Un blog per appassionati d’Amore onestà spiritualità arte poesia politica democrazia sostenibilità tecnologia green-energy cold-fusion LENR medicina alternativa cambi di paradigma rivoluzioni scientifiche criptoarcheologia e “tante cose infinite, ancor non nominate”. Uno specchio capovolto della realtà: qui siamo una società gilanica, fuori c’è il patriarcato; qui siamo pro E-Cat, fuori c’è il petrolio... per fare previsioni sull’esterno invertite SEMPRE i risultati dei nostri sondaggi interni!

>>>> CERCHI LIBRI SUL BENESSERE DEL CORPO, DELLA MENTE E DELLO SPIRITO?

sabato 13 febbraio 2016

Il "Generatore di energia allo stato solido" e gli infiltrati al pranzo di 22passi


Nei riquadri, da sinistra a destra, Stefano Giardina e Ermanno Franceschini
Post di Andrea Rampado

Sono passati circa 3 anni e mezzo dal pranzo di 22passi a Cesena il 22 Settembre 2012 ed è giunto il momento di svelare alcune sorprese che non sono mai state svelate a nessuno, almeno fino ad oggi. :-)

Durante i preparativi per il pranzo di 22passi da circa un anno ero in contatto con Ermanno Franceschini e Stefano Giardina, gli inventori del "Generatore di energia allo stato solido".
Proposi ad entrambi di partecipare al pranzo in qualità di infiltrati.
Poco o nulla avevano a che fare con Andrea Rossi e l'E-cat, ma il loro dispositivo, che avevo già avuto modo di toccare con mano e verificare, produce energia praticamente gratuita.
Quale occasione migliore per loro, mi sono detto, di incontrare persone come i lettori e autori di 22passi fortemente interessati al tema delle energie e nello specifico alla free energy, senza ovviamente svelare il motivo della loro presenza.
Credit: Ermy.it, Ermanno Franceschini con Sergio Marchionne
L'invenzione, il "generatore di energia allo stato solido", inizialmente chiamato il "Bottone Cosmico" nasce da una intuizione di Ermanno Franceschini mentre studiava alcune teorie "eretiche" sulle possibili funzioni o utilizzi delle piramidi egiziane.
Di che cosa si tratta, come funziona?

Lasciamo a loro la spiegazione...

136 : commenti:

AleD ha detto...

Oh, un altro che vuole salvare il mondo passando dall'energia.
E' un invasione ormai.

La spiegazione però è un po' tanto cruda...
Prossime versioni?

Robbins ha detto...

@Rampado

Mi faccia scrivere una mail da Passerini quando avrà in casa una lampadina accesa con l'overunity dei suoi amici. Vengo volentieri a vederla.

MISTERO ha detto...

@Robbins
Ci sono già le lampadine accese e non solo quelle, il suo google non funziona oggi?
La aspetto molto volentieri qui sui colli euganei, quando viene?

MISTERO ha detto...

P.s. la trovo impreparato, non si tratta di overunity... Stanchezza da Cobraf?

Robbins ha detto...

Va bene anche se le mando un amico? Sono sicuro che le piace (noti che sto usando il modo indicativo).

MISTERO ha detto...

No, preferirei che viene lei.. Non amo ospitare sconosciuti (noti che la conosco).

Robbins ha detto...

No, non mi conosce. Invece conosce l'amico. La qualità dell'intelligence nei blog è scarsa. Bei tempi quando i Servizi francesi erano i più disinvolti del mondo. Anche l'Affaire Dominique Strauss-Kahn è stata una cialtronata.

Hermano Tobia ha detto...

Molto interessante, il fatto che abbiano ottenuto un brevetto e soprattutto che siano dei tecnici nell'ambito dell'automazione (e che quindi devono conoscere l'elettrotecnica) rende poco probabile l'ipotesi di un abbaglio.

Forse il dispositivo Steorn (ammesso che funzioni ovviamente, i primi test su ECW non mi sembrano incoraggianti) si basa su principi simili.

Penso che sarebbe molto interessante un test esaustivo fatto da Mario / GSVIT; adesso che il brevetto é stato concesso non dovrebbero esserci ostacoli ...

Infine ... Daniele, Andrea ... a quando il prossimo raduno 22 passi ? Primavera?

Silvio Caggia ha detto...

@Mistero
Non ti ricorda un po' orbo questa invenzione?

Silvio Caggia ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
AleD ha detto...

@MISTERO
"
@Robbins
Ci sono già le lampadine accese e non solo quelle, il suo google non funziona oggi?
"
Veramente via google quello che esce non è poi tanto confortante. E' tutto un inno alla rivoluzione energetica e il max è una lampada da tavolo non ordinabile e che è senza specifiche a parte che si accende e si spegne. La lampada lisa ce l'hai? Quanto dura...?

MISTERO ha detto...

@AleD
Replico da Donna D; perché sei arrabbiato?
Il durare è sempre stato un problema femminile.

@Bertoldo
E quindi?

@Hermano
Intanto ti chiedo scusa, poi ti spiego, dopo che interviene Mimmo. ;-)

MISTERO ha detto...

@Robbins
"La qualità dell'intelligence nei blog è scarsa."

Per questo motivo li frequenta tutti?

AleD ha detto...

@MISTERO: io arrabbiato?
Mica l'ho chiamata io lisa la lampada, e il dura ovviamente era riferito a quella, diobono!

Robbins ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Robbins ha detto...

@Mistero

QED - è la seconda conferma che ottengo oggi.

Lei ha appena provato che la SUA intelligence è scadente.

Le auguro un buon fine settimana, che spero sia senza lambiccarsi troppo sulle identità degli altri: non ne vale la pena (soprattuto quando si sbagliano).

MISTERO ha detto...

Lei ha appena provato che la SUA intelligence è scadente.

Era quello che voglio.

soprattuto quando si sbagliano

Le ho appena dimostrato il contrario, per quanto mi riguarda; con 45 mesi avanti... :-)

Silvio Caggia ha detto...

@Mistero
C'è della teoria dietro o siamo al Mistero? Da dove verrebbe questa energia elettrica prodotta da questi wafer di quarzo e grafene?
Hai un link al brevetto?

MISTERO ha detto...

@AleD
diobono

Cavoli, 0,023 watts per grammo di quarzo e grafene!!!
Con un coating migliore, diciamo all'ultimo grido con laser, un fattore 100 è possibile?
Non lo so cazzarola, non lo so.
Non conosco la teoria che ne spiega il funzionamento, non so neppure se esiste una teoria, non so prevedere nulla.
In 4 anni da soli e senza adeguate strutture e tecnologie hanno già migliorato di un fattore 100; posso immaginare ma non lo scrivo che cosa si potrebbe ottenere con POLVERI più sottili, con polveri più nanostrutturate.
E vogliono andare via dall'Italia....Diobono!!
E dopo questa uscita, ci parte Oca con il suo fango e i tre pirla di Cobraf, gli pago io il biglietto di sola andata per il sud Africa.
Ho un meeting la prossima settimana, Mario ovviamente è invitato.
http://www.qlisa.it/index.html

Silvio Caggia ha detto...

@Mistero
Mi sono dovuto leggere tutto il blog ermyit visto che non mi hai risposto, ma almeno mi sono fatto un'idea chiara di come funzioni questa invenzione.
La chiave sta qui:
https://drive.google.com/file/d/0B_YHZiWuWYsVNkZCQjh5OXdaQmc/view
Che tra l'altro contiene la risposta ad Andrea Idini su dove prendesse particelle ad alta energia il ca-cat per iniziare la reazione senza avere un acceleratore...
E questo fa anche da collegamento con l'orbo di Steorn e le discussioni di qualche anno fa con Mario e Franco sugli electret...
Grazie per avermi fatto conoscere questa chiave di volta...
Devo dire che l'avevi intuita senza razionalizzarla anni fa quando mi chiedevo perché Rossi avesse cercato proprio Focardi, e spulciando nel passato di Focardi mi colpì un vecchio video in cui lui era tra i realizzatori di una camera a nebbia...

SPAXIO ha detto...

@MISTERO

Questa volta ci siamo !

e' possibile partecipare al meeting ?

AleD ha detto...

@MISTERO: Ok, facciamo che per me siamo alle supercazzole in ambito energetico. Ci vorrebbe un film, davvero. Sempre sul comico intendo... :-) ma anche :-(

MISTERO ha detto...

visto che non mi hai risposto

Scusa ma ci siamo sovrapposti, non avevo visto le tue domande Silvio.
Comunque prendi per buono quanto ho scritto ad AleD.

@Spaxio
Penso di si, ti farò sapere.
Nel frattempo prova a fare una replica, non è difficile, hai già tutto quello che serve.

bertoldo ha detto...

"@Bertoldo
E quindi?"

Hanno trovato il modo di trasformare l'etere cosmico con un adattatore d'impedenza ... dove lo vendono e quanto costa , questa è la parte interessante i prototipi vengono dimenticati in fretta .

bertoldo ha detto...

e sopratutto visto che sarà molto facile produrli perchè non regalano l'invenzione e il brevetto al mondo intero ? pensano forse che non riusciranno a vivere solo di donazioni ? basterebbe aprire un sito internet e regalare il brevetto e l'applicazione pratica ,ovvero la costruzione passo passo dei dispositivi , verrebbero sommersi dalle donazioni . 2016 e ancora non hanno capito che se venderanno il brevetto questo non sarà sviluppato o costerà moltissimo . Non riescono proprio a pensare ad un mondo in cui si regala la conoscenza per una crescita veramente esponenziale e senza mediazione di chi controlla i soldi . Restate pure nel medioevo che ha voi fà comodo cosi ...

bertoldo ha detto...

https://www.youtube.com/watch?v=ENeDkGce5-4 avevano fatto anche una richiesta di fondi ma nessuno gli ha dato credito sufficente ...

MISTERO ha detto...

perchè non regalano l'invenzione e il brevetto al mondo intero ?

Di fatto brevettando lo hanno regalato.
Se volevano dormire tranquilli non avrebbero dovuto brevettare, ma questo ancora non lo sanno.
Ci sono mille possibilità di aggirare il brevetto, soprattutto brevettando nuovi metodi di produrre nanopolveri o di come depositarle su film sottili.
Immagina nuovi materiali che sfruttano questo "nuovo principio fisico" (ovviamente non brevettabile) con i quali produrre la corozzeria di un auto, di un aereo, o le pareti di una casa, un condominio, un grattacielo, il tavolo del tuo soggiorno o il guscio del tuo portatile.
Immagina di migliorare il coating e passare da 0,023 watts/grammo a 0,23 watts/grammo..

Le batterie della Tesla S pesano 550 kg per circa 85 kW, calcola quanto dovrebbe pesare un generatore di energia allo stato solido in grado di ricaricare in continuo la batteria con 0,23 watts/grammo.

Ora dovranno correre e correre parecchio se vogliono mantenere il controllo.

AleD ha detto...

@MISTERO

Le batterie della Tesla S pesano 550 kg per circa 85 kW, calcola quanto dovrebbe pesare un generatore di energia allo stato solido in grado di ricaricare in continuo la batteria con 0,23 watts/grammo.

