Un blog per appassionati d’Amore onestà spiritualità arte poesia politica democrazia sostenibilità tecnologia green-energy cold-fusion LENR medicina alternativa cambi di paradigma rivoluzioni scientifiche criptoarcheologia e “tante cose infinite, ancor non nominate”. Uno specchio capovolto della realtà: qui siamo una società gilanica, fuori c’è il patriarcato; qui siamo pro E-Cat, fuori c’è il petrolio... per fare previsioni sull’esterno invertite SEMPRE i risultati dei nostri sondaggi interni!

>>>> CERCHI LIBRI SUL BENESSERE DEL CORPO, DELLA MENTE E DELLO SPIRITO?

martedì 19 luglio 2016

SAI (Stratospheric Aereosol Injection)
for Climate Engineering:
un'alternativa alle scie chimiche?

Copyrght Andrea Rampado
Post di Andrea Rampado
Vere scie di condensazione  di uno stormo di B-17F - le "Fortezze volanti" dell'USAF - sui cieli d'Europa durante la Seconda Guerra Mondiale (USAF photo, riportata da Wikipedia - link)



Stratospheric Particle Injection for Climate Engineering (SPICE) (1)
Pochi giorni fa mi è stato segnalato tramite FaceBook (2) un filmato pubblicato da Giulietto Chiesa sul suo sito Pandoratv.it (3). Giulietto Chiesa riporta un filmato con traduzione in italiano dell'intervento del Direttore della CIA John Brennan al Council on Foreign Relation il 26-29 Giugno 2016 (4)(5). Alla fine del suo intervento il Direttore della CIA John Brennan, introduce un'idea di progetto di controllo climatico per contrastare l'effetto di surriscalmento globale in atto. Sono in fase di studio e applicazione diversi progetti di geoingegneria per il controllo climatico che sfruttano reazioni chimiche d'alta quota (4), alcune sono estremamente economiche fino ad ipotizzare un investimento annuo globale di soli 10 miliardi di dollari.(6)

La tabella sotto riportata proviene da uno studio del 2012 (6) che analizza i costi per la modificazione dell'albedo in quota stratosferica utilizzando aerei sia di derivazione militare come il bombardiere strategico B-1B che di derivazione civile come il Boeing 747-400.
Cost analysis of stratospheric albedo modification delivery systems
Come si può notare i costi del Boeing 747-400 sono i più bassi in assoluto, un aspetto interessante è che non è necessario portare grandi modifiche agli aerei in quanto basta modificare la formula chimica dei carburanti utilizzati aumentando la concentrazione di zolfo per ottenere i risultati voluti. Si ipotizza l'utilizzo di due serbatoi per carburante distinti e separati, in uno il normale jet fuel da utilizzare nelle fasi di decollo e atterraggio, nel secondo il jet fuel arricchito con zolfo da utilizzare nella fase di irrorazione ad alta quota. Questo per evitare da una parte il fastidioso odore di uova marce al suolo prodotto dalla combustione del fuel arricchito con zolfo e dall'altra ottenere un beneficio sui consumi di carburante (7).

I commenti di Giulietto Chiesa all'intervento del Direttore della CIA John Brennan, sono interessanti perché mettono in evidenza alcuni punti fondamentali che apparentemente fino ad oggi non erano mai stati chiariti in merito alla questione "scie chimiche" e loro utilizzo. Ci sono però alcune considerazioni che a quanto pare prima di essere espresse non sono state opportunamente approfondite.
Giulietto Chiesa sostiene che John Brennan è male informato in merito al fatto che le operazioni di aereosol avvengono nella fascia atmosferica compresa tra i 12 mila e i 50 mila metri di quota, la stratosfera.
http://onlinelibrary.wiley.com/doi/10.1029/2009GL039209/full
Giulietto sostiene che nessun aereo civile o militare può volare in questa fascia, probabilmente perché parte da una assunzione sbagliata ipotizzando sistemi di irrorazione che devono forzatamente operare al limite massimo stratosferico di 50 km, mentre esclude il fatto che la maggior parte degli aerei civili e la quasi totalità degli aerei militari con motori jet, volano proprio al limite minimo della stratosfera che ai poli si trova a circa 8 km di altezza e all'equatore a circa 18 km. Infatti lo studio sopra riportato indica proprio le quote minime della stratosfera come oggetto di studio, sperimentazioni e analisi dei costi (6). Uno studio del 2012 che di fatto conferma le parole del Direttore della CIA John Brennan che risulta a questo punto tutt'altro che male informato; se questo non dovesse bastare esistono altri studi precedenti (8) che dal 2009 ipotizzavano nell'analisi dei costi anche l'utilizzo di proiettili di artiglieria e tecnologie più esotiche come la costruzione di torri alte fino a 114 km poste all'equatore, che ci da un'idea di come si sia evoluto in questi ultimi anni lo studio e l'applicazione di metodi di controllo climatico, scartando le ipotesi più ardite e confermando le pratiche più semplici e meno costose.
http://onlinelibrary.wiley.com/doi/10.1029/2009GL039209/full
Devo ammettere che Giulietto Chiesa ha riportato un documento estremamente interessante che di fatto apre - forse in senso negativo - un vero e proprio vaso di Pandora. Infatti prendendo spunto da quanto riportato da lui e dall'intervento del Direttore della CIA, in questi giorni ho avuto modo di approfondire un tema, quello delle scie chimiche, che altrimenti sarebbe ancora confinato (per quanto mi riguarda) tra le dicerie vere e non vere nel grande calderone della disinformazione.

Scavando nella memoria, sempre riprendendo le parole di Giulietto Chiesa, mi preme ricordare che non è questa la prima volta al Mondo che viene palesemenete confermata l'esistenza di un programma di geoingegneria che utilizza aerei per l'irrorazione dei cieli. Mi sento di affermare che una prima evidenza storica pubblica l'abbiamo avuta nel 2007, esattamente il 22 Aprile il "The Telegraph"(9) titolava "How we made the Chernobyl rain". L'articolo in questione racconta come al 20° anniversario del disastro nucleare di Chernobyl, in Russia è stato premiato con la medaglia di eroe nazionale il Maggiore dell'aeronautica russa Aleksei Grushin per avere impedito la ricaduta radioattiva sulla città di Mosca e altre città russe utilizzando sistemi di geoingegneria sviluppati da ricercatori e scienziati russi. In pratica con una flotta di MIG hanno bombardato la nube radioattiva di Chernobyl per provocare artificialmente la pioggia. Pioggia radioattiva che come sappiamo bene è ricaduta sulla Bielorussia. Ho ancora ben chiaro nella mia memoria il salto sulla sedia che ho fatto quando ho visto il documentario della BBC su SKY circa 6 anni fa, con annessa intervista al Maggiore dell'areonautica russa con tanto di medaglia al petto. Ancora oggi migliaia di bambini bielorussi vengono ospitati in Italia da volontari nel periodo estivo per vivere alcuni mesi all'anno in un ambiente non radioattivo per permettergli di ripulire il sangue e scongiurare l'insorgere di tumori. Un disastro nel disastro che probabilmente avrebbe avuto conseguenze ben peggiori se la nube radioattiva fosse ricaduta in città densamente popolate come Mosca e Novgorod. Hanno scelto il male minore probabilmente, ma chi ha deciso? Una curiosità; lo stesso anno, il 2007 in cui compare l'articolo del "The Telegraph", Bill Gates annuncia di finanziare ricerche di geoingegneria, di cui un articolo uscito su "Scienze Inside" 4 anni più tardi (12).

Sarebbe secondo me interessante leggere od ascoltare un approfondimento di Giulietto Chiesa in merito a quanto accaduto nei giorni seguenti al disastro di Chernobyl; chi meglio di lui conosce la Russia in tutti i suoi aspetti geopolitici, militari e storico scientifici. Non solo, sarebbe opportuno a questo punto anche un approfondimento su quanto viene riportato su wikipedia in merito all'utilizzo di elicotteri da parte dei russi nel loro programma di geoingegneria climatica (7) di cui uno studio pubblicato su Springer  nel 2009 (10).

Come del resto sarebbe interessante approfondire e commentare un documento del Congresso americano di Maggio del 1978 e reso pubblico on-line nel 2013 (11) di oltre 746 pagine nel sito dell'Università della Florida dal titolo "Weather Modification: Programs, Problems, Policy and Potential". Un documento forse più esplosivo delle recenti dichiarazioni del Direttore della CIA, che a questo punto di questa brevissima analisi fin qui riportata, sono semplicemente una ulteriore conferma di quanto oggi è stato fatto con la geoingegneria, non solo a livello teorico. Infatti nel documento in questione sono riportati i dati di esperimenti militari e non solo condotti in moltissimi stati americani fin da i primi anni del 1940, con una comparazione di costi e benefici con altri stati nei quali sono state condotte sperimentazioni simili su larga scala, in prima linea l'ex URSS, ma anche Israele, Cina e molti altri stati.



Per concludere, ribadisco che il Direttore della CIA - a mio modesto parere - non è assolutamente male informato, anzi al contrario è ben consapevole degli studi e delle sperimentazioni, anche su larga scala, di geoingegneria e di modificazione del clima fino ad oggi eseguiti e - a quanto pare - molto ben documentati.
Fanno sorridere le affermazioni in merito all'utilizzo della geoingegneria per contrastare gli effetti del riscaldamento globale di oggi, quasi fosse una assunzione recente e quasi inaspettata, fanno sorridere perché sempre grazie all'ultimo documento riportato già nel 1978 erano ben noti gli effetti della CO2 ed erano già stati calcolati e previsti gli effetti e gli andamenti crescenti della concentrazione in atmosfera di CO2 prodotta da fonti fossili. Con una precisione, rispetto ai calcoli recenti dopo quasi 40 anni, oserei dire disarmante.



In merito a questa affermazione di Renzo Rosso su Il fatto Quotidiano (13):
Un tema che risulta del tutto assente nelle riviste scientifiche internazionali dal dopoguerra in poi.
Penso e lo suggerisco con forza, dovrebbe prima fare una opportuna ricerca, visto che di pubblicazioni solo in questo post ne ho elencate  4 e sono una minima parte dei  documenti pubblicati e analizzati.

RINGRAZIAMENTI:
  • Tom Bosco, Direttore della rivista NEXUS per l'accesso ai documenti dell'archivio.
  • Giulietto Chiesa, per la segnalazione dell'intervento del Direttore della CIA.
  • Giovanni Cesaretti, detto Barney, per le provocazioni sulla conoscenza del mio inglese.
  • Ocasapiens, detta Sylvie Coyaud, per l'indefessa opera di disinformazione che supporta l'esistenza di complotti militari e politici.
NOTE:
  1. https://en.wikipedia.org/wiki/Stratospheric_Particle_Injection_for_Climate_Engineering
  2. https://www.facebook.com/PANDORATV.IT/videos/vb.596490170438785/1065624943525303/?type=2&theater
  3. http://www.pandoratv.it/?p=9779&doing_wp_cron=1468857677.6741759777069091796875
  4. https://www.cia.gov/news-information/speeches-testimony/2016-speeches-testimony/director-brennan-speaks-at-the-council-on-foreign-relations.html
  5. http://www.cfr.org/intelligence/john-brennan-transnational-threats-global-security/p38082
  6. http://iopscience.iop.org/article/10.1088/1748-9326/7/3/034019/pdf
  7. https://en.wikipedia.org/wiki/Stratospheric_sulfate_aerosols_(geoengineering)
  8. http://onlinelibrary.wiley.com/doi/10.1029/2009GL039209/full
  9. http://www.telegraph.co.uk/news/worldnews/1549366/How-we-made-the-Chernobyl-rain.html
  10. http://link.springer.com/article/10.3103%2FS106837390910001X
  11. http://ufdc.ufl.edu/AA00025909/00001/1j
  12. http://www.sciencemag.org/news/2010/01/bill-gates-funding-geoengineering-research
  13. http://www.ilfattoquotidiano.it/2016/07/18/riscaldamento-globale-iniettare-particelle-di-aerosol-nella-stratosfera-perche-no/2914728/

112 : commenti:

Alessandro Pagnini ha detto...

"...dall'intervento del Direttore della CIA, in questi giorni ho avuto modo di approfondire un tema, quello delle scie chimiche, che altrimenti sarebbe ancora confinato (per quanto mi riguarda) tra le dicerie vere e non vere nel grande calderone della disinformazione...."

Quoto! Anch'io ho visto quel filmato e mi sono detto: forse, fra le varie normalissime scie di condensazione che puntualmente qualche invasato (anch'io li avevo sempre considerati tali, lo ammetto) indicava come parto demoniaco, c'era davvero qualcosa di non convenzionale?

Non avevo mai preso sul serio la questione e anche adesso penso ci siano persone che vedono fantasmi anche dove non ci sono, ma una volta di più ho avuto conferma che ci vuole prudenza sia nell'affermare, che nel NEGARE.

Dopo quanto rivelato dal direttore della CIA, ritengo quantomeno possibile che siano stati effettuati esperimenti di irrorazione chimica a scopo di controllo meteorologico, come alcuni denunciavano, e qualcuno adombrando anche ipotesi ben più inquietanti, tipo la disseminazione di prodotti atti a garantire una specie di controllo mentale della popolazione.
Probabilmente lo scopo, mantenuto riservato, di queste scie, era quello del controllo meteo che si sta delinenando adesso e che comunque comporta e comporterà accesi dibattiti e da qui si capisce la necessità di agire con una certa 'discrezione'.
Se poi, oltre a quanto sta emergendo, ci possa essere anche qualche altro aspetto ancor meno impunemente rivelabile, questo non lo so, ma, memore di quanto sopra affermato, prima di dire ancora una volta di no per partito preso, meglio rimanere con occhi e mente aperta.

domenico canino ha detto...

@Mistero
A tutti quelli che pensano con la propria testa, invece di accettare opinioni premasticate, questa notizia fa piacere. Aspetto di fare un post, quando il Governo USA farà vedere una astronave aliena da loro conservata in una base militare da tempo immemorabile.

Robbins ha detto...

"Since 1998 Wood and Teller have been promoting aerosol spraying into the stratosphere as a simple and cheap counter to global warming. Reflecting the dominant opinion of the 1950s, they believe it is humankind’s duty to exert supremacy over nature. It is perhaps for this reason that they have long been associated with conservative think tanks that deny the existence of human-induced global warming. Both men have been associated with the Hoover Institution, a centre of climate scepticism partly funded by ExxonMobil, and Wood is listed as an expert with the George C. Marshall Institute, a Washington think tank that became one of the main centres of climate denial in the 1990s."

Da:

http://ourworld.unu.edu/en/the-frightening-politics-of-geoengineering

Il Lowell Wood della citazione è lo stesso che versa da bere a Bill Gates qui, all'ENEA:

http://www.enea.it/it/Stampa/comunicati/energia-bill-gates-al-centro-ricerche-di-eccellenza-enea-di-frascati

Alessandro Pagnini ha detto...

@ Robbins

Interessante! Grazie :-)

Barney ha detto...

Vice, il techunta tuttologo poliglotta selfista, e Giulietto "Gombloddoh" Chiesa pare non abbiano notato una cosa lampante: che a latere dello speech di Brennan c'e' stata una sessione aperta di domande e risposte.

Nessuna domanda dei giornalisti (o di personaggi come Luttwak) ha minimamente preso in considerazione la geoingegneria...

Altrettanto interessante per me e' vedere come la risposta ad un problema negato dai TeoCon come quello del global warming per cause antropiche sia... la geoingegneria umana. Meno male che c'e' Robbins a farlo notare, magari qualcuno ci riflette (si, ciao...).

Un po' come curare la febbre da malaria con l'aspirina, insomma, negando nel contempo il fatto di essere malati di malaria. Si tolgono -forse- i sintomi, ma il motivo della malattia rimane.

Per rimanere con la mente aperta: quale sarebbe il legame tra quanto detto da Brennan (oh, Vice: quattro link alla stessa pagina wiki! Un record...) con le sciechimiche di Rosarietto Marciano'? Come si configurerebbe come un'alternativa alle sciechimiche?

Campo libero al Vice, vai e facce Tàrza.

Alessandro Pagnini ha detto...

@ Barney

"...Altrettanto interessante per me e' vedere come la risposta ad un problema negato dai TeoCon come quello del global warming per cause antropiche sia... la geoingegneria umana. Meno male che c'e' Robbins a farlo notare, magari qualcuno ci riflette (si, ciao...).

