BLOG PER APPASSIONATI D'AMORE, ONESTÀ, SPIRITUALITÀ, ARTE, POESIA, POLITICA, DEMOCRAZIA, SOSTENIBILITÀ, TECNOLOGIA, ENERGIE PULITE, COLD FUSION E LENR, MEDICINA ALTERNATIVA, RIVOLUZIONI SCIENTIFICHE, CRIPTOARCHEOLOGIA E "TANTE COSE INFINITE, ANCOR NON NOMINATE"

>>>> CERCHI LIBRI SUL BENESSERE DEL CORPO, DELLA MENTE E DELLO SPIRITO?

B A C H E C A D E L B L O G

Dal 25 Aprile 2015 (Festa della Liberazione) la possibilità di lasciare commenti nel blog è stata disattivata, eccetto per gli 85 utenti autorizzati e autori ad oggi iscritti. Chi desiderasse fare parte di questa piccola community (Google consente ancora 15 iscrizioni) può mandare due righe di presentazione a 22 passi chiocciola gmail punto com.

lunedì 28 settembre 2015

"Lotta anti-FF" - l'epilogo.

SERIOUS BLOG MODE OFF --- SERIOUS BLOG DISABLED --- RESET BLOG --- FICTION MODE ON --- CROZZA MODE ON --- ANTI LAFF MODE ON --- FICTION MODE ENABLED --- CROZZA MODE ENABLED --- ANTI LAFF MODE ENABLED --- GOOD FUN!

(Post di Andrea Rampado a.k.a. MISTERO)

Sono passati ormai circa 25 anni dalla Prima Rivoluzione Planetaria e nei file che avevo salvato nel mio vecchio Holo Book sono ancora conservati tutti i momenti che diedero inizio a questa storia...

La lotta anti-FF (LAFF) ebbe inizio ufficialmente sul finire dell'estate 2015, dopo poco più di 25 anni dall'annuncio di F&P.
L'outing del Dr. Tuscolana (1), quando ancora si chiamava Giancarlo Don Chisciotte (premio Nobel per la Pace 2019) su un famoso blog, segnò l'inizio e la fine in poche settimane di quella che viene ricordata come la più grande truffa scientifica di tutti i tempi.
Gli analisti storici ritengono questo passaggio fondamentale, perché mise fine all'oscurantismo pseudoscientifico che ritardò il progresso tecnologico di almeno 50 anni.
Anche se fu più uno sfogo di rabbia e frustrazione che un intervento mirato e calcolato, la dichiarazione di “lotta anti-FF” (o semplicemene LAFF) da parte dell'Ing. Don Chisciotte, ricordano gli storici, fu una vera e propria chiamata alle armi generale. Un colpo di fortuna passato agli annali come un colpo di genio.
In tutto il mondo, chimici, ingegneri, fisici, matematici scatenarono in pochissime settimane una vera e propria caccia alle streghe. Ogni laboratorio, ogni centro di ricerca, dal più avanzato fino ai garage sotto casa dove si praticavano esperimenti di fusione fredda, furono presi d'assalto.
Ogni scienziato, esperto ricercatore o dilettante della domenica, che si occupava di Fusione Fredda, fu torchiato a ferro e fuoco: a suon di colpi di calcolatrice e sonde termiche venne provato e documentato che la fusione fredda era una balla colossale. In alcuni casi vennero misurate solo delle semplici trasmutazioni e nulla più di quanto già si conosceva per le reazioni nucleari naturali (2). In seguito e inizialmente vennero chiamate Reazioni a Deformazione Spazio Temporale in onore a due scienziati Italiani - Cardone e Mignani (3) - che per primi ipotizzarono una teoria che si avvicinava di più alla spiegazione fisica del fenomeno, migliorata in seguito in via definitiva dall'Ing. Giancarlo Don Chisciotte. Circa un anno dopo, durante il primo simposio internazionale sulla Deformazione Spazio Temporale e con una acclamazione generale di poco più di mille scienziati provenienti da tutto il Mondo (4), vennero chiamate definitivamente e semplicemente TNR, Reazioni Nucleari da Torsione, da cui l'ormai famosissima frase “tutto torce” attribuita all'Ing. Don Chisciotte.

