Siamo appassionati d’Amore onestà spiritualità arte poesia politica democrazia sostenibilità tecnologia green-energy cold-fusion LENR medicina alternativa cambi di paradigma rivoluzioni scientifiche criptoarcheologia e “tante cose infinite, ancor non nominate”. Siamo uno specchio capovolto della realtà, fuori c’è il patriarcato qui una "società gilanica", fuori c’è ancora la società del petrolio qui dentro siamo pro E-Cat (funzionanti), mobilità elettrica, fotovoltaico, sistemi d'accumulo ecc.

>>>> CERCHI LIBRI SUL BENESSERE DEL CORPO, DELLA MENTE E DELLO SPIRITO?

BACHECA DEL BLOG

22passi è un blog non una rivista on line, pertanto la responsabilità di quanto scritto in post e commenti dovrebbe appartenere solo ai rispettivi autori. In ogni caso (cfr. Sentenza Corte di Cassazione n. 54946 del 27 dicembre 2016), le persone fisiche o giuridiche che si reputassero diffamate da determinati contenuti, possono chiederne la rimozione contattando via email l'amministratore del blog (vd. sezione "Contatti") e indicandone le "coordinate" (per es. link, autore, data e ora della messa on line).

martedì 29 dicembre 2015

Bufale, smentite, Ocasapiens, Oggiscienza (continua)

Post di Andrea Rampado

Il 27 Dicembre 2015 Sylvie Coyaud (Ocasapiens) pubblica nel blog di Repubblica il solito post/articolo diffamatorio "Il muccomplotto" cercando di far passare per bufale il mio recente post "Astronave Terra: COP21, l'insostenibile speranza di far qualcosa di concreto".

Inzia il suo post inserendo due torte con le percentuali dei gas serra emessi nel 2010, calcolati dall'EPA e pubblicati nel 2014.
Si scorda di inserire a che cosa si riferiscono quelle percentuali e Andrea Idini glielo fa notare:


Poi un cetro Hortensio (IbeC) le fa notare che manca anche dell'altro, tipo ad esempio le unità di misura e chiede se sono espresse in volume o in peso.


Sylvie risponde con estrema chiarezza, "in peso x attività serra".


Corregge anche la didascalia sulle torte all'inizio del post (per la seconda volta) e scrive:
Palle disegnate dall'EPA con i dati dei capitoli 7 - 11 del volume WG III del 5° rapporto IPCC (2014); quantità in Gt/CO2 equivalente (tonnellate x potenziale di effetto serra) nelle figure SPM.1 e SPM.2; effetto serra su 100 anni: CO2=1, metano=34; ossidi d'azoto=298; gas fluorurati (CFC, HFC ecc., controllati dal protocollo di Montreal) da 1.300 a 22.200 volte; rispettive concentrazioni atmosferiche in parti per volume (h/t  Andrea Idini e Hortensio-IbeC)
Prima scrive in peso e poi nella didascalia scrive volume, forse non ha chiara l'ipotesi di Avogadro.
Ma andiamo avanti che le perle di saggezza da parte di chi pretende di scoprire BUFALE non sono finite. 

Scrive Sylvie:
Il bombardato nelle terga - a suo dire - da alieni con chicchi di riso è tuttora convinto che il riscaldamento globale sia una truffa. Esordisce infatti con un link all’Oregon petition, lanciata nel 1998 dal ciarlatano Arthur Robinson e da Frederick Big Tobacco-BigOil Seitz, firmata da “31.487 scienziati americani” tra i quali "Charles Darwin" dall’oltre-tomba e burloni di vari paesi.
Smentisco, non solo, aggiungo che basta mettersi un paio di occhiali, infatti ho scritto:
C'è poco da fare, vero o non vero (1) che il cambiamento climatico è dovuto alle emissioni antropiche di gas serra (non solo CO2), quello che è importante capire è che questo pianeta è l'unico che abbiamo.
Mi sembra molto chiaro, non scrivo che il riscaldamento globale è una truffa (prego quindi la signora Coyaud di rettificare), lascio a chi legge la possibilità di fare le proprie valutazioni e aggiungo che indipendentemente da quale sia la verità, una cosa è certa, dobbiamo ridurre tutte le emissioni inquinanti e tutti i tipi di inquinamento perché questo è l'unico pianeta che abbiamo, come anticipavo nel titolo.

Sylvie si rivolge sempre a me e al mio post e scrive:
Snocciola poi vecchie stime sui gas serra emessi da animali di allevamento, perché nelle stime più recenti ammontano soltanto al 10-17% di quelle globali.
Nel mio post ho riportato le stime fatte dal Worldwatch Institute nel 2009, infatti scrivo:
Nel 2006 un rapporto della FAO (2) ha stimato che i processi che coinvolgono l'allevamento di animali generano gas serra in una percentuale pari al 18% delle emissioni globali prodotte dall'uomo, una quota decisamente superiore a quella prodotta dai trasporti (stradali, aerei, navali e ferroviari), responsabili del 13,5% di gas serra, soprattutto CO2. Nel 2009 una analisi di questo rapporto pubblicata dal Worldwatch Institute (3), ha definito che i gas serra prodotti dal settore zootecnico è superiore al 18%  e  rappresenta una quota pari o superiore al 51% delle emissioni totali globali.
Le stime più recenti citate da Silvye Coyaud (non si capisce da come scrive lei se queste stime sono al 10% o al 17%, ridicola è dir poco) provengono dal link della FAO e queste stime sono del... 2007!
Le torte che ha inserito ad inizio del suo post si riferiscono a dati su gas serra rilevati nel 2010 e pubblicati dall'EPA nel 2014, forse ha fatto confusione e si riferiva a questi dati, ma non trovo il 10% da lei citato, quindi se lo è inventato.
Quali sarebbero le stime più recenti a cui allude lo sa solo lei, poi che siano un 13,5% o un 14,5% nel 2007 o un 18% nel 2009, cambia poco, quello che deve cambiare e che tutti ne dobbiamo prendere atto e dobbiamo fare qualcosa, questo è il motivo per il quale ho scritto il post.

Non poteva mancare una perla che ne qualifica la competenza scientifica, la Sylvie scrive:
Ha capito che metano e ossidi di azoto hanno un effetto serra molto maggiore, ma non che sono "riciclati" dalla biosfera in circa 12 e 110 anni, mentre la CO2 accumulata in atmosfera ci resta per molti secoli.
E quindi? Che cosa significa in 12 e 110 anni? Che possiamo emettere gas da 30 volte a 10.000 volte più effetto serra della CO2 perché tanto si dissociano o vengono dispersi (riciclati???)? Ma si rende conto della cavolata che scrive?
Ma qualcuno degli scienziati che legge il suo blog, anziché divertirsi a prenderla in giro con la legge dei gas ideali, non può spiegarle la cavolata che ha scritto?
Per la signora Coyaud i gas inquinanti che si "riciclano" forse diventano aria buona, ma per la chimica invece diventano inquinanti secondari (molto più pericolosi dei primari) alcuni chiamati anche smog fotochimico.

Sylvie continua:
Andrea “Elvis Presley è uno scienziato” Rampado critica - come tutti - il defunto protocollo di Kyoto e i crediti carbonio, quale preludio a un’illazione da aspirante Betulla, una sua specialità che ha stroncato sul nascere la carriera dell'aspirante Pulitzer:
Illazione, quale?
Che una società milanese in meno di due anni ha creato un giro di affari speculando sui Carbon Credit pari a 5 miliardi di euro evadendone uno? Ho messo il link all'inchiesta GIORNALISTICA di Report basta guardarla, oppure l'illazione è che De Benedetti ha creato una società scopo "GIGA" per "speculare" sui Carbon Credit? Ho messo le virgolette su "speculare", ma forse non dovevo metterle, anche perché non penso che abbia creato una società scopo per fare beneficenza, l'articolo del Corriere.it dovrebbe bastare.

Sylvie continua, cade nella sua stessa mucca/bufala e manda tutto in vacca:
L'imprenditore seriale si era tuffato nel grandissimo business dell'inquinamento, con un successo simile a quello ottenuto dalle sue caldaiette russe overunity, mi dicono. Il business semmai è quello dei mangimi integrati e il presunto abominio è una bufala. Di suo, Andrea "non sono Rampado, ma lo ammiro" Rampado ne aggiunge una da rimmel:
Inserisce una immagine dopo i due punti di una mucca che alimentata con particolari mangimi riduce la produzione di metano lasciando intendere che quanto invece ho riportato nel mio post fosse una bufala pubblicata dal Daily Mail.

