BLOG PER APPASSIONATI D'AMORE, ONESTÀ, SPIRITUALITÀ, ARTE, POESIA, POLITICA, DEMOCRAZIA, SOSTENIBILITÀ, TECNOLOGIA, ENERGIE PULITE, COLD FUSION E LENR, MEDICINA ALTERNATIVA, RIVOLUZIONI SCIENTIFICHE, CRIPTOARCHEOLOGIA E "TANTE COSE INFINITE, ANCOR NON NOMINATE"

>>>> CERCHI LIBRI SUL BENESSERE DEL CORPO, DELLA MENTE E DELLO SPIRITO?

B A C H E C A D E L B L O G

Dal 25 Aprile 2015 (Festa della Liberazione) la possibilità di lasciare commenti nel blog è stata disattivata, eccetto per gli 85 utenti autorizzati e autori ad oggi iscritti. Chi desiderasse fare parte di questa piccola community (Google consente ancora 15 iscrizioni) può mandare due righe di presentazione a 22 passi chiocciola gmail punto com.

venerdì 11 marzo 2016

I brevetti di Andrea Rossi sull'e-cat (2009-2015)

Post di Silvio Caggia

Ho voluto fare un po' d'ordine sui brevetti di Rossi, li ho quindi ricercati presso il WIPO (World Intellectual Property Organization) e li ho riportati in ordine di Application Date (Data deposito presso l'ufficio brevetti).

1) https://patentscope.wipo.int/search/en/detail.jsf?docId=US73132369

Application Number: 12736193 Application Date: 04.08.2009
Publication Number: 20110005506 Publication Date: 13.01.2011
Publication Kind : A1
PCT Reference: Application Number: PCTIT2008000532 
IPC:
F24J 1/00

F MECHANICAL ENGINEERING; LIGHTING; HEATING; WEAPONS; BLASTING
24
HEATING; RANGES; VENTILATING
J
PRODUCTION OR USE OF HEAT NOT OTHERWISE PROVIDED FOR
1
Apparatus or devices using heat produced by exothermal chemical reactions other than by combustion
Applicants: Rossi Andrea
Inventors: Rossi Andrea
Priority Data: MI2008A 000629 09.04.2008 IT
Title: (EN) METHOD AND APPARATUS FOR CARRYING OUT NICKEL AND HYDROGEN EXOTHERMAL REACTION
Abstract:
(EN) A method and apparatus for carrying out highly efficient exothermal reaction between nickel and hydrogen atoms in a tube, preferably, though not necessary, a metal tube filled by a nickel powder and heated to a high temperature, preferably, though not necessary, from 150 to 5000 C are herein disclosed. In the inventive apparatus, hydrogen is injected into the metal tube containing a highly pressurized nickel powder having a pressure, preferably though not necessarily, from 2 to 20 bars.

2) https://patentscope.wipo.int/search/en/detail.jsf?docId=US151450070

Application Number: 13420109 Application Date: 14.03.2012
Publication Number: 09115913 Publication Date: 25.08.2015
Grant Number: 09115913 Grant Date: 25.08.2015
Publication Kind : B1
IPC:
F24J 1/00

F MECHANICAL ENGINEERING; LIGHTING; HEATING; WEAPONS; BLASTING
24
HEATING; RANGES; VENTILATING
J
PRODUCTION OR USE OF HEAT NOT OTHERWISE PROVIDED FOR
1
Apparatus or devices using heat produced by exothermal chemical reactions other than by combustion
Applicants: Andrea Rossi
Leonardo Corporation
Inventors: Andrea Rossi
Agents: Occhiuti & Rohlicek LLP
Priority Data:
Title: (EN) Fluid heater
Abstract:
(EN) An apparatus for heating fluid includes a tank for holding fluid to be heated, and a fuel wafer in fluid communication with the fluid. The fuel wafer includes a fuel mixture including reagents and a catalyst, and an electrical resistor or other heat source in thermal communication with the fuel mixture and the catalyst.

3) http://patentscope.wipo.int/search/en/detail.jsf?docId=US130488191

Application Number: 14262740 Application Date: 26.04.2014
Publication Number: 20140326711 Publication Date: 06.11.2014
Publication Kind : A1
IPC:
G21B 3/00
H05B 1/02

G PHYSICS
21
NUCLEAR PHYSICS; NUCLEAR ENGINEERING
B
FUSION REACTORS
3
Low-temperature nuclear fusion reactors, e.g. alleged cold fusion reactors
H ELECTRICITY
05
ELECTRIC TECHNIQUES NOT OTHERWISE PROVIDED FOR
B
ELECTRIC HEATING; ELECTRIC LIGHTING NOT OTHERWISE PROVIDED FOR
1
Details of electric heating devices
02
Automatic switching arrangements specially adapted to heating apparatus
Applicants: Industrial Heat, Inc.
LEONARDO CORPORATION
Inventors: Rossi Andrea
Priority Data:
Title: (EN) DEVICES AND METHODS FOR HEAT GENERATION
Abstract:
(EN) A reactor device includes a sealed vessel defining an interior, a fuel material within the interior of the vessel, and a heating element proximal the vessel. The fuel material may be a solid including nickel and hydrogen. The sealed vessel may be sealed against gas ingress or egress and may contain no more than a trace amount of gaseous hydrogen. The sealed vessel is heated with an input amount of energy without ingress or egress of material into or out of the sealed vessel. An output amount of thermal energy exceeding the input amount of energy is received from the sealed vessel. The fuel material has a specific energy greater than that of any chemical reaction based energy source.

4) https://patentscope.wipo.int/search/en/detail.jsf?docId=WO2014179183

Pub. No.:    WO/2014/179183    International Application No.:    PCT/US2014/035588
Publication Date: 06.11.2014 International Filing Date: 26.04.2014
IPC:
F24J 1/00 (2006.01)

F24J 1/00(2006.01)(en) -->
F MECHANICAL ENGINEERING; LIGHTING; HEATING; WEAPONS; BLASTING
24
HEATING; RANGES; VENTILATING
J
PRODUCTION OR USE OF HEAT NOT OTHERWISE PROVIDED FOR
1
Apparatus or devices using heat produced by exothermal chemical reactions other than by combustion
Applicants: INDUSTRIAL HEAT, INC. [US/US]; 111 E. Hargett St. Suite 300 Raleigh, NC 27601 (US)
Inventors: ROSSI, Andrea; (US)
Agent: NIFONG, Justin, R.; NK Patent Law, PLLC 4917 Waters Edge Drive, Suite 275 Raleigh, NC 27606 (US)
Priority Data:
61/818,553 02.05.2013 US
61/819,058 03.05.2013 US
61/821,914 10.05.2013 US
Title (EN) DEVICES AND METHODS FOR HEAT GENERATION
(FR) DISPOSITIFS ET PROCÉDÉS DE GÉNÉRATION THERMIQUE
Abstract:
(EN)A reactor device includes a sealed vessel defining an interior, a fuel material within the interior of the vessel, and a heating element proximal the vessel. The fuel material may be a solid including nickel and hydrogen. The sealed vessel may be sealed against gas ingress or egress and may contain no more than a trace amount of gaseous hydrogen. The sealed vessel is heated with an input amount of energy without ingress or egress of material into or out of the sealed vessel. An output amount of thermal energy exceeding the input amount of energy is received from the sealed vessel. The fuel material has a specific energy greater than that of any chemical reaction based energy source.