A parte che gli 85 sono kWh e non kW, i kW sarebbero un 300.
Ma santo cielo, prima di sognare, risognare e strasognare, ci sta una lampada a led senza specifiche. Oggi. Ce l'hai sta lampada? Almeno quella...


Ora dovranno correre e correre parecchio se vogliono mantenere il controllo.

Domanda, come mai in 4 anni non se li è cagati nessuno? Ci sta pure la foto col marchionne...

MISTERO ha detto...

come mai in 4 anni non se li è cagati nessuno?

Ti chiami nessuno? :-))
Non farmi domande alle quali puoi da solo trovare le risposte, è tutto nel loro blog, nelle interviste video e negli articoli di giornale..

Tizzie ha detto...

Link al brevetto?

Alessandro Pagnini ha detto...

@ Mistero
"...Ci sono già le lampadine accese e non solo quelle..."

Mi unisco al coro di AleD e di Robbins, anche se probabilmente con disposizione d'animo ben diversa:
Ma TU, in casa o in ufficio, ce l'hai qualcosa che funziona con quel dispositivo? Insomma, hai toccato TU PERSONALMENTE con mano e verificato un funzionamento almeno nel medio periodo, o ti stai fidando (a torto o a ragione lo capiremo in seguito) di quello che stanno facendo vedere i due inventori?

Se non hai conferme personali tu, non significa che non sia comunque plausibile, ma se tu mi dicessi che hai personalmente verificato sul campo, allora sarebbe cosa ben diversa.

Briel ha detto...

Mi unisco alla richiesta di Tizzie :
qualcuno sa dove trovare il pdf completo del brevetto ?
Grazie in anticipo :)

Briel ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
MISTERO ha detto...

Ciao Alessandro, entrambe le cose.
Mi fido di loro e i motivi sono troppo personali per poterli scrivere, per il momento posso dirti che sono due bravi "ragazzi". Ho verificato e toccato con mano (la versione 1.0), ti confermo quanto loro dichiarano, ma la mia esperienza non ha nessun valore..

AleD ha detto...

@MISTERO: Yawhnn...

Silvio Caggia ha detto...

Visto come stanno andando le cose a questi due simpatici inventori, cominciate a capire perché Rossi si muove nel modo in cui si muove?

Alessandro Pagnini ha detto...

@ Mistero
"...Ho verificato e toccato con mano (la versione 1.0), ti confermo quanto loro dichiarano, ma la mia esperienza non ha nessun valore.. ..."

Per me ha un valore, invece. Potresti anche esserti sbagliato, ovviamente, ma intanto è una conferma diretta da persona di cui mi fido.

CLaudio Rossi ha detto...

@ Silvio Caggia

"...cominciate a capire perché Rossi si muove nel modo in cui si muove?

No; io continuo a non capire. Se si è veramente certi di avere a disposizione una tecnologia grazie alla quale nulla sarà più come prima, molte guerre finiranno e si produrranno stravolgimenti globali (non dico certo che saranno risolti tutti i problemi, anzi!) credo che abbia ragione Bertoldo: la cosa migliore da fare sarebbe farne una pubblicazione open source, regalarla all'umanità e far sì che nessuno, neanche l'inventore, possa monopolizzarne lo sviluppo.
Cercare i quattrini come primo obiettivo, svilisce un bel po' la grandezza dell'ideatore la cui fama e ricchezza sarebbero comunque inevitabili..

MISTERO ha detto...

Brevetto:
http://www.uibm.gov.it/uibm/dati/Tmview.aspx?load=espacenet&ApplicationNumber=PR2013000046&table=Invention

Anticipata accessibilità
no


List of all citations ITPR20130046 (A1):
http://worldwide.espacenet.com/publicationDetails/citedDocuments?CC=IT&NR=PR20130046A1&KC=A1&FT=D&ND=6&date=20141201&DB=worldwide.espacenet.com&locale=it_IT

MISTERO ha detto...

@Claudio
Lunga e complessa la discussione.
Sono 15 anni che seguo inventori e invenzioni cercando prima di tutto di conoscere l'inventore più che la sua invenzione.
Il primo problema è l'inventore, il suo carattere; la condizione sociale in cui è cresciuto e nella quale si trova.
Il secondo problema sono le persone con le quali è in contatto quotidianamente; moglie o compagna, figli, amici, colleghi, solitamente sono i suoi primi nemici dopo se stesso.
Il terzo problema sono le persone a lui estranee, le persone con le quali dovrà entrare in contatto o dalle quali riceverà dei giudizi-consigli-proposte; l'invidia è al primo posto, segue l'ego poi l'ignoranza ed infine gli scopi e gli interessi personali e/o societari sono il più delle volte delle montagne insormontabili.
Il quarto problema è l'invenzione, le sue applicazioni, le scelte e i percorsi che si intraprendono ne determinano il successo o il suo insuccesso.
Il quinto problema è il tempo durante il quale si superano o non si superano i primi quattro punti elencati.

CLaudio Rossi ha detto...

@ Mistero

Capisco la complessità dei problemi e in effetti anche il "contesto" generale e i relativi condizionamenti. Ma mi riferivo a scoperte rivoluzionarie, quelle che sovvertono equilibri scientifici, economici e geopolitici. Quelle per cui nascono siti mirati a sconfessarle o, se non vi sono sviluppi, si ipotizzano complotti planetari... non le scoperte in senso lato.

Silvio Caggia ha detto...

Scoop!
"Le Oche a galla sulla GW 140915"
L'oca ha registrato un nuovo evento di onde gravitazionali, addirittura il 15 novembre 2014, un anno prima del GW150914 di LIGO!
Nobel subito...

Silvio Caggia ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Briel ha detto...

@ Mistero

Grazie

Alessandro Pagnini ha detto...

@ Claudio

Rossi non ambisce ad essere santificato. Non mi aspetto da lui scelte filantropiche. Mi piacerebbe, ma non lo pretendo e francamente ritengo improbabile che sia una sua priorità. Tuttavia non è facile far conoscere una scoperta, tra l'altro immatura fino a poco tempo fa, ad un ambiente che la rifiuta a prescindere, anche per 'interessi di bottega'.
Forse Fleischmann e Pons, avevano davvero ottenuto un episodio LENR e forse anche Celani in alcuni casi e magari lo hanno fatto anche altri, ma finchè non sei in grado di dimostrarlo in maniera inequivocabile, cozzi contro un muro, perchè conta la replicabilità affidabile. Di Lugano ci sono state presunte repliche in varie parti, di cui almeno due in Russia (una recentissima), eppure vengono snobbate e considerate 'fuffa'. Può darsi che lo siano, ma al momento sappiamo che potrebbero essere anche vere repliche, ma finchè non ci sarà una replicabilità 'diffusa', le LENR non verranno sdoganate. Rossi è arrivato dove senbra che adesso sia (dandogli credito, ovviamente) grazie a cospicui finanziamenti, che non credo siano stati elargiti da Babbo Natale (alla cui esistenza, per quanto paia strano ai negazionisti, nemmeno qui su 22passi crediamo più), ma come capitale di rischio speculativo.
Se non avesse avuto dietro qualcuno con palle e polvere, non sarebbe neppure arrivato al brevetto e probabilmente sarebbe stato tacciato di ciarlataneria (e comunque lo è tuttora), cosa che mi aspetto avverrà anche per questi due simpatici inventori. Io stesso sono molto perplesso e ovviamente aspetto conferme, ma già la parola di Andrea ha un suo peso, per me. Tuttavia sarà molto difficle che vengano presi sul serio e forse per loro è il male minore. Se li prendono sul serio e loro non sanno muoversi bene, rischiano conseguenze anche gravi. Mattei docet!
Come diceva il recentemente scomparso 'omino coi baffi' "sembra facile fare un buon caffè"! :-)

domenico canino ha detto...

@Mistero
Nella tua risposta a Claudio Rossi c'è esperienza ed intelligenza di valutazione. Ci fai capire quanto è lunga la strada che porta oppure no una invenzione dalla testa di un uomo sul mercato. E davvero una strada complicata e difficile, solo pochi arrivano alla meta, non necessariamente i più intelligenti, ma forse i più coriacei. Ricordo a tutti la fine che ha fatto un grandissimo genio come Nicola tesla, morto solo e dimenticato in un albergo. Domanda: secondo te la strategia giusta nel campo delle innovazioni energetiche è quella open source suggerita da Bertoldo o quella di brevetti su brevetti e NDA di Andrea Rossi?

CLaudio Rossi ha detto...

@ Alessandro Pagnini
@ Domenico Canino

Sarà, ma io credo che se gli scienziati di tutto il mondo hanno l'opportunità di testare qualcosa di veramente rivoluzionario, la fusione fredda - tanto per fare un esempio - e le sperimentazioni diventano disponibili per tutti, è ben difficile che la cosa, se fondata, possa essere messa a tacere. Oggi non siamo più ai tempi di Tesla. Oggi c'è la rete e le pubblicazioni interessanti girano molto rapidamente dappertutto. Basti pensare che le stesse scoperte di Rossi derivano da un annuncio pubblico, ancorchè oltremodo embrionale, di F&P ancora prima del diffondersi esplosivo del web.
Richiedere brevetti significa consegnarsi ai poteri costituiti, pubblicare un esperimento innovativo è certamente più fertile.

AleD ha detto...

@CLaudio Rossi

Richiedere brevetti significa consegnarsi ai poteri costituiti, pubblicare un esperimento innovativo è certamente più fertile.

Si, ma è più facile ottenere un brevetto piuttosto che mettere in piedi un setup sperimentale veramente decente :-)

Alessandro Pagnini ha detto...

"...Si, ma è più facile ottenere un brevetto piuttosto che mettere in piedi un setup sperimentale veramente decente :-)..."


Eccallà! ;-)
La voce della maggioranza rumorosa :-D
Un setup decente può essere un antenna in Inghilterra e una negli Stati Uniti e un segnale telegrafico che copre quella distanza, senza fili? No, perchè l'orecchio che lo ascoltò poteva essere di persona menzognerà e infatti così fu accusato Marconi.

Può essere probante un sample di polveri con trasmutazione? No perchè Silvan ha turlupinato tutti.