Ho scritto:
hanno inventato un sistema per stoccare il bio-metano e utilizzarlo inserendo un tubicino nell'intestino della mucca collegato ad un serbatoio esterno. Personalmente penso sia un abominio, qualcosa che dovrebbe essere contrastato in tutti i modi possibili, ma purtroppo il business è business e l'inquinamento è un grandissimo business.
Questa notizia l'ho presa da un articolo scritto da una giornalista ambientale, Roberta Ragni, che Ocasapiens dovrebbe conoscere visto che frequenta Radio Popolare.

Roberta Ragni scrive:
Un'altra soluzione, invece, punta a catturare il metano delle mucche per sfruttarlo come energia. Come? Con un particolare zainetto che raccoglie i gas attraverso tubi collegati dello stomaco della mucca. Un animale emette 250-300 litri di metano al giorno e i ricercatori dicono che questa quantità potrebbe essere utilizzata per alimentare un frigorifero per un giorno. Eppure per contrastare i cambiamenti climatici basterebbe modificare la propria alimentazione...
Non si tratta di una bufala purtroppo, ho verificato prima di riportare questa notizia, questo è il link.
Il sito in cui viene riportata la notizia della Mucca che può alimentare motori, frigoriferi, etc, è dell'Istituto Nazionale di Tecnologia Agricola in Argentina (INTA), estensione operativa del Ministero dell'Agricoltura, Zootecnia e Pesca.

MALEDETTI!!!
Automobile alimentata con metano purificato da Mucca
Il Daily Mail ha riportato questa notizia in modo errato, enfatizzando e aggiungendo dati errati, come ad esempio la macchina che alimentata con soli 300 litri di metano prodotti in un giorno da una mucca le avrebbe permesso di funzionare per 24 ore, ed infatti nel post non ho riportato il link del Daily Mail. Ho scritto intestino al posto di stomaco, vero, ma la parte di "stomaco" nel quale è inserito il tubicino per la raccolta del gas metano si chiama RUMINE, dove avviene la FERMENTAZIONE; il RUMINE è un tratto di intestino primitivo che deriva embriologicamente dalla porzione caudale dell'intestino anteriore embrionale. Qualcuno degli scienziati/IbeC provi a spiegare alla signora Coyaud che la produzione di metano avviene per FERMENTAZIONE (intestino o proto-intestino nei ruminanti), non avviene per digestione (stomaco).
Per capire i risultati ottenuti con i vari integratori, si misurano le emissioni del rumine, ovviamente: nell'intestino quel tubicino sarebbe subito intasato; e con un minimo di fastidio per la mucca, ovviamente: lo stress accresce le emissioni.
Ovviamente, chiedo quindi che il post di Ocasapiens alias Sylvie Coyuad "Il Muccomplotto" venga rettificato e sia tolta dalla TAG la parola "bufala", non seguiranno altre richieste.

p.s. Cowspiracy l'ho scoperto grazie al BLOG D'AUTORE di Repubblica DBlog:

Ringrazio Zoe la Gatta - Macri Puricelli
Ringrazio anche h/t un IbeC che ha scritto per Sylvie Coyaud il post "Il Muccomplotto" che l'ha resa ulteriormente ridicola confermandone l'indole di cyberstalker seriale.

273 : commenti:

«Meno recenti   ‹Vecchi   201 – 273 di 273   Nuovi›   Più recenti»
Hermano Tobia ha detto...

@GiudoGG

- Gamma "deboli" senza schermo
- Nessun Gamma con lo schermo, che concorda con le misure di Villa.


Nella richiesta di brevetto (1) presentata da Airbus relativamente ad una "power generating device" LENR, c'è un aspetto interessante, ovvero viene definita una temperatura minima al di sotto della quale si verificano emissioni gamma pericolose.

Sono d'accordo con il commento riportato qui (2, da un'esperto di radioprotezione di reattori nucleari):

The Airbus patent specifies the minimum temperature which is absolutely required to prevent hazardous radiation. To my understanding, such a strong statement in a patent can only be made based on extensive measurements. These measurements imply that Airbus must have such devices in their hands.

@Mario
E' per questo che riguardando il film non vorrei parlare di indizi. Vorrei guardare alle certezze

Le domande a cui cerchiamo di dare una risposta sono le seguenti:

- l'ecat funziona oppure no ?

- se si il funzionamento è stabile, controllabile, sicuro ed industrialmente valido oppure no ?

Sappiamo che ci sono stati diversi test riservati di terze parti, alcuni positivi (ENEL, ENEA, IH, Penon), altri negativi (NASA, Ist. Metrologico Svedese).

Ora questi test, assieme a tutti gli altri elementi di questa complicata vicenda, costituiscono a mio avviso degli indizi relativamente alle due questioni sopra riportate.

Non ho mai dato nessun peso ai test pubblici, in particolare a quello della sfilatella, perché sono convinto che i test vadano fatti in condizioni controllate e senza tifoserie a corredo.

Un'idea comunque su quei test me la sono fatta, ma trattandosi solo di mie supposizioni me la tengo per me.

@Andrea
Buon anno Marchese !

Volevo chiederti se gentilmente mi puoi rispondere gratis a questa domanda: visto che voi fisici sapete benissimo come bruciano le stelle e quali reazioni avvengono al loro interno, non potevate prevedere che non è possibile sfruttare tali meccanismi sulla terra (3) prima di alleggerire i contribuenti di tutto il mondo di decine di miliardi di dollari ?

(1) https://www.scribd.com/doc/259591568/Airbus-LENR-Patent-Google-Translation

(2) http://www.e-catworld.com/2015/03/29/discussion-of-airbus-lenr-patent-on-linkedin/

(3) http://www.lps.ens.fr/~balibar/ITER-2010%20court.pdf

vincenzo da torino ha detto...

Scusate il mio intervento da incompetente sul piano tecnico. Va a ricordi certi. Rossi aveva detto sempre agli inizi che l'e-cat emette neutroni deboli che venivano assorbiti dalla base in piombo ed aiutava ad aumentare il calore. Lo stesso Rossi disse sempre che all'esterno non aveva mai rilevato alcun neutrone e che quindi non vi erano alcun rischio. Dire che l'e-cat non emette neutroni è esatto se si considera l'esterno. Dire che all'interno non vi siano neutroni è errato e falso, quindi. Levi e C. hanno potuto solo misurare l'esterno e pertanto dicono la verità, avendone Rossi proibito l'apertura per contratto all'atto della prova. Sbaglio o no?

gio ha detto...

e io ribatto il punto espresso da Hermano,aggiungendo un altro aspetto di questa storia :

qual'è il piano industriale in cui ha investito Woodford?vendere energia? vendere impianti industriali? vendere impianti domestici o tutt'e cose:)??

Silvio Caggia ha detto...

Ma ci siamo già dimenticati di qualcuno che aveva acceso di nascosto un rilevatore spaventandosi della misura?
Ovviamente doveva contare balle, altrimenti quel coso poi funziona...

MISTERO ha detto...

Rossi aveva detto sempre agli inizi che l'e-cat emette neutroni deboli che venivano assorbiti dalla base in piombo ed aiutava ad aumentare il calore. Lo stesso Rossi disse sempre che all'esterno non aveva mai rilevato alcun neutrone e che quindi non vi erano alcun rischio.

Vincenzo, non ho mai visto in nessuna foto e in nessun report la presenza di schermi al piombo nei steup, magari ricordo male.
Affermare che c'erano neutroni anche "deboli" non è cosa da poco, tieni presente che per misurarli l'unico modo possibile è misurarli all'esterno, non è possibile misurarli all'interno se non conoscendo esattamente la reazione (cosa che dubito) e quindi ipotizzarli. Altra possibilità è l'analisi isotopica dell'involucro prima e dopo (cosa che non è mai stata fatta o comunque se è stata fatta, non è mai stata divulgata l'analisi), variaziazioni isotopiche anche minime, sarebbero un chiaro indizio della emissione di neutroni e sarebbe possibile anche risalire al tipo di irragiamento e l'energia dei neutroni.

Robbins ha detto...

Woodford ha finanziato con una cifra doppia una ditta di pomate contro il prurito vulvare. Joseph Pike, padrone della pomata, è amico di Darden e ha investito due spiccioli in Rossi/Industrial Heat.