5) https://patentscope.wipo.int/search/en/detail.jsf?docId=US159750944

Application Number: 14627828 Application Date: 20.02.2015
Publication Number: 20160051957 Publication Date: 25.02.2016
Publication Kind : A1
IPC:
B01J 19/00

B PERFORMING OPERATIONS; TRANSPORTING
01
PHYSICAL OR CHEMICAL PROCESSES OR APPARATUS IN GENERAL
J
CHEMICAL OR PHYSICAL PROCESSES, e.g. CATALYSIS, COLLOID CHEMISTRY; THEIR RELEVANT APPARATUS
19
Chemical, physical, or physico-chemical processes in general; Their relevant apparatus
Applicants: Industrial Heat, LLC
Inventors: Andrea Rossi
Thomas Barker Dameron
Priority Data:
Title: (EN) Energy-Producing Reaction Devices, Systems and Related Methods
Abstract:
(EN) A reactor device includes a reaction chamber; one or more thermal units in thermal communication with the reaction chamber configured to transfer thermal energy to the reaction chamber; and a refractory layer between the reaction chamber and the one or more thermal units.

6) https://patentscope.wipo.int/search/en/detail.jsf?docId=WO2015127263

Pub. No.:    WO/2015/127263    International Application No.:    PCT/US2015/016897
Publication Date: 27.08.2015 International Filing Date: 20.02.2015
IPC:
H05B 1/02 (2006.01), G21B 3/00 (2006.01)

H05B 1/02 (2006.01), G21B 3/00(2006.01)(en) -->
H ELECTRICITY
05
ELECTRIC TECHNIQUES NOT OTHERWISE PROVIDED FOR
B
ELECTRIC HEATING; ELECTRIC LIGHTING NOT OTHERWISE PROVIDED FOR
1
Details of electric heating devices
02
Automatic switching arrangements specially adapted to heating apparatus
G PHYSICS
21
NUCLEAR PHYSICS; NUCLEAR ENGINEERING
B
FUSION REACTORS
3
Low-temperature nuclear fusion reactors, e.g. alleged cold fusion reactors
Applicants: INDUSTRIAL HEAT, LLC [US/US]; 111 East Hargett Street Suite 300 Raleigh, North Carolina 27601 (US)
Inventors: ROSSI, Andrea; (US).
DAMERON, Thomas Barker; (US)
Agent: KELLEY, Laura M.; Myers Bigel Sibley & Sajovec, PA PO Box 37428 Raleigh, North Carolina 27627 (US)
Priority Data:
61/943,016 21.02.2014 US
62/060,215 06.10.2014 US
Title (EN) ENERGY-PRODUCING REACTION DEVICES, SYSTEMS AND RELATED METHODS
(FR) DISPOSITIFS RÉACTIONNELS DE PRODUCTION D'ÉNERGIE, SYSTÈMES ET PROCÉDÉS ASSOCIÉS
Abstract: front page image
(EN)A reactor device includes a reaction chamber; one or more thermal units in thermal communication with the reaction chamber configured to transfer thermal energy to the reaction chamber; and a refractory layer between the reaction chamber and the one or more thermal units. The refractory layer may include at least one recess configured to receive the one or more thermal units therein. The one or more thermal units may include one or more resistive wires. The at least one recess may include a spiral groove and the one or more resistive wires may be helically-disposed in the groove. The one or more resistive wires may include at least three wires carrying a three-phase alternating-current electric power. The refractory layer may include a ribbed or finned surface that increases heat dissipation away from the reaction chamber.

7) https://patentscope.wipo.int/search/en/detail.jsf?docId=WO2016018851

Pub. No.:    WO/2016/018851    International Application No.:    PCT/US2015/042353
Publication Date: 04.02.2016 International Filing Date: 28.07.2015
IPC:
F24J 1/00 (2006.01)

F24J 1/00(2006.01)(en) -->
F MECHANICAL ENGINEERING; LIGHTING; HEATING; WEAPONS; BLASTING
24
HEATING; RANGES; VENTILATING
J
PRODUCTION OR USE OF HEAT NOT OTHERWISE PROVIDED FOR
1
Apparatus or devices using heat produced by exothermal chemical reactions other than by combustion
Applicants: ROSSI, Andrea [US/US]; (US)
Inventors: ROSSI, Andrea; (US)
Agent: OCCHIUTI, Frank; (US)
Priority Data:
61/999,582 01.08.2014 US
Title (EN) FLUID HEATER
(FR) DISPOSITIF CHAUFFANT POUR FLUIDE
Abstract: front page image
(EN)An apparatus for heating fluid includes a tank for holding fluid to be heated, and a fuel wafer in fluid communication with the fluid. The fuel wafer includes a fuel mixture including reagents and a catalyst, and an electrical resistor or other heat source in thermal communication with the fuel mixture and the catalyst.
(FR)Appareil chauffant pour fluide, comprenant un réservoir destiné à contenir un fluide à chauffer, et une tranche à carburant en communication fluidique avec le fluide. La tranche à carburant contient un mélange de carburant comportant des réactifs et un catalyseur, et une résistance électrique ou autre source de chaleur en communication thermique avec le mélange de carburant et le catalyseur.

Vi invito a seguire la sequenza temporale degli Applicants, ovvero dei richiedenti:
  1. 04.08.2009 Rossi Andrea
  2. 14.03.2012 Andrea Rossi Leonardo Corporation
  3. 26.04.2014 Industrial Heat, INC. Leonardo Corporation
  4. 26.04.2014 Industrial Heat, INC. [US/US]; 111 E. Hargett St. Suite 300 Raleigh, North Carolina 27601 (US)
  5. 20.02.2015 Industrial Heat, LLC
  6. 20.02.2015 Industrial Heat, LLC [US/US]; 111 East Hargett Street Suite 300 Raleigh, North Carolina 27601 (US)
  7. 28.07.2015 ROSSI, Andrea [US/US]; (US)
Si noti poi che ad oggi l'unico brevetto in stato approvato, con Grant Date 25.08.2015, è il secondo, quello del 14.03.2012 con Applicanti Andrea Rossi Leonardo Corporation.

La domanda che mi pongo da tempo è: chi ha veramente in mano la proprietà intellettuale dell'e-cat?
Se guardiamo all'unico brevetto approvato ha ragione Rossi a ribadire che la proprietà intellettuale è di Leonardo Corporation di cui lui è CEO.
Se guardiamo ai brevetti seguenti, ancora non approvati, vediamo l'apporto prima di Industrial Heat INC. nel 2014 e poi di Industrial Heat LLC nel 2015, coerentemente con l'annuncio di Industrial Heat di aver acquistato la proprietà intellettuale dell'e-cat, ma di non essersela ancora fatta riconoscere ufficialmente a quanto pare...
Se guardiamo all'ultimo brevetto depositato il 28.07.2015 resto un po' stranito... Rossi riprende a correre da solo?

131 : commenti:

domenico canino ha detto...

@silvio
Ottimo lavoro. E' bene mettere un pò d'ordine e chiarezza. Mi viene da dire che per essere (ovviamente non per me che sono un be) un fuffaro, ne ha prodotte di invenzioni, e spesi di soldi solo di studi di avvocati da 1000 dollari al minuto. Io, nel mio piccolo ho avuto notizia che in India, dove si sa che non tengono in alcuna considerazione nessun patent straniero, specialmente quelli dei farmaci e delle tecnologie innovative di cui loro hanno bisogno, stanno sperimentando in assoluto silenzio e senza annunci e si tengono pronti a comprare il primo gatto su mercato e copiarlo su larghissima scala, alla faccia di ogni patent. Chissà, forse fanno bene.

domenico canino ha detto...

OT
Darden ha anche raccolto 121 milioni dai cinesi per un parco tecnologico in Cina per le sue aziende tra quali le IH col gatto di Rossi per cui è licenziataria in Cina. Lo riporta Hydrofusion come fatto positivo. Continuano ad arrivare soldi dappertutto. Tutti polli tranne gli unbe, ovvio.

triziocaioedeuterio ha detto...