Un po' come curare la febbre da malaria con l'aspirina, insomma, negando nel contempo il fatto di essere malati di malaria. Si tolgono -forse- i sintomi, ma il motivo della malattia rimane..."

Sì, pare anche a me di leggere qualcosa di simile, sempre se ho capito bene cosa intendi dire. Ho il dubbio di averti frainteso perchè mi sembra che stiamo vedendo tutti la stessa cosa, forse qualcuno con qualche sfumatura diversa, ma non saprei dire nè chi nè quanto, ma tu mi sembri voler polemizzare comunque, quindi o io non capisco cosa dici tu oppure non capisco cosa dice Mistero nel suo post. Insomma non vedo quale sia il motivo del contendere (ormai permanente) fra voi due, almeno in questo caso.
Se puoi, fammi capire e abbi pazienza: è tornato il caldo e carburo poco! ;-)

Barney ha detto...

@Alessandro: che, solo il Vice puo' prendere per il culo, qua?

Sull'interpretazione della geoingegneria, la penso cosi': e' fattibile entro certi limiti, ma farlo a livello globale e' per usare un eufemismo rischiosetto.

Ora: siccome sono un ottimista, penso che nessuna persona con un minimo di sale in zucca possa pensare di poter governare il clima del pianeta con l'irrorazione di sostanze nella stratosfera, che poi se usi zolfo voglio vedere chi calcola le conseguenze sull'ecosistema tutto.

Mischiare la geoingegneria alle scie chimiche e' una trollata insostenibile, comunque. Quelle proprio non hanno alcun senso: non esistono nell'accezione che da loro Giulietto "Gombloddoh" Chiesa, ne' tantomeno in quella di Rosario Marciano'. E non esistono perche' non sarebbero minimamente controllabili nei loro effetti "presunti", quelli che piacciono tanto ai complottisti (controllo del comportamento, morbo di Morgellons, sterilizzazione planetaria, e via andare).

Usare l'argomento "l'ha detto il capo della CIA" e' ancora piu' capziosamente falso, perche' lui non ha minimamente parlato di scie chimiche. E attenzione che Vice mica ha detto questo. Ma gia' qualcuno invece questo ha capito (Domenico, mi pare...), soprattutto quando si ipotizza che i Boeing cargo siano la soluzione piu' economica.
Che poi sono "solo 10 miliardi di $ l'anno", in tre anni ci fai ITER ma qui e' "solo 10 miliardi"...

La domanda e' quella di prima: cosa c'entrano le scie chimiche (cosa che esiste solo nel lessico complottista tra l'altro) con la geoingegneria?

Alessandro Pagnini ha detto...

@ Barney

Premesso che le scie chimiche le ho sempre considerate una fissa di qualcuno, dato quanto si viene a sapere adesso, il sospetto che qualche test sia stato effettuato senza far troppo rumore mi pare legittimo. Magari qualche strano effetto che alcuni giurano di aver visto potrebbe non essere un abbaglio, almeno in qualche caso. Sulle considerazioni riguardanti la capacità della geoingegneria di rappresentare un efficace rimedio al riscaldamento globale, di primo acchito dono d'accordo con te.
Ribadisco però che non vedo i motivi di tanta vis polrmica. Non mi pare ci siano posizioni così contrapposte. Ma magari sfugge qualcosa a me

MISTERO ha detto...

@Barney
Se concedi rispondo prima alle Oche..

Oca mi chiede un link alla sua disinformazione o tutti crederanno che io sono un diffamatore coatto, mi vedo quindi costretto ad evitare la possibile denuncia di diffamazione da parte di una Oca sotto processo per diffamazione e quindi rispondo alla domanda e alla richiesta di link:

1) http://ocasapiens-dweb.blogautore.repubblica.it/
2) https://oggiscienza.it/tag/il-parco-delle-bufale/

Si effettivamente non è stato molto facile essere preciso come in questi due casi sopra riportati, ma concedo un terzo link nel qual caso i primi due non bastassero a dimostrazione:

3) http://ocasapiens-dweb.blogautore.repubblica.it/2016/07/14/os-digest-ogm/

Basta leggere gli interventi di 4 persone per capire l'attuale livello di disinformazione raggiunto.
Bene scongiurata la denuncia per diffamazione, passiamo alle cose serie, le domandone di Barney!!

Eccomi qui tutto per te, ti aspettavo.. :-)
Devo ammettere che riesci a stupirmi sempre, questa volta anch'io non ho capito nulla dei tuoi interventi, li ho riletti ma continuo a non capire.

Ti spiego il perché, ad esempio dopo le tue solite frasi di apertura con nomignoli canzonatori (ci sta da un Idiota, perfettamente in linea) mi chiedio meglio alludi al fatto che non ho notato una cosa:
che a latere dello speech di Brennan c'e' stata una sessione aperta di domande e risposte

Poi a seguito scrivi:
Nessuna domanda dei giornalisti (o di personaggi come Luttwak) ha minimamente preso in considerazione la geoingegneria...

Capisci cosa non capisco?
Cioè, ti sei fatto una domanda e ti sei dato una risposta, oppure alludi ad un fatto e ti rispondi con una illusione?

Per quale motivo secondo te avrei dovuto riportare la sessione aperta di domande e risposte, visto che non sono inerenti al post?
Non è che per caso pensi al solito complotto dei giornalisti che non fanno le domande giuste quando serve e quando ne hanno occasione?
Io ti giuro non ci avevo minimamente pensato, non arrivo ai tuoi livelli di complottismo.

quale sarebbe il legame tra quanto detto da Brennan (oh, Vice: quattro link alla stessa pagina wiki! Un record...) con le sciechimiche di Rosarietto Marciano'?

Da quando le "scichimiche" sono di Marcianò?
Qualunque esse siano non sono quelle di cui si discute qui.

Come si configurerebbe come un'alternativa alle sciechimiche?

E' la domanda che ho posto proprio nel titolo, non lo hai letto?
(continua)

MISTERO ha detto...

(continua)
Usare l'argomento "l'ha detto il capo della CIA" e' ancora piu' capziosamente falso, perche' lui non ha minimamente parlato di scie chimiche. E attenzione che Vice mica ha detto questo.

Oh che bravo, clap clap..
Quindi quello di cui parla invece il capo della CIA tu come le chiameresti, sempre che sia un plurale, magari è un singolare, che ne so; come le chiameresti quella cosa o quelle cose prodotte da aerei che in quota stratosferica rilasciano?

Alessandro Pagnini ha detto...

"... come le chiameresti quella cosa o quelle cose prodotte da aerei che in quota stratosferica rilasciano? ..."

Ehm....Andrea, detta così e pensando anche alla presenza di zolfo, io proporrei 'puzzette'! ;-D

Giusto per alleggerire... :-)

MISTERO ha detto...

Grazie Robbins, cercavo materiale in merito alla citazione di Teller fatta da Giulietto Chiesa.
Molto interessante, uno degli scienziati del programma di difesa "scudo spaziale" che si occupa di geoingegneria, non lo sapevo.

MISTERO ha detto...

Ale che mi combini mi schiacci tu le facili alzate al Barney?
Ok, quindi le chiamiamo puzzette per non mischiarci con quegli idioti complottisti che le continueranno a chiamare scie chimiche.. Ci stà ;-)

Infatti lo zolfo non è un elemento chimico, è una sostanza misteriosa utilizzata dagli alchimisti per produrre cose strane e miracolose come la luce, il fuoco e pensa anche delle esplosioni; non esiste naturalmente nell'aria e lo si può trovare con molta probabilità in prossimità di vulcani anche a occhi bendati perché si sente la puzza, da cui puzzette se prodotte in alta quota.
C'è da capire come sono prodotte o rilasciate; sottoforma di nuvolette da cui "nuvolette di puzzette" o sottoforma filamentosa da cui "puzzette filamentose" che qualcuno potrebbe però fraintendere e pensare a quelle puzzette "vestite" che si ingrumano tra i peli ma che normalmente vengono chiamati tarzanelli in ricordo del famoso urlo di Tarzan, molto simile a quello prodotto quando si cerca di estirpare appunto una "puzzetta filamentosa".

Scolta, ma ciamarle "scie chemionuvolose di puzzette filamentose tarzanensis" è troppo lungo secondo te?

Alessandro Pagnini ha detto...

"...Ale che mi combini mi schiacci tu le facili alzate al Barney?..."

E' che è stato troppo lento. Hai presente la pubblicità della vodafone, dove c'è quel tipo che sta per battere a pallavolo e si muove al rallentatore, venendo poi battuto sul tempo da uno che gli spunta alle spalle e schiaccia la palla che stava ancora a mezz'aria? Ecco, è andata così :-D

MISTERO ha detto...

Quindi ti porti via la gnocca... E Vaiiii.. :)))

Alessandro Pagnini ha detto...

Avrei signorilmente glissato su questo aspetto, così strettamente connesso con bassi istinti e ineludibili umane esigenze, ma mi hai sgamato: a quello puntavo io ;-)

Barney ha detto...

@Vice: quelle cose bianche si chiamano CONTRAILS. Quello che ha detto il capo della CIA non c'entra nulla con i contrails, e si riferisce a un progetto (per me folle non perche' infattibile, ma questo l'ho gia' scritto) di modifica del clima, che e' stato preso ad esempio di cosa la tecnologia puo' fare oggi.

Sul fatto che "qui" non si discute di sciechimiche, beh: come si intitola il tuo post, volpe? Vediamo: "SAI (Stratospheric Aereosol Injection) for Climate Engineering: un'alternativa alle scie chimiche?".

Cioe', tu poni capziosamente la domanda e poi dici che non ne parli? Ma ogni tanto fai un'assemblea tra i tuoi tre neuroni, o decide il primo che si alza la mattina?

Poi, se la vuoi mandare in vacca as usual fai pure, e continua a parlare di tarzanelli e scorregge. Magari li' sei un espertone.

Andiamo alla questione domande dopo lo speech.
Tu chiedi:
Per quale motivo secondo te avrei dovuto riportare la sessione aperta di domande e risposte, visto che non sono inerenti al post?
Per me lo sono nella misura in cui, con davanti il capo della CIA, una platea di giornalisti ed analisti strategico-militari non ha pensato di fare domande su quello specifico argomento tirato fuori due minuti prima proprio dal capo della CIA.

Non credo assolutamente ci sia un complotto dietro, semplicemente -nel mio sconfinato ottimismo nell'intelligenza umana- penso che a fronte di decine di domande scomode su Iran, ISIS, Cina e Nord Corea se l'argomento geoingegneria fosse preso seriamente almeno una domandina ci sarebbe stata.

Per dirla proprio fuori dai denti: penso che se dovessi indicare l'idiota tra te e i giornalisti presenti davanti a Brennan, non avrei dubbi e punterei su quello del selfie ad inizio post.

vincenzo da torino ha detto...

Qualcuno può commentare questa decisione del tribunale del 19-07-16 su Rossi-IH? http://www.e-catworld.com/wp-content/uploads/2016/07/Motion-to-Dismiss-Judgment-Rossi_et_al_v_Darden_et_al__flsdce-16-21199__0024.0.pdf Sembra che qualcosa Rossi abbia ottenuto e altro abbia perso, per ora. Vedere e-cat-word

vincenzo da torino ha detto...

Qualcuno può commentare questa decisione del tribunale del 19-07-16 su Rossi-IH? http://www.e-catworld.com/wp-content/uploads/2016/07/Motion-to-Dismiss-Judgment-Rossi_et_al_v_Darden_et_al__flsdce-16-21199__0024.0.pdf Sembra che qualcosa Rossi abbia ottenuto e altro abbia perso, per ora. Vedere e-cat-word

Alessandro Pagnini ha detto...

@ Vincenzo

Non è materia mia. Ho capito la stessa cosa che hai capito anche tu.

MISTERO ha detto...

Ho sbagliato pubblicità Ale?

Ora che ci siamo divertiti un pochino tutti, penso si possa cercare di fare anche qualche ragionamento serio.

Ho finito da poco di leggere questo documento e gli ellegati più interessanti.

http://www.mikehulme.org/wp-content/uploads/2011/09/2012-Mar-PiPG-review.pdf
In this progress report on climate change, I examine the growing literature dealing with the
proposal to engineer global climate through the deliberate injection of aerosols into the
stratosphere. This is just one of a wide range of technology proposals to geoengineer the
climate, but one in particular which has gained the attention of Earth System science
researchers and which is attracting wider public debate. I review the current status of this
technology by exploring a number of different dimensions of the proposal: its history and
philosophical and ethical implications; how it is framed in public discourse and perceived by
citizens; its economic, political and governance characteristics; and how the proposed
technology is being researched through numerical modelling and field experimentation.
Unlike many other geoengineering interventions, stratospheric aerosol injection has no
additional societal co-benefits: its sole raison d’etre would be to offset planetary heating
caused by rising concentrations of greenhouse gases. The deployment of such a technology
would have profound implications for the view humans have of themselves in relation to the
non-human world.


Sono rimasto sorpreso dagli studi di impatto ambientale, l'impatto con le persone e studi di carattere sociale.

MISTERO ha detto...

@Cesaretti
Poi, se la vuoi mandare in vacca as usual fai pure, e continua a parlare di tarzanelli e scorregge.

Chi la manda sempre in vacca e con metodo sei proprio tu..
Hai scritto tu:
Campo libero al Vice, vai e facce Tàrza.

Non lamentarti se trovo e dimostro una correlazione tra il facce Tàrza e i tarzanelli sciachimicosi.

Sul fatto che "qui" non si discute di sciechimiche, beh: come si intitola il tuo post, volpe?

Non essere più idiota di quello che già hai dimostrato di essere, ti ho risposto in merito a Marcianò e ti ho detto che qui non si discute di quel tipo di scie chimiche, tu scrivi:
Per rimanere con la mente aperta: quale sarebbe il legame tra quanto detto da Brennan.... con le sciechimiche di Rosarietto Marciano'?
E non esistono perche' non sarebbero minimamente controllabili nei loro effetti "presunti", quelli che piacciono tanto ai complottisti (controllo del comportamento, morbo di Morgellons, sterilizzazione planetaria, e via andare).

Ti avevo risposto a queste tue affermazioni.

MISTERO ha detto...

p.s. non avrei dubbi e punterei su quello del selfie ad inizio post.

Non ne prendi mai una, non è un selfie.

MISTERO ha detto...

Mi rendo conto che l'atteggiamento provocatorio e canzonatorio di Giovanni Cesaretti detto il Barney con conseguenti mie risposte, sono utili solo a distrarre l'attenzione dall'oggetto di questo post.
Dai documenti emersi in questi giorni, molti dei quali ancora in fase di studio e approfondimento, la situazione non è certamente delle più allegre.
Ci sono molti argomenti correlati alle dichiarazioni del Direttore della CIA che non devono essere presi sotto gamba, al contrario oggi abbiamo la possibilità di analizzare e confrontare con dati oggettivi e pubblicazioni scientifiche quanto fino a ieri era bollato semplicemente con la parola COMPLOTTO.

Per questi motivi e per molti altri anche non strettamente legati all'oggetto di questo post, mi vedo costretto mio malgrado di chiedere a Giovanni Cesaretti di finirla con questo atteggiamento che da ora in poi non sarà ne più tollerato, ne più concesso.

Ritengo che quanto fino ad oggi è emerso in merito alla geoingegneria sia di fatto un argomento che ci coinvolge tutti, non è possibile non essere a conoscenza di quanto accade sopra il nostro naso, come non è possibile a questo punto non essere a conoscenza di quanto accade sotto il nostro naso.

Mentre noi ora guardiamo il cielo chidendoci se quello che vediamo a seguito del passaggio di un aereo o più aerei sia una normale scia di condensazione o contrails o al contraio una scia di condensazione prodotta chimicamente e intenzionalmente per modificare l'albedo, sotto il nostro naso da alcuni anni, ci sono attività scientifiche che lavorano affinché questo tipo di operazioni di controllo climatico diventino una cosa normale e comunemente accettata, anche e soprattuo contro la nostra volontà o giudizio.

Barney ha detto...

@Vice. Non e' un selfie? Bene, cambia tutto allora!

Tra i giornalisti presenti alla conferenza stampa e l'omino della foto punto sempre sul techunta, come idiota da sbarco wannabe tuttologo.

Barney ha detto...