I setup sono a prova di bomba, solo quando uno se li rifà a casa propria, e se li vede con le proprie pupille e se li misura coi propri strumenti, altrimenti, anche in seguito (a setup smontato), a te o ad altri, può venire il dubbio della corrente continua sui cavi, del bios craccato sulla flash dello strumento di misura, eccetera eccetera. Quindi, anche se farai una verifica, peraltro interessantissima per sfrondare almeno gli errori in buona fede e i magheggi più ingenui (e fin qui sto con Mario, che intanto vorrebbe poter fare una verifica dei vari claim), finchè non avrai molte e autorevoli repliche, se una cosa è invisa al mainstream, tale rimarrà! E probabilmente è anche corretto. E' un filtro per certi versi doveroso. Il problema è che se hai una cosa che rischia di funzionare, anche se in quell'occasione in maniera evidente e convincente, solo in presenza di determinate condizioni non del tutto chiare, come ti presenti allo scoperto ti fanno a strisce, se non hai la fortuna che i replicatori riescano nell'esperimento. E se riesce solo un qualche Parkhomov, o qualche cinese, non basta.
Detto questo, che in parte potrebbe giustificare l'operato di Rossi, io penso che egli si comporti così anche per mera cupidigia, ma io non stigmatizzo la cosa più di tanto. Forse io mi comporterei diversamente, ma prima dovrei trovarmici per essere sicuro. Comunque Rossi lotta contro dei muri di gomma dietro i quali di interessi tutt'altro che umanitari se ne nascondono in quantità, quindi se anche esibisse difetti simili, comunque egli è più utile all'umanità di coloro che gli si oppongono (sempre nell'ipotesi che Rossi non sia un fuffaro). Pretendere che sia come CREDO sarei io al suo posto, non me lo permetto e poi io al suo posto sarei crollato prima, quindi forse una forte motivazione, anche fosse la ricerca di ricchezza e potere, potrebbe essere stata funzionale. Le vie del signore sono infinite ( o come dice mia sorella "Il creatore è creativo" ;-) ) e a me preoccupa solo che conducano ad una buona meta, anche se io potrei scegliere un percorso migliore, che però non sta a me decidere.

Mi preoccupa più avere certezze tecniche che non analizzare l'aspetto umano, adesso. E se per giungere a quelle si devono scomodare investotori concupiscenti, ben vengano, purchè sblocchino l'impasse.

MISTERO ha detto...

@Domenico
Domanda: secondo te la strategia giusta nel campo delle innovazioni energetiche è quella open source suggerita da Bertoldo o quella di brevetti su brevetti e NDA di Andrea Rossi?

La strada giusta è quella che risulterà essere vincente, ogni percorso può essere giusto o sbagliato, dipende tutto dalla strategia adottata.

Sto risparmiando sulle parole e ti chiedo scusa per questa risposta che forse potrebbe essere incomprensibile o insufficiente, ma ti riporto un esempio..
Sai come la penso in merito a Keshe, ma non ho nessun dubbio nel dirti che la strategia che ha adottato è vincente, inedita, spiazzante.
Attenzione parlo di strategia non di prodotto o di scoperta o di rivoluzione scientifica.
Di fatto è una via di mezzo tra l'open source e la brevettazione selvaggia con NDA. Di fatto, se stai seguendo la vicenda, sta avendo un successo incredibile, sono molte migliaia i replicatori in tutto il mondo e sono centinaia i gruppi di persone che si sono associate per produrre in serie il magravs. Questo è un fatto, e ad oggi non siamo ancora riusciti ad averne uno in mano e verificarlo.
Qualcosa non torna, sono d'accordo con te, ma non posso occuparmi di tutto e prima di dare del truffatore a qualcuno, a differenza di altri, voglio toccare con mano. Non mi interessa che la "scienza" mi dice che non è possibile, la storia mi insegna che la scienza quando si sbaglia si sbaglia di grosso.
La storia mi insegna anche che quando un ricercatore o inventore scopre qualcosa di grosso, non è mai l'unico, non è mai il solo, in più parti del Mondo accade quasi contemporaneamente.
Dovrei dirti e scriverti di più, ma non è ancora il momento..

MISTERO ha detto...

Sarà, ma io credo che se gli scienziati di tutto il mondo hanno l'opportunità di testare qualcosa di veramente rivoluzionario, la fusione fredda - tanto per fare un esempio - e le sperimentazioni diventano disponibili per tutti, è ben difficile che la cosa, se fondata, possa essere messa a tacere.

Belle parole Claudio, ma purtroppo non è così.
Quanti hanno sentito parlare della gallina di Kevran, quanti hanno replicato questo esperimento?
Vuoi dirmi che è difficile una verifica con una gallina? Perché gli scienziati non lo fanno?

Ne vogliamo discutere? Lo possiamo fare per mesi, ma alla fine un test serio con la gallina non lo faremo, perché passeremo il nostro tempo discutere, riflettiamo su questo. Riflettiamo anche sul fatto che se noi lo faremo e otteniamo dei risultati, saranno solo i risultati di Andrea e Claudio, Pinco Palla, Tizio e Caio.

Oggi c'è la rete e le pubblicazioni interessanti girano molto rapidamente dappertutto.

Si è vero e molto rapidamente vengono smontate, distrutte, denigrate, affossate.
Vuoi per una virgola sbagliata, vuoi per un inglese poco corretto e scientifico, vuoi per le scoreggie di di qualche pomposo barone che scrive protetto dall'anonimato, tutto viene sempre divorato, digerito, fagogitato e alla fine sparisce.

Mi ha fatto molta tenerezza Nevanlinna quando ha riportato il paper di due ricercatori dell'INRIM che hanno sonicato il mercurio e ha chiesto come mai non hanno ottenuto i risultati dei ricercatori piezo.
Il loro scopo non era ottenere ne trasmutazioni ne neutroni, ma questo per lui è un dettaglio. Come non ha preso in considerazione le decine di pubblicazioni nelle quali è spiegato esattamente come deve essere eseguito un setup piezo e cosa fondamentale, quale geometria utilizzare, ma anche questo per lui è un dettaglio insignificante.
E' una persona intelligente o semplicemente un topo da web frustrato da problemi personali?
Dubito molto sulla prima, visto che non serve essere molto intelligenti per capire le cazzate che ha scritto, ma se provi a contestarlo...

Si certo la rete è un'invenzione fantastica, tutto gira più velocemente, anche le diffamazioni gli attacchi alla persona e le fantastorie inventate da pseudogiornalisti.

domenico canino ha detto...

@mistero
amare verità...

Alessandro Pagnini ha detto...

@mistero
Siamo assolutamente d'accordo: la rete veicola tutto e il contrario di tutto; le cose serie e i deliri dei folli, quindi in ambienti ufficiali praticamente non lascia traccia se non ci sono validazioni di altro tipo.

Per keshe vedremo. Io sono pessimista ma non solo e non tanto x il magrav, ma soprattutto x la sua pretesa di disporre della panacea. Spazia dai voli cosmici alla medicina di avanguardia. Mi sa tanto di perculamento, però mi piacerebbe essere costretto dalle evidenze a cambiare opinione

MISTERO ha detto...

Spazia dai voli cosmici alla medicina di avanguardia.

Non è l'unico è non è stato l'unico.
Anche Tesla, Ighina, Bolotov, Mendini e molti altri.
Quelli in vita li ho incontrati praticamente tutti e alcuni prima della loro scomparsa.
Hanno tutti delle caratteristiche in comune:
1)Una buona parte di loro non possiede più della terza media
2)Raccontano di strane visioni, sia notturne sia diurne, di contatti con altri esseri che insegnano
3)Parlano un linguaggio poco comprensibile, a volte semplicmente perché non possiedono il vocabolario adatto per spiegare ciò che a loro volta gli viene insegnato
4)Hanno grossi problemi a relazionarsi con le persone.
5)Si isolano, difficilmente si sposano e mettono su famiglia, se arrivano a delle unioni durano molto poco.
6)Vivono in uno stato di angoscia a volte paura, altre volte sono molto sereni come quasi degli automi.
7)Si sentono diversi dai più.
8)Inventano cose strane, inspiegabili, costruiscono circuiti e macchine che per la loro cultura non dovrebbero essere in grado di realizzare.
9)Le loro invezioni e scoperte spaziano dalla fisica alla chimica alla biologia e medicina.
10) Molti di loro si dichiarano essere dei contattati.

Alessandro Pagnini ha detto...

Sì, ma Keshe credo vendesse le prenotazioni per i voli spaziali, che avrebbero già dovuto partire. Forse ricordo male, eventualmente mi correggerai. Insomma sembra più l'atteggiamento di uno che scimmiotta questi signori che hai citato, ma a scopo 'vannamarchiano'. Di certo mi ricordo l'invito alle donazioni, in bella mostra sul sito (non so se ce l'abbia sempre però). Non che sia proibito chiedere soldi per aiutare chi si dichiara in grado di fare tutte le cose che dice Keshe, comprese le immancabili guarigioni di malattie terrificanti, però spesso su questa linea si finisce per arrivare alla circonvenzione di incapace e alla truffa. Di Ighina mi parlavano alcuni amici, che lo frequentavano, ma ricordo poco, tuttavia mi sembrava avesse un atteggiamento diverso, diciamo meno venale e più da visionario. C'è mancato poco lo conoscessi anch'io, quando ero giovincello. Anche qui però ho ricordi sbiaditi e potrei prendere un grosso granchio. Comunque Keshe ha il suo magrav, noi abbiamo il GSVIT, li mettiamo insieme e scopriamo se Keshe ha davvero la tecnologia che dice.
Questi due inventori del post, invece, hanno due cose che mi piacciono: intanto un atteggiamento non da semidei, ma da persone sorprese quasi loro per prime del risultato ottenuto, ma apparentemente ben consci di quello che si stanno ritrovando per le mani e decisi a difendere la verità di ciò che sostengono. La seconda cosa è che mi confermi di aver avuto modo di provare la bontà del loro lavoro, cosa che invece con Keshe non è stata ancora possibile, nè per te, nè per altri da noi conosciuti e possibilmente qualificati. Quindi, per quanto ci siano da fare ancora tutte le verifiche del caso, se dovessi scommettere su un cavallo tra loro e Keshe, mi piglierei tranquillamente loro due.

MISTERO ha detto...

@Alessandro
Un piccolo esempio di quanto ti ho riportato, vai qui:
http://www.axsm31.it/it/la-scoperta/alessandro-mendini/

Guarda il video e ascolta..
Poi vai qui:
http://www.axsm31.it/it/la-ricerca/i-progetti/

Osserva il progetto Pericle in particolare l'antenna.
Ighina faceva la stessa cosa e tra loro non si conoscevano.

Poi vai qui:
https://www.yumpu.com/it/document/view/15196365/dicembre-2007-axs-m31

Ho della relazioni di esperimenti eseguiti dall'ENEA di Casaccia con i prodotti di Mendini per migliorare la crescita di qualsiasi tipologia di vegetale, esperimenti in doppio cieco, i risultati sono strabilianti.. Li ho nel vecchio pc, li cercherò.

Poi se vuoi guarda cosa dice Mario Tozzi:
http://www.frequency.com/video/mario-tozzi-bio-aksxter-la-rivoluzione/181901337/-/5-100336

Il ricercatore Mendini negli anni passati ha ricevuto la visita di Rubbia, Rita Levi Montalcini, solo per citare alcuni dei premi nobel nostrani...
Possiede la 5a elementare..
La storia del primo filmato è un luogo comune per queste persone CONTATTATE.

Ah dimenticavo Marcello Creti, l'inventore dell'auto che faceva 50 km con un litro, sponsorizzato da Mussolini in persona, inventore del cellulare e molto altro ancora, anche lui, indovina da dove gli arrivavano le intuizioni e i progetti?
Puntata di Repor:
http://www.report.rai.it/dl/Report/puntata/ContentItem-24576619-72a5-466b-9e6c-e7e9fe133631.html

Alessandro Pagnini ha detto...