@Domenico

Sono d'accordo con te anche io sono un be ma la recentissima comunicazione di IH fa pensare ad una estrema cautela da parte della stessa in merito al filone LENR in generale il che nn mi fa pensare ad una ancora incompleta ingegnerizzaione dell'e cat quanto piuttosto ad una volontà di nn andare sul mercato in tempi brevi.
Il problema nn è il se ma il quando...Rossi come al solito è ottimista..pure troppo a mio avviso...anche perchè io nn ho ancora capito che margini autonomi di manovra ha la leonardo co. in termini di mercato...

Paul ha detto...

Anche io mi sono fatto l'opinione che vogliano tutti andare con i piedi di piombo e "col freno a mano tirato" per quanto riguarda farsi pubblicità. Rossi da un lato riempie i suoi messaggi di F9 (positive or negative) pur conoscendo bene (lui) le cose straordinarie che sta facendo. IH che fa discorsi fumosi e indeterminati su un "grande futuro che verrà". Intanto i $$$ (e tanti) arrivano e accrescono a valori incredibili questo E-Business. E' come se gli investitori sapessero la realtà che invece, per tutto il resto del mondo, viene minimizzata e oscurata.
Hanno paura di un grande ed incontrollabile terremoto finanziario?

Silvio Caggia ha detto...

Volutamente ho escluso dall'elenco i brevetti più vecchi. Se interessassero:
https://patentscope.wipo.int/search/en/detail.jsf?docId=EP11222130

04.08.2008 ­PASCUCCI MADDALENA

https://patentscope.wipo.int/search/en/detail.jsf?docId=WO2009125444

04.08.2008 ­PASCUCCI MADDALENA [IT/IT]; Via Ezio, 24 1-00192 ROMA (IT)­ (For All Designated States Except US)­. ­ROSSI, Andrea­ [IT/IT]; (IT) ­(For US Only)­

Silvio Caggia ha detto...

La prima sorpresa che ho avuto da questo lavoro è scoprire che IH inizia come Inc. nel 2014 e solo nel 2015 prosegue come LLC...
La trasformazione in LLC potrebbe essere funzionale alla creazione della holding UK.
Infatti nelle Inc. le tasse le paga l'azienda, nelle LLC le tasse le pagano i proprietari delle quote dell'azienda. In questo caso la Industrial Heat Holding Limited UK.
Se fossero rimasti una Inc. temo che avrebbero pagato le tasse due volte.
Prego chi si intende di queste cose di confermare o smentire.

Silvio Caggia ha detto...

@triziocaiodeuterio
Mettiti nei panni di Darden...
Ad oggi ha speso un sacco di soldi per farsi dire da Rossi come funziona l'e-cat, ha speso un sacco di soldi per finanziare gli sviluppi dell'e-cat, ha speso un sacco di soldi per brevettare a suo nome una serie di tecnologie e-cat, e tuttavia i suoi brevetti non sono ancora stati approvati... per produrre e vendere degli e-cat deve ancora appoggiarsi alle licenze concesse da Leonardo corporation, l'unica azienda ad avere per adesso un brevetto granted...
Più che in trepidante attesa come staresti?
Rossi gongola invece, almeno fintantoché, pur avendo venduto e fatto cassa per una IP, in pratica ce l'ha ancora lui in mano...

Silvio Caggia ha detto...

@Paul
A me le parole di Darden, ma anche molte di Rossi, suonano come scritte non da loro ma dai rispettivi avvocati...

Silvio Caggia ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Alessandro Pagnini ha detto...

Pare che la comprensione teorica dell'effetto Rossi abbia avuto un importante incremento. Rossi dice che ne parlerà a Cook, ma sembra molto sicuro di aver capito qualcosa di importante da alcune misure effettuate ultimamente sul famigerato E-CAT X (detto il 'Quark' ;-) )

Alessandro Pagnini ha detto...

Changes (omaggio a David Bowie):
Rossi non é più chief scientist di ih
Troppo occupato a fare il ceo di Leonardo :-)

AleD ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
AleD ha detto...

@Pagnini: sempre peggio dai... Che ci si sia qualcuno che porta sfiga? :-D

Alessandro Pagnini ha detto...

@ AleD

Che sia peggio è una tua rispettabile opinione. Io continuo a ritenerlo soltanto un importante cambiamento, da tentare di inquadrare in questo post, con le analisi del quale mi pare possa avere una certa attinenza. Peggio sarà, a parer mio, se il rapporto dell'anno di fornitura di energia darà esito negativo riguardo al COP. Quello sarebbe un brutto colpo. Per come è stato imbastito, dovrebbe mettere la parola fine alle illazioni. Direi che dovrebbe essere l'ultimo brivido per quanto riguarda la scommessa 'esistenza effetto Rossi'. Se sarà positivo, il tutto diverrà una questione di chi, come e quando e con quali conseguenze. Insomma una avventura politica (inevitabile con questioni di questa rilevanza) e finanziaria, nella quale si inseriranno le questioni del post (brevetti e appartenenza degli stessi) e tutte quelle connesse alle varie relazioni societarie dei soggetti coinvolti.
La modifica della posizione di Rossi è una interessante notizia, che a occhi più abili dei miei forse potrebbe dare informazioni utili. Tu ritieni di poterle ricavare (se hai tempo e voglia sarei interssato a conoscer la logica del tuo ragionamento) e che siano nel senso del 'sempre peggio'; beato te, io a tanto non arrivo.

AleD ha detto...

@Pagnini: siccome mi ricordo che poco tempo fa sottolineavi lo "chief scientist di ih", allora mi era venuto un sorriso...

Silvio Caggia ha detto...

@Aled
E che ti ridi?
Affermare di non esserlo più rafforza il fatto di esserlo stato.
Se non lo è più è perché non ce ne è più bisogno.
Lo 1MW e-cat è stato un successo, ovviamente, IH è ora in grado di ingegnerizzarsi la produzione dell'e-cat nel solo 50% del mondo che gli è concesso sfruttare, senza bisogno diretto di Rossi, le bastano ingegneri e milioni di euro.
Chiediti piuttosto: a che serve a Rossi presentare un brevetto tutto suo, senza IH, quando ne ha già un tot silmili in ballo con IH?

AleD ha detto...

@Silvio: ah, ok, ho capito, è così semplice.
Allora vuol dire che se i mamozi non sbucano fuori numerosi il motivo è che non ce n'è più bisogno...

Silvio Caggia ha detto...

@AleD
Tu il concetto di Time To Market proprio lo ignori, vero?

AleD ha detto...

@Silvio: già che ci sei mi dici tu quant'è? Induzione più, induzione meno.

Alessandro Pagnini ha detto...

@ AleD
"...Allora vuol dire che se i mamozi non sbucano fuori numerosi ..."

Vuol dire che avrete avuto ragione voi dell'altra sponda! Se non sbucheranno, sarà perchè non funziona l'effetto Rossi, altrimenti, o da lui o da altri, qualcosa salterà comunque fuori.