Aggiungo una cosa che i complottisti non prendono mai in esame perche' spesso non e' direttamente osservabile, e non c'e' una teoria complottista dietro per adesso (ma ci sono interessi economici forse maggiori che di quelli dietro l'aviazione...).

Se qualcuno dunque volesse prendersi la briga di leggere i dati di quanta schifezza climalterante buttano in giro le navi, qua c'e' un articolo notevole (paragrafo 2.3 per andare direttamente al punto, la fine del paragrafo mi sembra illuminante in assoluto).

Volete SOx?
Volete incidere sull'effetto serra?
Volete cambiare l'albedo dell'atmosfera?
Usate le navi per spargere roba.

La tirerete piu' bassa, ma la quantita' e' dalla vostra parte.

domenico canino ha detto...

@mistero e alessandro
E' solo un misero troll. Si rende ridicolo sempre. Se A capisce qualcosa e si mette a discutere con B che non capisce nulla, dipende dall'intelligenza di C (ascoltatore) distinguere. Bene nel mio caso io sono C a basso quoziente, ma capisco lo stesso quante fesserie dice B. Dunque non fatevi guastare la vita da tali "menti" eccelse.

MISTERO ha detto...

Grazie Domenico

Daniele Passerini ha detto...

@tutti
Non ho dubbi che pochissimi blog al mondo hanno dimostrato un sì alto livello di pazienza quanto 22passi rispetto all'utente Barney. Ma se qualcuno continua indefessamente a pubblicare commenti che, in qualunque forum moderato, lo porterebbero ad essere bannato, alla fine, insisti oggi insisti domani, va accontentato.
L'utente Barney è stato accontentato.

MISTERO ha detto...

Era quello che cercava per andare a piangere..
Gli auguro una lunga vita.

MISTERO ha detto...

Within three years of Crutzen’s paper, the first national academy assessment of
‘geoengineering’ was published (Royal Society, 2009), followed by governmental reports in
the USA (USGAO, 2010; 2011) and from a variety of NGOs and think-tanks (e.g. ETC Group,
2010; Olson 2011). In 2010, the Asilomar International Conference on Climate Intervention
Technologies was organised by the nonprofit foundation the Climate Response Fund
together with the Climate Institute in Washington DC. Mimicking the 1975 Asilomar
Conference on recombinant DNA, Asilomar-2 as it became known sought to develop a set of
voluntary guidelines for the conduct of research and testing such intervention technologies,
SAI included (Kintisch, 2010b). The conference statement from the 175 scientists gathered
there included the call “to initiate further research in all relevant disciplines.”

http://www.mikehulme.org/wp-content/uploads/2011/09/2012-Mar-PiPG-review.pdf

A variety of fungus and yeast organisms
such as
Hyphozyma
and
Geotrichum
were also present in fuel. A strategy for mitigating
microbial contamination in biodiesels is needed because of the fuel susceptibility to
biodegradation.

http://www.dtic.mil/dtic/tr/fulltext/u2/a541867.pdf
Pag. 36
Ah...

Mario Massa ha detto...

@Daniele
@tutti
"Non ho dubbi che pochissimi blog al mondo hanno dimostrato un sì alto livello di pazienza quanto 22passi rispetto all'utente Barney"

A me la discussione (che non ho seguito, ho solo dato un'occhiata) tra Barney e Mistero pareva una schermaglia alla pari, con uguale livello di "signorilità". Banniamo anche Mistero? O Erdogan sta facendo scuola?
Comunque questo è il mio ultimo commento su 22passi finchè non ne vedrò uno di Barney nel quale però chiede scusa per i toni eccessivi e uno di Andrea che contraccambia le scuse.

domenico canino ha detto...

@ mario massa
Ti sbagli. La discussione non era a pari livello di signorilità. Uno poneva argomenti, legittimamente attaccabili e criticabili da chiunque, e l'altro cercava lo scontro per lo scontro e NON sul merito del post e della discussione. E' chiaro a me che l'intento era DISINFORMARE, fare ammuina, confondere i fatti per non fare capire nulla, e non sostenere una tesi opposta ma ugualmente dignitosa. Io penso che fosse pagato per farlo, anzi lo spero vivamente per lui, come per gli altri troll, sennò quello che fanno non avrebbe alcun senso logico. Tu quando intervieni, a torto od a ragione, lo fai SUL MERITO, è questa la fondamentale differenza tra uno scettico onesto ed un troll.

Alessandro Pagnini ha detto...

Per la vicenda del ban di Barney, che comunque saluto, avrei preferito una soluzione diversa.

Voglio OTare (io ottio, tu ottii, egli ottia, ecc... ;-) ) spostandomi di nuovo sul fronte LENR: MFMP segnala un filmatino di Bob Greeneyer, che sostiene di poter rintracciare le origini delle LENR, almeno in 100 anni addietro se non di più. Guarda caso l'esatta affermazione fatta dall'ineffabile me356, con cui pare Bob sia in contatto diretto, ma RISERVATO. Il filmato è in un inglese abbastanza seguibile, ma con un po' troppa fatica per la mia insanabile pigrizia. Per chi fosse interessato:

https://www.youtube.com/watch?v=ZgcF2iE0-pA

MISTERO ha detto...

@Mario
Comunque questo è il mio ultimo commento su 22passi finchè non ne vedrò uno di Barney nel quale però chiede scusa per i toni eccessivi e uno di Andrea che contraccambia le scuse.

Mi sono già scusato, più di una volta.
Barney sapeva bene che resisto a tutto ma non alle provocazioni. Il mio errore è stato quello di mettermi al suo stesso piano, il suo di rompere i c*****ni a prescindere e mai nel merito come dice Domenico.

L'ultima volta che ho scritto un post sulle scie chimiche ed ho espresso una opinione discordante dalle tesi fuffare dei complottisti radicali, sia io che Tom Bosco siamo stati denunciati da Rosario Marcianò per diffamazione, sostituzione di persona e pirateria informatica.
http://www.nexusedizioni.it/it/CT/storie-di-strakerordinaria-follia-3936

La mia posizione sulle scie chimiche è sempre stata chiara e di fatto in opposizione con il pensiero della direzione di NEXUS, ho sempre sostenuto che la maggior parte delle scie di condensazione che si vedono quotidianamente sopra le nostre teste, sono contrails. Ho sempre cercato di spiegare che comunque i gas di scarico di una turbina sono di fatto scie chimiche. Avevo addirittura ipotizzato che per produrre scie chimiche nel cielo con la precisa volontà di alterare le condizioni meteo o climatiche, la via più semplice non era installare dei sistemi di irrorazione specifici ma di utilizzare dei CARBURANTI progettati per tale scopo.
Tutto questo circa 6-7 anni fa.
Queste mie banali e semplici affermazioni che si sono dimostrate vere oggi a distanza di anni, hanno sempre dato fastidio, molto fastidio ai fanatici complottisti ad oltranza più ignoranti di una capra tibetana.
I complottisti radicali mi hanno bollato come disinformatore prezzolato più volte e in più occasioni; mi hanno inserito nella speciale lista di Marcianò http://www.tanker-enemy.tv/Identified.htm
assieme a Piero Angela, Sylvie Coyaud e molti altri.
Mario Massa non c'è! :-))

Prendo atto che questa verità da me prima ipotizzata e oggi confermata, continua a dare fastidio, non se ne deve parlare, non se ne può discutere.

Sono consapevole del fatto che riportare documenti e fonti ufficiali che dimostrano almeno in parte le preoccupazioni dei complottisti radicali vuol dire alimentare e dare linfa vitale a fuffari psicotici che vedranno in tutto questo la conferma che i cattivi che governano il mondo ci vogliono trucidare e altre menate simili. Sono altresì consapevole che in tutto questo gioco qualcuno comunque va avanti e senza chiederci il permesso, opera in modo scorretto e incivile sopra le nostre teste.
Quindi a fronte di tutto questo che cosa facciamo, non ne parliamo, non ci confrontiamo, non ragianiamo e mettiamo la testa sotto la sabbia perchè un gruppetto di psicotici complottisti scrivono e ipotizzano cazzate?
Dobbiamo lasciare che un Barney mandi in vacca una discussione seria solo per questo?

Vincenzo Bonomo ha detto...

OT
http://pepe.blogautore.repubblica.it/2016/07/25/contro-la-cannabis-legale-ipocrisia-ideologia-paura/?ref=HREA-1

domenico canino ha detto...

Il timing di Rossi.

L'argomento principe contro Rossi sembra essere diventato il timing. Cioè sono più di 5 anni che annuncia un prodotto che non arriva mai a scaffale. Io non credo che questo sia un argomento sensato. Le difficoltà di trovare soci affidabili, il dover esser scappato dall'Italia agli USA, e le difficoltà di rendere affidabile una tecnologia così nuova e capricciosa. E' una strada irta di difficoltà oggettive. Senza contare la cosa più importante, che se il gatto funziona bene, è affidabile e va sul mercato, un intera economia dell'energia e delle commodity, comincia a morire. E dunque questa "vecchia" economia non sta certo a guardare Rossi che li fa fuori, senza colpo ferire. Io direi che mi meraviglia molto che Andrea Rossi sia ancora vivo. Mi dispiace che tanta costanza e lavoro non siano stati ancora premiati adeguatamente. Ed ho paura che non sarà lui a cogliere per primo il frutto proibito. Arriverà qualcuno tipo me365, che lavorando nell'ombra e senza ostacoli, riuscirà a fare un prodotto affidabile e forse renderlo open source.

Alessandro Pagnini ha detto...

@ Domenico

Sostanzialmente d'accordo. Lo scenario è di quelli da brivido se si considerano gli interessi in gioco e in tale contesto le mosse di chi vi opera non possono essere libere e lineari. Credo che alcuni contestino anche il non aver fornito prove inoppugnabili di funzionamento in questi 5 anni. Infetti non si può dire che di certo funziona, anche perchè scientificamente questo lo si sancisce con REPLICHE e nemmeno pochine, perchè alcune ci sono state, ma sono considerate non credibili, non sufficenti e Rossi ha fornito il minimo di indicazioni utili per ottenere un brevetto, non facilitando la strada dei replicatori.
Inoltre, date le premesse che hai ricordato, in maniera quasi automatica e senza necessariamente pensare ad un GOMBLODDO stile incappucciati che si riuniscono in misteriosi castelli, abbiamo una reazione delle forze in campo, atta a scoraggiare chiunque operi a favore di tecnologie con così ampia e destabilizzante ricaduta economica. Sarebbe ingenuo pensare il contrario. Questo porta anche al trolleggio fanatico, come conseguenza di un clima culturale nel quale vengono esaltati il negazionismo a prescindere e umiliati lo scetticismo e l'apertura mentale che dovrebbero essere la linea guida del ricercatore libero. Si crea un clima in cui è difficile percepire anche solo come realisticamente possibile, un fenomeno come quella delle LENR. Questo credo che a Rossi, nelle giuste dosi, vada benissimo e lo schermi da un interesse che altrimenti diventerebbe troppo ingombrante.
Quindi? Visto che Rossi ha velleità da industriale e non vuole aprire completamente i cassetti dei suoi segreti, ci rimarrà il dubbio finchè nopn avremo il prodotto sul mercato, al che ci sarà un veloce reverse engineering e un cospicuo fiorire di teorie sul suo funzionamento e di varianti pensate per aggirare i brevetti. Ovviamente se il gatto miagola a dovere e come si spera che faccia.

domenico canino ha detto...

@alessandro
E' così. Il dubbio rimarrà sempre sino a che ogni lab del mondo potrà almeno replicare il principio con misure incontestabili. Ma questo non riguarda me. Io ho prove dirette da fonti Enea che funziona, anche se instabilmente. Prove inoppugnabili de visu di un test di anni fa. Simile a quello di Camillo, quando Rossi ancora cercava soldi in Italia. All'Enea dopo il test positivo arrivarono ordini dall'alto di lasciare stare il Rossi, non perchè il gatto non funzionasse, ma proprio perchè funzionava! E quindi avrebbe mandato a carte 48 tutti i programmi di finanziamento europei dell'ente statale, che erano nel solco del vecchio nucleare. Li aveva spaventati a morte! Fu una operazione infingarda a protezione del proprio orticello. Quindi, la penso come te, senza pensare ac hissà quali complotti ed incappucciati ridicoli, c'è solo la somma di tanti interessi contrastanti. Molti non ci pensano, ma io ho un amico taglialegna con cui scherzo sempre, che afferma che se Rossi arriva con il gatto, non si taglieranno più boschi per legna da ardere. Un intero mondo che neanche internet aveva scalfito. E pensa alle aziende che fanno motoseghe, lame, camion da legna, accessori. E' un piccolo mondo rispetto al petrolio, petroliere, gas, stati interi come Russia, Nigeria, Venezuela, paesi Arabi, etc. Ma anche loro perderanno una intera filiera industriale. E così via. E noi siamo complottisti se pensiamo che qualcuno anche in USA mette il bastoncino tra le ruote del gatto? Ma vah, allora io sono complottista.

Alessandro Pagnini ha detto...

@ Domenico

Tranquillizza il tuo amico taglialegna, il fascino e la compagnia di un camino acceso, saranno solo accompagnati dal gatto, non sostituiti. Magari coi soldi risparmiati sulla bolletta si deciderà finalmente di realizzare il caminetto da tempo in programma :-)

RED TURTLE ha detto...

Cari ecattolixi e non; Mi sembra poco probabile che permettano la vendita al vasto pubblico di una caldaietta nucleare. Che qualcuno potrebbe modificare per bombardare con neutroni il vicino antipatico...
(Tipica ingenuità da grande scienziato puro).

Proprio perche son nato in Venezuela posso assicurare che la tecnologia LERN perfezionata da Rossi e Focardi ha delle applicazioni nell'industria petrolifera del petrolio pesante, del cracking e nella iniezione di vapore per estrarre il rimanente petrolio dai vecchi pozzi... Salvandoci cosi dall'orrore delle piattaforme petrolifere in mare... 1) Generazione di vapore anche a bassa temperatura, tipo 200 gradi, da iniettare nei pozzi 2) generazione di calore per il cracking sia termico che catalitico. 3) se si raggiungono i 1000 gradi centigradi può essere utile per la produzione di idrogeno, sia da vendere come tale per auto a pila di combustibil . Ome la Honda Clarity... sia da mescolare al metano (al 10-20%) per ottenere il Hythane... Perfettamente adatto ai motori a combustione interna attuale.

Non solo... Gli attuali reattori nucleari potrebbero vedere sostituito il reattore nucleare con un reattore LERN e dunque tutti i vaporizzatori e le turbine che attualmente industrie come Ansaldo stanno per buttare... Potrebbero essere sfruttati.

Inutile andare controcorrente in paesi come gli USA che hanno la risorsa nucleare, petrolio, carbone, vento, solare e tutte le lobbies correlate. Meglio puntare su Giappone, Cina e infine l'Italia... Che prima o poi si sveglierà, no?

Giancarlo Rossi

RED TURTLE ha detto...

In quanto alle scie chimiche sono sopra i nostri occhi... Nonostante in questi ultimi anni la CO2 sia aumentata... Non sono aumentate le temperature medie nelle aree irrorate... Eccetto che in paesi con poche scie chimiche, come L'India ed il bacino dell'Oceano Indiano.

Dunque e una manipolazione climatica con uno scopo... Sto aspettando un auto piccola, ibrida con motore a Hythane, batterie per fare 100 km e pannelli solari per trovarmela carica se la lascio sotto al sole per due giorni... Ma nulla... Soltanto cacchiate tipo l'auto parcheggio e roba del genere. Uffa. Poi se l'industria dell'auto fallisce, vuol dire che se l'è cercata (vedi Volkswagen).

G.R.

RED TURTLE ha detto...

In quanto all'instabilità della cella LERN... Anche gli attuali reattori nucleari a fissione sono instabili a certe temperature... In effetti in 75 anni di nucleare xivile NON si e riusciti a costruire un reattore nucleare che funzioni a 1000 gradi (definibile la quarta generazione) e che sia stabile, sicuro, remunerativo... Tutti più o meno scassati dai propri neutroni!

G.R.

domenico canino ha detto...