@ Mistero
In attesa di vedere i tuoi link, mi ricordo che anche Tesla era un po' 'chiacchierato' per come girava voce che portasse alla luce le sue 'scoperte'. Qui ci vorrebbe Bertoldo, che sulla figura di Tesla sicuramente potrebbe darci un aiuto. Comunque Tesla era tutt'altro che un sempliciotto istruito solo da eventuali entità. Era anche uno scienziato vero, pur se stravagante in molti suoi modi di fare. Anche Pauli pare avesse la capacità di far sballare gli strumenti a cui si avvicinava, però non risulta, a dispetto di certi 'poteri' stravaganti di cui forse era in possesso, che il suo lavoro abbia seguito strade inconsuete e guidate dall'esterno. Almeno per quanto ne so io, cioè pochino.

MISTERO ha detto...

se dovessi scommettere su un cavallo tra loro e Keshe, mi piglierei tranquillamente loro due.

Io non scommetto, ho un approccio diverso, sospendo il giudizio e mi godo il bellissimo viaggio che da anni sto facendo alla scoperta di scopritori e dei loro fantastici mondi.

Mi preoccupa più avere certezze tecniche che non analizzare l'aspetto umano

Se tu avessi avuto le stesse possibilità che mi sono creato per poter incontrare e discutere con questi "strani" inventori, ragioneresti esattamente al contrario. Entrambe le posizioni, la tua e la mia non sono discordanti, hanno solo obbiettivi diversi.
Io voglio sapere e capire la psicologia di queste persone, voglio capire se si tratta di una malattia, un morbo o una mutazione genetica o se si tratta di qualcosa che va ancora molto al di la della nostra comprensione e vorrei tanto comprendere.
Gli aspetti personali di questi inventori sono strettamente legati alle loro esperienze che in altri tempi venivano chiamate mistiche, oggi per le stesse cose abbiamo linguaggi diversi ma il succo non cambia.
Per qualcuno sono degli eletti, per altri sono dei guru, per altri ancora sono dei messia.
Per me sono delle persone dotate di una forte sensibilità, di un fattore X fuori dal comune e per questo motivo ai più risultano essere incomprensibili, a volte dei ciarlatani, altre volte dei truffatori, ma il più delle volte la verità sta altrove.

MISTERO ha detto...

Si Alessandro, anche Tesla ha dichiarato in più occasioni come gli arrivavano le scoperte e le invenzioni che produceva, il fatto che lui avesse avuto la possibilità di studiare ed avere una cultura superiore cambia poco rispetto ad altri simili che per vicissitudini di vita o di stato sociale non hanno potuto accedere agli studi superiori ed acquisire un linguaggio più comune e condiviso con la massa.
Ti potrei citare come esempio Newton, Galilei, Da Vinci.. ;-)

Alessandro Pagnini ha detto...

@ Mistero

"...Mi preoccupa più avere certezze tecniche che non analizzare l'aspetto umano

Se tu avessi avuto le stesse possibilità che mi sono creato per poter incontrare e discutere con questi "strani" inventori, ragioneresti esattamente al contrario...."

Però nella fattispecie intendevo solo dire che al momento le motivazioni o l'etica di Rossi, sono secondarie (riferendomi a quanto scritto da Claudio). Primo è capire se è un fuffaro come dicono i più, o se è l'uomo dell'invenzione impossibile, come io ritengo probabile.

Gli esempi che mi porti tu sono intriganti e in effetti è bello capire da dove può arrivare, a qualcuno che non dovrebbe poter essere in grado di capire la materia che tratta, una intuizione importantissima e fuori della sua portata. Prima però bisogna separare chi vende fumo dai veri 'visionari scientifici', altrimenti ci si fa fuorviare. Per questo serve il GSVIT, o comunque un qualcuno in grado di verificare il verificabile. Ovviamente alcune affermazioni potrebbero non essere decidibili, in quanto fuori della portata di ogni verifica, ma almeno per quelle che si possono controllare, vale prima la pena di fare dei bei test e se questi danno esito positivo, allora è interessante anche capire l'origine dell'idea, che in alcuni potrebbe risultare davvero sorprendente e su questo sono pienamente d'accordo con te.

MISTERO ha detto...

Prima però bisogna separare chi vende fumo dai veri 'visionari scientifici', altrimenti ci si fa fuorviare. Per questo serve il GSVIT

Non sempre il GSVIT è indispensabile per separare i fuffari da visionari o veri inventori. Per esperienza ti assicuro che ci sono altri parametri oltre a quelli strettamente tecnici che permettono di fare una prima valutazione sia in positivo che in negativo.
Nel caso di Rossi, che non rientra tra i veri scopritori, ma rientra nella categoria dei copiatori, le valutazioni tecniche, sono d'accordo con te, sono indispensabili e il GSVIT in questo caso dovrebbe essere il primo metro di valutazione.
Resto sempre però dell'idea che quando uno dichiara di voler salvare il mondo con la sua invenzione e di voler donare il 50% dei suoi introiti per salvare bambini o in beneficienza e poi non lo fa, è un pezzo di caccola.. E mi fermo qui.
Ho visto ora passando di la un commneto su una azienda che dichiara di produrre OVERUNITY, utilizzando il fenomeno della cavitazione e ne vende i prodotti certificandoli.
Come sai con la cavitazione ho qualcosa a che fare. :-)
http://www.lucas.sm/it/bernoully-day/

Alla fine del filmato dice chiaramente che producono più energia di quella utilizzata e confondono le idee chiamando il reattore di cavitazione "sistema ibrido pompa di calore".
Se fosse vero che arrivano a COP superiori al 3 dalla trasformazione diretta elettricità>calore (non spostando l'energia come in una vera pompa di calore) dovrebbero non aver nessun problema a dimostrarlo.
Ho molti dubbi, ma veramente tanti e penso che non sia assolutamente vero, almeno non con quel sistema.
Mario, se ci sei batti un colpo, questa azienda è a pochi km da te..

triziocaioedeuterio ha detto...

Quindi per capire se st'invemzione funge o no cosa dobbiamo aspettare?il Prox step qual'è ?

CLaudio Rossi ha detto...

Lapsus freudiano:

http://www.lucas.sm/it/bernoully-day/
Caldaia Bernoulli minuto 5:12

"..con un inserimento di energia...notevolmente più basso rispetto a quello che è in INGRESSO"....
(ops, volevo dire in "uscita")!

Silvio Caggia ha detto...

@Mistero
"Resto sempre però dell'idea che quando u­no dichiara di voler salvare il mondo co­n la sua invenzione e di voler donare il­ 50% dei suoi introiti per salvare bambi­ni o in beneficienza e poi non lo fa, è ­un pezzo di caccola.."
E come fai a dirlo che non lo fa?

MISTERO ha detto...

E come fai a dirlo che non lo fa?
Perchè altrimenti Mimmo avrebbe sbagliato tutti i conti delle ville a Miami. ;-)

E se lo avesse fatto se ne sarebbe vantato, gli sono scappate talmente tante puttanate "vanitose".. Fabbriche automatiche per migliaia di pezzi al giorno, decine di impianti da MW, 3, 6/12/18 mesi, etc, rivelatesi poi appunto delle puttanate (dettate sicuramente da facili entusiasmi a voler pensar bene), non riesco a credere che abbia fatto beneficienza e non lo abbia ne detto ne dimostrato.

Alessandro Pagnini ha detto...

@ Mistero

Non voglio difendere Rossi a tutti i costi dal punto di vista dell'etica. Ho già detto che al momento mi interessa il giusto, tuttavia per adesso sappiamo poco di quello che fa o che farà. Io penso che lui voglia imitare Bill Gates, che ha fatto voto simile (il fondatore di Facebook ha addirittura annunciato di voler devolvere il 99%!!!), però prima ha creato la Microsoft e l'ha portata ad essere quello che è. Non credo Rossi intenda donare 6 o 7 appartamenti a Miami, nè sarebbe molto utile. Io ritengo che sia convinto di divenire ricchissimo e che si riferisca a quella situazione, quando pensa di condividere i suoi averi. Se possedesse in giorno una fortuna dell'ordine di grandezza almeno di un Del Vecchio, tanto per rimanere in Italia, allora sarebbe utile e farebbe una certa differenza se ne desse il 50% in beneficenza, magari finanziando gli studi sui tumori infantili come mi pare di ricordare avesse intenzione di fare.
Comunque a me basta che faccia funzionare il gatto, poi con la sua coscienza se la vedrà lui e deciderà se mantenere la parola o meno. Io mi stupirei se non lo facesse, però è tutta da vedere, ovviamente.

bertoldo ha detto...

il quarzo , in serie , si comporta come un circuito di sintonia composta da induttanza e condensatore in serie . in parallelo si comporta come un'induttore e un condensatore in parallelo . il quarzo è la sintonia e il graphene conduce ...

domenico canino ha detto...

@alessandro
Il gatto funziona, il problema è: riuscirà mai ad arrivare sul mercato? Se lo scopo di Rossi è SOLO fare soldi, allora no, perchè ci sarà sempre qualcuno pronto ad offrire di più per tenerlo in un cassetto. Ma in Rossi, oltre che la naturale fame di denaro, c'è la enorme voglia di rivincita di un uomo che è stato sconfitto e ne ha passate tante. Le case a Miami, la nuovissma Cadillac, ed altri picooli lussi, per me sono un premio che lui si è dato come ricompensa delle sofferenze passate. Ma il suo scopo, è la rivincita totale, la vendetta alla Edmond Dantes, è la gloria, i premi, la ribalta mondiale. Se fosse la ricchezza sibarita del lusso, ed io sono nato a 15 km da Sibari, non vivrebbe da quasi un anno recluso in un container per molte ore al giorno. Anche a me intriga molto di più il lato umano di quello tecnico, l'analisi dell'uomo rivela molto di più di una prova da laboratorio.

Alessandro Pagnini ha detto...

@ Domenico
"...Se lo scopo di Rossi è SOLO fare soldi, allora no, perchè ci sarà sempre qualcuno pronto ad offrire di più per tenerlo in un cassetto..."

Potrebbe essere, ma ormai il mercato dell'energia è in un terremoto, perchè l'attuale situazione sta diventando insostenibile. Se fossimo ancora al punto in cui eravamo anni addietro, non gli avrebbero permesso di fare quello che ha fatto. Secondo me Rossi lo sa e sa che deve essere cauto e tenere un profilo che gli consenta di entrare in punta di piedi (" lo E-CAT si integrerà con le altre forme di energia...") finchè non crollerà la diga che occlude il cambiamento. All'orizzonte potrebbe esserci un avvicendamento, tra un vecchio potentato petrolifero e uno nuovo tecnologico. Non mi stupirei se i padroni del vapore alla fine fossero gli stessi, che con abile cambio al volo potranno spostare i loro cospicui investimenti da un settore in disgrazia, verso quello emergente. Se sono pronti e gli conviene fare questo, allora vedremo l'E-CAT al Leroy Merlin, con tripudio di Laureti ;-)

Mauro elia ha detto...