Per adesso però le cose procedono e si evolvono e i vari annunci degli ultimi tre anni (TPR, Test, Big Partner, ecc...) non sembrano essere stati disattesi, o no? Quello che sta dicendo Rossi, da quando non ha più bisogno spasmodico di fare la ruota millantando stati dell'arte ben lontani da quelli realistici, ovvero da quando ha incontrato Darden, si realizza via via come annunciato. Abbiamo in arrivo un rapporto IMPORTANTISSIMO, almeno per le persone ragionevoli e non dogmatiche, che dovrebbe sancire la veridicità o meno dell'esistenza dell'effetto Rossi. Con quello dovremmo mettere finalmente un punto fermo sulla questione scientifica. Su quella commerciale è tutt'altra cosa. Silvio e Gio ci si stanno scervellando, come mi dicono stia facendo anche Nevanlinna su Cobraf. Credo sia un bel puzzle, ma tutto sommato, anche se importantissima, non è la più importante questione sul tappeto, che invece è quella di sapere se il 'nuovo fuoco' c'è, o invece è il 'solito vecchio pacco', come credo tu sospetti. Tra fine Marzo e inizio Aprile dovremmo saperlo.

Silvio Caggia ha detto...

@AleD
Tu dimmi quale filosofia di NPD hanno scelto...

Silvio Caggia ha detto...

@Alessandro Pagnini
Au contraire, mon amie...
Il report dell'ERV non avrà alcun significato scientifico, ma solo economico. Il report certificherà solo ed esclusivamente il COP.

AleD ha detto...

@Silvio: ueh, sei tu forte con le induzioni! io sono per le deduzioni, son più facili da fare.

Alessandro Pagnini ha detto...

@ Silvio
"... Il report certificherà solo ed esclusivamente il COP...."

Che però certificherà (Ragone docet) che lì è in atto qualcosa di 'scientificamente imprevisto e attualmente inspegato'. Potrebbe essere anche magia, ma costringerà ad aggiornare le convinzioni di chi sostiene che NON SI PUO' FARE!

Il COP ha le sue conseguenze scientifiche, oltre che economiche e le prime sono quelle attraverso la realizzazione delle quali si rivoluzionano le seconde.

Prima cosa è capire se la cosa è realizzabile ;-):
Si può fare!

Silvio Caggia ha detto...

@AleD
Io sono un ottimista: per me la catena di montaggio è pronta, hanno sviluppato tutto in parallelo al test ed ora attendono la pubblicità del customer per accettare i primi ordini industriali e consegnare a 3 mesi i primi container...
Per il domestico credo che invece si debba vedere come evolverà l'e-cat quark X

AleD ha detto...

@Pagnini: non vorrei essere quello che porta sfortuna, ma a naso quel report sarà di due righe, scientificamente parlando non varrà un emerito. Ci sarà scritto, se va bene, che qualcuno dichiara che per prudurre tot1 energia ne hanno consumata tot2.

gio ha detto...

https://beta.companieshouse.gov.uk/company/09553031/filing-history

assegnazione azioni di dicembre ma depositata il 10/3.


Silvio Caggia ha detto...

@AleD
Che sfortuna? È proprio quello che serve: le certificazione terza che il cliente in un anno ha pagato tot energia elettrica ma ha beneficiato di tot calore.
Da cui deriva una sola cosa:
Il prezzo dell'e-cat ed i relativi margini di profitto per i clienti e per gli investitori.
Il resto è silenzio.

@Alessandro Pagnini
Per Rossi è tutto scientificamente previsto, sono gli accademici un-believers che non sono stati abbastanza scientifici da aver realizzato tutto questo 30 anni fa... E qui scatta la vendetta di Edmond Dantes... Ops, di Rossi.

Silvio Caggia ha detto...

@gio
Questi il 22 allottano una manciata di azioni ordinarie e dimenticano le serie B che avevano allottato il giorno prima?
Allora il totale non è affidabile...

Alessandro Pagnini ha detto...

"...Che sfortuna? È proprio quello che serve: le certificazione terza che il cliente in un anno ha pagato tot energia elettrica ma ha beneficiato di tot calore...."

Quoto!
Caro AleD, se a te sembra roba da nulla, proponi tu un equivalente dispositivo che permetta di ottenere lo stesso risultato e saremo tutti felicissimi e tu, se lo vorrai, pure ricco come Creso! Meglio di così.....

gio ha detto...

@ silvio

mi sembra che i conti tornino.......mannaggia a Totò:):"I conti qualche volta non tornano. Ma io sono duca"

Alessandro Pagnini ha detto...

"... Ci sarà scritto, se va bene, che qualcuno dichiara che per prudurre tot1 energia ne hanno consumata tot2...."

Che poi è il famoso test 'black box' da sempre richiesto a gran voce per dirimere la questione.

gio ha detto...

@ silvio

la cosa interessante sta nel riquadro " The issue of 5.000 ordinary shares of Usd 1.00 each in the capital of IHL holding limited, a private limited company incorporated under the law of Jersey"

gio ha detto...

inoltre mi sembrerebbe\sembre che si possa dire che Ih Holding Uk abbia in pancia le quote di industrial heat llc

gio ha detto...

diciamo che è certo dai:)

Silvio Caggia ha detto...

Ringraziamo Nevanlinna che ci fa sapere che l'assegnatario del brevetto numero 5 nell'elenco è stato trasferito da IH a Leonardo Corporation l'8 marzo...
Interessante, vero?
http://www.monetazione.it/showimage.php?image=/forum/immagini/R_123619280_1.jpg

triziocaioedeuterio ha detto...

CMq Rossi sul Jonp è un po' di tempo che nn fa altro che ribadire che gli unici soggetti abilitati a produrre gli e cats,nei loro rispettivi territori di competenza, sono IH e Leonardo corp...un paluso a Rossi che nn si è fatto fagocitare da soliti lupi famelici made in usa...

triziocaioedeuterio ha detto...

paluso=plauso...dislessia galoppante :-O

triziocaioedeuterio ha detto...

@Caggia

Si stanno dividendo la torta senza pestarsi i piedi...

Silvio Caggia ha detto...

@Mistero
"the gamma radiation measured ouside the reactor respects the limits imposed by the law (0.2 microSievert/h)"
Oh, finalmente...

gio ha detto...

@ silvio

però mi sa che una cosa non è passata che quelle "5.000 ordinary shares of Usd 1.00" del jersey sono della nostra IH Holding UK.

gio ha detto...

@ silvio

quelle azioni sono state "conferite " in Ih holding uk

gio ha detto...

@ silvio

la società del Jersey invece di pagare le azioni ordinarie di Ih holding per 5.000$, ne emette 5.000 delle sue , le conferisce in IH holding uk e riceve in cambio 5.000 $ di controvalore delle azioni di Ih holding uk

AleD ha detto...

@Silvio: quindi riassumendo per pasqua del prossimo anno (2017) un po' di mamozi funzionanti in giro ci saranno, tutti segreti però perché i customers saranno seri e non vorranno far sapere ai concorrenti l'affare che avran fatto.
L'accendiamo?

Alessandro Pagnini ha detto...

@ AleD

Accendiamo che entro Maggio (per andar cauti)avremo il report dello ERV?
Poi da lì si vedrà che succede. Se sarà negativo, avremo pochi 'mamozi' a giro, comunque. Che ne dici?

Non che il report dello ERV ti obblighi a credere a Rossi (Dio ce ne scampi), casomai fosse positivo. La Terra è sempre piatta per chi ne è convinto, su questo nessuno vuole smuoverti. Si tratta solo di vedere se il report ci sarà, poi gli occhi te li potrai tappare comunque!

Silvio Caggia ha detto...

@AleD
Tra un anno?
Ma già quasi 30 anni fa ti ho detto, se solo non ci fossero stati gli un-believers di mezzo...
Comunque almeno uno è in giro da più di un anno... Presto saprai se Rossi ha mentito o ha detto la verità...

Silvio Caggia ha detto...

