2007 38,164
2008 39,518
____________________________

Qualche anno fa:

https://docs.google.com/viewer?a=v&q=cache:rI9eweSvp3EJ:www.diegodecastro.it/lastampa/decastro_lastampa_260560.pdf+morti+cancro+italia&hl=it&gl=it&pid=bl&srcid=ADGEESiJ6UNcdY6JzGMgvaJJfBfuvV9QbvUoauTx-Janv_mTgnrLD-GTmFlo-vDtlBez36stH1442-A3T32oAA9S4PKm88l-7_-WxEuE1GjVnRQiANkQ07EsNrZz7_mDq2qVf4uzJB_b&sig=AHIEtbSoe_qQeB0tTkmu9ZOCsLObw-e3OQ&pli=1

ulixes ha detto...

Precisazione finale:

lo studio da lei citato parla di una "overall cancer mortality".

http://annonc.oxfordjournals.org/content/21/6/1323.full

Praticamente un calderone di patologie tumorali che non tiene conto delle relative classi di stadiazione e della sopravvivenza a 10 anni.
La relativa interpretabilità si estende da zero all'infinito.
La relativa utilità è praticamente nulla.

italoalbanese ha detto...

Caro Ulixes,
“a little knowledge is a dangerous thing”, per cui mi riservo di controllare i dati che mi hai (posso passare al tu, per stemperare i toni?) mandato. Nel frattempo vorrei segnalarti due cose:
1) Il documento dell'ISS che mi hai segnalato non parla assolutamente di terapie! Tratta dei rischi professionali a cui possono andare incontro i lavoratori impegnati nella preparazione e nella somministrazione di taluni chemioterapici, e segnala che possono essere presenti delle sostanze cancerogene. Ma dal “contiene una sostanza possibilmente cancerogena” al “causa il cancro” ce ne corre! Nei test di carcinogenicità si usa la sostanza pura, a dosi molto superiori a quelle che si possono trovare nei composti finali. C'è la stessa differenza
che tra mangiare una patatina fritta o iniettarsi un grammo di acrilonitrile. Questa sostanza, tossica e probabilmente cancerogena, si trova anche nelle patatine ma in dosi enormemente minori! Già che ci siamo: Se curare il cancro con sostanze potenzialmente in grado di provocarlo è per te “una boiata”, cosa ne pensi del "similia similibus curantur" alla base dell'omeopatia?
2) Non ti fermare al titolo! Lo studio http://annonc.oxfordjournals.org/content/21/6/1323.full
contiene tutti i dati, disaggregati per paese e per tipo di tumore, in forma tabellare e grafica.
Puoi scaricare il pdf, si vede meglio. Inoltre, che senso ha parlare di “stadiazione” e di “sopravvivenza a 10 anni” in uno studio sulla mortalità?

Daniele Passerini (22passi) ha detto...

@antonioalbanese
Io non sono un medico, ma, ad occhio...
Così hai esordito nel blog. Dunque non vedo perché la tuo opinione sugli argomenti che stai dibattendo dovrebbe valere più di quella di Ulixes che ti risponde. Con una differenza, che la "tua" opinione è quella propagandata dall'establishment, quella di Ulixes appartiene al fronte di chi si è stufato di essere considerato un mero CONSUMATORE persino quando si tratta della sua salute, fronte di cui fanno parte -- vivaiddio! -- sempre più medici, critici di quanto gli è stato insegnato all'Università.
Ciò detto, secondo me tu e Ulixes potreste andare avanti all'infinito in questo ping pong di dati e interpretazione degli stessi, un po' come un certo chimico nucleare fece qualche anno fa con l'Ing. Ubaldo Mastromatteo discutendo sulla termodinamica dei sistemi biologici.
Serve a qualcosa?

ulixes ha detto...

"..Il documento dell'ISS che mi hai segnalato non parla assolutamente di terapie!.."

Indossi il cervello prima di leggere!
_____________________________

"2) Non ti fermare al titolo! Lo studio http://annonc.oxfordjournals.org/content/21/6/1323.full
contiene tutti i dati, disaggregati per paese e per tipo di tumore, in forma tabellare e grafica.
Puoi scaricare il pdf, si vede meglio. Inoltre, che senso ha parlare di “stadiazione” e di “sopravvivenza a 10 anni” in uno studio sulla mortalità? "

Infatti! Giri la sua domanda all'AIRC ed all'AIRTUM che prendono in esame quello studio per parlare di mortalità.
Uno studio inutile!

Anzi utile ad abbindolare pivelli.

italoalbanese ha detto...

Caro Daniele,
L'establishment non è detto che abbia ragione, ma neanche che abbia per forza torto. Ad ogni modo, vista l'ultima risposta di Ulixes, hai proprio ragione. Inutile continuare questa discussione.

Daniele Passerini (22passi) ha detto...

@italoalbanese
Naturalmente Italo, una cosa non è falsa perchè la fonte è l'establishment. Ma di certo che la fonte sia quella non garantisce nulla.

Franco Morici ha detto...

Alcune foto dalla DGT, i concorrenti di Rossi.

http://www.defkalion-energy.com/files/2012-05_StatusPicturesFinal.pdf

Tizzboom ha detto...

Roy Virgilio scrive questo su EA:

* * *

Buon giorno a tutti,
desidero segnalarvi 2 fatti importanti.