"Tutto torce, l'energia è tutta intorno a noi" (G.D.C. 2016)
Gli scienziati e i ricercatori coinvolti nella truffa del millennio, 2112 in totale, vennero in parte licenziati con disonore scientifico e in parte, i meno coinvolti, trasferiti ad altri incarichi. Gli Stati Uniti per primi, sul finire del 2018, approvarono una legge che vietava l'utilizzo dell'espressione “fusione fredda” abbinata a ricerche scientifiche; la pena in caso di colpevolezza andava da dieci anni all'ergastolo. L'Italia fu l'ultima nazione europea, con il IV governo Renzi, ad applicare nel 2024 una legge simile.
Di freddo in queste trasmutazioni non c'era proprio nulla, ma non erano abbastanza calde da produrre energia in modo conveniente. La caccia alle streghe fu la fine di una truffa colossale e l'inizio della vera scoperta che rivoluzionò il Mondo per come lo conosciamo oggi nel 2059. Con una coincidenza che ha del clamoroso, nello stesso periodo in cui partì e si concluse ufficialmente la lotta anti-FF (LAFF), in un altro blog del web pre-rivoluzione una spia russa di origini francesi, Madam Lusel con nome in codice Ocapanza (premio Pulitzer 2018, Croce di Ferro 2020 NovaRussia, rapita da una setta di Alieni nel 2021), riportava in poche righe quello che in seguito si sarebbe rivelato appunto come la più grande scoperta scientifica di tutti i tempi.
La data - 8 Settembre 2015 - è storica e la sua ricorrenza si festeggia ogni anno da quasi 8 lustri: il Giorno del Vortex. L'agente Ocapanza riportò in questa storica data una notizia che inizialmente nessuno prese in considerazione seriamente, ma in seguito si rivelò essere il più grande scoop giornalistico-scientifico di tutti i tempi: 
"Continuo con gli amici miei. Uno sta costruendo un triciclo-risciò rivoluzionario e mi ha fatto venire in mente un alisca-pedalò che aspira a esserlo altrettanto (h/t The Economist).
Al posto dell'elica Adrian Thomas - prof. di biomeccanica al Dip. di zoologia di Oxford e dell'Animal Dynamics, una nuova start-up dell'università - ha messo una coda di delfino. Dovrebbe fornire una spinta maggiore perché la produce la superficie della pinna e non solo di una parte delle pale. Così spera di battere il record di velocità per l'acqua-ciclismo stabilito nel 1993 dal Decavitator del MIT: 100 metri a 18 nodi/ora.
Giancarlo (IbeC) avrà da ridire, scommetto..."
L'ing. Giancarlo Don Chisciotte venne chiamato in causa da Ocapanza proprio nel mentre lui dichiarava guerra totale contro la FF (LAFF); in questo momento, secondo gli storici, il Don Chisciotte ebbe la sua prima folgorazione sulla via di Damasco.
Poco tempo prima (tra il 2012 e il 2014) aveva criticato aspramente un'invenzione che prendeva il nome di Kitewind e che prometteva di produrre grandi quantità di energia sfruttando i venti di alta quota con una specie di aquilone. Critiche che in seguito ritrattò con molta umiltà e spirito scientifico. Male lingue dicono che fu forse questo il vero motivo per l'assegnazione del Nobel per la Pace nel 2018 e non lo scoppio della sua prima bomba torsionale, sul finire del 2017, che mise la parola fine all'Era nucleare. 