@AleD
Sai che c'è di buono in questa lunga attesa? Che si imparano sempre cose nuove...
Per esempio ieri su ecatnews parlavano di Miles Mathis, di cui spesso sentivo parlare nei forum di RS2theory, e mi è venuto voglia di leggere qualcosa di suo... Proprio a me che con la matematica da giovane ci ho bisticciato forte...

AleD ha detto...

@Pagnini, @Silvio: ok ci credete ma non vi volete sbilanciare. Ripeto, caso mai poi non succede nulla può andare bene che la colpa sia del mondo cattivo e degli unbe', ma anche più semplicemente parafrasando Silvio, se non ci saranno i mamozi sarà perché non serviranno più.
Siete forti, davvero.

Silvio Caggia ha detto...

@AleD
"We are working very hard on the prototypes and I really hope to put in operation the first series of E-Cat quarkX in the factory of a Customer by April. We are working very hard on it in the laboratory of Leonardo Corporation. Today we mae another step forward.

Warm Regards,

A.R."

Silvio Caggia ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Alessandro Pagnini ha detto...

@aled
Non posso prevedere tutto. La mia ipotesi é che l'effetto Rossi ci sia e il report scardinera' dei paradigmi scientifici. Se ci sarà più o meno diffusione vedremo. Se venissero mosse critiche alla sicurezza. ........

triziocaioedeuterio ha detto...

@alessandro
Che il report scardinerà dei paradigmi scientifici ho i miei dubbi...dato che i due precedenti tpr forse più dettagliati del prossimo venturo (ma non lo sappiamo ancora ) non hanno sortito questo tipo di effetti .
Insieme al report perché accada ciò che tu auspichi IH dovrà fare auting pesante insieme all'azienda che ha acquistato un anno fa il megattone...insomma dovrà esserci un bel can can mediatico e soprattutto un prodotto in vendita disponibile per chiunque lo voglia acquistare.
Senza questi ultimi due passaggi il TPR prossimo sarà come i precedenti...probante per molti ma non dirimente...

gio ha detto...

Ma se 5.000, 00 $ di azioni emesse di IHL holding limited ,incorporata secondo la legge di jersey, valgono quanto 5486,91 $ di azioni di IH holding ;quanto vale IHL holding limited?
:)

Silvio Caggia ha detto...

@gio
Coinquilini?

https://opencorporates.com/companies/je/EXTUID_308139

http://www.jerseyregistry.org/ineos-enterprises-group-holdings

https://it.m.wikipedia.org/wiki/Ineos

Silvio Caggia ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
gio ha detto...

@ silvio
si !

magari in quell'indirizzo ce n'è qualche migliaio.
era invece interessante la questione del valore , se vi va.:)

gio ha detto...

https://www.google.it/maps/place/Ogier/@49.185339,-2.112759,3a,75y,90t/data=!3m8!1e2!3m6!1s-hI8V5T3p72Y%2FVMIf-23OT8I%2FAAAAAAAAACI%2F7jXN9Zs8GoQ!2e4!3e12!6s%2F%2Flh6.googleusercontent.com%2F-hI8V5T3p72Y%2FVMIf-23OT8I%2FAAAAAAAAACI%2F7jXN9Zs8GoQ%2Fs156-k-no%2F!7i540!8i540!4m2!3m1!1s0x480c52a846a99f29:0x7545de88d106fd2f!6m1!1e1?hl=it

è uno studio legale il domicilio :)

gio ha detto...

riposto il quizzzone:):)

Ma se 5.000, 00 $ di azioni emesse di IHL holding limited ,incorporata secondo la legge di jersey, valgono quanto 5486,91 $ di azioni di IH holding ;quanto vale IHL holding limited?

gio ha detto...

suggerimento: sappiamo che Ih Holding vale 1,05MLD$

Silvio Caggia ha detto...

@gio
IHL ha scambiato 5000 sue quote per l'incremento di capitale del 22 dicembre di IH holding limited, stimando il valore di mercato di quelle quote in 25 milioni di dollari IHL deve valere almeno quella cifra, ma probabilmente molto di più...

La domanda è chi è IHL?

Deve essere importante visto che ce l'hanno tenuta nascosta fino ad ora...

Tu pensi che IHL stia per IH + Leonardo, ok, idea suggestiva, ma io punto su INEOS come ho detto...
Capisco che lo stesso indirizzo possa essere una coincidenza... Ma che ne dici di questo?

https://eh.uc.edu/2015/12/ih-visit-to-the-ineos-polymer-plant/

Il 4 dicembre è la data di fondazione di IHL...
Altra coincidenza?

gio ha detto...

@ silvio

andiamo in ordine

la domanda di partenza è:

cosa ha in pancia IH holding Uk per valere 1,05mld $?

Silvio Caggia ha detto...

@gio
Ha in pancia la licenza per produrre e vendere e-cat in mezzo mondo!
Non ha bisogno di possedere Leonardo Corporation

gio ha detto...

@ silvio

no!

o meglio specificando ha in pancia la totalità delle azioni di Industrial heat LLc!!!

Silvio Caggia ha detto...

@gio
No a che cosa?
IH holding limited UK ha in pancia IH LLC US, ok, ma non ha in pancia Leonardo Corporation (o Rossi mente).
Ha comunque in pancia metà del business mondiale, e quello nei posti giusti se ricordi la cartina: Americhe, Russia, Cina!

gio ha detto...

@ silvio

IH Holding UK ha in pancia tutta IH LLC us che è stata valutata 1,05MLd $

e ha in pancia 5.000$ di azione di IHL holding del Jersey.

questi sono i fatti!


Il resto sono nostre deduzioni con varie differenze:))

Silvio Caggia ha detto...

@gio
Cosa ha in pancia per me vuol dire quali asset ha, e per me l'asset più importante che ha sono le licenze acquistate da Rossi/Leonardo.

gio ha detto...

@ silvio

dovrebbe essere così !

IH llc us dovrebbe avere in pancia le licenze acquistate da Rossi/Leonardo.

Licenze di cosa, per valere 1,05 Mld $?

Silvio Caggia ha detto...

@gio
Bisogna ammettere che il fatto che IHL stia comprando licenze pende a tuo favore...
http://www.monetazione.it/showimage.php?image=/forum/immagini/R_123619368_1.jpg

Magari la IH di quella foto del 4 dicembre è solo la Industrial Higyene division di quella università... Davvero una coincidenza...

Comunque io non voglio credere che dentro IH holding limited UK ci sia Leonardo Corporation, per me ci sono solo le licenze che ha concesso.
Altrimenti Rossi è Darden starebbero recitando una farsa coi loro discorsi e con gli spostamenti vari di brevetti, cosa improbabile...

Silvio Caggia ha detto...

@gio
Ma come di cosa? Produrre e vendere e-cat!

gio ha detto...

@ silvio

riassumendo :

1) Ih holding uk possiede il 100% delle azioni di IH LLC USA e 5.000,00$ di azioni di IHL Holding del Jersey( questi sono fatti certi)

2)IH LLC usa dovrebbe avere le licenze per produrre e vendere E-CAT

3) IHL holding ha comprato diritti brevettuali e potrebbe avere in pancia azioni di società che hanno nella loro pancia diritti brevettuali( leonardo corporation?)

Silvio Caggia ha detto...

@gio
Riguardo la 1 preciserei che sono 5000 azioni. Il valore è probabilmente quello nominale, quello commerciale sui 25milioni di $, Quindi le sue azioni dovrebbero valere sui 5000$ l'una...
Azienda interessante se ho fatto bene i conti...
Riguardo la 3 cosa ti fa pensare che debba contenere Leonardo corporation?
Secondo me Leonardo è fuori da quel cesto. Ti stai chiedendo chi finanzierà Leonardo per produrre e vendere nel suo 20% di mondo riservato ai (Europa)? Ma è ovvio: i proventi delle licenze a IH!
In questo modo, con il dovuto ritardo, anche Rossi si arricchirà succhiando la gomma alla potentissima IH.
Solo che IH sono tanta gente, Rossi un uomo solo. Un enorme imbuto economico. Ecco il famoso modello di business inventato da Rossi: arricchitevi voi che mi arricchisco anch'io...