Silvio Caggia ha detto...

@Robbins
Quindi il problema ora si sposta su: la pomata funziona?
Provi tu e ci fai sapere?

Barney ha detto...

Intanto lo schermo di piombo era un elemento fondamentale nell'E-Cat 1.0, quello di Rossi e Focardi e della sfiatella di Bologna.
Poi le temperature si alzarono oltre i 600 °C, e Rossi disse che lo schermo funzionava ancora -termalizzando i gamma- anche a piombo fuso.
Poi lo schermo di piombo e' sparito, come il rame dalle polveri, e nessuno schermo antiradiazioni e' presente in alcun modello "evoluto".

Tutto questo e' storia rossiana, non mi invento nulla, magari qualcun altro invece s'e' inventato qualcosa...

@Mistero: Bianchini le misure di radiazioni (TUTTO lo spettro possibile) l'ha fatta sulle polveri prima e dopo l'uso, trovando NULLA. E-Cat hot, modello 2.0, Lugano report. Non e' come fare le misure sul tubo di acciaio, ma siamo li'.

Robbins ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
vincenzo da torino ha detto...

@ Mistero. Confermo quanto ho detto sui neutroni. Anzi sono abbastanza sicuro che anche Focardi lo abbia detto. Poi Rossi ha iniziato a negarlo. Forse è stato più una sua idea che meglio potesse spiegare una sua teoria di fusione vista l'insistenza con cui si voleva spiegare la stessa fusione secondo la conoscenza che oggi si ha per cui non si poteva negare la presenza di neutroni.Mi ricordo che allora sui neutroni si discusse per molto tempo. Difficile darsi una spiegazione chiara.

Silvio Caggia ha detto...

@Robbins
Potrei parlare bene di EvoFem SoftCups anche se preferisco la MoonCup: questa è roba innovativa che funziona.
Diffido invece delle pomate.
Il prurito è sintomo della fase di riparazione di un precedente conflitto dell'ectoderma (separazione o assenza di contatto).
Assumiamo che la pomata non funzioni.
Quindi?

Era di nuovo ironia? Mannaggia...
Puoi scrivere "Bazinga!" alla fine degli scherzoni per favore?

CLaudio Rossi ha detto...

@ Silvio

Mi sono perso certamente qualche puntata precedente, ma toglimi una curiosità: se quelle che noi chiamiamo "malattie" sono invece programmi biologici sensati affinati in milioni di anni, perchè fanno soffrire al punto di spingere a inventarsi di tutto pur di eluderli?

Silvio Caggia ha detto...

@Claudio Rossi
"perchè fanno soffrire al punto di spingere a inventarsi di tutto pur di eluderli?"
Per ignoranza.
Per paura.
Per venderti qualcosa.

"affinati in milioni di anni"
Vecchi di milioni di anni, non affinatisi negli ultimi milioni di anni.
Ci sono programmi che condividiamo con tutti i mammiferi, coi pesci, con i vermi...

bertoldo ha detto...

ma i programmi da chi vengono attivati o disattivati ?
magari il sole non emette solo infrarossi o visibile ma trasmette anche i programmi o la chiave per attivarli ?

bertoldo ha detto...

"Anzi... La mia impressione è che ogni livello della Natura abbia le sue leggi, come in un computer: il livello dei transistor abbia le sue ed il livello del software ne abbia altre..."
Esattamente che tradotto in gergo "Del Giudice" significa vari livelli di coerenza o super coerenza come li chiamava lui . Un livello di coerenza può lavorare su un determinato programma basato su specifiche frequenze entro un determinato dominio , l'esempio classico sono gli organi del corpo .Singolarmente ogni organo , ha un dominio di coerenza esteso per la grandezza dell'organo , ma questo non impedisce che ci siano parti di organo dove le molecole e gli atomi lavorano su un'altro livello di coerenza tipo matrioska . Insomma un insieme di domini di coerenza che risuonano ognuno per conto suo , all'interno dello stesso organo , ma che allo stesso hanno molteplici stadi di risonanza fino allo stadio di risonanza dell'organo , se si estende il discorso all'intero organismo , si hanno moltissimi stadi di coerenza e quindi moltissimi stadi con programmi specifici che però risuonano in un unico " ululato" un tipico ed unico barbarico yawp che magari provine dal sole o dalle altre stelle ...

"Ogni ricercatore guarda ad un livello della Natura, ignorando in gran parte gli altri livelli..." il passo sucessivo di estensione dell'organismo al complesso terra e poi all'universo intero , questo era il senso del messaggio di Del Giudice , trovare tutti programmi , dal più piccolo fino al più grande e cercare di unificare il tutto , nel senso che ogni piccola risonanza farà invariabilmente parte , dell'organismo intero anche se non riuscirà a vedere oltre la propria risonanza , nel caso delle programmazioni inferiori .

"Pensi che il concetto di frequenza possa invece unificare trasversalmente? L'idea è intrigante e mi piacerebbe saperne di più, ma dubito ci sia la possibilità che ribalti il senso biologico delle cosiddette "malattie"..."

Il senso delle "malattie" è che ti stanno dicendo che il comportamento che stai tenendo non è adeguato al tuo programma e se sei destinato a continuare l'esecuzione del programma , troverai sicuramente una "cura" , altrimenti nisba e il gioco torna all'inizio , l'ho fatta breve ma cosi mi sembra che sia , anche se nel frattempo e finche ti è concesso , ci si può divertire a cercare e sperare di trovare e illudersi di avere senso , mentre il "senso" stà solo nell'aver cercato e nell'aver svolto quello che ci si attendeva , il che non ha senso , visto che in questo modo saremmo solo dei programmi con un inizio e una fine già preprogrammati . Se sono andato troppo oltre mi perdonerai , quando partono sti frattali si forma sempre un cerchio chiuso che non porta a nulla .

"Comunque buona fortuna!"
Questa frase potrebbe aver senso se non fosse tutto preprogrammato e non abbiamo una sufficente capacità per capire questo , ovvero qual'è il livello di programmazione e quanto sia il "caso" .Ovvio che il caso non esiste ...quindi buona fortuna può essere tradotto in : chi ci capisce è bravo e potrai ritenerti fortunato se riuscirai a capire un singolo tassello del puzzle .

triziocaioedeuterio ha detto...

Nuovo sito della Leonardo corp:
http://ecat.com

Silvio Caggia ha detto...

@Bertoldo
"ma i programmi da chi vengono attivati o disattivati ?"
L'attivazione: vedi prima legge biologica
Disattivazione: vedi seconda legge biologica

"magari il sole non emette solo infrarossi o visibile ma trasmette anche i programmi o la chiave per attivarli ? "
Non riesco a capire cosa vuoi dire... Ma ti faccio un esempio spero illuminante: prendi un programma biologico e sensato NON speciale ma normale e ben noto a tutti: la gravidanza. Ti faresti le stesse domande che ti stai facendo sui programmi SBS?

Alessandro Pagnini ha detto...

"...Intanto lo schermo di piombo era un elemento fondamentale nell'E-Cat 1.0, quello di Rossi e Focardi e della sfiatella di Bologna...."

E infatti dopo le prime allegre versioni, il COP si è abbassato, come se improvvisamente fosse venuto a mancare il Viagra ;-)

Ora si lotta per COP tra 6 e 10, continuando a dire che certe possibilità sono precluse per 'safety reasons'.

Non ho il libro di Lewan, ma ho letto quello stralcio in cui parla di qualcosa accaduto a Bondeno, se non erro, quando un e-cat spinto oltre certi limiti fece vedere i sorci verdi a Rossi, sputando robaccia come fosse un indemoniato (avete presente il vomito verde nel 'Esorcista'? ;-) ).