@Red Turtle
Le tue disamine sono interessanti. Il problema è che in Italia lo abbiamo fatto scappare, i greci di Defkalion lo volevano truffare, in USA IH vuole il gatto ma poi lo vuole bloccare non cacciando i soldi della seconda rata. Secondo me non c'è paese al mondo ormai che è fuori dai giochi di potere globali. Nè Giappone nè Cina. Secondo me la via migliore è cambiare metodo, rendere l'approccio Open Source e ricavare i soldi in altro modo, con licenze low cost e crowdfunding. Solo se la conoscenza sarà per tutti, non sarà possibile fermare il processo. Altrimenti tra 5 anni staremo ancora qui a discutere del nuovo socio di Rossi, che lo ha imbrogliato di nuovo, e niente gatto a scaffale. Fare i soldi con la propria idea è sacrosanto per me, Andrea Rossi ne ha diritto, ma ha scelto un approccio da industriale/inventore ottocentesco. E non ha funzionato.

Alessandro Pagnini ha detto...

Auguro a Rossi la miglior fortuna, ma concordo con Domenico che si sia infilato in un bel ginepraio.
Quanto ai problemi di avere un reattore nucleare, direi che sono assolutamente da tenere presenti. Andrà tenuto però anche presente che, una volta svelato il mistero, che non sembra ormai più tale se non per alcuni (fondamentali ma non nascondibili all'infinito) dettagli, la replicabilità sarà a portata di un passabile hobbista cantinaro, quindi le LENR non faranno parte della nostra vita solo se non funzionano, o se si pensa diffusamente che sia così, altrimenti inevitabilmente dovranno essere affrontate. Vedremo poi con che approccio normativo.

cikagiuro ha detto...

Esperimenti di irrorazione chimica a scopo di controllo meteorologico?
Non solo. Leggete un po' qui:
http://yournewswire.com/australia-to-forcibly-vaccinate-citizens-via-chemtrails/

CLaudio Rossi ha detto...

OT: Il gatto in galleria....

Dear Dr Andrea Rossi:
Can you give us the dimensions of the plant of the Customer that used the energy produced for one year by the 1 MW E-Cat ?
...
Ray

- Ray:
Approximatively:
length 21 meters ( 70′)
width 3 meters ( 10′)
Height 3 meters ( 10′)
Plus the external ancillary components.
....

Forse con qualche problema pure per infilarci il container......
Mi sa che 'stavolta Silvio l'aveva ipotizzata troppo sfarzosa; oppure Rossi ne sta dicendo un'altra delle sue.

Alessandro Pagnini ha detto...

Buongiorno Claudio :-)
Riguardo alle dimensioni del plant, credo si riferiscano alla zona produttiva (comunque improbabile e misteriosa) adiacente a quella del container e interdetta al personale non del customer quindi teoricamente anche ad ih e Rossi. É il motivo x cui non si sa cosa diavolo ci facesse il customer col vapore fornito

CLaudio Rossi ha detto...

@ Alessandro
Ciao Alessandro, giusta osservazione; anche se mi sarei aspettato più "machinery" che "plant" se si fosse riferito alla parte di impianto alimentata dal gatto dal di fuori. Comunque, come al solito, anche queste misure non dicono nulla.
Ciao.

Silvio Caggia ha detto...

@Claudio Rossi
È evidentemente una fabbrica di spaghetti.
Precotti a vapore.

Alessandro Pagnini ha detto...

@ Claudio

Non posso esserne certo, ovviamente ma mi ricordo di aver letto, se non erro in una intervista, alcune dichiarazioni di Rossi dove spiegava come c'erano due aree, una di produzione del vapore e nella quale era alloggiato il gatto e l'altra, seprata da una parete e alla quale non avevano accesso gli uomini di IH e (teoricamente) forse neppure lui, nella quale veniva utilizzato il vapore. Dato che la domanda è "...the dimensions of the plant of the Customer that used the energy produced ..." e dato che, come tu giustamente osservi ci sono ben pochi metri cubi per ospitare tutto, compreso il container del gatto e quello dei PC, nel quale Rossi dormiva e studiava, direi che la risposta di Rossi si riferisce appunto alla sola zona di (sempre teoricamente) utilizzo energia / produzione, da parte del customer.
Da quello che ho letto, IH nicchiava e procrastinava per effettuare il test, che avrebbe previsto l'eventuale esborso da 89 M$ e Rossi si è organizzato per suo conto, trovando un cliente che, a mezzo dell'avvocato di Rossi, che ci ha messo la faccia e si è occupato delle questioni burocratiche, ha aperto un impianto di valutazione per il megagattone. Se poi dietro all'avvocato di Rossi ci fosse davvero qualcun altro è cosa da verificare, come lo sarebbe l'eventuale utilizzo produttivo dell'energia fornita.
Ma in fondo, di questo a noi importa poco. Forse per gli accordi Rossi/IH questo ha un valore, invece a noi importerbbe soltanto sapere se Penon ha fatto bene il suo lavoro e il gatto funziona a modino.
L'idea di Silvio degli spaghetti, data anche l'ora adatta e i richiami del mio stomaco, ha il suo appeal ;-)

CLaudio Rossi ha detto...

@ Silvio

:-))))

Alessandro Pagnini ha detto...

@ Domenico

Cos'è che hai chiesto a Rossi?
Chi è quella tipa di cui la moglie potrebbe essere gelosa?
Stai a vedere che ora invece che a pallate (da tennis), la 'sciura' Rossi prenderà il marito anche a cornate! ;-) :-D

domenico canino ha detto...

@Alessandro
Ha preso una lavoratrice cinese in azienda, scovata dal fiuto di Nevanlinna, tale Shirley Li, e mi è venuto in mente di scherzarci un pò su. Vuoi vedere che è così carina che ci ho preso?

Alessandro Pagnini ha detto...

Ma non si fa così, non si scoprono gli altarini. Un po' di solidarietà maschile, perbacco! :-D

Alessandro Pagnini ha detto...

Una possibile causa dell'insorgenza dei tumori, pare siano i turni di notte:

http://www.ansa.it/scienza/notizie/rubriche/biotech/2016/07/29/i-turni-di-notte-aumentano-il-rischio-di-cancro-ecco-il-perche_144120c2-838e-43a0-8673-a7bc9247ded1.html

Rossi pare abbia rischiato parecchio con il suo stakanovismo durante il test del megagatto

Paul ha detto...

OT:
In questo periodo privo di notizie di rilievo, e in attesa di nuove nuove, suggerisco una lettura sotto l'ombrellone (o dove vi fa comodo):

http://www.nexusedizioni.it/it/CT/matest-agrest-uno-scienziato-alle-origini-della-paleoastronautica-5210

Alessandro Pagnini ha detto...

@ Paul

Grazie del link. Personalmente ritengo molto probabile la teoria degli antichi astronauti. Oggi la sta ripercorrendo con veemenza Mauro Biglino, partendo principalmente da antichi testi, primi fra tutti i libri dell'antico testamento. In effetti attribuire natura 'divina', 'misericordiosa', 'amorevole', 'onniscente', ecc... a Yhawhe e compagnia cantante (gli altri elhoim) è estremamente complicato. Recentemente è stato fatto un esperimento in Olanda, dove ad ignari passanti sono stati fatti leggere alcuni brani dell'antico testamento, da un libro che portava una copertina del 'Corano'. La crudeltà e la spietatezza delle disposizioni attribuite al 'dio' Yhawhe erano tali che gli interpellati si scandalizzavano e concordavano che partendo da queste basi fosse veramente complicato addivenire a pacifica convivenza con gli esaltati che vi si rifacessero. Infatti quegli esaltati hanno fatto le crociate, perseguitato i Valdesi e i Catari, bruciato presunte streghe e altrettanto presunti demoniaci eretici! ;-)
Qualcuno sostiene che La Chiesa stia valutando se affrancarsi dall'antico testamento. Non so se sia vero, ma farebbero una gran bella cosa. Quel libro, con il Dio che vogliamo immaginarci, non c'entra una beata mazza. O lo prendiamo per un bel racconto fantastico stile Iliade e Odissea (e potrebbero anche questi essere poi non del tutto fantastici), oppure se di vicende con un minimo di realismo trattasi, allora siamo in presenza di un libro che narra di guerra e spietate stragi, effettuate in nome del comandante, tecnologicamente vanzato, Yhawhe (pare che in ebraico non esista la parola 'Dio', quindi semplicemnete di nome proprio trattasi)

Paul ha detto...

@ Pagnini: è un argomento certamente affascinante e legato al bisogno che gli umani hanno di divinità. Che pure coinvolge personalità con elevati QI e straordinarie culture. La storia ne è piena. Mi viene in mente Rossi (per non sapere di chi parlare :-)). Lui ammette ad esempio l'evoluzionismo di Darwin, ma reputa impossibile che il caso dell'evoluzione abbia dato origine ad umani come Dante o Einstein.
Quindi, evoluzione si per scimmie, leoni ecc, ma non per l'umanità per la quale lui ritiene indispensabile l'intervento di un "creatore".

domenico canino ha detto...

@ Paul
Letto il link su Agrest.Interessante perchè precedette Sagan. Interessante il riferimento allo Shamir, che non conoscevo. E per Alessandro, ho già detto a Mauro Biglino che fa una fatica inutile a smontare l'antico testamento. E' stato già fatto dagli inglesi nel 1872, quando ritrovarono la storia del diluvio su tavolette sumere cuneiformi di 2000 anni almeno più antiche del vecchio testamento. Oltre al diluvio si è ritrovata la storia della donna derivata dalla costola di Adamo (falso derivato da errore perchè TIL in sumero significa sia costola che vita), il teorema di Pitagora, la conoscenze astronomiche, e moltissimi altri episodi della bibbia, anche il mito di Mosè è preso da una tavoletta narrante la storia di Sargon, infatti c'è la storia del bimbo abbandonato nel fiume con la cesta sigillata con il bitume per la impermeabilità. Particolare divertente in Mesopotamia tra i due fiumi esisteva il bitume e le sabbie bituminise, mentre sul Nilo non esiste il bitume, dunque è la prova che il mito è stato copiato di sana pianta in altro contesto geografico. Ma sopratutto, dopo che vi ho fatto vedete decine di sigilli sumeri ed accadi, e vi risparmio quelli elamiti, hurriti, sud-indiani, che ritraggono oggetti volanti con le prese elettriche sulle stazioni, e molte stazioni trasmittenti con antenne, etc. Cosa vuoi di più? La gente ha paura e giustamente chiude gli occhi dinanzi alla realtà, preferisce un buon dio con la barba bianca su una nuvola, a migliaia di popoli alieni che popolano l'Universo. Contenti loro.

Alessandro Pagnini ha detto...

@ Domenico

Bah....BUON dio un par di zeri! ;-)

Quello biblico di buono forse poteva avere il dopobarba, ma a voler essere parecchio ottimisti!

Del resto come diceva Benigni, che secondo me comunque sui testi sacri sta costruendo un nulla al quadrato, ai tempi dell'Eden una mela costava 'l'ira di dio!' :-D

E questi dei, che poi erano più di uno (monoteismo, ma dove?), tanto che Yhawhe si dichiarò 'geloso' e voleva avere l'esclusiva del servizio del SUO piccolo popolo (quello che probabilmente doveva governare e sarebbe stato un incarico di serie B), guarda caso erano spesso irascibili e una delle più grandi virtù è sempre stata considerata il 'timore di dio'.

Fin da bambino, quel poco che mi era stato letto dell'antico testamento mi suonava parecchio strano. Anche oggi lo conosco troppo poco, ma vorrei approfondire, magari leggendolo con le NON traduzioni che consiglia Biglino, che comunque non fa una fatica inutile, anche se forse non è del tutto originale nella sua analisi. E' una voce in più che cerca di instillare almeno un dubbio nelle menti dei 'fedeli'.
Noi qui sappiamo quanto sia difficile, anche in contesto scientifico, figuriamoci in quello religioso.

E comunque Biglino riconosce la 'copiatura' dai testi Sumeri, ad esempio. Concordo anche con il parallelo che fai con gli scritti orientali (anche quelli vengono citati a sostegno da Biglino), dove si parla dei 'vimana' (il parallelo ebraico credo fosse il 'merkava', se non il 'kavot' ), che sembrano essere proprio oggetti volanti parecchio tecnologici e molto poco etereo/divini.

A proposito, Rossi fa orecchio da mercante riguardo alle tue insinuazioni. Dice che non sa chi sia quella tipa... Urge chiarimento ;-D

domenico canino ha detto...

@daniele
so che sei impegnato in cose più importanti; io posto un raccontino di fantascienza qui a pezzi; se interessa può diventare un post; ciao

domenico canino ha detto...

ALIEN FOUNDATION- Racconto di fantascienza.
Astronave madre ZUMAH oggi in orbita vicino alla Terra. Due persone dialogano tra loro.
Enki - Ricordi quando arrivammo sulla terra 25.000 anni fa ? C’era solo una immensa distesa di acque. E noi abbiamo creato la terra, la vita, gli alberi, gli animali, gli uomini, un capolavoro!
Enlil – Ed alcuni uomini pensano ancora che tutto questo sia accaduto per caso! Se solo conoscessero la fatica ed il conflitti che ci è costata questa creazione!
Enki - Sembra ieri, un pianeta vergine, e noi che finalmente ottenemmo il permesso dal nostro pianeta madre di sperimentare liberamente, senza costrizioni dei ben pensanti tradizionalisti, che ci vietavano le creazioni perché le ritenevano pericolose! Creammo un continente unico di terraferma con grandi esplosioni nucleari ed inviammo dall’astronave madre 7 squadre di scienziati ed artisti per dare vita al più grande esperimento biologico mai compiuto!
Enlil – Non potevamo respirare senza filtri e scafandri perchè l’atmosfera era diversa dalla nostra. Inviammo sette team scientifici in diverse regioni della Pangea, il continente unico che avevamo creato con esplosioni nucleari ed iniziò sperimentazione. Sono i famosi sette “saggi” presenti nelle scritture sumere delle origini, gli ABGAL (padri-grandi) . Gli scienziati si divertivamo un mondo a creare le piante e gli animali più bizzarri ed originali, facevamo un sacco di errori, molti prototipi non funzionavano e furono abbandonati ed ogni volta che gli umani trovano qualche resto dei nostri vecchi prototipi difettosi, pensano ad una specie estinta durante l’evoluzione naturale! Sono ridicoli.
Enki - E’ solo nel diventare creatori che sarà chiaro agli umani come sono stati creati. Quando saranno capaci di padroneggiare la materia e creeranno nuovi esseri viventi dal nulla, allora capiranno che anche loro sono stati creati allo stesso modo. Non dimenticare che anche per noi è accaduta la stessa cosa, anche noi avevamo religioni deiste e miti ridicoli, ma il progressivo avanzare della conoscenza li ha cancellati.
Enlil – Ho un ricordo della Pangea in cui la Sicilia era attaccata alla Grecia, all’ Egitto ad Israele fino alla Mesopotamia, in cui la Francia era attaccata all’America, in cui tutta la terra era un vero paradiso. Quando il nostro scienziato Enzu inventò i dinosauri, fu un divertimento incredibile, tutto il pianeta madre impazziva nel dare le indicazioni più bizzarre nelle forme di vita da creare, era la libertà assoluta senza nessun prezzo da pagare, perché avveniva in un altro pianeta dove non c’erano pericoli.
Enki - Il prezzo non lo avevamo ancora capito, arrivò quando 13.320 anni fa ci fu dato finalmente il permesso di creare degli uomini come noi, con la stessa intelligenza e le stesse caratteristiche fisiche, solo adattate alla nuova atmosfera terrestre. 666 generazioni di 20 anni sono trascorse dalla creazione del primo uomo, 13.320 anni appunto, e le religioni deiste lo spacciano per un numero demoniaco. Lì cominciò il gioco duro tra le equipe di scienziati in competizione.
Enlil – E lì fu compiuto il più grande errore della nostra esistenza, la squadra scientifica delle sette che stava dove è oggi è la Mesopotamia, creò un prototipo di uomo più intelligente degli altri e forse più intelligente dei suoi stessi creatori! Questo ci spaventò moltissimo!

domenico canino ha detto...