Daniele Passerini ha detto...

@Silvio
https://it.m.wikipedia.org/wiki/Ineos

Mi hai dato una suggestione/intuizione...
e se il megacattone fosse stato testato per un anno alla INEOS New Planet BioEnergy con sede a Vero Beach in Florida?!?!?

http://www.ineos.com/businesses/ineos-bio/news/ineos-bio-florida-waste-to-biofuel--energy-plant-enters-service/

Daniele Passerini ha detto...

@Silvio
Rilancio!
http://www.ineos.com/businesses/ineos-bio/news/ineos-bio-jv-selected-department-of-energy-grant-for-commercial-bioenergy-facility

gio ha detto...

@ silvio

>Riguardo la 1 preciserei che sono 5000 azioni. Il valore è probabilmente quello nominale

fai bene a precisare , è sicuramente quello nominale!

sono 5.000 azioni da 1$ l'una, così è scritto nello share allotment!

:)

gio ha detto...

@ silvio

>Riguardo la 3 cosa ti fa pensare che debba contenere Leonardo corporation?

mentre la 1 è un dato di fatto , la 3 è solo una mia ipotesi!

anche perchè il valore di 1,05mld$ per licenze commerciali di un prodotto non ancora in commercio mi pare un pò tantino

Silvio Caggia ha detto...

@gio
Per licenza commerciale intendo il diritto a sfruttare la proprietà intellettuale, praticamente tutto quello che può fare Leonardo, solo limitatamente ad un territorio che corrisponde al mezzo mondo più importante... Che vuoi di più?
Che te ne faresti di Leonardo dentro?
Lasciala fuori, che casomai nascesse qualche contesa brevettuale si affossa lei ma non IH... Sai com'è... Meglio prevenire!

Silvio Caggia ha detto...

@Daniele
Potrebbe essere... Controlliamo se c'è una certa cafeteria nei paraggi...

Daniele Passerini ha detto...

@Silvio
Continuando il "gioco", puoi vedere l'impianto che suggerisco come sede del megagattone in funzione cercando su google immagini INEOS VERO BEACH.

Daniele Passerini ha detto...

@Silvio
http://energy.gov/sites/prod/files/2015/04/f22/demonstration_market_transformation_russel_3423.pdf

gio ha detto...

@ silvio
quindi i diritti di proprietà a Leonardo

e lo sfruttamento di tali diritti a IH llc.


il problema è che non ci saremmo\siamo con la valutazione !!

ossia siccome devi fare un IPO( quotazione in borsa)con IH holding e quel miliardo di $ di valutazione sta un pò nelle nuvole , come dicevo , per un prodotto che non è ancora in commercio!

domenico canino ha detto...

@daniele
Ipotesi suggestiva.

gio ha detto...

serve che lì dentro ci siano le Royalties per lo sfruttamento di marchi e brevetti, altrimenti non si arriva ad 1MLD $ di valutazione

gio ha detto...

in sostanza li dentro ci devono essere gli incassi delle royalties:):)

Silvio Caggia ha detto...

@gio
Ma infatti la IPO non la fai finché non è pubblico che l'e-cat funziona e bene.
Ora entrano gli investitori che amano rischiare, e guadagnare tanto, la IPO la fai quando è chiaro quale sarà il ritorno...

gio ha detto...

@ silvio

ma sono vicini all'IPO.

Sembrerebbe:):)

Se arrivano quei 100 mld $ , parte l'operazione IPO.

E uno che fa ; uno esperto di queste cose , lascia fuori la cosa che può dare maggior valore all'IPO : Brevetti e Marchi.

mi sembra poco credibile, se non stupido!

gio ha detto...

@ silvio

mi sa che IHL holding non c'entra niente con INEOS

gio ha detto...

a questo punto l'ipotesi che faccio è che IHL holding ,creata il 4 dicembre, è il veicolo societario in cui far confluire Leonardo corp con tutta IP ( marchi brevetti).



gio ha detto...

ci hanno dovuto pensare un pò:):)

gio ha detto...

https://woodfordfunds.com/qa-neil-woodford/

ALAIN COETMEUR says:
March 10, 2016 4:49 pm
Dear Mr Woodford,
Could you tell us your strategy around the nearly 50Mn$ invested in Industrial Heat, the LENR company created by Tom Darden, owning license of E-cat technology.
What is you position, beside this tiny investment, about the disruptive potential of LENR technology on other of your investments ?
On LENR technology, do you have planned a strategy ? Is it more like a hedging strategy, or a more positional strategy ?
Do you have other link, projects, or investment in LENR domain ? Do you have relationship with LENRG ecosystem ? With Nukey ?
Best regards. Alain Coetmeur aka AlainCo.
Reply
PAUL FARROWMODERATOR says:
Today 11:09 am
Hi Alain Industrial Heat is currently working with numerous scientists and is acquiring both the technology and teams required to maximise the potential of new energy technologies.
The company recently said that it is willing to invest time and resources to see if this technology might be an area of useful research in its quest to eliminate pollution. We share this quest for what we believe will be a significant development and exploitation of new energy sources.

gio ha detto...

Hi Neil. I see the Patient Trust has recently invested in “Industrial Heat”. Do you have any timeframe in mind before you expect this to show a return? Thanks. Richard Sully.
Reply
PAUL FARROWMODERATOR says:
Today 11:06 am
Hi Richard We are patient capital investors. Industrial Heat is currently working with numerous scientists and is acquiring both the technology and teams required to maximise the potential of new energy technologies. The company recently said that it is willing to invest time and resources to see if this technology might be an area of useful research in its quest to eliminate pollution. We share this quest for what we believe will be a significant development and exploitation of new energy sources.

gio ha detto...

copia incolla ma hanno risposto

gio ha detto...

BILLY BOB says:
March 14, 2016 2:15 pm
Can you provide any more information on the Industrial Heat (IH) investment – what percentage of IH do the funds own? – can you commented on the one-year ECat test? Thanks
Reply


PAUL FARROWMODERATOR says:
Today 11:13 am
Hi Billy We do not disclose how much we own of any of our unquoted holdings. Regarding the one year test, Industrial Heat is currently working with numerous scientists and has a strategy to build a diverse portfolio of innovative technology assets to maximise the potential of new energy technologies. We share this quest for what we believe will be a significant development and exploitation of new energy sources.

gio ha detto...

MARY YUGO says:
March 13, 2016 5:02 pm
Can you comment on the due diligence used to vet the investments in Andrea Rossi and Industrial Heat and their work in low energy nuclear reactions (LENR)/cold fusion as power sources? Specifically, if you know, who were the experts who tested the rather extravagant claims? Did you know of Rossi’s checkered past and criminal history in Italy?
Reply


PAUL FARROWMODERATOR says:
Today 11:09 am
Hi Mary We follow a thorough due diligence process for all our investments, irrespective of their size or the fund they are invested in.
With regard to Industrial Heat, we were, and have been, very aware of the scepticism about LENR technology. The company is currently working with numerous scientists and is acquiring both the technology and teams required to maximise the potential of this, and other, new energy technologies. The company recently said that it is willing to invest time and resources to see if this technology might be an area of useful research in its quest to eliminate pollution. We share this quest for what we believe will be a significant development and exploitation of new energy sources.