La storia...
Dopo la pubblicazione del post di Ocapanza, il Don Chisciotte non stava più nella pelle per l'eccitazione che lo aveva colto. Il 2015 era l'anno internazionale della luce e delle tecnologie connesse alla luce e lui, ormai non più tanto giovane, viveva con frustrazione e senso di perdita il non poter presentare al mondo intero una sua scoperta o una sua invenzione. Questo desiderio lo perseguitava fin da bambino, fin dalla alla tenera età di 4 anni e mezzo, quando immaginò di saltare a cavalcioni di un raggio di luce per esplorare lo spazio. Desiderio che venne infranto qualche anno dopo quando scoprì che un altro bambino meno intelligente e preparato di lui aveva immaginato la stessa cosa molti anni prima. Questo trauma lo stimolò (e al tempo stesso lo represse): diventò un genio per molti anni incompreso, tutto questo fino all'anno della luce (2015), anno in cui esplose - sarebbe il caso di dire implose -  tutta la sua rabbia e frustrazione.
L'aliscafo-pedalò con coda di delfino segnalato da Ocapanza come una possibile rivoluzione lo spinse ad approfondire e studiare il fenomeno che permetteva una propulsione migliore e più economica, in termini di energia consumata, di un sistema ad elica, ma si spinse ben oltre...
In pochi mesi, da Settembre 2015 a Dicembre 2015, riuscì a scoprire ed inventare macchine da trasporto su acqua, terra ed aria che da li a pochi anni avrebbero rivoluzionato il mondo dei trasporti, del consumo energetico e dell'inquinamento.
I primi studi del russo Grebeshow.
Sfruttando i contatti della spia russa Ocapanza, chiese ed ottenne documenti e progetti segreti militari russi. Così facendo scoprì che già negli anni '80 del XX secolo venivano testati e sviluppati in Russia dei sistemi di propulsione a coda di delfino, la sua propensione agli affari e alla comunicazione fece il resto. Iniziò dagli studi e sperimentazioni ultrasegrete di Grebeshov (5) negli anni 80 e ideò perfino un sistema passivo di propulsione; anziché far oscillare la coda del delfino per generare la propulsione pensò di sfruttare l'oscillazione del moto ondoso per generare la propulsione, un vero e proprio lampo di genio. Segue diapositiva della sua prima imbarcazione ("Wave Power Boat") a propulsione ondosa.
Wave Power Boat - foto del prototipo.
Wave Power Boat - scheda.
La sua innata passione per la spiaggia e il mare lo spinsero ad inventare a scopo ricreativo l'Hydrofoil Water Scooter che tutti oggi utilizziamo con i nostri figli e nipoti in spiaggia, di cui un filmato dell'epoca.

Ma tutto questo, per quanto rivoluzionario ancora non bastava al Don Chisciotte. Si spinse oltre, molto oltre...
Dopo quei primi 3 mesi di studio, che produssero ogni tecnologia oggi utilizzata come sistema di propulsione attiva/passiva marina, nei primi mesi del 2016 si dedicò ai sistemi di propulsione in aria e al suolo. Sempre con l'aiuto dell'inseparabile spia russa Ocapanza entrò in contatto con Sorokodum (5) e i suoi studi nonché sperimentazioni e fu un vero e proprio colpo di fulmine scientifico.
In brevissimo tempo realizzò dei sistemi per la produzione di energia che sfruttavano le differenze di pressione tra il suolo e l'atmosfera, il vento e le correnti marine, il vortex gli era entrato ormai nel sangue e da li a poco, secondo gli storici, lui stesso non si era ancora reso conto di che cosa questo avrebbe comportato per il futuro dell'umanità. A seguito un raro filmato dell'epoca sui nuovi sistemi di produzione di energia "vortex-based".