Può anche essere che si sia dovuto raggiungere un nuovo equilibrio, trovare una modalità nuova (mouse/cat?) per tenere viva la reazione, ma a livelli che escludevano certi rischi, sia di fuga del reattore, che di inquinamento ambientale. E' possibile che certi problemi fossero stati sottovalutati da Rossi, che aveva, anche per necessità finanziarie, millantato per pronto un reattore che invece lo faceva ancora impazzire, chissà da quanti punti di vista. Magari qualche scienziato amico (non faccio cognomi), che aveva potuto testimoniare la reale esistenza del fenomeno LENR, si è prestato in soccorso in momenti in cui sembrava che tutto dovesse affondare e ancora non c'era una soluzione per salvare capra e cavoli. E' solo un'ipotesi, sia chiaro. E se lo avesse fatto, almeno ANCHE o prevalentemente, per il superiore interesse della scienza e con questo avesse contribuito a regalare all'umanità una nuova forma di energia, pulita (almeno si spera adesso lo sia)ed economica, che avrebbe altrimenti rischiato di essere sepolta dal ridicolo, come lo furono F & P dopo le loro dichiarazioni dell'89, come ci potremmo ricordare, un giorno a venire, di quest'uomo? Un brigante, un mentitore, un poco di buono, un professionista poco serio, o qualcuno che ha gettato il cuore oltre l'ostacolo, forte di una sua convinzione e che grazie a ciò ha contribuito ad un progresso straordinario?
Non so voi come la vedreste. Penso ognuno avrà la sua risposta ed è giusto che sia così. A occhio la maggioranza delle persone lo giudicherebbe almeno positivamente, ma potrei sbagliarmi.
Ovviamente tutto questo ragionamento lo svolgo nello scenario ipotetico che ho immaginato e che non ho alcuna prova abbia riscontri nella realtà.

Silvio Caggia ha detto...

Già che riavvolgete il film, che ne dite di rileggervi bene il paper di Focardi-Rossi?
https://espace.cern.ch/test-vila/WP4/Documents/A%20new%20energy%20source%20from%20nuclear%20fusion%20Rossi-Focardi_paper.pdf

Andrea ha detto...

@Mauro+HT: Beh oh se tirarsela e' dare del valore al proprio tempo... :P

@Alessandro: non e' che devi studiare per forza un tomo di formule, giusto capire meglio il sistema nucleare al livello che ti pare. Ovviamente tanto piu' in profondita', quanto piu' cosciente sulle novita' vorresti essere...

Spero che prima o poi ci ripensi! :)

@Mauro: Ovviamente puoi chiedermi della catena protone-protone quanto ti pare.

E' una domanda dalla risposta molto lunga ma affascinante, stasera o domani vedro' di trovare il tempo di scrivere qualcosa e lo metto sul mio blog (non ci sta come commento qua).

Andrea ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Andrea ha detto...

@Tutti: Non so se vi e' chiara una cosa: non Basta tutto il Piombo del mondo per schermare neutroni o gamma al punto da determinare che un reattore nucleare che rilascia diversi Wh non rilasci radiazione rilevabile con strumenti.

Gli strumenti in dotazione alla fisica nucleare sono estremamente sensibili, riusciamo a fare esperimenti a nucleo singolo, a vedere se qualcuno ha nel sacchetto del pranzo posto vicino al rivelatore una banana o una pera nel corso di una mattinata.

Silvio Caggia ha detto...

@Andrea
"riu­sciamo a fare esperimenti a nucleo singo­lo, a vedere se qualcuno ha nel sacchett­o del pranzo posto vicino al rivelatore ­una banana o una pera nel corso di una m­attinata."
Cosa emettono banane e pere?!?

Silvio Caggia ha detto...

@Andrea
"riu­sciamo a fare esperimenti a nucleo singo­lo, a vedere se qualcuno ha nel sacchett­o del pranzo posto vicino al rivelatore ­una banana o una pera nel corso di una m­attinata."
Cosa emettono banane e pere?!?

Mauro elia ha detto...

@ Andrea
In realtà volvevo capire questo...(avevamo già chiaccherato un po' qui..)
Si diceva che nel nucleo del Sole ci sono temperature elevatissime (quanto vuoi) e pressione elevatissima.. se fossero queste le condizioni necessarie per creare la fusione nucleare allora gli atomi (idrogeno)presenti nel nucleo del sole che si trovano in questa condizione (praticamente tutti) fonderebbero all'unisono (tipo supermega esplosione nucleare).. quindi il ragionamento portava ad affermare che era l'effetto tunnel a determinare la fusione degli atomi nel Sole... La quantità di energia Totale emessa dal sole in un secondo è compatibile con la spiegazione che è l'effetto tunnel ("superpoisson") la causa della fusione nucleare all'interno del sole? o no?
Se è l'effetto tunnel l'unico "responsabile" della fusione nucleare nel sole è possibile ottenerla qui sulla terra usando pressioni decisamente minori e temperature decisamente minori rispetto a quelle del nucleo solare una volta appurato che pressioni così alte e temperature non sono necessarie a tale scopo?

Ad esempio vedo molto bene il progetto (che conoscete) Tri Alpha Energy?
Se casomai risponderai dimmi poi il link dove lo posti

Scusa ma se faccio queste domande al bar mi cacciano fuori.. grazie!

CLaudio Rossi ha detto...

@ Silvio

"perchè fanno soffrire al punto di spingere a inventarsi di tutto pur di eluderli?"
Per ignoranza.
Per paura.
Per venderti qualcosa.

Il soggetto della mia frase era "le malattie" alias "programmi sensati". Perchè le malattie fanno obiettivamente soffrire se invece rappresentano una buona soluzione a problemi di cui non ci accorgeremmo e per i quali non avvertiamo la sofferenza almeno a livello cosciente ?

Andrea ha detto...

@Mauro: grazie per le ottime domande, rispondo quando posso.

@Silvio: "Cosa emettono banane e pere?!?"
Banane raggi gamma da Potassio-40.
La pera niente di speciale.

Silvio Caggia ha detto...

@Claudio Rossi
"Il soggetto della mia frase era "le malattie" alias "programmi sensati". Perchè le malattie fanno obiettivamente soffrire se invece rappresentano una buona soluzione a problemi di cui non ci accorgeremmo e per i quali non avvertiamo la sofferenza almeno a livello cosciente"
Intanto non è vero che per tutta la durata di un programma SBS tu debba soffrire. Il dolore è limitato a fasi specifiche del programma SBS ed è funzionale, ovvero serve a qualcosa.

Per esempio in un programma SBS del mesoderma recente relativo alle ossa tu non hai alcun dolore durante tutta la fase di conflitto attivo (autosvalutazione) in cui avviene la necrosi (demolizione) del tessuto osseo. Il dolore lo senti semmai durante la successiva fase di ripristino in quanto l'edema del tessuto dilata la sensibilissima rete di nervi detta periostio. E questo stesso "prezzo da pagare" per il lavoro di riparazione ha anche esso un senso biologico: ti dice di tenere ferma immobile la parte durante la riparazione, per poter fare un buon lavoro. Se provi a muoverla il corpo ti dice: fermo! Dove vuoi andare? Lasciami finire bene il mio lavoro prima!

Cosa otterrà chi invece prenderà una pastiglia antidolorifica ed andrà a lavorare? Un pessimo lavoro di ricostruzione invece di una perfetta restituzio ad integrum se non addirittura una ricostruzione con abbondanza per affrontare meglio il futuro.

È bene inoltre che l'intero programma SBS non passi silente ed inosservato ma che tu abbia la possibilità di renderti conto di quante volte stai recidivando lo stesso programma, perché non puoi ripetere indefinitamente un programma sbs: alla lunga l'organo od il corrispondente relè cerebrale giustamente cederà e tu morrai. Come si suol dire: a forza di piegarlo anche il ferro si rompe. Insomma, se non capisci dove è la porta e continui a battere la testa contro la parete a fianco, dopo un tot di craniate è anche giusto che tu ti levi di mezzo e lasci le risorse ad altri individui più adatti...

Inoltre la gestione della malattia nella società di oggi comporta degli effetti iatrogeni: spesso la gestione traumatica del sintomo stesso scatenerà l'attivazione di altri programmi SBS, per esempio un bell'adenocarcinoma dei tubuli collettori del rene, ovvero un conflitto del profugo, che in fase di conflitto attivo produrrà ritenzione idrica... Ora, se sei in fase edematosa nel tuo organo e ci aggiungi la ritenzione idrica che ottieni? Una bella amplificazione dell'edema, con conseguente artificiale amplificazione del dolore a livelli inumani. Come ne esci? Con l'antidolorifico o cercando di pisciare?