@ Alessandro
"Non mi stupirei se i padroni del vapore alla fine fossero gli stessi, che con abile cambio al volo potranno spostare i loro cospicui investimenti da un settore in disgrazia, verso quello emergente. Se sono pronti e gli conviene fare questo, allora vedremo l'E-CAT al Leroy Merlin, con tripudio di Laureti ;-)"

Facciamo finta che lenr di Rossi = reale
E' evidentemente molto difficile capire come funziona, ma una volta capito il come è relativamente "facile" costruire questi dispositivi che immagino dovrebbere essere decisamente meno complicati per esempio di un telefono cellulare.. Ovviamente chi arriva prima prende la fetta di mercato più grossa.. se i potentati aspettano troppo potrebbero rischiare di vedersi togliere "la terra di sotto i piedi" dai Russi o dai Cinesi, India, che nel frattempo potrebbero scoprire il come...specialmente in questi tempi di tensioni internazionali non si va molto per il sottile....

Alessandro Pagnini ha detto...

@ Mauro

"...se i potentati aspettano troppo potrebbero rischiare di vedersi togliere "la terra di sotto i piedi" dai Russi o dai Cinesi..."

Beh, i Russi con il gas e il petrolio sono già una potenza.
Per quello che scaturirà dalle LENR, supponendole reali ovviamente, staremo a vedre. Uno dei grossi business potrebbe essere quello delle batterie di backup (anche per l'autotrazione del resto) e dei servizi di bilanciamento e redistribuzione sulla rete elettrica (la famigerata 'griglia'), cosa questa già messa in moto dalle varie rinnovabili. L'idea di staccarsi completamente dalla griglia è una fissazione di alcuni, ma io credo più in una razionalizzazione di questa e in un abbattimento dei costi. Laddove conveniente, davvero ci sarebbe anche la possibilità di integrare fonti energetiche rinnovabili. In zone disagiate o non servite, invece, con un E-CAT si potrebbe anche essere indipendenti, ma se non si vogliono rischiare disastrosi blackout (tutto può rompersi: lo E-CAT, la batteria, l'inverter...) si dovrà prevdere una ridondanza piuttosto costosa, non avendo la 'griglia' come rete di salvataggio.

Mauro elia ha detto...

@ Alessandro
Si, infatti... era solo un, facendo finta che: è vero che l'ecat X è grande come un pacchetto di sigarette e facendo finta che qualche imprenditore Cinese (sapendo come farlo) se ne fotte di tutto è lo producesse guardando esclusivamente i propri interessi (soldi).... chiacchera da bar sport

Mauro elia ha detto...

Perchè i simpatici inventori della lampada che si autoalimenta non sono andati in Cina a produrne quante ne volevano? penso che si venderebbero da sole..boh?
Oppure sono già in vendita?

CLaudio Rossi ha detto...

@ Alessandro

....staccarsi completamente dalla griglia è una fissazione di alcuni....

È questione di autonomia e di libertà.
Non hai idea del potere che conferisce la proprietà di una griglia di distribuzione, magari in monopolio come da noi. Se possiedi non l'acqua, ma anche solo il rubinetto, tutti ti devono pregare per dissetarsi.

Alessandro Pagnini ha detto...

@ Claudio

"...È questione di autonomia e di libertà.
Non hai idea del potere che conferisce la proprietà di una griglia di distribuzione, magari in monopolio come da noi..."

La rete elettrica deve essere regolamentata, però è chiaro che non potranno esserci 'n' reti. Una e una soltanto dovrà essere. Ad esempio, io dal teleriscaldamento, ma un po' da tutto quello che è anche solo condominiale, tendo sempre ad essere poco attratto, quindi l'autonomia mi piace e sono sostanzialmente un individualista, per molte cose. La rete però c'è già e nella mia visione NON immagino che debba essere obbligatorio usarla, o magari potrai usarla per passare una tua eccedenza energetica a chi avesse bisogno, o per prelevare se il tuo dispositivo di generazione elettrica è in panne (già qualche ora di black out oggi è un serio problema). Deve funzionare un po' come una internet dell'energia. La chiave non è staccarsi dalla rete, ma decentrare la produzione e comunque non essere obbligati ad attingere da energia altrui. Per alcuni potrebe essere comunque preferibile non avere in casa un generatore, delle baterie e un inverter, ma usare l'energia prodotta da altri utilizzatori/produttori, o da centrali dedicate, magari più piccole e zonali e non più mastodontiche. Ovviamente i costi li immagino comunque ridotti.

CLaudio Rossi ha detto...

@ Alessandro

Se parli di "smart grid", reti locali e quindi di efficienza, ti quoto in pieno.

Alessandro Pagnini ha detto...

@ Claudio

"...Se parli di "smart grid", reti locali e quindi di efficienza, ti quoto in pieno..."

Smart Grid con generazione decentrata (sia privata che commerciale)e possibilità di bilanciarsi e interagire anche su lunghi tratti. Un utilizzo in buona parte rovesciato della attuale infrastruttura.
Mi risulta che siano già allo studio dei nuovi business basati proprio sulla fornitura di una gestione diversa della attuale rete di distribuzione. Il via è stato dato dall'esigenza di utilizzare la generazione di piccole realtà produttive o di utenti privati, che magari avevano installato pale eoliche o pannelli fotovoltaici diventando quindi allo stesso tempo sia clienti che fornitori.
Ovvio che finchè tutto funziona nei parametri stabiliti per cui un eventuale impianto di generazione presente in casa è stato dimensionato, non c'è bisogno di 'comprare' energia. Casomai la si può vendere. In alcuni casi, magari per case poco utilizzate (una seconda casa per le vacanze, ad esempio) o dai consumi modesti, magari già fornite di pannelli solari termici per l'acqua e di altre diavolerie che limitano molto i consumi anche elettrici, potrebbe non convenire installare un impianto comunque costoso e da manutenere, ma invece utilizzare la rete elettrica esattamente come si fa oggi, però con energia molto più a buon mercato.
Io, ad esempio, se potessi conprare l'energia elettrica alla metà, o ad un terzo di quanto la pago oggi (adesso spendo intorno ai 65 euro/mese), non so se vorrei rubare spazio in casa e spendere nell'acquisto e nella manutenzione (ci sarà un contratto di assistenza?)di un generatore elettrico, per giunta che forse (come nel caso dell'E-CAT X) mi necessita di un inverter (a meno di non cambiare tutte le utenze da CA in CC) e magari di una batteria di backup.
Invece per il riscaldamento, dove le cose rimarrebbero pressochè come sono adesso, solo con una 'caldaia' diversa, allora avrebbe certamente più senso, anche come retrofit di impianti già esistenti.

Alessandro Pagnini ha detto...

@ Claudio

Oltre al fatto che con sistemi di generazione LENR, ad esempio, si potrebbero avere costi dell'energia molto più bassi, un fattore utile a ridurre i prezzi sarebbe anche quello di non dover obbligatoriamente acquistarla, potendosela generare.
Mi ricordo che quando l'assicurazione del motorino NON era obbligatoria, costava intorno alle 50.000 lire/anno. Divenuta obbligatoria, nell'arco di un lustro circa, quasi decuplicò. Non ti dico le arrampicate sugli specchi degli assicuratori per giustificare una simile grassazione. Tanto l'assicurazione dovevi farla e loro facevano tranquillamente cartello. C'era poco da fare!

Mario Massa ha detto...

@Mistero
"Mario, se ci sei batti un colpo, questa azienda è a pochi km da te.."

Ci sono. A dire il vero aspettavo una tua chiamata per le cose che abbiamo ancora in sospeso.
Anche la caldaia Bernoulli e Franceschini mi interessano. Non perchè li creda possibili, ma proprio perchè li credo impossibili e vorrei capire che errore stanno commettendo: non hanno l'aria di imbroglioni. Puoi mettermi in contatto?

Alessandro Pagnini ha detto...

@ Mario
"...Anche la caldaia Bernoulli e Franceschini mi interessano. Non perchè li creda possibili, ma proprio perchè li credo impossibili e vorrei capire che errore stanno commettendo: non hanno l'aria di imbroglioni..."

Vai Mario! Anch'io sarò molto curioso di sapere il risultato di una tua prossima eventuale verifica :-)

domenico canino ha detto...

@Mistero
Più studio le antiche fonti sumere, assire, indiane,greche, etc, più mi convinco che sulla Terra c'erano tecnologie avanzatissime. Ma il modo "primitivo" in cui queste tecnologie sono descritte nelle fonti e nei bellissimi sigilli sumero-assiri rivela che le civiltà umane di 5000 anni fa vedevano elettricità e veicoli volanti, ma senza comprenderli perchè primitivi, a loro sembravano miracoli di divinità, non era tecnologia che loro possedevano. La vedevano utilizzare da altri esseri viventi che invece queste tech le padroneggiavano bene, e non erano del nostro pianeta. La pistola fumante è per le masse un alieno vivo in carne ed ossa che lo spiega in diretta Tv, ma se uno riflette bene ed una il metodo di analisi che usa il MOSSAD, dirà che il sistema numerico sessagesimale è già una pistola fumante. per me è infatti è una grande emozione leggere una tavoletta di 5000-3800 anni fa in cui c'è la tabellina numerica per i calcoli a base 60 in cui l'ultimo numero scritto è 12.600.000. E' possibile che degli uomini che uscivano appena dalle capanne e si affacciavano alla civiltà usassero il numero 12.600.000 nelle loro tabelle? Per me no.

bertoldo ha detto...

"Mi ricordo che quando l'assicurazione del motorino NON era obbligatoria, costava intorno alle 50.000 lire/anno. Divenuta obbligatoria, nell'arco di un lustro circa, quasi decuplicò. Non ti dico le arrampicate sugli specchi degli assicuratori per giustificare una simile grassazione. Tanto l'assicurazione dovevi farla e loro facevano tranquillamente cartello. C'era poco da fare! "

Per questo Claudio Rossi ti ha detto del potere che conferisci alla rete restando attaccato ... ti possono inchiodare al canone tv tassando la rete elettrica ... se non sei attaccato alla rete si attaccano loro ...

bertoldo ha detto...

e comunque il canone tv sarà solo un test per future tasse da trasferire sulla rete elettrica ... hanno tentato l'apertura del vaso di pandora e ne subiranno le conseguenze ...

MISTERO ha detto...