La tecnologia oscillatoria basata sul vortice in pochi mesi esplose in tutto il mondo, migliaia di scienziati ed inventori si cimentavano nelle invenzioni più assurde e innovative, ma il Don Chisciotte era già ormai parecchi passi avanti...
Qualcuno provo a rivendicare la paternità dell'invenzione che permetteva, tramite l'utilizzo di particolari vortici creati con aria compressa, di estrarre sostanze naturali dai vegetali in genere senza utilizzare additivi chimici o tecnologie complesse e a bassissimo costo energetico, ma il Don Chisciotte dimostrò ancora una volta che era arrivato prima facendo arrestare per pedofilia il millantatore (6).
Negli ultimi mesi del 2016 fu preso da una interminabile serie di convegni, seminari, forum. Girava il Mondo in lungo e in largo e una mattina, mentre pagava il conto dell'hotel in cui aveva soggiornato per 4 giorni a Washington DC, restò di sasso nel vedere il conto della lavanderia: circa 650 dollari... 4 giorni di banchetti e bevute avevano lasciato il segno! Non era possibile - si disse - e inventò la lavatrice portatile battezzandola Dolpi (da delfino): un sistema che sfruttava le microturbolenze (vortex) prodotte da ultrasuoni che implodevano e staccavano lo sporco dalla biancheria direttamente nel lavandino, senza bisogno di acqua calda e in molti casi senza bisogno di detersivi e soprattutto consumando meno dell'80% dell'energia che normalmente consuma una lavatrice.
Una rivoluzione che gli permise di vendere 14 milioni di pezzi in meno di un mese dal lancio tramite la Samsung, che ne acquistò subito il brevetto. A seguito il filmato originale del lancio del prodotto.

Il 6 Ottobre 2016 durante il convegno "22passi per il cambiamento" ad Assisi, venne avvicinato da Venerdì Felino, (architetto e archeologo, blogger di 22passi, premio L'Erma 2018); gli disse di possedere le prove che, molto probabilmente, tutto quello che stava inventando da circa un anno era già stato inventato in epoche passate. I pochi testimoni sopravvissuti di questo incontro raccontano che il Don Chisciotte andò su tutte le furie, "non è possibile" disse, "ho immaginato io tutto quanto, è tutto frutto del mio ingegno... nessuno prima di me può essere arrivato a tanto". Ma il Venerdì lo mise di fronte ad un paradosso: insisté di avere le prove che gli antichi avevano già sfruttato i campi torsionali per produrre energia illimitata (implosione), per annichilire o produrre la materia sia organica che inorganica (comunicazione, "fotone imbriago") e per viaggiare nel tempo (porte dimensionali)!

Il paradosso temporale
Il Don Chisciotte con l'aiuto di Gadget (noto autore 22passi e premio Mercurdo 2018) comprese e si convinse di essere il prescelto: l'Universo girava attorno a lui e le sorti dell'Universo dipendevano dalle sue azioni.
Pochi mesi dopo il convegno di Assisi, cercò di entrare in possesso del raggio della morte e del cronovisore custoditi dal Vaticano in un vecchio capannone alle porte di Roma sulla via Tuscolana.


Capannone segreto del Vaticano via Tuscolana Roma
Il capannone in apparenza privo di vigilanza e difese era in realtà protetto con una arma batteriologica, il batterio Ralstonia Detusculanense (7) che provocava dissenteria, conati di vomito e finanche trasmutazioni nucleari nel nucleo delle cellule. Scoperto ciò, Don Chisciotte prima di entrare nel capannone si iniettò in vena circa 22 decalitri di Argento Colloidale (8) alla concentrazione di 100 ppm  per contrastare ogni possibile infezione. Questo tentativo di prevenzione provocò in lui degli effetti collaterali che ancora oggi sono oggetto di discussione da parte di storici e scienziati; nessuno è mai riuscito a replicare in laboratorio quanto accadde quel giorno.
Dr Tuscolana
In pochissime ore la sua pelle assunse in modo definitivo una colorazione blu-elettrico e la sua ghiandola pineale triplicò la propria massa come conseguenza delle trasmutazioni provocate dal batterio Ralstonia Tusculanense, che contrastando l'azione battericida dell'Argento, lo trasmutava in altri elementi mono-atomici come il palladio, l'oro e il rutenio (9). Gli comparve sulla fronte un terzo occhio e da quel giorno i suoi poteri diventarono praticamente infiniti, governava il tempo e lo spazio. Da quel giorno assunse il nuovo nome di Dr Tuscolana. Accanto una rarissima foto dell'epoca.