Inoltre la percezione del dolore non è obiettiva come dici tu ma condizionata culturalmente. Immagina di fare un riposino pomeridiano e di essere svegliato all'improvviso da dei rumori forti provenienti dal bagno... Ti alzi per cercare di capire cosa stia accadendo e senti degli extracomunitari che ti stanno smontando e portando via rubinetti e sanitari dal bagno spaccando tutte le piastrelle... Quant'è il livello di tua sofferenza?
Immagina invece la visione alternativa in cui tu hai ordinato ad una ditta di ristrutturazioni di rifarti il bagno vecchio sostituendo tutti i sanitari e le maioliche con pezzi nuovi e più funzionali, e spii ora il loro lavoro...
Quant'è ora il tuo livello di sofferenza?
Non diventa forse un accettabile rumore di sottofondo che preannuncia il gioioso momento in cui ti godrai il tuo bagno nuovo?

Unknown ha detto...

@tutti
Andrea Rossi sembra avervi ascoltato e risponde anche sulle emissioni di neutroni e su un giornale mainstream:
http://www.huffingtonpost.com/david-h-bailey/interview-with-andrea-ros_b_8248624.html

MISTERO ha detto...

@Silvio
Qui è spiegato che cosa è una dose equivalente ad una banana:
https://it.wikipedia.org/wiki/Dose_equivalente_a_una_banana

Il potassio 40 tra l'altro, come anche il molibdeno 100 e lo zinco 70 potrebbero essere stati utilizzati come fonte di energia in ambito militare per particolari applicazioni, realizzando batterie che non devono essere ricaricate per decine di anni.
Verrebbe sfruttato il loro decadimento (beta) naturale per produrre direttamente energia.
Se non ricordo male (è un progetto che ho visto nel 2005-6) penso abbiano provato a realizzare dei pacemaker alimentati con queste speciali batterie in ambito civile.
Girava voce che questi beta decadimenti naturali venissero "stimolati", "accellerati" in un qualche modo per ottenere un maggior flusso di elettroni e quindi energia. Erano studi degli anni 60 o 70 per particolari alimentazioni satellitari militari.
Qquesta è una delle società che si è occupata di queste applicazioni:
http://www.betavoltaic.co.uk/index.html

Fai tutti i parelleli che vuoi con Rossi e l'E-CatX.. :-))

CLaudio Rossi ha detto...

@ Silvio

"Non diventa forse un accettabile rumore di sottofondo che preannuncia il gioioso momento in cui ti godrai il tuo bagno nuovo?"

Grazie; interessante.
Anche se non mi sembra estensibile a tutte le malattie.

MISTERO ha detto...

p.s. Andrea Idini
Ho vinto una banana?

MISTERO ha detto...

@Domenico
L'intervista è di Giugno 2015..

Questa la parte riguardo i neutroni:
5. Is there a chance that your system could emit significant radiation (e.g., neutrons)? What evidence can you cite that this is not a major problem?

AR: The reaction mentioned in point 4 above does not emit neutrons. I have worked 16 hours per day on my reactors since I was 20 years old [PALLE], and I am in good health! The report of the Lugano experiment (see above) includes a complete description of the equipment and measurements that we always make of radiation emitted by the apparatus. In years of work, we have never detected, outside the apparatus, ionizing radiation significantly above the pre-existing background level.


Palle!!!
In Giugno il "miracolo" del decadimento Alfa "pulito", a Gennaio il "miracolo" del decadimento Beta "pulito".
I neutroni se li mangia la divina provvidenza..

Unknown ha detto...

@mistero
E' chiaro che se dice che ha lavorato sui reattori da quando aveva venti anni cioè dal 1975 circa racconta GRANDI PALLE. Però se voleva dire da 20 anni, cioè da dopo Fleischmann e Pons come ribadisce nella'articolo, allora potrebbe essere. Vorrei qui cogliere però l'occasione di sottolineare quello che dice Idini, cioè che i neutroni non si schermano col piombo; dunque sarebbe già morto se davvero sta da 20 anni davanti ai reattori che li emettono. Se poi il fenomeno LENR non fosse un fenomeno nucleare classico e per un qualunque motivo non si fossero emissioni di neutroni, noi non lo sappiamo. Io per esempio, grazie alle tue indicazioni sui Russi mi sono innamorato della teoria dell'electrino, come microparticella che fa capire meglio la natura.Non so certo se il modello calza con gli esperimenti, ma così teoricamente a vederlo è bellissimo e semplice.Se il fenomeno di Rossi c'è non è detto che bisogna per forza ricondurlo al modello classico. Se non c'è allora, è inutile divertirsi a fargli le pulci. La penso come Alessandro, lui dice le cose se e solo QUANDO gli conviene, mica dice sempre la verità... Io al suo posto farei lo stesso, sai la pellaccia vale di più della verità.

Silvio Caggia ha detto...

@Claudio Rossi
"Anche se non mi sembra estensibile a tut­te le malattie."
Infatti, ci sono programmi SBS in cui il dolore è invece un segnale della fase di conflitto attivo. Per esempio il programma SBS dell'ulcera dell'intima delle arterie coronarie lo sentiamo sotto forma di angina pectoris, e poi lo risentiamo nella breve fase di epicrisi sotto forma di dolori da infarto.
Questo perché in questo caso il programma riguarda un tessuto ectodermico che segue lo schema della mucosa della antica cavità oro-faringo-anale. E con questo riferimento dovresti capire quanto antiche sono le basi di questo programma... Quando ancora eravamo organismi in cui lo stoma faceva sia da entrata che da uscita... Pensa te!

Silvio Caggia ha detto...

@Mistero
Quello del 20 anni è un lapsus...
A parte quello non conta palle, elide solo delle verità...
Certo che quella reazione è pulita, ma mica avviene solo quella dentro l'e-cat...
Ci sono tutte le reazioni del paper Rossi-Focardi, non dimentichiamocelo...
C'è tutto un flipper di isotopi che si passano neutroni... Infatti alla fine abbiamo le variazioni isotopiche del nichel...
Ma dal flipper non escono molte palline, rimangono quasi tutte dentro, quelle che escono NON SONO SIGNIFICATIVE. Se hanno convinto Barney che quei valori non sono significativi siamo a posto, nessuno potrà obiettare nulla.
Una volta che sai che rischi di più a mangiare una banana o a dormire abbracciato alla ragazza tutta la notte chissenefrega che emetta qualche neutrone?

Unknown ha detto...

Nel nuovo sito la racconta così:
http://ecat.com/ecat-science/the-rossi-effect

gio ha detto...

Especially beneficial is that gamma radiation is naturally absent in the Rossi Effect because the energy is only released as kinetic energy through thermal Helium nuclei which later thermalize the Nickel Lattice and the inner walls of the ECAT reactor core, under impact, turning kinetic energy into thermal energy. This makes the Rossi Effect ideal for utilizing nuclear sized energy in the complete absence of both radioactive materials and radiation.


Stica**i :O:O:O

Silvio Caggia ha detto...

Giò
"The main source of energy is Li, though.
Warm Regards,
A.R."
MAIN, not only
Vuoi rimetterci un'altra cena?

AleD ha detto...

@Silvio:
Entri in rotatoria senza guardare e prendi la prima uscita.
Succede che a volte batti e altre volte va tutto liscio.
Sai perchè? Semplice, quando batti è perché stai vivendo un conflitto di territorio.
Ma capita che tu non batta anche se ti senti minacciato? Facile, vuol dire che è solo una paura ma non un conflitto.
Capita anche che tu batta nonostante tu ti senta apparentemente sereno? Può essere, se c'è un conflitto di cui non sei consapevole.
Tu pensa, han scoperto che c'ha un fratello che insegna a scuola guida... Ma pure questo non fa una piega...

Silvio Caggia ha detto...

@AleD
Uno specifico sintomo ad un organo/tessuto identifica univocamente uno specifico programma SBS, e quindi il suo specifico senso biologico, ed uno specifico tipo di conflitto che risontrerai necessariamente nel 100% dei casi che manifestano il sintomo.
La parodia automobilistica che hai fatto rappresenta invece perfettamente la diagnostica nella medicina ufficiale.
Bravo!

gio ha detto...

@silvio
ebbasta cene:):):)...........la cosa che notavo(è sempre il mio angolo di visuale) che quella è una spiegazione (parziale e limitata ma chiara:no gamma ,no materiale radiattivo e radiazioni)su un sito web "commerciale".
È una dichiarazione "impegnativa".
Parecchio"impegnativa".
Notte amico.

Silvio Caggia ha detto...

@gio
E dove sta la novità?
Rossi ha sempre detto che:
-non usa combustibili radioattivi
-non produce scorie nucleari
-durante l'uso l'apparecchio non ha emissioni SIGNIFICATIVE rispetto al fondo naturale.