@Domenico
Qualche anno fa, tra il 2003-2004, mi era stato segnalato un archeologo (direttore di un museo in Italia) che da molti anni lavora in Perù scavando cumuli.
La segnalazione consisteva nel fatto che aveva scoperto una delle piramidi più grandi del mondo totalmente ricoperta dalla foresta, una collina la cui sommità misura 100x50 mt circa. Fu scoperta accidentalmente; camminando sulla sommità notarono una strana colarazione del terreno, verde blu (ossido di rame). Ho incontrato l'archeologo con il direttore di Nexus, inizialmente non voleva raccontarci nulla in merito a questa piramide ma ci fece vedere dei reperti che per lui erano inspiegabili, questi reperti erano fatti con una pietra durissima nera, utensili di cui ne ignorava l'utilizzo, avevano un grado di lavorazione e finezza che sempre secondo lui non era possibile per gli uomini di 3000-5000 anni fa.
Sostenava però il fatto che non poterlo spiegare non significava che non esistesse una spiegazione razionale, uno con i piedi molto per terra che non crede ai misteri.
Alla fine, un po per simpatia un po per esasperazione ci raccontò di questa piramide e del perché non poteva dire nulla.
Il tetto di questa piramide era formato da un'unica lastra di rame 100x50 dello spessore di quasi un cm, sotto la lastra di rame uno strato di MICA e sotto lo strato di mica, una lastra d'oro!!!
Ne ignorava totalmente la funzione, ma ci disse che per le autorità peruviane questa cosa doveva restare segreta fino al 2020, data dalla quale avrebbero inziato i lavori di scavo e recupero.
Vista la serietà della persona, molto conosciuto nel suo ambiente (ha scritto diversi libri, uno nel quale afferma chiaramente che per lui non ci sono misteri in archeologia), non abbiamo dubitato minimamente del suo racconto e al tempo stesso abbiamo rispettato la sua richiesta di non pubblicare nulla.

@Mario
Purtroppo la settimana scorsa ho avuto molto da fare e non ho potuto riprendere contatto con la persona che sai, mi riprometto di farlo la prossima settimana e di riorganizzare un nuovo incontro.
Per Ermanno stavo aspettando una risposta (gli avevo già parlato di te e del GSVIT, anche se qualche anno fa e l'altro giorno non lo ricordava) e a breve lo incontrerò; visto che si è fatto avanti anche Giancarlo, non penso che sia il caso che io insisto, come sai non voglio avere nulla a che fare con lui.
Con Bernulli mi sono permesso di segnalare quanto ho visto nel blog di Oca, ma non posso prendere contatto con loro, mi occupo di cavitazione anche se in altri ambiti con la mia azienda e non ritengo sia corretto, in questo specifico caso un mio intervento di mediazione potrebbe essere frainteso.

MISTERO ha detto...

@Franco
In generale quando esiste la disponibilità dell'inventore (non le promesse da marinaio dei soliti noti ri-propinate periodicamente, previa consueta sparata propagandistica sui Blog dei tifosi), ma una reale disponibilità - a cui seguono atti concreti ed immediati - al fine di favorire delle verifiche terze ed indipendenti di un proprio prototipo messo a disposizione per lo scopo, questo in generale è un buon segno o per lo meno segno di buona fede. Vediamo cosa l'interessato risponde all'invito .

Franco, io e te non ci conosciamo di persona, mi sbaglio?
Punto primo, mettermi a disposizione per cercare di mediare degli incontri e delle verifiche tra voi custodi della sapienza universale e inventori/ricercatori, non significa farvi delle promesse da marinaio, significa dedicare il mio tempo e la mia faccia affinché voi raggiungiate il vostro scopo, cioè dimostrare che siete i migliori in ogni scibile umano, riuscirci o meno non dipende da me ma da voi e da come vi presentate voi!!
Punto secondo, la "previa sparata propagandistica" te la puoi ri-sparare dove non ti batte il sole, le tue illazioni (perché di questo si tratta) fanno il pari con la stessa identica propaganda che voi fate e dichiarate di essere; come vi chiamate?

Gruppo Scientifico per la Valutazione Indipendente di Tecnologie?

- Gruppo scientifico... tu sei uno scienziato?
- Valutazione Indipendente... tu sei indipendente dal principale gruppo industriale italiano (Ansaldo??)dove lavori come progettista di apparecchiature elettroniche?

(continua)

MISTERO ha detto...

(continua)
Quando ti proponi, ti proponi come Franco Morici dipendente della Ansaldo o società del suo gruppo e indipendente da Ansaldo o società del suo gruppo?
Lo metti per iscritto, ci metti una ragione sociale, ci metti una penale nel caso tu non fossi veramente indipendente?
La metti e la sottoscrivi anche per gli altri componenti del gruppo?
Avete uno statuto, un codice fiscale o una p.iva o una qualsiasi forma giurica e/o scientifica riconosciuta? Avete un codice etico sottoscritto, un protocollo condiviso e pubblico?

Non fraintendere, queste sono solo una parte delle domande che mi vengono rivolte dalle persone con le quali intercedo per vostro conto e solo su richiesta di Mario, del quale sottolineo ho grandissima stima, che a questo punto è l'unico nel vostro gruppo ad avere la mia stima che te ne importi o meno, me ne può fregare di meno, sei un signor nessuno per me e ringrazia che per educazione scrivo signor.

Quindi quello che tu valuti a seconda della risposta dell'inventore di turno essere serio o meno serio a seconda della disponibilità, equivale alla valutazione che fanno gli inventori a seconda delle risposte che date alle domande di cui sopra.
Se loro vi rispondo di no, tu dici che non sono seri.
Se voi non vi prendete responsabilità che loro vi chiedono, voi che cosa siete?
Se sei in buona fede, mi sottoscrivi un agreement con 10 milioni di euro di penale, se sei in buona fede non dovresti aver problemi.

Tanto per chiarire, senza polemica. :-)))

Detto questo, continuerò a scrivere di tecnologie, segnalare invenzioni e inventori, quando e come pare e piace a me, non faccio propaganda e non ne ho bisogno per vivere (visto che intendi questo), al contrario il vostro gruppo che non ha una identità, che non ha nessun riconoscimento scientifico e legale, che non ha nessun valore, per vivere (come gruppo) ha bisogno delle mie e di altri segnalazioni e dei miei e di altri post.
Quindi arrangiati, vai a rompere i marroni con le tue illazioni a qualcun altro e per finire; in merito al "blog di tifosi", tu dove scrivi?
Scrivi in un forum di troll che denigrano, diffamano, offendono, distorgono, manipolano, decontestualizzano, si spacciano per altre persone (è partita una denuncia per sostituzione di persona se non lo sai, ora lo sai e questa volta se l'avv. mi da l'ok la pubblico con i nomi e cognomi che risulteranno dalle indagini della polizia postale).

Il fatto che tu scrivi in posti come quello ti qualifica per quello che sei veramente.
Il fatto che Mario scrive qui, lo qualifica per quello che è veramente.
Buona giornata e buona fortuna per tutto.

Alessandro Pagnini ha detto...

@ Mistero

Immagino che la poemica nasca da un'uscita di Franco su Cobraf.
Come NON mi pento di aver smesso di leggere certi blog/forum! :-)

MISTERO ha detto...

@Alessandro
Più che polemica (che comunque ammetto) ho voluto dare delle precisazioni puntualizzando il fatto che non sono la persona che descrivono e che vogliono far intendere, ora ci si mette anche questo chicazzè Franco Morici dipendente del primo gruppo industriale italiano, etc, etc...Sai quanto me ne frega di lui?
Può essere l'ing. elettronico più bravo del mondo per quanto mi riguarda ma se si rivolge a me in quel modo senza neppure conoscermi o avermi incontrato almeno una volta, può andare a quel paese.
Ciò che scrive Franco rivolgendosi indirettamente a me è una sua opinione totalmente sbagliata, opinione alla quale in parte ho sicuramente contribuito (sbagliando) in passato alimentando le polemiche con Ocasapiens soprattutto.
Non mi va di scrivere "lui non sa chi sono io", anche questo alimenterebbe nuove prese in giro o peggio, ma mi sono proprio rotto le PALLE.
Ogni volta che esco con quelche notizia o riporto in un post quanto conosco o ho conosciuto, condividendo informazioni utili o inutili (per qualcuno), parte la radiografia alla mia persona... e che cazzo.
Lo ammetto, fino a 8 anni mi facevo la pipi nel letto, mi sono scaccolato con le dita senza utilizzare fazoletti fino a 16 anni, mi depilo le parti basse da quando avevo 24 anni, quando vado al bagno qualche volta mi dimentico di tirare l'acqua e pulire...Non sono più socio della Kavital, mi hanno rubato le mie quote con un aumento di capitale dopo aver avuto la certezza che ho trasferito il know how che serviva a loro; non ho mai venduto le docette a cavitazione, le compravo in Giappone dove hanno sviluppato questa tecnologia (Tzukuba) e le regalavo per far conoscere alle persone le proprietà delle nanobolle; ho collaborato A GRATIS con i più grossi gruppi petroliferi al mondo per la raffinazione del greggio meno impattante sull'ambiente (se lo devono raffinare che lo facciano bene no?); utilizzo la cavitazione per produrre nanobolle non solo per far implodere le bolle, anche le nanobolle non implose hanno un suo perché caro Andrea Idini, questa se permetti è la novità alla quale tu non potrai mai arrivare; non sono socio con il gruppo Fondital ma con uno della famiglia propietaria del gruppo; non ho accordi di collaborazione con Ermanno e non ho scritto questo post chiedendo qualcosa in cambio, ma solo perché sono certo nella bontà della loro invenzione. :-)))
Spero di aver risposto a tutto quanto riportato da Oca e smentito quello che c'era da smentire.

Tornando al post questo è il vero motivo per il quale l'ho scritto, ho ricevuto il 07/Febbraio 2016 su FB:

Ciao Andrea, sono una tua storica ammiratrice, che da anni ti segue su alcuni dei blog e forum ( Energeticambiente e Nexus prima, 22 passi, ....) su cui scrivi, che ti stima immensamente per l'instancabile lavoro di ricerca che fai e che ti invidia altrettanto immensamente per le cose straordinarie che tu puoi vedere e toccare con mano......

Potevo non accontentare questa mia fan? :-)
Le rispondo e la ringrazio e mi scrive:

Beh, si è proprio rovesciato il mondo! Una delle persone che io ritengo più straordinarie (insieme a Mario Massa e a Giancarlo, che non mi è simpatico ma le cui capacità sono innegabili) dice "grazie" a me, anonima e insignificante casalinga. Da non credere! Grazie a te Andrea, davvero.

Lo riporto per par condicio, anche Mario Massa ha le sue fan, su Giancarlo non mi esprimo, ma dopo averle concesso l'amicizia su FB, l'ho bannata e incenerita con una telefonata, così impara..
;-)

sandro75k ha detto...

Dato che è stato rievocato il passato e paventata la possibilità di un nuovo evento-raduno, vorrei dirvi che nel caso aderirò....
Avvisatemi però che ho troppe cose da seguire ultimamente.

Un saluto a tutti...

domenico canino ha detto...

@mistero
Prima regola da imparare quando si scrive e si esprime opinioni in pubblico: non curarsi degli imbecilli, sennò ti guasti la vita; a me possono dire di tutto e rido, ma se mi toccano i sigilli sumeri e dicono che sono immagini di fantasia divento Godzilla. Insomma non sono in grado di dare consigli a nessuno. Ma, per quel che può valere, sono un tuo fan. Solo per una cosa, perchè sei vero, con pregi e difetti, non fasullo.

MISTERO ha detto...

Ciao Sandro, ben tornato, come stai?
Spero ti sei ripreso da tutto..

@Domenico
difetti
Io?
Da questo momento sei bannato anche tu dal mio FB! :-p

P.s. ma se mi toccano i sigilli sumeri
Capisci anche tu che messa così potrebbe creare dei fraintendimenti.