Enki - Molti scienziati dei sette team si erano accoppiati con le loro creature terrestri, e ne avevano avuto dei figli. Questi ibridi, nostri stessi figli, ma che respiravano sulla terra furono alla base dei progressi umani. Pretendevano il loro giusto diritto a tutte le nostre conoscenze scientifiche, che agli umani dei primordi avevamo negato, e quindi nacque un grande conflitto con il pianeta madre. Si poteva o no dare il nostro patrimonio scientifico ai nostri figli sul pianeta e quindi anche agli uomini? Mentre ci interrogavamo sul da farsi, qualcuno dei team degli scienziati aveva cominciato il trasferimento scientifico ai suoi propri “figli” terrestri.
E meravigliose furono le creazioni di quegli uomini, navi spaziali, aeroporti, sottomarini, energia illimitata, conoscenze biologiche avanzate che prolungavano la vita da 120 a 900 anni, e poi infine la cosa più grande l’immortalità attraverso la clonazione scientifica, quello che negli scritti sumeri è chiamato “l’albero della vita”.
Il diluvio.
Ma molti sul pianeta madre non potevano sopportare che la creazione divenisse superiore ai creatori. Fu deciso di sopprimere la vita sulla terra. Che brutto giorno quello di 5300 anni fa quando ricevetti l’ordine di distruggere la vita su questo pianeta. Fui proprio io, Enki, a dare l’ordine di distruzione con ordigni nucleari ad alta potenza. Io ero assolutamente contrario, amavo la nostra creazione, ma il consiglio dei saggi Dingir emanò l’ordine supremo.
Enlil - E distruggemmo tutta la vita sul pianeta. Terremoti, maremoti, esplosioni, tutta la civiltà umana fu distrutta e lo stesso continente unico fu frammentato in tanti pezzi che si allontanavano velocemente tra loro. Era l’inizio della deriva dei continenti. Scomparvero quasi del tutto alcune specie viventi, i dinosauri, gli uccelli, i pesci, i mammiferi. Era quello che molte civiltà antiche chiamavano “il diluvio”. Che cancellava del tutto la prima civiltà terrestre che era arrivata a livelli scientifici avanzatissimi, che poi verrà richiamata negli scritti antichi sumeri, ebraici e greci, come il mondo prima del diluvio, l’Arcadia, l’Atlantide. E fu un evento catastrofico così forte da cambiare la natura nucleare di molte sostanze come il carbonio, ecco perché oggi gli scienziati umani sbagliano la datazione degli antichi reperti con il carbonio 14, retrodatando a milioni di anni la scomparsa di molte specie. In realtà tutte queste specie erano state create da noi 25.000 anni fa e sono sparite solo 5.300 anni fa. Sparuti gruppi di uomini ed animali sopravvissero, ma la civiltà era ritornata allo stato primitivo perché tutte le conoscenze scientifiche erano andate perdute. Cominciava per loro una seconda preistoria.
Enki - Questa volta decidemmo di non intervenire, di lasciare gli uomini al loro destino, demmo solo loro delle nozioni rudimentali di agricoltura, allevamento e salute, e gradualmente diminuimmo i contatti con le nostre creature. La vita ritornò ad essere di soli 120 anni. E senza aiuti i progressi umani sono stati lentissimi.

domenico canino ha detto...

Enlil- Gli uomini credono ancora negli dei e contemporaneamente credono nella evoluzione casuale delle specie. Ridicole entrambe le tesi. Non capiscono che tutto è creazione scientifica, anche il più piccolo dei fili dell’erba.
Enki - Jeoshua, il designer del cavallo ha fatto un lavoro bellissimo. Mentre Hattusha con l’ornitorinco si è davvero sbizzarrito. E se pensi alla equipe di quei artisti matti che creò i basilosauri e gli pterodattili! Pensa a tutti i meravigliosi uccelli con piume colori e canti e danze nuziali incredibili, il l’artista creatore ancora si arrabbia quando sente che sono frutto del caso, va in giro dicendo che lui ha fatto tanta fatica e questi umani la attribuiscono al caso. Roba da matti.
Enlil - E gli esperimenti continuano qui ed in altri pianeti. Noi veniamo sulla terra tutti i giorni da 25.000 anni! E questi ancora giocano agli avvistamenti UFO. E la faccenda di Roswell, quando hanno trovato astronauti del pianeta Exxon deceduti in un normale incidente di volo, occultato dai governi. Pensa se sapessero che ci sono migliaia di pianeti abitati nell’Universo, e che noi stessi non ne conosciamo che una frazione infinitesima.
Enki - Non siamo intervenuti per millenni nel destino degli uomini, ma nel 1945 hanno cominciato a giocare agli atomizzatori con Nagasaki e Hiroshima. Non si rendono conto di quello che fanno. Siamo intervenuti più volte a sorvegliare ed impedire altri disastri atomici. Sono ancora vivi grazie a noi. Glielo diremo quando saranno capaci di creare a loro volta la vita umana dal nulla, allora capiranno e saranno pronti ad accettare altre forme di vita ed il fatto che loro stessi sono una creazione scientifica.

domenico canino ha detto...

Enlil - I tempi non sono lontani, i progressi ci sono, ma ci sono troppe resistenze. Sono proprio i ministri di culto religioso i primi a sapere che non esiste nessun Dio, perché conservano gelosamente in segreto gli antichi scritti che raccontano la verità sulla creazione dell’uomo sulla terra, ma si guardano bene dal divulgarla, perché perderebbero il loro immenso potere. Meglio per loro che gli umani continuino a credere al buon vecchio Dio con la barba bianca su una nuvola. Ed invece dopo che gli uomini conosceranno la verità sulle loro origini tutto apparirà chiaro, succede a tutti i mondi abitati prima o poi. E tutte le antiche religioni appariranno come preistoria di popoli primitivi.
Enki - Finalmente capiranno che la più grande magia è la scienza, ed ogni cosa che appare misteriosa ha una spiegazione scientifica. E che l’immortalità esiste solo se si clona un essere umano, e si trasferisce il back-up del suo cervello nel nuovo corpo creato. Che esiste la vita eterna ma solo attraverso la clonazione. La vita finisce se qualcuno non fa qualcosa per continuarla. E che il cervello degli uomini adeguatamente sbloccato con una manovra elettrochimica diventa molto più potente. E che la differenza di conoscenze tra noi e loro è ancora così grande, che possiamo distruggerli come e quando vogliamo, del resto lo abbiamo già fatto! E da quella antica distruzione che nelle religioni si è sviluppato il timore degli dei.
Enlil - E soprattutto che noi siamo uomini esattamente come loro, con i difetti, con le debolezze, con gli errori, solo abbiamo 25.000 anni di avanzamento tecnologico di vantaggio, è questa la nostra ”magia”, per cui i primitivi uomini terrestri, pensavano che noi fossimo degli Dei. E che anche noi abbiamo fatto un percorso faticoso di conoscenza e coscienza, fino a conoscere i nostri creatori, una specie ormai scomparsa proveniente da un’altra parte dell’universo che non conosciamo. Insomma, sappiamo molte cose più degli uomini, ma in realtà non sappiamo proprio niente.
Enki - E che tutte le specie viventi di questa parte di universo dovrebbero scambiarsi conoscenze ed informazioni, non appena raggiunto un livello di evoluzione sufficiente, per collaborare, per progredire ancora, per studiare i movimenti dei pianeti e dei sistemi galattici, per trasferirsi da un pianeta all’altro se questo dovesse morire. Che la cosa più importante è che la vita continui, che sopravviva in ogni angolo dell’ Universo, perché per un motivo qualunque, possiamo sparire tutti in un attimo.
Enlil- Ma se oggi noi scendessimo sulla terra per rivelare la verità ai terrestri, nessuno ci crederebbe. Direbbero che siamo una specie aliena ostile, che racconta questa storia per dominare la terra, per colonizzarla, per sfruttare le loro risorse, etc. Oppure ci scambierebbero di nuovo per Dei sovrannaturali, se per caso mostrassimo la nostra potenza tecnologica. E potrebbero dire, sì certo voi siete i nostri creatori va bene, ma a voi chi vi ha creato? E voi lo avete chiesto lo stesso ai vostri creatori? E così via, e noi non saremmo in grado di rispondere. Nessuno lo è. E tutti i popoli che abbiamo conosciuto in tutta la parte dell’ Universo che abbiamo esplorato, hanno più o meno la stessa storia. E nessuno sa come è andata all’inizio. Sappiamo solo che l’ Universo è un essere vivente esattamente come noi, e le galassie ed i pianeti forse sono solo gli atomi di una sua molecola. Ma la scala è così grande che non sapremo mai se è un uomo o un altro essere, così come i nostri atomi costituenti non sapranno mai di quale organismo fanno parte.

domenico canino ha detto...

Enki - E se gli facessimo vedere la registrazione audiovisiva di ogni attimo della vita del pianeta terra da 25.000 anni in qua? E gli mostrassimo lo stato del pianeta tutto coperto d’acqua, e poi quando abbiamo creato il continente unico e poi tutti i passaggi di creazione delle specie? E di quando lo abbiamo disintegrato con le esplosioni atomiche che loro chiamano “il diluvio”? E se gli facessimo vedere la rinascita delle civiltà umana con le civiltà sumere, egizie, indiane e di come sono state costruite davvero le piramidi di Giza con i filmati di lavorazione? E se gli mostrassimo il filmato della costruzione di Roma dalle origini sino alla fine dell’impero? E se gli smontassimo tutta la storia e l’archeologia che si sono inventati di sana pianta interpretando male i reperti del passato? E se gli facessimo vedere un la creazione in laboratorio di un T-Rex e poi il suo rilascio in libertà nelle savane di 15.000 anni fa? E tutti gli imbrogli delle religioni e dei governi nei secoli per nascondere la verità sulle origini della vita? E se gli mostrassimo il nostro teletrasporto con il quale arriviamo dalla nostra costellazione sulla terra in un batter di ciglia? E le enormi possibilità della tecnologia del viaggio nel tempo, che noi usiamo abitualmente per andare a vedere se catastrofi interstellari minacciano i nostri pianeti? Ed intervenire di conseguenza. Dovremmo fargli vedere come noi siamo in grado di fare cone le galassie le cose che loro fanno con gli atomi, sarebbe divertente.
Enlil - La percezione del fenomeno non dipende dalla qualità delle prove, ma dall’intelligenza di chi le riceve.
Enki - E se nel frattempo altre specie aliene si rivelassero in maniera palese agli umani, prima di noi creatori? Questo potrebbe aprire la mente chiusa dei terrestri e prepararli finalmente ai contatti con altre civiltà, senza necessariamente sapere che essi sono frutto di una fondazione aliena.

domenico canino ha detto...

Enlil - I governi della terra sanno con certezza che esistono molte altre specie nell’Universo per contatto diretto e per osservazioni spaziali, ma non lo rivelano perché pensano che le masse non siano ancora pronte.
Enki - E se gli mostrassimo gli effetti della immortalità scientifica che noi pratichiamo da 25.000 anni? Se gli facessimo vedere come gli umani che noi abbiamo voluto salvare per le loro capacità ed abbiamo clonato sono ancora vivi e vegeti in una nostra base? Se gli facessimo raccontare da Leonardo da Vinci come e perché lui dipingeva e progettava certe cose, invece delle sciocchezze che loro si sono inventati? Oppure gli facessimo conoscere Gesù di Nazareth, che è uno dei nostri più geniali figli ibridi, che sta meravigliosamente bene nonostante la crocifissione, e si diverte quando ascolta le sesquipedali fesserie narrate dalla religione ”cristiana” in suo nome?
Se presentassimo loro alcuni uomini del passato che hanno meritato l’immortalità, per i progressi scientifici, come ad esempio Albert Einstein che strimpella bellamente il violino tutti i giorni e ride della sua teoria della relatività, dopo che ha conosciuto la ben più avanzata scienza dei creatori, ed in base a quella sta collaborando a grandissimi nuovi progetti scientifici con un super team in cui ci sono anche Tesla, Fermi e Maiorana…
Oppure fargli vedere Michelangelo Buonarroti, Leonardo e Caravaggio dipingere tutti insieme ridendo e scherzando, con Picasso, Van Gogh e Francis Bacon.
Oppure vedete all’opera Moliere, Shakespeare e Pirandello mentre mettono in scena i loro nuovi lavori. Le loro meravigliose opere risplendono nel loro paradiso, che non è affatto un mondo statico, ma un meraviglioso mondo dinamico e d in continua evoluzione scientifica, artistica e filosofica. Se sapessero quali film ha girato il Caravaggio, e come Leonardo abbia lavorato alle scenografie con invenzioni fantastiche.
Se gli facessimo vedere quello che loro chiamano “il paradiso”, cioè una base extraterrestre in cui vivono eternamente e felici tutti gli uomini e donne che noi abbiamo clonato? E se gli spiegassimo che attraverso alcuni individui umani dotati di capacità telepatiche superiori, loro si mettono davvero in contatto con gli uomini di questo mondo extraterreno e loro si divertono come dei matti a giocare ai fantasmi? Che si sbellicano dalle risate nel vedere le reazioni che provocano in dei poveri primitivi che credono negli spiriti? In realtà i medium terreni sono solo individui che usano la loro ghiandola cerebrale e le sue antenne nel sistema pilifero per trasmettere dati ed immagini né più ne meno di una trasmissione di onde radiotelevisive. Niente sovrannaturale e niente magia, ma solo una tecnologia troppo avanzata per esser capita. Questo chiuderebbe il cerchio tra le loro antiche religioni e realtà scientifica. Tutto apparirebbe chiaro.

domenico canino ha detto...

Enlil– L’intelletto che decodifica la realtà, è merce rara e preziosa in tutto l’Universo, bisogna che gli uomini più intelligenti conducano gli altri per mano lungo il cammino. Del resto anche il nostro pianeta è pieno di imbecilli che continuano a frenare il progresso e la scienza, nonostante noi oggi possiamo muovere le galassie!
Domenico Canino

Paul ha detto...

Bello il racconto (?) di fantascienza (?)

Questo è invece un romanzo di Urania la cui trama ha molto punti in comune:
https://www.amazon.it/gp/product/B01BTFINBM/ref=oh_aui_d_detailpage_o01_?ie=UTF8&psc=1

si può scaricare da Amazon in formato kindle.

domenico canino ha detto...

grazie Paul

cikagiuro ha detto...

Alessandro Pagnini: "Una possibile causa dell'insorgenza dei tumori, pare siano i turni di notte"

Si, ma perchè?

Peccato che non si spieghi che stando svegli di notte e quindi in condizione di luce, anche se articiale,la ghiandola pineale non secerne melatonina la quale ha bisogno del buio per essere prodotta. Pertanto è vero quanto osservato sulla possibile causa d'insorgenza dei tumori,ma che di conseguenza porta dritto dritto al ruolo fondamentale che svolge la melatonina nella cura e prevenzione dei tumori. E chi è stato colui che ne ha scoperto le sue proprietà conoscendone ogni effetto più di chiunque altro mondo? Gira e rigira si ritorna sempre a lui: il prof. Luigi Di Bella.

Alessandro Pagnini ha detto...

@ cikagiuro

Ho letto anche quella teoria, da qualche parte.
Poi c'è chi sostiene che sia solo la sindrome da abbandono del nido e infatti nelle donne tende a localizzarsi al seno (così mi si dice). Insomma le teorie sono tante. Per adesso mi limiterei a prendere atto di una evidenza statistica e aspetterei qualche conferma più 'basata' sui meccanismi che danno origine al tumore dei 'nottambuli'.


@ Domenico

Bello il racconto! Su alcune cose di base tendo a pensarlo assai realistico. Non su altre, magari.
Ah, manco farlo apposta, ieri sera ho visto un servizio che parlava della teoria degli antichi astronauti, su 'Focus TV'. Ho visto qualche spezzone soltanto, ma mi è bastato per capire come era orientato. Prendiamo i disegni di Nazca: si è detto che i sostenitori delle teorie degli antichi astronauti ritengono che fossero piste di atterraggio per astronavi(a me risulta diversamente comunque, almeno secondo qualcuno), ma purtroppo il terreno si è dimostrato troppo soffice per reggere il peso di una astronave (ovviamente avevano i dati tecnici delle stesse), quindi passiamo oltre!!!
Poi un'altra perla che avrà fatto saltare sulla sedia proprio Biglino: coloro che sostengono che nei testi biblici ci siano riferimenti alla teoria degli antichi astronauti, si basano su un unico versetto: "Facciamo l'uomo a nostra immagine e somiglianza" nel quale però il plurale sarebbe una sorta di plurale maiestatis e il resto non ho capito bene come lo giustificavano, ma lo sappiamo tutti come viene spiegato al catechismo.
Non ho visto molto altro, a parte una spiegazione, che ritengo invece plausibile e che già conoscevo, sul trasporto dei Mohai dell'isola di Pasqua (praticamente 'abbambinandoli'), che serviva probabilmente a depotenziare i dubbi su blocchi di pietra che sfiorano le 100 tonnellate, squadrati e giustapposti con masochistica precisione in alcuni siti sudamericani, magari pure in montagne non semplicissime da scalare, in alcuni casi.
Insomma, era chiaro che il taglio capzioso del servizio non era fatto per porre in evidenza le questioni dubbie, ma per trollarci su. Una pena!