La Ralstonia Detuscolanense sparì e non se ne trovò mai più traccia. Gli storici più ortodossi sono convinti che fu in seguito il Dr Tuscolana, con i suoi infiniti poteri iperdimensionali, a cancellarla dalla faccia dell'universo perché nessuno potesse in futuro diventare come lui.

Link:
  1. http://22passi.blogspot.it/2015/09/lotta-anti-ff.html
  2. http://www.disinformazione.it/kervran.htm
  3. http://www.newnuclearscience.eu/it/
  4. https://docs.google.com/spreadsheets/d/1bUhF-xIiFuTwyzGtDj5Xs8Atutae77cKlhsJaid0Uk0/edit#gid=0
  5. http://www.vortexosc.com/modules.php?name=Content&pa=showpage&pid=98
  6. http://ocasapiens-dweb.blogautore.repubblica.it/2013/08/15/hyst-e-il-techunter-sic/comment-page-1
  7. http://22passi.blogspot.it/2013/11/il-tonfotanfo-di-sylvie-coyaud-aka.html
  8. http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/?term=colloidal%20silver
  9. http://www.universo7p.it/ormes-potenza-delloro-monoatomico-segreto-dellarca/
Contenuti extra:
ANTI LAFF MODE OFF --- CROZZA MODE OFF --- FICTION MODE OFF --- ANTI LAFF MODE DISABLED --- CROZZA MODE DISABLED --- FICTION MODE DISABLED --- RESET BLOG --- SERIOUS BLOG MODE ON --- SERIOUS BLOG MODE ENABLED  --- THAT'S ALL FOLKS! :-)

6 : commenti:

Mario Massa ha detto...

@Mistero
Caro Andrea, il post è anche divertente, ma il fatto che nessuno abbia ancora commentato mi pare che indichi che non c'è voglia di continuare con questa polemica che mi pare seconda solo alla bombolina.

Trovo invece interessanti alcune invenzioni che hai messo in mostra.
In particolare mi pare molto credibile la microlavatrice ad ultrasuoni che mi piacerebbe provare: sai quanto costa e dove la si può comprare? Tecnicamente ho qualche dubbio sul fatto che lavori in una larga banda di frequenze come dicono: le capsule piezo hanno una propria frequenza di risonanza e le devi far lavorare lì (si usano circuiti autoaccordanti) altrimenti non erogano nulla. Sono anni che non ci lavoro, ma almeno un tempo era così, dalle più piccole da pochi W per la nebulizzazione dell'acqua che operavano a quasi 1 MHz, alle medie (200W) per le lavatrici per strumenti odontoiatrici che lavoravano intorno a 80kHz, alle più grosse (6kW) per lavaggio circuiti stampati che mi pare lavorassero intorno a 40 kHz. Ma magari sono io che sono rimasto indietro.

Il generatore eolico è geniale, ma temo sia "falso", nel senso che funziona dal punto di vista qualitativo, ma temo non possa mai raggiungere le potenze che dicono per ragioni fisiche insuperabili (secondo me non è un oggetto "scalabile"). Ma è solo una prima opinione a colpo d'occhio e mi riservo di farci due conti e, se sono disponibile, di analizzare i loro.

Daniele Passerini ha detto...

@Andrea
Caro Andrea, il post è anche divertente, ma il fatto che nessuno abbia ancora commentato mi pare che indichi che non c'è voglia di continuare con questa polemica che mi pare seconda solo alla bombolina.

Ok, però vallo a spiegare alla Dblogger, che sembra nutrirsi di pane e polemiche e non sentirsi mai sazia se non riaccende due o tre polemiche al giorno. Forse da lei si nota meno grazie ai vari pseudonick compiacenti (corrispondenti a non più di un paio di troll caleidoscopici) che simulano l'esistenza di un pubblico.
Qui non essendoci troll, le polemiche cadono sul nascere. ;)
Caro Mario, dici bene, il post è innanzitutto divertente (e non offensivo), ma se trovi non interessanti le "polemiche" di Andrea oggettività vorrebbe che tu prenda posizione anche contro chi in altri blog FA MOLTO DI PEGGIO.