@Schnibble
Sei nella testa di Franco?
Poco importa, comunque ora sa che cosa penso io di lui che scrive di la e non ritratto nulla. Gli chiedo scusa se il commento non era rivolto a me, ma è chiaro che come lo ha scritto e nel contesto che lo ha inserito poteva solo che farmi intendere questo.
"Coda di paglia" lo dici a tua sorella. :-)

sandro75k ha detto...

@Mistero

Bene grazie... sto mettendo a posto i vari tasselli dell'esistenza....

Alessandro Pagnini ha detto...

@ Sandro

Oh...io ci conto di poterti incontrare di persona! :-)


@ Mistero

Sei un curioso e un amante del....MISTERO....appunto ;-) e questo a molti fa venire l'orticaria.
Mi unisco alla stima a tutto tondo per Mario. Giancarlo l'ho visto al pranzo di 22passi e mi è sembrato un personaggio, un vero istrione. Tutto sommato mi è anche piaciuto. Inoltre sicuramente non è lo smemorato di Collegno. Franco è quello di cui so meno, viste anche le rare occasioni di leggerlo sul blog, però mi è parso persona prudente e competente. Forse nel caso da te citato ha perso un attimino di vista le regole della cautela, menando giudizi azzardati, però non voglio imitarlo esprimendomi in maniera drastica, visto che non conosco (e non voglio conoscere ;-) ) i dettagli della questione, perchè ho deciso di non farmi coinvolgere in polemiche cross-blog :-)
Sono tutti personaggi in gamba per quanto attiene alle loro competenze e dobbiamo cercare di collaborare nel comune interesse dell'accertamento della verità. Loro sfortunatamente partono da posizioni talmente prevenute (vedi la guerra alle LENR di Giancarlo) che talvolta è difficile, se non impossibile, utilizzarne le competenze (anche la simpatia e la comunicazione possono avere la capacità di sbloccare un impasse), ma quando si può sfruttarli, la loro capacità professionale può essere di grande valore. Peccato che talvolta si esibiscano nello sputare sentenze troppo aggressive. Chi mai si farebbe giudicare da chi parte già prevenuto? Anche un tribunale può essere ricusato se sospetto di non essere imparziale (vedi alcune strategie difensive di Berlusconi). Purtroppo talvolta non capiscono questo e pretenderebbero di potersi fare aprire le porte dalle persone cui hanno già affibbiato, nel migliore dei casi, la patente di pasticcioni incompetenti. L'ingegneria e la psicologia evidentemente nnon vanno molto a braccetto. Peccato però, perchè sarebbero anche ragazzini validi! ;-)

Mario Massa ha detto...

@Mistero
"Purtroppo la settimana scorsa ho avuto molto da fare e non ho potuto riprendere contatto con la persona che sai, mi riprometto di farlo la prossima settimana e di riorganizzare un nuovo incontro."

Ricordavo che me mi avevi detto che saresti stato impegnato i successivi giovedì e venerdì che invece sono i miei giorni preferibili. Ricorda che i lunedì mi sono vietati e meglio evitare i martedì.

"Per Ermanno stavo aspettando una risposta (gli avevo già parlato di te e del GSVIT, anche se qualche anno fa e l'altro giorno non lo ricordava) e a breve lo incontrerò; visto che si è fatto avanti anche Giancarlo, non penso che sia il caso che io insisto, come sai non voglio avere nulla a che fare con lui."

Ho saputo della proposta di Giancarlo da Franco. Non metto il becco nei rapporti tra te e Giancarlo, ma non vedo motivo perchè tu non possa contattare questo Ermanno e partecipare e/o organizzare l'eventuale verifica (a me farebbe molto piacere): hai dubbi su Giancarlo sul piano professionale? E' un ingegnere con i controfiocchi, il fatto che siate come cane e gatto per me è solo coreografia. In passato ti ho già detto che tu fosti esplicitamente escluso da una nota verifica ma non per colpa di un membro GSVIT, per cui non addossare a Giancarlo colpe che non ha.

"Con Bernulli mi sono permesso di segnalare quanto ho visto nel blog di Oca, ma non posso prendere contatto con loro, mi occupo di cavitazione anche se in altri ambiti con la mia azienda e non ritengo sia corretto, in questo specifico caso un mio intervento di mediazione potrebbe essere frainteso."

Molto onesto da parte tua. E' che la cosa mi ricordava l'altro caso di pompa di calore dove mi portasti anni fa e mi avrebbe fatto piacere riprendere in mano insieme la cosa.

"Franco, io e te non ci conosciamo di persona, mi sbaglio?" Rivolto a Franco Morici.

Caro Andrea, io invece Franco lo conosco benissimo, per cui ti posso dire che su di lui stai prendendo un granchio grosso come una casa. Anche se ci possiamo incontrare molto di rado data la distanza, ti garantisco che per me è uno dei migliori amici che mi è capitato di incontrare nella mia vita e in 5 anni che ci conosciamo non ha mai tradito le mie aspettative, nè sul piano professionale, nè sul piano umano. Tra di voi è chiaro che non c'è una gran stima reciproca, ma ti consiglio quando leggi un suo commento che ti appare "aggressivo" o "offensivo" di rileggerlo perchè è estremamente probabile che sia stato tu a capire male.
Per quanto riguarda GSVIT, a me piace così, senza tante balle di statuti e cose simili: chi si fida sa di potervi far verificare la propria invenzione (spesso in modo molto "casareccio" ma "a gratis") da parte di ingegneri che lo fanno per passione/hobby, chi non si fida andrà da un'altra parte. Nacque con quel nome su idea di Ilio, che ha quasi la metà dei miei anni ma che è un altro dei miei amici più cari.

@Sandro
Ciao Sandro!

sandro75k ha detto...

@ Mario Massa

Ciao Mario!!! :)

Alessandro Pagnini ha detto...

Test del megagattone completato.
Tra un mesetto dovrebbe esserci un rapporto sull' esito dello stesso.
Tempi politici e o commerciali, direi. Tecnicamente penso sapessero tutto in tempo reale.

domenico canino ha detto...

@alessandro
notiziola da nulla...
@mistero
Mi ha molto intrigato la piramide in Peru, se puoi dirmi qualcosa di più, senza infrangere la privacy di nessuno, via mail mi fai felice;
E poi tornando a bomba, cosa intendi con Rossi che appartiene alla categoria dei copiatori, vuoi dire che è uno che si è lanciato in un filone già aperto da altri, o proprio che ha carpito l'idea a qualcuno in particolare. Ad esemopio un tempo si parlava del vecchio di 96 anni, oggi morto, che gli preparava le polveri...

SPAXIO ha detto...

@sandro75k
Sandro ma Ciao!!!

MISTERO ha detto...

@Domenico
E poi tornando a bomba, cosa intendi con Rossi che appartiene alla categoria dei copiatori

Con Petroldragon la tecnologia che ha utilizzato è una pirolisi lenta a bassa temperatura, una tecnologia nota fin dai tempi della Germania nazista.
In pratica si tratta di una termodissociazione molecolare che produce olio a bassa temperatura, olio+gas a temperature intermedie, solo gas ad alte temperature. I problemi della termodissociazione sono innumerevoli, molto dipende dal materiale in ingresso.
Se utilizzi un materiale inquinato, produrrai olio inquinato e molto acido che per essere utilizzato deve essere ulteriormente raffinato e in parte trasformato.. E' un discorso molto complesso da affrontare in una risposta nel blog, possiedo una profonda conoscenza di questi sistemi per attività che ho svolto agli inizi del 2000, ma utilizzavamo biomasse, non rifiuti.
Per l'E-cat, ha inziato con Piantelli e Focardi, rotto con il primo ha continuato da solo..

@Mario
Ho delle novità in merito a Keshe.
Oggi sentirò un elettrotecnico che ha acquistato il magravs e lo ha condizionato per circa un mese.
Sta preparando un pdf e un filmato, per il test dovremo andare in Sicilia cosa che ritengo impossibile, sto attendendo che altri più vicini ci diano disponibilità dopo il condizionamento.
Keshe si trova a Dubay ora, era andato per dei finanziamenti aereospaziali e doveva tornare ma a quanto pare gli incontri sono andati talmente bene che non ritorna perché hanno già avviato il progetto che ha presentato....Mah!!
I magravs vengono prodotti da una ditta di Udine.

Con Giancarlo il mio problema (lui con me problemi non ne ha) non è per quanto accaduto con Defkalion, ma per quanto accaduto dopo il convegno a Galzignano Terme. Non lo avrei mai invitato se non gli avessi riconosciuto le capacità tecniche e soprattutto scientifiche che possiede senza ombra di dubbio e per la stima e affetto che avevo. Poi la delusione su tutti i fronti. Non ha mai chiesto scusa, mai una volta, al contrario ha alimentato polemiche, diffamazioni, denigrazioni. Avrà i suoi perché, magari anche e sicuramente per un buon fine, ma senza il rispetto con me ha chiuso.

Ermanno e Stefano, sono degli amici e sono delle brave persone, molto umili e se vuoi passarmi il termine un pochino ingenui e ne sono consapevoli. Per questo motivo hanno fatto piccoli passi e stanno facendo piccoli passi. Per questo motivo ho atteso più di 4 anni prima di scrivere qualcosa su di loro e sulla loro invenzione (se ricordi te ne avevo già parlato, abitano a meno di 6 km da te). In questo tempo sono andati avanti con le loro forze e capacità senza chiedere nulla a nessuno, vanno rispettati e aiutati, non denigrati e attaccati. Li sento lunedì e poi avrò un incontro, poi ti saprò dire.

AleD ha detto...

@MISTERO: Già che vai e li vedi, gli chiedi se sta lampada lisa si può comprare? Mica 1000 eh, me ne basta una. Thx

gio ha detto...

@ mario massa

>Gruppo Scientifico per la Valutazione Indipendente di Tecnologie?

- Gruppo scientifico... tu sei uno scienziato?
- Valutazione Indipendente... tu sei indipendente dal principale gruppo industriale italiano (Ansaldo??)dove lavori come progettista di apparecchiature elettroni

non avevo mai posto attenzione , ma grazie a Mistero.............ma perchè valutazione????????

Alessandro Pagnini ha detto...

@ Silvio

Certo che Rossi ti ha dato delle risposte davvero esaurienti! :-D
Sono sicuro però che tu hai delle teorie per estrarne comunque qualche utile informazione.
Diabolico Silvio! ;-)

CLaudio Rossi ha detto...

@ Alessandro

Se Silvio riesce a trarre concreti elementi interpretativi dalla risposta ricevuta da A.R., lo dovremmo proporre per una riscrittura dei parametri del Q.I. e suggerire a Domenico di passargli i sigilli sumeri ancora privi di traduzione :-)

Vincenzo Bonomo ha detto...

@Sandro75k

Bentornato!!!!

MISTERO ha detto...

lo dovremmo proporre per una riscrittura dei parametri del Q.I. e suggerire a Domenico di passargli i sigilli sumeri ancora privi di traduzione

Bella questa, mi sono piegato in due dal ridere..
Grande Silvio ;-)

Alessandro Pagnini ha detto...