Quando vedi tanta faziosità nel presentare le cose, ti viene da prendere sul serio persino David Icke! ;-D

domenico canino ha detto...

@alessandro
il livello dei documetari di Focus su alieni etc. è per quelli di bocca molto buona, un pubblico poco informato all'americana, che deve essere preso all'amo facilmente. Non è niente altro che divertissement. il 18 luglio ho collaborato ad un servizio su Voyager e la puntata ha fatto quasi due milioni di persone. Anche quello è un programma che fa sano divertissment, con belle magini. E' un grande spot, poi chi vuole approfondisce da solo su altri media, in questo sono d'accordo con Giacobbo. Quello che ho scritto io è un pasticciaccio di tutte le cose che ho studiato e delle nozioni che ho assimilato. Da prendere cum grano salis. In tutti i sensi.

Alessandro Pagnini ha detto...

@ Domenico

In genere è come dici tu, ma tipicamente sono molto possibilisti, quasi strizzano l'occhio agli amanti del 'mistero', invece in quel caso l'approccio era assolutamente diverso: far passare da idioti i teorici degli antichi astronauti, almeno per quello che ho visto io.

bertoldo ha detto...

http://www.informactionvideo.info/video/video-scienziati-russi-annunciano-una-206377/ ma è vera questa notizia ?

gabriele ha detto...

Ciao Domenico, bello il racconto, lo hai scritto tu?

In particolare mi sono piaciute le seguenti frasi (*):

"E’ solo nel diventare creatori che sarà chiaro agli umani come sono stati creati."

"La vita finisce se qualcuno non fa qualcosa per continuarla"

"La percezione del fenomeno non dipende dalla qualità delle prove, ma dall’intelligenza di chi le riceve."

Sull'ultima, guarda caso, mi sa che ti ci ritrovi nell'affaire Rossi :-)

bel sognar e oziar

(*) Io sono della convinzione che spesso quando si scrivono raccontini brevi essi nella mente dell'autore nascono per "avvolgere" qualche frase/concetto che ne rappresenta l'essenza. E' il tuo caso?

Alessandro Pagnini ha detto...

@ Bertoldo

La notizia mi risulta vera, nel senso che effettivamente questi signori hanno annunciato quella scoperta. Nessuno se li è filati, però. Tieni presente che si sono presentati con tecnologie in grado di trasformare il rame in oro e contemporaneamente con la richiesta di finanziamenti. Un po' come quelli che su alcune tv vendono a te i numeri vincenti del lotto, anzichè giocarseli direttamente.
Comunque se non ricordo male qualche commento sulla notizia era passato anche qui sul blog.


@ Gabriele

"...Sull'ultima, guarda caso, mi sa che ti ci ritrovi nell'affaire Rossi :-).."

Verissimo! :-)
Data la generale incredulità al riguardo direi che se poi si confermasse tutta una bufala, dovremmo prendere felicemente atto che l'intelligenza è più diffusa e consistente di quanto a volte pessimisticamente si ritiene. In barba al famoso assunto: "La quantità di intelligenza presente sulla Terra è una costante, la popolazione è in aumento" ;-D

bertoldo ha detto...

se è cosi passeremo dall'età dei soldi all'età dell'intelligenza pura , non relativa ai soldi ...

bertoldo ha detto...

http://www.altrogiornale.org/cose-la-fotosintesi-inversa-realizzata-un-italiano/

domenico canino ha detto...

@Gabriele
sì, il raccontino è mio, e ovviamente rappresenta in parte il mio pensiero. Ma è anche divertissment. Con il tempo ho capito che la verità arriva meglio al pubblico attraverso la fantascienza, la fiction che attraverso i saggi. Per questo ho fatto Voyager il 18 luglio e per questo scrivo questi raccontini, penso arrivino di più al pubblico. Anche i due racconti precedenti Sila Atlantis del 2005 ed il pianeta delle macchine pubblicato sul blog 22 passi nel gennaio 2012, hanno lo stesso obbiettivo.
@bertoldo
interessante grazie; io ho sempre pensato che la trasmutazione di elementi è una tecnologia cui è possibile arrivare in tempi non biblici, e relativamente semplice. Ci stiamo avvicinando, ma penso che sia più facile con le LENR.

MISTERO ha detto...

@Ale
Tieni presente che si sono presentati con tecnologie in grado di trasformare il rame in oro e contemporaneamente con la richiesta di finanziamenti.

E' una falsa obbiezione!
Prova a presentarti in banca con un lingottino di 10 kg senza giustificare la provvenienza, poi mi racconti cosa ti è successo. ;-)

Produrre oro e altri metalli preziosi in modo non "comune" e non riconosciuto e tracciabile ti mette nella condizione di essere un trafficante, sei costretto a rivolgerti al mercato nero con tutto ciò che comporta.
Te li vedi dei scienziati russi alle prese con malavitosi, mafiosi, etc?

@Domenico bel racconto.
Forse ho trovato un errore:
ecco perché oggi gli scienziati umani sbagliano la datazione degli antichi reperti con il carbonio 14, retrodatando a milioni di anni la scomparsa di molte specie.

La datazione del carbonio 14 arriva al massimo a circa 50.000 anni. Le datazioni dei dinosauri sono state fatte in base al luogo di ritrovamento e la datazione degli strati geologici, sulla base della misurazione radiometrica dei sedimenti vulcanici (solitamente uranio piombo) depositati sotto e sopra il reperto.
Quasi mai nessuno ha fatto una datazione al radiocarbonio su ossa fossili dei dinosauri proprio perché il limite è di circa 50.000 anni.
Quei pochi che hanno tentato con il radiocarbonio hanno dato risultati impossibili secondo la scienza ufficiale!
http://www.ilnavigatorecurioso.it/2015/01/27/uomini-e-dinosauri-contemporanei-il-fossile-che-inquieta-i-ricercatori/

Tieni presente che recentemente sono state misurate delle variazioni dei tempi di decadimento di molti isotopi, si pensa sia dovuto ai raggi cosmici.
Già questo dovrebbe bastare per rimettere tutto in discussione in merito ai sistemi di datazione.

Se poi l'intero pianeta è stato nuclearizzato o meno, questo al momento non ci è dato saperlo con certezza, secondo alcuni ritrovamenti non si può escludere, come secondo alcuni testi antichi e relativi racconti non si può escludere.
Ma se prendiamo per verità certi racconti, documenti, reperti, etc, non vedo l'ora di incontrare questi creatori e pigliarli a calci nel culo!
Dopo che mi sono sfogato, li rinchiudo in una stanza con una milionata di zanzare e me la rido un pochino anch'io... ;-)

domenico canino ha detto...

@Mistero
Oggi si sa bene che il carbonio 14 arriva a 50.000 anni fa, e sbaglia pure. Ma quando è stata formulata l'ipotesi dei milioni di anni per i dinosauri non si sapeva ancora. E continuano a dire che si sono estinti 65 milioni di anni fa con altri argomenti, nessuno dei quali galileianamente inconfutabile. Questo è il senso. Errori ce ne sono molti, è un raccontino/sfogo contro il mainstream, mica la verità rivelata.
Per quanto riguarda i creatori ANNUNAKI od ELOHIM (quelli venuti dal cielo in sumero ed in ebraico) non sarei così cattivo, in fondo ci hanno dato la vita ed il libero arbitrio, semmai siamo noi che non li utilizziamo bene. Solo il "diluvio"/punizione se lo potevano risparmiare, è stato una atto di paura della nostra superiore intelligenza potenziale. Ma forse si sbagliavano...

Merlian ha detto...

IH accusa Rossi di avere architettato una frode con un test falso e senza un cliente!
https://www.lenr-forum.com/forum/index.php/Thread/3560-The-Industrial-Heat-Answer/?postID=31145#post31145

domenico canino ha detto...

@merlian
Uno dei due mente tra Rossi e Darden ed è un truffatore. Io propendo razionalmente per Darden. Ha almeno 6 truffe alle spalle con le sue società fallite con i soldi spariti. Lo fanno abitualmente, Rossi gli è servito come specchietto per le allodole per raccogliere fondi. Qui ha raccolto fondi e voleva di nuovo sparire con il malloppo. Nessuno ricorda di quando ha fatto mesi di prove perima di sganciare i primi undici milioni di dollari della tranche, oppure i due anni e mezzo di due diligence di Woodford prima di mettere i 50 milioni di dollari. Dove era Darden allora? Lui accusa Penon e Fabiani di aver taroccato questo test. Se è coerente deve denunciare Rossi & co anche per tutti i test precedenti, evidentemente anch'essi taroccati. Perchè allora non ha fatto causa a Rossi PRIMA DEL TEST anche per riavere gli 11,5 milioni già sganciati? No, non mi quadra, non c'è logica.

Alessandro Pagnini ha detto...

@ mistero

Potrebbe essere vero quello che dici e quindi non essere così semplice utiizzare la trasmutazione in Russia. In Italia basta fare un giro ad Arezzo e trovi subito il modo di impiegarla. ;-)
Sono d'accordo sulle pedate da distribuire generosamente ad almeno qualcuno dei tiranni elohim, in particolare proprio a quello di nome yhawhe. Se é sempre vivo, magari c'é speranza !

Alessandro Pagnini ha detto...

@ Domenico

Ih il test non lo voleva fare x non sborsare i soldi e Rossi si é costruito un cliente. Forse dietro il suo avvocato c'era davvero una grossa società e forse no, ma dal punto di vista scientifico conta solo la bontà delle misure che forse non sono in grado di demolire ed ecco che si attaccano a cavilli che forse potrebbero anche fargli risparmiare i soldi e mettere in crisi Rossi che non potrebbe forse più neppure scaricarli come partner. Spero che in termini legali il.cliente fosse ineccepibile, o Rossi potrebbe perdere in tribunale. Non é uno sprovveduto. Speriamo bene

camillo ha detto...

@ Pagnini,
Rossi aveva creato un cliente fasullo anche nella prova di Bologna, ora sappiamo che in quella prova i dati forniti erano falsi in quanto qualche giorno prima nelle prove preliminari, attaccando il generatore autonomo, la maggior parte delle resistenze interne degli E-Cat erano saltate.

Ora che un ricercatore faccia dei sotterfugi per portare avanti una ricerca ci sta, soprattutto nel campo del LENR dove l'opposizione non scherza ed usa sotterfugi anche peggiori.

Il punto è un altro, bisogna guardare se il sotterfugio è fatto a fin di bene, perchè ci crede, perchè vuole portare avanti la ricerca? Oppure è fatto per accumulare denaro?
Esiste ovviamente una via di mezzo cioè per tutti e due i motivi.
Per quello che ho visto e in parte sperimentato, il COP è basso io suppongo che (senza stimolatore ad impulsi elettrici di cui non so molto) non si arrivi ad un COP 2
E' da molti anni che lo dico: non convince nè la ripetibilità nè il COP, per il resto il fenomeno c'è.

Ora se Rossi avesse veramente in mano qualcosa di industrializza-bile, dato che il brevetto ce l'ha,dovrebbe mettere in commercio qualcosa, invece da molti anni, rilancia il gioco, demanda, confonde... insomma.. anch'io, che sono un sostenitore del LENR, ad un certo punto dico ... i conti non tornano. Quello che traspare è sete di accumulo... fame di denaro TANTO.
Mentre Amore altruistico, per far si che l'umanità ce l'abbia, poco e in continuo ribasso.
Canino dice:"Uno dei due mente tra Rossi e Darden ed è un truffatore..."
Forse ambedue non la raccontano giusta...

domenico canino ha detto...

@Camillo
Io non mi aspetto nulla di concreto sul mercato da Andrea Rossi. Ho scritto più volte che il suo approccio money-oriented non funziona ed infatti non ha mai funzionato. Ma non perchè non ha la tecnologia come pensano tanti, ma perchè essere un inventore bravo non c'entra nulla con essere un bravo imprenditore. Io e Mistero glielo abbiamo ripetuto per anni. E poi è duro, non impara mai dai propri errori, cerca sempre gentaglia con il lanternino.La sua mentalità è onsoleta. Per una tale tecnologia "disruptive" l'unica cosa che funziona è l'approccio Open Source, vi dico tutto e voi tutti replicate e nessuna multinazionale ci potràmai fermare. E' stato così per internet. nessuni immaginava che una rete interna per il CERN diventasse una cosa così potente all'inizio.- Per contro Andrea Rossi ha i grand emerito di avfer aperto la strada delle LENR che prima di lui era una barzelletta, ed invece ora le studiano tutti. Io spero in un ricercatore indipendente tipo Me365 o similare,che trova una soluzione con un cop sufficiente e la rivela a tutti senza sotterfugi. E diventa più ricco di Rossi senza brevetti, ma con premi e contatti.

sono solo un misero test ha detto...

@Camillo

come più volte ripetuto, o porti dei riscontri in merito a quanto dici relativamente ai test di rossi, in merito ai quali dici di saperne di più di quanto ne sappiamo noi che pure cerchiamo di tenerci informati, altrimenti sei vivamente pregato di anteporre alle tue affermazioni un "secondo me...", oppure: "mi ha detto un conoscente che...", o qualsiasi altra cosa che faccia capire al lettore la tua onestà intellettuale.

se porterai questi documentati riscontri, saremo ben lieti di avere nuove informazioni e ben grati a te di averle condivise.

messa così come l'hai messa giù tu, tutto all'indicativo e senza un condizionale, la formulazione è inaccettabile da parte di un docente.

Alessandro Pagnini ha detto...

@ Camillo

Io ricordo che Rossi fece un test a metà potenza probabilmente perché una parte dei reattori si era rotta e quindi potresti avere in parte ragione, ma Rossi dichiarò di poter usare solo metà reattore. O ti risulta diversamente?
Sull' approccio troppo egoistico di Rossi, nonostante una certa simpatia x il personaggio e anche una sincera ammirazione x la sua tenacia, concordo con te e Domenico. Comunque che il gatto sia ancora critico rossi lo ha fatto capire anche recentemente sul jonp. Il cop ddovrebbe ormai aver superato il 6, visto che Rossi continua a dichiarare questa soglia minima. Comunque di certezze non ne abbiamo. Tutto é molto opinabile, pro e contro Rossi

camillo ha detto...

@sono un misero test,
pensavo che quanto detto sulla prova di Bologna fosse di comune conoscenza, forse non tua ma per gli altri sì.

Che le cose siano andate come detto a Bologna mi è stato riferito da DIRETTAMENTE da persona che c'era dentro: l'attendibilità è tale che la probabilità di verità è del 95% (in fisica è il massimo che diamo)

Figurati se mi vado ad inventare una roba del genere o se mi permetto di dirla senza essere praticamente certo della cosa, guarda io non ho nulla da difendere.

Chiediti piuttosto perchè non mette in commercio un E-Cat casalingo? Sono 4 anni che dice di averlo.
Dato che il brevetto ce l'ha e la proprietà intellettuale non gliela toglierebbe nessuno, potrebbe mettere a disposizione di tutti i ricercatori decine di E-Cat ogni gruppo lo prova e lo studia, lo possono fare alle università, ai centri specializzati dove preferisce (anche qui su 22 passi potremmo benissimo organizzare una prova). Consegna gli apparati e aspetta i risultati... che ci vuole?

Invece c'è sempre uno strano movimento, tutto nascosto, tutto ingarbugliato.
Ora ti do la mia opinione, ho precisato che è mia OPINIONE (quando serve lo dico). Sai che ho avuto per le mani un E-Cat (vedi altra discussione)pur non potendo darti prove certe come giustamente chiede Mario Massa posso darti l'opinione che mi sono fatto: Rendimento probabile compreso tra COP 1,5 2,5,
A MIO PARERE il fenomeno LENR c'è al 100% quindi faccio parte dei possibilisti.