Mica sono balle. È vero!
Ma non ti dice che dentro non ci sono radiazioni o che emette 0 radiazioni. Anzi, ti dice che ci vogliono un tot di minuti prima di poter aprire in sicurezza un e-cat appena spento perché i vari isotopi radioattivi decadano.
Ti dice che QUELLA reazione è pulita, ma ti ha sempre detto che dentro l'e-cat avvengono anche cose molto più complesse.

Ti risulta che dal sito commerciale abbia cancellato per caso il paper Focardi-Rossi? No! Quindi quello è parte integrante del prodotto.
In alcuni punti del sito dice che il fuel è principalmente il litio, in altri che è principalmente il nichel...
È pazzo?
No, la reazione del litio era già citata nel paper Focardi-Rossi, ma ben nascosta nell'ultima riga... Ma fino al brevetto si doveva depistare tutto sul nichel e sul meme fasullo della "produzione di rame" messo in giro ad arte ma NON scritto nel paper Focardi-Rossi dove il rame è un prodotto transitorio, non finale!
Anche i vari e-cat con geometria di forma fallica erano depistaggi dal concetto di wafer tenuto segreto fino al brevetto...
È tutto un depistaggio continuo per confondere tutti... In questo è un genio!

MISTERO ha detto...

In questo è un genio!

Già, speriamo a fin di bene, presto o tardi tirerà fuori le donazioni promesse perché gli serviranno per fare un altro salto.
Rossi esiste grazie a noi.
Ci hai mai pensato?
Ocasapiens, Franchini, Celani, Massa, Daniele, Mistero, Cimpy e tutti gli altri che non cito non perché non ricordo, ma semplicemente perché ci conosciamo quasi tutti.
Cimpy facendo i suoi compitini di scuola, ha raccolto circa 500 nominativi di persone che hanno contribuito a mantenere un certo odiens attorno a Rossi.
Mario ha sbagliato a consigliare a Daniele di rivolgersi ad un avvocato, doveva consigliarlo a tutti noi e lui non è escluso assieme allo gsvit, SEMPRE CHE DI TRUFFA SI TRATTA.

Se non salta fuori una teoria che mette tutti d'accordo, che sia predittiva e che risolva i problemi di replicabilità, passeremo altri 25 anni a parlare di truffa o non truffa con la non remota possibilità che alcuni furbetti ne approfitteranno.

Mentre Andrea Idini cerca di sbarcare il lunario vendendo tutto quello che con un clik si può comodamente trovare in rete - una fisica nucleare che spiega quasi tutto, ma non tutto - altri fisici cercano di spiegare quello che manca al quasi tutto. Questa per una buona parte di noi è la parte più interessante e stimolante.

Da un po di tempo sto seguendo questo:
http://www.cns.s.u-tokyo.ac.jp/index.php?Entrance
Low Energy Nuclear Reaction


Nuclear structure of neutron-rich nuclei which will be produced by RIPS or BigRIPS at RIBF are to be studied by employing the low-energy nuclear reactions such as proton resonance elastic scattering. In particular, the nuclei around 32Mg where the nuclear structure suddenly changes are being studied. This experiment can be related to an unknown nuclear force which breaks the isospin symmetry.

In paralle with the studies, we are developing devices to produce a high spin isomer target of 178m2Hf, which will be synthesized, and then purified by using the laser resonant ionization. When it is succeeded, long-standing dream of nuclear physics, production of hyper deformation, torus shape of nucleus, would come true.


Attenzione, queste LENR non sono quelle che intendiamo noi, le chiamano come quelle che intendiamo noi solo perché non c'era altro modo per chiamarle. Sicuramente non è un modo per evitare i problemi con il Dr. Tuscolana e la sua LAFF, infatti lui è certo che non si tratta di fusione fredda, altrimenti i suoi stessi amici sarebbero dei traditori.. :-))
Ah, ma non sono i Bolognesi dell'INFN, sono i catanesi:
http://www.lns.infn.it/index.php?view=details&id=274%3Asicily-east-asia-workshop-low-energy-nuclear-physics&option=com_eventlist&Itemid=177

Proprio sotto il naso, non è possibile.. :-))

Ma che cosa è questo "torus shape of nucleus"?
Boh, google spiega tutto, o quasi..

When John Keely (circa 1896) first proposed the torroid structure of the nucleus, physics was just startng to get a handle on electrostatics and had only a glimmer of nuclear structure. The electron was discovered in the 19th century by J.J.Thompson in his famous water drop experiment. Since then, various models of the electron have been proposed, but up until the last 10 years none have come up with a physical model which agrees with experimental observation. The current quantum models are mathematical models, which are forced to agree with experimental evidence, but do not explain the electron's physical structure.

Keely è il famoso "truffatore" che è stato smascherato solo dopo la sua morte; sotto il pavimento del suo laboratorio sono state trovate palle d'acciaio cave (una di 3 tonnellate) e vari tubi che messi assieme secondo alcuni ingegneri spiegherebbero i trucchi utilizzati da Keely. Solo che gli stessi ingegneri non sono stati capaci di replicare i trucchi, non solo, non spiegano come mai Kelly non sia diventato milionario vendendo la tecnologia pneumatica (trucchi) da lui realizzata, che neppure oggi siamo in grado di replicare..
Così pensierino e divagazione della notte.

Silvio Caggia ha detto...

@Mistero
"Recently, partial fusion or break-up fusion reactions involving weakly bound projectiles (like 6,7Li,9Be) have been found to be not only favourable but perhaps the only way to populate some of the spin isomers3."
http://www.iisc.ernet.in/currsci/sept25/articles9.htm
Può interessare?

gio ha detto...

@ silvio
>E dove sta la novità?

è da un pò che non guardavo e cat.com e non so se quel messaggio sia nuovo e recente. Lo è per me, che è la prima volata che loleggo, e la novità sta nella chiarezza e semplicità del comunicato, che è poi su un sito commerciale, non sul Jonp.

Queste affermazioni:

-gamma radiation is naturally absent

- complete absence of both radioactive materials and radiation

sono semplici e inequivocabile , sopratutto nei confronti di chi comperi\compererà l'impianto \impianti .



mario massa ha detto...

@Mistero
Risulta che Keely, morto alla fine del 1800, abbia ancora sostenitori. Ci investirono cifre spaventose sul suo motore: un monito per i believers?

Silvio Caggia ha detto...

@gio
"-gamma radiation is naturally absent
- complete absence of both radioactive materials and radiation
sono semplici e inequivocabile , sopratutto nei confronti di chi comperi\compererà l'impianto \impianti ."
Semplici ed inequivocabili...
Leggi le frasi intere:
"Especially beneficial is that gamma radiation is naturally absent in the Rossi Effectbecause the energy is only released as kinetic energy through thermal Heliumnuclei which later thermalize the NickelLattice and the inner walls of the ECAT reactor core, under impact, turning kinetic energy into thermal energy. This makes theRossi Effect ideal for utilizing nuclear sized energy in the complete absence of both radioactive materials and radiation."
Dove è naturalmente assente ogni radiazione gamma?
Nel "Rossi Effect".
Ma il Rossi Effect è una formula, non una macchina.
L'e-cat è la macchina, e dentro di essa avviene sì il Rossi Effect, ma mica solo quello!
Lo dice lui stesso sul sito:
"Nickel is merely used as a catalyst and is not consumed in the process (some Nickel – Hydrogen reactions occur but the major part of the Nickel is not consumed and can be recycled)."
some Nickel – Hydrogen reactions occur...
Some...
Nel TPR2 anche troppo...
Ma non perdiamoci in questi dettagli

@Mistero
Strano che nessun unbé abbia mai contestato a Rossi che magari il trucco stesse nell'aver usato isomeri nucleari per millantare l'alta densità di energia...
Come te lo spieghi?
Timore di un effetto boomerang?

MISTERO ha detto...

@Massa
Non solo Keely ha dei sostenitori, ogni giorno emergono prove che Keely era un genio..

Ad esempio cerca l'atomo di Keely, il primo livello della sotto-struttura dell'atomo fu teorizzato da Feynman nel 1958, Keely lo precede di oltre 60 anni.
Come lo spieghi questo?

@Silvio
Mi sembra, vado a memoria, che forse proprio uno dello gsvit aveva fatto questa ipotesi che alla fine venne abbandonata grazie alle misure di Bianchini delle polveri prima e dopo..

gio ha detto...