P.S. La cosa più spassosa dello pseudoDblog in questione è che una delle sue "colonne" è il nick "lo psicanalista"... bene, tu lo sai quale opinione ha di Freud, Jung e compagna bella la nostra "cronista della scienza"????? :D
Di una cosa però bisogna dare atto alla nostra impagabile e mai paga Dblogger, ha creato un nuovo genere di blogging: il "CYBERBULLISMO SCIENTIFICO"! :-)

domenico canino ha detto...

@mistero
venerdì felino mi è piaciuto moltissimo; accetterò volentieri il premio Karma 2018, se sarò ancora vivo.

Daniele Passerini ha detto...

@Andrea Rampado
0ttimo post Andrea, in 22passi style... dimostri che si può scherzare e ironizzare con garbo, agli antipodi della pesantezza e cyberbullismo che caratterizza certi Dblog.
Se Mario vuole l'ovetto lavapanni ad ultrasuoni, io voglio il water scooter (che più che a uno scooter comunque mi fa pensare a una bicycle): è fantastico! :)

MISTERO ha detto...

accetterò volentieri il premio Karma 2018, se sarò ancora vivo.

Aspetta, devo ancora scrivere le motivazioni. :)

@Mario
Le risate che ci siamo fatti al telefono durante e dopo la produzione di questo post sono un indice chiaro di quanto ci siamo divertiti nel cercare di lanciare nuovamente il cuore.
Non ci sono polemiche nei nostri animi, solo la volontà di capirsi.

Ringrazio Daniele che ha avuto il duro compito di capire la mia provocazione e di aiutarmi a renderla più comprensibile. Il post era leggibile a tutti gli autori di 22Passi da quasi due settimane e in diversi hanno fatto delle citiche molto costruttive.
Penso in parte di essere riuscito ad accontentare tutti.
Nel prossimo post, :) si continuo... )))
Ci sono alcune cose che verranno proiettate nel futuro e altre pescate dal passato, ma tutte cose del presente. Ci saranno nuovi personaggi inventati e una storia plausibile da raccontare.
Sarà divertente e spero utile e a questo proposito mi piace la storia dell'ovetto che lava tutto e concordo con te sul discorso della larga banda di frequenza.
Un paio di camicie su un lavandino a 40 watt non sono 5 kg di bucato misto di una lavatrice. Tutto da provare chiaramente.
L'unico comprabile e testabile al momento è ...indovina?
:-))
Quello che puoi fare tu.
Nel senso che se replicando la bombolina hai migliorato la pressione di idrogeno di almeno un 50%, chissà che mi combini con i piezo.
Ci sono degli aggiornamenti e sono sicuro che li farai bene anche da solo se vuoi, qualcosa comparirà nel prossimo post e lo potrai vedere e commentare..
Si potrebbe creare un bel team a caccia delle invenzioni che producono la vera free enery, quella che non si consuma... O quella che migliora o rende più efficiente un processo produttivo... In barba a Rossi e a tutti quelli che ci vendono i loro sogni.. :-)))
Questo team dovrebbe avere uno scopo di lucro per finanziare appunto questa ricerca, si dovrebbe costituire secondo il lavoro che viene fornito, una specie di croworking..

Daniele Passerini ha detto...

@Barney
P.S. Immagino che non hai scritto direttamente a Bushnell e Zavodny della NASA perché sono da tempo sul libro nero della LAFF bollati come cialtroni! ;)
Ma temo sia la stessa fine che alla fine voi della LAFF farete fare a DeChiaro! :)
Buona giornata

Posta un commento

Ovviamente 22passi è un blog, non una rivista on line, pertanto la responsabilità di quanto scritto in post e commenti appartiene solo ai rispettivi autori. Chi è abilitato a pubblicare su 22passi deve evitare botta&risposta a distanza con utenti di altri blog o forum (donde può comunque trarre contenuti citandone la fonte).

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.

Related Posts with Thumbnails