Ma con questo rendimento non se ne fa nulla di industriale, meglio una pompa di calore (detto anche da FOCARDI).
Il dato che veramente mi manca è la ripetibilità, la procedura di innesco dell'E-Cat da me visionato era "strana" e piuttosto complessa. Non è che partiva immediatamente doveva subire cicli di "pompaggio" opportuni. Visto che l'accensione iniziale era così complessa mi sono confermato nell'idea che non tutti gli E-Cat partano (OPINIONE PERSONALE)
Domanda che mi tormenta: Qual è la percentuale di E-Cat che si innesca?

Mi manca l'informazione sullo stimolatore; si tratta di una serie di impulsi intensissimi e ultrabrevi inviati alla resistenza di riscaldamento, sembra una derivazione dei principi di Tesla. Sembra CERTO che le resistenze riscaldatrici siano sovradimensionate, per esempio se il Wattaggio medio è di 300 Watt esse vengono costruite per consumare 3000W (questo è certo)
Perchè?
Ighina ne parla nel suo "generatore di monopolo" (Ho pubblicato io quello che c'è in commercio su insegnamento diretto da lui) Nel suo apparato un avvolgimento calcolato per reggere 24 Volt in continua veniva pilotato da centinaia di Volt con amperaggi disponibili di migliaia di Amper. Poichè però esisteva un piccolo intensissimo impulso ogni giro di 360° per 1/360 (o meno) del tempo era ampiamente sovralimentato per il rimanente aveva modo di raffreddarsi. Questo modo di operare derivava da Tesla che lo aveva scoperto nel suo erroneamente chiamato "trasformatore" Alcune fonti trovate in Internet dicono che Rossi si sia interessato a Tesla e al motore Gray.
Il discorso si fa troppo lungo.

Alessandro Pagnini ha detto...

@ Camillo

Credo fosse il test dove era presente anche Daniele.
Ripeto che Rossi dovette rinunciare a metà del reattore. Lo chiese e lo ottenne. Se era un test taroccato, perché avrebbe ammesso di avere metà reattore ko? E quanti moduli da 10 kw funzionavano invece secondo il tuo informatore? Meno del 50%?
Comunque credo che Rossi non si fidi della copertura brevettuale e tema un aggiramento dello stesso. Pare che brillouin x tramite di Darden, stia adattando alcuni concetti della reazione di Rossi x il loro sistema.
Parlando felinamente, c'é più di un modo x scuoiare un gatto e Rossi ne ha brevettato solo uno

sono solo un misero test ha detto...

@Camillo

pensavo che quanto detto sulla prova di Bologna fosse di comune conoscenza, forse non tua ma per gli altri sì.

Hai scritto che il cliente era fasullo; non si sa chi fosse e chi Fioravanti rappresentasse. Ma se dici "fasullo" stai dicendo una cosa sostenuta senza un benchè minimo riscontro solo dagli unbè. Perchè?

Hai scritto che i dati di quella prova erano "falsi": porta cortesemente della documentazione al riguardo, dato che oltretutto gli stessi dati sono stati confermati da 2 (due) TPR successivi.

Il giorno del test di Bologna (quel giorno, non qualche giorno prima), il problema tecnico che si verificò era relativo alle guarnizioni che non tenevano, e non a "la maggior parte delle resistenze interne degli E-Cat erano saltate". D'accordo con Fioravanti fu quindi deciso di far funzionare il caldaione a metà potenza, 500kw anzichè un Mw. Potrebbe (potrebbe, non sappiamo se li ha) avere anche tutti i problemi che vuoi di affidabilità di funzionamento, ma quando dici che ha problemi di ripetibilità fai attenzione: contraddici l'esperienza diretta di Levi, non dei Rossi says.

Focardi, tra le tante volte anche intervistato da Radio Città del Capo proprio il giorno del test di Bologna, ha ripetuto esplicitamente e senza giri di parole che questa sarebbe stata l'energia del futuro. Se hai un analogo documento che vede Focardi parlare della supremazia delle pompe di calore sei pregato di condividerlo.

Ah, dimenticavo: io c'ero quel giorno al test di Bologna. Ho le prove documentali e i testimoni. Puoi almeno dirci chi ti ha riportato "DIRETTAMENTE", o il riserbo in certi casi non vale e in altri si?






camillo ha detto...

@sono un misero test.
Il problema tecnico era che quando alcuni giorni prima (non so quanti) avevano attaccato il generatore elettrico autonomo da 500kW le resistenze interne di molti E-Cat si ruppero.
Su chi mi ha dato le informazione? Lo sa Daniele Passerini, Mario Massa e altri. Se non pubblichiamo nome e cognome è per non far avere noie a "qualcuno", mi sembra una motivazione valida.

Io non ero presente, ma se anche fossi stato presente fuori dalla porta cosa sarebbe servito?
I dubbi sulla quantità d'acqua prodotta furono evidenziati da qualcuno, ma anch'io in quel momento convintissimo come te non ci badai. Poi quando i fatti mi furono riferiti DETTAGLIATAMENTE da chi era dietro le quinte rifeci le considerazioni.

Guarda che io sono un sostenitore della fusione ho visto stranezze nei miei esperimenti, una volta mi si fuse addirittura una provetta (non ripetibile) Insomma ho sempre scritto a favore di Rossi. Ripeto Un po' di sotterfugio ci sta, ma non se lo scopo principale è il dio denaro.
La storia che ha paura che lo copino o altro dopo il brevetto NON sta in piedi, che diamine! son 10 anni che la paventa all'inizio andava bene ma ora BASTA! Vuole aiutare l'umanità o far soldi?
A mio avviso se ci desse in mano qualche decina di E-Cat pur escludendo il gruppo di "stimolazione" e molti gruppi verificassero che il COP c'è la quotazioni di Andrea Rossi salirebbero di molto, e le polemiche si sposterebbero su livelli differenti. Il perchè non faccia questa mossa è un mistero, un tarlo che pian piano entra in molti sostenitori.

Alessandro Pagnini ha detto...

@ Camillo
"...Vuole aiutare l'umanità o far soldi? ..."

Ehm....Camillo, ma tu stai ancora a chiedertelo? :-D
Su questo punto, sia pure premettendo che intenderà anche aiutare i bambini con patologie tumorali, Rossi è stato abbastanza chiaro, ripetendo pure, in inglese, a coloro che lo spronavano verso mete squisitamente filantropiche, una vecchia barzelletta che vedeva protagonista un comunista verace di quelli che mangiavano i bambini, insomma ;-).
La storiella parla di questo trinariciuto comunista che interrogato dal superiore del partito per testarne fedeltà e attitudine inizia a chiedergli cosa farebbe in alcune situazioni di 'possesso' di beni:
"Se tu avessi due grattacieli a Milano?"
"Ne donerei uno al partito"
"Uhm...avrei preferito sentir dire che li donavi entrambi, ma non c'è male. E se tu avessi due Ferrari?"
"Ne donerei una al partito"
"Beh....è già qualcosa, anche in questo caso. E se tu avessi due biciclette?"
E a questo punto l'aspirante stella emergente del partito si blocca e non riesce più a fornire una risposta. Alla fine, spazientito, il superiore lo incalza:
"Ma insomma, eri disposto a donare un grattacielo e una Ferrari, che problemi hai con delle biciclette?"
"Il fatto è che due biciclette io ce le ho davvero"

E con questo Rossi mise al loro posto coloro che, non avendo in mano la potenziale fonte di ricchezza che egli ritiene di avere, si prodigano a fare...gli 'alternativi' (non si sa mai come dire per essere politicamente corretti ;-D ) col didietro altrui :-)

Questo è il Rossi pensiero, che piaccia o meno. Fino ad un certo punto lo capisco e sono d'accordo con lui che è facile parlare quando i sacrifici si chiedono agli altri, tuttavia in casi come il suo, se non fosse ottenebrato dalla voglia di guadagno e forse anche di riscatto personale come imprenditore (dopo Petroldragon), ci sarebbero i margini per avere fama e più che discreta ricchezza, pilotando la sua scoperta in maniera più aperta e donandone in tempi più brevi i suoi effetti all'umanità. Su questo punto sono critico con Rossi anch'io.
Per quello che raccontate tu e SSUMT so soltanto quello che twittò quel giorno Daniele e quello che fu dichiarato da Rossi a seguito del test.

Voi due ne sapete molto più di me a quanto pare

Mi interessa capire meglio questo punto:
"...Rossi aveva creato un cliente fasullo anche nella prova di Bologna, ora sappiamo che in quella prova i dati forniti erano falsi in quanto qualche giorno prima nelle prove preliminari, attaccando il generatore autonomo, la maggior parte delle resistenze interne degli E-Cat erano saltate..."

Sembra che tu leghi la falsità dei dati al fatto che una parte dei moduli era fuori uso.
Ripeto che infatti fu effettuata prova a ranghi ridotti. Nonostante questo, il tuo informatore ti dice che anche in quella configurazione i dati erano falsi? Quindi anche i valori usciti dalla metà dei gatti, erano comunque farlocchi?
Mi viene da chiedere perchè fare la figuraccia di dichiarare fuori uso mezzo megagatto, a questo punto. Se era stato predisposto un test taroccato, con un cliente fasullo che non avrebbe mai contestato alcunchè, perchè non effettuarlo dichiarando piena potenza e issando il gran pavese? Magari ci potrebbe essere un motivo, nel caso la tua informazione fosse corretta, però non è immediatamente comprensibile.

domenico canino ha detto...

@camillo

IPOTESI TRUFFA ROSSI.
Se per ipotesi Andrea Rossi fosse un truffatore, dopo aver preso gli 11,5 milioni di Darden, sarebbe dovuto scappare con il malloppo. Invece compra case a Miami, niente di più tracciabile e sequestrabile. Poi organizza un test da 89 milioni di dollari in cui sarà pagato se otterrà COP maggiore di 6 in media per 350 giorni. Ed allora perchè fare preparare a Penon un report fasullo con COP intorno a 50? Se era una truffa per gli 89 milioni bastava imbrogliare molto meno, con un cop 10. Che senso logico avrebbe avuto strafare fino a 50 se era un imbroglio finalizzato all'incasso? Io ho sempre visto che nelle truffe il trucco è la velocità. Devono raggirare velocemente il pollo e poi sparire. Perchè dopo la eventuale truffa 1 Rossi incassa i soldi e sta a Miami rintracciabile e quindi facilmente preda di ritorsione? Perchè dopo la eventuale truffa 2 di 350 giorni, se si fosse reso conto che la truffa era andata male, si mette a spendere un milione di dollari di avvocati e fa LUI causa a Darden & co, perchè non hanno rispettato i patti. Qua l'errore grande di Rossi è che ha fatto cop 50 ed ha spaventato a morte quelli che stanno dietro a Darden (che per me è un fantoccio), che avevano messo dei soldi sul gatto per imbrigliarlo e frenarlo, non per portarlo alla meta.
Sul fatto che Rossi deve mettere sul mercato il gatto subito e quindi tutti i dubbi sono risolti, i cinesi non aspettano altro, e lo clonerebbero in un batter d'occhio. Strategia sbagliata per me. Meglio Open Source, se capisse che può guadagnare bene lo stesso in un altro modo.

Alessandro Pagnini ha detto...

@ Domenico

Per la verità ancora non sappiamo quanto è stato il COP, ma direi che sta tra 3,3 e 50, con gli estremi dell'intervallo esclusi. Se non ricordo male il consumo MINIMO dichiarato, in autosostentamento, era 20kW, quindi COP=50, mentre quando il gatto non era in autosostentamento il consumo MASSIMO era 300kW. Prendendo per buoni i 20kW e i 300kW e sapendo che il gatto non è stato nè sempre in autosostentamento, nè sempre nella condizione alternativa, il COP dovrebbe essere una via di mezzo tra 3,3 e 50.
Anche se insisto a valutare credibile l'effetto Rossi, non mi sentirei, razionalmente, di escludere alcunchè.
Ultimamente Rossi ha dichiarato che la sua difficoltà è di produrre un gatto che non necessiti di una sua presenza quasi continua accanto, ovvero un gatto che sia industrialmente utilizzabile. Questo ci ricorda tanto il TEG, che a detta di Rossi funzionava, ma economicamente non era conveniente perchè il rendimento era accettabile soltanto se Rossi stesso, artigianalmente, perdeva un sacco di tempo a costruirlo. Quindi la sua versione è che effettivamente aveva costruito una cosa funzionante (e credo anche pagata), ma che poi è andata a morire per ineconomicità (si dice?). Se non ci fossero, a mio modesto parere, troppi personaggi che hanno visionato il gatto e se non ci fossero ormai fin troppe, sia pur poco controllabili e ancor meno replicabili con certezza, conferme da parte di vari replicatori, non ci sarebbe da star tranquilli. Ma lo scenario è quello che è, quindi, con una certa dose di doverose riserve, credo che il maggiore ostacolo all'uscita del gatto, sia quello che tu indichi, ovvero la politica imprenditoriale di Rossi.
E anche ME356, sta prendendo una piega simile. Dice che vuol mettere a punto alcune cose, forse farà dei brevetti, ma intanto, se qualcosa in mano ce l'ha davvero, non lo vuol condividere.
Possibile che questo effetto Rossi (e i soldi e la gloria che promette), come fosse un novello 'anello di Sauron', appena lo si ha per le mani trasformi tutti in tanti 'Smigle' che sibilano "Eccolo, il mio tessssoro!"? :-(

MISTERO ha detto...

Sono sempre più d'accordo con Ascoli65 anche se non credo che ci sia in atto un complotto, per come lo descive lui. 'Eventualmente' il complotto se c'è è per ritardare il più possibile il riconoscimento scientifico internazionale della reale esistenza di fenomeni nucleari molto diversi da quelli tradizionalmente conosciuti.

camillo ha detto...

@Pagnini:
bella la storietta delle biciclette! molto reale.
Per le precisazioni che mi chiedi non ho dati sufficienti.
@Canino.
guarda che non ho detto che è un truffatore e basta, devi capire la differenza tra la truffa e l'agguato.
La truffa si ha quando uno non ha niente e mira solo a guadagnare, l'agguato si ha quando uno ha qualcosa che potenzialente, FORSE, in FUTURO, POTREBBE avere una applicazione meravigliosa per l'umanità, ma si fa passare come cosa acquisita. A parere di molti sostenitori della fusione fredda (come il sottoscritto) Rossi invece di dare la realtà esagera nel camuffare, intrigare, purtroppo sembra che sia in gran parte "pro domo sua".

Guarda ti faccio un esempio lui da in mano nostra un E-Cat Io, Mistero, Massa e altri gli firmiamo tutto quello che vuole, testiamo con un calorimetro con grande quantità di acqua l'apparato e pubblichiamo i risultati. Restituendo l'apparato. In parte io tutto questo l'ho fatto ma NON con la precisione e l'accuratezza dovuta ad un ricercatore. Quindi da una parte ho avuto "la netta IMPRESSIONE" che il rendimento ci sia, dall'altra il COP che io ho visto non quadra con i valori dati e rimane sotto la soglia del vantaggio industriale. Della ripetibilità poi... manca completamente qualcosa di tangibile.

Tu dici:"Sul fatto che Rossi deve mettere sul mercato il gatto subito e quindi tutti i dubbi sono risolti, i cinesi non aspettano altro, e lo clonerebbero in un batter d'occhio. Strategia sbagliata per me."
questa scusa andava bene PRIMA che avesse il brevetto... Tu dici i cinesi se ne fregano del brevetto... vero, potrebbe essere così, ma in quel caso, intanto l'umanità avrebbe risolto i suoi problemi. Rossi avrebbe ancora il mano sia Hot-Cat e l'X-Cat che sono infinitamente più interessanti industrialmente ed economicamente, cioè il grosso della torta sarebbe ancora suo.
Inoltre se si dimostrasse che il piccolo E-Cat casalingo funzionasse come paventato, l'interesse di molti finanziatori crescerebbe a dismisura. Senza contare riconoscimenti scientifici e notorietà enorme.
Il mio parere personale è che se non lo fa è perchè i rendimenti e la ripetibilità non corrispondono al paventato.
C'è qualcosa, ma le cose non stanno come dice Rossi, non truffa, ma agguato; Purtroppo si ha l'impressione che queste machiavelliche falsità non siano a fin di bene ma per accumulo di denaro.



domenico canino ha detto...