Alessandro Pagnini ha detto...

Una (unica) risposta per cento domande! :-D

Silvio Caggia ha detto...

L'e-cat funziona... Come una moneta da 15 euro...

Silvio Caggia ha detto...

http://numistoria.altervista.org/blog/wp-content/uploads/2015/01/irlanda_2015_walton.jpg

Alessandro Pagnini ha detto...

A Giugno Rossi pensa di fare una conferenza stampa in Svezia e lì rivelerà dove sarà l'impianto con gli E-CAT X (non il vecchio tipo del quale si è appena concluso il test), che sarà anche visitabile. Pensa di metterlo in funzione verso Aprile. Rossi dichiara anche che lui e Cook pensano di essere vicini alla interpretazione teorica del fenomeno.

Antonio ha detto...

@Alessandro, come se il "vecchio" fosse già qualcosa di oggettivamente e provatamente funzionante venduto in centinaia di migliaia di esemplari e che ha generato giri d'affari miliardari ;-)
Mah.... quanti anni ha Andrea Rossi?

Alessandro Pagnini ha detto...

@ Antonio
"... come se il "vecchio" fosse già qualcosa di oggettivamente e provatamente funzionante venduto in centinaia di migliaia di esemplari..."

La leggi così?
Credevo di aver scritto una cosa diversa. Spiego meglio il mio pensiero:
Mentre per lo E-CAT termico prototipale (diciamo poco più del Flyer dei Wright, forse l'aereo di Curtiss, giù!) si attende un rapporto che DOVREBBE chiarire ogni dubbio sul fatto che funzioni (ma non sul COME funziona, lì entrano in ballo i teorici) e probabilmente sapremo dove è l'impianto, ma non è chiaro se il customer permetterà comunque dei sopralluoghi, per lo E-CAT X Rossi stavolta si è assicurato che l'impianto possa anche essere visitabile e pertanto ne dichiarerà l'ubicazione ANCHE in funzione di ciò. Non capisco dove stia scritto quello che tu leggi. A me sembra assolutamente lineare e direi un bel passo avanti di fiducia e trasparenza, come lo sarà il rapporto sul primo impianto industriale venduto (la positività di quel rapporto è essenziale), che è di una tecnologia meno avanzata, forse addirittura già obsoleta e sicuramente non ingegnerizzata ancora a dovere. Ingenuo o polemico ritenere che per poter sviluppare il suo prodotto Rossi debba prima vendere migliaia di impianti clonati da uno che è praticamente una demo e un'occasione di ricerca e sviluppo, allo stesso tempo. Si vede che lavoriamo in due modi molto diversi. Tutti quelli che ho conosciuto io e facevano produzione, me compreso tanti anni fa, non seguivano le tue indicazioni.

nemo ha detto...

OT
Sono sconcertato. Camillo Franchini è ancora alle prese con la bombolina e contesta Giancarlo. Non ho mai avuto evidenza, prima d'ora, di una persona tanto in malafede. Lo si capisce da come pretende di manipolare numeri e risultati. Tratta il palladio come fosse una specie di colabrodo, trascurando che il fenomeno non avviene a causa di una differenza di pressione atmosferica, ma a causa di una differenza di potenziale elettrico. Continua confondere ad arte i fenomeni. Sarebbe quasi divertente se non mi iritasse la disonestà intelettuale.

nemo ha detto...

Quali sono le implicazioni per la fusione fredda? Non lo so ma credo ci siano. Purtroppo una teoria che lo spieghi ancora non esiste.

nemo ha detto...

Sarebbe interessante fare l'esperimento al contrario. Superficie bagnata all'interno della bombolina aperta e gas contentuo in una camera chiusa.
Mi chiedo se la differenza di aree tra superficie interna ed esterna conti in modo significativo.

Alessandro Pagnini ha detto...

Giancarlo contro Camillo? É tempo di derby a quanto pare. Domenica c'é anche quello di Torino ;-)

nemo ha detto...

@Alessandro
:-D roba da matti! ahahahahahah

nemo ha detto...

se la bombolina non è fusione fredda è senzaltro semifredda! Camillo's effect. :-D

MISTERO ha detto...

@Nemo
Difficile propendere per uno o per l'altro, tra due disonesti alla fine può vincere solo la disonestà con l'ego più forte.
Mi sbilancio per Camillo, seguendo con interesse tutta la vicenda, a parte qualche svarione triplo carpiato evidente, molte contestazioni sono corrette.
Chiaramente Camillo è nella posizione più debole leggendo quanto sosteneva prima della prova di Mario.
Messo all'angolo si difende e lo fa in modo meschino e subdolo, ciò non significa che tutte le sue critiche sono "non corrette"..

nemo ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
nemo ha detto...

Magari il modello di Gianfranco non è giusto ma non nega i dati sperimentali, Camillo si. Questo, per me, fa una gran differenza. Per CF ricordo che Celani era un imbroglione e poteva esserci solo una frazione di delta p, rispetto a quella atmosferica, dovuto ad asimmetrie non bene identificate.

nemo ha detto...

Credo che le cose siano molto più complicate di quel che pare. Non sono modelli facili da trattare. Intendo dire che la termodinamica e cinetica chimica non sono sufficienti a spiegare questo tipo di fenomeni. Se fosse possibile oggi forse sapremo se la fusione fredda è impossibile o meno.
Anche un premio nobel della portata di Julian Swinger non sapeva come trattare l'argomento in modo adeguato.

MISTERO ha detto...

Non li nega, li contesta.
Li argomenta.
Non voglio fare l'avvocato del diavolo, è una visione a maggioranza cattolica. :-)

nemo ha detto...

bene

nemo ha detto...

Vedo che ora ha riabilitato l'esperimento di Celani. Ottimo.

MISTERO ha detto...

@Mario
Come lo spieghi questo:
https://www.youtube.com/watch?v=nma9buBEYI8

Contatore rotto o durante le riprese qualcuno sopra in appartamento giocava con i carichi?

Silvio Caggia ha detto...

@Mistero
La seconda che hai detto, il qualcuno si chiama termostato...

Giovanni, puoi rifare lo stesso video con gli stessi carichi ma senza magravs?

Grazie

Silvio Caggia ha detto...

@giovanni
Il led in alto del contatore ti da la potenza istantanea: ogni lampeggio indica un consumo di 1Wh.
Quindi quando si accende ad una frequenza di 1s stai consumando 3600W, 2s 1800W, 3s 1200W...
A me sembra che hai dei momenti di picco, infatti il contatore ti avvisa che hai superato del 10% la potenza massima concessa, e momenti di bassa.
Come hai regolato la manopola del termostato della stufa? Sei sicuro che stia sempre accesa?

Paul ha detto...

@ Silvio: forse serve una precisazione:
- 1s: un lampeggio al secondo
- 2s: due lampeggi al secondo (cioè ogni mezzo secondo)
- 3s: tre lampeggi al secondo (cioè ogni terzo di secondo) ecc.

Silvio Caggia ha detto...

@Paul
Intevo ovviamente dire periodo, non frequenza. 2 secondi tra un lampo e l'altro, 3 secondi tra un lampo e l'altro...

MISTERO ha detto...

@Silvio
"Come hai regolato la manopola del termostato della stufa? Sei sicuro che stia sempre accesa?"

Ne possiedo una identica, quando accesa al massimo va al massimo, non stacca mai, posizione 1 e posizione 2..

Silvio Caggia ha detto...