@ Mistero
@ Claudio

In effetti sarebbe un'impresona! Ma non disperiamo, Silvio riesce a leggere tra le righe, talvolta, anche se nal caso specifico è davvero dura! :-)

MISTERO ha detto...

@Mario
Ti confermo la disponibilità per testare il Magravs commerciale in Sicilia.
Ti invio il contatto via mail, nel frattempo dai un'occhiata a questo video tanto per farti un'idea di che cosa è il condizionamento e a cosa serve:
https://www.youtube.com/watch?v=DSKbrW9aLuI

Questo invece è disponibile per il test:
https://www.youtube.com/watch?v=hUTZBhJWpyY

E'un perito elettrotecnico, penso che vi intenderete.

domenico canino ha detto...

@mistero
grazie
@alessandro
silvio è fuoriquota, per lui il sumero è una bazzeccola...

Alessandro Pagnini ha detto...

@ Domenico
"...silvio è fuoriquota, per lui il sumero è una bazzeccola..."

Dovresti fare un pensierino serio sull'istruirlo alla decifrazione degli antichi sigilli. Sono sicuro che ci trova anche rivelate le 'basi' della NMG, poi riscoperte da Hamer, forse attraverso lo studio proprio di antichi reperti? ;-)

Silvio Caggia ha detto...

@Alessandro Pagnini
Credo che ne capisse più un allievo della antica scuola salernitana, se non un aruspico etrusco, e molti sciamani di ogni luogo e tempo, che uno specialista moderno... Perché erano capaci di osservare l'uomo, non i referti... Quindi anche dalla medicina caldea avresti da imparare...

Silvio Caggia ha detto...

@Claudio Rossi
Rossi è stato chiarissimo: "you choose".
Ed io infatti ho scelto.

In quanto ai Q.I. ricorda che io ho rifiutato di iscrivermi al Mensa, da bambino, perché costava... Ho quindi già ribaltato il concetto: È più intelligente chi non si iscrive.

MISTERO ha detto...

Strano silenzioso silenzio..Daniele!!!

SPAXIO ha detto...

Ci siamo, COP da 20 a 80!

Dal sito animpossibleinvention.com di Mats Lewan


Alessandro Pagnini ha detto...

@ Spaxio
La notizia del cop era già filtrata mesi fa, accolta dal solito muro di indifferenza quando non di scherno. Però si sa che ride bene chi ride ultimo. Finora i negazionisti duri e puri si sono divertiti alla grande, spesso cantandosela e suonandosela tra di loro x rinforzare le loro presunte certezze. Tra un po' sapremo se la risata finale sarà loro o nostra

triziocaioedeuterio ha detto...

@Alessandro

Prevedo schizzi di bile un po' ovunque... ;-D

bertoldo ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
bertoldo ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
bertoldo ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
bertoldo ha detto...

http://sohowww.nascom.nasa.gov//data/REPROCESSING/Completed/2009/c3/20090327/20090327_0318_c3_1024.jpg qui si vede meglio .

MISTERO ha detto...

Tanti auguri Domenico.. :-)))

MISTERO ha detto...

Finora i negazionisti duri e puri si sono divertiti alla grande, spesso cantandosela e suonandosela tra di loro x rinforzare le loro presunte certezze.

Puri?
Ne sei certo?
"Levi ha truccato i dati, evidentemente" [cit. Ocasapiens]

Mauro elia ha detto...

@ Alessandro Pagnini
Mats Lewan : "So, now we all wait for the report. Personally, however, I will put the champagne on ice. Now."

E tu? quando aprirai la tua bottiglia?... vorrai mica berla da solo? E' meglio in compagnia!! Tutti a casa di Pagniniiii !! :-D

Alessandro Pagnini ha detto...

@ Mistero
Intendevo puri (ortodossi) nella dottrina negazionista, non puri d'animo! ;-)

@ Mauro

Mi ci vorrebbe una Matusalem, come minimo, per dare da bere a tutti. Comunque penso che la stapperò nello stesso momento di Mats, più o meno. Per ora sta in fresco :-)

MISTERO ha detto...

Io apro il CARTIZZE di solito, ma questa volta aprirò il cuvée Annamaria Clementi del 2006, mi sono rimaste due bottiglie.
Qualcuno potrebe suggerire a Mats di evitare di festeggiare con vini francesi?

Alessandro Pagnini ha detto...

"...festeggiare con vini francesi..."

Non sia mai!!! :-)

Daniele Passerini ha detto...

@sandro75k
Bene grazie... sto mettendo a posto i vari tasselli dell'esistenza....
Ciao Sandro, felice di risentirti! :)
Come te sono alle prese coi tasselli dell'esistenza... è dalla morte di mio padre a fine 2014 che mi spunta un tassello dietro l'altro. Speriamo che il 2016 sia la volta buona per risolverli tutti, lo auguro a entrambi. ;)
Un abbraccio grande.

@MISTERO
Strano silenzioso silenzio..Daniele!!!
È solo il tuo nick a fartelo pensare, fratellone: no, non c'è nulla di strano e nulla di... misterioso! ;)
Sono semplicemente con la testa altrove, ma né in Svezia né il Florida: sempre e solo qui tra Perugia e Assisi!!!
E non per le LENR e altre "rivoluzioni" in arrivo, ma solo per i "vari tasselli dell'esistenza" di cui parla Sandro. :O

AleD ha detto...

@Pagnini: dai... se hanno misurato il COP come a Bologna, hem, cof cof, colpi di tosse, quel 20/80 non è da prendere con le pinze...
Scommessa: quanto sarà dettagliato il report e il setup da cui è scaturito? Facciamo tipo niente dato che trattasi di impianto industriale di cliente sconosciuto, con frequentatori sconosciuti, con avvio della produzione in serie sconosciuta, ecc...
Ci si potrà ragionevolmente fidare se non ci saranno dettagli sufficientemente esaustivi della prova?
Solita domanda insomma. Con le due solite risposte.

Mario Massa ha detto...

@Mistero
"E'un perito elettrotecnico, penso che vi intenderete."

Mi pare di capire che è in Sicilia. A questo punto non rimane che affiancarsi a lui da lontano mentre lui esegue fisicamente i test. Pensi che potrebbe essere d'accordo? Perchè non invitarlo in 22Passi e utilizzare questo post? Lo puoi fare? Lo so che 22passi non è un blog tecnico, ma si potrebbe raccogliere qui la testimonianza e interfacciarsi con lui per discutere/suggerire procedure e lasciare a GSVIT, se sarà il caso, una discussione e analisi tecnica dei risultati. Lo sai come la penso: COP = 1 senza bisogno di mettere al lavoro gli ingegneri di GSVIT.

bertoldo ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
MISTERO ha detto...

Lo puoi fare?
Fatto l'altro ieri.
Vediamo il pdf lunedì, se rispetta i tempi da lui dettati..

Alessandro Pagnini ha detto...

@ AleD

Io aspetterò a brindare fintanto che non sarà una relazione per me soddisfacente. Per alcuni non lo sarà mai e continueranno a pensare che la Terra è piatta e altre cosucce del genere, perchè le idee 'tradizionali' sono più dure a morire e talvolta più pericolose, delle nuove (presunte) illusioni.
Se però la misurazione, per quanto scarsamente dettagliata dal punto di vista tecnico, se presentata da un revisore credibile, mi dirà ALMENO che in un certo impianto, locato negli USA, è stata erogata tot energia termica a fronte di un ingresso energetico TUT (tradottosi in una congrua SPESA IN BOLLETTA), io farò le mie valutazioni su quei dati. Non dubito che qualcuno continuerà a pensare che la presenza in loco di Rossi era per continuare nascostamente a riempire di cherosene i generatori rimpiattati nel container. I nostri eroi debbono ancora fare l'ultimo passo per convincere del tutto anche me, che pure aspetto con fiducia, ma ancora con la bottiglia in frigo, esattamente come Mats, ma sono pronto a scommettere che gli utlimi soldati giapponesi sugli atolli, anche la guerra finisse (e ancora non lo sappiamo per certo), non li convinceranno mai. Moriranno di fame, stenti e vecchiaia, gridando "Banzai". Duri i pregiudizi, troppo duri!

Antonio ha detto...

@Alessandro: eppure convincere "gli ultimi soldati giapponesi" sarebbe così semplice ;-) e poi perché "convincerli" basterebbe solo mostrare un'evidenza oggettiva :-)

Un saluto a tutti e in particolare a Mario Massa, ultimamente sono molto latitante, è un periodo di grandi impegni (fortunatamente) e non sto nemmeno seguendo le gesta di GSVIT.

P.s. Ermanno Franceschini mi pare un caso interessante da approfondire e anche molto facile da analizzare. Lui pare poi realmente ben predisposto. La lampada poi ha anche un design carino ;-)

Alessandro Pagnini ha detto...

@ Antonio

Il concetto di oggettivo è estremamente soggettivo :-D

Il test dell'ash è evidente e oggettivo? Sì, ma solo se eseguito con tutti i crismi da persone affidabili. Ma se vuoi ipotizzare che siano corrotti gli esaminatori, oppure incapaci, o che si siano fatti turlupinare da colui che viene equiparato a Silvan (tu sai a chi alludo), addio oggettività e valore del test. E' oggettivo lo sbarco lunare? Manco per idea, lo sanno anche i gatti che l'ha girato Kubrick. E via così, negando, negando, negando.... :-)
Chi vuol credere fermamente che una cosa non esiste, sarà difficile da smuovere, anche mostrandogliela. Figuriamoci se dovrà fidarsi della parola di terzi. La fede è potente e in taluni incrollabile!

Mario Massa ha detto...

Ciao Antonio, sono contento che tu sia impegnatissimo, ma accetta un consiglio da vecchio amico: non esagerare. Il lavoro è importante ma occorre sapersi moderare perchè gli anni passano e non tornano.

Forse Mistero riuscirà ad organizzare qui qualcosa con Keshe e Franceschini. Con Franceschini si è mosso anche Giancarlo. Se le cose procederanno, riuscirai ad esserci un po'? E' campo tuo e di Franco.

camillo ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
camillo ha detto...

A breve sul sito Iconicon di Jervè verrà pubblicato la prima parte del test di verifica sul Magravs Powewr.
Il magrav lo ha comperato un amico, io francamente non me la sono sentita di comperarlo, vedrete come ho progettato la misurazione. Il filmato riguarda la situazione dopo i primi 10 giorni. La seconda parte del filmato la farò dopo altri 20 giorni. Io non sono il parlatore ma faccio la regia e le riprese.
Voglio aggiungere al sistema con i Wattmetri il sistema a calorimetro ho fatto le prove in bianco dava un errore un errore medio del 3% usando 3 litri d'acqua che scende ulteriormente se si aumenta l'acqua. Comunque esagerando io lo do al 5% di precisione. Secondo me è più che sufficiente in quanto Keshe parla di rendimenti 60% o più a regime.
Come vedrete stiamo seguendo pedissequamente le istruzioni.

Posta un commento

Ovviamente 22passi è un blog, non una rivista on line, pertanto la responsabilità di quanto scritto in post e commenti appartiene solo ai rispettivi autori.

Related Posts with Thumbnails