1°: il 15 maggio si terrà a Pisa una conferenza (sulla falsa riga di questa annullata) presso l'INFN dalle 14,30 alle 17,30. Potete approfondire al seguente link: http://www.energeticambiente.it/cale...=2012-5-15&c=2
Io dovrei essere presente e cercherò, se mi daranno il permesso, di filmare tutta la conferenza.

2° Francesco Celani ieri sera ci ha inviato una mail di ringraziamento per le firme raccolte (email inviate) che si sono attestate sui 260 invii.
Ve la ripropongo qui esattamente come inviata:

-----
Cari Colleghi,

considerando i seguenti fatti:

a) E' la prima volta che si organizza una raccolta di firme su tale argomento, ancora spinoso/giovane;

b) Mancava certamenente un modo SEMPLICE per inviare il tutto: pochissimi sono esperti e la maggior parte ha paura di sbagliare.

c) Non è facile esporre il proprio nome e cognome al "controllo" del potere costituito.


Ritengo che il numero dei "coraggiosi/esperti" che hanno superato i 3 precedenti ostacoli sia più che buono.

Desidero quindi ringraziarLi pubblicamente e chiedo, a Voi tutti, di diffondere il mio messaggio di ringraziamento alla lista: sono realmente commosso ed emozionato.

*Desidero inoltre informarVi che ho prove affidabili di almeno 8 lavori eccellenti che verranno presentati al prossimo ICCF17 che si terrà in Corea (Agosto 2012).
Purtroppo, al momento, non posso entrare in dettaglio sui lavori che ritengo "Eccellenti" causa vincoli di riservatezza nel lavoro di referaggio.

Appena ne otterrò il permesso, Vi trasmetterò tutti gli Abstract cosicchè anche Voi (unitamente ai Vostri numerosissimi lettori) potrete valutarli, indipendentemente da me, e farVi una opinione sulla qualità del lavoro effettuato, nonostante gli immensi ostacoli frapposti.

NB. Il prossimo appuntamento, per quelli di Voi (e Vostri lettori) che ne avranno l'occasione, è il 15 Maggio (ore 14:00) presso il Dipartimento di Fisica dell'Università Statale di Pisa (Centro Città, zona ex fabbrica Marzotto).


Grazie di nuovo,
Francesco CELANI


-----

Ci si vede il 15 a Pisa!
Roy

Daniele Passerini (22passi) ha detto...

@Tizzboom
Sì l'email di Celani è arrivata anche a me ieri sera verso le 22, ci sarebbero varie cose da commentare al riguardo, per questo ho preferito non portarla subito sul blog... ma va bene così.
Le email "tornate" cc a petizione22@... sono esattamente 259.
Per quel che riguarda la conferenza del 15 a Pisa, ad oggi era nota solo agli addetti ai lavori... n.b. che la menzionavo anche nella petizione alla Sapienza.
Speriamo che anche chi ama criticare Celani e Srivastava dalle comode pagine dei blog, sollevi le sue terga, magari di pochi chilometri, per andare a contrapporre i propri argomenti in una sede opportuna: un seminario INFN e direttamente agli interessati. Dovrei essere presente anche io, pure se Pisa non è a due passi da Perugia (= un giorno di ferie).

Tizzboom ha detto...

A proposito, forse qualcuno se lo sara` perso ma la Defkalion GT ha recentemente pubblicato questo documento:

Progress Photographs

Daniele Passerini (22passi) ha detto...

@tizzboom
A proposito, me lo hanno inoltrato giusto 3 ore e mezza fa. :))
DGT deve averlo messo on line da poco allora... mi sai dire precisamente da quando?
Grazie

Tizzboom ha detto...

@Daniele: credo da ieri, c'era gia` un post su Vortex-l a riguardo.

Franco Morici ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Franco Morici ha detto...

@ Daniele
@ Tizzboom

Scusate ma non è lo stesso materiale che avevo postato ieri (alcuni commenti indietro alle 19.53)?

Tizzboom ha detto...

@Franco Morici: si`, e` come dici, purtroppo l'ho visto solo ora il tuo link!

Barney ha detto...

Toh, qua siamo a casa mia! Ci saro' quasi certamente, a meno di impegni inderogabili.

Barney

Tizzboom ha detto...

Sembra che il seminario di Y.Srivastava alla 'Sapienza precedentemente annullato sia stato riprogrammato per il 31 Maggio:

Low Energy Nuclear Theori in Condensed Matter Systems

ulixes ha detto...

MISTERI DELLA SCIENZA MEDICA

Identica terapia; che riceve 2 milioni di dollari:

http://www.laleva.org/it/2012/05/bicarbonato_di_sodio_e_il_cancro_-_al_via_la_sperimentazione_in_arizona.html#.T67S8MriRAE.facebook

e chi invece viene radiato dall'albo:

http://ioilibri.files.wordpress.com/2010/08/dottore-tullio-simoncini.jpg

Posta un commento

Ovviamente 22passi è un blog, non una rivista on line, pertanto la responsabilità di quanto scritto in post e commenti appartiene solo ai rispettivi autori. Chi è abilitato a pubblicare su 22passi deve evitare botta&risposta a distanza con utenti di altri blog o forum (donde può comunque trarre contenuti citandone la fonte).

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.

Related Posts with Thumbnails