@Mistero
Mi puoi indicare marca e modello?
A me quella non sembra una stufa ma un termoventilatore... Chi vi ha detto che il suo consumo dovrebbe essere costante?
"I prodotti più accessoriati, poi, presentano la funzione ECO ENERGY, che fa lavorare il termoventilatore sulla base di cicli di wattaggio e quindi in modo variabile, alternando potenza massima e quella minima. Infine, più o meno tutti presentano il termostato per ambiente integrato, che se impostabile, mantiene costante nel tempo la temperatura da noi indicata ;)."
http://www.termoventilatore.com/

Comunque la prova essenziale da fare è quella in bianco senza magravs... È stata fatta?

SPAXIO ha detto...

@MISTERO
@Silvio Caggia

Visto che avete ripreso l'argomento qui riporto il mio commento inserito ieri su un altro post in risposta a Camillo


@Camillo

Grazie per gli aggiornamenti, anche per me il contatore Enel è guasto o "impazzito" per la presenza del MAGRAVS,

sarebbe utile collegare un oscilloscopio con due sonde differenziali isolate per osservare e acquisire le forme d'onda della corrente e della tensione, sia in vicinanza che in lontananza del MAGRAVS,

e anche fare altre misure più semplici, tramite delle pinze amperometriche da inserire vicino al contatore e vicino al MAGRAVS, sicuramente meno significative, ma se le letture risulteranno uguali avvalorerebbero l'ipotesi del contatore guasto,

mentre se anch'esse saranno ballerine significa che il MAGRAVS è realmente attivo, questo non significa con sicurezza che sta generando energia, ma significa che il contatore non è guasto ma è messo "fuori uso" (banda) dal MAGRAVS, quindi è opportuno approfondire con strumenti e metodi più scientifici,

un'altra cosa che potrebbe fare Giovanni è staccare il MAGRAVS e vedere se il contatore Enel torna a misurare regolarmente anche confrontandolo con la lettura dei wattmetri economici,

Buon Lavoro

MISTERO ha detto...

@Silvio
Eccellent Electris 2000W.
Non ho trovato nulla in rete, ma un modello praticamente identico è questo:
http://www.protestaqui.pt/comparar-e-poupar/casa/aquecimento/termoventiladores/produto/76135/electric-co-tvent-20

Termostato MECCANICO.
L'assorbimento una volta impostato in posizione uno o due rimane costante, si può variare solo la velocità della ventola.
E' un sistema ammazza bolletta, se lo dimentichi acceso devi fare un mutuo per pagare la bolletta. Non solo, sono sistemi pericolosi, le griglie di plastica possono prendere fuoco.

MISTERO ha detto...

@Spaxio
Anche per me l'unica spiegazione è il contatore in tilt, ma come è andato in tilt?
Come mai il tilt coincide con il tempo previsto del condizionamento?

Silvio Caggia ha detto...

@Mistero
Mi sembra che il termo ventilatore del video avesse i comandi sotto, quello che linki tu sopra: indubbiamente un altro prodotto.
Che ci vuole a far la prova senza magravs DOPO quella con il magravs e farci dire cosa indica il contatore?

Se la tua stufetta dimenticandola accesa può prendere fuoco, dammi retta: buttala.

MISTERO ha detto...

Ho fatto una prova di 15 minuti, i primi 5 minuti a pieno carico, il contatore segnava 2 kW.
A metà carico per 5 minuti il contatore segnava 1,5 kW, poi 1,2 kW.
Dopo 15 minuti ho spento e il contatore segnava 0, IMPOSSIBILE!!
Ho due pc accesi e almeno 4 elettrodomestici in standby..
Non ho il Magravs.. :-)))

MISTERO ha detto...

Se la tua stufetta dimenticandola accesa può prendere fuoco, dammi retta: buttala.

Non è mia, è della mia compagna, comprata per 18 euri in offerta ad un ipercity. Quella che abbiamo è identica a quella di Giovanni, con le manopole in basso.
Ho fatto un filmato del test, provo a postarlo sul tubo.

Silvio Caggia ha detto...

@Mistero
"Tutti i modelli sono muniti di un termostato ambiente che permette di mantenere costante la temperatura nella stanza da riscaldare. Grazie al termostato, l’apparecchio si accende e si spegne automaticamente al raggiungimento della temperatura impostata. I modelli da bagno, come specificato nel paragrafo precedente, ma anche molti altri tipi di termoventilatore, sono dotati di un dispositivo di scurezza contro il surriscaldamento.

Questo dispositivo entra in funzione quando gli elementi riscaldanti (la resistenza) sono troppo caldi e arresta il ventilatore per evitare un principio di incendio. Non acquistate prodotti che siano sprovvisti di questo dispositivo: la sicurezza non è mai troppa."
http://www.guidaacquisti.net/termoventilatore

Possiamo salutare Keshe con un bel: vai a farti un bel bagno caldo?

MISTERO ha detto...

Su questi accrocchi la termoresistenza è un lusso Silvio.
A Dicembre la mia compagna lo accendeva alle 5 del pomeriggio in camera da letto, verso la mezzanotte la camera era un forno e il fornellino continuava a pompare aria calda..
La prima manopolina, ho verificato ora, è un termoregolatore. Stacca a metà corsa appena acceso e non stacca più dopo 5 minuti.. Un cesso di apparecchio, magari quello di Giovanni funziona correttamente e dopo un tot di funzionamento ad una certa temperatura stacca come dovrebbe in teoria fare visto che il termostato è presente (manopolina di sn).
Quindi chiaramente la riduzione del carico è dovuta al termostato.
Possiamo salutare Keshe quanto vuoi, ma non mi sembra che abbiamo definitivamente chiuso il test.
Definire una volta per tutte che si tratta di una bufala è molto importante, questo accrocchio viene venduto anche in questo momento in cui stiamo discutendo delle prove.
Voglio la prova certa che non produce nessun effetto, la prima firma sulla denuncia per truffa in associazione con molti, sarà la mia!

MISTERO ha detto...

Parte uno:
https://www.youtube.com/watch?v=jhso-koPVMQ

Dura poco più di un minuto, poi si è spenta per sbaglio la telecamera, la seconda parte dura più di 15 minuti. Ho riacceso qualche secondo dopo..

Antonio ha detto...

@MISTERO, @Silvio
Dopo il tuo video mi è partito questo facendomi scoprire vette impensabili della "nanoricopertura"... altro che Keshe ;-)

https://www.youtube.com/watch?v=qJQ575K2xB8

Al tizio non viene mai da ridere, spero sia un grande attore; non voglio pensare che creda veramente a quello che dice ;-)

Daniele Passerini ha detto...

@tutti
Avete presente questo semplice quiz che gira su internet?

Compro una mazza e una palla da baseball per 1 euro e dieci centesimi. La mazza costa esattamente un euro in più rispetto alla palla. Quanto costa la palla?
Ecco le possibili risposte:
a) 5 centesimi
b) 10 centesimi
c) 15 centesimi
d) altro
Qual è quella giusta?


Ecco, chi risponde in modo sbagliato si comporta, a livello di ragionamento, né più né meno come quelli che hanno deciso che l'e-cat NON PUÒ funzionare (e che Rossi non può che essere un truffatore e che chiunque porti prove a supporto dell'e-cat, o semplicemente esprima opinioni a favore, non possa essere che un complice o un incompetente ecc.).

;-)

Daniele Passerini ha detto...

P.S. Ops, ho sbagliato post, non volevo pubblicarlo qui!

Posta un commento

Ovviamente 22passi è un blog, non una rivista on line, pertanto la responsabilità di quanto scritto in post e commenti appartiene solo ai rispettivi autori. Chi è abilitato a pubblicare su 22passi deve evitare botta&risposta a distanza con utenti di altri blog o forum (donde può comunque trarre contenuti citandone la fonte).

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.

Related Posts with Thumbnails