@ silvio

ok , ma mi ripeto sono semplici e inequivocabili: no gamma etc.

non stiamo dicendo che la tal auto in commercio, per rifarci a casi noti e recenti, ha un limiti di emissioni inferiore a .......

non ce ne sono proprio !!!

gio ha detto...

in questo senso, intendo che sono dichiarazioni impegnative!

MISTERO ha detto...

sono dichiarazioni impegnative!
Ciao gio :-)
Anche le conferme di stretti collaboratori di Quinlan a stretto giro di posta elettronica e non riproducibili purtroppo, sono molto impegnative.
Tra Aprile e Maggio (segnati questo mio intervento) verranno divulgati i risultati delle repliche ucraine, repliche fatte con lo scopo di misurare i neutroni; confermeranno che sono anisotropi, non ci sono storie è così.

gio ha detto...

Ciao Mistero

non ho motivo di dubitare di quello che scrivi nè tanto meno di quello che scrive Silvio.

La storia offre sempre spunti interessanti sotto molti punti di vista

Sono curioso .....vedarem!:)

Silvio Caggia ha detto...

@gio
Mi indichi la frase dove ci sarebbe scritto che l'e-cat (soggetto) emetta zero gamma?

@Mistero
Ok, ma equivalenti a quante fette di banana?
Anzi... Equivalenti a quante ragazze ucraine nel letto?

gio ha detto...

@ silvio

mi sembra di essere stato chiaro , ti ho già indicato dove è riportato.

e mi sembra di avere spiegato il mio punto di vista , che non pretende assolutamente di essere la verità , è il mio punto di vista.

vedarem:)

MISTERO ha detto...

@Silvio
Non lo so, l'esperto è Idini. Di banane siamo sicuri, per le donne non so, dopo un paio di bicchieri di vino non ricordo più nulla..

Silvio Caggia ha detto...

@Mistero
Idini è l'esperto di donne?
Me l'hai segnalato tu il link wikipedia sulla dose equivalente ad una banana:
"una BED risulta essere 5,02 nSv⁄Bq × 31 Bq⁄g × 0,5 g ≈ 78 nSv = 0,078 μSv, che nelle pubblicazioni informali è spesso arrotondato a 0,1 μSv.[10] A titolo di confronto, la dose di radiazione naturale giornaliera media equivale a 100 BED, la dose assorbita dormendo al fianco di un'altra persona è di 0,5 BED"
Mai unità di misura è stata meglio definita: 1 BED è la dose che si assorbe passando una notte con due ragazze... Lo segnalo come promemoria per i creativi pubblicitari del futuro spot per il lancio dell'e-cat domestico...

AleD ha detto...

@Silvio
"
Uno specifico sintomo ad un organo/tessuto identifica univocamente uno specifico programma SBS, e quindi il suo specifico senso biologico, ed uno specifico tipo di conflitto che risontrerai necessariamente nel 100% dei casi che manifestano il sintomo.
"
Che è esattamente quello descritto dal fratello che insegna scuola guida. Solo che lui non vede i sintomi ma i danni alle macchine. Paro paro.

Silvio Caggia ha detto...

@AleD
Non ti seguo più... Ma suppongo la tua sia una boutade, quindi faccio quello che non l'ha capita.

AleD ha detto...

@Silvio
Che domande si fanno per rilevare un conflitto di territorio?

MISTERO ha detto...

Mai unità di misura è stata meglio definita: 1 BED è la dose che si assorbe passando una notte con due ragazze...

Lol... vale anche se sono due uomini e una donna o due uomini e un uomo?
In pratica in un'ammucchiata rischi un avvelenamento da gamma piuttosto serio..
Mando una mail a Rocco per sentire se può confutare questa affermazione..

Andrea ha detto...

@Caggia: "Ma dal flipper non escono molte palline, rimangono quasi tutte dentro"

Non ha alcun senso. Tu riesci a far rimanere il calore dentro casa con la sola imposizione delle mani o devi comprare i doppi vetri?

Ecco, non esistono doppi vetri per i neutroni, tutto qua.

@Mistero: "Mentre Andrea Idini cerca di sbarcare il lunario vendendo tutto quello che con un clik si può comodamente trovare in rete - una fisica nucleare che spiega quasi tutto, ma non tutto - altri fisici cercano di spiegare quello che manca al quasi tutto"

Guarda che quegli "altri fisici" sono (quasi) esattamente i miei compagni di merende (A Catania conosco bene Capuzzello, al CNS giapponese conosco Menedez che è nel gruppo di Otzuka che è il direttore dell'istituto, e di vista conosco Otzuka). Struttura nucleare a BigRIPS e Catania è proprio il mio pane, e assolutamente nulla c'entrano con confuse idee di chi fa gli scaldabagno.

"Low Energy Nuclear Physics" significa stato fondamentale e al piu' qualche MeV di eccitazione (e un 10/100 MeV di energia di fascio) studiando quindi la struttura nucleare nelle sue "condizioni naturali". Da non confondersi con eccitazioni ad alte energie (deep inelastic scattering, termalizzazione adronica, quark gluon plasma...etc...), che studiano invece altri fenomeni (struttura del protone, struttura dei quark...etc...).

Mi fa piacere che guardi un po' di sacrosanta fisica, se ti piacciono i giapponesi questo sito ha tante info sulle linee sperimentali ed è leggermente meno criptico:
http://www.nishina.riken.jp/RIBF/index.html
Poi sarò di parte ma preferisco qua: https://www.gsi.de/en/start/news.htm

@Mauro Elia: Ho risposto a quello che son riuscito, c'è abbastanza carne al fuoco al momento. Mi son permesso di includere anche il tuo nome, se non lo vuoi lo rimuovo subito:
http://www.phme.it/blog/2016/01/08/viaggio-dal-centro-del-sole/

(non l'ho ancora condiviso sulla pagina FB, fammi sapere se preferisci lasciarlo o rimuoverlo)

Silvio Caggia ha detto...

@Andrea
"non esistono doppi vetri per i neutroni"
Neanche per questi?
https://en.m.wikipedia.org/wiki/Ultracold_neutrons

Mauro elia ha detto...

@ Andrea
Non ti preoccupare per il mio nome, se vuoi metterlo o no è uguale per me..

Un bell'articolo molto semplice scorrevole e piacevole nella lettura, ti ringrazio per il tempo che mi hai dedicato.....Adesso non è che io voglia farti perdere altro tempo ma sarei contento se mi facessi un calcolo matematico [che io non sarò in grado di verificare (se corretto o meno)], alcuni lettori del blog "masticano" la matematica bene (mi viene in mente nemo per es.) i quali se avranno voglia verificheranno..

il calcolo che ti chiederei di fare (se vuoi) è questo:
Conoscendo la probabilità (per quanto bassa sia) di fusione tra due nuclei in quelle condizioni di temperatura e pressione all'interno del Sole in relazione alla quandità di atomi presenti nel suo nucleo (con le necessarie approssimazioni), sapendo quanti Mev (o cosa) si sprigionano da ogni singola reazione nucleare, calcolare se è tutto compatibile con questa formula qui:

....Dall’energia che arriva alla distanza della Terra, possiamo risalire all’energia totale che il Sole emette nello spazio, cioè ricavare il valore di Lq che risulta essere di:

3,86 1033 erg/sec    (3,86 1026 W)
che ho trovato su internet.. (non so se ė giusta)

Se non fosse compatibile bisognerebbe capire il perchè
ciao!


Mauro elia ha detto...

Ps se non hai voglia/tempo non importa era solo una curiosità..

Mauro elia ha detto...

@ Andrea
Lascia proprio perdere! Ho letto adesso questo articolo che non conoscevo..
https://www.google.it/url?sa=t&source=web&rct=j&url=http://www.ilsussidiario.net/News/Scienze/2014/8/29/SCOPERTE-Misurata-per-la-prima-volta-in-diretta-l-energia-totale-emessa-dal-Sole/523265/&ved=0ahUKEwi8x9uSwJzKAhVCfRoKHVT8CK8QFgghMAM&usg=AFQjCNHfIP85OSyGbQmsihRjbQtb0r35kA

Grazie lo stesso.. ciao!

Barney ha detto...

tic, tac, tic, tac...
L'orologio ha suonato, pare. E non era l'ora esatta..[messaggio in codice]

Andrea ha detto...