@Camillo
Il tuo ragionamento è coerente. Rossi ha qualcosa in mano ma mente su affidabilità e possibilità concreta di mettere qualcosa oggi sul mercato. Potrebbe benissimo essere così, è uno scenario concreto. Ma qui ( e sopratutto altrove) la discussione non è mai stata sul fatto che Rossi ancora non abbia in mano qualcosa di stabile. Ma se ripete sempre F9 e not yet... Il punto è che la maggior parte dei suoi oppositori dicono che è tutto unbluff e non ha in mano nulla! Un conto è dire ha qualcosa ma non ci dice la verità sulla affidabilità. Un conto è dire è un truffatore da operetta che non ha in mano nulla e sta fregando soldi a adestra ed a manca. Io aggiungo di mio che proprio per il fatto che ha qualcosa di grosso, che per fortuna o per bravura gli è capitata in mano, che ha sbagliato totalmente strategia, ritardando de facto l'arrivo delle Lenr su mercato. E' un paradosso, ma ha fatto contemporaneamente da apripista e da tappo.

F.C. ha detto...

Ciao a tutti.
Sull'effetto Rossi, non mi esprimo più ormai da tempo, per diversi motivi ma principalmente perché ho abbondantemente esaurito l'apertura mentale che serve per poter trovare qualcosa di accettabile nel comportamento di Rossi e in tutta la faccenda, indipendentemente da se e quanto sia reale l'effetto.
Volevo solo dare uno spunto di riflessione sulla questione "fusione fredda come panacea di tutti i mali" che spesso accompagna le riflessioni di molti.

Io non credo affatto che avere energia praticamente infinita e a costo quasi zero sia un bene per una umanità al nostro livello evolutivo. Anzi, credo piuttosto che potrebbe portarci ancora più rapidamente verso il collasso.
Non sto qui a dilungarmi più di tanto in considerazioni a questo riguardo, ritengo che chiunque possa autonomamente capirne le ragioni.

Un saluto a tutti e buone vacanze.

camillo ha detto...

@F.C.
Concordo con la prima parte.
L'energia gratis è un punto di grande cambiamento.
Se esistesse veramente un'energia pulita quasi gratis, a mio parere, sconvolgerebbe il sistema politico finanziario.
La questione energetica nel PIL conta per un 40%-50% circa. Spiego il mio punto di vista.
Se energia gratis, e NON inquinante, i costi di ogni cosa sarebbero dati solo dal lavoro umano, dalla capacità organizzativa, dall'istruzione, dall'abilità di creare EFFICIENZA. Insomma il dio denaro avrebbe come supporto non più la merce, l'energia, ecc ma principalmente l'uomo con la sua abilità.
Spiego: costruire una casa costa in materiali di vario tipo,prendiamo per esempio il cemento.
Se conosci come viene prodotto il cemento scopri che usa materiale povero riscaldato con energia, lo stesso vale per i mattoni ecc. I trasporti poi non inciderebbero più insomma come materia prima i costi sarebbero molto più bassi.
Quello che conterebbe è l'evoluzione organizzativa le ORE LAVORO del singolo abbinate alle sue abilità in altre parole all'efficienza.
Se leggi con attenzione il libro sulla superciviltà di IARGA che da 40 anni circola in tutto il mondo (guarda l'aspetto organizzativo proposto dall'ingegnere che lo ha scritto, non importa se credi o meno agli extraterestri è òla sostanza del discorso che conta più di chi o come sia stato detto) ti fai un'idea di cosa voglio dire si può scaricarlo gratis qui:
http://gradienti.xoom.it/main/download/

F.C. ha detto...

@Camillo
"Se energia gratis, e NON inquinante, i costi di ogni cosa sarebbero dati solo dal lavoro umano, dalla capacità organizzativa, dall'istruzione, dall'abilità di creare EFFICIENZA. "

Sarei daccordo se fossimo in un mondo ideale, perciò ho precisato che le mie considerazioni valgono in una società al nostro livello di evoluzione, che tra parentesi io valuto basso.
Secondo me avere una energia a costo quasi zero spingerebbe una società come la nostra solo verso una maggiore velocità di sfruttamento di tutte le altre risorse, producendo un incremento esponenziale dei consumi e della "crescita" ma anche al consumo indiscriminato del nostro pianeta e alla conseguente lotta per il predominio.

Non siamo sufficientemente saggi ed evoluti per gestire una situazione di questo tipo, a mio parere, almeno non lo sono né la maggioranza della popolazione né chi detiene il potere che non avrebbe la minima intenzione di abbandonarlo.

Alessandro Pagnini ha detto...

@ Camillo

Intanto grazie per la segnalazione, ho scaricato il libro e ne ho letto un bel po'. Piacevole, ma irrealistico. Non si risolvono i problemi delle persone e quindi la loro aggressività, o voglia di svettare sugli (o a danno dei)altri, con una semplice ridistribuzione della ricchezza, come sembravano suggerire quegli extraterrestri. Le persone nascono diverse per intelligenza, fisicità e carattere. Non sono affatto convinto che l'ambiente sia predominante nel formare un individuo. Certo conta, ma si nasce già caratterialmente orientati e poi ci si portano dietro i nostri doni e le nostre manchevolezze e spesso si vedono poco i doni nostri e si invidiano quelli degli altri. Poi c'è il problema del maschio alfa. Vuoi essere considerato sessualmente (l'istinto di riproduzione) e socialmente? Quindi avrai dei comportamenti che ingenerano disuguaglianza, che cercherai di girare a tuo favore, per poter essere il dominante.
Il problema è nella testa e prima che nella testa forse è racchiuso nel nostro DNA, fatto sta che si nasce con un certo carattere, modulabile sì, ma solo fino ad un certo punto. Ammesso che non vogliamo arrivare ad una sorta di programmazione preventiva dei figli, mediante ingegneria genetica, continuerà a nacere quello perennemente insoddisfatto, quello pacioso, quello tendente all'autismo, il nerd, il prepotente, quello brutto e piccino e complessatissimo, ecc.... e questo potrà essere solo parzialmente attenuato da un ambiente quasi ideale. Ma chi dovrà formare questo ambiente? Un discorso è prendere 10 individui 'normali' e introdurli in una società ideale, che potrebbe, al massimo, stemperare il lato oscuro di ognuno di loro, ma se sono gli stessi a formare la società che dovrebbe, per così dire, 'curarli', allora direi che ogni speranza è vana. La strada che indicano non è nè semplice, nè adatta all'umanità così com'è adesso. Se cambieremo, magari anche artificialmente, forse sarà possibile, ma qui arrivano problemi e paure di natura etica, di gran lunga più inquietanti della grana da risolvere. Comunque, se dovessi scommettere, alla fine lo faremo: individueremo dei geni prima patologici (e fin lì in molti approveranno subito) e poi 'sgraditi' (e qui sarà un dilemma e ci saranno discussioni infinite) e alla fine interverremo. Dovremo probabilmente decidere di prendere il nostro destino nelle nostre mani e non limitarci alla divina provvidenza. Oppure rimarremo in gran parte ostaggio dei nostri istinti peggiori e delle nostre debolezze, che poi ci portano a soffrire e a cozzare gli uni contro gli altri.

camillo ha detto...

@ Alessandro,
uno in più che almeno ha dato uno sguardo, grazie dello sforzo. (libro Iarga solo in USA ha avuto 4 milioni di vendite)
Hai elencato un mare di problemi che impediscono quella realizzazione anche solo vagamente. Io potrei continuare e darti un'infinità di problematiche. Però ce n'è una che riassume tutto: l'importanza personale che crea l'egocentrismo possessivo.
Eppure... ce la possiamo fare.
Il punti chiave sono:
- dobbiamo garantire un minimo a tutti non come denaro ma come sussistenza
- per far questo serve grande disponibilità di energia non inquinante e controllo delle nascite
- una volta garantito il minimo DEVE scattare il concetto di premio proporzionale all'efficienza. (con un tetto massimo iniziale di 3 livelli estesi poi a cinque, ma NON di più.
- Il passaggio al sistema di SUPERCIVILTA' coincide (se ci credi nei milioni di pianeti che ce l'hanno fatta)con una modalità detta "Apertura del grande portale".

Sembra che ci sia in questo periodo storico la preparazione a questo passaggio.
Se hai ancora curiosità trovi tutta la modalità del passaggio scaricando
I Discorsi del Lyricus - Stazione Celeste pdf

Alessandro Pagnini ha detto...

@ Camillo

Sei il mio fornitore di libri ufficiale! ;-)
Il tuo l'ho letto tutto e me lo sono gustato. Di questo ne ho letto circa un'ottantina di pagine. Proseguirò nei prossimi giorni.
Ora guarderò anche l'altro, appena capisco da dove scaricarlo.
Io credo che quelle che tu elenchi siano condizioni ottime e probabilmente necessarie (quelle o altre simili) per addivenire ad una umanità più giusta ed equilibrata. Tuttavia non penso bastino per i motivi che ti ho detto. Si nasce felici, o rosiconi e invidiosi, o con tendenze autodistruttive, o pedofili, o con istinti aggressivi, o comunque con scarso controllo delle emozioni e della rabbia in particolare.
Millenni di teologia ci hanno convinti che ogni decisione è nelle nostre mani e che abbiamo un libero arbitrio concesso da Dio. Io la penso diversamente e avendo convinzione di ciò, cerco di non giudicare più di tanto. Quello che faccio di buono, lo faccio perchè ho la FORTUNA di essere come sono e di avere un certo carattere, come mia figlia aveva il suo (per fortuna buono secondo me) e lo si vedeva fin da piccola. Con una società giusta elimini le provocazioni e addirittura smussi tanti spigoli. Persone in bilico, potrebbero fare la scelta migliore, grazie ad un ambiente favorevole, ma chi ha una strada ben tracciata dentro di sè, non potrà essere recuperato ad altri percorsi senza la coercizione. Per questo penso che anche se venissimo proiettati in una società ideale, non smetteremmo di manifestare i nostri conflitti e la inquineremmo. Se non prima, almeno di pari passo dovremo lavorare sull'igiene mentale, capendo da dove hanno origine certe tendenze, per esempio alla depressione, o l'insofferenza all'autorità e studiare se e come è possibile metterci rimedio, oltre a decidere se è eticamente accettabile farlo. Se si parte dall'idea che ognuno di noi è frutto del disegno divino, con annessi problemi e successi, disgrazie e fortune e che dobbiamo stare alla sorte che il nostro 'amato e amorevole' signore ci invia, allora continueremo a essere quelli che siamo. E' la scelta migliore? Intervenire invece in maniera preventiva (qui sto ipotizzando, ad esempio, che gran parte dei tratti caratteriali siano geneticamente basati), in una sorta di 'educazione' prenatale, lo riterremmo accettabile? So che probabilmente il 95% di chi fosse interpellato sull'argomento si scandalizzerebbe solo a sentirlo, salvo poi magari proporre castrazioni chimiche per i violentatori e richiedere ergastoli e anche pene di morte. Siamo quello che siamo. Dobbiamo decidere se, qualora ne avessimo la possibilità, il che non è affatto detto ma credo che sarà così, vorremo cambiare ed essere qualcosa di diverso. Diverremmo una sorta di OGM 2.0, come forse siamo già, e qui mi rifaccio al post di Domenico, OGM in versione 1.0
So che questa ipotesi susciterà reazioni anche forti.
Io quando ci penso finisco col credere che dovremo farlo, che allungheremo la nostra vita (il che non è detto che sia sempre un gran vantaggio), diverremo più sani, belli, forti, intelligenti e tendenzialmente propensi ad essere felici. Non sarà una passeggiata ma ci riusciremo e allora sarà possibile dare inizio ad una superciviltà, ma non adesso, non con questo materiale umano, troppo pieno di problematiche che ostacolerebbero questo percorso.

camillo ha detto...

@Alessandro,
ti capisco è scoraggiante! Eppure... pensa "alcuni" scelgono di entrare in questo tempo storico ma per loro non è un sacrificio anzi. potrebbe essere che per qualche "missionario" sia un'epoca incredibilmente interessante.

A volte si vedono i fuochi artificiali, ma non chi li lancia. A volte si vede il male, ma non si capisce a che serve.

Tu credi che una storia come il Nazismo non sia servita a nulla? Certo il prezzo è stato alto.

Non potrebbe essere che la demolizione del sistema finanziario in atto è un fuoco artificiale visibile, ma che dietro ci sia un lanciatore di fuochi?

Alcune religioni mostrano aspetti strani, orribili, altre "religioni" come lo sciamanesimo di Castaneda escono allo scoperto.
A mio parere "l'apertura del grande portale" ha inizio con il primo apparato Free Energy in commercio.

Non si può cambiare la massa inerziale egocentrica di questa umanità con la convinzione, né con la forza, né con la religiosità.
Occorre creare un agguato e farla diventare una necessità.

Quando l'acqua arriva alla gola... occorre vincere tutte le paure e imparare a nuotare.

personalmente penso che miliardi di persone sono già in grado di nuotare, ma non lo sanno, non ci provano. occorre una spintarella... magari non piacerà, ma non c'è modo di evitarla.

CLaudio Rossi ha detto...

@ Camillo
"..occorre una spintarella.."

Hai detto - e lo condivido in pieno - che per una svolta epocale è necessaria una grande disponibilità di energia e il controllo delle nascite.
Purtroppo per ottenere questi due prerequisiti si dovrebbero stravolgere convinzioni e comportamenti, in pratica, di tutta l’umanità. Per quella che partecipa al processo produttivo/capitalistico, la scarsità di energia è il principale fattore di attribuzione di valore a tutti i beni economici e alla formazione della ricchezza. In pratica al funzionamento di questo sistema e ai vantaggi che chi ne è partecipe ne trae. Per quella parte di umanità che oggi è esclusa o è succube del meccanismo economico, la riproduzione incontrollata è l'unica via per mantenere e diffondere la propria traccia genetica e quindi rappresenta la più forte pulsione naturale che possa garantire un possibile futuro minacciato da tutto.
Modificare questi due meccanismi, uno artificiale su cui è organizzato il sistema sociale e l’altro naturale e “inconscio”, significa cambiare i connotati istintivi e sociali dell’umanità.
Credo che Alessandro abbia colto e indicato perfettamente le contraddizioni implicite nella natura umana perché questa fase 2.0, probabilmente auspicabile, non sia per il momento prevedibile.

Alessandro Pagnini ha detto...

@ Camillo

Ho proseguito la lettura e alla pagina 144 (su 201 totali) del file, trovo finalmente qualche paragrafo dove si indica chiaramente che si prevede di dover eseguire una selezione genetica per massimizzare intelligenza, carattere e bellezza fisica (ovviamente ci saranno polrmiche a non finire su come definire questa qualità, ma per ora lasciamo perdere questo problema).
L'avevo detto io! :-)
Come rispondevo a Robbins, qualcuno me lo dice che sono un extraterrestre. Va a finire che me ne convinco! ;-D

Alessandro Pagnini ha detto...

Volevo scrivere questE qualità (plurale), perchè saranno tutte in discussione e parecchi sosterranno che è meglio affidarci al caso (anche se talvolta beffardo e cattivo) che non pianificarle entrando a gamba tesa in terreni che ci hanno abituati a pensare non essere di umana competenza

Alessandro Pagnini ha detto...

@ Camillo

Guarda che con la storia dell'allevamento per fini alimentari, questi Iargani si sono giocati ogni possibile simpatia dei vegani, che sono suscettibili e pericolosissimi! :-D
Se quello Stef fosse stato uno di loro, si sarebbe sfiorato l'incidente diplomatico!
Comunque ho finito il libro e l'ho trovato una lettura piacevole, con spunti interessanti, alcuni dei quali ammantati di pregevole buonsenso. Che sia riferita ad un fatto accaduto così come è descritto, preferirei non discuterlo neppure. Personalmente non mi pare affatto sia così, tuttavia ciò che conta non è se gli Iargani esistono e se hanno pure incontrato Stef, ma cercare comunque di non autodistruggerci, tanto per cominciare. Poi, Iargani, o Vulcaniani, o uello che saranno, magari incontreremo anche qualche altra razza intelligente. Ah....ma se ritrovo Yhawhe, sta fresco! ;-)

Posta un commento

Ovviamente 22passi è un blog, non una rivista on line, pertanto la responsabilità di quanto scritto in post e commenti appartiene solo ai rispettivi autori.

Related Posts with Thumbnails