@Mauro: comunque è noto molto a proposito dello sviluppo, reazioni, e del sistema termodinamico del Sole.
Da calcoli molto semplici di questo tipo:
http://starchild.gsfc.nasa.gov/docs/StarChild/questions/calculation.html
Che sono i calcoli che facevano i nostri avi appena è stata scoperta la meccanica quantistica:
Il Sole pesa tot, ha tot% di idrogeno, ergo ci sono Tot protoni. Tot % di questi protoni sarà in un cuore caldo dove avverranno le reazioni nucleari. Ergo ci sono N protoni che a quella temperatura hanno rate di reazione X, e quindi generano Energia E. E' come quella che misuriamo? Certo! Yay!

A simulazioni idrodinamiche con un network di reazioni nucleari, che è quello che dovrebbe fare ogni persona che vuole modellizzare un reattore nucleare. Esistono software apposta che danno risultati molto precisi, al punto da modellizzare anche gli "Eliomoti" (Terremoti sul Sole) e piccolissime oscillazioni di forma e raggio che il Sole subisce a causa dei cicli termodinamici e parzialmente degli stress esterni.

C'è una intera branca di studi che si chiama "Eliofisica".

Ciao e grazie delle domande.

Andrea ha detto...

Non so puntarti a bei filmatini sul sole perché non li conosco così bene direttamente e ho solo letto e quindi non so indirizzarti a filmati scientificamente 100% attendibili.

Invece ho fatto dei lavori su eventi più estremi, che dal punto di vista nucleare sono più interessanti, ad esempio ecco la simulazione del collasso di una supernova del gruppo di Thomas Janka a Monaco con una ottima spiegazione.
https://www.youtube.com/watch?v=2RxIwtxdEnQ

Questa invece è una Supernova di tipo 1a.
https://www.youtube.com/watch?v=_zw6Eih7QG0

Ecco, mentre Rossi fa i conti alla lavagna sbagliando le unità di misura, il resto del mondo nucleare ha sufficiente controllo su ciò che dice per fare queste modellizzazioni enormi (oltre che ovviamente le modellizzazioni dei reattori più piccoli).

Non credete che se esistessero davvero fenomeni comprimendo granito e mischiando nichel all'idrogeno, fra il Sole e le Supernove qualcuno avrebbe qualche difficoltà a farsi quadrare i conti?

MISTERO ha detto...

Non credete che se esistessero davvero fenomeni comprimendo granito e mischiando nichel all'idrogeno, fra il Sole e le Supernove qualcuno avrebbe qualche difficoltà a farsi quadrare i conti?

Io non credo, il credo è parte fondamentale delle religioni non della scienza.
Se uno scienziato o un gruppo di scienziati affermano di aver prodotto neutroni da materiali non radioattivi e in un modo completamente diverso da ogni sistema oggi noto, non mi chiedo perché i conti su supernove, stelle, bombe nucleari o termonucleari, quadrano. Mi chiedo semmai se qualcosa può essere sfuggito.
Tu mi insegni che in ogni calcolo esiste un errore e in quel errore, ti chiedo, può esserci qualcosa di nuovo?

Una corretta analisi storico scientifica di ciò che è noto è indispensabile per poter capire se siamo diffronte ad un nuovo fenomeno o al contrario "semmai" abbiamo semplicemente scoperto una nuova applicazione di un vecchio fenomeno. Ma un nuovo fenomeno lo puoi verificare o confutare con i sistemi che hai sempre utilizzato per il vecchio e stranoto fenomeno?
Se voglio capire il funzionamento di una frizione conica di una automobile non mi devo inventare nulla di nuovo, applico la legge di Archimede vecchia come il cucco. Una scoperta vecchia che spiega un'invenzione nuova. Ma se abbiamo una nuova scoperta non posso capirla cercando di applicare il principio della leva, devo capire il nuovo principio che la governa a da quello poi immaginare e realizzare nuove invenzioni e applicazioni.

Neutroni
Fermi mise a punto il sistema di attivazione con fogli di Indio in circa tre anni. Come faceva a sapere che lo spettro di emissione dei neutroni che lui produceva rallentati con l'acqua si sovrapponeva perfettamente con lo sprettro della sezione d'urto dell'indio? Non lo sapeva, per questo ci mise 3 anni, provò tutti i materiali possibili fino a che individuò come sistema migliore il foglio di Indio.
Brutalmente, con il ca**o che gli americani facevano la bomba atomica se non grazie al lavoro certosino di Fermi ceduto per un dollaro (brevetti), la sua testa e il suo contenuto sperimentale furono però fondamentali.
Un altro metodo di rilevazione sicuro dei neutroni è la scatoletta con uranio, 235 o 238 fa lo stesso, le sezioni d'urto non cambiano, sono costanti per ogni elemento utilizzato; quindi se abbiamo dei neutroni che non hanno uno sprettro di energia sovrapponibile con le sezioni d'urto dell'U235-238, col cavolo che li rileviamo.
Rilevatori He3, quando ci va bene e di lusso con il miglior rilevatore abbiamo un 18% di efficienza, cioè, su 100 neutroni di un fascio di neutroni costante, cioè ogni secondo ne abbiamo 100, ne misuriamo 18 e per misurali DOBBIAMO avere un fascio (come nei reattori nucleari) altrimenti con il cavolo che li misuriamo.
Ma se i neutroni sono impulsati?
Ma sei neutroni hanno uno spettro di energie variabile?

MISTERO ha detto...

Ecco perché nasce l'esigenza di dover costruire e inventare se necessario nuovi sistemi di misurazione e di rilevazione dei neutroni (per rispondere a Nevanlinna), perché quelli noti e da sempre utilizzati sono stati messi a punto per un fenomeno noto e da sempre replicato con grande successo.

Quindi per concludere la mia risposta alla tua domanda, il ricercatore è un profondo conoscitore della scienza nota e ne ricerca nuove appicazioni, leva di Archimede-frizione conica; lo scopritore scopre una nuova leva di Archimede. Se abbiamo un ricercatore che fatalmente si imbatte in una nuova scoperta, il massimo che potrà fare è inventare in modo empirico una sua applicazione, utilizzando ciò che per lui è noto (la leva di Archimede) ma non potrà mai avere il pieno controllo di ciò che ha inventato perché non ne conosce il principio fisico che lo governa. Al tempo stesso, ogni ingegnere che verrà a conoscenza di questi risultati, discordanti da tutti i punti di vista, per sua forma mentis, cioè abituato ad utilizzare la leva di Archimede, quello che potrà dire nel peggiore dei casi è che si tratta di una truffa, nel migliore che l'invenzione non serve ed esiste di meglio... Ogni allusione a Rossi non è puramente casuale.

Hermano Tobia ha detto...

@Andrea
Molto interessante l'articolo sulle reazioni che avvengono all'interno del sole.
Avrei una domanda da farti sulla p-p: in alcune discussioni (per la verità ne parla anche wiki) avevo visto la seguente reazione "reversibile", che avrebbe una probabilità molto maggiore di quella "classica" che indichi tu):

p + p -> 2He -> p + p

Il prodotto intermedio (2He o diprotone) é stato osservato solo recentemente ed in altro contesto. La mia domanda é: hai qualche info in più su tale reazione ?

Andrea ha detto...

"Io non credo"

L O L

@HT: Grazie.
"la seguente reazione "reversibile""

E' praticamente uno dei canali di scattering inelastico protone-protone.
E' importante e interessante, ma non è coinvolto nella generazione di energia.

Quando si considera la sezione d'urto
p+p -> D + nu_e + e^+
già si considera che altri canali possono essere occupati da alti processi, ma non è importante in quanto è questo il principale esotermico.

«Meno recenti ‹Vecchi   201 – 273 di 273   Nuovi› Più recenti»

Posta un commento

N.B.PER LASCIARE COMMENTI È NECESSARIO REGISTRARSI CON LA PROPRIA GMAIL
22passi è un blog non una rivista on line, pertanto la responsabilità di quanto scritto in post e commenti dovrebbe appartenere solo ai rispettivi autori. In ogni caso (cfr. Sentenza Corte di Cassazione n. 54946 del 27 dicembre 2016), le persone fisiche o giuridiche che si reputassero diffamate da determinati contenuti, possono chiederne la rimozione contattando via email l'amministratore del blog (vd. sezione "Contatti") e indicandone le "coordinate" (per es. link, autore, data e ora della messa on line).

Related Posts with Thumbnails